Sei sulla pagina 1di 1

io scelgo mobilità

22 APRILE 2011 VITA 10

esperıenze
Tendenze | Firenze e Bologna puntano sul risciò compra un biglietto, come se andasse a uno spet-

Nei centri storici col


tacolo, e noi non siamo trasportatori ma attori». I
turisti vengono intrattenuti con aneddoti legati ai
luoghi della città patrimonio dell’Unesco. «Ma non
diamo informazioni storiche, altrimenti invade-

triciclo a impatto zero remmo il campo delle guide turistiche». Il prezzo


del viaggio è alla portata di tutti: si va dai dieci
euro per una persona per 15 minuti, ai 44 per una
coppia in giro per un’ora.
A Bologna, invece, il risciò e gratis. Per ora ce
di Antonio Sgobba per risciò», dice Ricci, «manca un supporto nor- n’è solo uno. «Ma qui tassisti e commercianti sono

C
mativo». Il nuovo codice della strada, ad esempio, tutti contenti», dice Lorenzo Alberghini dell’asso-
HIUDERE I CENTRI STORICI AL TRAFFICO E fare contenti i prevede la possibilità del noleggio con conducente ciazione “Bologna si muove – primavera Urbana”.
commercianti è possibile: basta usare il risciò. Il per i tricicli. Sembrerebbe la soluzione adatta per i Il mezzo è all’avanguardia: «Lo stesso che viene
mezzo è antico ma la soluzione a impatto zero per- pedalatori. Se le contiamo, le ruote del risciò sono usato a Dublino, Berlino e Parigi. Ci è costato 11.400
mette di muoversi agilmente per i vicoli tenendo proprio tre. Invece no, perché la legge autorizza euro, ci siamo autotassati e abbiamo fatto una rac-
un occhio allo shopping. Naturalmente, non si trat- solo i mezzi a motore. «Allora abbiamo incomin- colta fondi». Sul tetto c’è anche un pannello solare,
ta dei veicoli a trazione umana diffusi in oriente, ciato a dare “passaggi gratuiti” ai turisti, che in le batterie per il motore che accompagna i pedali
ma di moderni mezzi «a pedalata assistita». cambio erano ben contenti di lasciare una mancia». sono ovviamente elettriche. Alla guida ci sono una
A Firenze ci provano dal 2008. Tre anni fa la I tassisti non l’hanno presa bene: «L’hanno vista decina di ragazzi, tutti volontari. «Semplici citta-
cooperativa Tre Rote si è inventata il progetto «Pe- come concorrenza sleale, sono arrivati a “seque- dini», dice Alberghini. Adesso è in corso il fund rai-
dicab»: «Ci siamo ispirati a quello che c’era in tante strare” il mezzo a uno dei nostri ragazzi», racconta sing per il secondo mezzo. Intanto, è arrivato un
altre città europee», spiega Francesco Ricci, socio Ricci. A mettere a posto le cose ci ha pensato l’am- regalo inaspettato. Lo ha fatto Rocco Arvaso, un
fondatore della cooperativa. All’inizio i tricicli era- ministrazione del sindaco Renzi, che in centro città missionario del risciò: in viaggio sul suo triciclo
no quattro, ma per la primavera estate 2011 si arri- si muove sempre in bici, con un escamotage: il giro dalla Puglia a Bologna. Il suo slogan è «100 km con
verà a quota 15. Sfidando la burocrazia e le resi- in risciò per il centro di Firenze va considerato «in- un chilo di pasta», al termine del suo giro d’Italia
stenze di alcune categorie. «L’Italia non è un paese trattenimento pubblico». «Così chi sale a bordo ha donato il mezzo ai colleghi emiliani.

Pedala pedala
di Pasquale Coccia

Bicimeccanici
per un giorno

L
a primavera è esplosa all’im-
provviso e la voglia di bicicletta
ci ha colto un po’ impreparati.
Poco male. L’occasione è propizia per
occuparsi al volo della propria bici e
mettere a punto le principali funzioni,
per non farsi trovare impreparati alla
pedalata fuori porta del weekend. Ec-
co alcuni consigli.
Verificare che i raggi abbiano una
tensione costante: a volte qualcuno è
più molle di altri e se trascurato finisce
per rompersi. La rottura di un raggio
prelude a quella di altri, alterando l’e-
quilibrio della ruota, in tal caso dovre-
te comprare un cerchione nuovo. Il ti- Un weekend a Folgaria
raraggi, uno strumento che costa po-
chi euro, è ottimo per regolare la ten-
sione. È importante anche verificare la Sorge tra i missili il parco TRENTINO
ALTO

contro la guerra
centratura delle ruote, meglio se con ADIGE
un centraruote. Pulite i cerchioni per
migliorare l’aderenza dei freni, che de- Folgaria
vono presentare la massima efficienza
per la vostra sicurezza, e verificare se Da sapere
presentano tacche o curvature. di Tiziano Romani
Controllare la tensione della cate-

D
Arrivare
na e l’eventuale usura; la pulizia con I GUERRA ULTIMAMENTE si parla tanto, pur- Base Tuono si trova a 10 km
uno strofinaccio e la lubrificazione evi- troppo. Ma sempre in modo asettico. da Folgaria, presso Passo
teranno brutte sorprese, come la fuo- Provare a vederne dal vivo “gli strumen- Coe (1.610 m). In auto, A22
uscita Rovereto Nord o A31
riuscita della catena dalla corona, che ti”, è tutta un’altra cosa. Sono in pochi a
uscita Piovene Rocchette. La
potrebbe lasciarvi a piedi, se non siete sapere che in Trentino c’è un centro missilistico stazione ferroviaria è quella
in grado di rimetterla a posto. Ripulire aperto al pubblico. Missili strategici: un ricordo di Rovereto, sulla linea del
il battistrada da corpi estranei e con- di quella Guerra Fredda che sembrava archiviata, anche se a vederli puntati verso il cielo incutono Brennero (a 18 km).
trollare la pressione delle ruote. Se il ma che fa parte della nostra storia recente. sempre un certo timore. Perché si possono vede-
battistrada è usurato provvedete a so- A Folgaria, tra le belle e verdi montagne quasi re, i missili: nell’estate 2010 una sezione della base La visita
stituirlo, come pure la camere d’aria se al confine con il Veneto, c’era una delle dodici è stata riconvertita al turismo con tanto di visita L’apertura della Base Tuono
alle visite è prevista per il 23
sono vecchie e sono state riparate più basi dislocate dall’Aeronautica militare in Italia guidata (e zone di ristoro) in hangar, bunker, ter-
aprile, salvo ritardi causati
volte. Verificare l’usura dei pattini, la settentrionale: la funzione era quella di contra- rapieni, radar e carri di controllo. Il tutto nell’am- dalla neve. Per essere ag-
loro convergenza e le viti con cui sono stare gli eventuali attacchi dei Paesi del patto di bito del progetto “Parco della memoria” che coin- giornati e avere tutte le
agganciati. Controllare anche le viti Varsavia. I missili Nike-Hercules di passo Coe - volgerà le province di Trento e di Vicenza. L’han- informazioni consultare il si-
delle leve, che con i continui sobbalzi questo il nome della località - furono armati e no chiamata Base Tuono: un nome che evoca po- to: www.basetuono.it. Per
della bici tendono a svitarsi. Lubrifica- pronti a partire con le loro testate convenzionali tenza. Ma visitarla è il modo migliore per pernottare a Folgaria e orga-
re i perni e il serraglio. Ora la bici è e nucleari dal 1966 al 1977. Per fortuna non parti- imparare, capire, e farsi un’idea su cos’è la guerra, nizzare la visita, punto di
partenza è il sito www.mon-
pronta per portarvi in giro. rono mai. E non partiranno di certo neppure oggi, davvero.
tagnaconamore.it