Sei sulla pagina 1di 3

L’articolo

Sintesi
Il video illustra in modo sintetico ma esaustivo tutti gli aspetti linguistici relativi all’articolo, consi-
derato come parte del discorso.
Dopo una prima parte introduttiva e generale, l’articolo viene analizzato morfologicamente, se-
manticamente e sintatticamente; si fornisce quindi uno spunto per il metodo da seguire nell’analisi
logica e grammaticale.

© Mondadori Education
Trascrizione
L’articolo è una parte variabile del discorso che si premette al nome, con il quale concorda in ge-
nere e numero, allo scopo di individuarlo in modo preciso o generico.

Rivediamo i punti fondamentali della definizione:


“L’articolo è una parte variabile del discorso” perché la forma di un articolo varia a seconda del
genere, maschile o femminile, e del numero, singolare o plurale.
Quando l’articolo indica “in modo preciso” il nome di una persona, di un animale o di una cosa,
allora è determinativo; quando, invece, individua un nome “in modo generico”, allora è un articolo
indeterminativo o partitivo.

Le forme singolari dell’articolo determinativo sono “il” e “lo” per il maschile e “la” per il femminile.
Le forme plurali sono “i” e “gli” per il maschile e “le” per il femminile.
Gli articoli indeterminativi presentano solo forme al singolare: “uno” e “un” al maschile e “una”
al femminile.
Gli articoli partitivi presentano, invece, le stesse forme dell’articolo determinativo precedute dal
prefisso “de-”. Esse quindi sono: “del”, “dello”, “della”, “dei”, “degli”, “delle”.

L’articolo determinativo si usa:


• per indicare persone o cose ben precise;
• per indicare qualcosa di ben noto a chi parla e a chi ascolta;

1
L’articolo

• per indicare qualcosa di cui si è parlato in precedenza;


• per indicare esseri o cose come individui unici;
• con i nomi che indicano un’intera specie, classe o categoria.

L’articolo indeterminativo si usa:


• per indicare una persona o una cosa qualsiasi senza ulteriori specificazioni;
• per indicare una persona o una cosa che vengono nominate per la prima volta;
• per indicare un singolo elemento di una specie, classe o categoria.

L’articolo partitivo si usa:


• al singolare per indicare una parte di un insieme;
• al plurale per indicare alcune cose imprecisate, svolgendo la stessa funzione dell’articolo inde-
terminativo.

Attenzione! Alcuni sostantivi non hanno bisogno di essere accompagnati da un articolo. Vediamo
in quali casi.
• Generalmente non viene usato l’articolo prima dei nomi propri e dei cognomi. Si usa però con i
cognomi che indicano un’intera famiglia.
• Non si usa con i nomi che indicano una parentela, quando è al singolare ed è preceduto da un
aggettivo possessivo.
• Non si usa con i nomi di città e di piccole isole.

Esaminiamo insieme questa frase d’esempio:

“La sorella di Michela si è alzata molto presto e ha fatto una colazione abbondante. Poi è andata a

© Mondadori Education
scuola e ha fatto un bellissimo cartellone con delle compagne.”

Individuiamo tutti gli articoli.

“La”
“una”
“un”
“delle”

Ora analizziamoli insieme.

“La” è un articolo determinativo, che indica precisamente la persona che compie l’azione.
In questo caso è femminile e singolare perché si accompagna ad un nome che a sua volta è fem-
minile e singolare, “sorella”.
Attenzione! L’articolo “la” si apostrofa davanti a parole che iniziano per vocale, ma non davanti a
i+vocale, come nel caso di “la iena”.

“Una” è un articolo indeterminativo. Esso infatti indica genericamente il nome “colazione”, senza
specificarne il tipo.
L’articolo è femminile e singolare perché precede il sostantivo “colazione”.

“Un” è un articolo indeterminativo: indica in modo generico un cartellone, senza fornirci indicazioni
più precise. L’articolo è maschile e singolare.
Attenzione! L’articolo indeterminativo maschile “un” non deve mai essere apostrofato. Solo l’ar-
ticolo femminile “una”, prima di una vocale, può avere l’apostrofo, come nel caso di “un’amica”.

2
L’articolo

“Delle” è un articolo partitivo. Indica infatti alcune delle compagne, non tutte, ma senza precisare
né quante e né quali.
È femminile e plurale perché concorda con il nome femminile plurale “amiche”.

Soluzioni degli esercizi


Esercizio 1
Individua nelle seguenti frasi tutti gli articoli.
1. Oggi i miei amici hanno visitato una bellissima mostra fotografica.
2. La squadra della mia scuola ha vinto il torneo di calcetto.
3. Il tuo amico Andrea è stato assunto in un negozio d’abbigliamento.
4. Alice ha visto delle stelle cadenti.

Esercizio 2
Scegli l’articolo giusto tra le due alternative.
1. Gli / i strilli dei bambini raggiunsero perfino il / lo direttore che era nella sua stanza.
2. Una / un’anta dell’armadio si è allentata: lo / il mio amico l’ha chiusa con troppa forza.
3. Il / lo zio Tiziano non si è mai sposato e considera i / gli suoi nipoti come figli.
4. Mia nonna si diverte molto quando va a cercare gli / i funghi.

© Mondadori Education
Suggerimenti didattici
Dopo la visione del video, la classe potrà essere suddivisa in quattro gruppi: ciascuno avrà il compi-
to di realizzare una breve presentazione in PowerPoint in cui verrà approfondita una delle seguenti
tracce. Il lavoro verrà poi esposto ai compagni.

1. Che cos’è l’articolo? Come si riconosce?


2. Che differenza c’è tra articolo determinativo e articolo indeterminativo?
3. Quali sono le caratteristiche dell’articolo partitivo?
4. Quali domande bisogna porsi per fare l’analisi grammaticale di un articolo?