Sei sulla pagina 1di 100

La dissezione anatomica endoscopica

del distretto rino-sinusale


Il training anatomo-chirurgico per le tecniche di base
della chirurgia endoscopica rino-sinusale

Autore
Prof. Paolo Castelnuovo
Direttore Clinica Otorinolaringoiatrica
Università dell’Insubria, Varese
Azienda Ospedaliera-Universitaria
Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese
Viale Borri, 57 – 21100 Varese
E-mail: paolo.castelnuovo@me.com
E-mail: paolo.castelnuovo@ospedale.varese.it

Coautori
Dott. Maurizio Bignami Prof. Francesco Meloni
Varese Sassari
Dott. Frank Rikky Canevari Dott. Fabio Pagella
Pavia Pavia
Dott.ssa Maria Cerniglia Prof. Pietro Palma
Pavia Varese
Dott. Giovanni Delù Dott. Andrea Pistochini
Savona Varese
Dott. Enzo Emanuelli Dott. Paolo Carena
Padova Pavia

Collaboratori
Dott. Paolo Battaglia Dott. Giovanni Padoan
Varese Varese
Dott.ssa Francesca De Bernardi Dott.ssa Federica Sberze
Varese Varese

Vogliamo esprimere la nostra gratitudine al Service d’Anatomie et d’Embryologie – Université Libre de


Bruxelles, presso il cui laboratorio abbiamo realizzato gli studi morfologici di anatomia rino-sinusale.
Dobbiamo un sincero ringraziamento al Direttore del Servizio, Prof. Marcel Rooze, che ci ha stimolati
nella ricerca e ci ha concesso la preziosa opportunità della dissezione anatomica, e al sig. Emile Godefroid,
capotecnico del medesimo servizio, per il suo costante ed efficace aiuto.
4 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

La dissezione anatomica endoscopica del


distretto rino-sinusale – Il training anatomo-
chirurgico per le tecniche di base della chirurgia
endoscopica rino-sinusale

Prof. PAOLO CASTELNUOVO


Direttore Clinica ORL
Università dell’Insubria, Varese
Azienda Ospedaliera-universitaria
Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi
Clinica Otorinolaringoiatrica
Viale Borri, 57 – 21100 Varese, Italia
E-mail: paolo.castelnuovo@me.com
E-mail: paolo.castelnuovo@ospedale.varese.it

®
© 2014 Editore , Tuttlingen
Stampato in Germania
Casella postale, D-78503 Tuttlingen, Germania
Telefono: +49/7461/14590
Telefax: +49/7461/708-529
E-mail: Endopress@t-online.de

Questo fascicolo è disponibile anche in altre lingue.


Per domande e ordini fare riferimento alla casa editrice
®
, Tuttlingen, Germania all’indirizzo
Avvertenza sopra menzionato.
Le conoscenze mediche si evolvono continuamente. Con l’ampliamento delle
conoscenze legato a nuove ricerche e sperimentazioni cliniche, è necessario
Edizione tedesca: ISBN 978-3-89756-056-7
modificare trattamenti e terapie farmacologiche. Gli autori e curatori del Edizione inglese: ISBN 978-3-89756-057-4
materiale riportato di seguito hanno consultato fonti ritenute attendibili allo
scopo di fornire informazioni esaurienti e conformi agli standard vigenti al
momento della pubblicazione. Tuttavia, in considerazione della possibilità di Tipografia e litografia:
®
errori umani commessi dagli autori, dai curatori e dall’editore dell’opera che Editore , D-78532 Tuttlingen, Germania
segue, oppure di cambiamenti sopravvenuti nel campo delle conoscenze
mediche, né gli autori, né i curatori, né l’editore, né terze persone coinvolte Stampa:
nella preparazione della presente opera garantiscono che le informazioni Straub Druck+Medien AG, D-78713 Schramberg,
ivi contenute siano in alcun modo accurate o complete, ed essi non sono
responsabili di eventuali errori od omissioni, né delle conseguenze derivanti
Germania
dall’uso di tali informazioni. Si invitano i lettori a ottenere ulteriori conferme delle
informazioni ivi riportate presso altre fonti. Per esempio, si invitano i lettori a
controllare il foglietto illustrativo contenuto nella confezione di ogni farmaco che 11.14-0.25
intendono somministrare, allo scopo di verificare che le informazioni contenute
nella presente pubblicazione siano accurate e che non siano state apportate
modifiche al dosaggio consigliato o alle controindicazioni. Questa avvertenza
è di particolare importanza nel caso di farmaci nuovi o di uso poco comune.
Alcuni nomi di prodotti, brevetti e modelli registrati riportati nel presente volume Questa pubblicazione è protetta in ogni sua parte dal copyright.
sono di fatto marchi registrati o nomi proprietari, anche nel caso in cui il testo Qualsiasi utilizzo che oltrepassi gli stretti limiti del copyright necessita
non vi faccia esplicito riferimento. Pertanto, la comparsa di un nome senza dell’autorizzazione scritta dell’editore. Ciò vale in particolare per la riproduzione
indicazione del proprietario non deve essere interpretata come un’affermazione mediante fotocopie e microfilm, per la memorizzazione e l’elaborazione
da parte dell’editore che il nome sia di pubblico dominio. elettronica e per la traduzione.
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 5

Contenuto
1.0 Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6

2.0 Esercizi di manipolazione combinata di ottiche e strumenti . . . . . . . . . . 7

3.0 Endoscopia diagnostica: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8


3.1 I tempo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
3.2 II tempo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10
3.3 III tempo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12
3.4 IV tempo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13

4.0 Dissezione endoscopica del setto nasale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14

5.0 Dissezione endoscopica dei turbinati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16


5.1 Concha inferiore. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16
5.2 Concha media . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16

6.0 Dissezione endoscopica etmoidosfenoidale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17


6.1 I tempo: uncinectomia (I porta etmoidale). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17
6.1.1 Anatomia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17
6.1.2 Dissezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18
6.2 Il tempo: antrostomia media . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19
6.2.1 Anatomia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19
6.2.2 Dissezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20
6.3 III tempo: apertura etmoide anteriore (II porta etmoidale). . . . . . . . . . . 21
6.3.1 Anatomia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21
6.3.2 Dissezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22
6.4 IV tempo: apertura del recesso frontale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23
6.4.1 Anatomia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23
6.4.2 Dissezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 24
6.5 V tempo: abbattimento porzione frontale turbinato medio
(III porta etmoidale) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26
6.5.1 Anatomia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26
6.5.2 Dissezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26
6.6 VI tempo: apertura parete anteriore seno sfenoidale
(IV porta etmoidale) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28
6.6.1 Anatomia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28
6.6.2 Dissezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29

7.0 Approccio bimanuale al seno mascellare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31

8.0 Identificazione delle arterie etmoidali anteriore


e posteriore e dell’arteria sfeno-palatina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32
8.1 Anatomia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32
8.2 Dissezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32
8.2.1 Identificazione arterie etmoidali anteriore e posteriore . . . . . . . . . . . . . 32
8.2.2 Identificazione arteria sfeno-palatina. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33

Legenda . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34

Strumentario per la dissezione anatomica endoscopica


del distretto rino-sinusale
Estratti dai seguenti cataloghi
ENDOSCOPI E STRUMENTI PER ORL e TELEPRESENCE,
SISTEMI VIDEO, DOCUMENTAZIONE – ILLUMINAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . 35
6 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

CARI TAS
1.0 Introduzione
La conoscenza dettagliata dell’anatomia del massiccio facciale rappresenta
il presupposto fondamentale per poter eseguire correttamente le tecniche di chirurgia
endoscopica rino-sinusale. La pratica della dissezione consente di acquisire una
conoscenza reale delle strutture anatomiche e di attuare un allenamento specifico,
in modo tale da raggiungere un’adeguata manualità endoscopica. Nel training alla
chirurgia endoscopica è quindi fondamentale acquisire il senso di orientamento,
Facoltà di Medicina utilizzando una tecnica di confronto tra le immagini endoscopiche e le immagini
e Chirurgia tomografiche.
Sopra: Scopo di questo manuale è insegnare la tecnica di continuo confronto delle
Azienda
Il logotipo dell’ Università diverse immagini, per costruire una rappresentazione mentale tridimensionale
ospedaliera
d’Insubria Facoltà di
universitaria
Medicina, Varese. delle strutture rinosinusali. Questo schema mentale tridimensionale si ottiene con
Ospedale la conoscenza delle sezioni anatomiche macroscopiche e delle corrispondenti
di Circolo immagini dissettorie endoscopiche. L’individuazione di punti di repere endoscopici
Fondazione Sinistra:
Il logotipo dell’ Ospedale e la loro comparazione con l’anatomia dissettoria macroscopica permette al
Macchi
di “Circolo e Fondazione chirurgo di conoscere l’esatta posizione in cui si trova all’interno del labirinto
Varese Macchi”, Varese. etmoidale. Risulta quindi fondamentale acquisire la conoscenza anatomica della
globalità delle strutture rinosinusali.
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 7

2.0 Esercizi di manipolazione combinata|


di ottiche e strumenti
La dissezione anatomica endoscopica è una tecnica che si esegue utilizzando la
mano sinistra per tenere l’endoscopio e la destra per gli strumenti chirurgici.
L’endoscopio viene tenuto con tre dita (pollice, indice e medio) come una matita ed
è introdotto nel vestibolo sotto controllo visivo diretto, per evitare lesioni accidentali
e il contatto con le vibrisse.
Il chirurgo destrimano introduce sempre gli strumenti chirurgici lungo il lato destro
dell’endoscopio o al di sotto di questo.
Nella cavità nasale, lo strumento viene fatto avanzare parallelamente all’endo-
scopio, utilizzando l’asta come guida.
Nelle fasi di apprendimento della tecnica endoscopica, l’operatore tende ad
avvicinarsi in modo eccessivo all’area che dovrà trattare. Bisogna evitare tale atteg-
giamento, in quanto così facendo si può perdere il senso della profondità all’interno
del naso, e quindi risulta più facile provocare danni, anche di grave entità, al pezzo
anatomico.
L’endoscopio deve compiere continui movimenti di vai e vieni, per rifissare i punti
di repere più esterni e recuperare così il senso stesso della profondità.
8 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

3.0 Endoscopia diagnostica


SF

3.1 I tempo
Il primo tempo dell’endoscopia diagnostica viene eseguito mediante l’introduzione
dell’endoscopio (30°, diametro 2,7 mm) in un piano parallelo al pavimento nasale
TS (fig. 1). Esso prevede:
TM

TI  la valutazione della pervietà e della morfologia dell’area valvolare nei suoi tre
angoli, superiore, mediale e laterale;
 la valutazione della porzione anteriore della fossa nasale (fig. 2);
 l’ispezione dello sbocco del dotto naso-lacrimale, che si apre a livello del
Fig. 1 meato inferiore (fig. 3).
Preparato anatomico sezione sagittale
paramediana. TI = turbinato inferiore,
TM = turbinato medio, TS = turbinato
superiore, SF = seno frontale

Fig. 2
Immagine del terzo anteriore della fossa
nasale sinistra.
S = setto
TI = turbinato inferiore
TM = turbinato medio
Fig. 3
Preparato anatomico sezione sagittale paramediana.
TI = turbinato inferiore
RF = rinofaringe
SL = area del sacco lacrimale
DNL = dotto nasolacrimale
VH = è possibile visualizzare la valvola di Hasner nel meato inferiore dopo sezione
della testa del turbinato inferiore
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 9

 Talvolta l’orifizio appare ricoperto da una membrana mucosa, la valvola di


Hasner (fig. 4) Massaggiando delicatamente il sacco lacrimale, è possibile
osservare la fuoriuscita del liquido lacrimale, indice di pervietà del dotto
stesso;
 l’ispezione del meato inferiore, del corpo del turbinato inferiore e del setto nella
sua porzione inferiore, proseguendo verso il pavimento nasale;
 la valutazione della coda del turbinato inferiore e della coana in tutta la sua
estensione (figg. 5, 6);
 l’esame della parete posteriore e della volta del rinofaringe, dell’ostio tubarico,
della fossetta di Rosenmüller e, mediante rotazione dell’endoscopio sul proprio
asse, la valutazione dell’ostio tubarico e della fossetta di Rosenmüller contro-
laterali (figg. 7, 8).

Fig. 4
Meatoscopia inferiore sinistra con evidenza
dell’ostio del dotto naso-lacrimale
(valvola di Hasner). TI = turbinato inferiore

Fig. 5
Immagine endoscopica del terzo medio
della fossa nasale.
PN = pavimento nasale, MI = meato inferiore,
TI = turbinato inferiore

Fig. 6 Fig. 7 Fig. 8


Immagine endoscopica del terzo posteriore Immagine endoscopica della coana. Immagine endoscopica della tuba
della fossa nasale. ET = tuba di Eustacchio controlaterale.
PN = pavimento nasale V = vomere TT = torus tubarico,
TI = turbinato inferiore RSE = recesso sfeno-etmoidale FR = fossetta Rosenmuller
TE = tuba di Eustachio
C = coana
10 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

3.2 II tempo
Dopo aver retratto l’endoscopio fino alla valvola nasale anteriore, si cambia
l’inclinazione rivolgendola a 45° verso l’alto e si osservano:

 la morfologia dell’area agger nasi, valutando l’entità della sua protrusione


(pneumatizzazione) (fig. 9);
 la fessura olfattoria, passando medialmente e superiormente al turbinato medio
(fig. 10);
 la morfologia della testa e della porzione sagittale del turbinato medio.

Cambiando nuovamente l’inclinazione dell’ endoscopio, e procedendo paral-


lelamente al pavimento nasale, nello spazio fra il turbinato medio ed inferiore, si
compie una rotazione di 45° sull’asse dell’endoscopio stesso, e si osservano:
Fig. 9 l’area delle fontanelle e l’eventuale presenza di osti accessori. L’area delle fontanelle
Immagine endoscopica che evidenza
l’area dell’agger nasi e della prima costituisce il punto di passaggio obbligato del drenaggio mucociliare per il compar-
porzione (sagittale) del turbinato medio. timento sinusale anteriore;
AN = agger nasi
S = setto
PU = processo uncinato
TM = turbinato medio

Fig. 10
Immagine endoscopica della fessura olfattoria.
FO = fessura olfattoria
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 11

Ruotando ancora di 45° in senso opposto si ritorna ad osservare:

 la morfologia del setto nasale nella porzione media e posteriore, passando


medialmente al turbinato medio;
 il recesso sfenoetmoidale, arrivati alla coda del turbinato medio, partendo dal
bordo coanale. Questa area rappresenta la zona chiave per la ventilazione e il
drenaggio del compartimento sinusale posteriore (fig. 11);
 il turbinato superiore con il suo meato e il turbinato supremo (se presente),
proseguendo superiormente. L’ostio naturale del seno sfenoidale (fig. 12).

Fig. 11 Fig. 12
Fossa nasale sinistra. Immagine ruotata di 30° in senso antiorario. Fossa nasale sinistra. Immagine ruotata di 30° in senso antiorario.
Si evidenzia il recesso sfeno-etmoidale, la coda del turbinato medio E’evidente l’ostio naturale del seno sfenoidale, si osservano il
e la coana. turbinato superiore e supremo.
C = coana OSS = ostio naturale seno sfenoidale
RSE = recesso sfenoetmoidale
TM = turbinato medio
12 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

3.3 III tempo


Dopo aver nuovamente retratto l’endoscopio fino alla
valvola nasale anteriore, ci si approfonda impegnando
il meato medio. Per eseguire questa manovra si utilizza
come guida uno elevatore di COTTLE di piccole dimensioni,
in modo da spostare delicatamente, medializzandolo, il
turbinato medio. Si introduce l’endoscopio in questo spazio
e poi, con successive manovre di va e vieni e di rotazione sul
proprio asse, si osservano:

 la morfologia del processo uncinato, lo iato semilunare


inferiore, l’ostio naturale del seno mascellare, la morfo-
logia della bulla etmoidale, lo iato semilunare superiore il
recesso retrobullare e, superiormente, l’accesso al seno
laterale e talora l’ostio del seno frontale e la sua parete
posteriore; per ultimo la terza porzione (orizzontale) della
lamina basale del turbinato medio (figg. 13–15).

Fig. 13
Elevatore di COTTLE posizionato sulla parete anteriore del processo
uncinato.
PU = processo uncinato
TM = turbinato medio

Fig. 14 Fig. 15
Fossa nasale sinistra. Medializzazione del turbinato medio eseguita Fossa nasale sinistra. Immagine della porzione superiore del meato
con elevatore di COTTLE così da rendere evidente la bulla etmoidale. medio. Si visualizza ampio ostio del seno frontale, la parete anteriore
PU = processo uncinato della bulla e fra i due il passaggio al seno laterale.
TM = turbinato medio TM = turbinato medio
BE = bulla etmoidale BE = bulla etmoidale
OSF = ostio seno frontale
SL = seno laterale
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 13

3.4 IV tempo
Utilizzando il trocar per via vestibolare, in fossa canina, superiormente alle radici del
III-IV dente, si perfora la parete anteriore del seno mascellare. Nel corso di questa
manovra bisogna tenere una direzione dello strumento parallela al pavimento della
fossa nasale (ala naso-lobo auricolare), per evitare un’accidentale perforazione
del pavimento orbitario, con una leggera inclinazione laterale, compiendo dei
movimenti di rotazione oscillante, mantenendo un’impugnatura con il dito indice
esteso per evitare un involontario, eccessivo approfondimento con rischio di
lesione della parete posteriore del seno mascellare (possibile lesione dell’arteria
mascellare interna). Si introduce successivamente l’endoscopio (0°, 45°, diametro
4 mm) nella camicia del trocar e si osservano (figg. 16, 17):

 la morfologia del seno mascellare con i suoi recessi alveolari mediale e laterale, Fig. 16
i recessi orbitari mediale e laterale, l’ostio naturale in posizione supero-mediale,
eventuali osti accessori, il nervo ed i vasi infraorbitari, la tuberosità del dotto
naso lacrimale (figg. 18, 19).

Fig. 17

Figg. 16, 17
Introduzione del sinusoscopio nel fodero del
trocar.

Fig. 18 Fig. 19
Immagine endoscopica interna via fossa canina del seno mascellare Immagine interna dell’angolo supero-mediale del seno mascellare
sinistro. sinistro, con uncino bottonuto introdotto per via nasale nell’ostio
TDNL = tuberosità del dotto naso-lacrimale, naturale del seno mascellare.
OSM = ostio naturale del seno mascellare I = infundibulo
PU = processo uncinato
14 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

4.0 Dissezione endoscopica del setto nasale


La dissezione anatomica del setto nasale viene eseguita con un endoscopio
rigido (0°, diametro 4 mm); bisturi a lama retta ed angolata a 45°; scollatore
aspiratore; osteotomo 4 e 2 mm; martello; forbice da setto.
In presenza di creste di dimensioni piccole e medie, in cui sia possibile dominare
visivamente il bordo di maggior convessità, si esegue, con un bisturi a lama retta,
una incisione longitudinale su un piano assiale sul bordo convesso della cresta
(fig. 20). Si scollano due lembi mucopericondrali o mucoperiostei superiormente ed
inferiormente allo sperone, fino al suo margine posteriore con lo scollatore (fig. 21).
Si seziona la cresta con l’osteotomo retto di 2–4 mm.
Si procede poi a scollare un lembo mucopericondrale controlaterale (fig. 22). Si
seziona la cresta con condrotomie ed osteotomie superiori, inferiori e posteriori
utilizzando osteotomi da 2–4 mm e forbice da setto. Rimossa la cresta, viene
rimodellata e reinserita (fig. 23). Successivamente i due lembi omolaterali alla
cresta vengono riposizionati (fig. 24).
Per le creste di dimensioni maggiori, per quelle che giungono a contatto con la
parete laterale e in cui non sia possibile dominare completamente il margine di
maggiore convessità o per le deviazioni settali posteriori, si esegue un’incisione
verticale sul margine anteriore della deformità settale con un bisturi avente lama
angolata a 45°. Si procede allo scollamento di due tunnels mucopericondrali, uno
craniale, l’altro caudale rispetto alla cresta, risparmiando la porzione più convessa
di questa. Si esegue una seconda incisione verticale emitrasfissa della cartilagine
settale, 3 mm in senso dorsale e parallela alla prima incisione mucopericondrale,
si scolla un tunnel pericondrale contolaterale e si esegue quindi una condrotomia
longitudinale superiore e inferiore con la forbice di Fomon o con l’osteotomo da
2–4 mm. Si procede a sezione verticale, dorsale alla cresta, con l’osteotomo da
2 mm, si medializza la cresta e si scolla la porzione maggiormente convessa. La
deformità settale viene asportata, rimodellata e riposizionata. Si esegue infine
appianamento dei lembi.
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 15

Fig. 20 Fig. 21
Incisione longitudinale mucopericondrale di Fossa nasale sinistra. Scollamento di lembo
cresta settale. settale sottopericondrale. S = setto
S = setto, TI = turbinato inferiore,
TM = turbinato medio

Fig. 22 Fig. 23 Fig. 24


Scollamento di lembo settale sottopericon- Riposizionamento di frammento Riposizionamento lembi settali.
drale controlaterale. osteocartilagineo rimodellato.
S = setto, P = pericondrio
16 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

5.0 Dissezione endoscopica dei turbinati

5.1 Concha inferiore


La dissezione anatomica del turbinato inferiore prevede l’incisione della mucosa
della testa del turbinato inferiore e lo scollamento dei tessuti molli dalla superficie
ossea sotto controllo endoscopico (bisturi con lama angolata 45°, scollatore del
setto) (figg. 25, 26). Ottenuto questo primo scollamento, viene introdotta all’interno
del turbinato la lama di aspirazione e taglio dello shaver, con cui si eseguirà l’a-
sportazione dei tessuti molli, comprendenti ghiandole e sinusoidi (fig. 27).
L’asportazione di frammenti ossei e l’eventuale lussazione laterale del turbinato
vengono eseguiti con la pinza BLAKESLEY retta.

Fig. 25
Incisione della mucosa della testa del 5.2 Concha media
turbinato inferiore con bisturi rotondo.
S = setto La dissezione anatomica della concha media viene eseguita in presenza di concha
TI = turbinato inferiore bullosa. La tecnica prevede due o tre perforazioni della parete anteriore del turbinato
TM = turbinato medio medio, eseguite con il bisturi falcato in senso cranio-caudale su una linea mediana.
Si inserisce quindi la forbice superiormente, procedendo con il taglio lungo la
parete laterale e superiore della concha. Si ripete poi il taglio lungo il bordo inferiore
del turbinato medio. Si uniscono posteriormente i due tagli con l’ausilio di forbici,
o di pinze di GRÜNWALD, o di J-curette. Disinserita la parete laterale della concha
bullosa si procede alla sua asportazione con pinza di BLAKESLEY-WILDE retta.
Durante tutte queste manovre bisogna prestare attenzione a non destabilizzare la
porzione sagittale de turbinato medio.

Fig. 26 Fig. 27
Scollamento con elevatore di Cottle del lembo periosteo del Introduzione della lama Shaver nel tunnel turbinale.
turbinato inferiore. CI = cornetto inferiore
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 17

6.0 Dissezione endoscopica|etmoidosfenoidale

6.1 I tempo: uncinectomia (I porta etmoidale)

6.1.1 Anatomia
Il processo uncinato è una sottile lamella ossea, orientata sagittalmente, che
decorre obliqua, da una posizione antero-superiore ad una postero-inferiore. Il
margine postero-superiore, affilato e concavo, è libero e giace in gran parte
parallelo alla superficie anteriore della bulla con la quale, nel suo margine inferiore,
delimita uno spazio falciforme bidimensionale denominato hiatus semilunaris
inferiore, disposto su un piano sagittale (fig. 28). Rappresenta la porta d’ingresso
ad uno spazio tridimensionale, l’infundibulo etmoidale.
Questo spazio è delimitato medialmente dal processo uncinato, lateralmente dalla
lamina papiracea e posteriormente dalla faccia anteriore della bulla etmoidale. I
rapporti tra l’infundibulo etmoidale e il recesso frontale dipendono dall’inserzione
superiore del processo uncinato. Se il processo uncinato, curvando lateralmente, si
inserisce sulla lamina papiracea crea un recesso a fondo cieco che prende il nome
di recesso terminale, nel caso in cui il processo uncinato raggiunga la base cranica
o, piegandosi medialmente, si fonda con il cornetto medio, il recesso frontale si
apre nell’infundibulo etmoidale.
Il margine anteriore del processo uncinato si articola con il processo frontale
dell’osso mascellare, talora giungendo all’osso lacrimale; superiormente si fonde
con l’agger nasi, inferiormente si articola con il processo etmoidale del turbinato
inferiore. Tra queste due formazioni ci sono numerose deiscenze ossee colmate da
connettivo denso, continuazione del periostio, e da mucosa. Queste deiescenze
furono chiamate da Zuckerkandl fontanelle nasali.

Fig. 28
Preparato anatomico sezione sagittale nel quale l’asportazione della prima porzione
del turbinato medio consente la visualizzazione della parete laterale a livello dell’etmoide
anteriore.
PU = processo uncinato
I = infundibulo
BE = bulla etmoidale
AF = area delle fontanelle
TM = coda del turbinato medio
SF = seno frontale
18 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

6.1.2 Dissezione
Il primo tempo dissettorio prevede l’uncinectomia.
L’uncinectomia parziale viene eseguita con pinza a morso retrogrado a livello
del triangolo d’unione tra la porzione verticale e quella orizzontale del processo
uncinato. Il bordo inferiore della bulla è un repere anatomico importante per
evitare lesioni della lamina papiracea. Infatti, durante la manovra di uncinectomia
eseguita con pinza a morso retrogrado, la stessa dovrà impegnare il bordo libero
del processo uncinato al di sotto del pavimento bullare (manovra di sicurezza)
(figg.|29, 30 e 31).
Per evitare il danneggiamento del dotto nasolacrimale (secondo punto di rischio), è
importande individuare il punto di inserimento del processo uncinato sul processo
frontale del mascellare. Questa manovra si realizza operando una leggera pressione
in senso mediolaterale sul bordo libero del PU ed osservando il corrispondente
Fig. 29 movimento della mucosa in corrispondenza della sua inserzione anteriore.
Primo tempo di uncinectomia parziale
con pinza a morso retrogrado che penetra
L’uncinectomia totale viene eseguita con pinze nasali taglienti miniaturizzate di
nell’infundibolo a livello dello iatus semi- BLAKESLEY.
lunaris inferiore. PU = processo uncinato, Dopo aver effettuato l’uncinectomia parziale, si impegna il bordo libero del processo
BE = bulla etmoidale, TM = turbinato medio
uncinato con un uncino bottonuto angolato a 90° o con una curette da antro
(J curette) in prossimità della sua sezione paziale. Procedendo con un movimento
dorso-ventrale si porta su un piano frontale la porzione verticale del processo
uncinato individuando contemporaneamente il suo margine anteriore.
L’incisione del processo uncinato a livello della sua inserzione sulla parete laterale
viene eseguita con pinza tagliente miniaturizzata di Blakesley, dotata di stelo curvo
a 30° e morso curvo a 45° verso l’alto (a doppia curva). Si procede cranialmente
dall’incisione parziale, in un piano parallelo alla parete laterale del naso, per
evitare di ledere la lamina papiracea. Ultimata l’incisione, il processo uncinato
viene sezionato a livello della sua inserzione superiore con una pinza tagliente
miniaturizzata di Blakesley con stelo retto conservando la sua porzione craniale
(vertical bar), repere importante del recesso frontale. Il processo uncinato può
quindi essere asportato con una pinza di BLAKESLEY-WEIL facendo attenzione a
non ledere la mucosa circostante ed a non destabilizzare il turbinato medio (figg.
32, 33).
Fig. 30
Sezione del processo uncinato con
pinza a morso retrogrado.
PU = processo uncinato,
BE = bulla etmoidale, TM = turbinato medio

Fig. 31 Fig. 32 Fig. 33


Risultato dell’uncinectomia parziale con Con l’utilizzo di una J-curette (o di un La sezione della porzione crania-
evidenza dell’ostio naturale del seno uncino bottonuto da mascellare) è possibile le del processo uncinato dopo la sua
mascellare. frontalizzare la porzione craniale del frontalizzazione può essere effettuata
PU = processo uncinato processo uncinato disarticolandola della con una pinza tagliente a morso angolato
TM = turbinato medio branca montante del seno mascellare. o a doppia angolatura.
TM = turbinato medio TM = turbinato medio
PU = processo uncinato PU = processo uncinato
BE = bulla etmoidale
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 19

Dopo aver eseguito l’uncinectomia parziale/totale, nella maggior parte dei casi, è
visibile l’ostio naturale del seno mascellare. La conferma di aver esposto l’ostio
naturale del seno mascellare si ottiene con ottica rigida a visione angolata di
45°. L’ostio naturale appare su un piano inclinato in senso medio-laterale ed
infero-superiore, rispetto agli osti accessori che sono posti su un piano verticale
e sagittale. Inoltre con uncino bottonuto è opportuno sondare l’angolo anteriore
dell’ostio stesso per escludere la presenza di lacinie mucose che separerebbero
l’ostio naturale da un ostio accessorio e si renderebbero responsabili di un ricircolo
mucoso.

6.2 Il tempo: antrostomia media

Fig. 35
6.2.1 Anatomia Immagine ruotata di 45° in senso
antiorario.
Dopo aver asportato il processo uncinato, è evidente la bulla etmoidale. Al di FP = Area della fontanella posteriore
sotto e appena al davanti del margine infero-laterale della bulla etmoidale è di Zuckerkandl
presente l’ostio naturale del seno mascellare (fig. 34). L’ostio naturale del seno
mascellare si apre, con maggiore frequenza, nel terzo caudale dell’infundibolo
etmoidale. La restante porzione della parete laterale dell’infundibolo è costituita
dalla parete mediale del seno mascellare, dalle fontanelle anteriori e dalla parete
mediale dell’orbita, dalla lamina papiracea. Situate anteriormente e posteriormente
all’ostio mascellare, le fontanelle comprendono la parete membranosa mediale
antrale, dove la mucosa nasale e mascellare sono adese, senza interposizione
ossea (fig. 35). Una fontanella può essere parzialmente deiscente, presentando
così un ostio accessorio del seno mascellare (fig. 36).

Fig. 36
BE Particolare dell’area delle fontanelle
posteriori con ostio accessorio.
OA = ostio accessorio nella fontanella
posteriore
£

Fig. 34
Preparato anatomico sezione sagittale.
BE = bulla etmoidale
£ = ostio naturale seno mascellare
^ = ostio accessorio nella fontanella posteriore
20 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

6.2.2 Dissezione
Dopo aver eseguito l’uncinectomia parziale/totale si espone l’ostio naturale del
seno mascellare. Questo può essere ampliato con il tempo dissettorio dell’an-
trostomia media. Se dopo l’uncinectomia l’ostio naturale del seno mascellare
non viene visualizzato, bisognerà utilizzare un’ottica a 45° o a 70° ed un’uncino
bottonuto angolato a 90°, ricercando delicatamente l’ostio in posizione antero-
craniale e laterale. L’antrostomia media o meatotomia media non viene più eseguita
di routine, ma è riservata a quei casi in cui sia necessario un’accesso più ampio al
seno mascellare, come per l’asportazione di cisti del pavimento sinusale o di polipi
antrocoanali. La manovra consiste in un ampliamento dell’ostio naturale in senso
ventro dorsale a spese dell’area delle fontanelle posteriori, utilizzando una pinza
GRÜNWALD-HENKE retta (fig. 37a), oppure, in senso cranio caudale, usando una
pinza STAMMBERGER antrum punch downward, impegnando la valva mobile
degli strumenti all’interno del seno mascellare (fig. 37b). Questi strumenti taglienti
permettono di asportare solo il tessuto impegnato dalla pinza, senza il rischio di
provocare uno stripping della mucosa circostante.
La meatotomia media, così condotta, evita l’ampliamento del bordo anteriore
dell’ostio naturale a spese dell’area delle fontanelle anteriore ed il conseguente
rischio di danneggiamento del dotto nasolacrimale (fig. 38).

PU

PU
OSM OSM
OSM
PU

Fig. 37a Fig. 37b Fig. 38


Fossa nasale destra. Pinza tagliente a morso Fossa nasale destra. Con una pinza tagliente Fossa nasale destra. l’immagine mostra gli
retto che impegna l’ostio naturale del da mascellare a morso inferiore l’antrostomia esiti di un’antrostomia con preservazione
seno mascellare ampliando l’antrostomia può essere ampliata verso il basso. dell’area delle fontanelle anteriore.
posteriormente. La manovra viene eseguita PU = processo uncinato PU = processo uncinato
in senso ventro-dorsale, a scapito dell’area OSM = ostio naturale del seno mascellare OSM = ostio naturale del seno mascellare
delle fontanelle posteriore, per evitare una
lesione del dotto naso-lacrimale.
PU = processo uncinato
OSM = ostio naturale del seno mascellare
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 21

6.3 III tempo: apertura etmoide anteriore|


(II porta etmoidale)

6.3.1 Anatomia
La bulla etmoidale è, abitualmente, la celletta dell’etmoide anteriore di maggiore
dimensione (fig. 39). Deriva dalla pneumatizzazione della seconda lamella
basale dei turbinati etmoidali; nel caso di mancata pneumatizzazione prende il
nome di torus ethmoidalis. La parete laterale della bulla è costituita dalla lamina
papiracea.
Nel caso in cui superiormente non raggiunga il tetto dell’etmoide si crea uno
spazio areato di dimensioni variabili, il seno laterale di Grünwald o recesso retro- e
sovrabullare. È uno spazio tridimensionale non costante della parete laterale del
naso. I margini sono costituiti lateralmente dalla lamina papiracea, posteriormente
dalla lamina basale del turbinato medio, inferiormente dal tetto e dalla porzione
posteriore della bulla. Anteriormente, se la bulla etmoidale non raggiunge il tetto,
comunica con il recesso frontale. Il seno laterale si apre nel meato medio attraverso
lo iato semilunare superiore.
Se la bulla si estende fino a raggiungere il tetto etmoidale forma la parete posteriore
del recesso frontale.

Fig. 39
Preparato anatomico sezione sagittale.
PU = processo uncinato
I = infundibulo
BE = bulla etmoidale
22 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

6.3.2 Dissezione
L’apertura della bulla deve essere eseguita, utilizzando la J-curette, nel suo
angolo infero-mediale, punto di sicurezza distante dalla lamina papiracea, posta
lateralmente (figg. 40, 41 e 42). Identificatone il lume, la resezione della bulla può
essere completata con pinze taglienti miniaturizzate di BLAKESLEY, dotate di stelo
retto e morso curvo a 45° verso l’alto, per asportarne la parete anteriore e di stelo
retto e morso retto, per asportarne la parete mediale (fig. 43). L’operatore dovrà
avere particolare delicatezza nei movimenti laterali, in quanto la parete laterale della
bulla è costituita dalla lamina papiracea (fig. 44).

Fig. 40
Fossa nasale sinistra. Uncino bottonuto a
livello dell’angolo infero-mediale della bulla
etmoidale. BE = bulla etmoidale,
S. MAX = seno mascellare

Fig. 41
Fossa nasale sinistra. L’immagine mostra il
punto di aggressione della bulla etmoidale.
BE = bulla etmoidale

Fig. 42 Fig. 43 Fig. 44


La curette penetra nella bulla etmoidale. La pinza angolata a 45° completa l’apertura Visione d’insieme della dissezione
BE = bulla etmoidale della bulla etmoidale. completa dell’etmoide anteriore.
BE = bulla etmoidale TM = turbinato medio
LP = lamina papiracea
S. MAX = seno mascellare
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 23

6.4 IV tempo: apertura del recesso frontale

6.4.1 Anatomia
Il recesso frontale è la precamera etmoidale dove si apre il seno frontale, ed è
uno spazio che si insinua tra strutture ossee indipendenti, che ne determinano TM
i limiti, la forma e le dimensioni (fig. 45). L’ostio del seno frontale, situato nella PU
parte superiore del recesso frontale, è formato dall’unione dell’osso frontale BE
I
con l’osso etmoidale. La parete mediale del recesso frontale è generalmente
costituita dalla lamina laterale della lamina cribra, che si continua nella porzione
sagittale della lamina basale del turbinato medio. Quando la porzione craniale £
del processo uncinato piega medialmente, fondendosi con la porzione sagittale
TI
della lamina basale del turbinato medio, la parete mediale del recesso frontale
può essere costituita anche dalla faccia laterale del processo uncinato stesso
Fig. 45
(fig. 46). La parete laterale del recesso frontale è costituita per ampia parte Preparato anatomico sezione sagittale.
dalla lamina papiracea. Se la porzione craniale del processo uncinato si dirige TM = turbinato medio sollevato e ruotato
lateralmente verso la lamina papiracea, può formare parte della parete laterale PU = porzione craniale del processo
uncinato la cui parte inferiore è
del recesso e contribuire alla formazione del suo pavimento. La parete posteriore stata asportata
può essere costituita dalla parete anteriore della bulla, se questa raggiunge il BE = bulla etmoidale
tetto etmoidale. Poiché raramente la bulla ascende fino al tetto, il recesso frontale £ = ostio naturale del seno mascellare
comunica posteriormente con il seno laterale. I = infundibulo con la presenza di
specillo metallico che mostra il
Anche le variabili anatomiche dell’agger nasi determinano dimensioni, forma collegamento con il seno frontale
e rapporti del recesso frontale. La parete anteriore del recesso è formata dalla
porzione posteriore delle cellule dell’agger nasi e dall’osso frontale. Una eccessiva
pneumatizzazione delle cellule dell’agger nasi protrudenti posteriormente può
creare una stenosi del recesso frontale. Analogamente, le tre differenti possibilità
di inserzione superiore del processo uncinato, sulla lamina papiracea, sul tetto
etmoidale e sulla porzione sagittale del turbinato medio possono modificare
radicalmente lo sbocco del seno frontale, che può, quindi, aprirsi nell’infundibulo
etmoidale o direttamente nel meato medio. Questa variabile e complessa
configurazione anatomica del recesso frontale ne rende difficile l’identificazione
endoscopica, a fronte di una vicinanza con punti particolarmente delicati come
la lamina laterale della lamina cribra, la lamina papiracea e l’arteria etmoidale
anteriore.
Il tetto osseo dell’etmoide è principalmente costituito dall’osso frontale, molto
spesso e resistente. La parete mediale del tetto etmoidale, che si articola con
la porzione orizzontale della lamina cribra, è costituita dalla lamina laterale della
lamina cribra, struttura estremamente fragile. Questa formazione ossea rappresenta
il punto di maggior pericolo per le fistole rino-liquorali iatrogene, essendo molto
*
sottile e delicata. Può presentare notevoli variazioni anatomiche: può essere più
o meno lunga (fino a 17 mm), può avere un andamento verticale o più inclinato PU
lateralmente, e può, inoltre, avere morfologia diversa nei due lati. Il punto di minor TM S
resistenza di tutto il labirinto etmoidale è rappresentato, in quest’area, dall’ingresso
dell’arteria etmoidale anteriore nella doccia olfattoria (fossa cranica anteriore). Qui
lo spessore dell’osso si riduce in media a soli 0,05 mm e la resistenza è circa 1/10
di quella offerta dal tetto etmoidale. TI

Fig. 46
Preparato anatomico sezione coronale.
S = setto nasale
TI = turbinato inferiore
TM = turbinato medio
PU = processo uncinato
* = inserzione del processo
uncinato alla porzione laterale della
lamina cribra
24 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

6.4.2 Dissezione
L’approccio al recesso frontale appare il tempo chirurgico più difficile e delicato di
tutta la dissezione endoscopica etmoidale. L’apertura del recesso frontale si esegue
utilizzando l’endoscopio, con diametro 4 mm, a visione angolata 45°, e strumenti
angolati a 45°, 65°, 90° come uncini bottonuti, curette, pinze di BLAKESLEY
taglienti miniaturizzate con morso ad apertura antero-posteriore, verticale a destra
e verticale a sinistra, pinza a morso circolare e aspiratori angolati da seno frontale
(figg. 47, 48).
Nell’aprire il recesso frontale, il repere di sicurezza è laterale, rappresentato
dalla lamina papiracea. Dopo aver eseguito l’uncinectomia o un’etmoidectomia
anteriore, residua la parte craniale, sagittale del processo uncinato (vertical bar).
In questi casi è fondamentale riconoscere il residuo mediale di questa lamella
che, assumendo cranialmente una forma di guscio, ostruisce l’accesso al seno
frontale. Bisogna quindi differenziarlo dalla porzione sagittale del turbinato medio
ed asportarlo, mobilizzandolo con movimenti in senso medio-laterale utilizzando un
uncino bottonuto e successivamente sezionarlo con le pinze taglienti miniaturizzate.
Queste sono dotate di morso a diversa apertura (antero-posteriore, verticale a
destra, verticale a sinistra) e offrono la possibilità di sezionare la porzione libera della
lamella ossea del processo uncinato indipendentemente dal suo orientamento.
Non eseguire manovre di trazione servirà ad evitare il traumatismo della porzione
laterale della lamina cribra, punto di grande fragilità.
Nel caso in cui la bulla si sviluppi cranialmente e ventralmente per un’eccessiva
pneumatizzazione, si ricerca il margine osseo anteriore, e lo si mobilizza procedendo
con un movimento antero-posteriore (fig. 49).
Se l’ostruzione del recesso frontale è provocata dalla protrusione posteriore
dell’agger nasi, per una sua eccessiva pneumatizzazione, la manovra dissettoria
per liberare il recesso deve prevedere l’utilizzo di un uncino bottonuto o di una
curette angolata a 90°, con i quali vengono compiuti dei movimenti in senso
postero-anteriore. Dopo aver mobilizzato le porzioni craniali della bulla e dell’agger

Fig. 47 Fig. 48 Fig. 49


Fossa nasale sinistra. La porzione craniale Recesso frontale sinistro. In questa immagine Recesso frontale destro. Asportazione con
del processo uncinato costituisce un guscio si mostra l’utilizzo di una pinza tagliente per curette della porzione craniale della bulla
che rende difficoltoso l’accesso all’ostio del frontale con morso laterale a sinistra. etmoidale. Sono evidenti l’ostio naturale del
seno frontale (recesso terminale). PU = porzione craniale del processo seno frontale e il residuo craniale del
Tale guscio può essere asportato con pinze uncinato processo uncinato.
taglienti per il seno frontale con stelo SF = seno frontale BE = bulla etmoidale
angolato di 90°. A seconda dell’inclinazione PU = processo uncinato
delle pareti del guscio l’orientamento del SF = seno frontale
morso può cambiare, in questo caso è
antero-posteriore.
PU = porzione craniale del processo
uncinato
RT = recesso terminale
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 25

nasi si procede alla loro sezione con pinze taglienti miniaturizzate cosi da esporre
l’ostio del seno frontale. Gli strumenti taglienti vengono utilizzati durante questa
tecnica chirurgica per evitare lo stripping mucoso, al fine di prevenire la stenosi
postchirurgica dell’ostio del seno frontale.
Dopo aver asportato le tre strutture componenti il recesso frontale (processo
uncinato, cellula dell’agger nasi e cellula della bulla etmoidale), si può dominare
visivamente il tetto etmoidale e visualizzare la posizione dell’arteria etmoidale
anteriore (fig. 50). Questa arteria decorre in un canale osseo del tetto, ma può
anche essere deiscente e decorrere in un meso distante 1 o 2 mm dal tetto
stesso. I punti di repere sono rappresentati dall’ostio naturale del seno frontale,
seguito sempre da una foveola etmoidale di dimensioni talora molto differenti, ed
al cui bordo dorsale è presente l’arteria. Il canale dell’arteria etmoidale anteriore
è riconoscibile anche per la sua inclinazione dorso-ventrale e latero-mediale. Il
punto più fragile della lamina cribra è rappresentato dal punto di entrata dell’arteria
etmoidale anteriore nella doccia olfattoria, area in cui la dura madre è molto sottile
ed adesa alla lamina ossea.

Fig. 50
Fossa nasale sinistra. L’uncino bottonuto indica il punto in cui l’arteria etmoidale anteriore
sinistra penetra nella fossa cranica anteriore (doccia olfattoria).
AEA = arteria etmoidale anteriore
IFE = prima foveola etmoidale
SF = seno frontale
26 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

6.5 V tempo: abbattimento porzione|


frontale turbinato medio (III porta etmoidale)

6.5.1 Anatomia
Il segmento anteriore del turbinato medio (prima porzione) ha una disposizione
spaziale su un piano sagittale e si inserisce verticalmente alla base cranica,
nell’angolo tra la componente orizzontale e laterale della lamina cribra. Il segmento
medio (seconda porzione) ruota lateralmente, ha una disposizione spaziale su un
piano frontale inclinato irregolare e si inserisce sulla lamina papiracea (fig. 51).
La porzione mediana del turbinato medio non decorre sempre rettilinea, ma può
assumere una sporgenza posteriore, per la presenza di cellule etmoidali anteriori
ben pneumatizzate, oppure anteriore se un’abbondante pneumatizzazione prevale
a carico delle cellule posteriori o vi è un eccessivo sviluppo del meato superiore.
Fig. 51
Preparato anatomico sezione sagittale. Il segmento posteriore (terza porzione) diventa orizzontale e si inserisce sulla parete
= linea di inserzione sulla papiracea mediale del seno mascellare e sulla cresta etmoidale del processo perpendicolare
della lamina basale del turbinato medio
dell’osso palatino. Il turbinato medio ha così un orientamento su tre differenti piani,
la porzione anteriore giace sagittalmente, il terzo medio ha un andamento frontale, il
segmento terminale è disposto su un piano orizzontale. La lamina basale (seconda
porzione) del turbinato medio separa l’etmoide anteriore da quello posteriore.
I punti di stabilità del turbinato medio sono rappresentati dalla porzione sagittale
(prima) e orizzontale (terza) dello stesso.
L’etmoide posteriore si estende posteriormente e superiormente al segmento inter-
medio o frontale del turbinato medio. La parete laterale dell’etmoide è costituita
dalla lamina papiracea, quella mediale dai cornetti superiore e supremo, quella
posteriore dalla parete anteriore del seno sfenoidale.
La lamina papiracea è una sottile lamella dell’osso etmoidale che divide il compar-
timento nasale dall’orbita. Il tetto etmoidale è costituito dall’osso frontale. Nel caso
in cui l’ultima cellula dell’etmoide posteriore superi lateralmente o cranialmente il
seno sfenoidale prende il nome di cellula di Onodi o cellula sfenoetmoidale. Se
la cellula di Onodi è pneumatizzata lateralmente rispetto allo sfenoide contrae
Fig. 52 rapporti con il nervo ottico e talora con la carotide interna.
La curette indica la terza porzione
(orizzontale) del turbinato medio sinistro.
C = coana, SM = seno mascellare,
III. TM = terza porzione del turbinato 6.5.2 Dissezione
medio
La dissezione dell’etmoide posteriore avviene attraverso l’abbattimento della
porzione frontale (seconda porzione) del turbinato medio. L’identificazione della
porzione frontale della lamina basale del turbinato medio può risultare difficoltosa,
per la presenza di alterazioni patologiche o di varianti anatomiche. Per riconoscere
tale porzione bisogna procedere con l’endoscopio fino alla coda del turbinato
medio, dove la lamina basale decorre quasi orizzontalmente (fig. 52), e avanzando in
senso dorso-ventrale, si va a ricercare il punto dove la lamina cambia orientamento,
curvando superiormente e ponendosi in un piano frontale (fig. 53).

Fig. 53
Risultato della dissezione anatomica
dell’etmoide anteriore e posteriore.
I. TM = prima porzione del turbinato medio
II. TM = seconda porzione del turbinato medio
III. TM = terza porzione del turbinato medio
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 27

L’apertura della seconda porzione del turbinato medio va eseguita nel suo
angolo infero-mediale, utilizzando una J-curette, che permette di concentrare
la forza sull’apice dello strumento, mantenendone il controllo anche in caso di
cedimento improvviso della parete ossea. L’apertura in questo punto “di sicurezza”
evita le lesioni della lamina papiracea, posta lateralmente, del tetto etmoidale,
superiormente e la destabilizzazione del turbinato medio, con conseguente
lateralizzazione (figg. 54, 55 e 56). I due punti di forza per il mantenimento della
stabilità del turbinato medio sono infatti come già detto rappresentati dalla prima e
dalla terza porzione, con l’inserzione rispettivamente alla base cranica e alla parete
mediale del seno mascellare.
Rimossa la seconda porzione del turbinato medio, si espone totalmente l’etmoide
posteriore. Si evidenzia l’arteria etmoidale posteriore, che decorre lungo il tetto
etmoidale posteriore, dall’angolo laterale con la papiracea al punto mediale di
ingresso nella doccia olfattoria in corrispondenza dell’attacco, al tetto etmoidale,
della lamina dei cornetti (supremo e superiore). Completato lo svuotamento Fig. 54
etmoidale si rendono evidenti le foveole etmoidali. Osservando l’insieme del tetto Fossa nasale sinistra. La curette indica
l’angolo infero-mediale della seconda
etmoidale si può descrivere in senso ventro-dorsale le seguenti strutture: ostio porzione (frontale) del turbinato medio.
naturale del seno frontale, prima foveola etmoidale, arteria etmoidale anteriore, AM = antrostomia media
foveole etmoidali (una o due), arteria etmoidale posteriore, parete anteriore del II. TM = seconda porzione
del turbinato medio
seno sfenoidale e, lateralmente, apice orbitario (fig. 57). III. TM = terza porzione
del turbinato medio

Fig. 55 Fig. 56 Fig. 57


Apertura della seconda porzione La Grünwald retta completa l’abbattimento Fossa nasale sinistra. Dissezione anatomica
del turbinato medio nel suo angolo della seconda porzione del turbinato medio. del tetto etmoidale con evidenza delle
infero-mediale. arterie etmoidali e della lamina papiracea.
AEA = arteria etmoidale anteriore
AEP = arteria etmoidale posteriore
LP = lamina papiracera
28 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

6.6 VI tempo: apertura parete anteriore seno sfenoidale|


(IV porta etmoidale)
AEP
EP
6.6.1 Anatomia
Il seno sfenoidale è la cavità paranasale posta dorsalmente all’etmoide. L’ostio
SS naturale del seno sfenoidale è sito nel recesso sfeno-etmoidale. Il recesso
TS sfeno-etmoidale è uno spazio di forma grossolanamente piramidale, con apice a
livello della giunzione tra il 1/3 posteriore della fessura olfattoria e la parete anteriore
TM del seno sfenoidale, ed aperto antero-inferiormente. La sua parete superiore è
costituita dalla fessura olfattoria, quella mediale dal rostro sfenoidale e dalla
porzione supero-posteriore del vomere e della lamina perpendicolare dell’etmoide,
TI AF quella laterale dalla faccia mediale del turbinato supremo e superiore (lamina dei
cornetti), quella inferiore dal bordo superiore della coana.
Fig. 58
Preparato anatomico sezione sagittale. Il repere anatomico per l’identificazione dell’ostio sfenoidale è il bordo superiore
= Inserzione laterale della lamina della coana: da qui, risalendo verticalmente nel recesso sfeno-etmoidale per circa
basale del turbinato medio
TM = terza porzione orizzontale 1.5 cm, medialmente alla coda del turbinato superiore o del supremo, si trova
del turbinato medio l’ostio (fig. 58).
AF = area delle fontanelle
TI = turbinato inferiore Sulla parete laterale del seno sfenoidale sono presenti due protuberanze: il nervo
TS = turbinato superiore ottico (figg. 59 e 60) e l’arteria carotide interna. Il rilievo superiore è formato
EP = etmoide posteriore dal nervo ottico, mentre quello inferiore dalla carotide interna. Tra queste due
AEP = arteria etmoidale posteriore
SS = seno sfenoidale, con specillo
salienze è presente il recesso interottico-carotideo, talora profondo e quindi
metallico che impegna l’ostio formato dalla pneumatizzazione del processo clinoideo anteriore (fig. 61,
naturale ved. pag. 29). Le pareti laterale e superiore del seno sono composte da lamine
ossee che possono essere estremamente assottigliate, con spessore inferiore al
millimetro o essere deiscenti. In tal caso, la mucosa sfenoidale è a diretto contatto
con il nervo ottico o l’arteria carotide interna lateralmente e con la dura della fossa
cranica media superiormente e della fossa cranica posteriore dorsalmente.
Il tetto dello sfenoide, planum sfenoidale, anteriormente è in continuazione con
il tetto dell’etmoide. Nel punto di giunzione del planum sfenoidale con la parete
posteriore dello sfenoide, l’osso si ispessisce e forma il tubercolo sellare. Poste-
riormente al tubercolo sellare (a una distanza da 2 a 5 mm), giace il chiasma
ottico. Inferiormente al tubercolo sellare, sulla parete posteriore, è presente la sella

SF

NO
NO
CI
SS CI
SS

Fig. 59 Fig. 60
Preparato anatomico sezione sagittale. Preparato anatomico sezione sagittale.
SS = seno sfenoidale SF = seno frontale
NO = nervo ottico SS = seno sfenoidale
CI = carotide interna NO = nervo ottico
CI = carotide interna
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 29

turcica, che forma una protuberanza sulla linea mediana. La parete anteriore della
sella turcica è molto sottile antero-inferiormente; è possibile, infatti, vedere nella
maggior parte dei casi per trasparenza la dura madre, che conferisce alla parete
anteriore della sella una colorazione bluastra. Lateralmente il seno sfenoidale e la
sella sono in rapporto con il seno cavernoso, che contiene delicati canali venosi,
l’arteria carotide interna, il III, IV e VI nervo cranico e del tessuto fibro-adiposo.

6.6.2 Dissezione
L’approccio dissettorio allo sfenoide è duplice: il seno può essere raggiunto per
via endo-nasale (parasettale diretta) o per via trans-etmoidale. La scelta di queste
due differenti vie è in relazione alle caratteristiche anatomiche della fossa nasale,
ed in particolare del recesso sfenoetmoidale, ma anche dalle caratteristiche e
dall’estensione della patologia. Nel caso si utilizzi la via parasettale si procede,
con gli strumenti diretti tangenzialmente al setto, ad identificare il bordo coanale Fig. 61
Immagine endoscopica del seno sfenoidale
superiore (primo repere). Risalendo nel recesso sfeno-etmoidale per circa 1.5 cm, con evidenza del nervo ottico e
medialmente alla coda del cornetto supremo, si identifica l’ostio naturale dello dell’arteria carotide interna sull’angolo
sfenoide. L’ostio può essere allargato utilizzando una J-curette o, quando è postero-laterale, evidenza dell’impronta
possibile, utilizzando direttamente la pinza a morso circolare, asportando la della sella turcica (parete anteriore e
pavimento) sulla parete posteriore del seno.
porzione inferiore e mediale della parete anteriore del seno sfenoidale (fig. 62). NO = nervo ottico,
Procedendo in senso infero-mediale si evitano i punti di rischio, rappresentati RIOC = recesso interottico-carotideo
superiormente dal basicranio e lateralmente dall’arteria carotide interna e dal AIC = arteria carotide interna
PAST = parete anteriore sella turcica
nervo ottico. Si procede poi all’asportazione della parete anteriore avanzando
in senso mediolaterale ed utilizzando una pinza a morso circolare retrogrado o
una microcitelli, preservando l’integrità delle strutture etmoidali e dei peduncoli  Fig. 63
vascolari sfenopalatini. In presenza di un rostro sfenoidale pneumatizzato Fossa nasale destra. Immagine
l’identificazione dell’ostio naturale del seno sfenoidale può essere difficoltosa, endoscopica, per via parasettale dopo aver
individuato la coda del turbinato medio e del
per una sua deriva laterale. In questo caso, per evitare il danneggiamento delle turbinato superiore è possibile identificare
strutture etmoidali, si esegue una via parasettale diretta transrostrale. Questo il punto in cui bisogna fresare per accedere
approccio presuppone l’utilizzo del trapano intranasale e l’identificazione di un al seno sfenoidale per via transrostrale.
Il punto è dato dall’incrocio di una linea
punto di sicurezza che si ottiene dall’incrocio di due linee; una tangente al setto, verticale parasettale con una linea
l’altra, perpendicolare alla prima e tangente alla coda del tubinato superiore. Nel orizzontale passante per la coda del
punto di incrocio delle due linee è possibile eseguire una sfenoidotomia utilizzando turbinato superiore.
un trapano intranasale con fresa da taglio (fig. 63). TS = coda del turbinato superiore
TM = coda del turbinato medio
RSE = recesso sfeno-etmoidale
S = setto nasale
C = coana

 Fig. 62
Fossa nasale destra. L’accesso per via
parasettale diretta allo sfenoide richiede
l’identificazione della coana e superiormente
ad essa della coda del turbinato medio e
superiore. Superomedialmente alla coda del
turbinato superiore, in presenza di un rostro
scarsamente pneumatizzato, è possibile
identificare l’ostio naturale del seno
sfenoidale.
TS = coda del turbinato superiore
OSS = ostio naturale del seno sfenoidale
S = setto nasale
C = coana
30 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Fig. 64 Fig. 65 Fig. 66


Fossa nasale sinistra. La curette impegna il Elevatore di Cottle appoggiato sul bordo Fossa nasale sinistra. Il turbinato superiore
meato superiore sollevando il margine superiore della terza porzione del turbinato viene lateralizzato con l’elevatore di Cottle
caudale del turbinato superiore. medio e impegnato nel meato superiore. e si rende visibile l’ostio naturale del seno
ITM = prima porzione del turbinato medio LC = lamina dei cornetti sfenoidale.
IIITM = terza porzione del turbinato medio SS = seno sfenoidale OSS = ostio naturale seno sfenoidale
LC = lamina dei cornetti.

Fig. 67 Fig. 68 Fig. 69


La sezione della porzione caudale del Dopo asportazione del bordo inferiore del Fossa nasale sinistra. Il completamento
turbinato superiore, ottenuta utilizzando turbinato superiore è possibile identificare dell’apertura del seno sfenoidale può essere
una pinza tagliente a morso retto, permette l’ostio naturale del seno sfenoidale. effettuato con pinza a morso circolare
l'esposizione dell’ostio naturale del seno OSS = ostio naturale seno sfenoidale (o con pinza di Citelli a stelo retto) a
sfenoidale. LC = lamina dei cornetti emtoidali partire dai margini liberi dell'ostio naturale
OC = Cellula di Onodi sfenoidale.
TS = turbinato superiore OSS = ostio naturale seno sfenoidale
LC = lamina dei cornetti etmoidali

In questo modo l’accesso mediano ed inferiore garantirà un’adeguata lontananza


dai punti di rischio rappresentati dalla posizione del nervo ottico, della carotide
cavernosa e del piano durale. Inoltre iniziando la fresatura nel punto di unione
delle linee enunciate si eviterà il danneggiamento dei rami settali (2 o 3) dell’arteria
nasopalatina, branca dell’arteria sfenopalatina, che dalla sua origine nasale (coda
del turbinato superiore) attraversano il bordo coanale distribuendosi al setto.
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 31

Nel caso in cui si utilizzi la via trans-etmoidale il punto di


sicurezza per l’apertura del seno sfenoidale e per la rimozione
della sua parete anteriore è rappresentato dal bordo libero
caudale del turbinato superiore situato dorsalmente alla terza
porzione del turbinato medio. Con una J-curette si innalza e
lateralizza tale bordo, ponendo attenzione a non fratturare la
lamina die cornetti (rischio di fistola rinoliquorale), permettendo
cosi la visione del recesso sfenoetmoidale e dell’ostio
naturale del seno sfenoidale (figg. 64, 65, 66 e 67). Si asporta
con pinza tagliente (GRÜNWALD retta) il bordo inferiore del
turbinato superiore prestando attenzione a conservarne la
porzione superiore per preservare il neuroepitelio olfattorio
ed evitare il danneggiamento della lamina cribra. Ora si può
procedere all’ampliamento centrifugo dell’ostio sinusale,
impegnando la pinza a morso circolare nell’ostio stesso (figg.
68 e 69). Si completa poi l’asportazione della parete anteriore
dello sfenoide con una microcitelli.

7.0 Approccio bimanuale al|


seno mascellare
Fig. 70
Eseguita l’antrostomia media e una sinusoscopia via fossa Fossa nasale sinistra. Immagine ruotata in senso antiorario di 30°.
canina, è possibile posizionare l’ottica con visione angolata Uncino bottonuto all’interno dell’ostio accessorio.
S MAX = seno mascellare
a 45° all’interno della cavità nasale, in corrispondenza della
meatotomia. In questo modo, manovrando l’endoscopio
con la mano sinistra, si indirizzano e controllano le manovre
chirugiche eseguite con gli strumenti impugnati con la mano
destra (shaver e pinza da biopsia) ed introdotti nel seno
attraverso la camicia del trocar (figg. 70 e 71).
Analogamente, è possibile eseguire una sinusoscopia, via
fossa canina, controllando il movimento endomascellare degli
strumenti (pinza di HEUWIESER, pinze a giraffa) introdotti
attraverso l’antrostomia media.

Fig. 71
Fossa nasale sinistra. Immagine ruotata di 45° in senso antiorario.
Immagine del seno mascellare ottenuta con ottica a 45° posizionata
a livello dell’antrostomia media. E’ visibile l’estremità della lama
Shaver introdotta per via fossa canina.
PL = parete laterale
PS = parete superiore
S MAX = seno mascellare
32 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

8.0 Identificazione delle arterie|


etmoidali anteriore e posteriore|
e dell’arteria sfeno-palatina

8.1 Anatomia
Le arterie etmoidali originano, all’interno dell’orbita, dall’ultimo tratto dell’arteria
oftalmica, ramo collaterale dell’arteria carotide interna. Attraversano l’etmoide,
accompagnate dai nervi omonimi, e a livello della porzione laterale della lamina
cribrosa dell’etmoide si dividono fornendo ramuscoli alla mucosa della fossa nasale
e penetrando nella doccia olfattoria forniscono rami terminali al bulbo olfattorio ed
alle meningi. L’arteria etmoidale anteriore è la più sviluppata e fornisce, come ramo
terminale, l’arteria meningea anteriore per la dura madre della regione frontale.
L’arteria sfenopalatina è un ramo terminale dell’arteria mascellare interna. Dalla
fossa pterigo-palatina, dove prende origine, raggiunge la cavità nasale attraverso
il forame sfeno-palatino, localizzato posteriormente alla coda del turbinato
medio. Il forame sfenopalatino è composto inferiormente dal processo verticale
dell’osso palatino, che alla sua estremità craniale si biforca in un corto processo
sfenoidale posteriormente e in largo processo orbitale anteriormente, fuso con
l’osso mascellare. Il tetto del forame è costituito dal corpo dell’osso sfenoidale,
che si appoggia sui due processi dell’osso palatino. Una volta raggiunta la fossa
nasale, l’arteria sfenopalatina si divide in due rami, uno mediale, chiamato arteria
nasopalatina, che prosegue fino al setto nasale e si dirige a livello del canale
palatino anteriore, l’altro laterale, denominato arteria nasale posteriore, deputato
alla vascolarizzazione dei turbinati, che si anastomizza con le arterie etmoidali, rami
dell’arteria oftalmica.

8.2 Dissezione

8.2.1 Identificazione arterie etmoidali anteriore|


e posteriore
Si esegue un’incisione curva, con bisturi avente lama n° 15, di circa 2 cm,
medialmente al canto interno dell’orbita. L’incisione, a tutto spessore, interessa
cute, sottocute e periostio. Il sacco lacrimale viene dislocato lateralmente,
esponendo l’osso lacrimale e, posteriormente, la lamina papiracea. Si procede a
scollamento della periorbita dalla lamina papiracea con uno scollatore di Freer, fino
all’individuazione dell’arteria etmoidale anteriore, circa 1.5–2 cm posteriormente
al solco lacrimale. Procedendo nello scollamento periorbitale si reperta l’arteria
etmoidale posteriore, circa 1.5 cm dorsalmente all’arteria etmoidale anteriore.
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 33

8.2.2 Identificazione arteria sfeno-palatina


Utilizzando un’ottica di 4 mm di diametro, con visione a 0°,
si esegue un’incisione della mucosa della parete laterale di
circa 1 cm, anteriormente alla coda del turbinato medio, con
un bisturi avente lama angolata a 45°. Si procede scollando
il lembo per via sottoperiostale con scollatore di Freer, fino
a raggiungere il forame sfeno-palatino, immediatamente
dorsale alla coda del turbinato medio (figg. 72, 73 e 74)
vengono così identificati ed isolati i rami terminali dell’arteria
sfeno-palatina.

Fig. 72
Fossa nasale sinistra. Scollamento di lembo mucoperiosteo sulla
porzione dorsale del seno mascellare.
IIITM = terza porzione del turbinato medio
C = coana Fig. 72
SM = seno mascellare

Fig. 73
Dissezione anatomica dell’arteria sfenopalatina nel punto di
emergenza dal forame omonimo.
C = coana
SM = seno mascellare
Fig. 73
ASP = arteria sfenopalatina

Fig. 74
Immagine endoscopica del foro sfenopalatino da cui fuoriescono
il nervo e l’arteria sfenopalatini. Lo scollatore di COTTLE è
posizionato sulla pterigoide. Fig. 74
34 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Legenda

AEA arteria etmoidale anteriore


AEP arteria etmoidale posteriore
AFP area fontanelle posteriore
AIC arteria carotide interna
AM antrostomia media
AN agger nasi
ASP arteria sfeno-palatina
BE bulla etmoidale
C coana
CI cornetto inferiore
CS cartilagine settale
DNL dotto naso-lacrimale
EP etmoide posteriore
FE fovea etmoidale
I. FE prima foveola etmoidale
FO fessura olfattoria
FP fontanella posteriore
FR fossetta di Rosenmuller
I infundibulo
LC lamina dei cornetti
LP lamina papiracea
MI meato inferiore
NO nervo ottico
OA ostio accessorio del seno mascellare
OC Cellula di Onodi
OSF ostio seno frontale
OSM ostio naturale seno mascellare
OSS ostio naturale del seno sfenoidale
P pericondrio
PAST parete anteriore sella turcica
PL parete laterale
PN pavimento nasale
PS parete superiore
PU processo uncinato
RF rinofaringe
RIOC recesso interottico-carotideo
RSE recesso sfeno-etmoidale
RT recesso terminale
S setto
S MAX seno mascellare
SF seno frontale
SL seno laterale
SS seno sfenoidale
TDNL tuberosità dotto naso-lacrimale
TE/ET tuba Eustachio
TI turbinato inferiore
TM turbinato medio
I. TM prima porzione turbinato medio
II. TM seconda porzione turbinato medio
III. TM terza porzione turbinato medio
TS turbinato superiore
TSP turbinato supremo
TT torus tubarico
V vomere
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 35

Strumentario per la dissezione anatomica endoscopica


del distretto rino-sinusale
Estratti dai seguenti cataloghi:
ENDOSCOPI e STRUMENTI PER ORL e TELEPRESENCE,
SISTEMI VIDEO, DOCUMENTAZIONE e ILLUMINAZIONE
36 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Strumentario per la dissezione anatomica rinosinusale

Strumentario per l’indagine rino-sinusale 474015 Elevatore di aspirazione sec. CASTELNUOVO,


punta piatta 5 x 1,8 mm, apertura laterale di aspirazione,
Capitolo 3, esercizi I–IV: a baionetta, con piastra di presa, lunghezza 21 cm
474016 Idem, punta piatta 3 x 1,8 mm
7229 AA Sistema ottico HOPKINS® a visione rettilinea 0°,
immagine ingrandita, Ø 2,7 mm, lunghezza 18 cm, 474017 Elevatore-aspiratore sec. CASTELNUOVO, punta piatta
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate, 5 x 1,8 mm, apertura di aspirazione laterale, a baionetta,
codice colore: verde curva distale, con piastra di presa, lunghezza 21 cm
7220 AA Sistema ottico HOPKINS® a visione rettilinea 0°, 474018 Idem, punta piatta 3 x 1,8 mm
immagine ingrandita, Ø 3 mm, lunghezza 14 cm, 449211 Forbici nasali RHINOFORCE® II, rette, modello piccolo,
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate, lunghezza taglio 10 mm, con attacco di pulizia,
codice colore: verde lunghezza operativa 13 cm
7220 BA Sistema ottico HOPKINS® a visione obliqua 30°, 479100 Elevatore sec. COTTLE, doppio,
semiaffilato e smusso, graduato, lunghezza 20 cm
immagine ingrandita, Ø 3 mm, lunghezza 14 cm,
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate,
codice colore: rosso Strumenatario per la dissezione a
­ natomica
7220 FA Sistema ottico HOPKINS® a visione obliqua 45º,
immagine ingrandita, Ø 3 mm, lunghezza 14 cm,
dei turbinati
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate, Capitolo 5
codice colore: nero 7230 AA Sistema ottico HOPKINS® a visione rettilinea 0º,
7230 AA Sistema ottico HOPKINS® a visione rettilinea 0º, immagine ingrandita, Ø 4 mm, lunghezza 18 cm,
immagine ingrandita, Ø 4 mm, lunghezza 18 cm, autoclavabile, con fibre ottiche incorporate,
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate, codice colore: verde
codice colore: verde 660509 Bisturi a lama rotonda, angolato 45°, Ø 2 mm,
7230 FA Sistema ottico HOPKINS® a visione obliqua 45º, lunghezza 18 cm
immagine ingrandita, Ø 4 mm, lunghezza 18 cm, 40 7016 01-1 UNIDRIVE® S III ENT SCB, unità di controllo motore
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate, con display a colori, comando touch screen, due uscite
codice colore: nero motore, pompa di irrigazione e modulo SCB integrati,
tensione d’esercizio 100 – 240 VAC, 50/60 Hz
479100 Elevatore sec. COTTLE, doppio,
incluso:
semiaffilato e smusso, graduato, lunghezza 20 cm
 Cavo di rete
723005 A Trocar per sinusoscopia, estremità a forma di becco, Barra di irrigazione
Ø esterno 5 mm, lunghezza del fodero del trocar Interruttore a doppio pedale, due livelli,
8,5 cm, per impiego con sistemi ottici HOPKINS® con funzione proporzionale
da Ø 4 mm Set di tubi in silicone, per irrigazione, sterilizzabili
Strumento doppio, per seno mascellare,
629820  Set di clips, per impiego con set di tubi
estremità sferiche Ø 1,2 e 2 mm, lunghezza 19 cm in silicone 20 7116 40
Cavo di connessione SCB, lunghezza 100 cm
629822 Strumento doppio di posizionamento
Set di tubi monouso*, sterili, confezione da 3 pezzi
sec. CASTELNUOVO, curvo 80°/curvatura doppia,
* Submit your order to:
con 4 sporgenze, lunghezza 22 cm
mtp medical technical promotion gmbh,
629823 Strumento doppio di posizionamento Take-Off GewerbePark 46, D-78579 Neuhausen ob Eck, Germania
sec. CASTELNUOVO, retto/curvo 60°,
con 4 sporgenze, lunghezza 22 cm 40 7120 50 Manipolo shaver DrillCut-X® II, per impiego con
UNIDRIVE® S III ECO/ENT/NEURO
629824 Strumento doppio sec. CASTELNUOVO, curvo, 40 7120 90 Impugnatura, regolabile, per impiego con DrillCut-X® II
per seno frontale e base cranica anteriore, 40 7120 50 e DrillCut-X® II N 40 7120 55
lunghezza 22 cm 41201 KSA Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
634825 A Pinza sec. STRÜMPEL, morso ovale e fenestrato, integrata per manipolo DrillCut-X®, retta, sterilizzabile,
angolata 45° verso l’alto, larghezza 2,5 mm, profilo di taglio dentato, finestra di taglio rettangolare,
lunghezza operativa 12,5 cm Ø 3 mm, lunghezza 12 cm, per impiego con manipolo
DrillCut-X® 40 711040, codice colore: blu-rosso
722830 Aspiratore, curvo a gomito, con piastra di presa e
foro interruzione suzione, LUER-Lock, Ø esterno 3 mm, 41201 LSA Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
lunghezza operativa 14 cm integrata per manipolo DrillCut-X®, retta, sterilizzabile,
profilo di taglio concavo, finestra di taglio obliqua,
Ø 3 mm, lunghezza 12 cm, per impiego con manipolo
Strumentario per la diss e DrillCut-X® 40 711040, codice colore: blu-nero
479100 Elevatore sec. COTTLE, doppio,
anatomica endosopica del setto nasale semiaffilato e smusso, graduato, lunghezza 20 cm
Capitolo 4: 456000 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. BLAKESLEY,
retta, misura 0, con attacco di pulizia,
7230 AA Sistema ottico HOPKINS® a visione rettilinea 0º, lunghezza operativa 13 cm
immagine ingrandita, Ø 4 mm, lunghezza 18 cm, 456021 Pinza nasale SilCut® sec. GRÜNWALD-HENKE,
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate, retta, tagliente, forza di taglio molto elevata,
codice colore: verde forma sec. BLAKESLEY, misura 1, con attacco di pulizia,
660506 Bisturi a lama rotonda, taglio verticale, 3,5 x 2,5 mm, lunghezza operativa 13 cm
lunghezza 18 cm 452831 Pinza nasale RHINOFORCE® II miniaturizzata,
660509 Bisturi a lama rotonda, angolato 45°, Ø 2 mm, morso piatto extra sottile, tagliente, per un taglio
lunghezza 18 cm delicato dei tessuti, stelo retto, morso retto,
larghezza taglio 1,5 mm, con attacco di pulizia,
174200 Martello in metallo sec. COTTLE, lunghezza 18 cm lunghezza operativa 13 cm
484004 Scalpello sec. COTTLE, piatto, graduato, retto, 634824 Pinza sec. STRÜMPEL, morso ovale e fenestrato, retta,
larghezza 4 mm, lunghezza 18,5 cm larghezza 2,5 mm, lunghezza operativa 12,5 cm
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 37

Strumentario per la dissezione anatomica endoscopica


del seno etmoidale e sfenoidale
Capitolo 6, esercizi I–V
Resezione del processo uncinato e infundibulotomia Apertura dell’etmoide anteriore
7230 AA Sistema ottico HOPKINS a visione rettilinea 0º,
®
628702 Curette per antro, ovale verticale, piccola,
immagine ingrandita, Ø 4 mm, lunghezza 18 cm, lunghezza 19 cm
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate,
457001 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. STRÜMPEL-VOSS,
codice colore: verde
curva 45° verso l’alto, misura 1, con attacco di pulizia,
7230 AS Camicia di irrigazione e aspirazione 0°, lunghezza operativa 13 cm
Ø esterno 4,8 x 6 mm, lunghezza operativa 14 cm,
per impiego con sistemi ottici HOPKINS® 7230 AA e 459161 Pinza a morso per cavità nasale SilCut®, tagliente
28132 AA e sistema di lavaggio per lenti KARL STORZ anterograda e a destra verso l’alto, camicia distale curva a
CLEARVISION® II destra, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 10 cm
459040 Pinza RHINOFORCE® II sec. PARSONS, 459162 Idem, tagliente anterograda e a sinistra verso l’alto,
per uncinectomia parziale, tagliente a morso retrogrado camicia distale curva a sinistra
verso l’alto, morso a estremità rotonda, Ø 2,5 mm, 459151 Pinza per antro SilCut® sec. STAMMBERGER, forza di
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 10 cm taglio molto elevata, tagliente verso il basso ed in avanti a
628001 Bisturi falcato, puntuto, lunghezza 19 cm destra, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 10 cm
459096 Pinza tagliente sec. OSTRUM, a morso retrogrado, 459152 Idem, tagliente verso il basso ed in avanti a sinistra
stelo orientabile a 360°, con vite di fissaggio,
456511 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. BLAKESLEY-
leggermente curvo verso il basso, con attacco di pulizia,
CASTELNUOVO, stelo angolato 25° verso l’alto,
lunghezza operativa 10 cm
morso angolato 45° verso l’alto, larghezza 3,5 mm,
459097 Pinza tagliente sec. OSTRUM, per bambini, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm
per uncinectomia, a morso retrogrado, stelo orientabile
a 360°, con vite di fissaggio, leggermente curvo verso il 451500 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. GRÜNWALD-
basso, morso 2,3 x 4 mm, con attacco di pulizia, HENKE, angolata 45° verso l’alto, tagliente, per un taglio
lunghezza operativa 9 cm liscio e delicato dei tessuti, forma sec. BLAKESLEY,
459090 Pinza tagliente sec. OSTRUM, pediatrica, misura 0, larghezza morso 3 mm, con attacco di pulizia,
per uncinectomia, a morso retrogrado verso l’alto, lunghezza operativa 13 cm
stelo leggermente curvo verso il basso, piccola, 451520 Pinza nasale SilCut® sec. GRÜNWALD-HENKE, angolata
taglio 2,3 x 4 mm, lunghezza operativa 9 cm 45° verso l’alto, tagliente, forza di taglio molto elevata,
456000 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. BLAKESLEY, forma sec. BLAKESLEY, misura 0, con attacco di pulizia,
retta, misura 0, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm
lunghezza operativa 13 cm 722830 Aspiratore, curvo a gomito, con piastra di presa e foro
456021 Pinza nasale SilCut® sec. GRÜNWALD-HENKE, interruzione suzione, LUER-Lock, Ø esterno 3 mm,
retta, tagliente, forza di taglio molto elevata, lunghezza operativa 14 cm
forma sec. BLAKESLEY, misura 1, con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 13 cm Apertura del recesso frontale:
456500 B Pinza nasale RHINOFORCE® II
sec. BLAKESLEY-WILDE, angolata 45° verso l’alto, 7230 FA Sistema ottico HOPKINS® a visione obliqua 45º,
misura 0, con attacco di pulizia, immagine ingrandita, Ø 4 mm, lunghezza 18 cm,
lunghezza operativa 13 cm autoclavabile, con fibre ottiche incorporate,
456521 Pinza nasale SilCut® sec. GRÜNWALD-HENKE, codice colore: nero
curva 45° verso l’alto, tagliente, forza di taglio molto 7230 FS Camicia di irrigazione e aspirazione 45°, Ø esterno
elevata, forma sec. BLAKESLEY, misura 1, 4,8 x 6 mm, lunghezza operativa 14 cm, per impiego con
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm sistema ottico HOPKINS® 7230 FA/FLA e 28132 FA/FVA e
449211 Forbici nasali RHINOFORCE® II, rette, modello piccolo, sistema di lavaggio per lenti KARL STORZ CLEARVISION® II
lunghezza taglio 10 mm, con attacco di pulizia, 629824 Strumento doppio sec. CASTELNUOVO, curvo,
lunghezza operativa 13 cm per seno frontale e base cranica anteriore,
628702 Curette per antro, ovale verticale, piccola, lunghezza 22 cm
lunghezza 19 cm 628712 Curette per seno frontale sec. KUHN-BOLGER,
452001 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. MACKAY- curva 55°, ovale, affilata in avanti, lunghezza 19 cm
GRÜNWALD, retta, tagliente, extra delicata,
per un taglio liscio e delicato dei tessuti, 628714 Idem, curva 90º
morso 8 x 3 mm, misura 1, con attacco di pulizia, 651010 Pinza RHINOFORCE® II sec. STAMMBERGER,
lunghezza operativa 13 cm morso a doppia coppa, apertura verticale,
452011 Pinza nasale SilCut® sec. MACKAY-GRÜNWALD, curva 65° verso l’alto, coppa Ø 3 mm,
retta, tagliente, forza di taglio molto elevata, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 12 cm
misura 1,8 x 3 mm, con attacco di pulizia, 651020 Idem, apertura orizzontale, curva 65° verso l’alto
lunghezza operativa 13 cm 586125 Irrigatore sec. v. EICKEN, LUER-Lock, curva lunga,
452021 Pinza nasale SilCut®, retta, tagliente, forza di taglio molto malleabile, piastra di presa scanalata,
elevata, larghezza taglio 1,5 mm, con attacco di pulizia, Ø esterno 2,5 mm, lunghezza 12,5 cm
lunghezza operativa 13 cm
586130 Idem, Ø esterno 3 mm
451000 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. GRÜNWALD­-
HENKE, retta, tagliente, per un taglio liscio e delicato 651060 Pinza a morso circolare sec. STAMMBERGER, tagliente,
dei tessuti, forma sec. BLAKESLEY, misura 0, curva 65° verso l’alto, per seno frontale e recesso frontale,
larghezza morso 3 mm, con attacco di pulizia, Ø 3,5 mm, con attacco di pulizia, lunghezza operativa
lunghezza operativa 13 cm 17 cm, incluso strumento di pulizia 651050 R
451020 Pinza nasale SilCut® sec. GRÜNWALD-HENKE, 651061 Pinza a morso sec. STAMMBERGER, punta ovoidale,
retta, tagliente, forza di taglio molto elevata, forma a taglio circolare, direzione di taglio 90°,
sec. BLAKESLEY, misura 0, con attacco di pulizia, morso Ø 3,5 mm, stelo curvo 65° verso l’alto,
lunghezza operativa 13 cm per seno frontale e recesso frontale, con attacco di pulizia,
586125 Irrigatore sec. v. EICKEN, LUER-Lock, curva lunga, lunghezza operativa 17 cm
malleabile, piastra di presa scanalata, 651065 Idem, Ø 4,5 mm
Ø esterno 2,5 mm, lunghezza 12,5 cm
651066 Pinza a morso sec. STAMMBERGER, punta ovoidale,
586130 Idem, diametro esterno 3,0 mm a taglio circolare, direzione di taglio 90°,
Irrigatore sec. v. EICKEN, LUER-Lock, curva corta, morso Ø 4,5 mm, stelo curvo 65° verso l’alto,
Ø esterno 2,5 mm, lunghezza 12,5 cm per seno frontale e recesso frontale, con attacco di pulizia,
586230 Idem, Ø esterno 3 mm lunghezza operativa 17 cm
38 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Apertura del recesso frontale: 252479 Manipolo INTRA, angolato, sottile, extra lungo, 18 cm,
per impiego con frese lunghe da 12,5 cm a stelo liscio,
651503 Pinza a morso per seno frontale sec. HOSEMANN, rapporto trasmissione 1:1 (40.000 giri/min.)
curva 70° verso l’alto, sottile, morso Ø 3,5 mm,
tagliente, parte interna della pinza fissa, parte esterna della 649600 L Fresa standard, con stelo liscio, in acciaio inossidabile,
pinza scorrevole, stelo Ø 2,5 mm, canale di irrigazione misure 014 – 070, lunghezza 12,5 cm, set da 11 pezzi
centrale coassiale e attacco LUER-Lock coperto, 649700 L Fresa diamantata, con stelo liscio, in acciaio
lunghezza operativa 13 cm inossidabile, misure 014 – 070, lunghezza 12,5 cm,
456801 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. BLAKESLEY-WILDE, set da 11 pezzi
angolata 90° verso l’alto, misura 1, con attacco di pulizia, 649700 GL Fresa diamantata a grana grossa, con stelo liscio,
lunghezza operativa 13 cm in acciaio inossidabile, per fresature e levigature delicate
452833 Pinza nasale RHINOFORCE® II miniaturizzata, in aree critiche, a basso indice di surriscaldamento,
morso piatto extra sottile, tagliente, per un taglio delicato dei misure 023 – 070, lunghezza 12,5 cm, set da 9 pezzi
tessuti, stelo curvo 30° verso l’alto, morso retto, codice colore: oro
larghezza taglio 1,5 mm, con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 13 cm Lame shaver per l’etmoidectomia,
452834 Idem, stelo curvo 30° verso l’alto, autoclavabili, diametro 4 mm, lunghezza 12 cm
morso angolato 45° verso l’alto
41201 KN Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
452841 Pinza nasale RHINOFORCE® II miniaturizzata integrata per manipolo DrillCut-X®, retta, sterizzabile,
sec. CASTELNUOVO, morso piatto extra sottile, tagliente,
profilo di taglio dentato, finestra di taglio rettangolare,
per un taglio delicato dei tessuti, curva 65° verso l’alto,
apertura retrograda, larghezza taglio 1,5 mm, Ø 4 mm, lunghezza 12 cm, codice colore: blu-rosso
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm 41201 GN Idem, profilo di taglio concavo, finestra di taglio ovale,
452841 R Idem, apertura a destra codice colore: blu-giallo
452841 L Idem, apertura a sinistra 41201 LN Idem, profilo di taglio concavo, finestra di taglio obliqua,
586145 Irrigatore sec. v. EICKEN-CASTELNUOVO, LUER-Lock, codice colore: blu-nero
a forma di S leggermente curvo, malleabile, piastra di 41201 SN Idem, profilo di taglio retto, finestra di taglio rettangolare,
presa scanalata, Ø esterno 2,5 mm, lunghezza 12,5 cm codice colore: blu-blu
586146 Idem, a forma di S molto curvo 41202 KN Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione integrata
615025 Pinza tagliente per sfenoide sec. CASTELNUOVO, per manipolo DrillCut-X®, angolata 35°, sterilizzabile, profilo
fissa, angolata 30° verso l’alto, taglio anterogrado di taglio dentato retrogrado, finestra di taglio rettangolare,
verso l’alto, ganascia fissa extra piatta, Ø 4 mm, lunghezza 12 cm, codice colore: blu-rosso
morso 2 x 2 mm, lunghezza operativa 11 cm 41201 KSA Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
integrata per manipolo DrillCut-X®, retta, sterilizzabile,
Strumentario per la dissezione a
­ natomica profilo di taglio dentato doppio, finestra di taglio
endoscopica del seno rettangolare, Ø 3 mm, lunghezza 12 cm,
codice colore: blu-giallo
etmoidale e sfenoidale 41201 KKSA Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
Capitolo 6, esercizi I–V, (seguito di pagina 37) integrata per manipolo DrillCut-X®, retta, sterilizzabile,
Strumentario per la dissezione dell’etmoide posteriore e profilo di taglio dentato doppio, finestra di taglio
dello sfenoide: rettangolare, Ø 3 mm, lunghezza 12 cm,
7230 AA Sistema ottico HOPKINS® a visione rettilinea 0º, codice colore: blu-giallo
immagine ingrandita, Ø 4 mm, lunghezza 18 cm, 41201 LSA Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate, integrata per manipolo DrillCut-X®, retta, sterilizzabile,
codice colore: verde profilo di taglio concavo, finestra di taglio
7230 AS Camicia di irrigazione e aspirazione 0°, obliqua, Ø 3 mm, lunghezza 12 cm,
Ø esterno 4,8 x 6 mm, lunghezza operativa 14 cm, codice colore: blu-nero
per impiego con sistemi ottici HOPKINS® 7230 AA e 41204 KKBA Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
28132 AA e sistema di lavaggio per lenti KARL STORZ integrata per manipolo DrillCut-X®, angolata 40°,
CLEARVISION® II sterilizzabile, profilo di taglio dentato doppio
628702 Curette per antro, ovale verticale, piccola, retrogrado, finestra di taglio rettangolare, Ø 3 mm,
lunghezza 19 cm lunghezza 12 cm, codice colore: blu-giallo
40 7016 01-1 UNIDRIVE® S III ENT SCB, unità di controllo motore 651065 Pinza a morso circolare sec. STAMMBERGER, tagliente,
con display a colori, comando touch screen, due uscite curva 65° verso l’alto, per seno frontale e recesso frontale,
motore, pompa di irrigazione e modulo SCB integrati, Ø 4,5 mm, con attacco di pulizia, lunghezza operativa
tensione d’esercizio 100 – 240 VAC, 50/60 Hz
17 cm, incluso strumento di pulizia 651050 R
incluso:
651066 Pinza a morso sec. STAMMBERGER, punta ovoidale,
 Cavo di rete
a taglio circolare, direzione di taglio 90°,
Barra di irrigazione
morso Ø 4,5 mm, stelo curvo 65° verso l’alto,
Interruttore a doppio pedale, due livelli,
per seno frontale e recesso frontale, con attacco di pulizia,
con funzione proporzionale
lunghezza operativa 17 cm
Set di tubi in silicone, per irrigazione, sterilizzabili
651503 Pinza a morso per seno frontale sec. HOSEMANN,
Set di clips, per impiego con set di tubi
in silicone 20 7116 40 curva 70° verso l’alto, sottile, morso Ø 3,5 mm, tagliente,
Cavo di connessione SCB, lunghezza 100 cm parte interna della pinza fissa, parte esterna della pinza
Set di tubi monouso*, sterili, confezione da 3 pezzi scorrevole, stelo Ø 2,5 mm, canale di irrigazione centrale
coassiale e attacco LUER-Lock coperto,
* Submit your order to:
mtp medical technical promotion gmbh, lunghezza operativa 13 cm
Take-Off GewerbePark 46, D-78579 Neuhausen ob Eck, Germania 651504 Pinza tagliente per sfenoide sec. HOSEMANN,
retta, modello sottile, morso Ø 3,5 mm, tagliente,
40 7120 50 Manipolo shaver DrillCut-X® II, per impiego con
parte interna della pinza fissa, parte esterna della
UNIDRIVE® S III ECO/ENT/NEURO
pinza scorrevole, stelo Ø 2,5 mm, canale di irrigazione
40 7120 90 Impugnatura, regolabile, per impiego con DrillCut-X® II
centrale coassiale e attacco LUER-Lock coperto,
40 7120 50 e DrillCut-X® II N 40 7120 55
lunghezza operativa 13 cm
20 7110 33 Micromotore EC II ad alto rendimento, per impiego
con UNIDRIVE® II/UNIDRIVE® ENT/OMFS/NEURO/ECO e 651050 Pinza a morso circolare sec. STAMMBERGER, tagliente,
cavo di connessione 20 7110 73 oppure per impiego con per sfenoide, etmoide ed atresia coanale, Ø 4,5 mm,
UNIDRIVE® S III ENT/ECO/NEURO e cavo di connessione con attacco di pulizia, lunghezza operativa 18 cm,
20 7111 73 incluso strumento di pulizia 651050 R
20 711173 Cavo di connessione, per collegare il micromotore EC 615015 Pinza sec. CASTELNUOVO per sfenoide, fissa, tagliente
II ad alto rendimento 20 7110 33 alle unità di comando in modo anterogrado 65° verso l’alto, misura 3,5 x 3,7 mm,
UNIDRIVE® S III ENT/ECO/NEURO ganascia fissa ed extra piatta, lunghezza operativa 11 cm
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 39

Strumentario per la dissezione anatomica


endoscopica del seno mascellare
Capitolo 7
Strumentario per la fenestrazione del seno mascellare via Lame Shaver, autoclavabile
fossa canina: diametro 4 mm, lunghezza 12 cm
7230 AA Sistema ottico HOPKINS® a visione rettilinea 0º, 41201 KN Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
immagine ingrandita, Ø 4 mm, lunghezza 18 cm, integrata per manipolo DrillCut-X®, retta, sterizzabile,
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate, profilo di taglio dentato, finestra di taglio rettangolare,
codice colore: verde Ø 4 mm, lunghezza 12 cm, codice colore: blu-rosso
7229 AA Sistema ottico HOPKINS® a visione rettilinea 0°, 41201 GN Idem, profilo di taglio concavo, finestra di taglio ovale,
immagine ingrandita, Ø 2,7 mm, lunghezza 18 cm, codice colore: blu-giallo
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate,
41201 LN Idem, profilo di taglio concavo, finestra di taglio obliqua,
codice colore: verde
codice colore: blu-nero
7230 AS Camicia di irrigazione e aspirazione 0°,
Ø esterno 4,8 x 6 mm, lunghezza operativa 14 cm, 41201 SN Idem, profilo di taglio retto, finestra di taglio rettangolare,
per impiego con sistemi ottici HOPKINS® 7230 AA e codice colore: blu-blu
28132 AA e sistema di lavaggio per lenti KARL STORZ 41202 KN Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione integrata
CLEARVISION® II per manipolo DrillCut-X®, angolata 35°, sterilizzabile, profilo
7230 FA Sistema ottico HOPKINS® a visione obliqua 45º, di taglio dentato retrogrado, finestra di taglio rettangolare,
immagine ingrandita, Ø 4 mm, lunghezza 18 cm, Ø 4 mm, lunghezza 12 cm, codice colore: blu-rosso
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate, 41201 KSA Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
codice colore: neroe integrata per manipolo DrillCut-X®, retta, sterilizzabile,
7230 FS Camicia di irrigazione e aspirazione 45°, Ø esterno profilo di taglio dentato doppio, finestra di taglio
4,8 x 6 mm, lunghezza operativa 14 cm, per impiego con rettangolare, Ø 3 mm, lunghezza 12 cm,
sistema ottico HOPKINS® 7230 FA/FLA e 28132 FA/FVA e codice colore: blu-giallo
sistema di lavaggio per lenti KARL STORZ CLEARVISION® II 41201 KKSA Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
629820 Strumento doppio, per seno mascellare, integrata per manipolo DrillCut-X®, retta, sterilizzabile,
estremità sferiche Ø 1,2 e 2 mm, lunghezza 19 cm profilo di taglio dentato doppio, finestra di taglio
723005 A Trocar per sinusoscopia, estremità a forma di becco, rettangolare, Ø 3 mm, lunghezza 12 cm,
Ø esterno 5 mm, lunghezza del fodero del trocar codice colore: blu-giallo
8,5 cm, per impiego con sistemi ottici HOPKINS® 41201 LSA Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
da Ø 4 mm integrata per manipolo DrillCut-X®, retta, sterilizzabile,
634825 A Pinza sec. STRÜMPEL, morso ovale e fenestrato, profilo di taglio concavo, finestra di taglio
angolata 45° verso l’alto, larghezza 2,5 mm, obliqua, Ø 3 mm, lunghezza 12 cm,
lunghezza operativa 12,5 cm codice colore: blu-nero
653000 Pinza da presa per seni mascellari sec. HEUWIESER, 41204 KKBA Lama shaver “tagliente/aspirante” con irrigazione
ganasce curve verso il basso, ganascia fissa curva 90°, integrata per manipolo DrillCut-X®, angolata 40°,
ganascia mobile con apertura retrograda fino a 120°, sterilizzabile, profilo di taglio dentato doppio
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 10 cm retrogrado, finestra di taglio rettangolare, Ø 3 mm,
lunghezza 12 cm, codice colore: blu-giallo
653005 Pinza da presa per seni mascellari
sec. HEUWIESER, con arco extra lungo per il recesso
alveolare anteriore, ganascia fissa curva a 115° verso il
basso, ganascia mobile con apertura retrograda fino a
140°, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 10 cm Strumentario per l’identificazione
723029 Pinza da presa e da biopsia, apertura verticale, estremità ­ana­to­mi­ca endoscopica e la cauterizzazione
malleabile, morso a cucchiaio Ø 4 mm, con attacco di
pulizia, lunghezza operativa 18 cm, per sinusoscopia con
dell’arteria etmoidale anteriore e posteriore e
trocar 723005 A/B dell’arteria sfenopalatina
586145 Irrigatore sec. v. EICKEN-CASTELNUOVO, LUER-Lock, Capitolo 8
a forma di S leggermente curvo, malleabile, piastra di
presa scanalata, Ø esterno 2,5 mm, lunghezza 12,5 cm 660509 Bisturi a lama rotonda, angolato 45°, Ø 2 mm,
586146 Idem,a forma di S molto curvo lunghezza 18 cm
479100 Elevatore sec. COTTLE, doppio,
40 7016 01-1 UNIDRIVE® S III ENT SCB, unità di controllo motore
semiaffilato e smusso, graduato, lunghezza 20 cm
con display a colori, comando touch screen, due uscite
motore, pompa di irrigazione e modulo SCB integrati, 462020 Pinza bipolare TAKE-APART® sec. CASTELNUOVO,
tensione d’esercizio 100 – 240 VAC, 50/60 Hz ganasce sottili, larghezza 2 mm, angolata 45° distalmente,
incluso: Ø esterno 3,4 mm, lunghezza operativa 14 cm,
con attacco di irrigazione per pulizia,
 Cavo di rete
Barra di irrigazione incluso:
Interruttore a doppio pedale, due livelli, Impugnatura bipolare ad anello
con funzione proporzionale Camicia esterna
Set di tubi in silicone, per irrigazione, sterilizzabili Camicia interna
Set di clips, per impiego con set di tubi Inserto pinza
in silicone 20 7116 40
Cavo di connessione SCB, lunghezza 100 cm
Set di tubi monouso*, sterili, confezione da 3 pezzi
* Submit your order to:
mtp medical technical promotion gmbh,
Take-Off GewerbePark 46, D-78579 Neuhausen ob Eck, Germania
40 7120 50 Manipolo shaver DrillCut-X® II, per impiego con
UNIDRIVE® S III ECO/ENT/NEURO
40 7120 90 Impugnatura, regolabile, per impiego con DrillCut-X® II
40 7120 50 e DrillCut-X® II N 40 7120 55
40 7110 50 Manipolo shaver DrillCut-X® sec. STAMMBERGER-
CASTELNUOVO, per impiego con UNIDRIVE® S III
ECO/ENT/NEURO
40 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Sistemi ottici HOPKINS® – autoclavabili


Ø 2,7 mm, 3 mm, 4 mm, lunghezza 18 cm

7229 AA
7220 AA–FA
7230 AA–FA

7229 AA Sistema ottico HOPKINS® a visione rettilinea 0°,


immagine ingrandita, Ø 2,7 mm, lunghezza 18 cm,
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate,
codice colore: verde

7220 AA Sistema ottico HOPKINS® a visione rettilinea 0º,


immagine ingrandita, Ø 3 mm, lunghezza 14 cm,
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate,
codice colore: verde

7220 BA Sistema ottico HOPKINS® a visione obliqua 30º,


immagine ingrandita, Ø 3 mm, lunghezza 14 cm,
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate,
codice colore: rosso

7220 FA Sistema ottico HOPKINS® a visione obliqua 45º,


immagine ingrandita, Ø 3 mm, lunghezza 14 cm,
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate,
codice colore: nero

7230 AA Sistema ottico HOPKINS® a visione rettilinea 0º,


immagine ingrandita, Ø 4 mm, lunghezza 18 cm,
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate,
codice colore: verde

7230 FA Sistema ottico HOPKINS® a visione obliqua 45º,


immagine ingrandita, Ø 4 mm, lunghezza 18 cm,
autoclavabile, con fibre ottiche incorporate,
codice colore: nero

39301 A Contenitore in materiale sintetico per sterilizzazione


e conservazione di sistemi ottici, con perforazione,
con coperchio trasparente, con supporto per i sistemi ottici in silicone,
dimensioni esterne (l x p x h): 321 x 90 x 45 mm

Trocar per sinusoscopia e accessori per sistemi ottici

723005 A

723750 B

23005 A Trocar per sinusoscopia, estremità a forma di becco,


Ø esterno 5 mm, lunghezza del fodero del trocar 8,5 cm,
per impiego con sistemi ottici HOPKINS® da Ø 4 mm
723750 B Tubo di protezione, lunghezza operativa 19,7 cm,
per sistemi ottici HOPKINS® della lunghezza di 18 cm

Si consiglia di verificare l’idoneità dei prodotti prima dell’intervento stabilito.


La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 41

Sistema KARL STORZ CLEARVISION® II


per lavaggio e pulizia dell’ottica

Interrutore
a pedale

20 0142 30

Set di tubi in
silicone
riutilizzabili*

LATO POMPA

LATO PAZIENTE

40 334140
40 3341 01 Sistema KARL STORZ CLEARVISION® II,
per lavaggio e pulizia dell’ottica,
tensione di esercizio: 100–240 VAC, 50–60 Hz,
incluso:
CLEARVISION® II
Cavo di alimentazione
Interruttore a un pedale
Set di tubi in silicone

)*Accessori opzionali:
MTP 031129-10 Set deflussore monouso per CLEARVISION® II, Camicia di lavaggio
confezione da 10 pezzi

7230 FS

In vendita:
* mtp medical technical promotion gmbh,
Take-Off Gewerbepark 46, D-78579 Neuhausen ob Eck, Germania
42 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Sistema KARL STORZ CLEARVISION® II


Camicie di lavaggio per l’uso con sistemi ottici HOPKINS®

Camicia di lavaggio, rinforzata a livello prossimale per Sistema ottico HOPKINS®


impiego con braccio autostatico 28272 RKB

Lunghezza Angolo di Lunghezza


Dettaglio Articolo Ø esterno operativa Articolo Ø esterno
­osservazione operativa

7230 AS 4,8 x 6,0 mm 14 cm 7230 AA 0° 4,0 mm 18 cm

7230 BS 4,8 x 6,0 mm 14 cm 7230 BA 30° 4,0 mm 18 cm

7230 FS 4,8 x 6,0 mm 14 cm 7230 FA 45° 4,0 mm 18 cm

7230 CS 4,8 x 6,0 mm 14 cm 7230 CA 70° 4,0 mm 18 cm

7220 AS 3,7 x 4,8 mm 10 cm 7220 AA 0° 3,0 mm 14 cm

7220 BS 3,7 x 4,8 mm 10 cm 7220 BA 30° 3,0 mm 14 cm

7220 FS 3,7 x 4,8 mm 10 cm 7220 FA 45° 3,0 mm 14 cm

7220 CS 3,7 x 4,8 mm 10 cm 7220 CA 70° 3,0 mm 14 cm

7219 AS 3,5 x 4,7 mm 14 cm 7229 AA 0° 2,7 mm 18 cm

7219 BS 3,5 x 4,7 mm 14 cm 7229 BA 30° 2,7 mm 18 cm

7219 FS 3,5 x 4,7 mm 14 cm 7229 FA 45° 2,7 mm 18 cm

7219 CS 3,5 x 4,7 mm 14 cm 7229 CA 70° 2,7 mm 18 cm

7230 AES 4,8 x 6 mm 14 cm 7230 AE 15°– 90° 4 mm 18 cm


La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 43

Elevatore di aspirazione sec. CASTELNUOVO, Elevatore sec. COTTLE,


Scalpello, Martello in metallo e Bisturi a lama rotonda

4 mm 660506

660509

474015 474016 474017 474018 479100 484004 174200 660506

474015 Elevatore di aspirazione 479100 Elevatore sec. COTTLE, doppio, semiaffilato


sec. CASTELNUOVO, punta piatta 5 x 1,8 mm, e smusso, graduato, lunghezza 20 cm
apertura laterale di aspirazione, a baionetta, 484004 Scalpello sec. COTTLE, piatto, graduato,
con piastra di presa, lunghezza 21 cm retto, larghezza 4 mm, lunghezza 18,5 cm
474016 Elevatore di aspirazione 174200 Martello in metallo sec. COTTLE,
sec. CASTELNUOVO, punta piatta 3 x 1,8 mm, lunghezza 18 cm
apertura laterale di aspirazione, a baionetta,
con piastra di presa, lunghezza 21 cm 660506 Bisturi a lama rotonda, taglio verticale,
3,5 x 2,5 mm, lunghezza 18 cm
474017 Elevatore-aspiratore sec. CASTELNUOVO,
punta piatta 5 x 1,8 mm, apertura di 660509 Bisturi a lama rotonda, angolato 45°,
aspirazione laterale, a baionetta, curva distale, Ø 2 mm, lunghezza 18 cm
con piastra di presa, lunghezza 21 cm
474018 Elevatore-aspiratore sec. CASTELNUOVO,
punta piatta 3 x 1,8 mm, apertura di
aspirazione laterale, a baionetta, curva distale,
con piastra di presa, lunghezza 21 cm
44 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Bisturia falcato, Curette per antro e Curette per seno frontale sec. KUHN-BOLGER,
Strumento doppio di posizionamento sec. CASTELNUOVO,
Strumento doppio sec. CASTELNUOVO

1
/1

1
/1
628001 628702

1
/1

628712

1
/1

628714

628001 628702 629820 629822 629823 629824


628712–
628714

628001 Bisturi falcato, puntuto, lunghezza 19 cm 629820 Strumento doppio, per seno mascellare,
628702 Curette per antro, ovale verticale, piccola, estremità sferiche Ø 1,2 e 2 mm,
lunghezza 19 cm lunghezza 19 cm
628712 Curette per seno frontale 629822 Strumento doppio di posizionamento
sec. KUHN-BOLGER, curva 55°, ovale, sec. CASTELNUOVO, curvo 80°/curvatura
affilata in avanti, lunghezza 19 cm doppia, con 4 sporgenze, lunghezza 22 cm
628714 Idem, curva 90º 629823 Strumento doppio di posizionamento
sec. CASTELNUOVO, retto/curvo 60°,
con 4 sporgenze, lunghezza 22 cm
629824 Strumento doppio sec. CASTELNUOVO,
curvo, per seno frontale e base cranica
anteriore, lunghezza 22 cm
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 45

Forbici nasali e pinze taglienti RHINOFORCE® II

449211–
449213

449211 Forbici nasali RHINOFORCE® II,


rette, modello piccolo, lunghezza taglio 10 mm,
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm
449212 Idem, curve a destra

449213 Idem, curve a sinistra

Pinza tagliente sec. OSTRUM

459097

459096 Pinza tagliente sec. OSTRUM, a morso retrogrado,


stelo orientabile a 360°, con vite di fissaggio,
leggermente curvo verso il basso, con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 10 cm
459097 Pinza tagliente sec. OSTRUM, per bambini, per uncinectomia,
a morso retrogrado, stelo orientabile a 360°, con vite di fissaggio,
leggermente curvo verso il basso, morso 2,3 x 4 mm,
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 9 cm

459090

459090 Pinza tagliente sec. OSTRUM, pediatrica, per uncinectomia,


a morso retrogrado verso l’alto, stelo leggermente curvo verso il basso,
piccola, taglio 2,3 x 4 mm, lunghezza operativa 9 cm
46 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Pinza a morso circolare sec. STAMMBERGER


Pinza RHINOFORCE® II sec. PARSON

651055

651055 Pinza a morso circolare sec. STAMMBERGER,


tagliente, per sfenoide, etmoide ed atresia coanale,
Ø 3,5 mm, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 18 cm,
incluso strumento di pulizia 651050 R
651050 Idem, Ø 4,5 mm

651060 Pinza a morso circolare sec. STAMMBERGER,


tagliente, curva 65° verso l’alto, per seno frontale e recesso
frontale, Ø 3,5 mm, con attacco di pulizia, lunghezza
operativa 17 cm, incluso strumento di pulizia 651050 R
651065 Idem, Ø 4,5 mm

651061 Pinza a morso sec. STAMMBERGER,


punta ovoidale, a taglio circolare, direzione di taglio 90°,
morso Ø 3,5 mm, stelo curvo 65° verso l’alto, per seno
frontale e recesso frontale, con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 17 cm
651066 Idem, Ø 4,5 mm

651050 R

651050 R Strumento di pulizia, per pinze a morso circolari tipo


651050 / 651052, due estremità, lunghezza 14 cm

459040

459040 Pinza RHINOFORCE® II sec. PARSONS,


per uncinectomia parziale, tagliente a morso
retrogrado verso l’alto, morso a estremità rotonda,
Ø 2,5 mm, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 10 cm
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 47

Pinza RHINOFORCE® II sec. STAMMBERGER

651010

651010 Pinza RHINOFORCE® II sec. STAMMBERGER,


morso a doppia coppa, apertura verticale,
curva 65° verso l’alto, coppa Ø 3 mm,
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 12 cm

651020 Idem, apertura orizzontale, curva 65° verso l’alto

Pinza a morso per seno frontale sec. HOSEMANN


Pinza tagliente per sfenoide sec. HOSEMANN
con canale di irrigazione centrale

651503

651503 Pinza a morso per seno frontale sec. HOSEMANN,


curva 70° verso l’alto, sottile, morso Ø 3,5 mm, tagliente,
parte interna della pinza fissa, parte esterna della
pinza scorrevole, stelo Ø 2,5 mm, canale di irrigazione
centrale coassiale e attacco LUER-Lock coperto,
lunghezza operativa 13 cm
651504 Pinza tagliente per sfenoide sec. HOSEMANN,
retta, modello sottile, morso Ø 3,5 mm, tagliente,
parte interna della pinza fissa, parte esterna della
pinza scorrevole, stelo Ø 2,5 mm, canale di irrigazione
centrale coassiale e attacco LUER-Lock coperto,
lunghezza operativa 13 cm
48 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Pinze nasali RHINOFORCE® II

452831 456000 B –
456003 B

456511 B

456000 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. BLAKESLEY,


retta, misura 0, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm

456500 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. BLAKESLEY-WILDE,


angolata 45° verso l’alto, misura 0, con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 13 cm

457001 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. STRÜMPEL-VOSS,


curva 45° verso l’alto, misura 1, con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 13 cm

456511 B Pinza nasale RHINOFORCE® II sec. BLAKESLEY-CASTELNUOVO,


stelo angolato 25° verso l’alto, morso angolato 45° verso l’alto,
larghezza 3,5 mm, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm
452831 Pinza nasale RHINOFORCE® II miniaturizzata,
morso piatto extra sottile, tagliente, per un taglio delicato dei
tessuti, stelo retto, morso retto, larghezza taglio 1,5 mm,
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm
452832 Idem, morso angolato 45° verso l’alto

452833 Idem, stelo curvo 30° verso l’alto

452834 Idem, stelo curvo 30° verso l’alto,


morso angolato 45° verso l’alto
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 49

Pinze nasali taglienti RHINOFORCE® II e pinza sec. STRÜMPEL

Misura 1 452001 B

452001 B

451000 B

451500 B

451000 B

634824

634825 A

634824

634826

452001 B Pinza nasale RHINOFORCE® II 634824 Pinza sec. STRÜMPEL, morso ovale
sec. MACKAY-GRÜNWALD, retta, tagliente, e fenestrato, retta, larghezza 2,5 mm,
extra delicata, per un taglio liscio e delicato lunghezza operativa 12,5 cm
dei tessuti, morso 8 x 3 mm, misura 1, 634825 A Pinza sec. STRÜMPEL, morso ovale
con attacco di pulizia, e fenestrato, angolata 45° verso l’alto,
lunghezza operativa 13 cm larghezza 2,5 mm, lunghezza operativa 12,5 cm
451000 B Pinza nasale RHINOFORCE® II 634826 Forbici sec. BELLUCCI, rette,
sec. GRÜNWALD-HENKE, retta, tagliente, lunghezza operativa 12,5 cm
per un taglio liscio e delicato dei tessuti,
forma sec. BLAKESLEY, misura 0,
larghezza morso 3 mm, con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 13 cm
451500 B Idem, angolata 45° verso l’alto
50 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Pinze nasali SilCut®


Caratteristiche particolari:
## Feedback tattile dello strumento
## Brevettata trasmissione della forza
costante
## Forte resezione sotto preciso controllo
## Taglio esatto con piccole tolleranze
## Geometria di taglio speciale per prevenire lo 
scivolamento del tessuto
## Maggiore angolo di apertura
## Ganasce piatte
## Disponibile anche nel modello tagliente e nel 456021
modello a taglio a morso retrogrado

456021 Pinza nasale SilCut® sec. GRÜNWALD-HENKE, retta, tagliente,


forza di taglio molto elevata, trasmissione della forza brevettata per una presa
e un’ablazione delicate dei tessuti, della cartilagine e delle lamelle ossee,
nuovo design dell’impugnatura ergonomico, forma sec. BLAKESLEY, misura 1,
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm
456521 Idem, curva 45° verso l’alto

451020 Pinza nasale SilCut® sec. GRÜNWALD-HENKE, retta, tagliente,


forza di taglio molto elevata, trasmissione della forza brevettata per un taglio
delicato, nuovo design dell’impugnatura ergonomico, forma sec. BLAKESLEY,
misura 0, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm
451021 Idem, misura 1

451520 Pinza nasale SilCut® sec. GRÜNWALD-HENKE, angolata 45° verso l’alto,
tagliente, forza di taglio molto elevata, trasmissione della forza brevettata
per un taglio delicato, nuovo design dell’impugnatura ergonomico, forma
sec. BLAKESLEY, misura 0, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm
451521 Idem, misura 1

459151 Pinza per antro SilCut® sec. STAMMBERGER, forza di taglio molto elevata,
trasmissione della forza brevettata per un taglio delicato, nuovo design
dell’impugnatura ergonomico, tagliente verso il basso ed in avanti a destra,
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 10 cm
459152 Idem, tagliente verso il basso ed in avanti a sinistra

459161 Pinza a morso per cavità nasale SilCut®, tagliente anterograda e a destra
verso l’alto, camicia distale curva a destra, con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 10 cm
459162 Idem, tagliente anterograda e a sinistra verso l’alto, camicia distale curva a sinistra

452011 Pinza nasale SilCut® sec. MACKAY-GRÜNWALD, retta, tagliente,


forza di taglio molto elevata, trasmissione della forza brevettata per un taglio delicato,
nuovo design dell’impugnatura ergonomico, misura 1,8 x 3 mm, con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 13 cm
452021 Pinza nasale SilCut®, retta, tagliente, forza di taglio molto elevata, trasmissione della
forza brevettata per un taglio delicato, nuovo design dell’impugnatura ergonomico,
larghezza taglio 1,5 mm, con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm
452031 Idem, ganasce 15° angolate verso l’alto
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 51

Pinze sec. STAMMBERGER

459052

459051 Pinza sec. STAMMBERGER, tagliente verso il basso


ed in avanti a destra, con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 10 cm

459052 Idem, tagliente verso il basso ed in avanti a sinistra

Pinze nasali RHINOFORCE® II sec. CASTELNUOVO, miniaturizzata

452841

452841 Pinza nasale RHINOFORCE® II miniaturizzata


sec. CASTELNUOVO, morso piatto extra sottile, tagliente,
per un taglio delicato dei tessuti, curva 65° verso l’alto,
apertura retrograda, larghezza taglio 1,5 mm,
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 13 cm
452841 L Idem, stelo curvo 65° verso l’alto, apertura a sinistra

452841 R Idem, stelo curvo 65° verso l’alto, apertura a destra


52 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Pinze da presa per seno mascellare sec. HEUWIESER

653000 Pinza da presa per seni mascellari 653000


sec. HEUWIESER, ganasce curve
verso il basso, ganascia fissa
curva 90°, ganascia mobile con
apertura retrograda fino a 120°,
con attacco di pulizia, lunghezza operativa 10 cm
653005 Pinza da presa per seni mascellari
sec. HEUWIESER, con arco extra lungo
per il recesso alveolare anteriore,
ganascia fissa curva a 115° verso il basso,
ganascia mobile con apertura retrograda
fino a 140°, con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 10 cm

Pinza tagliente per sfenoide sec. CASTELNUOVO

615015 615025

615015 Pinza sec. CASTELNUOVO per sfenoide, 615025 Pinza tagliente per sfenoide
fissa, tagliente in modo anterogrado 65° sec. CASTELNUOVO, fissa, angolata 30°
verso l’alto, misura 3,5 x 3,7 mm,
i verso l’alto, taglio anterogrado verso l’alto,
ganascia fissa ed extra piatta, ganascia fissa extra piatta, morso 2 x 2 mm,
lunghezza operativa 11 cm lunghezza operativa 11 cm
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 53

Pinza da presa e da biopsia

723029

723029 Pinza da presa e da biopsia,


apertura verticale, estremità malleabile,
morso a cucchiaio Ø 4 mm,
con attacco di pulizia,
lunghezza operativa 18 cm,
per sinusoscopia con trocar 723005 A/B

Pinza bipolare TAKE-APART® sec. CASTELNUOVO


bipolare

Pinza bipolare TAKE-APART® sec. CASTELNUOVO,


462020
ganasce sottili, larghezza 2 mm, angolata 45° distalmente,
i Ø esterno 3,4 mm, lunghezza operativa 14 cm,
con attacco di irrigazione per pulizia,
incluso:
Impugnatura bipolare ad anello
Camicia esterna
Camicia interna
Inserto pinza
54 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Pinza di aspirazione bipolare sec. STAMMBERGER

bipolare

461010

461010 Pinza di aspirazione bipolare sec. STAMMBERGER,


angolata 15° verso l’alto, con canale di aspirazione,
per coagulazione bipolare nella zona dei seni paranasali,
lunghezza operativa 12,5 cm, per impiego con cavi bipolari
per alta frequenza 847002 E oppure 847002 A/M/V/U

461015

461015 Pinza di aspirazione bipolare sec. STAMMBERGER,


angolata 45° verso l’alto, con canale di aspirazione,
per coagulazione bipolare nella zona dei seni paranasali,
lunghezza operativa 12,5 cm, per impiego con cavi bipolari
per alta frequenza 847002 E oppure 847002 A/M/V/U
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 55

Cavi bipolari per alta frequenza


per pinze bipolare per aspirazione sec. STAMMBERGER

bipolare

Cavi bipolari per alta frequenza

Strumento Elettrobisturi ad
KARL STORZ alta frequenza

847002 E Cavo bipolare per alta frequenza, per coagulatori


KARL STORZ 26021 B/C/D, 860021 B/C/D, 27810 B/C/D,
28810 B/C/D, AUTOCON® (serie 50/200/350),
AUTOCON® II 400 SCB (serie 111, 113, 115) e coagulatori
Erbe, serie T e ICC, con due morsetti per cavo da 2 mm
per pinze di aspirazione bipolare KARL STORZ 461010,
461015, pinza per coagulazione/aspirazione bipolare
845825 e pinze bipolari 8615 A/AS, lunghezza 450 cm

847002 M Cavo bipolare per alta frequenza, per coagulatori


Martin e Berchtold, con 2 morsetti per cavo da 2 mm
per pinze di aspirazione bipolare KARL STORZ 461010,
461015 e pinza per coagulazione/aspirazione bipolare
845825 e pinze bipolari 8615 A/AS, lunghezza 450 cm

847002 A Cavo bipolare per alta frequenza, con spina a banana


da 2x 4 mm per coagulatore KARL STORZ 26020 XA/XB,
con due morsetti per cavo da 2 mm per pinze di
aspirazione bipolare KARL STORZ 461010, 461015 e
pinza di coagulazione/aspirazione bipolare 845825 e
pinze bipolari 8615 A/AS, lunghezza 450 cm

847002 V Cavo bipolare per alta frequenza, per KARL STORZ


AUTOCON® II 400 SCB (serie 112, 114, 116)
e coagulatori Valleylab, con due morsetti per cavo da
2 mm per pinze di aspirazione bipolare KARL STORZ
461010, 461015 e pinza per coagulazione/aspirazione
bipolare 845825 e pinze bipolari 8615 A/AS,
lunghezza 450 cm

Strumento Cavo bipolare per


KARL STORZ pinza standard

847002 U Cavo bipolare universale per alta frequenza, 1 lato


munito di prese per cavo da 2 mm, per pinze di
aspirazione bipolare KARL STORZ 461010, 461015 e
pinza di coagulazione/aspirazione bipolare 845825 e
pinze bipolari 8615 A/AS, altro lato dotato di presa per
pinze bipolari standard per attacco con tutti i cavi bipolari
per pinze in uso, lunghezza 40 cm
56 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Aspiratore e Irrigatore

722830 586125– 586145– 586225 –


586130 586146 586230

722830 Aspiratore, curvo a gomito, con piastra di 586145 Irrigatore sec. v. EICKEN-CASTELNUOVO,
presa e foro interruzione suzione, LUER-Lock, LUER-Lock, a forma di S leggermente curvo,
Ø esterno 3 mm, lunghezza operativa 14 cm malleabile, piastra di presa scanalata,
586125 Irrigatore sec. v. EICKEN, LUER-Lock, Ø esterno 2,5 mm, lunghezza 12,5 cm
curva lunga, malleabile, piastra di presa 586146 Idem, a forma di S molto curvo
scanalata, Ø esterno 2,5 mm, 586225 Irrigatore sec. v. EICKEN, LUER-Lock,
lunghezza 12,5 cm curva corta, Ø esterno 2,5 mm,
586130 Idem, Ø esterno 3 mm lunghezza 12,5 cm
586230 Idem, Ø esterno 3 mm
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 57

UNIDRIVE® S III ENT SCB/UNIDRIVE® S III ECO


L’apparecchio multifunzionale per ORL

UNIDRIVE® S III ENT SCB UNIDRIVE® S III ECO

II
III

I
ECO RIVE ® S
ENT RIVE ® S
SCB

UNID
UNID
Caratteristiche particolari:

Touch screen: facile scelta di funzione tramite touch screen l –

L’unità salva i valori impostati durante l’ultima operazione l l

Facilità d’uso ottimizzata tramite touch screen l –

Scelta della lingua per i comandi l –

Dispositivi di comando semplici e di facile lettura grazie al display colorato l –

Un apparecchio – multifunzionale:
– Sistema shaver per la chirurgia dei seni paranasali e della base cranica anteriore
– Manipoli INTRA (40.000 giri/min. e 80.000 giri/min.)
– Frese per seni nasali l l
– Microseghe
– Manipoli intranasali sec. STAMMBERGER-SACHSE
– Dermatomi
– Manipoli High-Speed (60.000 giri/min. e 100.000 giri/min.) l –

Due attacchi motore: Due attacchi motore consentono il collegamento contemporaneo


l l
di due motori, ad esempio shaver e micromotore
Funzione softstart l –

Segnalazioni di errori raffigurate l –

Pompa peristaltica di irrigazione e di raffreddamento integrata:


– La velocità di irrigazione è assolutamente costante e viene regolata da microprocessore
l l
su tutto il range di irrigazione
– Attacco semplice e rapido dei set di tubi

Scelta automatica di funzioni tramite riconoscimento motore l l

Il regime di rotazione può essere regolato in modo continuo l l


Regime e coppia motrice massimi: il microprocessore regola il regime di rotazione;
l l
in questo modo i valori preimpostati rimangono costanti durante tutto il tempo di funzione
Regime massimo di rotazione preimpostabile l l
Con possibilità di connessione per KARL STORZ Communication Bus
l –
(KARL STORZ-SCB)
Inclusa barra di irrigazione l –
58 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Sistemi motore
Dati tecnici

Caratteristiche tecniche dei sistemi

Modalità Codice art. giri/min.

Modalità shaver oscillante


Modalità operativa: in collegamento con manipolo:
regime max. di r. (min-1): manipolo shaver DrillCut-X® II 40 7120 50 10.000*
manipolo shaver DrillCut-X® II N 40 7120 55 10.000*

Modalità fresa per seni nasali rotante


Modalità operativa: in collegamento con manipolo:
regime max. di r. (min-1): manipolo shaver DrillCut-X® II 40 7120 50 12.000
manipolo shaver DrillCut-X® II N 40 7120 55 12.000

Modalità fresa High-Speed rotazione sinistrorsa o destrorsa


Modalità operativa: in collegamento con:
regime max. di r. (min-1): micromotore high-speed 20 7120 33 60.000/100.000

Modalità fresa rotazione sinistrorsa o destrorsa


Modalità operativa: in collegamento con:
regime max. di r. (min-1): micromotore
e cavo di connessione [ 20 7111 73]
20 7110 33 40.000/80.000

Modalità microsega in collegamento con:


regime max. di r. (min-1): micromotore
e cavo di connessione [ 20 7111 73]
20 7110 33 15.000/20.000

Modalità manipolo intranasale in collegamento con:


regime max. di r. (min-1): micromotore
e cavo di connessione [ 20 7111 73]
20 7110 33 60.000

Modalità dermatomo in collegamento con:


regime max. di r. (min-1): micromotore
e cavo di connessione [ 20 7111 73]
20 7110 33  8.000

Tensione d’esercizio: 100 – 240 VAC, 50/60 Hz

Dimensioni: 300 x 165 x 265 mm


(l x h x p)

Due attacchi per collegamento parallelo di due motori

Pompa di irrigazione integrata:


Flusso: regolabile in 9 livelli

* Si consiglia un regime di rotazione di circa 4.000 giri/min., perché il rapporto


tra potenza e aspirazione in questo caso risulta essere il più efficace.

UNIDRIVE® S III ENT SCB UNIDRIVE® S III ECO

Touch screen: 6,4" / 300 cd/m2

Peso: 5,2 kg 4,7 kg

Certificazione: CEI 601-1, marchio CE sec. DDM CEI 60601-1

Lingue: inglese, francese, tedesco, Codici numerici


spagnolo, italiano, portoghese, 
greco, turco, polacco, russo
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 59

Sistemi motore
Caratteristiche particolari del micromotore EC II ad alto rendimento
e del micromotore High-Speed

Caratteristiche particolari del micromotore EC II ad alto rendimento:


## Micromotore EC II ad alto rendimento con ## Inserto versatile grazie all’aggancio INTRA
autoraffreddamento e brushless ## Coppia motrice massima 4 Ncm
## Misure minime ## Velocità di rotazione impostabile in modo
## Autoclavabile continuo fino a 40.000 giri/min.
## Possibilità di lavaggio meccanico ## Velocità di rotazione possibile fino a 80.000
## Cavo di collegamento asportabile giri/min. con manipolo appropriato

20 7110 33

20 7110 33 Micromotore EC II ad alto rendimento, per impiego


con UNIDRIVE® II/UNIDRIVE® ENT/OMFS/NEURO/ECO
e cavo di connessione 20 7110 73 oppure per impiego
con UNIDRIVE® S III ENT/ECO/NEURO e cavo di
connessione 20 7111 73

20 7111 73 Cavo di connessione, per collegare il micromotore EC II


ad alto rendimento 20 7110 33 alle unità di comando
UNIDRIVE® S III ENT/ECO/NEURO

Caratteristiche particolari del micromotore High-Speed:


## Micromotore High-Speed brushless ## Coppia motrice massima 6 Ncm
## Misure minime ## Velocità di rotazione impostabile in modo
## Autoclavabile continuo fino a 60.000 giri/min.
## Possibilità di lavaggio meccanico ## Velocità di rotazione possibile fino a
100.000 giri/min. con manipolo appropriato

20 7120 33

20 7120 33 
Micromotore High-Speed, regime max. 60.000 giri/min.,
incluso cavo di connessione, per impiego con
UNIDRIVE® S III ENT/NEURO
60 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

UNIDRIVE® S III ENT SCB


UNIDRIVE® S III ECO
Composizioni di set standard consigliate

UNIDRIVE® S III ENT SCB UNIDRIVE® S III ECO

40 7016 20-1 40 7014 20

40 7016 01-1 
UNIDRIVE® S III ENT SCB, unità di controllo motore con display a colori,
comando touch screen, due uscite motore, pompa di irrigazione e modulo
SCB integrati, tensione d’esercizio 100 – 240 VAC, 50/60 Hz
incluso:
Cavo di rete
Barra di irrigazione
Interruttore a doppio pedale, due livelli, con funzione proporzionale
Set di tubi in silicone, per irrigazione, sterilizzabili
Set di clips, per impiego con set di tubi in silicone 20 7116 40
Cavo di connessione SCB, lunghezza 100 cm
Set di tubi monouso*, sterili, confezione da 3 pezzi

40 7014 01
UNIDRIVE® S III ECO, unità di controllo motore a due uscite e pompa
di irrigazione integrata, tensione d’esercizio 100 – 240 VAC, 50/60 Hz
incluso:
Cavo di rete
Interruttore a doppio pedale, due livelli, con funzione proporzionale
Set di tubi in silicone, per irrigazione, sterilizzabili
Set di clips, per impiego con set di tubi in silicone 20 7116 40
Set di tubi monouso*, sterili, confezione da 3 pezzi

Dati tecnici:
Touch screen UNIDRIVE® S III ENT SCB: 6,4"/300 cd/m2 Dimensioni (l x h x p) 300 x 165 x 265 mm
Flusso 9 livelli Peso 5,2 kg
Tensione d’esercizio 100–240 VAC, 50/60 Hz Certificazione CEI 601-1, marchio CE sec. DDM

*
mtp medical technical promotion gmbh,
Take-Off GewerbePark 46, D-78579 Neuhausen ob Eck, Germania
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 61

UNIDRIVE® S III ENT SCB


UNIDRIVE® S III ECO
Componenti sistema

Set di tubi in silicone

Interruttore a doppio pedale

20 0166 30

20 7116 40

LATO APPARECCHIO

LATO PAZIENTE

Micromotore High-Speed Micromotore EC II ad alto Manipolo shaver DrillCut-X® II, Manipolo shaver DrillCut-X® II N,
rendimento per impiego con UNIDRIVE® S III con possibilità di adattamento per
ECO/ENT/NEURO navigatore per shaver, per impiego
con UNIDRIVE® S III ECO/ENT/NEURO

20 7110 33
20 7120 33 20 7111 73 40 7120 50 40 7120 55

Manipoli High-Speed Manipoli INTRA


Lama shaver

41201 KN
252660 – 252692 252575 – 252590
Lama shaver, curva
Manipolo intranasale

41302 KN

Fresa per seni nasali


660000

41305 DN
62 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Accessori opzionali
per UNIDRIVE® S III ENT SCB e UNIDRIVE® S III ECO

Spray universale, 6 flaconi da 500 ml,


280053
– SOSTANZA PERICOLOSA – UN 1950
incluso:
Nebulizzatore

280053 C Nebulizzatore, per la pulizia dei manipoli INTRA,


per impiego con spray universlae 280053 B

031131-10* Set di tubi, per irrigazione, monouso, sterili,


confezione da 10 pezzi

*
mtp medical technical promotion gmbh,
Take-Off GewerbePark 46, D-78579 Neuhausen ob Eck, Germania
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 63

Manipolo shaver DrillCut-X®


Caratteristiche particolari

40 71 ut-X ® II N
40 71 t-X ® II

20 55
20 50
u

DrillC
DrillC
Caratteristiche particolari:

Max. 10.000 giri/min. per lame shaver, max. 12.000 giri/min. per frese per eni nasali l l

Canale di aspirazione retto l l

Canale di irrigazione integrato l l

Motore molto potente, adatto anche per l’asportazione dei materiali più duri l l

Ridotto livello di vibrazioni durante l’uso l l

Completamente immergibile e possibilità di lavaggio meccanico l l

Fissaggio delle lame shaver e delle frese per seni nasali con chiusura rapida l l

Particolarmente leggero l l

Impugnatura ergonomica opzionale, estraibile l l

Possibilità di adattamento per navigatori per shaver – l

40 7120 50

40 7120 50 Manipolo shaver DrillCut-X® II,


per impiego con UNIDRIVE® S III ECO/ENT/NEURO

40 7120 55

40 7120 55 Impugnatura shaver DrillCut-X® II N,


con possibilità di adattamento per navigatore per shaver 40 8001 22,
per impiego con UNIDRIVE® S III ECO/ENT/NEURO
64 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Manipolo shaver DrillCut-X® II

Caratteristiche particolari:
## Motore potente ## Diverse varianti del manipolo,
## Silenzioso grazie all’impugnatura regolabile,
consentono di operare con più facilità
## Ergonomia migliorata
## Preparazione igienicamente perfetta,
## Costruzione leggera
lavabile in lavaferri ed autoclavabile a 134 °C
## Modalità di oscillazione per lame shaver,
## Chiusura attacco rapido consente un rapido
regime max. 10.000 giri/min. cambio degli inserti operativi
## Modalità di rotazione per frese per seni nasali,
## Impiego della consolidata gamma di prodotti
regime max. 12.000 giri/min. DrillCut-X®
## Canale di aspirazione retto ed irrigazione
integrata

40 7120 50

40 7120 50 Manipolo shaver DrillCut-X® II,


per impiego con UNIDRIVE® S III ECO/ENT/NEURO

40 7120 90

40 7120 90 Impugnatura, regolabile, per impiego con DrillCut-X® II


40 7120 50 e DrillCut-X® II N 40 7120 55

Accessori opzionali:

41250 RA

41250 RA Adattatore di pulizia, LUER-Lock,


per pulizia dei manipoli shaver DrillCut-X®
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 65

Manipolo shaver DrillCut-X® II N

Caratteristiche particolari:
## Motore potente ## Preparazione igienicamente perfetta,
## Silenzioso lavabile in lavaferri ed autoclavabile a 134 °C
## Ergonomia migliorata ## Chiusura attacco rapido consente un rapido
cambio degli inserti operativi
## Costruzione leggera
## Impiego della consolidata gamma di prodotti
## Modalità di oscillazione per lame shaver,
DrillCut-X®
regime max. 10.000 giri/min.
## Possibilità di adattamento per navigatore
## Modalità di rotazione per frese per seni nasali,
per shaver 40 8001 22
regime max. 12.000 giri/min.
## Consente la navigazione di uno shaver in
## Canale di aspirazione retto ed irrigazione
combinazione con NPU 40 8000 01
integrata
## Diverse varianti del manipolo,
grazie all’impugnatura regolabile,
consentono di operare con più facilità

40 7120 55

40 7120 55 Impugnatura shaver DrillCut-X® II N,


con possibilità di adattamento per navigatore per shaver 40 8001 22,
per impiego con UNIDRIVE® S III ECO/ENT/NEURO

40 7120 90

40 7120 90 Impugnatura, regolabile, per impiego con DrillCut-X® II


40 7120 50 e DrillCut-X® II N 40 7120 55

Accessori opzionali:

41250 RA

41250 RA Adattatore di pulizia, LUER-Lock,


per pulizia dei manipoli shaver DrillCut-X®
66 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Impugnatura per manipolo shaver DrillCut-X® II


per impiego con DrillCut-X® II 40 7120 50 e DrillCut-X® II N 40 7120 55

Caratteristiche particolari:
## Costruzione ergonomica ## Collegamento variabile all’impugnatura
## Costruzione particolarmente leggera DrillCut-X® II e al manipolo shaver DrillCut-X® II N
## Semplice maneggio dell’impugnatura ## Fissaggio con chiusura a vite
posizionabile in modo individuale ## Preparazione igienicamente perfetta,
lavabile in lavaferri ed autoclavabile a 134 °C

40 7120 90

40 7120 90 Impugnatura, regolabile, per impiego con DrillCut-X® II


40 7120 50 e DrillCut-X® II N 40 7120 55
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 67

Lame shaver, rette


per chirurgia dei seni paranasali e della base cranica

Per impiego con DrillCut-X® II e DrillCut-X® II N

41201 GN

Lame shaver, rette, sterilizzabili


per impiego con
Lama shaver
Visione dettagliata 40 7120 50 Manipolo DrillCut-X® II lunghezza 12 cm
40 7120 55 Manipolo DrillCut-X® II N

profilo di taglio dentato,


41201 KN Ø 4 mm,
codice colore: blu-rosso

profilo di taglio dentato doppio,


41201 KK Ø4 mm,
codice colore: blu-giallo

profilo di taglio concavo,


41201 GN finestra di taglio ovale, Ø 4 mm,
codice colore: blu-verde

profilo di taglio concavo,


41201 LN finestra di taglio obliqua, Ø 4 mm,
codice colore: blu-nero

profilo di taglio retto,


41201 SN Ø 4 mm,
codice colore: blu-blu

profilo di taglio dentato,


41201 KSA Ø 3 mm,
codice colore: blu-rosso

profilo di taglio dentato doppio,


41201 KKSA Ø 3 mm,
codice colore: blu-giallo

profilo di taglio dentato doppio,


41201 KKSB Ø 2 mm,
codice colore: blu-giallo

profilo di taglio concavo,


41201 LSA finestra di taglio obliqua, Ø 3 mm,
codice colore: blu-nero

Accessori opzionali:
41200 RA Adattatore di pulizia, LUER-Lock, per la pulizia interna
ed esterna delle lame shaver riutilizzabili 412xx
68 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Lame shaver, curve


per chirurgia dei seni paranasali e della base cranica

Per impiego con DrillCut-X® II e DrillCut-X® II N

41204 KKB

Lame shaver, angolate 35°/40°, sterilizzabili


per impiego con
Lama shaver
Visione dettagliata 40 7120 50 Manipolo DrillCut-X® II lunghezza 12 cm
40 7120 55 Manipolo DrillCut-X® II N

angolata 35°,
profilo di taglio dentato retrogrado,
41202 KN
Ø 4 mm,
codice colore: blu-rosso

angolata 40°,
profilo di taglio dentato
41204 KKF
doppio anterogrado, Ø 4 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 40°,
profilo di taglio dentato
41204 KKB
doppio retrogrado, Ø 4 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 40°,
profilo di taglio dentato
41204 KKFA
doppio anterogrado, Ø 3 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 40°,
profilo di taglio dentato
41204 KKBA
doppio retrogrado, Ø 3 mm,
codice colore: blu-giallo

Accessori opzionali:
41200 RA Adattatore di pulizia, LUER-Lock, per la pulizia interna
ed esterna delle lame shaver riutilizzabili 412xx
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 69

Lame shaver, curve


per chirurgia dei seni paranasali e della base cranica

Per impiego con DrillCut-X® II e DrillCut-X® II N

41203 KKF

Lame shaver, angolate 65°, sterilizzabili


per impiego con
Lama shaver
Visione dettagliata 40 7120 50 Manipolo DrillCut-X® II lunghezza 12 cm
40 7120 55 Manipolo DrillCut-X® II N

angolata 65°,
profilo di taglio dentato anterogrado,
41203 KNF
Ø 4 mm,
codice colore: blu-rosso

angolata 65°,
41203 KNB profilo di taglio dentato retrogrado,
Ø 4 mm,
codice colore: blu-rosso

angolata 65°,
profilo di taglio dentato
41203 KKF
doppio anterogrado, Ø 4 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 65°,
profilo di taglio dentato
41203 KKB
doppio retrogrado, Ø 4 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 65°,
profilo di taglio dentato
41203 KKFA
doppio anterogrado, Ø 3 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 65°,
41203 KKBA profilo di taglio dentato
doppio retrogrado, Ø 3 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 65°,
profilo di taglio dentato
41203 GNF anterogrado concavo,
finestra di taglio ovale, Ø 4 mm,
codice colore: blu-verde

angolata 65°,
profilo di taglio dentato
41203 GNB retrogrado concavo,
finestra di taglio ovale, Ø 4 mm,
codice colore: blu-verde

Accessori opzionali:
41200 RA Adattatore di pulizia, LUER-Lock, per la pulizia interna
ed esterna delle lame shaver riutilizzabili 412xx
70 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Lame shaver, rette


per chirurgia dei seni paranasali e della base cranica

Per impiego con DrillCut-X® II e DrillCut-X® II N

41301 KK

Lame shaver, rette, monouso , sterili, confezione da 5 pezzi


per impiego con
Lama shaver
Visione dettagliata 40 7120 50 Manipolo DrillCut-X® II lunghezza 12 cm
40 7120 55 Manipolo DrillCut-X® II N

profilo di taglio dentato,


41301 KN Ø 4 mm,
codice colore: blu-rosso

profilo di taglio dentato doppio,


41301 KK Ø 4 mm,
codice colore: blu-giallo

profilo di taglio concavo,


41301 GN finestra di taglio ovale, Ø 4 mm,
codice colore: blu-verde

profilo di taglio concavo,


41301 LN finestra di taglio obliqua, Ø 4 mm,
codice colore: blu-nero

profilo di taglio retto,


41301 SN Ø 4 mm,
codice colore: blu-blu

profilo di taglio dentato,


41301 KSA Ø 3 mm,
codice colore: blu-rosso

profilo di taglio dentato doppio,


41301 KKSA Ø 3 mm,
codice colore: blu-giallo

profilo di taglio dentato doppio,


41301 KKSB Ø 2 mm,
codice colore: blu-giallo

profilo di taglio concavo,


41301 LSA finestra di taglio obliqua, Ø 3 mm,
codice colore: blu-nero
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 71

Lame shaver, curve


per chirurgia dei seni paranasali e della base cranica

Per impiego con DrillCut-X® II e DrillCut-X® II N

41302 KN

Lame shaver, angolate 35°/40°, monouso , sterili, confezione da 5 pezzi


per impiego con
Lama shaver
Visione dettagliata 40 7120 50 Manipolo DrillCut-X® II lunghezza 12 cm
40 7120 55 Manipolo DrillCut-X® II N

angolata 35°,
profilo di taglio dentato
41302 KN
retrogrado, Ø 4 mm,
codice colore: blu-rosso

angolata 40°,
profilo di taglio dentato
41304 KKF
doppio anterogrado, Ø 4 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 40°,
profilo di taglio dentato
41304 KKB
doppio retrogrado, Ø 4 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 40°,
profilo di taglio dentato
41304 KKFA
doppio anterogrado, Ø 3 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 40°,
profilo di taglio dentato
41304 KKBA
doppio retrogrado, Ø 3 mm,
codice colore: blu-giallo
72 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Lame shaver, curve


per chirurgia dei seni paranasali e della base cranica

Per impiego con DrillCut-X® II e DrillCut-X® II N

41303 KKB

Lame shaver, angolate 65°, monouso , sterili, confezione da 5 pezzi


per impiego con
Lama shaver
Visione dettagliata 40 7120 50 Manipolo DrillCut-X® II lunghezza 12 cm
40 7120 55 Manipolo DrillCut-X® II N

angolata 65°,
profilo di taglio dentato
41303 KNF
anterogrado, Ø 4 mm,
codice colore: blu-rosso

angolata 65°,
profilo di taglio dentato
41303 KNB retrogrado, Ø 4 mm,
codice colore: blu-rosso

angolata 65°,
profilo di taglio dentato
41303 KKF
doppio anterogrado, Ø 4 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 65°,
profilo di taglio dentato
41303 KKB
doppio retrogrado, Ø 4 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 65°,
profilo di taglio dentato
41303 KKFA
doppio anterogrado, Ø 3 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 65°,
profilo di taglio dentato
41303 KKBA doppio retrogrado, Ø 3 mm,
codice colore: blu-giallo

angolata 65°,
profilo di taglio anterogrado
41303 GNF concavo, finestra di
taglio ovale, Ø 4 mm,
codice colore: blu-verde

angolata 65°,
profilo di taglio retrogrado
41303 GNB concavo, finestra di
taglio ovale, Ø 4 mm,
codice colore: blu-verde
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 73

Frese per seni nasali, curve


per chirurgia dei seni paranasali e della base cranica

Per impiego con DrillCut-X® II e DrillCut-X® II N

41305 RN

Frese per seni nasali, angolate 70°/55°/40°/15°, monouso , sterili, confezione da 5 pezzi
per impiego con
Fresa per seni nasali
Visione dettagliata 40 7120 50 Manipolo DrillCut-X® II lunghezza 12 cm
40 7120 55 Manipolo DrillCut-X® II N

angolata 40°, cilindrica,


fresa Ø 3 mm,
41304 W
camicia Ø 4 mm,
codice colore: rosso-blu

­­angolata 55°, cilindrica,


fresa Ø 3,6 mm,
41303 WN
camicia Ø 4 mm,
codice colore: rosso-blu

angolata 15°, fresa rotonda,


fresa Ø 4 mm,
41305 RN
camicia Ø 4 mm,
codice colore: rosso-nero

angolata 15°, testina diamantata,


fresa Ø 3 mm,
41305 DN
camicia Ø 4 mm,
codice colore: rosso-giallo

angolata 15°, testina diamantata,


fresa Ø 5 mm,
41305 D
camicia Ø 4 mm,
codice colore: rosso-giallo

angolata 40°, testina diamantata,


fresa Ø 5 mm,
41305 DW
camicia Ø 4 mm,
codice colore: rosso-giallo

angolata 70°, testina diamantata,


fresa Ø 3,6 mm,
41303 DT
camicia Ø 4 mm,
codice colore: rosso-giallo
74 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Accessori per shaver

39550 A

39550 A Cestello perforato, per la conservazione sicura


durante la pulizia e la sterilizzazione di accessori per
il sistema shaver per seni paranasali KARL STORZ
per la conservazione di:
– Fino a 7 lame shaver
– Cavo di connessione

Nota bene: Gli strumenti raffigurati non sono inclusi nel cestello perforato.
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 75

Manipoli INTRA
per chirurgia etmoidale e della base cranica

Caratteristiche particolari:
## Innesto e disinnesto fresa senza utilizzo ## Leggero ed ergonomico
di utensili ## Ridotto livello di vibrazioni durante l’uso
## Rotazione destrorsa e sinistrorsa ## Ridotta manutenzione
## Regime massimo di rotazione fino ## Possibilità di lavaggio meccanico
a 40.000 oppure 80.000 giri/min.
## Impugnatura sicura
## Ugello di irrigazione staccabile

252571 Manipolo INTRA, angolato, lunghezza 15 cm,


trasmissione 1:1 (40.000 giri/min.),
252571 per impiego con micromotore ad alto rendimento
KARL STORZ EC II e frese a stelo liscio
252574 Idem, trasmissione 1:2 (80.000 giri/min.)
252574 Manipolo INTRA, retto, lunghezza 13 cm,
252591 
trasmissione 1:1 (40.000 giri/min.),
per impiego con micromotore ad alto rendimento
KARL STORZ EC II e frese a stelo liscio
252591

9,5 cm

649600 – 649770 G
Visione Diamantata a
Misura Ø mm Standard Diamantata
dettagliata grana grossa
014 1,4 649614 649714 –

018 1,8 649618 649718 –

023 2,3 649623 649723 649723 G

027 2,7 649627 649727 649727 G

031 3,1 649631 649731 649731 G

035 3,5 649635 649735 649735 G

040 4 649640 649740 649740 G

045 4,5 649645 649745 649745 G

050 5 649650 649750 649750 G

060 6 649660 649760 649760 G

070 7 649670 649770 649770 G

649600 Fresa standard a rosetta, con stelo liscio, in acciaio inossidabile,


misura 014 – 070, lunghezza 9,5 cm, set da 11 pezzi
649700 Fresa diamantata, con stelo liscio, in acciaio inossidabile,
misura 014 – 070, lunghezza 9,5 cm, set da 11 pezzi
649700 G Fresa diamantata, supercut a grana grossa, in acciaio inossidabile,
per fresature e levigature delicate in aree critiche, a basso indice di
surriscaldamento, misure 023 – 070, lunghezza 9,5 cm, set da 9 pezzi
codice colore: oro
280033 Supporto, per 36 frese con stelo liscio ed una lunghezza di 9,5 cm,
apribile, sterilizzabile, misura 22 x 14 x 2 cm
76 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Manipoli INTRA
per chirurgia etmoidale e della base cranica

Caratteristiche particolari:
## Innesto e disinnesto fresa senza utilizzo ## Leggero ed ergonomico
di utensili ## Ridotto livello di vibrazioni durante l’uso
## Rotazione destrorsa e sinistrorsa ## Ridotta manutenzione
## Regime massimo di rotazione fino ## Possibilità di lavaggio meccanico
a 40.000 oppure 80.000 giri/min.
## Impugnatura sicura
## Ugello di irrigazione staccabile

252572 Manipolo INTRA, angolato, lunghezza 18 cm,


trasmissione 1:1 (40.000 giri/min.),
252572 per impiego con micromotore ad alto rendimento
KARL STORZ EC II e frese a stelo liscio
252575 Idem, trasmissione 1:2 (80.000 giri/min.)
252575 252592 Manipolo INTRA, retto, lunghezza 17 cm,
trasmissione 1:1 (40.000 giri/min.),
per impiego con micromotore ad alto rendimento
252592 KARL STORZ EC II e frese a stelo liscio

12,5 cm

649600 L – 649770 GL
Diamantata a
Standard Diamantata
Visione grana grossa
Misura Ø mm
dettagliata
sterilizzabile sterilizzabile sterilizzabile

014 1,4 649614 L 649714 L –

018 1,8 649618 L 649718 L –


023 2,3 649623 L 649723 L 649723 GL

027 2,7 649627 L 649727 L 649727 GL

031 3,1 649631 L 649731 L 649731 GL

035 3,5 649635 L 649735 L 649735 GL

040 4 649640 L 649740 L 649740 GL

045 4,5 649645 L 649745 L 649745 GL

050 5 649650 L 649750 L 649750 GL

060 6 649660 L 649760 L 649760 GL

070 7 649670 L 649770 L 649770 GL

649600 L Fresa standard, con stelo liscio, in acciaio inossidabile,


misure 014 – 070, lunghezza 12,5 cm, set da 11 pezzi
649700 L Fresa diamantata, con stelo liscio, in acciaio inossidabile,
misure 014 – 070, lunghezza 12,5 cm, set da 11 pezzi
649700 GL Fresa diamantata a grana grossa, con stelo liscio, in acciaio inossidabile,
per fresature e levigature delicate in aree critiche, a basso indice di
surriscaldamento, misure 023 – 070, lunghezza 12,5 cm, set da 9 pezzi
codice colore: oro
280034 Supporto, per 36 frese con stelo liscio ed una lunghezza di 12,5 cm,
apribile, sterilizzabile, misura 22 x 17 x 2 cm
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 77

Accessori per frese

280033
280034

280043

280033 Supporto, per 36 frese con stelo liscio ed una lunghezza


di 9,5 cm, apribile, sterilizzabile, misura 22 x 14 x 2 cm
280034 Supporto, per 36 frese con stelo liscio ed una lunghezza
di 12,5 cm, apribile, sterilizzabile, misura 22 x 17 x 2 cm

i 280043 Supporto, modello piatto, per 21 frese a stelo liscio


ed una lunghezza di 7 cm (6 pezzi) e 9,5 cm (15 pezzi),
apribile, sterilizzabile, misura 17,5 x 11,5 x 1,2 cm

Nota bene: Gli strumenti raffigurati non sono inclusi nei supporti per frese.
78 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Accessori per frese

39552 B

incluso inserto perforato con suddivisioni

39552 A Cestello perforato, per la conservazione sicura durante la pulizia


e la sterilizzazione di accessori per il sistema frese KARL STORZ,
incluso inserto perforato con suddivisioni, per impiego con
supporto porta frese 280030, senza supporto
per la conservazione di:
– Fino a 6 manipoli
– Cavo di connessione
– Micromotore EC
– Pezzi di piccole dimensioni
39552 B Cestello perforato, per la conservazione sicura durante la pulizia
e la sterilizzazione di accessori per il sistema frese KARL STORZ,
incluso inserto perforato con suddivisioni, per impiego con
supporto porta frese 280030, con supporto
per la conservazione di:
– Fino a 6 manipoli
– Cavo di connessione
– Micromotore EC
– Fino a 36 frese
– Pezzi di piccole dimensioni

Nota bene: Gli strumenti raffigurati non sono inclusi nei cestelli perforati.
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 79

UNIDRIVE® S III ENT SCB


Manipoli High-Speed, angolati, 100.000 giri/min.

Per impiego con frese High-Speed, Ø stelo 3,17 mm


100.000 giri/min.
e con micromotore High-Speed 20 7120 33
Ø 7,5 mm

20 7120 33

53 mm

7,5 mm 252681

93 mm

7,5 mm 252682

Manipolo High-Speed, medio, angolato, 100.000 giri/min.


252681 
per impiego con micromotore High-Speed 20 7120 33
Manipolo High-Speed, lungo, angolato, 100.000 giri/min.,
252682 
per impiego con micromotore High-Speed 20 7120 33
80 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

UNIDRIVE® S III ENT SCB


Manipoli High-Speed, angolati, 60.000 giri/min.

Per impiego con frese High-Speed, Ø stelo Ø 2,35 mm


60.000 giri/min.
e con micromotore High-Speed 20 7120 33
Ø 5,5 mm

20 7120 33

51 mm

5,5 mm
252661

71 mm

5,5 mm
252662

91 mm

5,5 mm
252663

Manipolo High-Speed, corto, angolato, 60.000 giri/min.,


252661 
per impiego con micromotore High-Speed 20 7120 33
Manipolo High-Speed, medio, angolato, 60.000 giri/min.,
252662 
per impiego con micromotore High-Speed 20 7120 33
Manipolo High-Speed, lungo, angolato, 60.000 giri/min.,
252663 
per impiego con micromotore High-Speed 20 7120 33
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 81

UNIDRIVE® S III ENT SCB


Manipoli High-Speed, retti, 60.000 giri/min.

Per impiego con frese High-Speed, Ø stelo 2,35 mm


60.000 giri/min.
e con micromotore High-Speed 20 7120 33
Ø 5,5 mm

20 7120 33

51 mm

5,5 mm
252691

71 mm

5,5 mm
252692

Manipolo High-Speed, corto, retto, 60.000 giri/min.,


252691 
per impiego con micromotore High-Speed 20 7120 33
Manipolo High-Speed, medio, retto, 60.000 giri/min.,
252692 
per impiego con micromotore High-Speed 20 7120 33
82 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

UNIDRIVE® S III ENT SCB


Manipoli High-Speed, malleabili, sottili, angolati, 60.000 giri/min.

Per impiego con frese High-Speed, Ø stelo 1 mm


60.000 giri/min.
e con micromotore High-Speed 20 7120 33
Ø 4,7 mm

La camicia dei manipoli è malleabile e l’operatore può


darle una forma fino a 20° a seconda delle sue esigenze.

malleabile

20 7120 33

108 mm

4,7 mm 252671

128 mm

252672
4,7 mm

Manipolo High-Speed, extra lungo, malleabile, sottile, angolato,


252671 
60.000 giri/min., per impiego con micromotore High-Speed 20 7120 33
Manipolo High-Speed, extra lungo, malleabile, sottile, angolato,
252672 
60.000 giri/min., per impiego con micromotore High-Speed 20 7120 33
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 83

UNIDRIVE® S III ENT SCB


Manipoli standard High-Speed, frese diamantate High-Speed

Per impiego con manipoli High-Speed, 100.000 giri/min.


100.000 giri/min.
Ø 7,5 mm

252681 252682

Frese standard High-Speed, 100.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm medie lunghe

1 350110 M –

2 350120 M 350120 L

3 350130 M 350130 L

4 350140 M 350140 L

5 350150 M 350150 L

6 350160 M 350160 L

7 350170 M 350170 L

Frese diamantate High-Speed, 100.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm medie lunghe

1 350210 M –

2 350220 M 350220 L

3 350230 M 350230 L

4 350240 M 350240 L

5 350250 M 350250 L

6 350260 M 350260 L

7 350270 M 350270 L
84 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

UNIDRIVE® S III ENT SCB


Frese diamantate High-Speed, frese High-Speed Acorn,
frese cilindriche High-Speed e frese Neuro High-Speed

Per impiego con manipoli High-Speed, 100.000 giri/min.


100.000 giri/min.
Ø 7,5 mm

252681 252682

Frese diamantate High-Speed, grosse, 100.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm medie lunghe

3 350330 M 350330 L

4 350340 M 350340 L

5 350350 M 350350 L

6 350360 M 350360 L

7 350370 M 350370 L

Frese High-Speed Acorn, 100.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm medie

7,5 350675 M

9 350690 M

Frese cilindriche High-Speed, 100.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm medie

6 350960 M

9,1 350991 M

Frese Neuro High-Speed, 100.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm medie lunghe

1,8 350718 M 350718 L

3 350730 M 350730 L
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 85

UNIDRIVE® S III ENT SCB


Frese standard High-Speed e frese diamantate High-Speed

Per impiego con manipoli High-Speed, 60.000 giri/min.


60.000 giri/min.
Ø 5,5 mm

252661 252662 252663

252691 252692

Frese standard High-Speed, 60.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm corte medie lunghe

1 330110 S 330110 M –

2 330120 S 330120 M 330120 L

3 330130 S 330130 M 330130 L

4 330140 S 330140 M 330140 L

5 330150 S 330150 M 330150 L

6 330160 S 330160 M 330160 L

7 330170 S 330170 M 330170 L

Frese diamantate High-Speed, 60.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm corte medie lunghe

0,6 330206 S – –

1 330210 S 330210 M –

1,5 330215 S – –

2 330220 S 330220 M 330220 L

3 330230 S 330230 M 330230 L

4 330240 S 330240 M 330240 L

5 330250 S 330250 M 330250 L

6 330260 S 330260 M 330260 L

7 330270 S 330270 M 330270 L


86 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

UNIDRIVE® S III ENT SCB


Frese diamantate High-Speed, frese cilindriche High-Speed,
frese High-Speed sec. LINDEMANN

60.000 giri/min.
Per impiego con manipoli High-Speed, 60.000 giri/min. Ø 5,5 mm

252661 252662 252663

252691 252692

Frese diamantate High-Speed, grosse, 60.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm corte medie lunghe

3 330330 S 330330 M 330330 L

4 330340 S 330340 M 330340 L

5 330350 S 330350 M 330350 L

6 330360 S 330360 M 330360 L

7 330370 S 330370 M 330370 L

Frese cilindriche High-Speed, 60.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm corte

4 330440 S

6 330460 S

Frese High-Speed sec. LINDEMANN, 60.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Misura in mm
corte
(Ø x lunghezza)

Ø 2,1/11 330511 S

Ø 2,3/26 330526 S
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 87

UNIDRIVE® S III ENT SCB


Frese diamantate High-Speed

Per impiego con manipoli High-Speed, 60.000 giri/min.


60.000 giri/min.
Ø 4,7 mm

252671 252672

Frese diamantate High-Speed, 60.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm molto lunghe extra lunghe

2 320220 EL 320220 SL

3 320230 EL 320230 SL

4 320240 EL 320240 SL

Frese diamantate High-Speed, grosse, 60.000 giri/min., monouso ,


sterili, confezione da 5 pezzi

Ø mm molto lunghe extra lunghe

2 320320 EL 320320 SL

3 320330 EL 320330 SL

4 320340 EL 320340 SL
88 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Sistema telecamera IMAGE1 S i


Economico e a prova di futuro
## Concetto modulare per endoscopia 3D, ## Investimenti a lunga durata
flessibile e rigida e per nuove tecnologie ## Compatibile con tutte le sorgenti luminose
## Compatibilità ascendente e discendente con
videoendoscopi e testine FULL HD

Design innovativo
## Dashboard: compendio con guida menu intuitiva ## Side by side view: rappresentazione parallela di
## Menu live: user-friendly e ad impostazione immagine standard e in modalità visualizzazione
individuale ## Comando sorgenti multiple: IMAGE1 S consente
## Simboli intelligenti: la rappresentazione grafica di rappresentare, di elaborare e di documentare
cambia, impostando unità collegate o il sistema contemporaneamente le informazioni di due fonti
completo di immagini collegate, ad esempio per operazioni
ibride
## Comando automatico delle sorgenti luminose

Dashboard Menu live

Icone intelligenti Side by side view: rappresentazione parallela di immagine standard


e in modalità visualizzazione
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 89

Sistema telecamera IMAGE1 S i


Immagini brillanti
## Immagini endoscopiche estremamente chiare ## Riduzionequasi totale di dissolvenze
e nitide in FULL HD ## Diverse tecnologie IMAGE1 S per o ­ mogeneità
## Resa cromatica molto naturale di illuminazione, aumento del c­ ontrasto e
spostamento delle tonalità

Immagine FULL HD CLARA

Immagine FULL HD CHROMA

Immagine FULL HD SPECTRA A*

Immagine FULL HD SPECTRA B **

* SPECTRA  A : Non in vendita negli Stati Uniti


** SPECTRA  B : Non in vendita negli Stati Uniti
90 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Sistema telecamera IMAGE1 S i

TC 200IT

IMAGE1 S CONNECT, modulo Connect, per l’utilizzazione con un


TC 200IT*
massimo di tre 3 moduli link,risoluzione 1920 x 1080 pixel,
con KARL STORZ SCB e modulo processore di immagini integrato,
tensione d’esercizio 100 – 120 VAC/200 – 240 VAC, 50/60 Hz
incluso:
Cavo di rete, lunghezza 300 cm
Cavo di connessione DVI-D, lunghezza 300 cm
Cavo di connessione SCB, lunghezza 100 cm
Chiave USB, 32 GB, tastiera in silicone USB, con touch pad, IT
* Disponibile anche nelle seguenti lingue: DE, EN, ES, FR, PT, RU

Dati tecnici:
Uscite video HD - 2x DVI-D Tensione di rete 100 – 120 VAC/200 – 240 VAC
- 1x 3G-SDI Frequenza di rete 50/60 Hz
Formato uscite segnali 1920 x 1080p, 50/60 Hz Classe di protezione I, CF, defibrillatore
LINK entrate video 3x Dimensioni l x h x p 305 x 54 x 320 mm
Interfaccia USB 4x USB, (2x anteriore, 2x posteriore) Peso 2,1 kg
Interfaccia SCB 2x Mini DIN a 6 poli

Per impiego con IMAGE1 S


IMAGE1 S CONNECT modulo TC 200IT

TC 300

IMAGE1 S H3-LINK, modulo Link,


TC 300
per impiego con testine IMAGE1 a tre chip FULL HD,
tensione d’esercizio 100 – 120 VAC/200 – 240 VAC, 50/60 Hz,
per impiego con IMAGE1 S CONNECT TC 200IT
incluso:
Cavo di rete, lunghezza 300 cm
Cavo link, lunghezza 20 cm

Dati tecnici:
Sistema telecamera TC 300 (H3-Link)
Testine/videoendoscopi supportati TH 100, TH 101, TH 102, TH 103, TH 104, TH 106
(completamente adatto per IMAGE1 S)
22 2200 55-3, 22 2200 56-3, 22 2200 53-3, 22 2200 60-3, 22 2200 61-3,
22 2200 54-3, 22 2200 85-3
(compatibile senza tecnologie IMAGE1 S CLARA, CHROMA e SPECTRA*)
LINK uscite video 1x
Tensione di rete 100 – 120 VAC/200 – 240 VAC
Frequenza di rete 50/60 Hz
Classe di protezione I, CF, debrillatore
Dimensioni l x h x p 305 x 54 x 320 mm
Peso 1,86 kg

* SPECTRA  A : Non in vendita negli Stati Uniti


** SPECTRA  B : Non in vendita negli Stati Uniti
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 91

Testine IMAGE1 S i
Per impiego con sistema telecamera IMAGE1 S
modulo IMAGE1 S CONNECT TC 200IT, modulo IMAGE1 S H3-LINK TC 300
e con tutte le unità di controllo telecamera IMAGE 1 HUB™ HD

Testina a tre chip FULL HD IMAGE1 S H3-Z,


TH 100 
50/60 Hz, compatibile IMAGE1 S, scansione progressiva,
immergibile, sterilizzabile a gas, sterilizzabile al plasma,
con zoom parfocale integrato, distanza focale f = 15 ­– 31 mm (2x),
2 pulsanti della testina liberamente programmabili, per impiego
TH 100 con IMAGE1 S e IMAGE 1 HUB™ HD/HD

Dati tecnici:
Testine FULL HD IMAGE1 IMAGE1 S H3-Z
Codice articolo TH 100
Sensore d’immagine 3x 1/3" CCD
Dimensioni (la x h x lu) 39 x 49 x 114 mm
Peso 270 g
Interfaccia ottica Obiettivo zoom parfocale integrato,
f = 15 – 31 mm (2x)
Sensibilità minima F 1,4/1,17 lux
Meccanismo di presa Adattatore oculare standard
Cavo Collegamento fisso
Lunghezza del cavo 300 cm

Testina a tre chip FULL-HD IMAGE1 S H3-ZA,


TH 104 
50/60 Hz, compatibile IMAGE1 S, autoclavabile,
scansione progressiva, immergibile, sterilizzabile a gas,
sterilizzabile al plasma, con obiettivo con zoom parfocale
integrato, distanza focale f = 15 ­– 31 mm (2x),
TH 104 2 pulsanti della testina liberamente programmabili,
per impiego con IMAGE1 S e IMAGE 1 HUB™ HD/HD

Dati tecnici:
Testine FULL HD IMAGE1 IMAGE1 S H3-ZA
Codice articolo TH 104
Sensore d’immagine 3x chip 1/3" CCD
Dimensioni (la x h x lu) 39 x 49 x 100 mm
Peso 299 g
Interfaccia ottica Obiettivo zoom parfocale integrato,
f = 15 – 31 mm
Sensibilità minima F 1,4/1,17 lux
Meccanismo di presa Adattatore oculare standard
Cavo Collegamento fisso
Lunghezza del cavo 300 cm
92 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Monitor
9619 NB Monitor HD da 19",
sistemi a colori PAL/NTSC,
risoluzione max. dello schermo 1280 x 1024,
formato immagine 4:3,
tensione d’esercizio 100 – 240 VAC, 50/60 Hz,
montaggio a parete con adattamento VESA 100
incluso:
Alimentatore esterno 24 VDC
Cavo di rete
9619 NB

9826 NB Monitor FULL HD da 26",


montaggio a parete con adattatore VESA 100,
sistemi a colori PAL/NTSC,
risoluzione max. dello schermo 1920 x 1080,
formato immagine 16:9,
tensione d’esercizio 100 – 240 VAC, 50/60 Hz
incluso:
Alimentatore esterno 24 VDC
Cavo di rete

9826 NB
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 93

Monitor

Monitor KARL STORZ HD e FULL HD 19" 26"


Montaggio a parete con adattatore VESA 100 9619 NB 9826 NB
Entrate:
DVI-D l l
Fibra ottica – –
3G-SDI – l
RGBS (VGA) l l
S-Video l l
Composite/FBAS l l
Uscite:
DVI-D l l
S-Video l –
Composite/FBAS l l
RGBS (VGA) l –
3G-SDI – l
Formati disponibili:
4:3 l l
5:4 l l
16:9 l l
Immagine nell’immagine l l
Compatibile PAL/NTSC l l

Accessori opzionali:
9826 SF Base di appoggio, adatta per monitor 9826 NB
9626 SF Base di appoggio, adatta per monitor 9619 NB

Dati tecnici:
Monitor KARL STORZ HD e FULL HD 19" 26"
Desktop base di appoggio opzionale opzionale
Codice articolo 9619 NB 9826 NB
Luminosità 200 cd/m2 (tipo) 500 cd/m2 (tipo)
Angolo di osservazione max. 178° verticale 178° verticale
Distanza pixel 0,29 mm 0,3 mm
Tempo di reazione 5 ms 8 ms
Rapporto di contrasto 700:1 1400:1
Fissaggio 100 mm VESA 100 mm VESA
Peso 7,6 kg 7,7 kg
Valore nominale 28 W 72 W
Condizioni ambientali di funzionamento 0 – 40°C 5 – 35°C
Conservazione -20 – 60°C -20 – 60°C
Umidità relativa max. 85% max. 85%
Dimensioni, l x h x p 469,5 x 416 x 75,5 mm 643 x 396 x 87 mm
Tensione d’esercizio 100 – 240 VAC 100 – 240 VAC
Certificazione Conforme a EN 60601-1, Conforme a EN 60601-1,
classe di protezione IPX0 ul 60601-1, MDD93/42/EEC,
classe di protezione IPX2
94 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Accessori per documentazione video

495 NL Cavo luce a fibre ottiche,


con attacco diritto,
Ø 3,5 mm, lunghezza 180 cm
495 NA Idem, lunghezza 230 cm

Fonte di luce fredda XENON 300 SCB

20133101-1 Fonte di luce fredda XENON 300 SCB


con pompa antifog incorporata
tensione di esercizio:
100–125 VCA/220–240 VAC, 50/60 Hz
incluso:
Cavo di rete
Cavo di cellegamento SCB, lunghezza 100 cm
20133027 Modulo lampada di ricambio xenon
con dissipatore di calore, 300 watt, 15 volt
20133028 Lampada di ricambio allo xenon,
300 watt, 15 volt

Fonte di lucce fredda XENON NOVA® 300

20 1340 01 Fonte di luce fredda XENON NOVA® 300,


tensione di esercizio:
100–125 VCA/220–240 VAC, 50/60 Hz
incluso:
Cavo di rete
20 1330 28 Lampada di ricambio allo xenon,
300 watt, 15 volt
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 95

KARL STORZ AIDA® compact NEO advanced


La documentazione d’eccellenza continua!

Datenerfassung
Raccolta dati
Si possono facilmente riprendere immagini fisse e sequenze video
ed audio sia durante una visita che durante un intervento chirurgico,
semplicemente premendo un tasto sul touch screen,
attivando l’interruttore a pedale o azionando i tasti posti sulla testina.
AIDA compact NEO:
Schermo di ripresa La visualizzazione dei dati sulla parte destra dello schermo in
un’anteprima miniaturizzata permette di accertarne la corretta
registrazione. I dati del paziente possono essere digitati, a scelta,
tramite una tastiera sullo schermo (tastiera on screen) o una tastiera
­tradizionale. Tramite una worklist DICOM o la connessione alla rete
di informazione dell’ospedale (SIO), il sistema permette di riprendere
tutti i dati rilevanti del paziente senza digitarli nello schermo di digitazione
­paziente.
AIDA compact NEO:
Dati pazient
Rielaborazione flessibile,
archiviazione ed esportazione efficiente dei dati
Le immagini fisse e i dati video ripresi in precedenza possono essere
facilmente guardati sullo schermo, rielaborati o cancellati. KARL STORZ
AIDA® compact NEO memorizza efficacemente tutti i dati ripresi su DVD,
CD, chiave USB, unità interna od esterna, nella relativa rete e/o server FTP.
Inoltre vi è la possibilità di memorizzare i dati direttamente nel PACS, nel server
della rete di informazione dell’ospedale tramite l’interfaccia DICOM/HL7.
AIDA compact NEO: I dati, che non è stato possibile archiviare con successo, rimangono in un’area
Schermo di elaborazione locale di memorizzazione intermedia fino alla loro definitiva archiviazione.

Caratteristiche particolari:
## Supporto segnale SD e HD:
– Y/C (S-Video)
– Entrata Composite
– Entrata VI-D
## Funzione di immagine nell’immagine:
sovraimpressione del canale 2 (SD)
nel canale 1 (FULL HD)
## Risoluzione:
– Immagini fisse 1920 x 1080 e SD
– Video 1080p, 720p e SD
## Compreso pacchetto interfaccia (DICOM/H7)
## Software di sicurezza NEO Secure
## Settori di impiego consigliati:
– tutti (carrello o installazione OR1™)

20 0409 13-IT* 
KARL STORZ AIDA® compact NEO advanced
Sistema di documentazione per memorizzazione digitale di immagini fisse,
sequenze video e file audio, tensione d’esercizio 115/230 VAC, 50/60 Hz

* Disponibile anche nelle seguenti lingue:


DE, EN, ES, FR, PT, PL, RU, DK, SE, JP, CN
96 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Carrello mobile

UG 220 Carrello mobile,


largo, alto, su 4 rotelle doppie antistatiche bloccabili,
interruttore generale di rete sulla copertura,
barra centrale con sottodistributori elettrici
incorporati con 12 posti presa, prese equipotenziali,
dimensioni in mm (l x h x p):
carrello mobile: 830 x 1474 x 730,
ripiano: 630 x 25 x 510,
diametro rotelle: 150 mm
incluso:
Modulo fondo per carrelli mobili, largo
Copertura per carrelli mobili, larga
Barra laterale per carrelli mobili, alta
3x Ripiano, largo
Gruppo di cassetti con serratura, larga
2x Guida, lunga
Porta-telecamera

UG 220

UG 540 Braccio orientabile del monitor,


regolabile in altezza e sul lato,
posizionabile a sinistra e a destra,
range di estensione 180°, raggio 780 mm,
dal centro 1170 mm,
portata max. 15 kg,
con fissaggio per monitor VESA 75/100
per impiego con carrelli mobili UG xxx

UG 540
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 97

Accessori consigliati con Carrello mobile

UG 310 Trasformatore di separazione,


200 – 240 V, 2000 VA, con presa speciale tripla,
interruttore automatico, 3 prese equipotenziali,
dimensioni in mm (l x h x p): 330 x 90 x 495 mm
per impiego con carrelli mobili UG xxx

UG 310

UG 410 Misuratore di isolamento,


200 V – 240 V, per montaggio sui carrelli mobili,
dimensioni elemento di regolazione in mm
(l x h x p): 44 x 80 x 29,
per impiego con trasformatore di separazione UG 310

UG 410

UG 510 Braccio autostatico per monitor,


regolabile in altezza ed inclinabile ai lati,
montaggio laterale possibile a sinistra o a destra,
range di estensione ca. 320°,
raggio 530 mm, portata max. 15 kg,
con supporto per monitor VESA 75/100,
per impiego con carrelli mobili UG xxx

UG 510
98 La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale

Accessori per contenitori sterili


Tray da inserire nei contenitori sterili

39731 AB

39731 AC

39731 AD

39731 A Tray sec. STAMMBERGER-FESS,


in alluminio, per sterilizzazione e conservazione,
dimensioni esterne (l x p x h): 525 x 248 x 202 mm
incluso:
Tray 1, per sistemi ottici
Tray 2, per strumenti
Tray 3, rastrelliera per pinze
La dissezione anatomica endoscopica del distretto rino-sinusale 99

Cestelli perforati per pulizia, sterilizzazione e conservazione


di strumenti e accessori per motore

39552 A Cestello perforato, per lo stoccaggio


sicuro durante la pulizia e la
sterilizzazione di accessori per il
sistema frese KARL STORZ, incluso
inserto perforato per pezzi di piccole
dimensioni, per impiego con supporto
porta frese 280030, senza supporto
per lo stoccaggio di:
– Fino a 6 manipoli
– Cavo di connessione
– Micromotore EC
– Pezzi di piccole dimensioni
39552 A

39550 A Cestello perforato, per lo stoccaggio


sicuro durante la pulizia e la
sterilizzazione di accessori per il
sistema shaver per seni paranasali
KARL STORZ
per stoccaggio di:
– Fino a 7 lame shaver
39550 A – Manipolo shaver per seni paranasali
– Cavo di connessione

Potrebbero piacerti anche