Sei sulla pagina 1di 2

Psicologia dello sviluppo e dell’educazione 11/10/21

Prospettiva duplice per cui alcune domande fanno leva su aspetti positivi, altre su mancanze

Si astrae dalla lezione: capacità di mantenere l’attenzione e sensibilità a elementi del contesto esterno

Elementi cognitivi: prendere appunti-> capacità di individuare infos rilevanti e trascriverle (assegnando
priorità)

Quesiti orientati ai modelli e in questo sono informativi, potrei decidere di eliminare elementi e inserirne
altri per migliorare l’attenzione

Bisogna pensare al compito esecutivo e ai suoi elementi per migliorare l’esecuzione, ipotizzando specifici
interventi.

Potrei evidenziare in una slide la frase critica in una slide per sostenere focalizzazione su elementi
importanti a sostegno di un soggetto che fa fatica a prendere appunti

Attenzione ha il ruolo di fondo

Primo modo per conoscere abilità esecutive è quello di osservare attività nel quotidiano, ma non è il modo
principale.

Funzioni esecutive determinano l’impatto nel quotidiano. Per affrontare analisi delle funzioni esecutive. Le
difficoltà sono presenti nei quadri diagnostici. Nella quotidianità le difficoltà esecutive sono palesi in
soggetti con difficoltà nello sviluppo.

ADHD: della definizione diagnostica ci sono difficoltà esecutiva; gli studiosi hanno individuato (almeno) sei
clusters, pattern diversi di difficoltà esecutive, soggetti affetti da ADHD che hanno diversi pattern; questo mi
porta ad attuare diversi interventi per facilitare il soggetto nel compito. La mia azione si orienta su qualcosa
di specifico. Pattern che richiedono azioni diverse; posso anche trovarmi situazioni con difficoltà che
derivano da diversi clusters. Dal punto di vista educativo questo vuol dire che devo ricercare le varie
difficoltà.

L’impatto e l’articolazione di queste difficoltà e abilità devono essere rese chiare, e non incidono del QI,
vanno riconosciute con osservazione, con analisi carico esecutivo delle situazioni. Il mio compito è quello di
facilitare l’esecuzione. Strategie nella slide. Costruire e abilità e sviluppare strategie sono distinte perché il
secondo si orienta a rendere adattivo il contesto, chi ha vulnerabilità è più esposto ad avere difficoltà nelle
transizioni, dove ci sono abilità nuove, richieste nuove con attivazione massiccia di funzioni esecutive; altro
modello di azione è quelllo in cui si dà autonomia nella vita quotidiana, attenzione al soggetto, situazioni in
cui vegnono enfatizzati bisogni di base.

Situazioni nei contesti educativi forniscono strategie:

-usare linguaggio conreto

-nella formulazione delle richieste faccio conto sulla sua capacità di leggere richieste

- evito che il soggetto attivi attenzione pe rtempo prolungato per non fare confusione, aiutando a gestire
risorse disponibkit

- ridurre risorse a un tipo di attività, riduco novità per circoscrivere utilizzo funzioni esecutive

Ottimizzo capacità di parteciapre

- Modo per orientare risorse attentive su un compito


Psicologia dello sviluppo e dell’educazione 11/10/21

Strategie che guidano costruzione di strumenti per assesment per procedere con percorsi abilitativi e
riabilitativi. Spesso carico esec

utivo provoca difficoltà nel soggetto, è quindi fondamentale seguire istruzioni per creare compiti.

Un altro aspetto per ridurre carico esecutivo è agire sul contesto. Esso deve essere organizzato per facilitare
il riconoscimento dello spazio dell’attività, quando renndo accessibili i materiali evito che ci siano elementi
di distrazione, e il contesto facilita esecuzione del compito quando fornisce informazioni sulle sequenze da
eseguire

Strategie implementate a livello routinario per facilitare, riducono carico esecutivo

Se un soggetto si rifa alle sequenze questo mi dà infos sul suo modo di agire e sulle sue difficoltà

Strategie per compiti nuovi:

- strategie visive molto efficaci:


 strategia verbale visiva fa leva su attenzione di tipo linguistico richiede meno carico,
sempre disponibile, due vie per cui può ripetere oralmente e rileggere
 strategia verbale pittorica: immagine per essere efficace deve essere chiara e
contenere elementi noti
- scomposizione compito: analisi compito, richiede il mettere in conto azione diversa, lavorare su
flessibilità per dare assoluta competenza e autonomia al soggetto, dando diverse possibilità di
sequenze. Azione fatta ogni volta che viene fatto qualcosa di nuovo. Task analysis ha come obiettivo
il realizzare un modelloc di attività ci premettere di suddividerlo in diverse componenti, vedere una
logica dietro di esse e un ordine. La sequenza che ridulta familiare deve essere eseguita seguendo
un ordine fisso. Scomposizione può essere fatta in diversi livelli (scompongo componenti principale,
o scompongo diverse componenti particolari), devo specificare diversi elementi specifici; individuo
punti critici che possono non fare raggiungere l’obiettivo e rinforzare errore stesso; delineo
elementi che concorrono processi decisionali e i prerequisiti che possono essere conoscenze ma
anche capacità di elaborare infos o abilità di base

Potrebbero piacerti anche