Sei sulla pagina 1di 20

Antico e Primitivo Rito Orientale di Misraim e Memphis

IL RISVEGLIO INIZIATICO

Anno XXVIII – N.11 Novembre 2016


La presente pubblicazione non è in vendita ed è scaricabile in formato PDF sul sito www.misraimmemphis.org

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016


SOMMARIO
PIETRE MILIARI – IL S∴G∴H∴G∴ S∴G∴M∴ .......................... 3

L'INIZIAZIONE NELLA NOTRA VITA QUOTIDIANA – Panagiotis.. 7

SIMBOLOGIA DEL TEMPIO – Francesco ............................................11

PENSIERI - Franco...................................................................................18







Redazione
Direttore responsabile: Marco Vannuccini



IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 2



PIETRE MILIARI

C
on l'avvicinarsi dell'inverno,
l'intensificarsi del freddo ed il
progressivo diminuire delle
ore di luce, siamo naturalmente por-
tati alla riflessione e alla meditazio-
ne. I sensi fisici ordinari ripiegano su
sé stessi, tramutandosi in sensi spiri-
tuali, mentre il desiderio di ritrovare
la scintilla divina, fonte della nostra
origine e scrigno contenente la map-
pa del tesoro con sopra tracciate le
indicazioni del ritorno a "casa", di-
viene fuoco d'amore e conoscenza.
Giano bifronte ci osserva e ci invita a Figura 1 – Pietra Grezza – Anonimo
guardare oltre il passato e il futuro.
Le sue due facce, pur non incontran- liarità ed inclinazione ad essere lavo-
dosi mai perché sempre impegnate a rata, viene attratta misteriosamente
scrutare in direzioni opposte l'infini- in una certa direzione. Giunta alla
to, ci suggeriscono, occultamente, soglia del Tempio della Verità essa
che solo nel centro, viso contro viso, viene preliminarmente introdotta
noi possiamo intuire, percepire e nel Gabinetto delle Riflessioni.
cum-prendere, sub specie interiorita- Questa fase costituisce il più Grande
tis, l'eterno presente. Invertire le due Mistero di tutta l'Opera perché im-
facce equivale ad invertire i lumi, o- plica il concetto di morte iniziatica.
perazione questa che, traslata nel lin- Tutto l'essere ripiega su sé stesso,
guaggio ermetico-alchemico, signi- scendendo nelle latebre più profonde
fica "uccidere il vivo e risvegliare il della sua interiorità, cercando di ret-
morto" o ancora più esplicitamente tificare e vincere le passioni umane e
"spiritualizzare la materia e materia- i vincoli materiali più tenaci. L'ego si
lizzare lo spirito". ribella al Sé divino e impersonale, la
personalità profana, frutto della "ca-
La scienza massonica comincia esat- duta generazionale" nei cicli del di-
tamente con il risveglio del fuoco del venire, si contorce come l'indemo-
desiderio di conoscenza: "chi sono? niato di fronte all'esorcista. La lotta è
da dove vengo? dove sono diretto?" furibonda e siamo soli, soli fino a
La pietra Grezza, qualificata con la quando in noi finalmente riprende
lettera iniziale maiuscola, sostantiva- forza e vigore la virtù della fede più
ta quindi e non più confusa con le al- profonda ed assoluta: quel lume soli-
tre proprio in ragione della sua pecu- tario, quella candela accesa di fronte

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 3


luce spirituale che lo ha illuminato
dall'interno, l'aspirante massone
viene bendato e accompagnato, con
un pugno di terra in una mano, alla
soglia del Tempio, ove proseguirà i
suoi viaggi lungo le direttrici dei
punti cardinali, al termine dei quali
presterà infine giuramento solenne
sull'ara sacra. Con la mano destra
nuda toccherà la squadra e renderà
Figura 2 – Lavoro Massonico – Anonimo
solenne promissione. Questo gesto
simbolico, unito all'esperienza pre-
ai nostri occhi, contornata da un buio liminare del Gabinetto delle Rifles-
fitto e quasi impenetrabile, finalmen- sioni, è fondamentale e importantis-
te risveglia, per empatia, la luce ed il simo, perché ci consente di attivare,
calore della nostra scintilla divina in- tramite lo strumento esteriore, la
teriore, simbolo del Supremo Artefi- squadra interiore che è dentro di noi,
ce Dei Mondi, riflessa e scolpita ovvero quell'utensile che ci richiama
dall'origine e per l'eternità nei nostri alla rettitudine, all'ordine, alla giusti-
cuori. La Fede perduta ritorna così, zia, alla moralità e all'etica, virtù ne-
gradualmente, a sostenere il nostro cessarie allo sgrossamento della pie-
diritto alla Conoscenza, mentre la tra sino alla sua trasformazione ulte-
vittoria sulla morte, rappresentata riore in pietra cubica ed infine in pie-
dall'oscurità spirituale e dalle tene- tra cubica a punta!
bre dell'ignoranza, diviene umile La Squadra rappresenta, in questa
consapevolezza di quel legame occul- prima fase, sovrapposta completa-
to che ci lega a Dio e a tutto il creato. mente al compasso, lo stato di neces-
Dalla Fede rinasce la Speranza che sità, dal quale non possiamo ancora
infine si trasforma in Carità, simbolo evadere e nel quale dobbiamo agire
della discesa del divino nell'umano, "rectificando". Angoli di novanta gra-
"verbum caro factum est", e dell'a- di, non uno di più né uno di meno,
more infinito che lega il Creatore alle come i gradi dell'antica scala del Rito
sue creature. Nulla ci appartiene, di Misraim. Legge di rigore, legge
niente è di nostra proprietà, la vita d'ordine, quarta parte della croce
stessa va compresa come un dono ove al centro fiorirà un giorno la Ro-
che un giorno dovremo restituire. So- sa; misteriosa "quartura" raccontata
lo così si dissolve l'Ego e s'impara a e ri-velata dal Grande Fratello Gasto-
donarsi al prossimo. Il miracolo è ne Ventura nel meraviglioso roman-
tutto nell'amore di Dio verso l'uomo zo iniziatico "La Terra delle quattro
e nell'amore dell'uomo verso Dio. Giustizie".....
Per accedere a gradi di coscienza su-
Uscito dal Gabinetto delle Riflessioni, periori dobbiamo vibrare in armonia
pervaso da quel raggio misterioso di

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 4


con la Squadra, viverla nei nostri
pensieri, nelle nostre parole e nelle
nostre azioni, in un tutt'uno perfetto,
diversamente ogni conoscenza suc-
cessiva di carattere superiore ci sarà
preclusa. Non solo. La Squadra è
sempre necessaria e non deve mai
essere abbandonata, neppure al ver-
tice della gerarchia umana ed inizia-
tica. Essa rappresenta un potentis- Figura 3 – La Squadra
simo talismano, efficace e in grado di
proteggerci dagli attacchi astrali e
Squadra, strumento di rettificazione
dalle influenze negative. La Squadra
dei nostri difetti e delle nostre stor-
è serbatoio di forze positive e rigene-
ture figli della personalità storica e
ratrici, troppo spesso stupidamente e
contingente.
stoltamente viene dimenticata e par-
E infine, per chiudere e meditare il
cheggiata nell'angolo dei ricordi e
tutto, l'invocazione di apertura e
delle cose inutili. Quale errore! Quale
chiusura dei Sacri Lavori, autentico
presunzione nel relegarla a margine
mistero e Rito sacrificale che permet-
del nostro agire e del nostro pensare.
te all'uomo di ricreare il contatto con
La sua presenza nel famoso "Rebis"
il Supremo Artefice Dei Mondi e che
dell'alchimista Basilio Valentino ci
certifica la validità degli stessi da un
suggerisce che nell'aldilà essa rimar-
punto di vista tradizionale e sacro.
rà ancora strumento inesorabile di

lotta e di contrasto al disordine,

all'ingiustizia, arma letale contro le

larve, i fantasmi e gli spettri che si

opporranno al nostro passaggio nel
Il S∴G∴H∴G∴ S∴G∴M∴
post mortem.

Pietra Grezza, consapevolezza di un
Desiderio che deve essere spiegato e
conosciuto nell'interiorità di ciascu-

<
no di noi.
Gabinetto delle Riflessioni, Athanor
alchemico da realizzarsi nel Silenzio
delle passioni e dei rumori profani,
tacitando i pensieri che fluttuano i-
narrestabili. Pace e preludio per la
comprensione e l'affermazione pro-
gressiva della Scintilla divina che è in
noi.

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 5






Figura 4 – At the Gates of the Temple of Wisdom – Anonimo

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 6



L'INIZIAZIONE NELLA NOTRA VITA QUOTIDIANA

S
eguendo i ritmi del nostro calenda-
rio massonico ci raduniamo, all'in-
terno della nostra Loggia, per ini-
ziare i Sacri Lavori della Grande Opera,
con tutte le buone intenzioni di mettere
in atto la vera Iniziazione, quella che si
attiva DENTRO DI NOI. Ciò facciamo
eseguendo, giustamente e perfettamente,
lo svolgimento dei nostri rituali, ascol-
tando un interessante discorso ed even-
tualmente, al termine dei Sacri Lavori,
discutendo con i fratelli riguardo all'ar-
gomento del discorso stesso, oppure al-
largando il campo a qualche altro ed al-
trettanto interessante argomento di natu-
ra esoterica.
A volte arriva un momento nella nostra
vita, forse molte volte, che le prove e-
saustive della vita ci pongono in ginoc-
chio. Sentiamo parlare, ultimamente, ri-
guardo alla crisi economica, alla crisi Figura 5 – Global Crisis – Ben Heine
nelle relazioni tra i due sessi, alla crisi
dei valori, ai rapporti e le relazioni tra le problemi, mentre io non ho avuto alcun
persone. Forse arriva un momento in cui aiuto da tutto ciò che chiamiamo Masso-
tutte le crisi, oppure alcune di queste, neria, Esoterismo, Occulto, Iniziazione
bussano anche alla nostra porta. ecc. Cosa devo aspettarmi dall'INIZIA-
E allora? Allora, sorge inesorabilmente ZIONE?
una questione: io, il Massone, come farò
ad affrontare queste prove? La mia con- Potrei scrivere pagine intere con simili
tinua partecipazione all'Ordine dove mi domande, senza sosta. Tuttavia, è neces-
ha condotto? In cosa ha contribuito af- sario che ognuno di noi chiarisca che ti-
finché possa affrontare questi problemi? po di risposta desidera ottenere.
Cosa ho conquistato io, più degli altri, Forse ci aspettavamo che un Ordine Eso-
che non partecipano alla Massoneria? terico (Interno) ci dia un aiuto Essoterico
Cosa mi ha dato, in fin dei conti, il mio (Esterno). Forse l'aiuto ricevuto genero-
Ordine, in rapporto ad altri Ordini e samente, lo abbiamo incassato e fatto
Logge, per affrontare questi problemi nel nostro attraverso l'iniziazione, senza ne-
momento in cui ne avevo più bisogno? anche accorgercene? Forse ancora oggi,
Qual è il suo supporto? Forse altre per- non ne abbiamo usufruito al massimo?
sone, che non sono Massoni né Esoteri- Oppure, peggio ancora, forse non l'ab-
sti, hanno trovato delle soluzioni a questi biamo ricevuto semplicemente perché

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 7


non ne avevamo bisogno? Poiché proba- L'uno, il secondo, colui che non è di na-
bilmente eravamo in attesa di ricevere tura esoterica, sarà inquieto e proverà
altri tipi di assistenza? risentimento riguardo alla sua fortuna,
una volta che il problema lo avrà colpito.
Ogni Riunione del nostro Ordine, ci col- Si ribellerà contro il proprio destino e,
lega sempre di più con l'Eggregore e con frustrato, litigherà con i suoi cari, richie-
la sua potenza. Ogni sessione ci mette in derà dall'universo (!) che si trovi una so-
accordo, ci coordina e ci sincronizza con luzione al suo problema, qui e adesso,
l'armonia del mondo invisibile, in modo non solo perché lo vuole, ma perché ri-
da poter cogliere l'eredità della cono- tiene che l'Universo sia obbligato ad aiu-
scenza eterna e renderla di nostra pro- tarlo! Tuttavia, tutti hanno pensato in
prietà, interiorizzandola sempre di più. questo modo, un paio di volte o più. Se
Ma che cosa è questa "conoscenza" e la soluzione non è data, si metterà contro
come possiamo farne uso per risolvere i i suoi simili, contro l'ambiente, contro
nostri problemi quotidiani? Dio. Egli stesso non ritiene di dover più
Quali sono, dunque, le risposte alle sud- nulla a nessuno. Da lì in poi, considererà
dette domande? ogni sua reazione e frustrazione come
Prendiamo, ad esempio, due persone: un conseguenze normali e previste, sempli-
Esoterista ed uno no. Stessa età, stesse cemente perché si merita una vita mi-
caratteristiche, stesse condizioni di vita, gliore a tutti i livelli. Il suo comporta-
stesso carattere e stessa istruzione… e mento diverso è considerato corretto, se-
poniamoli di fronte al problema più condo lui, e le sue esigenze riguardo al
grande. bene di tutto il mondo sono normali e
fisiologiche. L'universo è in debito con
lui, affinché rimuova tutti i mali dalla
sua vita. Davvero, da chi esige?

Esaminiamo però anche l'Esoterista. Co-


sa mai gli avrà dato la conoscenza esote-
rica? Quando abbiamo bussato alla porta
del Tempio della Piramide, abbiamo ri-
chiesto di partecipare in un Ordine Eso-
terico, per ricevere la luce interiore. Ci
siamo chiesti più volte riguardo alle no-
stre intenzioni e ai nostri scopi. Siamo
entrati nella Stanza delle Riflessioni e
siamo stati al buio per più di 45 minuti,
per scrivere il nostro testamento spiritua-
le. Testamento, però, riguardo a quale
morte? Che cosa è ciò che è morto? Qua-
li passioni abbiamo combattuto quando
abbiamo fatto il giro all'interno del Tem-
pio? Quali metalli abbiamo abbandonato
Figura 6 – Angry man – Choi Min-Shik
al di fuori del Tempio?

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 8


Le risposte sono semplici. I metalli che ano inferiore ed è meno distratto rispetto
abbiamo dovuto abbandonare con il no- alle persone comuni.
stro atto simbolico, sono tutti i vari com-
portamenti del non-esoterista che abbia-
mo descritto precedentemente.

Il Massone, Fratelli miei, sa che ha un'a-


nima imprigionata in un corpo soggetto
alle debolezze e alle passioni, che deve
abbandonare se vuole la luce.
Il Massone sa che, quando nella Masso-
neria parlano di LIBERTÀ, non si fa ri-
ferimento alla libertà di movimento (chi
mai può limitare gli altri nel fare qua-

lunque cosa?), ma alla LIBERTÀ dalle Figura 7 – King Midas – Inge Prader
nostre passioni, dai piaceri materiali, da-
gli atteggiamenti e dai comportamenti Nessuno nega importanza al tentativo di
che, mentre sembrano aumentare i nostri cercare di ottenere qualcosa di meglio.
piaceri, in realtà ci tengono in cattività e Anzi, tutt'altro. L'esoterista non abban-
sottomessi a situazioni senza senso né dona sé stesso nel nome della ricerca:
sostanza spirituale. "l'essere ha la precedenza rispetto all'ap-
parire". Ma le estremità sono brutte, a
Nessuno nega il piacere di avere una ca- prescindere di quale parte si tratta. Il ten-
sa confortevole, ma il vero esoterista si tativo di migliorare in ogni aspetto della
sente felice anche in una meno conforte- nostra vita non solo è lecito, ma è anche
vole, perché conosce le leggi della causa un nostro dovere. Un conto è provare a
e dell'effetto. Egli sa che può essere feli- porre degli scopi da raggiungere nella
ce anche in una casa meno confortevole. nostra vita quotidiana per ottenere qual-
Egli sa che sono altre le cose che danno cosa di meglio, un altro è far si che que-
più piacere, quelle spirituali, che posso- sta cosa migliore ci incateni nella cate-
no dare maggiore gioia, essendo le più goria delle "apparenze", mentre la con-
essenziali, a lungo termine e profonde. seguente, plausibile, totale o parziale,
mancanza e perdita ci porta alla nostra
Nessuno nega la bellezza che offrono rovina e a quella del nostro ambiente.
alcuni bei vestiti ma il vero esoterista si
sente felice anche in abiti meno belli. Prendiamo in considerazione il fatto se-
Nessuno nega la comodità di una bella condo il quale la Massoneria, con l'Ini-
macchina, ma l'esoterista si sente felice ziazione, ci offre la "Conoscenza" non
anche con una meno piacevole. Tutte le nel senso comune del "possedere", tipico
comodità materiali fanno riferimento al della cosiddetta "conoscenza" sul piano
piano della materia e rispondono a vi- profano, bensì secondo il concetto di
brazioni più basse. L'esoterico si muove cambiamento di atteggiamento e di stile
in vibrazioni superiori perciò, senza l'in- di vita! È quindi importante cambiare la
tralcio del godimento dei beni materiali è propria percezione, porsi le fatidiche
toccato e influenzato molto meno dal pi- domande "Chi sono?", "da dove vengo?"

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 9


"dove vado?", alle quali non si risponde purtroppo, la maggior parte delle perso-
con l'accumulo di beni materiali (sempre ne ne ignora la spiegazione.
causa di problemi irrisolvibili) ma con Resistete alle catene che ci tengono lega-
l'acquisizione di beni spirituali atti a ri- ti, mentre lo spirito dell'Iniziazione ci
solvere tutti gli altri, in parole povere col porta verso l'alto. L'iniziato paga il prez-
bene più prezioso di tutti: l'Iniziazione! zo dell'isolamento, semplicemente per-
ché il suo comportamento è estraneo agli
altri. L'Iniziato sembra indifferente verso
i beni materiali, quando in realtà è con-
sapevole della posizione e del valore di
queste cose. L'iniziato sembra vivere nel
suo mondo, consapevole, però, che gli
altri vivono nell'illusione dei piaceri.
Resistete, infine, alle false organizzazio-
ni con un contenuto ed un titolo pseudo-
esoterico e fasullo, che pubblicizzano la
"Iniziazione", che offrono soluzioni es-
soteriche (esterne) ai problemi esteriori
sotto forma di aiuto e sostegno, poiché lo
fanno per rendere il loro prodotto più at-
traente.
Essi sono semplici spettatori in un'opera
che, però, riguarda anche loro...

Figura 8 – Freedom – Anonimo
Panagiotis
L'Iniziazione è un processo che com-
prende un "elemento non-umano". Non è
possibile darne spiegazione facendo rife-
rimento ad elementi semplicemente ma-
teriali o fisici e non può darci risposte
esaustive e complete riguardo ai proble-
mi causati sul livello materiale. Essa può
solo liberare l'iniziato dai legami che lo

/
mantengono presso le basse frequenze,
affinché, una volta sciolti questi vincoli,
possa infine innalzarsi verso le sfere in
cui le conquiste materiali non hanno più
alcun posto.

L'Iniziazione ci libera.

Questa è la LIBERTÀ della trilogia Li-


bertà Uguaglianza Fratellanza, di cui,

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 10



SIMBOLOGIA DEL TEMPIO

P

arlando di Simboli e di Simbo-
logia vorrei evidenziare, in
premessa, l'importanza del ri-
tuale e l'uso dei simboli nella nostra
confraternita. Genericamente si desi-
gnano "rituali" quelle azioni umane,
realizzate consapevolmente e con-
formemente a moduli tradizionali,
alle quali viene attribuito valore
simbolico.
Esaminando gli aspetti del rito dal
nostro punto di vista massonico,
quindi in chiave esoterica, esso non
può essere considerato come un
semplice insieme di formule, d'e-
spressioni solenni, di prescrizioni, di
regole, d'atti meccanici, ma va pene-
trato nella sua essenzialità.
Nell'ottica del suo significato più pro-
Figura 9 – Quadro di Loggia
fondo la caratteristica della nostra
ritualità è il SIMBOLISMO.
Il simbolo, cui la Massoneria attri- Unicamente attraverso il simbolismo
buisce valore assoluto, è l'espressio- può essere trasmessa la conoscenza
ne di un linguaggio universale ed è dottrinale tradizionale, in quanto il
qualificato da una particolare prero- simbolo è idea, e pertanto non indi-
gativa: in esso, l'elemento essenziale viduale, ma infinito, universale.
non è il segno ma il significato inseri-
to nel segno; quest'ultimo, infatti, so- Esso è oggettività pura, che prescin-
lo ed esclusivamente attraverso il si- de da inquinamenti ambientali e set-
gnificato trae valore e giustificazione. tari, esprimendo delle verità comuni
Il simbolo massonico riveste un suo a tutti gli uomini, solo che ne sappia-
specifico valore pregnante e intensi- no penetrare il recondito significato.
vo ed assume sempre una duplice Si pone in una dimensione cosmica,
funzione riassuntiva ed evocatoria. rapportandosi sia al pensiero che al-
È giustificato sostenere che solo at- la natura dell'uomo, e rappresenta
traverso lo studio della forma simbo- quindi la vera espressione dell'uni-
lica è possibile accedere alla cono- versalità.
scenza delle verità d'ordine superio-
re: metafisiche, iniziatiche, religiose.

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 11


Nel Tempio Massonico è possibile Spazio, nel suo epicentro, l'intero U-
individuare due tipi di Simboli: niverso in scala ridotta.
1. I Simboli "Emblematici", in rela- Penetrando nel Tempio, i primi og-
zione ad una Tradizione Sacra u- getti simbolici che incontriamo sono
niversale che precede e compren- le due Colonne, vestigia dei due
de nel contempo la Tradizione grandi Pilastri che precedevano l'in-
Massonica. gresso nel recinto sacro dei santuari
2. I Simboli "Operativi", cioè gli ar- egizi. Le nostre due Colonne nomina-
nesi e strumenti stessi del lavoro te: "Jakin" e "Bohaz", all'ingresso del
da svolgere nel luogo. Tempio, ad occidente, in ricordo di
Di seguito tratteremo degli oggetti quelle che Hiram pose all'ingresso
simbolici per il "Decorum" del Tem- del Tempio di Salomone, simboleg-
pio, offerti alla contemplazione e alla giano la dualità. Quella alla nostra si-
riflessione meditativa. nistra entrando, contrassegnata dalla
lettera "B", rappresenta l'aspetto "so-
lare-mascolino" del pianeta, mentre,
quella di destra sempre entrando,
contrassegnata dalla lettera "J", ne
rappresenta l'aspetto "lunare-
femminino" . Esse centrano l'asse del
percorso di ciò che sarà la Via dell'I-
niziato, dall'Occidente all'Oriente e
dalle Tenebre alla Luce.
Sono inoltre rappresentazioni em-
blematiche dei principi della Forza
(Bohaz) e della Bellezza (Jakin), e so-
no il simbolo della vita. Ovviamente
il loro rispettivo colore, anch'esso
non è casuale: il rosso di Boaz, al Set-
tentrione definisce la Polarità Ma-
schile e Solare, come chiaramente il
nero di Jakin, a Meridione definisce
la Polarità Femminile e Lunare.
Questa considerazione ci porta a
Figura 10 – Nozze alchemiche tra Sole e Luna – contemplare i due seguenti oggetti
Jaroš Griemiller
Simbolici Maggiori che proprio fanno
da eco alle Colonne: il Sole e la Luna.
Il Tempio Massonico, come tutti i Sole e Luna rinforzano il concetto di
luoghi consacrati della Tradizione, è bipolarismo e di complementarietà.
meticolosamente orientato in modo Il Sole si associa ad una numerosa
da evocare e rappresentare, con l'in- serie di valenze simboliche, fra cui
tersezione delle sei direzioni dello quella dinamica-assiale, secondo la

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 12


corrispondenza Sole–Spirito–Fuoco; regno dell'assoluto e della Verità,
quella amorosa e intellettiva, in dell'aura della superiore perfezione,
quanto il sole è analogo al calore co- della cima della montagna, focaliz-
me la verità alla luce; quella purifica- zando la meta sublime che il Masso-
trice; quella eroica e mediatrice, poi- ne tende a conquistare attraverso
ché il Sole adempie in molte antiche l'operatività esoterica singola e col-
tradizioni alle funzioni di "eroe" (che lettiva. La Volta Stellata sovrasta l'in-
scende ogni sera nel regno degli In- tero Creato, ripara e protegge l'intera
feri e ne esce ogni giorno vittorioso) Umanità, senza distinzioni di condi-
e di guida dell'anima umana nell'aldi- zione, razza e religione, ispirando
là. Più in generale, il Sole rimanda al negli uomini liberi, di buona volontà
Maschile, al principio attivo, ed è e di buoni costumi il sacro principio
quindi simbolo dell'Origine, del prin- massonico della Tolleranza.
cipio, della ragione che rischiara le
tenebre ed illumina le intelligenze.
La Luna, specularmente, esprime in-
vece il Femminile, l'oscuro, l'intui-
zione e la mutevolezza delle forme. Il
suo carattere è femminile, e tale ci
appare nella cura materna che mani-
festa col suo corso crescente-calante,
regolando lo sviluppo della natura.
Ma esprime anche, con le sue dimi-
Figura 11 – Geb e Nut
nuzioni e le sue scomparse, la priva-

zione dell'uomo terreno che ha perso
Per ultimare questa "Panoramica Ce-
la dignità primordiale. Tuttavia ci
leste" occorre integrare i dodici Se-
presenta anche l'immagine mediatri-
gni Zodiacali.
ce delle forze celesti, perché riflette
In Massoneria lo zodiaco è usato co-
la luce del Sole ed è la signora delle
me sistema simbolico e non ha carat-
Acque. Massonicamente, Sole e Luna
tere divinatorio o astrologico; prefi-
rappresentano l'alternanza e l'equi-
gura piuttosto una visione cosmogo-
librio di giorno e notte, di bianco e
nica dell'Universo. I segni zodiacali
nero, di attività e riposo, e la dialetti-
sono raffigurati lungo la fascia supe-
ca degli opposti.
riore del Tempio, a significare la va-
Al limite simbolico dello Zenit, sul
rietà polimorfa del cosmo che si con-
soffitto del Tempio massonico, si
densa nella sintesi terrestre. Ogni
trova dipinta la Volta Stellata, che
gruppo di segni, secondo geometrie
rappresenta il cielo, la notte e le stel-
ternarie e quaternarie (ogni elemen-
le visibili. Si contrappone al Pavi-
to, fuoco, terra, aria ed acqua, rag-
mento a scacchi, rappresentando il
gruppa tre segni, i quali sono domici-
mondo dell'indefinito. Essa è simbolo
lio di sette pianeti) secondo la sta-
dell'invisibile e tuttavia intuibile, del
gione e la successione, rappresenta

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 13


una qualità riferita via via ad ognuno massoni sparsi nel mondo, senza di-
dei tre gradi dell'Ordine. stinzione di ceto, razza, religione. La
Il significato di un altro oggetto Sim- Corda a Nodi è simbolo palese e vi-
bolico maggiore viene spesso trascu- vente della "Catena di Unione".
rato ed è peccato: quello della "Corda Attraverso la Corda a Nodi, si può
a Nodi" e dei suoi "Nodi d'Amore": tracciare al suolo il "Rettangolo Au-
La fune, che corre in alto alle pareti reo" che, completato, diventa Il Pa-
per tutta la circonferenza del Tempio vimento Mosaico. il nostro Pavimen-
è suddivisa, dai "Nodi d'Amore", in to Mosaico è il luogo simbolico preci-
dodici intervalli regolari. I nodi delle so della battaglia, tra Spirito e mate-
due estremità, invece, sono fatti a ria, tra l'Io e l'Altro, tra Luce e Tene-
fiocco. Le due ultime divisioni che si bra, tra Vero e Falso, tra Bene e Male,
concludono con questi fiocchi scen- tra Bello e Brutto. La Via dell'Iniziato,
dono lungo le due Colonne "J" e "B" e camminando sul "filo del rasoio" tra
l'ultima parte frastagliata dei fiocchi quadrati neri e bianchi senza mai
sfiora il suolo. fermarsi né scivolare in uno di que-
Il cordone con la sua serie di nodi sti, è quella che conduce al supera-
simboleggia la fraterna unione dei mento dell'apparente dualità del
quotidiano contingente verso l'Unici-
tà Luminosa del Principio.
L'Ara è sinonimo latino di altare. Nel
Tempio massonico viene impiegata
per formalizzare solennemente il
patto di associazione tra l'adepto e
l'Istituzione. Questa serve sempre da
supporto alle tre Luci Maggiori della
Loggia: il Libro Sacro o della Legge, la
Squadra ed il Compasso e, anche alla
Menorah.
Un Libro Sacro aperto fa da scrigno a
due arnesi di Geometria: la Squadra e
il Compasso. La Squadra che consen-
te il tracciato dell'angolo retto e che,
in se, raffigura un mezzo quadrato,
va messa in relazione simbolica con
la Terra , cioè con le "cose definite" e
il "mondo delle apparenze con la ma-
terialità contingente e le energie tel-
luriche.
Il Compasso invece, che da un punto
centrale permette di tracciare sia un
Figura 12 – Antica stampa raffigurante George cerchio di misura infinitesimale che
Washington sul pavimento mosaico

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 14


in teoria (e tutto dipende della gran- la Grande Legge Cosmica attraverso
dezza del Compasso), un cerchio la la quale si manifesta il Supremo Ar-
cui ampiezza comprenderebbe tutto tefice Dei Mondi. Esso è l'emblema
l'Universo, ricopre la Totalità e va massonico della spiritualità più ele-
messo in relazione con il Cielo e le vata, a cui il Libero Muratore si ispira
energie cosmiche. Il suo significato nell'impegno assunto di operare e-
simbolico è quindi affine alla Spiri- ternamente a sgombrare l'Ordine dal
tualità Creatrice rivolta all'Infinito o Caos. Non ha alcun carattere religio-
emanata dall'Infinito. so, intendendo unicamente rappre-
sentare il principio del Sacro, cui è
intimamente legato ogni essere u-
mano dotato di raziocinio. Il Libro
della Sacra Legge identifica quindi la
Luce che sovrasta ogni essere uma-
no, non come autorità dogmatica ma
come espressione della fede in un
ordinamento morale dell'intero uni-
verso. Giungiamo ora ad un oggetto
Simbolico Maggiore, specifico alla
Massoneria Italiana per quanto ri-
guarda la sua presenza nel Tempio
nei tre primi gradi dell'Ordine: "La
Menorah". La Menorah è il nome e-
braico del candelabro sacro collocato
Figura 13 – Compass and Square – Beau Stanton
da Mosè nel Tabernacolo, accanto
I due strumenti sono simboli basilari all'Arca della Santa Alleanza. È costi-
della Massoneria, in quanto necessa- tuito da sette braccia ed è ornamento
ri per elevare costruzioni stabili e re- del Tempio massonico, posto accanto
golari. In questa chiave si può identi- al Libro della Legge Sacra. L'accen-
ficare nella Squadra la Morale e nel sione della Menorah avviene, duran-
Compasso la Spiritualità. In altri te l'apertura dei Sacri Lavori, me-
termini, la Squadra simboleggia la diante un testimone, iniziando dalla
rettitudine e la dirittura d'intenzio- fiamma centrale e proseguendo co-
ne, di propositi e di opere, cioè rap- me da istruzioni riservate al Venera-
presenta un obbligo, una norma im- bile Maestro. La Menorah viene an-
mutabile, un dovere; il compasso, in- che considerata come simbolo della
vece, la volontà, la capacità, il genio. Luce dello Spirito e della Salvezza od
In grado di apprendista la prima so- anche associata alle sette Arti Libera-
vrasta e controlla il secondo. li, la cui conoscenza è indispensabile
Squadra e Compasso vengono posti per il Lavoro di ogni Iniziato, ovvero
sul Libro Sacro già detto "Libro della Grammatica, Retorica, Logica, Arit-
Legge Sacra". Il Libro Sacro raffigura metica, Geometria, Astronomia e Mu-

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 15


sica. L'oggetto Simbolico Maggiore e pienziale sulla quale fondano il loro
più tipico e misterioso della Masso- lavoro gli architetti e i costruttori e,
neria è "il Delta": "Una Essenza gene- allo stesso tempo, essa è la prova del-
ra due Principi, e tutti e Tre manife- la Potenza di Dio nella nel Suo mo-
stano l'Inizio di Ogni Cosa" (Testi Er- mento Creativo. Altre interpretazioni
metici). È con questa citazione che vedono la "G" come rappresentazio-
approderemo al Simbolismo essen- ne dell'uomo reintegrato al primitivo
ziale ma molto delicato del Delta: stato di perfezione adamitica.
simbolo del S£A£D£M£. Il Simbolo La Pietra Grezza è il simbolo del neo-
che adorna il suo interno è "l'Occhio" fita il quale non possiede ancora la
(per maggiore precisione, l'Occhio preparazione adeguata per parteci-
Sinistro, quello "Magico" che corri- pare alla costruzione del Tempio U-
sponde all'Onniscienza e Onnipre- niversale ma desidera ardentemente
senza dello Spirito Divino; "l'Occhio diventare pietra cubica e levigata.
di Horus", "I‘Uedjat" degli Antichi E- Nel Tempio massonico, la Pietra levi-
gizi". È posto al centro della parete gata, simboleggia il Compagno, colui
orientale del Tempio massonico, tra che è in possesso delle necessarie
il Sole e la Luna, al di sotto della conoscenze per concorrere attiva-
scritta A£G£D£S£A£D£M£ mente alla costruzione del Tempio
Viene universalmente considerato il Universale; simboleggia anche il do-
simbolo della Divinità intesa come minio dell'iniziato sulla materia.
Perfezione. Il triangolo simboleggia In senso generale, la metafora della
la divina Trinità, e rappresenta il pietra è legata alla sua assimilazione
principio trino in tutte le sue possibi- con il massone stesso; il lavoro mas-
li forme: passato-presente-futuro, sonico di squadratura e di levigatura
Sapienza-Bellezza-Forza, nascita- della pietra grezza corrisponde al la-
vita-morte, luce-tenebre-tempo, ecc. voro su sé stesso che il massone
La lettera "G", è caratterizzata da una compie per passare dallo stato in-
vasta gamma di interpretazioni, ad forme, incosciente e passivo del pro-
esempio "Geometria", la dottrina sa- fano a quello formato, regolato e cre-
ativo del libero muratore. Come la
pietra grezza è inadatta alla edifica-
zione della cattedrale, perché male si
combina con le altre pietre e produce
instabilità e disarmonia, così la pie-
tra cubica, regolare e levigata, si as-
sembla nella sua unicità con le altre
ugualmente lavorate, e contribuisce
in tal modo all'edificazione del Tem-
pio. Questa correlazione implica, di
conseguenza, che un massone lavora
Figura 14 – Delta Massonico
al bene e al progresso della Patria e

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 16


dell'Umanità prima di tutto incessan- Rappresenta il raggio d'intellettualità
temente migliorando sé stesso. e la determinazione in chi dirige i
Il Maglietto rappresenta la forza di Lavori nel mantenere nel Tempio
volontà, la ferrea determinazione ad l'ordine e l'armonia tra tutti i Fratelli,
agire per il bene, secondo quanto condizione indispensabile perché
dettato da Virtù e Coscienza; lo Scal- tutto sia giusto e perfetto.
pello prefigura il Discernimento, cioè
la capacità di distinguere le parti utili
della pietra, essenziali alla costruzio-
ne, da quelle inutili. La combinazione
della forza di volontà e della capacità
di discernimento produce il graduale
perfezionamento dei pezzi dell'ope-
ra. Così, se il Maglietto esprime la vo-
lontà di agire, lo Scalpello simboleg-
gia la conoscenza di ciò che deve es-
ser fatto, di contro a ciò che deve es-
sere evitato. In ultima analisi, i due
strumenti segnalano la necessità di
combinare azione e pensiero.
Per finire la Spada Fiammeggiante,
nel Tempio massonico è deposta da-
Figura 15 – Avenging Angel: Albrecht – Drew Ba-
vanti al Maestro Venerabile, che la ker
impugna esclusivamente nel corso
dei lavori rituali, per impiegare i po- La Spada Fiammeggiante identifica in
teri iniziatici, detenuti grazie alla sua sé la luce dello spirito, l'energia de-
consacrazione, per l'iniziazione degli stinata a dominare il serpente delle
Apprendisti ed al momento del con- tentazioni, la forza che consente di
ferimento dei Gradi Muratori. vincere ogni passione umana se fer-
Essa ricorda quella impugnata dai mamente guidata dalla volontà e
Cherubini che, nel giardino dell'Eden, dall'intelligenza.
secondo la Sacra Scrittura erano Molti altri elementi simbolici po-
preposti alla custodia dell'albero del- trebbero e dovrebbero, in ossequio
la vita. La Spada Fiammeggiante è alla completezza del lavoro, trovare
analoga a quella angelica, e la sua spazio nella presente tavola.
lama ondulata raffigura il movimento Tuttavia solo per ragioni di eccessiva
ondulatorio e vibratorio della sacra lungaggine della trattazione, sono
fiamma della fede massonica. stati omessi ma non dimenticati.
È un'arma simbolica, il cui compito è
di ammonire che l'insubordinazione,
il vizio ed il delitto debbono essere Francesco
assolutamente esclusi dal Tempio.

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 17


PENSIERI

C ome un buon padre desidera la stino, sa che l'introspezione è la via


felicità del figlio, così un buon che rende degni gli uomini di chia-
massone desidera la felicità dei marsi tali.
fratelli e dell'umanità, desidera con- Il massone libero non ha aspettative
tribuire al miglioramento di essa e di un risultato, non vive attraverso
naturalmente di sé stesso; chi al l'illusione di potersi permettere il
giorno d'oggi crede possibile una co- rimando, esso cerca la comprensione
sa del genere? Forse chi non sente attraverso i sensi risvegliati nel suo
l'amore insito nel cuore e lo lascia lì, profondo essere, ciò che ha risveglia-
nello stato latente ma non manifesto. to con l'iniziazione è quel misterioso
Sono pochi quelli che hanno il corag- barlume di luce che sarebbe rimasto
gio di fidarsi dell'innocenza e della lì, come un oggetto dimenticato e i-
semplicità; riconoscere che spesso si nutilizzato e grazie al potenziale ri-
è prigionieri della mente e che, molto svegliato esso muore al mondo per
più spesso si vive in un mondo im- rinascere pronto a mettersi in gioco;
maginario fatto di inutili fobie sul conoscere il V.I.T.R.I.O.L., il simboli-
consumismo; l'inizio della saggezza è smo, il senso di fratellanza, l'amore
anche accorgersi di questo. La rinun- per la ricerca della verità, tutte que-
cia a qualcosa di inutile come la fama ste cose conducono al rafforzamento
e il biasimo, porta alla conquista gra- della volontà volta alla costruzione
duale o a volte improvvisa dell'esse- del tempio interiore.
re sull'avere ed ogni passo in avanti
produrrà abbastanza energia per il
successivo poiché l'energia viene con
la fiducia e la fiducia con l'esperien-
za. Questa condizione conquistata at-
traverso l'introspezione, non porta
quel senso di insicurezza che rende
le persone avide di sapere, anzi in
opposto rende l'uomo rinnovato e
curioso come un bambino che non ha
l'ansia di trovare rifugio nella cono-
scenza fine a sé stessa. Cosi mentre la
massa da importanza a oggetti vuoti,
atti al riempimento egoistico, il mas-
sone che è libero dentro (o almeno si
impegna per esserlo) sa che una vita
piena è meglio di una vita longeva, sa
che il transitorio fa parte del duale,

che l'uomo ha in mano il proprio de- Figura 16 – V.I.T.R.I.O.L. nella lama della Tempe-
ranza (Tarocchi di A. Crowley)

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 18


dell'amore non razionale e senza au-
sterità. Nell'uomo c'è l'io personale
illusorio e bugiardo e c'è la coscienza
immortale del Sé, questo seme di e-
ternità è ciò che anima l'essere uma-
no, il soffio vitale che ci rende co-
scienti di essere, da qui in poi se il la-
voro interiore sarà fatto secondo pu-
rezza di cuore e umiltà d'animo, sarà
sicuramente costruttivo, non privo di
ostacoli anzi, una volta che si accen-
de la fiamma della ricerca della veri-
tà, ci saranno momenti di profonda
solitudine e riflessione, momenti che
faranno emergere chi siamo vera-
mente ed è giusto provarli in questa
Figura 17 – Meister Eckhart
vita, d'altronde affrontare un pro-
Il ritorno dell'uomo primordiale so- blema o una situazione è voler pro-
pito a causa dell'ego e dell'agio farà vare a risolverla senza voler fuggire
paura inizialmente, ci si porranno o nascondersi, il tempo ci aiuterà e
domande sul perché si vive e sul per- nel tempo si trova paradossalmente
ché si muore, sul perché si soffre cosi l'eternità.
tanto… ebbene questo fa parte del Alla domanda "quando è la pienezza
gioco chiamato vita e il nuovo uomo, del tempo?" Meister Eckhart ri-
se serio, avrà modo di trasmutare il sponde…. "quando non c'è più il tem-
suo "io" e fonderlo col "sé". Ognuno po. La pienezza del tempo è per chi,
di noi ha i suoi bagagli da portarsi nel tempo, ha posto il suo cuore nell'e-
dietro le spalle, a volte in salita, a vol- terno e per cui sono morte tutte le co-
te in discesa, ma col lume della co- se temporali."
noscenza rinnovata non c'è nulla da
temere, il sentiero è ben illuminato e
i fratelli sono sempre presenti, basta
andare con calma, non si è più quelli Franco
di prima e non ci si deve mai scorda-
re il motivo che ci spinse un deter-
minato giorno a scegliere di morire
per vivere, un piccolo barlume di vita
che contiene l'intera nostra esisten-
za, l'Iniziazione. L'unica via reale è
guardarsi dentro, cambiare radical-
mente gli schemi mentali, anzi di-
struggerli e riconquistare la luce

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016 19










Tutti i racconti, i saggi, le poesie, i disegni che le Sorelle ed i Fratelli vorranno
proporre, potranno essere inviati alla seguente email:

redazione@misraimmemphis.org

Chi preferisca ricevere questa pubblicazione anche per posta elettronica


(in alternativa al supporto cartaceo, tramite la consueta spedizione
postale) può richiederla, inviando un semplice messaggio all'indirizzo email:
redazione@misraimmemphis.org
specificando l'indirizzo o gli indirizzi email a cui inviarla.
Vi preghiamo anche di comunicare eventuali cambiamenti di tali indirizzi email.




È importante ricordare, comunque, che si può "scaricare" la copia della
nostra pubblicazione direttamente dal sito
www.misraimmemphis.org

IL RISVEGLIO INIZIATICO NOVEMBRE 2016

Potrebbero piacerti anche