Sei sulla pagina 1di 3

Ipertrofia: aumento di volume del tessuto dovuto all'incremento delle dimensioni delle cellule.

Iperplasia: aumento di volume del tessuto dovuto all'incremento del numero delle cellule.
Ipotrofia: riduzione del volume delle cellule di un tessuto.
Ipoplasia: riduzione del volume del numero delle cellule di un tessuto.

Tumore: Neoplasia o cancro, massa abnorme di tessuto che cresce in eccesso in modo scoordinato
rispetto ai tessuti normali, il termine tumore deriva dal aspetto macroscopico che presenta (tumor
→ gonfiore ), il termine cancro deriva dal greco karkinos ossia granchio, questo per la somiglianza
con un granchio nello stadio avanzato del tumore.
Le cellule in condizioni normali crescono e si dividono, questo processo mantiene lorganismo sano
e lo mantiene correttamente, nei primi anni di vita le cellule si dividono più velocemente per
permettere la crescita dell'individuo, in età adulta le cellule si dividono per sostituire o riparare
lesioni, all'interno della cella si trova il DNA che contiene le informazioni neccessrie per la
divisione e dei geni controllori che compiono il compito di impedire che una cellula “sbagliata
possa sopravvivere. Con delle mutazioni del DNA le cellule e anche i suoi geni controllori non sono
in grado di riparare gli errori presenti nel DNA, le cellule si dividono in maniera disordinata ed
incontrollata generando una iperplasia, contenenti cellule con lo stesso difetto di regolazione
andando così ad attaccare le cellule sane. Le cellule maligne tendono a staccasi ed invadere altre
parti del corpo stendendosi e andando a danneggiare organi vitali portando alla morte, questo
processo si chiama metastasi. La nascita di un tumore si deve a fattori ambientali e genetica.
Possono essere maligni e benigni.

tumori maligni

LEUCEMIA: neoplasia originata dalle cellule del sangue e si sviluppa nella sede dove viene
prodotto, possono essere acute o croniche, possono colpire tutte le età, ma sono più frequenti in una
età avanzata, si hanno forme di leucemie linfoblastiche acute, sono malattie rare, leucemia mieloide
cronica ( 98 % di possibilità di guarigione), leucemia acuta (forme più aggressive che non si
guarisce totalmente). Il trapianto di midollo osseo è uno dei trattamenti per trattare le leucemie.

LINFOMI E MIELOMA : si manifestano nelle cellule del sistema immunitario.


TUMORI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE: Colpiscono il tessuto del cervello e il midollo
spinale.

CARCINOMA: Cancro che si sviluppa nella pelle o su tessuti che rivestono organi interni,
più frequente nel cavo orale, in prevalenza labbro inferiore, lingua, guance, pavimento
della bocca, labbro superiore e palato. in base alle sedi e alla natura possono essere:
Carcinoma intraepiteliale: costituito da una formazione papillare verrucosa o ulcerata che
invade i tessuti molli.
CARCINOMA A CELLULE PAVIMENTOSE: costituito da cellule neoplastiche immature,
raggruppate a conformare cordoni che interrompono la membrana basale e si infiltrano nei
tessuti sottostanti. danno luogo a perle cornee.
carcinoma a cellule basali: colpisce in prevalenza le labbra, originata dalla proliferazione di
cellule basali della cute riuniti in cordoni neoplastici.
MELANOMA: nel cavo orale non sono molto frequenti, se presenti colpiscono la mucosa
del palato e la gengiva del mascellare, raramente la lingua, le labbra e la cute. appare
come piccolo nodulo bruno, caratterizzato da una quantità di melanina.
SARCOMA: tumori maligni di origine connettivale, costituiti da forme sarcomatose, sono
neoformazioni invasive che colpiscono le ossa, cartilagini, muscoli, vasi sanguigni, nel
cavo orale colpisce generalmente l’osso mascellare, il bordo alveolare, il palato e
mandibola.
le forme fibrosarcomatose e le osteosarcomatose colpiscono frequentemente i mascellari.
e possono diventare di grande volume e distruggere l’osso circostante.

  Tumori dei mascellari


generalmente originati dal tessuto connettivo del legamento e da altri tessuti di derivazione
del mesoderma.

Adamantinoma: di natura tipicamente epiteliale, origina dall’organo dello smalto e dai sui
residui o dall’epitelio basale della bocca. ha evoluzione benigna anche originata da cellule
maligne. tende ad infiltrarsi ed a degenerare  in sarcoma e carcinoma.
colpisce la mandibola e causa la Lisi  del tessuto osseo limitrofo. 
ODONTOMA: Deriva da alterazioni dello sviluppo degli odontoblasti, dopo la formazione
della dentina. viene considerato una malformazione e colpisce la mandibola e la mascella.
presenta una superficie irregolare a sviluppo endosseo. 
Gli odontomi semplici, appaiono come un tessuto dentario mineralizzato, distribuito nella
massa neo-formata e richiama l’origine odontoblastica.
Gli odontomi composti sono costituiti da denti non completamente formati e collegati tra
loro da una trama connettivale.
la terapia di questi tumori è chirurgica, e va eseguita tramite l’avulsione dei denti che sono
in rapporto con la massa neo-formata.
Tumori benigni

CONDROMA: A evoluzione lenta e si distinguono in una forma interna ed una periferica, quella
interna interessa l'osso mandibolare o la lingua, quella periferica colpisce i bordi degli alveoli, la
volta palatina e il mascellare.
EMANGIOMA: Colpisce prevalentemente gengive, lingua, palato e labbra. Ha una consistenza
molle ed elastica, e può presentare dimensioni diverse, un colore rosso scuro.
Fibroma: Può insorgere sulle mucose del cavo orale, con neoformazioni variabili, può presentare
colori chiari con una consistenza dura o elastica. Può ulcerarsi facilmente in seguito a traumi.
LINFANGIOMA: Colpisce generalmente la lingua, le labbra, il pavimento orale e può presentarsi
in una forma congenita o in una forma acquisita.
LIPOMA: Colpisce generalmente guance, fornici, vestibolari, pavimento del cavo orale, lingua ed è
di consistenza molle ed elastica con volume variabile e lenta.
MIOMA: Originata dal tessuto muscolare e colpisce la lingua, le labbra, ed il palato mole. Presenta
dimensioni variabili e e una consistenza dura ed elastica.