Sei sulla pagina 1di 57

ADDOME ACUTO

Con il termine di addome acuto si definisce un


insieme di sintomi e segni come espressione di
malattie a sede addominale che trova di solito
nella chirurgia il migliore trattamento
ADDOME ACUTO

Il paziente con dolore addominale deve essere valutato in

maniera attenta e sistemica in maniera tale da giungere

tempestivamente ad una decisione circa la necessità di intervento

chirurgico

Corretta anamnesi
Accurato esame obiettivo
Valutazione laboratoristica,radiologica
strumentale essenziale
ADDOME ACUTO

Durante l’esame del paziente è importante considerare:

• Sesso ed età
• Sede e modalità di insorgenza del dolore
• Irradiazione del dolore
• Intensità del dolore
• Tipo di dolore
ADDOME ACUTO

Aree di proiezione del dolore


dei diversi organi intraddominali
ADDOME ACUTO

Cause più comuni di dolore


addominale
ADDOME ACUTO
IL DOLORE ADDOMINALE

•Viscerale profondo
Tipo •Parietale
•Riferito

•Colica
•Ileo Paralitico
Carattere
•Urente
•Terebrante

Modalità d’
d’insorgenza, intensità e sede

Irradiazione
ADDOME ACUTO
DOLORE VISCERALE PROFONDO
Sordo e cupo, viene variamente interpretato (a seconda della causa) come
CRAMPIFORME, URENTE, TEREBRANTE, LACERANTE, A COLPO DI
PUGNALE.
In genere è scarsamente localizzato o avvertito nelle regioni mediane

DOLORE PARIETALE
Ben localizzato, asimmetrico, iperestesia cutanea, terebrante, continuo
Viene acuito dai movimenti del paziente, dalla tosse e dalla respirazione
E’ costante la contrattura di difesa della muscolatura parietale

DOLORE RIFERITO
Avvertito in regioni lontane dall’organo leso è un dolore ben definito e può
essere riferito sia alla cute sia ai tessuti profondi.
Le strutture interessate hanno la stessa derivazione embriologica del
dermatoma del viscere sofferente.
ADDOME ACUTO

Al dolore addominale possono associarsi sintomi generali


quali:

• Anoressia
• Lipotimia
• Nausea
• Vomito
• Diarrea
• Stipsi
• Disturbi urinari e ginecologici
ADDOME ACUTO

Diagnostica di laboratorio

• Emocromo con formula leucocitaria


• Glicemia, Azotemia, Creatininemia,
Bilirubinemia, Transaminasemia,
Amilasemia.
• Prove di coagulazione
• Elettroliti sierici
• Esame delle urine
ADDOME ACUTO

Diagnostica per immagini

• Rx diretta dell’ addome in posizione supina e


in ortostatismo e/o Rx torace
• Esami radiologici contrastografici
• Ecografia
• TAC
ADDOME ACUTO
Diagnostica strumentale

Gastroscopia
• Endoscopia digestiva
Colonscopia

• Laparoscopia
Classificazione eziologica
delle peritoniti acute:

• Peritoniti da perforazione

• Peritoniti di origine infiammatoria

• Peritoniti di origine non infiammatoria


(emoperitoneo)
PERITONITI DA PERFORAZIONE
STOMACO E DUODENO

Perforazione di ulcera peptica (gastrica/ duodenale)

• violenta sintomatologia di esordio


• dolore “a colpo di pugnale”
• localizzazione epigastrica
• posizione supina obbligata
• tachipnea e tachicardia
PERITONITI DA PERFORAZIONE
STOMACO E DUODENO
Dopo 4-6 ore
• ipotensione e shock
• progressiva distensione addominale
• ileo adinamico
E. O.
• contrattura di difesa
• Blumberg positivo
• scomparsa dell’aia di ottusità epatica
• rallentamento dei rumori peristaltici
PERITONITI DA PERFORAZIONE
STOMACO E DUODENO

Diagnostica di laboratorio:
• aumento G.B. (> 12000)
• aumento dell’ematocrito (emoconcentrazione)
• urine concentrate
Diagnostica per immagini
• Rx diretta dell’addome (nel 90% presenza di
aria libera nell’addome; falce d’aria
sottodiaframm.)
• ETG epato-bilio-pancreatica
PERITONITI DA PERFORAZIONE
STOMACO E DUODENO

Rx diretta addome tubo a bandiera Rx torace e falce d’aria


PERITONITI DA PERFORAZIONE
VIE BILIARI

Spandimento endoperitoneale di bile


(flogosi acute, tumori, lesioni vie biliari
extraepatiche)

• Dolore sordo poi violento


• Localizzazione in ipocondrio dx
• Spesso irradiato alla scapola omolaterale
• Nausea e vomito
PERITONITI DA PERFORAZIONE
VIE BILIARI
Dopo alcune ore:
• febbre
• tachicardia
• grave disidratazione
• ittero o subittero (se presente ostruzione)
E.O.
• addome disteso
• contrattura di difesa
• Blumberg positivo
• ileo paralitico
PERITONITI DA PERFORAZIONE
VIE BILIARI

Diagnostica di laboratorio:
• leucocitosi
• emoconcentrazione
• aumento della bilirubina e della fosfatasi alcalina
• urine concentrate
Diagnostica per immagini:
• Rx diretta addome (ileo paralitico)
• ETG (patologia litiasica biliare)
PERITONITI DA PERFORAZIONE
INTESTINO TENUE

Perforazioni
• Dolore “a colpo di pugnale”
• Localizzazione periombelicale
• Tachicardia
E.O.
• Contrattura di difesa
• Blumberg positivo
• Scomparsa dell’aia di ottusità epatica
• Silenzio peristaltico
PERITONITI DA PERFORAZIONE
INTESTINO TENUE

Diagnostica di laboratorio:
• leucocitosi
• squilibrio elettrolitico
• deplezione volemica
Diagnostica per immagini:
• Rx diretta addome (presenza di aria libera)
• ETG (ruolo limitato nei casi di peritonite
circoscritta)
PERITONITI DA PERFORAZIONE
COLON
Malattia diverticolare, neoplasia, colite
ulcerosa, colite ischemica

• Dolore addominale diffuso di tipo gravativo


• Localizzazione in ipogastrio, fossa iliaca dx o sx,
mesogastrio
• Chiusura dell’alvo a feci e gas
PERITONITI DA PERFORAZIONE
COLON
• Febbre
• Tachicardia e tachipnea
• Iperestesia cutanea
E.O.
• Contrattura di difesa
• Blumberg positivo
• Scomparsa dell’aia di ottusità epatica
• Arresto della peristalsi
PERITONITI DA PERFORAZIONE
COLON

Diagnostica di laboratorio:
• Valutazione della riserva funzionale epatica e
renale nei pazienti settici

Diagnostica per immagini:


• Rx diretta addome
• ETG e TAC (utili solo per la definizione di raccolte
purulente saccate)
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
APPENDICITE

• Dolore sordo o crampiforme prima in reg.


epigastrica e successivamente localizzato
in fossa iliaca dx.

• La migrazione del dolore è da ritenersi


caratteristica, anche se incostante.
incostante
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
APPENDICITE

• Dolore
• Nausea e vomito
• Alterazioni della canalizzazione (diarrea o
stipsi)

Più tardivamente può comparire:


• Febbre
• Alvo chiuso a feci e gas
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
APPENDICITE

E.O.Punti semeiologici di particolare


importanza:
• Mc Burney
• Monroe
• Lanz
• Rovsing
• Blumberg
• Ileo-psoas
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
APPENDICITE

• Contrattura di difesa (limitata o diffusa)


• Diffuso meteorismo
• Peristalsi normale o esaltata
• All’esplorazione rettale e vaginale: spiccata
dolorabilità a livello del cavo di Douglas
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
APPENDICITE

Diagnostica di laboratorio:
• Emocromo con formula leucocitaria
• Esame urine
• Test di gravidanza
Diagnostica per immagini
• Rx diretta addome
• ETG (per ricerca eventuale ascesso appendicolare)
• Laparoscopia
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
COLECISTITE

Complicanza della litiasi biliare

• Dolore gravativo in ipocondrio dx


• Irradiazione sottoscapolare, epigastrica, retrosternale
• Vomito biliare e febbre
• Possibile presenza di ittero e subittero
• Possibile alvo chiuso a feci e gas (ileo adinamico)
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
COLECISTITE

E.O.
• Ridotte escursioni respiratorie
• Distensione addominale
• Contrattura di difesa
• Blumberg e Murphy positivi
• Timpanismo circostante
all’area flogistica
• Peristalsi rallentata
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
COLECISTITE

Diagnostica di laboratorio:
• Leucocitosi elevata (fino a 20-30000) con spiccata
neutrofilia

Diagnostica per immagini:


• Rx diretta addome (calcoli, ileo paralitico)
• ETG ( permette di visualizzare formazioni litiasiche,
mostra ispessimento o assottigliamento della parete
del viscere)
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
PANCREATITE
• Dolore ingravescente o violento, trafittivo
• Localizzazione epigastrica
• Irradiazione a cintura (forme necrotizzanti)
• Nausea e vomito
E.O.
• Tachicardia
• Pallore e sudorazione fredda
• Può essere presente ittero o subittero
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
PANCREATITE

• Discreta distensione addominale


• Contrattura di difesa
• Segno di Grey Turner (aree ecchimotiche nella
regione dei fianchi)
• Segno di Cullen (aree ecchimotiche nella regione
periombelicale)
• Segno di Fox (aree ecchimotiche al di sotto del
legamento inguinale)
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
PANCREATITE

Diagnostica di laboratorio:
• Emocromo con formula leucocitaria
• Amilasemia
• Determinazione dei valori degli enzimi pancreatici
Diagnostica per immagini:
• Rx diretta addome (calcificazioni, ileo paralitico)
• ETG addome superiore
• TAC e angio-TC
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
DIVERTICOLITE

Complicanza della malattia diverticolare

• Dolore intenso
• Irradiazione in regione ipogastrica
• Febbre elevata
• Disuria
• Alvo diarroico o chiuso a feci e gas
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
DIVERTICOLITE

E.O.
• Contrattura di difesa
• Massa palpabile dolente
• Diffuso timpanismo colico a monte
• Ipoperistaltismo
• Rumori metallici
PERITONITI DI ORIGINE INFIAMMATORIA
DIVERTICOLITE

Diagnostica di laboratorio:
• Leucocitosi variabile

Diagnostica per immagini:


• Rx diretta addome (stato occlusivo)
• Rx clisma opaco con contrasto “idrosolubile”
• Assolutamente no il solfato di bario
• TAC
PERITONITI DA PERFORAZIONE
COLON
PERITONITI DI ORIGINE NON INFIAMM.
EMOPERITONEO
Cause:
• Spontaneo o post-traumatico
• 90% rottura di organi parenchimatosi
• Rottura di AAA
• Rottura di gravidanza tubarica
Si presenta con:
• Dolore acuto trafittivo
• Rapida anemizzazione
• Contrazione della diuresi
• Sudorazione fredda
PERITONITI DI ORIGINE NON INFIAMM.
EMOPERITONEO

E.O.
• Addome disteso
• Rallentamento peristaltico
• Dolorabilità alla esplorazione rettale e
vaginale
• Zone di ottusità
PERITONITI DI ORIGINE NON INFIAMM.
EMOPERITONEO

Diagnostica di laboratorio:
• Anemizzazione
• Caduta della Po2
• Alterazioni degli elettroliti
Diagnostica per immagini:
• ETG
• TC
• Laparoscopia
SINDROMI OSTRUTTIVE MECCANICHE
DUODENO

• Vomito “a getto” privo di bile ostruzione


a livello pilorico
• Vomito biliare ostruzione sottopapillare
• Vomito a contenuto enterico ostruzione a
livello del digiuno prossimale
• Grave disidratazione
SINDROMI OSTRUTTIVE MECCANICHE
DUODENO

E.O.
• Tumefazione epigastrica
• Guazzamento all’auscultazione
Diagnostica
• Fondamentalmente clinica
• Rx contrasto “idrosolubile”
SINDROMI OSTRUTTIVE MECCANICHE
INTESTINO TENUE
VOLVOLO, INVAGINAZIONE INTESTINALE,
STROZZAMENTO DA BRIGLIA, NEOPLASIA

• Dolore improvviso
• Localizzazione periombelicale
• Nausea
• Vomito
• Febbre elevata
SINDROMI OSTRUTTIVE MECCANICHE
INTESTINO TENUE

E.O.
• Polso frequente e molle
• Presenza di eventuali pregresse cicatrici
• Aree di timpanismo
• Iperperistaltismo e rumori metallici
SINDROMI OSTRUTTIVE MECCANICHE
INTESTINO TENUE

Diagnostica di laboratorio:
• Leucocitosi

Diagnostica per immagini:


• Rx diretta addome in clinostatismo (anse
intestinali dilatate a monte dell’ostruzione) in
ortostatismo (livelli idroaerei)
SINDROMI OSTRUTTIVE MECCANICHE
INTESTINO TENUE
SINDROMI OSTRUTTIVE MECCANICHE
INTESTINO TENUE

Livelli idroaerei
SINDROMI OSTRUTTIVE MECCANICHE
INTESTINO TENUE

Stenosi con ascesso e fistole da malattia di Crohn complicata


SINDROMI OSTRUTTIVE MECCANICHE
COLON
VOLVOLO, NEOPLASIE,DIVERTICOLITI

• Dolore intenso localizzato inizialmente in regione


mesogastrica poi ai quadranti laterali
• Irradiazione verso il basso a destra (volvolo del
cieco) o a sinistra (volvolo del sigma)
• Febbre
• Tachicardia
SINDROMI OSTRUTTIVE MECCANICHE
COLON

E.O.
• Distensione addominale
• Timpanismo enterocolico di diversa entità
• Rallentamento della peristalsi
DIAGNOSTICA
• Rx diretta addome
• Clisma opaco
• Coloscopia
SINDROMI OSTRUTTIVE MECCANICHE
COLON
Volvolo del sigma
ADDOME ACUTO VASCOLARE

• Rottura di aneurisma
• Infarto intestinale
• Colite ischemica
ADDOME ACUTO VASCOLARE
ADDOME ACUTO VASCOLARE
ADDOME ACUTO VASCOLARE