Sei sulla pagina 1di 2

È la parola

“personalizzazione”
la chiave per il successo
dei servizi online?
C lau dio For ghier i
D ir ett or e sc ient ifi co

Se il buongiorno si vede dal mattino, Con questo numero iniziano anche


crediamo che questo primo numero due importanti nuove collaborazioni Where all men
di E-Gov 2011 sia il miglior passapor- con l’Osservatorio E-Government del
to per una splendida annata all’insegna Politecnico di Milano e con gli enti lo-
think alike,
dell’innovazione. Le novità sono così cali che partecipano al progetto Eli4U no one thinks very much
numerose che vale la pena di metterle finanziato dal programma Elisa. Que-
in fila, a partire dalla nuova grafica del- ste presenze ci consentono di migliora-
la rivista. I creativi di Maggioli Editore re ulteriormente sia il taglio scientifico (Quando tutti pensano
hanno lavorato per ottenere un doppio della rivista sia, soprattutto, di arricchire allo stesso modo,
risultato che ci auguriamo sia gradito la raccolta di buone pratiche che posso-
ai nostri lettori: da un lato migliorare no essere condivise e replicate. A fianco nessuno pensa)
la leggibilità, facendo un ampio uso di queste collaborazioni, continueremo
delle immagini e introducendo l’impa- ad ospitare gli articoli e gli approfondi- Walter Lippmann
ginazione su tre colonne per consen- menti di Netics, del laboratorio Logos/
tire una ottimale frammentazione dei CATTID dell’Università Sapienza di
contenuti; dall’altro ospitare un nume- Roma e della Scuola superiore della
ro maggiore di articoli nell’edizione pubblica amministrazione locale.
cartacea, operando sul formato dei te-
sti. Per celebrare queste innovazioni e Infine, entrano nel comitato scienti-
ringraziare i lettori e gli abbonati della fico della rivista due nomi di grande
fiducia che ci riconoscono, questo nu- prestigio: Luca De Pietro e Stefano
mero esce in un’edizione speciale con Epifani. Entrambi affiancano all’atti-
venti pagine in più. vità universitaria una vasta esperienza
diretta nei progetti di e-government
Grazie al nuovo format le cover di E- e siamo certi che saranno in grado di
Gov saranno più approfondite, com- apportare un ulteriore contributo di
plete e soprattutto ricche di esperienze idee ai nostri lettori.
del territorio. Alle cover si affianche-
ranno come sempre le contropertine, La cover di questo numero è dedica-
ovvero inchieste che illustrano a 360° ta all’evoluzione delle interfacce dei
un tema specifico. La vera novità sono servizi online e presenta diversi punti
però gli speciali, ovvero collezioni di di vista: il pensiero di David Osimo
casi significativi raccontati diretta- dal suo osservatorio sul panorama
mente dai protagonisti. Ogni numero europeo dello sviluppo dei servizi
conterrà uno speciale i cui contenuti 2.0; il modello di Engineering nar-
saranno raccolti grazie al rapporto di- rato grazie ai prototipi già operativi
retto con i lettori della rivista, del sito in numerosi enti fra cui la Regione
web e della newsletter. Ogni due mesi Emilia Romagna; i paradigmi del
saranno lanciate delle vere e proprie portale del cittadino secondo il pro-
“call” per invitare le amministrazioni getto degli enti locali riuniti in Eli4U.
e le imprese a raccontare le proprie Emergono parecchi spunti di grande
esperienze dirette. interesse, ma ciò che viene condiviso
7
maggiormente è il concetto di perso- della posta elettronica certificata e È possibile che le amministrazioni
nalizzazione del servizio online nelle della firma digitale. pubbliche sfruttino con successo i so-
sue varie forme. Tutte le soluzioni L’intervista con l’amministratore di cial media per la promozione turistica?
più interessanti di cui si parla hanno questo mese è dedicata al sindaco di Questo è ciò che traspare dagli artico-
infatti come denominatore comune Pordenone, Sergio Bolzonello. Insie- li di Michela Passarin “Ti mando una
la possibilità per l’utente di gestire e me a lui, E-Gov è andata ad esplorare cartolina da Flickr” e Francesca Chistè
configurare autonomamente alcuni le caratteristiche e i risultati del nuovo “La città sui social media non istituzio-
aspetti significativi dell’interfaccia e, sistema di segnalazioni telematiche dei nali”. Due interessanti raccolte di espe-
soprattutto, di gestire una parte dei problemi della città chiamato SOL. rienze accompagnate dall’intervista a
dati personali raccolti nel sistema. La passione e la coerenza della visio- Giovanni Arata, il community mana-
Questo elemento è la vera chiave di ne dell’amministratore non sono che ger di Turismo Emilia Romagna, che
volta per la realizzazione di servizi un’ulteriore conferma della freschez- descrive l’uso dei principi del crowd-
telematici moderni, efficaci e funzio- za dei territori del Nord Est rispetto ai sourcing applicato allo scenario della
nali per il cittadino e per le imprese. temi dell’innovazione. Ci auguriamo, promozione del territorio. Infine due
Un esempio illuminante ci può venire naturalmente, di ricevere presto noti- aspetti che non possono mai mancare
dai social media più in voga in que- zie e auto-candidature di amministra- nelle conoscenze di chi innova: le nor-
sto momento. Prendiamo spunto da tori anche del centro-sud che vogliano me e le fonti di finanziamento. Insieme
Facebook: l’utente può definire a pia- raccontare sulle pagine della nostra ri- a Gina Mussini, E-Gov presenta i bandi
cere il proprio profilo e decidere quali vista i propri progetti e iniziative. e le iniziative europee più promettenti,
applicazioni ritrovare o meno nell’in- mentre il competente supporto di Ar-
terfaccia in base ai propri interessi. L’inchiesta curata da Logos e lo specia- turo Bianco aiuta a sciogliere i primi
Ma l’aspetto più rilevante risiede le di questo numero sono entrambi de- dubbi sul Codice dell’amministrazione
nella sezione dove si configurano le dicati ai vari aspetti dell’e-health, dalla digitale recentemente rivisto.
opzioni della privacy. Qui è possibile telemedicina all’internet degli oggetti,
decidere quali applicazioni sono au- con un focus di Netics che approfondi- Chiudiamo con un duplice invito. Il
torizzate a usare i dati personali, cosa sce l’uso dell’Ict per il miglioramento 14 aprile si terrà a Roma il convegno
possono fare gli amici o gli scono- dei servizi socio assistenziali. Le inter- finale con l’assegnazione del premio
sciuti sulla pagina dell’utente, come viste dello speciale, realizzate da Simo- E-Gov riservato alla pubblica ammi-
si vuole apparire al mondo e cosa si è na Silvestri, uno dei nuovi acquisti nella nistrazione centrale. È ancora tempo
disposti a condividere. Facebook rap- redazione di E-Gov, consentono di co- per presentare le candidature e per se-
presenta la metafora semplificata ma noscere alcuni protagonisti dei progetti gnare in agenda questa data che vedrà
perfetta di come andrebbero proget- di successo in questo campo. riuniti numerosi importanti relatori.
tati i vari “fascicoli del cittadino”, “fa- Il 16 giugno si terrà invece a Rimini
scicoli sanitari”, “cassetti fiscali,” ecc. Veniamo ora a riassumere rapidamen- l’analoga fase finale del premio riser-
Anzi, se la P.A. fosse davvero capace te gli altri temi trattati in questo nume- vata alle amministrazioni locali, alle
di elaborare una visione d’insieme, ro. Continuiamo ad occuparci di open regioni e al mondo della sanità. Il
dovrebbe copiare molti elementi dai data e open government grazie ad un prossimo mese pubblicheremo il ban-
social media per realizzare “il” porta- interessante approfondimento di Luigi do anche di questo concorso. Buona
le unico del cittadino o dell’impresa. Reggi e Gianfranco Andriola che ana- lettura e non esitate a inviare i vostri
L’utente sarebbe quindi in grado di lizzano l’applicazione di questo pensie- commenti sulla nuova edizione di E-
decidere e autorizzare quali applica- ro alla trasparenza rispetto alla destina- Gov usando i consueti canali virtuali:
zioni dei diversi enti hanno il permes- zione dei fondi europei. L’argomento www.egovnews.it, la pagina Facebo-
so di accedere ai propri dati personali è particolarmente interessante e pos- ok oppure la mail e.gov@maggioli.it.
per usarli nell’erogazione dei servizi, siamo già anticipare che sarà l’oggetto
potrebbe definire quali dati è disposto dell’inchiesta del prossimo numero. 1 c.forghieri@maggioli.it
a rendere pubblici, open, e quali inve-
ce mantenere riservati e gelosamente
custoditi. La definizione dell’identi-
tà digitale degli italiani è un tema di
grande interesse che riguarda una
pluralità di discipline, dalla giurispru-
denza all’usabilità, dall’informatica
alla comunicazione, e non può essere
affrontato con leggerezza né tanto-
meno si può ritenere che la soluzione
di questi ordini di problemi risieda
semplicemente nell’adozione diffusa Fonte: www.e-dat.info (foto di Iain Lawrie)