Sei sulla pagina 1di 5

SESSIONE LIVE 3

Continuità di funzioni
log( x 2 ) − e
1. Data la funzione f ( x) = log( x 2 ) − 1 dire dove è continua e se è
prolungabile con continuità in qualche punto.

Soluzione

La funzione è definita se x  0 e log x  1 . Inoltre ed è pari. È quindi


2

sufficiente studiare la sua restrizione all’intervallo (0,+).


Poiché log x  1 se x  e e quindi x  e , segue che il dominio della
2 2

funzione è: (0, √𝑒) ∪ (√𝑒, +∞) e la funzione è continua in questi


intervalli.
Studiamone il comportamento in un intorno dei punti dove non è
definita.
log( x 2 ) − e 1 − e / log( x 2 )
lim = lim =1
x → 0 log( x 2 ) − 1 x → 0 1 − 1 / log( x 2 )

quindi in x = 0 la funzione è prolungabile con continuità.

log( x 2 ) − e log( x 2 ) − e
Poiché xlim = − e lim − = + , ne segue che in
→ e log( x ) − 1 x→ e log( x ) − 1
+ 2 2

questo punto la funzione non è prolungabile per continuità.

x
2. Stabilire se la funzione f ( x ) = cos x è prolungabile con
|x|
continuità in x=0.
e x − 3 x  −1

f ( x ) = 4 x −1  x  e
3. Dire se la funzione 4e log x xe
è continua nel suo

insieme di definizione.

Soluzione

La funzione assegnata è definita per ogni x  R ed è continua per ogni x,


salvo eventualmente i punti x = -1 e x = e che devono essere controllati
separatamente.
x = -1: xlim+
f ( x) = lim+ 4 x = −4 , lim f ( x) = lim e x − 3 = f (−1) = e −1 − 3 ,
− −
→−1 x→−1 x→−1 x→−1

quindi la funzione presenta una discontinuità di prima specie in x=-1.

x = e: xlim f ( x) = lim− 4 x = 4e , lim+ f ( x) = lim+ 4e log x = 4e = f (e) ,


→e− x→e x→e x→e
quindi la funzione è continua in x = e.

4. Determinare il valore del parametro a in modo che la funzione f risulti


continua nel suo dominio:
ì sin( x2 )
ï x>0
f ( x) = í x x (
+ 1 - 1 )
ï x
îa2 + 3 x£0

ì sin(x2 )
ïï x>0
(
f (x) = í x x +1 -1
ï
)
ïî-2 x + 3 x£0

5. Dire se sono vere le affermazioni:


a. Siano f e g due funzioni da R in R. Allora f e g sono continue se e solo se
f+g è continua.
b. Siano f e g due funzioni da R in R. Allora f e g sono continue se e solo se
f+g e f-g sono continue

Soluzione

In a) una implicazione è falsa. Basta ad esempio considerare una funzione


f discontinua in qualche punto e prendere g(x)=1-f(x) (ad esempio f come
nell’esercizio sopra con a=1). La somma è evidentemente continua, le due
funzioni no.
La b) è vera. Infatti possiamo scrivere f e g come
( f + g) + ( f - g) ( f + g) - ( f - g)
f (x) = g(x) = .
2 2
Quindi f e g sono continue perché ottenute con operazioni algebriche da
funzioni continue.

ì2 x + 1 -1£ x < 0
ï x
6. Provare che la funzione f (x) = í2 x=0
ï2 x - 1 0 < x£1
î
definita nell’intervallo [-1,1] non ha né massimo né minimo.

7. Consideriamo l’equazione 2x + x = 0. Verificare graficamente che


ammette una soluzione e dopo aver trovato un intervallo cui appartiene,
stabilire se è unica.

Derivabilità di funzioni

1. Stabilire (mediante la definizione) se la funzione f (x) = sin 3 x è


derivabile in x=0.
Soluzione

f (0 + h) - f (0) sin 3 h sin 3 h 3 h 3


h
lim = lim = lim × 3 = lim = +¥
h®0 h h®0 h h®0 h h h®0 h

La funzione data non è derivabile in x = 0, perché?

2. Utilizzando la definizione di derivata in un punto, scrivere l’equazione


x
della retta tangente ad f (x) = in x=1.
x +1
2

Soluzione

(h + 1) 1 2(h + 1) - h2 - 2h - 2 -h2
-
f (1 + h) - f (1) (h + 1)2 + 1 2 (h + 1)2 + 1 (h + 1)2 + 1
lim = lim = lim = lim =0
h®0 h h®0 h h®0 h h®0 h

Il punto di ascissa x=1 ha ordinata f(1)=1/2, quindi la retta tangente in


1 1
questo punto ad f(x) ha equazione y - = 0Þ y=
2 2

3. Calcolare la derivate delle seguenti funzioni, supponendo che sia


soddisfatta la condizione necessaria:
a. 𝑓(𝑥 ) = 𝑒 −2𝑥 cos √𝑥
b. 𝑔(𝑥 ) = ln 3𝑥
𝜋
c. ℎ(𝑥 ) = 3𝑥 + 𝑒 −𝑥 sin ( 𝑥)
2

Soluzione

1 sin √𝑥
a. 𝑓 ′ (𝑥 ) = −2𝑒 −2𝑥 cos √𝑥 − 𝑒 −2𝑥 sin √𝑥 = −𝑒 −2𝑥 (2 cos √𝑥 + )
2√𝑥 2√𝑥

1 1
b. 𝑔′ (𝑥 ) = ∙3=
3𝑥 𝑥

𝜋 𝜋 𝜋
c. ℎ′ (𝑥 ) = 3 − 𝑒 −𝑥 sin ( 𝑥) + 𝑒 −𝑥 cos ( 𝑥)
2 2 2