Sei sulla pagina 1di 1

le date

l’iniziativa
A Urbino
e Pesaro
dal 22
al 24
ottobre

Parole di giustizia, P
arole di Giustizia è
organizzato dal
Dipartimento di

l’alleanza dei saperi


Giurisprudenza
dell’Università di Urbino Carlo
Bo, dall’associazione di studi
giuridici Giuseppe Borrè e da
Magistratura democratica

a tutela dei diritti


Si terrà a Urbino e a Pesaro dal
22 al 24 ottobre
Si aprirà con la lectio
magistralis di Ilvo Diamanti e si

fondamentali
concluderà con quella di
Tomaso Montanari.
Parteciperanno, tra gli altri,
Donatella Di Cesare, Umberto
Ambrosoli, Yvan Sagnet,
Michele De Palma, Lorenzo
Trucco.

L’APPUNTAMENTO, PROMOSSO Per prenotazioni scrivere a


info@paroledigiustizia.it

DALL’ASSOCIAZIONE STUDI GIURIDICI Gli eventi potranno essere


seguiti anche sulla pagina fb e

GIUSEPPE BORRÈ, COINVOLGE sul canale youtube parole di


giustizia. Alcuni eventi sono

MAGISTRATI, AVVOCATI, DOCENTI accreditati per la formazione


forense.

UNIVERSITARI E GIORNALISTI
LIVIO PEPINO*
dell’umanità». In questo contesto ha fat- tori, devono sanzionare il politico o il appuntamento annuale teso a recupera-
STEFANO MUSOLINO**

L’
to irruzione un fenomeno devastante pubblico funzionario accusati di malver- re la consapevolezza del carattere etico e
per il sistema dei diritti: il cosiddetto po- sazione perché rientrano nel tipo d’auto- politico oltre (e prima) che tecnico della
UGUAglianza delle pulismo, caratterizzato, tra l’altro, da un re che il populismo ha configurato, devo- questione giustizia. Un appuntamento
persone davanti alla diffuso «scontento verso le procedure no sempre e comunque assolvere il citta- che coinvolge magistrati, avvocati, do-
legge e la tutela dei di- della democrazia, considerate troppo dino che ha ucciso il ladro. L’alleanza centi universitari, giornalisti ed esperti
ritti sono il banco di lente, macchinose e distanti dalla volon- con il Giudiziario è una componente es- di comunicazione in dibattiti, dialoghi,
prova delle democra- tà del popolo con l’enfatizzazione del senziale di questo populismo, perché at- lezioni magistrali e interviste che inten-
zie contemporanee. ruolo di capi politici, diretti interpreti traverso il Giudiziario il nemico può es- dono portare i temi della giustizia tra chi
Ciò sta scritto nelle Costituzioni del No- della volontà dei cittadini» (Nello Ros- sere individuato, segnalato alla pubbli- ne è destinatario, a cominciare dai citta-
vecento (a cominciare da quella del no- si). Ciò ha avuto pesanti ricadute anche ca opinione e punito» (Luciano Violan- dini e dalle cittadine, dagli studenti e
stro Paese) ma spesso – troppo spesso – nel settore giustizia, acuendo anomalie te). Ciò – superfluo dirlo – ha condizio- dalle studentesse.
resta un obiettivo irrealizzato. Così la preesistenti come l’uso spregiudicato di nato e condiziona la giurisdizione, nono- Si parlerà, quest’anno, come dice il tito-
giustizia sembra talvolta ridursi, da oriz- leggi “manifesto” per lanciare messaggi stante alcune significative resistenze in lo (In-sicurezza. Giustizia, diritti, infor-
zonte di una vita decorosa e serena per culturali più che per regolamentare ra- settori della magistratura. mazione) di vita delle persone, di sicu-
tutti, a insieme di procedure per risolve- zionalmente fenomeni e situazioni, il ri- Che fare, in questo clima, per inverare rezza, di paure. «Vivere bene», in una in-
re controversie e conflitti. Con conse- corso all’aumento delle pene edittali a un ruolo dei giuristi e della giurisdizio- tegrazione rassicurante con chi ci sta ac-
guenze assai gravi sulla politica, sulla fronte di ogni (asserita) emergenza, la ne di effettiva tutela dei diritti fonda- canto e al riparo da aggressioni alla pro-
giurisdizione e, soprattutto, sulle condi- produzione di norme volutamente va- mentali? Inutile auspicare un cambio pria incolumità, ai propri affetti e ai pro-
zioni delle persone. ghe e indeterminate. Non solo ma – fatto d’indirizzo della politica, tanto necessa- pri beni, è la sacrosanta aspirazione di
Lo ha affermato di recente, parlando a ancor più grave - ha alimentato l’insoffe- rio quanto, nei tempi brevi, irrealistico. tutti. I Costituenti americani del Sette-
un pubblico di giuristi in occasione del renza nei confronti delle regole e delle E non basta il richiamo ai valori costitu- cento la chiamarono «diritto alla felici-
XX congresso della Associazione inter- garanzie e la diffidenza verso i magistra- zionali e alla necessità di una loro appli- tà». Nella seconda metà del secolo scor-
nazionale di diritto penale, papa France- ti (ritenuti non legittimati dalla volontà cazione rigorosa: richiamo sacrosanto, so le grandi Costituzioni contempora-
sco: «Oggi, alcuni settori economici eser- del popolo) e i giuristi in genere sino a ovviamente, ma da solo destinato a soc- nee hanno individuato nella giustizia so-
citano più potere che gli stessi Stati: una far vacillare l’aurea massima del garanti- combere di fronte ai continui attacchi, ciale lo strumento per raggiungere
realtà che risulta ancora più evidente in smo secondo cui «deve poter esserci un diretti e indiretti. Occorre un salto di quell’obiettivo. Ma oggi il diritto alla feli-
tempi di globalizzazione del capitale giudice indipendente che interviene a ri- qualità: l’apertura, nel mondo dei giuri- cità sembra soppiantato dalla paura dif-
speculativo. Il principio di massimizza- parare i torti subiti, a tutelare il singolo sti, di una fase nuova, all’altezza di quel- fusa e dall’intolleranza e lo Stato sociale
zione del profitto, isolato da ogni altra anche se la maggior parte o persino la to- la che caratterizzò la stagione a cavallo si trasforma sempre più in Stato penale.
considerazione, conduce a un modello talità degli altri si schierano contro di degli anni Settanta e del “disgelo costitu- All’analisi di questo arcipelago e dei
di esclusione – automatico! - che infieri- lui, ad assolvere in mancanza di prove zionale”. suoi effetti sui diritti, sulla politica, sul-
sce con violenza su coloro che patiscono quando l’opinione comune vorrebbe la Si colloca qui il progetto di “Parole di la legislazione, sul modo di amministra-
nel presente i suoi costi sociali ed econo- condanna o a condannare in presenza di giustizia” promosso dall’Associazione re la giustizia è dedicata questa edizione
mici, mentre si condannano le genera- prove quando la medesima opinione studi giuridici Giuseppe Borrè, approda- di “Parole di giustizia”.
zioni future a pagarne i costi ambientali. vorrebbe l’assoluzione» (Luigi Ferrajo- to quest’anno a Urbino e a Pesaro, grazie
La prima cosa che dovrebbero chiedersi li). L’effetto è evidente: nella prospetti- alla sensibilità e lungimiranza del Dipar- *PRESIDENTE ASSOCIAZIONE
i giuristi oggi è che cosa poter fare con il va del populismo «il pubblico ministero timento di giurisprudenza dell’Univer- STUDI GIURIDICI GIUSEPPE BORRÈ
proprio sapere per contrastare questo fe- o il giudice diventano magistrati di sco- sità degli studi Carlo Bo e alla collabora-
nomeno, che mette a rischio le istituzio- po: devono punire, duramente, il guida- zione di Magistratura democratica e **SEGRETARIO MAGISTRATURA
ni democratiche e lo stesso sviluppo tore sbadato, per ammonire tutti i guida- dell’Ordine degli avvocati di Pesaro: un DEMOCRATICA

ILDUBBIO
DIRETTORE REDAZIONE Emanuele Silvestri STAMPA REGISTRAZIONE
RESPONSABILE Via del Governo Vecchio, 3 Via Del Governo Vecchio 3 NEWSPRINT ITALIA s.r.l. Registrato al Tribunale di Bolzano
DAVIDE VARÌ 00186 Roma commerciale@ildubbio.news Via Meucci, 29 n. 7 del 16 dicembre 2015
tel. 06.68803313 tel. 335.7781968 00012 Guidonia (Rm) Iscrizione al Registro Operatori
SOCIETÀ EDITRICE redazione@ildubbio.news via Campania, 12 di Comunicazione numero 26618
EDIZIONI DIRITTO PUBBLICITÀ LEGALE 20098 San Giuliano Milanese (Mi) Pubblicazione a stampa:
www.ildubbio.news E RAGIONE SRL PUBBLICITÀ INTEL MEDIA ISSN 2499-6009
(Socio unico) SB SRL PUBBLICITÀ DISTRIBUZIONE Pubblicazione online:
Via G. Manci, 5 - 39100 Bolzano Via Rovigo, 11 - 20132 Via Sant’Antonio, 30 M-DIS DISTRIBUZIONE ISSN 2724-5942
IL DUBBIO Milano 76121 Barletta MEDIA s.p.a. QUESTO NUMERO È STATO
AMMINISTRATORE UNICO colombo@sbsapie.it info@intelmedia.it Via Cazzaniga, 19 20132 Milano CHIUSO IN REDAZIONE
@ildubbionews ROBERTO SENSI tel. 02.45481605 tel. 0883.347995 tel. 02.2582.1 fax 02 .2582.5306 ALLE ORE 20,00