Sei sulla pagina 1di 4

Stagioni alchemiche

AoB
Le stagioni alchemiche e le fluttuazioni del tempo

introduzione

La maggior parte dei seguenti assiomi e brevi delucidazioni fanno parte della tradizione uditiva di Camlad che, una quarantina
di anni fa, fu incorporata nell'associazione esoterica The Order of Nine Angles. Il resto sono le mie delucidazioni e lo sviluppo
della tradizione, con alcune di queste mie delucidazioni che utilizzano la terminologia e l'ontologia di causale, acausale e
nessi.
[1]

Nel testo Auf dem Wasser zu singen: Yet Another Interview with Anton Long - distribuito per la prima volta 114yf / 2003eh -
ho menzionato brevemente le stagioni alchemiche in risposta a una domanda che mi è stata posta:

“Una stagione alchemica è un processo naturale che avviene nella Natura, e anche in noi stessi, che siamo
esseri della Natura. Sono il cambiamento; una dialettica naturale ... Ci sono anche, naturalmente, stagioni
alchemiche cosmiche, alcune delle quali conosciamo - in termini di inizio e fine - da vari eventi astronomici
osservati, spesso relativi ad allineamenti stellari o planetari ... "

Sia prima che dopo la distribuzione di quel testo - come ora, e soprattutto dopo la pubblicazione di Naos nel 1989 ce - ci
furono e ci sono molte speculazioni, e alcune incomprensioni al riguardo. stagioni alchemiche; speculazioni e incomprensioni
che questo nuovo testo dovrebbe in qualche modo dissipare.

La particolare / peculiare disposizione numerata degli assiomi e delle delucidazioni in questo testo è mia, e la cui disposizione è
molto meno formale nella sezione riguardante le Stagioni Alchemiche, poiché lì ho spesso semplicemente raccontato o ripetuto
la tradizione uditiva stessa. La particolare / peculiare disposizione numerata è stata originariamente impiegata da me, decenni
fa, come personale aiutante-mémoire .

Ho incluso una sezione non numerata della mia idea che dà qualche spiegazione delle stagioni alchemiche.

Va notato che per alchemico qui si intende la scienza esoterica associata agli azot e ad altre "cose" esoteriche simili. Questa è
la scienza del cambiamento / alterazione / comprensione degli esseri viventi e di altre sostanze, mediante una simbiosi /
interazione tra l'alchimista e tali esseri / sostanze. Qual è "l'alchimia proibita" di alcune tradizioni occulte, e quale tipo di
alchimia, e tale simbiosi, è stata oggetto o menzionata in diversi MSS ONA negli ultimi quarant'anni. Per esempio:

"Il segreto del Magus / Mousa che si trova oltre il grado di Master / LadyMaster è una semplice unità di due
cose comuni. Questa unità è maggiore, ma costruita sul fatto che il doppio pellicano è interno ma come lo
stadio di Sol, esterno anche se in misura minore. Ecco l'acqua viva, azot, che cade sulla Terra nutrendola e da
cui il seme fiorisce più luminoso del sole. Il fiore, opportunamente preparato, divide i Cieli: è il grande elisir che
ne deriva che, quando assunto nel corpo, dissolve sia il Sole che la Luna portando l'Esaltazione. Chiunque
prenda questo Elisir vivrà immortale tra le stelle infuocate ... "

Che in sostanza significa che "dal doppio pellicano arriva Azoth".

Un esempio particolare di tale simbiosi - di tale alchimia - è il "profumo" esoterico Petriochor [qv. Tradizione sinistra - Ulteriori
note pubblicate in Fenrir Vol.3 # 2]. La produzione di questo 'profumo' durante una particolare stagione alchemica è difficile, e
richiede una certa durata del Tempo causale, ma ciò che conferisce al prodotto finale, dopo la distillazione, valore esoterico -
con energia acausale / sinistramente numinoso - è l'interazione / simbiosi che si verifica tra l'alchimista e le sostanze, e quali
sostanze fanno tutte parte dell'essere vivente che è la Natura ..

Tempo

1. Il tempo è numinoso
[2]
- cioè degli esseri viventi, e quindi biologico non lineare (di causalità). Pertanto il Tempo non può
essere ripresentato o misurato da un calendario causale fisso, solare, lunare o altro.

1.1 Pertanto, il tempo varia a seconda di Physis. Cioè, varia a seconda della natura, del carattere, dell'essere vivente che lo
manifesta - presenze -.

2. Ci sono una varietà di specie differenti di Tempo.


2.1 Quindi, la nostra specie di Tempo differisce da quella degli altri esseri viventi / esseri / emanazioni, che dimorano sulla
Terra o altro.

[3] . Cioè, il tempo è già insito negli esseri viventi, parte della loro fisiologia.
3. Il tempo è un Fluxion

3.1 Ogni essere vivente ha un Flusso appropriato a - che ripresenta / manifesta / presenze - la sua physis e quindi che è
appropriato / manifesta il suo tipo / specie di vita.

3.1.1 Quindi, il tempo lineare - misurato da un calendario causale fisso e / o definito da cose come il rapporto tra distanza e
velocità di un oggetto fisico - è Aspetto / Astrazione non Realtà.

3.1.2 Tale tempo lineare quindi ripresenta solo la fisicità / natura causale degli oggetti / materia materiali e manifesta così la
fisi / natura del causale.

3.2 Un Fluxion manifesta ciò che è a-causale. Cioè, come un particolare essere vivente cambia / si sviluppa / si manifesta.

3.2.1 Un Fluxion ha un aspetto esteriore (essoterico) e una natura / fisica interiore (esoterica).

3.2.1.1 L'aspetto esteriore è il modo in cui l'essere è percepito per cambiare / svilupparsi / crescere / decadere.

3.2.1.2 La natura interiore è il modo in cui l'essere può, potrebbe o potrebbe cambiare / svilupparsi / crescere / decadere
mediante l'uso di arti / abilità tradizionali / esoteriche / alchemiche.

3.2.1.2.1 La conoscenza di questa natura interiore è un dono del Rounwytha.

3.2.1.2.1.1 Questo dono può essere coltivato attraverso lo sviluppo e l'uso dell'empatia esoterica.

3.3 Poiché il Tempo è un Fluxion e alchemico, un Rounwytha può essere in grado di alterare / cambiare / manipolare / tessere
il Tempo.

Stagioni alchemiche

4. Una Stagione Alchemica è un mezzo per misurare / determinare / conoscere i flussi, e quindi un mezzo per conoscere gli
esseri viventi e come cambiano o potrebbero essere cambiati.

5.1 Quindi, una Stagione Alchemica è spesso la 'stagione' migliore / appropriata per conoscere / conoscere / celebrare
particolari emanazioni che ci vengono presentate come esseri viventi, o particolari collocazioni di tali esseri, e / o la 'stagione'
per avviare una o più modifiche particolari.

6. Questa "stagione" varia a seconda della natura / specie / tipo di essere / entità vivente / emanazione, e spesso differisce da
emanazione individuale a emanazione individuale di ogni tipo / specie.

7. La conoscenza delle Stagioni Alchemiche è sia tradizionale / uditiva che trovata / scoperta da ogni Rounwytha.

8.1 Spetta a ciascun Rounwytha determinare la veridicità o meno di tale tradizione uditiva in base alla propria conoscenza
personale.

9.1.1 Questa conoscenza deriva dall'empatia esoterica.

10. Una di queste collocazioni di emanazioni / esseri viventi è la Natura.

10.1 Questa particolare collocazione contiene un'ampia varietà di tipi di essere.

11. Un'altra tale collocazione di emanazioni è il Cosmo.

11.1 Questa particolare collocazione contiene entità / vita che hanno emanazioni acausali / essere acausale, entità che hanno
emanazioni / essere causale-acausale ed entità che manifestano emanazioni causali (un essere causale).

11.1.2 Gli esseri / emanazioni causale-causali sono nessi tra causale e acausale.

12. L'inizio e la fine di certe Stagioni Alchemiche sono spesso associati o suggeriti da certi fenomeni naturali o cosmici
osservati.

12.1 Queste associazioni e accenni dipendono spesso dal luogo e di solito sono soggette alla deriva cosmica ed eonica.

12.2 Tali fenomeni osservati includono quelli connessi con la Natura e quelli connessi con i "corpi celesti", cioè con il Cosmo.

12.2.1 Quelli connessi con la Natura includono il comportamento degli esseri viventi che vivono sulla Terra, senzienti e non; il
flusso delle stagioni della Natura e certi modelli o certi fenomeni del "tempo".

12.2.2 Quelli connessi con il Cosmo includono il ritmo osservato delle collocazioni stellari (costellazioni); l'occultazione del Sole
con la Luna e di alcune stelle con la Luna; il ritmo osservato dei pianeti osservabili; e il primo sorgere di certe stelle sopra
l'orizzonte del Rounwytha determinato dal fluire delle stagioni della Natura.

12.3 Tali associazioni con fenomeni naturali o cosmici osservati non significano o implicano che tali fenomeni causino o siano
l'origine dei cambiamenti, il flusso, degli esseri viventi.

12.4 Le associazioni / le allusioni legate alla Natura sono talvolta note come Maree della Terra.

12.4.1 Le associazioni / intimazioni connesse con il Cosmo sono talvolta note come Maree Cosmiche.

13. Alcune stagioni alchemiche formano il calendario naturale usato dai Rounwytha.

La natura delle stagioni alchemiche

Si vedrà così che le Stagioni Alchemiche sono di vario genere e servono o possono svolgere funzioni differenti.

Ad esempio, alcune Stagioni Alchemiche sono ed erano il modo in cui i Rounwytha determinavano - conoscevano e capivano - i
cambiamenti della Vita intorno a loro. Cioè, come calcolavano il Tempo e le fluttuazioni del Tempo che si manifestavano come
esseri viventi - per esempio, la vita, il malato, la previsione della morte, degli umani; ei ritmi naturali della Natura e del
Cosmo.
Questa conoscenza "dei tempi propizi" aiutò, e spesso abilitò, la loro stregoneria; il loro uso e la manipolazione di certe energie
- emanazioni o flussi - per una varietà di scopi, poiché ha anche permesso loro di usare le loro abilità rispetto a questioni come
disturbi e cure.

Per esempio:

"Una certa conoscenza delle erbe era / è un'utile abilità di Rounwytha, e parte di questa conoscenza potrebbe
essere, ea volte era, acquisita da un Rounwytha più anziano. Ma in sostanza tale conoscenza è una conoscenza
derivante dallo sviluppo e dall'uso di abilità come l'empatia esoterica, così che tale conoscenza appresa
(conoscenza causale) sarebbe solo e sempre complementare alla conoscenza personale (la conoscenza
acausale) impartita da tali abilità. L'empatia esoterica, combinata con la capacità di intimazione, permetterebbe
di scoprire la natura, il carattere [la fisi, l'essenza] delle piante viventi e quindi di conoscere e apprezzare le loro
qualità personali. Allo stesso modo, la conoscenza di ciò che potrebbe affliggere una persona è, per i
Rounwytha, proprio una conoscenza acausale - derivante dall'impiego delle abilità, abilità e qualità di un
Rounwytha,

Quindi, il Rounwytha non ha bisogno di oggetti di scena, forme causali esterne, cerimonie esoteriche, rituali,
canti o qualsiasi altra cosa. Hanno appena sono - hanno appena sono unicamente se stessi, con i loro doni, le
loro capacità, le loro debolezze, la loro conoscenza e le loro competenze “. The Rounwytha Way - Il nostro
sinistro archetipo femminile

Come tali abilità, il calendario dei Rounwytha - il loro intreccio di flussi apparentemente disparati insieme, il loro resoconto dei
flussi - era derivato dalla loro conoscenza esoterica personale, dalla loro empatia con gli esseri della Natura, con l'essere della
Natura e con il essendo del Cosmo e dalla loro connessione alla loro comunità rurale locale. Cioè, di coloro che e di ciò che
conoscono personalmente e di ciò che osservano e sperimentano personalmente.

Quindi, dato che la tradizione di Rounwytha era pertinente a una certa area di quella che ora è conosciuta come la Gran
Bretagna, alcune delle stagioni alchemiche più importanti, e quindi il loro calendario stagionale ('annuale'), erano quelle
connesse con il flusso, il ritmo, della Natura dove dimoravano, sin dalla stagione della vita quotidiana e comunitaria e locale -
la vita di piccole comunità rurali, affini, dove l'abilità, la conoscenza e il consiglio del pagano Rounwytha trovavano favore ed
erano spesso invocate - sarebbe stata quella in cui questioni come le stagioni della crescita e della ricerca del cibo erano
importanti, così come le fasi della vita di un individuo, così come certe celebrazioni e propiziazioni.

Il `` periodo '' preferito in primavera, ad esempio, il tradizionale periodo stagionale di semina, semina e piantagione, sarebbe
conosciuto, scoperto, localmente dai Rounwytha usando la loro abilità, la loro empatia e, essendo un flusso della Natura nel
loro luogo. , tale "tempo" privilegiato al suo arrivo varierebbe di anno in anno. Allo stesso modo con le stagioni che iniziano /
finiscono con quelli che ora sono conosciuti come estate e solstizio d'inverno, i giorni più lunghi e più brevi in tali località
settentrionali. Non verrebbero trovati - `` conosciuti '' - da qualche calcolo causale o osservando l'allineamento del Sole con
alcune pietre in qualche cerchio (o qualsiasi altra cosa) ma piuttosto sarebbero ciò che sono naturalmente, che è metà estate e
metà inverno, e che variano a seconda di quando arriva la primavera, e l'estate arriva e l'autunno arriva in una particolare
[4]
località.

Allo stesso modo con una celebrazione come The Gathering, che segnerà un raccolto di successo:

"La celebrazione - il raduno, il ricordo e la festa - che ora è spesso nota come Samhain (e che secondo la
tradizione Rounwytha era semplicemente chiamata The Gathering) variava di anno in anno e da località a
località, il suo doveva essere raccolto, preparato e conservato pronto per i prossimi giorni dell'inverno era stato
raccolto, preparato e immagazzinato. Cioè, il giorno in cui si verificava dipendeva in una certa misura dal
tempo, dalla salute, dal tempo e dal numero di coloro che raccoglievano e immagazzinavano i prodotti, e da
questioni importanti come quali raccolti venivano coltivati, quali frutti erano disponibili. , quale bestiame veniva
tenuto e quali combustibili erano disponibili pronti per essere immagazzinati per gli incendi necessari della
prossima stagione più fredda. Le comunità che dipendono dalla pesca o quelle che si affidavano alla selvaggina
cacciata o richiedevano tale selvaggina o pesce per integrare una dieta altrimenti povera avrebbero
naturalmente priorità un po 'diverse e quindi la loro data per un tale raduno comune potrebbe differire dalle
altre comunità. varierebbero di anno in anno e da località a località, e talvolta andrebbero verso ciò che ora è
chiamato ottobre e talvolta verso la fine di ciò che ora è chiamato settembre, o da qualche parte nel mezzo. Fu
solo molto più tardi con l'arrivo della religione moralizzatrice organizzata e aliena del Nazareno, con il suo
sistema di calendario solare (derivante dalla Roma imperiale gerarchica urbanizzata) e le celebrazioni fissate
della morte di alcuni nazareni santificati o importanti (per lo più in lontananza). terre lontane), che sarebbe
stata utilizzata una data particolare,Denotatum - Il problema esoterico con i nomi

Tutto ciò significa che le Stagioni Alchemiche sono un modo di "vedere" il mondo; di comprensione, conoscenza, Natura, noi
stessi e il Cosmo. Di comprendere le nostre varie connessioni. Oltre a sapere quando certe azioni, attività - come la
stregoneria - possono avere maggiori possibilità di successo, dato che tali azioni, attività, sono solo aspetti del flusso della
Natura, della Vita, del Cosmo: sono emanazioni di la nostra connessione microcosmica. Oppure le Stagioni Alchemiche rivelano
quando è saggio - un'azione equilibrata - celebrare alcune cose.

Esiste quindi un modo di conoscere molto pagano, del tutto naturale e tradizionale, privo di tempo lineare, limitante e privo di
astrazioni.

Anton Lungo
Ordine dei Nove Angoli
123 yfayen

Appunti

[1] Le mie delucidazioni riguardano principalmente la terminologia o l'espressione di parole. Così, ho sostituito alcuni termini
vecchi / vernacolari / oscuri e occasionalmente alchemici con termini greci o successivi inglesi, un esempio calzante è il mio
uso di un termine greco come Physis. Tuttavia, ho mantenuto diversi termini precedenti.

I miei assiomi sono i seguenti: 3.1.1, 3.2, 3.2.1.2.1.1, 9.1.1, 11.1, 11.2
Per inciso, come accennato altrove, Rounwytha - come chiarisce la sua etimologia - era solo una parola dialettale locale per un
tipo di strega ereditaria: per "la donna saggia, astuta," del mito e della leggenda britannica.

[2] Nonostante la credenza ormai comune che l'uso della parola 'numinoso' sia abbastanza recente, derivante dagli scritti di
Rudolf Otto, la sua prima ricorrenza in inglese - finora scoperta - si trova in un trattato religioso pubblicato a Londra nel 1647
d.C. , intitolato Il semplice calzolaio di Aggawam in America. Disposto ad aiutare a riparare il suo paese natale. L'autore,
Nathaniel Ward - uno studioso all'Emmanuel College di Cambridge, un pastore inglese e un sostenitore puritano - emigrò nel
Massachusetts nel 1634 d.C.

[3] Il termine fluxion risale al XVI secolo (ce) e implica sia un cambiamento che avviene naturalmente sia uno che deriva da o
a causa di se stesso, cioè un effluvio.

"Se il flusso di questo istante ora non ha effetto quello, non lo saprà il tempo." John Davies: Mirum in
Modum, 1616 d.C. John Davies era uno studioso al Queen's College di Oxford; un antiquario e un professore di
diritto.

[4] I calcoli causali esatti di tale fenomeno erano irrilevanti per tali antiche comunità rurali, e la convinzione che fossero
importanti o necessari è solo una reinterpretazione retrospettiva e la proiezione delle moderne astrazioni causali su tali
comunità.

Tali comunità non abitavano in un mondo determinato da durate fisse e misurate del tempo causale; ma piuttosto da
flussioni. Dal flusso naturale di un Tempo vivente, numinoso, che abitava con loro, e dentro di loro e nelle loro comunità
locali. Così il loro lavoro iniziò quando iniziò e finì quando finì, determinato dal tempo, dalla luce del giorno, da ciò che doveva
essere fatto o da ciò che era richiesto, in quel particolare flusso, in quella "stagione". Così il loro "anno" era segnato dal flusso
delle stagioni, in modo che, ad esempio, potessero riferirsi alla loro età in termini di quante raccolte del raccolto avevano
conosciuto, o quante estati erano trascorse dalla loro nascita.

Fu quell'altro mondo non numinoso - di imperi, di tiranni, di re, di governi, di astrazioni, di pianificazione e organizzazione
sovra-personale, di religioni dogmatiche gerarchiche - che portava come mezzo durate fisse, misurate del tempo causale. di
controllo, regolazione, conformità e di ripartire in modo innaturale la vita e la vita.

Potrebbero piacerti anche