Sei sulla pagina 1di 2

DITEGGIATURA

L’uso del corno doppio in Fa/Sib dà spesso al cornista la facoltà di scegliere tra la cosiddetta
“posizione naturale” e una o più “posizioni di ripiego”, laddove per posizione si intende, nel gergo
cornistico, il più corretto “diteggiatura”
Di seguito è riportata una tabella comprendente le posizioni naturali nonché quelle alternative
quest’ultime indicate tra parentesi. Esse vengono divise tra quelle in Fa e quelle in Sib.
In alcuni corni si noterà che una o più note suonano meglio usando posizioni alternative ma,
presupponendo un corretto posizionamento delle pompe di intonazione, personalmente consiglio
allo studente che inizia, di imparare prima le posizioni naturali e di ricorrere a quelle alternative
solo in casi particolari e preferibilmente, dietro consiglio di un insegnante.

SCHEMA DITEGGIATURE DI CORNO IN FA E Sib


DAL Sib GRAVE AL Sib ACUTO

E’ bene ricordare che per alcune note la scelta della diteggiatura varia da uno strumentista all’altro
e ciò è particolarmente riferito alla opzione tra la sezione in Fa e quella in Sib del corno.
Alcuni cornisti tendono a non fare quasi uso del corno in Fa, limitandolo alle note senza posizioni
alternative e poche altre.
La tecnica costruttiva dei corni moderni ha reso il passaggio con il pollice tra il corno in Fa e quello
in Sib, praticamente uguale al movimento delle altre dita, per cui non vedo motivi per i quali non si
debba avere, al giorno d’oggi una tecnica che comprenda equivalente uso del pollice.
Riguardo a quale sezione, Fa o Sib, dello strumento usare in ogni specifico registro, si dovrebbero
sempre ricordare le caratteristiche tonali del corno in Fa, dal momento che è dal Waldhorn che esso
ha origine.
Gran parte della musica classica è stata concepita originariamente per questo tipo di strumento, e
ritengo che il cornista del giorno d’oggi, a prescindere dalla scelta operata, debba comunque farvi
riferimento.
Con un uso intelligente dell’insieme imboccatura-aria-mano destra è possibile ricreare le sonorità
care ai compositori classici anche con il moderno corno in Sib e, addirittura, con il corno triplo in
Fa/Sib/Fa alto.
Seguono ora le diteggiature che più di frequente scelgo di adottare nello svolgimento della
professione, con la premessa che esse hanno solo valore indicativo e che, come detto, potrebbero
non essere ottimali su ogni tipo di strumento. Sono inoltre indicate le più frequenti alternative.
SCHEMA DITEGGIATURE CON ALTERNATIVE E SPIEGAZIONI
CARATTERISTICHE DI USO CORNO IN FA O SIb

Potrebbero piacerti anche