Sei sulla pagina 1di 29

!

BASTIONI TRA TERRA E CIELO


Trasformazione urbana e sviluppo sostenibile:
le strategie e le opportunità per rendere più vivibile la città di Verona

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

“Non è mai la specie piu’ forte a prevalere, ma quella piu’ capace ad


adattarsi al cambiamento”
Charles Darwin

Il patrimonio storico è la sola qualità che può fare la vera differenza tra le
città, e rappresenta un fattore strategico per la crescita e la competitività di
Verona, a patto di conseguire una diffusa qualità della vita, intesa come
valorizzazione del territorio, dell’edificato, della qualità delle relazioni,
dell’accessibilità dei luoghi e dell’integrazione sociale.

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

Perseguire la qualità della vita, quindi, vuol dire anche avviare un processo di
rinnovamento della città con una progettualità volta a ricucire il territorio,
restituendo identità dei luoghi e il senso di appartenenza di chi li abita e di
chi li frequenta.

Il tema è allora quello di intervenire sul patrimonio esistente, una grande


risorsa oggi sottoutilizzata, che richiede un recupero di qualità e funzionalità
rendendo fattibili interventi che hanno bisogno di una visione strategica, una
cultura sistemica della trasformazione e riqualificazione proiettata nel medio-
lungo periodo.
Tutti questi elementi costituiscono la base di partenza ideale per un
confronto aperto tra tutti i soggetti coinvolti, pubblici e privati, che si deve
concretizzare in un piano di rilancio della nostra città volto alla crescita e alla
riduzione del consumo del suolo.

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

Obiettivo: garantire l’efficienza organica delle funzioni della città in modo che
la città si adatti sempre più al bisogno del cittadino, e il cittadino si attivi
sempre più nella creazione delle nuove città sostenibili.

-competitività
-attrarre investimenti: efficienza, sicurezza, viabilità
-mantenere valore al patrimonio edilizio esistente che rappresenta una
garanzia di risparmio privato
-innovazione

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

Rigenerazione: che cos’è?


-salvaguardia del centro storico
-tutela del verde urbano
-riqualificazione del patrimonio immobiliare
-drastica riduzione dei consumi energetici ed idrici degli edifici
-manutenzione e rigenerazione del patrimonio edilizio pubblico
-messa in sicurezza
-razionalizzazione della mobilità urbana
-valorizzazione degli spazi pubblici
-implementazione delle infrastrutture digitali innovative

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

Politica urbanistica:
- garantire un habitat migliore per le future generazioni
- ridurre gli impatti ambientali
-frenare il consumo del suolo
-tramutare in servizi e luoghi di aggregazione alcuni ambiti urbanizzati di degrado
-limitare la dispersione urbana
-politica per lo sviluppo sostenibile della città

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

RI.U.SO. Rigenerazione Urbana Sostenibile

Il RI.U.SO. delle aree dei bastioni passa attraverso, il loro completo ripensamento nell’ottica
dell’interconnessione dei servizi e delle funzioni. Si tratta di trasformare spazi in luoghi, cioè
intervenire dando una personalità e una riconoscibilità che permetta loro di diventare parte
attiva del tessuto urbano.
La situazione attuale è caratterizzata dalla frammentazione e dalle disomogeneità di forme e
funzioni. Sono elementi della città non del tutto integrati e autonomi rispetto alle dinamiche
delle relazioni e della mobilità. Non costituiscono quel valore aggiunto che consentirebbe il
salto di qualità nell’offerta turistica e nella qualità della vita dei cittadini.

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

Pensiamo a VERONA URBAN REGENERATION come un’aggregazione di


frammenti urbani in un progetto di visione globale, con l’obiettivo di garantire
l’efficienza organica delle funzioni delle città.

“La terra non è un’eredità dei nostri padri, ma un prestito per i nostri figli”
Norbert Lantschner

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli
!

Nicola Preti Emanuele Bugli


architetto architetto

Laureato al Politecnico di Milano nel 2004, Laureato allo Iuav di Venezia nel 2004, libero
libero professionista, socio fondatore dello professionista, dopo l’esperienza universitaria
studio Viabrenneroarchitettura. Dal 2012 è come cultore della materia, collabora con lo
vicepresidente dell’Associazione giovani studio Viabrenneroarchitettura. Dal 2012 è
architetti di Verona. presidente dell’Associazione giovani architetti
di Verona.

VIABRENNEROARCHITETTURA

I via Ponte Pignolo 2, Verona, Italia


T/F +39 045 6661602
@ nicolapreti@viabrenneroarchitettura.com

VERONA URBAN REGENERATION per una città che cambia, ma che rimane sempre uguale a se stessa
arch. Nicola Preti e arch. Emanuele Bugli