Sei sulla pagina 1di 122

-_-----

-------

I NOSTRI
Extraterrestri. Esseri di altri pianeti, di altri mondi. Healta 0 fantasia? Scienza 0 fantascienza? In altre parole esistono 0 no? E' una domanda che I'uomo terrestre si e posto da sempre; ed alia quale da sempre non ha voluto - 0 potuto, 0 saputo dare risposta . .Tra un {( si » ed un « no » ha sempre optato per il « no». Rifiutando in coscienza un qualcosa che, magari nelI'inconscio, sa di non poter escludere. Anzi, forse proprio per questo, in questo libro l'eslstenza degli extraterrestri non solo non e messa in dubbio, ma e sostenuta e ribadita. Sono infatti gli stessi extraterrestri che parlano. E 10 fanno in prima persona, con tanto di firma e di data. ei dicono chi sono. Ci spiegano chi siamo. Cl rimproverano i nostri errori. Ci richiamano ai nostri doveri. 5i interessano ai nostri probleml, Un intervento concreto, nella nostra vita, di esseri cui si pensa come ad astratti protagonisti di una letteratura che li raffigura quasi sempre in vesti ostili all'umanlta, E che qui invece Ii trova censor] severi, SI, del nostrl costumi: rna anche premurosi fautori di un benessere spirituale 'che l'uomo deve scoprire - anzi riscoprire - da solo. Non uno studioso, non un « ufologo », rion uno scienziato, non un tecnico spaziale e il loro interprete. M,.auna normale, modesta, semplice, tranquilla casalinga.

GROSSO UGO SARTORIO


-

I GERMANA

PROVE CONCRETE DELLA LORO ESISTENZA ATTRAVERSO CONT ATTI PERIODICI CON GERMANA GROSSO ~3

U
~
~i

1.4000

(3774)

8 z!

COllANA MONDI SCONOSCIUTI

GERMANA

GROSSO

Nata a Torino nel 1923. Frequentate Ie scuole commerciali, ha condotto una vita semplice, che l'ha costretta a molte dure prove. Nel 1957, uscendo da una malattia morale e fisica, ha incominciato a ricevere telepaticamente rnessaggi spirituali da un Maestro Tibetano. Nel 1960, dopo un intenso • rodaqqio > di meditazioni, venne messa in • contatto telepatico • con abitanti di altri mondi. Da essi ricevette numerosi messaggi, fiabe, racconti, novelle, tramite i quali i suoi • amici axtraterrestri > Ie dettero la meravigliosa certezza di servire come « piccola pedina • per un pill profondo e generale contatto con l'urnanita. Da que I momento il suo spirito e la sua vita rimasero a disposizione di quel modo di vivere in dimensione cosmica, e la sua telepatia si affinb sernpre di pill. Dipinge anche quadri che Ie vengono • prolettati » telepaticamente. Ma nello stesso tempo conduce una vita dedita a cose semplici, in conformita con iI suo carattere schivo e modesto. Ha una figlia, che ama molto: e una madre che Ie e vlclna sostenendola in tutti i modi e che con lei vive spiritual mente I'esperienza cosmica. Cermana Grosso riceve quasi tutti i giorni « messaggi • informativi 0 spirituali; ma non per questo si ritiene un essere diverso dagli altri. Ama molto la Natura e gli animali. Vuole bene all'urnanita intera. E ai suoi amici extraterrestri. UGO SARTORIO Torino, del '31, giornalista profession ista dall'aprile 1964 (in precedenza, dal 1957, pubblicistal. attualmente capo servizio all'Agenzia ANSA, della quale e responsabile della redazione Piemonte-Valle d'Aosta. Inviato per I'ANSA a numerose manifestazioni (soprattutto sportive) in Italia e all'estero. Corrispondente da Torino di alcuni quotidiani nazionali. Autore di due volumi (Scienze Naturali) della Enciclopedia • Le Nove Muse·, edita dalla SAlE (Torino). Appassionato e autodidatta ._ di botanica e, pill in generale, di tutto quanto interessa Ie Scienze Naturali. Per radlcata convinzione personale, ha sernpre :sostenuto la propria persuasione dell'esistenza di mondi abltati da esseri evoluti, al di la del nostro Sistema Solare, gia molto tempo prima di incontrare Germana Grosso, conosciuta in occasione di una interviSt8, dalla quale trasse spunto per un

MONDI SCONOSCIUTI
38

........~----~--~
GERMANA GROSSO UGO SARTORIO

I NOSTRI AMICI

TERRESTRI
"

EXTRA

Editrice MEB 1977 by Casa _ _ 10126 Torino .'. C Corso Dante, /:3 dri rafuuuranti a sinistra di chi guarda, Due qua b '1 . nte da Germana In copertina: Ahurix dipinti te epatlcame destra, Ithacar e, a Grosso Stampa: Rosad a Torino

-....--------~L'umanita terrestre ha origme spaziale - Genti di altri pianeti vivono fra noi - 11 Cristo Cosmico - L'uomo nello spazio - Preannunciaio quattro mesi prima l' attentato a [obn Kennedy

.......------~--------~PRESENTAZIONE

....~

...

Non so usare termini sofisiicati. E accorgendomi alle volte che mancano vocaboli adatti ad esprimere quellothe desidero dire) posso solo, semplicementeJ adattare quello che viene dal mio prolondo sentire e dalla sempre presente coscienza di essere una persona comune alta quale staia data e sollecitata una « [acolta », La « [acolta » che mi stata data e sollecitaia la « telepatia ». Can questa sono entraia in collegamento, a contatto che dir si uoglia, can abitanti di altri mondi. E semplicemente meraviglioso pater riceuere «telepaticamente» da Loro! Sana anni e anni che ricevo messaggi e dipingo, sempre satta « telepatia ») e mi sono resa canto in tutto questa tempo che io sono semplicemente un mezzo per questi Esseri per diffondere la Verite! della 1.01'0 esistenza. Come me) ci sono molte altre persane che riceuono «telepaticamente ») c altre ancora cbe li incontrano personalmente. Io ho il mio e settore ». In principia la mia « telepatia » era ancora da suiluppare, e quindi ho douuto fare come una set/ala graduate anchc mentale e spirituale; COSt) a poco a poco) continuando quasi tutti i giorni a ricevere da Lora, sana entrata in una dioersa angolazione mentale. 1l mio orizzonte si am. pliato, ho compreso quanta grande sia l'Uniterso Cosmico can tutti i suoi infiniti mondi abitati. La mia vita ha assunto ben

altro significato, e ho compreso che ero una piccola pedina nell'ambito di un Grande Disegno ben definito, sempre pero in trasformazione come la Creazione tutta. Ricevendo questi messaggi, che scrivo direttamente a macchina, ho avuto la possibilita di auere iniormazioni su molti fatti che sarebbero accaduti all'umanita terrestre. Loro, infatti, hanno la possibilita di « capture » dalla mente delle persone quello che esse hanno in mente di uoler fare. Mi hanna pero chiarito che i fatti enunciati possono anche non accadere, percbe Ie persone possono mutate pensiero per qualche ragione; ed percib che Loro non danno mai date precise di avvenimenti. Loro posseggono apparecchi sensihilissimi che «captano » le Onde Negative per scol1volgimenti terrestri di qualunque settore, dai cambiamenti di clima a terremoti ed altre catastroji naturali 0 provocate dall'uomo terrestre. Per me, entrare in questa dimensione cosmica, anraoerso questa «[acolta » telepatica, stata una cosa semplice, e per questa non mi sento afJatto importante ne tanto meno voglio

esserlo. Ricevo i messaggi che trascrivo [edelmente, parola per parola, non aggiungendo mai nulla eli mio; e poi, come potrei [arlo, in piena coscienza ed onesta? Non ho mai obbligato nessuno a credere; pero - messaggio dopo messaggio (alludo a quelli « informativi ») - moltissime cose, per non dire tutte, si sono -egolarmen:« auuerate, coloro a cui aueuo permesso di leggerli si sana resi canto e hanna incominciato a riflettere; e si formata a poco a poco, nella piccola cercbia dei miei amici, la conuinzione cbe Lora sana davvero Esseri Superiori, e molto molto euoluti. Attrauerso la mia persona, Loro soolgono come un' attivita di smisiamento e di studio; casa mia, iniatti, da Lora denominate «Centro 7 », Ora che la mia « telepatia » dioentata pii: selettiva, posso comunicare con Lora in maniera « riceoente » e « trasmittente », Quando al mattino svolgo i mid soliti lauori di casa sono quasi sempre in colleganzento «telepatieo », e cOSt [accio dei lunghissimi colloqui. Sono molto cari e simpatici, e soprattutto hanno nei con[ronti di not terrestri sentimentl di Amore infinito e di Fratel-

Lanza meravigliosa. Al pomeri . , s~ggi,. per me una cosa indes~:::;bire~a~do ~~rl,vo questi mestitudine di essere stata sc It ' . e [elicita, dolcezza, graquesta mia «[acolta » si eafjia per questod~ompito. Ora poi cbe . na sempre 1 pii; . - sta pure appena per una / . d.' . ttl, rtesco a vedere Loro desiderano farmi ve'dererazzone t secondo - quello che : come e dove ' stono, come sono [aiti . I . di otoono, come ue'. 1 oro mezzi 1 vol . ,. a, come b asz sta , nei lora mondi ' sta qUI su II a Terra 0 so no le . loro 1 messaggz « informativi» oss ' . __uan60 rzcevo «telepatia visiva» dei fuo h~~/arn:t p~rtecipe, sempre con fa persino Ie voci delle person! de/ l~~~O~1 danno notizia, e ado Se questa « [acolia » telepati , Lora in me, c' una ragicne e _st~ta ta;zto. sviluppata da certa, Per me rimane la soddis! .: t: to san,;;o, ne sono seruire Lora per que! ti azto,ne (1 essere Lora amica e edotta della Lora esist:~alV~ p;e~l~o per .cui i ,banno resa ~aggi si sana accumulati in 'ear;ell~tt quests anni, zn cui meszn profonde meditazioni molte cose eA~f ml~"men~e ha vagliato un po' autocritica. ma tioi . e vo ie m! sento ancora sono le persone ch'e P_Ot, quandzo Ieggo sui giornali che molte « rtceuono te epati d me), ache Essi si [anno vedere can i lcamente.», a Lora come [atti accadono proprio tali e . lora ""?" di vola; 0 che i allora tutto si rinnouella ] quali come mt S0110stati dettati, quello che riceuo e ;he me '. ":". posso non aver [ede in 10 soffro malta it c~ldoor: mz tntnano « telepaticamente ». sento stanca e «az·u' di c 'd quandozZszamo in plena estate mi _ <> ' or a»· e a 0 d L?ro mi concedono un periodo) di ", ra c~te:o una pausa, e gzorno, sento come se m' Z rtposo. 1ero, dopo qualche riprendo allora con Letizia z m~nca.sse to scopo della vita e

a;%

i~ro

n:

1'

.:/

'"

'/"

"""

anno dopa anno, in uest du ", anche mia, io vivo letteralmen; - a LzmenslOne ?rmat dioentata per giorno, quasi respirando / c:zni or:; telepaticamente giorno Loro, Eppure trascorro n 01'1nament tan 0 con '.il mzo eucre can .tP p ." , quello che occorre [are to te {Lmtez gtorni, [accio tuito '. ! sr n una casa a mi " '" plena sintonin con l'U . , , ~. , a mend e peru zn . ntVtrSO con quests di bi . d mini e donne che banno ci 'It', I mon t a ttatz a uoL . tuz a mo to eoolute a mta « jacolta » telepatica seru I' ben cbiaro: far sapere dell L ' e a .oro per uno scopo " a oro cststenza, oltre che del Loro
COSt,

a scrzvere.

. . di vola della necessita di momodo. di vivere, dezdf~:~r;:~~tatti pe:sonali. Io, rireto, son? strarsz. a persod~ e. uesto grande scacchiere in cut Loro agzuna piccola pe rna t.n q di Fratellanza scono per "" fine z Amore .e c' e proprio tutto quello cbe Forse in questz messaggt bber . ma sono sicura cbe he altri uorre ero sapere, ., d vorrei sapere: c 'd 1 ssibilita di entrare ancor ptu ~ . col tempo mt uerra ata a po . . del Loro modo di aglre. dentro nell' ambito dei. Lodro penS!erl e ra Loro non vogliono, 0 . Non sta a me f (Ire do man e a CUlper 0ltri dotati meglio dit me, . d non possono, dare rlspo~tad"Forse, a:no la possibilita di fare e capaci di agire su bast ~vers~, ar altre cose. Sono certa ch e pC~~~oriceoere in questi messaggi: ll A me basta que 0 c e. t a mente puo gia raccogliere 1. ' f ando la mta s ess 1 percne orzare, qu" d P . Cosmicbe » con la « te epaqueste prezlose «On e enstero tia » che Loro mi l~anno data? l mia stessa sensazlone Vorrei che tutti potesser_o prodvarLe a E una comunicazione riceoo . di gran d e d 0lando qua cezza .~ .a p oro. quella di CUt l' umaoprio di Amore e di Fratellanbz~ Im~e;sdi :ui va cercando ['id.eale in nilel ierrestre avrebbe .lsogn dicono Loro nei messaggt. . ., Clift rome l L quests tempt COS! os , ~f' d plice schietta e sincera, oro 10 credo che con ianta te e ;.em 1 'a che muti radicalmente possano di riflesso portare auantt qua cos. .

INTRODUZIONE

If>

e posztwamente a sor e e f de i i: percio pensiamo a Lora Loro ci aman,o ~ banno ~ ~ t~nda~o alle nostre aspett~tive, can Amore, e cbissa che Ess~ ,:zsp olo aver fede e pazienza. come banno sempre fatto .. tso~na s Lora percbe questo e it To intanto laooro e lauorero .per mio'compito, che assoluo con gioza serena.
J

. .,

t d 1 mondo

ierrestre,

GERMANA

GROSSO

Sono il primo a rendermi conto che trattare e sviluppare un argomento come quello delle comunicazioni telepatiche cosa difficile e delicata; e che diventa difficilissima e delicatissima quando tali comunicazioni interessano esseri extraterrestri, Cosa difficile, perche la telepatia un fenomeno tuttora controverso, oggetto di studi che non hanno trovaro risposte decisive e definitive ne in un senso, ne nell'altro. Non c'e un « Sl », non c'e un «no »; COS1 come, del resto, non c'e alcunche di assolutamente, positivamente definite nei diversi campi degIi altri fenomeni paranormali. Personalmente, sana fermamente convinto che le profondita delle facolta cerebrali urnane siano a tutt'oggi ben lungi dall'essere individuate; che la ricerca in questo campo si trovi tuttora in una fase ancor menu che prelim inare nonostante il vasto schietamento di studiosi che vi si dedica ed i risultati sin qui acquisiti; e che - per fare un paragone banale - Ie nostre conoscenze in proposito stiano, oggi, all' incirca al medesimo punto in cui erano le esplorazioni di Colombo nel momento in cui salpava Ie an core da Palos. Probabilmente, noi conosciamo, delle effettive facolra del cervello umano, ancor meno di quanto si conosca delle pili abissali profondita marine, o del pili riposto angolo della foresta Amazzonica. «Le ricerche degli ultirni 50 anni condotte da pensatori forse non molto conosciuti, ma lungimiranti, hanno dirnostrato

10

11

----~-

----_--~~--

..........-----

...................

~1II!!i!III!1!!1!!II!!!~

'I _. potenziale creativo che la che nella mente umana e atente un _ 1 Al di la co, t' norato da sempre» , , Scienza ha pratlCamhn e 19 r le convinzioni personal1 munque, di queUe c ~ possono ~stseneoaffermazioni di studiosi , f me 10 sonG eS1S0 _ 1 di un pro ano co " l' t rcsllntllOsO sottova utare t meno arnscrlla 0 0 p -. " h cesare bb e quan Ok di del Dipartimento di PS1CO, . H J Eysenc irettore , ' o smuunre. ., '_ { di L d ha affermato - 111 tlsposta logia a1 Mandsley Hosp~ta 1 on ra:h non esista una cospiraad accuse di frode - c e « a meno c e na trentina se non pili zione gigantesca c?m~re~1dente ,aImen u e centinaia di eminenti di Istiruti Unive:s1tan di rutto 11 monI,o~ica conc1usione che un U scicnziati in og111campo del sap,ere, r 1'to aUa validita 0 meno puo rrarre 111 me osserv~tore cst~rn.0 ~'. h si ossano captare conoscenze appar: della ncerca psichica. ? c e d P do esterno tramite canali tenenti ad altre menti 0 a un mon Uri Geller ha dato , ' a11 Scier » 'I D'a ltra patte, capace di fare con Ia ienza sconoscruti a h l' ' , b'I' di que c e uomo e prove mattacca 1 1 -he «possiamo» fare cose forza del pensiero- NOl sapplamo c fI 'b'l' M sapplamo « come» ar e, . inconccj» 1 1. a non 1 / . , orne sempre qua ndo C1'troviamo dl Cosa d_ chcat_a, perc ae - c ibili l'nesnlicabili _ siamo natu~ , f ronte a f enom~ ni poco access!a 11 e ,d rifiutarli. Siamo istinuvamente ralmente portati a negarh e 'd1' malafede piuttosto 'J dit ' il nostro pross1mo , portati a - accre 1 are, d' f te a cose pauro. bed '1liqualvolta C1metre 1 ron. . che 01 uona Ie e, og _ di ner L nostra cornprensamente ignote e, paurofsamdente gr1an~t~eprot~ati ad avallare 10 , " 1" _ Slone SPICClO Slama on aments me "non 51 ve dev plUte oi di hi ' che 11 rrucco c e ma , scetticismo 1 ell sostiene 'bTt' he cia che si vede non tosto che ad accogliere la poss~ 11 lac rtati a destituire di ~. ~c , <:':';~mo ~ostanzta mente po . nascon d a rru ... C, mano Non "1 i puo toccare con . ogni fondamento C10 c Je non ~he Ja . sicologia umana e quella Dossiamo farcene una colpa, per ? talmente l'uomo ", " 1 a: he tal volta aVV1Cltla men chc e; una PSICO ogia c , . . do e in pericolo nascou21110 struzzo i1 quale -- CO~l ~~_ dice d~ln ericoio. Ma per non vede la testa. Non cerro per lS1par~, P _ il quale pure era un derlo, D'altra parte, anche an ommaso

1..

C'.,

vW_.

ci

Santo, e come tale Illuminate - non volle credere, sino ache non « rocco con mana », in una cosa che era pili grande eli Lui e della sua Santita. Ritengo pero di partire, nella valutazione dell'argomento, da una posizione di vantaggio. In primo Iuogo, perche faccio parte di quella categoria di persone - non so fino ache punta esigua che si guarda bene dal negate il manifestarsi di un fenomeno soltanto perche non ne ha conoscenza diretta, 10 non parto dal presupposto che un imputato sia colpevole, e che per essere assolto egU debba dimostrare la propria innocenza, Mi muovo, anzi, daI presupposto contrario: posso convincermi di poter non credere in qualcuno 0 in qualcosa soltanto a patto di aver dimostrata che que] qualcuno lUl torte, G che quel qualcosa e {also. Dimostrato con i fatti, non con Ie parole, ' In secondo luogo, perche conosco Cermana Grosso, e soprattutto perche ho avuto la possibilita di esaminare tutto il matedale - migliaia di cartelle dattiloscritte e decine di quadri - che ha scritto e dipinto sotto diretta ispirazione telepatica in quasi vent'anni. Una parte del quale materiale verra proposto all'attenzione dei lettori COS1 come stato « ricevuto », senza alcuna varianre che possa alterarne I'originalita e quindi Ia genuinita. Non tutto, certo, perche non basterebbero died volumi a raecogliere integralmentc le « confidenze » di quelli che abbiamo voluto definire « i nostri amici extraterrestri ». E senza varianti, nonostante le non poche impropricta di linguaggio - del nostro linguaggio, beninteso - che vi affiorano, dovute in parte al fatto che non sempre gli interlocutori d'oltre atmosfera sono in grado di collimare Ie terrninologie della Ioro lingua con quelle della nostra: ed in parte a1 fatto che Germana Grosso non pas" sicde personali conosccnze di certi specifici argomenti -_. vuoi scientifici, vuoi filosofici, vuoi spirituali - tanto approfondite da consentirle di « aiutare » i SUO! interlocutori nella ricerca della parol a giusta e della [rase giusta.

Edgar D. Mitchell, «Esplorazioni no 1975.

psichic h e

111

USA », MEB, Tori·

Chi e Gel'mana Grosso? Nel1'autoritratto di se stessa esposto nelle pagine precedenti sono raccolte soltanto poche, ingenue, felid espressioni ed impressioni strettamente attinenti aUa sua 13

12

_-

I.

qualita e capacita di « corrispondente » di esseri di altri mondi. Germana Grosso « una gentile e mite creatura, esemplare, si direbbe, della buona borghesia, lontana da ogni eccentricits e coi piedi ben piantati sulla terra ». E una immagine che Dino Buzzati 1 offrl di lei ai suoi lettori quando, nel 1965, Germana Grosso usc! per la prima volta dall'anonimato per annunciare, molto timidamente, i suoi contatti mentali con interlocutori extraterrestri. Ne usci, e ne rientro Immediatamente, di fronte all'ondata di scetticismo, di incredulita, di ironia, di derisione

che si riverso su di lei. Come scrisse Buzzati, Germana Grosso e una donna assolutamente normale, di mezza eta, di media statura, di temperamento quieto, psicologicamente e fisicamente comune, una casalinga come ce ne sono milioni, ovunque. La sola differenza che la distingue da una qualsiasi donna di casa sta nella sua capacita dattilografica, aflinata da anni di esercizio. Ha trascorso tutta la prima parte della sua vita con i genitori, aiutandoli sin da bambina nella loro attivita lavorativa di confezionc di pelliece; attivita che le lasciava ben poco tempo alIa scuola ed aHo studio. «Non ho mai [atto studi scientifici, 0 classici, ne seguito corsi artistici. Mi ritengo una persona come tante; ho un carattere piuttosto chiuso, da sernpre, forse anche in conseguenza delle traversie che hanno accompagnato per lunghi anni la mia vita raramente felice, No, non ho sollecitato io i contatti con Loro, Anzi, prima, non sapevo niente di queste cosc, nemmeno credevo che [ossero possibili, Ero comp]etamente all'oscuro della possibiHta di legami te1epatici non solo con esseri extraterrestri, rna addirittura con persone del nostro manda ». Com'e successo la prima volta? « Era un pomeriggia, 10 ricordo bene, stavo riposandomi in salotto e leggevo un libra. No, non un libro chc trattasse argomend legati alla telepatia; un semplice romanzo. Ho sentito all'improvviso come se qualcuno mi dicesse: prendi una matita, e scrivi. Un impulso mentale. Non rni sono spaventata, mi sono
1

semplicemente guardata intorn hi d d . capitando Sapevo che Ii 0, c Ie en onu cosa mi stesse . con me non e'er H a d un fenomeno di autosu zesti . a nessuno. 0 pensato preso nessuna marita e no~gh on.~, e, ~aturalmente, non ho '.. ,. .. 0 scntto mente» ' • E, P 01r «Poi, qualche giorno dopo h . . impulso, 1a stessa voce' ' , 0 sentito di nuovo 10 stesso stato pili forte di me i,./mmatedJale ma presente. Ed allora matita, e mi sono mcs~a a1 sO.no etta: perch~ ~o? Ho preso Ia ciardo da Siena, uno spiri~~~I~~i~~ E~ano verst 111 ~lma. Di Guicandata in trance in vita mi; Co~i 0, non ~ro. 111 trance; mai dermi ben conto, all'inizio' dpIl' , ,COmltlClato, senza renstraordinaria che mi stav '. d: e ettrva natura della co.sa .,. a succe endo Ho C • • • pm tardi quando si e' m . ' ommcrato a caoirlo .' .esso ltl contatt t leoati ~ mio Maestro Tibetano 1'1 S'. d . o. e ~patICo con me il .. ' «Ignore el VentI D lui h nunctato ad avere messaggi I .. . ». a Ul 0 cozioni », c ie mr nnponevano delle medita-

J10

Che ,genere di meditazioni? « SUl nurneri, sulle flo-ute ' in modo che il mio spiritt ?eometric her sui colori, e su altro ' e, SUl . 1 0 arrivasse ad ff 1 progressrvamente le dl·. 1 ' a errare, entamente ma . ., verse ango azioni d 11 ' .' e e cose. O rm.al, non avrei rinunciato per mente a1 mondo " cosmiche, c 1 g~mc, a questo qualcosa che restit ' a questo evita, che mi dava di volt. - urva un. se?so nuovo alla mia cissime come d' 1 a 1tl volta senSaZ10111 eravigliose m doI,di me ». un qua cosa c e ed' a un tempo fuori di me e h dentro ra Soltanto nel 1960 il « Signore d ' V' , Grosso suflicientemente dd er enti » ritenne Germana . «a estrata » per p t ' tatto con altre menti pr f d oter entrare 1fl con" ' 0 on amente evolut 1 • . "~ e ca ,una cspcnenza d 1 sccoli, di millenni eli attivita tele I Maestri Tibetan; J" patica. Mentl extraterrestri "1 ,... , -. .« istrurtore >' di Gel' ,. G ' e 1 solo che lassu nell 1 .. ','" .. mana -rosso non dotato di c1evatissil11e de t~e va~g~ ,a1tltUd1111 dellHimalaya, sia o J percettivc extr . li M sta non e una novita: sono in rnolti .. a-sensoria 1. queO!l a. saper~o e ad averloa afler~llato _ sono specifi~a~ente ;n 1 quali sono in contatto men>ta~atlCatl dagli cx!ra!errestri, con Terra chi in grado di r .e. d a sempre, di ncercare suI.Ia ecepire I or ichi 'd' l mend altrui ed individu r . . 11 _o tl~ iarru; 1 esplorarele a e que e ricetttve.

«La signora ch'e stata sulla Luna », da «Cronache terrcstri », Mon-

dadori. Milano 1972.

14

« C'e voluto un bel po' perche la mia percettivita Iosse sufficiente a sintonizzarsi con altri. A tutt'oggi, malgrado quasi vent'anni di esercizio, mi ritengo una principiante, a quasi. Ithacar stato il mio primo interlocutore e amico. extraspaziale. Poi tanti altri ne sono venuti, e altri ne verranno ancora. E intanto, le mie facolta telepatiche si affinano ». Cosa succede quando arriva una « chiamata »? « E come se squillasse i1 campanello di un telex. Ma quando si risponde sono partecipi non soltanto i sensi, rna anche il euore e 10 spirito, cosa ovvia del resto perche noi non siamo macchine, non siamo congegni meccanici, rna siamo esseri viventi, can i nostri sentimenti e soprattutto con il nostro spirito ». Le Iacolta di Germana Grosso si son tanto affinate, con IJ tempo e can l'esercizio, da metterla in condizione di entrare in contatto con i suoi interlocutori non soltanto per via « audio» (rnentale, beninteso), rna - per sfruttare ancora i1 paragone televisivo - anche per via « video », E, cioe, in grado di « vedere » chi le parla mentalmente e l'ambiente che 10 circonda. Corne succede tutto cio? « E come se si accendesse un televisore, rna con tre dimensioni; dentro, ci sono anch'io. Dura solo un attimo, rna e un attimo meraviglioso. Come spiegare la cosa? Potremmo immaginare di trovarci in una buia notte temporalesca. nell'oscurita completa rotta da un lampo che illumina tutto con la sua luce vivida. Un istante, poi tutto torna nero. Ma in quell'istante si spalanca una visione nitida su quanto ci circonda. Ecco, succede cosi; e nella breve frazione di tempo in cui dura que11ampo, io vedo cio che circonda chi mi sta « parlando ». E poiche in quel « video» ci sono anch'io, cio che « mi » circonda. In quel momento splendido ho la sensazione di essere una di Loro, di far parte della Loro dimensione, del Loro mondo: di vivere la Loro vita non soltanto mentale, rna anche materiale. Non vorrei che la mia espressione fosse male interpretata, non vorrei essere fraintesa, ma per me c quello un momenta di estasi. No, non e una parola troppo grossa. Le estasi sono Ienomeni spirituali di immersione nella Forza Divina Cosmica. Non voglio darmi alcuna importanza, ma una cosa che vorrei davvero, sinceramente, provassero tutti. Perche e una sensazione che da un

senso, un valore aIla vita Baster bb 11 . e.e que a sensazione per fat 01' essere vissuta ». .. tre a scnvere sotto dettatura tel . d.1pl11_?e sotto dettatura te1epatica S '6at1ca, Germ~na Grosso Sl puo fare un disegno un u d . ~~ ra jin paradosso: come n « Oh, e semplice. i!, co~e aser~,11 I~magine, sot~o dettatura? tate delle diapositive in . e a m~a mente venrssero proiet. sene successlv' d 11 . connene un particoIare in pii Ie, ciascuna e e quali . u rispetto ala pr d E' se 10 vedessi una successione di «lu idi '1 e~e ente. come solo un particolare del fut d CI 1 »: ~ pnmo dei quali ha uro qua ro: pOL il . posto a1 precedente ha il desi ' . successivo, sovrappoi il terzo: poi n q'uarto: erne ~Sl1~O fipart1colare ed un secondo; , , , COS1 VIa no 11" • E un procedimento lunzo talvolt h . a. Immag1l1e completa. e" .. a .. 0 l!nbleo-g"" _6~ ~~'-~b «uu, pC'- LUlll' pI Ct are un qua d1'0 ».
sl che una vita sia degna
cli' •

n~

... ~

H~

Ho ch~esto a Germana Grosso se non' I ' " sospetto di essere strurnent li e e venuto mai Jl scrivere quando vogliono ~,lzzhata da 1'« Lora », che la fanno e C10 c e vos 10no' A ssolutamente no. Mi hanna 0 "« • ." . Iibera di scegliere di continual' sempre dett_o che 10 sana pili ampia facolta di scelta 1 e? 1 s.mettere. M1 c,onscntono Ia arbitrio perche non mi '~dsciano mtatto tutto 11 mio libero d esser consr erano un rob ~ S .. a essere nostra arnica rni d" . O.L e tu connnui che utile all'umanita,' IO:\)f~~~od Cl. servi pel' u~ qualcosa adesso, invece mi sernbra di '. a a vita ho avuto Den poco; .' 1 servire a un q 1 .. co 10 piccolo per gli aItri E . b ua cosa, magan preesistenza ». ' . nu asta per essere felice della mia
C

-~r

Come ho gia accennato Ia t 1 ',' verso C'e chi ' :. e epatia e un fenomcno centro. come tpotesl la accet' "1 . 1 ., voce « telepatia» il « Grat d D" La, .c e ,c 1~ a esclude. Alla 1 UTET scrive fra t" altro: «<0 e .. I ZlOnano,EnClc1opedico » della li 1 . t=:>: ggr 1 fenorneru telen tici , . g 1 a ttl paranormali S0110 st di . 1" 1 a ci, come tuttr ' ' u ran 0 »ctnvam t .d d e ;. . en e, prescin en 0 da11 teorie metapsichichc I strati autentici si do r bbe vi Sl appogglano, Se fosscro dirno, ' vee ammcttere 1 ti di zione a distanza non spie ahile con U 1. IPO, 1 cornunicae ondulatorie delIa mate~a u ch 1~. ttudalt teotI: corpuscolari a , e vrene a alcuni 1l1terpretato
17

16

-.~~-

--.~-----..............

-------j"

come una prova e a rea '1 ~ dalla realta corp?rale? 0 m:~~~adefuure a priori «frottole» ~ Bene, perche no, Pe S' za« ufficiale ,» non si sente d~ peggio cio che la stess,a ,C1en uesti ultimi anni, e stata ormai escludere? «La ,telepahtIa: 1~, q tinati denigratori della fenomeaccettata da tutti; anc e 1 plu on f a meno di riconoscerne le non possono are ," nologia paranorma ..1 he i cosmonauti sovieuct epa:e, c questa disciplina prima l'indubbia esistenza, al puntcd)dC:l , 'mente a estratt 111 . d' vengano sIstematIca ···d zzo d'emergenza 1 comueriel md,e~( probabilmente anche dellancio, in modo ~a posse d un , e nicazione in caso di guasto e a ra 10 captati dagli a[tri ra di ttl 10er trasmettere dati che non vengano p telescoPli) » 1' ,' [iamo costringere • mcre du I' 0 1 o ne 111 N6 Germana G,ross vogi r ono Iiberissimi di non scettici a credere m cose ne e qU ~t~natamente 10ntanissimi credere: ?'alt~a part~, sdno, o~:~o ~eniva bruciato sulla p,:bi rempi m CUIun GlOr ano afIermato _ senza pot erne Iornire bEea piazza soltanto, per av~r, dell'esistenza di altri mondi le prove - la proptla eOnV1l1Z10~e il centro dell'Universo; 1 e abitati, e negato ehe la Te~ra os~ tto ad abiurare - soltanto tempi in cui un Galileo venlVdacos r e dell'epoca - Ie proglOs perch§ non conformi alle ere enze re suno oggi metre in prie teorie, la fondatezza 1(~e~le all:. l?Oestn1, qUI limito a chiedere: ' "g 11nCre(u discussione, A gI1 scett,lcl, a .,' ? Chi era in malafede? . . hI sosteneva I . vero. d b ch1 aveva raglOne: c. "A 1 I' ello di vergogna ovre1 gmd1cI? qua e IV . I 1 con d annato, 0, l' r t le vergogna Imposero ad bero oggi precipItare co oro qua 1 a

11

lta di rapporti

spirituali indipendenti

l,· t

un Gali1eo? 1'" hle di lettori che accused A quc11a parte" pe~a :ro ~~~~~La1 « 'malafedisti » per princii Germana Grosso di ln1stluca 1'(' d 10neria desidero £are . ndra bene (1 cre u , .' oio) e me, se 11n a .. '. nt'anni dal momento 111 CUI ~sservare che son passati qU,asl ve acchina i «loro» mescssa ha cominciato a .trasetlVere ad' E che da allora, ha saggi, ed a Jipingerc 1 «loro >~ ql~~et1dei suo{ mesi, dei suoi traseorso gran parte ~lellehSU\ ~lO=~nsidera una vera e propria anni, a svolgere que ace el c
1 G , T aroZZl-

'M

P Fiorentino
'

'

«Calligaris

», MEB, Torino 1975,

« missione »: recepire e conservare parole di Pace e di Amore (sono parole che ricorrono eontinuamente, inesauribilmente, nelle comunicazioni degli extraterrestri), nella speranza di poterle un giorno comunicare, di farne partecipi tutti, In un mondo com'e il nostro odierno, inquinato da odio, meschinita, conflitti d'ogni genere, Pace ed Amore sono scntimenri ehe non possono fare che bene, E soprattutto desidero ricordare che Germana Grosso non ha mal tratto alcun utile mareriale dalla sua attivita telepatica, Si sempre categoricamente opposta alle proposte - ne ha avute, e molte - di allestire «mostre» del SUO! quadri extrarerrestri dai quali, pure, avrebbe ricavaro profitd, e non piccoli (sono dipinti veramente splendidi, di gran ltmga superiori esteticamente e magari anche tecnicamente ad opere di cosiddetti artisti conclamati ed esaltati dagli esperti, ~a non sono un cririco d'arte, e rni guardo bene dall'interferire 111 un campo che non il rnio. Preferisco semplicemente affetmare che mi piacciono molto rna molto di pili di certe cose ehe ho avuto occasione di vedere esposte in questa 0 in qucl1a Galleria d'arte). Non ha mal accettato di rendere pubblico iI eont~nuto dei «n~essaggi » provenienti dalle profondita dello spaZlO (pur avendone avuto numerose richieste e interessanti ofIerte). E se 10 fa adesso, soltanto perche ne ha ottenuto 1a specifie~, ~utorjzzazione (rna forse sarebbe meglio dire la specifica richiesta) da parte degli stessi mittenti, i quali S1 dicono convinti che e ora che noi Terrestri veniamo inforrnati della loro presenza intorno a n01 e con noi (111aquanti di noi sono persuasi, rnagari solo intimamente, rnagari inconsciamente, della loro esistcnza, della lora realta; c, forse, senza volerlo ammettete nemmeno con se stessi P). E percio, ai « malafedisti », io chiedo: perche mistiiicare scnza trarre profitti dalla mistificazione? Perche costringersi per due deccnni ad una vita quasi monastica senza alcun movente eli consistenza pradca? E, eli conseguenza, mistificare chi? Un'altra parte di lettori, put non mettendo in discussione Ia buona fede di Germana Grosso, esprirnera - ne sono assolutamente convinto - i propri clubbi sull'eHettiva provenienza del messaggi, non accettandone una talc origine, rna attribuendoli piuttosto ad un fenomeno autosuggestivo. A questi lettori, io

:: ~

~ \

19

18

ran parte dei messaggu ofIro una considerazione. IOtth:~~tt~ p~rsonali. 10 ho vistohtut_tt ' h non 1sono stre a. poteva essere b a1enata . anc e It. in tutti que 111 c e 'bilita . qua dri . SC una ta e pOSSl. Germana Grosso per 1a ptlma vo a. 1 me stesso: q~ando incol~~~~rvizio giornalistico che, a J~lan1~c:~ (1 intervlstal per un nu . t vasta al punto 1 va ri~ulta ebbe una risonanza PlU~to~r~ succ~ssivamente, di Ironte ersin~ l'Oceano), 1a.acc~nto~al inter10cutori d~ ~ermana pd una incontestablle tealt.a · d di esprimersi, dl sVlluppare l aI' 'a Grosso sono mo t1."Ebbene 1 mo 0 fatto una me d eS1m, pro, '1 d'lscorso , di inquadrare unod~.tesso a se'c.onda delle, , diverse 1 ' . te rverso s ettiva, appare n:ttamen , In altre parole, tutti 1 « mesP£1rrrle» dei singoli « rnessaggi ">, d Ithacar di Masar, son~ «• d esemplo a . di 'I dl saggi » che provengro, ,al'uno a11'dltro da analogi~ 1 d,tl e, t inequivocabllmente e~a:l che _ in taluni cast - . 1 t~s 0, es ressione, di menralits, oltre io da Hitaoo di Lioaki, ne M~ tutti quelli « £1rrr:fIatt ~dFesd~~rs~ ancora, dalle une edda11~ », sana sensibilmente d1, er~nt~.:-,. ad esempio, cia Kia ur 1 ltre sono le comu111caZl0l11 11Vlatd~ rso 10 stile, oltre che I? 1 ~t01;ya, COS1com~ e. r:et~amentecol~~ee messaggi, l~ sana ,i~'pl. , dei singoli dlP111tl(che, , e n"n lmposslblle, recnica, 'r di ) Ritengo, s tad da entita spirituau l;e~:biie che Germana Grosso sta 111 almeno estremamente impro , dimenticare che non ?a aUe ne artistici) di assud 0 ed in condizione 1(non blsogn,a .r.' gra di ,',' ne SClentlllCl, di proprie spalle stu 1 c asstci, mplice fenomeno 1 autosugdi volta in volta, per.;:t~ se . mere, l't' tanto dmerentl. gestione, persona 1 a

bli

1V

'

Al di lii del fenomeno .~e~d~t~~o eute ~ccettabi1e da parte d~


bilmente risultera
.

1 .'

an~or pllu . 1 c: 'natura non terrestre degh etten e una non plCCO '" G- a intetlocutori di Gen:lan~ tOSS csteso pero ad orizzontl molto __ E i1 solito, vecchlO,~l~corso de 1i UFO, Questa non vnole piii vasti - della crediblhta 0 meno , g fologia », Molti, ed ass~l trattato d1« u , d Ul assolutamente e~se~e un ilu ato tale rema, in pr? e " illustri stUd10S1,hanno sv pp '£1 proposito, tlcordare plu 'a questo speCl co contro. Desiid era pero,
1~ Fascia di
0 0

1a

, in se

C10 C

-,

1 molto proba- . le"

che Peter Kolosimo ha documentato, in tutta una serie di volumi la presenza nei pili disparati luoghi della Terra di veicoli spa~ ziali di origine sicuramente extraterrestre in epoche arretrare di millenni rispctto ai tempi nostri, Che Franco OS501a, nel suo trattato sugli UFO \ scrive tra l'altro: «II 1600 ed i secoli che 10 scguono propongono alla nostra artenzione una casistica ufoIogica ricchissima e confortata da annotazioni a Iivello tecnico molto pili precise e complete, In questi secoli, infatti, con Ie incessanti conquiste scientifiche, e partic01armcnte can il vertiginoso progresso nell'osservazione del cielo c nella conoscenza astronomica, buona parte degli avvistamenti non avviene piu 5010 trarnite quell'osservazione pura e naturale fornita dalI'occhic urnano; rna e corroborata dagli strumenri scientifici, molto pili perfetti e potenti del nostro organo della visione »; e cita una serie di esernpi di avvistamenri che risalgono gia a1 XVIII secolo. Che John A. Keel, uno studioso che da trent'anni S1 occupa di ufologia, arnmonisce che « non sarebbe assolutamenn; scienti£1co ne tanto rneno prudente eliminate la possibilita che alcuni avvistamenti siano eflettivamente conereti e reali, non transitori 0 apparenti. La Scienza ci dice che esistono bilioni di pianeti che possono risultare abitati cd abitabili e quindi potrebbero esistere civilta cosmiche in grado di raggiungerci attraverso gli spazi galattici » 2, Altre citazioni se ne possono fare a migliaia: esiste una vasta bibliografia ufologica, can una casistica tale e tanto docurnentata da pareggiare, se non superare, le altrettanto numerose ed altrettanto illustri tesi contrarie, E dana quale, in ogni modo, nemmeno 10 scettico pili inguaribile puo prescindcre. «E mal possibile - S1chiede Franco Ossola, ed 10 con lui - che I'uomo in ogni tempo, in ogni epoca, appartenente ad ogni convinzione politica, religiosa, sociale; bianco, negro, giallo, abbia sempre, in ogni occasionc di avvistamento UFO, preso lucciole per Ian. terne, si sia ingannato, illuso, autoipnotizzato, abbia doe "in1 Franco Os sola, «Ufo: chi sono, da dove vcngono, perche ci spiano », MEB, Torino 1975, 2 John A. Keel, «UFO: operazione cavallo di Troia », MEB, Torino 1975.

21 20

ventato", e chissa mai perche, cia che dice di aver da sernpre visto nei cieli, e cioe gli UFO? ». Comprendo perfettamente che certe affermazioni dei «cittadini dello spazio » che comunicano telepaticamente can Germana Grosso (rna non soltanto con lei. Stando a quanta essi stessi affennano, ci sono centinaia, migliaia di noi terrestri che hanna identica attitudine, identica capacita, identici contatti) possano apparirci COS1 incredibili, COS1 impossibiE, da sembrarci assurde, da abbassare la pili fantastica fantascienza a1 livello ill una realta quotidiana. Non posso pero non osservare che questa sensazione di incredibilita c probabilmente la medesima che avrcbbero provato e manifestato un Socrate od un Cicerone - i quaU, pure, erano menti eccezionali _ qualora fosse stata loro prospettata la possibilita che l'uomo, quello del [oro tempo, avesse potuto spostarsi a bordo di veicoli trainati non da cavalli rna da un liquido; o che la loro immagine, ritratta nel momento in cui sviluppavano una teoria 0 pronunciavano una requisitoria, potesse venir rrasmessa a migliaia di chilometri di distanza eel essere vista contemporaneamente dagli abitatori delle Americhe e dell'Estremo Oriente, magari dopo averla fatta rimbalzare su un oggetto volante « appeso » nel cielo. anche, senza voler tanto retrocedere nel tempo, la medesima che avrebbe manifestato i1 bisnonno di Neil Armstrong, qualora gli si fosse prospettata 1a possibilita cbe suo nipote sarebbe anelato a passeggio sulla Luna, Perche non ammettere, restando su un identico piano di ragionamento, ed accettando perc come presupposto fondamentale l'esistenza di altri esseri viventi in altri mondi (un'esistcnza che _ desidero ribadirlo - viene tassativatnente esclusa soltanto dai Torquemada e dai Santi UfIizi dei giorni nostri), che cia a noi pare inconcepibile oggi (come poteva esserlo l'altro ieri la televisione ad un Socrate e ]'automobi]e ad un Cicetone) possa essere invece la realta del domani 0 del dopodotnani per i nostri pronipoti, e quindi la realta attuale per gente piii antica, pili preparata, pili evoluta di noi? Non possiatno, non dobbiamo Iarci fuorviare dallo stadio attuale delle nostre conoscenze in fatto di navigazione spaziale

e diItecnologia della dinamica, I'evoluzione delle q d seco 0 a questa parte - e an d.' svil ' ata dosi . ua 1 - a un geometrica E tuttavia ci uppan OSI 111 progressione bil mente in un momento iononostante . '.' noi Cl troviamo proba. , . 1 01 eventualita teoriche delle a:pel_1b.tfbnonale, se .avvicinato alle o 1 scientifiche. II progredire st csso 1de11uture conquiste . ,tecniche e ,S:,1 e nostr 1 an cor s,oItanto qualche decennio addietro" fl capaClta. - egate pore _ e estremamente SI' . ; c .,» • aa macchina a va" . gntncativo se man d -' .1 a trato m una vrsione d e.. avverure sorretta da un an dame 11 . amento dell d1 scientifico scmpre piu vert' li a curva e progresso N' . 1ca izzata. . or; siamo giii riusciti, e da terno nei SU01 atorni? E ".... C:' a ••su del' .• ividere la materia . ,anZl, non Sla1no 1'1 tura gli .atomi nella rniriade dei lore r',,~~~:~l.-.~ .... ~~lscerare addiritmenu di un secolo fa si .ter ~ quando ancora sos eneva che 1 aton l' 1 . 1 strerna particella in cui la t" .. 10 era u tima, 'emandolo anzi proprio at~~a el~ potesse ~ssere scomposta, chiaE alIora, perche non amme;~er~ v~ol dire .« non divisibile »? mamcnte piu evoluta dell esistenza di una Scienza estre'II .. . a nostra perch / pi .. di . mi e anni? In un ventennio l' - ,"~ ~ 1U antica 1 mille e sara arrivato fra un millenni uorno e arnvato sulla Luna, Dove prima con Ie proprie ste 110, s.empre che non si sia distrutto . '. sse mam 0 non 1 bi pna progenie a rivivere ' ao ta costretto 1a prodi Mhatuhabh »? 1 una seconda volta l'odissea di « quelli
s

J.

~VU~J:-'VH~L'li,

l'

Una delle posslbili, tante obiezioni di hi vuole convincere se stesso d' l' /. 1 C 1 non crede 0 non " • 1 rca fa cne an' d II conceZlOm forzatarnente ] " 01 - e a e nostre d1 c~noscenze _ paiono incon~;;Jbilia~h. stfl ~tt~1ali delle nostre distanze da superare Jet " que ace investe le enorrni l ~I1'a1tro, distanze che a~he, :?l~anto da un pianeta mteressare gli spazi che .. ,"" ~.a.~adPoglrv quando vanno ad ~ . separano 1 i " , occorrono mesi, ami anni er' verst . sl~telm.soJati. Se Matte, quanto occorrera 'p~r l~~~~a:: un velc.:olo dana Terra a :1, supponiarno Alpha Centauri 1 e un veicolo dalla Terra ,1 " « en aun c ae pure di li an111-uce dal Sole' ,','. ,. ' ...lsta «so i » 4 3 . tlCmpl irnn 'bT ' erto. ~a soltanto per chi, come noi si trova'll' Pl'l~cnsda.1,1, c: . l' S . ' ,_110t 1 In fatto ]1 . . spazia 1. cnve Franco 0 1 1 .,. o comunicazrorn sso a, nc suo gia citato « UFO»: «Gli

div:~~~:2~

Vedi il capitolo «La

forma umana ».

22

23

. . n endo da pianeti cosl [ontani, .di extraterresttl dimostrano: gru 1~ r tali diffieolta spazio. r ti eon 1 qua 1 supera e ' posse d er~ 1 seg e. h le ana ed immobilizzano, per ora, temporah e propuls1ve, c .e g . . 1 Provando a conione di conquista spazla e. . ogni nostra presunz 1. 11 ." .. grazie a quali scoperte 1 id d puro ive 0 mtu1tlVO, d·· 51 cr~re,. ~ un. .. . cooliere tanto gran 1 succesSl; nostn vlsltatorl sono . riuscitt ~, . t nza quattro ipotesi. Essl mi pare ehe si presennno con plu mS1Se avrebbero potuto: . a) seoprire il modo di prolungare la VIta; .' di 1mo b) seoprire un combustibile rivoluzio~ario, potent1ss , minimo ingombro e facile aceaparramento, .1 h , di 'ggio del tutto partleo are c e c) utilizzare una tecmca 1 via -. ~ d·' ' lrnente: si discosta completamente da quelle intese t~a lZI~na , d) scoprire e saper sfruttare un' altra duuenslOne. " , 0 ola - anehe l'umatllta sta di 'I ero - eontmua ss ", ] 1 « A 1re 1 V . ' di i ;,'. profonditi verso a so utentando di rn~overbt S~Ol ~:ub~ol~~j:P sta facendo balzi da gizione di questt pro e~1. i;a dei rneccanismi che la regolan~ gante alla S~?r~r,tad?eha .... 11' rli ortificialmente. 11 processo di ; e della POSS1blhta 1 c~n,rd at' il quale avviene la sospenibernazione, per esemplO, ura~ e1. stasi vitale senza invecMI· 11' ., t' corporea e qumc 1 una sione d ei. attlvi aId 11'essere realizzato. " 0 us1. ' poi cost ontano a , I' eDlamento, non e ".. d r enti di ricerca spazta 1 per simi ~forzi vengon? ~?mplUt1ni ~olo cosmico: prova ne sian~ scopnre, prop~l1ent1 ~n.: co.nso mercurio 0 funzionanti a. raggt i tentatlVl di mc;ton ,10n1C1, 1 .: t niche di viaggio sinceraa solarL A pro_poslto ~1 partlco an t ec anche se ad escmpio l' aumente non mr pare eststano propos. e, ,. materiale del· tale can rlcompOS1z1one , d· ~. ;ner~. totrasporto 1 upo bb essere una solUz10ne. Per l'oggetto .a1 luogo d arn 0 ;~~tr~rtae di' una £antomatica quarta quanto nguarda l?VeCe 1 a " P ndone i segreti, potersi muo~. . n"TO la qua e conosce... ,. dlmenSlOne e L di . r' lla sua esistenza sono stati vere, un folto numero, 1, gl~:( 1Z1 S . U1evono rltenersi quelli di c· . dubbio 1. pm va1t l d d1 a livello di elaborazi . ,. esptCSS1,e senz~ . ic oraZl0Dl matematici e Esici che, teotlcamhen d~" rrarne l'eifettiva consie ,h e sanno anc e lmos ~ " .' matematlc e pur," 1 di ql1arta dirnenslone e, stenza. Per l'uomo comune, par are
b.

:r

come si suol dire, parlare arabo; essa e infatti un concetto talmente lontano dalIa nostra rappresentazione della realta che richiede, per venire debitarnente affrontato, l'ausi1io di Iogiche numeriche completamente astratte. Logicamente, il non essere compreso non significa non esistere, ed in effetti il nostro mondo potrebbe essere permeato da esistenze quadridimensionali la cui percezione particolare non e possibile ottenere con i nostri sensi tridimensionali. Ma quali peculiarita potrebbero eon traddis tinguere un universo ipotetico con quattro dimensioni? Scrive P. L. Sani: "dovrebbe trattarsi di un iperspazio nel quale 1a dimensione per noi occulta, 1a quarta, sarebbe perpendico1are a tuttc Ie trc che conosciamo. Muovendosi lungo la quarta dimensione dourebbe essere possibile entrare in una stanza cbiusa ermeticamente oppure uscirne. Si dovrebbc poter -vedere, dalIa quarta dimensione, l'interno di un corpo solido COS1 come possibile per noi vedere I'interno di una Iigura piana guardandola dalla terza dimensione". GIi ufonauti agiscono quindilungo questa quarta rneravigliosa dimensione, conoscendone tutti i scgreti, e conoscendo i canali attraverso i quali penetrate ne1 nostro sistema tridimensionale ». E, per l'appunto, quanto sostengono i nostri amid extraterrestri, quando parlano - nei 101'0messaggi, e 10 fanno sovente di movimenti lungo « linee magnetiche » dei loro mezzi di volo. Essi, anzi, vanno ancora pili in 13: di dirnensioni, oltre alIa quarta, ne esistono altre ancora, molte. Ecco il grande segreto dei 101'0 spostamenti non soltanto attraverso gli abissi cosmici, rna anche attraverso gli spazi finiti, Iimitati, della nostra Terra. I nostri amici extraterrestri possiedono molte, moltissime basi sul nostro pianeta, da epoche 10ntanissirne, Basi principali, e basi per COS! dire minori, Le prindpali S1 trovano a1 di sotto del deserto del Gobi e al di sotto dell'Oceano, nella zona delle Bermude. In quella zona, cioe, tanto « chiacchierata » soprattutto negli ultimi decenni, che va sotto il nome di « triangolo maledetto », alla quale sono legati avvenimenti misteriosi che si perpetuano da tempi immernorabili scnza che mal 1a nostra Scienza sia riuscita a dar lora una spiegazione. La scomparsa inesplicabile di natanti e velivoli, che si ripete da seeoli nel « triangolo », sarebbe da mettersi in rela-

25
24

zione diretta con una delle intersezioni tra il nostro spazio tridimensionale e la quarta dimensione. Navi ed aerei svaniti senza I lasciar traccia avrebbcro accidentaJmente -s scarrocciato », imj boccando inconsapevolmente la strada « sbagliata », quella che immette nella dimensione «in pili ». E sarebbero Iiniti all' interno della base spaziale extraterrestre, Ecco il perche della loro misteriosa scomparsa senza la pili piccola traccia. Ma gli extraterrestri assicurano che non uno solo degli esseri umani coinvolti avrebbe perso la vita: anzi, essi sarebbero tutti salvi, sani e felici su altri mondi. Le basi minori - vere e proprie piste di atterraggio, con hangars, magazzini, apparecchiature di contro11o - sono moltissime, ovunque, anche nel nostro Paese. Ce n'e una nci pressi di Meana, Piernonte; un'altra fra le montagne che circondano il lago di Como; un'altra ancora nella zona di Pescara. E sono tutte accessibili direttamente, senza necessita di tlcorrere a « saIti » di dimensione 0 ad altre tecniche a noi sconosciute. Sono, cioe, in cornunicazione diretta con l'esterno. Perche, a11ora, non vengono scoperte? Scmplice: pcrche gIi extraterrestri - questa e la loro spiegazione- non 10 consentono. Particolari apparecchiature, che si potrebbero definite, nel nostro 1inguaggio, « deviatori mentali », fanno S1 che chiunque si avvicini entro un certo raggio ad una base venga istantaneamente « convinto » .- senza tuttavia rendersi canto dell'intervento di una influenza esterna - a deviate altrove i propri pensieri e [e proprie masse, Gli esseri extraterrcstri hanna tracciato, per spiegare meglio il meccanismo di azione di un dispositive di questo genere, un parallelo adattato ad uno dei nostri pill diffusi fenomeni di costume, quello del furta di auto. E, cioe, come se a bordo eli un'auto si trovasse applicato un dispositive pronto ad entrare automaticamente in funzione ogniqualvolta un ladro appoggia la mana sul1a vettura della quale intende impadronirsi: da1 dispositivo parte una sorta di « onda mcntale » che agisce sulla volonta del ladro, cancellando in lui ogni intenzione illecita. Un dispositive - tra I'altro - che sarebbe estremamente comodo, e che farebbe del piu perfezionato dei nostri antifurto un rudirnentalc attrezzo antidiluviano. I suoi interlocutori extraterrcstri inlormano periodicamente
iJ>

Germana Grosso dei fenomcni natur rd' . che, a scadenza pin 0 meno br ale. egli event! urnani pianeta, Nessuna capacid divin:~~~tossono l~:eressare il nosrro plicemente essi sono in p d~' per carita. Molto piu sem'a; .' tazi . dhucl1e crederlo lInen ossesso 1 strut aZ10111 e non e . .. ,se e oro conoscenze ,"u h 11 logia anticipano Ie nostre di '11. ~ .sctenunc e e a oro tecno. di . I mt che per me it . di 111 lVlcuare preventivaluent I' enru - 1 .rono SIa 1 aiueute a SIntomato 0 i di .f ( e d el resto, risulta che gli . " . g.a. 1 certi enomeni grado di prevedere i terremo~~len~latl. cinesr .sla~o gia oggi in questa non' h . ), SIa di receplre 1 pensieri (rna c e una percezron., telepati .. 1 . d.egli uornini e e quindi di . _c~ Spl11ta a massimn) A q'uesto punto Sl pone . conoscerne 111tenzlOnie propwiti Se i nostri amici ex~raterrestr~r~~~:,e~:o~::~~ ~?bastanza ovvio. che succeders sulla nostr T 5"au.~ ':""1 P".fcvedere que1 . . a etta se snnn .. sta per capitarci perche : a 0 rn anucipo cio che modo da permett~tci di .~on 111tervefigono direttamente, in Se ovvio l'interro :~tv~re ,catas~ro e sco11giurare deIitti? la risoosra Pet'che' n ~g, 'De _pero abbastanza. ovvia anche ; ". on sono Cl , P hi, , "" capanta e possibl'11't' di .1 ere '-, nonostann- le lora . i .- a 1p gran unga pi' 1ute d eIIe nostre, non 1 .ianno tuttavia mezzi u evo er .. I sta per entrare in eruzi « tappare » ad esempio, un vu 1cano cole N che cio che gli uomini one. on anno.la certczza assoluta 11zzato perche-. afferrn Pnro~ttla~o venga ~Ol effe,ttivamente rea" . b 'd d ecrsione propria a ... .a o'I c 'uunque puo ca111 1are 1 ea, 0 per perc' , ne qua cuno 0 quaIl' 1o convmce a cambiarla Ph" 1.. cosa 0 costrmge 0 onnipotenti ne onnisciel~tl'.erc e, 111h tr~ parole, non sono ne ,a '. , e perc e - ttl quant .. ch essi - sono come tali s . ~b'I' di . 0 uom1111anuscern 1 1 1 errori ~e 11101 tre un altro motivo di '. tuale, che Ii induce a l,,~r' 'I. 1 n ?tura .e~clUSlvamente SPIrl' - . ".,.,.1are c,p a 1 nnvcni 1 ' guano comunque il I . U'~ to" ~ v nmenn terresrr] ser: b' .. oro corso n rnotrvo di l' . nca ile in quelJo che e il «l~a "a gran,,1 Inee identi. volcssimo - e detto test I. rm,an» 111do-buddlsta. «Se noi ,. . ua mente 111 uno 1" ,. vrati a Germana Grosso f .( C1 tanti messaggl m', .. - potremmo are m It M 1 Voglamo 1l1terf tl'r'e sull'e vo l' UZione t 1" .. - 0' e cose, ~a non , stra civiles. La nostra S ' \ It restre, llnponendo la nocienza c mo to s . questo ci crediamo superiori P ., . uperiore, rna non per rna non 10 faremo mal Noi v~liotte1l1mo yen,lre a comandarvi, attivare a noi, a capircI ttr g amI che Sl~ 1 uorno terrestre ad 0 a raverso a mente , 11 cuore ,0 spInto ». I .. .
J' • " •
U~U""H

e:'"

..

26
27

In altre parole, dobbiamo essere noi terrestri a diventare migliori. Attraverso j nostri sbagli, attraverso i nostri mali, dobbiamo imparare a cercare il giusto, il bene. « Errando discitur », affermavano duemila anni or sono i nostri progenitori latini. « Sbagliando s'impara », ripetiamo oggi. Fino a quando continueremo a sbagliare senza imparare? Imparare che cosa? « II nemico numero uno dei terrestri aflerma un altro messaggio - e l'assenza totale di amore e di comprensione fraterna in eollaborazione fattiva ». Imparare, dunque, ad amarci. Imparare a volerci bene. Imparare a non azzannard, a non ueeiderci, a non calunniarci. Non fate la guerra, fate I'Amore: potrebbe esserc 10 slogan cui s'informa la « teologia », per COS1 dire, extraterrestre. Un Amore, pero, con la « A» rnaiuscola. Un Amore, cioe, che non significa la congiunzione fisica occasion ale di due sessi diversi. Ma ehe significa, invece, eomunione degli spiriti, nel segno della Pace, nel segno della Fratellanza, nel segno del Bene. E, in definitiva, sta proprio qui la prova migliore, la piu convincente, ehe l'origine delle migliaia di dattiloscritti di Germana Grosso non terrestre. Non puo essere terrestre chi, in modo tanto ispirato, chiede Pace, Fratellanza, Amore: non puo essere figlio di un mondo nel qualc si odia e si ueeide non per una banconota 0 per un litre di petrolio, rna anehe per una semplice parola.

DEDICA

G~i ext~ate:restri, uomini, donne e bambini di altri mondi dell Unzverso infinito dedicano t h d queste pagine a dO 10;0 c e cr~ ono in essi e nella loro esistenza. E Ie ea ~ano a ~ohz non crede ad essi. o. q~ellt che credono, percbe «sentono» nel lora pmt? '. eterna uibrazione della «Musica delle S/ere S upertorz ».

UGO SARTORIO

uo go~o "", s;vero manito. Non continuate a distru ~ gderel~umanzta terresire, non usatele mai contro la re . erra, perla del Cosmo. " Amore ' umani °t' e f rate /1anza siano in Val tutti nell a mente e net cuore. s a

A quelli che non credono, percbe meditino I A colora che costruiscono armi e strumenti di mort

M!-

Non p~u vi?lenze e guerre, ma pace e concordia. Che son a t « Fiori di Lace » Siamo tra di voi '.,. , .e con Val, e uz amzamo. Pensateci con ~m.orde~ pe~c?~ ct giungano Ie vibrazioni dei uostri P enszerz u amZClzza. Ciao, amici!
ITHACAR, HITAOO, KLADUR, SIRGIS, MYHLA, WODOK e

altri ... 28

29

I PROTAGONISTI

GIi interlocutori di Germana Grosso sana molti. Domini e donne. Chi sana? Come sana? Fisicamente come" noi, anche se detto e ripetuto sovente nei diversi messaggi - materialmente sana meno dotati, rna spiritualmente di gran lunga superiori. La lora vita media malta pili prolungata della nostra perche non esiste decadenza fisica ne mentale: la morte non e per Ioro che una fase evolutiva materiale lungo una scala di progresso spirituale continuo. Tre nomi ricorrono can maggior frequenza a «firma» dei messaggi che, in stesura integrale 0 in stralci, verranno proposti nelle pagine che seguono. Eccone, in sintesi, gli « autoritratti ».

ITHACAR DI MASAR

Sana alto circa due metri; ho la pelle di colore « norrnale »; i capelli biondi chiari, che alle volte porto lunghissimi, e altre volte di lunghezza regolare; occhi verdi con puntolini e sopracciglia malta folte come Ie dglia (e un particolare della nostra razza). Avrei 46 anni secondo i vostri calcoli del tempo. Ho tutto quanto fisicamente comport a il corpo di un uoma, come da voi. Perche sono stato padre, voi mi capite, vera? Ho perso un figlio in combattimento can i «Negativi », 31

doe quelli che ci avversano e che portano scompiglio cosmico. Ho avuto una compagna dolcissima, Loring, che morta durante un assalto dei «Negativi », precisamente nell'aprile 1975 (secondo il vostro calendario). Ora ho una nuova compagna, che si chiama Moenha, con Ia quale vado molto d'accordo. Di Loring ho ancora un figlio e una figlia; forse da Moenha avro altri figli, sempre che questa possa avvenire fisiologicamente. Ne sarei contento, c molto. Sono considerate « il fiIosofo dello spazio » dai mid amici, pcrche mi piace avere tempo per meditate anche sull'Infinito che ci circonda e sulle Forze Divine Cosmiche che creano tante cose meravigliose. Mi piacc ere are canti e anche musica; ho uno strumento che suono sovente e che sarebbe un po' come Ia vostra arpa (tanto per descriverlo in modo semplice): mi piace anche cant are e dipingere. Come si direbbe da voi, secondo Ie gerarchie rnilitari, io ho il grado di Capo Squadriglia (rna una squadriglia per modo di dire) della Flotta di Masar, Ma posso pilotare anche navimadri molto grandi, oltre al mio mezzo di volo personale. Conosco molte linguc di mondi abitati, ed ho capacita di cornunicazione telepatica con tutti. Sono per natura restio aIle polemiche, e lascio sempre spazio alle rneditazioni, che portano dolcezza al rnio spirito.

gemelli maschi: sento in lei dedizione infinita. II rnio Amore fisico-spirituale, cd il piu bell'atto quando fatto can purezza e senza alcunche di intento materiale: 1a Creazione che ci ha dato questa possibilita, e credo per un Fine che esula da] rnaterialismo. Mi piace molto pilotare il rnio mezzo di volo con spregiudicatezza, e sovente Iaccio tenere il fiato sospeso ai mid compagni di volo. Sono alto all'incirca uno e novanta, capelli e occhi neri, pelle bruna, moho. Ho 47 a11111 , secondo il vostro sistema di calcolo dell 'eta. Ho un temperamcnto moho deciso e severo con me stesso. Non amo l'insincerita, e sono percio cornpletamente sincere (c come non potrei non esserlo, con la mia forrnazione telcpatica> Non si puo pens are una cosa e dirne uri'altra). Mi piace discorrere a voce e anche teleparicamcnte; sono, come si dice, un « chiacchierone », rna non stufo nessuno, mao gad solo me stesso quando esagero. E mi place 10 scherzo, quello vero e non nocivo: mi piace - quando vengo sulla Terra, e 10 faccio sovente - ascoltare le vostre barzelleite quando hanno un senso fino. Mi piacciono molto i russi cd i cinesi, intendo il popolo, non i govcrnanti. Mi piace amare il mio prossirno, spcro che mi pcnsiate can afletto, come 10 penso can amorc a tutti voi.

KLADUR

Dr ETOI\-ryA

HIT AOO DI LlOAKI

Speciale Informativo », ed ho i] compito specifico di « captare » daIle mend delle persone rerrcstri (e di altri mondi) quanta pensano: sana un po' come una specie di giornalista che intervista Ie mend delle persone, ecco. Mi pi ace molto sentire la musica, rni attrae il canto degli uccelli, il rumore di acque che scrosciano, 10 stormire delle foglic quando c'e il vento. Mi piace molto nuotare in acque limpide e « sentire » Ia Natura Iuori e dentro di me. Come uomo, e 10 dico con Amore puro ed infinite, mi piace unirmi alIa mia compagna Hodhis, che era di Masar, dalla quale ho avuto due

10 sono il capo di un « Gruppo

Discendo da un «lucumone », dee un antico sacerdotc E trusco , e 10 sana j 0 stesso; son 0 Maes tro di scienza n umerica cosmica. II rnio lavoro consiste nel preparare altri alle Scienze Cosmiche, perche apprendano a formate gruppi eli allievi pronti a servire i Fini Cosmici. II rnio carattere si addice a questa ruolo, rna non mi displace ncmmeno schcrzare ed esscre di buon lUTICrC, perche mica S0110 noioso ' Sono alto quasi due rnetri, con capelli nerissimi, pelle molto scuta e occhi ned di forma leggerrnente allungata, come elite voi, «a mandorla », il mio volto assume lineamenti quasi da arabo, voce ell tono prolondo. Ho all'incirca 58 dei vostri anni, Come uorno, non ho compagne, rna ogni tanto ho delle

32
2. 1 nostri an.ici c.ctraterrcstri.

33

amicizie femminili con Ie quali trascorro qualche periodo; ma sono tanto preso dalle mie funzioni di Maestro, che assorbono ,!u.asi t.u~to il n:io ~en:po. Ho contatti telepatici con persone di infiniti mondi abitati, fra cui i terrestri. Vengo sovente sulla T~rra, e poiche sono un buongustaio gradisco combinare delle pietanze con le vostre carni, pesci e verdure, e gradisco bere la vostra acqua mineraIe che fa Ie bollicine.

GLI EXTRATERRESTRI ENOl

« Una domanda molte volte, anzi direi troppe volte, ci vicne posta da chi non sa ancora intendere Ie nostre intenzioni ed i nostri fini, che S0110 volti a1 bene ed al sentimento profondo che il bene comporta. Molte volte, come dico, ci viene posta tale domanda, quasi che noi si debba essere obbligati a rispondere con un minimo di mentalita umana terrestre. Perche chi ci fa tale domanda certamente I'uomo della Terra; perche - dieo nessuno di noi, abitanti dei pianeti, potrebbe rnai, dico mai, formulare una domanda tanto paradossale, conoscendo i1 nostro modo di pensare, di agire sia morale, sia rnateriale, sia spiri tuale. « Ed e appunto a questa domanda che 10, Ithacar, desidero rispondere, per cereal' di chiarire le idee a certe menti terrestri che, penso, dopa 1a risposta opporranno ancora mille cavilli (dettati da ristrette vedute, da ristretti sentimenti, da ristrctti spiriti) in modo che la mia risposta sara come un seme in un mare di rovi, Ma penso pure che chi avra mente chiara, idee buone, intuitive, sentimenti che oltrepassano 1a convenzionalita perche oltrepassano 11rnaterialismo puro che impera sulla Terra, potra intendere e capirmi a fondo in questa mia risposta, dettata da un sentimento di profonda fratellanza universale cosmica. « Io, I thacar, rispondo a questa precisa domanda che stata fatta da uomini della Terra: "Se vero che gli extraterrestri

34

35

I ,

hanno la possibilita di raggiungerci, perche non ci sottomettono e risolvono cost il problema della pace fra Ie nostre Nazioni che minacciano sempre una guerra di distruzione dcll'umanita t erres tre ? " . « 10, Ithacar, rispondo. Noi abitanti dei pianeti, pur avendo Ia possibilita di "invadervi", come vol dire; e eli "sottomettervi", come voi dite, non possiamo Iarlo perche romperemmo il meraviglioso ordine che vige su tutto l'Universo; e romperemmo per sempre il nostro collegamento con i Superioti Ordini Divini, perchc noi ubbidiamo a leggi antiche ... « Noi camminiarno per Ie vostre strade, per ordini superiori; e per ordini superiori vi aiutiamo in tutti i modi. Molte volte Ia guerra atomica e stata allontanata da voi appunto perche noi agiamo direrramente, rna in modo ben diverse da quello che voi vorreste, appunto perche COS1 ci viene ordinato di fare. « Noi non siamo come voi, con la vostra mentalita. No! non possiamo inlluire sulla vostra evoluzione invadendovi; rna possiamo solo influire telepaticamente sulle stesse vostre mend, in modo che poco alla volta comprendiate da voi stessi quanto siano inutili e distruttive tutte Ie guerre. « Poirernmo venire sulla Terra soltanto quando ci fosse veramente il pericolo irnrnediato di una guerra atornica, e non potessima evitarla per voi pur tentando tutti i mezzi leciti a nostra disposizione. Soltanto allora potremmo venire, perche altrimcnti sarebbe la vostra totale distruzione. « 1\1a allora sarebbe ancora un'altra cosa. Dovremmo allora soltanto imporre la nostra totale presenza assumendo con questo totale responsabilita di quanto potrebbe accadere: doe che molte menti sarebbero sconvolte dalla nostra presenza, perche la mente umana terrestre non concepisce an cora l'idea della nostra presenza come abitanti di pianeti. E siccome la mente umana ci concepisce soltanto come mostri, questo soltanto come frutto di "rnenti malate", noi dovremmo imporre la nostra ptesenza CO'1 conseguenze facilmente cornprensibili. « Noi non siamo mostri. 1\1a siamo fatd tali e quali come voi. In pili abbiamo una evoluzione superiore a voi in tutti i settori rnateriali, morali, spiriruali. « Ecco perche siamo in mezzo a voi, insieme a voi, nelle 36

vostre strade, nelle vostre fabbriche, fra i vostri scienziati, ed a volte da soli, seguendo sempre un dato ordine, una data missione, in nome della Fratellanza Universale Cosmica. L'uomo della Terra ha soItanto una cosa da fare, cercare di mutare 121 sua mentalita distruttrice, cercare di evolversi verso il Bene Totale, Assoluto, a rispetto delle eterne, immutabili leggi della Creazione dell'Inlinito Mondo Cosmico, se non vuole cadere neI pili abietto ed assoluto nulla. « Ritorna ad essere buono, semplice, onesto, e ritroverai Ie vie della completa soddisfazione, La Pace si erea pensando ad opere di pace, e non di dominic »,
I thacar di Masal' 16-2-63

37

~
,

i'

IL «TRATTATO DI ITHACAR»

Durante un periodo cbe si protrasse dal 23 marzo 1969 al 17 agosto 1971) Itbacar di Masar detto telepaticamente a Germana Grosso un vero e proprio « Trattato » - circa 150 pagine dattiloscritte - sulfa «Genest dell'Unioerso » e su tutta una vasta serie di temi cosmogonici, spirituali e religiosi, che ne [anno una vera e propria sintesi biblica ed evangelical in quadrata pero in una prospettiva extraterrestre. Chi leggesse l'intero trattato sf renderebbe con to che la Religione un [atto molto importante, [orse [ondamentale ami, ancbe per genti cbe non [anno parte del nostro sistema (sistema inteso non astronomicamente, ma socialmente, beninteso ), Poicbe, date le sue dimensioni, impossibile proporre il « Trattato » ai lettori per intero, ne bo estratti tre siralci, cbe riguardano nell'ordine «La Forma Umana », «Moses », «It Cristo Cosmico », Net prima si spiega chi siamo noi terrestri, qual fa nostra origine, e percbe ci troviamo in COSt nette condizioni di in/eriorita scientifica. teen tea, intellettuale, sociale, nei conjronti di genti di altri pianeti. Non altro che una interpretazione galattica di cia cbe le nostre Sacre Scritture definiscono « it peccato originale » e delle sue conseguenze. Nel secondo compare una figura di importanza [ondamentale nella nostra Bibbia, uno dei pilastri sui quali regge la reli-

39

gione non soltanto Cristiana. Anche Most? inquadrato in una prospettiua extraterrcstre, sia come « esecutore di disposizioni superiori », sia come guida della sua gentc. Nel terzo si. apr~ una finestra extraterrestre sulla figura e s:tll~ persona di ensta_; .una interpretazione che ne ribadisce l'origine ultraterrena, diuina e la dimensione cosmica. . Poicbe n~stro pianeta sono molte le religioni monoteisticbe, che st tsptrano a figure diverse da quella del Cristo si propane un intel?'ogativo sulla validita 0 meno di tali fig~re. In altre p~r?le: e dun que la Cristiana la sola religione valida, la sola relzg:on_evera? La risposia «no ». La sana anche le altre. Lo cbiarisce, questo concetto, 10 stesso Itbacar in un suo messaggio successioo, che non fa parte del conte/to del suo « Trattato », ma che ad esso idealmente si riallaccia, ad integrarlo e completarlo.

=.

e:

u.s.
LA FORMA UMANA

« La ~ivi.na Forza Intelligente Creatrice e Plasmatrice entre ~omUD1eaZlOne can Atomi Intelligenti e Condiscendenti e ne c~eo [a F~rma ~n~~na, con arte e arnore somma. La creo vibrante (11 Atoml. s~nslhlh e perfetti. Diede alIa Forma Umana un as?;ett? del pIli nobill e dei pili ris?ond~n~i alle sue Divine Aspira610111. e. f~ce un capolavoro di sensibile rispondcnza. N « ~a DNma Forza InteUigente creo prima 10 Spirito. Prese una piccola parte di en~rgia elettrica-atomica positiva; dopo a~er1a. scissa e .resa p~r~.eC1p~ delle Forze Cosmiche tutte, penso di darle un abito e di rar S1 ehe potesse creare e renders! indipendente e yartecipe in diversi modi affini e sempre pili afunanti de~~ CreazlOne t:ltt~. ~ nella stesso tempo di renderla partecipe a p1U alte C?nCeZ1Ol11 evolutissimi e concreti aspetti del mondi d.l che erano 111 attesa di qualcuno che li abitasse. Creo eOS1ana F?rma .Pura ~111 ~bito ~ispol1dente alla necessita per una lunga vIta. n~l tem~l del. tem~)1e ~neora dei tempi a venire. Prese dagli AtOll11 Intclhgentl e Condiscendenu 1a Vibrazione necessaria, e .
111

can altre energie superiori creo la Forma Umana, secondo un principia cosmico di intento unico ed indivisibile. « Creo due Forme Umane. L'uorno e la donna. Perche si completassero a vicenda. Penso che l'abito dell'uorno non poteva cant en ere in se il principia della propagazionc della specie senza ]a parte che da il seme e quel1a parte che 10 accoglie e 10 fa germogliare. Perche sarebbe stata un mostro, la Forma Umana, se "avessc fatto tutto da se". «E dopa fatto questa, diede alIe due farme umane l'alito di vita umana-materiale e la facolta di essere intimamente legate alle vibrazioni cosmiche mediante le vibrazioni elettrico-magnetiche positive di atomi, di avere sempre la possibilita di ricevere lc super-vibrazioni di onde di vita superiore, cioe di essere sempre in costante contatto can la Divina Forza Intelligente. E questa parte in contatto costante era ed e 10 Spirito. « Fatto questa, doe creato l'abito per 10 Spirito, lascio che moltiplicassero e li propago nei Cieli, e li porto mediante "viaggio" nei diversi mondi (viaggio gia, diciamo, ai primordi di tutto neI tutto fatto in "conchiglie volanti"), COS! vennero fatti abitare i rnondi nei diversi Cieli e nei diversi Sistemi Solari. Creature umane, in mondi dove vi erano e vi sana acque, piante, anirnali. E ogni mondo ebbe un nome. Perche cost e l'ordine. Ordine di Ordine. Perche la Divina Forma Intelligente Universale Cosmica e Ordine ed Evoluzione cost ante e sempre in atto. « Gli animali erano stati creati pure Ioro con atomi intelligenti e eondiseendenti. E cOS1 le piante. Le Vibrazioni Universali Cosmiche attraversano sia gli animali che Ie piante, Perche e in lora 1a sempre costante evoluzione data in creazioni di forme t1 11 DO . orverse c concernenti • l"d' ca prima concreta (CHa 2;om1113 tvina I Forza Intelligente, che in lora crca sempre forme diverse e apposi tarnente Iatte pet i tempi, nei tempi, dei tempi. <~ Dunque, nei mondi dell'Universo Cosmico erano uomini e donne. II concetto del peccato non esisteva » 1.
C'

« Ll concetto del peccato non esisteva », ha detto Ithacar, se non il Paradiso Terrestre delle nostre Scritture.

Non

altro

40

41

~-

Quelli di Mhatuhabh
un uomo mature nel suo pensiero un "piano". Volle e seppe misteriosamente elaborare nel disegno della sua mente un progetto. Questo mondo chiamato Mhatuhabh era nel 15° Sistema Solare. « In breve questa uomo ebbe un gruppo di altri uomini che gli diedero collaborazione, e cosl venne messo in pratica materiale il disegno del "pensiero-progetto". E la conseguenza fu disastrosa. La mente di questa uomo aveva concepito l'atomo e 1a sua forza imrnane nel lato negativo. Ossia aveva "disegnato" nel sensibile suo cervello il "progetto" distruttore. COS1scateno la "catena distruttrice", ossia degli scoppi a catena degli atomi negativi, ossia nel 101'0 "elemenro inverso" a quello che era stato insegnato di sfruttare per le necessita di creazione di quaIunque cosa necessaria 2. « Cosl il popolo di Mhatuhabh conobbe il terribile flagello dell' "atomo negative". Parte molto vasta di cuel mondo venne distrutta. E I'altra stava disgregandosi man ~mano per conseguenze cosmiche immani. L'esplosione di un intero pianeta avrebbe per contraccolpo danneggiato l'equilibrio cosmico. « Percio 1a Divina Forza InteIligente dovette comandare attraverso impulsi telepatici agli uomini dei diversi mondi abitati di andare a salvare quelli che an cora rimanevano nelmondo chiamato Mhatuhabh. COS1venne fatto. Era in fase di costruzione un nuovo mondo. Cosl si penso di portare in questa nuovo mondo gli animali di Mhatuhabh per prima cosa. Furono messi in capaci navi-madre, e appena portati nel nuovo rnondo "costruito" da11a Divina Forza Intelligente Universale Cosmica gli animali 51 sparpagliarono in esso. Furono Iasciati a110 stato brado, rna molti di essi erano stati irradiati dalle onde atomiche
2

negative, e cosi vi furono animali di forme stranissime ed enormemente grossi. . . «L'uomo che abitava Mhatuhabh, OSSla quell! che ancor~ restavano, vennero portati in diversi pianeti nell'attesa che II nuovo mondo diventasse abitabile dalla Forma Umana, creata per essere in costante contattc con la Divina Essenza per mezzo dello Spirito. . . . . .. « E quando venne u tempo, net tempI, de~ tempi, quelh. dl Mhatuhabh vennero portati a bordo di navi-madre, e pOI a mezzo di « conchialie volanti » venncro depositati nel Nuovo Mondo, che era abitabile. Ma dalla D1vin~ Forza In~e1ligente Cosmica Universale venne un « preciso ordine ~> ch.c SI dovett: rispettare. Affinche gli uomini di Mhatuhabh divenissero c~pael di ~ governarsi non S1 d~)Ve:rausar~ coercizic:ne alcuna. l?SSl dovevano diventare cOSClentl nel dlscernere 1~ Be?-e ed 11 ~~le attraverso l'esperienza. E venne dato l~ro 11 ~lbero. A~bltt10. Ma fu tolto loro ogni ricordo di costruzl~~e del. n,~ezzldl v.?:o, ossia fu negata 101'0 la costruzione delle COn~hlgh.evolan.t1 . ~ delle navi-rnadri , affinchc non portassero negli altri mondi abitad il "disegno" dell'atomo negativo-distruttore, ~ no~ potes: sero _ e non possano - fare guerre atorniche negh altrl. n;ondl abi tati.• Ouesta lease divina e Ia conscguenza dell'atto .cmTI1l10S0 3 l '< .. tob '. '. di 1 cornpiuto cia "quelli eli Mbatuhabh", cIa1 quali iscenc ete ... »

« Poi, in un mondo chiamato Mhatuhabh,

1l Nuovo Mondo
« "Quelli di Mhatuhabh" portati sul.Nuovo Mondo. capirono in seguito cosa avevano perduto. Ma r~mase nelloro l:~cor~~: ancestrale quel "qualcosa" impresso, che diede sempre a quelli
3

Anchc qui sono singolari i punti di contatto con Ie nostre Scritture S.acre. Ouello che vicne definito il « pensiero-progetto » puo essere ident:Jlcato ncl .« peccato originale », e Ia rnela si individua nell'atomo negat1vament~ mteso; L'« ~lement? invcrso». e .di ~onseguenza, evidentemente, 1uso d~ll efo1er~laatomrca per SCOpidiversi da quelli pacifici, A 9uest? punto, 11 bl!J!ICOserpenrc che irreti Adamo ed Eva puo cssere identificato metaforicamente nella sete di potere.

Non possono sfuggire Ie analogie con l.a so~tc cui furono, destinati Adamo ed Eva, nei quali possono ess~re Idenuflcatl -" n~l ~: fra:tato.» di I rhacar _ gli uomini e lc donne ~1 Mh~tuhabh. <; E 11 SIgnore, DlO 10 discaccio dal Paradiso di delizic, afiinche lavorasse l~. te~Ta da em era stato tratto » (Gcnesi IU23). II trasfel:imento .di « quell! .dl M.hatu.hab~ » su un aItro mondo c l'annullamcnto di tutto 11Ioro patrlmOmo dl CO.10scenze scientifiche e tccniche non sono aItro che - ncl «parall~Io» con Adamo ed Eva - la Ioro cacciata dall'Edcn e Ia loro dannazlOne alla soJIerenza, ai dolori ed al lavoro. 43

42

di Mhatuhabh" il fortissimo desiderio di scalare il cielo, per andare oltre. « Nel Nuovo Mondo, "quelli di Mhatuhabh" trovarono il suolo pieno di crbe, di fiori, di acque, dj animali, che pero essendo trascorso tempo, nei tempi, dei tempi, avevano "Iasciato " Ie forme mostruose di esseri irradiati dalle onde atomiche, e che incominciavano ad assumere nuove forme pili conformi allo scopo "definito" per essere "assoggettati all'uomo" ed esserne cibo, e oItre a questa servire per scapi diversi: e infatti COS1 fu. -,
« "Quelli di Mhatuhabh" (dico sempre cosi perche fu pure cancellato dalla memoria Ioro il nome che essi avevano, per prendere quello del Nuovo Mondo, quello che abitate attuaImente. Questo Nuovo Mondo da voi chiamato Terra ma non e il suo nome) erano pochi, pochi i rimasti; ed il Nuevo Mondo era vasto. Allora chiesero alla Divina Forza Intelligente Universale Cosmica, mediante ardente preghiera di essere aiutati perche n011 sapevano pili costruire. Non sape~ano pili coltivare: Non sapevano pili fare tutte Ie cose necessarie alIa sopravvivenza. "Sentivano" che erano stati isolati, e da do ne traevano paura, pcrche essi morivano facilmente. Era sorto in quello sparuto gruppo la Paura. E questa Paura era Ia conseguenza mental~ e spirituale .della colpa commessa contro Ia Divina Legge ~n:versale Cosm:ca. Era forse quello che voi dite «peccato », cioe un: paura di colpa, ch~ Ii attanagliava dentro, nelI'intimo, n~l prorondo subcosciente. E tutto 10 sparuto gruppo di "quelli di Mhatuhabh" si riuni, e tutti chini, col viso nascosto tra le ma,ni,. chies~ro piangendo qualcosa, doc di essere aiutati, percbe Sl sentrvano sperduti e verarnente "desolati" della colpa cornrnessa su Mhatuhabh. Era sorta COS1 Ia prima "forma-oreghiera" dell'uomo della Terra alIa Divina Provvidenza Univer. sale Cosmic.a. Ma "queIli di Mhatuhabh" neppure 10 in ruivano , troppo presi dalla vergognosa paura e dal timore di dover morire tutti quanti. « La prima "forma-preghiera " , doe Ie vibrazioni delle voci e dci pensieri di "quelli di Mhatuhabh", pervenne e S1 amnlilico nell'ingiro del Cosmo. Le spirali cosmiche vibranri accolsero le

vibrazioni di "quelli di Mhatuhabh", e "qualcosa" palpito nelI'Universo intero Cosmico. . « E allora la Divina Forza Cosmica invio a mezzo di ondepensiero l'ordine ai diversi popoli abitant.i d~~ mondi dei diversi Sistemi Solari di prepararsi a fare un .V1agglOPC! scen~cre .ad aiutare "quelli di Mhatuhabh" che chiedevano aiuto. L ordme venne prontamente ubbidito. Quando dop~ qu~lch~ tempo ~u.tto fu pronto, navi-madri lasdaron? i mo?dl. ab.ltatl e uornmi ~ donne vennero a bordo di mezzt volanti (di diversa forma e di diverse leghe metalliche, ognuno divers~ da popolo. a l?opol~); vennero e scesero nel Nuovo Mondo, 0 I'erra che dir 51 vogha, ad aiutare "quelJi di Mhatuhabh". Li istruirono nu?vamen~e ne~ seminate, nel coltivare, nel costruire, nel fondere ,1 metalh ... L~ istruirono nella sopravvivenza ... E anche in ,aItre C?5e, n:lle aru rnusicali, nelle pitturc, nelle sculture, nella costruzlO~e di forme simbolichc, e nelle case, e nei giardini ... Le donne 111s~gnaron~ a "quelli di Mhatuhabh" a tess~re e a fare a~tri l~von. Pop~h di alto ingegno portarono sulla ferra la Io~o llltel~lgenza e diedero aIla Terra la possibilita di arricchirsi di splendide cose. « E questi popoli di altri l?ianeti. vollero pro~ondamente ubbidire alla Divina Forza Cosmica Universale, e nversatono sulln Terra-Nuevo Mondo tutto il 101'0 meraviglioso ingegno, e vollero nrofondamente e appassionatamente "Amore" alla TerraNuovo Mondo. Lo sentirono "loro" questa Nuovo Mondo, perche oltre ad avere ubbidito ad un ordine sentivano che avevano aiutato la zrandezza cosmica ad espandersi ed a vibrare aneora di pili. Co~e era nata la prima preghiera per "qu~lli di Mh~tuhabh" COS1 per zli abitanti dei pianeti era nata 111 forte evirlpn7<1 l'~m(we;Tole""unione deHa zrandc "fratellanza cosmica", ~i~~'il-';~~~;1-e-germe" dell'amicizi~ e dell'amore all'uomo-tutto, doe amore universale per tutti gli uomini dell'Universo-tutto. « Quella prima "forma-preghiera" conten~va pu.re un altro seme-germe, quello della prima sentita confessione di colpa. Er.a sorto ~1ell'uomo il senso 21i colpa; "quelli di Mhatuhabh" sentivano "male". "Quelli di Mhatuhabh" sapevano ora discernere che cosa era Bene e che cosa era Male. E del Male commesso centro le Leggi Divine ne Iacevano pubblica, cioe di gruppo, picna Confessione. Cosl, oltre alla prima "forma-preghiera". era

44

45

sorta quella nuova onda di Comunicazione con I'aspetto vibrazionistico tutto della pivinita. _II Se~so di Colpa ed il Bisogno Assoluto, profondo, inderogabile, di osare di dirlo in con£ess5o.n~aper~a e spontanea, per avere COS1 Ia possibilita di aprire 10 Sp1t1t~ ~ll.?n?a d~1 pecc.ato e "riversarlo" in onda-confessione alIa Dlvlmta Cosmica Umversale. « E nello stesso tempo, quando "quelli di Mhatuhabh" (on£essa~ono la colpa com messa, sentirono che era Bene eonfessare per ~'la~er~ I.a possibilirj di entrare in comunicazione con Ie vi~ ?raZ101l1Dlv~ne Cosrniche Universali. Ed essere COS1 nuovamente ~~1perfetta srntonia . con la Divina Forza. Ma eonobbero pure il rmnovo", ?gnuno "dentro di se", nel profondo dello spirito un nuo~o tlnnovato sentire perchc la Forza Divina Cosmica aveva tlnno~~to, c~oe "pulito" dalle vibrazioni negative della ~olpa, 1~ spmto di. ognuno. Con le "vibrazioni di amore" la ?rza Dlv111aCosmlea aveva dato ad ognuno la grande speranza di . ~na Fede, ehe doveva venire sempre rinnovata cualora 10 spinto che "c~ie~e~a" confcssasse Ie proprie colpe ~ommesse ~,ontro. Ie .Leggl Divine, Ecco che sorgevano COS1 nello spirito di quclli di Mbatuhabh" sen~imenti e legarni spirituali profondi c di matutazlOne. ~1aturazlone ehe voleva dire "evoluzione" per la mente, per 11 euore, rna soprattutto per 10 spirito ... ».

Quelli che vennero ad aiutare « quelli di Mhatuhabh »


« I popoli che vennero sulla Terra-Nuovo Mondo non poter?l1o dare a "quelli di Mhatuhabh" la facolta di "scalare il eldo", poiche COS1 eta stato lora eomandato. Infatti quando ;:enn~~o .dovettero nascondere i lora rnezzi di volo, perche 'quclli ~1 ~hatuha~h" non erano ancora meritevoli di scalare i ~leJl ?ell Umverso Cosmico. Solo quando i Maestri Solari, doe : ~ap\~e:l~_~~ggezza e delIa"Sapie;lza 10 avcssero ritenuto oppor. runo, . qlle~l~cu M~1~IUhabh avrebbero potuto ricordare come si e?stnllvano 1 rnezzi idonei a volare da pian eta a pianeta. « Quelli di Mhatuhabh" non erano 1l1eritevo1i di tale cosa. Perche 1.'1 ]~r? colpa era :tata. grande eontro le Divine Leggi. E i Maestri di Saggezza e di Sapienza (i quali sono Coloro ehe aiutano e sana

in diretto contatto con Ia Somma IntelIigenza Cosmica e le sue Vibrazioni) non hanno ancora da to questa possibilita perche ritengono nocivo farIo, ancora adesso, dopo che sono trascorsi tempi nei tempi, dei tempi. « I popoli che vennero dai pianeti per aiutare "quelli di Mhatuhabh" diflusero in modo splendido illoro ingegno. Popoli che venivano dal pianeta Etonya - erano tre, questi popoli: Egizio, Etrusco, Atlantideo - vennero sulla Terra-Nuevo Mondo. Non insierne, ma "seaglionati". Prima vennero gli Egizi. Essi erano un popolo di evoluzione costante, perche in loro parlava la pili alta spiritualita, ed erano partecipi dei Grandi Misteri Cosmici, ossia conoscevano le Scienze Cosmiche e ne traevano alta scienza spirituale. I [oro sacerdoti, ossia "quelli di pili alta sapienza", erano persone ancora pili evolute, e "creavano" can le forze spirituali (non dimenticate ehe Spirito vuol dire Forza Divina Cosmica, e i sacerdoti erano tutto Spirito Cosmico). Con Ie vibrazioni del Pensiero srnuovevano altre vibrazioni di Atomi Intelligenti e Condiscendenti, e cosl costruivano ton la levitazione, ossia adoperando atomi che pur essendo invisibili trasportavano enormi pesi materiali (quali massi levigati 0 marmi preziosi) tagliati e levigati con la pura forza delle onde del pensiero, e trasportandoli dove erano "comandati" di depositarli, per costruire Piramidi, Templi, Grandi statue". - « ... In molte parti dena Terra sono state ritrovate costruzioni sorniglianti a~quelle dcgli Egizi, e cosi gli studiosi di case antiche (per lora) hanno decretato che ci sono state "migrazioni" da una parte all'altra della Terra di popoli, che hanno poi sostato e "ricostruito" i 101'0 Monumenti, magari in forme e materiali leggerrnente diversi. Invece, la soluzione e data da questa chiave di logicita nei Tempi, dei Tempi, nei Tempi. Ogni tanto venivano nella Terra-Nuevo Mondo popoli che erano gEt venuti, rna non ritornavano nella parte primigenia, rna in altre zone della Terra. Venivano per esernpio Egiziani (di Etonya) e "scendevano" 1a prima volta lontano dalla zona che era stata "battezzata" Egitto. Cosi altrove, lontano lontano dall'Egitto, hanno potuto ritrovare le costruzioni can le forme consuete agH Egizi, Tutto qui. Ora, qualcuno si chiedera: rna i veri Egizi, quelli venuti da Etonya, dove sono? Qualcuno pens era che siano gli

46

47

stessi che si penserebbe abitino nell'Egitto. Ebbene, c una cosa sernplice a spiegarsi. Cosa volete che abbiano fatto, dopo aver fatto quello che hanno fatto? Non hanna potu to rimanere sulla Terra-Nuevo Mondo, perche Ie vibrazioni dei pcnsieri di "quelli eli Mhatuhabh", e i loro atti materiali, e la stessa vibrazione della Terra-Nuevo Mondo fatta, creata apposta per "quelli di Mhatuhabh" dal lungimirante Atomo Divino, tutto e nocivo alla spiritualita evoluzionistica degli abitanti degli altri mondi. E quindi sono ritornati ai 10ro Mondi eli origine, poichc la loro spiritualita era in forte pcricolo, e la loro stessa composizione fisico-corpo era "snaturata" dalle vibrazioni negative. Quineli decisero di lasciare la Terra-Nuovo Mondo e eli ritornare a bordo delle 101'0 "conchiglie volanti" che resero nuovamente "disponibili" per il ritorno. « Cosi, i veri Antichi Sacerdoti Ezizi -. come i veri Antichi Sacerdoti Etruschi, come i veri Antichi Sacerdoti Atlantidei _ vennero sulla Terra-Nuovo Mondo, rna poi ritornarono ai 101'0 Mondi di origine, E COS1 Icccro quelli chiamati "i Figli del CieIo", un antico popolo venuto e ritornato :11suo Mondo eli origine. Mi riferisco a quel popolo, doe ai veri Antichi Sacerdori che voi definite "Cinesi", doe i Sacerdoti Antichi Cinesi. Pol vcnnero anchc altri popoli, (he definisco sempre "Antichi" , pcrche furono quelli che "vennero". «Per quanto concerne qualche parte degli Antichi Popoli Venuti, qualcuno di 101'0 rimase sulla Terra-Nuovo Mondo ncrche cosi era state "consigliato", ma non "impasto"; e questo era state fatto sempre per qucl principia di Amore Divino Cosrnico di "aiuto" per "quelli di Mhatuhabh". E allora i Veri Antichi Sacerdori, prima eli ritornare ai 101'0 Mondi di origine, ':neutralizzarono" quelli che vollero rirnanere daIle Onde Negatrve, con metodi di Alta Scicnza Cosrnica, COS1 [urono preparati a rimanere suUa Terra-Nuevo Mondo senza patire solierenza spirituale e Iisico-corp«, avendo in lora una parte-ricordo, e nello stesso tempo Don Ii faceva retrocedcre mai, ne patire mai ».
l tbacar di Masar

MOSES

« Le cellule fisichc si possono modifieare attraverso un elaborato sistema, quale solo i Grandi Sacerdoti Antichi venuti da alrri rnondi abitati danno come Alta Scicnza agli Spiriti adatti a sopportare tale adattarnento. Ivli'n;esfu Ul10di questi allievi, COS1 bene istruito dal Sacerdote Hasyebatjanu dctto "Mahu". Questo Antico Sacerdote era Egizio, e proveniva dal mondo abitato chiamato allora, come ora, Etonya. Durante le Iezioni di Alta Scienza Cosmica fece S1 che Ie cellule del corpo Iisico di Moses fossero rnesse in "vibrazione cosmica univcrsalc" inserendo in esse un "super allenamento" aIle Iorrissime scosse che 10 spirito di Moses avrebbe rifles so su eli esse quando fosse venuto il tempo di entrare in dimensionc cosmica, -cioe di entrare sia spiritualmente sia fisicamente in contatto con Ie straordinarie potenti Forze Divine. « Questo Sacerdote diedc pure a Moses Ia possibilita di entrarc a far parte di un "perfetto sincronismo" can le "note vibrazionistiche" della Dimensionc Universale Cosrnica. Nella Natura, che il Tutto circonda, esiste un'Armonia la quale riBette dei particolari Suoni che contengono le Parole della Saggezza Divina, Questi Suoni sono onde chc vengono emesse cia particolari Colori i quali provengono da fonte Cosmica. Questi Colori forrnano questi Suoni, i quali generando ondc danno origine a Vibrazioni del tutto arrnoniche per Ie menti adatte a tale ricezione telepatica. Essi provengono dalla Cellula-Atomo Divina, la quale emettendo di volta in volta eolori divcrsi imprime onde che, elaborate, diventano parole che sintonizzano con la mente ricettiva. La mente ricettiva entra cosi in sintonia aeldirittura can la Parola Divina, cosa che pote fare Moses, e che mold altri hanno potuto e possono fate, in qualunque epoca: basta che siano addestrati da un huon Maestro e (he siano in graelo eli ubbidire all'Insegnarnento senza falsare nulla.

23-3 - 4-469

48

49

--------------------~------._------~~--------~

It [uoco liquida «Moses, quando lascio l'Egitto dov'era il Faraone c~e l~ faceva cercare per ucciderlo, S1 rifugia in altro luogo. QUl egli prese moglie, la figlia di un Sacerdote, la ~uale gli diede due Iigli, Molto tempo dopo, portando le gregg; a pascolare pres so il Monte Sinai, incornincio a sentire un richiamo telepatico, e spintosi verso il Iuogo suggeritogli, vide come una grande luce. Un arbusto pareva "fuoco liquido". «Uno del dischi vol anti di un mondo abitato era sceso in quel luogo cosicche Moses pote vederlo, e cosi ebbe i1 primo "contatto" con essi di quell'Universo Cosmico quale e. Moses non fu per nulla turbato da quell'incontro, dal quale anzi trasse iniinita gioia spirituale. Egli venne dunque istruito nel modo con il quale avrebbe dovuto indurre il Faraone a liberate I'afilitro popolo Ebreo. E imparo come, con l'alta Scien~a, da ~~ semplice "bastone di legno", si potevano trarre grandi prodigi e richiamare quelle Forze Cosmiche di cui gia l'aveva amrnaestrato il Sacerdote Egizio di Etonya. « La sua semplice fede, il suo grande Spirito intriso di Vibrazioni Cosmiche, era meravigliosamente adatto a sostenere cuclla parte; per cui dunque Moses ridisccndendo dal Monte Sinai gia "sapeva" a quali prodigi poteva comandare. Per cia il suo spirito era indomito quando decise di lasciare Madian per ritornarc in Egitto a liberare il popolo Ebreo. «E Sepliora sua moglie 10 segui, ed egli S1 incontro con Aronne sulla strada dell'Egitto e con lui si pres en to al Faraone dopo aver messo a parte suo fratello Aronne di quanto "doveva" dire mentre lui, Moses, avrebbe "fatto i prodigi". Aronne aveva la parola sciolta, mentre invece Moses aveva 10 spirito indomito della Forza Cosmica, quindi 121 Divina Saggezza era stata come semprc Sapiente, dividendo il compito fra i due Iratelli come fosse stato uno solo, rna uno per la Parola e l'altro per I'Azione. « Aronne aveva ascoltato suo fratello, di tutto quanto aveva tratto un grande insegnamento, per il quale un profondo senso di rispctto 10 colse per Moses, vedendo in lui un "inviato del Grande Dio di Israele". Moses durante il viaggio di ritorno

verso l'Egitto senti molte volte telepaticamente Ie istruzioni di quelIo che avrebbe dovuto fare e far dire ad Aronne, e molte volte ebbe visioni di molre Cose Divine. Il suo volto si stava trasformando in un Aflinamento Spirituale fortissimo. Egli sentiva discendere in sc una grande forza, Ia (orza Spirituale tutta della Divinita, che 10 guidava in un compito immane; rna tanta era la sua ubbidienza che neppurc un attimo ebbe il minimo dubbio di poternc essere all'altezza. Perche quando un debole dubbio si affacciava, la Forza Divina 10 scacciava dal suo Spirito, tanto forte era il Comando Divino in lui. Che era Strumento, che era Forza Combattiva centro il male.

Qualcosa di immensamente

grande

« Moses era fermamente convinto, dalla fede profonda e dai numerosi Segni della Divina Volonta, di partecipare a Qualcosa di Immensamente Grande. Infatti egli aveva Poteri quali soltanto vcngono dati a coloro che operano in sintonia con la Sapienza, contenuta in Eterne Leggi, che vengono come impresse e "scaricate" nello Spirito che Ie "deve" portare. Ora, dunque, questa Moses fece ogni cosa che volle la potente "Voce" che a lui "parlava" in parole ed in visioni, senza minimamente lasciare da parte nulla, e senza nulla aggiungere che fosse di "suo" ... « '" Colore che sono in perfetta sin toni a Cosmica Universale irnparano mediante il Maestro che a 101'0 e inviato di non fare nulla che non sia comandato, e di aderire man mana alla vera fonte "emittente" della Dimensione Cosmka. Di aderire COSI perfettamentc da diventare un tuttuno con il Pensiero Divino, che "crea" cosi vortici, spirali di "intuizioni" particolarmente sviluppate a condizioni particolari, quali vengono sottoposti gli Spirit! chc sono portati a reincarnarsi per "portare una missione" . « E COS1 Moses percepiva sempre di piu il Divino, entrando in particolari "stati d'estasi", nei quali aveva ordini dalla "Voce"onda-pensiero-suono-colorc telcpatica. II suo Spirito "vedcva" e "sentiva" con particolare acutezza tutto quello che gli veniva impartito, e gia vedeva delinearsi a poco a poco tutto quello che

50

51

r
avrebbe dovuto fare e dire. 11 suo compito non era ne facile ne leggero, perchc il suo Spirito era continuamente sottoposto a "rcazioni" faci1mente intuibili, quando si trovava di fronte a1 Faraone, che e la parte del Male che rende schiavi, doveva importe i "compiti" a lui afIidati dalla Sapienza Divina, e trarre dall'Alta Scienza ogni possibile aiuto aflinche Ie potenti Forze Cosmiche gli fossero "consenzien ti". II che voleva dire che in lui doveva scmpre essere desta la scintilla divina della Fede di "riuscire" . « Potente nella sua "figura" fisica e spirituale, Moses in certa qual misura dominava il "cattivo" Faraone, che ne ritraeva irritazione profonda nel vederc che i suoi "maghi" non sapevano opporre nulla aHa schiacciante superiorita di Moses, che inconsciamente sentiva protetto da Qualcosa inhnitarnente superiore aHa magia dei suoi rnaghi. II Faraone "sentiva" di dover combattere contro una Legge di gran 1unga superiore al suo volere, e percio vessava sempre pili il popolo Ebreo con durissimi castighi, credendo COS1 di piegare la volonta di :lV16sese di chiudere nel "cerchio della cattiveria" gli Ebrei. Ma sia Moses sia it suo popolo, doc i suoi Iratelli Ebrei, "sapevano" di essere in procinto di avere la Liberazione. Quella che viene solo dalla Legge dello Spirito del Tutto-Sapienza Divina Cosmica, « I "prodigi" che vennero fatti aUa corte del Faraone erano nulla in confronto a quello che avrebbe fatto la Divina Potenza. Infatti la notte del "passaggio", cosiddetta Pasqua, le porte degli Ebrei vennero "segnate" con sangue di agnello. E nella notte vennero date precise disposizioni a cui dovettcro attenersi speciali equipaggi di altri Mondi abitati. lnfatti, passando davanti alle case "egizie" ovc vivevano figli primogeniti, questi furono "neutralizzati", doe "inondati", 0 per meglio dire fisicamente resi "incapaci di vivere". E cosi fu adottaro un sistema di "selezione" durissima per castigate la cattiveria del Faraone, potenza del Male. Moses quell a notre inizio un rito Ebreo che perdura ancora adesso, E passato il "Vento del Castigo", il Faraone inebetito dal dolore di aver perso il primogenito ordino a Moses di porsi davanti a1 popolo Ebreo e di portarlo fuori dall'Egitto. « Si inizia COS1 un'altra fase del compito durissimo di Moses, mentre il ~opo.Io E?reo esu1~ava per l'avvenuta libcrazione, predetta secoli prima 111 un antico scritto che i Grandi Saggi tenevano in prezioso scrigno. II "Potente Signore d'Israele aveva tratto le sue genti dalla schiavitu", E questo per merito di Moses, che ancora d~veva rnolto duramente sopportare per portare tutto al su~ .dehberato ~ne. Vicino a Moses gia si ergeva alto e fiero, e spinto combattivo, Glosue, che avrebbe "sezuito" Moses e avrebbe "fatto seguito" al cornpito di Moses quando questi "avesse fatto quello che era nato per fare". «.M?lte sono Ie. vie imperscrutabili della Saggezza Divina; e sc nor Cl soflermassimo ancora e ancora su ccrti "mali" che vengono "dati" afiinche 10 Spirito liberatore venga nuovamente a "pe~cuotere i Faraoni" e Ie loro leggi inique, ci accorgeremmo che 11 Male ha solo un fine, mentre il Bene ne ha moltissimi. Quest~ potente Forza di una Saggezza irnperitura e sempre Creatrice deve far sorgere quella Fede per cui tutti debbono infine diventare consci del Male c del Bene. " « Moses si avvia verso il deserto, con tutto il popolo Ebreo e altra gente e innumeri animali. II suo "cammino" e assai lu~go, rna egli ha in mano II basrone della Saggezza e della Scienza Cosmica Divina Universale. E se ne servira ancora 1:?e~cheil sU? "carnrnino" e fatto di speranza, di fede, di carita. E .11 ':camrmno" degli Spiriti eletti, che sempre camminano cosCl~nzlOs~mente, diligentemente, verso Ia Meta. E le prove e le fatiche 11 rendono ancora pili forti, perche hanno con loro il .;-:_ero,altissirno concetto della perfetta Sinronia Cosmica del Dovere da compiere.

La Torre di Fuoco
« Mentre Moses guidava gli Ebrei fuori dall'Egitto, venne dato _incarico a diversi equipaggi di dischi volanti eli diversi Mandi abitati di prccludere la possibilita che i soJdati del Faraone potessero ragglungerc Moses e il popolo Ebreo. Cosi, per molto tempo, si alternarono dischi volanti che avevano il compito di irradiare raggi magnetid cosicche sernpre, giorno e notte, un'altissima Colonna di Fuoco si ergeva tra i soldati del 53

52

r
Faraone ed il popolo Ebreo fuggiasco. La Torre di Fuoco pareva viva e "camminava" suI terreno. Infatti i raggi magnetici seguivano i passi del popolo Ebreo, impedendo ai soldati del Faraone di penetrare attraverso il "fuoco vivente" per uccidere. telepatiche. Infatti su quel monte si erano stabiliti, scesi da una nave-madre, uomini Istruiti, doe Maestri. E questi diedero a Moses dei "precetti", « Egli dunque si intrattenne con questi Maestri per ben quaranta giorni. Poi ridiscese. E diede queste Leggi agli uomini delle varie tribii Ebree. Poi disse loro che sarebbe risalito per adernpiere aneora a una parte del suo Lavoro, per cui era nato. Infatti risali tra il fumo e le folgori. E si trove davanti ad un abitante di un altro Mondo. II quale 10 invito dentro alla navemadre, che era appunto la causa del "fumo e delle Iolgori" magnetiche.

It mare cbe si divide


« Poi, man rnano che tutte queUe persone procedevano, altri ordini vennero impartiti ad altri equipaggi, Si dove va fare in modo di spartire Ie acque del mare per lasciare passare Moses, gli Ebrei, e non i soldati. Cosi, una potcntc nave-madre si diresse verso il principia del mare. Moses era B. Ad un segnale telepatico egli dunque, Moses, protese i1 suo bastone, ed un "vento" incomincio a sibilare. Dalla nave-madre vennero "landati" innurneri potenti "sotfi cosmici" prodotti da vortici di atomi, i quali sollevarono prima, poi divisero le acque in due altissirne sponde, mentre il terreno sottomarino vcniva complctamcnte asdugato da un "risucchio" magnetico ad alta potenza. « La via era COS1 aperta, e in questa procedette Moses visibilmente meravigliato e profondamente scosso dalla potenza rnirabile del Dio che 10 guldava, rna internamente gioioso del meravlglioso risultato della sua incrollabilc Fcde. II Die che 10 guidava era soprattutto una parte di lui stesso, e in questa certezza stava il potere di Moses. E quanto accadeva era per dare "partecipazione" visibile agli Ebrei di tuttala manifestazione divina. Doveva COS1 nasccre un Principio per un Venire di una profonda connessione tra il Divino e 10 Spirito e la Fede, per coloro che avessero "cercato". « Per Moses era facile l'apprendere quanto gli "veniva detto", cioe impartito tclcpaticarnente. Cosi, dopo qualche mese, quando erano giunti ai piedi della montagna che veniva chiamata "la casa di Dio", quella su cui aveva gia posato pie de e ne aveva avuto "colloquia" can esseri di altri Mondi abitati, Moses venne nuovamente "richiamato" lassii, dove il popolo Ebreo vedeva "fumo e folgori", Egli fu seguito da altri. Ma fu lui solo che ascolto Ja Voce, cioc - per dirla pili esattamente - Ie onde

Le T avole della Legge « Egli, Moses, cntro e li stette per qual' ant a giorni e quaranta notti, ascoltando quanta gli veniva riferito. ,E vide I'abitante di un altro Mondo estrarre da un apparecchio due Tavole trasparentissime, nelle quali erano incise lc Leggi Eterne Cosmiche: Ie sole che davano un fine alle Buone Azioni e davano un fine alle Cattive Azioni. Infatti can que! Decalogo erano sintetizzati i Principi Morali e l'opposto era certo I'involuzione. Cosicchc era no il vero Principia di Evoluzione Spirituale Morale per ogni persona che voleva raggiungere il principio del Bene, in tutta la sua estensione. E quello che Moses doveva fare era di dare c fare rispettare quei Principi Morali della Eterna Legge Cosmica. Era l'Ordine del Principio Assoluto della Li. berra intesa come rispetto alla Legge Divina. Liberta di "conIerire" con gli Atomi Divini Cosmici. « E Moses intese tutto questa nel profondo del suo Spirito, e vibro eli luce, e ne Eu "intriso", « Quando seese dal monte, trove che n popolo, trarnite suo fratello Aronne, aveva "simbolicamente" fatto un vitello d'oro, mente "tutti parevano impazziti". E percio ruppe in frammenti quelle prcziose T avole, mentre il monte trernava e una Voce potente fece S1 che "tutti furono rnessi in grande sgornento" e pianto. E vennero duramente castigati. E Moses venne richiamate sul monte e dovette "costruire" lui [e Tavole e allora
55

54

li'-, -------------------~-----

r
"magneticamente" vennero incise le Parole della Legge, e quando ridiscese tutto il popolo vide il suo volto illuminate, e Ia sua testa orrnai blanca tutta "irradiata" e la pcllc del suo volto "come bruciata". 1nfatti era stato "ustionato" dai raggi cosmici della nave-madre, che emavana forti masse magnetiche. « Moses, che era Parte del Tutto, porto le Leggi. II Cristo Cosmico, che e parte del Tutto, porto la Parola. losi traviamenti d'ogni genere, e genera la totale degenerazlone. « Moses - il Cristo Cosmico possono ritornare, poiche ogni momento che passa incide sul tempo del ritorno di Qualcuno che riporta Legge e Parola, che vuole dire i] ritorno del1e Eterne Leggi nell'Ordine dell'Ordine. E "quelli eli Mhatuhabh" hanno sbagliato ancora una volta. « 11 Tutto, ossia la Mente Divina, Atomo-Super Cellula, pre- I para il suo ritorno. E noi collaboreremo come sempre. Infatti I stiarno sernpre pronti, percorrendo gli infiniti Universi, e camminando per Ie vie di Cemnalea Guadggua, e i sotterranei ter- " restri ed acquatici, dove esistono le nosrre basi, che sono a centinaia. Ogni parola, ogni mossa di guerra atomica noi la sappiamo, E per questa ~lig1Jianlo alle soglie dei Cieli c: della Terra); pronti a intervenire. E siamo pronti a unirci per accompagnare .' i1 ritorno di Colui che, impersonate in veste di Riportatore delle Ete1'11e Leggi e della Parol a, rimettera piede ancora accompagnato in grande magnificenza da tutti noi, e questa volta per semprc, perche COS1 e stato stabilito ».

Altre T auole «Moses potrebbe essere ancora sul Monte Sinai, mentre sulla Terra vi sono innumeri vitelli dora, e le genti guazzano nella corruzione. Ma Egli potrebbe tornare dal Monte can altre Tavole, rna sempre con incise Ie Eterne Leggi Cosmiche. « Quelle che gradatarncnte vengono escluse ed eluse, perche I'Ordine statu dimenticato. Egli, Moses, ossia una parte del Tutto, potrebbe ritornare, Non importa sotto quale forma, e sotto quale spoglia, e sotto quale vestc, Come potrebbe 1'it01·· nare sotto la Forma Meravigliosa del Cristo Cosmico, fusa nel ricordo insieme a quella di Moses. « E poiche noi degli altri Mondi abitati sappiamo questa, e abbiamo e svolgiamo sempre un lavoro d'Ordine, impartitoci attraverso tutti i tempi dall'Ordine Eterno eli Leggi Cosmiche, Slama fermamente eonvinti che qualora l'Atomo Divino decidesse di ritornare, noi saremmo i suoi fedeli servitori, come sempre. Non sappiamo quando questo potra accadere, rna ci teniamo pronti, perchc c vigile la Mente Divina a non lasciar esporre ad un pericolo di una profonda perturbazionc cosmica, come sarebbe la distruzione per deflagrazione atornica, di que·

Ltbacar

eli Mas-ar

9 - 19-5-69

IL
Il Principia per un Fine
« Attraverso imrncnsi chiamo ha "sintonizzato"

CRISTO

COSMICO

spazi siderali

cosmici

un posscnte

RI

sto mondo

chiamato

Cernnalea

Guad[YS'ua

4.

«"Quelli di Mhatuhabh" si sono coC~truititroppi vitelli d'oro, e le eterne Leggi Cosmiche dell'Ordine nell'Ordine vengono calpestate. Ogni valore morale e spirituale e osteggiato con eflerata crudelta. Lentamente esiste i1 pericolo di Contarninazione. La pili grave "epidemia" soffoca ogni spirito e induce a perico4

Questa

il nome «casmica » della nostra Terra.

con uno Spirito indossante un "abita" di giovane donna, e attraverso un "selettivo" Ordine questa giovane donna porto dentro eli se un "Seme". Qucsto "seme" era stato portato cia un "proccdimento" di Valutazione Particolare. Esso dovcva servire quale "abito fisico-carpo" per uno Spirito di potenza inimmaginabile. Una parte stessa del Principio del Principio. «E questa appunto doveva essere valutato ncl suo pieno signilicato. Siccome tutto era stato vagliato per un Fine, questa

56

57

-r --giovane donna doveva essere pura. E l'introduzione del Seme doveva avvenire senza alcun "contatto" carnale, che avrebbe potuto materializzare e quindi apportare delle "contaminazioni". « Quindi la "introduzione" avvenne per: mezzo di un semplice procedimento. Un Atorno-Serne venne "introdotto" nel corpo-Iisico spirituale. . « E cosi, quando venne il tempo, questa giovane donna mise l~ s~o corpo a1 servizio della Divina Legge Cosmica; e "nacgue", cioc venne sulla Terra-Nuovo Mondo si stabili una Corrente Divina Cosmica, per un alto Fine. Lo Spirito "vesti" un "abito" adatto a ~ui. E ~n Bimbo, "quel" Bimbo, fu fisico-corpo; e men~re gia ayv~~lVa ~ualcosa di straordinario Esso apri gli OCChl,e molti gla sennrono quel richiarno senza che neppure ne sapessero il perche. « Si stabiliva un "contatto" cosmico, che avrebbe perdurato nel Tempo, dci Tempi, nei Tempi »,

-------

u Tutta
« 11 Cristo venne, e aprendo gli occhi fisici "vide" intorno a se rnolte persone ... E quando incomincio [a Sua vera Missione molti 10 seguirono, anche se poi 10 abbandonarono . .NIa tutto era gia stato prestabilito per un Fine che S1 intuisce benissimo ... « II Suo volto spandeva Luce. I Suoi occhi erano dolcissimi , . l~a pure S1 tramutavano in sguardi di intense, e profondo, e vibrante sguardo, che era uno sguardo che zuardava oltre come a. "tr~passarc" la materia per guardare 10 Spirito delle p~rsone, di C~l1 sapeva se~pre tutto gia prima che lore parlassero, perche era 11Tutto Lui stesso. Cioe, gli "altri" facevano parte di Lui, come Lui di loro. « Quindi e comprensihilo che facesse e dicesse 'luella che faccva e quello che diccva, in conformira al Suo Fine ed a1 Suo programma Divino Cosmico, « La "soflerenza", se COS1 si puc definite in ben misera par?la, e .l'aver dovuto "costringere" [a Sua immensa Iorza spintuale 111. ben. stte~to "abito fisico-corpo", ed il doverla assoggertare ar "bisogni" materiali di esso. Resta quindi in tutto

quesro una ben alta prova di immenso Amore-Forza Divina chc ci ha dato il Tutto, costringendosi - e la parola esatta - nella forma umana, sola forma adatta per il Suo venire ... «La Sua voce, dalIe calde risonanze, eta una intera vibrazione, dal tono dolce al tono di comando quale solo Lui poteva assumersi quando qualcosa 0 qualcuno non "intendeva" il significato delle Sue parole. «II Suo corp a era meravigliosamente adatto a sopportare lungamente la vita all'aperto, sotto il sole, sotto i tramonti, sotto le stelle, sotto 1a Luna. I Suoi lineamenti era no mirabilmente rispecchianti il Suo alto Porere Spirituale. La Sua bocca era fatta per Ie Parole saggc, eel era fatta per apportarc a1 suo corpo Iisico il nutrimento che "doveva" materialmente introdurre, per far S1 che gli "altri" non si sgomentassero nel non vederlo cibarsi. II che avrebbe potuto benissimo fare, doe il "non cibarsi", il non nutrirsi materialmente. Ma Lui ha voluto esattamente fare tutto per non creare sgomento "e incredulita mista a paura. « Egli volle essere umile e in piena "misura" fisica e matedale. Gli bastava poco, perche Egli aveva gia Tutto. Come del resto insegno a tutti noi: che avendo il Tutto dello Spirito e nello Spirito, il testa c in soprappiu, E di tanti soprappiii se ne pua fate assai meglio senza, perchc c tutta inutile zavorra che pesa, pesa e trascina sernpre pili ne1 limo del materialismo.

\
\.0

)1

)
i

Percbe uenne
« Non e per un fatto di Religione che il Cristo Cosmico venne sulla Terra-Nuevo Mondo, come e stato fatto credere in quella Religione che appunto si autodeiiniscc "Cristiana" e che del Suoi insegnamenti ha ben poco nel suo fare. « Egli, il Cristo Cosmico, decisc eli venire su questa pianeta perche vi fosse un patto di Amore Univcrsale (lrmato con il prczioso Suo Sangue; e oltre a questa che qualcosa - un contatto profondo, costante, vibrazionistico - fosse collegato a1 Suo ventre. « Egli dunque venne, ctebbe, divento adulto. Scmpre, ogni

58

59

r
Suo gest.o, ogni Sua parola ebbe I'impronta della Sua Divina Pe~SOna~Ita Quando v~nne il tempo delle Sue peregrinazioni, .. egli d~~IS: cit sparg~re. 11 Seme della Saggezza-Sapienza in parole semplici, m allegoric, 111 parabole. come se parlasse, ad ognuno, particolarmente, L'incredulita, I'ironia, non 10 toccavano. Egli sapeva, perchc era ed e i1 Tutto. Sapeva che il Suo cammino, le Sue parole, avrebbero portato un soflio rinnovatore, un soffio diimmane, di insuperabile Gran dezza Infinita per sempre. ' «I Suoi piedi camminavano, il Suo corpo si muoveva, il Suo sguardo eta alto eppur dolcissimo. «I Suoi capelli tra il biondo-castano dorato erano scrici, come fatti di vento cosmico. « La Sua fronte purissima denotava una Mente, una Forza Spirituale immane. « Eppure i bimbi crano attratti da Lui, e correvano a Lui, come attirati da una calamita. Ed Egli Ii amava con gioia estrerna, come amava gli spiriti che sentendo Lui gli si aprivano con estrema semplicita in confcssioni spontanee, Egli amava, ed ama, soprattutto quelle persone che si pentono delle loro colpe, e che Lui "sapeva" ascoltare con vero ardente Amore di vera, pura, immensa Carita. « Egli sa ascoltare, e sa arnare, se pure con severo ordine, di Amore Divino, che e Legge Cosmica. E nel Suo cammino egli parlo, ma purc ascolto, E i Suoi "miracoli" Ii profuse, mentre la Sua Forza Divina "circondava" ed "abbracciava" tutti quelli sulla Terra-Nuevo Mondo. Come da quei tempi rirnane e permane tutto questo. Sempre. Fino alIa Sua venuta. Fino al Suo ritorno. « Perche scelse proprio quesro pianeta, per la Sua venuta? Perche cost stabili, nel Fine profondo e nella Sua Divina Legge Saggezza-Sapienza. Egli "vollc" venire, perche ci fosse un segno tangibile della presenza della Forza Divina Cosmica, Perche occhi 10 vedessero, perchc orecchi 10 sentissero, perche Iosse create un legame indissolubile fra Lui e la Terra. Egli scelse il luogo della Sua vcnuta nei luoghi "adatti" per il Suo Fine, come avrebbe potuto scegliere altri luoghi...

-~

Miracoli «Ma per fare qucsto Egli decise di attorniarsi di uomini sernplici come Ie Sue divine parole, e COS1ordino, sia con [a parola-ordine, sia con l'irnposizione spirituale, a uomini di ordini sociali dlversl,. rna sernpre tr~ i pili umili, di seguirlo. Cosicche, quan~o. :ro11e l~traprendere 11 Suo cammino, era gia attorniato da spmti a LUl fedeli. E il Suo corpo fisico, rnirabilmente formato pe~, le Iunghe marce all'aperto, dovette pure assoggettarsi a ~en pru ardue prove; doe sentire la Sua immane Forza Co. smica-Atomo-Universo Divino "scaricare" attraverso la carne fl. sica tutta quella immane carica quando le Sue mani si "posavano" su patti di corpi fisici per "guarirli"; onde attraversata I" n:~:e~;a '''dII e . l:na ato, ,questa dolcis~irna, ' potentissima Forza , ,~. .CoJplsse 10 spinto dell uorno da LUl prescelto per Ia guarigione. «Guar~gione Iisica, si, rna quali guarigioni spirituali Egli effettuava. ~n tutta quella immensa foUa che sempre La seguiva come. docili pecorelle! E se qualcuno osava intromettersi e criticare 11. Suo operata, _~astava che 10 guardasse perche quella pers?nQ SI trovasse umiliata profondarnente, e il suo spirito stesso Sl rende~se canto che aveva osato criticare Qualcosa 0 Qualcuno ben 21 di sopra di qualunque critica. . ;< 9u~ndo opera va q:rello che l~ persone chiamavano "miracoio , 11 Suo corpo fiSlCOne subiva una reazione fortis sima e si vede.v~ il Suo volto mira bile coprirsi di sudore, per I'estrema For?;?~Divina che aveva attraversato Ia Sua carne materialc, che ne riceveva un contraccolpo di stanchezza estrema « La Sua vo~e, quando parlava in parabole, era dolcissima, ~~rofo~d~; e. c~l~lva ol~rettu:to .10 spirito, che in quci momenti seI~tlva dl,glOlre e di soflrirc mtensamente; perche Lui sapeva raggmngere 11 eucre, la mente, 10 spirito di ciaseuno prescnte;
60

61

_j

A braccia aperte « Lasciate ehe i pargoli vengano a me, disse rnentre qualche bimbo ehe aneora non sapeva quasi camminare, da Lui attratto, si stacco dalla madre per and are verso di Lui, ehe gia aveva apcrto , in un gesto simbolico, lc braccia ... « QueUe braccia ehe cost aperte con amore gia disegnavano nel Sole que! gesto ehe avrebbe ripetuto quando sarebbe stato inchiodato sulla Croce ... «Aprire Ie braccia e un gesto profondo di signifieato. E l'Amore che dona, che vuole stringere a se tutto e tutti, nell'immenso vortice vibrante di Onde-Amore che I'Essenza Prima della Forza Cosrnica Universale. Amore-Vita, che vive per donate, per eonfortare, per date speranza, per dare Tutto. Que1 Tutto che racchiuso in Lui. Lasciate ehe i pargoli vengano a me. Quali pargo1i? Quei piccoli bimbi che tra Ie Sue braccia trovarono Amore? Egli voleva significate: Iasciare ehe tutti gli spiriti [reschi, puliti, pieni di fiduda, di fede, di speranza siano liberi di essere "trascinati" a Lui, attratti da Lui, nelle Sue braccia immense come l'Universo intero. Vibrante di Amore, perche rinnovatore di ogni cosa, che mal muore, rna che sernpre vive in Lui e per il Suo Amore. « Egli sapeva pure essere forte c cornandare, perche sapeva quale Iosse la Sua opera da port are visibilmente sulla Terra. Cosicche non pore fare a rneno di prendere uno staffile, e colpire duramente quei sacerdoti che fuori del Tempio "facevano commercio" di animaIi da sacrificare. Con questa gesto Egli volle irnprimcre un signiiicato ben pill profondo. Chiunque fuori e dentro dei Templi commercia, e da Lui colpito con severita, Ed ora ditemi, in quale Ternpio non e cosl? Perche esiste tanto apparato eli fastosita nei sacerdoti che di Lui vogliono parlare, di Lui vogliono predicate? Egli venne Povero, Egli indosso una tunica, ebbe mal calzari ai piedi, mangio sempre frugalmente, dormi sovenrissirno sotto le stelle. E chi 10 "interpella" per case futili, chi 10 prega per cose materiali, non C certo entrato nello Spirito Cosrnico, quale Lui voleva c vuole che si comprenda. Egli parla attraverso i Tempi del Tutto. E in questa Tutto, noi dobbiamo cere ate il Suo pal-late, il Suo conforto, il Suo Amore,

che immensa Vita, mai Iinita rna sempre rinnovantesi in Lui. Perche noi siamo di Lui, corne Lui in noi, sernpre. « Questo il Suo messaggio, Ia Sua verita, come splendente Gemma Cosmica che fuga tutte Ie ansie, tutti i timori, tutti i dolori. «Lui accoglie tutto, nel Tutto, per farlo SU?,. p~r farlo d~ tutti. E crea e ricrea sempre nuove forze che Cl invia. Che Cl dona. Quando siamo in Suo Amore, Vita, Vibrazione costante. « Egli crea irradiazioni che muove, c~e smu~ve, che so~o. E allora nel Suo nome possiamo fare ed agire. E S1 possono nnnoyare i Suoi rniracoli, ne1 Suo nome, avendo Lui in noi, corne "irradiati" di Fede in Lui e per Lui. La Fede e vibrazione potentissirna. Ma se si vuole, si puo avere quella facolta di guarire, avendo Fede di poterlo fare; perche Lui e in noi, nessun male puo essere inguaribile quando si opera per Lui in salda comunione di vibrazioni Sue. «Egli ha Iasciato questa porta aperta a chiunque si senta in Lui ».

Ithacar di A1asar 18-4 - 234-69

GLI

SPIRI'l'l

DI EMANAZlONE

« 11 Cristo Cosmico vera parte scissa della Forza Divina Cosmica, doe parte Atomo-Elettromagnetica staccatasi dalla Forza Divina Cosmica della Creazione, Spir~!O sernp:e presente e tuttora vibrante di Luce, che comanda nella Creazione, e che puo sempre immettcrsi in un corpo fisico an~he meno. ?enso. Cos a che fa. Perche con noi, ed nostro Maestro DIV1110, e rornera sulla Terra con noi quando sara tempo di venire. «Buddha, Maometto, Confucio, sono stati spiriti di Emanazione Divina Cosmica, cioe emanati per portare, come "canali" riceventi ed anche trasmittenti, alte verita di Alta Saggezza emananti vibrazioni di Verita Cosmiche Univel~sali a .po~oli che avevano bisogno di questi alti ammaestramentt. Q.umdl l~ 101'0 missione ha dovuto svolgersi in particolari tempi, adatti

62

63

per i popoli a ricevere parole illurninanti c di saggezza anche mctalisica. « Essi, Buddha, Maometto, Confudo, sono secondi al Cristo Cosmico, che rimane il Primo Maestro Divino. « Buddha, Maometto, Confudo ed altri rimangono altissimi Spiriti di Maestri che ancora contribuiscono per compiti di alta Fratellsnza Cosmica Universale e sono a1 coman do della Divina Forza Cosrnica, quindi sono "aiutanti" del Cristo Cosmico che dovra venire ancora sulla Terra, quando e come sara il suo tempo Ji venire. « Buddha, Maometto, Confucio cd altri rimangono alti maestri di saggczza e di bonta Cosmiche Universali, e hanno portaro quella scintilla di saggezza Divina occorrcnte a certi popoli che hanno COS1 assorbito vcrita cosmiche splendide per le lora "cmanazioni" divine, e oltre a tutto hanno dato adito a meditazioni e speculazioni spirituali altissimc e filosofie emananti vibrazioni di Luce Purissima Cosmica. « La loro venuta e stata una dirctta "cmanazionc" Divina Cosmica, doe sono stud Spiriti creati appositamente per la loro alta missione spirituale Cosmica. « Altri Spiriti Cosmici sono "canali" riceventi e trasmittenti, quali quelli che voi avete chiamato "Santi" in gradazioni diverse. Un esernpio: Giovanna d'Arco. Poi gli altri che avete conosciuto nei Tempi, fino a Papa Giovanni e Padre Pio da Petralcina ehe era stato Alto Spirito veggente impregnate di Vedra Cosrniche. Insomma, tutte Alte Gradazioni soirituali emanate ed emananti vibrazioni spirituali altissime. « Sono tutte scale spirituali, can ali spirituali can facolta "divine" altissime, per apportare una Luce agli spiriti che hanno bisogno di una scuola 0 anchc di "frustate" spirituali per rendersi canto della superiorita della Spirito sulla materia. « Scuole spirituali, Luci spirituali. Fiaccole spirituali che solcano le tencbre c insegnano le vie deHo Spirito. Luci ernananti di vibrazioni cosmic-he che "attirano" e non concedono tregua a110 spirito che cerca luce. Ponti eli acqua di verita che dissetano gli spiriti assetati eli verita. Acqua Divina Cosmica Universale. « E tutto un susscguirsi eli vcnute di Spiriti che apportano
c

v~rita qu~ndo Ia Divina Cr~azione Cosmica si accorge che c'e blso~no di Luee che venga diffusa per gli spiriti che "chi d " I\;1olt1f~?no una fine fisica cruenta (rna quando vengono eino:is: ~~o?e gia 10 sanno), .ma Essi ritornano sempre, quando occorre. E tl~to'hlt~ comRlto, nc~es.sario per la salvezza degli spiriti. .1 C <: n~ e 1I~ aIr,rI.rnO?d1 C1 sono alti Maestri Spirituali. Ma 1. rIst~ osmlco.e 11 pnmo ed il pili alto di tutti perche come t1pet~, e. parte scissa della Forza Divina Cosmica che ~enuta tra di Val, ritornera a ripartare 10. Sua presenza e Ia S' di . parola di Pace! ua IVl11a
I thacar di Masar
16-10-76

64 3. I nostri amici extraterrestri.

65

__,----

------~~----

LO SPAZlO

Per 10 pia, i « messaggi » di Ithacar di Masar portano, nella loro « intestazione »J una definizione della Spazio. Ecco un piccolo «campionario » di tali definizioni, alcune delle quali sana assai suggestive.

u.s .

... dove il Tempo non ha Spazio e dove ]0 Spazio non ha Tempo . ... dove Tutto ha avuto, ha, ed avra il suo andare, per Ia Grande Legge Divina . ... dove il Tempo non ha Spazio, e dove Ia Sapienza nan ha
Iimiti.

... dove il Tempo scorre lento e solenne come il Fiume della Pace Eterna . ... dove l' Armenia delle Leggi Divine e costantemente meditata dagli abitanti dei diversi pianeti. 00. dove l'atomo c molecola dell'eterno movimento e dena vita ... dove l'Infinito e nel Finite, e dove il Finite e nell'Infinito . ... dove l'ampiezza dell'Universo Cosmico e caratterizzata dalla formazione del Finito nell'Infinito e dell'Infinito nel Finito, poiche tale e la concezione base dell'idea di partenza dell'Essere Supremo.
67 cosmica .

... dove il Grande assume la forma del Piccolo, per la vastita della grandezza di Dio . ... dove il limite impasto dalla mente degli uomini terrestri e, in confronto alla immensa maestosita, come. la formica in confronto all'elefante . ... dove cuori e mend sana al servizio Divino, e sana parte integrale di Lui. ... dove il Grande Conduttore indica can Ie stelle la via alla Grandezza dello Spirito . ... dove Ie Immensita paiono briciole, e Ie briciole Immensita . ... dove Ia Luce scende direttamente dal Centro Universale dell'Essere Supremo. dove le armoniche Leggi della Creazione dan no l'immensita del Tutto . ... dove 1a paro1a di Dio Legge e la Legge Dio . ... dove 1a Grandezza regna suprema, e si sente l'infinita umilta dei figli di Dio. dove tutto quello che ha valore e di valore. ... dove 1a dimora del Creatore dell'Universo invia raggi di sapienza a chi Ii vuo1e ricevere . ... dove ogni minima particella cosmica operato dell'Essere Supremo. ,.. dove 1a Divina Legge ha permeato ogni particella cosmica. ... dove Dio ha 1a sua dimora nelI'Essenza prima d'ogni elernento. ... dove il Grande Costruttore lancia Ie Sue Perfezioni per un Grande Disegno.
'00

ALTRI MONDl

'00

E pressocbe inconcepibile, per noi e per Ie nostre conoscenze, che altri pianeti del Sistema Solare siano abitati. Cia e invece proprio quel che sostengono i «corrispondenti » extraterrestri di Germana Grosso, alcuni dei quali - Ithacar, Hitaoo, per far qualche nome - appartengono a mondi di dilferenti complessi planetari. Ma Kladur, ad esempio, di Etonya, che altro non se non it nostro Giove. Un pianeta sul quale le condizioni di vita sana, per quanta ne sappiamo, assolutamente impensabili. «Sul quale ». Ma lo sono anche « nel quale »? Kladur alferma cbe, impossibile in elfetti alta superficie, la vita vi si svolge normalmente all'interno, al di sotto. E spiega inoltre - sia pure sommariamente - come. Del resto, anche altri pianeti del nostro Sistema Solare, oltre alta Terra (ed a Giove), sono - fo dicono gli extraterrestri popolati. Venere, ad esempio; Saturno, ad esempio (se ne troveranno accenni nei capitoli successiui), Si ripropone a questa punta, come si riproporra in seguito, praticamente ad ogni pagina, il quesito, l'interrogatiuo all'ombra stessa del quale appare questa libra. Pura fantasia, pura inoenzione? 0 realtd, magari ipotetica, magari lantana, remotissima, dal nostro modo di uedere, di sapere, di concepire cose tanto e tanto pitt grandi di noi? Nel momenta in cui si accetta la possibilita che « qualcosa »,

'.0

68

69

che « qualcuno », esista, viva, nasca, muoia al di la del confine della nostra atmosfera, allora qualunque eoentualita pUD essere valida. Nel momenta in cui, invece, si sia deciso a priori, 0 si decida a posteriori, di non accettarla, resta comunque l'opportunita di godersi una realta che pUD sembrare piacevole 0 spiaceuole, a seconda dell' angolazione nella quale fa si inquadra. Piaceuole, se si considera che gli esseri che ne sono protagonisti vivono in una totale liberta materiale, ma soprattutto spirituale. Spiaceuole, [orse, per chi di noi (e siamo i pia) abituato a considerare la vita una continua lotta alta conquista di un qualcosa che dovrebbe [arci diventare migliori (e che inuece, souente, ci rende peggiori). Un qualcosa cbe, magari, si cbiama Pace. 0 Liberta. 0 Bene. 0 Amore. Quel qualcosa, cioe, di cui « i nostri amici extraterrestri » sembra godano da sempre.

u.s.

in altro messaggio che ero di Marte, ma non del vostro Marte, che noi chiamiamo Masar. « II vostro Marte serve da base a noi, e abbiamo installazioni guidate da robot, che fanno lavori per.noi, come l'estrarre materiali occorrenti per nostre cose. Metalli per leghe (come sulla Luna). Installazioni di speciali costruzioni per colture nostre, che poi vengono lavorate per nostri bisogni vitali. Di materiali, Marte - il vostro - ne ha mold che ci occorrono. Ma non abitiamo pili su questa vostro Marte. Se ci sono installazioni e cose, sono guardate e fatte e magari messe in aItre zone, come ripeto, da nostri speciali robot, che vengono anche sostituiti da nostre squadre speciali che li portano 0 Ii costruiscono suI coste Sono guidati 1n ~"..-10 ......,~ ...-t.",t""\-+-+T'n.,.-... ""'1 ..... .-'(1'.,.. .....n ........ ,tJ J:-''-"i smettono, cioe ricevono ordini e trasmettonoquello che vogliono sapere per continuare il 101'0 Iavoro 0 cambiarlo. Tutto questa nostra scienza ».
.;)L • U.1.1V . U_1_~a ....1
.1LL

..l.1.1vu ...... V¥t'VLL-U.I..1V,

ho. .............. ; \""U..l

L::::• ..L.1~'-"VV.1.l_V

,0.

'-"

+i'"I') ... L.J..U

J tbacar di Masar
7-10-76

MASAR

"vostro" Matte serve per noi come base. Su di esso abbiamo dei robot. Noi abitiamo in un altro Sistema Solare, ma come stirpe (come direste voi) siamo di Marte. Abbiamo trasmigrato per un nostro specifico bisogno vitale. Ora, su questa nostro mondo che abbiamo nuovamente chiamato Masar, abbiamo tutto quell a che ci occorre per la vita come da voi, e altre case ancora della nostra scienza. Siam a al corrente delle vostre idee su di noi. « Questa un mondo che il 57° oltre il vostro Sistema Solare. Quindi, parecchio distante. Abbiamo dovuto trasmigrare perche il vostro Marte diventava inabitabile come altri mondi, da cui altri popoli hanno dovuto andare perche non potcvano dare queUe condizioni di vita sopportabili anche con speciali apparecchiature scientifiche. « Questo che dieo non perche il Viking, quel zanzarino americano, abbia solleticato il suolo del vostro Marte. Indicai

«n

ETONYA

« Rispondo volentieri alla domanda: come facciamo a vivere su di un mondo in cui voi terrestri, con i vostri apparecchi, denatate vita impossibile; e come abbiamo fatto a create una condizione di vita "appena sotto il livello del suolo". « Etonya, doe Giove, e immenso, e abitato da tre popoli: Erruseo, Atlantideo, Egizio, La scienza di quesri tre popoli ha fatto si che, unendo Ie forze, e con apparecchiature specialissime tecniche a COS1 alto grade che voi neppure potreste concepire, ha ottenuto quanta segue. « Appena sotto il suolo si e composta una intercapedine-pellicola di atomi radianti positivi in nona dimensione, doe che S1 rinnovano sempre da lora, che Iungono da fiItro e creano percia condizioni di vita norma le. « Oltre questa speciale intercapedine-pellicola, n01 abbiamo creato un altro suolo sotto al suolo, per cui e come fosse da voi, 71

70

rna sotto. Luci solari filtranti da atomi solari creano condizioni per la vita di piante, fieri e tutto quanto ci occorre. Aria pura e ossigeno vengono prodotti sempre da catene di atomi appositi in dimensioni varianti, Atomi positivi, si intende. « Tutto questo e un metoda nuovo per voi, e 10 credo' rna noi 10 abbiamo attuato perche ci c stata data la possibilita, con metodi e apparecchiature che definireste da fantascienza rna e scienza reale applicata pet Ia nostra sopravvivenza su' Giove (Etonya), Quindi non che noi si viva come talpe, rna forse viviamo meglio di voi che avete inquinato tutta la vostra atmosfera con le radiazioni atomiche negative. « A noi, questa scienza permette di vivere in condizioni migliori delle vostre, anche se sotto il suolo di Etonya; dove c'e persino la facolta di cogliere fiori e di cibarsi di fiori-Irutti dolcissimi e vitaminizzanti.E soltanto una condizione di vita che esula dalla vostra.E diversa fondamentalmente. « Siamo pcrfettamcnte consci che quanta sto dicendo forse non verra capito a fonda, e questa 10 sapevo gia in partenza. Ma ho voluto dare questa risposta e questo chiarimento ad una domanda piii che logica ».

Kladur

di Etonya 8-10-76

LIOAKI ~ <~ II ~1io Lioaki e nell'undicesimo Sistema Solare, e il popolo che 10 abita si chiama Bhak. Intorno a1 mio mondo c'e un numero imprecisato di satelliti artificiali che abbiamo costruito noLo In ognuno di essi vi sono abitanti i quali coltivano frutta, ~on, ver?ure, ~l~evano animali, perche suI mio mondo impornarno elm satelliti quello eli cui abbiarno bisogno. «Debbo dirti che anche l'acqua viene prodotta artificialmente in un enorme satellite, perche non c'e su Lioaki, nel quale abbiamo "costruito" fiumi, 1aghi, canali e anche mati " artifidali" . « Viviamo con parte degli abitanti di Masar, perche abbiamo

sia per campagne sia per compagni abitanti di questo mondo per noi molto amico. E i nostri figli nascono bellissimi, di razza mista can i masariani. « Gli animali sono molto belli, e ce ne sono di razze infinite le quali servono sia per cibo, sia per diletto, per arricchire il paesaggio. Abbiamo uccelli dalle piume coloratissirne; abbiamo pure quelli che voi chiamate pesci, rna sono molto diversi. « I nostri cibi consistono in diversi piatti, rna siamo molto ghiotti di cose dolei; abbiamo frutta ed anche un materiale che sembra zucchero, rna anche molte api che ci danno un miele squisito perche sono quelle di Masar. « Le nostre case sono fatte d'un materiale indistruttibile e di forme diverse: rotonde, a fungo, a in modi differenti a ~econda del capricci degli abitanti. II materiale e' luminescente quando viene 1a notte. ' « I nosrri mobili, come li chiamate voi, consistono in un rnateriale che pare vetro, e came una plastica durissima vetriticata il cui colore cambia a second a delle are del giorno ~ della notte. Le 101'0 forme voi Ie definireste "avveniristiche". Nelle case abbiamo apparecchi maneggiati da mini-robot, che sernbrano proprio persone e fanno tutto quanta ci necessita. I robot da n01 fanno tutto quanta, perche noi "lavoriamo" in altro modo: doe costrucndo e modificando sempre i nostri mezzi di vola. « La nostra energia la prendiamo dai Sistemi Solari. Da noi si alternano s_tagioni un po' come da VOl, ma il clima e sempre quanta mai delizioso ».
Hitaoo di Lioaki 31-12-76

MHOREDITH

« Sono partite per un mondo molto lontano dalla Terra. Ho ancorato ben otto volte in navi-madri, per rifornimento eli case necessarie e pel' avere contatti con quelli che mi segnalavano le rottc magnetiche necessarie per il proseguimento del volo. Era una zona che ancora non avevo fatto maio

72

73

I~-

I I

I
j

« Quando sono giunto al luogo assegnatomi ho incontrato persone splendide. Vestite di certe vesti bianche che fluttuavano come veli, Avevano dei capelli tra it biondo e it bianco. Dei visi COS1 intensamente spirituali che io sono rimasto attratto, come se una forte ondata di intend spirituali si riversasse da lora a me e viceversa. La loro voce dolcissima, II loro Capo e un personaggio che pareva non toccare terra, tanto camminava silenziosamente. « I lora cibi sana costituiti da sostanze ricavate da verdure, frutta, fiori, cosl che sono come dei liquidi-creme, rna non solidi come da voi e da noi. Ormai loro sono abituati a questo regime di cibo sostanzioso, che per lora e adattissimo. Non mangiano alcuna carne, non bevono alcuna sostanza alcoolica. Hanno animali in grande quantita, Iiberi di andare e venire dove vogliono. « Le lora donne sono meravigliose, rna sana di una educazione particolare. Vivono staccate persino dai loro uomini, come se non esistessero neppure. Ho chiesto qualcosa in proposito, e mi stato detto che non S1 accoppiano mal, rna che sono solo viventi in un modo del tutto diverso. Sono insomma solo forme fernminili, e null'altro. Solo spiriti, can materia finissima e tutta particolarc, Cuai se non ci fossero, pero, perch:': attendono a mansioni del tutto adatte al Joro stato di donne. E un po' come quando 1a Grande Forza creo forme diverse adatte ciascuna al suo compito. Ma qui inteso in cose superiori, e percio non esiste da lora alcun atto che sia sessuale. Come fanno a riprodursi? Questa domanda rho fatta can malta umilta, II Capo ha sorriso intensamente e mi ha risposto molto dolcemente: "Come la Luce crea, puo create forme umane pure qui". Percia ho inteso spiritualmente che 5i riproducevano per "atomi di Luce" .. E un'alta scienza cosmica, rna tal mente alta e raffinata che solo quelli che sana giunti a tale perfezione 1'OS50no esplicarla. « E per questo che non esistevano bambini, rna solo forme adulte. « Il Ioro mondo si chiama Mhoredith, ed al ventesimo Sisterna Solate dopo il decimo normale »,

SCARBAUX

« Sono stato in missione malta lontano, in un mondo abitato del 15° Sistema Solare. Sono tutti di pelle moho scura, con capelli tendenti a1 verde tenera, di statura molto alta, non meno di due metri e mezzo. Hanno specie di case molte belle, trasparenti, I loro animali sono mold, i Iiori sono grandissimi, e tutti tendenti a1 viola-nero. Vivona pacificamente e si dedicano alla musica, alIa pittura e ad arti diverse (come il fate delle stofle morbide eli metallo sottilissimo, pieghevole). Hanno un modo dolce di parlare. Sono di carattere molto audace e forte, senza essere bellicosi. « nome del mondo abitato Scarbaux ».

, Kladur

di Etonya 26-3-70

Kladur

di Etonya

14-873

74

75

_______

~-

USI E COSTUMI

La sensazione prima - non la principale.. che diverso - cbe ho prouato quando ho letto quelle pagine che riguardano usi e costumi di abitanti di mondi tanto lontani da noi e dal nostro mondo, stata - lo confesso - di disagio. Magari ancbe di fastidio. Troppo perjezionismo, at limite talvolta della pedanteria. Condizioni trappo rigidamente scientificbe di vita e di pensiero. Troppo rigore, troppa cura nel «non lasciare nulla al caso ». Nessun spazio concesso alla fantasia. Troppo e troppo frequentemente ribadita la « differenza» (a nostro suantaggio, ovviamente) [ra lora e noi, la lora superiorita nei nostri con[ronti. Queste le mie impressioni iniziali. Poi ho riletto quelle stesse pagine. Ho cominciato a rendermi canto che proprio percbe st tratta di gentie di mondi tanto distanti da noi e dal nostro, altrettanto lontani non possono non essere la lora concezione della vita, it lora modo di uiuere, di pensare, di agire. La superiorita euolutiua non pUG non giocare un ruolo sostanziale in tale condizione, in tale modo. In [ondo, un po' la siessa clifferenza cbe passa fra un « jivaro » dell'Amazzonia 0 un aborigeno australiano - genie cbe uiue, in piena Era aiomica, all' eta della pietra - e noi popoli ciuili, 0 sedicenti tali. Come se noi - popoli civili 0 sedicenti tali - facessimo da media termine d'una pro·

77

__ l

reaita.

porzione che ad un estremo ha un «jivaro» 0 un aborigeno, ed all'opposto un Ithacar od un Hitaoo. Ho cominciato a trovare fra le righe squarci di umanita se C?St mi consentito esprimermi. La, ad esempio, dove Ltbacar ricordando la sua compagna morta rimpiange « il riverbero dor~to dei ~uoi cap~lli ": E squarci di autentica poesia, quando sz parla di costruzioni cbe, svettanti centro it cielo, « lo vanno a trovare »; e della presenza di Dio « che alita nel uento »: e del « p_r?fum_o,di amore » di un neonato. E squarci di pr~fonda spiritualita nel momento in cui, negando al matrimonio (un rito che lassu - 0 laggiu? - non esiste: il che non mancbera di scandatizza:e molti) validita di consacrazione d'un legame sentimentale, sz a[erma «la liberta spirituale deve essere completa e senza restrtzioni », percbe « lo spirito principe assoluto dell' assoluta liberta ». Ed ho cominciato a convincermi - 0 quanto meno ad ammettere - cbe, per quanto inconcepibili a menti avviate dalla nasc!ta in una certa direzione, come sono le nostre, taluni concettz posson? .essere assolutamente oalidi, per non dire assolutamente logici, per menti non condizionate dalle tante rem ore « u:nane », per.pensieri votati alto spirito assai piu cbe alia maper essen per i quali la liberia non un miraggio ma una

SrSTEMI DIVERSI

.che.

=:

molti di not - sia che credano alta genuinita dei « mess~gg~ » exiraterrestri, sia che non ci credano affatto - un modo dz vt~ere come quello che si pub percepire, si pub intuire, dagli stralci che propongo sicaramente inaccettabile. COSt come, del resto, capouolgendo i termini, sicuramente inaccettabile it nostro per «loro ». Proprio que! che dice, del resto, li/Ibyla di V.enere, quando afferma che « sulla Terra [orse it no stro modo di oiuere [arebbe errore; a noi fa orrore come oiuono sulla Terra »,

1-

« Si, abbiamo apparecchiature sanitarie, e i nostri scienziati hanno la facolta di studiare in tutti i campi. Pero un modo diverso, quasi inspiegabiIe per me, esprimermi a parole per approfondire queste cose. « Da noi la persona, ed e raro, che non sta bene 0, come voi elite, malata, curata con sistemi diversi. Voi della Terra siete come "aIle prime armi" nella lotta contra Ie malattie. Da noi si cura in diverso modo. Tutto diverso, da noi. Pure gli "strumenti" sana tutti diversi, Quello che voi dite "moderno impianto di chirurgia" non esiste da noi. Sembrate cosi "antichi" su tutto! Noi abbiamo speciali strumenti che non hanna bisogno di essere "puliti", perche cia noi esiste 'un particolare metallo ad alto potenziale sterilizzatore e viene adoperato solo per queste case. E poi non esistono bende, garze per avviluppare, perche tutto fatto "diversamente". La persona che ha avuto bisogno di essere cutata ed operata, come "voi dite, non risente nel corpo la ferita, perche non stata "tagliata" come voi purtroppo vedete fare, 0 dovete ricevere in caso estremo. « La vita nel nostro pianeta si svolge diversamente in diversi settori e non puc per ovvi motivi essere uguale alIa vita sulla Terra. Pero ci nutriamo, illavoro viene svolto per la comunita, per Ie sue esigenze vitali. Si coltivano vegerali per i1 nostro cibo. Sl, 10 si cuoce. E vi sono pure animali dei quali possiamo nutrirvi nel caso che veniate ad abitare nel nostro Luogo. La vegetazione e colrivata pili 0 rneno come da voi, «I nostri himbi? Essi nascono precisamente come da voi, crcscono e vivono ... Con questo ho detto e non detto un "particolarc". Sl, ma va intes~ nel giusto senso. Vol della Terra avete troppa malizia. Le nostre donne hanno 1a nostra statura, esse sono forti, buone, e sono compagne ideali. Un terrestre dovrcbbe mutare completamente modo di "pensare", se volesse fare di una di esse Ia propria compagna ».

Ithacar

di lUasar 28-10-60

78

79

LE OUESE

«Noi qui non abbiamo chiese come voi, ove vi riunite a pregare (rna 10 fa veramente, l'uomo della Terra?). Da noi luoghi cOSI non vi sono. Mi spiego. In ogni regione, ed abbastanza frequenti, si elevano dal suolo del1e costruzioni - per dare un'esatta idea per voi, delle "torri" - di grande altczza, costruite con materiali di una consistenza, di una compattezza, di una resistenza indefinite, cioe che non si logora mai, e che per speciali altre composizioni aggiunte rimane di una leggera fosforescenza di una tonalita verde-acqua. Rimane come un vetro durissimo ed inattaccabile da qualunque elemento. Sono costruzioni molto belle, svettano contro il cielo e 10 vanno a trovare. « In vetta vi e la "sala" (cosl voi la chiamereste), rotonda, tutta con materiale che da una visibilita massima, e sulla cupola una luce-faro che gira eternarnente da se. In questa sala ci raecogliamo quando vogliamo essere in comunicazione con Dio. « Si possono fare "scivolare" internarnente gli speciali vetri, e la "cupola" S1 puo "aprire" in tondo; COS1 si rimane quasi nel cielo, in silenzio poiche non si sente che il vento sfiorarci. COS1 ci riuniamo, e nessun prete, come da voi, e sull'altare. " L'altare e costituito dal cielo, e sentiamo Dio alitarci vicino nel vente. « Dopo qualche istante di silenzio, senza che nessuno dia l'avvlo, ci mettiarno a cantare tutti insiemc, antichi canti che ci hanno tramandato da sempre. «E cosi, in unione spirituale con Dio, ci sentiamo veramente con Lui vicino nel vento e nella spazio infinito ».
Itbacar di Masar

tati e discussi nelloro giusto valore. Non esiste la "superiorita" maschile ... come non esiste la "debolezza" femminile. Siamo pari, ed impariamo ad esserlo servendo Dio. Non esiste da noi la legge dell'uomo sulla donna. Quella che esiste sulla Terra perche vi siete allontanati da Dio. Ed e per questa che l'uomo maschio crede di essere superiore: anche la donna ha uno spirito! ».
I tbacar di lvlasar

27-12-60

No

ALLE MANIFESTAZIONI

SPORTIVE

« Da noi, manifestazioni sportive non esistono, perche solo una mcntalita umana pone in risalto que1lo che e stupido orgoglio e falsa gloria. Esistono pero molte manifestazioni che sta a voi definite; manifestazioni di musica, arte,. coltivare case belle, piacevoli a110 sguardo, allo spirito; C quello che affascina poter volare con i nostri "mezzi speciali". E questo forse considerato da noi l'elemento sportivo ... rna dato che e una cosa che tutti noi possiamo fate, nessuno si crede, come da voi, la perfezione, piu di un altro. Tutto e relative. QueUo a cui 110i diamo irnportanza e 10 sviluppo intellettuale. « Ognuno di noi fa degli esercizi fisici, rna per la salute del corpo e dello spirito, e fa parte integrante della vita di tutti i giorni, Noi consideriamo Ie vostre "partite" a dare calci su una cosa che rotola una perdita di tempo e di buon costume. Siete dei personaggi proprio esilaranti »,

14-1J-60

libacar

di lvlliwf 28-12-60

PARITA

FUNERALE COSIVIICO

« Nella nostra vita familiare non c'e nessuno che si impone, rna tutto si equilibra nel giusto senso fisico, morale, spirituale. Ognuno ha la sua "parte" giusta. I consigli vengono dati, accet-

« '" il volo del ritorno, COS110 chiamiamo su questo nostro pianeta. Quando una persona - si pcrche siamo fatti come voi, carne e spirito, si nasce e si muore come da voi... ebbene 81

80

-~---

quando uno delnostro pianeta. ritorna, doe il suo spir~to lascia Ia materia noi non 10 seppeJhamo sotto Ia terra... ne 10 bruciamo ... n~ 10 imbalsamiamo ... Tutte cose che non si fanno da noi. Ma come quando sulle navi muore un marinaio, e per ono: rarlo 10 lasciano andare nel liquido elemento che e stato di sua adozione per lunghi anni, noi quassu - che come voi siamo figli del cosmo, e 10 spirito figlio di Dio - sapete co~a facdamo? Prepariamo la nostra flotta aerea e nell'a!;,parecchlO spe: dale mettiamo la persona che 10 spirito ha Iasciato per umrsi a Dio: poi in disposizione di volo prendiamo quota e andiam~ verso' un punto prestabilito che noi chiamiamo il "Punto d1 Ritorno". «Questo luogo e un luogo speciale, Noi 10 abbiamo scoperto dopo indicazioni da parte dei Maestri. ~ ,;n grandi~simo; vastissimo luogo aereo nel centro del quale vi e un vortice d1 immensa forza e grandezza; un risucchio immenso di aria cosmica che nemmeno per noi e possibile attraversare senza correre grande pericolo. Ma e stato circoscritto e delimitato dai nostri sensibili apparecchi di bordo. « Allora ci dirigiamo verso illuogo del "Ritorno"; e come da sempre ci e stato comandato di fare, stiamo ai bordi del Iuogo, poi queUo che ha a bordo la materia ?r~,ai spent~ prende decisamente l'avvio e S1 appressa ancora di piu verso 11 Terzo Bordo. Poi i familiari prendono Ia spoglia e, aperto meccanicamente 10 sportello, lasciano vol are la spoglia. Che immediatamente segue il "Volo di Ritorno"; cioe scompare con Ia forza cosmica, disintegrandosi per ritornare a fare parte del cosmo da dove eta venuta. COS1 Ie particclle anche minime del suo corpo formano nuovamente particelle cosmiche, senza che nessun elemento men che purissirno infranga la parte materiale formatasi per volcre di Dio. COS1, tutto ritorna a fare parte del Tutto »,

Ithacar

di Masar
28-2-61

spmto la materia Iisica vicne ugualmente trattata con il massima rispetto. SuI mezzo di volo la salma e messa dentro Ia sua tuta bianchissima, con una piastra a triangolo d'argento sul petto. Intorno e pieno di fieri bianchi e rossi, malta profumati. QueIli della famiglia sono seduti in apposite poltroncine e cantano preghiere e inni appositi. Mentre la Nave Madre pro cede vcloce verso la meta prestabilira dell'Universo, la salma riposa in uno speciale diciamo in parole povere sarcofago in metallo di lega d'argento non chiuso dal coperchio ... « ... I bordi del Grande Vortice hanna un colore viola-azzurro-nero scurissimo con venature giallo-dorate. Spira immane un vento gelido che sbuffa raff-iche fortissime e bisogna essere molto pronti nel pilotare il mezzo di volo. Ora quelli della famiglia e gli amici e Ie amiche cantano l'ultimo inno-preghiers tutti in piedi. Poi la salma viene alzata, e da un oblo a for~a di grande "0" essa viene sospinta fuori mentre il mezzo di vola si avvicina ancora di pill al bordo del Grande Vortice, Poi, ecco Ia sa1ma viene spinta fuori e subito viene avvolta dai venti irnrnani che vorticano e compie il suo ultimo viaggio come corpo fisko ormai senza spirito, immettendosi nel Grande Vortice che disinte?rera gli atorni del corpo facendoIi parte del Tutto, facendolo diventare polvere cosmica dell'Universo. I fiori bianchi e rossi seguono la salma e diventano un'ofierta, l'ultima, alla speciale sepoltura cosmica, 11 loro profumo sosta un attimo nelI'aria e tutto diventa come un grande rita aIla Creazione che la spoglia fisica ha creato e alla quale la spoglia fisica ritorna per rinnovare il tutto della Forza Divina Cosmica. « Ecco come noi tutti abitanti di alai mondi facciamo quando muore uno di noi. E un ringraziamento e un debito che saldiamo con Ia Creazione. Che ha donate la vita e aUa quale Ia rimandiarno andando ad arricchire di atorni Ie Forze della Creazione ».
ltbacar di Masar
18-10-76

«Noi abitanti di alrri mondi siamo usi a non seppellire i nostri morti, perche abbiamo ben altro modo di "vedere" questa momenta spirituale, cioe quando il corpo fisico rimane senza 82
83

IL
« Fisicamente

RICHIAMO DI AMICIZIA

DOLCI

e biologicamente siamo quasi come voi della Terra' da questa lato, dunque, si "procrea" come da voi, E la donna e nel fattore materno, tale e quale come da voi; i figli vengono messi alIa luce nel modo particolare come da voi, Se esistono fattori diversi, questi toccano altri argomenti e altre cose. Ma da1 lato "nascite", tutto come da voi sulla Terra. Avviene tale e quale, anche come tempo di "aspettativa" per la creatura che deve nascere. « 10 sono addirittura entusiasta di questo meraviglioso dono che l'Essere Supremo, attraverso Ithacar, mi ha fatto, perche uno spirito si "reincarncra" in questa materia per vivere nuovamente una vita e "addensare" altre meravigliose sensazioni per una nuova "prova", e condurre al pili alto significato I'Essenza Divina. « 10 e Ithacar abbiamo fatto il "Ringraziamento", ossia ... beh, adesso ti narro quale cosa si fa per "avvalorare" e dare allo spirito che si immettera nella materia che si sta formando nel mio grembo un "richiamo di Arnicizia". « Ithacar ed io, noi due soli, a bordo di un "disco" argenteo, abbiamo velocemente solcato gli spazi; io, a bordo avevo tutto il necessaric, ho sparso un enorrne mazzo di bellissimi ,e profumati Iiori raccolti nel nostro "giardino" (COS1 dite voi sulla Terra) nel cosmo, e poi ho recitato una magnifica "preghiera" che dice: «10 abitante di un mondo che Tu, Essere Supremo, hai fatto na~cere, per desiderio di dare ad uno spirito la facolta di servitlo, 10, donna, ho nel mio grembo, inlorme, confusa, la preparazione della materia che "{orrnera" un essere. Un Tuo figlio. Come materia e come spirito figlio Tuo, perche Tutto Tuo. Ebbene, 10 ti ringrazio. E nello stcsso tempo ptego per quello spirito, ehe entrera "insufHato" in questa materia, di cssere buono, docile ai comandamenti supremi, e di volermi bene, perchc sara io che 10 portero alIa bee, sempre eonforrr:e: mente ai valeri Divini. Questa mia invocazione aTe, che dOnl1111 e comandi ogni cosa ».

Loring di Masar

13-9-61

.« Fors~ perche sulla Tetra succedono tantc cose amare che Oggl vorrel parlare di cose ... dolei. ' . «Quello c~1evoi sulla Terra chiamate Vite 0 U va (che a me p1a~e molto, blanca e dolce) da noi non viene, non abbiamo viti. NOl non c~nosciamo l'uso dei liquori, cosi forti e cos1 deleted per. I:~rga111smo 10 non ho mai potuto bere quei liquidi COS1 '. or1'1b111 che bruciano dentro e fuori. «No.i al. posto dell'uva, della vite, abbiamo qualcos'altro, una specie ~l frutt?-fi?re ch~ da un'essenza molto importante per 1a nostra vita, poiche mediante lavorazione diventa solidilicata e 1~V01~ata wan.di p.astigli~, .in .modo che possiamo portarla con a n.01 nei nostri viagg; spaziali, E una cosa -buonissima e molto 1'1?enerante per le Iorze: io ne uso durante le missioni quando rru sento stanco. ' « Da noi 10 zucchero non e come da VOl ,. tolro da bierole --, da cannc; rna e una sostanza che abbiarno in altro modo e che , e ugua~mente dolce, e possiamo questa sostanza usarla come fate VOl. ' . « Noi conosciamo il miele, perche sul nostro pianeta vi sono apt, molto grosse. E vi sono persone specializzate al Ioro allevamenta. Per esse sul nostro pianeta si coltivano immense zone a fi_o::isele~io~at~ per rendimento. Con il miele aggiunto ad altri ingredienti S1 £anno dei dolci molto buoni. « ~oi vi ~o~o s.ul ~1~Stropianeta dei Iiori-frutti, i quali vengono. rmmersi 111 liquidi, lasciati a lunge, poi diventano come g~latl11a, che preparata leggerissima e come sbattuta a lungo d~venta soIIice. Vie!le messa. in macchine che l'asciugano c dlve~ta tutta a cristalli, che pal sana adoperati per fate altri dolci. I? ~101: osso .darti 110mitecnici di tutto questa, 111i ttengo p a a descrizioni generiche, « No, da noi non c'e la panna, Ma vi un frutto chc lavor~to da una sostanza che saprebbe come lc vostre banane e che viene adoperato per dolci ripieni. Per noi piloti hanna fatt 1 . re a ae IIe pastrg I' can una forte dose di miele concentrate allungato COl: ~1l1 liql!id~ della stesso gusto del vostro ribes, e' ancora can altri ingredicnti. Ma non S0110 considerate come nutrimento

PO!

84

85

_.--

assoluto, pero, sono solo "dolci" per noi. E forse 10 sarebbero pure per voi, « I gelati? Beh, una cosa che forse noi facciamo, rna in modo diverso. Pero qui e considerato come qualcosa di casa, non come da voi che li vendono. Possono essere solidificati a tal punto da parere cosa da tagliare e sdogliere in bocca. Sono fatti in speciali confezioni dentro ad un apparecchio che si mette in moto e fa tutto da se; certo bisogna mettere prima quello che si desidera esca fuori, non mica un gelato-miracolo! « I nostri bambini non sono ghiotti, rna si danno loro dolei quando pure gli adulti ne mangiano ».

Ltbacar di Masar 17-5-62

lasciare, non ci importa proprio nulla di sapere prima che cosa nascera: Tutto e. molto diverse da noi, e queste cose vengono concepite ben diversamente, che avere la stupida curiosita di s~perlo prima '.Noi,rispettiamo nel bimbo che deve nascere 10 spinto che I? animera e che porrera con se, come scintilla divina. II resto, 11 sesso e il nome da port are, tutto ci e indiflerente perche qui tutto e diverso da come voi capite Ie case... ' « Noi teniamo di pili al valore spirituale dell'individuo sia ess,? ~asch~o 0 donna: ?er noi e da rispettare egualmente, 'perche rtspettiamo 10 SP11'1to,non la forma materiale che 10 contiene. Si, abbiamo amore e rispetto pure per quella, rna non nel modo vostro ... Neppure come concetto. Tutto diverso tutto fondamentaImente diverse », '

Itbacar

di Marar

11-163

LA MATERNITA

«Loring mi dice di salutarti tanto tanto. Tutto pro cede bene e sono ormai quattro mesi quasi, che attende ... E si vede benissimo che fututa mammina. Ha cambiato circonferenza, e le sono venuti certi fianchettL. Ha il visa pili tondo, ed uno strano brillio negli occhi.E tanto felice perche finalmente questa volta sembra certo che tutto va a rneraviglia. «Tu mi stai chiedendo se noi che siamo COS1 evoluti in tutto non abbiamo i mezzi per sapere in antecedenza il sesso di chi dovra nascere. «Questa e una domanda Iogicamcnte terrestrc. Perche si dovrebbe sapere prima? 10 chiedo. No, non abbiamo nulla, e non vogliamo avere ness un strumento che ci dia prima il sesso del bimbo che deve nascere ... Perche noi prendiamo tutto questo sotto un altro aspetto. « Non ci mottle Ia curiosita di sapere prima, perche sia fosse maschio sia fosse [ernmina ci e inviato dal Creatore, e poi dato che 10 spirito si reincarna nella materia ci C' pure inviato per un Alto Fine. Noi accogllarno questa essere che nasce can tutto il rispetto dovutogli. « E poiche qui su Masar non vige Ia storia dell'eredita da

NEONATI

«Loring e felicemente madre di una bella sana e vivace bimba, nata ieri. Ne rendo infinite grazie a CoIL~iche ha voluto darrni un segno della Sua benevolenza e del Suo Amore dan do a me e a Loring la serena certezza di una coppia benedetra dal sole dell'amore ... « L'allevare questa nostra creatura e ne sono certo fonte di gioie e di ansieta per Ia sua salute, poiche non sempre puo esserc tutto bello. Ma io penso che l'affetto intense ch~ ci unisce d porters [orza bastante per le ore meno belle ... « Si, noi siamo esenti da malattie, rna vi sana alcune forme infantili che alle volte possono dare qualche malessere ai bimbi. Non case gravi; rna, vedi, noi siamo diversi come struttura fis~ca da voi, essendo la nostra materia fisica meno densa, mi sple?o?, Ed e ~alla ,prima infanzia, doe dai primi giorni, che la costrtuzione fisica S1 deve "assestare", se cosi posso esprimerrni ed e una fase delicatissirna. ' « Abbiamo percio nei primi mesi di vita una costituzione che voi definireste delicatissima; dopo i tre mesi tutto va alIa
87

86

r==

perfezione, Ma ogni cosa deve essere controllata per i tre mesi, e vi sono specialisti appositi per questo, noi li chiamiamo "gli Scienziari dei Bimbi", i quali assistono i bimbi fino a tre mesi di vita, giornalmente quasi. Poi diventiamorobustissimi e possiamo sfidare qualsiasi cosa, elementi anche negativi; ma sana i primi tre mesi, da noi, che debbono essere controllatissimi".
Ithacar di Mamr 31-5-63

LA P ATERNIT

se uno fosse I'altro e viccversa. E una sintesi ed un dono che uno fa all'altro. « Poi si parla di progetti, si canta e si suonano musiche. « Ci sono giovani e ragazze e queste ultime ... beh, insornma, non crederete mica che non le si arnmiri, vera? Ma hanna un carattere COS1 intenso, e sono cosi "intelligenti", che non si lasciano certo fare complimenti. 10, solo I'altro giorno, in una di queste riunioni volevo parlare con una, molto carina. Non ho potuto. Quando perc' stavo pilotando il mio "discoauto" lei, seguendo telepaticamente il mio percorso, mi ha detto sinceramente che "rni ammirava" ... « Lascio a voi le deduzioni, circa i "rapporti" fra uomini e

!
.

I I
\

'\

donne. Porche qui non si usano i mctodi tcrrcstri.


di una COS1 dolce, delicata e infinitamente cara creatura. La osservo, la tocco, con infinite amore, il suo piccolo visa, gli occhi, i contorni del suo corpicino.E COS1 indifesa c COS1 delicata che pare uno di quei magniEd fiori che ornano i nostri giardini, di cui il profumo stordisce; e il profumo che ernana Ia mia bimba un profumo che attrae, perche profumo di amore, di tenero corpo ancora COS1 delicato ... e i mid occhi si posano su di lei e ne sono pieni di luce, perche nel suo spirito la Luce Divina. Che io sappia educarla, portarle que! sostentarnento spirituale, finehc lei, la mia _bin:ba, sia fatta alta -e intelligente, della forte intelligenza che LUl Ie ha saputo dare, quale sua serva, comprenda e abbia in se quanta Lui le ha data ».

« Sana felice di essere padre

Itbacar

di Mawr 19-6-63

RAGAZZE
« Quando ci riuniamo fra giovani? Beh, soventc Iormiarno gruppi ed una bella cosa perche allora nascono fatti. impre: vedibili, poiche ogni riunione un po' come la forrnazione di nuovc creazioni, che scaturite dalle rnenti vibrano come musica e C1 danno Ia scnsazione di sentirci amici, pili che amici, come

cerita la massima. Senza riserve 0 falsi pudori. Ma si va integri fino all'unione che leg a due creature. Non c'e altro. Troppo tutto pulito, direte voi terrestri. Auguro che possa venire una simile evoluzione da voi. E la pili bella cosa. «Esiste da noi una forma eli collaborazione fra uornini e donne Ia pili ampia e senza riserva alcuna. E una forma di evoluzione della mente, del eucre e dei sentimenti dell'uomo in rap porto alIa donna. Essendo evoluto, I'uomo non ha idee meschine. I1 sesso non ha quell'importanza di attrazione motbosa. « Non che non esista l'amore. Ma qucsto chiuso ncl suo valore. Dare valore all'amore vuol dire non renderlo schiavo dei sensi. Io per esernpio, pur essendo un giovane uomo, dieo la verita, non sento nessun stimolo sessuale vedendo una bella ragazza. Si nasce can qualcosa in pili, cioe un sensa di valore di noi stessi, e eli rispetto per 1a giovane donna, che non guardiarno come una possibile conquista carnale, ma come una "amica", come una sorclla, rispettando tutto in lei. Quando nasce nel cuore un sentirnento d'amore, quello per sernpre. « Qui non esiste la scelta Irammentaria come fate voi sulla Terra... Quando si sceglie per sernpre; oppure accade che quando il giovane uorno 10 dice alla ragazza che sceglie, se questa non 10 vuole assolutamente non accade nulla di spiacevole. Perche dovrebbc cssere che la ragazza non volendolo, lui 1a debba obbligare? Ma diflldle che accada, perche come se

Qui la sin-

88

89

--_----

----

I,

I
l

qualcuno scegliesse per noi nella forma pili alta ed evoluta. Si sente di ubbidire ad una voce intern a ed esterna, e accade che non ci si sbagli mai ».
iV adak di Al?,ol
31-3-64

ROBOT

« Voglio parlare di uno speciale nostro "settore", come direste voi sulla Terra, cioe quello che riguarda gli intelligentissimi meccanismi robot. Cioe i "comandati", Esistono dischi "comandati" con nessuno a bordo, ed esistono robot che sembrano uomini. Forse sembrera materia di fantascienza, e veramente una cosa strana e che potrebbe turbare la mente, ma sono stati inventati per impellenti necessita da uno speciale settore per compiti molto seri e gravosi, cioe per cose eccezionali e per risparmiare fatica e pericoli a noi. « Hanno forme, stature e direi movenze del tutto simili ad esseri quali l'uomo, cioe somigliano a voi, a noi. Fatti di una materia indistruttibile sia dal fuoco, dall'acqua, da qualunque cosa che possa riuscire deleteria, essi sono composti di settori interni con minutissimi centri riceventi e trasmittenti, cioe ricevono impulsi e trasmettono impulsi che provengono dall'esterno e che sana estranei agli impulsi ricevuti dai "Gruppi". Cioe come se aves sera un'intelligenza propria rifletrendo una sensibilita straordinaria, quindi sana particolarmente preziosi per diverse attivita. « Sana adoperati per lavori vari, come preparazioni di basi sottoterra, sotto i mad; per costruzione di dischi: per riparazione e revisione in qualunque settore delle navi spaziali. Sono diretti da "Gruppi" speciali che Ii comandano. Sulla Terra ve ne sana moltissimi, lavorano comandati nelle basi sotterranee e sottornarine. « Poi ve ne sana di quelli che dovrebbero essere adibiti ad essere « comandati » per altri cornpiti, come Iermare sul sorgere una guerra atomica, perche sono indistruttibili persino a

radiazioni atomiche. Non vengono mai adoperati per altri motivi perche non ce n'e bisogno. « 10 penso che se l'uomo sulla Terra sapesse invent are questi robot, Ii metterebbe subito in primo scopo per assalire e conquistare. Noi da secoli ci avvaliamo di queste basi terrestri, e di questi robot ne abbiamo un numero infinite, eppure non ci mai venuto in mente di farH avanzare compatti e conquistare per conto nostro la Terra, perche noi abbiamo gia i1 nostro pianeta. «Non abbiamo mai dato fastidio all'uomo della Terra, lasciandolo libero di agire, di fare la sua strada e di sbagliare se 10 crede opportuno. Ma stiamo sempre all'erta perche non compia I'atto criminale di scatenare una guerra atomica »,

, 1tbacar di Masar
10-6-64

IL DELFINO

«II delfino, del sottordine degli Odontoceti (secondo Ia scienza terrestre), e un mammifero che ha un sensa non comune della "collettivita" ed molto intelligente: ha doti non ancora scoperte dall'uomo terrestre perche queste "doti-facolta" sono intrinseche nell'animale come struttura "cerebro-vibrazionale". « II delfino e stato portato da noi sulla Terra 1 ed immerso negli oceanivE un animale antichissimo, che ha interessato sempre chi ha intuizioni diverse da quelle solite, perche e un richiamo antico-ancestrale di ricordi dcgli altri mondi abitati, e di razze vissute a contatto con il libero elemento marino. La forma, appunto, idrodinamica (nome appropriatissimo) gli permette una velocita molt a forte. Intelligentissimo, ha Ia prerogativa di avere "facolta" di "ricezioni" rnolto forti nella sua struttura

1 Sono molti gli animali attualmente viventi nel nostro mondo che - secondo le informazioni contenute in parecchi «messaggi» - hanno origine extraterrestre. Oltre ai delfini, di cui si parla qui, hanno avuto nascita non terrestre, ad esempio, il fagiano, il canarino, il colibrl.

90

91

cerebrale, sia perche possiede un senso svilupparissimo di amore verso Ie creature che abitano fuori dell'eIemento marino, sia perchc "serite" in profondita una "comunione" di intensa "vibrazione magnctico-sensoriale" di "attrazione del pensiero", cioe delle "onde-pensiero ". « Quando noi scendiamo negli oceani, verso Ie nostre basi, il Dhorghex (e il nome che noi gli abbiamo dato da sempre) ci viene incontro e ce ne serviamo per molte case. Per esernpio, essendo capace di captare Ie "onde-pensiero", noi 10 "pilotiarno" verso punti ove sappiamo esservi "passaggi" che solo 101'0 conoscono, grotte, anfratti e posizioni "strategiche" abissali, per studi nostri particolari, perche scienziati sono con noi quando necessita di approfondire studi su animali portati dai nostri pianeti, se hanno mutato il lora comportamento, 0 se sono 1'1rnasti eguali, 0 se si sono evoluti ancor di pili, come accade su Masar 0 altri pianeti. « Ci sana i "capi" del gruppo, poi i saggi che insegnano Ie "malizie" ai piccoli "scolari", e la cornunita e vivente in armoniosa cornunanza di iniziative prese dai capi rna "consigliate" dai "saggi" Dhorghex. Le loro facolra sono molto profonde, e cosmicamente dirette da vibrazioni che ptovengono da "speciali elementi" che sono nell'Univetso e sono imponderabili per l'uomo terrestre 2.
Itbacar di Ma.fur
14-4-67

LA

MODA

« Sia per le case, sia per i vestiti, non c'e Ia moda del momento, rna la nostra t~piuttosto una "mod a sdentifica". II ehe tutto diverso, Da voi avete i "progettisti" per Ie case, noi ab-

E ben nota che da molii anni in lase sperin-cntale - negli USA, e probabilmente anchc altrove - l'ut ilizzazionc dei dellini per scopi vari (se 11'C tcorizzata persino la possibilita di usarli per missioni bcllichc particolari), Studi che, ovviamente, vanno ben al di Iii eli certe esibizioni da baraccone nclle quali, pcraltro, pare si divertano ancor pili i dclfini che non gli spcttatori.

biamo gli scienziati; da voi per i vestiti avete i sarti, da noi vi sono gli scienziati. Tutto si, pili razionale, pili igienico sotto tutti i punti di vista. Non e il pensiero di uno solo ehe fa I'argomento, rna 10 studio serio, appassionato, di menti che vogliono il nostro vero, como do riposo, e il nostro veto benessere. « COSI le case vengono "progettate" da menti di scienziati, i quali studiano cosrnicamente la forma, I'arrnonia delle proporzioni, e poi vengono Ie costruzioni: le rifiniture sono studiate per creare nell' arnbiente que! tanto di "relax" fisico, mentale, spirituale. «I rumori sono compleramente aboliti, sot to qualunque forma, da noi. Non pero un silcnzio pesante, opprimente, perche noi amiamo molto la musica. «I vestiti sono creati da scienziati, per crem-e quel tanto di semplice, e quel tanto di adatto pet l'uomo e per la donna, per il bambino e per la persona anziana. Ma tutto per studio e per armenia, sicche i nostri vestiti, persino le tute, sono fatti per la completa armonia fisica e per la vera adattabilita in tutti i sensi. II corpo fisieo ne ritrae il massimo di questo beneficio, e la mente ne rimane persino armonizzata con il movimento. Noi ci rnuoviamo nei nostri vestiti molto bene, in qualunque clima, perche il tessuto fatto per I'armonia del movtmenta e del benessere fisico-mentale. «I nostri scienziati studiano sempre nuove forme, nuovi tessuti per i nostri vestiti: e noi Ii portiamo volentieri, sernpre. Le nostre tute di yolo sono studiate da un altro settore di seienziati, perche cOSI deve essere. B un po' come da voi il "settore rnilitare", insomma. Ma tutto diverso, e con altri metodi, si capisce. « Jnsomma, la nostra vita res a cornoda, bella, mentalmente rilassantc dal continuo studio dei nostri scienziati. .. Sl, sono molti. Molti di noi S1 dedicano can passione a questo settore. Non ci vuole molto. Ragazzi giovanissimi intraprendono con profitto questa ramo di studio. Ogni possibile settore della nostra vita comporta che ci sia un scttorc di scienziati adatti a quel dato settore della nostra vita. Tutto da noi viene diviso ed "incana1ato" in settori: questo comporta una vita in dirnensioni ben diverse eben divisc, ma anche ben studiate fin nei

e,

92

93

-_minimi partieolari. Non si lascia nulla al easo, da noi. Tutto viene studiato a fondo con riserve di fare sempre meglio in tutto quello che puo servire per la nostra vita, per il nostro popolo. Da noi ogni individuo non ease, ma fa parte del popolo tutto, e se l'individuo ha beneficio di qualcosa, tutti ne beneficiano. «Ed per questa che gli scienziati vengono incontro aIle nostre esigenze con studi sempre maggiormente raflinati e con sempre nuove scoperte, che ci apportano miglioramenti in tutti i settori della nostra vita. 11 tutto comporta 11 vivere in una assoluta armonia di vita e di sen tire. COS1uno puo dedicarsi ai suoi svaghi preferiti quando ha dato una parte della sua giornata al miglioramento del tutto, che non pili il singolo, ma l'intero popolo di Masar ».

lthacar di Masar
18-7-67

LE

UNIONI

« Non era e non obbligatorio per noi, abitanti dei mondi abitati dell'Univctso Cosmico, rimanere sempre con la "compagna" che spiritualmente si scelta, poiche la Iibera spiritualita e liberta assoluta; quindi, quando "qualcosa" impedisce nel "legame", non assolutamente concepibile che si debba rim anere insieme. E questa non 10 consideriamo un fatto negativo. Per noi il Jato negativo l'opposto. « Sintctizzo per non dare adito a "pettegolezzi" dalIe persane che hanno 10 spirito an cora "ancorato" se non "cristallizzato", su falsi concetti di ancora pili false cr~denze. « Da noi di soliro si sceglie la compagna, oppure e Ia donna che si sceglie il compagno, in base a concerti altamente spiri tuali; e quando due persone di sesso diverso decidono di forrnarsi una "unione"; 10 dicono ai Saggi Custodi, e viene convocato il "Grande Consiglio" il quale vaglia il caso dei due. I quali vengono sottoposti ad una severa interrogazione del perche intendono unirsi, e quindi vengono vagliati tutti i difetti e vengono rnesse in luce Ie virtu di ognuno dei due.

«Poi i Saggi Custodi chiedono ancora insistentemente se sono sicuri che 10 spirito dell'uomo sia fatto per intendere quello della donna e viceversa, E pure 10 spirito dei due viene messo sotto "prova" mediante un' Alta Scienza Cosmica; in seguito i Saggi Custodi danno come un "permesso" ai due di unirsi, poiche 10 spirito dei due e "approvato" pet quel caso di unione. « Se pero in seguito sopravviene qualcosa di diverse, per cui spiritualmente ai due e pressoche impossibile capirsi e adattarsi, allora dopo riflessione e meditazione dell'impossibilita di continuare il legame di «unione » si avvertono i Saggi Custodi, I quali riuniscono nuovamcnte il Grande Consiglio, e avviene nuovamente un lungo e severo controllo di quanto accaduto spiritualmente all'uno e all' altra, e il perche della. impossibilits di continuare l'unione. Dopo matura riflessione da parte di ogni Grande Consigliere vengono dati "consigli" mediante i quali concesso aneora un periodo di "prova"; rna se neppure durante questo periodo e possibile I'unione, allora viene deliberate 10 scioglimento dell'unione, « Poiche questa avviene molto raramente, puo dirsi (secondo quanta siete abituati a calcolare voi) un caso sa cento, non accade per questa una tragedia per quanto riguarda tutto il resto, cioe per i Iigli e per i genitori dei figli (divorziati, direste voi), perche Ia liberta della spirito deve essere completa e senza restrizioni,

«Quindi da n01 non vige I'indissolubilita dell'unione fra


uomo e donna. Sarebbe inconcepibile, anzi, far vivere insieme due spiriti, 0 per meglio dire, due corpi fisid il cui spirito non e pili in sintonia l'uno con l'altro. Sarcbbe un assurdo.un complcto atto negativo. Una fo.1s8. posizione verso tutto il Creato Cosmico Universale. « E poiche noi pensiamo chc ogni spirito "indossa" un abita, e se pure questa "abito" ha dato il seme e I'altro 10 ha portato a concepire carnalmente un alrro "abita" per uno spirito che poi c nato come figlio, C tuttavia questo fig]io sernpre uno spirito a se stante. « Quindi, nascendo gia can insito questo principio basilare della Grande Legge Divina, nessuno, neppure il figlio "carnale", puo trovare un solo appiglio per "giudicare" severamente i ge-

94

95

nitori carnali se si sono divisi, perdH~ da noi tutti quei concetti sbagliati che voi avete sulla Terra su questa argomento non esistono. « Le Leggi Divine sono estren19mente se~ere, rna n01?-fi?o al punto di "volere" una unione diciamo sbagliata ~he cont1il~1... Il concetto dell'unione indissolubile da noi non esiste, pcrche 10 spirito ---pili che la materia fisico-corpo - c il Principe assoluto dell' Assoluta Liberta. E se uno spirito si sente "costretto" dallo spirito dell'altro, cioe dell'uorno 0 viceversa, allora scatta la Legge Divina stessa, cbe per antico sapiente concctto non obbliga e neppure approva la costri:tione, perche essa element? negativo. Poiche sussistono, se si reprime n concerto della. ~"1berra delle emanazioni di onde negative che saturano 10 spinto che si sente "legato" in modo che possono accadere dei fatti e delle cose piii negative che positive. Quindi 1~ scioglimento dell'unione si "impone" come base-elemento pnmo per una assoluta [iberta spirituale. « Condizione essenziale, pero, e che quando e accaduto 10 scioglimento dell'unione, i due - l'uomo e Ia donna - prendano posizione giusta e sapiente e illuminata; me~iante la .quale n.o? incorrano pill tanto Iacilmente nell' errore di valutazlOne spirttuale in segui to, quando dovessero unirsi nuovamente. «I Iigli di quanti si sono "divisi" per ~~mpre_ ven~ono istruiti dai Saggi Custodi come figli loro, e perclO vengono ~nseriti nel Grande Consiglio in eta adatta a prendere tale incarico 1>.

perche I'atomo gira COS1 vorticosamente che rende se stesso invisibile, traendo la rnateria in stato di non visibilita completa. Non so se rendo I'idea. « 1<: come il pensiero, che quando cntra in dirnensione cosmica percorre ancor pili velocerncnte perche ha rotto Ia bardella materia. Quindi corre suI filo aromo-lucc cosmica, E rnolto scmplice, e tutto cost Jineare! ... « I nostri mezzi di volo sono sempre silenziosi, perche I'atomo-luce non puo avere rumore alcuno quando sprigiona quclla forza superiore per far decollate e volare e ferrnare i nostri mezzi di volo. « E quell' alone magnetico intorno ai mezzi di volo e l'emanazione pulsante del nucIeo atorno-luce, che respinge ogni possibile pericolo di contaminazione negativa, 'qualc oggetti contundenti e anche proiettili. L'equipaggio percio sicuro al massimo da ogni pericolo. Persino dalla pioggia di meteoriti, «Ecco la spiegazione-base dei dispositivi chc Ianno viaggiare i nostri mezzi di volo. Vi possono essere eambiamenti, rna questa e la base. Altri dispositivi messi da altri popoli di altri mondi possono variate, rna Ia base rimane sempre l'atomo-luce ».

==

Sirgis

di Scbsblis 23-12-73

UNA

GIORNATA

Dr

SVAGO

Itbacar

di Masar 8-4-69

MEZZI

DI VOLa

« 11 "nuclco" centrale del nostri mezzi di volo e costituito da atomi, che sono stati trattati in modo speciale, incapsulati in particelle di luce. I nostri mezzi di volo viaggia?o. talmente veloci perche hanno un nueleo base atomo-Iuce: Q.u~n?l ~ossono entrarc nella dirnensione cosrnica del rendere invisibile 11 tutto 96

« Sono andato a fare delle lunghe passeggiate, Ho portato con me degli amici, e siamo andati in un luogo bellissimo dove c'era una costruzione rotonda, Iatta can specialc materiale trasparente, altissirna. Sulla cupola, sempre trasparente, c'era un ascensore ehe portava ad una specie di altro reparto ove c'erano delle carnere apposite, can mobili speciali per raduni, In ogni camera c'era un elemento di una trasparenza particolare, ne1 quale si vedeva un grande schermo. Apparivano zone dell'Universo, dove erano mondi ancora in formazione. Si udiva tutto l'elerncnto cosmico che lavorava per la formazione di questi mondi, Un rum ore che pareva una sinfonia cosmica. Un vento 97
4. I nostri amici cxtratcrrcstri.

in sordina, che accompagnava questa musica, era l'elemento primordiale cosmico. 1 . . . d' f . T cisto che stanno formando delle co tivaztoru 1 lOr: I-io vI' « .. he di i Stanno sempre studiando co trvazioru nuove, anc . f~:~~i' che fatti maturare con raggi laser em~ttono. d:ll~ colt1: vazioni a getto continuo 3 e danno dei fr.uttl stra11lSSlml, Iatti triangolari a cupola. Hanno un sapore ott.lln~. Ho. anche assagiato delle marmellate ottime con frutti hianchi, d~I sapore ~ddo-dolce miele. Poi ho assaggiato dello squlsltO v~no fatto con frutta mista. Ma era un vino n~n come fate VOl, J?a un estratto liquido di frutta mista agglUnto con un .partIcolare rom onente pure di frutta che faceva da e1emento upo mosto. t~tt~ dava un liquido dolce dal sapore di mandorl1/T. u~ tocco di gusto meraviglioso; me ne sono bevuto tre lCCHen. Poi ero molto su di morale! .., .. d _ «Mi sono divertito con quest! miei ~m1cl. a~ an. are a p~ scare. Ho pescato molti pesci molto grand1. POl 11abblam? CUClnati tagliandoli a Iette e facend~li rosolarc suoun f:lOco d1 legn~ d1 Poi li abbiarno spruzzati con quel Vll10 di frutta e di ahr~e;, dato fuoco, il pesce era ottimo .. P~i ho. e1,ab~rato ~na zuppa di farina di grano aggiunta a sernr cit speclal! pla~te. tIP? m~nioca. Ho fatto il cuoco con success? Tu sal quanto mt blacc~a --~e ararc il cibo, quando manda qU,d b~on profurno ~~a erato ~d 11tero di cose buone. Perch~ i1 cibo riesca, deve u~clre ~~mplice ma fatto C?r: eIabora,zione. Un po' come la cucina orrentale. Almeno COS1a penso 10 ». l

II

Kladur di Ltol1ya
31-1-74

CASA,

ABJTl,

CUCINA

rna

e rn~ccanizza~o; 10n freddo e incolore come 10 inventano da V~l. ~a n01d~ c • . di tutto in sintonia can 11 corpo e can l' spirrto, qUln. nO'1 a 0 ,
« Abbiamo dei rnobili diversi. Tutto 0 quasi
1 3

Intende

evidentementc

«lloriture»

a gctto continuo.

la sensazione di inerte Ireddezza 0 10 stacco che per solito danno i luoghi cosiddctti "moderni" vostri, E tutta un'armonia insolita da descrivere, ma si sente dcntro, come se si fosse immersi in qualcosa di vivo. , « Cosl i rnobili hanna linee che paiono "onde" cosmiche, Ie poltrone accolgono il corpo morbidamente, come una conchiglia. Per pulire adoperiamo bastoncini Iuminosi che assorbono la polvere, COS1 come per pulire i pavimenti si adoperano speciali macchine che vengono adoperate da robot acldetti a que! lavoro e adatti a Iarlo, che sono teleguidati e fanno tutto per bene. « Per fare di cueina, come dire VOl, oltre ai cibi gia prepaTad ma senza conservanti che si adopcrano di solito quando non si ha tempo, ce ne occupiamo noi; ccrto, abbiamo tutti metodi diversi per cucinarli, rna essenzialmentc non si sprecano ne Ie vitamine, ne il loro sapore naturale. Si cuoce tutto con particolari raggi che non disintegrano i cibi, rna lasciano il loro delicato sapore. Abbiamo molti ftutti che cotti sono deliziosi, E con questi si fanno delle delicatissime creme, 0 anche dei croccanti, E molte marmellate dai diversi sapori, odori e colori. « Ci vestiamo con stoffe che sana indistruttibili alla polvere e all'uso. Non seguiamo mode, rna ci vestiamo perche COS1 ci piace fare, libere di andare vestite corne vogliarno. 0 con tute, che portiamo di solito quando viaggiamo sui nostri rnezzi di yolo, oppure con vestiti lunghi e normali. Hanna tutti un to no alquanto morbido perche seguono Ie linee Iisiche senza costringere in assurdi allacciamenti. Vi sono ragazze che vestono prendendo 10 spun to da rnodelli adottati in altri luoghi. Insomma, c'e malta liberta in questa settore che non costringe nessuno. « Abbiamo molta dimestichezza con il voler sapete di tutto e di tutti, doe ci interessiamo malta di quello che accade negli altri luoghi e perche. Ma non per semplice curiosita, il che saTebbe stupido, rna per vederc e imparare, Se occorre. Abbiamo da seguire quello che d viene dato come consiglio dai nostri Superiori e se qualcuno sbaglia non viene punito subito, rna bisogna che se nc accorga e rimedi, il che accade sempre perche non e castigato. La liberta nostra si fonda sul sapere quello che 99

98

occorre fare per il bene di tutti. Che e poi 11 bene individuale. Quindi ci sana pochi sbagli. «La nostra vita e molto intensa, rna anche molto bella perche ci vicne data malta responsabilitaappen~ si .a~rono ~li occhi alIa vita, come si potrebbe dire. Ognuno di n01 e conselO di vivere per il bene degli altri, A qualcuno forse sulla Terra i1 nostro modo di vivere farebbe errore, perche non sa cosa vuol dire vivere maturando il bene dentro di se. A noi fa 01'rare come vivona sulla Terra. Anche come si comportano. Nol abbiamo concezioni diverse e neppure ci sfiora i1 pensiero di certe viltiL Siamo fieri e orgogliosi di vivere come Iacciamo, perche c'e liberta e solidarieta piena. Che si ama1gamano come il respiro e I'aria ».
Mhyla di Venere 2-4-74

LA

FAMIGLIA

« Ora che anehe da voi e venuto il cosiddetto divorzio, e tutti parlano di questa modo di vivere divisi per rif~rsj una vita diversa, voglio spiegare il nostro concerto a tale riguardo. « Prima di tutto noi non ci sposiamo. No. Ma quando un uomo e una donna vogliono formate un "nucleo" e si arnano , allora moralmente S1 promertono di unirsi e {ormare percio un sentimento di reciproco rispetto e di grande sincerita, perche allo1'quando il sentirnento che li unisce dovesse venire a mancare allora debbono dido e quindi, di conseguenza, dividersi pe~ non restate uniti senza since.rita di amore e d~ affett? Perche il non amare una persona e rirnanerle accanto e pegglO di un peccato, corne si dice da voi, . « Quindi non sposandod, ma facendo solenne promessa di essere sinceri nell'amore, formiamo un "nucleo". Possono nascere dei figli, questo S1. Anzi, siamo feJid quando qu~sto avviene, pcrche qui sono molto amati i bimbi. Ma non. 51 cr~ano problemi qualora, anche con bambini, due persone S1 lasciano, perche i figli vengono allevati 10 stesso da persone addette a

questa compito, lasciando liberi sia l'uomo chc 1a donna di dividersi, E un po' corne sc i bimbi venissero dati in custodia perche sia I'uomo che la donna possono sempre andare a trovarli dove sono allevati. . « Perche i. Maestr! .hanno questa compito. Sana persone ell . alta ~vo!uz1<.me spiritualc ed evoluzione massima. Quindi gUldano 1 bimbi che sana sotto la 101'0 tutela, e li guidano in modo esemplare, Anzi, questi bimbi sono altamente fortunati sotto tutti gli aspetti, E diventano pcrsone evolutissime della nostra razza. « Quando un uomo e una donna si lasciano nerche n011 S1 amano pill non accade nessuna tragcdia. Si lasciano, e basta. Dopo aver parlato con un Saggio adatto a tale scopo si lasciano, e ognuno e lib era di Iormare un nuovo "nucleo". Stare insieme senza amore fisico ne spirituale e da noi una cosa bruttissima ed e considerata una forma di vita da escludere. ' « Prcsumo che quanto ho detto stupisca molto coloro che cre~ono che i1 matrimonio sia una forma di sentimcnto; non 10 e. Almena per quanto conccrne il nostro modo di vcdcre concettualmente la vita. Da noi, non esistendo il matrimonio nO.n esiste u ,di,v0rzio. Tutto qui. D~n01, l'uomo e il compagna: e Ia donna e Ia compagna. Come 10 (_~ per me Loring. Ma se non Ia amassi piu, non dovrei stare con lei. E questa il punta. Come pure per lei, se non mi amasse pill, non potrebbe pill stare con me. Forse I'evoluzionc spirituale sta anche in questa. Non amando, non si puo vivere con Ia persona di sesso diverse, II vincolo I'amore spirituale, e dopa quello fi51CO. Il nostro concetto e questo »,

17-5-74

LA

MORTE

DELLA

COJViPflGNA

«Ho perso Lorinco 121 rnia compa ('·n? I Sono molto molto . t~iste. Cerco di farmi forza. Ma e durissirno, So che i1 suo spinto presto 10 sentiro vicino. J\1a_ in questa memento soH1'O
~""'b ~-.". .Ll. ~..._~-, '---' l.;'j

100

101

j
W
"

moltissimo. Ho amici intorno a me che mi tengono compagnia. Ma oggi non c'e pili lei, e tutto questo mi lascia ~ome s.vuotato. So benissimo che siamo messi ana prova in molti modi, e questo uno di quelli. Ma nello stesso tempo non si puo ~are .a meno di and are con la mente a molti fatti, che gEt sono 1'1co1'd1. « Puo sembrare strano ma non rimarro senza una cornpagna, questo 10 dico schie;tamente. Perche so che lei non 10 vorrebbe. Noi siamo COS1. Forse passed. qualche tempo, questo S1. Ma 1a mia casa ha bisogno di una persona. E forse trovero una compagna spirituaimente affine. «Ho raccolto molti, tanti fiori, e Ii ho messi dappertutto, ouelli che piacevano a Loring. Pure Ie sue amiche sono venute. Andremo cant are qualche inno per ll suo spirito nel luogo apposito. Sono certo che sara gia con noi, Ma fi~icam~nte no~ c'e pili, e non vedra pill il riverbero dora~o del SUol capelli. Un Maestro spirituale e venuto a trovarm1. La sua presenza emana onde dolcissime. E i1 mio spirito si aequeta. « Bisogna essere forti e capire il perche di molte cose. Loring ha raggiunto la luee. E io l'attendo vicina e la aseoltero ».

I NEGATIVI

Itbacar di Masar
18-4-75

Di tutti i uari argomenti dei quali gli extraterrestri « discue comunicano con Germana Grosso) questo [orse il pzit « pazzesco », il pHt difficile da acceitare e soprattutto da fa~e acc~ttare. qu_.anto vi si tratta sembra [atto apposta per suscttare incredulita 0 - ad essere tolleranti - quanta menu

=>

perplessita.

E tuttavia mi propongo - e propongo - ancora una volta un interrogatiuo del quale ho gi{1 approfittato: percbe no? Se l'umanita, nel corso della propria storia, auesse doouto respingere. c rifiut~re tutto cbc non era palpabile, 0 controllabile, o dimostrabile, se auesse doouto fare della « caccia alle streghe » it proprio credo, molto probabilmente non saremmo mai giunti al livcllo attuale in tutti i campi di conoscenza. Un lioello che secondo it modo eli oedere dei « nostri amici extraterrestri », di gran lunga piit progrediti, e appena embrionale; e cbe tutta~iaJ in rapporto all!uomo delle cauerne che si difendeva con ta clava e si nutriua di carne cruda, appare noteoolmente auanzato. DJ altra parte, vale ancbe in questa case la considerazione sui miliardi di mondi cbe afJollano l'Uniuerso in tutta la sua infinita; e, di conseguenza, sulle migliaia di mondi cbe possono essere teoricamente in grade di ospitare esseri viventi (e sulle centinaia cbe, in efJetti, probabilmente Ii ospitano ). E non sem-

cia

103 102

bri fa proporzlone di mille su un miliardo iroppo alta: c~me dire uno su un milione. Se prendiamo in esame il nostro Sistema Solarc, che conta nove pianeti, vediamo cbe la percentuale di mondi abitati diuenta eslrcmamente pitt alta. Abbiamo auuto sulla nostra Terra, nel corso di millenni, esempi tragici di criminali eff eratezze, in ogni tempo e ad ogni livello, da Erode .a Hitler. Percbe escludere a priori cbe, nella immensa congerte di mondi potenzidmente abitabili e realmente abitati, non ne esista qualcuno popolato di essert cbe vivono all'insegna della maluagita e della scelleratezza? L'esistenza di questi «Negativi », qualora venga accettata sia pure in sempiice linea teorica, sollecita una appar.ente con-. traddizione can altre afJermazioni degli extraterrcstrz. I qual: afJermano cbe « quelli di Mbatuhclbh » - cioe i lontanissi1~~ nostri progenitori uennero scveramente e duramente PZ':nttl. per un lora peccato di superbia e di orgoglio, e condannatt net s~coli e nei millenni ad espiarlo in questa specie di Purgatorzo ehe stato per lora, cbe per noi, fa Terra; inseguendo - senza realizzarlo mai - it nziraggio della Pace, dell'Amore, del Bene. Percbe dunaue - e st a qui l' apparente contraddizione - mentre « quelli di ~Mhatuhabh », per migliaia di generazioni, uanno rnmingando nella prigione senza sbarre di un pianeta il cui CoiZ~ fine I' orizronte, privati per castigo della capacita di. spos~arst nella spnzio, mentre - al contrario -- genti nejaste ,come risultano essere i « Nezativi » non uengono represse dada « Suprema I nteilioenza » come lo [urono a suo tempo « quell: di Aihatuhab]: », '~d anzi sono libere di scorrazzare nel cosmo a portarui le lora nejandez:e? Cos'banno di piii e di meglio di not?
>

zione spirituale ». E il Male cbe solleciia

la reazione del Bene; non ei pua essere il Bene se non c'e insieme ancbe il Male. E quanta a noi, pronipoti dei peccatori di Mbatubabh, non incarniamo un asp etta del Male assoluto; i « Negativi », Sl. Noi siamo « recuperabili »; i «Negativi », no. Un giorno, quando sarona recuperati agli ideali .u «Evoluzione Spirituale », riaurerno noi pure la capacita di muouerci nel cosmo e di auuicinare liberamente gli esseri degli altri mondi. I «Negativi» saranno per sempre perseguitati, combattuti, annientati.

U.S.

IL
« II "Punto

«PUNTO

NERO»

di c che sonG "negativi" ai terrestri e agli altri. Su S'aturno, su Orione e su Kappa B. Tre norni Ja non dimenticare. Queste
tre razze sono preparate da molto a venire a conquistare la Terra per scopi 101'0: infatti debbono sloggiare perche i loro rnondi stanno diventando inabitabili per Ie lora cattiverie. « Gli uomini di Saturno non possiedono basi terrestri fisse, e quindi debbono sempre avere il modo di fuggire appena si sentono avvicinati dai nostri apparecchi; quindi si avvalgono di mezzi velocissimi per riuscirc a scappare; ne abbiamo disintegrati moltissimi. Non e che ci divertiamo a "disintegrate"; rna 10 dobbiamo fare per scapi ben precisi, altrimenti vi distruggerebbero. Questi mezzi lasciano impronte che paiono enormi; rnolte vengono viste in localita terrestri che 101'0 visitano. Sono bruni, di statura media; sono molto dolei rna cattivissimi. « Quelli di Orione si avvalgono di piccoli schiavi viventi che inviano sulla Terra e altrove per "rapirc" esseri, Persone, animali, qualunquc cosa di vivo. Essi, questi piccoli esseri mostruosi, possiedono facolta "ipnotizzatrici" per Ie quali qual unque essere vivente segue docilmente sui Ioro mezzo eli volo questi mostriciattoli. QuelIi di Orione sono alti due metri, con canelli rossi. ~ «SuI mondo Kappa B vivono negativi rnolto cattivi, Sono 105

Nero"

e la

sigla per quelli che abitano su mon-

Questo interrogatiuo proposto a Hitaoo di Lio~I?'~} lo stesw interlocutore cbe ha riuelaio a Germano CroHO 1 eszsienra e le im prcse dei «Negativi» La risposta ba dimu:·t:ato che l' esistcnza dei «N egatiui » non comporta contraddzzzone con la seuerita a suo tempo manijesiata nei confronti di « qaclli di Mhatuhabh ». I « Nc[!,ativi » - ba detto Hiiaoo - devono esistere, percbe « rappresentano la vera parte del uero Male », senza il quale - 0 me glio, senza la latta continua contra if quale - « non sarebbe possibile progredire nella incessante euolu-

e """

104

T-------I

alti sui due metri, ed hanno i capelli nenssrmi oppure tutti bianchi, se pure giovani. Sono molto perfidi, adottano il sistema di dolcezza e di persuasione occulta. Hanno Iacolta molto forti. Quando vengono sulla Terra rubano e portano via ragazze giovanissime e molto belle, che poi tengono "schiave" sul loro mondo. Vengono suUa Terra per rubare qualunque cosa, sia per studio, sia per spaventare i terrestri. Hanno mani adunche e visi scarni. Sono sessualmente molto avidi e violentano con piacere. Qualcuno di loro si c stabilito sulla Terra, rna noi li tcniamo "sotto controllo". Hitaoo di Lioaki
3-10-71

MISFATTI

DEI «NEGATIVI

«I "Negativi" fomentano guerre mettendo nci settori poIirici-militari qualcuno dei terrestri sotto il loro "comando". Hitler e stato uno di questi. E nella stoda antica rerrestre molti ve ne sono stati. Come pure nel campo vastissimo di ogni attivita terrestre i semina-zizzania sono uomini negativi. « Seminano perversioni sessuali perche loro stessi sono dei pervertiti e degli omosessuali, avendo -- specialmente quelli di Orione e del mondo Kappa B - poche donne a loro disposizione. E sono malati di malattie veneree. E sono apportatori di molte altre malattie e virus epidemicL «Tnducono a drogarsi, c molti di loro sono drogati. Ma specialmente quelli di Orione e del mondo Kappa B. Coltivano droghe e le portano sulla Terra e le propagano ai giovanissimi, o Ie lasciano in luoghi dove vi sono degli "spacciatori terrestri" che le vendono. Sono droghe molto pericolose miscelate can sostanze tossiche ancora pili forti, che fanno morire letteralmente bruciati dentro al fisico quelli che ne Ianno uso. Oppure fanno impazzire creando COS1 omicidi e suicidi. «Tutti i "Negativi", con speciali apparecchi ad onde, inducono le persone deboli nel sistema nervoso ad uccidersi, cercando nel suicidio un diversivo alla vita normale, creando in 106

lora Ia ~ssazione che solo la morte dia 101'0 sollievo. Altr] . fann di . idi 1 raggl a ventare oml~l I,e inducono quelli "irradiati" ad uccidere1 altre persone . Fissano nel cervello l'ide a d e11' uccistone, per " . qua unque motrvo possa parere plausibile. ~< '!utti i "neri" 1 tendono a impossessarsi della Terra per motivi lora molto precisi. La Terra per lora rappresenta un campo molto b~ll~; per .c~i rispettare la liberta dell'uorno terr~stre per loro e impossibile. Vogliono distruggerla 0 farla didl~truggere dall'uomo stesso (parlo della liberta) perche loro voglton_o che. ve-?ga la .g:rerra ato~ica, che poi fermeranno quando quasi tutti ~h uoml~l terrestn saranno uccisi, Poiche i "ned" hanno mezzi per cur possono difendersi dalle radiazioni ferl~erebbero t~tto. 5!uan~o parrebbc loro necessario perclH~ la 1 erra non. Sl disintegri totalrnente. Quindi tengono sempre sot~o presslOne.!e gue~re e le guerriglie, e fomentano odi e rancon seI_TIprepiu forti. Noi ne abbiamo individuati mold di terrestri 101'0 "agenti", c 1i abbiamo neutralizzati. " ' « Agenti terr~stri del "ned" lavorano pure nella "mafia" adoperando mezzi omicidi. Agente terrestre dei "n ri" f hi f on d'0 Ia se~ta dei '.te.stim~ni di Geova". Tutti ieu c1 el "negativi" h~nx:o agent! terre.st~l ~n azione, e pure nel settore spiritualerr~lstlc~. Sono specialisti nel fomentare le cose, nel creare 11 pamco di una Apocalisse totale, e nel far credere che soltanto chi !J segue l~;o su .m~~tag-?e 0 in ~l~ri l:l.oghi si salva con 101'0. Sono ~ queste fiSSaZlOnl psichico-spirituaji molto pericolose ».
Hitaoo di Lioal!.i 5-10-71

I
i

KAPPA

. «~s~ste sul pianeta Kappa B un "settore soeciale" dove scienzran crean~ "in vitro': uomini che poi vengono destinari, una volta adulti, ad espenenze fuori del comune. Infatti de1

Con

questo termine vengono anche denominati

i « Negativi

».

107

r-I
vono vivere immersi in soluzioni speciali fisiologiche per poter esplicare la loro anomala vita. . « Questi esseri-uomini hanno Iacolta molto spiccate. Da qucl liquido prodigioso possono uscire per breve periodo. E eOS1esplicano missioni. II loro programma e molto complesso. Hanno una "costruzione" 2 del tutto diversa, pcrche gli scienziati del mondo Kappa 13 li fanno molto sviluppati nei centri nervosi. Hanna applicati nei luoghi appositi delle "piastre" metalliche; quelle situate nel cervello sono molto pili "speci~li", poiche "fotografano" quanto loro vedono con i loro o.cehl. Cioe sensibilizzano queste speciali piastre al Runt~ ehe dlven~ tano come lastre, in cui vengono impresse Ie vIsual! prese dagli occhi, che fungono da mirino. Cost, quando ritornano aIle loro basi sul mondo Kappa B, gli scienziati tolgono le pi~st~e e~ hanna i disegni esatti di quello ehe vogliono sapere di dIVersl "argomenti" per cui questi uomini sono stati inviati in missione. Come per csernpio "fotografare" uomini terrestri di cui loro vogliono farne loro agenti, oppure donne da rub~.re e portare sul1oro mondo per poterne fare delle donne-schlave. «Questi uomini sono molto belli, e per la lora bellezza vengono scambiati per dei nostri, rna hanno una crudelta inusitata. Quando hanna Iatto innamorare per esempio una donna terrcstre la prendono in moglie, poi la Ianno generare, ed il figHo ehe ne nasce 10 portano nel [oro mondo, e quigli scienzfatl 10 riducono ad un semplice automa togliendogli con una particolare operazionc il cervello c sastituendolo con uno speciale meccanismo apposito, per cui essendo un eervello uguale a quello tolto, rna fat to in precedenza da questi scienziati, toglie tutta la personalita e crea una specie di robot che vena poi comandato per altre ne£andezze. « Poiche gli uomini "in vitro" sono creati uguali ai ter~estri, essi gencrando creano dei quasi-terrestri. Di qui la fortissima somiolianza ai terrestri da parte dei lora semi-figli. Questi robot-~~mini terrestri quando vengono sulla Terra portati dai low padri, diventano talvolta capi di gaverno 0 capi di qua1cosa, per cui ernergono sulle masse, in qualunque strato
2 Sra, evidentemcnte, per «CostitLlzione» fisica.

sociale vengano posti, perche hanno rnagnetismo abbasranza sviluppato; percio divcntano oggctto da parte delle persone di s~irn~. Qualcuno di essi ha pure occupato, nel corso della stona, 11 posto di Papa, di Re, di Capo religiose autoritario e temuto. ' .. «.Sono dediti alIa politica, e per questo un certo numero Sl inliltrano dove pili e da portare disguidi sociali ad alto livel10, come pure Ira quelli che si impossessano di fortissime somme di denaro in danno dei paved cittadini. Molti sono fra colora l~ell'alta .societa, f~a gli attori, fra gli scultori, fra i pittori. Fra di 101'0 vi sono del medium molto forti. «. Ma qu.ando. debbono nuovarnente immergersi nella 101'0 soluzione fisiologica, per qualchc temoo soariscono dalla circol~zion? Hanno la facolta, sc non possono ~fame a· meno, di inviare 11 101'0 "doppio astrale" ad immergersi nel liquido; COS1 che quando questa "doppio" si immerge, nel COl'PO Iisico apport? quella. data quantita bastante perche ne rigcneri Ie cellule. E una vita molto cornplessa, ma interessante come studio, se non Fosse fatto da esseri "ned". « Qualcuno d~ loro ha la pigrnentazione della pelle leggermente verde, altri rossa, alai gialla, a seconda della soluzionc fisiologica che muta secondo l'individuo e secondo Ie Iacolta che gli danno in possesso ».
Hitaoo di Lioaki
10-10-71

KIZAUSCHY

« Oggi desidero dire di un rnondo, oltre a Saturno Orione Kappa B. Si chiarna Krauschy, e situato moho lontan~ da vox' oltre il 10° Sistema Solare. , « Perche dico "neri"? Perche tutti quanti hanno una strana analogia, Non hanno nel lora sangue un componente ehe 10 fa coagulare. Ed han~o tutti sette "punti neri" nel sangue, cioe hanno una forrnazione di "globuli neri" invcce di rossi, cioe hanno sette cellule nere a1 posro di quelle rosse ogni sette glo109

108

,I
I

buli bianchi. Sono componenti speciali che non las ciano coagulare il sangue, percio sono sempre in pericolo di morire dissanguati, ed e per questa che portano can loro uno speciale liquido coagu1ante in caso di ferite. « Dunque, Krauschy non e un mondo, rna un satellite Iabbricato dai Daideri. Essi sono molto a1ti, poco meno di due merri e mezzo, capelli neri, occhi gialli, corporatura magrissima. Vengono anche sulla Terra ed hanno mansioni molto spiccate nell' alta Magia 0 "scienza nera". Hanno mold simboli di questa "magia nera". «I Daideri sono tutti dediti aIla "scienza nera", e molti sono stati e sono vampiri, poiche sono molto assetati di sangue e iniettano quel liquido speciale di cui sopra dopa aver ipnotizzato 1a vittima, che coagula i1 sangue, che estraggono poi con un 101'0 metodo. Poi 10 mettono in una capsula apposita e 10 possono portare via con loro. Quando sono sul lora mezzo di vola, questa sangue viene "lavorato" finche diventa liquido, e 10 miscelano con altri liquidi vitaminizzati, creando cost un potente quanto macabre "ricostituente". Questo viene fatto perche i Daideri quando vengono sulla Terra perdono lentamente Ia loro naturale vigoria. In quanto alIa "scienza nera", sono essi che l'hanno introdotta. Infatti mold di essi erano venuti sulla Terra e I'hanno insegnata a persone terrestri adatte e portate spiritualmente ad eseguirla. « Molti dei riti di "scienza nera" degli esquimesi, dci negri e di altri popoli terrestri sono stati insegnati e poi tramandati, Ma i primi elementi sono stati insegnati dai Daideri. Questi uomini hanna Iacolta molto spiccate. Sono, uno per uno, dei veri "scienziati neri", pcrche combattono 1a "scienza bianca" e 1a "scienza pura Divina". Creano dagli atomi delle case mostruose, come animali con aggressivita straordinaria, c se ne servono come cornpagni quando fanno delle battute per catturare persone che poi portano con loro. Queste persone terrestri diventano come cavic per i lora mostruosi tentativi di "scienza nera". «I Daideri sono ornosessuali, ma non disdegnano di accoppiarsi con donne terrestri (e altrc). Vivono isolati nei [oro mezzi di volo, che hanno 1a strana forma di una pera rovesciata.
110

Non hanno navi-rnadre, perche i 101'0 mezzi di volo sono completamente autonomi, di eccezionale robustezza e .filano velocissimi. Cia che rende robusto il loro mezzo di ~010 una speciale lega "vetrificata" e merallizzara con uno speciale minerale che vengono a prendere nei luoghi pili "magnetizzati'' delle montag~e terre~t:i, per esempio riel Tibet; ed per questa che ne possiamo disintegrare molti, perchc abbiamo localizzato il Iuogo dove si posano. « Hanno 1a possibilita di and are su altri mondi inabitati dove possono fermarsi, e cOSIavere un po' di riposo, e accoppiarsi con .le don~e .ch~ hanno rapito. I bambini vengono poi sotropostr a radiazioni che Ii fanno crescere alti come loro. Elaborando una scienza tutta 101'0 particolare, li fanno diventare ';sci~n~i~~i n~ri", per cui questi nuovi Daideri procurano altre possibilira di creare sempre nuove cose per il raggiungimenro di una altissima "scienza nera". Sono dei veri maestri in questa nefanda branca. « Possono creare dei veri robot viventi, persorie nsiche che portano ?ulla Terra e che sono da lora comandate e fatte agire secondo 11 ]01'0 fine. Ma noi Ii individuiamo subito, perche ernanano ?nde molto forti che vengono da noi captate. Quando 1i catturiamo, questi robot viventi, li dobbiamo distruggere perche sono pericolosissimi, hanno delle super-facolra rnolto spinteo Sono molto belli, tutti maschi, e sono dei veri delinquenri potenzialmen.te omicidi. Uccidono, strozzano, fanno a pezzi le donne che diveritano Ie lora prede, che se ne innamorano voglio dire. ' «La disintegrazione e 1a pulizia piu efficace, e COSt facciamo »,

Hitaoo di Lioalzi
12-10-71

NOlJl\il

« Saturno, Orione, Kappa B, Krauschy. Aggiungiamo Noumi, che e molto pili vicino alla Terra. « Finora ho sempre parlato di uornini "neri". Ma singolar. 111

--mente davvero, quelli dei mondi di cui sopra non hanna. donn~ lora, ma pre£eribilmente rapiscono sullaTerra, oppure.m ~ltr~ luoghi, oppure cercano di rapire quelle in vola su dlscht di altri mondi. « Ma in Noumi, casa strano, vivono solo donne, e non posso definirle che nostre aUeate contra i "neri". Quindi non possiarno cIassHicarle tra le categorie "nere". Queste donne sana classilicabili come le "distruggitrici" dci "neri". « Infatti hanna uno spiccato sensa di combattivita, e sana un prodotto di una 1unga esperienza di scienziati di ~1tri ~n.ondi, sana donne-provctta. E vivona su un mondo satelhtc vicmo ~ Etonya (tutto quello che posso ?ire). Sana alte non men~ ~l due metri. Hanna capelli rosso-fiamma che tengono lunghissimi, ma che si rasano completamente quando vanno in missio1!e, perche spuntano a lora tanto rapidamente quanta ur~ soflio. Hanna mezzi di vola malta rapidi. Trasmettono fra di lora a mezzo te1epatia. . « Data che sana un prodotto-provetta non conoscono genttori. Non hanna can Ioro alcun uomo. Quando ne incontrano, vanno in un altro mondo-satellite dove vivono can questi uomini ed hanna figli, rna quando sana maschi Ii portano altrov.e e tengono solo donne che, prodotto-vivo e non cia,ptovetta,. vivona in un altro mondo-satellite ancora e razzano' can qualunque si fermi can lora. « Queste donne dai capelli rossi S0110 da n01 chiamate le Noumi. Esse nascono, agiscono solo per rapire i "ned" - E un prodotto scicntiiico abbastanza perfetto di "mel~ti" ~ostrc alleate. Hanna la facolta di "sentire" dove sana 1 nen. E hanna mezzi tali che li rapiscono letteralmente, senza che i "neri" possano opporre resistenza alcuna. Poi u partano s~ Nourni. _E qui ha inizio una Iase che farebbe balzarc dalla sedia uno scrrttore di fantascienza nera. Di "ned" ne hanno "eristallizzati" a centinaia. 1nfatti l'uomo viene messo in un luogo strano; dalle pareti completarnente invisibili, egli viene sattopo~to, anzi bom~ bardato, a raggi che consentono aUe cellule di trasformars1 complctamentc in cristalli rrasparenti: mi spicgo, diventa come
3

se fo_sse di vetro. Poi, comp1etamente cristallizzato, viene portato ~n.un 1uogo dove_sana a centinaia, dentro a capsule. Palono VIVl, ma sana vetriticati e trasparentissimi, tanto che si vede a1 di la cosa c'e. « E u~a cornplicatissima scienza tramandata appunto a queste Noumi menralmente dagli scienziati che lc hanna create in provetta (se cosi S1 puo dire in parole semplificate). 0 altrimenti, prima di vetrificarli, li tengono vivi sotto sorvezlianza ·- d 11 'b , e_1~ 111 ucono. a vo er oro dire tutti i segreti per andare invislb1lm~nte net loro rnondi a rapire altri "neri". Poiche queste ~o~rIl1 hanno fa~'olta di rendersi invisibiH. Cosi possono fare indisturbare razzie vcre e proprie, perche nessuno dci "neri" - neppure i Daidcri, che pur sono molto abili nella "scienza nera" -- possono fare nulla centro di esse. « Tutti q~e~ti "neri" vetrificati, passato un qualche tempo, vengono messi 111 un "bagno" 0 soluzione che li trasforma nuovamentc in esseri "viventi" rna senza piu nessuna vita norma1e. Sono diventati cornpletamcnte "schiavi" delle Noumi, che se ~e._servono per far lora Iabbricare rnondi-satelliti per le lora fighe che, quando hanno prolificato tutto un mondo-satellite, h.anno ~i~~gn.o di spa~io, Questi uornini-robot n011 hanno pili alcuna rruztattva propn8, rna soltanto quel1a che vienc loro irnposta attraverso impulsi telepatici dalle Noumi. Forse la "leggenda delle Wa1chirie" e stata intuita da qualcuno? »
HitNJO

eli Lioaei
31-10-71

«Razzano»

sta probabilmente

per

«si

accoppiano

», «fanno

razza ».

112

113

CONSIDERAZIONI

METAFISICHE

Compaiono qui alcuni stralci di argomenti di carattere metafisico, come ad esempio fa reincarnazlone, un tema assai caro agfi « extra-terrestri » che ne sono del categorici. sostenitori. 0 ancbc non propriamente metafisici (il sonno e il sonnambulismo sono [enomeni quanta meno ancbe fisiologici), ma trattati in una certa prospettiua. I « messaggi » di impronta metafisica ricevuti da Germana Grosso sono una vera moltitudine, ma in maggior parte contengono specifici riferimenti personali, e non sana quindi utilizzabili per essere pubblicati.

I
1
I

n.s.

L'INFINITO

« Una persona, che la Iuce degli astri attira in modo patticolare, e cui la sottile filosofia c penetrata qualche po' nello spirito, ma che ha ancora parecchio cammino spirituale da fare per riuscire a decifrare il senso giusto delle cosc celesti, ha formulato una domanda. « Scientilicarnente e una domanda logica, Umana mente e una domanda curiosa. Spiritualmente una domanda che riscontra

115

una particolare "dimenticanza" da parte di questo spirito che "non si ricorda" ... « Certo, c molto diflicile che uno spirito ricordi "certe cose", e "riporti" sulla Terra e nella sua materia fisica il ricordo netto di certe cose. « Orbene, e stata detta questa domanda: "se I'infinito e finite oppure e veramente infinite". «Ebbene, bisogna sapere se l'uomo della Terra mette in queste parole veramente il bisogno di sapere questa grande verita per il suo spirito che cerca di ricordare per riallacciare il filo con il tutto, oppure se e un semplice "voler saperne di pili" per la sua mente curiosa. Ma io credo che tutto si concateni. «Orbene, rispondo. L'infinito e finite nell'infinito. «Questa e la legge della relativita, semplice e facile da capire. Poichc tutto e relative. Poiche nell'infinito c'e il Iinito, e nel finito c'e l'iniinito. Tu troverai il finite nell'infinito, poiche nell'infinito c'e il finito. « Quando io passe attraverso 10 spazio trovo sempre oltre il finite l'infinito, e oltre l'infinito trovo il Iinito, rna oltrc ancora vi oltre e oltre l'infinito. Tu non puoi sapere quanto tutto questo sia immenso, perche il tuo cervello non puo superare la "barriera" del pensiero terreno. «Einstein comprese fino ad un certo limite, che neppure pote superare perche esiste, oltre i calcoli della pura maternatica, la legge della Fisica Divina. Puo aver strappato un velo della Sfinge, rna la Sfinge csige il mistero, perche l'uomo non merita oltre. «Quando verranno distrutte le barriere che occludono il passaggio dcll'infinito sapcre - e per questa ci vorranno tempi, non solo tempo! - I'uomo potra conoscere quello che gli occorre per sapere il tutto anche sulla Terra ».

IL

DOPPIO ASTRALE

Ltbacar di Afasar
7-10-60

« Dissi del meraviglioso "progetto", poi attuato dalla Divina Forza Intelligente Cosmic-a, cioe di dare Ul). "abito" armonico a110Spirito. E questo abiro per 10 Spirito e il corpo Iisico. Bene. Ogniqualvolta uno spirito e in "progredente evoluzione", cioe fa delle vibrazioni cosmiche che "captano" un gradino per ascendere aHa scala del Perfetto Sincroni smo di ri spondenza nell' avere e nel dare, si aflinano sempre piu le facolta sensibili e fluide del corpo fisico. E in questa sintonia perfetta si "permeano" i centri di sensibilita in modo tale da infondere un moto di Spirale Cosmica ai suddetti. E si inizia COSl un perfetto con!wUO sui "centri fiski" increnti aHo SVilUlJbO Armonico Fisico-Spirituale. «Entrano COS1 in gioco fat tori predominanti, 11 Cuore, il Ccrvello, il Fegato sono messi in "contatto vibrantc" con Ie Onde Cosmiche, che modilicano perfezionandola la, funzione fisiologica di eertc ghiandole. Accade COS! che S1 forma una talc capacita di sollecitazioni di Facolta, che 10 spirito puo persino create, in concomitanza con il hsico, il "Doppio Astrale". Che e una parte fluida (che in certi casi di spiriti elevatissimi con I'alta Scienza Cosmogonica PUQ diventare persino semi-densa) che PUQ assurncre anche la Forma (pensiero) della stesso corpo fisico. « Molte volte, quando il "Doppio Astrale" (il quale c com posto di atomi vibranti) e in fase di complete sviluppo, puo essere proiettato dallo spirito-Iisico corpo in qualunque direzione e, che dir si voglia, in qualunque luogo, riportando poi al "sensibile" cervello il ricordo del viaggio del "Doppio Astrale". « Questo accadeva e accade per molte personc, che sono spirito-corpo fisico in costante evoluzione, doe in perfetto costante sincronismo armonico con le Leggi Divine Cosmiche. E a questi e a tutti la Divina Forza Intelligente ha dato e ha voluto "plasrnare" un fattorc irnportante. Perche vi fosse un Qualcosa che facesse da "cordone ombelicale" tra il "Doppio Astrale" e 10 Spirito, attraverso il corpo Iisico, creo l'Anima. L'Anima e il "cordone ombelicale" (che si snoda come un lunghissimo filo lucente) del "Doppio Astrale" che unisce il fluido-semi denso
L L

116

117

del "Doppio Astrale" dal corpo fisico allo Spirito. E quindi accoglie e non lascia disperdere Ie minime vibrazioni che possano giovare sia all'uno che all'aItro. E una parte che tiene insieme (se cosi si puo dire), collegate, le mirabili rispondenze Cosmico Divine in un completamento unico cd indlvisibile. « Finche, quando sopravviene l'usura dell'abito-corpo Iisico, ogni particella-atorno fisica si "disintegra" e si "solleva" in piccole forme seme-germe di altri atomi, per ricomporsi mediante l'ausilio di altre Forze e di aItri Elementi che sono nell'incessante spira le evoluzionistica cosmica in altri disegni mirabili di atomi completi, pronti a creare altre forme nell' ambito di disegni profondi e insondabili di meravigliosi Fini Dlvini. « E mcntre c'e questa disintegrazione-reintegrazione, avviene un altro rnirabilc disegno. L'Anima si "stacca" e non avendo piu alcun "collegamento" come prima (doc non e pili "cordone ombelicale"), rimane un "di pili" di vibrazione di luce cosmica, doe ridiventa particella cosciente della Divina Saggezza. E si "reintegra" nuovamente nel suo ruolo. Mentre invece 10 Spirito, che era, e, e rimarra sempre parte attiva dl energia della Grande Forma della Divina Forza Intelligente Divina Creatrice Cosmic a Universale, si libra Iibero e indipendentemente si ricongiunge ternporaneamente a1 Tutto ».
I tbacar di Maser 28-3-69

«E questo accade quando il corpo Iisico ha "adombrato" 10 Spirito, ossia 10 ha "tolto" dal ruolo a Lui confacente. Cioe facendogli "non sentire" il Male. E facendo SI che 10 Spirito diventasse quasi succube dei "piaceri" materiali fisico-corpo. E la mente ha "adombrato" 10 Spirito, doe 10 ha reso "neutro" ai sottili "cavilli" del Male. « Noi 10 chiamiamo nella parola pili confacente aUa vostra comprensione, doe 10 Spirito divcnta "neutro" mediante "ancstetici" mentali-iisici. E COS1 10 Spirito "adornbrato" rcso penitente mediante successivo suo ritorno a indossare I'abito fisicocorpo; aflinche riesca a imporsi, nel suo ruolo di perfetto sincronismo aIle Leggi Divine Cosmiche, sul Iisico-corpo, e quindi sulla mente, sul cuore, sul Iegato; che era,e, e sara sempre il centro ricettivo perche dal eucre, dal, fegato passa ii Sangue, chc e composto chimico di Essenzc Cosmiche Universali, « 11 sangue racchiude elementi chimid "perfetti" che riassumo no tutti gli elementi-base che sono stati sparsi nei mondi creati. In esso ci sono elementi che vengono pure "influenzati" dai Minerali. Inlarti i mineral! sono in un certo qual modo "coadiuvatori" in molti elemenri Universali Cosmici, « Nel corpo-fisico vi sono organi eli senso e di sensibilita. Ognuno, in particolare, "assorbe" elementi chimici, oppure anehe elementi che sono in animali e nei vegetali. E anehe nei minerali, Cost ogni singola forma e appunto un composto di "alti elementi" essenziali allo sviluppo, alIa vita ed anche alla procreazione. Siano essi "alti elementi" chimici, minerali, 0 anche gas eterici Cosrnici Universali. «E dunque un continuo afilusso di dare e di avere nel mirabile scambio-vita modulato nelle ctertre Leggi creatrici e plasmatrici. « Nei minerali si danno e si ricevono vibrazioni-onde di colore-suono. E vi sono nei miner ali delle pulsazioni, che sono "cmanazioni" di onde positive (0 negative). I minerali sono "accumulatori" di onde particolari. Vi sono minerali "buoni" e "cattivi" doe positivi e negativi. A seconda con cosa e con chi vengono a contatto. I minerali sono "coadiuvatori"in certo sensa e in certo alto grado, quando vengono "sornministrati" in giuste dosi, in particolari casi scientitici e chimici.

SPIRITO

E MATERIA

« Nel Tutto, 10 Spirito trova spontaneamente, per una legge Divina Cosmica, un "oeriodo" in cui deve assolutamente rendersi "partecipe" di lavori per i1 Grande Lavoro incessante della Suprema Intelligenza Cosmica. E questo Lavoro consiste nel dare malta se 10 Spirito e stato in perfetta sintonia con le leggi Divine Cosmichc, ed essere molto attivo nel settore confacente al suo malo; oppure esscre messo nuovamente in un abita fisico corporco perche si renda canto aneora e ancora del Bene e del Male. 118

119

« Ma certi minerali, che voi ritcncte "preziosi", c ]0 sono in cerro senso, possono racchiudere delle vibrazioni che possono assumere pericolo. Mi spiego meglio. 11 metallo Oro e di per se un prezioso rninerale. Per gli abitanti degli altri mondi I'oro era, e e sara sempre un simbolo prezioso. Non per il suo val ore materiale, ma per il suo alto vaIore simbolico. Come del resto per tutti i minetaIi-metalli e per le "pierre preziose" (tali per voi), Da noi, sempre, per tutto, e disgiunto il val ore materiale degli "oggetti" 0 cose che sono per voi materialmente "preziose". Per noi i1 prezioso esiste per il "genere" di cose e per il 101'0 valore simbolico. « Le vibrazioni dell' oro possono giungere al cervello del l'uorno della Terra-Nuovo Mondo come un pericolo negativo rnaterialistico, doe provocare nei meandri sensibili del cervello una "risonanza" di forme-pensiero di dominio. E COS1 provocare reazioni assol utamente incoerenti, ossia non "dominate" dalla ragione. E COS1 vengono ad essere stimolate Ie vibrazioni negative mentali-Iisico-corpo. Sono accaduti fatti COS1 atrod per i1 possesso dell'oro, che c certo fatica improba elencarli tutti. E pure per I'attrazionc negativa che hanno assunto minerali-meta1li, pietre "preziose", molti spiriti hanna "indietreggiaro" 111vece di evolversi », Itbacar di Masar
28-3-69

POTERI MENT ALI

«Molte sono Ie persone, doe gli studiosi, che nel lora Iavoro di ricerca S1 indirizzano verso quella detta della "nutrizione umana" ed anirnale, in gran parte nel lavoro di ricerca sugli elementi del cibo noti come "vitamine". Queste "vitamine" S0110 del "catalizzatori", e 1a 101'0 presenza e essenziale alla vita. Qualche studioso le ha definite "i ludgnoli della vita". Tuttavia qualcuno di questi studiosi ha trovato chc non basta che queste sostanze siano pre senti nel cibo in buona quantita per tenere Iontane Ie cosiddette "malattie da carenza di vitamine", se chi
120

ne e afletto soffre ill paure, di ansie, di rancori c simili sentimenti poco spirituali, « 11 pensiero che si aVV1C111a e pili ancora alIa Mentepru Cristo e una vivcnte e vitale [orza avcnte potere creative. AIlorche nello spirito si realizza che i pensieri sono porenti, non S1 potra man care dl dimostrare felicita, serenita nella vita di ogni giorno. Negli ultimi tempi sulla Terra la fisica e la chimica hanno dimostrato (sia pure in modo irnperfetto-irrazionale) il potcnte potere celato nell'infinitesirno atomo di materia, e come poter liberare quel potcrc, «Come "cristiani", ben pochi hanno mai realizzato che il Cristo enuncio una Verita applicabile ai giorni di questi tempi, quando disse: "Chi crede in me fnra ancli'egli le 'opere che io fo". Certamente molti "cristiani" credono in Dio, nella Forza Divina Cosmic-a; rna credono che Egli solo abbia il potere di operate "mira coli " . Tuttavia, si "vedono" apparenti "miracoli" accadere ogni giorno, pure di questi tempi, nella vita vostra e di quelli che vi circondano. « In tutte le persone risiedono contemporaneamente i1 Regno della Forza Divina Cosmica, e quello delle Forze Negative; esse possono stabilire quale delle due Forze desiderano nella vita. Con il realizzare questa comprensione del Bene e del Male, con il "sapere" di questa consapevolezza, giace il Potere eli apport are salute C successo nella vita. E COS1 avvicne che quando 10 spirito ha assunto la sua posizionc libera, indipendente daI Male, si e certi che si e sul1a via del Lucignoli della vita spirituale-mentale... Molte persone sono cio che pensano, in altre parole hanna acquisito Ie preziose vitamine mentali, che sono oarallcle cuelle fisiche ;::::,. '~1° QI-""'-O;:T;')l:,....,.cr-,. 'IC u..__ '-..... cor do con I'arrnonia delle vibrazioni-onde colore-suano del Create tutto. « Esse, queste vitamine rncntali, S0110 i Lucignoli della vita spirituale, che illuminano, che conservano Ia vita, producendo Ia fiamma inestinguibile della Ielicita, sercnita, successo. Odio, rancore, paura, ansieta, spes so producono le cosiddettc "malattie da insullicienza vitaminica". Ma gIl scicnziati che sanno vedere oltre dcbbana mettere in rjlievo e riconoscere il rapporto fra la mente e Ie cosiddettc "malattie da carenza di vitaminc"
_t-'I;..-\
_l ..... rl ,~

"j_u"-'...l

.....

a.ro

\..-.1..1.1....._,

.....

..)

r_'r+-~~~i,,,=ro""1"""/'''''. L0L.L_l_L1.0 ...... C\.LlV L

1.1.1

~''''''1'

............ illL.Li::;(vj_b1.j\.}.->v

121

~------------------------------------------------------------------~---------r--Sl, possono aiutare il corpo-Iisico con vitamine naturali, rna possono aiutare la mente-spirito ad abbandonare pensieri di odio, di rancore, di "paura delle malattie", e pure della "paura della morte", e i pensieri di forte radicato "super egoismo" centrato sull'idea-base-fissazione dell'ego. « II simile attira il suo simile, e molte persone "attirano" lc cose della vita che pili sono simili ai loro pensieri ed alle loro caratteristiche.E sempre Ia immane forza operantc del pensiero. Si deve imparare che Ie cose che vedete con i vostri occhi ed udite con Ie vostre orecchie sono soltanto una inlinitesirna parte di quelle che esistono nel Tutto Universo Cosmico. « Non potete "vedere" e "udire" Ie Forze che operano nella mente, pure esse sana Ia causa di cui molti vedono solo g1i efletti, I pensieri sono dinamici nel loro potere, percio sta aIle persone di imparare e dominate ed allenare questi poteri affinche la 101'0 vita sia serena. « La chimica e una scienza meravigliosa, se retta, e giusta, e illuminata. rna non ~ in alcun modo Iimitata a1 mondo visibilc poiche gli ~ffetti chimici (quelli conosciuti sulla Terra ... ) che sono invisibili sono ben pili numerosi che quelli visti realmentc. «Cosa signiiica, per molti, la parola "Dio"? Molti cosiddetti "cristiani" hanno paura di Lui. Spes so Ie persone della Terra dicono ed aflermano, nella loro gretta, limitata ignoranza, bassa spiritualita, che Dio ha "mandato" qualche terribile malattia, qualche "£lagello"; che un uorno puo pregare regolarmente e vivere in accordo con le Leggi Divine, e tuttavia trarre scars a felicita dalla vita terrena, e certamente allora questo Dio non c Amore, rna Castigo! «Quale inconcepibile errore fondamenrale ha inculcate quella religione, chc si autodefinisce "cristiana" e che non ha fatto che imporre alle genti il tenore verso Dio che descritto Flagella e Castigo! Hanno fatto "odiare" addirittura Colui che e il Tutto! Perche il timore rende schiavi, e sentendosi schiavi di questo Dio 10 temono c non 10 amana, di certo, Non S1 ama chi si teme. Questa il grande, ingrate, ignominioso peccato contro Colui che e il solo, i1 vero Amico, il costante, il durevole, il quale pur conoscendo le debolezze, perdona donando semprc, in ogni tempo, il Suo Amore-Aiuto.
« E impossibile rnettersi 111 "contatta" con Lui, senza sincronizzarsi sulla giusta lunghezza d'onda. Che e l'onda di vita eterna in Lui. E impossibile venire in "contatto" con la Mente Divina senza sincronizzarsi con Lei, mediante Ia Fede e mediante la consapevolezza che Essa e parte di noi. « Soltanto attraverso la Mente-Cristo la nostra parte spirituale puo agire suI fisico, e mediante tale azione ognuno di voi potra regolare le condizioni della sua vita di ogni giorno, giorno per giorno. « Molte persone hanno Ia brutta abitudine di "pens are" aUe cose passate. Ai dolori passati, ai torti subiti, aIle oflese avute. Non deve essere COS1. Questo ha pure insegnato il Cristo. Con fede e speranza, Ie persone si devono rimettere sul cammino. Le persone illuminate, ossia gli spiriti che sentono in se il Cristo Cosmico, hanno sempre dimostrazioni dell'illimitato potere della Sua fondamentale Verita, chc la Mente Divina del Cristo-Tutto conosce Ia risposta ad ogni problema e,se voi siete una parte di questa mente, e 10 siete, queste risposte sono pure vostre. « Questa la sola via della salvezza-felicita-serenira. E sempre dovete dire: Egli, il Cristo, e in me, come io sono in Lui. Qucste sono Ic vitamine mcntali Cristiche, che dovete usare, sernpre, fino a quando diverrete parte consapevole di Lui. « E per averc queste vitamine mentali dovete pensare che Lui presente ovunque. Us ate queste forze vibranti ed azionatc il meraviglioso meccanismo della potenza del pensiero ».

rtbacar di hlasar
26-4-69

LA

FINE

DI UN'ERA

« Coso. sta accadendo in qucsto mondo terrestre, dove tutti i sentirnenti "puliti" sono spazzati via? E perche tutta questa violenza, e.,. insomma, perche accadono tante case brutte e sporche? Violenza, pornografia, omicidi, suicidi, studi negativi dell'atomo, follie collettive per musiche distorte, inquinamcnti del123

122

I'aria, dell'acqua, radioattivira sempre piu diffusa, il tutto per sete di potere e di sopraflazione dell'uomo contro l'uomo? « La [uminosita delle energie positive di certe gamme di onde, che prima "assorbivano" gli spiriti per una sintonia positiva da apportare nell'Universo Spirituale, doe l'assorbimento-donazione da spirito a spirito, doe il volere spiritualmenre il Bene per donate Bene, ha subito una violenta rottura perche sono subentrate "forze pesanti", come Ie chiamo io, doe forze materialistiche, doe gamme di onde negative pes anti. Le quali staccano con violenta rottura-frattura, dalla gamma delle onde positive luminose, come con degli "strappi", gIl spiriti che cost violentemente "strappati" si "appcsantiscono" e cadono in strati eli gamme di ande sernpre meno luminose, fino all'assoluta "illuminosita", doe fino aIle gamme di onde sempre piu opache, doe fino alla completa disgregazione-limite dell'assoluta Negazione spirituale; e quindi regna il rnaterialismo assoluto. « Questo "stato di materialismo" apport a delle vibrazionionde per cui si producono enorrni "Iratture" in tutta l' Armenia, e COSI e come una forma virulenta epidemica contagiosa che assale ogni individuo, ogni spirito pronto ad essere "contagiato"; e 10 spirito "ammalato" riflette sul fisico lc onde "illuminose", dando COS1 corso ad una opacita intellettuale, che trasfonde vibrazioni e che richiede sfogo nella droga, nella violenza, nel suicidio, nell'omicidio, e in tutte le spurie del basso sentire. «E purtroppo un dilagare distruttore dell'intero sistema spirituale che compenetra sernprc pili nell'uorno terrestre, La cura rnigliore? E quella che va cercando purtroppo l'uomo terrestre. La fine di un'Era, «Come? Sara la stessa Natura e Creazione Divina a porte la line. Rivolta complete. Eeco la cura radicale. Non c'e via di scampo. « I terrestri si agitano ora, fanno come quelli che piangono quando i buoi S0110 scappati. Ma la nne di un'Era e e sara una cosa hen piii tremenda, Sete, fame, e tormenti inenarrabili seguiranno. Catastrof imrnani. Questo e il futuro che vi attende ».
eli SchdbliI 123-71

Lo

SPIRITO

SI

RElNCAENA

« Noi tutti abitanti di altri mondi sappiamo, e non importa se qualcuno di voi non crede, che 10 spirito si reincarna. Cioe uno spirito si "immette" in diversi corpi fisici dopo la "Pausa". Cioc quando lascia un corpo fisico va in un luogo prestabilito dalla Divina Forza Cosmic-a, poi - dopo una "Pausa" che varia di tempo da spirito a spirito - ritorna ad immettersi in un feto, nel grernbo eli una donna, al settimo mese di gravielanza, e non a1 concepimcnto, come credere voi. Uno spirito puo immettersi sia in un corpo (0 feto) maschile che Iemminile, non c'e distinzione, perche in una data forma fisica mareriale deve assolvere ancora una 'vita, :hnche basta dovra reincarnarsi. 1\101te possono essere Ie reincarnazioni, oppure poche, se si tratta di uno spirito evolutissirno. La rnorte fisica e quindi solo un'esperienza e non una morte deiinitiva per 10 spirito, che si reincarnera ancora, E puo darsi che si reincarni in un altro mondo che non sia la Terra. Purchc sia evolutissirno, da spirito di COl-PO terrestre puo reincarnarsi in un fisico extraterrestre. Questo e accaduto molte volte, e accadra ancora. La Reincarnazione e parte integrante del Sapere Divino Cosrnico, Non c'e una sola vita. Sarebbe assurdo il pensarlo. « Voi cornunernente elite: "Eo En corpo fisico can uno spirito..;". Noi, abitanti di altri mondi, invece diciarno: "Ho uno spirito che 'indossa' un corpo tisico come un 'abito", e che durante le varie reincarnazioni 10 cambia" _Come vedete e come potete constat are tutta un'altra angolazione di veduta spirituale, che comporta logicamente un altro modo di concepire le 'leri ta. delle F orze vi vine Cosmiche. « D'altronde la reincarnazionc un fatto naturale nell'am bito di una concezione avvalorata da molte prove, che tuttora molte persone cercano con metodi che definite can la parapsicologia (parola coniata da voi ). Noi nasciarno gia can questa assoluta convizione nella spirito e percio non abbiamo bisogno di "prove". La reincarnazione esiste. La nostra scienza spirituale sa che questa dono e stato dato allo spirito per la sua costante e perenne evoluzione verso quella Luce che e fonte di Sapere. Ed e la Forza Divina Cosmica della Creazione che ha
l

124

125

posto questo illimitato modo a110 spirito perche esso si maturi in esperienze di vita fisica fino a quando ha raggiunto queI "quid" di evoluzione per il quale non dovra pili reincarnarsi. Oppure fare come gli' spiriti dei Sommi Maestri di Luce che ogni tanto si reincarnano per apport are ammaestramenti di Sapienza Cosmica Divina. E poi ritornano a1 Luogo di Luce lasdando la spoglia fisica ».
Itbacar di Masar 18-10-76

L'INYLUENZA

DELLA

REINCARNAZIONE

PRECEDENTE

«La penultirna reincarnazione ha influito notevolmente 1 come vibrazioni e persino in certe sfumature rese palesi da manilestazioni anche letterarie. Vi sono in certi scrittori elementi che denotano una chiara visione e concezione del carattere fernminiJe, doe spiegano cosi bene il sentire e I'esprimersi dell'e1emento ehe matura in certe situazioni come manifestazione del sentire femminile, che pare che 10 scrittore sia immedesimato in tale concezione. Come iiwece accade che una scrittrice denoti un forte impulso maschile, nello scrivere magari situazioni forti prerninenti di un carattere mascolino. « Oppure ehe un uomo abbia atteggiamenti, parole, e persino modo di pensare quasi Iemrninili. « Qui non S1 tratta di ormoni, ma di una ben pili profonda vibrazione che an cora S1 accumula nello spirito e che influenza notevolmente il carattere e persino un certo atteggiamento. « 10 ho notato che 10 spirito di certe persone rimane molto influenza to dalla pen ultima reincarnazione, molto di pili che altre persone, per un fattore di "impossessamento reincarnativo" che plasma talmente 10 spirito da renderlo pieno di vibrazione reincarnativa persino can particelle del doppio astrale della penultima reincarnazione, faeendo come una diapositiva trasparente sull'ultima lastra di doppio astraIe.
1

« Non so sc ho reso l'idea. Cioe, il doppio astrale ultimo ha ancora i1 riflesso della penultima reincarnazione, e anche 10 spirito ha delle vibrazioni possessive tali da influenzare carattere, movenze e anche modo di esprimersi. , « Cioe un uomo puo sembrare una donna e viceversa ne1 modo di avere concetti,di esprimersi, di muoversi, COS! appare un facile spiegarsi quando si incontra uno di questi dementi che non paiono in piena sintonia con l'ultima reincarnazione. «La spiegazione molto sempliee. Queste persone hanna vissuto taImente intensamente 1a penultima reincarnazione che non hanno potuto staccarsi del tutto da certe sfumature di essa, ma hanna portato nello spirito tutto quanta potevano del carattere diciamo somaticc della penultirna reincarnazione, COS! da pIasmare persino iI fisico dell' ultima reincarnazione in modo tale che vi sana dementi tali da rendere dubbia Ia manifcstazione fisica. COS! che un uomo delicate, can viso e tratti fernminei, con movenze Iemminee e modo di esprimcrsi talmente femminile da indurre Ie persone a crederlo tale. Invece vi sono delle donne che denotano tratti in volta e portamento maschile, can voce maschile e pensieri virili. «I medici dicono che si tratta di un quid di orrnoni maschili in pili in un corp a femminile (0 viceversa), Ma io ho studiato a fondo l'argomento e ne ho tratto le mie conclusioni. Si tratta invece di ben altro. E 10 "stampo", se COS1 si puo dire, della penulrima reincarnazione che ha plasrnato notevolmente tutto quanta I'apparato fisico, mentaIe, spirituale della persona. Vi sono eose di verita molto strane, alle volte; rna basta alzare un vela e studiare a fondo certi problemi e certi argomcnti non solo come Ianno i medici e gli psicanalisti, ma andare oltre, Andare oltre vuol dire tralasciare argornentazioni prettarnente scientifiche, e inoltrarsi per vie di verita trascendentali che canducono a considerazioni molto piu profonde ».

Sirgis

di Schtiblis 31-5-74

Sulla successiva.

126

127

IL

SONNO

« II sonno non e altro che I'agganciamento della spirrto 81 suo mondo. Poiche siamo tutti uno spirito con un corpo Iisico, abbiamo assoluto bisogno del sonno, affinche 10 spirito rientri nel suo mondo abituale e svolga quello che deve svolgere, doe la sua Iunzione preminente. « Chiunque non puo vivere senza dormire, perche 10 spirito domina 10. materia in questo senso, doe dormendo. Dormire e quindi un bisogno assoluto dell'uomo. Lo spirito rientra nel suo ruolo perche svolge 10. sua attivita in modo do. apportare eostantemente un lcgame col suo mondo che e sempre valido pcrche e nel mondo tluidico il suo legame pili vasto. « Dico pili vasto perche qualunquc uomo, anche il pili abietto, deve manrenere questo legame. I1 son no e un "piccolo vivere" nel mondo fluidico. Quando l'uomo dorme il fisieo S1 rilassa e si disintossica, mentrc le cellule del cervello azionano le emozioni del sonno. «MoIre volte 10 spirito vive intensamcnte eerte "azioni fluidiche", azionando il corpo astrale che funge da interrnediario e passa ad azioni vere e proprie quando vive certi incontri e certc situazioni can altri corpi astrali; quindi i sogni non sono altro che <1%10ni del como astra]e. E tutta una Iunzione moho bella e moho complessa che attua un piano ben eongegnato da sempre. « Iniatti I'uorno non pUG vivere senza dormire appunto perche, altrimenti, sopravvengono disfunzioni talmente serie da rendere precaria la salute fisica e mentale, in quanto c'e appunto il forte contraccolpo dello spirito che attacca oserei dire frontalmente questa ostacolo riducendo Ia fase in modo da apportare la motte. « Ho fatto dei sed studi al proposito, ed ho anche adoperato strurnenti dclicatissirni stabilendo quanto sopra. Ho Iotografato il corpo astrale in movimento ncl sogno. Sono sequcnze interessantissime. « Poi c'e anche un piano preordinato delle spirito che agisee nel S011no come liberate da qualcosa che 10 induce a fasi fisichc-spirituali. Per esernpio, chi ha "Iacolta" ha mold pili 128

Ugo Sartorio

e Gerrnana Grosso esaminano i « messaggi dettati dagli extraterrestri.

dattiloscritti

II ritratto

di Moses.

II ritratto

di lthacar.

Soggetti ! sette volti del male.

Egizi.

Fiori dl Etonya.

Atomo

di tempesta

solare

magnetica. Anirnaletti lunari.

stimoli di sogno che qualunque altro soggetto normalc, perche ha gia 10 spirito pili evoluzionistico. Molte volte si vivono talmente intensarnente le varie fasi del sogno da ricordarsenc quando si svegli, perche alle volte il corpo asrrale riporta delle forti sensazioni aUa corteccia cerebrale, come Ie sensazioni del caldo e del freddo, della gioia e del dolore, come anche la stanchczza che si rillette moltc volte su certe patti fisiche. E perche 10 spirito vive in dimensioni reali quanto gli accade nel sonno. « Sono tutti studi che ]'uomo della Terra deve ancora fare per appurare il bisogno del sonno. Ma Iinchc la scienza dell'uomo S1 adatta a cose materiali dimenticando 10 spirito non riuscira mai a capite in dimensione giusta tutte queste cose nel Ioro pieno val ore spirituale. L'uomo ha rroppa superbia per ammettere certi valori Iondamentali dello spirito, quindi non capira mai a fondo certi aspetti di verita »,

Sirgis di Scbsblis " 13-4-74

IL

SONNAMBULISMO

« Fin dalIe pili remote antichita esiste questa manifestazione in determinati individui, e fin dalle pili remote epoche essa stata oggetto di ironie, sarcasmi e peggio, forse perche nella sottile ironia del popolo questa manifestazione ha sempre avuto un bonario argomento di scherzo. E siccomc anche a me nota '; la particolare sensibilita della gente semplice, che in fonda e ~ sempre quella che pili vicina alla verita, ho visto in tutto questo un forte elemento di verita, La creazione tutta ha aIle volte l un sorriso nascosto che ci assicura che non tutto tragedia, che ~ non tutto deve essere volto come un pericolo nascosto. « Questa premcssa per dirti quanta segue. Che il sonnambulo e di solito un individuo sensibilissimo, rna anche alquanto malsicuro e di se e delle proprie opinioni, e quindi sempre sul1'01'10 eli non credere a1 proprio "io", e come sentimenti e come opinioni, Ha poca fiducia delle proprie "creazioni" e persino del lavoro che svolge. Insomma, e malta "sfiduciato di se" e avverte tutto questa in modo tale che rifiuta sempre di "Farsi

129
5. I nostri amici extratcrrestri.

avanti" e di imporre agli altri le proprie opinioni e la personalita. Insornma, ripeto, l'opposto di chi si fa rispettare: eeco. Non che sia un debole, rna puo anehe diventare pavid.o. Rispetta molto gli altri e alle volte si fa persin rroppo un:1Ie. Ha .un quadro psicoiogico molto difettoso, perche non ~lesee .mal a imporre a se stesso che "qualcuno". Per "guanre" di tutto questa deve solo maturare una ~or.te personalita ~de,guandol~ ad un pili marcato sentimento di nspetto verso di se. Perche questa gli rnanca cioe non "si rispetta" abbastanza. «E veniamo' all'argomento. La "crisi di sonnambulismo" gli prende quando ha trascorso una giornata 0 ql~alche temp? in tensione continua di avvilimento personale, 0 c stato testimone di cose e fatti ehe 10 hanno perturbato molto. I1 suo sistema nervoso stato messo a dura prova, quindi. Ed ccco che si mette a lctto in questo stato di tensione. Allora entriarno in campo esoterico. Che cosa ac,:ade? Che il "dopp.io astrale" vuole fare il suo consueto sganciamento dal corpo Iisico; rna per una causa cstranea non ci riesce. Allora si diverte, diciamo COS1, e S1 porta appresso il corpo fisico per il primo "gi~o" 0 per 1a prima "fase" di andata. 1v!a con tutto .questo non. e che accada nulla di pericoloso, a112i.E una fase dl benefice risata da parte del corpo astrale, Che poi lascia il corpo fisico e se ne parte per proprio conto 10 stesso. . « Quindi non implica nulla che non sta del tutto normal~: Anche l'individuo che si trova in questa particolare settore di sonnambulismo puo vivere tranquillo, perche io direi che deve esistere anche questa nella creazione. E un fattore benefice, non un pcricolo. E una "reazione" usica-csoterica assolutamente trascurabile. E siccome anche in questa c'e un perche, io repute che tale perche si debba cercarlo piuttosto nel carattere dc1!a persona sonnambula che ha solo bi~ogno. di matura:e la propr~a personalita. Ecco tutto. Forse psicologicamenrc lmmatur~ 11~ certe sfumature, deve aumentare 11 tutto facendo una specie (11 yoga mentale, imponendosi di rivalutare se stesso: in quan~? creatura di quella Forza Divina trascendentale deve trarre pru forza dalle proprie convinzioni e convincersi che e "qualcuno?».

MORALE

Sirgis eli Scbdbiis


11-5-74

Ormai sappiamo come la pensano «i nostri amici extraierrestri » di noi, dei nostri usi, dei nostri consumi e 'della nostra ... morale. Nella scrie di stralci che segue) troviamo un vasto camp!ona:!o di di rilieui, di censure ad ogni livel10. Ce n e per tutti, nessuno sfugge. Non i capiialisti, non i gove:,!anti) non i calciatori, non i giornalisti, non gfi scienziati. 5t tratta sooente di critiche distruttiue, ma non manama - insieme con appunti che nessuno di noi, obiettiuamente, non s~ttoscriverebbe - esortazioni e consigli cbe, .'Ie seguiti, indubbiamente aurebbero risvolti positivi, a prescindere dalla lora prouenienza. In altre parole, c' molto di uero in auel cbe si dice dagli 1 extraterrestri .1su conto nostro e dei nostri tempi di cioilt« corrotta. Non esiste [orse la fame? Non esiste 10 sjruttamento? Non esiste it razzismo? Non esiste la violenza? Non esiste l' 0dio? Non esiste la droga? Non esiste il male? Per~i~, qua!u.nque uomo di buena uolonta - qualsisia la s~a optntone net conlronti della «credibilita » dei messaggi d oltre atmosfera _. non pUG che accettare le esortarioni i consigli ~d, operare affinc?e qualcosa cambi, ajfincb« quest; nostra um.a11ltatanto travaglzata da decenni di piaghe materiali e morali muova almeno un passo in direzione di un afjranc(fmento, per quanta esso possa essere lontano nel tempo. Nessuna im-

=r=«

130

131

presa, anche la piit [olle (e vedere nell'umanita com'e oggi una capacita, una oolonta di incremento, nella misura infima in cui si tengono certi oalori, davvero idea [olle) r impossibile; a patto che qualcuno cominci. Non c' fine se 'non c' inizio. In definitiva, scettici e non scettici non possono non ammettere la validita dei rilieui, delle criticbe, delle censure. Cbe siano extraspaziali 0 no.

u.s.

COMBATTERE

CON LA FORZA DELL'IDEA

« In questi ultimi tempi fosche nubi nel vero senso dena parola si stanno addensando intorno alla Terra. Nubi radioattive di importanza e pericolosita massimc. Tutte Ie radio e giomali terrestri ne patlano con sgomento rna nessuno fa neppure un minimo tentative di dare una sorte diversa aUe esa1a2ioni mortali di queste bombe nucleari. « Infatti i due maggiori governi che esistono sulla crosta tcrrestre fanno della politic a una palla a1 balzo che S1 rim andano can eguale misura di epiteti per far S1 che 10 scoppio aereo e sotterraneo sia mascherato da una idea 0 di partito 0 di democrazia. « La paura latente nei due capi e chiara e sintonizzata al massimo dalla corsa allc folli spese per armamenti distruttori a1 massimo grade. La paura fatta di inganni e di accuse reciproche non porta e non portera ad una tregua nucleare, ne ad una tregua per una eventuale futura e gia germinante ideaseme di una guerra atomica. La popolazione della Terra vive, vivra mornenti di incubo, sotto il timore dell'immane distruzione, poiche i Iattori primi di una guerra atomic a sono quelli della completa annullazione 1 dei principi della vita sulla Terra. « La distcnsione tanto attesa, tanto sperata, tanto auspicata non S1 avra che con un completo mutamento delle idee-seme 0 idee-costruttive. E per fare questo miracoloso mutamentc bisogna che verarnente la popolazione della Terra unita preghi,
1

e formuli idee-pcnsiero contra Ia guerra atomica, Ma sentitamente e volutamente, perchc forse solo allora Ia piega degli avvenimenti puc mutare radicalmente. . « Si sono visti ~~tti partaLi. fino all'esasperazione della pazle~z.a e de~la capacrta umana di sopportazione che si sono rnutati 111 fatti del tutto inaspettati. Come e cosa era successo? ~ra succes.so ~he n pen~iero-base di una parte era statu mutato 11: altra ?lfeZlOne. Ed 11 Iattore preponderante di questa tenstone puo mutare per altro fattore. « ~he. si vogli~ comrrel~d~~e 0 rneno, rna Ia decisa, ferma voI01;ta di bene di m?ltl spirrtt, di molte menti, puo essere Ia freccia puntata verso 11 centro di luce del pensiero dell'Universo .tutto, e puo cambiare I'attuale tensione , che e nortata ormal ~Ila. disperata te~sione di un mutamento universalc, che contribuirebbe a fat Sl che un inaspettato giro di chiave apra Ia porta alla distensione completa. . «Per .questo dovete pensare e richiedere con le .vostre men· n e .con 1 vostri spiriti riuniti per il bene del mondo intero. Vogh~te acccndere questa fiaccoIa nei cuori e nelle menti eli quanti potrete, Richiedetc con tutte le vostre fotze che cio avvenga. « Per lll~lla che sia la mente dei due capi, che vogliono solo Ia ~upren~azl~ .nu~le~re, p~nsa, arnica mia caris sima, Ia collaborazione di mt1lO~1di mentl. e di spiriti a qua]e immensa idea di pace po~rebbe oare luogo 11 pensare: non si deve fare la zuerra a~om1C~,voglial"?o con tutto il cuore Ia salvczza del m~~ldo, vogliamo 11bene di tutti! ~< E questa f~rza del bene deve, dico deve, opporre una battlcr.a contro I'idea kruscioviana e kennedyana. L~ basi del be1?-eSl fo?dano appunto su tale forza del volere e della volonta unite. Unitevi dunque, e fate in spmto guerra alla Guerra pensando Bene e a~endo d.i, conseguenza. Convog1iat~~ tal: idea vel's? la. s~rada gmst.a. VI e una specie di yoga delle idee, una spw.e ,ell t~rza dell'lpno~ismo clcll~ idee. Basta sentire in profo?dlta un Idea per proiettarla all'estcrno con una forza resa mille volte maggiore ».
Itbacar di Masar 8-11-61

Annullamento, evidentemente.

132

133

CIVILTA?

« 10 ho visto abitanti della Terra morire di fame, ho visto case tremendamente sudice, ho visto miseria ed ignoranza, ho visto e vedo delle donne fare cose abominevoli per un pezzo di pane e tutto questa ancora solo ieri, solo oggi. E voi dite che avete la civilta, che siete evoluti, modemi? Voi non siete nulla di tutto questo! »
Ithacar di Masar

ogni cosa che uccide in voi 10 spiriro che e scintilla divina! Scintilla di vera intelligenza. Di veto infinite amore verso voi mede simi. Verso il vosrro vicino. Verso tutti quanti vi circondano. Dimenticate 1 vostri problemi e camminate uniti, cornpatti contro il male! 11 male del vizio. Il male delle atomiche. Svegliatevi, voi che siete mollemente addormentati sui terribile cuscino della bomba atomical Svegliatevi, 0 eli voi non resters che il ricordo nell'infinito nulla (he potra diventare la vostra Terra! Svegliatevi! »
Ithncar di
MaSCiY

266-62

26-6-62

SVEGLIA TEVI!

«Dovrebbe capire l'uomo della Terra che il suo sudore va a finire nelle magnifiche, Iucide testate di missili atomicil «Ma svegliatevi una buona volta, voi che dite di essere tanto intelligcnti! Si svegli l'uomo della strada, che non pensa altro che a1 suo piccolo benessere, ai suoi piccoli fastidi in banca 0 nelle operazioni di borsa! Svegliatevi, piccoli esseri incretiniti dalla politica americana e dalla politic a bolscevica! Piccoli esseri che vi cercate un destine fatto di nulla! «Vol che vi costruite can le vostre mani un destine fatto di atomiche! Per voi! Per i vostri figli! Voi fate come nessun animale ha mai fatto. Gli animali procreano; mangiano; dormono. Ma n011 costruiscono atomiche. Voi non siete animali. Voi avete uno spirito 2. Ebbene, dove e andato questo vostro snirito? Nei ritrovi notturni? Nella libidine pili sfrenata? Ncl lusso? Nei divertimenti? Avete nei vostri film, nei vostri artisti, un flusso continuo di sessualita pili brutale. Dove e andato a finire il vostro spirito? «Camminate contro tutto questo! Camminate contro [e atorniche] Distruggctc in voi il seme maledetto della razza umana, il male! II male va distrutto ana base. Camminate contro
2

LE

if IMMENSITA SPIRITUALI

Savviene a questa propasita analoga pensiero dantcsco, IiI dove il Pacta dice: « Fatti non foste a viver come bruti, rna per seguir virtute e conoscenza »...

«Nel nostro popolo certi principi basilari della Grandezza Divina non sono pili rnisteri racchiusi in simboli, e nemrneno debbono essere privilegi di pochi (come da voi gli studiosi}, rna nascono in noi come Iiori spirituali. «Mi spiego. Quando noi veniamo alla luce, piccoli esseri, poi cresciamo, la nostra conoscenza, il nostro ordine morale pone delle barricre insuperabili pet quello che voi chiamate "peccato", perche non sappiamo cosa il peccato pur sapendolo. Cioe, qualcosa di spiritualrnente alto ci vieta di accostarci a1 "peccato". « Quello che sentiamo vivo in noi 10 spirito, come fiam111apura che ci rende partecipi della Crandezza Divina, Moralmente sentiamo la COSc1en7:a chc ci fa percepire 11vivo bisogno eli essere purl di mente. Di cuore. Di spiriro. E come se dentro eli noi ci fosse uri'alta scuola spirituale, che man mano che cresciarno ci addita la via per 1a pcrfczione e ci allantana (se fosse possibile, perche ne abbiamo orrore coscientemente del peccato .. che non abbiarno, che sappiarno cosa sia attraverso voL.) dalle bassezze mentali. Abbiamo viva la Iacolta di inserirci rnentalmente nei misteri divini, che 110n S0110 tali se compresi spiritualrnente, in modo tale da sapere ubbidire aIle leggi Sue in perfetta arm ani a con la Sua mente suprema, irradiante

j
"

I[

134

135

di forzc meravigliose, vibrazione immensa di un caleidoscopio di sernpre nuove forme perfertc e pure. « ... E Dio fece luomo a Sua immagine e somiglianza ... Nel senso che essendo vibrazione immanente di forza, vibrazione cosmica di onde magnetiche ed atomiche, ci ha creati condcnsando la Forma Pensiero Divina, onde noi siamo parte di Lui nel scnso che ha condensate gli atomi-cellule creandoci nelle cellule vibranti, poiche ogni cellula ease pulsante di sua vibrazione condensata ed ease intelligentc, Quindi n01 abbiamo una parte divina appunto per questa condensato di atomi vibranti. Ora, avendo in n01, fuod eli noi, questo potenziale magneticoe1ettrico-etereo, la vita che ci percorre e pulsazione divina. « In pill, abbiamo quells parte superiore ancora. Lo spirito. Parte preponderante, per far S1 che l'uorno abbia il modo e la sicurezza assoluta del suo grande privilegio: che Dio comunica con lui attraverso 10 spirito dandogli modo eli cornprenderlo con il suo senso fluidico, senso divino della comprensione unica suprema. Lo spirito. «E quando l'evoluzione spirituale e giunta ad un grado, diciarno, di suprema «civilizzazione », 0 perfezione assoluta, perche Dio l'ha riconosciuta in quel po polo e gli ha dato facolta tali da renderlo partecipe, gia nascendo,di grandi concezioni spirituali, allora si e stabilizzato quel vincola Dio-uomo che e sempre pili potenziato nella perfezione-scambio. E qualcosa per cui vale la pena di vivere, l'essere COS! a contatto spirituale delle supreme leggi divine! E uno scambio unico e altissimo! »
W7 adak eli Algol
20-2-64

lita morale e quindi sodale.

luta, dando ad ognuno il senso reale della propria responsabi-

I
J

« Infatti non accade come sulla Terra, che vi sono persone rendenti ad "arraflare" privatamente quello che e bene comune, doe [a societa vista sotto il profilo denaro. Nemmeno vi sono gruppi di persone che promuovono divertimenti osceni ricavan done guadagni irnmcnsi, puntando e favorendo appunto l'anti-cosdenza morale. Questo da noi non accade, e nemmeno potrebbe accadcre, perche sarebbero puniti severarncntc. Non accade, perche nemmeno il pensiero di tali argorncnti fuori della sfera dei nobili sentimenti sfiora Ia nostra mente, che e volta alla continua, incessante evoluzione, che vuol dire la rice rca della perfezione, in tutte le sue infinite siumaturc. 11 fulcro del sentimenri puri parte integrale di quel patrimonio inteso corne bene comune, che va protctto e consolidato sia nelle future gencrazioni, sia ripetuto come tesoro antico. « II desiderio di continuo divertimento, inteso come dis tensione del sistema nervoso, e lavoro di un gruppo il quale intende averne dei guadagni cospicui minando COS1 invece veramente la salute di una parte dei terrestri. Questo tutto lavoro di gcnte senza akun scrupolo. Perche, per esempio, non necessaria dirnenarsi inconsultamente come fanno i giovani terrestri quando danzano 00 direi quando sono presi da crisi ncrvase). La musica deve essere armenia pura, e deve dare - ascoltandola - la sensazione pulita di qualcosa di superiore, non frustatc nervose e conseguentemente un supplizio Iisico »

V7odo1c eli Alga! 6-3-64

COSCLENZA

E ANTI-COSCIENZA

UN

MALE

TERRIBILE

di rniliardi (come dite sulla Terra), in quanta ognuno si sentc responsabile del benessere degli altri. Si vive in una societa comune e si tende a valorizzare il sentimento comune in pertezione asso136

« Da noi non accade che qualcuno possa appropriarsi

« La responsabilita dei Capi di Governo molta, in questi tempi. Ma nessuno sa _quanta responsabilita ha il singolo per quanto sta accadendo. E questa ancora piu grave di quella degli stessi Capi, poiche ognuno ha adottaro il sistema del "colpo negli stinchi" per quanto riguarda il prossimo. Nella stessa ci-

137

---:----------~----~~~-'

vile societa, ognuno (parlo di quelli cui non importa se gli altri soflrono) accumula idee che sembrano ideologie proprie, e se ne fa seudo per arraflarc, per accumulate denaro. E quando diventa "qualcuno", ecco che va a1 potere imbevuto di schietto sadismo. E cosa possono fare gli altri? Come lui, peggio di lui, per poter illudersi di "comandare". In ogni ceto, classe sociale, ormai, 10 sfacelo al massimo. «Dopo aver per anni accumulato odio, fanatismo, l'uomo terrestre diventato i1 portatore di un male terribile. Quale esempio, quale meraviglia, se gli stessi figli si comportano, man mano, togliendo dalla loro mente il rispetto agli adulti? E un riflesso di una logica, se volete, che colpisee come un "boomerang". Ma una legge avversa e negativa, che l'uomo terrestre dovrebbe meditare. E invece non 10 fa. Sottilmente, i1 male dilaga. Cosa puo attendersi, dunque, se non un peggioramento futuro di tutto quanto? Sarebbe troppo bello se qualcuno, svegliandosi, si rendesse canto di quanto si sta preparando e che scoppiera, dilaghera, come una carica talmente piena di raflrenato odio, che tutto incendiera come fuoco distruttore! «Potrebbe in un solo secondo mutare tutto. Ma questo raramente avviene. I sintomi di una malattia terribile ormai sana nell'aria. E l'uomo terrestre ne e contaminato fino nelle minime cellule ».

NUOVI

VITELLI

D'ORO

Itbacar

di Masar
23-1-66

CALAMITA

« Qui da voi pare che quanta di piu macabre stia affiorando nei "rituali" apporti delle onde sottili e perverse, che colpiscono pure, di conscguenza, persone giovani, che si sentono una volta di pili attratte da perversioni sessuali e da contatti sessuali. g come una "calamita" che tutto contamina a1 suo passaggio ». Kladur di Etonya
16-8-69

~< Anticamente, quando Moses era sul monte, per ricevere le 1 avole della Legge Divina, quelli rimasti si abbandonarono a orge, a sol1azzi, e fusero tutto 1'01'0 e ne fecero un vitello } d'oro che adorarono come il Dio delle 101'0 scelleratezze delle I 101'0 lascivie... . , 1 :1 . « Quesro un simbolo molto profondo e molto significatrvo. Mancando Moses, Il loro Capo, doe mancando la Guida n:orale e ~pir~tuale, il popolo si abbandonava a cose pazze, illogI~he. e.d Ill~Clte, ~acendo questo, disdegnava Ia Legge Divina, prm~IplO pnmo, di quella rettitudine, di quella onesta morale ~ soiriruale = d-1 rtHCol rnli..-1 prInCIpI0 cue c pure 11:'VIVeLE: crvne .•• 1-.' .,. • '1 u.~, \,.. e intelligente ed evoluto. . ,« O,ra mi chied~ questo: ~vendo osservato quale piega prende 11 vrvere, che dicono civile, che dicono ones to, che dicono evolu:o sull~ Te:r~, in quelle Nazioni in cui purtroppo manca laosolida guida civile, morale e spirituale in questi ultimi ternpi, che cos~ accade. tra i. popoli, tra le persone, tra i giovani e pure tra I meno giovani? Che si crcano intiniti Vitelli d'Oro E vi danzano intorno, a scapito di tutta una morale di tutta m:a. spiritualita, di tutto un vivere intelligente ed evoluto. Dornrrn ehe sanno come ipnotizzare pcrsone, giovani e non, creano rniti. «E tra questi miti, tra questi Vitelli d'Orohanno infuso com~ una potente droga il tifo per il calcic. Mentre nazioni quah. 1a Russia, la Cina, l'Amcrica si stanno preparando ad un c?~flItto ~t?mi,co Cobatteriologico quale epoca non vedra mal pru, uomrni grovani e meno giovani donne P1_ scatcnano ~0 da~~eyOScel:e, i~1 urli disumanoi e:J .ist~ri?i: '~~'tu~~o"~~~~~'~l ~)e';~ che ". 1 erche 1a Ioro sqlladra ell calcic, prima questa, poi quella, !1a Vlll.tO. E Ia coppa, Ia tanto desiderata coppa, e stata mcssa In palio per 1a squadra vincitrice. « Nelle strade, nelle piazze, intorno a simbolici Vitelli d'Oro, sono irnpazziti rnilioni di persone. La follia collettiva ha preso le rnenti, il cuore di tutti questi adoratori del Vitello d'Oro, il calcic. « Ma vi sono altri Vitelli d'Oro. Ogni partite politico ha

.....

_t'.J..J.

J..

~U'-J.

dVJ_j_UO

138

139

un simboIo, altro Vitello d'Oro da adorare. E questo un segno di involuzione COS1 profonda, COS1 radicata, ehe spaventa. Hanno un bel discorrere di "liberta psicologica", di "frustrazione inconscia" che si deve liberare. «Prima eli tutto, l'incivilta dimostrata durante Ie fasi di isterismo eollettivo per 1a vincita della squadra di calcic preferita e una dimostrazione di captazione di onde d'urto di involuzione collertiva e negativa. Scatenata da uomini che sanno manovrare tali cose. Domini ncgativi, doe spiriti involuti reincarnati pel' tale compito, proprio in questo tempo di Vitelli d'Oro e di Torri di Babilonia. Gli uomini dei partiti politici hanno pur essi una bella parte nel carosello di pazzie collettive e diflidlissime cia frenare quando sono ormai scatenate in scioperi, in tafferugli, in bastonarure, in odii personali. « Insomma, quando i Cavalieri dell' Apocalissc stanno cavalcando nel Tempo, quando Moses c sul monte a ricevere Ie Leggi Divine, 51 creano i Vitelli d'oro e si incapsula 1a mente delle persone in ipnotiche involuzioni dello spirito, per annullare I; capacita di ragionamento, di civilta, di evoluzione. E questo uno del segni dell'avvicinarsi di cose molto gravi, molto profonde per l'intera umanita terrestre, «Quei pochi che rimangono saldamente ancorati alIe spirituali Divine Lcggi Cosmiche si sentono smarriti di fronte a cose pili grandi di lora chc prendono piede e che si fanno sempre pili collettive. Ma tutto questo, tutto quello che accade, che accadra, ha un Perche. Quindi il segreto sta nell'attendere ferrnamente, senza timori, scnza aflanni spirituali, quanta e nei Segni. Perche mentre lavorano i Segni Negativi, lavorano pure quelle Fane Divine Cosmiche che faranno da barriera all'avanzare della Bestia apocalittica. E un cornpleto rivolgimento di tutto quanta verra - quando ncll'Alto Cosmico un segno luminoso come una folgore scoppiera, e nell'ampliarsi di un tuono sara il scgno che 1a Bestia apocalittica vena abbattuta e un' altra Era sorgera sulla Terra ».
Ltbacar di Masar
28-6·70

CORRETTORI

«II nostro compito di "correttori". Questa parola implica un numero imprecisato di compiti non facili da capire (per voi). Ma se non ci fossimo noi, il pianeta Terra morirebbe completamente in poco tempo. L'urnanita che costretta a nascere sulla Terra sbaglia tutto. Noi siamo i "correttori". Quanto accade purrroppo I'aver sbagliato tutto il sistema di vita. Vivere vuol dire lasciar vivere. Questo non e fatto sulla Terra. II sistema e tutto capovolto. L'acqua e libera, l'uomo l'ha imprigionata e questa si vendica. Tutto l'uomo imprigiona, e quindi rimarra prigioniero di se stesso, del suo stesso sistema. Semplice, rna terribile. «I Numeri dell'acqua sono 3.5.7. Essi vengono distrutti nei 101'0 elcmenti dagIi uomini, I numeri dell'acqua distrutti non si rifanno, Quindi l'uomo vuole morire di sete. «I nurneri dcll'aria sono 9.7.3. L'uomo li stafacendo morire. E morira. « I numeridella pace sono 7.14.21. L'uomo Ii sta facendo morire. E rnorira. « Periranno ogni mente, ogni spirito che hanna volute distruggere i numeri 8im1010 delI'Universo ».

Sirgis

di Scbdblis 3-1-7]

GRADlNI

SEMPRE

PIU

BAS SI

« Cosa prctendete, quando tutto il mondo terrestre e inondato da onde di foIlia collettiva che esplode e si ripercuote sui cervelli umani? Voi sapete solo una parte di quello che accade di ncgativo, dai vostri giornali e dalla vostra televisione. Quel10 che noi sappiamo e vediamo can i nostri apparecchi che Irugano ovunque con onde particolari sono cose che fanno tremare il nostro spirito. L'Ordine Divino e inlranto. « I giovani, quelIi che vivono nell'oscuro mondo della disarmonia, apportano un peso sempre pili gravoso di infamia,

140

141

ij~:

/~

1
I

!
I

! ,

con la loro azione deleteria, di disgregamento verso la collettivita umana terrestre. 11 cancro delle cellule umane dissolve con ferocia quello che Armonia Cosmica e fratellanza umana. Cellule infette, spiriti negativi, di coloro cherubano, uccidono, vioientano, si drogano; e di quelli che essendo uornini "si sentono" donne, come le donne che "si sentono" uomini. Tutto un mondo turpe, tutta una disarmonia Iisiologica, che solo portata da "sensazioni" morbose-degenerative di un'umanita che va verso gradini sempre pili bassi di misercvole deturpazione spirituale. Non c vero che l'omosessualita sia una rnalattia, e una "distorsione" rillessa dello spirito (he riflctte sulla materia fisica onde dissociate che colpiscono direttamente le fibre nervose del cervello; per cui basterebbe un "dottore della spirito", null' altro. « Ma questi, sulla Terra, sono rari. E non tutti Ii ascoltano, come non hanno ascoltato il Cristo. Potrebbe trattarsi anche di un "karma"; ma intanto tutto sarebbe pili facile a cornbattersi: basterebbe un'energia divina, la volonta, per guarire 10 spirito "dissociate". Poiche Ia volonta c una energia spirituale che tutti possono possedere per riunirsi alle fonti divine »,

luti) a questo sbaglio di cervelli inlatuati di potere, di denaro. Perche non si puo fare qualcosa? Perche deve sempre pagare chi e inerme, chi tutto da senza chiedere nulla in cambio, e deve sempre pagare chi e buono? Noi tutti abbiamo fatto ogni passo possibile per evitare tutto quanto.' Ma esiste qualcosa contro cui pure noi Iottiamo. E ['cterna lotta del Bene contra il Male. Faremo ii possibile, facciamo, abbiamo fatto il possibile per ogni possibile via ».
Sirgis di Scbdblis
21-3-71

IL FLAGELLO

Hitaoo di Lioaki
6-3-71

ROTTURA

« Ormai e assodato che nessuno vuole la pace, perche vorrebbe dire evoluzione, e orrnai questa e lontana come e lontano 10 spirito dell'uorno dalla pace sua e degli altri. Quindi, quando accadra I'incvitabile, sara una vera, tremenda detlagrazione di armi nucleari. Intanto, Ia Natura mcdesima da le sue prime, trerncnde avvisaglie di una completa rottura, poiche essendo stata violentata nei suoi principi basilari e O1'111ai guerra centro in l'uomo medesimo che non ha saputo riconoscerc il vero valore, cioc dell'essere lui asservito alla Natura, non di asscrvire a lui la Natura per desiderio di potere travisato, Quello che accadra sara inevitabile. Centinaia di vite urnanc saran no olocausti (vo-

«Questo mio messaggio vuole toccare argomenti penosi che rendono lumanita terrestre soflerente. Cioe upa parte dell'umanita, che desidera "ammalarsi" di malattie che io definisco verarnente "i1 flagello". « 10 invio sempre in sintesi, quindi pre sumo che si intuisca il resto, che rimane forse da dire, 0 tra le righe si deve leggere quel che non e scritto. Sarebbe lunge I'elenco delle rnalattie da mettere sotto un titolo, doe sofferenza-insoflerenza. «E comincio: sesso-moda; droga-invo1uzione (suicidio-omicidio): potere - commercio - traffico; materialismo - involuzione; guerra - odio - involuzione; omicidio - involuzione. « Ho dato come uno schema in sintesi. Dovrei aggiungere l'insoflerenza del giovani per certi principi morali, e l'insoflercnza verso le persone pili avanti negli anni cia parte eli questi giovani. « Io direi che c un po' una fase di involuzione personale, una specie di flagellazione spirituale. Infatti non esiste in questa parte di urnanita un ideale di gioia, poiche pur cercando di evadere dar dolore, dalla soflerenza, vi cadono dentro come portati da una forza negativa piii forte 101'0. « I giovani cercano una evasione nel sesso. E diventata una moda sessualizzata al cento per cento. Una "tecnica del scsso" nella moda, nel modo di vestire. Un richiamo al sesso. Ma e

oi

142

143

- -.____......-'----

divcntata una ossessione del sesso. Sono malati da curare, purtroppo. E la cura sarebbe un ideale, che dia un pieno al vuoto che hanno nello spirito. Ma qui entrano in campo forze sottili. «Esistono individui che lanciano it 101'0 "doppio astrale" e spandono come un "virus" antimorale e antisociale. Sono individui molto pericolosi. Sono come una setta peggiore di quelle che agiscono per una specie di ideale. Perche una setta antiumanita terrestre. Noi sappiamo di questa specie di setta. Sono i detentori di una "scienza nera", che gioiscono quando riescono a spandere queste epidemic anti-umanita nelle quali cadono colpiti gli spiriti pili deboli, pili tarati da reincarnazioni poco evolutive. Quindi sono comandati da questo potere, che come un enorrne polipo lancia i suoi rnostruosi tentacoli per tentare con gli allcttamenti pili involutivi da parte di quella urnanita che cade COS1 rnalata di sesso, di droga e di altre infinite gamme sempre pili aberranti, sernpre pili virulente, « E un quadro quasi clinico molto grave, quello che si puo fare di queste persone che, chiuse in un circolo quasi magiconero, non sanno pili staccarsi da quei godimcnti che causano sofferenza-insofIcrenza. « Quanta giovenru rnalata pure Iisicamente di malattie a carico di organi delicatissimi, perche la malattia sessualc Ii ha resi malad doppiamente? Fisicamente e spiritualmente? Quanti sono malati nel fisico dagli allucinogeni? Doppiamcnte malati pure questi? « E i malad di potere, malati di incurabile malattia che li porters alla distruzione morale-spirituale, se non vcrranno poi uccisi fisicamcnte? E quelli che fomentano le guerre, Ie rivoluzioni? Che seminano odio? Che insegnano a diventare omicidi ai giovani, cui armano la mano? E quelli che rubano? Che rubano con il sorriso, nelle varic infinite gamme di questa poco onesta attivita? « La droga e di per se una piaga sociale. Ma se non esistesse alcun interesse da parte delle persone per queste polverine non esisterebbe 1a piaga della droga. E perche csistono individui che essendo malati, ossia deboli di spiriro e di carattere, quindi eli volonta-rettitudine, non resistono a non fame uso. Quindi entrano in campo i "richiami" a questa speciiico

godimento da parte di certi individui. COS1 subentrata la piaga della droga. «Poi esiste un "richiarno" nella moda del vestire, che diventata non un vestirc rna uno svestire, quindi un "richiamo" erotico-sessuale (perche diventa un godimerito perfido, antimorale, antisociale) che neppure viene "pesato" nel suo scivolare verso una forma abbietta, la pili depravata, poiche il "richiamo" c diventato una droga che blocca 1a mente e non la rcnde pili capace di perccpire il logico dall'illogico. Infatti i tributi 3 mas chili e femminili vengono messi COS1 in evidenza da essere un rlchiamo costante a1 sesso. E Ie tare dcgli indiviclui vengono messe alIa luce: Ie tare spirituali-menrali, il godimento della moda sessuale-erotica (e Ie infinite gamme delle sue "formerichiamo": starnpa, films e altre ancora). «Insomrna, esistono nell'umanita persone Ie quali godono di esserc ammalate di sofferenza-insoflerenzal Questa e 1a immane tragedia che sprofonda semprc pill nella scelta .di una spaventosa catastrofe involutiva un'umanita che potrebbe scegliere invecc un ideale evolutivo ed essere una parte efIiciente. « Bisognerebbe che un bisturi, fatto eli Forze Cosmiche, incidesse via questa cancrena. Ma Ia scelta fatta da questa parte J1 umanita ha bisogno eli qualcosa che dia la forza di combattcre questa iniziale debolezza eli lasciarsi corrompere gradualmente da questa aberrante logica; eh, 51: perchc per loro diventata una logica eli vita, un pens are Iogico, il lasciarsi andare verso questa malattia che afferra ogni cellula, ogni palpito del cuore, ogni pensiero della mente, e fa soffocare 10 spirito nei miasmi pili negativi, « E sentono di sofiocare; riel visa hanno come una maschera di soflerenza. Non puo essere diversamente. Perche poi 1a nausea dell'io li colpisce senza pieta, Ed una soflerenza perche "sentono" di essere scesi ai livelli pili bassi, in tutte [e varie gradazioni della 101'0 involuzione, e si aggrappano a qualcosa che scivola lora di mana e Ii fa scivolare sempre piir. Pochi sono quelli che vogliono guarire. Poiche il godimento e superiore alla sofIerenza dell'io profondo.

Sra evidentcmente per « gli attributi »,

144

145

« Ma esiste un rovescio della medaglia. Come si suol dire. E allora viene il momenta del suicidio; 0 dell'omicidio; oppure del lasciarsi and are a una ben miserabile esistenza morale e spirituale. L'umanita che fa queste scelte e in partenza perdenteo Perdente in evoluzione. Ma quello che e tragico e che infetta e spande l'infezione 0 l'epidemia ». Sirgis di Scbdblis
26-8-71

BARZELLETTA

« La "barzelletta" in fase di "brillamento" e questa: ticolo pili venduto nel mondo terrestre? L'uomo ... "»

"L'ar-

Hitaoo di Lioaki
30-9-71

verso un modo di scrivere e di far interpretare Ie cose in modo che I'umanita si abitua a fare sbagli su sbagli. Sbagli voluti da questa congrega che si pasce di rncttere i1 mistero su case che sarebbero COS1 semplici da interprerare, se .invece 101'0 non Ie rendessero ingarbugliate a bella posta 5. «Gia, perche entrano in gioco fattori politici, fattori di setta, fattori di buste pagate dai partiti. Essi diventano 10 strumento del Caos cornpleto. Perche da ogni articolo possa nascerne un altro, perche dal "quid" buttato n come per caso nasea poi il "quid del quid", e cOSI a non finire. « Poveri terrestri! Mantenete nel vostro seno diverse , intinite categoric di persone ehe sono corne vipere. E che diventano j burattinai, Fanno muovere i fili. Ci vuole una bella ripuIita. Ma verra da se, E con eonseguenze Iaeilrnente immaginabili. Sbagli su sbagli, Ma c'e il rendiconto, sara piuttosto pesante 10 scotto. Perche Ie Forze del Male non aspettano altro. E sana 101'0 ehe aizzano l »
F-jitLZOO
,Ii

Lioalei

26-11-72

I GIORNALISTI
-s Purtroppo accadono sulla Terra fatti che predispongono a errate interpretazioni; e purtroppo, ripeto, sono voluti, sono predisposti da persone, da Nazioni, che giocano su pedine volutamente tali per spandere il Caos completo. Per stornare l'attcnzione da altri fatti che vengono pteparati magari a milioni 4 di chilometri di distanza, e che hanno l'impronta di omicidio premeditato verso urnanita inermi, Le persone debbono ben guardarsi da questi abbagli, preparati con misurata, deliberata freddezza da uornini ben consumati nell'arte dell'omicidio freddo e calcolato. « I giornalisti dovrebbero spezzare le loro penne e le [oro macchine da scrivere, piuttosto che rncttere COS1 in luce sbagliata certi fatti. Invece una congrega che va sempre di pili

DEI

DIRITTI

E DEI DOVER I

« Ne hanna inviati altri tre nella spazio, e gia stanno male. Molti crcdono che tutto questa non serva. Si sbagliano. Serve a far vedere anche ai pili fanatici dell'assoluto menefreghismo che tutta quanta Ia scienza terrestrc c proprio un buco nell'acqua, eome si suo1 dire. E poiche ora I'uomo terrestre si accorge, molto tardi, che Ie case che ha create gli si rivoltano contro, vorrebbe peter carnbiare. Ma e talmente rnaldestro che commette ancora errori su errori, e allora poiche tutto e un assoluto sbaglio si vede costretto ad ammettere, pur a denti stretti, che ci vorrebbe l'aiuto di mend diverse da quelle che
5

Intende evidentemente « miglieia » di chilometri. Ma per chi e abituato a muoversi, a pensare in termini di anni luce di distanza, Ic migliaia possono diventare facilmente milioni.

A questo proposito, devo elevare una vibrata protesta nei confronti di Hitaoo. Sono un giornalista, e non condivido, a nessun livello, la sua opinione. (U.S.).

146

147

-----

._----

--------~----.-

--

attualmente sono al potere su tutti i fronti di governo. Governo politico, governo che tocca il commercio, govcrno di questo, governo di quello. Un intrico dal quale nessuno sa pili disrricarsi. « Forse parlo troppo e divento quasi un .dittatore. «Ecco, qualcuno pensa che le dittature sono ancora desiderabili. Ma esiste sempre il rovescio della medaglia. «Noi non abbiamo democrazia e non abbiamonemmeno dittatura. E un modo molto semplice. Ci governiamo da soli, con assoluta liberta, Ma ci sana i Capi spirituali. E ci sono coscienze integre che sanno cosa per il meglio. Magari anche i Capi sono allo stesso livello sociale degli altri. Soltanto, si preoccupano davvero cosa vuol dire far S1 che tutto sia perfettamente funzionante per 1a collettivita. Ognuno di noi ha il senso del dovere. I diritti vengono dopo, e sono quelli che danno meno fastidio, perche non ci danno qucl senso di irrirazione se non vengono subito concessi ad ognuno in misura rnassima. Anzi, mold di noi £anno S1 che siano sempre menD di quelli che possiamo usare; perche i diritti comportano sernpre una diminuzione del benessere altrui, « Prova ne e che nella vostra civilta, ora che tutti hanno pili diritti che doveri, tutto fila male. I nsomma , avete capovolto tutto quanta ».

RELIGIONE

Hitaoo

di Lioalei

3J-7-73

Le opinioni dei « nostri amici extraterrestri » in rema di Religione sono ampiamente espresse nel «Trattato » che Ithacar di Masar « detto » in pit! riprese a Germana Grosso nel1969, e del quale ampi stralci - in particolare quelli che trattano di Moses e del Cristo Cosmico - « aprono » questa libro. Sono opinioni e teorie cbe dimostrano un « senso relivioso » uno «sp~rito religioso » estrcmamente projondo, COSt p~~/ond; da esorbitare so vente dalla nostra comprensione e collocarsi su un piano tanto superiore da apparire addirittura diverso da quella che puo essere la nostra concezione della «religiosita » (nostra, almena, di noi cattolici, di noi cristiani), e quasi eretico. Per centro, gli extraterrestri manijestano una certa ostiliti: un~ cert~ ~rritazione, nemmeno troppo dissimulate, nei confront; dei « ministri » terreni della religione cristiana, accusati .: come appar.e an~ke. da alcuni degli stralci che seguono, ed ancora da mse-;ztt zn differenti capitoli - di distorcere, se non persino tradtre,. il « Governo » del quale fanno parte, l' entiti: suprema che esst « rappresentano » in terra; accusaii tra I' altro di ~< aver fatto del Cristianesimo una bottega bella e buona », Gener~lizz~re .sempre pericoloso. Ma - se si tengono in mente certi cast, certz [aui - si pUGdar foro completamente torto?

=:

u.s.
148 149

LE « vocr »
« Non puo esistere una "sudditanza" te1epatica. Porche, se uno vuole, puo non scrivere. Poi, se tutte Ie'menti che hanna questa capacita e queste Iacolta fossero di persone ... non normali, si vedrebbe buona parte della gente a11onta11arsican sensa di disagio da queste persone. « Vi un Libra Sacra della dottrina Cristiana il quale pieno di personaggi - da Mose in avanti -- i quali hanna "udita" Voci che sempre li hanna guidati. Altri personaggi, tanto vantad da varie religioni, hanno sempre avuto contatti telepatici, 0 diversamente selezionati, can Esseri Superiori. AHora io mi chiedo, perchc non hanno messo tutte queste persone Sante in cura pres so psichiatri, invece di onorarle e di scrivere addirittura un Libro Sacro, can Ie parole avute in "colloqui" can Esseri Superiori, ed addirittura con Dio? « Chi ha queste facolta, ed ascolta veramente la voce interiore che viene a lui attraverso un selezionamento spirituale, non e da ... curare. « Se tutti que11i che sentono 1a voce di Dio in loro fossero matti, allora 1a Pede dove andrebbe a [mire? Al manicomio, forse? Mi viene da ridere a1 pensare quanta ignoranza esiste tra voi, sulla Terra! Allora, se vedessero quello che succede qui, ci porterebbero tutti via con la camicia di forzal « Quando fra noi usiamo 1a telepatia nessuno parla, rna si vedono le persone muoversi, agire, come se si parlasse.; Allora, che razza di matri siamo tutti noi di Masar! « Certo e che blsogna avere una Pede profonda, perche ne dicono tante, di case, e rnolti si scagliano can crudele faciloneria su case che neppure sanno. Ma quando si sa, e quando nel euore si ha Ill.certezza che tutto voluto da Dio, bisogna togliere dal euore le frecce avvelcnate che gli altri scagliano, e proseguire ... ».

NATALE

«So che fra qualche giorno da voi Natale. Da noi non esiste talc Festa, diciamo COS1, perche da noi.non si fa. II Figlio di Dio 110n ha avuto bisogno di nascere materialmente, da noi, per far S1 che il Verbo del Creatore fosse creduto. Egli con 110i sempre. II suo spirito non ha avuto bisogno di assumere forme in forma di bimbo e poi man mano crescendo ... Gesu, i1 Figlio di Dio, giunge a 110inel suo splendore assoluto, nella sua vera forma spirituale e materializzata ... Egli e il nostro Capo, e vive fra di noi; tutti gli abitanti dei pianeti 10 conoscono e 10 servono »,

I ihacar .di l"fasar 18-12-62

IL RITORNO DEL CRISTO

COSMICO

I ibacar di Masoy
1411-62

« II ritorno del Cristo Cosmico ... Molte persone 10 definirebbero un ritorno alquanto discutibile, sia per la portata spirituale, sia perche non attuabile nel senso pieno della parola. Ma perche? Perche il Cristo verrebbe nuovamente crocifisso, anche se in altro modo. II Bene viene respinto, Perche allora il Cristo dovrcbbe ritornare? Perche la lotta del Male contro il Bene e sempre valida. Ma allora, inserendosi i11un corpo :fisico, 10 Spirito di Luce si appronterebbe nuovamente ad affront are gli attacchi del Male, pur sapendo di soccombere? « Un momento. Quando si dovesse attuare questo fattore prezioso del ritorno del Cristo Cosmico, si attuerebbe in un momento particolare ed escatologico, cioe verso la fine della Iotta del Male contra il Bene. Cioe quando si dovesse attuare la nne della lotta, cioe Ia vincita del Bene suI Male, cosicche durerebbe eterno il Bene. Cosicche 11 Cristo Cosmico sarehbe I'apportatore finale della Luce sulle tenebre. Ed e per questo d;e si deve attuare il ritorno del Cristo Cosmico gia nello spirito delle persone, perche queste accettino I'avanzamento di un'Era nuova sotto il simbolo della Luce Cristica Cosmica. Perche il

150

151

Cristo con la Sua nuova venuta apporti quel singolare fenomeno spirituale che e l'avvento dell'Era del Bene complete. II che comport a che nello spirito delle persone deve esserci solo Bene, corne nella mente delle persone. Cosicche il Bene sia dovunque e impcri sublimando ogni cosa della natura umana. « II Cristo Cosmico ci chiede ell avvalerci di questo stato di grazia di Luce per spianare 1a via alIa riuscita per Ia Sua venuta, quando sara il momento che ritorni con i figli abitanti di altri mondi. II 1'lt01'110 del Cristo Cosmico non sara ostaco1ato, perche sara preceduto da un rnovimcnto spiritualc unico nel suo genere. Sara una preparazione somma e capillare. Non potranno esserci errori di calcoli, ne errori di Iatti. Avverra quando ci sara it posto per una rivoluzione sostanziale e Iattiva di ogni atto e ogni pensiero umano. II Cristo ritornera quando tutto sara pcrlettamente pronto per il Suo ritorno, «La Forza Divina Cosmica deve accedere, qualora se ne prcsentasse 11 bisogno, con Forza movenre ogni ostacolo si presentasse davanti, Perche il Cristo Cosmico deve ritornare e chiedere presso di se ogni essere spiriruale. Con un simile piano divino tutto sara predisposto affinche 10 Spirito di Luce acccda a1 trionfo finale del Bene suI Male su ogni Ironte. Per un'Era di Pace e eli Luee. Ove presiederanno gli spiriti buoni e giusti. Cosl vi saranno scambi di uornini di altri mondi con gli uornini della Terra. Solo allora vi sara la possibilita di una Pace solenne su tutti i rnondi della Cosmica Divina Forza. « Perche tutto questo si attui bisogna considerare l'evento del ritorno del Cristo Cosmico come l'avvento di un'Era Nueva per tutta I'umanita dell'intero Universo Cosmico. Perche non solo sulla Terra vi sono "elementi negativi", Quindi il miglioramento sara fattibile in tutto l'Universo Cosmico ove abitano uomini. Pertanto questo avvenimento porters Pace c Giustizia infinite ovunque. E saranno cadute Ie frontierc che dividono uornini da uornini, pcrche 1a lingua sad Universale Cosmica e non pili la Torre di Babele delle diverse lingue. Sara una sola, e potenterncnte spirituale anche come vocaboli, che saranno pill idonei; meno rnaterialita e pili spiritualita, Una lingua semplice, rna con vocaboli ben scelti, « Tutto questo avverra nel Tempo. E questa Tempo verra 152

apportato sempre pili velocemente dalla Forza Divina Cosmica, quando 10 attui in modo opportuno e pet accelerare l'usura del Male. Cosa significa questo? Che il Male avra finite di esistere. Cioe si sara usurato nel Tempo toccando ogni limite. « Quando la Forza Divina ha questo concetto nelle sue vibrazioni, tocca a Lei fare in modo di bloccare il Male su ogni sua linea. Questo 10 fara quando 10 Spirito di Luce del Cristo Cosmico indossera un corpo {isico e rientrera nel suo e1emento prime, doe combattcre l'elernento Male su quel fronte per portare il suo grande messaggio di Pace ininterrotta. Questa Pace sara fattibile solo quando un'Era nuova dovra sorgere all'orizzonte della Forza Divina Naturale Cosmica. Poiche la Natura '~1 -tt . 1 11·C e ciret a emanazrone ceua r-orza LJIVma v.osrmca, essa permette all'uomo di risalire alIa fonte della SupremaVerita, « Quindi bisogna amare la Natura Cosrnica dell'Universo, perche at!raverso ad essa si accede allo Spirito Cristico di Luce Infinita. E un riavvicinarsi e un cornprendersi da parte dell'uomo dell'Universo, e un divino realizzarsi attraverso I'armonia della Natura Cosmica. Dono e prezioso elemento divino ehe ci perviene attraverso 10 Spirito. Dimensione cosmica di Luce penetrante il Divino Messaggio del ritorno cosmico del Cristo, -Questo ritorno sara preceduto da rnolti segni di eventi di alto valore spirituale ed esoterico. Perche saranno molti gli spiriti sensibili che capteranno onde divine sommamente niene di vibrazioni ad alto potere energetico spirituale, perche <la Forza Divina Cosrnica adopera onde-vibrazioni e per emanate vibrazioni nicne eli onde speciali, con "messaggi" ad alto potenziale cosmlco. Avverranno infatti fatti di telepatia di rnassa, con spettacolari riunioni collettive per incontri fra uornini eli tutti i mondi delI'Universo. Riunioni ed incontri voluti dana Forza Divina bel maggior conoscenza di cose di Verita ehe dovranno scaturire dalI'evoluzionc di una nuova meravigIiosa Era. Il Ritorno del Cristo Cosmico! ».
T"I. ~ ~_ ..... ., ~

I tbacar di l'/Jasci' 1-274

153

1
i I
I

MANCANZA

DI

FIDUCIA

L'UOMO NELLO SPAZlO

« Molti dissidenti anche fra i preti. II Papa si trova a dover far frontc anche alia crisi delle persone che non frequentan? pili la Chiesa come prima. Mancanza di fiducia verso la Reli: gione, che attualmente non dil risp?s.te a molte domande attuali e di profondo significato umano-spirituale. «Un formicolio di tutto quanta andra accentuandosi nel tempo ». IIitaoo di Lioaki 10-10-74

I PRETI

STANNO

TREMANDO

...

« I preti stanno tremando, rna tanto ormai ,?eS~U~lO d~ pi~ retta aIle loro prediche, e i1 tanto decantato Cristianesimo predicate da loro era divcntato .una ~otte?a bella e buona da sfruttare a lora interesse. II Cristo Cosmico ha ben P?CO da spartire con i preti, orrnai. E anzi, li detesta al massimo l », Hitaoo di Lioaki 11-4-76

Gli extraterrestri hanno sempre seguito - COSt dicono - t tentativi dell'uomo di « euadere » dall' atmosfera e muouere i primi passi nello spazio. Nella serie di stralci che seguono, riferiti ad imprese spaziali « ufficiali » e non, si rileva innanzitutto una scarsa conuinzione nelle possibilita di riuscita, una certa simpatia ( talora sconfinante nella commiserazione ) net conjronti degli astronauti, ed un atteggianzento sempre critico - a volte [erocemente, e senza distinzione di « colore» - all'indirizzo di chi mette a repentaglio vile umane per imprese che par di capire oengono considerate dilettantisticbe, da principianti. Ad ogni stralcio ho aggiunto quegli elementi cbe, in base alla data in cui i sing ali « messaggi » ueniuano inviati a Germana Grosso, poteuana fare rijerimento ad una impresa spaziale terrestre. Tali elementi li ho attinti all'imponente arcbiuio del Centro di Radioascolto Speziale «Torre Bert », dei [ratelli Judica Cordiglia, vecchi amici miei, con i quali ebbi a condiuidere molto [requentemenie le emozioni - e taluolta it raccapriccio=dell' ascolto « diretto » delle voci e dei segnali degli astronauti.

u.s.

154

155

PRELEVATA

ASTRONAVE RUSSA

« Sui giornali, alla radio, stata data la precis a conferma della notizia: "Ia nave spaziale russa S1 e disintegrate mentre tentava i1 ritorno sulla Terra"; e ancora: "Ira le 10 e Ie 11 del 2 dicembre tutti gli osservatori occident ali hanno perso contatto con la nave spaziale russa"; e ancora: "alIe 12 la nave si c polverizzata diventanclo incandescente" 1. «Ebbene, questa e stata Ia mia ultima missione. Non di distruggere la nave spaziale russa, questa non ci sarebbe mat stato dato come comando. Perche noi non distruggiamo quanto l'uomo della Terra crea, Ma ci era stato dato i1 comando di prelevare la nave spaziale russa nell'attimo preciso in cui avrebbe perso ogni contatto di volo e ogni contatto radio con la Terra. « E stata una preparazione l~U1gae accurata dei nosrri scienziati, caIcolata a1 minimo di frazione di tempo. L'unico imprevisto sarebbe stato che avvenisse la disintegrazione di tale oggetto mentre si era in "fase di prelevarnento". Ma questa per fortuna non e successo. E tutto e andato come era stato previsto e comandato. «Ora la nave spaziale russa che c stata "prelevata" potranno averla vista sia incandescente, sia rosseggiante perche I'abbiarno "circondata" con le nostre navi soaziali lanciandole una
II 28 novembre 1960 gli apparati di ascolto del Centro «Torre Bert» captarono poco prima delle ore 14 una serie di segnali in alfabeto Morse in lingua inglese, che dicevano testualmente «SOS SOS SOS for whole world» (SOS SOS SOS per tutto il mondo). I segnali giungevano sulla lunghezza d'onda solitarnente usata dai sovietici nelle trasmissioni dei lora satelliti artificiali e provenivano sicuramente cia un corpo orbitantc, giacche era chiaramente percettibilc il tipico «effetto Doppler ». Nella stessa data, il quotidiano «Gazzetta del Popolo » eli Torino pubblico in prima pagina: «Drammatica rivelazione degli scienziati del posto di ascolto di Bochum in Germania. Un astronaut a perduto nello spazio lancia disperati segnali di soccorso. II rnisterioso veicolo sarebbe sfuggito al controllo da terra e S1 dirigerebbe verso il vuoto sidera1e. Messaggi, brevi e irregolari, captati a pili riprese anche da altre stazioni. II prof. Saenger, esperto di missilistica, non esclude che si tratti di un satellite sovietico con equipaggio umano », Due giorni pili tardi, l'URSS annuncio utlicialmente l'avvenuto Iancio in orbita di «Sputnik 6 », caduto e disintegrate nc11'atmosfera il 2 dicembre successive.
1

speciale sostanza a raggi gassosi, per avvolgerla di uno speciale materiale per preservarla dalle cause disgregatrici, « Dopo averla immunizzata dal pericolo di distruzionc, tale nave spaziale russa stat a guidata fino ad una .nosrra base. «Probabilmente quando gli arncricani Ianceranno qualcosa nello spazio avremo di nuovo tale missione, di portare tale "qualcosa" . «Abbiamo "prelevato" la nave spaziale non perche ci aggradi eli rubare, 0 di distruggere, facendoci pirati (si dice cosir ) dello spazio, rna perche vogliamo avere materiale create daIl'uomo terrestre per avere Ia possibilita di studiare con precisione ogni particolare c renderci conto di come e del perche siano fatti i segnali che possono essere captati e capiti dai terrestri. Ogni sezione della nave russa sara studiata nei minimi particolari .. E un lavoro lunge e minuzioso. Ma tutto verra certarnente fatto con discernimento e serissimo e severissimo studio ».

Ithacar

di /vla,ilr 312-(,0

I DEBUTTANTI DEL COSMO


« Abbiamo intcrcettato segnali venuti da due "aggeggi" volanti, e abbiamo avuto 1a missione soeciale di voI;;e .attorno per rendcrci conto di che si trattava. Io~personalmentc ho potuto constatare che a bordo di uno di essi vi era un essere vivente. Un uomo, Ma le particolari condizioni di lancio, di vole e di "stasi" non Ie ha potute sostenere, e quando abbiamo di nuovo avvicinato tali oggctti volanti vi era solo pill una persona terrestre che agonizzava, e credo che purtroppo debba avere sot. ferto molto prima di rnorire ... 2.
Verso Ie ore 21 del 2 fcbbraio 1961 i fratelli Judica Cordiglia captarono (e chi scrive queste note era prcsente) strani e drammatici «rumori » provenienti sicuramente dallo spazio (« cffetto Doppler» prcscnrc), che facevano presupporre Ia presenza di un uomo in una navicella spaziale. La registrazione venne sottoposta all'ascolto del celebre cardio2

156

157

.r-.

« II Iisico umano non e fatto per tali cose, e se non e pili che al1enato non potra mai resistere a pressioni tremende e "fasi" cosmiche di inaudita violenza. « I cosiddetti "debuttanti del cosmo", ossia gli uomini della Terra, hanno trovato per ora appena il principio per mettere attorno oggetri, che secondo loro dovrebbero continuare a girare attorno alla Terra 0 addirittura finire su pianeti lontanissirni. Questo l'orgoglio dei russi. I milioni di rubli che sono stati spesi per questi ultimi esperimenti sono incalcolabili, e avrebbero benissimo potuto servire ad alleviate Ie sofferenze di particolari popolazioni che languono, specie nelle campagne, dove il contadino e particolarrnente vessato. Ma i Capi del Partito Co-

munista sono orgogliosi di "farsi belli" sta verso i lora "sudditi" sia verso il nemico ».
Itbacar eli Masar
14-261

IL

FE TO NEL GREMBO

MA TERNO

chirurgo torinese prof. Achille M. Dogliotti, il quale rilascio Ia seguente testuale dichiarazione: «Chiamato dai signori Judica Cordiglia ad interpretare alcuni suoni registrati su nastro, in ascoltazione di presunto veicolo spaziale, ritengo che si possa affermare: 1) si ascolra ad intervalli un rumore ritmico che ripete con una frcqucnza di circa 80-90 al minuto prirno il ritmo fondamentale del battito cardiaco umano 0 di un marnmifero superiore; 2) 5i ascoltano pure alcuni suoni che ricordano in modo imprcssionante un respiro forzato e leggermente dispnoico. Queste rcgistrazioni sono di breve durata e con vari disturbi e sovrapposizioni che ne alterano i particolari, J n complesso i rumori ascoltati "possono" essere quelli sopradefiniti, senza che tuttavia sia possibile aflcrmarlo con certezza ». Nella stessa data (ed i quotidiani ne diedero ampia diffusione) il prof. Heinz Kaminski, direttore dell'osservatorio di Bochum, in Gerrnania, capto - fra le 11 ,50 e le 13,30 del 2 febbraio - -s jmportanti segnali» provenienti dallo spazio, I1 6 febbraio il quotidiano «II Giorno» di Milano pubblico che un radioamatore americano, il prof. Sharp, di El Paso, aveva raccolto « scznali . ritenuti orovenienti da una nave spaziale sovietica «di cui unoo pareva indicate un respiro umano e I'altro il battito di un polso pure umano ». II 4 febbraio l'URSS annuncio che era stato messo in orbita « Sputnik 7 », pesante sei tonnellate e mezza, disintegrato al rientro nell'atmosfera. Nessun accenno di esseri umani a bordo. E interessante osservare che, in data 24 marzo, il quotidiano «La Starnpa » di Torino pubblico una notizia da Varsavia, secondo la quale « un alto ufficiale sovietico d'aviazione avrehbe detto che in Russia sono stati sospcsi a tempo indeterminato i voli umani sperimentali nella stratosfera, in seguito ad un recente insucccsso di lancio di un uomo nel10 spazio ».

«Abbiamo captato segnali venuti da "qualcosa" che vola inrorno alIa Terra; vola attraverso 10 spazio, rna porta rnacchinari non americani. I russi vogliono forzare 10 spazio cosmico troppo in fretta 3 IVla per ora S0110 come i rnovimenti del [eta nel grembo materno, perchc prima che l'uomo della Terra produca strurnenti atti a vol are attraverso gli spazi cosmici come i nostri, ed abbia Ie possibilita come la nostra di andare dove e come vuole ... il tempo scorrcra parecchio ».
e

Itbacar

eli Mawr
23-5-61

II 16 maggie 1961, al centro di Radioa5colto Spaziale « Torre Bert », furono captate conversazioni in lingua russa « che si riticnc - scrisse un dispaccio dell'agcnzia ANSA - provengano dallo spazio, pronunciate da due uomini e una donna », II prof. Kaminski, dell'osservarorio di Bochum, an nuncio alla stessa data di aver registrato «intensa attivita sulle frequenze radio de; satelliti sovietici, Una voce femminile - precise - ha pronunciato la parola "Luna" », II 17 maggie il quotidiano francesc «L' Aurorc » annuncio che il centro eli ascolto di Limours della R.T.F. avcva regisrrato a pilI riprcsc, sulla frequenza degli «Sputnik », «des signaux et des bribes intraduisibles de conversation en russe ». In coincidenza di tale data, e di tale pcriodo, non venne pero mai annunciato dai sovietici alcun cspcrimento spaziale. L'ipotesi di un fallito Iancio di lin equipaggio russo verso la Luna rimase tale. Il «New York Herald Tribune» del 25-26 maggio pubblico poi un titolo che diccva: «5 Soviet Cosmonauts arc Said to Have Died », dando persino i nomi di tre dei cinque cosmonauti presumibilmcnte periti nello spazio (Shiborin, febbraio'59; Dolgov, ottobre '60; Zowodowski, aprilc '61), e prospettando la possibilita che gli altri due (uno dci quali di sesso Iemminilc) si trovassero a bordo di una «capsula» lanciata nel maggio '61.
3

158

159

~"""'------~------------------~-----------~""'I"'.,j.

GIRONI »

«I "gironi" russi fanno un bel carosello intorno a solleticare Ie nuvole 4. Nulla di nuovo ... ed esperirnenti inutili ».
Ithacar di Masar 19-6-63

fid~ riesca in un futuro a solcare come noi 10 spazio. Ma - e qui

ache l'uomo della Terra con pazienza, costanza e spirito di sacri-

TENTATIVI

BEBE

« Molti hanno seguito la fase del "Ranger" che, caduto sulla Luna, n011 ha "eseguito a puntino" quanta l'uomo americana gli aveva "ordinate" di fare, mediante irnpulsi elettronici 5. Le foto non sono scattate, e l'uomo della Terra ne sa quanta prima per poter salire sulla Luna. Un passu 10 ha fatto, cioe riuscito a far cadere qualcosa "calcolato" sulla Luna. Ora, dato che le foto non sana state fatte... S1 pcnsa che noi avremmo "agito" sull'apparecchio "Ranger" per evitare che fossero riprcse Ie "bellezze" lunari. Invece noi avremmo voluto che tutto Fosse stato fotografato, perche I'uomo della Terra - qui si tratta dell'americano oggi, domani magari del russo - si rendesse conto dell'estrema diflicolta per l'uomo terrestre di poter "allunare", come dite voi! Noi pensiamo che sarebbe stato un bene massimo che tali foto potessero aver avuto luogo, poichc vogliamo ehe tali espcrimenti riescano, data la cornplessita di studi che saranno ancora lunghissirn1 per l'uomo della Terra, affinchc realmente e senza pericolo alcuno esso possa mettcre piede su un pianeta ehe non sia il suo. « L'uomo della Terra servendosi dei suoi attuali carburanti non riuscira mal a salire e scendere dagli altri planed. Per ora S0110 "tentativi bebe". Non dubito afIatto che con altri studi, con altro modo di intuire il difI1cile problema spazio, si giunga

sta 11.punto b~se del segreto - dovra riuscire a costruire apparecchi che volino senza carburante. Che sfruttino Ie Iinee rnagnetiche. Che siano come i nostri dischi ed astronavi, insomma. :<~on facile per I'uomo della Terra fare questo, perche a IUl place tanto la benzin a puzzolente 6, e non riesce a capire che adoperandola sovraccarica l'oggetto che deve invece fllare rapido come Ia luce, sfrecciando libero da ogni peso di carburante. Intanto, fa esperimenti su esperimenti. Lasciamoli fare ~n~he I'in.t~1zione di ~ua1cuno por~a I'inizio della futura dispo~ sizrone spmtuale per 1uomo di salire, padrone dello spazio, rna soprattutto padrone di se stesso e dei sentimenti pili nobill ».

Ithacar di Masar 8-2-64

L'UOMO

TENDE ALLO SPAZIO ...

II 15 giugno i sovietici misero in orbita «Vostok 6» (rientrato il giorno successivo) a bordo del quale era I'astronauta Valentina 'I'ereshkova. 5 11 «Ranger 6 », Ianciato dagli USA il 30 germain 1964, caddc sulla superficic lunare il 2 Iebbraio.
4

« L'uomo tende allo spazio, Questo potrebbe essere il titolo attuale di un qualunque giornale terrestre. Notizie S1intrecciano e segnali di capsule ruotanti S1 odono dalle stazioni apposite. Domini seduti e sdraiati, in tute e caschi, sono fotografati. Russi, americani, lanciati in una corsa intorno alIa Terra, e altre capsule che si infrangono sulla Luna ... Movimento di evoluzione verso 10 spazio ... C'e un qualcosa che fa "stringere i tempi"? E ehe rende necessario tutto questo? Forse, e non cosa da poco. E la tendenza "originaria" di un essere che, ancorato alla Terra, l'ha sovrappopolata di altri esseri, rna oltre tutto anche di mezzi meccanici, Ie macchine, che sono diventate indispensabili rna nocive all'uomo stesso. «Ed ora incornincia una nuova "idea" nel cervello delI'uomo, una idea maturata da secoli e che ora esplode, se que-

Si tratta evidentemente di una metafota: « benzina puzzolente » sta ovviamente per indicate i carburanti tradizionali tutti dai quali in effetti -- a tutt'oggi - anche pili avanzati veicoli spaziali terrestri non riescono a prescindere,

160
6. I nostri amici extratcrrestri,

161

---------~~----------~-~------~

--------

--"
·k'
;1

sto un termine esatto, nel voler conquistare 10 spazio oltre Ia Terra, per un fine che e ancora in ernbrione e del quale l'uomo stesso non ha aneora un concetto ben definite dentro di sc, appunto perche e sotto I'azione della rnacchina che 10 perseguc persino prima dell'idea originaria che deve scaturire dentro il suo animo 0 spirito. La conquista dello spazio e qualcosa che deve avvenire, qualunque sia il risultato di qucsti primi "assaggi" ...
Ithacar di Marar
23-3-65

po tel' ripartire dalla Luna qualora la missione fosse riuscita, ma non e riuscita, Gli uomini hanno avuto modo di essere "recuperati" e sono in cut a pres so scienziati, sulla stessa Luna, in uno speciale settore, sotto il suolo lunare, in base di Masar. Quando potranno essere trasportati avranno modo di constatare quale sia la vita suI nostro piancta. E sono certo che preferiranno viverci ».
Itbacar di Masar
16-5-65

ESIBIZIONI

SMI

OSSERVAZIONI

SPAZIALI

«I "voletti"
losissimi » 7,

fuori delle capsule sana esibizionismi


Itbacar

perico-

di Mawr
23-3-65

« Qucllo che hanno visto i due astronauti americani 9 ••• sono due astronavi che li "seguivano" riprendendoli nei loro movimenti »,
Itbacar di LHasar
12-6-65

DUE

RUSSI

SULLA

LUNA?

vera che sulla Luna S1 sia schiantata una speciale "navicella" russa 8 senza ness uno a bordo. Ho inforrnazioni precise che vi erano due uomini a bordo con relativi apparecchi per
7

« Non

VOLONTARI

DELLA MORTE

La prima attivita extraveicolare (cioe la cosiddetta «passeggiata spaziale ») di cui si sia avuta notizia venne cornpiuta dall'astronauta sovietico Leonov, protagonista della missione «Voskhod 2 » del 18-19 matzo 1965, insiemc con il connazionale 13elyaiev. AlIa stessa data in cui Germana Grosso ricevette U «messaggio» dal quale sono tratti questi ultimi due stralci, erano in -x volo » due veicoli spaziali arnericani: il «Gemini 3» (23 marzo) con a bordo gli astronauti Virgil Grissom (deceduto successivamente nell'incendio di una capsula «Apollo» durante una prova a terra) e John Young; e il «Ranger 9 », lanciato il 21 matzo e caduta sulla Luna il 24 dello stcsso mese. 8 II 9 maggio 1965 era stata laneiata la nave spazialc «Lunik 5 », caduta sulla Luna il 12 dello stesso mese,

« Sulla navicella russa vi erano nuovamente due uonunr a bordo. Non li abbiamo potuti salvare, e COS1 continuano a girare intorno al cosmo 10. Bella roba! Si voleva tentare un avvicinamenta forzato can un disco nostro, rna quando l'abbiamo attuato i due uomini erano gia morti, purtroppo. Molto stato il nostro dolore di non aver potuto salvare queste due 'lite umane. I russi tengono sempre segreti i lora esperimenti, e sacrificano volen-

Dal 3 al 7 giugno 1965 si svolse I'irnpresa della «Gemini 4 », ehe aveva a bordo Edward White (i1 primo astronaut a americano autore di attivita extraveicolare, deeeduto poi con Grissom e Chaffee nel rogo di un «Apollo» durante una prova a tetra) e James McDivitt. 10 Non si e avuta notizia di imprese spaziali sovietiche immcdiatamente preccdenti 0 contemporanee alia data del «messaggio» dal quale e tratto questo stralcio.
9

162

163

r--Hen vite umane, tanto, dicono, "ne abbiamo mold di volontan della morte ... " ».
Ithacar di Masar 12-6-65
I

IL

PICCOLO

LUCIFERO

« Dopo secoli di permancnza sulla Terra, l'uomo terrestre per la terza volta sta per mettere piede suI suolo lunare. II su~ modo di "scalare il cielo" e molto primitive, se pure orde di scienziati e di tecnici si siano sforzati di fabbricare un "oggetto" quanto mai insicuro, rna che per loro ~ qu~nt? di meglio abbiano potuto studiare. Infatti quella speCle. di. siluro, a bordo del quale, chiusi in un abitacolo quanto mal pIccolo. ~ scomodo, che fila a velocita limitata, e che ha rotta prestabilita, con ca~bu: rante prestabilito, con tutto prestabilit?, pern:ettetel!l1 di dire senza fare dell'ironia - un preistorico mezzo di volo mterpladetario. E d'altronde non puo essere che questo il risulta.to,' «Perch€? Come ripeto, perche I'uomo della Terra, cioe facente parte ancora e sempre di "quelli di M~atuha?h~' del 15° Sistema Solare, non puo ricordare ancora quali mezzi di volo semplici e velocissimi adoperavano da pianeta a pianeta.: Questo accade ancora ora, essi non ricordano, non possono ancora disancorarsi dar modo di pens are e di formulare scienze del tutto sbagliate, dopo 10 sbaglio che avevano fatto atomizzando il loro pianeta. «E quei tre racchiusi dentro il piccolo abitacolo ne sono I'esernpio pili larnpante. Essi, S1, per la terza vo~ta toc~beranno il suolo lunare 11, e gli scienziati trarranno ipotesi sbagliate pure

e-

11

E invece i tre, il suolo lunare, non 10 toccarono. L'l1 aprile 1970 partirono, a bordo di «Apollo 13 », gli astronauti James Lovell, Fred Baise, John Swigert, che avrebbero. dov,:,to scende~e sulla Luna. ~enonche durante il tragitto dalla «orblta di parcheggio » a quella circumlun;re, ando fuori uso per un guasto il motore principale dell'astron~,:e, ed i tre furono costretti ad eseguire un ritorno «.di elIlergenz~» utJh~zando i motori del «LEM» (il modulo lunare), rientrando sam e salvi, rna dopo momenti drammatici, il 17 aprile.

sugli studi che crederanno perfetti sulle pietre lunari e su tutto quanto. La scienza terrestre e fatta di sbagli tremendi e di superbia infinita, « Noi non possiamo ancora dare all'uomo della Terra il modo di "sapere" molte cose del Cosmo e deIl'Universo cosmico, perche questo ordine non e ancora stato dato, poiche I'uorno della Terra non merita ancora di sapere, perche quei tre che metteranno pie de sulla Luna si lasciano dietro una Terra piena di odi, di guerre, di totale acdecamento di tutto quello che vuol dire Spirito di Fratellanza Cosmica. L'uomo della Terra - per spiegarmi mcglio - se avesse a disposizione i nostri mezzi di volo non aspetterebbe minimamente un attimo solo per attaccare con feroce desiderio di posses so mondi abitati. E i popoli della Terra si sparpaglierebbero nel Cosmo portando guerre e distruzioni dovunque. «L'uomo del1a Terra che si appresta a calare sulla Luna, per studio dice lui, ha nello spirito non quella serena' dolcezza e spiritualita profonda che abbiamo noi quando lasciamo i nostri mondi abitati pieni di pace e di armonia, che quando voliamo e andiarno in qualche altro mondo d portiamo il pensiero e l'azione di pace. No. Egli e come un "piccolo Lucifero" pronto ad uccidere, ad appropriarsi di tutto! E questa trattiene i Maestri dal donare la memoria della costruzione di mezzi di volo per poter andare da mondo a mondo. «Lo spirito dell'uomo terrestre non muta, e COS1 siamo come sempre obbligati a "tenere quell a distanza", per timore di conseguenze irreparabili che apporterebbero disastri cosmici tremendi. Finche 10 spirito dell'uorno della Terra rimane ancora al "peccato di uccisione e di distruzione", egli non potra mai apportare pace. Quindi non potra come noi vol are indisturbato da mondo a mondo, solcare gli immensi sistemi solari, conoscere i misteri meravigliosi di una Creazione perfetta e unmensa »,
I t bacar di Masar 12-4-70

164

165

TRE RUSSI

MORTI

CORAGGIO

« Qualcuno del Gruppo Informativo ha "seguito" tutto, fino a1 recupero dei tre corpi 12.E andata cosl (e questo certo non 10 diranno mai i capoccioni russi, come dite da voi). Gia non si sentivano bene verso gli ultimi giorni, e avrebbero voluto poter abbreviare il loro "soggiorno", perche il Iisico era molto provato, date le "correnti" di forti "pressioni cosmiche" e raggi cosmici bombardanti l'invo1ucro orotettivo. Effettivamente il guasto tecnico c'era stato, ma non era stato avvertito dai tre, in quanto non avevano pili fisicamente e come sistema nervoso il "grado di vigilanza" fisico-psichico adatto a poter "controllare" tutto. Infatti hanno sofferto malta gli ultimi due giorni. Questa sofferenza era tale che li aveva resi quasi "intontiti" (come dite da voi), in modo che facevano tutto quanta meccanicamente, ma non pili rlspondente aIle sollecitazioni normali del loro "grado di addestramento". « Hanno avuto come un "colpo" che ha spremuto fuori dal corpo una grande quantita di sangue dalIe aperture del corpo Iisico, naso, bocca, orecchi e occhi, poi dalle altre aperture 0 orifizi, Quindi stato come un "colpo di dissanguamento", e il lora cuore e letteralmente "scoppiato" nel petto.E stata non una motte fisica di un colpo, rna stata una agonia di qualche tempo, perche non tutto questo sconvolgimento e avvenuto "di getto". L'ultimo colpo, si, stato quello di grazia, come dite da voi; rna prima era gia in atto la "trasformazione" persino di cellule interne. Hanna avuto un cattivo "karma". « Ma I'umana ignoranza tale, che ora ne stanno preparando altri a sub ire altre soflerenze. Perche, inutile, non hanno ancora capite che 11fisico umano terrestre, anche se, come loro credono, viene preparato con appositi addestramenti, a rimanere nello stato di imponderabilita, non esente da scornpensi dovuti a forze esterne premcnti sui fondamentali sistemi neurovegetativi fisico-psichici ».

« n rccupero della navicella spaziale 13 sara molto elaborato; prima, sorgeranno altre complicazioni del tutto. eccezionali per guasti diversi. Pericolosissimo, dunque, l'ammaraggio; fino alIa fine i tre non saranno certi di farcela. Duke, Mattingly e Young avranno illoro bel da fare per poter tornarsene vivi sulla Terra, e fino all'ultimo momento in cui apriranno Ia capsula dove sono vi sara un forte timore. Vi sara un vero momento di terrore che sara vissuto dai tre con coraggio rassegnato di Iasciarci la pelle quando toccheranno la terra, cioe il mare. NoiIi aiuteremo sino alIa fine, quando gli specialisti della NASA apriranno la capsula C011 1 tre; che saranno stati ben provati da prove veramente pericolose. « Intanto, hanno addosso radiazioni molto forti, e staranno male per parecchio tempo, forse molto di pili degli aItri. Uno di loro, particolarrnente sensibile aIle radiazioni, avendone ricevute di fortissime, sara quasi in pericolo di vita. II recupero dei tre sara molto laborioso persino per gli esperti. Sara un miracolo se i tre saranno vivi, ma appunto non il momento per loro di morire ».

Hitaoo di Lioaki
25-4-72

UNA PENTOLA ROTTA

spaziale" della NASN4, abbiamo potuto constatare che e quasi del tutto malandato, fuori e dentro. Pense che rischiare veramente la vita di tre
13 Charles Duke, Thomas Mattingly, John Young raggiunsero 1a Luna a bordo dl «Apollo 16 », La missione ebbe inizio il 16 aprilc 1972, e si concluse _. fe1icemente - il 27 del mese. Fu in ogni modo una missione ostacolata da un susseguirsi continuo di piccoli contrattempi (distacco lembi di vernice esterna, blocco di antenne radio, guasto agli interruttori inclinazione motore, ed altro ancora) che tuttavia non irnpedirono il successo del viaggio. 14 Lo «Skylab 1 »,

« Riguardo 211 cosiddetto "laboratorio

Hitaoo di Lioaki
3-7-71

12 Si tratta della tragedia della « Soyuz 11 », che atterro con i componenti dell'equipaggio - Dobrowolski, Patsaev e Volkov -- tutti morti.

166

167

uomini per recuperare questo rottame non valga la pena. InIarri, a quanto pare si intestardiscono a istruire questi tre poveri salami per metterli in grado di compiere tale manovra. Li istruiscono, Ii mettono in fase di preparazione, glie ne fanno di tutti i colori come addestramento, per recuperare una pentola bruciata e rotta che continua a girare. Una pentola che costituisce uno spreco di milioni di dollari, e che non servira neppure a cuocere un po' di fagioli. « Insomma, io trovo che sono sernpre come al solito, e i1 pili preoccupante che vogliono proprio buttare alIo sbaraglio tre uomini che possono servire ad altro. Noi sappiamo che tutto quanto era gia sbagIiato in partenza, e che non avrebbero mai potuto salire a bordo di tale aggeggio spaziale perche mold congegni sarebbero stati inservibili al primo impatto con Ie alte atmosfere, perche sono congegni delicatissimi e come al solito messi in modo del tutto sbagliato. Le cellule solari costituiscono un gruppo a se, e quindi hanno bloccato gli altri congegni in modo che non hanna risposto agli impulsi emessi da terra. Dovrebbero aver avuto a bordo uornini che manovrassero tali congegni, allora S1 che avrebbero ottenuto un buon esito. Ma la mente dell'uomo non giunge ancora a capite cosa vuol dire atmosfere cosmiche, e non sa cosa vuol dire "precipitazioni magnetiche solari" ad alto potenziale. . «Egli erede che sia il Cosmo ad ubbidire a lui, invece lui che deve ubbidire alle Leggi Cosmiche dopa averle studiate can intelligcnte u111ilta e aver capito quali immani forze esso, il COS1l1o-,-iacchlllcle; eq~ali i pericoli, e quali le possibilita di poter bencficamente sfruttare queste potenti, magnifiche forze. Forse, a furia di sbagli, riuscira; rna sono sbagli fatali, purtroppo. E questi tre mi pare che metteranno ben a repentaglio la loro vita, se si ostineranno a voler andare a recuperate il congegno scassato. Mancano di coerenza tutti insierne. Comandanti e cornandati »,

OGNI LANCIO

COME UN OMICIDIO

« I medici americani dicono che I'imponderabilita ha portato seri disturbi specialmente al dottore di bordo Kerwin 15, il quale e stato colpito da disturbi circolatori, non puc, camminare, ha nausea e vomito. Certo. E anche che puo essere in serio pericolo di vita mica I'hanno detto, perche ha meno globuli rossi e forte anemia; e che ha pure il sistema nervoso a pezzi e Ie cellule del cervello che lavorano a ritmo ridottissimo quasi nullo 10 hanno detto? Perche non dicono che tutti e tre saranno forsc rccuperabili da1 punto di vista salute soltanto dopo energiche cure? « II sistema omicida di inviare tre nel vuoto assoluto bornbardati da particelle cosmiche pericolosissime; raggi ultravioletti di una potenza inaudita; e quando sono usciti fuori microproiettill quali sono Ie particelle cosmiche Ii hanno colpiti dappertutto. Ecco che tutto questo non viene nemmeno individuate, e nemmeno tutto verra detto che dopo qualche anno, e in brevis simi inserti giornalistid, se 10 lasceranno dire! « A lora serve dire che tre uomini si sana moss! per ventotto giorni dentro alla scatola dello Skylab! Che scienza, che meraviglial Bisogna proprio essere degli incoscienti! « Noi abbiamo a bordo dei nostri mezzi di volo una specie di pavimento che "tiene". Cioe, prima di tutto, sfruttando le "linee magnetiche" non c'e imponderabilita: poi, quando ci fosse per qualchc motivo, ma leggerissima, abbiamo come ripeto una parte del pavimento che "tiene ancorati" da una specie di vibrazione leggerissima, cosicche non mai accaduto che alcuno di noi perdesse il senso del peso, cosa quanto 111ai oiosa e pericon ~osa per~he a~c~e il Iisico ne patisce a1 massimo. II sangue perde ~ globuli rOSSI, m questa condizione, Elora S0110 stati 28 giorni cosi, oltre a tutto il resto. « Ora se Ii curano. Ma Kerwin molto malate, 10 sappiamo. Forse ci lasciera la pelle, come dite cia voi. Per noi, ogni lancio come un omicidio ».

Hitaoo

di Lioaki 20-5-73

Hitaoo
15

eli Lioalei
24-6-73

Joseph Kerwin, insieme con Charles Conrad e Paul Weitz, pard il 14 maggio 1973 per una serie di esperirnenti medlco-scientifici a bordo di « Skylab 1 », il «laboratorio spaziale » americano. La missionc ebbe termine il 22 giugno 1973.

168

169

r-····--RAPPORTI

------------------~--------------~~-

CON I TERRESTRI

Stando aile affermazioni degli extraterrestri - d' altra parte citate gia in altri precedenti stralci -- essi sana in un certo sensa «di casa» sul nostro pian eta, e non soltanto per fa presenza delle lora « basi ». Essi sostengono di aver avuto rapporti diretti can genti ferrestri, in ogni tempo. Ed quanta si legge, di quando in quando, in notizie di cronaca che compaiono sui giornali. Notizie nelle quali i protagonisti dei « contatti» (0 ancbe soltanto degli aouistamenti « UFO») vengono per to piu trattati da mentecatti, a da esaltati, a da visionari, 0 da allucinati (ancbe se sovente si tratta di persone « al di sopra di ogni sospetto »). C' da cbiedersi se, in realta, gli « incontri » Ira terrestri ed extraterrestri non siano assai piu numerosi di quanta si creda; e che pero non dicentino noti soltanto perche la grande mag; gioranza di chi ne coinvolto si guarda bene dal dare pubblicita a quanta gli accaduto soltanto per eoitare - per l' appunta - di passare agli occbi del pubblico come un mentecatio, a un esaltate, a un oisionario, a un allucinato. E una tendenza umana abbastanza diffusa quella di non acceitare l' esistenza di cia in cui non si crede, a di cia che non sl vede; e di dubitare ancbe delle persone piu credibili quando sostengono - magari per esperlenza personate - tale esistenza. Da che mondo mondo, pero, negate l'esistenza di una cosa a

171

di un fenomeno non assolutamente su/ficiente ad escluderla (0 escluderlo), Fino a non molto tempo addietro c'era l'assoluta certezza che it Sole girasse intorno alla Terra, e chi sosteneva il contrario era un eretico, 0 un demonic, 0 un imbecille. Ma non percio quella era la oerita: succedeoa, e succede - come sappiamo - esattamente l'opposto. La sola differenza fra quei tempi ed i nostri sta net [atto che chi afferma cose «impossibili » (0 «incredibili ») escluse dai piu, oggi non finisce /lagellato 0 lapidato 0 sul rogo. Al massimo, finisce in manicomio. It che gia un bel progresso, non vero?

Lo «

SCEMO

u.s.

POSSIAMO

VIVERE

ALTROVE

« II Iisico umano e fondamentalmente fatto per vivere anche suI nostro pianeta. Le basi del tisico umano-terrestre sono le basi del nostro, del mio COl·pO. i debbono essere date, 0 fatre, V se COS1 puo dire, delle "modifiche" minime con nostre spesi ciali apparecchiature "mediche" , 0 anche con tute spaziali per "iniziati" aHa vita del nostro pianeta, che pero debbono essere indossate e mal tolte per periodi che variano da fisico a fisico, o se volete da sistema circolatorio ed anche da sistema nervoso. Pero, qualunque essere umano, bimbo, giovane, di mezza eta, anziano, puc vivere con speciali cure sul nostro pianeta, Queste "speciali cure" vanno intese per i "primi periodi" di adattabilita, Dopa questi "primi periodi" il fisico umano puo benissimo vivere sul nostro pianeta, Tutto sta nel "voler" ambientarsi. Come noi, come io possiamo vivere sul1a Terra e anche scendervi, come ho gia fatto molte volte, cost l'uomo puo fare altrettanto da noi ». Itbacar di Masar
28-10-60

« Uno dei nostri piloti in cerca di terreno adatto per seendere al suolo stava appunto cercando tale zona esorvolava a bassissima quota, quando un uomo correndo e alzando le braecia al delo si mise a fare del segni 1. Questo nostro compagno allora si aizo di quota per non far succedere qualcosa di spiacevole; rna con stupore vide che quell'uomo si inginocchiava e protendeva le mani quasi supplicando ... «Appena questo nostro camerata [ermo il "disco volante" al suolo, l'uomo gli ando vicino e protese Ie mani facendo segno subito alIa bocca, facendo insomma intendere che aveva fame, come elite voi della Terra; e stava appunto chiedendo del cibo. Era stracciato ed affamato, pareva una "bestia selvaggia". « Allorquando, con gesti alquanto ... internazionali e direi "interplanetari"; questa uomo terrestre fece capire tali cose, il nostro compagno prese dal disco volante parte dei cibi sped ali per vola c li diede a que] tale, che can le lacrime agli occhi accetto subito tali case e si sedette sulla nuda terra per "rifoccilarsi" (si dice COS1? No, si dice "rifocillarsi", ecce), « Ma poi si vede che capt, od intui, che il nostro compagno non era un comune mortale con un qualsiasi apparecchio terrestre; Forse il poverino a era". Iuori di senno, od era nato "scemo" (5i dice cosi?), pcrchc farfugliando e ammiccando con gIl occhi giro attorno al "disco" e poi fece segno che a lui sarebbe piaciuto salire e and are su con l'altro, « Ma i1 mio amico fece segno di no con la mano, anzi gli £ece segno di andare via perche lui aveva da risalire a bordo, rna quello a supplicate c piangere ... Allora que! mio arnica si vide costretto a prendere delle misure "energiche" e can dei "raggi" speciali 10 immobilizzo al suolo (I'efletto sarebbe durato il tempo necessario per prendere quota; sono dei raggi perfettamente innocui), « Adesso che e ritornato mi ha narrato tale "avventura" terNel «messaggio» di Ithacar si indica anche il Pacse in cui il fatto qui narrato e avvenuto. Tralascio tale indicazione per evitare speculazioni di tipo «politico »,
1

172

173

restre. Molto spesso quando noi scendiamo sulla Terra succedono dei fatti strani, ma questo stranissimo sul serio. Un tale che non ci ha mai visti che non si spaventa del "disco", anzi chiede del cibo e vuoIe venire sir, un fatto strano e assai sconcertante. Si vede che come terrestre non aveva la mente a posto, poverino! E si vede che la pazzia gli aveva sconvolto Ie reazioni umane della paura a1 vedere un oggetto mai visto; ed un "marziano" scendere da un disco non uno "spettacolo" al quale tutti avrebbero reagito con coraggio nell'affrontare tale ... pericolo. « Questo mio amico dice che vuole andare ancora nella zona, e se il casu 10 porters su con noi per vedere se possibile "curare" la sua mente malata. Poi deciders se vuole rimanere 0 andare sulla Terra. Ma io credo che sarebbe meglio lasciarlo dove e, perche non potrebbe mai credere di essere guarito; eredera di essere sempre fuori della ragione 0 impazzirebbe ancor di pili ... ».

CIVILTA.!

Itbacar

di Masar 28-4-61

XL

TIBET

« Noi non esistiamo come "rottura" fra il mondo esotenco ed occulto. Noi abbiamo modo di "manilestarci" in molte "gradazioni" spirituali. Abbiamo "contatto" can molti Maestri Tibet ani. Questi hanno modo di comunicare can noi, come noi con 101'0. Ed effettivamente noi "entriamo" in contatto telepatico con allievi eli questi Maestri Tibetani, quando essi trovano l'allievo prcparato ed adatto a "ricevere" nostre cornunicazioni. II Tibet e per noi un "segno" ed un "mezzo" di collegamento spirituale, poiche esistono del Maestri molto avanzati ed in grade di sapere molto di noi. «""Pure in India abbiamo "collegamenti" con Maestri avanzati spiritualmente; e questi ci inviano i dati di diversi alEevi coi quali noi a grado a grado entriarno in "cornunicazione" ».
Itbacar di Masar 14-1-62

« ... Un mio compagno, avuto un guasto al suo mezzo di vola, e non potendo inviare nessun allarme per motivi particolari, ha dovuto atterrare. Privo di collegamenti con la base, ha dovuto cosi chiedere aiuto a persone della Terra, che curiosando attorno a1 suo disco gli impedivano qualunque movimento. Era atterrato in un vasto pianoro e il paese attiguo era in ferrnento. II mio compagno ha potuto can mezzi personali far disperdere le persone, e rientrato nel disco, ed ha tirato una leva saltando fuori in fretta. In un momento il mezzo di volo si disintegrato. Ma lui e rimasto COS1 senza pater riprendere il cieio. Attorniato da uomini, ha cercato di spiegare quanta gli era accaduto, Lo hanno portato via malmenandolo. Dopo 10 hanno condotto in una specie di ospedale. Lo hanno sottoposto a delle cose orribili. Non ha potuto sopravvivere. « Questo mi ha detto un altro mio compagnovchc dopo qualche tempo andato nello stesso luogo in cerca di lui, ed ha fatto "sondaggi mentall" agli uomini del posto 2, «10 sono profondamente convinto che forse, se fosse disceso fra quelli che gli uomini civili chiamano selvaggi, quel mio cornpagno sarebbe stato adorato come un Dio; ed invece purtroppo successo che stato sezionato ancora vivo per vedere come era fatto un abitante di un altro pianeta, Questa la civilta della Terra! « Purtroppo avrebbe dovuto oltre che disintegrate il disco, disintegrate se stesso, come hanno fat to quelli che hanno avuto il mezzo di volo inservibile; piuttosto che andare nelle mani dedi uomini terrestri (non e il primo che fa questa fine, purtroppol ). Sono ancora triste per questo fatto, perche denote fortcmentc che non siete ancora maturi perche n01 51 pos5a non 1 • • temere 1e vostre reaZlO111 . »

Itbacar

di Masar 31-12-62

Anche in questo caso, Ithacar ha prccisato dove quanto egli narra avvenuto. Non cito questo luogo per 10 stcsso motivo per cui ho taciuto quello che riguarda « Lo sccmo ».

174

175

----------~--~----~~--~-----A
PASSEGGlO CON L'UOMO THOMAS MANTELL

« Forse ti parso strano che io sia andato a passeggio con un muratore abruzzese? Ma questo e solo 10 scopo apparente, cioe dal di fuoti; e, si direbbe appunto sulla Terra, quello che "sembra" ... Ma 10 scopo non solo di portarlo a passeggio sul mio "disco". « D'altra parte, ho amici un po' dappertutto. Ti dissi molto tempo fa di que! piccolo esquimese di otto anni: ho fatto diversi voli con lui; e questo, pure qui, sembra 10 scopo diciamo turistico, dite COS1 voi; rna 10 scopo e ben pili pronfondo. «Gente semplice, senza storture morali e anche mentali; diciamo, gente limpid a come acqua di fonte, candida come 1a neve; e percio meglio arnica. Non ho bisogno di gcnte tortuosa e piena di boria, che si crede tanto tanto intelligente, storpiando e mettendo tutto sotto falsa Iuce. « Se ognuno di voi non sa degli altri, per esempio 11 moratore non sa del piccolo esquimese e viceversa, perche COS1 deve esscre fat to ».

« Mantell 3 fu un caparbio, e il suo apparecchio purtroppo si inseri nella fascia e1ettromagnetica dell'enorme disco cui stava dando Ia caccia, e il metallo fu letteralmente fuso dalla concentrazione di calore. Abbiamo da tempo detto ai piloti di non inseguire i dischi, per tale motivo. E pericoloso entrare nel raggio magnetico che avvoIge ogni disco, poiche vi sono in esso forze capaci di disintegrare qualunque metallo. E una enorme bolla che preserva il disco da attriti nelle Linee Magnetiche dei pianeti, e ci serve per immergerci nelle acque, nel medesimo modo dei sommergibili »,
Ttbacar di Masar
23-7-65

INVISIBILITA

Itbacar di Marar
19-6-63

C1

SIAMO E CI RESTEREMO

« No! siarno di casa sulla Terra. E poiche i famosi ditratori del silenzio suI nostro conto perseguono 10 scopo della politics dello struzzo, a noi non irnporta nulla. Tanto noi ci siamo sia su Masar che sulla Terra; e ci restererno. La verita e questa, e nulla e nessuno potra mutarla. Ci spiace soltanto quando qualche incauto ci vola incontro per "spararci": questo non vorremmo che fosse fatto, perche entrando nel raggio d'azione della corrente elcttromagnetica del disco 0 astronave, il metallo si disintcgra. Abbiamo gia avvertito i piloti di non farlo ... Ma [a cocciutaggine da parte del comandi militari e molta. Pazienza ».
I tbacar di MaYa,. 9-7-65

« ... Noi possiamo rendere visibili e invisibili sia il nostro mezzo di volo, sia noi stessi, quando desideriamo. Fisicamente, questa non comporta alcun disturbo ... E una branca della 110stra scienza il poterlo fare, e non "magia", rna solo il saper sfruttare le encrgie cosmiche insite nell'Universo. I nostri barnbini gEt agiscono in tal modo, sotto l'istruzione di persone addette a tale insegnamento. E il saper sfruttare energie cosmiche I'apparire fisicamente a sparire. Non dillicile quando se ne sa usare bene il meccanismo. E corne "aprirc" e "chiudere" una chiavetta. Apparire. Sparire. Ebbene, noi 10 facciamo can eSi:rema disinvoltura e con facilita estrema. E il trasportare 1a materia

3 II capitano Thomas Mantell, dell'USAF, insegulaIle are 14,30 deJ 7 gennaio 1948 - a bordo del suo caccia «Mustang P51 » un «UFO» avvistato nel delo dell'Indiana. Pare che avvicinatosi a1 «disco» abbia gridato alIa radio: «My Good! There are men in it! » (Mio Dio! Ci sono uomini Iii elentro!). I rottami del «Mustang» vennero poi ritrovati sparpagliati su una vasta zona di terreno, al di sotto. Vi si rintracciarono segni abbastanza misteriosi, come eli un tipo eli arrna elel tutto sconosciuto,

176

177

----------~~~------------------------

attraverso infinite gamme di energie che "disintegrano" Ia materia e Ia "ricompongono" dove si vuole. « Noi, quando siamo tra di voi e occorre non farei vedere, siamo "invisibili"; rna quando occorre farei vedere possiamo farlo. Noi siamo tra di voi, per le strade, per le vostre case; e se ci vedeste ne sareste stupiti. Ma non ci vedete; ed e per questa che vivete tranquilli. Ma se da un momenta all'altro noi vi apparissimo in casa, rnentre tranquilli siete magari seduti a conversare 0 a vedere Ia televisione, cosa ne direste? Ebbene, potrebbe pure capitare. Ma non 10 facdamo mai, questo, per non indurvi in scosse nervose troppo deleterie per il vostro modo di "sentire". Pero potrebbe darsi che per qualcuno potremrno farlo: per quelli che sappiamo che ci vogliono bene e sanno tutto dinoi, potremrno farlo in qualunque momento ».
Ltbacar di Masar
18-7-67

« A me capitato una volta, e confesso che non per nulla piacevole sentirsi stordito dalle vostre onde! Per fortuna siamo sempre in compagnia e queste missioni non Ie facciamo mai da soli, altrimenti potrebbe capitare qualcosa di poco piacevole, come quel ragazzo nostro che uscendo dal discoha risentito appunto fortemente questa stordimento ed essendo solo non ha potuto fare a meno di essere preso dai terrestri. Ma poi 10 abbiamo potuto individuare e liberare, prima che gli capitasse qualcosa di sgradevole 4. « Da quando successo questa fatto, Ashtar Sheran 5 non ha pili voluto che fossimo soli in queste missioni ». ~--

Ithacar di Masar
11-8-68

I, 1:\1..

BASI

LE « ONDE » TERRESTRI

INQUINANTI

« Finito in Russia, siamo in volo verso altra zona. Sosteremo in qualche nostra base terrestre per "disintossicarci" un pochino, poiche il troppo contatto con gente terrestre ci sovraccarica di tcnsione con "onde" non troppo belle per noi. Faremo qualche "bagno ad onde" che ci scarichi un po' di questo senso di malessere, I terrestri sono troppo carichi di "onde" che per noi sono pcsanti da sopportare. II nostro fisico essendo meno impregnate di materialismo, chiamiamolo COs1, fa presto a risentime rnalessere, ed e un malessere che va "scaricato" altrirnenti ne risentiamo fortemente, e non c per nulla bello sentirselo addosso. E come un forte stordimento che ci prende quando mettiamo piede a terra, e questa stordimento puo anche essere COS1 forte che qualcuno di noi ha dovuto essere portato in fretta sui disco e riportato su una "nave-madre", e qui hanno dovuto metterlo dentro ad una speciale macchina, e "bombardarlo" con raggi appositi, per oltre una settimana, prima che sl riprendesse; cioe, 10 hanno "scaricato" dalle onde terrestri "ricaricandolo" con quelle nostre, altrimenti non si riprendeva pili.
178

« Come vedi, questa base e vastissima. Ti porto a visit arle "telepaticamente". Come vedi, ci sono persino delle coltivazioni e dei fiori. E una cosa stupenda I'organizzazione di questa base, eppure come noti non pare una cosa meccanizzata. Quello che sappiamo "creare" noi ha sempre una correlazione con quanta vi nella creazione cosmica, cosicche non urta, non da I'impressione di infastidire sia il fisico, sia la mente, e di conseguenza i ritlessi nervosi. « II Principio Cosmico che noi sempre seguiamo ha i SUOl principi nelle linee, nei colari gradevolissimi, che come "vedi" sono elif±usi come Iuci anche in questa base sotterranea. Se soltanto gli uomini terrestri seguissero questa Alto Insegnarnento, il loro modo eli agire sarebbe gHt diverso. Noi diciamo che quando il sangue del nero e i1 sangue del giallo vengono versati si rompe ancora di pili il Principio Cosmico »,

Kladur di Etonya 16-869


Ithacar ha successivamente precisato, avvenuto in Messico. 5 t questo il nome del Coman dante Masar.
4

su richiesta,

che questo Botta

episodio di

in capo della

spazialc

179

--~----------------------------------------------

------------

r
che pensano, che vorrebbero vederci sempre il nostro zampino. « Lo so, le cose della Terra vanno come vanno. Un nostro intervento sarebbe auspicabile, COS1 pensano coloro che ci vedono dovunque, se pure non ci siarno. Ma permettete un mio leale pens are, e non voglio oflendere nessuno, per' carita. Insomma, noi facciamo gia molto. Abbiamo le nostre missioni sulla Terra, che diventano sempre pili pesanti, perche Ie fasi vanno sempre pili decrescendo in fatti molto crudi, crudeli e persino impensabili da noi, dalle nostre mend. « Ma non possiamo, e anche - 10 dico francamente - i nostri Capi non vogliono interventi dove potremmo portare ancora pili confusione di quell a che purtroppo gia esiste fra i terrestri, «Quindi prego caldamente coloro che ci vogliono, che ci vedono dovunque, anche se noi non c'entriamo per nulla, di ridimensionare quanto potremmo fare noi »,
Hitaoo di Lioaki
26-11·72

STUPIDE SPIEGAZIONI

« Noi continuiamo a sorvolare zone terrestri e qua1cuno ci vede, altri negano che esistiamo, e cercano stupidamente di dare stupide spiegazioni in merito ai nostri sorvoli su zone delimitate dalIe "Iinee" nostre usuali, e verso nostre basi. Questo negare puerile. Forse che dovremmo fare come qualcuno vorrebbe facessero gli israeliani, cioe scomparire? Ma se esistiamo, se viviamo!. .. Forse, per fare piacere a certi imbecilli (scusa il termine, un po' forte), dovremmo non esserci? Certo, sarebbe pili facile per loro e per Ie 101'0 teorie astrusamente scientifiche. Intanto, sarebbe rnolto meglio che sulla Terra ponessero i 101'0 "cervelloni" al servizio di una vera civilta, basata su basi tutte opposte a quelle attuali. Forse, allora, si meriterebbero un bel giretto su un "maxi-disco" ... ».

Hitaoo di Lioaki
6-3-71

NON SIAMO

SEMPRE

NOL.

MESSAGGI

« Quanto sta avvenendo nel Mare di Norvcgia 6 proviene da esseri umani terrestri. Non siamo sempre noi! Bisogna stare attenti aIle notizie gon£iate dai vostri giornalisti i quali, assetati di notizie fantapolitiche, come dite da voi, danno a tutto un sapore di mistero e pur mettendoci sempre da parte, perche cosi voluto dai Governi, danno agio a quelIi che sanno di n01 di fantasticare che siamo noi presenti, in quel dato momento, in que! mistero. E in fonda una cosa controproducente, malign amente alimentata proprio da colora che ci strafottono (seusa il parlar male). « Poi bisogna pure ridimensionare il pensiero sui nostri cosiddetti interventi, Bisogna stabilire un po' Ie case nella mente in modo logico anehe sul nostro canto. PatIo sempre di quelli Si allude ad una avaria subita da un sommergibile statunitense a propulsione nucleare, da qualcuno messa in relazione can avvistamenti UFO nella zona.
6

« Quanta alIa notizia che i russi hanno sentito segnali-radio e sono sicuri che sono inviati da una civilta can tecnologia molto pili avanzata dalla vostra, questa notizia racchiude ben altro, perche sana gia stati captati brani di messaggi inviati da un popolo che vive nello spazio. Questi brani, ossia questi messaggi, contengono un appello molto chiaro di 110n fare Ia guerra nucleate. Quesro i russi non 10 dicono, 0 perche non conviene a Ioro, 0 perche non desiderano dire tutta quanta Ia verita. Ma da molto tempo che ricevono messaggi malta ehiari e malta descrittivi anche della civilta di questa popala che vive in un alrro pianeta. Quale che sia ha poca importanza, rna quello che pili importa ehe pian piano incomincino a dirlo, a dare queste notizie, « L'intensita di questi messaggi radio un vera appello all'umanita terre stre del grave pericolo della guerra nucleare. E questa il primo passo verso qualcosa d'altro di molto pili fat-

180

181

-------------------------~~~~~----------------~

tibile. Infatti molti di noi abbiamo avuto l'ordine di sorvolare a bassissime quote, in modo da fard vedere con i nostri mezzi di yolo. Veramente potremmo anche fare di pili, rna per ora ci limitiamo a stare come si suol dire "ai bordi", doe a farci vedere ed anche a comunicare di persona con i terrestri; rna per ora non abbiamo alcun ordine di intervenire diversamente per non creare disguidi di evoluzione, come tu sai. Pero esiste sempre la possibilita del nostro vero intervento qualora la situazione volgesse al peggio. « Questo nostro continuo sorvolare il territorio terrestre comporta gia qualcosa di molto preciso poiche molti ci avvistano e ne parlano Ie radio, i giornali e la televisione. A me personalmente importa molto che I'opinione pubblica sia gia matura per questo nostro "piccolo intervento" giornaliero, poi man mana faremo anche altro, perche non possiamo stabilire un contatto diretto in massa nostro, se non d sara un motivo ben preciso ».
Kladur di Etonya
17-10-73

di pili il bisogno della nostra esistenza, perche incomincia ad avere paura di essere solo con le sue guerre, con i pericoli che ha messo in giro con le sue atomiche e le sue armi batteriologiche. « Sta venendo il momento in cui ci chiamera in aiuto, E questa avverra pili presto di quello che pensate, perche profondamente sente che possiamo aiutarlo in qualche modo a risolvere mold suoi problemi. In fondo, c una paura dettata da una paura pili grande. Ora avverte che ha rneno paura di noi di quello che sta avvenendo intorno a lui. Poco per volta si abitua a noi come ad un vicino che ancora deve finire di conoscere rna che 10 puo aiutare ».
Itbacar di Masar
11-8-74

PENSIERI

DI AMORE

UNA PAURA PIU GRANDE

« Mi hanna detto che ultimamente hanna sorvolato in mold mezzi di yolo, anche di Etonya. E tutti questi avvistamenti che fanno i terrestri indicano una volta di piu che noi esistiamo. E questo e bene, perche abbiamo bisogno che i terrestri si convincano della nostra esistenza, anche perche ci promettiamo di fare qualcosa ancora di pili esteso. « Ultimamente in Russia alcuni dei nostri hanno preso contatti personali con mold russi, e siamo venuti nella convinzione che poco per volta tutti i terrestri sapranno di noi. Intanto, molti terrestri che sono nostri amici hanna scritto libri su di noi. Ora, in molte nazioni, molti dei nostri hanno 10 scopo di parlare della nostra esistenza in gruppi, e di presentarsi in modo opportuno a coloro che sono nostri amici da molto tempo. « Certo e che la cosa si diffonde, e il terrestre sente sernprc

« Molte persone stanno pensando di non essere sole nel I'Universo, Lo spirito terrestre sta evolvendosi man mano, qualcosa nell'uomo terrestre sta mutando radica1mente. La violenza e la sete di potere di certe persone incominciano a far pens are quel1e menti che hanna sete di giustizia e di onesra, ed allora questa urn anita vuo1e qualcosa in cui credere con sete di Amore e di Fratellanza. Noi siamo consci di tutto questa ed e per questa che siamo molto contend quando questi pensieri di amore c1 vengono rivolti perche sentiamo il profondo desiderio di accornunarci all'urnanita terrestrc in uno scambio di amicizia. Molto cammino rimane ancora da fare perche tutti ci accolgano con amore, rna non per questa disperiamo. Sappiamo che molte prove "emergono" che noi siamo esistiti ed esistiamo. E a1tre prove saranno ancora piu palesi fra qualche tempo. Non posso dire di piu, rna qualcosa di malta schiacciantc sara capito dagli scienziati terrestri, alcuni dei quali denotano un certo desiderio che sia finalmente chiarito che la nostra esistenza e fattibile con prove ».
Hitaoo di Lioaki
30-8-76

182

183

r
I

IL

«METEORITE»

SIBERIANO

« In Siberia, il 30 giugno 1908, e accaduto che una enorme nave-madre che proveniva dallo spazio cosmico .e caduta, perche colpita da mezzi di volo dei "Negativi", quindi precipitata disintegrandosi a1 suolo e provocando un impatto violento, con scosse di terremoto ed una voragine profonda » 7.

Ithacar di lWasar
28-10-76

UN

EX TERRESTRE

« 10 ero capitano deIl'aviazione americana. Poi, nel 1958, decisi di andare con i rniei amici impropriamente chiamati extra" terrestri. Perche? E 1ungo a spiegarsi, rna non troppo. « 10 nacqui con facolta telepatica molto sviluppata, Fin da bimbo mi accorsi di "ricevere" telepaticamente. Erano "messaggi" di qualcuno che non abitava su questa Terra. « Avevo un carattere chiuso alle confidenze, e non dissi mal a nessuno di questo fatto che mi accadeva tutti i giorni. Incominciai COS1 ad avere Ia percezione esatta che gli altri mondi sono abitati da persone molto evolute. -s Un giorno ebbi un messaggio telepatico nel quale rni si diceva che potevo incontrarrni con "qualcuno" che veniva sulla Terra apposta per incontrare me. Avevo dieci anni. Ebbi questo importante incontro che cambia radicalmente Ia mia vita. La persona che incontrai era un extraterrestre. Mi disse molte case e mi chiese di non dire nulla a nessuno dell'incontro, rna di fare la mia vita, come se nulla fosse accaduto, e di perseguire Ia
7

Secondo I'interprctazione cornunemente data per dcccnni, Ia vorazine siberiana e stata aperta dall'impatto di un gigantesco meteorite. °piu approfonditi stucli della struttura e morfologia dei materiali terrosi c rocciosi della voragine hanno pero indotto pill di un esperto a prospettare ipotesi differcnti, legate ad un fenomeno di tipo nucleate, ed anche - di conseguenza - alla caduta di un veicolo aerco (spazialc?) a propulsione atomica. 184

mia carriera di studio I miei non erano molto ricchi, rna con borse di studio andai avanti a studiare, e andai pure a11'Universita, Conseguii la laurea, rna non professai Ia carriera. II mio spirito era altrove. E cosl quando andai militate chiesi ed ottenni di entrare nell'aviazione. E volando nei cieli con il mio apparecchio feci un'altra carriera, quell a militare, e di grado in grado divenni capitano. Cioe il capitano S. « Ebbi ancora frequentemente contatti personaJi can abitanti di altri rnondi, e soprattutto can uno in particolare che era diventato mio grande amico. Poi ebbi contatti telepatici con una extraterrestre. A poco a poco io e questa splendida ragazza ci comprendemmo in un sentimento che era pili che amore, un uiTIOre Iortemente spirituale e fisico. Divennc 1& mia compagna sulla Terra. Poi un giorno mi chiese se non avessi voluto lasciare Ia Terra e andare con lei in un altro mondo dell'Universo. Ci pensai su nernmeno due volte ed accettai di botto. Co 51 decisi di andare con lei. E vivere con lei. «Ne1 1958 lasciai per sempre la mia carrier a di capitano dell'aviazione americana, e a bordo del suo mezzo di yolo soleai i deli. Avevo gia fatto voli su lora rnezzi ed ero preparato anche fisicamente, cioe allenato poco per volta a portare il mio fisico a una preparazione cosmica, perche la mia compagna mi aveva allenato a portare avanti "facolta" speciali. Per me era tutto facile. Forse il mio spirito era di un extraterrestre, che per qualche disegno Cosrnico Divino si era reincarnato sul1a Terra, per poter avere Iacolta telepatiche ed altro. Vissi e vivo benissimo su questo mondo dell'Universo e la rnia cornpagna e deliziosa. « Se n011 posse e non voglio dire il mio nome di quando vivevo sulIa Terra ho le mie buone ragioni. Vengo ogni tanto in voli nelle basi terrestri. Poi vivo qualche tempo sulla Terra, rna quando me ne vado sono arcifelice. E cost bello non vivere sulla Terra, che vorrei che tutti vivessero altrove, rna non si puo per motivi di ordine Cosmico Divino. La legge legge. La Legge Divina sa quello che fa. « Un uorno in pili, un uomo in meno, non ha importanza alcuna. E S. e motto per quell! della Terra. Ma vive splendidarnente nell'Universo in un mondo che e una meraviglia, con

185

leggi veramente leggi e rispettate da tutti. Non come sulla Terra dove vige il caos spirituale e mentale. 10 sono fortunato ma come me ci sono altri terrestri su altri mondi che non tornano ~erto sulla Terral Ora ho un altro nome, perche cosi ho voluto 10. E loro, i miei amid extraterrestri, mi vogliono molto bene ».
Hodark di Amanadersy
29-10-76

SU USANZE NOSTRE

Ai nostri « amici extraterrestri » non c' praticamente nienie, di quello che diciamo e [acciamo, che « gli vada bene'». Ce ne siamo gia accorti, dagli stralci cbe interessano le nostre usanze, le nostre idee, i nostri costumi, il nostro modo di fare e di utuere. T aluni «messaggi» si dilungano su argomenti specifici; e ne ho scelti alcuni che riguardano «soggetti» particolarmente discussi (if cinema, fa caccia, eccetera) e contestati non soltanto dagli extraterrestri ma ancbe dai terrestri stessi. Manco a dido, al nostro modo di interpretare tali « soggetti » non vengono risparmiate le criticbe. Petra sorprendere, piuttosto, la prospettiua positiva nella quale viene inquadrata fa cor rida. Ma si tranquillizzino i nemici della crudelta nei conlrontl degli animali (alla scbiera dei quali, del resto, appartengo ancb'io): gli extraterrestri condannano senza pieta e senza mezzi termini la caccia ed i cacciatori.

u.s.

186

187

-T-I

IL

CINEMA

I BEATLES
« Cosa riescono a scat en are nell'inconscio del giovani inglesi i "quattro scarafaggi"? Scatenano istinti sopiti sessuali. Scatenano in essi 1a violenza di antichi riti magici neri. Andando indietro nel tempo ancora di pili, li possono inconsciamente pottare perfino aIlo scatenatpento del principio-base dei r~ggru~pa: menti delle "termiti". E probabile che sia laterite 111 essi, 1 "quattro scarafaggi", 1a musica in vibrazione, ossia che abbiano portato alla ribalta le stesse vibrazioni (in musica). di quelle adoperate dai capi-termiti per far scattare la mo11a nei lora sudditi dell'invasione e della distruzione. « Noi abbiamo fatto studi su rnolri animali terrestri ed abbiamo "captato" le vibrazioni degli animali, an~h~ di quei f<:>rmiconi che voi chiamate termiti. Non e possibile altra spiegazLOne. . « Quando essi S0110presenti e suonano, nelle ragazze S1 sca: tena l'istinto sessuale al massimo, e direi isterico-sessuale, Nei mas chi invece subentra 1a stessa tensione nervosa che prendeva ed ancorava l'istinto primordiale del sanguinari riti magici; aggiU11tOalIa tensione fernminile sessuale, l'atmosfera si riscalda, perche una "cosa" richiama l'altra.; . « Poiche tale clima che essi scatenano, non hanno certo di che vantarsi, E nuovamente in atto una involuzione della razza inglese, in quelle circostanze che non sono ne banali ne da sottovalutare. Se fossero nel nostro "clima" morale quei "quattro pidocchi", come Ii chiamo io, guarirebbero subito ».

« Da noi non vi sono quelle "sale" piene di ... fumo che voi chiamate "cinema". Chi desidera, da noi, "vedere" qualcosa che 10 svaghi ha un apparecchio che non certo quello della televisione, ma qualcosa di sostanzialmente diverso; perche seeglie lui 1 i programmi che desidera inserendo speciali "rotoli" leggerissimi nella apparecchiatura, si siede, e davanti a lui S1 svolge quella parte di "programma". Tutto a colori, con voci, rumori e musiche magnificamente sintonizzato alle azioni. « I pili richiesti sono degli speciali "documentari", come Ii chiamereste voi, su "studi" e chiamiamolc COS1 cine-riprese effettuate nei voli spaziali. Abbiamo moltissime documentazioni COS1 fatte suI modo di vivere dei terrestri; e vi appaiono tutti i popoli che vivono sulla Terra, e tutto quanto fa il nero, il giallo, il bianco. Sono case interessantissirne. «Non vi sono "film" di cose brut ali 0... sessualeggianti. Non vi sono attori che vanno alle ... stelle; e non vi sana stelle che vanno neJ... fango, come da voi, La poesia, il sentimento, la delicatezza, l'onore medesimo della nostra razza ci ha sempre impedito certe brutture. Lo spirito influisce nella realizzazione delle cose belle e nella comprensione sempre piu profonda verso qualcosa che meriti 10 sforzo dell'intelligenza che ci data da Dio. Credo che apprezzereste tale genere di "filmazione", a dirla come dite voi, specialmente la "visione" di zone inesplorate, sia del nostro pianeta, sia del Cosmo. « Certo che tutte queste cose vi faranno ... sorpresa. Credevate forse di essere voi i "privilegiati"? Solo voi, e basta? No,. di cerro; e poi davvero non so in cosa I'uomo della Terra si senta privilegiato. Dimenticavo, ha il privilegio eli "peccare", questa sl, e come! E tanto, anche! Se sapeste quante cose brutre sappiamo di quanto vive sulla Terra! Che sudiciumel Pare una grande scatola rotonda che pulluli di cose tremende. E pensare che potreste mutate, solo can la buona volonta, solo cercando di "respirare pulito" guardaodo verso Dio ... ».

IVodok

di Algol 14-3· (A

LA

CORRIDA

Itbacar

di Masar 17-11-60

II soggctto

cvidcnternenrc

«chi

desidera

» ecc. ecc.

« Ogni persona "emana" una certa qual vibrazione, quclla che attira in certe circostanze. Se S1 parla per esempio della corrida, entra in argomento pure un animale; e questo non e u? animale qualunque, rna un tore di razz a scelta per cornbatti-

188

189