Sei sulla pagina 1di 2

REGOLETTE

Dati il quadro pigreco, il centro di proiezione V e un oggetto tridimensionale, consideriamo il piano


orizzontale sul quale poggia il nostro oggetto e lo chiamiamo alfa.
La retta di intersezione tra alfa e pigreco sarà la ta.
La rappresentazione del nostro oggetto sarà eseguita attraverso la proiezione sul quadro dei suoi
spigoli (rette) e dei suoi vertici (punti).
La proiezione di un vertice (punto) sarà determinata dalla proiezione di due rette che si
intersecano in quel vertice.
Data una retta r e due punti A e B che delimitano su essa un segmento, procederemo in questo
modo:
Rappresentiamo r’, proiezione della retta r sul quadro
Introduciamo due ulteriori rette s e q che intersecano la retta r nei punti A e B
Le rette s’ e q’ intersecano la retta r’ nei punti A’ e B’.

1) Come rappresentare la retta r in prospettiva?


Per rappresentare la retta ci serve determinare la proiezione di due punti della retta.
Anziché scegliere due punti generici, sceglieremo due punti particolari:
a) Il punto improprio
b) Il punto traccia
Il punto traccia non ha bisogno di essere proiettato perché giace sul quadro.
Il punto proprio deve invece essere proiettato sul quadro.

Come troviamo la proiezione del punto improprio?


Conducendo per il centro di proiezione una retta parallela alla retta assegnata e
determinando l’intersezione di questa retta con il quadro.

Per rappresentare la retta r in prospettiva:


Prolunghiamo la retta fino a intersecare il quadro. Il punto Tr appartiene alla retta talfa.
Conduciamo per V una retta ​r​ parallela alla retta r. Il punto di intersezione fr pigreco e la ​r​ sarà F’r.
F’r è la proiezione su pigreco del punto improprio della retta r e di tutte le rette parallele alla retta
r.
F’r è il punto di fuga della retta r e di tutte le rette parallele alla retta r.

La r’ si trova congiungendo Tr e F’r.

COSA E’ UN PUNTO DI FUGA?


E’ la proiezione sul quadro di una direzione​, del punto improprio comune a un insieme di rette
parallele tra loro.

QUANDO POSSIAMO DIRE CHE UNA RETTA APPARTIENE A UN PIANO?


Quando il punto traccia della retta appartiene alla retta traccia del piano: Tr appartiene a talfa.
Quando il punto di fuga della retta appartiene alla retta di fuga del piano.
COS’E’ LA RETTA DI FUGA DI UN PIANO?

La retta di fuga è la proiezione sul quadro di una giacitura​, ovvero della retta impropria comune a
un insieme di piani paralleli tra loro.

COME SI TROVA LA RETTA DI FUGA DI UN PIANO?

Facendo passare per il centro di proiezione un piano parallelo al piano dato.

I punti di una retta di fuga sono i punti di fuga:


a) delle rette che appartengono a quel piano
b) delle rette che sono parallele a quel piano

Come possiamo trovare la retta di fuga di un piano?


Se conosciamo due distinti punti di fuga di rette che appartengono a quel piano, la retta di fuga
sarà la retta che passa per i due punti di fuga.