Sei sulla pagina 1di 2

LA CISTITE, UN DISTURBO ‘MOLTO FEMMINILE’

La cistite è un problema largamente diffuso all’interno della popolazione femminile. Si tratta di un


disturbo fastidioso – e spesso doloroso – che può essere affrontato, o anche semplicemente
prevenuto, grazie ai rimedi naturali.

Le cause : La cistite è un’infiammazione molto dolorosa che coinvolge la parte interna della
vescica. La causa è da imputarsi all’azione del batterio Escherichia coli. Vi sono tuttavia fattori che
possono favorire la cistite, quali
lo stress che causa abbassamento delle difese immunitarie.
la stitichezza
errori nell’igiene
la gravidanza e la menopausa, che possono aumentare il rischio di contrarre questo disturbo.

Il sovrappeso e il diabete sono fattori di rischio importanti, come anche una dieta ricca di proteine,
poche vitamine (in particolare la B6) e pochi sali minerali. Questo tende a deprimere il sistema
immunitario e a indebolire le mucose aumentando la probabilità di infezioni.

I sintomi della cistite


intenso bruciore
bisogno impellente di urinare
dolore
sensazione di pesantezza al basso ventre
a volte febbre.

Rimedi naturali per curarla

Le piante medicinali rappresentano una valida soluzione per ridurre la frequenza delle
infiammazioni e contrastare dolore e bruciori.

L’estratto di semi di pompelmo è un potente rimedio utile per la prevenzione e il trattamento delle
cistiti. Agisce in tempi brevi e dunque è ottimo soprattutto quando dolore e bruciore sono intensi. La
dose consigliata è di una capsula, oppure 5 gocce di estratto glicerico puro, dopo ogni pasto.

L’olio essenziale di Cipresso e quello di Tea Tree rappresentano rimedi validissimi. Una goccia di
ciascuno da assumere con un cucchiaino di miele o su una zolletta di zucchero, per una settimana.
Aggiungere la medesima combinazione do Oli Essenziali alla dose di detergente intimo per l’igiene
intima quotidiana.

Il mirtillo rosso americano (Vacciniun macrocarpon), di cui si utilizzano frutti e succo, svolge un
effetto inibitorio rispetto all’adesione dei batteri sulla superficie delle mucose del tratto urinario,
indicato da solo per la prevenzione delle recidive, oppure in formulazioni composte nel trattamento
delle fasi acute della cistite.

Tra le cure naturali per favorire la diuresi troviamo:


L’uva ursina (Arctostaphylos uva-ursi), agisce grazie alla presenza di idrochinone, che assicura
un’azione antimicrobica. Assunta sotto forma di infuso ottenuto dalle foglie secche, stimola la
minzione conferendo una colorazione marrone alle urine. Sconsigliata alle gestanti, alle donne
durante l’allattamento ed a bambini sotto i 12 anni. La tisana di uva ursina, ricca di arbutina e
metilarbutina svolge una buona attività antidolorifica e antiprurito. La formula composta UVA
URSI sciolta in acqua è un rapido ed efficace sostituto.
L’echinacea, l’Erica e la Bardana sono riconosciute valide per la loro attività antisettica a livello
urinario.

I cibi da evitare
limitare il consumo di spezie, dal momento che possono favorire l’irritazione delle mucose e
dunque l’infezione. Tè, caffè, cioccolato e soprattutto le bevande alcoliche andrebbero evitate in
questa fase, come anche cibi fritti, formaggi stagionati e alimenti grassi.

È indispensabile assumere parecchi liquidi: bere tanta acqua ovviamente porta ad urinare più
spesso, facilitando l’eliminazione dei batteri presenti lungo il tratto urinario. Evitare indumenti
attillati, o di tessuti sintetici, e soprattutto evitate di trattenere l’urina : una vescica piena comporta
un maggiore ristagno delle urine, favorendo l’infezione.