Sei sulla pagina 1di 3

SOLUZIONI DEGLI ESERCIZI

CAPITOLO 19

◾◾ Capitolo 19 L a velocità delle reazioni


chimiche
Esercizi nel testo
Paragrafo 19.2 - Fissa i concetti
1. a) Diminuisce, 0,65 mol L–1 s–1; b) aumenta, 0,4 mol L–1 s–1; c) aumenta, 0,5 mol L–1 s–1
2. a. V; b. F

Paragrafo 19.5 - Fissa i concetti


a. Reagenti;
b. prodotti;
c. stato di transizione;
d. complesso attivato;
e. variazione di entalpia;
f. energia di attivazione;
g. minore, esotermica.

La cassetta degli attrezzi

Strumento A che cosa serve Fai una prova


Ordine di reazione Un . . . . . . . . esponente
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . che compare La legge della velocità v = k[NO][O3] afferma

nella legge della velocità è detto che:


ordine di reazione rispetto a un dato a. la reazione è di . . . . . . . . . . . . primo
.....................

. . . . . . . . . . . reagente
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . L’ordine di ordine rispetto a NO.
reazione . . . . . . . . . . complessivo
........................... è b. la reazione è di primo ordine rispetto a
dato dalla somma degli ordini rispetto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .O
. . .3. . . . . . . . . . . . . . . . . . .

ai singoli reagenti. c. la reazione è di . . . . . . . . . . . . .secondo


...................

ordine complessivo.

Esercizi di fine capitolo


Quesiti e problemi
1 La velocità di reazione di una data trasformazione chimica è la velocità con cui i reagenti scompaiono e i pro-
dotti si formano.
2 The reaction mechanism is the sequence of elementary processes that lead to the net chemical change.
3 Se la reazione di combustione del propano avvenisse in un solo stadio, dovrebbe verificarsi un urto simultaneo
fra una molecola di propano e cinque di ossigeno, un evento molto poco probabile.
4 Una reazione più veloce è più vantaggiosa a livello industriale.
5 a) L’esplosione di un fuoco d’artificio; b) la formazione di ruggine; c) la formazione di una stalattite.
6 No, in any chemical reaction, the rates of formation of products and the rates of disappearance of reactants
are related by the coefficients of the balanced overall chemical equation.
7 La velocità di reazione si esprime in mol L–1 s–1.
8 a) La velocità di scomparsa dell’idrogeno è tre volte maggiore di quella dell’azoto; b) la velocità di formazione
dell’ammoniaca è due volte superiore a quella di scomparsa dell’azoto.
9 Circa 9,60 ∙ 10–5 mol L–1 s–1.
10 a) 11,4 mol L–1 s–1; b) 7,20 mol L–1 s–1; c) 8,40 mol L–1 s–1
11 Velocità di scomparsa di A = 0,60 mol L–1 s–1, velocità di formazione di C = 0,45 mol L–1 s–1.
12 Velocità di formazione di NO2 = 5,0 ∙ 10–6 mol L–1 s–1, velocità di formazione di O2 = 1,25 ∙ 10–6 mol L–1 s–1.
13 Vedi esempio fig. 19.4.
14 Vedi esempio fig. 19.4.

Brady, Jespersen, Hysolp, Pignocchino La chimica di Brady.blu (seconda edizione) © Zanichelli Editore, Bologna
Copia riservata a Chiara Loglio - 2195772
SOLUZIONI DEGLI ESERCIZI
CAPITOLO 19

15 Velocità diminuzione O2 = 1,3 mol L–1 s–1, velocità aumento CO2 = 0,8 mol L–1 s–1, velocità aumento H2O =
= 1,0 mol L–1 s–1.
16 Natura chimica dei reagenti, capacità dei reagenti di entrare in contatto fra loro, concentrazione dei reagenti,
temperatura, presenza di catalizzatori.
17 Una reazione omogenea è una reazione in cui tutti i reagenti si trovano nella stessa fase, per esempio due gas.
18 Una reazione eterogenea è una reazione in cui i reagenti si trovano in fasi diverse, quindi vengono a contatto
solamente all’interfaccia tra le due fasi; per esempio il ferro che arrugginisce.
19 Perché in soluzione le particelle dei reagenti entrano in contatto fra loro con maggiore facilità.
20 L’estensione della superficie all’interfaccia fra le fasi dei reagenti.
21 Se i reagenti solidi sono ridotti in frammenti di dimensioni minori aumenta la loro superficie totale di contatto
coi reagenti dell’altra fase e la velocità di reazione è maggiore.
22 Un catalizzatore è una sostanza che aumenta o diminuisce la velocità di una reazione senza essere consumata, e
quindi senza comparire nell’equazione chimica.
23 Perché quasi tutte le reazioni chimiche avvengono più velocemente aumentando la temperatura.
24 La velocità delle reazioni chimiche che avvengono nell’organismo degli insetti diminuisce col diminuire delle
temperature.
25 Nella pentola a pressione la temperatura di ebollizione dell’acqua è più alta, i cibi cuociono a temperature mag-
giori e di conseguenza la cottura è più veloce.
26 La concentrazione dei reagenti.
27 Temperature drop lowers the rates of chemical reactions.
28 Vedi paragrafo 19.4.
29 L’ordine di reazione rispetto a un dato reagente è l’esponente che compare nella legge della velocità. L’ordine di
reazione complessivo è dato dalla somma degli ordini rispetto ai singoli reagenti nella legge della velocità.
30 In una reazione di ordine zero la velocità è indipendente dalla concentrazione dei reagenti; in una reazione di
primo ordine rispetto a un reagente, la velocità è direttamente proporzionale alla concentrazione di quel rea-
gente.
31 a) La reazione è di primo ordine rispetto a NO e di primo ordine rispetto a O3; b) l’ordine complessivo della
reazione è 2.
32 a) La reazione è del primo ordine rispetto a ciascun reagente; b) l’ordine di reazione complessivo è 2.
33 a) La reazione è del primo ordine rispetto a HCrO4– , del secondo ordine rispetto a HSO3– e del primo ordine
rispetto a H+; b) l’ordine complessivo della reazione è 4.
34 L3 mol–3 s–1
35 Velocità = 8,0 ∙ 10–11 mol L–1 s–1
36 Velocità = 1,3 ∙ 10–3 mol L–1 s–1
37 Velocità = 2,4 ∙ 102 mol L–1 s–1
38 Velocità = 1,0 ∙ 10–8 mol L–1 s–1
39 Velocità = 8,5 ∙ 10–17 mol L–1 s–1
40 La velocità di una reazione è proporzionale al numero di urti efficaci che avvengono nell’unità di tempo fra le
molecole dei reagenti. Un urto è efficace solo se porta alla formazione delle molecole dei prodotti.
Ea
-
41 k = Ae RT

42 L’orientamento delle molecole e l’energia cinetica posseduta dalle molecole.


43 L’energia cinetica delle particelle aumenta con la temperatura. (Vedi paragrafo 19.5.)
44 Vedi paragrafo 19.5, pag. 499.
45 Vedi figg. 19.12 e 19.13.
46 Vedi paragrafo 19.5, pag. 498.
47 Vedi figg. 19.12 A e 19.14.
48 The effective collisions depend on the suitable orientation of molecules.
49 Si spezza un doppio legame con elevata energia.
50 An intermediate is a molecular entity that is formed from the reactants and reacts further to give the pro-
ducts of a chemical reaction.
51 La reazione che richiede un urto simultaneo fra due molecole dovrebbe essere più veloce; la probabilità che
avvenga tale urto e con la corretta orientazione delle molecole è maggiore.

Brady, Jespersen, Hysolp, Pignocchino La chimica di Brady.blu (seconda edizione) © Zanichelli Editore, Bologna
Copia riservata a Chiara Loglio - 2195772
SOLUZIONI DEGLI ESERCIZI
CAPITOLO 19

52 Una reazione elementare è una reazione la cui legge della velocità può essere scritta a partire dalla sua equazione
chimica, utilizzando i coefficienti come esponenti delle concentrazioni, senza la necessità di determinarli speri-
mentalmente. L’insieme delle reazioni elementari costituisce il meccanismo di reazione.
53 Si possono fare supposizioni ipotizzando un meccanismo di reazione ma la legge della velocità deve essere con-
fermata sperimentalmente.
54 Lo stadio cineticamente determinante è lo stadio lento di un meccanismo di reazione.
55 Vedi pag. 501 (lo stadio cineticamente determinante). La legge cinetica può essere determinata dai coefficienti
dei reagenti della reazione dello stadio limitante.
56 2NO + 2H2  N2 + 2H2O
57 Se la reazione avvenisse in un solo stadio la legge sarebbe: velocità = k [NO2][CO].
La reazione avviene in due stadi:
NO2 + NO2  NO3 + NO
NO3 + CO  NO2 + CO2
Lo stadio limitante è la prima reazione dove si ha la collisione fra due molecole di NO2; da questo si spiega la
legge determinata sperimentalmente.
58 a) Velocità = k [NO2] [F2]; b) velocità = k [NO2]; c) lo stadio cineticamente limitante è lo stadio 1.
59 Enzymes are catalysts in living systems.
60 Il catalizzatore, pur non facendone parte, modifica il meccanismo della reazione chimica. (Vedi paragrafo 19.7.)
61 Il catalizzatore eterogeneo è in una fase diversa rispetto ai reagenti. Si tratta solitamente di un solido che pro-
muove la reazione sulla sua superficie. (Vedi paragrafo 19.7.)
62 Nella catalisi eterogenea si parla di adsorbimento. Adsorbimento significa che le molecole si legano agli atomi
presenti sulla superficie di una fase, l’assorbimento invece riguarda sia l’interno sia la superficie di una fase.
63 Vedi paragrafo 19.7, pag. 503.
64 Si tratta di una reazione di ordine zero.

Competenze
65 Si tratta di reazioni molto veloci.
66 NO2 + O3  NO3 + O2; NO2 + NO3  N2O5
67 a) L’alta elettronegatività; b) la presenza di un triplo legame.
68 a) L’energia cinetica delle particelle viene convertita in energia potenziale; b) A + B  C + D;
c) A + B  A – B  C + D; d) A + B  F + B + C  C + D; e), f), g) vedi fig. 19.16;
h) A e B reagenti, F intermedio, C e D prodotti, E catalizzatore.
69 See example fig. 19.4.

Verso l’Università
70 e
71 b
72 a
73 d

Brady, Jespersen, Hysolp, Pignocchino La chimica di Brady.blu (seconda edizione) © Zanichelli Editore, Bologna
Copia riservata a Chiara Loglio - 2195772