Sei sulla pagina 1di 3

SESSIONE LIVE 0

Ripasso dei concetti fondamentali sulle funzioni

1. Determinare il dominio delle seguenti funzioni:


3
√𝑥
a. 𝑓(𝑥) = b. 𝑔(𝑥) = √2 − log 1 𝑥 − ln(3 − log 2 𝑥)
2|𝑥|−𝑥 2 +2𝑥 2

1 3𝑥 −1
c. ℎ(𝑥) = d. 𝑚(𝑥) = √
√sin 2𝑥+cos 𝑥 33𝑥−1 − 9𝑥

Soluzione

a. Il dominio della funzione f(x) è determinato dai valori di 𝑥 ∈ 𝑅 tali che 2|𝑥| − 𝑥 2 + 2𝑥 ≠
0. Questa relazione è soddisfatta se: 2|𝑥| ≠ 𝑥 2 − 2𝑥 (*). Considerando la definizione

𝑥 𝑥 ≥ 0 , la relazione (*) diventa: −2𝑥 ≠ 𝑥 2 − 2𝑥 → 𝑥 2 ≠ 0 → 𝑥 ≠ 0 che è


|𝑥| = {
−𝑥 𝑥<0
sempre soddisfatta per x < 0; mentre 2𝑥 ≠ 𝑥 2 − 2𝑥 → 𝑥 2 − 4𝑥 ≠ 0 → 𝑥 ≠ 0 , 𝑥 ≠ 4 per
𝑥 ≥ 0. Quindi il dominio per f(x) è: 𝐷 = (−∞, 0) ∪ (0,4) ∪ (4, +∞).
𝑥>0
b. Il dominio della funzione g(x) è definito da: { 2 − log 1 𝑥 ≥ 0 . Risolvendo la seconda
2
3 − log 2 𝑥 > 0
1
disequazione, si ottiene: log 1 𝑥 ≤ 2 → 𝑥 ≥ .
2 4

Analogamente per la terza, si ha: log 2 𝑥 < 3 → 0 < 𝑥 < 23 . La soluzione del sistema delle
1
tre disequazioni determina il dominio della funzione g(x), cioè: 𝐷 = [ , 8) .
4

c. Il dominio della funzione h(x) è definito da: sin 2𝑥 + cos 𝑥 > 0 . Ricordando che sin 2𝑥 =
2 cos 𝑥 sin 𝑥, la relazione precedente diventa: cos 𝑥 (2 sin 𝑥 + 1) > 0 . Le funzioni coinvolte
sono periodiche di periodo minimo 2𝜋: è possibile studiare la disuguaglianza limitatamente
all’intervallo [0, 2𝜋]. Pertanto:
𝜋 3
cos 𝑥 > 0 → 0 ≤ 𝑥 < ⋁ 2 𝜋 < 𝑥 < 2𝜋 ,
2

1 7 11
sin 𝑥 > − →0≤𝑥< 𝜋 ⋁ 𝜋 < 𝑥 < 2𝜋
2 6 6

Analizzando il segno, si conclude che la disuguaglianza è soddisfatta per:


𝜋 7 3 11
0≤𝑥< ⋁6𝜋 < 𝑥 < 2𝜋 ⋁ 𝜋 < 𝑥 ≤ 2𝜋 ( mod 2𝜋)
2 6
3𝑥 −1
d. Il dominio della funzione m(x) è determinato dai valori di 𝑥 ∈ 𝑅 tali che: ≥0.
33𝑥−1 −9𝑥
33𝑥 3𝑥
Studiando il segno della frazione, si ha: 3𝑥 − 1 ≥ 0 → 𝑥 ≥ 0 ; − 32𝑥 > 0 → 32𝑥 ( −1)
3 3
>0 3𝑥 − 3 > 0 → 𝑥 > 1. Quindi il dominio della funzione m(x) è dato da: D =
(−∞, 0] ⋃ (1, +∞).

2. Date le seguenti funzioni reali di A in B, riconoscere se sono iniettive, suriettive, crescenti


decrescenti negli intervalli A e B di R di seguito indicati:
a) f: x→ 2x + 1, A=B=R

b) f: x→x2, A = [-3,5], B = [-3,25]

c) g: x→x2, A=B=[0,1]

d) h: x→x2, A = (-1,1), B = [-1,1]

e) f: x→x3, A = (1,3), B = [1,9]

f) g: x→x3, A=B=R

3. Date le seguenti funzioni di variabile reale:

f: x → 2x -1

g: x → x

1
h: x →
x
a) Determinare i loro domini e codomini.
b) Verificare se sono invertibili e determinare, in caso affermativo, le loro inverse.
c) Determinare le funzioni 𝑓 (𝑔(𝑥)) , 𝑔(𝑓(𝑥)), 𝑓(ℎ(𝑥)), ℎ(𝑓(𝑥))
ed i loro domini e codomini. Vale la proprietà commutativa della composizione di
funzioni?

4. La relazione “x ha come codice fiscale y” è una funzione? In caso affermativo individuare


dominio e codominio.

Soluzione:

La relazione è una funzione, perché ad ogni abitante d’Italia corrisponde in modo univoco
un codice fiscale.
Il dominio è l’insieme degli italiani (o meglio, di coloro che hanno cittadinanza italiana) e il
condominio è l’insieme delle stringhe lunghe 16 unità contenenti lettere e cifre

5. Data la funzione h(n) = 3n con n Є N, questa è invertibile?

Soluzione:

La funzione data è iniettiva in N: infatti per ogni n1, n2 Є N tali che n1 < n2, si ha che

3 n1 < 3 n2 per la proprietà di monotonia della funzione esponenziale.

Considerando come codominio N, la funzione data non è suriettiva. Infatti, ad esempio,


preso y = 4, si ha che in N non esiste un valore di x tale che 3n = 4.

Segue che g(n): N → N non è invertibile.

6. Sapendo che la funzione è invertibile in R, determinare l’espressione della funzione


inversa:

3
f(x) =
2 −2 x + 1
1 1
7. Data la funzione f(x) = - 1 e g(x) = determinare la funzione composta
x2 3
x
𝑓(𝑔(𝑥)).

Il suo dominio è quello della funzione g?

Soluzione:

f: R\{0}→ (-1,+ ∞)

g: R\{0}→ R\{0}

𝑓(𝑔(𝑥): x →
3
x2 -1

Il dominio della funzione composta è diverso dal dominio della funzione g: infatti il dominio
di 𝑓(𝑔(𝑥)) è R.