Sei sulla pagina 1di 1

Tei è un ragazzo normale ma con pelle ed occhi blu e capelli bianchi.

A causa del suo particolare


colore della pelle il padre, pensando di essere stato tradito dalla moglie, lo abbandonò che era
ancora in fasce. Il bambino crebbe venendo bullizzato dagli altri orfani. Tutto cambiò una mattina
d'autunno quando un eccentrico nobile proveniente da un regno lontano decise di prenderlo con sé.
Il nobile, Xanynor Kurai, aveva bisogno dell'erede che la moglie non poteva dargli quindi istruì Tei
trasferendogli la propria conoscenza del mondo e strane teorie tra cui quella secondo cui dovrebbero
essere usati i mesi, e non gli anni come unità di misura di lunghi periodi di tempo ed un'altra
sull'esistenza di 64 generi sessuali includendo i 3 ufficialmente riconosciuti: maschile e femminile
(Tei si riconosce come elicottero da guerra).
Tei acquisì il cognome Kurai, ma all'età di 7 anni la sua vita cambiò nuovamente: Xanynor ebbe un
figlio, qualcuno che potesse essere definito il legittimo erede delle sue proprietà (Wilborin Kurai).
Questo crebbe come un vero fratello insieme a Tei ed i due si spalleggiavano l'un l'altro, ma la
servitù si rifiutava di trattari nello stesso modo. I “sostenitori” di Wilborin non potevano tollerare la
possibilità la possibilità di essere venire comandati da un marmocchio blu e decisero un piano
d'azione da attuarsi prima che Tei diventasse maggiorenne. Quando Xanynor venne avvelenato tutte
le prove fecero pensare che Tei fosse il colpevole, perciò venne arrestato (Tei aveva 17 anni).
Gli anni passarono e qualcosa nell'animo dell'allegro ragazzo si spezzo in prigione. Iniziò ad
allenarsi con altri prigionieri, tenendo un atteggiamento un pò freddo e distaccato ed in qualche
modo divenne il braccio destro di uno dei “boss” della prigione.
Una sera, tra le sbarre della sua cella entro uno strano animale, simile ad una lucertola ma più come
un draghetto senza ali. Era nero con delle macchie rosse e due occhi rossi quasi demoniaci. Quando
Tei lo vide gli tirò una mollica di pane, la creatura la prese e se ne andò. Quell'essere tornò più volte
a chiedere qualcosa da reclamare, ma una sera non se ne andò: quella sera si arrampicò su Tei e si
mise a riposare sulla sua spalla (da allora furono inseparabili ed la creatura prese il nome Blaky).
Un giorno gli venne assegnato il compito di spiegare le regole ai nuovi arrivati, tra questi c'era uno
strano elfo (PG DI MARCO), era simpatico quindi si trovavano spesso a mangiare nello stesso
tavolo in mensa. Un giorno (PG DI MARCO) raccontò a Tei che il motivo per cui era in quella
prigione riguardava una missione e che aveva una piano per evadere, ma l'avrebbe rivelato sono se
Tei l'avesse aiutato nel compimento della missione. Qualche giorno dopo tutto andò come
pianificato, sia la missione sia la fuga. I due presero strade separate, si tennero in contatto durante
gli anni sucessivi. (Tei aveva 25 anni).
Nei due anni successivi Tei si guadagnò da vivere come poteva, essendo un fuggiasco, accettando
incarichi qua e là oppure rubando.

Teoria 64 generi Tei Kurai (330 mesi), oggi

Potrebbero piacerti anche