Sei sulla pagina 1di 8

RISPOSTE TEST SEMIOTICA

GENERALE
Semiotica
Università telematica Universitas Mercatorum
7 pag.

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: alessandra-ramona-racalbuto (racalbutoalessandraramona@gmail.com)
SEMIOTICA GENERALE

1 - PRESENTAZIONE E STRUTTURA DEL CORSO


1 La semiotica è: La scienza di analisi dei processi e sistemi di significazione

2 Le descrizioni in semiotica: Devono essere rigorose e euristiche

3 Il metodo semiotico si compone di: Procedure di analisi e una cassetta di attrezzi

4 La "cassetta di attrezzi" è: Un organon di strumenti e di concetti per l'analisi

5 La semiotica strutturalista: Nasce in Francia dalla linguistica di Saussure

6 La semiotica interpretativa: E' una forma di filosofia cognitiva contemporanea

7 Roland Barthes è stato: Il fautore di una semiotica come critica dei falsi miti della società

8 Il valore in semiotica è: Un concetto definito in linguistica da Saussure

9 Con "narratività" si intende in semiotica: Ogni trasformazione di azioni e passioni per la conquista di un
valore

2 - QUANDO È SEMIOTICA. COGLIERE LE DIFFERENZE


1 Il senso: E' come una massa amorfa

2 Il rapporto fra senso e significazione in semiotica è: Di trasformazione del senso in significazione

3 La semiotica studia: I processi di significazione come strutture di differenze

4 Una struttura in semiotica è: Una logica di posti

5 Le differenze di cui è fatto il mondo: Danno significato al mondo e all'uomo

6 Per "chiasmo percettivo" si intende: La reversibilità tra vedente e visibile

7 Le differenze in semiotica: Sono di 2 tipi: discrete e graduali

8 Alto/basso, sinistra/destra… sono differenze: Riferite allo schema corporeo

9 Individuare dei contrari serve a: Rendere comprensibili i processi di significazione

10 I complementari in semiotica sono: Differenze di tipo graduale

3 - SEGNI E SIMBOLI
1 Polisemico vuol dire: Che il simbolo ha più interpretazioni

2 Il simbolo: E' un tipo di segno

3 Per Saussure il simbolo: E' parzialmente motivato

4 Nel simbolo c'è un legame "naturale" tra il significante e il significato perchè: Il significante somiglia al
significato

5 In Peirce i simboli sono "convenzionali": Dipendono da leggi culturali che li hanno fissati

6 Gli elementi di un simbolo: Sono non commutabili

7 La bandiera europea: E' un simbolo frutto di una lunga gestazione

8 I colori della bandiera europea: Richiamano i colori della Vergine Maria

9 La prospettiva a punto di fuga centrale: Rispecchia una concezione occidentale dello spazio

10 I simboli vanno studiati: Come processi culturali e nei loro modi di produzione

4 - FERDINAND DE SAUSSURE (1857-1913)


1 Saussure è stato un linguista: svizzero

2 Saussure ha insegnato: Linguistica comparata e linguistica generale

3 Il Corso di linguistica generale è: Una raccolta di appunti dei corsi universitari di Saussure

4 Per "langue" si intende: Il sistema di regole di una lingua

5 Saussure è interessato: A un metodo valido per l'analisi di qualunque linguaggio

6 La "parole" è: L'uso della "langue"

7 Per Saussure i segni linguistici sono: mutabili e immutabili

8 Le onomatopee sono segni: parzialmente motivati

9 Saussure paragona la lingua: A una partita a scacchi

10 In Saussure i significati sono: Valori

5 - SIGNIFICANTE E SIGNIFICATO
1 Il segno in Saussure: È una relazione

2 Significanti e significati: uniscono percezione e cognizione

3 In presupposizione reciproca vuol dire che: mutando il significante, muta il significato e viceversa

4 Il motore della significazione è: il destinatario

5 Il significante è: la "faccia" percettiva del segno

6 La taglia del segno: È decisa da chi analizza

7 La sostanza espressiva del significante: può essere di vario tipo

8 "Concetto" e "immagine acustica" in Saussure: sono il significato e il significante nel linguaggio verbale

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: alessandra-ramona-racalbuto (racalbutoalessandraramona@gmail.com)
9 Il significato: soggiace al significante

10 Quotidianamente persone, animali e cose funzionano per noi: come espressioni significanti

6 - LANGUE E PAROLE
1 Langue e parole è una categoria linguistica introdotta da: Ferdinand de Saussure

2 Per "linguaggio" si intende: la facoltà di comunicare linguisticamente

3 La linguistica, secondo Saussure, si deve occupare: della lingua

4 Perché si attui il circuito della parole c'è bisogno: di almeno due persone, a turno emittenti e riceventi

5 La parole è: l'atto individuale di parola

6 Un esempio di parole nella moda è: la moda di strada

7 La langue è: il sistema sociale di regole di una lingua

8 Apprendiamo la langue: per imitazione e apprendimento scolastico

9 Nell'esempio della distanza sociale contro il virus la parole è: l'insieme delle variazioni alla regola di 1
metro

10 Anche nell'esempio della distanza sociale contro il virus la langue: È fissata a partire dalla parole

7 - SINTAGMA E PARADIGMA
1 Sintagma/paradigma è una categoria introdotta in: linguistica

2 La categoria sintagma/paradigma si fonda sulla tesi che: le relazioni precedono sempre gli elementi

3 Sintagma/paradigma è una differenza di tipo: contrario

4 In semiotica analisi sintagmatica e analisi paradigmatica: andrebbero entrambe condotte per un risultato
efficace

5 Sintagma significa: combinazione di elementi

6 Nell'esempio della colonna corinzia il sintagma è: l'abaco rispetto all'echino nel capitello

7 Gli elementi di un sintagma sono sempre: manifestati e in presenza

8 Un esempio di paradigma è: il menu di un ristorante

9 Il paradigma funziona per: associazione di elementi

10 Nell'analisi di 14 maggio 1977 il livello paradigmatico è: la serie di varianti della foto

8 - SINCRONICO E DIACRONICO
1 La linguistica di Saussure è di matrice: strutturalista

2 Per Saussure l'analisi della lingua è prioritariamente: sincronica

3 Il fatto linguistico: È calato nella storia

4 Status e motus della lingua vuol dire: che la lingua è immutabile e mutabile

5 L'analisi sincronica studia ogni fenomeno: in presa simultanea

6 Diacronico significa: nel tempo

7 L'analisi diacronica in linguistica e semiotica: rifiuta il principio di causalità

8 Il vintage nella moda: richiede un doppio sguardo, sincronico e diacronico

9 Da un punto di vista sincronico il brand Levissima: ha adottato la strategia del nudging

10 Da un punto di vista diacronico il brand Levissima: ha mantenuto il tema del viaggio

9 - IL VALORE
1 Il concetto di valore in Saussure: È polisemico

2 I valori rispetto ai significati: sono più astratti

3 I valori sono "relativi" perchè: stanno in relazione gli uni con gli altri

4 Nell'esempio del gioco degli scacchi il cavallo: può essere sostituito con qualcosa di equivalente

5 I codici culturali sono: sistemi di valore stabilizzati nelle culture

6 Per "valenza" si intende: il valere del valore

7 Il valore in senso economico è un valore: di scambio

8 Il valore in senso assiologico designa: le scelte di valore su base etica, morale ed estetica

9 Lo studio delle valenze dello spazio nella metro di Parigi è stato condotto: analizzando i percorsi in forma
di racconti

10 "Valorizzazione critica" vuol dire: dar valore ai rapporti costi/benefici, qualità/prezzo

10 - LOUIS HJELMSLEV. LA LINGUISTICA STRUTTURALE

1 Louis Hjelmslev è stato un linguista: danese

2 Il Circolo linguistico di Copenaghen si riproponeva di studiare la lingua: come entità autonoma di


dipendenze interne

3 La Glossematica è: una semantica strutturale analoga alla fonologia

4 La Glossematica procede: operando delle riduzioni dai testi alle figure

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: alessandra-ramona-racalbuto (racalbutoalessandraramona@gmail.com)
5 Con "prova di commutazione" si intende: una prova di sostituzione per individuare i segni di una lingua

6 Il punto di partenza della linguistica per Hjelmslev è : il testo come processo

7 Per Hjelmslev sono primarie nell'analisi: forme del contenuto e forme dell'espressione

8 La materia in Hjelmslev è: la massa amorfa del pensiero e della lingua, non ancora articolata

9 Le semiotiche connotative sono: delle semiotiche il cui piano dell'espressione è una semiotica

10 I metalinguaggi sono: delle semiotiche il cui piano del contenuto è una semiotica, perché riflettono su se
stesse

11 - ESPRESSIONE E CONTENUTO
1 Espressione/contenuto è una categoria formulata da: Louis Hjelmslev

2 Per Hjelmslev ha facoltà semiotica: qualsiasi sistema e processo di significazione articolato in forme e
sostanze, dell'espressione e del contenuto

3 Espressione/contenuto: È una categoria in cui l'espressione può diventare contenuto per una nuova
espressione e viceversa

4 Con espressione/contenuto: si supera l'idea di segno verso porzioni più ampie di significazione

5 In semiotica la sostanza: conta quando è messa in forma

6 Nell'esempio sul "non sapere" la forma dell'espressione è: il modo in cui ciascuna lingua articola suoni e
posizioni per esprimere l'"ignorare"

7 Nella designazione linguistica dei colori la sostanza del contenuto è: l'area del colore dello spettro solare
messa in forma del contenuto

8 L'immagine di Gilles Deleuze per rappresentare la simultaneità tra forme dell'espressione e forme del
contenuto è: un astice

9 Le sostanze espressive messe in forma per obbligare a rallentare: sono sia umane sia non umane

10 La sostanza dell'espressione del dosso artificiale deve essere: di un materiale molto duro e resistente

12 - ALGIRDAS JULIEN GREIMAS. LA SEMIOTICA STRUTTURALE E GENERATIVA


1 Algirdas Julien Greimas è stato un semiologo: lituano

2 Il tema della tesi di Greimas alla Sorbona era: il vocabolario della moda nel 1830

3 La semiotica per Greimas doveva essere: una metodologia unificante delle scienze sociali

4 Per impostare la sua semantica strutturale Greimas si è ispirato a: Hjelmslev

5 Di che anno è il saggio di Greimas Del senso?: 1970

6 La semantica strutturale è: un'analisi del piano del contenuto dei linguaggi fino agli elementi minimali

7 Per "nucleo semico" si intende: il fascio di tratti distintivi di un lessema

8 I semi timici o propriocettivi sono: semi che designano disposizioni e umori

9 Greimas abbandona il progetto della semantica strutturale per: cercare le strutture della significazione
soggiacenti a vari tipi di racconto

10 L'isotopia è: l'effetto di omogeneità di un discorso che deriva dal tema sotteso

13 - IL TESTO
1 Il concetto di "testo" arriva in semiotica da: Louis Hjelmslev

2 I testi in semiotica sono: porzioni di mondo portatrici di significazione

3 "Fuori dal testo non c'è salvezza" è un motto di: Algirdas Julien Greimas

4 "I nostri selvaggi" vuol dire che: i testi sono l'esito della negoziazione fra modelli d'analisi e resistenze
socio-culturali

5 Prospettiva "emic" e prospettiva "etic" in Lotman si intersecano perchè: il testo è in sé un meccanismo


generatore di cultura

6 Il contesto in sociosemiotica: emana dall'analisi testuale

7 Le caratteristiche del testo in sociosemiotica sono: biplanarità, tenuta, stratificazione dei livelli e
processualità interna

8 "Scene predicative", "pratiche", "strategie", "forme di vita" sono: alcuni livelli di pertinenza nella semiotica
delle pratiche

9 In Sensi del visibile il testo è: una tessitura di relazioni

10 Le accezioni di "testo" di Sensi del visibile sono: "tessere" e "testare", atti e risultati

14 - I QUATTRO LIVELLI: DESCRIZIONE, METODO, TEORIA, EPISTEMOLOGIA


1 I quattro livelli di azione in semiotica sono stati fissati da: Algirdas Julien Greimas

2 Il livello epistemologico riguarda: i fondamenti filosofici della semiotica

3 Il minimum epistemologico della semiotica strutturale e generativa è: la significazione radicata nella


percezione (Merleau-Ponty)

4 I quattro livelli si sviluppano: parallelamente

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: alessandra-ramona-racalbuto (racalbutoalessandraramona@gmail.com)
Document shared on www.docsity.com
Downloaded by: alessandra-ramona-racalbuto (racalbutoalessandraramona@gmail.com)
9 Intertestualità vuol dire: più testi interrelati

10 Nella comunicazione di Salvini "noi"/"contro di noi" sono associati a: euforico/disforico

18 - LA NARRATIVITÀ
1 Vladimir Propp era: un folklorista russo

2 I formalisti russi erano interessati: al linguaggio che rende letterario qualsiasi tipo di testo

3 Una funzione narrativa è: un'azione che conta per il ruolo che svolge in relazione ad altre azioni

4 Le "tre grandi prove" del racconto secondo Propp sono: qualificante, decisiva, glorificante

5 Il numero delle "sfere d'azione" è: 7

6 Chi ha detto, sulla scia di Propp, che "tutte le fiabe sono vere"?: Italo Calvino

7 Con "narratività" in semiotica si intende: qualsiasi concatenazione di azioni e di passioni per la conquista
di valori

8 La manipolazione è: un far fare

9 Lo "schema narrativo canonico" è: una sequenza di azioni costante in ogni tipo di racconto

10 Nell'esempio di Mafalda e Felipe il Destinante è: l'immaginazione di Felipe

19 - LE MODALITÀ
1 Lo studio delle modalità rientra: nella grammatica narrativa

2 Ad aver introdotto il concetto di "modalità" in semiotica è stato: Algirdas Julien Greimas

3 Le modalità sono: l' "equipaggiamento" dell'attante

4 Le modalità sono tipiche della fase: della competenza

5 Virtualizzante vuol dire: che il soggetto non è ancora in grado di affrontare l'azione

6 Il dover fare e il dover essere: dipendono dal soggetto e dalle norme sociali

7 Saper fare e saper essere sono modalità attualizzanti perché: instaurano una competenza cognitiva che
porta a compiere le azioni

8 Il potere è una modalità: pragmatica

9 Il credere si fonda: sulla certezza

10 Nel credere intersoggettivo è più forte: la diffidenza

20 - LE STRATEGIE DELLA COMUNICAZIONE


1 La comunicazione si distingue dalla significazione perchè: nella comunicazione i messaggi sono sempre
volutamente trasmessi

2 Manipolazione vuol dire: gesticolazione (dispensa: far fare e far essere)

3 I messaggi "acqua e sapone" sono: molto costruiti

4 Nella persuasione l'obiettivo è: il far sapere

5 La seduzione punta: sulla sollecitazione sensoriale

6 La tentazione mira a: dotare di un potere

7 La provocazione funziona: mettendo in crisi la competenza dell'altro

8 L'intimidazione: È un far dovere

9 In natura un esempio di intimidazione è: la farfalla Acherontia Atropos

10 Nudge vuol dire: spinta gentile

21 - L ENUNCIAZIONE
1 La teoria dell'enunciazione in linguistica è stata elaborata da: Emile Benveniste

2 I deittici sono: indicatori della messa in discorso

3 Il soggetto o "istanza di produzione del discorso": si ricava dalle marche e dai deittici del testo-discorso

4 Secondo Austin gli enunciati sono soprattutto: performativi

5 Etimologicamente il termine "enunciazione": evidenzia il gesto di annuire

6 Nel percorso generativo del senso l'enunciazione: media fra strutture semio-narrative e strutture
discorsive

7 Con débrayage si intende: l'atto di innesco degli elementi dell'enunciato

8 L'embrayage è: l'effetto di ritorno all'io-qui-ora dell'enunciazione

9 Débrayage e embrayage possono essere: attanziali, spaziali e temporali

10 Un esempio di "enunciazione enunciata" è: il selfie

22 - SPAZI, TEMPI, ATTORI


1 Nel percorso generativo del senso attori, spazi e tempi rientrano: nella sintassi discorsiva

2 Ad aver teorizzato attori, spazi e tempi in semiotica è stato: Algirdas Julien Greimas

3 Gli attori possono essere: umani, non umani e animali

4 Un singolo attore può svolgere: più ruoli attanziali

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: alessandra-ramona-racalbuto (racalbutoalessandraramona@gmail.com)
5 Si intende per "ruolo tematico": la parte che l'attore svolge, del "giusto", "buono" o "cattivo"…

6 Lo spazio nell'enunciato: È l'esito di un débrayage dell'istanza di enunciazione

7 Lo spazio "paratopico" è: lo spazio di acquisizione delle competenze

8 Nella temporalizzazione dell'enunciato il presente: può solo essere simulato con effetti di embrayage

9 Il "tema" in semiotica: È più concreto del valore e più astratto della figura

10 Nell'esempio sul crocierismo la nave da crociera: È una figura

23 - L'ASPETTUALITÀ
1 In semiotica la nozione di aspetto arriva: dalla linguistica

2 L'aspetto è: il punto di vista sul processo

3 L'aspettualità presuppone: l'inscrizione di un attante osservatore nel processo

4 "Un uomo, una donna, una mela, un dramma" è un esempio di: aspettualità condensata

5 Aspetto puntuale vuol dire: istantaneo

6 Con incoatività si intende: l'inizio dell'azione

7 Un caso di iteratività sono: i ritornelli

8 L'aspettualizzazione spaziale rende conto: delle capacità di spostamento e delle possibilità di visione
inscritte

9 Quale altra categoria si lega a quella di "aspetto": la categoria di tensività

10 L'aspettualizzazione attoriale riguarda: la maniera di svolgere un’azione

24 - IL PUNTO DI VISTA
1 Nell'elaborare il "punto di vista" i semiologi si sono confrontati con: narratologi e studiosi di cinema

2 Il "punto di vista": È ricavabile dall'analisi dei testi

3 Si intende per "punto di vista" in semiotica: l'insieme di operazioni con cui l'istanza di enunciazione
struttura e orienta il proprio discorso

4 Il punto di vista riguarda: contenuti, modalità di presenza dell'enunciante e relazioni con l'enunciatario

5 La dimensione interessata nella concezione del punto di vista è quella: cognitiva

6 L"osservatore" in semiotica è: un simulacro dell'enunciante nel testo, che trasmette informazioni


visivamente

7 La teoria del punto di vista tramite informatori e osservatori nasce: nel Quattrocento con la pittura

8 Punto di vista "esclusivo" significa: che esclude lo spettatore

9 Focalizzazione "zero" vuol dire: che l'enunciante o il narratore sono onniscienti

10 Nella messa in prospettiva l'enunciante: privilegia un programma narrativo (e quindi un'ottica) su altri

25 - LE PASSIONI
1 In che decennio del Novecento Greimas e la scuola di Parigi hanno lavorato sulle passioni: anni Ottanta

2 Le ricerche semiotiche sulla dimensione passionale rifiutano: l'opposizione passione/ragione

3 In semiotica la passione è: il punto di vista di chi riceve l'azione

4 Per la semiotica caratteristica della passione è di essere: reattiva

5 Quale passione ha analizzato Greimas con un approccio lessicale: la collera

6 In che cosa consisteva l'analisi lessicale delle passioni: nell'analizzare configurazioni passionali
lessicalizzate nei dizionari

7 Perché si è passati all'approccio narrativo e testuale: perché si è visto che le passioni lessicalizzate
condensano momenti narrativi

8 L'astuzia è una passione della modalità del: sapere

9 La disperazione è una passione: terminativa

10 Le fasi dello schema passionale canonico sono: costituzione, sensibilizzazione, moralizzazione

26 - L ESTESIA
1 Lo studioso a cui Greimas si ispira per Dell'imperfezione è: Maurice Merleau-Ponty

2 Dell'imperfezione è del: 1987

3 Dell'imperfezione esplora: l'esperienza estesica come frattura nella quotidianità

4 Oggetto di analisi di Dell'imperfezione sono: 5 testi di letteratura

5 La scommessa di Dell'imperfezione è: riuscire a dire l'ineffabile

6 Per la semiotica i cinque sensi canonici: sono una classificazione del mondo occidentale

7 I sensi si attivano: più spesso in modo sinestesico

8 La teoria del corpo sensibile di Jacques Fontanille si articola principalmente in: campo unico e campo
multiplo

9 La pelle nella teoria di Fontanille è: il medium tra sorgente e bersaglio

10 Il tatuaggio in Occidente: È la personalità incitata ed esposta all’esterno

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: alessandra-ramona-racalbuto (racalbutoalessandraramona@gmail.com)
27 - GESTUALITÀ E PROSSEMICA
1 Il sociologo che ha inaugurato gli studi sulla prossemica è: Edward Hall

2 La prossemica è: il linguaggio delle relazioni interpersonali di vicinanza e di distanza

3 Il saggio The Hidden Dimension esce nel: 1966

4 Le culture strutturano le relazioni prossemiche: ciascuna a modo suo

5 La prossemica si apprende: in età infantile per imitazione

6 La città che Eco ha analizzato per i suoi studi sulla prossemica è: Brasilia

7 Eco ha dimostrato: che nella prossemica bisogna partire dagli eventi

8 Fabbri ha contribuito alle ricerche sulla prossemica in semiotica: enucleando una serie di categorie e di
concetti per l'analisi

9 Oggetto di studi della prossemica secondo Fabbri è: la prossemica come prodotto sociale dei
comportamenti, sul modello di Saussure

10 Il Covid -19 è la conseguenza: di eccessi nei contatti fra umani-umani, umani-animali

Document shared on www.docsity.com


Downloaded by: alessandra-ramona-racalbuto (racalbutoalessandraramona@gmail.com)