Sei sulla pagina 1di 3

1. Secondo gli storici, quando e dove nacque la prima università europea?

Che
cosa si insegnava?
2. Cosa favorì la nascita delle università dopo l’anno Mille? Quale grande
cambiamento causò?
3. Cosa favorì lo sviluppo dell’università di Oxford?
4. Com’era organizzata la vita universitaria nel Medioevo?
5. Com’erano organizzate le lezioni nel Medioevo?
6. Quali elementi favorirono la creazione di un nuovo clima culturale dopo la
nascita delle università?
7. Perché è importante la fondazione dell’Università di Napoli?
8. Quali furono le conseguenze della perdita di indipendenza delle università dal
XIV secolo?
1. Secondo gli storici, quando e dove nacque la prima università europea? Che
cosa si insegnava?
Secondo gli storici, la prima università, nella quale si insegnava medicina, è nata a
Bologna nella seconda metà dell’XI secolo.
2. Cosa favorì la nascita delle università dopo l’anno Mille? Quale grande
cambiamento causò?
La nascita delle università dopo l’anno Mille è stata favorita da uno sviluppo
economico e sociale che ha facilitato gli scambi commerciali e gli spostamenti nelle
diverse città europee. Questo sviluppo ha causato la perdita di potere da parte del
clero che prima controllava sia le scuole private che quelle religiose.
3. Cosa favorì lo sviluppo dell’università di Oxford?
Lo sviluppo dell’università di Oxford è stato favorito dalla decisione di Enrico II di
vietare agli studenti inglesi di frequentare l’Università di Parigi.
4. Com’era organizzata la vita universitaria nel Medioevo?
Nel Medioevo le università erano simili a delle piccole città dove veniva preparato un
calendario e dove si avevano le proprie feste. Inoltre, gli studenti e i professori
facevano parte delle stesse associazioni che si occupavano di diversi aspetti didattici
e organizzativi come i piani di studio, i prezzi dei libri, gli stipendi degli insegnanti, gli
aloggi o le esenzioni dalle tasse.
5. Com’erano organizzate le lezioni nel Medioevo?
Nel Medioevo il rapporto fra insegnanti e studenti era abbastanza paritario, questi
ultimi partecipavano attivamente alla lezione. Di solito la lezione era in latino e
iniziava con la lettura-commento delle opere di alcuni autori fondamentali, andava
avanti con delle discussioni con un assistente dell’insegnante riguardo a un tema
scelto precedentemente dal maestro. Il giorno dopo il docente concludeva la
discussione prima riassumendo i temi discussi e poi presentando la propria tesi.
6. Quali elementi favorirono la creazione di un nuovo clima culturale dopo la
nascita delle università?
Una grande circolazione delle idee, una forte mobilità dei professori e una serie di
leggi che proteggevano gli studi hanno favorito la creazione di un nuovo clima
culturale.
7. Perché è importante la fondazione dell’Università di Napoli?
La fondazione dell’Università di Napoli, voluta da Federico II, è importante perché
rappresenta la futura evoluzione delle università nella prima Età Moderna. Federico
II l’ha fondata perché voleva controllare la formazione del personale amministrativo
del suo regno. Da quel momento, le università hanno cominciato a perdere la
propria indipendenza passando sotto il controllo dei poteri pubblici.
8. Quali furono le conseguenze della perdita di indipendenza delle università dal
XIV secolo?
La perdita di indipendenza delle università ha reso gli studi più brevi, ha impedito ai
ceti sociali meno ricchi di istruirsi e ha infine trasformato la cultura in un bene di
famiglia.