Sei sulla pagina 1di 2

LA POLIS GRECA

tra il IX e l’VIII sec. a. C. (fine dei secoli bui) → greci abitavano in un territorio politicamente
frammentato e organizzato in piccole comunità autonome → polis(città-stato)

polis → istituzioni che governano un certo territorio e la sua popolazione


La polis era circondata da grandi mura → all’interno ce n’era un'altra che circondava l’acropoli
→ la parte più alta della città ove sorgevano templi dedicati agli dei → la posizione elevata li
faceva sentire più vicini ad essi → in caso di necessità gli uomini si rifugiavano nella seconda
murata.
attraverso le aggregazioni di diversi villaggi → ci fu uno sviluppo di un centro urbano →dove si
svolgevano attività mercantili e artigianali intorno alla piazza centrale: agorà.
→ vi si stabilirono anche gli aristocratici → ricchi proprietari terrieri
contado (territorio circostante) → forniva alla città le risorse alimentari → fuori dalle mura →
ci vivevano gli agricoltori e i pastori

Il governo dei cittadini


potere politico diviso → la sovranità apparteneva al popolo (politai) → sceglievano gli organismi
politici di governo ed elaboravano le leggi

Le origini della polis


prima forma organizzativa della polis → dominata dagli aristocratici → alla fine dei secoli bui.
intorno al VIII sec. a. C. → associazioni diventarono istituzioni stabili
le assemblee aristocratiche vengono convocate in tempi prestabiliti e si svolgono con
procedure codificate → nelle assemblee viene eletto un gruppo di persone che deve regolare i
conflitti e governare nell’interesse di tutti
consiglio di saggi o anziani → aiutava a governare e amministrare la giustizia

La riforma oplitica
fino riforma oplitica la cavalleria parte più importante esercito, gli unici che potevano
combattere erano gli aristocratici
→ crescita economica → necessità di difendere i terreni coltivati → nuova organizzazione
militare → controllare stabilmente vaste aree → allora acquisisce sempre piu importanza la
fanteria (i soldati a piedi) → detti ospiti → erano medi proprietari terrieri, mercanti e artigiani
benestanti → potevano comprarsi il costoso armamento
riforma oplitica →nuove rivendicazioni politiche → diritto di prendere parte da uguali alla
cittadinanza
cittadinanza 3 caratteristiche
1- cittadini erano autonomi → decidevano le leggi e i provvedimenti, non erano sottomessi
2- erano indipendenti
3- erano uguali davanti alla legge
solo gli aristocratici erano cittadini, quindi uguali

La seconda colonizzazione greca


VIII sec. a.C. → crescita democratica → squilibrio tra popolazione e risorse → territorio
montuoso e coltivazione limitata →cibo insufficiente per la popolazione troppo numerosa.
Squilibrio → tensioni sociali → forte flusso migratorio (grande colonizzazione) per trovare
nuove risorse.
metà VIII e fine VII sec. a. C. → greci fondarono molte poleis sulle coste dell’Egeo, tutto
Mediterraneo e Mar Nero
nuovi insediamenti → politicamente indipendenti ma mantennero con Grecia rapporti
commerciali e culturali.
Le direzioni dei flussi migratori
mete principali → Italia meridionale( Magna Grecia) e la Sicilia
Collocazione strategica → sceglievano luoghi facilmente difensibili , come isole, che offrivano
opportunità(presenza porto naturale o terreno fertile)
Primi insediamenti greci → Pitecusa(Ischia), Cuma(Campagna), Siracusa e Catania(Sicilia),
Reggio e Taranto(Italia Meridionale)
attorno al 580 a.C. → fondarono Agrigento e Marsiglia(sud della Francia)
Atene non fondò colonie e Sparta fondò solo Taranto e Santorini → offriva risorse sufficienti alla
popolazione

L’opera dei legislatori


colonizzazione ridusse gli squilibri ma ci furono alcuni conflitti politici → conseguenza politica
→ vennero scritte le leggi → portò una parziale limitazione del predominio aristocratico
leggi inizialmente basate sulla consuetudine e tramandate oralmente →trascrizioni possibilità a
tutti di conoscerle e di controllarne l’applicazione →negò agli aristocratici di interpretarle a loro
favore
le leggi vennero applicate (dai legislatori) prima alle colonie dove era meno forte il peso delle
tradizioni e la resistenza dell’aristocrazia

La nascita delle tirannidi


VII e VI sec. a. C. → l’opera dei legislatori non riuscì a riportare la pace sociale → si fece ricorso
ai tirannidi
tirannide → potere assoluto di un individuo
Non sempre i tiranni si imposero con la forza → spesso gli aristocratici (durante forti conflitti)
consegnavano temporaneamente il potere ad un uomo forte, affinché riportasse l’ordine nella
polis giunti al potere i tiranni volevano conservarlo