Sei sulla pagina 1di 141

CA Service Desk Manager

Note di rilascio
Versione 12.7.00
La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora
in avanti indicata come "Documentazione"), viene fornita all'utente finale a scopo puramente informativo e può essere
modificata o ritirata da CA in qualsiasi momento.
Questa Documentazione non può essere copiata, trasmessa, riprodotta, divulgata, modificata o duplicata per intero o in parte,
senza la preventiva autorizzazione scritta di CA. Questa Documentazione è di proprietà di CA e non potrà essere divulgata o
utilizzata se non per gli scopi previsti in (i) uno specifico contratto tra l'utente e CA in merito all'uso del software CA cui la
Documentazione attiene o in (ii) un determinato accordo di confidenzialità tra l'utente e CA.
Fermo restando quanto enunciato sopra, se l'utente dispone di una licenza per l'utilizzo dei software a cui fa riferimento la
Documentazione avrà diritto ad effettuare copie della suddetta Documentazione in un numero ragionevole per uso personale e
dei propri impiegati, a condizione che su ogni copia riprodotta siano apposti tutti gli avvisi e le note sul copyright di CA.
Il diritto a stampare copie della presente Documentazione è limitato al periodo di validità della licenza per il prodotto. Qualora
e per qualunque motivo la licenza dovesse cessare o giungere a scadenza, l'utente avrà la responsabilità di certificare a CA per
iscritto che tutte le copie anche parziali del prodotto sono state restituite a CA o distrutte.
NEI LIMITI CONSENTITI DALLA LEGGE VIGENTE, LA DOCUMENTAZIONE VIENE FORNITA "COSÌ COM'È" SENZA GARANZIE DI
ALCUN TIPO, INCLUSE, IN VIA ESEMPLIFICATIVA, LE GARANZIE IMPLICITE DI COMMERCIABILITÀ, IDONEITÀ A UN DETERMINATO
SCOPO O DI NON VIOLAZIONE DEI DIRITTI ALTRUI. IN NESSUN CASO CA SARÀ RITENUTA RESPONSABILE DA PARTE DELL'UTENTE
FINALE O DA TERZE PARTI PER PERDITE O DANNI, DIRETTI O INDIRETTI, DERIVANTI DALL'UTILIZZO DELLA DOCUMENTAZIONE,
INCLUSI, IN VIA ESEMPLICATIVA E NON ESAUSTIVA, PERDITE DI PROFITTI, INTERRUZIONI DELL'ATTIVITÀ, PERDITA DEL
GOODWILL O DI DATI, ANCHE NEL CASO IN CUI CA VENGA ESPRESSAMENTE INFORMATA IN ANTICIPO DI TALI PERDITE O
DANNI.
L'utilizzo di qualsiasi altro prodotto software citato nella Documentazione è soggetto ai termini di cui al contratto di licenza
applicabile, il quale non viene in alcun modo modificato dalle previsioni del presente avviso.
Il produttore di questa Documentazione è CA.
Questa Documentazione è fornita con "Diritti limitati". L'uso, la duplicazione o la divulgazione da parte del governo degli Stati
Uniti è soggetto alle restrizioni elencate nella normativa FAR, sezioni 12.212, 52.227-14 e 52.227-19(c)(1) - (2) e nella normativa
DFARS, sezione 252.227-7014(b)(3), se applicabile, o successive.
Copyright © 2012 CA. Tutti i diritti riservati. Tutti i marchi, i nomi commerciali, i marchi di servizio e i loghi citati nel presente
documento sono di proprietà delle rispettive aziende.
Riferimenti ai prodotti CA Technologies
Questo documento è valido per i seguenti prodotti di CA Technologies:
■ CA Asset Portfolio Management (CA APM)
■ CA CMDB
■ CA Business Intelligence
■ CA Business Service Insight (CA BSI)
■ CA Configuration Automation (precedentemente noto come CA Cohesion
ACM)
■ CA Embedded Entitlements Manager (CA EEM)
■ CA Enterprise Workload Automation (CA EWA)
■ CA Process Automation (precedentemente noto come CA IT PAM)
■ Database di gestione CA (MDB)
■ CA Management Portal
■ CA Unicenter NSM (Network and Systems Management)
■ Portale CA
■ CA Remote Control Manager (CA RCM)
■ CA Service Desk Manager (CA SDM)
■ CA Service Management
■ CA Siteminder
■ CA Software Delivery
■ CA Spectrum® Infrastructure Manager (CA Spectrum)
■ CA Wily
■ CA Workflow

Contattare il servizio di Supporto tecnico


Per l'assistenza tecnica in linea e un elenco completo delle sedi, degli orari del
servizio di assistenza e dei numeri di telefono, contattare il Supporto tecnico
visitando il sito Web all'indirizzo http://www.ca.com/worldwide.
Sommario
Capitolo 1: Introduzione 13
Argomenti trattati in questo documento .................................................................................................. 13
Supporto internazionale ............................................................................................................................ 13
Versioni localizzate .............................................................................................................................. 14
Ricerca di informazioni relative alle indicazioni di prodotto ..................................................................... 15
Correzioni ................................................................................................................................................... 16

Capitolo 2: Funzioni eliminate 17


CA Advantage Data Transformer (ADT) e CA CMDB Federation Adapters ................................................ 17
Siti multipli ................................................................................................................................................. 17
USD_WebServiceSoap (servizi Web 6.0) ................................................................................................... 17
Integrazione di CA NSM ............................................................................................................................. 18

Capitolo 3: Funzionalità nuove e modificate 19


Registrazione delle attività ........................................................................................................................ 19
Integrazione di CA Business Service Insight............................................................................................... 20
Miglioramenti CMDB ................................................................................................................................. 20
Verifica della coerenza dell'elemento della configurazione ............................................................... 21
Numero massimo di righe nella gestione delle versioni dell'elemento della configurazione ............ 23
Funzionalità CACF (Configuration Audit and Control Facility) ............................................................ 24
Miglioramenti GRLoader ..................................................................................................................... 25
Proprietà di timeout del Visualizer CA CMDB ..................................................................................... 25
CA EEM....................................................................................................................................................... 26
Procedura guidata di installazione di CA SDM ........................................................................................... 26
CA Workflow .............................................................................................................................................. 27
Creazione di ticket di interfaccia PDA ........................................................................................................ 27
Miglioramenti del reporting ...................................................................................................................... 27
Servizi Web RESTful ................................................................................................................................... 29
Interfaccia mobile di esempio di REST ................................................................................................ 30
Miglioramenti della capacità di supporto .................................................................................................. 31
Accesso a Tomcat ................................................................................................................................ 31
Risoluzione dei problemi di prestazioni .............................................................................................. 31
Disattivare l'utilità di registrazione intervalli di CA SDM .................................................................... 32

Sommario 5
Flusso di lavoro di CA Process Automation e contenuto ITIL di esempio .................................................. 33

Capitolo 4: Documentazione 35
Visualizzazione di CA Bookshelf ................................................................................................................. 35
File Leggimi ................................................................................................................................................ 35

Capitolo 5: Informazioni di sistema 37


Sistemi operativi ........................................................................................................................................ 37
Sistemi operativi IBM AIX .................................................................................................................... 38
Sistemi operativi Microsoft Windows ................................................................................................. 39
Sistemi operativi Redhat Enterprise Linux .......................................................................................... 40
Sistemi operativi Oracle Solaris ........................................................................................................... 42
Sistemi operativi Novell SuSE Linux (SLES) .......................................................................................... 43
Sistemi operativi VMware ................................................................................................................... 44
DBMS (Sistemi di gestione database, Database Management Systems) .................................................. 44
Requisiti di sistema .................................................................................................................................... 45
Supporto del browser Web........................................................................................................................ 47

Capitolo 6: Problemi noti 49


Problemi noti relativi ai prodotti CA .......................................................................................................... 49
Compatibilità di GRLoader .................................................................................................................. 49
Modalità di revisione dei file di registro ............................................................................................. 50
CA SDM non riesce ad avviarsi dopo che le versioni precedenti di eTPKI sono state installate
successivamente a CA SDM................................................................................................................. 50
Errore di aggiunta del contatore a un modulo con più frame ............................................................ 51
Errore durante l'avvio di Process Viewer di CA Process Automation ................................................. 52
Avvio del client CA Process Automation con le credenziali precedenti dell'utente ........................... 52
Gli elementi della configurazione dipendenti appartenenti alla famiglia Servizi non vengono
visualizzati nell'utilità di pianificazione dei cambiamenti ................................................................... 53
Errore di ridefinizione del set di file della Guida ................................................................................. 53
Gli attributi di riconciliazione dell'elemento della configurazione non riconoscono il titolare .......... 54
Support Automation crea una cartella temporanea denominata CA-SupportBridge ........................ 55
L'eliminazione di un database CA Support Automation r6.0 SR1 eFix5 non comporta
l'esportazione degli utenti non attivi .................................................................................................. 55
I dati metrici di CA BSI non vengono visualizzati correttamente ........................................................ 55
Problemi noti relativi ai client .................................................................................................................... 56
L'utente finale del client Web di Support Automation non si avvia ................................................... 56
I client Support Automation si aprono solamente in Internet Explorer ............................................. 56

6 Note di rilascio
Errore di timeout della sessione nel browser Google Chrome ........................................................... 57
L'Analista automazione supporto non può utilizzare Remote Control durante la sessione di
assistenza ............................................................................................................................................ 57
Impossibile visualizzare le chiavi di sottoregistro HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE .................... 58
Viene visualizzato un messaggio di errore all'avvio dei client dell'utente finale e Analista di
Support Automation............................................................................................................................ 59
Non è possibile aprire un risultato della ricerca durante la creazione di ticket ................................. 60
Il sottomenu non scompare dalla pagina in iOS.................................................................................. 60
Impossibile esportare la pianificazione su Internet Explorer .............................................................. 61
Quando si visualizza un numero elevato di categorie della conoscenza in IE appare un avviso
dello script ........................................................................................................................................... 61
L'ambiente Cygwin causa problemi di applicazione ........................................................................... 61
Le funzionalità nel Calendario dei cambiamenti non sono accessibili ................................................ 62
Limitazioni di Firefox in Gestione della conoscenza............................................................................ 62
La schermata di accesso di Chrome non ricompare dopo il timeout della sessione .......................... 63
Chrome non visualizza correttamente i titoli della pagina ................................................................. 63
iOS si arresta quando si seleziona un contatto durante la creazione del ticket ................................. 63
Le finestre figlio non si chiudono dopo la disconnessione su iPad ..................................................... 64
Errore di rendering dell'interfaccia Web in Internet Explorer ............................................................ 64
Pagine non visualizzate correttamente in Internet Explorer dopo l'aggiornamento di
JavaScript............................................................................................................................................. 65
JAWS e Firefox 3.5.5 ............................................................................................................................ 65
JAWS non legge l'intestazione associata con un collegamento su moduli dei dettagli di sola
lettura .................................................................................................................................................. 66
La lente di ingrandimento non viene evidenziata ............................................................................... 66
Problemi di accessibilità con Firefox ................................................................................................... 67
Impossibile accedere alla pagina principale di CA SDM ...................................................................... 67
Il funzionamento della ricerca durante la digitazione è diverso per il giapponese con Firefox ......... 67
L'interfaccia PDA visualizza un messaggio di errore durante la creazione di un ticket ...................... 68
Problemi noti relativi alla configurazione .................................................................................................. 68
Errori di funzionalità dopo la configurazione del server secondario di CA SDM con una porta
Tomcat differente ............................................................................................................................... 68
Errore di configurazione su Oracle a 64 bit ......................................................................................... 69
La configurazione non viene eseguita dopo l'installazione di CA SDM ............................................... 69
Un messaggio di avviso viene visualizzato durante l'implementazione di CA SDM............................ 70
I messaggi di errore appaiono in pdm_tomcat_REST.log durante la distribuzione dei servizi
Web REST ............................................................................................................................................ 71
Errore di connessione dell'indirizzo IPV6 ............................................................................................ 72
Errore di connessione a PKI (Public Key Infrastructure) con la configurazione CA Workflow su
AIX ....................................................................................................................................................... 74

Sommario 7
Disinstallazione manuale di CA SDM ................................................................................................... 75
Errore di avvio di CA CMDB Visualizer sul server secondario ............................................................. 76
Problemi noti relativi al database .............................................................................................................. 76
Oracle e ricerca dei nomi dell'elemento della configurazione............................................................ 76
Oracle 11g Release 1: Abilitazione delle funzionalità di ricerca con distinzione
maiuscole/minuscole in CA SDM ........................................................................................................ 77
Il codice di errore di Oracle ORA-01000 viene visualizzato durante la migrazione ............................ 78
I servizi di CA SDM non funzionano dopo la configurazione ............................................................... 79
L'utilizzo di caratteri jolly su Oracle produce risultati di ricerca non corretti ..................................... 79
Limitazione di SQL Server quando si utilizzano campi obbligatori che non consentono di
duplicare i valori .................................................................................................................................. 80
Problemi noti relativi alla documentazione............................................................................................... 80
L'opzione Guida di questa finestra non funziona per iPad ................................................................. 80
Problemi di installazione noti .................................................................................................................... 81
Caratteri supportati nel percorso di installazione............................................................................... 81
Errore di installazione o configurazione di CA SDM se la directory di installazione contiene
spazi ..................................................................................................................................................... 81
Errore di installazione di CA Workflow su un server secondario CA SDM .......................................... 82
Errore di installazione di CA Workflow su UNIX/Linux ........................................................................ 83
Impossibile accettare il Contratto di licenza con l'utente finale durante l'installazione di CA
SDM ..................................................................................................................................................... 83
Impossibile installare CA EEM su Solaris o Linux................................................................................. 84
Problemi noti relativi alla Gestione della conoscenza ............................................................................... 84
Virgola non supportata nei campi dei nomi ........................................................................................ 84
La ricerca di un documento contenente spazi vuoti nel titolo provoca un malfunzionamento ......... 85
I risultati di ricerca restituiscono un numero di documenti incorretto. ............................................. 86
Impossibile esportare documenti dai modelli..................................................................................... 87
Problemi di localizzazione noti .................................................................................................................. 87
Il programma di installazione e i programmi di installazione dei componenti non sono
tradotti in modo corretto .................................................................................................................... 88
L'installazione di CA EEM non può essere completata su Windows 2008 SP2 ................................... 88
Due menu di scelta rapida di Windows per la documentazione CA EEM e gli elementi
dell'interfaccia utente ......................................................................................................................... 89
Tasti di scelta rapida non funzionanti nei menu di scelta rapida ........................................................ 89
Report non tradotti in modo corretto ................................................................................................. 89
Alcuni valori nell'Elenco opzioni non vengono tradotti ...................................................................... 90
Problema di visualizzazione dell'opzione Intervallo caratteri validi della lingua ................................ 90
Parole non significative localizzate ..................................................................................................... 90
Il nome alias non è localizzato............................................................................................................. 91

8 Note di rilascio
8.3 Creazione dei nomi file e supporto caratteri estesi ...................................................................... 91
Icona della tabella visualizzata in modo incorretto ............................................................................ 92
Le utilità della riga di comando non possono visualizzare i caratteri speciali .................................... 92
Gli strumenti della riga di comando mostrano stringhe non visualizzate correttamente in
Windows.............................................................................................................................................. 93
Il controllo ortografico non funziona come previsto .......................................................................... 93
Vengono visualizzate solo le province di USA e Canada per tutte le versioni localizzate ................... 94
Caratteri non visualizzati nell'installazione e configurazione Linux SuSE ........................................... 94
Tasti di scelta rapida definiti come ($) ................................................................................................ 94
Caratteri non convertiti durante l'aggiornamento.............................................................................. 95
Oggetto del messaggio di posta elettronica non tradotto .................................................................. 95
Il Calendario di CA CMDB Visualizer non traduce il mese e il giorno .................................................. 95
Il formato della data di CA CMDB Visualizer non può essere localizzato in giapponese e
cinese................................................................................................................................................... 95
Incompatibilità di CA CMDB Visualizer per l'accesso con credenziali utente in lingua non
inglese ................................................................................................................................................. 95
Le definizioni di processo dell'IDE di CA Workflow vengono visualizzate in inglese .......................... 96
Le pagine della sessione di assistenza dell'utente finale di Support Automation vengono
visualizzate in inglese .......................................................................................................................... 96
Errore di visualizzazione del nome della lingua localizzata nella pagina Personalizzazione di
Support Automation............................................................................................................................ 97
Impostazioni di analisi di Ricerca della conoscenza impostate nelle versioni localizzate .................. 98
Procedure guidate del programma di installazione di CA Business Intelligence parzialmente
tradotte ............................................................................................................................................... 98
Nessun report di CA Service Desk visualizzato in InfoView dopo l'installazione di CA Business
Intelligence .......................................................................................................................................... 99
Durante l'esportazione da BusinessObjects InfoView vengono visualizzati caratteri illeggibili
nei report PDF ..................................................................................................................................... 99
Web Screen Painter mostra stringhe in inglese in Modalità progetto ............................................. 100
Posizione delle opzioni Mese e Giorno non invertita ....................................................................... 100
I dati relativi alla pianificazione del turno possono essere immessi soltanto in lingua inglese ........ 100
CA IT PAM non elabora correttamente i valori dei caratteri giapponesi .......................................... 101
L'aggiornamento da CMDB r11.2 a CA SDM Versione 12.7 in tedesco o in giapponese rileva
le impostazioni locali in lingua francese............................................................................................ 102
GRLoader non identifica i nomi dei fogli di foglio di calcolo localizzati ............................................ 103
Il programma di installazione non è in grado di rilevare automaticamente le lingue locali ............. 104
Il messaggio di errore può essere visualizzato dopo l'installazione o la migrazione su un
computer in lingua non inglese ......................................................................................................... 104
Errori di ortografia visualizzati nei valori di dati tradotti di CMDB ................................................... 105
Punto esclamativo e due punti mancanti nella pagina di installazione finale .................................. 107

Sommario 9
La versione in giapponese della Guida in linea non viene visualizzata con Internet Explorer. ......... 108
Problemi noti relativi alla migrazione ...................................................................................................... 108
Errore di migrazione su Oracle 10g ................................................................................................... 109
La migrazione non esegue il backup dei file xlate ............................................................................. 109
Utenti inattivi di Support Automation impostati sul tipo di accesso Dipendente dopo la
migrazione ......................................................................................................................................... 110
I dati nei report Support Automation non possono essere raggruppati per categoria di ticket
CA SDM dopo la migrazione .............................................................................................................. 110
La migrazione non rimuove le opzioni della classe WorldView ........................................................ 110
Errore di migrazione su UNIX/Linux causato da un percorso non corretto ...................................... 112
Visualizzazione di un errore di cache del client titolare durante la migrazione di CA SDM
r12.1 verso la versione Versione 12.7 ............................................................................................... 113
Problemi noti vari .................................................................................................................................... 113
Valori nei campi monetari troncati a livello di virgola decimale....................................................... 114
Errori di libreria durante l'esecuzione delle utilità della riga di comando ........................................ 114
Integrazione di CA Spectrum Infrastructure Manager con CA SDM ................................................. 115
Integrazione di SiteMinder con CA SDM ........................................................................................... 116
Il file di Excel esportato contiene errori e non si apre ...................................................................... 116
Problemi noti relativi al reporting ........................................................................................................... 116
Il server di gestione centrale (Central Management Server, CMS) non si avvia ............................... 117
Le pagine Admin o InfoView non vengono visualizzate correttamente dopo l'installazione ........... 117
Configurazione della pagina di accesso a InfoView .......................................................................... 118
Opzioni dei report Web CA Business Intelligence ............................................................................. 119
Progress OpenEdge DSN e il driver ODBC non vengono visualizzati nell'Amministratore delle
fonti dei dati di ODBC ........................................................................................................................ 119
Avvio del server ODBC di CA Business Intelligence ........................................................................... 120
Aggiornamento di CA SDM con CA Business Intelligence ................................................................. 120
Problemi relativi all'integrazione di CA Business Intelligence........................................................... 120
Problema di visualizzazione dei dettagli del report dopo l'esportazione a CSV ............................... 121
Problemi noti relativi alla protezione ...................................................................................................... 121
Il software antivirus potrebbe ritardare l'avvio di CA SDM .............................................................. 122
Errore o interruzione di LDAP che utilizza TLS su un server Windows AD ........................................ 123
L'accesso automatico a InfoView non riesce .................................................................................... 124
Visualizzazione di messaggi di avviso durante la generazione di classi stub .................................... 124
Messaggi di errore della Guida in linea ............................................................................................. 125
L'elenco di valori di Crystal Reports non si aggiorna ......................................................................... 125
Le definizioni del processo di CA Workflow non vengono importate automaticamente ................. 126
L'accesso a CA Workflow IDE come utente diverso dall'utente principale determina
l'impostazione di un URL non corretto ............................................................................................. 127

10 Note di rilascio
Messaggi di definizione duplicati ...................................................................................................... 127
Si verificano degli errori quando i dati CA Wily vengono caricati in CA CMDB ................................. 128
Multi-Tenancy e Visualizer ................................................................................................................ 129
Prestazioni delle relazioni di Visualizer ............................................................................................. 129
Carattere di sottolineatura (_) nel nome server del visualizzatore .................................................. 130
Definire le impostazioni internazionali del browser per Visualizer .................................................. 130
Problemi noti relativi all'aggiornamento ................................................................................................. 131
Modifica di Tomcat fornito con CA SDM r11.2 ................................................................................. 131
Patch MDB 17261861 Oracle per Windows ...................................................................................... 132
Errore di aggiornamento da Unicenter Service Desk, CA CMDB r11.2 e Visualizer .......................... 133
Collegamenti Assistenza in tempo reale, Conversazione in tempo reale e Contatta analista
mancanti............................................................................................................................................ 133
Errore di aggiornamento di CA SDM se le impostazioni internazionali UTF-8 non sono
installate ............................................................................................................................................ 134
Documenti della conoscenza stampati contenenti spazi dopo la migrazione .................................. 134

Appendice A: Funzionalità di accessibilità 137


Miglioramenti di prodotto ....................................................................................................................... 137

Appendice B: Riconoscimenti delle licenze di terze parti 141

Sommario 11
Capitolo 1: Introduzione
CA Service Desk Manager Versione 12.7.

Questa sezione contiene i seguenti argomenti:


Argomenti trattati in questo documento (a pagina 13)
Supporto internazionale (a pagina 13)
Ricerca di informazioni relative alle indicazioni di prodotto (a pagina 15)
Correzioni (a pagina 16)

Argomenti trattati in questo documento


Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sulle modifiche e i
miglioramenti apportati alle funzionalità della versione corrente di CA SDM. Le
Note di rilascio contengono i requisiti di sistema, informazioni generali sul set di
documentazione e i problemi noti relativi a CA SDM.

Nota: al momento della pubblicazione, CA SDM Versione 12.7 supporta i sistemi


operativi e i software di terze parti elencati in questo documento. Per ottenere
assistenza, contattare il supporto tecnico all'indirizzo
http://ca.com/worldwide.Per informazioni complete sull'aggiornamento,
consultare la pagina di informazioni sull'aggiornamento di CA SDM all'indirizzo
http://ca.com/support.

Supporto internazionale
Un prodotto internazionalizzato è un prodotto in lingua inglese, che viene
eseguito correttamente sulle versioni in lingua locale del sistema operativo
richiesto e sui prodotti di soggetti terzi richiesti, e che supporta i dati di input e
di output in lingua locale. I prodotti internazionalizzati sono anche in grado di
specificare le convenzioni della lingua locale per quanto riguarda i formati di
data, ora, valuta e numeri.

Un prodotto tradotto (a cui si fa riferimento anche come prodotto localizzato) è


un prodotto internazionalizzato che include il supporto per la lingua locale per
l'interfaccia utente, la Guida in linea e altra documentazione del prodotto,
nonché il supporto per le impostazioni predefinite della lingua locale per quanto
riguarda i formati di data, ora, valuta e numeri.

Capitolo 1: Introduzione 13
Supporto internazionale

Oltre alla lingua inglese di CA SDM, CA supporta solo le lingue elencate nella
seguente tabella.

Contatto oggetto Internazionalizzate Tradotte


Portoghese brasiliano Sì Sì
Cinese semplificato Sì Sì
Cinese tradizionale Sì No
Francese Sì Sì
Francese canadese Sì Sì
Tedesco Sì Sì
Italiano Sì Sì
Giapponese Sì Sì
Coreano Sì No
Spagnolo Sì Sì

Versioni localizzate
Il seguente elenco indica le versioni localizzate del prodotto supportate su
Windows:
■ Tedesco
■ Francese
■ Francese canadese
■ Portoghese brasiliano
■ Italiano
■ Spagnolo
■ Giapponese
■ Cinese semplificato

14 Note di rilascio
Ricerca di informazioni relative alle indicazioni di prodotto

Il seguente elenco indica le versioni localizzate del prodotto supportate su Linux


e Solaris:
■ Francese
■ Tedesco
■ Giapponese

Ricerca di informazioni relative alle indicazioni di prodotto


Le indicazioni sul prodotto CA Service Desk Manager descrivono gli sviluppi
generali del prodotto CA Technologies e forniscono informazioni che possono
contribuire alla pianificazione e alla gestione dell'implementazione di CA SDM.
Per esempio, le indicazioni sul prodotto CA Service Desk Manager forniscono le
seguenti informazioni:
■ Funzioni e caratteristiche previste
■ Annunci di cessione del servizio
■ Versioni temporanee
■ Componenti di CA SDM
■ Funzioni e caratteristiche rimosse
■ Sviluppi del prodotto
■ Cambiamenti previsti come rimozione di funzioni e caratteristiche

Per trovare le indicazioni sul prodotto CA Service Desk Manager


1. Aprire un browser ed accedere alla pagina http://ca.com/support.
Verrà visualizzata la pagina del supporto in linea di CA.
2. Selezionare CA Service Desk Manager dall'elenco a discesa di ricerca per
prodotto.
Viene visualizzata la pagina di CA Service Desk Manager.
3. Scorrere la sezione Stato prodotto, e fare click sul collegamento delle
indicazioni di prodotto di CA Service Desk Manager.
Viene visualizzata la pagina di accesso al Supporto di CA.
4. Effettuare l'accesso al supporto in linea di CA.
Vengono visualizzate le indicazioni di prodotto di CA Service Desk Manager.

Capitolo 1: Introduzione 15
Correzioni

Correzioni
Per tutte le correzioni pubblicate per CA SDM, consultare la sezione delle
soluzioni pubblicate fornita dal Supporto tecnico all'indirizzo
http://ca.com/support.

16 Note di rilascio
Capitolo 2: Funzioni eliminate
Questa sezione contiene i seguenti argomenti:
CA Advantage Data Transformer (ADT) e CA CMDB Federation Adapters (a
pagina 17)
Siti multipli (a pagina 17)
USD_WebServiceSoap (servizi Web 6.0) (a pagina 17)
Integrazione di CA NSM (a pagina 18)

CA Advantage Data Transformer (ADT) e CA CMDB Federation


Adapters
GRLoader ora supporta il caricamento dei dati degli elementi di configurazione
(a pagina 25) da file CSV, tabelle di database JDBC e fogli di calcolo. CA SDM non
supporta o non richiede più CA Advantage Data Transformer e i Federation
Adapters di CA CMDB. Se si desidera utilizzare GRLoader per importare dati
relativi agli elementi della configurazione e a relazioni, utilizzare un formato di
input supportato, come XML.

Nota: per ulteriori informazioni sull'utilizzo di GRLoader, consultare la Guida di


riferimento tecnico CA CMDB.

Siti multipli
CA SDM Versione 12.7 non include la funzionalità per siti multipli, a causa di
incompatibilità con modifiche architettoniche future previste.

USD_WebServiceSoap (servizi Web 6.0)


CA SDM Versione 12.7 non supporta più USD_WebServiceSoap (6.0 WSDL). Il
USD_R11_WebService ha sostituito i servizi Web 6.0 per dare maggiore
versatilità per il proprio ambiente.

Nota: per ulteriori informazioni sui servizi Web, consultare la Guida


all'implementazione.

Capitolo 2: Funzioni eliminate 17


Integrazione di CA NSM

Integrazione di CA NSM
CA SDM Versione 12.7 non si integra con CA NSM 11.2 SP2, 11.2 SP2 Cum1,
perché CA SDM non supporta più WSDL 6.0.

18 Note di rilascio
Capitolo 3: Funzionalità nuove e modificate
Questa sezione contiene i seguenti argomenti:
Registrazione delle attività (a pagina 19)
Integrazione di CA Business Service Insight (a pagina 20)
Miglioramenti CMDB (a pagina 20)
CA EEM (a pagina 26)
Procedura guidata di installazione di CA SDM (a pagina 26)
CA Workflow (a pagina 27)
Creazione di ticket di interfaccia PDA (a pagina 27)
Miglioramenti del reporting (a pagina 27)
Servizi Web RESTful (a pagina 29)
Miglioramenti della capacità di supporto (a pagina 31)
Flusso di lavoro di CA Process Automation e contenuto ITIL di esempio (a pagina
33)

Registrazione delle attività


CA SDM Versione 12.7 modifica il modo in cui vengono definiti gli attributi
aggiuntivi per la registrazione delle attività, al fine di ridurre l'elaborazione delle
spese generali nel proprio ambiente. Nelle versioni precedenti gli attributi
aggiuntivi erano definiti modificando i file .mod nella directory degli esempi. CA
SDM Versione 12.7 supporta questa procedura al fine di garantire la
compatibilità con le versioni precedenti, ma si consiglia di utilizzare il metodo
UI_INFO e di rimuovere i file .mod dal proprio computer.

Nota: per ulteriori informazioni sull'utilizzo del metodo UI_INFO, consultare la


Guida per l'amministratore.

Capitolo 3: Funzionalità nuove e modificate 19


Integrazione di CA Business Service Insight

Integrazione di CA Business Service Insight


CA Business Service Insight consente di gestire le prestazioni dei servizi IT, come
l'integrazione del servizio, la gestione delle prestazioni del livello di servizio e lo
sfruttamento delle classificazioni e dei confronti dei servizi. CA BSI aiuta le
organizzazioni a determinare le prestazioni dei servizi rispetto agli SLA. CA BSI
fornisce informazioni relative alla gestione dei livelli di servizio (SLM) agli analisti
dei Service Desk in CA SDM per gestire le modifiche ai vari servizi IT
nell'organizzazione dell'utente. Queste informazioni di SLM aiutano a migliorare
il processo decisionale e le prestazioni IT.

Nota: per ulteriori informazioni sulla configurazione dell'integrazione,


consultare la Guida all'implementazione.

Miglioramenti CMDB
CA SDM fornisce i seguenti miglioramenti alla funzionalità di CMDB.

20 Note di rilascio
Miglioramenti CMDB

Verifica della coerenza dell'elemento della configurazione


CA SDM consente di eseguire la verifica della coerenza tra la classe
dell'elemento della configurazione e la classe del modello corrispondente
mediante l'opzione cmdb_model_class_inconsistency. Tale verifica garantisce la
coerenza della classe dell'elemento della configurazione con la classe specificata
dall'utente nel modello di tale elemento della configurazione. Questa verifica
viene eseguita durante il salvataggio di un nuovo elemento della configurazione
oppure in caso di modifica della classe o del modello dell'elemento della
configurazione. Gli elementi della configurazione che presentano questo tipo di
incoerenza non vengono sottoposti alla verifica, salvo in caso di aggiornamento
dei valori dell'attributo del modello e della classe.

Per rilevare eventuali incoerenze in un elemento della configurazione esistente,


eseguire la seguente query del database:

SELECT ca_owned_resource.resource_name
FROM ca_owned_resource, ca_model_def
WHERE ca_owned_resource.model_uuid IS NOT NULL AND ca_model_def.class_id IS NOT
NULL
AND ca_owned_resource.resource_class <> ca_model_def.class_id

Importante. È necessario specificare l'attributo produttore quando l'attributo


del modello di un elemento della configurazione viene specificato nei dati di
input. Se viene specificato soltanto l'attributo del modello nei dati di input,
verrà visualizzato un messaggio di errore e CA SDM rifiuterà i dati.

Capitolo 3: Funzionalità nuove e modificate 21


Miglioramenti CMDB

Impostazione dell'opzione di uniformità della classe del modello di CMDB

Impostare l'opzione cmdb_model_class_inconsistency per assicurare uniformità


per le associazioni tra classi e modelli. Per impostazione predefinita, CA SDM
impedisce a una classe dell'elemento di configurazione di essere incoerente con
la classe che un utente ha specificato nel modello facoltativo dell'elemento della
configurazione.

Procedere come descritto di seguito:


1. Nella scheda Amministrazione, fare clic su Gestione opzioni, CA CMDB.
2. Fare clic su cmdb_model_class_inconsistency.
3. Fare clic su Modifica e selezionare l'impostazione appropriata per il proprio
ambiente:
Prevent (Impedisci)
Impedisce il salvataggio dell'elemento di configurazione e visualizza un
messaggio di errore.
Allow (Consenti)
Consente alla classe e alla classe del modello di rimanere incongruenti.
Nota: utilizzare questa opzione per garantire la compatibilità con le
versioni precedenti del prodotto, come CA SDM r12.6.
Avvertenza
Aggiorna il registro standard (stdlog) con un avviso e consente il
salvataggio. Ad esempio, utilizzare questa opzione se si desidera il
passaggio da Allow (Consenti) a Prevent (Impedisci).
4. Salvare e chiudere la finestra.

22 Note di rilascio
Miglioramenti CMDB

Numero massimo di righe nella gestione delle versioni dell'elemento della


configurazione
CA SDM consente ora di modificare il valore predefinito dell'opzione
cmdb_versioning_maxrows per adattare gli ambienti dei clienti che contengono
elementi della configurazione con elevati volumi di dati di audit. Per
impostazione predefinita, il prodotto visualizza 400 righe di dati. Questa opzione
controlla la quantità di dati utilizzata da CA SDM quando genera snapshot del
controllo delle versioni per un elemento della configurazione e dati del registro
di un elemento della configurazione. Quando una cronologia di audit
dell'elemento della configurazione supera questa quantità, il prodotto visualizza
solamente la cronologia più recente. Utilizzare questa opzione con
l'archiviazione ed eliminazione del registro dell'elemento della configurazione di
CMDB.

Capitolo 3: Funzionalità nuove e modificate 23


Miglioramenti CMDB

Funzionalità CACF (Configuration Audit and Control Facility)


La funzionalità CACF consente di prevenire l'esecuzione di Cambiamenti non
autorizzati o incorretti e di garantire l'esecuzione dei soli Cambiamenti
autorizzati. CACF individua e gestisce automaticamente i Cambiamenti non
autorizzati, per ridurre al minimo l'intervento dell'utente. In tal modo lo stato
autorizzato archiviato in CMDB contiene unicamente elementi della
configurazione validati e attributi controllati della Gestione cambiamento.

CACF fornisce i seguenti aggiornamenti dell'interfaccia Web di CA SDM:


■ Nella pagina dei dettagli dell'elemento della configurazione, la scheda Ticket
correlati visualizza le specifiche del Cambiamento associate all'elemento
della configurazione. Nella pagina dei dettagli dell'Ordine di cambiamento,
la scheda Gestione della configurazione visualizza le specifiche del
Cambiamento associate all'Ordine di cambiamento. Questa specifica del
Cambiamento include lo stato di verifica e lo stato del relativo Ordine di
cambiamento.
■ Il modulo Dettagli elemento della configurazione visualizza un messaggio
che indica se un Cambiamento eseguito nell'interfaccia Web è stato
completato correttamente. In caso contrario, viene visualizzato un avviso
che indica la policy, l'attributo e l'operazione corrispondente eseguita.
■ Il contatore della gestione della configurazione di CA CMDB visualizza
Incidenti, Ordini di cambiamento e report di controllo e configurazione di
audit.
■ CA SDM fornisce nuovi report di CA Business Intelligence contenenti
informazioni aggiuntive relative al sistema CACF.

Nota: per ulteriori informazioni sull'amministrazione di CACF, consultare la


Guida all'amministrazione.

24 Note di rilascio
Miglioramenti CMDB

Miglioramenti GRLoader
GRLoader consente il caricamento dell'elemento della configurazione e dei dati
di relazione dell'elemento della configurazione da file CSV, tabelle di database
conformi a JDBC e fogli di calcolo Excel Microsoft® in formato XLS e XLSX.
Questo miglioramento sostituisce CA Advantage Data Transformer e CA CMDB
Federation Adapters.

Importante Si consiglia di utilizzare GRLoader invece di pdm_load per il


caricamento degli elementi della configurazione. pdm_load consente di ignorare
la protezione CA SDM e la verifica dei dati. Se ne consiglia l'utilizzo soltanto in
casi di assoluta necessità.

Nota: per ulteriori informazioni sull'utilizzo di GRLoader con questi formati,


consultare la Guida di riferimento tecnico CA CMDB.

Proprietà di timeout del Visualizer CA CMDB


CA SDM consente ora di impostare un valore di timeout per query SQL nel file
cmdbvisualizerconfig.properties con la proprietà SQL_QUERY_TIMEOUT. Questo
miglioramento risolve problemi con ambienti che contengono elevate quantità
di elementi della configurazione e relazioni degli elementi della configurazione
che possono causare errori del Visualizzatore durante la generazione del grafico.

Capitolo 3: Funzionalità nuove e modificate 25


CA EEM

CA EEM
CA SDM Versione 12.7 fornisce CA EEM r12 CR2 sul supporto di installazione. CA
SDM Versione 12.7 supporta inoltre sia CA EEM r8.4 SP4 CR05 che CA EEM r12
CR02.

Importante Il programma di installazione di CA EEM r12 CR2 sul supporto CA


SDM è soltanto in lingua inglese e non è localizzato. Se si desidera una versione
localizzata di CA EEM, è possibile scaricare CA EEM r8.4 all'indirizzo
http://www.ca.com/support.

Nota: l'integrazione con altri prodotti di CA Technologies potrebbe non


verificarsi a livello di CA EEM r12 CR02. Si consiglia di rivedere la
documentazione sull'integrazione del relativo prodotto.

Per Windows, il supporto di installazione fornisce i programmi di installazione


CA EEM r12 a 32 bit e a 64 bit. Su un computer Windows a 32 bit, CA EEM viene
eseguito come applicazione a 32 bit. Su un computer a 64 bit, CA EEM viene
eseguito come applicazione a 64 bit.

Se si esegue CA iTechnology iGateway come applicazione a 32 bit su un


computer Windows a 64 bit, anche CA EEM viene eseguito come applicazione a
32 bit.

Nota: se si abilita la modalità FIPS sul server CA EEM, CA Workflow non


supporterà CA EEM.

Procedura guidata di installazione di CA SDM


Durante l'installazione di CA SDM su Windows, la procedura guidata richiede di
scaricare ed eseguire il file pslist.exe. Completare queste operazioni e fare clic
su Avanti. Lo strumento dei report di diagnostica e lo script di registrazione degli
intervalli di CA SDM (a pagina 31) richiedono questo file.

Nota: per ulteriori informazioni sull'utilizzo del strumento dei report di


diagnostica e lo script di registrazione degli intervalli di CA SDM, consultare la
Guida per l'amministratore.

26 Note di rilascio
CA Workflow

CA Workflow
La data della fine del ciclo di vita per CA Workflow è stata fissata al 31 dicembre
2013. CA Process Management for Workflows è la soluzione che sarà usata in
futuro. Sono stati definiti diritti limitati affinché CA SDM utilizzi
CA Process Management for Workflows. Se occorrono funzionalità aggiuntive,
contattare il team di gestione dell'account per informazioni sulle soluzioni
offerte da CA Process Automation. Il supporto di installazione di CA SDM include
CA Workflow 1.1.132.0.

Nota: per ulteriori informazioni, consultare le pagine relative al termine del


servizio
https://support.ca.com/irj/portal/anonymous/phpsupcontent?contentID=%7b0
8D031E3-56D8-4443-9330-3BAD79376898%7d e alla documentazione specifica
del prodotto di CA SDM http://www.ca.com/us/collateral/licensing/na/CA-
Service-Desk-Manager-Specific-Product-Documentation.aspx.

Creazione di ticket di interfaccia PDA


CA SDM ora consente di creare ticket dall'interfaccia PDA su dispositivi mobili,
come smartphone. Questo miglioramento estende la funzionalità
dell'interfaccia PDA.

Nota: per ulteriori informazioni sulla creazione di ticket dall'interfaccia PDA,


consultare la Guida per l'amministratore.

Miglioramenti del reporting


CA SDM fornisce i seguenti miglioramenti relativi al reporting:
Report CMDB
■ All Change Impact Report (Report di impatto di tutti i cambiamenti)
(disponibile sia sulle versioni SQL Server che sulle versioni Oracle)
■ CIs Added in Time Range Report (Report degli elementi della configurazione
aggiunti nell'intervallo di tempo)
■ CIs by MDR Report (Report degli elementi della configurazione per MDR)

Capitolo 3: Funzionalità nuove e modificate 27


Miglioramenti del reporting

■ CIs by Owner Report (Report degli elementi della configurazione per


proprietario)
■ CIs by Tenant Report (Report degli elementi della configurazione per
titolare)
■ Change Anomaly Report (Report delle anomalie dei cambiamenti degli
elementi della configurazione)
■ CIs Details Report (Report dei dettagli degli elementi della configurazione)
■ CIs Related to Incidents and Problem Report (Report degli elementi della
configurazione relativi a incidenti e problemi)
■ CIs Relationship Changes Report (Report dei cambiamenti delle relazioni
degli elementi della configurazione)
■ CIs Relationships Report (Report delle relazioni degli elementi della
configurazione (disponibile sia sulle versioni SQL Server che sulle versioni
Oracle)
■ CIs Root Cause Analysis Report (Report di analisi della causa originaria degli
elementi della configurazione) (disponibile sia sulle versioni SQL Server che
sulle versioni Oracle)
■ CIs Scheduled Changes Report (Report dei cambiamenti pianificati degli
elementi della configurazione)
■ CIs Updated in Time Range Report (degli elementi della configurazione
aggiornati nell'intervallo di tempo)
■ CIs With Change Orders Report (Report degli elementi della configurazione
con gli ordini di cambiamento)
■ CIs Without Owner Report (Report degli elementi della configurazione senza
proprietario)
■ Direct Change Impact Report (Report dell'impatto del cambiamento diretto)
■ Inactive CIs Report (Report degli elementi della configurazione non attivi)
■ Orphan CIs Report (Report degli elementi della configurazione orfani)

28 Note di rilascio
Servizi Web RESTful

Report CACF
■ Panoramica CACF
■ CACF Policy Efficiency Summary (Riepilogo dell'efficienza della policy di
CAFC)
■ Change Verification Trending Information (Verifica della tendenza della
verifica di cambiamento)
■ Number of Change Orders for the Time Period (Numero degli ordini di
cambiamento per il periodo di tempo)
■ Number of CIs for the Time Period (Numero degli elementi della
configurazione per il periodo di tempo)

Nota: per ulteriori informazioni sull'accesso ai report CMDB, consultare la Guida


per l'amministratore.

Servizi Web RESTful


I servizi Web RESTful (RWS) di CA SDM propongono una nuova interfaccia del
servizio Web in CA Service Desk Manager, un'alternativa al servizio Web SOAP
esistente. I servizi Web RESTful CA SDM sono conformi ai principi delineati dalla
metodologia REST. REST (REpresentational State Transfer) è uno stile
architettonico software semplice da utilizzare per la pubblicazione e l'utilizzo di
risorse Web adatto alla tecnologia Web 2.0 e le interfacce utenti mobili
(dispositivi portatili come ad esempio i telefoni iPhone o Android ed iPad). REST
fornisce proprietà quali il regime di controllo, la scalabilità orizzontale, le cache
e così via in modo da sviluppare applicazioni Web estremamente adattabili.

I servizi Web REST di CA SDM utilizzano la funzionalità di ciascun oggetto Majic


nella gestione oggetti (domsrvr) adottando perfettamente la protezione CA
SDM e i modelli di accesso ai dati per la semplificazione dello sviluppo delle
applicazioni e delle interfacce specifiche di ciascun utente/ruolo. RWS fornisce
l'accesso a tutti gli oggetti Majic predefiniti, garantendo allo stesso tempo una
flessibilità ottimale per lo sviluppo delle applicazioni personalizzate e la
visualizzazione delle integrazioni. RWS supporta inoltre i nuovi oggetti Majic
personalizzati.

Capitolo 3: Funzionalità nuove e modificate 29


Servizi Web RESTful

I servizi RWS di CA SDM utilizzano il protocollo HTTP come interfaccia di


modifica delle risorse SDM (ad esempio gli oggetti Majic). Per la modifica delle
risorse visualizzate in CA SDM, gli sviluppatori delle applicazioni necessitano
soltanto di un meccanismo per le richieste HTTP associate (GET, PUT, POST,
DELETE) mediante una libreria client HTTP, disponibile per impostazione
predefinita nella maggior parte dei linguaggi di programmazione. RWS fornisce
supporto per i formati di contenuto più importanti, come ad esempio i feed
XML, JSON e ATOM. Gli sviluppatori possono scegliere il formato più adatto alle
esigenze dell'applicazione. Ad esempio, JSON è consigliato per le applicazioni
dell'interfaccia utente che utilizzano JavaScript, mentre XML è consigliato per le
applicazioni Desktop.

Per aiutare gli sviluppatori, CA SDM include diversi esempi di programmi. Questi
esempi includono un'applicazione di interfaccia utente mobile funzionale scritta
mediante jQuery Mobile e JavaScript, nonché programmi di esempio Java che
presentano le diverse funzionalità dei servizi RWS di CA SDM.

Nota: per ulteriori informazioni sull'abilitazione dell'interfaccia di esempio e


sull'impostazione delle opzioni dei servizi Web REST, consultare la Guida per
l'amministratore e la Guida in linea.

Interfaccia mobile di esempio di REST


L'interfaccia mobile di esempio di REST consente di utilizzare CA SDM con
dispositivi come smartphone. Questa interfaccia utente supporta i ruoli di
amministratore, analista di livello 1 e dipendente. Per impostazione predefinita,
CA SDM non abilita questa interfaccia utente di esempio. Verificare che
l'accesso alle funzioni per il ruolo designato come ruolo REST includa le
impostazioni Amministrazione e Protezione.

Nota: per ulteriori informazioni sull'abilitazione di questa interfaccia di esempio


e su un esempio di utilizzo, consultare la Guida per l'amministratore.

Importante L'interfaccia utente mobile di esempio di REST è stata testata solo


con emulatori e richiede jQuery Mobile 1.0 incluso. Per informazioni su jQuery
Mobile, come documentazione, dispositivi mobili supportati e ambienti
operativi, visitare il sito Web di jQuery Mobile, fare clic su Blog e cercare
l'annuncio del rilascio di jQuery Mobile 1.0.

30 Note di rilascio
Miglioramenti della capacità di supporto

Miglioramenti della capacità di supporto


I miglioramenti della capacità di supporto riducono il volume di supporto o
semplificano la risoluzione dei problemi e degli incidenti dei clienti. Queste
funzioni aiutano l'organizzazione di supporto dell'utente a identificare più
rapidamente la causa originaria di un errore segnalato.

Accesso a Tomcat
CA SDM utilizza ora un file separato log4j.properties per ciascun componente
Web, compresi Servlets, PDM_RPC, Support Automation, CMDB Visualizer e
REST. Le modifiche apportate al file delle proprietà non richiedono il riciclo dei
daemon Tomcat da parte dell'amministratore di sistema. Questo miglioramento
consente di ottenere il supporto più rapidamente per scoprire la causa
originaria di un errore segnalato.

Nota: per ulteriori informazioni sull'accesso a Tomcat, consultare la Guida per


l'amministratore.

Risoluzione dei problemi di prestazioni


Il supporto di installazione di CA SDM include lo strumento dei report di
diagnostica di CA SDM e lo script di registrazione degli intervalli per tutti gli
ambienti operativi. Utilizzare gli strumenti di risoluzione dei problemi di
prestazione con l'assistenza del supporto in linea di CA per raccogliere le
informazioni necessarie per la diagnosi dei problemi con CA SDM. Lo strumento
crea un file .CAZ sui sistemi Windows e un file .tar.gz sui sistemi UNIX/LINUX
nella directory NX_ROOT\diag\rpt. Il file contiene le informazioni relative alla
configurazione del sistema e del server, quali il tipo di sistema operativo, la
versione e le risorse di sistema disponibili. Caricare il file nel Problema sul sito
http://support.ca.com per consentire al supporto in linea di CA di diagnosticare
il problema. Lo strumento non cambia né modifica l'implementazione
dell'utente di CA SDM.

L'avvio di CA SDM abilita l'utilità di registrazione intervalli per impostazione


predefinita. Utilizzare questa utilità per raccogliere le statistiche sulle
prestazioni e creare un insieme di file di registro nella directory NX_ROOT\log.
L'utilità sostituisce i file di registro con dimensioni superiori a 5 MB e conserva
un file corrente e 9 file di backup.

Capitolo 3: Funzionalità nuove e modificate 31


Miglioramenti della capacità di supporto

I nomi dei file di registro creati presentano il seguente modello:

xxxx_$HOSTNAME.out
xxxx
Specifica il prefisso del file di statistica raccolto dall'utilità.
$HOSTNAME
Specifica il nome del server utilizzato per l'esecuzione dell'utilità.

Nota: su Linux/UNIX, lo xxxx corrisponde sempre a interval_log.

Nota: per ulteriori informazioni sull'utilizzo di questo strumento di diagnostica e


sugli script di registrazione, consultare la Guida all'amministrazione.

Disattivare l'utilità di registrazione intervalli di CA SDM


L'utilità di registrazione intervalli di CA SDM (un insieme di file di script e di
batch per il rilevamento di problemi relativi alle prestazioni) viene abilitato
automaticamente all'avvio di CA SDM. Questa utilità crea un insieme di registri
in un intervallo preconfigurato di 3 minuti. Se non di desidera che l'utilità sia
sempre attiva, completare le seguenti operazione per la disattivazione
dell'utilità.
1. Aprire il file pdm_startup di file situato nella directory $NX_ROOT/pdmconf
per modificarlo.
2. Commentare tutte le voci che iniziano per GATHER_ o gather_ aggiungendo
il simbolo "; " (punto e virgola seguito da spazio) all'inizio della riga.
Ad esempio, il file contiene le seguenti voci:
GATHER_PSLIST(gather_pslist,$NX_LOCAL_HOST)
after domsrvr connects + 5
GATHER_LOGS_PRI(gather_logs_pri,$NX_LOCAL_HOST)
after domsrvr connects + 10

gather_pslist
gather_logs_pri

32 Note di rilascio
Flusso di lavoro di CA Process Automation e contenuto ITIL di esempio

Dopo aver commentato le voci, le righe verranno visualizzate nella maniera


seguente:
; GATHER_PSLIST(gather_pslist,$NX_LOCAL_HOST)
; after domsrvr connects + 5
; GATHER_LOGS_PRI(gather_logs_pri,$NX_LOCAL_HOST)
; after domsrvr connects + 10

; gather_pslist
; gather_logs_pri

Nota: se la propria installazione dispone di server secondari configurati,


potrebbe essere necessario commentare le voci “gather_” aggiunte per ogni
server secondario. Se verranno aggiunti ulteriori server secondari, sarà
necessario ripetere le stesse operazioni per garantire che l'utilità di
registrazione intervalli venga disattivata sui server secondari.
3. Salvare il file.
4. Per mantenere le modifiche dopo la riconfigurazione di CA SDM, ripetere le
operazioni precedenti per il file pdm_startup.tpl.
5. Riavviare i servizi CA SDM.

Flusso di lavoro di CA Process Automation e contenuto ITIL di


esempio
CA SDM Versione 12.7 fornisce esempi predefiniti del contenuto ITIL e dei flussi
di lavoro di CA Process Automation. Tali esempi sono disponibili nella seguente
directory NX_ROOT/samples:
■ NX_ROOT/samples/Sample_ITIL_Content per il contenuto ITIL di esempio di
CA SDM 12.7
■ NX_ROOT/samples/CA_PAM_Workflows per i flussi di esempio di CA SDM
per CA Process Automation (CA PA)

È possibile scaricare l'ultima versione dei flussi di lavoro di esempio di CA SDM


per CA Process Automation (CA PA) dal seguente percorso:

https://support.ca.com/phpdocs/0/common/impcd/r11/Catalyst/ITPAM_Frame
_sc.htm

Capitolo 3: Funzionalità nuove e modificate 33


Capitolo 4: Documentazione
Questa sezione contiene i seguenti argomenti:
Visualizzazione di CA Bookshelf (a pagina 35)
File Leggimi (a pagina 35)

Visualizzazione di CA Bookshelf
CA Bookshelf di CA SDM fornisce la documentazione di prodotto in formato
HTML conforme alle specifiche americane sull'accessibilità (Sezione 508), e una
versione stampabile di ciascuna guida. CA Bookshelf è installato
automaticamente con il prodotto ed è possibile accedervi facendo click sul
collegamento Bookshelf nel prodotto.

Nota: È possibile anche scaricare ed estrarre CA Bookshelf per un prodotto


(come file ZIP) dal Supporto online di CA.

Per estrarre il file ZIP e visualizzare CA Bookshelf


1. Utilizzare un programma per la gestione di archivi compressi come WinZip.
2. Estrarne il contenuto in una cartella locale.
3. Fare doppio-click sul file Bookshelf.hta nella cartella Bookshelf.
Note: quando si visualizza il bookshelf presente nel disco rigido con un
browser Internet diverso da Microsoft Internet Explorer, è sufficiente aprire
il file Bookshelf.html.
CA Bookshelf si apre e permette di visualizzare e trovare documentazione di
prodotti.

File Leggimi
Un file Leggimi è un documento unico distribuito con un prodotto CA. Mentre il
file delle Note di rilascio è sempre incluso in CA SDM, il file Leggimi è facoltativo.

Al momento della pubblicazione, CA SDM Versione 12.7 non richiede né include


un file Leggimi separato.

Capitolo 4: Documentazione 35
Capitolo 5: Informazioni di sistema
Questa sezione contiene i seguenti argomenti:
Sistemi operativi (a pagina 37)
DBMS (Sistemi di gestione database, Database Management Systems) (a pagina
44)
Requisiti di sistema (a pagina 45)
Supporto del browser Web (a pagina 47)

Sistemi operativi
CA SDM Versione 12.7 supporta diversi sistemi operativi a 64 bit. CA supporta
ogni browser Web per la durata del suo ciclo di vita, stabilita dal produttore, o
finché CA non annuncia che non è più disponibile il servizio di supporto.

CA SDM supporta l'aggiornamento alla versione 12.7 dalla versione r11.2, r12.0,
r12.1, r12.5 e r12.6 per tutte le piattaforme supportate.

Per quanto riguarda Windows, è possibile effettuare direttamente


l'aggiornamento a CA SDM Versione 12.7 solo dalle versioni r11.2, r12.0, r12.1,
r12.5 e r12.6.

In caso di installazione di CA SDM sui sistemi operativi Linux o UNIX, sarà


possibile eseguire l'aggiornamento a CA SDM Versione 12.7 solamente da r12.5
e r12.6. Se l'installazione viene eseguita su una versione precedente del
prodotto, ad esempio le versioni r11.2, r12.0 e r12.1 su Linux/UNIX, è necessario
eseguire l'aggiornamento a CA SDM r12.5 e trasferire CA SDM a un database e
piattaforma supportati prima di eseguire l'aggiornamento a CA SDM Versione
12.7.

Tenere presente le seguenti informazioni relative al sistema operativo:


■ CA SDM richiede la creazione di nomi di file in formato 8.3.
Nota: per ulteriori informazioni sulla configurazione della creazione di nomi
di file e sulla voce di registro disable8dot3, consultare la Guida in linea e la
documentazione di supporto del sistema operativo utilizzato.

Capitolo 5: Informazioni di sistema 37


Sistemi operativi

■ Per Linux e UNIX è necessario installare CA EEM da riga di comando. Se si


procede all'installazione di CA EEM dal supporto di installazione CA SDM
mediante l'opzione Installazione prodotto, verrà visualizzato un messaggio
che richiederà all'utente di utilizzare la riga di comando per l'installazione.
Questo tipo di installazione utilizza uno script shell auto-estraente che guida
l'utente durante l'intero processo.

Sistemi operativi IBM AIX


CA SDM supporta i seguenti sistemi operativi IBM AIX:

Release Versione CA Business Inte CA EEM 8.4 SP4 CA EEM r12 CR02 CA Workflow 1.
lligence 3.2 SP5 CR05 1.132.0
6.1 (64 bit) No Sì Sì Sì
7.1 (64 bit) No No Sì Sì

38 Note di rilascio
Sistemi operativi

Per CA SDM, considerare quanto segue:


■ Prima di procedere all'installazione di CA SDM Versione 12.7 (o di eseguire
la migrazione da una versione precedente), è necessario che IBM XL C/C++
Runtime Environment 9.0.0.9 (o versioni successive) sia installato e in
esecuzione sui server IBM AIX.
■ È possibile integrare CA SDM con CA Business Intelligence, che utilizza
Business Objects Enterprise XI, sebbene l'installazione di CA Business
Intelligence non sia supportata su IBM AIX.
■ IBM AIX supporta l'installazione del server CA Workflow 1.1.132.0; tuttavia,
sui sistemi operativi Windows e Linux è necessario installare il client
CA Workflow IDE.
■ Su IBM AIX, installare CA EEM seguendo le istruzioni quando CA EEM è
selezionato durante l'installazione.

Nota: per ulteriori informazioni sull'integrazione dei prodotti con CA SDM,


consultare la Guida all'implementazione.

Importante CA SDM Versione 12.7 non fornisce tools.jar e javac per AIX. È
necessario installare tools.jar su AIX prima di eseguire la configurazione del
prodotto. La configurazione dei servizi Web REST e Support Automation richiede
il file tools.jar. Per utilizzare i file di esempio di REST, è necessario installare
javac su AIX. È possibile scaricare il Java SDK per AIX dal sito Web di IBM nella
sezione dei kit per sviluppatori IBM per Linux. Scaricare i file binari a 32 bit di
Java SE e installare JDK 1.6 SR10 sul computer AIX in una posizione qualunque.
Copiare tools.jar dalla posizione in cui è installato il JDK in <Shared
Component>\JRE\1.6.0_10\lib e copiare javac in \JRE\1.6.0_10\bin. È possibile
trovare anche la posizione di JRE nella variabile NX_JRE_INSTALL_DIR.

Sistemi operativi Microsoft Windows


CA SDM supporta i seguenti sistemi operativi Microsoft Windows:

Release Versione CA Business CA EEM 8.4 CA EEM r12 CA Workflow


Intelligence 3.2 SP4 CR05 CR02 1.1.132.0
SP5

Windows SP2 Standard Sì Sì Sì Sì


Server 2008 Edition, Enterprise
Edition, Data
Center (64 bit)

Capitolo 5: Informazioni di sistema 39


Sistemi operativi

Release Versione CA Business CA EEM 8.4 CA EEM r12 CA Workflow


Intelligence 3.2 SP4 CR05 CR02 1.1.132.0
SP5

Windows R2 Standard Sì Sì Sì Sì
Server 2008 Edition, Enterprise
Edition, Data
Center (64 bit)

Per CA SDM, considerare quanto segue:


■ L'installazione di CA Business Intelligence installa la versione r3.2, incluso il
Service Pack 3 (SP3). Si consiglia di eseguire l'aggiornamento
dell'installazione di CA Business Intelligence al Service Pack che 5 (SP5). Il
Service Pack 5 include diverse funzionalità per il miglioramento delle
prestazioni e fornisce supporto aggiuntivo a livello di browser Web (ad
esempio Internet Explorer 9).
■ È possibile scaricare il Service Pack 5 da
ftp://ftp.ca.com/caproducts/CABI/CABI-3.x/boeXIR3_SP5. Per informazioni
sull'installazione del Service Pack 5, fare riferimento all'argomento
TEC566603 disponibile sul sito del Supporto in linea di CA.

Nota: per ulteriori informazioni sull'integrazione dei prodotti con CA SDM,


consultare la Guida all'implementazione.

Sistemi operativi Redhat Enterprise Linux


CA SDM supporta i seguenti sistemi operativi Linux Redhat Enterprise:

Release Versione CA Business CA EEM 8.4 SP4 CA EEM r12 CA Workflow


Intelligence 3.2 SP5 CR05 CR02 1.1.132.0
5.5 64-bit No Sì Sì Sì
6.0 64-bit No No Sì Sì

40 Note di rilascio
Sistemi operativi

Per CA SDM, considerare quanto segue:


■ È possibile integrare CA SDM con CA Business Intelligence, che utilizza
Business Objects Enterprise XI, sebbene l'installazione di CA Business
Intelligence non sia supportata su Redhat Linux.
■ Verificare di disporre delle seguenti librerie Java su Redhat Linux per avviare
il programma di installazione del prodotto:
– java-1.4.2-gcj-compat-1.4.2.0-40jpp.115
– java-1.4.2-gcj-compat-devel-1.4.2.0-40jpp.115
– java-1.4.2-gcj-compat-devel-1.4.2.0-40jpp.115
– java-1.4.2-gcj-compat-src-1.4.2.0-40jpp.115
■ Per installare CA SDM su RedHat su RedHat Enterprise Linux 6.0, verificare la
disponibilità dei seguenti pacchetti RPM e delle relative dipendenze:
RPM richiesti
– libXp-1.0.0-15.1.el6.i686.rpm
Dipendenze
– libXau-1.0.5-1.el6.i686.rpm
– libxcb-1.5.1-1.el6.i686.rpm
– libXext-1.1.3-1.el6.i686.rpm
– libX11-1.3.2-1.el6.i686.rpm
RPM richiesti
– libXtst-1.0.99.2-3.el6.i686.rpm
Dipendenze
– libXi-1.3.3-3.el6.i686.rpm
RPM richiesti
– openssl-1.0.0-4.el6.i686.rpm
Dipendenze
– zlib-1.2.3-25.el6.i686.rpm
– libselinux-20.94-2.el6.i686.rpm
– keyutils-libs-1.4-1.el6.i686.rpm
– krb5-libs-1.8.2-3.el6.i686.rpm

Capitolo 5: Informazioni di sistema 41


Sistemi operativi

RPM richiesti
– openldap-2.4.19-15.el6.i686.rpm
Dipendenze
– db4-4.7.25-16.el6.i686.rpm
– cyrus-sasl-lib-2.1.23-8.el6.i686.rpm
RPM richiesti
– pam-1.1.1-4.el6.i686.rpm
Dipendenze
– cracklib-2.8.16-2.el6.i686.rpm
– audit-libs-2.0.4-1.el6.i686.rpm
– Nota: i pacchetti a 32 bit (pam-1, cracklib-2 e audit-libs-2) sono
necessari per sistemi a 32 bit e a 64 bit.
■ Verificare di disporre dei seguenti pacchetti pcre e libuuid:
– pcre-7.8-3.1.el6.i686.rpm
– libuuid-2.17.2-6.el6.i686.rpm
Nota: i pacchetti a 32 bit (pcre-7 e libuuid-2) sono necessari per sistemi
a 32 bit e a 64 bit.

Nota: per ulteriori informazioni sull'integrazione dei prodotti con CA SDM,


consultare la Guida all'implementazione.

Sistemi operativi Oracle Solaris


CA SDM supporta i seguenti sistemi operativi Oracle Solaris:

Release Versione CA Business CA EEM 8.4 SP4 CA EEM r12 CA Workflow 1.1
Intelligence 3.2 CR05 CR02 .132.0
SP5
10 Supporto No Sì Sì Sì
SPARC a 64 bit

42 Note di rilascio
Sistemi operativi

Per CA SDM, considerare quanto segue:


■ È possibile integrare CA SDM con CA Business Intelligence, che utilizza
Business Objects Enterprise XI, sebbene l'installazione di CA Business
Intelligence non sia supportata su Oracle Solaris.
■ È possibile installare CA EEM su Oracle Solaris; tuttavia, CA SDM su Oracle
Solaris non può utilizzare l'autenticazione esterna per CA EEM su alcuna
piattaforma. La funzione di autenticazione di CA EEM richiede lo
spostamento da parte del sito del daemon boplgin su un sistema operativo
Windows, Linux o AIX. Il daemon boplgin su Oracle Solaris non può venire
integrato con il server CA EEM su alcuna piattaforma.
■ Oracle Solaris supporta l'installazione del server CA Workflow 1.1.132.0.
Tuttavia, sui sistemi operativi Windows e Linux occorre installare il client
CA Workflow IDE.

Nota: per ulteriori informazioni sull'integrazione dei prodotti con CA SDM,


consultare la Guida all'implementazione.

Sistemi operativi Novell SuSE Linux (SLES)


CA SDM supporta i seguenti sistemi operativi Linux SuSE di Novell:

Release Versione CA Business CA EEM 8.4 CA EEM r12 CA Workflow 1.1.1


Intelligence 3.2 SP4 CR05 CR02 32.0
SP5
11 (SP1 64 bit) No No Sì Sì

Per CA SDM, considerare quanto segue:


■ È possibile integrare CA SDM con CA Business Intelligence, che utilizza
Business Objects Enterprise XI, sebbene l'installazione di CA Business
Intelligence non sia supportata su SuSE Linux.

Nota: per ulteriori informazioni sull'integrazione dei prodotti con CA SDM,


consultare la Guida all'implementazione.

Capitolo 5: Informazioni di sistema 43


DBMS (Sistemi di gestione database, Database Management Systems)

Sistemi operativi VMware


CA SDM supporta i seguenti sistemi operativi VMware:

Release Versione CA Business Intellig CA EEM 8.4 SP4 CA EEM r12.0 CA Workflow
ence 3.2 SP5 CR05 CR02 1.1.132.0
ESX Server 4.0 o superior Sì Sì Sì Sì
e

Importante Se si desidera configurare CA SDM su Windows in ambiente NAT


(Network Address Translation), modificare il file HOSTS locale con il nome host e
l'indirizzo IP del server in uso. Il file hosts si trova nella directory
\system32\drivers\etc\hosts\.

DBMS (Sistemi di gestione database, Database Management


Systems)
Le seguenti tabelle elencano i sistemi di gestione di database supportati da CA
SDM Versione 12.7.

Importante Prendere in considerazione le informazioni seguenti:


■ Per implementazioni UNIX/Linux Oracle, impostare le Variabili ambiente
Oracle prima dell'installazione o della migrazione a CA SDM.
■ Per risolvere alcuni problemi noti di Oracle 11g, è necessario applicare la
distinzione tra maiuscole e minuscole impostando la variabile NX.env come
NX_ORACLE_CASE_INSENSITIVE=0. Si consiglia inoltre di impostare
NX_DSSORT su BINARY per applicare la distinzione tra maiuscole e
minuscole a domsrvr sort. Una volta eseguito l'aggiornamento all'ultima
versione di Oracle 11gR2 (che deve includere la patch 10248523 di Oracle), è
possibile reimpostare NX_ORACLE_CASE_INSENSITIVE=1 per il supporto
dell'uso indistinto di maiuscole e minuscole.
■ Il supporto di installazione non contiene una versione integrata di Ingres da
installare. Questo database ha cessato di essere supportato.
■ Se si desidera utilizzare un MDB remoto, il client di database (Oracle o SQL
Server) deve essere installato sullo stesso computer su cui è installato CA
SDM.

44 Note di rilascio
Requisiti di sistema

CA SDM supporta Microsoft SQL Server nei seguenti sistemi operativi:

Sistema operativo Versione DBMS


Microsoft Windows (32-bit, 64-bit) SQL Server 2008, R2, SP1, SP2, SP3

CA SDM supporta Oracle nei seguenti sistemi operativi:

Sistema operativo Versione DBMS


Tutti i sistemi operativi elencati in Sistemi Oracle 11g R2
operativi. (32-bit, 64-bit)
Nota: CA fornisce assistenza all'MDB remoto su HP
UNIX con Oracle 11gr2.

Requisiti di sistema
I requisiti di spazio temporaneo variano da sistema a sistema. Si consiglia di
disporre di almeno 512 MB per l'installazione di CA SDM e di 256 MB per
l'installazione di CA MDB. Se lo spazio temporaneo è inferiore al valore minimo
consigliato, è possibile utilizzare la variabile IATEMPDIR per reindirizzare lo
spazio temporaneo del programma di installazione su un'altra cartella.

Affinché un server CA SDM venga installato ed eseguito correttamente è


necessario che vengano soddisfatti i seguenti requisiti:

Hardware Requisiti
CPU Doppio processore da 2.0 GHz preferito
RAM Requisiti minimi: 4 GB
Requisiti consigliati: almeno 6 GB
Spazio su disco 4 GB

Per poter ottenere prestazioni migliori è necessario che vengano soddisfatti i


seguenti requisiti per un computer client Web CA SDM:

Hardware Requisiti
CPU Doppio processore da 2.0 GHz preferito

Capitolo 5: Informazioni di sistema 45


Requisiti di sistema

Hardware Requisiti
RAM Minimo 2 GB di memoria libera disponibile
Spazio su disco 4 GB

In base alle dimensioni dell'ambiente CA SDM, è necessario che vengano


soddisfatti i seguenti requisiti affinché il prodotto venga installato ed eseguito
correttamente:

Dimensione database Hardware Requisiti


Minimi—Utili per installare CPU Minimo doppio processore da 2.0
CA SDM in ambiente di GHz
prova.
RAM Requisiti minimi: 2 GB
Spazio su disco Almeno 4 GB. Con l'aumento delle
dimensioni del database nel
tempo, lo spazio su disco
aumenterà
Medi—Requisiti standard per CPU Doppio processore da 2.0 GHz.
CA SDM. Impostazioni
consigliate per la maggior
parte delle installazioni
Service Desk.
RAM Requisiti minimi: 4 GB
Spazio su disco Almeno 4 GB. Con l'aumento delle
dimensioni del database nel
tempo, lo spazio su disco
aumenterà
Superiori—Utili per CPU Processore quad da 2.0 GHz.
applicazioni gravose di CA
SDM.
RAM Requisiti minimi: 4 GB
Spazio su disco Almeno 4 GB. Con l'aumento delle
dimensioni del database nel
tempo, lo spazio su disco
aumenterà

46 Note di rilascio
Supporto del browser Web

Nota: la directory dei file di dati del server di database per MDB richiede almeno
2 GB di spazio.

Supporto del browser Web


CA SDM supporta i seguenti browser Web: Per il supporto di versioni specifiche,
visitare il sito http://support.ca.com per ottenere la matrice di compatibilità del
browser.
Desktop e laptop
Fornisce supporto completo per i seguenti browser:
■ Microsoft Internet Explorer 8 e superiore
■ Mozilla Firefox ESR 10 e superiore
Nota: per ulteriori informazioni su ESR, consultare il sito
https://wiki.mozilla.org/Enterprise/Firefox/ExtendedSupport%3APropos
al.
■ Google Chrome 13.0.782 e superiore
■ Apple Safari 5.1 e superiore
Nota: se si desidera scorrere i collegamenti CA SDM e i pulsanti con il
tasto di tabulazione, abilitare l'impostazione avanzata in Safari che
specifica di premere il tasto di tabulazione per evidenziare ciascun
elemento sulla pagina Web.
Nota: quando si apre il client Support Automation, appaiono le istruzioni
relative al download e all'installazione di questo client sul proprio computer.
Selezionare Sì o OK a qualsiasi richiesta di protezione e non modificare il
nome del file. Il client non si installa se si rinomina il file o se si fa clic su No
o Annulla quando compare una richiesta di protezione.
Importante È possibile avviare l'Interfaccia Analista di Support Automation
solo da browser Web a 32 bit.

Capitolo 5: Informazioni di sistema 47


Supporto del browser Web

Tablet
Viene fornito un supporto limitato per iPad Apple.
Importante CA SDM supporta iPad Apple con browser iOS 5, per visualizzare
l'interfaccia Analista e le interfacce self-service per impiegati, clienti e
fornitori. CA SDM non supporta gli allegati sui dispositivi di tipo tablet. Su
iPad, il browser Safari supporta l'interfaccia utente di CA SDM completa.
Altri browser potrebbero visualizzare l'interfaccia utente completa, ma non
al momento non sono supportati.
CA SDM limita i browser predefiniti di iPad Apple alle funzionalità seguenti:
■ Annunci
■ Contatori
■ Creazione, modifica, ricarica e ordinamento ticket
■ Ricerca e visualizzazione di documenti della conoscenza
■ Invio di un documento della conoscenza (solo interfaccia dipendenti)
Smartphone
Visualizza l'interfaccia PDA su tutti i dispositivi e browser non supportati

48 Note di rilascio
Capitolo 6: Problemi noti

Problemi noti relativi ai prodotti CA


Esistono problemi noti che compromettono il comportamento e l'utilizzo dei
prodotti e dei componenti CA con CA SDM.

Compatibilità di GRLoader
Il General Resource Loader (GRLoader) per CA SDM è distribuito a livello
Versione 12.7 ed è compatibile con tutte le precedenti versioni di CA CMDB.

Importante Raccomandiamo di utilizzare GRLoader distribuito con CA SDM


Versione 12.7.

Le considerazioni seguenti sono valide per GRLoader:


■ L'utilità GRLoader distribuita con CA CMDB r11.x non è compatibile con CA
SDM Versione 12.7. Aggiornare la versione dell'utilità distribuita con CA
SDM Versione 12.7.
■ Per qualsiasi prodotto di terzi che utilizza GRLoader, reinstallare tutti i file e
le cartelle nella cartella java\lib, in base alle istruzioni della Guida di
riferimento tecnico di CA CMDB.
■ Versioni precedenti di GRLoader, per esempio, GRLoader distribuito con CA
Cohesion ACM, possono richiedere un aggiornamento. Applicare la patch
appropriata.
■ (Solo Solaris) Quando si esegue GRLoader utilizzando pdm_task, la variabile
di ambiente $NX_ROOT non deve essere esportata da pdm_task. Evitare di
esportare $NX_ROOT, eseguendo una delle seguenti operazioni:
– Commentare temporaneamente la riga in cui viene esportato
$NX_ROOT.
– Aggiungere un breve script in modo che $NX_ROOT non venga
esportato quando pdm_task esegue GRLoader.

Nota: in ambienti non Windows, può essere utile invocare GRLoader mediante
pdm_task GRLoader <argomenti>.

Capitolo 6: Problemi noti 49


Problemi noti relativi ai prodotti CA

Modalità di revisione dei file di registro


Se fallisce un'installazione di CA Business Intelligence, controllare ulteriori
informazioni nel file di registro. Il file di registro conterrà i codici di errore,
presentati come valori restituiti da determinate funzioni.

I file di registro (ca-install.log, CA_Business_Intelligence_InstallLog.log) si


trovano al livello superiore della directory di installazione di CA Business
Intelligence. Durante la procedura di installazione, si trovano in una posizione
temporanea determinata da una proprietà di ambiente TEMP sul sistema. Se
l'installazione non viene completata con successo, è possibile individuare il file
di registro in questa posizione temporanea.

In caso di problemi, seguire i seguenti passaggi:


1. Aprire CA_Business_Intelligence_InstallLog.log e verificare se sono riportati
errori.
2. Aprire il file the ca-install.log.
Questo file è di grosse dimensioni e contiene dettagli di registro.
3. Scorrere il file fino in fondo e verificare se sono riportati errori.
4. Individuare BIEK_GetExitCode per verificare il valore restituito della
funzione BIEK_GetExitCode.
Se il valore restituito non è 0, si è verificato un errore di installazione.
5. È quindi possibile effettuare una ricerca per parole chiave, ad esempio
Errore, Avviso, CMS, o InfoStore per individuare la causa dell'errore.

CA SDM non riesce ad avviarsi dopo che le versioni precedenti di eTPKI sono
state installate successivamente a CA SDM
Valido per sistemi Windows con altri prodotti CA installati dopo CA SDM

Sintomo:
Il messaggio seguente viene visualizzato all'avvio di CA SDM:

Impossibile connettersi al DB

Non è possibile avviare CA SDM quando vengono installati TPKI o prodotti CA


che utilizzano versioni precedenti a quella di CA SDM

50 Note di rilascio
Problemi noti relativi ai prodotti CA

Soluzione:

Per evitare tale problema, procedere come segue:


1. Modificare il percorso di sistema: spostare la directory
PROGRA~1\CA\SC\CAPKI\Windows\x86\32\lib all'inizio del percorso.
2. Avviare CA SDM.

Errore di aggiunta del contatore a un modulo con più frame


Valido su tutti i sistemi operativi

Sintomo:
Quando si aggiunge il Contatore a un modulo multiframe, si verificano i seguenti
errori:

Errore: window.parent.scoreboard non ha proprietà

Per esempio, questo problema si verifica quando si tenta una delle seguenti
operazioni:
1. Creazione di un modulo multiframe
2. Aggiunta del Contatore a uno dei frame.
3. Pubblicazione del modulo.
4. Aggiunta del modulo a una scheda e della scheda a un ruolo.
5. Effettuare l'accesso a CA SDM utilizzando il ruolo al quale sono stati aggiunti
la scheda o il modulo.
Viene visualizzato il seguente messaggio di errore:
Errore: window.parent.scoreboard non ha proprietà

Nota: per informazioni su questa procedura, consultare la Guida in linea.

Soluzione:

Non utilizzare il Contatore con moduli multiframe in CA SDM Versione 12.7.

Capitolo 6: Problemi noti 51


Problemi noti relativi ai prodotti CA

Errore durante l'avvio di Process Viewer di CA Process Automation


Valido su tutti i sistemi operativi

Sintomo:
Quando viene avviato Process Viewer di CA Process Automation da CA SDM,
viene visualizzato il seguente messaggio di errore:

Impossibile avviare l'applicazione [Client name][Publisher][From]

Soluzione:

Il programma di installazione di CA Process Automation utilizza il nome host del


computer sul quale è installato per riempire le informazioni nei file di
configurazione di CA Process Automation. Per fare in modo che CA Process
Automation funzioni correttamente, il nome host deve essere un nome
raggiungibile da tutti i computer che accedono a CA Process Automation da CA
SDM. Se c'è un problema con il valore nome host impostato durante
l'installazione, l'amministratore può cambiare un file di configurazione di CA
Process Automation per risolvere il problema.
1. Sul server CA Process Automation aprire il file
%InstallationDir%\server\c2o\.config\OasisConfig.properties.
2. Cambiare il valore oasis.local.hostname a uno raggiungibile sia dal server CA
Process Automation che dalle postazioni di lavoro CA SDM.
Nota: verificare che il nuovo nome host coincida con il valore di gestione
opzioni di CA SDM impostato nell'opzione caextwf_processdisplay_url.
3. Riavviare il server CA Process Automation.
L'utente può lanciare il visualizzatore processi da CA SDM. Il nome host è
raggiungibile da ogni computer che ha accesso a CA Process Automation da
CA SDM.

Avvio del client CA Process Automation con le credenziali precedenti dell'utente


Sintomo:

Quando viene avviato il client CA Process Automation, il client viene aperto con
le credenziali dell'utente precedente.

52 Note di rilascio
Problemi noti relativi ai prodotti CA

Soluzione:

CA Process Automation posizione sulla cache del browser i dati quali i nomi
utente e le password. Questo attività di memorizzazione della cache determina
l'apertura del client con le credenziali utente precedenti quando un utente
seleziona l'opzione Visualizza processo o un registro dell'istanza di processo
della scheda Attività del flusso di lavoro di una pagina di dettaglio del ticket.

Svuotare il contenuto della cache del browser prima di eseguire l'accesso a CA


SDM o aprirlo in un nuovo browser.

Gli elementi della configurazione dipendenti appartenenti alla famiglia Servizi


non vengono visualizzati nell'utilità di pianificazione dei cambiamenti
Sintomo:

Elementi della configurazione dipendenti appartenenti alle famiglie degli


elementi della configurazione: Servizio Enterprise e Servizio non vengono
visualizzati nell'utilità di pianificazione dei cambiamenti, se la famiglia Servizi
nella tabella ci_resource_family dispone di un nome table_extension_name
diverso da serx.

Soluzione:

Modificare il nome table_extension_name per la famiglia Servizi in serx.

Errore di ridefinizione del set di file della Guida


Valido su tutti i sistemi operativi

Sintomo:
Quando si rimuovono argomenti dal set di file della Guida, le intestazioni
dell'argomento non sono rimosse dal Sommario.
Per esempio, questo problema si verifica quando si tenta una delle seguenti
operazioni:
1. Creazione di un set di file della Guida
2. Associazione di un set di file della Guida con un ruolo appena creato.

Capitolo 6: Problemi noti 53


Problemi noti relativi ai prodotti CA

3. Modifica della definizione del set di file della Guida e rimozione del
contenuto.
4. Login in CA SDM utilizzando il ruolo con il set di file della Guida modificato.
5. Lancio della guida in linea e consultazione dell'Indice.
Gli argomenti dei file della guida modificati sono ancora elencati nell'Indice.

Soluzione:
1. Creare un set di file della guida invece di modificarlo.
2. Modificare il ruolo da assegnare al nuovo set di file della guida.

Nota: per informazioni su questa procedura, consultare la Guida in linea.

Gli attributi di riconciliazione dell'elemento della configurazione non riconoscono


il titolare
Valido su tutti i sistemi operativi con un'installazione multi-titolare

Sintomo:
L'utente non può creare un elemento della configurazione poiché entra in
conflitto con un altro elemento della configurazione, assegnato a un titolare
diverso. I seguenti attributi di riconciliazione dell'elemento della configurazione
non riconoscono il titolare
■ Nome
■ Numero di serie
■ Nome host
■ Nome DNS
■ Tag asset

Soluzione:
Per evitare questo conflitto, aggiungere il nome del titolare a uno o più attributi
di riconciliazione.

54 Note di rilascio
Problemi noti relativi ai prodotti CA

Support Automation crea una cartella temporanea denominata CA-


SupportBridge
Sintomo:
Quando l'utente finale e gli analisti utilizzano Support Automation, non possono
localizzare la cartella temporanea di Support Automation. Nella cartella
temporanea vengono memorizzati file eseguibili, dal client dell'utente finale e
dall'interfaccia Analista di Support Automation.

Soluzione:
La cartella temporanea creata dalle applicazioni è denominata CA-
SupportBridge, come nel caso della seguente directory:

C:\Documents and Settings\AllUsers\Application Data\VMware VirtualCenter

L'eliminazione di un database CA Support Automation r6.0 SR1 eFix5 non


comporta l'esportazione degli utenti non attivi
Dopo aver eseguito lo script di eliminazione dei dati cronologici sul database CA
Support Automation r6.0 SR1 eFix5, gli utenti inattivi (ovvero gli utenti non
coinvolti in una sessione di assistenza per il periodo di cronologia mantenuto)
non vengono esportati al database di CA SDM Versione 12.7.

I dati metrici di CA BSI non vengono visualizzati correttamente


Quando CA SDM viene integrato con CA BSI, gli utenti possono visualizzare i dati
metrici per gli elementi della configurazione dei contratti che vengono associati
con un MDR di CA BSI. Gli utenti devono specificare un contraente (entità di
CA BSI) prima di inoltrare la richiesta. Un limite di CA BSI impedisce di
visualizzare correttamente i dati metrici per contraenti che hanno determinati
caratteri non alfanumerici all'interno del nome. Si consiglia di utilizzare nomi di
contraenti alfanumerici e di evitare di usare uno qualsiasi dei caratteri seguenti:

reserved = gen-delims / sub-delims

gen-delims = : / ? # [ ] @

sub-delims = ! $ & ' ( ) * + , ; =

Capitolo 6: Problemi noti 55


Problemi noti relativi ai client

Problemi noti relativi ai client


Esistono problemi noti che compromettono il comportamento e l'utilizzo dei
client in CA SDM.

L'utente finale del client Web di Support Automation non si avvia


Sintomo:
La sessione del client di chat Web può essere lanciata solo dopo aver chiuso il
browser corrente ed aperto un nuovo browser. Questi problemi si verificano
quando si configura supportautomation_url con un indirizzo IP:
■ Il client Web dell'utente finale non si lancia dopo la chiusura della prima
sessione dell'utente finale del client Web. La pagina Post Logout mostra il
seguente messaggio: La sessione di assistenza in tempo reale è completa.
■ Si riunificano diverse console del client Web per l'utente finale con la
sessione corrente del client Web quando si tenta di lanciare un diversa
console del client Web per l'utente finale nello stesso computer e nella
stessa finestra del browser.

Soluzione:
Se la configurazione di supportautomation_url utilizza un indirizzo IP che ha una
mappatura esistente come host, l'elaborazione della richiesta HTTP risolve a
questo nome host. È possibile modificare la configurazione di
supportautomation_url al nome host o rimuovere la mappatura dell'indirizzo IP
al nome host per risolvere questo problema.

I client Support Automation si aprono solamente in Internet Explorer


Sintomo:

Quando viene aperto Support Automation Analyst Interface o il client


dell'utente finale da Chrome, Safari o Firefox, il client Support Automation si
apre in Internet Explorer. Il client si apre solamente in Internet Explorer, anche
se il browser predefinito è Chrome, Safari o Firefox. Ad esempio, fare clic su un
collegamento su Support Automation Analyst Interface, come un Incidente.
L'incidente si apre in Internet Explorer, anziché in Chrome, Safari o Firefox. Se si
disattiva Internet Explorer, i collegamenti non funzionano.

Soluzione:
Non esiste alcuna soluzione.

56 Note di rilascio
Problemi noti relativi ai client

Errore di timeout della sessione nel browser Google Chrome


Nel browser Google Chrome, la selezione di una qualsiasi scheda o pulsante,
dopo che la sessione è scaduta, provoca un errore di eccezione di timeout.
Inoltre, non è possibile visualizzare la schermata di accesso.

Nella console viene visualizzato l'errore seguente:


Failed to load Resource:the server responded with a status of 404(Not Found)
beep.wav. (Impossibile caricare la risorsa: il server ha risposto con uno stato 404
(Non trovato) beep.wav.)

L'Analista automazione supporto non può utilizzare Remote Control durante la


sessione di assistenza
Valido su Windows Vista e Windows 7 a 64 bit

Sintomo:
Quando si utilizza Remote Control durante una sessione di assistenza, si prova
ad eseguire un'applicazione in qualità di amministratore e si utilizzano le
credenziali dell'amministratore fornite nella finestra Controllo account utente.
Nella sessione Remote Control sul computer dell'utente finale non si ha il
controllo su un'applicazione aperta.

Soluzione:
Windows Vista e Windows 7 non visualizzano la finestra Controllo account
utente (UAC) finestra o qualsiasi finestra del Desktop protetto per l'Analista
automazione supporto durante l'avvio del Web. È possibile cambiare soltanto
tra i desktop per visualizzare la finestra Windows protetta, quando il computer
dell'utente finale esegue l'agente di CA Support Automation.

Capitolo 6: Problemi noti 57


Problemi noti relativi ai client

Impossibile visualizzare le chiavi di sottoregistro


HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE
Valido per computer Windows a 64 bit

Sintomo:
Quando l'utente finale utilizza un computer client a 64 bit, la chiave di registro si
comporta come nei casi seguenti:
■ Durante una sessione di assistenza, un utente crea, modifica o elimina chiavi
di registro in HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE sul computer dell'utente
finale dall'interfaccia Analista di Support Automation. Le chiavi sono
visualizzate in HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node sul
computer dell'utente finale.
■ Un utente crea, modifica o elimina chiavi di registro in
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node sul computer
dell'utente finale ed avvia la sessione di assistenza. Le chiavi sono
visualizzate in HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE nella sessione
dell'analista.
■ Un utente crea, modifica o elimina chiavi di registro in
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE sul computer dell'utente finale ed avvia
la sessione di assistenza. Le chiavi sono visualizzate in
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE nella sessione di assistenza
dell'analista.
Nota: la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node viene
presentata in modo trasparente alle applicazioni a 32 bit da WoW64 come
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE. Per ulteriori informazioni, consultare
l'articolo MSDN relativo alle chiavi di registro interessate da WOW64.

58 Note di rilascio
Problemi noti relativi ai client

Viene visualizzato un messaggio di errore all'avvio dei client dell'utente finale e


Analista di Support Automation
Valido per Internet Explorer 8 e 9

Sintomo:

Per il client dell'utente finale di Support Automation, se il sito CA SDM si trova in


area Internet (o in qualsiasi altra area) con un livello di sicurezza maggiore
rispetto a medio-basso, Internet Explorer blocca le finestre popup e l'utente
finale non è in grado di avviare il client Support Automation.

Per il client dell'analista Support Automation, se il sito CA SDM si trova in area


Internet (o qualsiasi altra area) con un livello di sicurezza maggiore rispetto a
medio-basso, Internet Explorer blocca i download e viene avviato da IFRAME,
mentre l'analista non è in grado di avviare l'assistenza in tempo reale.

Soluzione:

Per il client dell'utente finale Support Automation, spostare il sito CA SDM


nell'area Siti attendibili e impostare il livello di protezione su Medio-basso o
consentire le finestre pop-up dal sito CA SDM.

Per il client dell'analista Support Automation, spostare il sito CA SDM nell'area


Siti attendibili e impostare il livello di protezione su Medio-basso. È inoltre
possibile impostare un valore del livello di protezione personalizzato, abilitando
le opzioni di download e di richiesta automatica dei download dei file.

Capitolo 6: Problemi noti 59


Problemi noti relativi ai client

Non è possibile aprire un risultato della ricerca durante la creazione di ticket


Valido su iPad Apple

Sintomo:
Quando si crea un incidente e si desidera cercare nell'archivio della base di
conoscenza, i risultati della ricerca appaiono nella scheda Conoscenza. Non è
possibile selezionare risultati della ricerca o collegamenti che compaiono in
questa scheda.

Soluzione:

Questo comportamento si verifica quando si seleziona l'opzione Avoid Pop-Ups


(Evita popup), da View (Visualizza), Preferences (Preferenze) sulla scheda
Service desk.

Procedere come descritto di seguito:


1. Selezionare qualsiasi altra scheda, come Ulteriori informazioni.
2. Selezionare nuovamente la scheda Conoscenza.
3. Selezionare un collegamento per aprirlo.

Il sottomenu non scompare dalla pagina in iOS


Valido su iPad Apple

Sintomo:
Quando si fa clic sul menu File sulla scheda Service desk, il sottomenu non
scompare finché non si seleziona un collegamento dal sottomenu o un'altra
scheda. Se si fa clic su un collegamento diverso sul modulo, il sottomenu non
scompare.

Soluzione:
Il sistema operativo iOS ha una limitazione che provoca questo comportamento,
perché iPad non utilizza un mouse.

60 Note di rilascio
Problemi noti relativi ai client

Impossibile esportare la pianificazione su Internet Explorer


Valido per Windows

Sintomo:
L'esportazione della Pianificazione Ordini di cambiamento non funziona
correttamente quando è abilitata la protezione avanzata in Internet Explorer
(IE). L'opzione di protezione avanzata impedisce a IE di mostrare la conferma di
download che il bottone Esporta crea per l'utente. L'opzione di protezione
avanzata è disponibile soltanto su installazioni server di Windows.

Soluzione:
Disabilitare l'opzione di protezione avanzata in IE.

Quando si visualizza un numero elevato di categorie della conoscenza in IE


appare un avviso dello script
Valido su IE 8

Sintomo:
Quando si prova a caricare un numero elevato di categorie della conoscenza, IE
mostra un messaggio di avviso che dice: "Uno degli script nella pagina sta
rallentando l'esecuzione di Internet Explorer."

Soluzione:
Visitare la pagina di supporto Microsoft e consultare l'articolo numero 175500
per scaricare una correzione.

L'ambiente Cygwin causa problemi di applicazione


Sintomo:

In ambiente Cygwin, è possibile lanciare applicazioni Java di CA Service Desk


Manager utilizzando un server AIX ma i pulsanti applicazione non sono attivi.

Soluzione:

Ciò è dovuto a un problema con l'ambiente Cygwin. Utilizzare un emulatore


differente.

Capitolo 6: Problemi noti 61


Problemi noti relativi ai client

Le funzionalità nel Calendario dei cambiamenti non sono accessibili


Nella scheda Calendario dei cambiamenti, se si fa clic sul pulsante Indietro in
Internet Explorer non è possibile accedere alle funzionalità del Calendario dei
cambiamenti. Viene visualizzato un messaggio di errore per l'oggetto non
supportato. Disconnettersi da CA SDM per accedere nuovamente alla scheda
Calendario.

Limitazioni di Firefox in Gestione della conoscenza


Valido su Windows e Linux

In caso di utilizzo di browser Firefox, si possono verificare le seguenti limitazioni


in Gestione della conoscenza:

Sintomo:

Dalla scheda Progetto nell'editor HTML, non è possibile eliminare il testo


precedentemente salvato introdotto nel campo Risoluzione di un documento
della conoscenza.

Soluzione:

È possibile eliminare il testo precedentemente salvato nella scheda Sorgente


dell'editor HTML.

Sintomo:

In Gestione della conoscenza, un'impostazione di sicurezza di Firefox può


impedire di utilizzare le funzioni Taglia, Copia e Incolla.

Soluzione:

Per abilitare le funzioni Taglia, Copia e Incolla, modificare le preferenze di


sicurezza del browser.

Nota: per ulteriori informazioni sulla configurazione delle preferenze del


browser, consultare mozilla.org.

62 Note di rilascio
Problemi noti relativi ai client

La schermata di accesso di Chrome non ricompare dopo il timeout della sessione


Valido su Chrome

Sintomo:
Si sta utilizzando Google Chrome e la sessione di CA SDM è scaduta. Quando
richiesto si fa clic su OK, ma la pagina di accesso non ricompare. Compare un
errore nella console degli errori del browser.

Soluzione:

Questo problema è causato da una limitazione di Chrome.

Chrome non visualizza correttamente i titoli della pagina


Valido su Windows Server 2008

Sintomo:
Quando si utilizza Google Chrome, alcuni titoli di pagine non vengono
visualizzati correttamente. Ad esempio, detail_in.htmpl contiene il titolo come
senza titolo.

Soluzione:

Eseguire l'aggiornamento all'ultima versione del browser.

iOS si arresta quando si seleziona un contatto durante la creazione del ticket


Valido su iOS

Sintomo:
Quando si crea un ticket e si desidera aggiungere un contatto, il browser si
arresta. La funzione di correzione automatica di iOS e la funzione di ricerca
durante la digitazione di CA SDM recuperano i risultati e l'utente seleziona il
contatto recuperato da CA SDM.

Soluzione:
Disattivare la funzione di correzione automatica su iOS.

Capitolo 6: Problemi noti 63


Problemi noti relativi ai client

Le finestre figlio non si chiudono dopo la disconnessione su iPad


Valido su iPad iOS 5

Sintomo:
Dopo essersi disconnessi da CA SDM su iPad, le finestre figlio non si chiudono.
Ad esempio, si fa clic su File, Nuovo ordine di cambiamento. Quindi ci si
disconnette da CA SDM e la finestra Nuovo ordine di cambiamento resta aperta
ed è ancora possibile inserire dati.

Soluzione:

Il sistema operativo iOS 5 presenta un problema quando si chiude la finestra


utilizzando l'handle (close() API). Per ulteriori informazioni, utilizzare un motore
di ricerca Internet per cercare Safari IOS 5 iPad window.close().

Errore di rendering dell'interfaccia Web in Internet Explorer


Valido per Windows

Sintomo:

Si verifica uno dei seguenti problemi:


■ Il rendering dell'interfaccia Web non viene eseguito correttamente quando
si esegue l'accesso all'interfaccia Analista.
■ L'utente non è in grado di eseguire l'accesso come cliente o come
dipendente.
■ Il collegamento di accesso come guest non è disponibile sulla pagina o il
pulsante non è corretto.
■ Internet Explorer utilizza la Protezione avanzata e l'area Internet non
consente l'esecuzione degli script.

Soluzione:

Eseguire una delle seguenti attività:


■ Creare un livello di protezione personalizzato in Internet Explorer per
abilitare la maggior parte delle voci o per aggiungere il nome host del server
all'area Intranet locale.
■ Accedere come amministratore e disattivare la Protezione avanzata di
Internet Explorer.

64 Note di rilascio
Problemi noti relativi ai client

Pagine non visualizzate correttamente in Internet Explorer dopo l'aggiornamento


di JavaScript
Valido per Internet Explorer 8 e 9

Sintomo:
È stata eseguita la migrazione a CA SDM Versione 12.7, oppure CA SDM è stato
modificato mediante l'aggiornamento dei file JavaScript. Gli aggiornamenti non
vengono visualizzati correttamente nell'interfaccia Web. Potrebbero venire
visualizzati anche errori JavaScript.

Soluzione:
Un'impostazione di Internet Explorer impedisce l'eliminazione dei file Internet
temporanei dai siti preferiti ed è necessario cancellare la cache browser.
Effettuare le seguenti operazioni:
1. Fare clic su Strumenti, Opzioni Internet.
2. Fare clic su Elimina in Elimina cronologia esplorazioni.
3. Disattivare l'opzione Mantieni dati sui siti Web preferiti e verificare che la
casella di controllo File temporanei Internet sia selezionata.
4. Fare clic su Elimina.
Il browser elimina i file.
5. Fare clic su OK della finestra di dialogo Opzioni Internet.

JAWS e Firefox 3.5.5


Quando vengono utilizzati con Firefox ESR 10, JAWS r10.0.1167 e JAWS
r11.0.734 mostrano messaggi di avviso erronei dopo aver fatto clic su Salva o
Cerca in una pagina di elenco o in una pagina dei dettagli di CA SDM.

JAWS mostra messaggi di avviso correttamente quando compaiono


automaticamente, per esempio quando si seleziona un collegamento in un
menù ad albero.

Capitolo 6: Problemi noti 65


Problemi noti relativi ai client

JAWS non legge l'intestazione associata con un collegamento su moduli dei


dettagli di sola lettura
Sintomo:

JAWS non legge l'intestazione associata con un collegamento su un modulo dei


dettagli di sola lettura.

Soluzione:

Completare le fasi seguenti:


1. Aprire IE.
2. Premere il tasto di inserimento + V per aprire le opzioni JAWS.
3. Fare clic su Link Options, Text Link Show Using - Screen text.
4. Premere sulla barra spaziatrice per modificare l'opzione in Text Link Show
Using - Title.
5. Chiudere la finestra di dialogo delle opzioni.

La lente di ingrandimento non viene evidenziata


Valido per Mozilla Firefox

Sintomo:

La lente di ingrandimento della schermata non viene evidenziata


automaticamente in tutti i campi quando ci si sposta tra i campi.

Soluzione:

La lente di ingrandimento (ZoomText 9.1 Magnifier Reader) ha un supporto


limitato per Firefox. Utilizzare Internet Explorer 8.0 o 9.0.

66 Note di rilascio
Problemi noti relativi ai client

Problemi di accessibilità con Firefox


Quando si utilizza il browser Web Firefox (tutte le versioni), gli stili della pagina
Web di CA SDM sono disattivati e si verificano i seguenti problemi di
accessibilità:
■ Per rimuovere gli stili da una pagina Web CA SDM è necessario utilizzare il
comando del menu Visualizza - Stile pagina - Nessuno stile di Firefox.
■ Verranno visualizzate finestre popup con gli stili abilitati.

Mediante verifica, CA Technologies ha rilevato che tale problema può essere


risolto mediante l'utilizzo di componenti aggiuntivi di terze parti forniti da
Firefox. È inoltre necessario abilitare l'opzione Usa lettore schermo del menu
Preferenze utente in CA SDM. Per ottenere assistenza, contattare il supporto
tecnico all'indirizzo http://ca.com/worldwide.

Impossibile accedere alla pagina principale di CA SDM


Valido per Internet Explorer 8 e 9

Sintomo:
Impossibile tornare alla pagina principale di CA SDM, facendo clic su Elenca
tutte le finestre dall'opzione del menu e facendo poi clic sulla pagina principale.

Soluzione:
Il problema si verifica quando si aprono schede multiple su Internet Explorer.
Occorre chiudere tutte le altre schede e fare clic sull'opzione relativa alla pagina
principale. Questo comportamento è un problema noto su Internet Explorer 8 e
9.

Il funzionamento della ricerca durante la digitazione è diverso per il giapponese


con Firefox
Se Firefox viene utilizzato con la versione giapponese, l'analista dovrà
convalidare i caratteri (come ad esempio l'interruzione del processo IME) per
visualizzare i risultati corrispondenti alla ricerca durante la digitazione. In
Firefox, i caratteri giapponesi non vengono elaborati fino al rilascio dei caratteri
stessi da parte dell'Input Method Editor (IME) in giapponese. I caratteri non
vengono più sottolineati o evidenziati.

Capitolo 6: Problemi noti 67


Problemi noti relativi alla configurazione

L'interfaccia PDA visualizza un messaggio di errore durante la creazione di un


ticket
Valido per l'interfaccia PDA

Sintomo:

Se due o più contatti presentano lo stesso nome e cognome e viene aggiunto


l'utente al campo Utente finale, Richiedente o Destinatario, non sarà possibile
creare i ticket dall'interfaccia PDA.

L'interfaccia utente visualizzerà uno dei seguenti messaggi di errore:


■ Corrispondenze multiple - Utente finale interessato: XXXX
■ Corrispondenze multiple - Richiedente: XXXX
■ Corrispondenze multiple - Assegnatario: XXXX

Soluzione:

Utilizzare l'interfaccia utente CA SDM regolare che non visualizza questi errori.

Problemi noti relativi alla configurazione


Esistono problemi noti che compromettono il comportamento e l'utilizzo della
configurazione di CA SDM.

Errori di funzionalità dopo la configurazione del server secondario di CA SDM con


una porta Tomcat differente
Valido su tutti gli ambienti operativi

Sintomo:
Il server secondario di CA SDM è stato configurato con una porta Tomcat
differente dalla porta del server primario. A causa di questa configurazione si
verificano alcuni errori di funzionalità, quando si accede dall'URL Web del server
secondario. Ad esempio, allegati, esportazione di elenchi, GRLoader e Process
Viewer.

Soluzione:
Accedere alle funzionalità dall'URL del server primario, perché non funzionano
sul server secondario.

68 Note di rilascio
Problemi noti relativi alla configurazione

Errore di configurazione su Oracle a 64 bit


Valido per Oracle a 64 bit 11g R1 e 11g R2

Sintomo:
Il processo di configurazione non può essere completato e vengono visualizzati i
seguenti messaggi di errore su Oracle a 64 bit:
■ Nel file stdlog: "Impossibile collegarsi al database Oracle mdbadmin sul
server"
■ Nel file di registro checkdb.0: “Impossibile caricare la libreria OCI o DLL.
Impossibile continuare.”

Soluzione:

Installare l'ultima versione del client Oracle a 32 bit, e procedere come segue:
■ Su Windows, verificare che il percorso includa la directory per le librerie di
Oracle a 32 bit.
■ Su UNIX, impostare la variabile di percorso della libreria in modo che punti
alla libreria Oracle a 32 bit.

Nota: questo problema potrebbe verificarsi anche durante la migrazione da una


versione precedente di CA SDM. Se l'errore si verifica durante la migrazione,
installare il client ed eseguire la migrazione.

La configurazione non viene eseguita dopo l'installazione di CA SDM


Valido su Windows 2008 SP2 e Windows 2008 R2

Sintomo:
È stato eseguito l'accesso come amministratore su Windows 2008 con le
impostazioni del controllo dell'accesso dell'utente abilitate ed è stata installata
l'applicazione di CA SDM. Quando si prova a configurare CA SDM dal menu Start,
la configurazione non riesce, né durante l'avvio della finestra di configurazione,
né nella schermata di configurazione del database della finestra di
configurazione.

Soluzione:
Per configurare correttamente CA SDM, fare clic su Start, Programmi, CA,
Service Desk Manager, quindi fare clic con il tasto destro del mouse su Configura
e selezionare Esegui come amministratore.

Capitolo 6: Problemi noti 69


Problemi noti relativi alla configurazione

Un messaggio di avviso viene visualizzato durante l'implementazione di CA SDM


Valido solo su SuSE Linux 11

Sintomo:

Durante l'installazione, la configurazione o la disinstallazione di CA SDM, viene


visualizzato il seguente messaggio di errore:

libxcb: AVVISO! Il programma tenta di sbloccare una connessione senza aver


acquisito prima il blocco. Si tratta di un errore di programmazione. Gli avvisi
relativi a questo problema non verranno più visualizzati.

Soluzione:

Ignorare l'avviso; non ha ripercussioni sulle procedure di installazione,


configurazione o disinstallazione.

70 Note di rilascio
Problemi noti relativi alla configurazione

I messaggi di errore appaiono in pdm_tomcat_REST.log durante la distribuzione


dei servizi Web REST
Sintomo:

In rare occasioni, durante la distribuzione dell'applicazione dei servizi Web REST,


nei registri Tomcat di REST (pdm_tomcat_REST.log) può apparire il seguente
messaggio di errore.

SEVERE: Exception fixing docBase for context [/caisd-rest]


java.util.zip.ZipException: error in opening zip file
Feb 27, 2012 3:44:57 PM org.apache.catalina.core.StandardContext resourcesStart
SEVERE: Error starting static Resources
java.lang.IllegalArgumentException: Invalid or unreadable WAR file : error in
opening zip file
Feb 27, 2012 3:44:57 PM org.apache.catalina.core.StandardContext startInternal
SEVERE: Error in resourceStart()
Feb 27, 2012 3:44:57 PM org.apache.catalina.core.StandardContext startInternal
SEVERE: Error getConfigured
Feb 27, 2012 3:44:57 PM org.apache.catalina.core.StandardContext startInternal
SEVERE: Context [/caisd-rest] startup failed due to previous errors
Feb 27, 2012 3:45:07 PM org.apache.catalina.startup.HostConfig checkResources
INFO: Undeploying context [/caisd-rest]

Soluzione:

A volte il file WAR per l'applicazione dei servizi Web REST non è accessibile nel
momento in cui Tomcat prova a effettuare la distribuzione dell'applicazione.
Ignorare questo messaggio di errore, in quanto Tomcat corregge l'errore
automaticamente. Tomcat ritenta la distribuzione che solitamente ha esito
positivo.

Capitolo 6: Problemi noti 71


Problemi noti relativi alla configurazione

Errore di connessione dell'indirizzo IPV6


Valido su tutti i sistemi operativi

Sintomo:
Un server primario o secondario è configurato per la modalità mista o solo IPV6,
mentre il browser o i registri standard mostrano messaggi di errore di
connessione.

Soluzione:
Verificare che il server primario, il server secondario o il client possano risolvere
l'indirizzo IPV6 in base al nome. Verificare che l'indirizzo CA SDM sia un indirizzo
IPV6 valido. Ad esempio, l'indirizzo IPV6 è un indirizzo globale IPV6 instradabile
a differenza di un indirizzo FE80 non instradato.
Per risolvere i problemi di connessione dell'indirizzo IPV6 nei server o nei client,
eseguire le operazioni illustrate di seguito:
1. Sul server primario o secondario, eseguire la seguente utilità della riga di
comando Java 1.6.0 CA SDM:
java –cp $NX_ROOT/java/lib/checkprotocols.jar
com.ca.ServicePlus.ipv6.tools.getByAddress [indirizzo] [slump_port]
[protocollo]

Ad esempio, per ottenere indirizzi IPV4 per il nodo Sd16, immettere java –cp
$NX_ROOT/java/lib/checkprotocols.jar
com.ca.ServicePlus.ipv6.tools.getByAddress Sd16 2100 IPV4.
indirizzo/nodo
Specifica il nome di indirizzo/nodo del server primario o secondario
(locale o remoto).
porta slump
Specifica il numero di porta slump TCP. Ad esempio, 2100.
protocol
(Facoltativo) Specifica il protocollo IPV4 o IPV6. Quando viene omesso il
protocollo, il valore predefinito fornisce sia l'indirizzo IPV4 che l'indirizzo
IPV6.
L'utilità contiene le informazioni relative al nodo del server specificato.

72 Note di rilascio
Problemi noti relativi alla configurazione

2. Utilizzare i dati dall'utilità della riga di comando per verificare che gli indirizzi
CA SDM instradabili siano corretti e che siano gli stessi indirizzi presenti
nelle voci dei server di risoluzione DNS o nome.
3. Se gli indirizzi non vengono ancora risolti, specificare gli indirizzi locali e
remoti per i server CA SDM in uno dei file seguenti:
■ (Windows) <unità di sistema>:\windows\system32\drivers\etc\hosts
■ (UNIX/Linux) /etc/hosts
Nota: utilizzare le informazioni del server dall'utilità della riga di comando
per aggiornare il file hosts. Attenersi alle istruzioni dei file host per
aggiungere i nomi dei nodi server di CA SDM.
4. Se i client remoti non possono connettersi a CA SDM, effettuare una o più
delle seguenti operazioni:
■ Verificare che i server dei nomi DNS dispongano degli indirizzi corretti.
■ Immettere l'indirizzo IPV6 direttamente nel browser.

Capitolo 6: Problemi noti 73


Problemi noti relativi alla configurazione

Errore di connessione a PKI (Public Key Infrastructure) con la configurazione CA


Workflow su AIX
Valido su IBM AIX

Sintomo:

Quando si configura CA Workflow su AIX, l'accesso all'infrastruttura PKI non


riesce.

Soluzione:

Dopo aver installato CA Workflow su AIX, è possibile configurare CA Workflow


per l'accesso a PKI, se necessario. IBM AIX richiede file di policy per la sicurezza
aggiuntivi, affinché tale accesso funzioni correttamente.

Procedere come descritto di seguito:


1. Verificare di aver configurato correttamente CA Workflow.
2. Accedere al sito Web di IBM e scaricare i file della policy senza restrizioni
(versione 1.4.2 o successive) dalla relativa pagina.
Nota: per scaricare i file di policy è necessario effettuare la registrazione nel
sito Web di IBM.
3. Sostituire i file local_policy.jar e US_export_policy.jar nella propria directory
JRE dei componenti condivisi con i file di policy che sono stati scaricati dal
sito Web di IBM.
Per impostazione predefinita, questi file vengono localizzati nella directory
/opt/CA/SC/JRE/1.6.0_04/lib/security.
4. Arrestare e avviare CA Workflow utilizzando i comandi seguenti:
pdm_tomcat_nxd -c STOP -t CAWF
pdm_tomcat_nxd -c START -t CAWF

74 Note di rilascio
Problemi noti relativi alla configurazione

Disinstallazione manuale di CA SDM


Sintomo:

Durante la disinstallazione viene visualizzato un messaggio che suggerisce di


fare riferimento alle Note di rilascio per istruzioni sulla disinstallazione manuale.

Soluzione:

Il file installvariables.properties non è presente nella cartella


NX_ROOT/SDUninstall, mentre è invece necessario per disinstallare CA SDM. Per
risolvere il problema, procedere come segue:

Per disinstallare manualmente CA SDM su sistemi operativi Windows


1. Arrestare CA SDM.
2. Eseguire le seguenti istruzioni:
oa60_client_uninstall
oa60_server_uninstall

3. Rimuovere il file %WINDIR%\paradigm.ini.


4. Rimuovere la cartella di installazione di CA SDM. Ad esempio, il percorso
predefinito della cartella è C:\Programmi\CA\Service Desk Manager

Importante Verificare se entrambi i servizi ODBC (accesso ai dati ODBC CA SDM


e agente ODBC CA SDM) sono rimossi o chiusi prima di eliminare la directory di
installazione.
5. Rimuovere la cartella CA\Service Desk Manager da % ALLUSERSPROFILE%\
Menu Avvio\Programmi.
Il prodotto viene disinstallato.

Nota: per disinstallare il servizio CA SDM Server, eseguire l'istruzione


pdm_d_mgr -u.

Per disinstallare manualmente CA SDM su sistemi operativi UNIX


1. Arrestare CA SDM.
2. Rimuovere il collegamento simbolico /opt/CAisd.
3. Rimuovere la cartella di installazione di CA SDM. Ad esempio, il percorso
predefinito della cartella è /opt/CA/ServiceDeskManager.
Il prodotto viene disinstallato.

Capitolo 6: Problemi noti 75


Problemi noti relativi al database

Errore di avvio di CA CMDB Visualizer sul server secondario


Valido su tutti i sistemi operativi

Sintomo:

Quando CA CMDB Visualizer viene configurato su un server secondario, viene


visualizzato il seguente messaggio di errore nella schermata di accesso:
Caricamento dati configurazione dell'applicazione. L'applicazione non è pronta.
Contattare l'amministratore.

Soluzione:

Interrompere e riavviare il tomcat di CA CMDB Visualizer sul server secondario


nella maniera seguente:
1. Eseguire i seguenti comandi dal prompt dei comandi:
■ pdm_tomcat_nxd -d STOP -t VIZ
■ pdm_tomcat_nxd -d START -t VIZ
2. Accedere al Visualizer.
Viene aperta l'applicazione di Visualizer.

Problemi noti relativi al database


Esistono problemi noti che compromettono il comportamento e l'utilizzo del
server Oracle o SQL.

Oracle e ricerca dei nomi dell'elemento della configurazione


Su Oracle 11g r1, se si ricerca un nome dell'elemento della configurazione
esistente lungo più di 67 caratteri, la ricerca non riesce. Questo problema non si
verifica in Oracle 11g r2.

76 Note di rilascio
Problemi noti relativi al database

Oracle 11g Release 1: Abilitazione delle funzionalità di ricerca con distinzione


maiuscole/minuscole in CA SDM
Valido su tutti i sistemi operativi

Sintomo:
Quando si utilizza CA SDM Versione 12.7 con Oracle 11g Release 1, si possono
ottenere risultati inattesi a causa del problema della distinzione
maiuscole/minuscole. Per esempio si può verificare il seguente problema:
■ I documenti possono essere associati alle categorie erronee.
■ Il partizionamento dei dati può non funzionare come previsto.
■ L'interfaccia utente Web può non rispondere quando si visualizza un elenco
di relazioni.

Soluzione:

Per risolvere questo problema, utilizzare Oracle 11g, Release 2. È possibile


scaricare Oracle 11g Release 2 dalla pagina di supporto Oracle Metalink.

Per evitare questo problema, abilitare la distinzione maiuscole/minuscole nella


ricerca in CA SDM. Nel file NX.env, impostare la variabile
NX_ORACLE_CASE_INSENSITIVE= a 0 invece del valore predefinito, 1, e riavviare
i servizi.

Nota: per la soluzione del problema, è stato assegnato il BUG ID No. 7335665 al
gruppo di sviluppo di Oracle.

Capitolo 6: Problemi noti 77


Problemi noti relativi al database

Il codice di errore di Oracle ORA-01000 viene visualizzato durante la migrazione


Valido per alcune lingue, come cinese e giapponese

Sintomo:

Quando viene eseguita la migrazione o la riconfigurazione di CA SDM con


Oracle, il database visualizza il codice di errore ORA-01000 e si verifica un errore
di migrazione o di configurazione. Il file install_mdb.log nella directory
NX_ROOT/temp/mdb_oracle/ mostra il codice.

Soluzione:

La migrazione produce un errore poiché il database Oracle ha raggiunto il limite


massimo di cursori. Il limite massimo di cursori predefinito corrisponde a 300.
Impostare il limite su un valore superiore a 500, quindi riavviare la migrazione o
la configurazione.

Per modificare il limite del cursore, accedere al database ed eseguire il seguente


comando:

alter system set open_cursors=500 scope=both

Nota: per informazioni su ORA-01000, consultare la documentazione Oracle.

78 Note di rilascio
Problemi noti relativi al database

I servizi di CA SDM non funzionano dopo la configurazione


Valido per Oracle su UNIX/Linux

Sintomo:
Dopo aver completato la configurazione di CA SDM, i servizi di CA SDM non
funzionano per impostazione predefinita.

Soluzione:
Per configurare un database Oracle 11g a 64 bit su un computer a 64 bit, è
necessario installare anche il client a 32 bit di Oracle sul server. Quando si
configura il database, completare i passaggi seguenti:
■ Il percorso della libreria di sistema (LD_LIBRARY_PATH su Oracle Solaris e
Linux, SHLIB_PATH su HPUX e LIBPATH su AIX) deve indicare le librerie a 32
bit di Oracle.
■ La variabile ORACLE_HOME deve indicare le librerie Oracle a 32 bit.
■ La variabile PATH di sistema dovrebbe includere la cartella del cestino del
client a 32 bit: $ORACLE_HOME/bin.
■ Creare un nome del servizio di rete sul client Oracle per segnalare l'istanza
del server database Oracle. Usare l'amministratore come tipo di
installazione del client a 32 bit Oracle.

L'utilizzo di caratteri jolly su Oracle produce risultati di ricerca non corretti


Valido per Oracle 11g R2

Sintomo:
Vengono utilizzati i caratteri jolly _ (carattere di sottolineatura) e ? (punto
interrogativo) in una ricerca e viene visualizzato un numero di risultati non
corretto.

Soluzione:
Evitare l'utilizzo di caratteri di sottolineatura o dei punti interrogativi se si
desidera che il numero di record restituito sia preciso. Si tratta di caratteri jolly
utilizzati soprattutto per ricerche SQL Server.

Capitolo 6: Problemi noti 79


Problemi noti relativi alla documentazione

Limitazione di SQL Server quando si utilizzano campi obbligatori che non


consentono di duplicare i valori
Valido per SQL Server

SQL Server potrebbe non accettare più di 900 byte, quando si aggiornano i
campi obbligatori che non consentono di duplicare i valori. Questi campi
possono contenere indici unici e SQL Server ha una limitazione nota. Quando si
fa clic su Salva, questa limitazione fa sì che CA SDM visualizzi un messaggio di
errore come l'esempio seguente:

Operazione non riuscita. The index entry of length %d bytes for the index
'%.*ls' exceeds the maximum length of %d bytes. (Operazione non riuscita. La
voce di indice della lunghezza %d byte per l'indice '%.*ls' supera la lunghezza
massima di %d byte.)

Problemi noti relativi alla documentazione


I seguenti problemi sono stati identificati a seguito della pubblicazione della
documentazione di CA SDM.

L'opzione Guida di questa finestra non funziona per iPad


Valido su iPad Apple

Alcuni moduli della guida in linea visualizzano la pagina principale della Guida in
linea di CA SDM, invece di argomenti specifici. Se appare questo argomento,
utilizzare la ricerca nella Guida in linea per trovare il contenuto appropriato.

Se l'opzione Guida di questa finestra non funziona per iPad, eseguire le


operazioni seguenti:
■ Se si ha una pagina della Guida in linea aperta e si fa clic su Guida di questa
finestra sull'altro modulo, non compare il nuovo modulo della guida. Al
contrario, viene aggiornato il modulo della guida in linea già aperto. Il
modulo della guida non si attiva e occorre fare clic sul modulo.
■ Se si apre la Guida in linea da un altro modulo, ad esempio il modulo
dettagli di un incidente o problema, sulla pagina principale di CA SDM
appare una richiesta. Fare clic su Accetta dalla pagina principale per
visualizzare il modulo della guida richiesto.

80 Note di rilascio
Problemi di installazione noti

Problemi di installazione noti


Esistono problemi noti che compromettono il comportamento e l'utilizzo
dell'installazione di CA SDM.

Caratteri supportati nel percorso di installazione


Valido su tutti i sistemi operativi con un'installazione di CA Business
Intelligence

Sintomo:
Durante l'installazione viene visualizzato un errore relativo ai caratteri utilizzati
nel percorso di installazione.

Soluzione:
L'installazione di BusinessObjects supporta esclusivamente caratteri
alfanumerici, spazi, trattini e caratteri di sottolineatura nel percorso di
installazione. Modificare il percorso di installazione includendo esclusivamente
questo tipo di caratteri.

Errore di installazione o configurazione di CA SDM se la directory di installazione


contiene spazi
Valido per UNIX e Linux

Sintomo:
Il nome della directory di installazione contiene spazi, pertanto non è possibile
installare o configurare CA SDM correttamente su UNIX/Linux.

Soluzione:

Non inserire spazi nel percorso del supporto di installazione e nel nome della
cartella.

Capitolo 6: Problemi noti 81


Problemi di installazione noti

Errore di installazione di CA Workflow su un server secondario CA SDM


Valido per Oracle

Sintomo:
L'installazione di CA Workflow produce un errore su un server secondario che
punta a un database Oracle sul server primario. Durante l'installazione di CA
SDM su un server secondario, la configurazione di CA SDM non esegue
l'aggiornamento del valore ORACLE_HOME nel file NX.env.
Quando l'ambiente esegue il caricamento per l'esecuzione delle istruzioni
sqlplus durante l'installazione di CA Workflow, il valore ORACLE_HOME viene
impostato su =ORACLE_HOME_REPLACE. Il comando sqlplus non è in grado di
individuare il file di supporto richiesti per l'esecuzione del comando e restituisce
l'errore.

Soluzione:
Il valore ORACLE_HOME del file NX.env contiene un percorso non valido
all'installazione di Oracle. Aggiungere un cancelletto per commentare il valore
prima di eseguire l'installazione di CA Workflow sul server secondario CA SDM
configurato per Oracle nella maniera seguente:
1. Aprire il file NX.env con un editor di testo.
2. Inserire un cancelletto (#) prima del parametro ORACLE_HOME=, come
illustrato nel seguente esempio:
#ORACLE_HOME=

3. Salvare il file NX.env.


4. Installare CA Workflow.
Il valore ORACLE_HOME corretto viene utilizzato nell'ambiente di sistema.

82 Note di rilascio
Problemi di installazione noti

Errore di installazione di CA Workflow su UNIX/Linux


Valido per UNIX e Linux

Sintomo:
L'installazione di CA Workflow produce un errore e il file pdm_install_wf.log
contenuto nella directory $NX_ROOT/log/ mostra il seguente messaggio di
errore:
■ Set CAPKIHOME environment variable (Imposta la variabile di ambiente
CAPKIHOME)
■ Unable to initialize etpki in any mode giving up (Impossibile inizializzare
etpki: abbandono).

Soluzione:
Impostare la variabile CASHCOMP nella shell che avvia il supporto di
installazione. La variabile viene solitamente definita su CASHCOMP=/opt/CA/SC
per le nuove installazioni. Il programma di installazione di CA SDM aggiunge
questa variabile a vari profili e ai file .login. Dopo aver aperto una nuova shell,
verificare la presenza della variabile ed avviare nuovamente il supporto di
installazione.

Impossibile accettare il Contratto di licenza con l'utente finale durante


l'installazione di CA SDM
Valido su VMware

Sintomo:
Durante l'installazione di CA SDM, i pulsanti relativi al Contratto di licenza con
l'utente finale non vengono visualizzati. L'utente non può fare clic su Accetta,
pertanto l'installazione di CA SDM non può procedere.

Soluzione:
I pulsanti non vengono visualizzati con risoluzioni di schermo non standard,
come ad esempio 1275X647. Modificare la risoluzione dello schermo in modo
che le proporzioni corrispondano a 4:3 o 16:9, quindi riavviare l'applicazione.

Capitolo 6: Problemi noti 83


Problemi noti relativi alla Gestione della conoscenza

Impossibile installare CA EEM su Solaris o Linux


Valido per Solaris e Linux

Sintomo:
L'installazione di CA EEM non riesce e compaiono gli errori seguenti se non si
configura correttamente IPV6:
■ CA iGateway installation failed (Installazione di CA iGateway non riuscita)
■ Error message: Performing sanity test for system ip configuration for
localhost: fail is displayed in igwinstall.log. (Messaggio di errore: esecuzione
del test di integrità per la configurazione IP del sistema per localhost:
l'errore viene mostrato in igwinstall.log.)

Soluzione:
Eseguire i seguenti comandi:
ifconfig lo0 inet6 plumb
ifconfig lo0 inet6 up

Add ::1 in /etc/hosts

Problemi noti relativi alla Gestione della conoscenza


Esistono problemi noti che compromettono il comportamento e l'utilizzo della
funzionalità Gestione della conoscenza.

Virgola non supportata nei campi dei nomi


Valido su tutti i sistemi operativi

Sintomo:
Una virgola nel campo del nome può causare risultati inattesi nella
visualizzazione del nome utente combinato. Per esempio, inserendo un nome
come il seguente nella creazione o nell'aggiornamento di un record di contatto
causa la visualizzazione erronea del nome combinato:
■ Cognome: Smith, Jr

84 Note di rilascio
Problemi noti relativi alla Gestione della conoscenza

■ Nome: John
■ Secondo nome: <vuoto>
La virgola fa sì che "Jr" compaia nella prima posizione del nome e "John" non
compare.

Soluzione:
Evitare di utilizzare la virgola nel campo del nome.

La ricerca di un documento contenente spazi vuoti nel titolo provoca un


malfunzionamento
Valido su tutti i sistemi operativi

Sintomo:
L'utente crea un Documento consigliato da Conoscenza, Ricerca, Documenti
consigliati, Crea nuovo. Il testo del titolo (come visualizzato in modalità di
modifica) contiene uno spazio dominante o spazi doppi tra le parole del titolo.
Quando si inseriscono le parole del titolo e si utilizza la funzione di
completamento automatico nel campo di testo del documento della
conoscenza, si apre la pagina di ricerca del documento della conoscenza, che
indica che non è stato trovato nessun risultato.

Soluzione:
È necessario invocare il modulo ricerca documenti della conoscenza facendo
click sul collegamento nella pagina Crea nuovo documento consigliato. Dal
modulo di ricerca documento della conoscenza, seguire i seguenti passi:
1. Immettere il testo del titolo.
2. Ricercare il documento.
3. Selezionare il record corretto.

Note: la mancata attuazione di questa soluzione e l'inserimento delle parole del


titolo nel campo di testo (senza osservare gli spazi bianchi corretti), fanno sì che
venga invocato l'auto-completamento e si apre la pagina di ricerca documenti
della conoscenza senza alcun risultato. Se non si ottengono risultati, cancellare il
filtro di ricerca nella pagina di ricerca documenti della conoscenza, inserire
manualmente le parole chiave nel titolo all'interno del campo Parole chiave per
Ricerca avanzata, e fare click su Ricerca.

Capitolo 6: Problemi noti 85


Problemi noti relativi alla Gestione della conoscenza

I risultati di ricerca restituiscono un numero di documenti incorretto.


Sintomo:
I risultati di ricerca restituiscono un numero di documenti della conoscenza non
corretto.

Soluzione:
Per risolvere questo problema, eseguire pdm_k_reindex +f dalla riga di
comando.
Il numero corretto di documenti compare nei risultati della ricerca.

86 Note di rilascio
Problemi di localizzazione noti

Impossibile esportare documenti dai modelli


Sintomo:
Non è possibile esportare un documento utilizzando il modello di esportazione o
importazione. Facendo clic sul pulsante Esporta da Documenti, Modelli di
esportazione/importazione, l'operazione non avvia la funzione di esportazione.

Soluzione:

Questo errore è provocato dalla gestione errata di collegamenti incorporati, che


rimandano a oggetti di CA SDM invece di file in un repository. Quando si fa clic
sul pulsante Esporta, viene visualizzato un messaggio di avviso simile
all'esempio seguente:

02/17 15:55:05.30 hostname keit_daemon 4088 WARNING export.c 645 Il


collegamento 'Nuova Richiesta da modello - 400002'' a un oggetto Service
Desk è stato rilevato. L'esportazione dell'oggetto di destinazione non verrà
eseguita. Come conseguenza, se il collegamento al server di reimportazione
del documento non è valido o incorretto, sarà necessario modificare il
documento per stabilire il riferimento all'oggetto corrente.

Selezionare Inserisci, Nuovo collegamento Ticket per automatizzare parte della


richiesta o automatizzare un altro processo di creazione del tipo di ticket per
utenti. Tuttavia, durante l'esportazione, mentre il testo nel campo della
risoluzione è esportato così com'è, il modello di ticket collegato non viene
esportato.
1. Reimportare il documento nello stesso cluster di CA SDM (come definito da
un archivio dati di backup condiviso) in cui era stato esportato
correttamente.
La reimportazione funziona se il ticket associato esiste ancora.
2. Se si desidera esportare il documento in un cluster di CA SDM differente,
modificare la risoluzione per verificare che il modello del ticket collegato
rimandi effettivamente a un modello di ticket.
3. Verificare che il modello rimandi al modello di ticket corretto.
Questo problema interessa tutti i collegamenti ad oggetti di CA SDM
all'interno dei documenti della conoscenza.

Problemi di localizzazione noti


Alcuni problemi possono determinare come CA SDM funziona in versioni in
lingua locale.

Capitolo 6: Problemi noti 87


Problemi di localizzazione noti

Il programma di installazione e i programmi di installazione dei componenti non


sono tradotti in modo corretto
Per tutte le versioni localizzate

Sintomo:
Il programma di installazione e alcuni programmi di installazione dei
componenti visualizzano stringhe non tradotte appropriatamente. Ad esempio,
è possibile riscontrare errori di ortografia o di grammatica di lieve entità nella
barra del titolo, nei pulsanti o nelle finestre di dialogo.

Soluzione:
Gli errori non hanno alcun impatto sulla funzionalità del prodotto.

L'installazione di CA EEM non può essere completata su Windows 2008 SP2


Valido per tutte le lingue

Sintomo:
L'installazione di CA EEM su Windows 2008 SP2 riporta il seguente messaggio di
errore:

Windows 2008 sanity testing failed

Nota: il messaggio viene visualizzato in lingua inglese per tutte le lingue.

Soluzione:
Prima di procedere all'installazione del server CA EEM su Windows 2008,
effettuare le seguenti operazioni:
1. Dal prompt dei comandi, eseguire:
netsh-> interface-> ipv6-> show-> address

Vengono elencate tutte le interfacce di computer che utilizzano l'indirizzo


locale di collegamento IPv6 che iniziano con fe8.
2. Eliminare l'indirizzo locale di collegamento che inizia con fe80.
L'indirizzo locale di collegamento viene rimosso.

Nota: per ulteriori informazioni sulla rimozione dell'interfaccia, visitare il sito


Web del Supporto Tecnico di Microsoft e consultare l'articolo numero 929852
della Knowledge Base.

88 Note di rilascio
Problemi di localizzazione noti

Due menu di scelta rapida di Windows per la documentazione CA EEM e gli


elementi dell'interfaccia utente
Valido per tutte le versioni localizzate

Sintomo:
Una volta effettuato l'aggiornamento di CA EEM per un sistema operativo non in
lingua inglese, è possibile che vengano visualizzati due collegamenti del menu di
Windows per la documentazione CA EEM e gli elementi dell'interfaccia utente.
Un elemento verrà visualizzato nella lingua locale, l'altro in lingua inglese.

Soluzione:
Eliminare la voce di menu duplicata non desiderata.

Tasti di scelta rapida non funzionanti nei menu di scelta rapida


Valido sulle versioni localizzate in giapponese e cinese

Nelle versioni localizzate in Cinese e Giapponese, la maggior parte dei menu di


scelta rapida non includono un carattere di scelta rapida che funzioni per ogni
elemento del menu. Generalmente il carattere di scelta rapida è collocato fra
parentesi dopo i caratteri tradotti della voce di menu; al suo posto si trova
invece "(_)". In alcuni casi, laddove il testo del menu include l'inglese, il
carattere di scelta rapida presenta un carattere di sottolineatura e funziona.

Report non tradotti in modo corretto


Valido per tutte le versioni localizzate

Alcuni dei report di riepilogo e di dettaglio non sono tradotti ed altri sono solo
parzialmente tradotti. Nessun report BusinessObjects XI tradotto. Ad esempio,
le informazioni seguenti non sono localizzate oppure sono localizzate in parte:
■ Report dei dettagli e di riepilogo, ad esempio quelli per i modelli dei
messaggi di notifica
■ Alcune etichette nei report dei dettagli e di riepilogo vengono visualizzate in
inglese, come nel caso delle etichette dell'elenco ubicazione, dell'elenco
gruppo e dell'elenco dei contatti.
■ Le etichette nei report di analisi contengono caratteri non tradotti, come nel
caso delle versioni in giapponese.

Capitolo 6: Problemi noti 89


Problemi di localizzazione noti

Alcuni valori nell'Elenco opzioni non vengono tradotti


Per tutte le versioni localizzate

Sintomo:
La stringa "Eventi automatici questione" non viene tradotta nella colonna
"Valore" dell'Elenco opzioni.

Soluzione:
La maggior parte dei campi nell'Elenco opzioni e nel modulo Web Dettagli
opzioni, con eccezione del campo Descrizione, alcuni campi Valore come Sì/No e
gli elenchi a discesa non vengono localizzati e appaiono in inglese. L'Elenco
opzioni si trova accedendo al menu del riquadro a sinistra nella scheda
Amministrazione di Gestione Service Desk, fino al nodo Gestione opzioni e
selezionando qualsiasi nodo figlio.

Problema di visualizzazione dell'opzione Intervallo caratteri validi della lingua


Sintomo:
Durante la visualizzazione di kt_admin_parse_settings.htmpl, l'opzione
Intervallo caratteri validi della lingua non viene visualizzata correttamente.

Soluzione:

Nessuna soluzione è disponibile.

Parole non significative localizzate


Per tutte le versioni localizzate

Sintomo:
Le parole non significative per la propria lingua non vengono visualizzate.

90 Note di rilascio
Problemi di localizzazione noti

Soluzione:
Ogni lingua dispone del proprio set di parole non significative rilasciato con il
prodotto.
Per visualizzare le parole non significative per la lingua in uso, eseguire
pdm_k_reindex attenendosi allo stesso procedimento utilizzato per aggiungere
le parole non significative.
Le parole non significative per la lingua in uso vengono visualizzate.

Il nome alias non è localizzato


I dati del nome alias che compaiono nelle pagine dell'elenco dell'alias attributo e
dei dettagli dell'alias attributo non sono localizzati. Ad esempio, quando si
seleziona Service Desk, Dati applicazione, Codici, Alias attributi e si fa clic su
Cerca, i dati che compaiono nella colonna Nome alias compaiono solo in inglese.

8.3 Creazione dei nomi file e supporto caratteri estesi


Per le versioni localizzate in Cinese e Giapponese

Sintomo:
8.3 La creazione di nomi file e il supporto caratteri estesi non sono supportati.

Soluzione:
Attenersi alla procedura riportata di seguito:
1. Modificare la chiave di registro NtfsAllowExtendedCharacterIn8dot3Name
registry su "0".
Nota: il valore predefinito impostato è "1"; cambiare manualmente questa
impostazione.
2. Riavviare il computer.
3. Avviare l'installazione.

Capitolo 6: Problemi noti 91


Problemi di localizzazione noti

Icona della tabella visualizzata in modo incorretto


Per tutte le versioni localizzate

Sintomo:
L'icona della tabella non viene visualizzata in modo corretto in Web Screen
Painter quando l'utente seleziona Aggiungi Tabella in Progettazione schema.

Soluzione:
È possibile visualizzare correttamente l'icona solo dopo aver aggiunto i dati in
una colonna della tabella.

Le utilità della riga di comando non possono visualizzare i caratteri speciali


Per tutte le versioni localizzate

Sintomo:
Tutte le utilità della riga di comando di CA SDM eseguite mediante comando
DOS non visualizzano correttamente i dati restituiti. In particolare, i caratteri
delle lingue Cinese e Giapponese e i caratteri speciali accentati delle lingue
latine, come la dieresi in tedesco o l'accento grave in francese, non vengono
visualizzati correttamente.

Soluzione:

Gli output delle utilità della riga di comando, come pdm_extract, possono
essere reindirizzati ad un file e letti utilizzando un qualunque strumento che
supporti la codifica UTF-8 (es. Microsoft Notepad).

92 Note di rilascio
Problemi di localizzazione noti

Gli strumenti della riga di comando mostrano stringhe non visualizzate


correttamente in Windows
Valido per tutte le versioni localizzate di Windows

Sintomo:
Le utilità della riga di comando mostrano caratteri errati nell'output.

Soluzione:
Utilizzare il programma pdm_cmd.exe per eseguire tutti gli strumenti della riga
di comando. L'utilità pdm_cmd converte le stringhe di output dello strumento
della riga di comando da UTF8 a UNICODE. In questo modo è possibile
visualizzare le stringhe di output in lingua straniera. Ad esempio, per visualizzare
correttamente i caratteri di output per pdm_webcache, eseguire il comando
seguente:

pdm_cmd pdm_webcache

Se il nome file della riga di comando non termina in .exe, utilizzare il nome file
completo nella riga di comando.
Ad esempio, per la pubblicazione delle modifiche allo schema di Web Screen
Painter utilizzare il seguente comando:

pdm_cmd pdm_publish.cmd

Per avviare l'unità ODBC, utilizzare il seguente comando:

pdm_cmd pdm_odbc_start.bat

Nota: qualsiasi strumento della riga di comando che visualizzi caratteri errati
deve eseguire pdm_cmd.

Il controllo ortografico non funziona come previsto


Per tutte le versioni localizzate

Il controllo ortografico non è supportato nelle versioni localizzate per Cinese e


Giapponese.

Sintomo:
Il controllo ortografico suggerisce quasi tutte le parole nelle versioni localizzate
in lingue latine.

Capitolo 6: Problemi noti 93


Problemi di localizzazione noti

Soluzione:
Attenersi alla procedura riportata di seguito:
1. Impostare l'opzione lex_lang sulla lingua corretta in Gestione opzioni.
2. Riavviare il servizio Service Desk.

Vengono visualizzate solo le province di USA e Canada per tutte le versioni


localizzate
Per tutte le versioni localizzate

Sintomo:
L'elenco degli Stati selezionabili nel client Web di CA SDM visualizza solo Stati
USA o province canadesi indipendentemente dal Paese selezionato.

Soluzione:
CA SDM include una tabella database per Stati e Province. I dati restituiti da
questa tabella si riferiscono solo a Stati USA e province canadesi. Gli Stati e le
province degli altri Paesi non sono inclusi ma è possibile modificare la tabella
ca_state_providence per includere altri Stati e province.

Caratteri non visualizzati nell'installazione e configurazione Linux SuSE


Per le versioni localizzate in Cinese e Giapponese su Linux SuSE

Il programma di installazione di CA SDM e il programma della configurazione


(pdm_configure) non visualizzano i caratteri delle lingue Giapponese e Coreano.

Tasti di scelta rapida definiti come ($)


Per le versioni localizzate in Cinese e Giapponese
($) viene utilizzato come carattere di scelta rapida in tutti i casi quando non
sono disponibili altri caratteri di scelta rapida. Nelle versioni precedenti, il
carattere di scelta rapida veniva selezionato da un elenco alfabetico. In questa
versione, CA SDM determina il carattere di scelta rapida a partire dall'etichetta
inglese corrispondente.

94 Note di rilascio
Problemi di localizzazione noti

Caratteri non convertiti durante l'aggiornamento


In tutte le versioni localizzate su Linux e Solaris

Tutti i caratteri sono visualizzati in inglese durante la fase di migrazione


nell'aggiornamento da Unicenter Service Desk r11.2 a CA SDM Versione 12.7.

Oggetto del messaggio di posta elettronica non tradotto


Per tutte le versioni localizzate

La riga dell'oggetto non è tradotta in tutte le notifiche di posta elettronica.

Il Calendario di CA CMDB Visualizer non traduce il mese e il giorno


Per tutte le versioni localizzate
Il nome del mese e dei giorni della settimana non sono tradotti nel Calendario
nella sezione Manutenzione del contatore in CA CMDB Visualizer.

Il formato della data di CA CMDB Visualizer non può essere localizzato in


giapponese e cinese
Valido per le versioni localizzate in cinese e giapponese

Sintomo:
Il formato della data nella sezione Manutenzione del Client Web di CMDB
Visualizer non può essere localizzato.

Soluzione:
Il Client Web di CMDB Visualizer visualizza le date nel formato gg/mm/aaaa. Il
formato preferito per il giapponese e il cinese è aaaa/mm/gg.

Incompatibilità di CA CMDB Visualizer per l'accesso con credenziali utente in


lingua non inglese
Per tutte le versioni localizzate

CA CMDB Visualizer non supporta l'accesso con credenziali utente in lingua non
inglese

Capitolo 6: Problemi noti 95


Problemi di localizzazione noti

Le definizioni di processo dell'IDE di CA Workflow vengono visualizzate in inglese


Per tutte le versioni localizzate

Le definizioni di processo dell'IDE di CA Workflow non sono localizzate e


vengono visualizzate in inglese.

Le pagine della sessione di assistenza dell'utente finale di Support Automation


vengono visualizzate in inglese
Per tutte le versioni localizzate

Sintomo:

Supporto in tempo reale di Support Automation: la pagina Web dell'assistenza


utente viene visualizzata in inglese.

Soluzione:

Tutte le pagine predefinite dell'interfaccia dell'utente finale di Support


Automation non sono localizzate, ad esempio On Hold, In Session, Post-Launch e
Post-Logout (In attesa, In Sessione, Post-avvio e Post disconnessione). È
possibile personalizzarle e configurare le localizzazioni personalizzate dal nodo
di Support Automation nella scheda Amministrazione.

96 Note di rilascio
Problemi di localizzazione noti

Errore di visualizzazione del nome della lingua localizzata nella pagina


Personalizzazione di Support Automation.
Valido per tutte le versioni localizzate

Sintomo:

Quando viene eseguita la migrazione di una versione CA SDM r11.2, r12 o r12.1
localizzata alla versione Versione 12.7, le seguenti aree vengono visualizzate in
inglese.
■ Scheda Amministrazione: la pagina di elenco Support Automation,
Personalizzazione, Personalizzazioni visualizza la riga in inglese (per le lingue
localizzate corrispondenti) invece di visualizzare il nome localizzato
corrispondente.
■ Fare clic su Chat in tempo reale della pagina iniziale del dipendente.
L'elenco Localizzazione indicherà Inglese (come lingua localizzata) invece di
visualizzare il nome della lingua localizzata.
■ Scheda Support Automation: dalla scheda Preferenze nell'interfaccia utente
dell'analista di Support Automation, l'elenco Localizzazione viene
visualizzato in lingua inglese (nella lingua localizzata corrispondente) invece
di visualizzare il nome della lingua localizzata.

Ad esempio, nella versione localizzata di SDM in portoghese brasiliano, dopo


aver eseguito la migrazione alla versione 12.7, verrà visualizzato Inglês invece di
Português do Brasil.

Soluzione:

Dalla scheda Amministrazione, Support Automation, Personalizzazioni,


Amministrazione localizzazione, abilitare il nome della lingua localizzata
installata in modo che sia disponibile con la lingua inglese.

Nota: non è possibile disattivare la lingua inglese quando si esegue la


migrazione di CA SDM localizzato in lingua non inglese da r11.2, r12.0, r12.1 a
12.7.

Capitolo 6: Problemi noti 97


Problemi di localizzazione noti

Impostazioni di analisi di Ricerca della conoscenza impostate nelle versioni


localizzate
Valido per tutte le versioni localizzate

Sintomo:
Dal nodo Ricerca in Amministrazione conoscenza, l'impostazione relativa al tipo
di lingua nella pagina Impostazioni di analisi è impostata sulla lingua inglese per
impostazione predefinita nelle versioni localizzate di CA SDM. Il prodotto
analizza il testo di ricerca in base alla lingua specificata.

Soluzione:
Gli amministratori possono modificare il tipo di lingua predefinita (inglese) su
una delle opzioni seguenti:
Altre lingue europee
Esegue solo l'elaborazione specifica per le lingue europee durante la ricerca.
Questo tipo di lingua si applica alle lingue francese, tedesco, italiano,
spagnolo e portoghese.
Coreano
Esegue solo l'elaborazione specifica per la lingua coreana durante la ricerca.
Estremo Oriente
Esegue l'elaborazione per altre lingue dell'Estremo Oriente durante la
ricerca, ad esempio cinese e giapponese.

Procedure guidate del programma di installazione di CA Business Intelligence


parzialmente tradotte
Per tutte le versioni localizzate in giapponese

L'installazione di CA Business Intelligence è parzialmente tradotta nella versione


giapponese. Le pagine iniziali e finali non sono tradotte e vengono visualizzate in
inglese.

98 Note di rilascio
Problemi di localizzazione noti

Nessun report di CA Service Desk visualizzato in InfoView dopo l'installazione di


CA Business Intelligence
Valido per tutte le versioni localizzate

Sintomo:
Non è possibile visualizzare il report di CA Service Desk sotto CA report in
BusinessObjects InfoView.

Soluzione:
Durante il processo di configurazione dei report di CA Business Intelligence (dal
menu del DVD), immettere il nome utente "Amministratore" quando viene
richiesto di specificare un nome utente per l'amministratore di CA Business
Intelligence.

Durante l'esportazione da BusinessObjects InfoView vengono visualizzati


caratteri illeggibili nei report PDF
Per tutte le versioni localizzate in giapponese

Sintomo:
I report PDF esportati da BusinessObjects InfoView visualizzano caratteri
giapponesi illeggibili in Acrobat Reader. Questo problema si verifica quando i
caratteri giapponesi non sono disponibili nel carattere Arial Unicode MS
presente nella cartella dei caratteri di sistema.

Soluzione:
Per risolvere il problema, procedere come segue:
1. Se l'operazione non è stata già eseguita, scaricare il carattere Arial Unicode
MS (ARIALUNI.TTF) dal sito Web Microsoft ed aggiungerlo alla cartella dei
caratteri di sistema, ad esempio C:\WINDOWS\Fonts.
2. In Crystal Reports, aprire il report e specificare il carattere Arial Unicode MS
per tutte le colonne con valori a doppio byte.
3. Esportare il report in formato PDF.
Il report visualizza caratteri giapponesi in Acrobat Reader.

Capitolo 6: Problemi noti 99


Problemi di localizzazione noti

Web Screen Painter mostra stringhe in inglese in Modalità progetto


Sintomo:
Quando Web Screen Painter è in Modalità progetto, le schede del notebook, i
pulsanti, i menu e le voci di menu vengono visualizzate solo in inglese.

Soluzione:
Per visualizzare un modulo in un'altra lingua, procedere come segue:
1. Aprire il modulo in Web Screen Painter.
2. Se si sta creando un modulo o se ne sta aggiornando uno esistente,
aggiungere le nuove stringhe localizzate nel file
$NX_ROOT/sdk/scripts/msg_cat.js.
3. Fare clic su Anteprima.

Nota: per informazioni sull'aggiornamento di msg_cat.js, consultare la Guida


all'implementazione.

Posizione delle opzioni Mese e Giorno non invertita


Sintomo:
Durante la creazione di una finestra dei Cambiamenti per un Ordine di
cambiamento viene selezionata l'opzione Annuale. Le opzioni Mese e Giorno
vengono visualizzate in un ordine diverso.

Soluzione:
Personalizzare il modulo in WSP per modificare la posizione delle opzioni Mese
e Giorno.

I dati relativi alla pianificazione del turno possono essere immessi soltanto in
lingua inglese
Valido per tutte le versioni localizzate

Sintomo:
Se vengono utilizzati dati localizzati, durante la pianificazione del turno viene
visualizzato un messaggio di errore.

100 Note di rilascio


Problemi di localizzazione noti

Soluzione:
CA SDM Versione 12.7 supporta soltanto il testo in lingua inglese per tali dati,
compresi i giorni della settimana, le date e le ore (AM/PM).
Il seguente esempio mostra i dati del turno nel formato corretto:
■ Mon - Fri {8:00 am - 5:00 pm}
■ Sun {9:00 - 12:00 2:00 pm - 4:00 pm}
■ Sat 12/24/08 - 1/1/05 {8:00 - 12:00 14:00 - 4:00 pm}
■ 04/07/09
Nota: si tratta di una limitazione applicabile soltanto ai dati della pianificazione
del turno. È possibile specificare il nome visualizzato del turno in qualsiasi lingua
localizzata.

CA IT PAM non elabora correttamente i valori dei caratteri giapponesi


Valido per le versioni localizzate in giapponese

Sintomo:
I caratteri vengono installati e visualizzati correttamente fino all'esecuzione di
un processo CA IT PAM che richiede l'invio di valori giapponesi a CA SDM.
L'azione causa la visualizzazione di punti interrogativi (??) nei valori, pertanto CA
SDM rifiuta l'input e visualizza errori di ?? in stdlog.

Soluzione:

Importante Questa informazione sostituisce le istruzioni fornite nella


documentazione di CA IT PAM.
Per SQL Server

Il database di SQL Server utilizza regole di confronto non corrette, ad esempio


SQL_Latin1_General_CP1_CI_AS. Le regolo di confronto non possono essere
modificate dopo la creazione del database SQL Server.
1. Installare SQL Server con l'opzione di creazione di database con tabelle
codici in giapponese.

Capitolo 6: Problemi noti 101


Problemi di localizzazione noti

2. Durante l'installazione di CA IT PAM, eseguire una delle seguenti operazioni:


■ Creare manualmente il database con le tabelle codici in giapponese.
■ Selezionare la tabella codici in giapponese all'interno del programma di
installazione di CA IT PAM e creare il database.
Nota: se il database viene creato manualmente, selezionare le tabelle codici
dall'elenco a discesa del programma di installazione di CA IT PAM
corrispondenti alle tabelle codici del database. Il programma di installazione
non è in grado di rilevare l'opzione o di modificare la tabella codici
predefinita (in latino). Queste impostazioni non vengono comunicate
all'utente da CA IT PAM.
Per Oracle:
1. Verificare di avere creato e avviato l'istanza del database CA SDM con le
impostazioni internazionali corrispondenti. Per il giapponese, impostare le
impostazioni locali su ja_JP.UTF-8.
2. Verificare che il database CA IT PAM sia stato avviato e che le impostazioni
internazionali in giapponese siano state definite.

L'aggiornamento da CMDB r11.2 a CA SDM Versione 12.7 in tedesco o in


giapponese rileva le impostazioni locali in lingua francese
Valido per le versioni tedesca e giapponese

Sintomo:
Quando si esegue l'aggiornamento di CA CMDB r11.2 a CA SDM Versione 12.7
nelle versioni in lingua tedesca o giapponese, il programma di aggiornamento
dell'installazione rileva automaticamente le impostazioni locali in lingua
francese (invece che in tedesco o in giapponese). Quando viene rilevata la
versione francese, viene visualizzato un messaggio di errore e l'installazione ha
esito negativo. Il programma di installazione non consente la modifica delle
impostazioni locali in lingua tedesca o giapponese.

102 Note di rilascio


Problemi di localizzazione noti

Soluzione:
Per risolvere il problema, procedere come segue:
1. Sul server CA SDM, accedere alla directory NX_ROOT.
2. Aprire il file GENLEVEL e modificarlo.
3. Sostituisci
12611053G900

con:
11209045R4

4. Accedere alla directory NX_ROOT/Site.


5. Aprire il file install.properties e modificarlo.
6. Sostituisci
locale.current=en-US

con uno dei seguenti elementi:


locale.current=ja-JP (giapponese)
locale.current=de-DE (tedesco)

7. Salvare le modifiche ed eseguire l'aggiornamento.


Le impostazioni locali corrette vengono individuate.

GRLoader non identifica i nomi dei fogli di foglio di calcolo localizzati


Valido su tutti i sistemi operativi in lingua inglese

Sintomo:
GRLoader non identifica i nomi dei fogli di foglio di calcolo non in inglese
quando viene utilizzata l'opzione -sss su un sistema operativo localizzato.

Soluzione:
Specificare i nomi del foglio di calcolo localizzati in un file di configurazione (.cfg)
con l'opzione grloader.spreadsheet.sheetname=name se GRLoader viene
eseguito su un sistema operativo in lingua inglese.

Capitolo 6: Problemi noti 103


Problemi di localizzazione noti

Il programma di installazione non è in grado di rilevare automaticamente le


lingue locali
Valido per Windows 2008

Sintomo:
La schermata di configurazione della lingua del programma di installazione di CA
SDM non rileva automaticamente la lingua locale dell'utente su Windows 2008.
Per procedere con l'installazione è necessario selezionare una delle lingue
presenti nella schermata. Il problema si verifica quando le opzioni di formato, di
sistema e di posizione non vengono specificate correttamente nelle opzioni
internazionali e della lingua. Inoltre, il prodotto mostra errori di caratteri speciali
(virgole e punti) se la scheda Formato delle Opzioni internazionali e della lingua
non è impostata sulla lingua corretta.

Soluzione:

Impostare il formato, la lingua e le impostazioni di sistema dell'ambiente nella


maniera seguente:
1. Da Pannello di controllo, selezionare Opzioni internazionali e della lingua.
2. Specificare una lingua nelle schede Formato e Posizione.
3. Nella scheda Amministrazione, selezionare il pulsante Cambia impostazioni
locali del sistema e specificare le impostazioni internazionali di sistema
correnti.
4. Fare clic su OK.
Il formato, la posizione e le impostazioni locali del sistema vengono definite.

Il messaggio di errore può essere visualizzato dopo l'installazione o la


migrazione su un computer in lingua non inglese
Valido su tutti i computer Windows non in lingua inglese

Sintomo:
L'installazione o la migrazione visualizzano un messaggio di errore del tipo
"Impossibile trovare la directory di installazione". Quando si fa clic su OK, la
finestra di migrazione o di configurazione non viene visualizzata.

104 Note di rilascio


Problemi di localizzazione noti

Soluzione:
Questo errore viene visualizzato durante l'installazione o la migrazione su
computer Windows che utilizzano una lingua diversa dall'inglese. Aprire il file
C:\Windows\paradigm.ini e aggiornare la directory di installazione di CA SDM
nelle variabili NX_ROOT e NX_LOCAL, come nell'esempio seguente:

[PARADIGM]
NX_ROOT=C:/PROGRA~2/CA/SERVIC~1
NX_LOCAL=C:/PROGRA~2/CA/SERVIC~1

Errori di ortografia visualizzati nei valori di dati tradotti di CMDB


Valido per i sistemi in lingua cinese, spagnola, italiana, giapponese, brasiliana,
portoghese e cinese semplificato

Sintomo:
Dopo aver caricato i dati di CMDB, vengono visualizzati errori grammaticali e di
ortografia nei valori tradotti per i nomi della classe, i nomi della famiglia e i tipi
di relazione.

Soluzione:
In CA SDM Versione 12.7, l'utilità GRLoader fornisce un insieme di file .rul con i
nuovi valori di traduzione per CMDB. I file GRLoader .rul vengono visualizzati per
impostazione predefinita nella seguente directory:
$NX_ROOT\java\lib\GRloader

Se i file .rul di GRLoader sono stati spostati in una directory o in un server


differenti in una versione precedente, sarà necessario modificare i l file .rul in
modo per la trasmissione dei nuovi valori di traduzione.
CA SDM Versione 12.7 fornisce i seguenti nuovi valori di traduzione per CMDB:

Tipo oggetto Stringhe inglesi Lingua Valori di traduzione Nuovi valori di


precedenti traduzione
classe Cercapersone Spagnolo Localizador Buscapersonas
classe Asset portafoglio Spagnolo Activo de cartera Activo de la cartera
famiglia Cluster.Resource Spagnolo Clúster.grupo de Clúster.grupo de
Group recursos recursos
famiglia Cluster.Resource Spagnolo Clúster.recurso Clúster.recurso
relazione è monitorato da Spagnolo está controlado por está monitorizado por

Capitolo 6: Problemi noti 105


Problemi di localizzazione noti

Tipo oggetto Stringhe inglesi Lingua Valori di traduzione Nuovi valori di


precedenti traduzione
relazione è servito da Spagnolo está proporcionado está servido por
por
relazione crea Spagnolo autores es autor de
relazione monitor Spagnolo controla monitoriza
famiglia Attrezzature.Mobili Italiano Attrezzature.Mobili Attrezzature.Mobilio
relazione è governato da Italiano è regolato da dipende da
relazione è eseguito su Italiano esegue su viene eseguito su
relazione è assistito da Italiano è fornito da è servito da
relazione è servito da Italiano è servito da è assistito da
relazione governa Italiano regola governa
relazione è amministrato da Giapponese 管理される 処理される
relazione amministra Giapponese 管理する 処理する
classe Idea portafoglio Portoghese Idéia do Portfolio Ideia do Portfolio
brasiliano
famiglia Investimento.Idea Portoghese Investimento.Idéia Investimento.Ideia
brasiliano
relazione è amministrato da Cinese 的管理方是 的控制者是
semplificato
relazione è governato da Cinese 的管理方是 的治理方是
semplificato
relazione è regolato da Cinese 的管理方是 的调整方是
semplificato
relazione amministra Cinese 管理 管控
semplificato
relazione governa Cinese 管理 治理
semplificato
relazione serve Cinese 服务 提供服务
semplificato
relazione regola Cinese 管理 调整
semplificato

106 Note di rilascio


Problemi di localizzazione noti

Nota: è necessario codificare tutti i valori di dati mediante codifica UTF-8.

Punto esclamativo e due punti mancanti nella pagina di installazione finale


Valido per la versione francese, brasiliana, portoghese e tedesca

Sintomo:
La pagina di installazione finale visualizza testo senza due punti (:) o punto
esclamativo (!).

Soluzione:
Si tratta di un comportamento relativo un problema di un prodotto software di
terze parti che non compromette la funzionalità del prodotto.

Capitolo 6: Problemi noti 107


Problemi noti relativi alla migrazione

La versione in giapponese della Guida in linea non viene visualizzata con Internet
Explorer.
Valido per le versioni in giapponese

Sintomo:
Se Internet Explorer in giapponese viene utilizzato con la versione giapponese di
CA SDM, la Guida in linea basata sui ruoli non viene visualizzata nell'interfaccia
Web come previsto. L'errore si verifica per i seguenti motivi:
■ L'ordine delle istruzioni nel file SDHelp_index.htm non è corretto.
■ Il browser Internet Explorer in giapponese usa come valore predefinito la
codifica nativa JIS invece della firma Unicode (UTF-8).

Soluzione:
Per risolvere il problema, aggiornare il file SDHelp_index.htm nella seguente
maniera:
1. Accedere al file SDHelp_index.htm della directory seguente:
$NX_ROOT/bopcfg/www/wwwroot/help/web

2. Creare una copia di backup del file.


3. Creare un nuovo file SDHelp_index.html (denominato tmp.htm nel presente
esempio) eseguendo il seguente comando nel prompt dei comandi:
pdm_uconv --add-signature -f utf8 -t utf8 -i SDHelp_index.htm -o tmp.htm

4. Sostituire il file originale SDHelp_index.htm con il nuovo file.


Il file D_Help_index.htm viene aggiornato con la firma UTF-8.
5. Avviare la Guida in linea basata su Web.

Problemi noti relativi alla migrazione


Esistono problemi noti che compromettono il comportamento e l'utilizzo della
migrazione di dati da ambienti CA SDM precedenti.

108 Note di rilascio


Problemi noti relativi alla migrazione

Errore di migrazione su Oracle 10g


Valido su Oracle 10g

Sintomo:
La migrazione ha esito negativo e viene visualizzato il seguente messaggio di
errore nel file di registro:
"STDERR: Error in dbcallback. event:4 err:15"
"STDERR: Error fetching data:15"
"ERROR: (54 of 54) Tables Failed Schema Validation!"

Soluzione:

Prima di avviare la migrazione su Oracle 10g, verificare che SQLPlus e Oracle DB


siano in grado di comunicare. Se la comunicazione produce un errore, verificare
che Oracle sia configurato con un adattatore di loopback mediante le utilità e le
tecnologie di diagnostica fornite da Oracle.

La migrazione non esegue il backup dei file xlate


Sintomo:
Durante la migrazione da CA SDM r12.1 alla versione Versione 12.7, il backup
dei file di conversione xlate di GRLoader contenuti in
<nxroot>/java/lib/GRLoader non viene eseguito.

Soluzione:
Se sono state apportate modifiche o creati file di conversione "xlate" di
GRLoader archiviati in <nxroot>/java/lib/GRLoader per qualsiasi classe, famiglia
o relazione definita dall'utente, eseguire il backup di tali file prima di procedere
alla migrazione.
Nota: per ulteriori informazioni sui file Xlate, consultare la Guida di riferimento
tecnico di CA CMDB.

Capitolo 6: Problemi noti 109


Problemi noti relativi alla migrazione

Utenti inattivi di Support Automation impostati sul tipo di accesso Dipendente


dopo la migrazione
Sintomo:
Gli utenti inattivi di Support Automation, come tecnici eliminati, compaiono
come Dipendenti dopo la migrazione.

Soluzione:
Se erano stati eliminati utenti in CA Support Automation 6.0 SR1 eFix5, l'accesso
e le associazioni di ruolo erano state eliminate e gli utenti risultavano inattivi.
Dopo la migrazione, questi utenti inattivi hanno il tipo di accesso Dipendente. È
possibile eliminare questi utenti inattivi.

I dati nei report Support Automation non possono essere raggruppati per
categoria di ticket CA SDM dopo la migrazione
Sintomo:

Dopo aver eseguito la migrazione dei dati Support Automation a CA SDM


Versione 12.7, non è possibile raggruppare o filtrare i report di CA Business
Intelligence mediante la categoria ticket CA SDM. Ciò influisce sui report delle
sessioni di assistenza Support Automation, delle metriche delle sessioni di
assistenza Support Automation e del riepilogo sull'utilizzo dello strumento
Support Automation.

Soluzione:

Lo script di migrazione Support Automation in CA SDM Versione 12.7 non


effettua la migrazione delle relazioni tra sessioni di assistenza Support
Automation e categorie di ticket CA SDM. Dopo la migrazione, la sessione di
assistenza Support Automation viene associata al numero di riferimento del
ticket CA SDM. Inoltre, è necessario associare manualmente la sessione di
assistenza alla categoria di ticket CA SDM.

La migrazione non rimuove le opzioni della classe WorldView


Sintomo:

Se l'installazione di una versione precedente di CA SDM includeva l'integrazione


dell'analisi impatto cambiamento, il menù contestuale di WorldView include le
opzioni ManageObject e UBMClass WorldView Class.

110 Note di rilascio


Problemi noti relativi alla migrazione

Soluzione:

Poiché l'analisi impatto cambiamento non è più presente in questa versione,


eliminare queste opzioni di menù manualmente.

Per cancellare le opzioni di menù


1. Avvia WorldView
2. Fare click con il tasto destro su qualsiasi oggetto nella mappa WorldView e
selezionare Modifica Classe.
Si apre la procedura guidata classe Unicenter.
3. Nella scheda Classe, selezionare Modifica classe esistente, e selezionare la
classe ManagedObject.
4. Nella scheda Menu, selezionare ManagedObject dall'elenco a discesa Nome
menù.
5. Scorrere verso il basso nel campo centrale, selezionare Sep analisi impatto,
e fare click su Elimina.
6. Selezionare Leggi analisi impatto nel campo centrale.
7. Fare clic su Elimina.
8. Salvare e chiudere le finestre di dialogo facendo click su OK e Sì ove
richiesto.
La classe ManagedObject viene rimossa dal menù contestuale WorldView.
9. Ripetere i passaggi da 1 a 8 per la classe UBM ed eliminare le stesse voci per
il menù UBMClass.
La classe UBMClass viene rimossa dal menù contestuale WorldView.

Capitolo 6: Problemi noti 111


Problemi noti relativi alla migrazione

Errore di migrazione su UNIX/Linux causato da un percorso non corretto


Valido per UNIX e Linux

Sintomo:
Durante la migrazione da CA SDM r12.1 a Versione 12.7 si verificano errori di
directory o di file mancanti in configure.log:

ERROR InstallTomcatTask.java 150 catalina.policy:


/opt/CA/ServiceDesk/bopcfg/www/CATALINA_BASE/conf: A file or directory in the
path name does not exist.
ERROR InstallTomcatTask.java 150 context.xml:
/opt/CA/ServiceDesk/bopcfg/www/CATALINA_BASE/conf: A file or directory in the
path name does not exist.

Soluzione:
Il percorso CATALINA_BASE non è corretto poiché inizia con
/opt/CA/ServiceDesk. In CA SDM r12.5, questo percorso è stato sostituito con
/opt/CA/ServiceDeskManager.
Eseguire il seguente comando per correggere il collegamento al percorso
desiderato:

ln -s /opt/CAisd /opt/CA/ServiceDesk

112 Note di rilascio


Problemi noti vari

Visualizzazione di un errore di cache del client titolare durante la migrazione di


CA SDM r12.1 verso la versione Versione 12.7
Sintomo:
Dopo aver eseguito la migrazione da CA SDM r12.1 a Versione 12.7 con la multi-
tenancy abilitata, l'utente crea una Richiesta/Incidente/Questione ed assegna
un utente titolare come contatto. Quando si utilizza la tabulazione per uscire dal
campo di contatto, viene visualizzato il seguente messaggio di errore:

getCandidateTenants(cr:83274874,3986928649836438928346) failed - tenant


cache is not correctly initialized (errore: la cache del titolare non è stata
avviata correttamente).

Soluzione:
Completare le seguenti operazioni dopo aver eseguito la migrazione a CA SDM
Versione 12.7:
1. Aprire il file web.cfg nella directory $NX_ROOT\bopcfg\www\.
2. Accedere alla riga che definisce SelListCachePreload.
3. Aggiungere la seguente factory e il seguente attributo alla fine della riga:
tenant(name subtenant_group supertenant_group) tenant_group_member(tenant_id
tenant_group).

4. Riavviare i servizi CA SDM.

Problemi noti vari


Esistono problemi noti vari che compromettono il comportamento e l'utilizzo di
CA SDM.

Capitolo 6: Problemi noti 113


Problemi noti vari

Valori nei campi monetari troncati a livello di virgola decimale


Valido su tutti gli ambienti operativi

Sintomo:
Se si aggiunge la virgola decimale in un valore monetario, tale valore viene
troncato. Questo comportamento si applica a tutti i campi destinati a contenere
valori monetari, quali Importo dell'acquisto e Quota di manutenzione. Per
esempio, se si inserisce 265,50 nel campo Importo dell'acquisto, il valore viene
salvato come 265.

Soluzione:
Sebbene il nome di alcuni campi implica un concetto monetario. tali campi
vengono implementati come numeri interi. Per evitare il troncamento, non
utilizzare una virgola decimale in campi di numeri interi.

Errori di libreria durante l'esecuzione delle utilità della riga di comando


Valido per AIX, Linux e Solaris

Sintomo:

Si verificano errori di libreria simili al seguente durante l'esecuzione delle utilità


della riga di comando:

ld.so.1: pdm_pki: fatal: libetpki2,so: open failed: No such file or directory


Killed

Soluzione:

Aggiungere la directory della libreria etpki al percorso di libreria. Il percorso


della libreria etpki è in genere /opt/CA/SC/ETPKI/lib.

114 Note di rilascio


Problemi noti vari

Integrazione di CA Spectrum Infrastructure Manager con CA SDM


Valido su tutte le piattaforme

Sintomo:

L'integrazione di CA Spectrum Infrastructure Manager 9.2 (con correzione


rapida H03) con CA SDM Versione 12.7 comporta i seguenti problemi:
■ Quando un avviso viene avviato tramite CA Spectrum, il ticket Service Desk
associato non viene automaticamente creato in CA SDM. La soluzione a
questo problema non è ancora stata trovata.
■ (Solo Solaris) Quando un utente chiude o trasferisce un ticket di Service
Desk in CA SDM, il ticket non viene propagato a CA Spectrum.

Soluzione:

Per risolvere il problema di chiusura su Solaris, eseguire le seguenti operazioni:


1. Accedere alla seguente directory:
$NX_ROOT/bin

2. Aprire il file OCNotify.jar e modificarlo.


3. Modificare il valore di autorizzazione su 777.
Il valore è impostato.
4. Aggiornare un ticket di Service Desk (ad esempio un Incidente) in CA SDM.
5. Salvare le modifiche.
Il ticket viene propagato a CA Spectrum.

Capitolo 6: Problemi noti 115


Problemi noti relativi al reporting

Integrazione di SiteMinder con CA SDM


Sintomo:
L'autenticazione Single Sign-On (SSO) non funziona con l'integrazione CA SDM e
SiteMinder.

Soluzione:
A causa di un problema noto, SiteMinder non è in grado di inviare
REMOTE_USER nell'intestazione HTTP obbligatoria per l'autenticazione SSO
predefinita per CA SDM. Effettuare le operazioni descritte di seguito per
abilitare l'autenticazione SSO, fino a pubblicazione della correzione di
SiteMinder:
1. Impostare RemoteUserVar come REMOTE_USER in Agent Configuration
(Configurazione agente) sul server delle policy di SiteMinder.
2. Creare una risposta con l'attributo WebAgent-HTTP-Header-Variable e il
nome di variabile REMOTE_USER in SiteMinder.
3. Aggiungere @NX_ACCEPT_HTTP_REMOTE_USER=1 al file NX.env di Service
Desk Manager.
4. Riavviare i servizi CA SDM.

Il file di Excel esportato contiene errori e non si apre


Sintomo:
Quando si fa clic su Esporta in un modulo di CA SDM, il file di Excel esportato
visualizza il messaggio ERRORE DI ANALISI XML e non si apre correttamente. È
stato utilizzato il carattere 0xB (0013 base 8 e 11 base 10).

Soluzione:
L'utilità di esportazione non supporta determinati caratteri. Secondo il World
Wide Web Consortium (W3C), XML non accetta tutti i caratteri al di sotto di
0x20, a eccezione di 0x9, 0xA e 0xD.

Problemi noti relativi al reporting


Esistono problemi noti che compromettono il comportamento e l'utilizzo della
funzionalità di reporting in CA SDM.

116 Note di rilascio


Problemi noti relativi al reporting

Il server di gestione centrale (Central Management Server, CMS) non si avvia


Valido su tutti i sistemi operativi con un'installazione di CA Business
Intelligence

Sintomo:
All'avvio del server di BusinessObjects, quando si usa la Gestione della
configurazione centrale per verificare che tutti i server sono stati avviati
correttamente, il Server di gestione centrale (CMS) può arrestarsi in maniera
inattesa.

Soluzione:
Il database CMS si trova sullo stesso server e il servizio database non è stato
ancora avviato.

Per avviare il CMS:


1. Nella scheda Dipendenze delle proprietà CMS, aggiungere il servizio
database a seconda del database utilizzato (per esempio, Microsoft SQL
Server).
2. Nella gestione della configurazione centrale, fare click con il pulsante destro
su Central Management Server.
Verrà visualizzato il menu di scelta rapida corrispondente.
3. Selezionare Start
Verrà avviato il CMS.

Le pagine Admin o InfoView non vengono visualizzate correttamente dopo


l'installazione
Valido su tutti i sistemi operativi con un'installazione di CA Business
Intelligence

Sintomo:
Dopo l'installazione di CA Business Intelligence, l'utente finale non può
visualizzare le pagine Amministrazione o InfoView.

Soluzione:
Per risolvere il problema, riavviare Tomcat manualmente.

Capitolo 6: Problemi noti 117


Problemi noti relativi al reporting

Configurazione della pagina di accesso a InfoView


Valido per Windows

Sintomo:
La pagina di accesso a InfoView non è configurata per richiedere agli utenti di
specificare il tipo di autenticazione o il nome CMS. La configurazione viene
controllata attraverso il file web.xml.

Soluzione:
Configurare il file web.xml per la pagina di accesso a InfoView nel modo
seguente:
1. Per apportare modifiche, aprire il file web.xml dalla directory di
distribuzione del server Web in uso.
Nota: il file web.xml viene memorizzato nel percorso seguente quando si
utilizza il supporto di installazione CA SDM con Tomcat come server Web:
SharedComponents\CommonReporting3\Tomcat55\webapps\InfoViewApp
\WEB-INF
Esempio: C:\Program
Files\CA\SC\CommonReporting3\Tomcat55\webapps\InfoViewApp\WEB-
INF
2. Per richiedere agli utenti il rispettivo tipo autenticazione, individuare il
parametro authentication.visible e modificare <param-value> da falso a
vero. Ad esempio, <param-value>vero</param-value>.
3. Per modificare il tipo autenticazione predefinito, individuare il parametro
authentication.default e modificare <param-value> con uno dei seguenti
valori:
■ Valore del parametro del tipo autenticazione
■ Azienda (predefinito) <param-value>secEnterprise</param-value>
■ LDAP <param-value>secLDAP</param-value>
■ AD <param-value>secWinAD</param-value>
4. Per richiedere agli utenti il rispettivo nome CMS, individuare il parametro
cms.visible e modificare <param-value> da falso a vero. Ad esempio,
<param-value>vero</param-value>.
5. Salvare e chiudere il file.
6. Riavviare il server di applicazioni Web.
Il file web.xml per la pagina di accesso a InfoView è configurato.

118 Note di rilascio


Problemi noti relativi al reporting

Opzioni dei report Web CA Business Intelligence


In Gestione opzioni, le seguenti opzioni elencate nella pagina dell'elenco dei
report Web non sono più rilevanti quando viene configurato CA Business
Intelligence per lavorare con CA SDM e possono essere ignorate senza problemi.
■ bo_server_auth
– sec Enterprise
– secLDAP
– secWinAD
– secExternal

Progress OpenEdge DSN e il driver ODBC non vengono visualizzati


nell'Amministratore delle fonti dei dati di ODBC
Valido per Windows 2008 R2

Sintomo:
Durante la configurazione del server OA, viene creato un DSN di Project
OpenEdge denominato casd_servername. Utilizzare questo DSN con pdm_isql e
CA Business Intelligence. Dopo avere creato il DSN, non sarà possibile
visualizzarlo nell'Amministratore delle fonti dei dati di ODBC a 64 bit.
Non sarà possibile modificarlo o crearne uno nuovo mediante l'Amministratore
delle fonti dei dati di ODBC. Non è possibile collegare CA Business Intelligence a
un altro server. La versione a 64 bit del pannello di controllo
dell'Amministratore delle fonti dei dati di ODBC non mostra driver e
configurazioni a 32 bit.

Soluzione:
Utilizzare l'Amministratore delle fonti dei dati di ODBC a 32 bit per visualizzare i
driver ODBC eseguendo il seguente file:

%windir%\SysWOW64\odbcad32.exe

Capitolo 6: Problemi noti 119


Problemi noti relativi al reporting

Avvio del server ODBC di CA Business Intelligence


Per il reporting di CA Business Intelligence, se si verificano problemi durante
l'avvio del server ODBC, disinstallare e installare nuovamente il client e il server
ODBC.

Per disinstallare il client e il server ODBC

Eseguire i seguenti comandi dal prompt dei comandi:


■ oa60_client_uninstall
■ oa60_server_uninstall

Il client e il server vengono disinstallati.

Per reinstallare il client e il server ODBC

Eseguire i seguenti comandi dal prompt dei comandi:


■ oa60_server_setup
■ oa60_client_setup

Dopo aver reinstallato il client e il server, arrestare i servizi CA Business


Intelligence e riavviare il server ODBC.

Aggiornamento di CA SDM con CA Business Intelligence


Se CA SDM è stato configurato come fonte dei dati per CA Business Intelligence,
arrestare tutti i servizi di CA Business Intelligence prima di eseguire
l'aggiornamento a CA SDM Versione 12.7.

Problemi relativi all'integrazione di CA Business Intelligence


Valido su tutti i sistemi con un'installazione di CA Business Intelligence

Sintomo:
L'integrazione di CA Business Intelligence non è più consentita dopo
l'aggiornamento a CA SDM Versione 12.7. Il file TrustedPrincipal.conf
contenente la password segreta condivisa per l'autenticazione attendibile non è
stato mantenuto. Il file TrustedPrincipal.conf deve contenere la password
segreta condivisa immessa nella console di gestione centralizzata.

120 Note di rilascio


Problemi noti relativi alla protezione

Sintomo:
Dopo l'aggiornamento, sostituire il file TrustedPrincipal.conf nella seguente
maniera:
1. Accedere alla seguente directory sul server CA SDM:
$NX_ROOT\migrate\tor12_7\prer12_7\bopcfg\www\CATALINA_BASE\webapps\CAisd

2. Copiare il file TrustedPrincipal.conf nella seguente directory:


$NX_ROOT\bopcfg\www\CATALINA_BASE\webapps\CAisd

Il file TrustedPrincipal.conf viene sostituito.

Nota: per ulteriori informazioni sulla configurazione dell'autenticazione


attendibile, consultare la Guida all'implementazione.

Problema di visualizzazione dei dettagli del report dopo l'esportazione a CSV


Sintomo:
Quando i report vengono esportati in CSV, i dati non vengono visualizzati
correttamente. Ad esempio, l'intestazione viene visualizzata più volte nel file
CSV ma non il contenuto corrispondente.

Soluzione:

Esportare il report in formato Excel, disponibile in Crystal Reports 2008. Dopo


avere eseguito l'esportazione in formato Excel, salvare il file come CSV.

Problemi noti relativi alla protezione


Esistono problemi noti che compromettono il comportamento e l'utilizzo della
protezione in CA SDM.

Capitolo 6: Problemi noti 121


Problemi noti relativi alla protezione

Il software antivirus potrebbe ritardare l'avvio di CA SDM


Validi per Windows

Sintomo:
In alcuni casi, l'avvio di CA SDM potrebbe tardare 2 o più minuti quando sul
computer è in esecuzione un software antivirus. Solitamente, dopo alcuni
minuti, il processo di avvio prosegue senza problemi.
Nel registro stdlog, vengono, quindi, riportati messaggi che indicano
l'impossibilità di stabilire una connessione di rete e l'esecuzione di CA SDM
viene sospesa per alcuni minuti.
Se il ritardo si verifica durante la migrazione, quest'ultima potrebbe non essere
completata in quanto il processo rimane in attesa dell'avvio dei servizi e registra
un time out.

Soluzione:
Disabilitare il software antivirus prima di avviare CA SDM. Se il problema viene
risolto, ridurre le restrizioni dell'antivirus per l'apertura delle porte di rete,
aggiornare il software antivirus e contattare il fornitore.
Per completare la migrazione, disabilitare temporaneamente il software
antivirus per tutta la durata del processo di migrazione.

122 Note di rilascio


Problemi noti relativi alla protezione

Errore o interruzione di LDAP che utilizza TLS su un server Windows AD


Validi per Windows

Sintomo:
Un bug Microsoft provoca lo stallo o l'errore di applicazioni client LDAP che
usano più connessioni mentre è in uso la crittografia TLS. Quando il server
utilizza la crittografia TLS mentre sono attivi i gruppi LDAP, CA SDM può usare
una seconda connessione in ciascun processo dell'agente LDAP. CA SDM
riscontra uno o più dei sintomi seguenti:
■ Stallo di query, sincronizzazioni o importazioni LDAP. Si può inoltre
verificare un timeout con uno o più processi ldap_agent.exe che vengono
eseguiti in modo continuo a valori uguali o prossimi al 100% dell'utilizzo di
un core CPU.
■ Errore di query, sincronizzazioni o importazioni con errori di tipo Server non
accessibile.
■ Query, sincronizzazioni o importazioni LDAP non restituiscono errori o
risultati.

Soluzione:
Se si utilizza la crittografia TLS per LDAP, non consigliamo di utilizzare gruppi
LDAP con server Active Directory Windows. È possibile disattivare i gruppi TLS o
LDAP.
Per disattivare la crittografia TLS o i gruppi LDAP, eseguire le operazioni
seguenti:
1. Terminare tutti i processi ldap_agent.exe che utilizzano continuamente una
grossa porzione di tempo della CPU.
2. Se non è possibile accedere a CA SDM per visualizzare Gestione opzioni,
arrestare il servizio CA SDM. Nel file $NX_ROOT/NX.env impostare una delle
opzioni seguenti su No, quindi arrestare e riavviare il servizio CA SDM:
■ NX_LDAP_ENABLE_GROUPS (gruppi LDAP)
■ NX_LDAP_ENABLE_TLS (crittografia TLS)
3. In Gestione opzioni disattivare l'opzione ldap_enable_groups (gruppi LDAP)
o l'opzione ldap_enable_tls (crittografia TLS).
4. Se il servizio CA SDM è in esecuzione, arrestare il servizio.
5. Riavviare il servizio CA SDM.

Capitolo 6: Problemi noti 123


Problemi noti relativi alla protezione

L'accesso automatico a InfoView non riesce


Valido su tutti i sistemi operativi con un'installazione di CA Business
Intelligence

Sintomo:
Durante l'installazione di CA Business Intelligence, si installa un cookie Web di
CA Technologies predefinito, che permette di accedere automaticamente a
BusinessObjects InfoView dalla scheda Report di CA SDM senza effettuare
l'accesso. Se l'accesso è limitato dalla configurazione di riservatezza del proprio
browser, l'applicazione non si esegue e compare un prompt per l'accesso nella
scheda Report.

Soluzione:
Se si verifica questo problema cambiare le Opzioni internet e le impostazioni di
riservatezza in modo che i cookie Web di CA Technologies vengano accettati dal
sistema.

Visualizzazione di messaggi di avviso durante la generazione di classi stub


Valido su tutti i sistemi operativi

Sintomo:
Durante l'utilizzo dello strumento AXIS WSDL2JAVA per la compilazione di file
stub, vengono visualizzati messaggi di avviso.

Soluzione:
Si tratta di messaggi di avviso comuni durante l'utilizzo di AXIS 1.4. I file stub
sono comunque creati con successo.

124 Note di rilascio


Problemi noti relativi alla protezione

Messaggi di errore della Guida in linea


Sintomo:

Alcune pagine di aiuto contestuali potrebbero causare un errore di script, anche


se gli argomenti della guida vengono visualizzati correttamente.

Soluzione:

Gli errori di script possono verificarsi quando la notifica di errori di script è


attivata nel browser. È possibile ignorare tali messaggi di errore, oppure
disabilitare la notifica di errori di script nella scheda Strumenti, Opzioni Internet,
Avanzate.

L'elenco di valori di Crystal Reports non si aggiorna


Validi per Windows

Sintomo:
Nella pianificazione di Crystal Reports, l'Elenco dei valori (List of Values - LOV)
quando si apre un parametro di report Crystal per selezionare i valori.

Soluzione:
Si tratta di un problema conosciuto per BusinessObjects. È attesa una soluzione
in BusinessObjects XI Release 2 Service Pack 5. Dopo i test di CA Technologies di
questo Service Pack, sarà disponibile da scaricare su http://ca.com/support. È
possibile utilizzare questa soluzione per aggiornare il LOV prima di pianificare
Crystal reports:
1. Fare click su Start, Programmi, Business Objects XI Release 2, Business
Object Enterprise e selezionare Business Object Enterprise Java
Administration Launchpad.
2. Fare clic su Central Management Console.
3. Fare click su Folders dalla sezione Organize.
4. Fare click su Folders.
5. Fare click su CA Service Desk.
Verrà visualizzato l'elenco dei report.
6. Fare click su Crystal report Per esempio, selezionare Active Change Orders
Aging by Groups.
Viene visualizzata la pagina Proprietà report.

Capitolo 6: Problemi noti 125


Problemi noti relativi alla protezione

7. Fare click sulle opzioni seguenti:


a. Aggiorna opzioni nella scheda Proprietà.
b. Seleziona tutto.
c. Aggiorna Report.
d. Aggiorna.
8. Ripetere i passi 6 e 7 per aggiornare altri Crystal report.

Le definizioni del processo di CA Workflow non vengono importate


automaticamente
Sintomo:
Le definizioni del processo CA Workflow e gli attori non vengono importati
automaticamente all'avvio di CA Workflow a causa di impostazioni di variabili
locali su UNIX/Linux.

Soluzione:

Dopo aver installato CA Workflow, utilizzare uno dei seguenti metodi per
risolvere il problema:

Per importare le definizioni di processo di CA Workflow e gli attori


1. Impostare le variabili di ambiente LANG e LC_ALL su UTF-8 in un prompt per
l'ambiente del sistema operativo in uso. Per esempio in Oracle Solaris la
variabile di ambiente appare come: LANG=en_US.UTF-8.
2. Arrestare e riavviare il server Tomcat di CA Workflow come segue:
■ Eseguire pdm_tomcat_nxd -d STOP -t CAWF.
■ Eseguire pdm_tomcat_nxd -d START -t CAWF.
Le definizioni del processo di CA Workflow vengono importate.

Per importare le definizioni di processo di CA Workflow e gli attori


manualmente
1. Utilizzare il client IDE per aprire CA Workflow.
Nota: il client IDE è disponibile solo in sistemi operativi Windows e Linux.

126 Note di rilascio


Problemi noti relativi alla protezione

2. Individuare i file xml delle definizioni del processo e degli attori, ad esempio
le directory: $NX_ROOT/site/Workflow/data/actors e
$NX_ROOT/site/Workflow/data/process.
3. Selezionare File, Importa, Definizioni processo, selezionare tutti i file XML da
importare e fare clic su Apri.
4. Selezionare tutte le definizioni e fare clic su Importa.
Vengono importate le definizioni di processo.
5. Selezionare File, Importa, Attori, selezionare tutti i file XML da importare, e
fare clic su Apri.
I file xml di Attori vengono importati.
6. Selezionare tutti i file di Attori e fare clic su Importa.
Le definizioni del processo di CA Workflow vengono importate.

L'accesso a CA Workflow IDE come utente diverso dall'utente principale


determina l'impostazione di un URL non corretto
Valido su Linux

Sintomo:
Quando un utente senza privilegi lancia CA Workflow IDE su Linux, l'URL viene
impostata in maniera errata come https://servername:8443/pm. Compaiono
sullo schermo errori Java e non avviene il login su CA Workflow.

Soluzione:
1. Avviare il client CA Workflow IDE.
2. Cambiare l'URL a: http://servername:8090/pm
Il login avviene con successo.

Messaggi di definizione duplicati


Sintomo:

Siccome CA CMDB Versione 12.7 crea automaticamente gli attributi e aziona le


tabelle delle estensioni personalizzate, lo stdlog può includere i seguenti
messaggi innocui per le tabelle delle estensioni create in versioni precedenti:

Definizioni duplicate ignorate

Capitolo 6: Problemi noti 127


Problemi noti relativi alla protezione

Soluzione:

Per eliminare tali messaggi, rimuovere gli attributi seguenti dalle tabelle
estensioni personalizzate:
■ id SREL nr;
■ version_number INTEGER { ON_CI INCREMENT 1; };
■ creation_date DATE { ON_NEW SET NOW ; };
■ creation_user STRING { UI_INFO "AUDITLOG"; ON_NEW DEFAULT USER ; } ;
■ last_mod_dt last_update_date DATE { ON_NEW SET NOW ; ON_CI SET
NOW; } ;
■ last_mod_by last_update_user STRING { UI_INFO "AUDITLOG"; ON_NEW
DEFAULT USER ; ON_CI SET USER ; } ;
■ delete_flag del SREL actbool { ON_CI DEFAULT 0; };
■ mdr_name LOCAL STRING;
■ mdr_class LOCAL STRING;

Si verificano degli errori quando i dati CA Wily vengono caricati in CA CMDB


Sintomo:
Il file GRLoader.log produce errori quando i dati di CA Wily vengono caricati in
CA CMDB come elementi della configurazione.

Di seguito è illustrato un esempio di voce del registro:

11/07 00:44:52,662 ERROR grCI 504 Error trying to insert CI. Error setting attr
'ext_asset' on object 'enttx:C0766E809BEE4E49B9D03277CF60BD23' to value
'nr:C0766E809BEE4E49B9D03277CF60BD23'

Soluzione:

L'integrazione di CA Wily include una versione precedente di GRLoader.


Utilizzare la versione di GRLoader standard di CA SDM Versione 12.7 per
importare i dati con successo.

128 Note di rilascio


Problemi noti relativi alla protezione

Multi-Tenancy e Visualizer
Il visualizzatore utilizza il ruolo di amministratore per scopi di personificazione.
Un utente con tale ruolo deve disporre dei diritti per visualizzare TUTTI I
TITOLARI. Se l'utente non possiede i diritti per TUTTI I TITOLARI, il visualizzatore
(componente autonomo o nel contesto) non può essere avviato.

Esempio: Errore di sessione di Visualizer.

Quando Visualizer viene avviato nel contesto di un elemento della


configurazione, viene visualizzato il seguente errore di sessione:

Autenticazione non riuscita per l'utente

Sintomo:

L'accesso titolare per il ruolo di rappresentazione è impostato su Singolo


titolare.

Soluzione:

Per avviare Visualizer nel contesto, senza errori, impostare l'accesso titolare su
Tutti i Titolari.

Prestazioni delle relazioni di Visualizer


Il visualizzatore CMDB può elaborare circa 2500 relazioni nel suo schema
grafico. Se una richiesta del visualizzatore contiene più di 2500 relazioni, il
rendimento del visualizzatore può peggiorare.

Capitolo 6: Problemi noti 129


Problemi noti relativi alla protezione

Carattere di sottolineatura (_) nel nome server del visualizzatore


Valido con Internet Explorer 8

Sintomo:

Quando si utilizza Internet Explorer 8 per accedere al Visualizzatore CMDB, un


carattere di sottolineatura (_) in un nome del server può causare un errore. Può
apparire il messaggio riportato di seguito:

Connessione al server rifiutata.

Soluzione:

Questo messaggio riguarda una limitazione di Internet Explorer 8. Per risolvere il


problema, utilizzare l'indirizzo IP del server anziché il nome del server nell'URL
del visualizzatore.

Definire le impostazioni internazionali del browser per Visualizer


CMDB Visualizer si adatta alle impostazioni internazionali del browser client, che
potrebbe utilizzare una lingua diversa da quella della versione localizzata di CA
SDM. Per poter visualizzare Visualizer nella stessa lingua, le impostazioni del
browser devono corrispondere alla lingua utilizzata in CA SDM.

Per le impostazioni internazionali del browser in Internet Explorer,


1. selezionare Strumenti, Opzioni Internet, scheda Generale, quindi Lingue.
2. Aggiungere la lingua desiderata e spostarla verso l'alto.
3. Aprire una nuova finestra del browser IE, oppure aggiornare il browser.
In Visualizer viene visualizzata la lingua della versione di CA SDM localizzata.

Per le impostazioni internazionali del browser in Firefox


1. selezionare Strumenti, Opzioni, scheda Contenuto, quindi Lingue.
2. Aggiungere la lingua desiderata e spostarla verso l'alto.
3. Aprire una nuova finestra del browser Firefox, oppure aggiornare il browser.
In Visualizer viene visualizzata la lingua della versione di CA SDM localizzata.

130 Note di rilascio


Problemi noti relativi all'aggiornamento

Problemi noti relativi all'aggiornamento


Esistono problemi noti che compromettono il comportamento e l'utilizzo
dell'aggiornamento da una versione precedente di CA SDM.

Modifica di Tomcat fornito con CA SDM r11.2


Se si sta eseguendo l'aggiornamento da CA SDM r11.2 e si utilizza una versione
di Tomcat diversa da quella predefinita (4.1.31), attenersi alle seguenti istruzioni
prima di eseguire l'aggiornamento a CA SDM Versione 12.7.

Per Windows:
1. Modificare la seguente riga nel file NX_ROOT\NX.env per specificare il
percorso della versione utilizzata:
@NX_TOMCAT_INSTALL_DIR= C:\Program
Files\CA\SharedComponents\Tomcat\4.1.31
2. Modificare le seguenti righe nel file NX_ROOT\site\config.properties:
web.tomcat_home= C:\Program
Files\CA\SharedComponents\tomcat\4.1.31
web.tomcat.service_name=Apache Tomcat 4.1
web.tomcat.version=4.1.31
3. Installare CA SDM Versione 12.7.

Nota: eventuali personalizzazioni effettuate nel file


NX_ROOT\bopcfg\www\CATALINA_BASE\conf server.xml dovranno essere
aggiornate manualmente nel file server.xml (5.5.25) dopo l'esecuzione della
configurazione. Un esempio potrebbe essere rappresentato dalla configurazione
di SSL per Tomcat.

Capitolo 6: Problemi noti 131


Problemi noti relativi all'aggiornamento

Per UNIX:
1. Modificare la seguente riga nel file NX_ROOT/NX.env per specificare il
percorso della versione utilizzata:
@NX_TOMCAT_INSTALL_DIR=/opt/CA/SharedComponents/tomcat/4.1.31
2. Modificare le seguenti righe nella directory
NX_ROOT/site/config.properties:
web.tomcat_home=/opt/CA/SharedComponents/tomcat/4.1.31
web.tomcat.service_name=Apache Tomcat 4.1
web.tomcat.version=4.1.31
3. Installare CA SDM Versione 12.7.

Nota: eventuali personalizzazioni effettuate nel file


NX_ROOT/bopcfg/www/CATALINA_BASE/conf server.xml dovranno essere
aggiornate manualmente nel file server.xml (5.5.25) dopo aver completato la
configurazione. Un esempio potrebbe essere rappresentato dalla configurazione
di SSL per Tomcat.

Patch MDB 17261861 Oracle per Windows


Sintomo:
La patch MDB 17261861 Oracle per Windows contiene un errore che impedisce
l'aggiornamento a MDB r1.5.

Soluzione:
La patch MDB 17615776 include la soluzione per questo problema. Installare la
patch 17615776 prima di eseguire l'aggiornamento a MDB r1.5 (CA CMDB r12.0
e CA CMDB r12.1 utilizzano questa versione di MDB).

Nota: le patch di integrazione CMBD-UAPM RO2252 e RO02288 includono la


patch MDB 17261861 Oracle per Windows. Se RO2252 o RO02288 sono state
installate e si utilizza un database Oracle, contattare il Supporto tecnico di CA
per informazioni su come ottenere la patch MDB ed installarla.

132 Note di rilascio


Problemi noti relativi all'aggiornamento

Errore di aggiornamento da Unicenter Service Desk, CA CMDB r11.2 e Visualizer


Valido in tutte le lingue

Sintomo:
Il seguente messaggio di errore viene visualizzato quando viene effettuato
l'aggiornamento dell'installazione di Unicenter Service Desk, di CA CMDB 11.2 e
di Visualizer a CA SDM Versione 12.7:

La variabile di ambiente CMDBVISUALIZER_HOME è stata rilevata. CMDB


Visualizer è installato sul sistema. Impossibile proseguire con l'installazione.
Annullare il programma di installazione. Rimuovere CMDB Visualizer nel
seguente modo: 1) eseguire il programma di disinstallazione separatamente;
2) Riavviare il sistema operativo; 3) eseguire nuovamente il programma di
installazione.

Soluzione:
Prima di poter eseguire l'aggiornamento, è necessario disinstallare
manualmente CA CMDB Visualizer.

Collegamenti Assistenza in tempo reale, Conversazione in tempo reale e Contatta


analista mancanti
Sintomo:

Dopo aver eseguito l'aggiornamento da Unicenter Service Desk r11.2 con CA


Support Automation r6.0 SR1 eFix5 a CA SDM Versione 12.7, i collegamenti
Conversazione in tempo reale di Support Automation e Contatta analista nella
pagina Dipendente non compaiono.

Soluzione:

Dopo l'aggiornamento a CA SDM Versione 12.7, rimuovere il file home.htmpl


dalla seguente directory in modo che la cartella non contenga alcun file:

$NX_ROOT\site\mods\www\htmpl\web\employee\

Capitolo 6: Problemi noti 133


Problemi noti relativi all'aggiornamento

Sintomo:

Dopo aver eseguito l'aggiornamento da Unicenter Service Desk r11.2, CA Service


Desk r12 o r12.1 senza CA Support Automation r6.0 SR1 eFix5 a CA SDM
Versione 12.7, le seguenti opzioni di Support Automation non vengono
visualizzate:
■ Il pulsante Assistenza in tempo reale della pagina Elenco Code assegnate.
■ I collegamenti Conversazione in tempo reale e Contatta analista della pagina
principale Dipendente o Cliente.

Soluzione:

Support Automation utilizza i livelli di accesso predefiniti Analista e Utente


finale. Poiché l'aggiornamento è stato eseguito da una versione di CA SDM non
contenente Support Automation, assegnare manualmente il livello di accesso
dopo l'aggiornamento.

Errore di aggiornamento di CA SDM se le impostazioni internazionali UTF-8 non


sono installate
Valido per UNIX e Linux

Sintomo:
L'aggiornamento di CA SDM produce un errore se le impostazioni internazionali
UTF-8 non sono installate prima dell'aggiornamento.

Soluzione:
CA SDM deve essere eseguito con le impostazioni internazionali UTF-8 su
sistemi operativi UNIX e Linux. Prima di eseguire l'aggiornamento a CA SDM
Versione 12.7, verificare di avere installato le impostazioni internazionali UTF-8.

Documenti della conoscenza stampati contenenti spazi dopo la migrazione


Valido su tutti i sistemi operativi

Sintomo:
I clienti che eseguono l'aggiornamento da Unicenter Service Desk r11.0 a CA
SDM Versione 12.7 riscontrano un problema di stampa relativo ai documenti
della conoscenza. I documenti stampati contengono spazi dopo la sezione
Risoluzione in documenti con immagini incorporate.

134 Note di rilascio


Problemi noti relativi all'aggiornamento

Soluzione:
Effettuare le seguenti operazioni:
1. Dalla scheda Amministrazione accedere a Conoscenza, Documenti, Modelli
documento.
2. Aprire un modello di documento della conoscenza.
3. Individuare la tag <TD> nella sezione HTML e aggiungere il seguente codice:
<TD vAlign=top><SPAN
class=clsTextBlackXXsmall><SPAN>{TAG_RESOLUTION}</SPAN></SPAN></TD> </TR>

4. Ripetere questa modifica per tutti i modelli di documento predefiniti.

Capitolo 6: Problemi noti 135


Appendice A: Funzionalità di accessibilità
CA Technologies si impegna a fondo affinché tutti i clienti, a prescindere dalle
capacità fisiche, possano utilizzare appieno i prodotti e la documentazione di
supporto per l'esecuzione delle attività aziendali. La presente sezione descrive le
funzionalità di accessibilità di CA SDM.

Miglioramenti di prodotto
CA SDM contiene miglioramenti per l'accesso facilitato alle seguenti
funzionalità:
■ Visualizza
■ Suono
■ Tastiera
■ Mouse

È possibile modificare il comportamento del sistema per un uso ottimale con un


lettore schermo per utenti ipovedenti. Sarà necessario disconnettersi ed
eseguire nuovamente l'accesso dopo aver modificato questa preferenza. Dal
menu ? selezionare Utilizzo del lettore schermo per una panoramica sull'utilizzo
di CA SDM con un lettore schermo.

Nota: le seguenti informazioni si applicano ad applicazioni basate su Windows e


Macintosh. Le applicazioni Java vengono eseguite su molti sistemi operativi
host, alcuni dei quali dispongono già di tecnologie di assistenza. Per fornire
l'accesso ai programmi scritti in JPL, le tecnologie di assistenza esistenti
necessitano di un ponte tra le tecnologie stesse negli ambienti nativi e il
supporto di accessibilità Java disponibile dalla Java Virtual Machine (Java VM).
Le due estremità del ponte si trovano nella Java VM e nei sistemi operativi
nativi, pertanto il ponte presenterà delle differenze a seconda della piattaforma
a cui si collega. Attualmente, Oracle sta sviluppando sia il lato JPL che quello
Win32 di questo ponte.

Appendice A: Funzionalità di accessibilità 137


Miglioramenti di prodotto

Visualizza

Per aumentare la visibilità della visualizzazione del computer, è possibile


impostare le seguenti opzioni:
Stile del carattere, colore e dimensione degli elementi
Consente di scegliere il colore del carattere, la dimensione ed altre
combinazioni visive.
Risoluzione dello schermo
Consente di modificare il numero di pixel in modo da ingrandire gli oggetti
sullo schermo.
Larghezza e intermittenza del cursore
Consente di individuare facilmente il cursore o di ridurne l'intermittenza.
Dimensione dell'icona
Consente di ingrandire le icone per maggiore visibilità o di renderle più
piccole per maggiore spazio sullo schermo.
Schemi di alto contrasto
Consente di selezionare combinazioni di colore facili da visualizzare.

Suono

Utilizzare l'audio come alternativa alla vista o per rendere i suoni del computer
più semplici da sentire o da distinguere regolando le opzioni seguenti:
Volume
Consente di alzare o abbassare l'audio del computer.
Da testo a audio
Consente di sentire la lettura di opzioni di comando e testo.
Avvisi
Consente di visualizzare avvisi visivi.
Avvisi
Offre segnali audio o visivi quando le funzionalità per l'accesso facilitato
sono attive o inattive.

138 Note di rilascio


Miglioramenti di prodotto

Schemi
Consente di associare suoni del computer con eventi di sistema specifici.
Didascalie
Consente di visualizzare didascalie per discorsi e suoni.

Tastiera

È possibile apportare le seguenti regolazioni di tastiera:


Velocità ripetizione
Consente di impostare la velocità di ripetizione di un carattere alla
pressione di un tasto.
Toni
Consente di ascoltare toni alla pressione di certi tasti.
Tasti permanenti
Consente agli utenti che digitano con un solo dito o una sola mano di
scegliere layout di tastiera alternativi.

Mouse

È possibile utilizzare le opzioni seguenti per rendere il mouse più veloce e facile
da utilizzare:
Velocità clic
Consente di scegliere quanto velocemente fare clic sul pulsante del mouse
per effettuare una selezione.
Blocco clic
Consente di selezionare o trascinare senza tenere premuto il pulsante del
mouse.
Azione inversa
Consente di invertire le funzioni controllate dai tasti del mouse sinistro e
destro.
Velocità lampeggiamento
Consente di disattivare o scegliere la velocità di lampeggiamento del
cursore.

Appendice A: Funzionalità di accessibilità 139


Miglioramenti di prodotto

Opzioni puntatore
Consente di procedere nei modi seguenti:
■ Nascondere il puntatore durante la digitazione
■ Mostrare la posizione del puntatore
■ Impostare la velocità di spostamento del puntatore sullo schermo
■ Scegliere le dimensioni e il colore del puntatore per maggiore visibilità
■ Spostare il puntatore a una posizione predefinita in una finestra di
dialogo

Tasti di scelta rapida

La tabella seguente elenca i tasti di scelta rapida supportati da CA SDM:


Tastiera Descrizione
Ctrl+X Taglia
Ctrl+C Copia
Ctrl+K Trova successivo
Ctrl+F Trova e sostituisci
Ctrl+V Incolla
Ctrl+S Salva
Ctrl+Maiusc+S Salva tutto
Ctrl+D Elimina riga
Ctrl+Destra Parola successiva
Ctrl+Giù Scorri riga in basso
End Fine riga

140 Note di rilascio


Appendice B: Riconoscimenti delle licenze
di terze parti
Le informazioni di licenza per utilità e software di terze parti utilizzati da CA
SDM vengono archiviate nella cartella \Bookshelf_Files\TPSA di CA Bookshelf.
Ad esempio, C:\Programmi (x86)\CA\Service Desk
Manager\doc\ENU\Bookshelf_Files\TPSA\CA_SDM_ThirdPartyLicensingDoc.txt.

Appendice B: Riconoscimenti delle licenze di terze parti 141