Sei sulla pagina 1di 54

Esempi di collegamento

7
7.1 Comandi di sicurezza

I seguenti schemi di collegamento Un interruttore di emergenza può: interruttore principale, nel caso
hanno ricevuto le approvazioni BG risponda alle caratteristiche richie-
• essere comandato manualmente;
dall’ente normatore tedesco. ste per la funzione di interruttore
• essere comandato a distanza trami- principale (un interruttore principale
te una bobina di minima tensione deve in ogni caso disinserire tutti i
• Circuiti di protezione
(schema 7/1); circuiti di corrente).
• Dispositivi di sicurezza SIGUARD
• essere dotato di sganciatori di Un esempio di interruttore di sicurez-
con tecnica di protezione a relè di
sovraccarico e/o di corto circuito za utilizzabile con macchine molto
sicurezza
(esecuzione come interruttore auto- semplici è illustrato nello schema 7/2.
Adatti per: matico);
• Arresti di emergenza • essere contemporaneamente in
grado di esercitare la funzione di
• Controllo dei ripari
• Dispositivi di comando per presse

Dispositivo
manuale
Dispositivo
Dispositivi di comando di emergen- Interruttore di emergenza di ripristino
za per macchine molto semplici a chiave o
pulsante a
fungo
Interruttori d’emergenza Ad utenze che non possono/
debbono essere scollegate
in caso di emergenza
Solamente nel caso di macchine mol-
to semplici, in dipendenza dall’esito
U<
della stima del rischio, è possibile rea-
Interruttore principale
lizzare l’arresto di emergenza con un Dispositivo
di comando
interruttore di emergenza. In tal caso di emergenza
è possibile solamente realizzare un
arresto in categoria 0. Un tale disposi- Alimentazione
tivo, infatti, non possiede alcun con-
tatto ad apertura forzata al contrario
Schema 6/1
degli usuali dispositivi di emergenza Interruttore di emergenza con comando manuale o azionabile a distanza
(schema 7/1).
Un interruttore di emergenza deve
essere progettato in modo che
• il dispositivo di comando dell’inter-
ruttore sia unico;
• l’interruttore d’emergenza sia colle-
gato in modo tale da interrompere il
circuito di alimentazione dei disposi-
tivi della macchina che generano i
movimenti pericolosi. Non risulta
necessario interrompere l’alimenta-
zione di tutti i circuiti relativi alla
macchina;
• l’interruttore sia sicuramente in gra-
do di interrompere la corrente a
rotore bloccato del più grosso
motore presente sulla macchina;
• l’interruttore sia sicuramente in gra-
do di interrompere la somma delle
correnti nominali di tutte le utenze
da esso alimentate.

7/2 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
Contattore d’emergenza
Un cosiddetto contattore d’emergenza
non è di norma permesso. Solo in un
ambito ristretto di circostanze è Ad utenze che non
ammesso l’utilizzo di un contattore di possono/debbono
essere scollegate
emergenza quando venga applicato a
in caso di
due rami in collegamento esistenti. L’u- emergenza
tilizzo di ulteriori contattori in serie è
vietato. Da qui deriva anche la limita-
Interruttore Dispositivo
zione per un impiego con macchine principale di comando
molto semplici (vedi schema 7/2). di emergenza
del circuito
elettrico di
Dispositivi di comando di sicurezza comando
basati su contattori singoli Alimentazione Ad utenze che non debbono essere
scollegate in caso di emergenza
Impiego con due contattori ausiliari
Schema 7/2
Dispositivi di comando di sicurezza di Esempio di un circuito di comando di una macchina con due contattori di emergenza, per-
qualsiasi complessità permettono l’uti- messo solo con limitazioni
lizzo congiunto di contattori ausiliari.
Per alcuni anni è stato considerato
come stato dell’arte il collegamento
con due contattori ausiliari e ad essi F1 Uscite di
L1
collegati degli elementi di commutazio-
ne ausiliari (schema 7/3). Circuito con più
emergenze in serie K1
Un contattore per l’arresto d’emergen-
za deve essere configurato in modo
che: Pulsante di
marcia oppure K2
• Ogni contattore deve essere imme- di marcia in
seguito
diatamente disinserito dal dispositi- all’emergenza K1 K1
vo di arresto d’emergenza. - senza apertura forzata
- nessun autocontrollo
• Non ci sono contattori addizionali K2 K2

in serie.
Il collegamento menzionato offre due K1 K2 Questo collegamento non è
oggi più utilizzato
gradi di ridondanza. A causa della man- N
cata apertura forzata entrambi i contat-
tori ausiliari non hanno un controllo
Schema 7/3
reciproco sulla regolare funzionalità. Questa combinazione di protezione consta di due contattori ausiliari e di elementi di com-
Questo ha come conseguenza che in mutazione ad essi sovrapposti (categoria 2 secondo EN 954-1)
caso di contatto non funzionante il gua-
sto non viene riconosciuto e ciò nono-
stante il collegamento continua
a funzionare.
Un guasto successivo nel secondo
contattore poteva mettere completa-
mente fuori uso il dispositivo. La sicu-
rezza non era di conseguenza garanti-
ta. Per questo motivo questo tipo di
collegamento (schema. 7/3) oggi
non è più utilizzato.

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/3


Impiego con tre contattori ausiliari Per applicazioni di sicurezza 3TK28 è trovarsi a partire da pagina 6/5. Questi
possibile legare più contattori ausiliari collegamenti possono naturalmente
I collegamenti con tre contattori ausi-
ad un collegamento di sicurezza. Que- essere realizzati anche solo con
liari rappresentano ad oggi lo stato
sti collegamenti interni possono contattori.
dell’arte. Nello schema 7/4 viene illu-
strato l’utilizzo di tre contattori ausilia-
ri con contatti ad apertura forzata. F1
L+/L1 Uscite di sicurezza
I tre contattori ausiliari garantiscono
ridondanza e controllo funzionale. Gra- Circuito con più K1
zie ai contatti ad apertura forzata vie- emergenze in serie
ne garantita la sorveglianza
reciproca dei contattori ausiliari. Un K1
K2
guasto può di conseguenza essere
Pulsante K3
riconosciuto, ed il collegamento, inter- di marcia
rotto secondo una determinata proce-
dura, non può nuovamente ripristinar- K2 K1 K2
K3
si.
K3 K1 K3
Con questa tipologia di collegamento
può essere di conseguenza persegui-
to l’attuale stato dell’arte, per il quale K1 K2 K3
un funzionamento errato dei contatto- L–/N

ri ausiliari non può portare ad uno sta-


to pericoloso un impianto.
Schema 7/4
Combinazione di protezione costituita da tre contattori ausiliari con autocontrollo, canale sin-
golo, categoria 3 (4) secondo EN 954-1

Collegamento con più dispositivi di Esempi di collegamento per il con- controllo dei ripari di sicurezza
comando di emergenza trollo dei dispositivi di protezione che utilizzano uno o due finecorsa
meccanici al posto del pulsante di
Negli schemi precedenti è stato I collegamenti per il controllo dei
emergenza.
sempre rappresentato un unico dispo- dispositivi di protezione possono
Quanti finecorsa meccanici siano
sitivo di emergenza. Normalmente essere realizzati con dei finecorsa
necessari per ogni riparo, è evidenzia-
però in una macchina vengono utiliz- meccanici. Negli esempi inerenti l’e-
to nel capitolo 3.
zati molteplici dispositivi di emergen- mergenza sono rappresentate le pos-
za. I contatti di questi dispositivi di sibilità di collegamento per diversi
emergenza sono collegati in serie tra apparecchi. Questi schemi di inserzio-
loro. ne sono validi anche per i circuiti di

Singolo canale Doppio canale

Pulsanti Pulsanti
di emergenza di emergenza Porta

Aperta

Chiusa

Chiuso

Aperto

Schema 7/5 Schema 7/6


Inserzione di molteplici dispositivi di emer- Impiego di finecorsa meccanici per il controllo di ripari mobili
genza

7/4 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7.2 Dispositivi di sicurezza 3TK28 SIGUARD
7
Gli schemi elettrici interni riportati
3 4 1 2
sono quelli della versione con coman- A1 X1 X2 X3 X4 X5 X6 13 23 25 1 Uscite di sicurezza
do in corrente continua. Gli schemi 2 Uscite di segnalazione
elettrici dei dispositivi di sicurezza U
K3 3 Datore di segnali
SIGUARD 3TK28 nella versione con R3 (dispositivo di comando)
K1
comando in corrente alternata sono in 4 Pulsante di ripartenza (start)
K1 K2 K1 K1 Per 3TK28 01fino a 3TK28 04
ampia misura equivalenti a quelli in R2 K2 K2 K2 e 3TK29
corrente continua. Si differenziano per K2 5 LED “presenza tensione”
K3
la presenza del diodo di protezione V1 6 LED “apparecchio inserito”
K3 K3 K3
contro l’inversione di polarità nella H2
K1 V1 K3 V3 R1 K2 V2
versione in c.c., e per i raddrizzatori
connessi ai contattori in quella in c.a. I H1

dispositivi di sicurezza SIGUARD 5 6


3TK28 per comando in corrente conti- A2 14 24 (26)
nua, previsti per ampio campo di lavo-
Schema 7/7
ro della bobina, possono essere Schema elettrico interno per dispositivi di sicurezza 3TK2801 e 3TK2802 con comando in
impiegati anche in corrente alternata. c.c. L’uscita di segnalazione normalmente chiusa si riferisce al dispositivo 3TK2802. Per i
3TK2801/02 i morsetti “X2, X4, X6” sono nella parte alta; per il 3TK280 non esiste il mor-
setto “X3”.

A1
1 Uscite
A2
di sicurezza

2 Uscite di
F1 segnalazione

3 4 1 2 3 Datore di segnali
(emergenza)
A1 X1 (X2) (X3) (X4) X5 (X6) 13
4 Pulsante di
ripartenza (start)

K1

K2

K3

A2 X2 X4 X6 14

Schema 7/8
Dispositivo di sicurezza 3TK2801 fino al 3TK2804 per circuiti di emergenza

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/5


Al ritorno della tensione l’apparecchio
A1
è immediatamente disponibile (non è A2
1 Uscite di
necessario alcun contatto in apertura sicurezza

e in chiusura del dispositivo di con- F1


Porta 2 Uscite di
segnalazione
trollo). 3
Aperta 4 1 2 3 Datore di segnali
Chiusa
Il pulsante di start  può in caso di A1 X1 (X2) (X3) (X4) X5 (X6) 13
4 Pulsante di
ripartenza (start)
bisogno essere omesso (ponticello X5
- X6), se la ripartenza automatica che
K1
ne deriva non causa alcun pericolo.
K2

K3

A2 X2 X4 X6 14

Schema 7/9
Dispositivo di sicurezza da 3TK28 01 fino a 3TK28 04 per il controllo di ripari mobili

A1
A2 1 Uscite di
sicurezza

2 Uscite di
F1 segnalazione
3
4 1 2 3 Datore di segnali
(emergenza)
A1 X1 (X2) (X3) (X4) X5 (X6) 13 4 Pulsante di
ripartenza (start)

K1

K2

K3

A2 X2 X4 X6 14

Schema 7/10
Dispositivo di sicurezza 3TK2801 fino al 3TK2804 per circuiti di emergenza con controllo
dei conduttori esterni di alimentazione (per i 3TK2801 e 3TK2802 i morsetti X2, X4, X6 si
trovano sopra; il 3TK2803 non ha il morsetto X3)

7/6 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
3 4 1 2
A1 X1 X2 X3 X4 X5 X6 13 23 33 43 57 65 1 Uscite di sicurezza
2 Uscite di segnalazione
V1
U
3 Datore di segnali
K3
R3 K1 4 Pulsante di ripartenza (start)
K1
K3
5 LED “presenza tensione”
R2 K1 K2 K1 6 LED “apparecchio inserito”
K2

K3 H2 K1 K3 K2

R1
K1 K2 K3 H1

5 6

A2 14 24 34 44 58 66

Schema 7/11
Schema di collegamento interno del dispositivo di sicurezza 3TK28 04 (azionamento in c.c.)

4 3 1 2
A1 X1 X3 X5 13 23 33 43 53 65 1 Uscite di sicurezza
V1 2 Uscite di segnalazione
3 Datore di segnali
4 Pulsante di ripartenza (start)
K3
H1 5 LED “presenza tensione”
R3 K3 D3
K1 K2 K2 6 LED “apparecchio inserito”
K2
H3 5 Per 3TK28 05:
R1 R5 LED “Tensione di rete”
H2 K1
U K3
6 H2 = LED “Canale 2“
H3 = LED “Canale 1“
D1 K1 D2 K2 R2 H2 + H3 = Apparecchio inserito
K1 K1 K3
8 Il morsetto X2 non è cablato
Per 3TK28 06:
5 7 6 6 8 È possibile un particolare collegamento
tramite il morsetto X2)
A2 (X2) X4 X6 14 24 34 44 54 66

Schema 7/12
Schema di collegamento interno dei dispositivi di sicurezza 3TK28 05 e 3TK28 06 (azionamento in c.c.); il
collegamento tramite il morsetto X2 è possibile solo con il 3TK28 06

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/7


A1 L1
A2 L2
L3
F1

Pulsante
EMERGENZA
marcia
A1 X1 X3 X5 13 23 33 43 53 65
V1

K3 KM1
KM1 H1
R3 K3 D3
K1 K2 K2
K2
H3
R1 R5 H2 K1
U K3

D1 K1 D2 K2 R2
K1 K1 K3 M
3~

A2 X2 X4 X6 14 24 34 44 54 66
KM1
A2

Schema 7/13
Dispositivo di sicurezza 3TK28 06 con allacciamento ad un canale.
Questo schema è valido anche per il 3TK28 05 (Cat. 2).

A1 L1
A2 L2
L3
F1

Pulsante EMER-
GENZA
marcia
A1 X1 X3 X5 13 23 33 43 53 65
V1

K3 KM1
KM1 H1
R3 K3 D3
K1 K2 KM2
KM2 K2
K2
H3
R1 R5 H2 K1
U K3

D1 K1 D2 K2 R2
K1 K3 M
3~

A2 X4 X6 14 24 34 44 54 66

KM2
KM1
A2

Schema 7/14
Dispositivo di sicurezza 3TK28 06 con allacciamento a due canali.
Questo schema è valido anche per il 3TK28 05 (Cat. 3).

7/8 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
A1 L1
A2 L2
L3
F1

Pulsante
EMER-
GENZA
marcia
A1 X1 X3 X5 13 23 33 43 53 65
V4

K3 KM1
KM1 H1
R3 K3 D3
K1 K2 KM2
KM2 K2
K2
H3
R1 R5 H2 K1
U K3

D1 K1 D2 K2 R2
K1 K3 M
3~

A2 X4 X6 14 24 34 44 54 66

KM2
KM1
A2

Schema 7/15
Dispositivo di sicurezza 3TK28 06 con allacciamento a due canali con controllo dei conduttori esterni di alimentazione.Questo schema è
valido anche per il 3TK28 05 (Cat. 4).

4 3 1 2 5 1 Uscite di sicurezza
A1 X1 X3 X5 13 23 33 43 53 65 77 87 97 2 Uscite di segnalazione
3 Datore di segnali
V1 4 Pulsante di ripartenza
5 Uscite di sicurezza ritardate
7 Ponticelli Y1-Z1 e Y2-Z2
K3 per decuplicare i tempi di ritardo
L1/L+ 8 Il collegamento al morsetto X2
K3 L1/L+ è possibile
K2 Elem. ritardat.
2° canale Elem. ritardat. K4
R2 R1 K2 K1 K3 K1 K2 tv = 0.5...30s 1° canale
K1 tv = 0.5...30s
U K1 K5
K1 K3 R4 K2 R3 IN2 N/L- Y2 Z2
H1
IN1 N/L- Y1 Z1
V2 V4 H3 V3 H2

A2 X2 X4 14 24 34 44 54 66 Y2 Z2 Y1 Z1 78 88 98
8 t v x 10 7 t v x 10

Schema 7/16
Schema di collegamento interno del dispositivo di sicurezza 3TK28 07 (azionamento in c.c.)

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/9


A1 L1
A2 L2 1 Uscite di sicurezza

L3 2 Disinserzione motore
F1 3 Datore di segnale (emergenza)
F2 F2 4 Pulsante di ripartenza (start)
4 3

1 5 Azionamento a tristori controllati


2
A1 X1 X3 X5 13 23 33 43 53 65 77 87 97 6 Segnale di inizio frenatura
7 Circuito di rotazione
8 Freno meccanico

K3 K4 KM1

K2 K5

K1 5

M
3~
8

6
A2 X2 X4 14 24 34 44 54 66 78 88 98
KM1

7 KM1
A2

Schema 7/17
Dispositivo di sicurezza 3TK28 07 per arresti di emergenza di categoria 1 (frenature controllate)

A1
A2 1 Uscita
di sicurezza
4 Pulsante
F1 di partenza
Porta

Aperta
Chiusa 1
A1 X1 X3 X5 13 23 33 43 53 65

K3
4
K2

K1

A2 X2 X4 X6 14 24 34 44 54 66

Schema 7/18
Dispositivo di sicurezza 3TK28 06 per il controllo dei ripari mobili

7/10 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
A1 L1
A2 L2
L3
La ripartenza automatica con i
F1 dispositivi di controllo è permessa
Porta soltanto in casi eccezionali. Quan-
do una ripartenza automatica non
Aperta può causare alcun pericolo, è pos-
sibile rinunciare al pulsante di ri-
Chiusa partenza (start).

A1 X1 X3 X5 13 23 33 43 53 65

KM1
K3
KM2
KM1 K2

K1

KM2 M
3~

A2 X4 X6 14 24 34 44 54 66
KM2
KM1
A2

Schema 7/19
Dispositivo di sicurezza 3TK28 06 con allacciamento a due canali e controllo dei conduttori
esterni di alimentazione e possibilità di ripartenza automatica

Classificazione in categorie schemi forniti anche in condizioni o utilizzando protezioni meccaniche


di sicurezza secondo EN 954-1 ambientali gravose, come in caso di sui contatti di emergenza così come
inquinamento industriale (grado di sugli interruttori di posizione. In que-
Dai precedenti esempi vengono
inquinamento 3). sto caso si può raggiungere la catego-
anche classificate in modo chiaro le
ria 4 di sicurezza anche senza un con-
categorie di sicurezza di un circuito. Con particolari accorgimenti nel
trollo dei conduttori esterni di alimen-
Secondo EN 954-1. cablaggio è possibile raggiungere una
tazione, a condizione che vengano uti-
La sottostante classificazione è valida categoria di sicurezza superiore, per
lizzate le adeguate unità periferiche.
per una applicazione corretta degli esempio attraverso cablaggi separati

Categorie di sicurezza Esecuzione Dispositivi utilizzabili

B, 1, 2 Un canale Tutti i dispositivi base e di ampliamento

3 Due canali 3TK28 05, 3TK28 06, 3TK28 07, anche in collegamento con
uno o più moduli di ampliamento

4 Due canali e controllo dei 3TK28 05 and 3TK28 06 anche in collegamento con uno o più
conduttori di alimentazione moduli di ampliamento

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/11


Inserzione dei moduli di amplia- 3TK28 06 e due moduli di ampliamen-
mento to 3TK29 07.
I moduli di ampliamento 3TK29 devo- Se si necessita di uscite di sicurezza
no essere utilizzati sempre in combi- ritardate (alla diseccitazione) per tem-
nazione con un modulo di sicurezza pi di ritardo fino a 8 secondi, è dispo-
base 3TK28. Ad ogni uscita di sicurez- nibile il modulo di ritardo 3TK29.3
za del modulo base può essere colle- (schema 7/21). I tempi di ritardo sono
gato un modulo di ampliamento. I impostabili tramite dei ponticelli di
contatti di segnalazione del modulo di collegamento tra i morsetti Y2, Z1,
ampliamento devono sempre essere Z2 e Z3.
collegati in serie al pulsante di start
del modulo base. La categoria di sicu-
rezza secondo EN 954-1 che il modulo
di ampliamento può raggiungere si
allinea a quella raggiunta dal modulo
base al quale è collegato, se i due
componenti sono montati affiancati
l’uno all’altro all’interno del quadro
elettrico. Infatti in questo caso i con-
duttori che collegano i due apparecchi
tra loro sono così corti che un guasto
causato da un contatto accidentale tra
di essi può essere sicuramente esclu-
so. La schema 7/20 mostra uno sche-
ma di collegamento tra il dispositivo

A1 Il dispositivo 3TK28 06 (oppure 3TK28 05) Nel caso si desideri, è possibile collegare
A2 a due canali e con controllo dei conduttori al dispositivo di sicurezza base più di un
esterni di alimentazione, raggiunge la modulo accessorio, come viene mostrato
categoria 4 di sicurezza anche quando ad nello schema. Nell’esempio proposto po-
F1
esso vengono collegati uno (o più) moduli trebbero essere collegati fino a 5 moduli
accessori. accessori
START

EMER-
GENZA 103 123 103 123
A1 X1 X3 X5 13 23 33 43 53 65 X7 73 83 93 113 133 X7 73 83 93 113 133
V1

R3 K3 D3 K3 R1 K3 R1 K3
H1
K2
K1 K2 K2
R1 R5 K3 R3 R3
U H3 U U
H2 K1 R2 K4 R2 K4

D1 K1 D2 K2 R2 K3 K4 H1 K3 K4 H1
K1 K3

K1

A2 X2 X4 X6 14 24 34 44 54 66 A1/ A2/ X8 74 84 94 114 134 A1/ A2/ X8 74 84 94 114 134


A1 A2 104 124 A1 A2 104 124

Schema 7/20
Dispositivo di sicurezza 3TK28 06 con allacciamento a due canali e controllo dei conduttori
esterni di alimentazione, collegato a due moduli di ampliamento 3TK29 07.
Questo schema è realizzabile anche con il dispositivo 3TK28 05.

7/12 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
A1
A2

F1 Il dispositivo 3TK28 06 (oppure il 3TK28 05) con allacciamento a due canali


e controllo dei conduttori esterni di alimentazione, raggiunge la categoria
START di sicurezza 4 anche quando è utilizzato in combinazione a uno (o più)
moduli accessori.
EMER-
GENZA
A1 X1 X3 X5 13 23 33 43 53 65 X7 77 87 97
V1
V1

R3 K3 D3 K3 V2 R4 R7 R1 K1
H1 R3 R5
K2
K1 K2 K2 U
R1 R5 K3
U H3 H2 K1 R2 K2
+ + + + R6 K1 K2 H1
D1 K1 D2 K2 R2
K1 K3 C1 C2 C3 C4

K1

A2 X2 X4 X6 14 24 34 44 54 66 A1 A2 Y2 Z1 Z2 Z3 X8 78 88 98

Schema 7/21
Dispositivo di sicurezza 3TK28 06 con allacciamento a due canali e controllo dei conduttori
esterni di alimentazione in combinazione con un modulo di ritardo 3TK29.3.
Questo schema è valido anche per il dispositivo 3TK28 05.

Moduli di ampliamento

1 1
X7 77 87 97 X7 73 83 93 103 113 123 133
V1

V2
R4 R7 R1 K1 R1 K3
R3 R5
U R3 U K3 K4

R2 K2 R2 K4
+ + + + R6 K1 K2 H1
H1
C1 C2 C3 C4

6
A1 A2 Y2 Z1 Z2 Z3 X8 78 88 98 A1 A2 X8 74 84 94 104 114 124 134

1 Uscite di sicurezza 1 Uscite di sicurezza 6 LED, “apparecchio inserito”

Schema 7/22 Schema 7/23


Modulo di ritardo 3TK29.3 con comando in c.c. Modulo di ampliamento 3TK29 07 con comando in c.c.

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/13


Dispositivi per presse Dispositivo per il comando a due Dispositivo per il controllo della
mani 3TK28 11 frenatura delle presse lineari 3TK28
Schemi di collegamento per presse 15
Il dispositivo per il comando a due
I dispositivi di sicurezza per comando mani 3TK28 11 viene utilizzato princi- Questo dispositivo viene utilizzato per
a due mani 3TK28 11 e per il controllo palmente per il comando delle presse. controllare la corretta corsa di frenatu-
della frenatura delle presse lineari La sicurezza di questo dispositivo con- ra delle presse lineari, quali quelle
3TK28 15, sono utilizzati per il coman- siste nell’obbligare l’operatore ad meccaniche, idrauliche e pneumati-
do ed il controllo delle presse. impegnare entrambe le mani sulla pul- che.
santiera che comanda il dispositivo,
Ad ogni inserzione della pressa attra-
tenendole con ciò lontane dalla zona
verso il dispositivo di comando a due
pericolosa. Tale dispositivo soddisfa i
mani 3TK28 11, il dispositivo 3TK28 15
requisiti della categoria 4 di sicurezza
effettua il controllo della frenatura.
secondo la EN 954-1, della categoria 3
secondo la EN 60 204-1 (VDE 0113 Il dispositivo 3TK28 15 deve essere
parte 1) così come la categoria IIIc sempre utilizzato in combinazione al
secondo la EN 574 (norma sul disposi- dispositivo per il comando a due mani
tivo per il comando a due mani). Que- 3TK28 11. Per i dispositivi per il con-
sto significa che i pulsanti di comando trollo delle presse con tecnica a relè
del dispositivo devono essere azionati si vedano le pagine da 6/28 a 6/31.
contemporaneamente (entro massi-
mo 0,5 secondi l’uno rispetto all’altro),
e devono rimanere permanentemente
azionati durante il funzionamento della
macchina. Se uno dei due pulsanti
viene rilasciato si provoca l’immediato
arresto della macchina. Se viene
superato il tempo di 0,5 secondi
oppure se durante il funzionamento
viene rilasciato uno dei due pulsanti di
comando provocando così un arresto,
per poter ripristinare il funzionamento
della macchina è necessario portare
nella posizione di riposo entrambi i
pulsanti e poi ripigiarli contempora-
neamente. Si deve poi fare attenzione
a che il segnale di comando del dispo-
sitivo sia perlomeno pari a 50 mA e
24 V c.c. . In caso contrario Siemens è
in grado di fornire delle esecuzioni
speciali a contatti dorati dei pulsanti
SIGNUM 3SB3 oppure della pulsantie-
ra per il comando bimanuale
3SB3863.

7/14 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
A1
A2

1 2
1 Pulsantiera per comando a due mani
F1 F2 F3 KM2 KM1
2 Circuito di retroazione
S1 KM1 KM2

A1 T11 T12 T13 X1 X2 13 23 31 41


3TK2811

A2 T21 T22 T23 14 24 32 42

S2
1

Schema 7/24
Dispositivo per il comando a due mani 3TK28 11

A1 F1
Inserzione di una presa
A2 • Inserzione pompa idraulica attraverso S4. K1 si
chiude
X1 13 31 23 • Attraverso S5 il battente si sposta al punto morto
K3 superiore (p.m.s.). K2 si chiude
• Comando del dispositivo 3TK28 11. K3 e K4 si
S1 3 chiudono. Il battente scende fino al momento
K4 dell’apertura del contatto del finecorsa S3
X2 14 32 3TK28 11 24 • Rilascio del dispositivo 3TK28 11
4 • Secondo comando del dispositivo 3TK28 11
K4 • Se la prova ha dato esito positivo, si accende il
K1 LED H1. Rilasciando il dispositivo 3TK28 11, il
PE battente ritorna automaticamente al p.m.s. Le
S3 K4 K2 uscite 8-13, 1-14 e 10-15 rimangono chiuse fino a
che c’è presenza tensione
A1 3 7 9 12 5 16 8 1 10 • Se la prova ha dato esito negativo, si può riportare
7
il battente al p.m.s., soltanto azionando il pulsante di
3TK28 15

S5 “risalita manuale” . La pressa va in sicurezza, cioè è


inibito il suo azionamento. Occorrerà provvedere alla
riparazione dell’impianto di frenatura della macchina.
H1
1 Pulsantiera per comando a due mani
2 Circuito di retroazione
K3
3 Pulsante di stop
4 PE: finecorsa meccanico per il rilevamento della
corretta corsa di frenatura
5 5 OT: punto morto superiore (p.m.s.)
A2 4 6 11 13 14 15
OT S2 6 Pulsante di marcia
7 Pulsante di risalita manuale
S4 6 K1 Contattore per il comando della pompa idraulica
K2 Salita battente
K3 Discesa battente, 1° canale
K4 Discesa battente, 2° canale

Schema 7/25
Dispositivo per il controllo della frenatura delle presse lineari 3TK28 15 e dispositivo per il
comando a due mani 3TK28 11

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/15


7.3 Dispositivi di sicurezza 3TK28 SIGUARD
con tecnica a relè

Y33 Y34 Y22 Y21 13 23


A1/A2 Alimentazione
A1
ϑ K1 K2 Y33/34 Pulsante di marcia
Circuito di retroazione
4 K1
3 Y11/12 Sensore
1
2 (p.e. emergenza)
K1
Y21/22 Sensore
K1 (p.e. emergenza 2 canali)
C1 K1 K2 13/14 Circuito uscita di sicurezza
K2
V1 23/24 Circuito uscita di sicurezza
K2
1 LED “Power”
K2
2 LED “Canale 1”

A2 3 LED “Canale 2”
4 Fusibile PTC
Y11 Y12 14 24

Schema 7/26
Schema interno di collegamento 3TK2823

Descrizione delle funzioni


Y33 Y34 Y22 Y21 13 23 All’inserzione dell’alimentazione si illumina il LED
A1 “Power” , l’emergenza chiude, C1 viene caricato, il
ϑ K1 K2 pulsante start azionato. La carica di C1 aziona K1, V1
4 viene comandato, parte K2 e K1 + K2 vanno in
K1 autocontrollo. I LED “Canale 1” e “Canale 2” si
1 3 illuminano.
2 K1
H1 H2 H3 Controllo durante la marcia
K1 Il pulsante di marcia è premuto Errore!
C1 K1 K2 L’emergenza chiude, V1 aziona subito K2, C1 non viene
K2 caricato, K1 non viene azionato.
V1 K2 Si illumina solamente il LED “Canale 1” .
K2
Controllo dei conduttori esterni di alimentazione.
Le emergenze vengono cortocircuitate di modo che
A2 una corrente di corto circuito scorra sul fusibile PTC.
Non si accende alcun LED.
Y11 Y12 14 24

Schema 7/27
Descrizione delle funzioni del 3TK2823

Y2 Y1 13 23 (33) (41)
A1/A2 Alimentazione del pulsante di emergenza
A1
ϑ Y1/Y2 Pulsante di marcia
Circuito di retroazione
4
K1 K1 13/14 Circuito uscita di sicurezza
1 K1 23/24 Circuito uscita di sicurezza
K2
33/34 Circuito uscita di sicurezza

K2 41/42 Circuito uscita di segnalazione


1 LED “Power”
2 3
K2 2 LED “Canale 1“
3 LED “Canale 2“
K1 K2
4 Fusibile PTC
A2

14 24 (34) (42)

Schema 7/28
Schema interno di collegamento 3TK2821/24
7/16 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens
7
I seguenti schemi di collegamento
hanno ricevuto l’approvazione BG dal- 24 V AC/DC
L/+
l’ente normatore tedesco.
K1

K2 MARCIA K1
7.3.1 Dispositivi di EMERGENZA
K3 M
comando di emergenza A1 Y1 Y2 13 23 (33) (41)

3TK28 21/24
Schema dei collegamenti
K2

A2 14 24 (34) (42)
K3
K1 K2 K3 H1
Schema 7/29
M
3TK2821/245 per emergenza, categoria N/– N/–
di sicurezza 2, un canale con circuito
di retroazione

24 V AC/DC L/+

EMERGENZA A1 Y1 Y2 13 23 (33) (41)


3TK28 21/24

MARCIA K1

K1

K2
K2
M
A2 14 24 (34) (42)
Schema 7/30 K1 K2 H1
3TK2821/24 per emergenza, categoria di
sicurezza 3 (4), due canali con circuito di N/– N/–
retroazione

24 V AC/DC
L/+

K1
ON
K2
A1 Y11 Y12 Y33 Y34 13 23
3TK28 23

EMER-
GENZA K1

K2

Y21 Y22 A2 14 24 M
Schema 7/31 K1 K2
3TK2821/24 per emergenza, categoria di
sicurezza 4, due canali con circuito di N/– N/–
retroazione

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/17


L/+

L/+

A1 Y10 Y11 Y12 Y21 Y22 13 23 33 41 51


GENZA
EMER-
MARCIA

3TK28 25

K1

K2 K1 K2 K3

K3 M M M

Y33 Y34 Y43 Y44 PE A2 14 24 34 42 52

K1 K2 K3 H1 H2
PE
N/– N/–

Schema 7/32 3TK2825 per emergenza, categoria di sicurezza 2 secondo EN-954-1, un canale, controllo dello Start

L/+

L/+
A1 Y10 Y11 Y12 Y21 Y22 13 23 33 41 51
3TK28 25
MARCIA

GENZA
EMER-

K2

K1

K2 K1

M
Y33 Y34 Y43 Y44 PE A2 14 24 34 42 52

K1 K2 H1 H2
PE
N/– N/–

Schema 7/33 3TK2825 per emergenza, categoria di sicurezza 4 secondo EN 954-1, due canali, controllo dello Start

L/+

L/+

A1 Y10 Y11 Y12 Y21 Y22 13 23 31 47 57


EMER-
3TK28 27

GENZA
MARCIA

K2 K1

K1
M M
K2

Y33 Y34 PE A2 14 24 32 48 58
H1 K1 K2

N/–
PE
N/–

Schema 7/34 3TK2827 per emergenza, categoria di sicurezza 2 secondo EN 954-1, un canale, controllo dello Start

7/18 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
L/+

L/+
A1 Y10 Y11 Y12 Y21 Y22 13 23 31 47 57

GENZA
EMER-

3TK28 27
MARCIA
K1

K1 K2

K2

Y33 Y34 PE A2 14 24 32 48 58
H1 K1 K2

Schema 7/35 PE
3TK2827 per emergenza, categoria di sicu- N/– N/–
rezza 3 secondo EN 954-1, due canali, con-
trollo dello Start

24 V AC/DC

K1
MARCIA
L/+

K5
A1 Y11 Y12 Y33 Y34 13 23 A1 13 23 33 43 51

3TK2830
3TK28 23

EMER-
GENZA

Y21 Y22 A2 14 24 A2 14 24 34 44 52

Schema 7/36 K1 K2 K3 K4 K5
3TK2823 collegato con 3TK2830 per emer-
N/–
genza, categoria di sicurezza 4 secondo EN N/–
954-1, due canali, con circuito di retroazione

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/19


L/+

24 V AC/DC

A1 Y10 Y11 Y12 Y21 Y22 13 23 33 41 51 A1 13 23 33 43 51


MARCIA

3TK2830
3TK28 25

K1 EMER-
GENZA

K5

K6

Y33 Y34 PE A2 14 24 34 42 52 A2 14 24 34 44 52

K1 K2 H1 H2 K3 K4 K5 K6
PE N/–
N/– N/– N/–

Schema 7/37
3TK2825 collegato con 3TK2830 per emergenza, categoria di sicurezza 4 secondo EN 954-1, due canali, con controllo dello start

L/+

24 V AC/DC

A1 Y10 Y11 Y12 Y21 Y22 13 23 31 47 57 A1 13 23 33 43 51


MARCIA

3TK2830

EMER-
3TK28 27

GENZA
K1

K7

Y33 Y34 PE A2 14 24 32 48 58 A2 14 24 34 44 52

K1 K2 H1 K3 K4 K5 K6 K7
PE N/–
N/– N/– N/–

Schema 7/38
3TK2827 collegato con 3TK2830 per emergenza, categoria di sicurezza 4 secondo EN 954-1, due canali, con controllo dello start

7/20 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
7.3.2 Controllo dei ripari 24 V AC/DC
di protezione L/+

K1

K2
aperto chiuso
K3

A1 Y1 Y2 13 23 (33) (41)

3TK28 21/24
aperto chiuso

K1 K2 K3

M M M

A2 14 24 (34) (42)
Schema 7/39 K1 K2 K3 H1
3TK2821/24 per il controllo dei ripari di pro- N/–
tezione, categoria di sicurezza 2 secondo
N/–
EN 954-1, un canale, con circuito di retroa-
zione, Start automatico

aperto 24 V AC/DC L/+


closed
K1
K1
K2

K3 M
A1 Y1 Y2 13 23 (33) (41)
3TK28 21/24

K2
aperto
chiuso
M

Schema 7/40 A2 14 24 (34) (42) K3


3TK2821/24 per il controllo dei ripari di pro- K1 K2 K3 H1
tezione, con blocco, categoria di sicurezza M
2 secondo EN 954-1, un canale, con circuito N/– N/–
di retroazione, Start automatico

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/21


L/+
24 V AC/DC
∞ K1

K2
∞A1 Y1 Y2 13 23 (33) (41)
3TK28 21/24

aperto chiuso K1

K2

M
A2 14 24 (34) (42)
Schema 7/41

K1 K2 H1
3TK2821/24 per il controllo dei ripari di pro-
aperto chiuso
∞ tezione, categoria di sicurezza 3 (4) secon-
N/– do EN 954-1, due canali, con circuito di
retroazione, Start automatico (per la cate-
N/– goria 4 è necessaria una protezione supple-
mentare)

24 V AC/DC
L/+

K1

K2

A1 Y11 Y12 Y33 Y34 13 23


3TK28 22

aperto chiuso
K1

K2

M
Y21 Y22 A2 14 24
K1 K2 Schema 7/42
3TK2822 per il controllo dei ripari di prote-
N/– N/– zione, categoria di sicurezza 4 secondo EN
954-1, due canali, con circuito di retroazio-
ne, Start automatico

7/22 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
L/+

L/+
A1 Y10 Y11 Y12 Y21 Y22 13 23 33 41 51
chiuso
aperto
K1 3TK28 25

K2
aperto chiuso K1 K2 K3
K3
M M M
Y33 Y34 Y43 Y44 PE A2 14 24 34 42 52

K1 K2 K3 H1 H2
PE
N/–
N/–

Schema 7/43
3TK2825 per il controllo dei ripari di protezione, categoria di sicurezza 2 secondo EN 954-1, due canali,
con circuito di retroazione, Start automatico

L/+

aperto chiuso
L/+
A1 Y10 Y11 Y12 Y21 Y22 13 23 33 41 51
3TK28 25

K1
K1

K2
K2

M
Y33 Y34 Y43 Y44 PE A2 14 24 34 42 52

K1 K2 H1 H2
PE
N/–
N/–

Schema 7/44
3TK2825 per il controllo dei ripari di protezione, categoria di sicurezza 4 secondo EN 954-1, due canali,
con circuito di retroazione, Start automatico

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/23


L/+

L/+
A1 Y10 Y11 Y12 Y21 Y22 13 23 31 47 57
chiuso
aperto

3TK28 28 K1 K2
K1
aperto chiuso
K2 M M
Y33 Y34 PE A2 14 24 32 48 58

H1 K1 K2

N/–
PE
N/–

Schema 7/45
3TK2827 per il controllo dei ripari di protezione, categoria di sicurezza 2 secondo EN 954-1, due canali,
con circuito di retroazione, controllo dello start

L/+

L/+

A1 Y10 Y11 Y12 Y21 Y22 13 23 31 47 57


3TK28 28

K1

K1 aperto chiuso K2

K2

Y33 Y34 PE A2 14 24 32 48 58 M

H1 K1 K2

N/–
PE
N/–

Schema 7/46
3TK2827 per il controllo dei ripari di protezione, categoria di arresto 1, categoria di sicurezza 3
secondo EN 954-1, due canali, con circuito di retroazione, controllo dello start

7/24 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
24 V AC/DC

L/+

A1 Y10 Y11 Y12 Y21 Y22 13 23 33 41 51 A1 13 23 33 43 51


3TK28 25

3TK28 30
K1

K6
aperto chiuso
Y33 Y34 Y43 Y44 PE A2 14 24 34 42 52 A2 14 24 34 44 52

K1 K2 H1 H2 N/– K3 K4 K5 K6
PE
N/ N/– N/–

Schema 7/47
3TK2825 collegato con 3TK2830 per il controllo dei ripari di protezione, categoria di sicurezza 4
secondo EN 954-1, due canali, con circuito di retroazione, Start automatico

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/25


Controllo dei ripari di protezione
tramite i finecorsa di sicurezza a L1 5
magnete SIGUARD senza contatto 0V START

In collegamento con il modulo di sor- +24 V DC


veglianza è permesso il controllo di un
riparo di protezione fino alla categoria
A1 A2 Y1 X1 13 23
di sicurezza 3 in accordo con la EN
954-1 (schema 7/48).
Il modulo di sorveglianza può funzio-
nare tanto con ripristino automatico 100 mA
I max.
come anche con controllo della ripar-
tenza. Il pulsante di START viene
eventualmente omesso. K1
µP1

Controllo di più ripari di protezione


con un modulo di sorveglianza fino
µP2
alla cat. 3 in accordo alla EN 954-1
K2
È possibile collegare fino ad un massi-
mo di otto finecorsa a magnete
SIGUARD ad un unico modulo di sor-
veglianza. Quando uno degli otto fine- S13 S14 S21 S22 14 24
ws/wh 22
sw/bk 13

corsa a magnete viene azionato (il


br/br 21
bl/bl 14

riparo di protezione viene aperto), il


modulo viene disinserito. Per ogni K3
ingresso esiste un uscita di segnala-
K4
zione del PLC. Il funzionamento sicuro
è garantito da due uscite di sicurezza
a relè. 0V M
Uscita di sicurezza 3~
Qualora non venga utilizzato un
ingresso, i morsetti corrispondenti SK3
debbono essere ponticellati.
Nel caso le esigenze di sicurezza sia- Schema 7/48
no limitate è possibile utilizzare il Finecorsa a magnete SIGUARD con modulo di sorveglianza 3SE6801-1cc in categoria
modulo di sorveglianza anche senza di sicurezza 3 secondo EN 954-1
pulsante di START. Per queste applica-
zioni i contatti X1 e Y1 devono essere
stabilmente ponticellati.

7/26 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
Finecorsa a magnete 5 Finecorsa a magnete 6 Finecorsa a magnete 7 Finecorsa a magnete 8
+24 V

4AT

Uscite di segnalazione
+SPS
al PLC
S13 S14 S21 S22 S13 S14 S21 S22 S13 S14 S21 S22 S13 S14 S21 S22 Y5 Y6 Y7 Y8 Y+ L+ 13 23
3SE6808-6DB

S13 S14 S21 S22 S13 S14 S21 S22 S13 S14 S21 S22 S13 S14 S21 S22 Y1 Y2 Y3 Y4 X4 L– 14 24
Uscite di segnalazione
al PLC
START

0V
Finecorsa a magnete 1 Finecorsa a magnete 2 Finecorsa a magnete 3 Finecorsa a magnete 4 (C)1998

Schema 7/49
Controllo di un massimo di 8 ripari di protezione con il finecorsa a magnete ed il modulo
di sorveglianza 3SE6808-6DB in categoria 3 secondo EN 954-1

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/27


7.3.3 Dispositivi
per presse

A1 Y11 Y12 Y21 Y22 Y23 13 23 31 41


Tensione di A1 L/+ 1 Rete
3TK28 34

funzionamento A2 N/–
Uscite 13, 14 Uscita di sicurezza 1 (Chiusura) 2 Fusibile PTC
23, 24 Uscita di sicurezza 2 (Chiusura) 3 Comando logico
1 2 31, 32 Apertura
41, 42 Apertura 4 Canale 1
3 4
Ingressi Y11, Y12 Circuito di retroazione 5 Canale 2
Y21, Y22, Y23 Pulsante S1
ϑ 6
6 Uscite di sicurezza
Y31, Y32, Y33 Pulsante S2
5

A2 Y31 Y32 Y33 14 24 32 42

Schema 7/50
Schema di collegamento interno per il dispositivo di comando a duje mani 3TK23834

L/+ L/+

S1
K1

K2

A1 Y11 Y12 Y21 Y22 Y23 13 23 31 41


S1, S2 Pulsanti sul pulpito a due mani
3TK28 34

H1 Indicatore luminoso
K1, K2 devono essere ad apertura forzata

K1

K2

A2 Y31 Y32 Y33 14 24 32 42

K1 K2 H1
N/– S2 N/–

Schema 7/51
Dispositivo per il comando a due mani.
Categoria di sicurezza 4, secondo EN 954-1

7/28 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
A1 Y11 Y12 Y13 Y14 Y21 Y22 13 23 33 41
Tensione di A1 L/+
3TK28 35

funzionamento A2 N/–
Uscite 13, 14 Uscita di sicurezza (Discesa battente)
23, 24 Chiusura (Saluto battente)
1 2 3 4 33, 34 Chiusura (Corsa di frenatura o.k.)
41, 42 Apertura (pompa idraulica inserita)
Ingressi Y11, Y12, Y13, Y14 Circuito di retroazione (K4)
Y21, Y22, Y23 Finecorsa (S4) per controllo corsa di frenatura
ϑ
Y31, Y32, Y33 Punto morto superiore (S3)

1 Rete
2 Fusibile PTC
3 Comando logico
4 Uscite di sicurezza
A2 Y31 Y32 Y33 Y34 14 24 34 42

Schema 7/52
Schema di collegamento per il dispositivo di comando a due mani 3TK2834

S0 L/+
S0 Interruttore principale
L/+
S1, S2 Pulsanti del pulpito di
comando a due mani
S3 Finecorsa per punto
morto superiore
S1 S4 Finecorsa per controllo
corsa di frenatura
K3 S4
K4 S5 Pompa idraulica inserita
S6 Salita battente
K4 (funzionamento manuale)
A1 Y11 Y12 Y21 Y22 Y23 13 23 31 41 A1 Y11 Y12 Y13 Y14 Y21 Y22 13 23 33 41 K1 Protezione pompa
idraulica
3TK28 34

3TK28 35

K1 K2 Salita battente
K3, K4 Discesa battente
H1 Indicatore luminoso

A2 Y31 Y32 Y33 14 24 32 42 A2 Y31 Y32 Y33 Y34 14 24 34 42


S5
S3
S6

S2 K4 K3 K2 H1 K1
N/–
N/–

Schema 7/53
Dispositivo di comando a due mani 3TK2834 in collegamento con il dispositivo
per il controllo della corsa di frenatura 3TK2835 per il controllo della corsa di frenatura
delle presse lineari idrauliche, pneumatiche e meccaniche in accordo al VBG 7 n 5.2 par.11,
Categoria di sicurezza 4, secondo EN 954-1

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/29


Procedura per l’inserzione di una
pressa:
1. Procedere all’inserzione della pom- LED‘s Funzione
pa idraulica tramite S5, portare il ATTIVO INATTIVO
battente al punto morto superiore, Controllo frenatura o.k.
eventualmente tramite S6. Controllo frenatura errato oppure prova non ancora eseguita
2. Azionare S1ed S2 sul pulpito di
comando a due mani fino a che
non apre il finecorsa S4. Diagnostica degli errori Potete trovare informazioni più det-
tagliate sul dispositivo di comando
3. Rilasciare S1 ed S2. Se la camma del finecorsa S4 non
a due mani 3TK2834 nelle istruzioni
funziona correttamente, allora l’in-
4. Azionare di nuovo S1 ed S2: l’in- di servizio con nr. di ordinazione
dicatore luminoso H1 non si illumi-
dicatore luminoso S1 si illumina 3ZX1012-0TK28-7CA1, sul dispositi-
na. La parte pericolosa della mac-
se il controllo della frenatura fun- vo per il controllo della frenatura
china può venire portata al punto
ziona correttamente. nelle nr. 3ZX1012-0TK28-6CA1.
morto superiore solo attraverso S6.
5. Rilasciare S1 ed S2: il battente
Con la pressa in tale condizione
ritorna al punto morto superiore.
non è più possibile un processo
6. Quando è in funzione il controllo produttivo. In questo caso è neces-
frenatura, tutte le uscite riman- sario informare il personale specia-
gono attive, fino al disinserimen- lizzato per esaminare la pressa.
to della tensione wird.
Tabella 7/1

A B C
Controllo di frenatura conforme alle regole
Us
1 Alimentazione (Us) inserita.
S1, S2 2 S5 viene azionato, K1 commuta (rilascio automatico).
3 S6 viene azionato, K2 commuta (il battente sale manualmente).
3TK28 34 4 Viene raggiunto il punto morto superiore, S3 viene azionato.
23/24 (K4) 5 S6 viene rilasciato, K2 ritorna in posizione.
6 S1 e S2 sul pulpito del comando a due mani vengono azionati. Il dispositivo
S3 di comando a due mani 3TK2834 diventa libero, K3 e K4 commutno.
S4 7 Il battente scende, S3 non è più azionato.
S5 8 Il controllo della corsa è eseguito, S4 viene azionato, K3 ritorna in posizione.
S6 9 Il battente rimane alzato, S1 ed S2 vengono rilasciati, K4 ritorna in
posizione.
3TK28 35 10 S1ed S2 vengono azionati, K4 commuta nuovamente, H1 si illumina.
13/14 (K3) 11 S1 ed S2 vengono azionati, K4 ritorna in posizione. K2 commuta, il battente
23/24 (K2) sale.
33/34 (H1) 12 S4 non viene più azionato.
13 Viene raggiunto il punto morto superiore, S3 viene azionato.
41/42
14 S1 ed S2 vengono azionati; K2 ritorna in posizione, K3 e K4 commutano.
K1 15 Il battente scende, S3 non viene più azionato.
16 S1ed S2 vengono rilasciati, K3 e K4 aprono. K2 commuta.
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 I punti dal 14 al 16 vengono ripetuti ad ogni corsa.

Tabella 7/2

7/30 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
A B D
Controllo di frenatura troppo lungo
US
1 Alimentazione (Us) inserita
S1, S2 2 S5 viene azionatol, K1 commuta (rilascio automatico).
3 S6 viene azionato, K2 commuta (il battente sale manualmente).
3TK28 34 4 Viene raggiunto il punto morto superiore, S3 viene azionato.
23/24 (K4) 5 S6 viene rilasciato, K2 ritorna in posizione.
6 S1 ed S2 sul pulpito di comando a due mani vengono azionati. Il
S3 dispositivo di comando a due mani 3TK2834 diventa libero,
S4 K3 e K4 commutano.
S5 7 Il battente scende, S3 non è più azionato.
S6 8 Il controllo della corsa è eseguito, S4 viene azionato, K3 ritorna in
posizione.
3TK28 35 9 Il battente non rimane alzato, S4 non viene più azionato
13/14 (K3) (viene bypassato), K3 commuta.
23/24 (K2) 10 S1 ed S2 vengono rilasciati, K3 ed K4 ritornano nuovamente in
33/34 (H1) posizione.
11 S1 ed S2 vengno azionati, K4 commuta nuovamente. Il controllo
41/42
frenatura è sospeso.
K1
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16

Tabella 7/3

S3

S S4
S

A B C D!

Tabella 7/4
Schema funzionale del dispositivo di comando per presse.
La distanza “s” permessa corrisponde alla lunghezza dell’azionamento del finecorsa S4.
La distanza “s” è stabilita dal produttore della pressa in accordo alla ZH 1/456.

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/31


7.3.4 Esempi di collega-
mento, combinazioni
ON
elettroniche SIGUARD
5 5 6
1 Microprocessori

3TK28 41
2 MOS FET
3 Driver
EMER- 4 Uscite di sicurezza
GENZA µC µC elettroniche
5 Ingressi esterni
1 1 (dinamicamente
controllati)
2 6 Circuito di retroazione
Pulsante di marcia
(dinamicamente
3 controllato)

4 4

Schema 7/54
Dispositivo elettronico Standard SIGUARD 3TK28 41, circuito interno

L+ ON
K1 K2

A1 Y11 Y12 Y33 Y34


3TK28 40

EMER- K1
GENZA
K2
* *

M
Y21 Y22 A2 Y20 11 12

K1 K2
*Uscite di sicurezza solo
se connesse con contattori
M esterni retroazionati in
sicurezza

Schema 7/55
Dispositivo elettronico di sicurezza SIGUARD 3TK28 40, arresto d’emergenza, 2-canali,
Categoria 3 secondo la EN 954-1

7/32 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
ON

M
L/+
A1 A2 Y11 Y12 Y20 Y21 Y22 Y33 Y34

3TK28 50
EMER- L1 L2 L3 L1 L2 L3
GENZA

T1 T2 T3 T1 T2 T3

Schema 7/56
Combinazione elettronica di sicurezza SIGUARD 3TK28 50: arresto d’emergenza, 2-canali,
Categoria 3 secondo la EN 954-1

L+ ON
K1 K2

A1 Y11 Y12 Y32 Y33 Y34


3TK28 42

K1
EMER- tv
GENZA
K2

Y21 Y22 A2 Y20 13 17 M

K1 K2

Schema 7/57
Dispositivo elettronico di sicurezza SIGUARD 3TK28 42: arresto d’emergenza, 2-canali,
start controllato, Categoria 4 secondo la EN 954-1

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/33


L+
K1 K2

A1 Y11 Y12 Y32 Y33 Y34

3TK28 42
K1
tv

K2

aperto chiuso
Y21 Y22 A2 Y20 11 12 M

K1 K2

Schema 7/58
Dispositivo di sicurezza elettronico SIGUARD 3TK28 42: controllo ripari mobili, 2-canali,
Categoria 4 secondo la EN 954-1

M
L /+
A1 A2 Y11 Y12 Y20 Y21 Y22 Y33 Y34
3TK28 50

L1 L2 L3 L1 L2 L3

T1 T2 T3 T1 T2 T3
aperto chiuso

Schema 7/59
Combinazione elettronica di sicurezza SIGUARD 3TK28 50: controllo ripari mobili, start
automatico, Categoria 3 secondo la EN 954-1

7/34 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
L+ ON

A1 Y11 Y12 Y32 Y33 Y34 A1 A2 Y11 Y12 Y20 Y21 Y22 Y33 Y34

3TK28 50
3TK28 41

EMER-
GENZA
L1 L2 L3 L1 L2 L3

T1 T2 T3 T1 T2 T3
aperto chiuso
Y21 Y22 A2 Y20 11 12

M
M

Schema 7/60
Combinazione elettronica di sicurezza SIGUARD 3TK28 50 e 3TK28 41: controllo ripari mobili, start controllato, Categoria 3 secondo
la EN 954-1

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/35


7.4 Dispositivi di controllo privi di contatto

7.4.1 Esempi di schemi


impiegati per barriere
di sicurezza SIGUARD

Esempio di connessione, barriera


+ 24 V
in Categoria 4 connessa ad una

Controllo dei contattori

Ripristino controllato
centralina di comando standard

6.3 AF

6.3 AF
1 AT
3RG7847-4BB:
La barriera o la griglia ottica 3RG7842 K2

è collegata tramite 2 canali alla centra- 1 + 24 V + 24 V 1

Start
Uscite di
2 0V 0V 2 sicurezza K1
lina 3RG7847-4BB: 3 3
4 2 canali di 1 canale di
4
A1 sicurezza sicurezza
5 5
• Categoria 4 secondo la EN 954-1 6 6
(L+) S11 S33 S34 S35 S31 S22 13 23 31
7 PE PE 7

• Riavvio manuale con relativo pulsan- Emettitore Ricevitore


+
Barriere e griglie ottiche
te di ripristino SIGUARD 3RG7842
= CH1
k2

• Controllo dei contattori s k1 k2 k1


SIGUARD 3RG7847-4BB
CH2

N.O.

N.O.
Usare entrambi i contattori K1
e K2 nel circuito di comando
A2 (L-) S21 S12 14 24 32 con guida forzata
1)
K1
1)
K2

1) Per utilizzo con soppressioni


0V di sovratensioni

Schema 7/61
Esempio di connessione, barriera ottica in Categoria 4 collegata a una centralina
di controllo standard tipo 3RG7847-4BB

Esempio di connessione, barriera + 24 V


in Categoria 4 connessa ad una 0V

centralina di comando con funzio-


dei contattori

2.5 AT
controllato
di Muting

Ripristino

ne di Muting:
Funzione

Controllo

1 + 24 V + 24 V 1 L+ L-
2 0V 0V 2 Ph N
La barriera o la griglia ottica 3RG7842 3 3 Uscite di sicurezza
M1 M2 M3 M4 k2
6 AT max.

4 4
è collegata alla centralina 5 5
Sensore 1

Sensore 2

Sensore 3

Sensore 4

k1
3RG7847-4BF con funzione 6 6
Start

7 PE PE 7
di Muting: Emettitore Ricevitore 4 15 24 22 23 20 21 31 32 13 14 11 2
Barriere e griglie ottiche
+ 24 V

2 canali di 1 canale di
• Categoria 4 secondo la EN 954-1 SIGUARD 3RG7842
T1 T2 S1 S2 M1 M2 M3 M4 sicurezza sicurezza
EDM

Test AOPDs Muting sensors


RESET

• Funzione di Muting integrata (ad


s
esempio con fotocellule come sen- SIGUARD 3RG7847-4BF
Lampade
R-Output
k2
Diagn. State
sori di Muting) State outputs Warn. di Muting
OSSD1 N.O.

OSSD2 N.O.
Muting
Failure
S1-S2

1 2
k1 k2 k1
• Riavvio manuale con relativo pulsan-
RS 232
0V

te di ripristino controllato dinamica-


9 19 33 30 28 29 7 6 10 1
mente K1
1)
1) Usare entrambi i contattori
K2
K1 e K2 nel circuito
• Controllo dinamico dei contattori
6 AT max.

di comando con guida


Conduttore comune forzata
per il controllo

Lampade di Muting L- L+ 1) Per utilizzo con


24 V, 5 W max. N Ph soppressioni
di sovratensioni

Schema 7/62
Esempio di connessione, barriera ottica in Categoria 4 collegata a una centralina di con-
trollo con funzione di Muting

7/36 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
+ 24 V
Esempio di connessione, barriera
0V in Categoria 2 connessa ad una
centralina di comando standard

Ripristino controllato

dei contattori
2.5 AT
3RG7847-4BD:

Controllo
1 + 24 V + 24 V 1 L+ L-
2 2 Ph N
3 0V 0V 3
Uscite
k2
La barriera ottica 3RG7841 è collegata
4 di sicurezza

6 AT max.
4
5 5
alla centralina di controllo 3RG7847-
k1
6
7
6
7
4BD:
8 8 Start
Emettitore Ricevitore
4 15 24 22 23 13 14 11 2 • Categoria 2 secondo la EN 954-1
+ 24 V

Barriere ottiche T1 T2 S1 S2 2 canali di 1 canale


SIGUARD 3RG7841
EDM
sicurezza di sicurezza • Test ciclico della barriera
Test AOPDs
RESET

Ingresso di test
s • Riavvio manuale con relativo pulsan-
SIGUARD 3RG7847-4BD R-Output
Diagn. State
k2 te di ripristino
OSSD1 N.O.

OSSD2 N.O.

k1 k2 k1
• Controllo dei contattori
RS 232
0V

9 7 6 10 1
1)
K1
1) Usare entrambi i contattori
K2 K1 e K2 nel circuito
h I
6 AT max.

di comando con guida


forzata

0V L- L+ 1) Per utilizzo con soppressioni


N Ph di sovratensioni

Schema 7/63
Esempio di connessione, barriera ottica in Categoria 2 collegata a una centralina
di controllo standard tipo 3RG7847-4BD

Esempio di connessione, barriera


+24 V
Controllo del ciclo: in Categoria 4 connessa ad una
0V
Dopo l’abilitazione il centralina di controllo con la fun-
Ripristino controllato

segnale di uscita 6 e il
dei contatoi
Protezione

zione di Controllo del Ciclo


del Cicilo
Controllo

LED sul display “restart


Controllo
1° ciclo
2° ciclo

inhibit interlocked”
2.5 AT

lampeggiano, con il
numero di interventi nel
L+
Ph
L-
N
campo di protezione La barriera ottica 3RG7842 è collegata
Contatto impostati.
1 + 24 V + 24 V 1 tramite 2 canali alla centralina di con-
6 AT max.

della macchina
Sono rilevati solo interventi
2 0V 0V 2 k
3 3 più lunghi di 300 ms.
trollo 3RG7847-4BH:
Start

4 4 I contatti della macchina


k chiudono nel punto morto
5
6
5
6
superiore e azzerano • Categoria 4 secondo la EN 954-1
l’intero ciclo impostato
7 PE PE 7 4 15 24 22 23 20 21 13 14 11 2

Emettitore Ricevitore • Controllo automatico di 1 o 2 cicli


+24 V

Barriere e griglie ottiche T1 T2 S1 S2


Select

Reset

• Riavvio manuale con relativo pulsan-


Clear

SIGUARD 3RG7842 Test AOPDs


ED

2 canali di 1 canale di
sicurezza sicurezza

SIGUARD 3RG7847-4BH R-Output


te di ripristino
OSSD1 N.O.

OSSD2 N.O.

Diagn. State State


k • Controllo dei contattori
S1-S2
RS232
0V

k k k

9 19 7 6 10 1
1)
K1 Usare entrambi i contattori
1)
K1 e K2 nel circuito
Segnali di uscita K2
di comando con guida
6 AT max.

forzata

L- L+ 1) Per utilizzo
N Ph con soppressioni
di sovratensioni

Schema 7/64
Esempio di connessione, barriera ottica in Categoria 4 collegata a una centralina di con-
trollo con funzione di Controllo del Ciclo

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/37


7.4.2 Esempio di collega-
mento per le barriere
ottiche SIGUARD
Centralina di controllo e barriera
ottica di sicurezza in Categoria 2
secondo la EN 954-1

3RG7821-7BG00 3RG7821-7CD00 3RG7821-7BG00 3RG7821-7CD00

Emettitore 1 Ricevitore 1 Emettitore 2 Ricevitore 2

Start
+24V 0V

A1 A2 X1 X2 X3 X4 X5 X6 X7 X8 X9 X10 X11 X12


3RG7826-1CB1

+24 V IN OUT 0V BN WH BN WH BN WH BN WH
(int.) (int.)

+24 V PNP- +24 V 0 V +24 V 0V


(internal) OUT (int.) IN OUT (int.) (int.) IN OUT (internal)
13 14 X21 X22 Y1 X23 X13 X14 X15 X16 X17 X18 X19 X20

Circuito
TEST esterno
di retro-
azione

K1

Contattore

Schema 7/65

7/38 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
Centralina di controllo e barriera
ottica di sicurezza in Categoria 4
secondo la EN 954-1

3RG7822-7BG00 3RG7822-7CD00 3RG... 3RG...

Emettitore Ricevitore Emettitore Ricevitore

1 2 4 3 1 2 4 3 1 2 4 3 1 2 4 3

L1

S
S

+24 V DC

A1 X1 X2 X3 X4 X5 X6 X7 X8 + – 13 23 39 41

24V T1 Q1 T2 Q2 RESTART Cont.M UB OUT


3RG7827-1DE2

RESTART Relay

0V T3 Q3 T4 Q4 PM Indic. UB OUT

A2 X9 X10 X11 X12 X13 X14 Y1 Y2 + – 14 24 34 42

0V 0V

1 2 4 3 1 2 4 3 1 2 4 3 1 2 4 3
K4

K5

M
Emettitore Ricevitore Emettitore Ricevitore 3~
N
3RG... 3RG... 3RG... 3RG...

Schema 7/66

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/39


7.5 Barriere di sicurezza ottiche a pressione SIGUARD

Esempi di collegamento all’unità di Il dispositivo di controllo in custodia


controllo da 22,5 mm controlla da un lato i
segnali dell’emettitore e del ricevitore
Le barriere di sicurezza a pressione
e dall’altro le possibilità di errore del-
SIGUARD unitamente al dispositivo di
l’intero sistema. Il dispositivo di con-
controllo 3RG78 57-1BD possono
trollo è alimentato a 24 V c.c.. Le usci-
essere impiegate come sistema di
te di sicurezza a disposizione sono
sicurezza atto a soddisfare fino alla
con tecnica a relè. Un’ulteriore uscita
categoria 4 in accordo con la EN 954-1.
può essere portata a un PLC come
segnalazione. Per effettuare un ripristi-
no delle funzionalità della barriera
deve essere utilizzato un pulsante di
START manuale.

Ricevitore 3RG7855-1R Emettitore Alimentatore


24 V DC

Uscita di segnalazione Pulsante di START Uscite di


sicurezza

wh gn bn A1(+) X1 X2 X3 13 23
3RG7857-1BD

K1 K1

K2 K2
12 V
Regler
K1 K2
Elaboratore dei
segnali

K1 K2

A2(–) 14 24
Uscite di
sicurezza

Schema 7/67

7/40 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7.6 SIMATIC S5-95F – Disinserzione sicura con blocchi
funzionali “OFF di emergenza” certificati
7
OFF di emergenza
con SIMATIC S5-95F Pulsante di Se la catena non è avviata e il fronte
START FB positivo allo start e la combinazione
Poiché l'S5-95F soddisfa alle norme PB START CATENA OFF d’emergenza danno risultato
EN 954-1 e/o alle IEC 61508, con esso Pulsante 1 di START
START logico “1” e il segnale di reazione
emergenza è inverso rispetto all’uscita OFF
è possibile realizzare anche NOT-AUS-
Combinazione d’emergenza, allora si ha uscita

Combinazione
schemi "OFF d’emergenza". Verknüpfung
OFF d’emergenza OFF d’emergenza = “1”
Pulsante 2 di
emergenza
A questo scopo sono state approntati
Uscita OFF
blocchi funzionali standard certificati d’emergenza
dall’Associazione Professionale. & Attuat.
Pulsante di
emergenza Reazione
Questi blocchi funzionali rendono pos-
sibile sia l'attribuzione bit a bit di
ingressi e uscite (un ingresso = un’u-
scita) sia l’attribuzione byte a byte di FB
STOP CATENA
ingressi e uscite. È così possibile atti-
vare un intero circuito di OFF d’emer-
genza con più pulsanti d’emergenza
dopo un’analisi interna e con le
confortevoli possibilità di segnalazione
dell’S5-95F. Interrupt software (OB3) con pulsante d’emergenza collegato a periferia onboard
Interrupt a tempo (OB13) con pulsante d’emergenza collegato a periferia esterna
È anche ammesso sotto determinati
presupposti attivare/disattivare barrie-
Schema 7/68
re ottiche (muting). Principio del riconoscimento e della disinserzione di catene “OFF d’emergenza” nel con-
trollore ad elevata sicurezza S5-95F
Disposizione dei singoli conduttori
I sensori (pulsanti d’emergenza, barrie- Descrizione dello schema 7/71
l’OB 13 entro 120 ms. L’uscita OFF d’e-
re luminose, ecc.) possono essere col-
I sensori vengono combinati logica- mergenza può essere nuovamente abi-
legati sia alla periferia di sicurezza del-
mente tra loro a piacere in un blocco litata se il corrispondente merker d’ap-
l’S5-95F sia essa onboard oppure
programma e il risultato assegnato a poggio assume nuovamente il risultato
esterna. Nei datori a un canale il con-
un merker d'appoggio al quale viene logico 1 (p. e. i pulsanti d’emergenza
duttore del segnale deve essere porta-
anche attribuita un'uscita “OFF d’e- vengono rilasciati), al pulsante di mar-
to in parallelo alle due apparecchiature
mergenza” . Nel caso più semplicetutti cia si ha un fronte positivo e l’ingresso
parziali, nei datori a due canali ogni
gli ingressi (contatti in apertura) vengo- di reazione dà segnale 0.
conduttore di segnale deve essere por-
no inseriti dal programma inserie tra
tato a una apparecchiatura parziale, In
loro e assegnati a questo merker. Il
entrambi i casi il segnale arriva in
blocco di start combina nel programma
modo ridondante al PLC, ma dal punto
ciclico i segnali “merker d’appoggio,
di vista del programma applicativo vie-
pulsante di marcia e ingresso di reazio-
ne interrogato come ingresso singolo.
ne”. L’uscita OFF d'emergenza viene
Se è necessario un test incrociato i
quindi abilitata se il merker d’appoggio
conduttori dei sensori non vengono ali-
e la combinazione dei sensori hanno
mentati con una tensione costante di
segnale logico 1, l’ingresso di reazione
24 V, ma da una uscita digitale onboard
dell’organo di disinserzione dà segnale
conschemata con il software di para-
0 e il pulsante di marcia riconosce un
metrizzazione COM 95.
fronte positivo.
Questa uscita di test viene quindi
Il blocco di stop parametrizzato disin-
disinserita brevemente per il test e il
serisce un’uscita d’emergenza abilita-
segnale di zero controllato sull’ingres-
ta, non appena il relativo merker d’ap-
so corrispondente.
poggio assume segnale 0. A seconda
Il contatto di rilettura di elementi di del collegamento dei sensori alla peri-
manovra e del pulsante di marcia pos- feria di sicurezza onboard o esterna,
sono essere collegati sia a ingressi di tale disinserzione ha luogo nel blocco
sicurezza sia a ingressi non di sicurezza. organizzativo OB3 entro 10 ms o nel-

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/41


Introduzione

1 1 1 1
I seguenti esempi mostrano il collega-
2 2 2 2 mento di un pulsante ON di tacitazio-
O 32.2 3 3 3 3
4 4 4 4
ne e il collegamento di un pulsante
I 0.1 I 1.1
5 5 5 5 d’emergenza alla periferia onboard
6 6 6 6
7 7 7 7
dell’S5-95F.
O 32.2
8 8 8 8
9 9 9 9
10 10 10 10 Regola
11 11 11 11
12 12 12 12 I pulsanti d’emergenza devono esse-
13 13 13 13 K1
14 14 14 14
re collegati agli ingressi d’emergenza.
15 15 15 15 Apparec- In generale i pulsanti d’emergenza
16 16 16 16 chiatura possono essere collegati alla periferia
17 17 17 17 di disinserz.
18 18 18 18
OFF K2 di sicurezza sia onboard sia esterna.
19 19 19 19
20 20 20 20 d’emerg. Il pulsante ON di tacitazione può esse-
K3 re collegato alla periferia di sicurezza
K1 K2 K2 K1 onboard oppure alla periferia esterna di
sicurezza o non di sicurezza.
O1
O2 Esempio 1
La schema 7/74 mostra uno schema
per il comando indiretto delle apparec-
Schema 7/69
Comando di contattori ausiliari ridondanti con rilettura tramite contatti ausiliari guidati chiature di disinserzione d’emer-genza
con due contattori ausiliari ridondanti
e con una reazione tramite due con-
tatti ausiliari guidati e periferia
esterna.
1 1 1 1
2 2 2 2
3 3 DI 32.2 3 3 DI 32.2 Esempio 2
4 4 4 4
5 5 5 5
6 6 6 6 La schema 7/75 mosta il collegamen-
7 7 7 7 to di un pulsante ON di tacitazione e il
8 8 8 8
9 9 9 9 collegamento di un pulsante d’emer-
10 10 10 10 genza alla periferia on board di sicu-
11 11 DI 33.0 11 11 DI 33.0
12 12 12 12 rezza.
DO 33.0 13 13 13 13
14 14 14 14
15 15 15 15
16 16 16 16
17 17 17 17
18 18 18 18
19 19 19 19
20 20 20 20

S1 S2a S2b
A1 A1
A2

S1= pulsante ON di tacitazione S2= pulsante d’emergenza

Schema 7/70
Collegamento del pulsante ON di tacitazione e delle apparecchiature d’emergenza con
controllo incrociato

7/42 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7.7 Esempio di collegamento di un ET 200X
e di un avviatore diretto
PROFIBUS-DP

carico 24 V DC
7
400 V AC
AS-Interface

+ – + –
EMER-
GENZA

-X1 -X3 -X1 -X3 -X1 -X3

Out 0 IN0 Out 0 IN0 Out 0 IN0

IN1 IN1 IN1

-X2 -X2 -X2

M M M

Schema 7/71
Schema secondo la Categoria 1
PROFIBUS-DP

carico 24 V DC

400 V AC EMERGENZA
AS-Interface

1
Relè
di sicurezza
2 Es.
+ – + – 1
SIGUARD
2 3TK28 Ripristino

-X1 -X3 -X1 -X3 -X1 -X3

I>

Out 0 IN0 Out 0 IN0 Out 0 IN0

On Run

IN1 IN1 IN1

-X2 -X2 -X2

M M M

Schema 7/72
Schema secondo la Categoria 4

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/43


7.8 ET 200S SIGUARD

senza SIGUARD con SIGUARD in Categoria 4

A1 A2 A3 A4 A5 A6 A7 A8 A9

Modulo terminale
PM-D

PM-X
DS DS RS PM-D DS DS RS
F1
Q1
Salvamo-
IM tore
151
TM-P15 S27-01

TM-X15 S27-01
F-Kit 1 F-Kit 1 F-Kit 2
PROFIBUS-DP
TM-PF30
S47-B1 Contat-
tore di K1
alimenta-
zione

Calotta di
copertura

Tabella 7/5
Confronto tra una struttura con e senza SIGUARD

senza SIGUARD con SIGUARD in Categoria 4


400V AC
1L1 I = Input da programmare
1L2
O = Output da programmare
1L3
= Cavo collegato esternamente
Q1

21

K1
1L1
3L2
5L3

1L1
3L2
5L3

22

A2 A3 A4 A6 A7 A8

I I I I I I
Fault Fault Fault Fault Fault Fault

I I I I F-Kit 1 I F-Kit 1 I F-Kit 2


O O O O O O O O

I I I I I I
2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3
N
PE

N
PE

N
PE
N

PE

M M M M M M
3~ 3~ 3~ 3å 3~ 3~

Schema 7/73
Schema della potenza; confronto tra una struttura con e senza SIGUARD

7/44 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
senza SIGUARD con SIGUARD in Categoria 4

1 A1 6 1 A5 6 A9
L+ AUX2 L+ OUT+ RF1
8 13 8 13 1 21
U1 U1
2 7 2 7 K1
M AUX3 M OUT– 2
9 14 9 14
22
22 13 RF2
ON
23
24 14
17
EMERGENZA
4 4 27
A1+ A1+ AUX2
11 11 25 11 21 6 A1
U2 U2
K1
5 5 26 7
A2– A2–
12 12 28 12 22 A2
AUX3

Schema 7/74
Schema degli ausiliari; confronto tra una struttura con e senza SIGUARD

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/45


Gruppo 1
Gruppo 1.1 Gruppo 1.2

A1 A2 A3 A4 A5 A6 A7 A8 A9 A10

Modulo terminale
PM-X

PM-X

PM-X
PM-D DS PM-D DS DS PM-D DS
F1 F2 F2
Q1 ... 3
Salva-
IM motore
151
TM-X15 S27-01

TM-X15 S27-01

TM-X15 S27-01
F-Kit 1 F-Kit 1 F-Kit 1 F-Kit 1
PROFIBUS-DP
TM-PF30 TM-PF30 TM-PF30
S47-B1 S47-B1 S47-B1
Contattore K1 ... 3
di alimen-
tazione

Calotta
di copertura

Tabella 7/6
Arresto d’emergenza combinato a due circuiti di protezione ripari in serie

Gruppo 1

Gruppo 1.1 Gruppo 1.2


400V AC
1L1
1L2
1L3

Q1 Q2 Q3

21 21 21

K1 K2 K3
1L1
3L2
5L3

1L1
3L2
5L3

1L1
3L2
5L3

22 22 22

A2 A5 A6 A9

I I I I
Fault Fault Fault Fault

I F-Kit 1 I F-Kit 1 I F-Kit 1 I F-Kit 1


O O O O

I I I I
2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

N
PE

I = Input da programmare
N

PE
O = Output da programmare
M M M M = Cavo collegato esternamente
3~ 3~ 3~ 3~

Schema 7/75
Schema della potenza; arresto d’emergenza combinato a due circuiti di protezione ripari in serie

7/46 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
Gruppo 1

Gruppo 1.1 Gruppo 1.2

L+ 1 A1 6 A3 L+ 1 A4 6 A7 L+ 1 A8 6 A10
OUT+ RF1 OUT+ RF1 OUT+ RF1
U1 8 13 1 21 U1 8 13 1 21 U1 8 13 1 21
M 2 7 K1 M 2 7 K2 M 2 7 K3
OUT– 2 OUT– 2 OUT– 2
9 14 9 14 9 14
22 22 22
22 13 RF2 22 13 RF2 22 13 RF2
ON ON ON
23 23 23
24 14 24 14 24 14
17 EMER- 17 17 Protezioni
GENZA Protezioni
A1+ 4 27 A1+ 4 27 ripari A1+ 4 27 ripari
AUX2 AUX2 AUX2
U2 11 25 11 21 6 A1 U2 11 25 11 21 6 A1 U2 11 25 11 21 6 A1

K1 K2 K3
A2– 5 26 7 A2– 5 26 7 A2– 5 26 7
12 28 12 22 A2 12 28 12 22 A2 12 28 12 22 A2
AUX3 AUX3 AUX3

Schema 7/76
Schema degli ausiliari; arresto d’emergenza combinato a due circuiti di protezione ripari in serie

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/47


Arresto
d’emergenza 1
Categoria 4 Categoria 3
Cat. Arresto 0 Cat. Arresto 1

A1 A2 A3 A4 A5 A6 A7 A8

Modulo terminale
PM-X

PM-X
PM-D DS DS PM-D DS DS
F1 F3
Q1 ... 2
Salvamo-
IM tore
151
TM-X15 S27-01

TM-X15 S27-01
F-Kit 1 F-Kit 1 F-Kit 1 F-Kit 1
PROFIBUS-DP
TM-PF30 TM-PF30
S47-B1 S47-C0
Contattore K1 ... 2
di alimen-
tazione

Calotta
di copertura

Tabella 7/7
Arresto d’emergenza con Categoria di Arresto 0 e 1

Arresto
d’emergenza 1
Categoria 4 Categoria 3
Cat. Arresto 0 Cat. Arresto 1
400V AC
1L1
1L2
1L3

Q1 Q2

21 21

K1 K2
1L1
3L2
5L3

1L1
3L2
5L3

22 22

A2 A3 A6 A7

I I I I
Fault Fault Fault Fault

I F-Kit 1 I F-Kit 1 I F-Kit 1 I F-Kit 1


O O O O

I I I I
2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

PE

N
N
PE

I = Input da programmare
N

PE
O = Output da programmare
M M M M = Cavo collegato esternamente
3~ 3~ 3~ 3~

Schema 7/77
Schema della potenza; arresto d’emergenza con Categoria di Arresto 0 e 1
7/48 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens
7
Arresto
d’emergenza 1
Categoria 4 Categoria 3
Cat. Arresto 0 Cat. Arresto 1
1 A1 6 A4 A5 6 A8
L+ OUT+ OUT+
8 13 1 13 1 RF1 21
U1 RF1
2 7 7 K1
M OUT– 2 OUT– 2
9 14 RF2 14 22
RF2 21
22 13
K2
ON 22
23
24 14
17
EMERGENZA
4 27 4
A1+ AUX2 A1+ AUX2
11 25 11 21 6 A1 11 6 A1
U2 U2
K1 K2
5 26 7 5 7
A2– A2–
12 28 12 22 A2 12 A2
AUX3 AUX3

Schema 7/78
Schema degli ausiliari; arresto d’emergenza con Categoria di Arresto 0 e 1

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/49


Arresto
d’emergenza 1

A1 A2 A3 A4 A5 A6 A7 A8

Modulo terminale

Modulo terminale
PM-X

PM-X
PM-D DS DS PM-D DS DS
F1 F4
Q1 Q2
Salvamo- Salvamo-
IM tore IM tore
151 151
TM-X15 S27-01

TM-X15 S27-01
F-Kit 1 F-Kit 1 F-Kit 1 F-Kit 1
PROFIBUS- PROFIBUS-
DP TM-PF30 DP TM-PF30
S47-B1 S47-C1
K1 K2
Contattore Contattore
di alimen- di alimen-
tazione tazione

Calotta Calotta
di copertura di copertura

Tabella 7/8
Arresto d’emergenza per più sistemi ET 200S

Arresto
d’emergenza 1
400V AC
1L1
1L2
1L3

Q1 Q2

21 21

K1 K2
1L1
3L2
5L3

1L1
3L2
5L3

22 22

A2 A3 A6 A7

I I I I
Fault Fault Fault Fault

I F-Kit 1 I F-Kit 1 I F-Kit 1 I F-Kit 1


O O O O

I I I I
2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3

2T1
4T2
6T3
N
PE

N
PE

I = Input da programmare
N

PE
O = Output da programmare
M M M M = Cavo collegato esternamente
3~ 3~ 3~ 3~

Schema 7/79
Schema della potenza; arresto d’emergenza per più sistemi ET 200S

7/50 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
Arresto Per più sistemi ET 200S
d’emergenza 1

L+ 1 A1 6 OUT+ A4 L+ 1 A5 6 OUT+ A8 L+ 1 6 OUT+


RF1 RF1 RF1
U1 8 13 1 21 U1 8 13 1 21 U1 8 13 1 21
M 2 7 OUT– K1 M 2 7 OUT– K2 M 2 7 OUT– K
2 2 2
9 14 9 14 9 14
22 22 22
22 RF2 22 RF1 RF2 22 RF1 RF2

23 23 RF2 23 RF2
13
24
ON
17
14
A1+ 4 27 EMERGENZA A1+ 4 27 IN+ A1+ 4 27 IN+
AUX2 AUX2 AUX2
U2 11 25 11 21 6 A1 U2 11 28 IN– 6 A1 U2 11 28 IN– 6 A1

K1 K2 K
A2– 5 26 7 A2– 5 7 A2– 5 7
12 28 12 22 A2 12 A2 12 A2
AUX3 AUX3 AUX3

Schema 7/80
Schema degli ausiliari; arresto d’emergenza per più sistemi ET 200S

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/51


7.9 Avviamento di una macchina

Questo capitolo descrive esempi appli- Comunque, devono essere osservate SIMOVERT MASTERDRIVES
cativi dei sistemi SIMOVERT MASTER- tutte le raccomandazioni presenti nelle Vector control Katalog DA65.10
DRIVES per applicazioni che riguardano documentazioni specifiche dei disposi-
SIMOVERT MASTERDRIVES
la variazione del numero dei giri con tivi (Vedere certificati nella Sezione
Motion control Katalog DA65.11
motori in corrente alternata. 8.8.3).
SIMODRIVE 611
Gli esempi mostrano le possibilità di La funzione “ferma sicura” è realizzabi-
Katalog NC 60.1 e NC 60.2
realizzazione. Queste devono essere in le con le funzioni specifiche degli appa-
accordo con le funzionalità della mac- recchi “sicurezza non attiva” oppure
china, affinché questa giunga al neces- “blocco della partenza” . Sono quindi da
sario risultato. Ciò conduce ad una rispettare le istruzioni corrispondenti
parametrizzazione individuale per descritte nella documentazione di pro-
incontrare le esigenze della categoria dotto.
di arresto 1.

7.9.1 Esempio applicativo


per la funzione arresto di
emergenza. Categoria di
arresto 0

L1
L2
L3
PE

L/+
N/–

P24 V DC
M DC K1

EMER-
GENZA U1 V1 W1
X533
1) Option K80
1
2 PV
4 P24V
K1 ON 3

A1 Y1 Y2 13 23
3TK2824

X101
Control
module
X CU
1)
Segnali di retroazione
dai dispositii di
Communi- protezione come
cations barriere o finecorsa etc.
module,
e.g. CBP SIMOVERT MASTERDRIVES
X: Ingresso digitale,
A2 14 24 Drive inverter U2 V2 W2 assegnato al OFF2
P556i001 e i002
M
K1 3~ Routine separa-
N/–
tamente protetta

Schema 7/81
Categoria di arresto 0, 2 canali, con circuito di retroazione, Categoria 3 secondo la EN 954-1

7/52 Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens


7
7.9.2 Esempio applicati-
vo per la funzione
di arresto di emergenza
in Categoria 1

L1
L2
L3
PE

L/+
N/–

24 V DC
M DC K1

U1 V1 W1
X533
1) 1 Option
X533 K80
2
4 PV
3 P24V
K1 ON
Y10
A1 Y11 Y12 Y33 Y34 13 23 31 43 53
3TK2827

X101
Control
X
module
EMER- 1)
GENZA Y CU Segnali di retroazione
dai dispositivi di
protezione come
Communi- barriere o finecorsa etc.
cations
module, X: Ingresso digitale,
e.g. CBP SIMOVERT MASTERDRIVES assegnato al OFF2
Y21 Y22 PE A2 14 24 32 44 54 Drive inverter U2 V2 W2 P55i001 e i002

PE H1 K1 X: Routine separatamente
M
N/– 3~ protetta

Schema 7/82
Categoria di arresto 1, 2 canali, con circuito di retroazione, Categoria 3 secondo la EN 954-1

Safety Integrated Manuale d’applicazione Siemens 7/53