Sei sulla pagina 1di 3

Istituto per l'Oriente C. A.

Nallino

Review
Author(s): Carlo Alfonso Nallino
Review by: Carlo Alfonso Nallino
Source: Oriente Moderno, Anno 6, Nr. 11/12 (Novembre-Dicembre 1926), pp. 645-646
Published by: Istituto per l'Oriente C. A. Nallino
Stable URL: http://www.jstor.org/stable/25807705
Accessed: 25-10-2015 06:59 UTC

Your use of the JSTOR archive indicates your acceptance of the Terms & Conditions of Use, available at http://www.jstor.org/page/
info/about/policies/terms.jsp

JSTOR is a not-for-profit service that helps scholars, researchers, and students discover, use, and build upon a wide range of content
in a trusted digital archive. We use information technology and tools to increase productivity and facilitate new forms of scholarship.
For more information about JSTOR, please contact support@jstor.org.

Istituto per l'Oriente C. A. Nallino is collaborating with JSTOR to digitize, preserve and extend access to Oriente Moderno.

http://www.jstor.org

This content downloaded from 128.192.114.19 on Sun, 25 Oct 2015 06:59:22 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions
? ?
645

parte di Sibawayhi in antico ms. in pergamena non dubbie non fossero


qualita, per quanto preci
(nr. 19), il Kitab al-arud al-bclri del siciliano Ibn samente alle fondamentali della
quelle rispondenti
al-Qattaf (All ibn Ga'far, nr. un grosso trat cattedra stessa?. il sen. Beltrami e caduto
46), Qui in
lato di diritto in 3 volumi al un La cattedra rimasta vacante
zaydita (al-MinhUg equivoco. per la
kali, nr. 24), le al-Maqclmat al-Qurtubiyyah dello morte del Griffini (?Arabo e civilta
islamitica?,
Muhammad ibn Yusuf Ibn come ho detto -
spagnuolo as-Saraqustl sopra) fu soppressa forse per
al-Ashtarkun! (nr. 21), ecc. che non sembrava possibile trovare allora un can
Rilevo il nr. 40 al-hisan didato idoneo - e ?
pure {Kitab rawnaq sostituita dall'altra di
Filolggia
ft fadd'il al-Hubs'an di Halifah ibn Abi semitica e civilta dell'Oriente classicov
'l-Farag ; per questa
ibn Muh. ibn *Abd al-f Aziz al-Makkl), fu bandito il concorso, vinto da
al-Baydaw! splendidamente
non dal Brockelmann, che meriterebbe il quale aveva
registrato Giuseppe Furlani, appunto, ed in
d'essere posto a rafTronto con Vat- alto tutte le qualita ?fondamentali?
Tird% al-manqus grado, per
ft mahasin al-Hubul di Muh. ibn 'Abd al-Baqi al questa cattedra nuova.
Buhari al-Makki (scrivente nel 991 eg., 1583 Cr.) La del sen. Beltrami e un
pubblicazione degno
tradotto da Max Weisweiter (Hannover 1924). alia memoria dell'Estinto e, per varie ra
omaggio
Mi d'indicare errore di
permetto qualche piccolo gioni, merita d'essere letta e meditata
dagl' Ita

stampa. A p. xlv, lin. 15, Gabra e una svista per liani che si deH'Oriente
occupano Mediterraneo;
Jahia (cioe il famoso Imam Yahya del Yemen); essi ne trarranno
parecchi ammaestramenti.
nella stessa sarebbe stato opportuno avver
pagina Carlo Alfonso Nallino.
tire che quel Khalid Bey e Khalid Bey el-Gargani
cne P?i na ^at0 parecchio filo da tor
(c-^^r^O' Aus dem Jemen. Herrmann Burchardts ht^te Reise
cere al Governo della A p. xlviii,
Tripolitania. dutch Siidarabien, bearbeitet von Mitt
Eugen
lin. 6: in luogo di boli e saghia bisogna leggere woch. Mit 28 Tafeln nach Aufnahmen Her
holi (cioe holt) e taghia (cioe tdqiya).A p. lxvii, mann Burchardts. ? Leipzig. F. A. Brockhaus,
lin. pen., Carnawon va corretto in Carnarvon. A s. d. in-40, 74 pp., con 28 tavole fototi
[1926],
p. lxxxi il Griffini e dato come nominato ?pro
piche.
fessore di e tetteralura araba alia Cattedra
lingua
di Firenze K)20*\ invece la nomina fu a partire II tedesco
Ermanno Burchardt, dopo aver giro
dal i? gennaio e la cattedra ebbe il titolo di tutte le
1922 vagato per parti del mondo, fiss6 la sua
? arabo e civiltd islamitica ? ; la libera docenza in attenzione sui paesi musulmani. Per imparare Parabo,
e letteratura araba a Roma non comin
lingua frequento negli anni 1890-1892 il Seminario per
cio a decorrere dal 1914, come e a le lingue orientali di Berlino; subito si reco
stampato dopo
ma dal maggio A 13, nr. 146, neH'Oriente islamico e percorse
p. lxix, 1915. p. inospiti contrade della
e p. 18, nr. va corretto in Taimur Siria, della della dell'Africa
192, Tamils Mesopotamia, Persia,
a p. 120, nr. 39 (rasffil ikhwchi as-saja) orientale, delPArabia orientale e del Yemen, redi
O^r3)^
e errore per *UUaJl A p. 66, sarebbe i suoi taccuini di viaggioin stile telegrafico, ma
^yUaJl gendo
stato opportuno catalogare il nr. 693 sotto Ibn facendo un numero di eccellenti fotogra
grandissimo
ZikrT, nome con cui e noto e suole essere citato fie di paesaggi, di tipi umani, d'edifizi, d'opered'arte,

quel moderno di Tripoli di Barberia, Mustafa in piccolissima


poeta d'iscrizioni; fotografie solo parte
ibn Muh. ibn Ibrahim. A p. 72, nr. 774, as-Salguril finora e le cui lastre furono
pubblicate, donate,
va corretto in al-SalfUnl. eredi del Burchardt, "al Museo di
dagli etnografico
Ma, sopra tutto, desidero emendare una ine Berlino.
sattezza incorsa a p. lxvi, la quale sarebbe senza L'ultimo del Burchardt nel Yemen in
viaggio
se non venisse ad implicare un ingiusto teressa direttamente noi Italiani, non soltanto
importanza per
giudizio verso uno studioso di grandi benemerenze. che svoltosi in un paese cosi da
legato rapporti
Per mettere in evidenza lo scarso numero commerciali con P Eritrea, ma anche esso
degli perche
arabisti italiani e giustamente rilevare certe si collega con il nome di due nostri connazionali
inge
nuita e sconvenienze d'un
italiano, e detto ora defunti: il patrono di tutti
deputato Giuseppe Caprotti,
in quella ?Basti ricordare come nel re che potevano a San'a', e il
pagina: gli Europei capitare
cente concorso per la cattedra vacante a Firenze marchese Gaetano Benzoni (genero di S. E. Ferdi

la morte del Griffini, vi siasi presentato un solo ch'era


per nando Martini, gia Governatore delPEritrea),
candidato, il quale ottenne la cattedra le sue viceconsole d'Italia a Moca (el-Makha) e che ac
per

This content downloaded from 128.192.114.19 on Sun, 25 Oct 2015 06:59:22 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions
? ?
646
il Burchardt in questo suo da di Tlemcen o Tilimsan (1902) e su quello
compagno' viaggio degii
Moca a Ta'izz ed a Mashwarah (i), piccola loca Ulad Brahim di Sa'idah in Algeria e la sua
(1908)
fra Ibb ed el-fUdein, presso la quale i due viag collezione di testi arabi in dialetto di
jita Tangeri
da alcuni predoni il 19 dicem sono
giatori furono uccisi (1911) veri capolavori. Altrettanto deve dirsi
bre 1909. del presente libro sulla di Takrunah, vil
parlata
II prof. Eugenio Mittwoch, attuale direttore del e a chilometri da Enfida
laggio montagna cinque
di Berlino e va
Seminario per le lingue orientali ville sulla ferrovia da Tunisi
(en-Nfidah, a
Susa);
lentissimo arabista e semitista, pubblica ora il testo che rientra nel gruppo deidialetti
parlata sahli, ossia
arabo, con versione tedesca, della narrazione del usati nel Sahel o costiera della Tunisia
regione
scritta da Ahmed ibn Mohammed el-Gia centrale.
viaggio
radi, che aveva accompagnato i due viaggiatori I testi sono dati in caratteri arabi ed in accu
in qualita di segretario arabo; narrazione composta ratissima trascrizione, la quale rende tutte le finezze

per incitamento del Caprotti, il quale ne invid una e sfumature fonetiche; sono testi
riproducenti qua
del Burchardt a Berlino, ed un'al
copia agli eredi dri della vita locale.
la parte Ma
maggiore del vo
tra copia (con varianti) ai prof. Griffini lume e costituitanote che dalle
parecchie accompagnano
a Milano, che la diede alia Biblioteca Ambrosiana. ciascun testo; il Marcais vi ha seminato a
piene
A p. 9 una cartina indica l'itinerario. mani il frutto della sua mirabile conoscenza teorica
Le note del Mittwoch, a e
pp. 42-51, pongono pratica della vita indigena dell'Africa settentrio
continuamente a raffronto brevissimi nale, e ne ha.fatto una raccolta e sicura
gli appunti cospicua
ed aridi dei taccuini del inoltre, per di materiale
Burchardt; per gli studiosi di usi e costumi, fa
nome di localita, indicano le fonti arabe ed cilmente consultabile mediante
ogni l'indice alfabetico
europee che ne fanno menzione. Seguono, pp. 52-70, delle cose
(pp. 409-423).
alcuni del dialetto di San'a' raccolti dal Bur La contiene
saggi prefazione (pp. vii-xli) notevoli
chardt ed accompagnati da osservazioni lessicali considerazioni anche sulla
dialettologia araba del
del Mittwoch; infine, pp. 71-74, si ha l'indice al
Maghreb;
fabetico di tutti i nomi Le magnifiche II II volume, non ancora
geografici. pubblicato, conterra
tratte da del Burchardt, sono un che senza dubbio sara
fototipie, fotografie glossario, prezioso per
straordinariamente interessanti; riproducono pae arabisti.
gli
saggi, edifizi, tipi umani, costumi. A delle interessanti osservazioni del
proposito
L'esecuzione di tutto il libro e ve e 222) intorno ai vari nomi
tipografica Marcais (p. 207 della
ramente splendida. croce di legno rivestita di carta o di stofTa
piccola
Carlo Alfonso Nallino.
colorata si da sembrare una bambola, che donne
e ragazzine portano processionalmente in giro per
W. et Abderrahman ?
Marcais Guiga. Textes
invocare la pioggia, osservo che del
nell'aprile 1905
arabes de Takroima> transcription, traduction an
potei assistere a questa alia
processione Malga (al
notee, glossaire. T. I : Textes, transcription et
Mu'allaqah) presso le rovine di notai
Cartagine*,
traduction annotee. ? Paris, E. Leroux, 1925, allora i due versi di p. 25, lin.
12?13, nella forma
in-12?, xli -f 426 pp.
seguente:
La straordinaria perizia di William Marcais omm-iik tango beshajjebha
nella conoscenza dei dialetti arabi del Maghreb e tutlub rabbi ma-ihajjebha,
ben nota agli studiosi; i suoi libri sul dialetto arabo "
ove
tango mi parve pronunziato con
?j. Ad

Enfidaville,pochi giorni dopo, il nome mi fu dato


(i) II piano del viaggio era il seguente: recarsi
da el-Makha o Moca a San'a' nella forma omm-ek tambu.
per la via di Ta'izz,
Ibb e Yarim, e tornare
poi alia costa per la via di II volume fapartedella ? Bibliothequede TEcole
Doran e Beit cfr. E. Cucinotta,
el-Faqih; Vopera des orientales vivantes ? ed e in
langues stampato
la conoscen%a del Yemen, nella
degli Itatiani per modo
? Rivista Coloniale ? di Roma, anno irreprensibile dall'Imprimerie National*.
XXI, settembre
ottobre 1926, pp. 418-419. Carlo Alfonso Nallino.

Carlo Alfonso Nallino, Gerente responsabile.

?
Roma, 1927. Tipografia del Senato del dott. G. Bardi.

This content downloaded from 128.192.114.19 on Sun, 25 Oct 2015 06:59:22 UTC
All use subject to JSTOR Terms and Conditions