Sei sulla pagina 1di 33

II

1. FRANCESCA DEL BELLO CANDIDATA PRESIDENTE MUNICIPIO II

CHI SONO
Sono nata a Roma il 16 dicembre 1972 e ho iniziato a interessarmi di politica negli
anni in cui frequentavo il liceo Tasso. Sono laureata in Lettere alla Sapienza con una
tesi in Storia greca. Consigliera e vicepresidente dell’ex III Municipio, da giugno
2016 sono presidente del II Municipio, territorio in cui vivo e di cui ho conoscenza
profonda.
PERCHÉ MI CANDIDO
Amo profondamente quello che faccio e voglio proseguire il percorso iniziato 5 anni
fa per portare a compimento i tanti progetti importanti già avviati o che sono in
cantiere per ogni quartiere del nostro Municipio.
PERCHÉ VOTARMI
Per la mia esperienza, conoscenza profonda del nostro territorio e delle priorità di
intervento di cui necessita. Per la mia conoscenza della macchina amministrativa,
fondamentale per far accadere le cose. In un momento di rinascita importante,
come quello al quale ci stiamo affacciando, le priorità della competenza e
conoscenza profonda devono guidarci nelle scelte.
COSA FARÒ
Porterò a compimento gli importanti progetti avviati e metterò a terra con tutta la
mia squadra, le associazioni tutte, un programma ambizioso per la rinascita del
nostro Municipio, forte della convinzione che con Roberto Gualtieri Sindaco saremo
in grado di incidere ancora con più determinazione a beneficio del nostro territorio.

2
2. IL MUNICIPIO II - CARATTERISTICHE
Il Municipio II di Roma Capitale ha un'estensione di 19,66 kmq, di cui 26% di area verde.
Confina a nord con il III Municipio, a est col IV Municipio, a sud con il I Municipio e a ovest e nord con il fiume Tevere, che delimita il confine tra questo e il
Municipio XV.
Per caratteristiche storico-artistiche e antropologiche accorpiamo le 11 zone urbanistiche presenti sul territorio in 6 quartieri:
• Flaminio/Villaggio Olimpico
• Parioli/Pinciano
• Trieste/Salario/Villa Ada
• Africano
• Italia (Nomentano/Bologna/Università)
• San Lorenzo
Ad esclusione di San Lorenzo il municipio ha preso corpo in seguito al Piano Regolatore del 1909

167.649 Abitanti (*), 5.9% Tot Roma Capitale (2.848.084)


• 9° posizione tra i Municipi
• circa 1/2 del Municipio più popolato (VII – 305.003)
• circa 1/3 in più del Municipio meno popolato (VIII–130.089)

2° Municipio per verde urbano dopo il Municipio I


3° Municipio per superficie verde dopo i Municipi IX e X
Municipio a più alta presenza femminile  Municipio II: 55,3% vs Avg Roma 52,7%
È il IV municipio per Indice di Vecchiaia  Municipio II: 201,7 vs Roma 170,2
Municipio con più alto reddito individuale(***)  Municipio II: € 41.743,78 vs Roma: € 22.888,76
Municipio con stranieri a più alto reddito individuale(***)  Municipio II: € 20.231,76 vs Roma: €15.102,64
*Fonte: Elaborazione Dipartimento Trasformazione Digitale U.O. Statistica Roma Capitale anno 2019
**Elaborazione Dipartimento Trasformazione Digitale U.O. Statistica Roma Capitale anno 2018

3
3. IL TERRITORIO DEL MUNICIPIO II IN NUMERI

PARAMETRO (dati 2019) * MUNICIPIO II ROMA 15


Estensione 19,66 Km2 1.287 km2
Popolazione 167.649 2.848.084
Var 2019 vs 2018 - 0,5% -0,4%
Rapporto di Mascolinità 80,9 89,8
0-14 anni 12,3% 13% 15
15-64 anni 62,5% 64,4% 14 3
65+ anni 25,2% 22,6%
Età media 47,3 45,9 4
Famiglie monocomponente 52,8% 44,6% 13 2
1
Indice di vecchiaia (over 65 x 100 under 14) 204,7% 174,6% 5
12 6
Indice di dipendenza (**) 59,9% 55,3%
8 7
Anziani per bambino 5,9 4,9 11
Tasso di natalità (x1000) 6,4 7,1
Nascite straniere 11% 17,3%
Tasso mortalità (x1000) 6,6 9,9 9
Tasso mortalià infantile (x1000) 1,9 2,2 10
Saldo bilancio demografico totale - 761 - 11.925
Saldo bilancio demografico naturale - 725 - 7.981
Saldo bilancio demografico migratorio - 36 - 3.944
Reddito medio cittadini residenti (€) 41.743,78 26.148,08
Reddito medio stranieri (€) 20.231,76 14.458,25
*Fonte: Elaborazione Dipartimento Trasformazione Digitale U.O. Statistica Roma Capitale anno 2019 -Elaborazione Dipartimento Trasformazione Digitale U.O. Statistica Roma Capitale anno 2018
** Indice di Dipendenza: (Popolazione di età < o = 14 anni + popolazione +65 anni ) / (Popolazione in età da 15 a 64 anni) x 100

4
4. IL PATRIMONIO DEL MUNICIPIO II
10 VILLE STORICHE (su 32 a Roma)
66 AREE VERDI DECENTRATE
½ CIRCA DEI 12 KM DELLE MURA AURELIANE
13 CINEMA (altrettanti chiusi o riconvertiti)
24 TEATRI
15 MUSEI
12KM DI MURA AURELIANE
2 BIBLIOTECHE
14 MERCATI RIONALI (8 sede propria e 6 sede impropria)
1 OSPEDALE (Policlinico Umberto I)
SCUOLE
• Nidi: 14 comunali, 4 gestione indiretta, 39 privati autorizzati
• Infanzia: 15 comunali, 13 statali, 14 paritarie non statali
• Primaria: 19 statali, 13 non statali
• Secondaria di primo grado: 10 statali, 10 non statali
• Secondaria di secondo grado: 10 statali, 18 non statali
2 UNIVERSITÀ (La Sapienza, L.U.I.S.S)
6 CENTRI ANZIANI

5
5. LE CRITICITÀ STRATEGICHE DEL MUNICIPIO II
GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI
ALTO NUMERO DI CANTIERI APERTI O ABBANDONATI
MANCATA ESPLOSIONE DEL POTENZIALE DEL FLAMINIO COME CONTENITORE DI CULTURA E ARCHITETTURA MODERNA E CONTEMPORANEA oggi specchio
del degrado e del grave abbandono delle Grandi Opere (Ex Caserme Guido Reni, Palazzetto dello Sport, Stadio Flaminio, Scultura Ceroli, Area Tevere Ponte della
Musica)
PESSIMA GESTIONE DEL VERDE, CHE DEPRIME IL 26% DEL TERRITORIO
Il sistema amministrativo basato sull’esternalizzazione dei servizi e appalti al massimo ribasso ha ridotto all’osso il Servizio Giardini che non funziona. Nel nostro
Municipio abbiamo 8 operai operativi quotidianamente e zero mezzi in dotazione propria, siamo dunque costretti ad avvalerci dei pochi funzionanti a
disposizione per tutta la città
STATO DEL PATRIMONIO AMBIENTALE, ARTISTICO E ARCHITETTONICO DELLE VILLE STORICHE
ASSENZA DI MAESTRANZE QUALIFICATE PER LA MANUTENZIONE DEL PATRIMONIO STORICO-ARTISTICO
PERDITA IDENTITÀ STORICA E GRANDE POTENZIALE INESPLOSO DELLA ZONA DI SAN LORENZO
Vera appendice della città Università, oggi il quartiere è lasciato in preda al degrado, alla malamovida e alla criminalità organizzata
12 KM DI MURA AURELIANE, IL PIÙ ESTESO MONUMENTO DELL’ANTICHITÀ ROMANA, NEL COMPLETO DEGRADO

CARENZA DI PARCHEGGI ANCHE A CAUSA DEL FALLIMENTARE PUP


che lascia il Municipio scoperto soprattutto in prossimità di punti di scambio, degli assi commerciali o nelle aree a saturazione abitativa
POTENZIALE INESPLOSO DELLE 14 AREE MERCATALI
SACCHE DI ESTREMA POVERTÀ MALGRADO UN CONTESTO COMPLESSIVO PRIVILEGIATO RISPETTO ALLA MEDIA DELLA CAPITALE

6
6. LA NOSTRA VISIONE DEL MUNICIPIO II
Pensiamo che il nostro Municipio sia un territorio in cui la straordinaria ricchezza dei suoi quartieri, con piazze e luoghi pregiati, ville storiche dal patrimonio
ambientale e naturalistico più importante di Roma, istituti culturali e della formazione tra i più significativi, debbano essere una possibilità di crescita e di
godimento per tutti i romani, ricucendo quelle fratture tra centro e periferia e contribuendo a restituire ai cittadini romani quel senso di comunità degno di
una grande città europea, moderna e inclusiva.

7. I NOSTRI PRIMI 100 GIORNI


1. Inaugurazione del centro sportivo di via Como
2. Apertura del parco archeologico di via Cesare De Lollis
3. Avvio delle gare di tre opere importanti:
• biblioteca di via della Lega Lombarda
• pedonalizzazione di viale XVII Olimpiade
• pedonalizzazione di piazzale del Verano
4. Realizzazione e pedonalizzazione Piazza Mincio
5. Apertura di un laboratorio di avviamento professionale per donne vittime di violenza in Via Aldrovandi
6. Apertura di un magazzino della solidarietà in un immobile confiscato alla mafia in Via Antonio Micheli
7. Avvio degli stati generali della cultura per la costituzione del distretto culturale del II Municipio
8. Elezione del consiglio dei giovani
9. Avviamento dei lavori per la riqualificazione del mercato di P.zza dei Vespri Siciliani e per la sua trasformazione in mercato in sede propria
10. Apertura del centro culturale in via dei Sardi 35 per bambini ed adolescenti, con la riattivazione del Bibliopoint

7
8. IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: PREMESSA

Sotto un ombrello di 3 linee guida strategiche Sostenibilità, Giovani e Donne, anche il piano Programmatico di consiliatura del
Municipio è stato sviluppato affinché sia forte la contribuzione al raggiungimento degli obiettivi di trasformazione della
Capitale in una Città che funziona, una Città che cresce, una Città che include .
Infine in tutti i municipi i nostri interventi saranno volti all’attuazione della Città dei 15’.

LA ROMA DEI 15’

“Roma dei 15 minuti” rappresenta un’idea contemporanea di città sostenibile in linea con l’attuale evoluzione del sistema produttivo, sociale ed
economico del nostro tempo.

Una risposta concreta alle nuove esigenze delle persone e dell’ambiente.

Una città che vede al centro la vita di quartiere opposta alla città divisa in aree anonime in cui si dorme, aree in cui si consuma, aree in cui si lavora

Quindici minuti deve essere il tempo massimo, a piedi o in bicicletta, per raggiungere i luoghi necessari per essere davvero cittadine e cittadini: un parco, un
presidio socio-sanitario, una fermata del trasporto pubblico su rotaia, l’asilo e la scuola per i nostri figli, un centro culturale, un luogo dove praticare sport, la
possibilità di acquistare ciò che serve nella quotidianità, ma anche un co-working.

Un’idea moderna resa possibile oggi anche grazie alla rivoluzione digitale, un progetto che ha bisogno di scelte concrete e coerenti in tutti i campi, al
Comune e nei Municipi.

8
9. IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: LE AREE DI INTERVENTO

I GRANDI PROGETTI

RIGENERAZIONE URBANA E
AMBIENTE POLITICHE SOCIALI
MOBILITÀ

COMMERCIO – ATTIVITÀ
POLITICHE EDUCATIVE POLITICHE GIOVANILI
PRODUTTIVE

CULTURA POLITICHE PER LO SPORT SICUREZZA E MOVIDA

9
9.1 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: I GRANDI PROGETTI
RIQUALIFICAZIONE DEI GRANDI PARCHI STORICI ATTRAVERSO L’INTRODUZIONE DI UN NUOVO MODELLO DI GESTIONE
Occorre una figura giuridica unica, un Coordinatore (di più ville se piccole), su cui far confluire il coordinamento delle varie funzioni e della partecipazione
cittadina, che abbia la responsabilità delle risorse necessarie per la valorizzazione della villa nel suo insieme, nel rispetto della sua “vocazione naturale e
territoriale”. Proporremo tra tutti: PROGETTO UNICO DI RILANCIO DI VILLA ADA, che toccherà il patrimonio ambientale, arboreo e degli edifici di pregio che
ospita al suo interno, oggi in stato di estremo degrado.
IL RECUPERO DELLE MURA AURELIANE
Riqualificazione del più esteso monumento dell’antichità romana, che insiste per 12 Km nel nostro territorio, oggi nel degrado. Lo renderemo elemento vivo
della città, tutelato, ma agibile con un complessivo progetto di Rigenerazione Urbana in collaborazione con Comune, Soprintendenza, ordini professionali,
Università e comitati civici
GRANDE TRASFORMAZIONE DEL PIAZZALE OVEST DELLA STAZIONE TIBURTINA
GRANDE PROGRAMMA DI RIFORESTAZIONE PROGETTO GIÀ INSERITO NEL PNRR:
• In tutte le 10 ville storiche, cura dei pini attaccati dalla cocciniglia, sostituzione dei pini morti e loro gestione
• Alberature stradali
• Giardini e nuove aree verdi
RILANCIO DEL QUARTIERE FLAMINIO
con valorizzazione architettonica e trasformazioni strategiche dell’asse Guido Reni, del borghetto, il recupero dell’area sottostante il Ponte della musica e il
recupero delle grandi opere (stadio Flaminio e Palazzetto dello sport)
RILANCIO DEL VILLAGGIO OLIMPICO COME “PARCO URBANO”
RILANCIO DI SAN LORENZO (Rigenerazione area Via dei Lucani, riqualificazione di P.le del Verano, Distretto dell’artigianato, spazi Culturali, mercato)
PROGETTO GRANDI PIAZZE con l’obiettivo di restituire spazio pubblico ai cittadini, valorizzare il commercio di prossimità migliorare la viabilità

10
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA E MOBILITÀ
Ogni intervento di riqualificazione e di trasformazione urbana sarà guidato da 4 principi:
1. Minimo consumo di suolo 2. Recupero dell’esistente 3. Valorizzazione di spazi, edifici e manufatti esistenti 4. Privilegio della mobilità pubblica
FLAMINIO-VILLAGGIO OLIMPICO - OBIETTIVO: VALORIZZAZIONE ARCHITETTONICA E TRASFORMAZIONI STRATEGICHE
Entrambi i quartieri presentano una elevata qualità di realizzazioni architettoniche di età moderna e contemporanea, e di importanti opere pubbliche.
Occorre valorizzare le eccellenze con interventi di tutela e/o di manutenzione ordinaria e straordinaria, di viabilità e di illuminazione adeguate, così come era
già stato considerato dal Piano Urbano Flaminio (Amministrazione Veltroni) e solo parzialmente andato in attuazione. In questi quartieri sono in corso
trasformazioni urbanistiche di rilevanza e competenza comunale, che richiederanno una particolare attenzione del Municipio anche nella prossima consiliatura.
LE NOSTRE PROPOSTE
Ex Magazzini militari via Guido Reni (già definito “Citta della Scienza”)
OTTENERE DAL CAMPIDOGLIO CHE GLI INTERVENTI SULLE AREE PUBBLICHE PROCEDANO NEGLI STESSI TEMPI DI QUELLI DEL COMPARTO PRIVATO (quelle
destinate a servizi per il quartiere e quella destinata alla Città della Scienza rispetto alle residenze, ai servizi e al commerciale).

DEFINIRE IL PROGETTO CULTURALE PER LA VALORIZZAZIONE DE “LA CITTÀ DELLA SCIENZA”


affinché diventi un punto di riferimento nazionale e internazionale.
OTTENERE CHE I €36.129.000 (previsti nell’atto d’obbligo a carico di CDP) VENGANO SPESI PER OPERE DI RIQUALIFICAZIONE
nel quadrante interessato dal Programma Integrato di Interventi, da realizzare in condivisione con la cittadinanza dei quartieri Flaminio e Villaggio Olimpico.
RIQUALIFICAZIONE DELL’ASSE STRADALE DI VIA GUIDO RENI E STUDIO DI FATTIBILITÀ DI VARI PROGETTI PREVISTI NELLA LORO POSSIBILITÀ DI
COESISTENZA ( parcheggio interrato, passaggio della ciclovia del GRAB, linea tranviaria prevista nel PUMS)
Si utilizzerà il contributo straordinario volontario di €6.871.000 a carico di CDP

11
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA
Area Città della Musica - Palazzetto dello Sport - Stadio Flaminio.
RIPRISTINO DELL’AGIBILITÀ DELLO STADIO FLAMINIO DA DESTINARE AD ATTIVITÀ SPORTIVE PUBBLICHE
Saranno individuate risorse tra quelle destinate a Roma Capitale attraverso il Pnrr.
RICONVERSIONE DELL’AREA CIRCOSTANTE LO STADIO E IL PALAZZETTO PER LO SPORT ALL’APERTO E PER IL TEMPO LIBERO
Verificando la proposta di Cassa Depositi e Prestiti e dell’Istituto del Credito Sportivo di:
• Sistemazione delle due estremità di Via De Coubertin, correggendo la curvatura stradale che la raccorda con P.zza Apollodoro
• Sistemazione definitiva della rotatoria di snodo con via Argentina e via Gaudinie (piantumazione, una fontana o una scultura)
• Ripavimentazione della strada pedonale su cui affaccia l’Auditorium con materiali idonei all’importanza dell’edificio
Il Villaggio Olimpico come Parco Urbano
LE NOSTRE PROPOSTE
COSTITUZIONE DI UN ENTE UNICO DI MANUTENZIONE E GESTIONE
provvisto di fondi pubblici, che riunisca ATER, Comune, Municipio II e condomini e che abbia la possibilità di agire in autonomia: una sorta di Parco Urbano,
dispositivo di gestione già previsto anche nel bilancio della Regione Lazio
VALUTARE UNA VARIANTE NEGLI SVINCOLI DEL VIADOTTO DI CORSO FRANCIA PER ALLEGGERIRE IL TRANSITO
INCENTIVARE L’UTILIZZO DELLA FRUIZIONE DEI PARCHEGGI DELL’AUDITORIUM
evitando che le auto invadano le strade di pertinenza del Villaggio Olimpico, attraverso varianti di viabilità e isole ambientali protette
VALUTARE L’UTILIZZAZIONE DELLA SUPERFICIE COPERTA DAL VIADOTTO DI CORSO FRANCIA (anche con lo strumento del concorso di progettazione), ormai
ridotta ad un inutile terrain vague che attraversa l’intero Villaggio Olimpico

12
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA
PROCEDERE CON LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DI SEMIPEDONALIZZAZIONE DI VIALE DELLA XXVII OLIMPIADE
Oggetto di un concorso di progettazione lanciato dal Municipio nel 2019, rielaborato dopo il percorso di partecipazione avviato dal Municipio II nel corso del
2020. Data inizio lavori nel corsodell’autunno 2022
Borghetto Flaminio
REDAZIONE DI UN GRANDE PROGETTO UNITARIO IN COLLABORAZIONE CON L’UNIVERSITÀ LA SAPIENZA
che prevede la riqualificazione e la valorizzazione dell’intera area con spazi idonei per la cultura e il tempo libero. Nell’area La Sapienza realizzerà strutture per
gli studenti.

Area sottostante il ponte della Musica “Armando Trovaioli”


REALIZZAZIONE DI UNO SKATEPARK, e affidamento secondo il principio di sussidiarietà nella gestione del bene comune. L’area del sottoponte, in carico alla
Sovrintendenza capitolina, deve concludere l’iter amministrativo finalizzato al collaudo del Ponte della Musica. È in corso l’iter per l’affidamento della gestione
diretta dell’area del sottoponte al Municipio II.

CONTRIBUIRE ALLA COSTITUZIONE DI UN’UNICA GRANDE AREA A FRUIZIONE PUBBLICA


per lo sport, il relax, il gioco all’aperto, lo svago e il godimento libero di quella straordinaria risorsa ambientale della nostra città che è il fiume Tevere, in
collaborazione con Poste, nello spazio pubblico previsto nel progetto di Poste (ex Cral) e in quello del sottoponte

INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA SU:


• via Pinturicchio e via del Vignola
• sistemazione del Terminal autobus di Piazza Mancini con pensiline di copertura, panchine e arredi
• verifica della possibilità di realizzare PUP tra quelli già proposti e programmati
• tratti di piste ciclabili comprese nel PUMS approvato dalla amministrazione di Roma Capitale

13
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA
PINCIANO–PARIOLI – OBIETTIVI: RESTITUIRE QUALITÀ A PIAZZE E SPAZI PUBBLICI
Tra due grandi parchi storici, Villa Borghese e Villa Ada, il quadrante è caratterizzato da saliscendi di molte strade che trovavano sfogo nelle piazze
generalmente caratterizzate dalla presenza di edifici pubblici. Queste piazze rappresentano oggi una delle maggiori criticità legate a problemi di viabilità,
trasformando questi spazi aperti da punti di riferimento cittadino ad ingolfati nodi di traffico.
La programmazione delle opere pubbliche in questo quadrante dovrà pertanto essere indirizzata prioritariamente alla riqualificazione di alcune importanti
piazze sia dal punto di vista ambientale che della viabilità:
LE NOSTRE PROPOSTE
Piazza Euclide
RIVALORIZZARE IL RAPPORTO CON LA CHIESA E RENDERE PIÙ FRUIBILE PEDONALMENTE IL SISTEMA COMMERCIALE CHE LA CIRCONDA.
Piazza Ungheria
RIVEDERE IL SISTEMA DI SNODO DEL TRAFFICO
anche valutando una ipotesi di rotatoria, la viabilità ciclopedonale e alcune modifiche alla circolazione delle auto private.
Piazza Verdi
Oggi adibita a parcheggio, sulla piazza affaccia l’ex Poligrafico dello Stato di proprietà della Cassa Depositi e Prestiti. È oggetto di un imponente intervento di
recupero e di destinazione d’uso ad uffici, con preoccupazioni dei cittadini residenti che la nuova funzione arrechi un ulteriore ingolfamento di automobili.
Occorre proseguire con l’istituzione di un tavolo tecnico di gestione dell’intervento di CDP, al quale partecipano Municipio, CDP e cittadini, con la finalità di
riprendere la vecchia concessione per realizzare un parcheggio pubblico interrato e la contestuale elaborazione di un progetto di rigenerazione della piazza, che
possa restituire a questo spazio pubblico decoro e bellezza (ad esempio con un giardino e adeguati spazi pedonali)
1) elaborare un progetto sulla mobilità che limiti il raggiungimento dell’area attraverso i mezzi di trasporto privato
2) promuovere assieme a CDP l’utilizzo di parte degli spazi interni all’ex Poligrafico per attività pubbliche rivolte alla cittadinanza

14
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA
REALIZZAZIONE DI UN’ISOLA AMBIENTALE E DI UNA ZONA 30 ATTORNO A VILLA GRAZIOLI

REALIZZAZIONE DI PISTE CICLABILI COMPRESE NEL PIANO GENERALE DELLA CICLABILITÀ DEL COMUNE
Con un collegamento ciclopedonale (“percorso verde”) che unisca Villa Ada (da via Panama) con Villa Borghese (al Bioparco)

SVILUPPARE UN PROGETTO PER L’UTILIZZO A FINI CULTURALI DELLE GRANDI SALE CINEMATOGRAFICHE IN DISUSO DI PROPRIETÀ PRIVATA

POTENZIAMENTO DEL TRASPORTO AUTOBUS DA AUDITORIUM-PIAZZA EUCLIDE SINO A PORTA PINCIANA-PIAZZALE FLAMINIO

15
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA
SALARIO-TRIESTE–AFRICANO - OBIETTIVI: TUTELARE IL CARATTERE AMBIENTALE ORIGINALE DEI QUARTIERI
Questi quartieri stanno perdendo la caratterizzazione originale residenziale a causa della forte terziarizzazione degli ultimi decenni e, nonostante la presenza
della Metro B1, del traffico di attraversamento diretto al centro proveniente dai nuovi insediamenti urbani a nord-est della città. Di conseguenza, i principali
impegni (alcuni già avviati nel mandato 2016-2021) sono indirizzati al recupero della qualità urbana.
LE NOSTRE PROPOSTE
COMPLETAMENTO DEL PARCHEGGIO SOTTERRANEO ANNESSO ALLA STAZIONE METRO B1 DI PIAZZA ANNIBALIANO
Occorre individuare il soggetto gestore a cui sarà affidato il parcheggio pubblico a rotazione perché venga al più presto messo in funzione, anche a
compensazione dei molti stalli di sosta eliminati per fare posto alle corsie preferenziali.
COMPLETAMENTO DELLE CORSIE PREFERENZIALI
• collegamento tra quelle esistenti di viale Libia-viale Eritrea fino p.zza Annibaliano ad arrivare a piazza Trento, passando per Corso Trieste
• da viale Somalia a viale Etiopia
• da piazza Acilia - via Nemorense - via Sebino - via Tagliamento - via Po - sino a Corso d’Italia

RIQUALIFICAZIONE DI ALCUNE PIAZZE:


• Piazza Trento (compatibile con le linee bus)
• Piazza Vescovio (parte carrabile, parte pedonale, illuminazione)
• Piazza Acilia (parte carrabile, parte pedonale, illuminazione)
RIQUALIFICAZIONE AREA VUOTA VIA HOMS
Con un programma integrato pubblico-privato a verde, parcheggi e servizi pubblici, e collegamento con il mercato di viale Libia
VALUTARE IL COLLEGAMENTO CICLOPEDONALE DA PIAZZA ADDIS ABEBA ALLA STAZIONE VAL D’ALA
attraverso il sistema ciclopedonale del Parco delle Valli

16
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA
ISOLE AMBIENTALI CON ZONE 30 (almeno per i comparti Coppedè, Piazza Caprera e Villa Chigi)
RIQUALIFICAZIONE DEL MERCATO DI PIAZZA GIMMA
BARRIERE A PROTEZIONE DEI PEDONI SUI MARCIAPIEDI LUNGO IL TRATTO DI VIA SALARIA CHE COSTEGGIA VILLA ADA
MESSA IN SICUREZZA DELLE USCITE DI VILLA ADA CON LE BARRIERE DI PROTEZIONE E UNA NUOVA SEGNALETICA

RIUTILIZZO DELL’EX EDIFICIO ATAC DI VIALE ETIOPIA


IDENTIFICAZIONE DI SPAZI PER LA REALIZZAZIONE DI PARCHEGGI PUBBLICI SOSTENIBILI (eventualmente anche in elevazione)
PIÙ EFFICACE ILLUMINAZIONE NOTTURNA PER LA VALORIZZAZIONE DELLE PRINCIPALI PIAZZE
RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA DEL FORTE ANTENNE – CON AVVIO DEL PROGRAMMA “UN FORTE SEMPRE APERTO” CON FONDI PNRR
RIFACIMENTO COMPLETO DELLA CARREGGIATA STRADALE DI VIA DI PONTE SALARIO E DEL VIALE DEL FORTE (Monte Antenne)
RILANCIO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERCORSO CICLOPEDONALE ESTERNO A VILLA ADA COME PERCORSO DA INTEGRARE NEL PROGETTO DEL GRAB IN
SOSTITUZIONE DEL SUO PASSAGGIO DENTRO LA VILLA, come da:
• direttiva di giunta del II Municipio n. 19 del 18/08/2021
• pareri della Soprintendenza speciale srcheologica delle Belle Arti e paesaggio di Roma del 26/03/2021 e del 07/05/2021
• Le forti richieste del territorio
RECUPERO DEL VILLINO LEOPARDI NELLA OMONIMA VILLA
RIQUALIFICAZIONE DI VILLA CHIGI, COME FULCRO DI UNA POSSIBILE ISOLA AMBIENTALE RESIDENZIALE
COMPLETAMENTO ED INTERCONNESSIONE DEL SISTEMA CICLABILE CHE HA IL SUO PUNTO DI FORZA NELLA PISTA NOMENTANA

17
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA
Piazza Fiume-Porta Pia, con il tratto di Corso d’Italia che affaccia su un fronte importante delle Mura Aureliane
Proseguiremo i progetti intrapresi e già in fase di confronto cittadino:
REALIZZAZIONE DI UNA ZONA 30 NEL TRIDENTE COMPRESO TRA PIAZZA ALESSANDRIA –VIA BERGAMO –VIA ALESSANDRIA–VIA ANCONA
con la realizzazione di spazi per i pedoni, per la risistemazione delle soste a rotazione negli spazi esterni al mercato di piazza Alessandria, la sistemazione più
ordinata della sosta per residenti e per il carico e scarico delle attività commerciali.
LA REALIZZAZIONE DI UNA ZONA 30 SULLE RESTANTI STRADE DEL QUADRANTE VIA ALESSANDRIA SINO A VIALE REGINA MARGHERITA – VIA CAGLIARI – VIA
REGGIO EMILIA–VIA MANTOVA–VIA BRESCIA–VIA MESSINA
con il rifacimento delle carreggiate stradali, degli incroci protetti da raccordi curvi, nuova illuminazione, arredi, alberature.
LA RIQUALIFICAZIONE DI CORSO D’ITALIA E DEL TRATTO DELLE MURA AURELIANE E DI PIAZZA FIUME
con la realizzazione di ampi spazi pedonali lungo le Mura, nuova illuminazione, la realizzazione della pista ciclabile e una nuova area pedonale a piazza Fiume.
Il Municipio ha stanziato i fondi per la progettazione che seguirà assieme all’Università di Roma La Sapienza - Dipartimento di Architettura e Progetto, e
del circolo di Legambiente “Mondi possibili”, con i quali ha sottoscritto un accordo di collaborazione per l’attuazione di questo ambizioso progetto.
REALIZZARE LE TRE FASI DI INTERVENTO DELL’ISOLA AMBIENTALE DI PORTA PIA PREVEDENDO:
1. L’avvio della progettazione per lo studio di fattibilità tecnico-economica e della progettazione definitive: 2021
2. Contestuale definizione delle risorse necessarie da mettere a bilancio: fine del 2021
3. Procedere alla redazione del progetto esecutivo e all’impegno di spesa per la realizzazione degli interventi stabiliti

18
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA
NOMENTANO-ITALI –LANCIANI – OBIETTIVI: RISOLVERE I POLI DELLA MOBILITÀ
Questo quadrante attraversa l’intero Municipio da est, Nuova Circonvallazione interna, ad ovest, Mura Aureliane. Vi è insediata l’Università La Sapienza, il
Policlinico Umberto I, il ministero delle Infrastrutture e molti altri edifici pubblici. Presenta alcuni problematici poli della mobilità: il piazzale della Stazione
Tiburtina in fase di radicale trasformazione, piazza Bologna/piazzale delle Provincie e l’intero sistema stradale che parte dalla Stazione Tiburtina e arriva a
Termini. Nonostante la presenza della Metro B la congestione di funzioni e di traffico è molto pesante.
LE NOSTRE PROPOSTE
PROGETTO E REALIZZAZIONE SISTEMAZIONI A TERRA, SERVIZI E ATTREZZATURE DEL PIAZZALE OVEST STAZIONE TIBURTINA
Insieme all’amministrazione Capitolina perseguiremo i seguenti obiettivi
1) L’APPROVAZIONE IN TEMPI CERTI DELLA VARIANTE AL PRG CON LA DEFINIZIONE DEL NUOVO PIANO DI ASSETTO DI STAZIONE TIBURTINA
che dovrà contenere:
a. il tracciato del prolungamento della tranvia da piazzale del Verano a Stazione Tiburtina
b. il tracciato del prolungamento della ciclabile di via Tiburtina sino alla Stazione
c. il mantenimento e la valorizzazione del Centro Ittiogenico da concordare con la Regione Lazio
d. la realizzazione di un’ampia area pedonale attrezzata nel piazzale Ovest, con importanti elementi di arredo e verde
e. la definizione dell’area di via Pietro l’Eremita e di Largo e via Guido Mazzoni, con il trasferimento dei capolinea degli autobus in un’altra area
f. l’individuazione dell’area destinata alla Stazione Tibus, il cui trasferimento al momento è previsto nel piazzale Est lato Pietralata
2) L’AVVIO DI UN PERCORSO DI VALUTAZIONE COSTI/BENEFICI PER LA NUOVA TRASFORMAZIONE DELL’AREA DI PIETRALATA
percorso che dovrà coinvolgere il Municipio II e la popolazione residente del quartiere Tiburtino e Lanciani

RIGENERAZIONE DEGLI ISOLATI PRIVATI TRA VIA TIBURTINA-VIA DELLA LEGA LOMBARDA VIA GIANO DELLA BELL –V.LE DELLE PROVINCIE
fondamentale per completare gli interventi già realizzati in zona e valorizzare un’area che ormai costituisce uno dei poli principali di accesso alla città (Stazione
treni alta velocità, Terminal Autolinee, Metropolitana, circonvallazione Est, ecc.)

19
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA

RIQUALIFICAZIONE DELLA VIA TIBURTINA LUNGO IL FRONTE DELLE MURA DEL VERANO
in relazione alla previsione della linea tranviaria protetta e di una pista ciclabile che porterà da Santa Bibiana alla Stazione Tiburtina.
APRIRE L’IMPIANTO SPORTIVO COMUNALE DI VIA COMO: ENTRO LA PRIMAVERA DEL 2022
impianto sportivo di gestione diretta del Municipio. Dopo nostra richiesta è stata approvata la proposta di progetto di finanza per il completamentodell’impianto
e la sua gestione.
NUOVA MEDIATECA NELLA EX AUTORIMESSA ATAC IN VIA DELLA LEGA LOMBARDA:ENTRO LA PRIMAVERA DEL 2023
luogo polifunzionale aperto alla città e alla collettività, nuovo punto di riferimento per la vita del quartiere, nel rispetto dell’identità del manufatto originario,
della sua struttura spaziale, del suo carattere industriale. Un piccolo condensatore urbano che metta a sistema gli spazi pubblici del Tiburtino II e del nuovo
complesso di Città del Sole. Nello specifico:
• LA PARTE CENTRALE DELL’EDIFICIO DIVENTERÀ L’AREA DEDICATA ALLA FRUIZIONE LIBERA DELLA BIBLIOTECA e metterà in collegamento via della Lega
Lombarda e gli spazi pubblici della Città del Sole. Ai lati, sono previste due sale polifunzionali
• AL PRIMO PIANO SARANNO COLLOCATI GLI SPAZI DEDICATI ALLA LETTURA E ALLO STUDIO, oltre alle sale dedicate ai bambini e agli adolescenti
RENDERE FRUIBILI GLI STRAORDINARI RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI ( un mitreo di epoca repubblicana e gli ambienti sacrali perfettamente conservati)
RINVENUTI NELL’AREA DELLA CITTÀ DEL SOLE AL DI SOTTO DI UN EDIFICIO OGGI DI PROPRIETÀ DI UN FONDO IMMOBILIARE
L’opera è vincolata alla cessione a titolo gratuito dell’Antiquarium al Municipio.
COLLEGARE TALE AREA A QUELLA CULTURALE DELLA NUOVA BIBLIOTECA IN UN PERCORSO DIDATTICO E TURISTICO
di conoscenza e diffusione del valore della memoria antica del nostro territorio: le catacombe di Sant’Ippolito, conservate nell’area del Castro Laurenziano, e
quelle di San Lorenzo, che si trovano presso la Basilica di San Lorenzo Fuori Le Mura saranno inseriti nei percorsi.
FAVORIRE L’INIZIO LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DEL MUSEO DELLA SHOAH IN VIA ALESSANDRO TORLONIA

20
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA

RIATTIVAZIONE DELLA CASINA DEI PINI ALL’INTERNO DI VILLA MASSIMO


con un progetto che rispetti il vincolo della soprintendenza sia in termini architettonici, sia in termini di funzioni da destinarvi.
La nostra proposta è di realizzare un caffè letterario, con spazio culturale destinato ad iniziative pubbliche per tutti.

SAN LORENZO – TIBURTINO:RIGENERAZIONE URBANA E RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE


Il quadrante preso in esame si colloca nella estremità meridionale del Municipio; è limitato a nord dalla via Tiburtina a nordest-sud-sudovest, dai
binari ferroviari di accesso alla Stazione Termini e dal tratto di Mura che va dalla Porta Tiburtina sino all’Arco di Sisto V.
Coincide quasi interamente con il quartiere San Lorenzo, salvo la parte est occupata dal Cimitero monumentale del Verano e dal piazzale della
Stazione Tiburtina. Dunque i problemi del quadrante sono i problemi di San Lorenzo.
Un quartiere complesso con una tradizione popolare che accoglie nuove figure sociali (giovani e studenti) e sacche di degrado ambientale.
Un caso emblematico dove l’intervento di rigenerazione urbana e di riqualificazione sociale dovrebbero procedere insieme. Oggi l’unica iniziativa
di rilievo – a parte alcuni interventi privati tre cui quello di Cassa Depositi e Prestiti nell’area dell’ex Dogana che prevede un hotel, un ostello e
spazi aperti pubblici per l’intrattenimento – è quella avviata da Roma Capitale relativamente alla rigenerazione dell’area di via dei Lucani.
LE NOSTRE PROPOSTE
Riqualificazione urbana dell’ambito Scalo San Lorenzo-via dei Lucani-via di Porta Labicana
RINUNCIARE ALL’IPOTESI DI ESPROPRIO E DI VARIANTE AL PRG E AVVIARE UN TAVOLO TECNICO DI CONCERTAZIONE CON I PROPRIETARI
con l’obiettivo di realizzare in tempi certi un progetto che contemperi interesse pubblico e privato e garantisca la futura gestione degli spazi.
La rigenerazione dell’area attraverso la predisposizione di un masterplan che preveda la realizzazione di servizi pubblici, proposta da Roma
Capitale, per poter essere attuativa implica infatti l’esproprio delle aree private da parte dell’Amministrazione pubblica, cosa che non
garantirebbe tempi certi di attuazione del progetto.

21
9.2 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: RIGENERAZIONE URBANA
SISTEMAZIONE DELL’AMBITO PIAZZALE VERANO CON IL PROGETTO DI PEDONALIZZAZIONE
Procedere nel mandato 2016-2021 con la realizzazione, oggetto di un concorso di progettazione lanciato dal Municipio nel 2019 e per il quale sono stanziati nel
bilancio municipale, Piano Investimenti annualità 2021, €1.800.000,00. Al momento è in chiusura la conferenza dei servizi per l’approvazione del progetto
definitivo, dopo la quale saranno impegnate le risorse entro dicembre 2021, svolta la gara nei primi mesi del 2022 e potranno poi iniziare i lavori nel corso
dell’autunno 2022.

RIQUALIFICAZIONE DELLA VIABILITÀ IN VIA DELLO SCALO SAN LORENZO


ridisegnando le due carreggiate, compresi i percorsi ciclopedonali, gli arredi e le alberature – e di Largo Passamonti sulla base degli indirizzi previsti dal PRG per
quell’ambito

REALIZZAZIONE DI UN’ISOLA AMBIENTALE E ZONE 30

RECUPERO DEI CAPANNONI DI VIA DEI CORSI–VIA DEI PELIGNI E LORO RICONVERSIONE IN SPAZIO CULTURALE

APERTURA DEL CENTRO CULTURALE IN VIA DEI SARDI 35 PER BAMBINI E ADOLESCENTI CON LA RIATTIVAZIONE DEL BIBLIOPOINT
Intervento per il quale sono state assegnate €5.000 annui e la cui concessione è in fase di assegnazione

TRASFORMAZIONE DEL MERCATO DI LARGO DEGLI OSCI IN MERCATO IN SEDE PROPRIA


attraverso la stessa procedura adottata per il mercato di piazza dei Vespri Siciliani

22
9.3 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: AMBIENTE
Il II Municipio ha un patrimonio Storico e ambientale di importanza strategica per la Capitale. Il 26% del suo territorio è verde, accoglie 10 Ville Storiche su
36 della Capitale, elementi che insieme costituiscono un patrimonio da proteggere, valorizzare e mettere al servizio della cittadinanza. È stato il primo
Municipio a Roma a richiedere e a ottenere l’assegnazione della manutenzione di alcune aree verdi al di sotto di 5.000 mq, con le relative risorse:
per 5 anni abbiamo gestito 66 aree verdi dislocate su tutto il territorio municipale.

LE NOSTRE PROPOSTE
PER LE PICCOLE AREE VERDI
Attuare il decentramento amministrativo che prevede il trasferimento delle aree verdi al di sotto dei 20.000mq
RIQUALIFICAZIONE DEI GRANDI PARCHI STORICI E DEI MANUFATTI DI PREGIO ATTRAVERSO L’INTRODUZIONE DI UN NUOVO MODELLO DI GESTIONE
Occorre una figura giuridica unica, un Coordinatore su cui far confluire il coordinamento delle varie funzioni, oggi inefficace per la molteplicità degli enti che
vantano responsabilità su parti di esse. La valorizzazione delle ville va considerata nel loro insieme e nel rispetto della specificità della loro “vocazione naturale e
territoriale”. (Vedi programma del Verde di Roberto Gualtieri Sindaco)
RIFORESTAZIONE URBANA, IN LINEA CON IL PROGRAMMA COMUNALE DI PIANTUMARE 1 MILIONE DI ALBERI A ROMA PREVISTI DAL PNRR
Procederemo con:
• Mappatura delle aree verdi, delle alberature stradali e delle necessarie integrazioni nelle ville storiche
• Definizione delle priorità di intervento
• Sviluppo del piano in collaborazione con il tavolo interdipartimentale sulle alberature
• Pianificazione e cronoprogramma degli interventi
PIANO EMERGENZIALE DI CURA ENDOTERAPICA CONTRO LA COCCINIGLIA
PROGETTO DI RICONFIGURAZIONE E RECUPERO STORICO DELL’ALBERATA DEI PINI DI CORSO TRIESTE
In collaborazione con gli enti coinvolti e le attive associazioni di quartiere

23
9.3 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: AMBIENTE
POTENZIAMENTO DELLA MANUTEZIONE DELLE AREE VERDI MUNICIPALI
PORTARE A COMPIMENTO GLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLE AREE VERDI DECENTRATE:
• realizzazione del nuovo Parco Archeologico di via Cesare De Lollis : entro il 2021
• realizzazione della nuova cancellata e di una nuova area attrezzata per il gioco al Parco Don Baldoni: primavera del 2022
• Piazza dei Siculi: entro il 2021
• manutenzione straordinaria di tutte le aree decentrate, comprese quelle di prossima assegnazione: entro il 2026

PROMUOVERE I PATTI DI ADOZIONE CON ASSOCIAZIONI E COMITATI PER LA GESTIONE DEL BENE COMUNE
continuando il lavoro attuato con successo in questi 5 anni.
La gestione del ciclo dei rifiuti
CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE PER LA PREVENZIONE E LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI
RIDUZIONE DELLO SPRECO ALIMENTARE
attraverso il sostegno alle attività dei banchi alimentari e della rete per le eccedenze alimentari

ATTUARE LA PROPOSTA COMUNALE NEL MUNICIPIO CHE INCLUDE:


1. STRUTTURARE L’AMA DI MUNICIPIO CON MANAGER DI ZONA
che gestiranno con piena responsabilità e adeguate risorse il servizio nel territorio di competenza, con il controllo in tempo reale della sede
centrale.
2. ISTITUZIONE DEI PUNTI DI RACCOLTA DELOCALIZZATI TEMPORANEI PER IL CONFERIMENTO DI RIFIUTI INGOMBRANTI E SPECIALI
come oli esausti, batterie, e realizzare compostiere di comunità per la raccolta dei rifiuti organici.
3. ATTUAZIONE DELLA “TARIFFA PUNTUALE” CHE PREMI CHI PRODUCE MENO RIFIUTI E DIFFERENZIA DI PIÙ
4. ESTENSIONE DELLA RACCOLTA DOMICILIARE “PORTA A PORTA” E RIPRISTINO DEL SERVIZIO DOVE È STATA SOPPRESSA

24
9.4 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: POLITICHE SOCIALI
Il Municipio II è un territorio complesso e articolato, che ospita esigenze e istanze molto diverse tra loro. Nonostante il Municipio II ospiti una delle popolazioni
più longeve e più benestanti della città, non mancano sul nostro territorio ampie sacche di povertà e di bisogni inespressi, che pongono al centro della nostra
azione il concetto di “cura”, passando dalla gestione dell’emergenza alla programmazione di interventi sostenibili sul lungo periodo, dalla concezione di
“progetto” a quella di “servizio”, alla persona e alle famiglie.
Dal confronto continuo con la cittadinanza e la Consulta del Volontariato è nato il Nuovo Piano di Politiche Sociali 2021-2026.

LE NOSTRE PROPOSTE
IMPLEMENTAZIONE DEL NUOVO PIANO SOCIALE GIÀ CONDIVISO CON LA CITTADINANZA

APERTURA DI UN CENTRO DI SOCIALIZZAZIONE PER GIOVANI ADULTI CON DISABILITÀ COMPLESSE

APERTURA DI UN LABORATORIO DI AVVIAMENTO PROFESSIONALE PER DONNE VITTIME DI VIOLENZA

INAUGURAZIONE DI UN APPARTAMENTO DEDICATO A UN PROGETTO SUL “DOPO DI NOI”

L’APERTURA DI UN CENTRO PER L’EMERGENZA FREDDO MUNICIPALE, DIURNO E NOTTURNO PERMANENTE E APERTO TUTTO L’ANNO

L’APERTURA DI UN HELP CENTER PRESSO I LOCALI DELLA STAZIONE TIBURTINA

L’APERTURA DI UN MAGAZZINO DELLA SOLIDARIETÀ

ISTITUZIONE DI UNA CONSULTA DELL’ABITARE

25
9.5 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: POLITICHE EDUCATIVE
LE NOSTRE PROPOSTE
RIQUALIFICAZIONE DI TUTTE LE AREE IN PROSSIMITÀ DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI: II FASE DEL PROGETTO DI MESSA IN SICUREZZA DEGLI ACCESSI
• Marciapiedi
• Recupero delle essenze arboree
• Progetti di limitazione della velocità veicolare come le “zone 30”
• Isole ambientali con pedonalizzazioni o semi-pedonalizzazioni
• Attraversamenti pedonali rialzati e nuova segnaletica adatta ai bambini
La prima fase ha riguardato con successo le strade delle scuole
ATTIVAZIONE DEL PROGETTO “SCUOLE SICURE”
• completamento delle certificazioni antincendio
• progettazione di spazi esterni, non soltanto sportivi ma idonei a momenti di socializzazione e di apprendimento
• monitoraggio degli ambienti scolastici per offrire alle scuole nuovi spazi, come quelli dei locali abbandonati o degli alloggi degli ex portieri
• “Scuola porta a porta”, per risolvere il problema dei rifiuti scolastici e dei rifiuti della refezione
AMPLIARE IL FINANZIAMENTO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DEI CENTRI ESTIVI A TARIFFE AGEVOLATE ALLE FAMIGLIE
Replicando le esperienze positive già avviate per oltre 5 anni
AMPLIARE L’OFFERTA DI QUALITÀ CON CENTRI ESTIVI TEMATICI COME QUELLI SPORTIVI, MUSICALI, TEATRALI
perché i bambini e i ragazzi possano sviluppare i propri talenti anche nel periodo vacanziero
FAVORIRE LA NASCITA DEI CENTRI ESTIVI-NIDO PER I BAMBINI DA 0 A 3 ANNI
GARANTIRE LA GRATUITÀ DEL CENTRO ESTIVO ALLE FASCE PIÙ FRAGILI DELLA POPOLAZIONE
PROGETTO SCUOLE APERTE
scuola come polo socio-educativo, aperta sempre, punto di riferimento del quartiere, dei più piccoli, dei giovani, delle famiglie, dei ragazzi più fragili.

26
9.6 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: POLITICHE GIOVANILI
Il Municipio II ospita due atenei, l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" e la LUISS. La prima, che detiene il primato di più grande ateneo d’Europa,
conta oltre 115.000 studenti, mentre la LUISS arriva a ospitarne quasi 10.000. Il nostro Municipio è anche sede di numerose scuole e licei.

LE NOSTRE PROPOSTE
ISTITUIRE UNO SPORTELLO DI SUPPORTO MUNICIPALE PER GLI STUDENTI FUORI SEDE
che fornisca gratuitamente indicazioni per l’assistenza sanitaria e psicologica e che possa essere un valido punto di riferimento anche per i problemi burocratici
e legali più comuni, a cominciare da quello degli affitti in nero, il cui fenomeno danneggia l’intera collettività per via dell’evasione.

ISTITUIRE UNO SPORTELLO EUROPEO (UFFICIO U.O.S.P.E)


per aiutare i numerosi studenti Erasmus che arrivano nel nostro Municipio, e per fare da collegamento tra i residenti e le numerose opportunità lavorative,
culturali e di studio che l’Unione europea offre.

CO-WORKING, AULE STUDIO E SPAZI DISPONIBILI COME LUOGHI A SERVIZIO DELLA COMUNITÀ STUDENTESCA
Al fine di costruire un più solido legame tra giovani e città. Occorre lavorare con gli Atenei, le ASP, con il Comune e la Regione.

27
9.7 IL PIANO PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: COMMERCIO - ATTIVITA’ PRODUTTIVE
LE NOSTRE PROPOSTE
PROSEGUIRE NEL PERCORSO DI MESSA IN SICUREZZA E DI RIQUALIFICAZIONE DI TUTTI I MERCATI RIONALI,
in sede propria e di quelli (Vespri Siciliani e Largo degli Osci) in fase di trasformazione da mercati in sede impropria a mercati in sede propria.

ESTENSIONE DELLA RIDUZIONE DELLA TASSA DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO IN CAMBIO DELLA COLLABORAZIONE DEI COMMERCIANTI ALLA
PULIZIA E ALLA “TENUTA IN ORDINE” DELLE STRADE SU CUI SI AFFACCIANO GLI ESERCIZI,
in altre aree del Municipio oltre San Lorenzo, che gode di questa facilitazione con Deliberazione n. 3 del 28 giugno 2019.

REALIZZAZIONE DI UN “DISTRETTO DELL’ARTIGIANATO, ARTE E MESTIERI”,


per il recupero e lo sviluppo dell’artigianato, dei mestieri e per la valorizzazione dei sistemi delle piccole imprese e del commercio territoriale.

NELL’AMBITO DEL “DISTRETTO DELL’ARTIGIANATO, ARTE E MESTIERI”,


accogliere e realizzare eventi e manifestazioni per la promozione “dell’eccellenza artigiana”.
Sarà favorito il potenziamento e il funzionamento delle relazioni a rete, nell’ambito del territorio, a partire dalle aree dei mercati rionali.

28
9.8 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: CULTURA
Il Municipio II è un territorio di importanza strategica per la cultura della Capitale. Accoglie Musei e Poli culturali di rilevanza nazionale e
internazionale (MAXI, GNAM, AUDITORIUM, IL MUSEO ETRUSCO DI VALLE GIULIA, LA CASA DEL CINEMA), le grandi opere di Nervi di architettura
contemporanea nel quadrante del Flaminio (Stadio Flaminio, Palazzetto Dello Sport), aree di altissimo potenziale (EX Caserme Guido Reni), un
patrimonio storico e architettonico diffuso su tutto il territorio (es: Quartiere Coppedè) e ben 10 Ville Storiche, valore inestimabile dal punto di
vista ambientale, storico e architettonico.
Le politiche culturali hanno attraversato una fase di profonda decadenza nell’ultimo decennio. La nostra azione politica sarà volta a rendere
fruibili gli spazi pubblici e privati in cui si produce bellezza, sapere e cultura e al recupero delle grandi opere.
Il Distretto Culturale del Municipio Roma II, voluto da noi nella consiliatura appena conclusa, è infine un’importante istituzione per una stabile
rete di rapporti con tutte le realtà culturali presenti nel territorio. Il suo scopo è la valorizzazione del patrimonio culturale, sia materiale che
immateriale, per favorirne le positive ricadute sul tessuto economico esistente.
LE NOSTRE PROPOSTE
CREARE UN NUOVO POLO DEI MUSEI E DELLA CULTURA
per collegare tra loro il sistema dei servizi culturali urbani e metropolitani presenti al Flaminio (Auditorium, MAXII, Villa Giulia, GNAM e Guido Reni).
AVVIARE UNA COLLABORAZIONE CON TEATRI E CINEMA PER PROGETTI DIDATTICI
finanziati dalle istituzioni allo scopo di scongiurarne la chiusura, coinvolgendo scuole di ogni ordine e grado e gli atenei.
UN PATTO LOCALE PER LA LETTURA
coinvolgendo biblioteche e altri soggetti pubblici, a partire dalle scuole, soggetti privati operanti sul territorio interessati alla promozione dell’uso del libro.
CREARE NUOVI SPAZI MUSEALI
dove allestire esposizioni permanenti per dare visibilità alle tante opere d’arte oggi chiuse nei depositi dei musei-
PROMUOVERE LA FRUIZIONE DEI MUSEI ABBATTENDO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE E INTENSIFICANDO I RAPPORTI CON SCUOLE E UNIVERSITÀ

29
9.8 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: CULTURA
PROMUOVERE IL SETTORE DELL’AUDIOVISIVO
• Recupero di spazi come le sale parrocchiali o vecchi cinema abbandonati e in disuso
• Istituire ulteriori nuove aree cinematografiche all’aperto
INCENTIVARE LA MUSICA E GLI SPETTACOLI DAL VIVO
• Creazione di un portale per la gestione delle aree musicali
• Ampliare ulteriormente l’offerta di festival e stagioni legate alle varie arti performative, come il teatro e la letteratura, nelle piazze e parchi del Municipio
VALORIZZARE L’ATTUALE PATRIMONIO MUSEALE
• Supporti di cartellonistica e di comunicazione dei percorsi guidati alla scoperta dei musei del nostro territorio
• Avviare una collaborazione con i musei del territorio perché diventino anche centri di propulsione artistica e di crescita di nuovi talenti
PROMUOVERE LA STREET ART E LE FORME DI ARTE PUBBLICA
attraverso una programmazione condivisa con le realtà del territorio e che tenga conto del patrimonio artistico internazionale
REALIZZARE UNA CASA DELLA FOTOGRAFIA
dove organizzare mostre, laboratori didattici con le scuole, corsi di formazione, eventi che promuovano la conoscenza del territorio
RECUPERARE IL GRANDE VALORE STORICO E DI MEMORIA DEL VERANO
affinché diventi un luogo frequentato dai cittadini, dalle scuole e dai turisti
CONTINUARE LA SALVAGUARDIA DELLA NOSTRA MEMORIA STORICA
• Ultimare in un’aiuola a piazza Gimma la realizzazione di un’opera dedicata alle 4 donne gappiste partigiane romane (Carla Capponi, Lucia Ottobrini, Marisa
Musu, Maria Teresa Regard)
• Realizzare in un un’area antistante la Stazione Tiburtina, un luogo per onorare la memoria delle 1006 vittime ebree del “Sabato nero”
• Realizzare, insieme al Il Civico Giusto, il primo Civico al Museo di Zoologia in ricordo di coloro che salvarono dai nazifascisti altri cittadini nascondendoli

30
9.9 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: LE POLITICHE PER LO SPORT
Il Municipio II è ricco di strutture pubbliche e private per la pratica dell’attività sportiva: accoglie 2 grandi opere, lo Stadio Flaminio e il Palazzetto dello Sport,
oggi in stato di degrado e non utilizzate. La promozione dello sport, e in particolare la sua pratica all’aria aperta, è stata una priorità delle azioni politiche di
questa consiliatura, forti dell’estensiva presenza di aree verdi nel nostro territorio. In quasi tutti i quartieri (Trieste, Flaminio, San Lorenzo, Nomentano)
abbiamo realizzato o riqualificato molti spazi sportivi, play-ground, campi di basket, di pallavolo e stretto accordi con enti e società sportive per la fruizione
degli spazi da parte dei ragazzi della scuola.
Abbiamo organizzato eventi di promozione dello sport all’aria aperta con le federazioni sportive di Calcio, Rugby, Rotellisti, Hockey, Pugilato per la
commemorazionedel 60 esimo anniversario delle Olimpiadi di Roma. Crediamo nell’importanza della pratica sportiva come strumento centrale per la nostra
salute psico-fisica, oltre che a strumento di socializzazione e formazione nella crescita.

LE NOSTRE PROPOSTE
COLLABORARE CON IL COMUNE PER LA RIAPERTURA A UTILIZZO PUBBLICO DEL FLAMINIO E DEL PALAZZETTO DELLO SPORT
i due impianti sportivi più importanti della città di Roma.
APRIRE UNA TRATTATIVA CON INPS PER LA VALORIZZAZIONE DI IMPORTANTI PORZIONI DELL'AREA DI PIAZZA MANCINI EX AXEL PISTA DEL GHIACCIO
APERTURA DEFINITIVA DEI DUE IMPIANTI COMUNALI
• Palestra di Largo Guido Mazzoni
• Centro Sportivo di via Como con piscina, campi da tennis, club house e area verde pubblica
RISISTEMAZIONE DEI PLAYGROUND DI VILLA MERCEDE E VILLA BALESTRA
PALESTRE ALL'APERTO IN TUTTE LE VILLE STORICHE DEL NOSTRO TERRITORIO IN COLLABORAZIONE CON IL DIPARTIMENTO SPORT DI ROMA CAPITALE

31
9.10 IL PROGRAMMA DEL MUNICIPIO II: SICUREZZA E MOVIDA
La nostra azione politica sarà volta a tutelare i residenti e allo stesso tempo garantire opportunità di cultura e di lavoro per giovani.
Raccogliamo positivamente la proposta di individuare una figura istituzionale come quella del Sindaco della Notte lanciata dal Roberto Gualtieri e
sperimentata positivamente in altre capitali europee. Riteniamo che la sua azione debba :

GARANTIRE UN CONTROLLO COSTANTE DEL TERRITORIO DA PARTE DELLA POLIZIA LOCALE E DELLE FORZE DELL’ORDINE

INASPRIRE LE SANZIONI FINO ALLA REVOCA/SOSPENSIONE DELLA LICENZA DI SOMMINISTRAZIONE IN CASO DI REITERAZIONE
(orari di chiusura e limitazioni relative alla vendita di alcolici, decibel, osp)

PROMUOVERE TAVOLI DI CONFRONTO TERRITORIALI ALLA PRESENZA DI STUDENTI, COMMERCIANTI E COMITATI DI QUARTIERE
con l’obiettivo di attenuare i conflitti, individuare proposte e attuare progetti condivisi

ATTIVARE UNA MODALITÀ DIRETTA PER LE SEGNALAZIONI DI COMPORTAMENTI CONTRAVVENENTI ALLE NORMATIVE VIGENTI

AMPLIARE IN MANIERA DIFFUSA LE INIZIATIVE CULTURALI IN CITTÀ

PROMUOVERE COLLABORAZIONI CON GLI ISTITUTI CHE SI OCCUPANO DI DIPENDENZE (alcool e droghe)

32
Comitato per Roberto Gualtieri Sindaco di Roma
Via di Portonaccio 23b, 00159 Roma

33