Sei sulla pagina 1di 1

LA DIFESA DEL POPOLO 27 MARZO 2011 37

RADICCHIO ROSSO DI TREVISO E VARIEGATO DI CASTELFRANCO

Dopo 15 anni di ipg, ora si punta al dop


Il consorzio di tutela ha già presentato richiesta all’Unione Europea
■ Da ben 15 anni il radicchio di «Il passaggio da igp a dop garan- climatiche, i produttori hanno
Treviso igp e il variegato di Castel- tirà un ulteriore grado di protezio- avuto le giuste soddisfazioni dal
franco igp si fregiano del marchio ne per questi due pregiati ortaggi punto di vista remunerativo. Prez-
assegnato dall’Unione Europea, – spiega Paolo Manzan, presidente zo equo, comunque, anche per i
primi radicchi italiani ad averlo ot- del consorzio – La denominazione consumatori, anche se nel periodo
tenuto. Sono pregiate cicorie che di origine protetta significa, infat- di Natale, come sempre accade vi-
vengono coltivate nelle province di ti, che tutti i vari, complessi pas- sto la maggiore richiesta, i prezzi
Treviso, Venezia e Padova. Vanta- saggi per la produzione del pro- hanno subito la classica impenna-
no innumerevoli tentativi d’imita- dotto debbano necessariamente ta, anche se non sono schizzati al-
zione, ma è solo grazie alle pecu- essere compiuti esclusivamente le stelle. Soprattutto nelle zone di
liarità territoriali che si riesce a nel territorio d’origine e proprio produzione non si vuole rinuncia-
produrre un ortaggio così pregiato: l’uso della nostra acqua del Sile (il re al radicchio da portare in tavola
nel caso del radicchio di Treviso fiume di risorgiva più lungo d’Eu- per le festività di fine anno. Certa-
igp è il fatto che la fase dell’im- ropa) offrirà un’ulteriore garanzia. mente prima della crisi, nonostan-
bianchimento avvenga immergen- Ora è solo una questione burocra- te l’incremento dei prezzi, non
do i cespi in vasche contenenti tica. Siamo già andati a Bruxelles c’erano problemi di vendita, ora se
l’acqua del fiume Sile che presenta per depositare la necessaria docu- ne compra sempre, ma in quantità
una temperatura annua costante mentazione e la stessa richiesta ridotte. I prezzi, poi, sono scesi do-
fra 14 e i 15 gradi. Ora si vuole di dev’essere presentata a Roma. po le feste, anche perché il tempo
più, ovvero il marchio dop. Sareb- Questo percorso non sarà certo è migliorato e quindi c’era prodot-
bero i primi ortaggi a ottenerlo in breve, ma ci consentirà di circo- to in sovrabbondanza».
Italia. Ed è su questo, ma anche su scrivere o ridurre la contraffazio- a causa delle forti precipitazioni a dicembre, ma poi tutto si è risol- L’incremento produttivo è stato
molte altre iniziative, che si stan- ne del prodotto». del mese di novembre, con la con- to in positivo con un buon incre- per il radicchio di Treviso attorno
no concentrando gli sforzi del Un primo bilancio della stagione seguente difficoltà di togliere il mento produttivo. «Possiamo rite- al 5 per cento e per il variegato at-
Consorzio di tutela del radicchio produttiva 2010-2011, anche se prodotto dal campo per riporlo nerci abbastanza soddisfatti, an- torno al 40 grazie ai 200 produtto-
rosso di Treviso igp e variegato di solo su dati di fine febbraio, parla nelle vasche di imbianchimento. che perché all’inizio della stagione, ri iscritti al consorzio.
Castelfranco igp. di un inizio piuttosto problematico Questo ha portato a prezzi elevati nonostante le avverse condizioni Laura Tuveri

L’ I M B A L L A G G I O I VIGILATORI
«Servono logo e confezione ad hoc Due “angeli custodi” per verificare
per farci riconoscere dai consumatori» il disciplinare di produzione

P er il presidente del consorzio di tutela,


Paolo Manzan (nella foto), riuscire a
realizzare un brand e una confezione
unica per almeno il 60 per centro di prodotto
marchiato igp è un sogno a lungo cullato,
radicchio di Treviso igp e variegato di
Castelfranco igp, oppure che ciascuna
organizzazione di produttori commercializzi
con un proprio logo e imballaggio, perchè da
soli non si va da nessuna parte. L’unione in
P er difendere l’unicità e la territorialità del
Radicchio di Treviso igp e del Variegato di
Castelfranco igp è stato creato un pool di
agenti vigilatori. Sono pubblici ufficiali addetti alla
verifica e al controllo che i “fiori che si mangiano”
ristoranti e
pizzerie, che sono
i settori
sicuramente più a
rischio, più
prima ancora di diventare il numero uno del questo caso davvero farebbe la differenza». siano commercializzati nel rispetto delle regole del qualche piccolo
consorzio, nell’autunno del 2009. Attribuisce Unità serve anche quando si presenta alle disciplinare. In pratica si tratta di una sorta di angeli dettagliante ma in
così tanta importanza a tale progetto, che se varie feste e mostre mercato riunite nel custodi anti-frodi. Il lavoro dei due agenti è iniziato misura inferiore.
non riuscirà a portare a casa questo risultato cartellone “Fiore d’inverno”. Anche in questo già due anni fa, ma ora si sta intensificando, Alcuni di questi
assicura di aver già messo le sue caso per proporsi in modo prendendo spunto dal regolamento che ha istituito successivamente
dimissioni sul tavolo. «Puntare a unitario servirebbe, secondo l’igp per i radicchi veneti, che delega al consorzio di hanno mostrato di
un logo identificativo è ormai Manzan, che ciascuna mostra tutela compiti di autocontrollo perché le regole del perseverare nel
una necessità per dare valore rinunciasse alla propria disciplinare di produzione, che individua zona, loro errore e quindi si sono dovuti stilare i primi
aggiunto al lavoro di tanti denominazione per ribattezzarsi metodi e sistemi di produzione vengano rispettate. verbali. Ma quali sono i principali elementi di frode?
produttori. Sono, infatti, sempre mostra del radicchio rosso igp o A tale compito sono stati delegati Mirco Feston, ora «Le contraffazioni maggiori – spiegano Feston e
più convinto che per farci variegato di Castelfranco, a anche sindaco di Zero Branco, e Antonio Bertone, Bertone – riguardano essenzialmente il radicchio
riconoscere dai consumatori seconda della zona in cui si che in questi due anni hanno svolto un’intensa rosso tardivo, più che il precoce o il variegato,
dobbiamo creare un logo, una svolge. Manzan punta molto attività di verifica sul campo, visitando mercati, perché fra le tre è la tipologia più pregiata.
marca facile da ricordare, e il anche sulla comunicazione grossisti e dettaglianti del Nord Italia, zona Trattandosi di prodotti igp, devono essere certificati
prodotto dev’essere mediante un nuovo magazine d’elezione di vendita della pregiata cicoria e la loro origine deve essere garantita. I requisiti da
confezionato in un involucro che arriva a tutti gli associati, trevigiana. Nella prima fase del loro operato hanno rispettare sono la provenienza, il rispetto del
accattivante, proprio per distinguerci sul ma anche a opinion leader, istituzioni, soprattutto cercato di fornire informazioni e disciplinare e la certificazione di un ente esterno. Il
mercato. Un brand, un imballaggio unico per operatori commerciali e a tutti coloro formazione sul prodotto igp e sulle regole che prodotto poi deve essere provvisto del bollino. Dai
tutti, o per la gran parte, secondo me interessati al settore. E per una permettono la sua commercializzazione, ossia sulla nostri riscontri è risultato che spesso manca la zona
accrescerebbero la fidelizzazione del comunicazione ancora più immediata e presenza di un marchio di riconoscimento di provenienza, come ad esempio nei casi del
consumatore e anche il potere nei confronti puntuale, il consorzio sta effettuando il obbligatorio, verificando che il radicchio veniva precoce proveniente da Abruzzo o dalla zona di
della grande distribuzione o degli altri restyling al suo portale – commercializzato nei principali mercati all’ingrosso Rovigo venduto invece come radicchio di Treviso.
operatori del commercio. Purtroppo finora www.radicchioditreviso.it – sempre più ricco del Nordest, da Padova, Verona, Udine sino a Nel caso del variegato ci siamo trovati di fronte a
ciascuno ha fatto per conto proprio, ma non di notizie e di indicazioni per produttori ma, Trieste, ma anche a Milano, Bologna e Cesena, prodotti mancanti del bollino previsto, stessa cosa
possiamo più permetterci di continuare a soprattutto, per i consumatori. Il consorzio è luoghi visitati dai vigilatori. Dopo una panoramica per il tardivo dove, vista la reiterazione del reato,
promuovere il radicchio in questo modo. presente anche su Facebook e su Youtube, completa, sono fioccate le prime lettere di diffida abbiamo comminato le prime sanzioni (che partono
Non basta più presentare il prodotto come con originali filmati. che hanno riguardato industrie alimentari o da 4 mila euro)».

Prestigioso

OTTICAA MODERNA
Laboratorio
Ottico

di Carraro Roberta DA NOI


IL MESE DELLA VISTA CON OFFERTE E PROMOZIONI
ALL’INSEGNA DELLA PROFESSIONALITÀ
OTTICA MODERNA
DURA TUTTO L’ANNO
PIAZZA delle ERBE 24
PADOVA con le griffe più prestigiose
Telefono
049.8759750
e inoltre lenti a contatto corneali

tutto in rapida consegna

Interessi correlati