Sei sulla pagina 1di 3

Personaggi dell’Eneide nel dettaglio

Enea = valoroso guerriero e figlio di Anchise (cugino del re di Troia, Priamo) e di Afrodite, dea
della bellezza. Marito prima di Creusa( figlia di Priamo e Ecuba) con cui diede alla luce Ascanio e
poi di Lavinia (figlia del re del Lazio) con cui darà inizio alla nuova stirpe romana (TROIANI+LATINI).
Enea raffigurava un uomo obbediente agli dèi, e umile di fronte alla loro volontà.

Ascanio (chiamati Iulo dai latini) = era il figlio di Enea e Creusa. Giungerà insieme al padre in Italia
e fonderà la stirpe da cui discenderanno Romolo e Remo. Da Iulo derivò la stirpe GENS IULIA, a cui
appartiene Gaio Giulio Cesare e Ottaviano Augusto.

Anchise = marito di Venere da cui nacque Enea. Aveva un legame di sangue con il re triano
Priamo, erano cugini . Per un breve periodo segue il figlio nel suo viaggio dove muore a Drepano.

Latino = padre di Lavinia e re del Lazio. All’arrivo di Enea esso concede in sposa la propria figlia ,
già promessa sposa di Turno, re dei Rutuli

Turno = lui era l’antagonista di Enea e re dei Rutuli che voleva in sposa Lavinia, ma lei era
destinata a Enea

Pallante = giovane combattente alleato di Enea contro Turno, ma muore sul campo ( figlio di
Evandro, re degli Arcadi)

Laocoonte = detto anche PROFETA MAI ASCOLTATO, era il sacerdote di Apollo e figlio di Priamo.
Morì (con anche i suoi figli) ucciso da un serpente marino mentre cercava di impedire l’ingresso
del cavallo a Troia.

Didone = è la fondatrice e prima regina di Cartagine ed era stata precedentemente regina


consorte del regno fenicio di Tiro. Essa si innamorò di Enea, quando egli approdò a Cartagine per
colpa di una tempesta causata da Giunone prima di arrivare nel Lazio, ed ebbero una relazione.
Disperata per la partenza improvvisa di Enea, costretto dal Fato, Didone si uccise con la spada di
Enea, chiedendo al suo popolo di vendicarla e profetizzando i futuri scontri tra Cartagine e i
discendenti di Enea, futuri romani.
Anna = sorella di Didone. Alla morte di Didone il re numida Iarba, che era stato pretendente
respinto della regina, invase Cartagine ed Anna venne esiliata. Riparò presso Batto, re di Malta, ma
tre anni dopo era di nuovo in fuga a causa della persecuzione di Pigmalione, re di Tiro. Naufraga
sulle rive del Lazio incontrò Enea che, dopo aver sposato Lavinia, regnava sulla nuova città di
Lavinio. Enea la ospitò in onore del suo passato amore per Didone ma Lavinia, gelosa, tramò per
eliminarla. Avvertita in sogno dall'ombra di Didone del pericolo Anna fuggì di nuovo ma cadde nel
fiume Numicio, il cui nume la rese una ninfa e la tenne con se.

Creusa = era figlia di Priamo e di Ecuba,nonché sorella di Ettore. In seguito, Creusa sposò Enea,
figlio di Anchise, da cui ebbe un figlio, Ascanio. Creusa si smarrì la notte della caduta di Troia. Enea
riempì di richiami le strade alla ricerca della moglie, finché scorse il suo fantasma. Creusa parlò
ribadendo che gli dèi avevano voluto che ella non seguisse il marito nei suoi viaggi ma fosse
assunta in cielo per servire Cibele.

Lavinia = fu la seconda sposa di Enea, da cui partì la nuova stirpe romana. Figlia del re del Lazio
Latino, inizialmente lei era la promessa sposa di Turno, ma dopo lo sbarco di Enea nel Lazio viene
data in sposa al capo troiano per sigillare la nuova alleanza.

Sibilla = sacerdotessa di Apollo che predice gli oracoli, porta Enea dell’Ade e lo informa del suo
futuro

Caronte = traghettatore infernale al di là del fiume Acheronte

Cerbero = mostruoso cane a 3 teste, e guardiano nel mondo dei morti

Minosse = ha il compito di rivedere le sentenze di coloro che sono morti per ingiusta condanna.

Giove = divinità imparziale che rappresenta l’equilibrio

Giunone = divinità che è sempre stata nemica dei troiani. Dea oppositrice di Enea perché è figlio
di Venere, dea della bellezza. Giunone la odia perché ha vinto la sfida del pomodoro della bellezza
giudicata da Paride.
Minerva = dea della sapienza, nemica dei troiani.

Venere = dea della bellezza, moglie di Anchise e madre di Enea.

Potrebbero piacerti anche