Sei sulla pagina 1di 20

Finti rom che votano Pisapia, finti sopralluoghi per la

moschea di Pisapia. Che dice basta e va in procura y(7HC0D7*KSTKKQ( +=!"!\!$!,


www.ilfattoquotidiano.it

Mercoledì 25 maggio 2011 – Anno 3 – n° 123 € 9,90 DVD + € 1,20 – Arretrati: € 2,00
Redazione: via Valadier n° 42 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

RIVOLTA FINCANTIERI Ministeriale


un par di palle
di Marco Travaglio

QUI SCOPPIA TUTTO


Mentre il governo scippa agli italiani il referendum
C
he cos’è il reato ministeriale? La legge e la
Costituzione parlano chiaro: è il reato
commesso da un membro del governo
nell’esercizio delle sue funzioni. Ma, da
quando c’è B., il concetto s’è allargato a tutti i reati
commessi dai membri del governo, punto. Il perché
è noto: il reato ministeriale è competenza del
sul nucleare e B. rincorre le risse nel Pdl e i deliri di Bossi, Tribunale dei ministri, che può processarne l’autore
solo se autorizzato dal Parlamento (cioè mai). Da
da Genova a Castellammare licenziati 2551 lavoratori qualche anno le Camere abusano del proprio potere
e si arrogano il diritto di decidere al posto dei giudici
se un reato è ministeriale o meno. L’hanno fatto per
salvare Matteoli dal processo a Livorno per
Buttare via il lavoro Scontri e tensione, la rabbia degli operai. La Corte dei Conti
al governo: ci vorrà una manovra da 46 miliardi. Ma Tremonti
favoreggiamento all’ex prefetto (l’avrebbe avvertito
delle intercettazioni a suo carico); per salvare
fa finta di nulla e attacca l’Istat sui dati della crisi pag. 2 - 3 z Mastella dal processo a Napoli per concussione,
di Furio Colombo corruzione e altri reati; per salvare Castelli
dc dall’accusa di aver diffamato Diliberto accusandolo
rriva il manager a Sestri Ponente, nel in tv di “mandare la gente in giro a sprangare”; e

A mondo di Fincantieri e accerta che la


produzione di navi, specialità della va-
sta impresa nazionale italiana, ha avuto
una forte caduta della domanda nel mondo.
Un mondo ancora in piena crisi finanziaria or-
infine per salvare B. dal processo dinanzi al Tribunale
di Milano che si permette di processarlo per
concussione alla Questura di Milano (la famosa
telefonata per Ruby nipote di Mubarak). Ora la
Cassazione, V sezione penale, con un’ordinanza
depositata il 13 maggio sul caso Castelli-Diliberto,
dina meno navi. Il manager, debitamente do- ribadisce che, per far scattare il reato ministeriale,
tato di master, esperienza, cultura del fare e non basta che l’autore sia un ministro (o il premier):
adeguata remunerazione per talento e saggez- “Costituisce orientamento consolidato nella
za, vede subito il percorso giusto: tagliare tut- giurisprudenza di questa Corte, tanto da costituire
to. Due cantieri, quelli più importanti, li chiu- diritto vivente, quello secondo cui... gli elementi che
diamo, uno lo dimezziamo, licenziamo il per- caratterizzano la categoria dei ‘reati ministeriali’ sono
sonale più esperto del mondo e, più o meno, la particolare configurazione giuridica soggettiva
lasciamo perdere con dell’autore del reato... e il rapporto di connessione
fra la condotta integratrice dell’illecito e le funzioni
questa storia delle navi.
esercitate dal ministro, rapporto che sussiste tutte le
Non vedete che il pro- volte in cui l’atto o la condotta siano comunque
dotto, con tutta la fama riferibili alla competenza funzionale del soggetto...
delle navi italiane, non Quindi sono esclusi quei reati in cui sia ravvisabile un
tira? La crisi è crisi e il mero rapporto di occasionalità tra la condotta illecita
manager sa come si ri- Un momento degli scontri di ieri fra lavoratori Fincantieri e Polizia davanti alla Questura di Genova (F A ) OTO NSA del ministro e l’esercizio delle funzioni... Solo il
sponde in tempi duri: chiudere e licenziare. rapporto oggettivo e strumentale con l’esercizio
Se fosse un caso da Scuola di Business, la storia delle funzioni può essere il criterio utilizzabile per
finisce qui, con una bocciatura. Nel caso Sestri CRICCA x Il nuovo elenco dei favori a politici e amici degli amici delimitar la categoria dei reati ministeriali”. Sul caso
Levante e Castellammare di Stabia ci sono due di Castelli, che nel 2004, da ministro della Giustizia,
variabili: i sindacati e il governo. I sindacati si
rivoltano perché non vedono il senso. E infatti
non c’è senso comune in questa decisione di
Materassi, divani e frullatori: insultò Diliberto, il Tribunale di Roma ha commesso
una “violazione di legge” assolvendolo nel 2008 dai
reati di ingiurie e diffamazione perché “non punibile
trattandosi di opinioni espresse per il perseguimento
distruggere tutto come soluzione di una crisi.
Il governo sta occupandosi giorno e notte di
tre gravi problemi: spostare due ministeri a Mi-
lano; impedire che la capitale morale diventi
Anemone, la lista degli scrocconi di un interesse pubblico nell’esercizio della funzione
di governo”. Dare del picchiatore a un collega non
rientra fra “le funzioni proprie del ministro”. Queste
“possono ben consistere nella illustrazione e nella
Zingaropoli con annessa moschea; e bloccare difesa, in una trasmissione televisiva, di una legge e
il Parlamento per votare con la fiducia l’abo- Dal 2001 al 2008 MILANO della linea politica che con essa si intende esprimere,
lizione del referendum popolare sul Nucleare. tutte le spese restano però estranee a tematiche coinvolgenti

Zingaropoli? La volevano
Abbiate pazienza, ma per ora il governo non del costruttore contestazioni personali o attacchi a comportamenti
può venire, benché Fincantieri non sia un’a- che nulla hanno a che vedere con lo svolgimento
zienda privata e la responsabilità dei vari mi- romano per Scajola dell’incarico ministeriale”. Ma ha violato la legge e la

i berluscones
nistri tipo Porta a Porta è immediata e diretta. Bertolaso, Balducci Costituzione anche il Senato quando, nel 2009, ha
dichiarato “improcedibile” il reato di Castelli “in
Insomma, stanno compiendo un delitto im- e soci Lillo pag. 8 z assenza dei presupposti previsti dall’art. 96 della
punito e pubblico e questo Costituzione per l’esercizio di tale prerogativa”:
fatto, credo, più ancora della “Non spetta all’Organo parlamentare la valutazione
perdita del posto, provoca la
rivolta di lavoratori e sindaca- U di Roberta De Monticelli
in ordine alla natura ministeriale del reato, rimessa
invece in modo esclusivo all’Autorità giudiziaria”.
ti. Il manager agisce fuori da Dunque la Cassazione solleva conflitto di
ogni logica, si comporta co- LETTERA A attribuzioni contro il Senato dinanzi alla Consulta,
me se le navi fossero un pro- INVIACELO ENTRO IL 16/06/2011 UNA RAGAZZA perché questa affermi che “il Senato non aveva il
dotto scaduto. Pensate, stia- potere di negare l’autorizzazione a procedere”
mo parlando dell’unico mez-
Inviaci i tuoi testi inediti di poesia, narrativa e saggistica
e i tuoi dati all’indirizzo:
DI CIELLE contro Castelli e, negandola, ha assunto una
Gruppo Albatros - Casella Postale 40 VT1 - 01100 Viterbo pag. 4 z decisione “illegittima” che “invade le attribuzioni del
zo di trasporto merci fino ai i ho vista che tentavi di
razzi intercontinentali. Il go-
verno è cieco, suonato, as-
oppure tramite e-mail all’indirizzo:
inediti@gruppoalbatros.it
Per maggiori informazioni visita il sito www.gruppoalbatros.it
T convincere a leggere i
tuoi volantini i fedeli all’usci-
potere giudiziario”. Insomma Castelli dev’essere
processato per aver ingiuriato e diffamato Diliberto:
sente. Per favore non dite ai
Gli
oppure chiama il numero verde 800.145.525
autori delle opere ritenute idonee per la pubblicazione
ta dalla messa domenicale. CATTIVERIE reati comuni e non ministeriali. Ora, secondo voi,
come prenderà l’ordinanza chi sostiene che B. fece
lavoratori di abbassare i toni. riceveranno una proposta editoriale.
Non ci riuscivi granché. E “I farmaci contro l’impotenza rilasciare dalla Questura un’amica minorenne
Che il loro giusto clamore co- I partecipanti accettano il trattamento dei propri dati personali d’un tratto mi ha preso una possono ridurre l’udito”. fermata per furto nell’esercizio delle sue alte funzioni
pra almeno le altre voci, che ai sensi del D.Lgs. 196/2003.
I dattiloscritti non saranno restituiti. sorta di materna tenerezza Speriamo, più fingere
così non dovrò
di presidente del Consiglio? E, soprattutto, dove la
sono dementi. nei tuoi confronti. pag. 4 z (Daniela Ranieri, www.danieleluttazzi.it) prenderà?
pagina 2

QUI SCOPPIA TUTTO

Altro che crociere: 2.551 50.000 - 55%


gli appalti GLI ESUBERI I POSTI GIÀ PERSI IL CALO DEGLI ORDINI
ANNUNCIATI NEL SETTORE DI NAVI NEL MONDO
e i numeri del disastro
NEI CANTIERI ITALIANI IN EUROPA DAL 2007 AL 2010

LA RABBIA SUL TITANIC


Fincantieri, rivolta contro i licenziamenti: scontri a Genova
Dalla Ip alla Saiwa: la città abbandonata dalle industrie
L’analisi di Ferruccio Sansa cia dei due operai colpiti ieri
inviato a Genova mattina davanti alla Prefettura.
L’avanzata cinese Sestri Ponente non aveva-
Da una parte centinaia di lavo-
ratori, parenti, semplici geno-

e il rischio A no bisogno di un campa-


nile. C’era la sirena dei
cantieri a dirti l’ora. Quel
suono cupo che si sentiva in
vesi. Dall’altra i poliziotti (6 so-
no rimasti feriti) che cercavano
di proteggere il Palazzo del Go-
verno. Una protesta esasperata

di una nuova Alitalia tutto il Ponente e segnava la vita


di migliaia di famiglie. I cantieri
per Genova sono un po’ come
dall’impotenza. A Genova si ro-
vesciavano cassonetti, volava-
no pugni, si agitavano manga-
la Fiat per Torino. “Genova tut- nelli. Ma i veri protagonisti del-
di Giorgio Meletti ta cantiere”, diceva il poeta la storia erano lontani, nella se-
Giorgio Caproni nella sua Lita- de della società, nei ministeri.

Ipianonaccettabile. Irresponsabile. Irricevibile. I politici locali e nazionali


fanno la gara a chi trova l’aggettivo più truculento per bocciare il
nia. Una strana città, dove l’ani-
ma non si trova in centro, ma
di ridimensionamento della Fincantieri. Lo stesso Raffaele Bo-
nanni, il leader della Cisl nemico del conflitto, prende coraggio e sfodera
nella periferia operaia. E ades-
so quei cancelli che rischiano
È l’industria
una parola che credevamo dimenticata: “Increscioso”. Il ministro del
Lavoro Maurizio Sacconi addirittura nega che esista il piano annunciato
di restare chiusi (peggio, tra-
sformati in un’operazione im-
simbolo di un
ai sindacati dall’amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono, mobiliare) non sono soltanto pezzo d’Italia
costringendoci così a ricordare ai lettori che parliamo di un’azienda un dramma per 700 famiglie.
posseduta al 100% dallo Stato italiano. Molti hanno pronta la solu- Sono un pezzo di bandiera che Il governo apre
zione. Bonanni dice che la regione Liguria potrebbe “fare qualcosa per se ne va. Luigi Pastorino, pen-
le commesse”, il presidente della stessa regione, Claudio Burlando, fa sionato delle acciaierie, da il solito tavolo
sapere di essere già al lavoro “per coinvolgere i privati in un piano che bambino giocava a palla davan-
porti lavoro” agli stabilimenti di Sestri Ponente e Riva Trigoso. ti al cantiere e oggi racconta: con i sindacati,
Parole in libertà. Lo spettacolo dei politici che vanno in giro a cercare i “Ho visto il varo di Rex, Andrea
contratti che il manager non trova è un’immagine plastica del declino. Doria e Michelangelo. I più bei la Lega gioca Fronte del porto
Una domanda: dov’erano questi strateghi della cantieristica negli ultimi transatlantici del mondo, un Nella foto grande, un operaio di Sestri (FOTO MILESTONE), sopra, gli scontri a Genova,
due anni, che i lavoratori del cantiere di Castellammare di Stabia, fermo, simbolo dell’Italia ”. Basta guar- la sua partita sotto, il sindaco Marta Vincenzi (FOTO ANSA) e la protesta di Castellammare
hanno trascorso in cassa integrazione? E soprattutto, dov’erano i governi dare le immagini – in bianco e
Prodi prima e Berlusconi poi quando la Fincantieri ha dovuto rinunciare a nero, ormai – degli anni Cin-
quotarsi in Borsa e a 500 milioni da investire nella ricerca di nuove stra- quanta e Sessanta. I cantieri si Certo, si dirà, ci sono la crisi e la toccati dai tagli. E pensare che il ce Belsito. Che ieri si è schierato
de? popolavano di migliaia di per- concorrenza asiatica che mor- Carroccio, affamato di poltro- contro la sua società, a fianco
sone: operai e mastri d’ascia de ai polpacci: le commesse ne, ha preteso un posto che pa- degli operai. La politica romana
PER CAPIRE il dramma dei lavoratori liguri e campani conviene che non avevano uguali. Co- per le navi da crociera sono 10 re creato ad hoc per un suo uo- sembra risvegliarsi soltanto
partire proprio da qui. Fincantieri non è andata in Borsa principalmente struivano navi che filavano a (nell’ultimo decennio erano mo: alla vice-presidenza è arri- adesso. E promette un incontro
per il veto della Fiom, spalleggiata dalla Ugl di Renata Polverini. Il timore trenta nodi sull’Oceano men- state 32), le navi militari passa- vato Francesco Belsito, genove- con il governo il 3 giugno (“È il
era che la presenza di azionisti privati (di minoranza) esponesse l’a- tre i passeggeri trascorrevano te da 21 a 11. Spariti i traghetti. se. Belsito ha un passato come risultato della lotta dei lavorato-
zienda alle logiche del mercato e del profitto. Il 26 luglio 2006 la Fiom ha le giornate in saloni di legno Tengono i maxi yacht. autista e collaboratore tuttofare ri”, dicono i sindacati).
scritto in un suo comunicato: “Fincantieri è libera di affrontare il mercato pregiato e marmo. È parte del di Alfredo Biondi. Un presente Intanto il sindaco di Genova,
e le sue sfide con le sue capacità industriali. Domani, se quotata in Borsa, paesaggio: a Sestri Ponente l’o- MA C’È ANCHE una politica come potentissimo cassiere del-
dovrà rispondere alle continue richieste del suo nuovo azionista, appunto rizzonte è segnato dalle case e che dei cantieri e di Genova pa- la Lega. Fino a diventare sotto-
la Borsa, che chiede rendimenti a due cifre”. Sono passati cinque anni ed dai profili delle navi alte come re essersi dimenticata: la Lega segretario alla Semplificazione
è l’azionista unico Stato a spiegare che non vuole pagare le perdite di palazzi. Oggi è come se un vuo- punta sul Nord-Est. Chissà se è Normativa. “Da quando sono al
un’azienda che sta perdendo pezzi di mercato. Lo dice per bocca del to si aprisse nella città. anche per questo che i cantieri Governo mi sono sospeso da vi-
manager, mentre il governo tace, forse irritato dalla balzana idea di Bono Una ferita come quella sulla fac- sull’Adriatico saranno meno ce-presidente di Fincantieri”, di-
di dare questa mazzata in piena campagna elettorale. E adesso, visto
che parliamo di mare, alziamo lo sguardo verso l’orizzonte, per vedere in
che mondo viviamo. La cantieristica europea è moribonda. Trent’anni fa I TAGLI SOTTO IL VESUVIO
costruiva un terzo delle navi di tutto il pianeta, adesso si è ridotta a un
simbolico 4%. Trent’anni fa i cinesi non costruivano navi, adesso hanno
oltre il 40% del mercato mondiale. Nei loro cantieri riescono a fabbricare
le navi in serie, anche 20-25 alla volta. I
cantieri italiani possono lavorare uno scafo
alla volta. A Castellammare il cantiere non Il boom
“ADESSO LA CAMORRA
ha neppure il bacino, e le navi si costrui-
scono sul piano inclinato, poi arriva la si-
gnora con il cappello, rompe la bottiglia di
spumante contro lo scafo e il bastimento
scivola in mare.
asiatico
e il declino
DIVENTERÀ LA NOSTRA FIAT”
di Enrico Fierro del Comune, è sorvegliata da stre famiglie, ci buttano nel ces- tra notte c’era – ma se chiudono
E IN TUTTO questo la Fincantieri è europeo e Vincenzo Iurillo quattro blindati dei reparti mo- so”, si sfoga Salvatore, 34 anni, i cantieri cosa ci rimane? La ca-
stata un piccolo miracolo. Si è inventata la Castellammare di Stabia bili di Polizia e Carabinieri. La due figli, un unico, reddito il morra diventerà la Fiat di queste
nicchia delle grandi navi da crociera, ha Continueremo statale sorrentina bloccata fin suo. È l’Italia che si frantuma zone”. Castellammare di Stabia,
costruito le più belle, ha conquistato in ven- disperazione. Paura di per- dal mattino al bivio di Pozzano. mentre festeggia il suo 150esi-
t’anni la metà del mercato mondiale, di-
ventando una delle poche eccellenze pla-
a far finta Èdi finire
dere il lavoro e il pane, paura
in mezzo a una strada
Impossibile arrivare a Sorren-
to. Automobilisti fermi, torpe-
mo compleanno. Qui chiudo-
no i cantieri “per favorire Mon-
4500 famiglie vivevano con or-
goglio e dignità di lavoro ope-
raio nel 1986. Stipendi scarsi ma
netarie che restano al Paese. Solo che di nulla? nel gorgo senza fine dei cassin- doni di anziani turisti america- falcone e Trieste, come vuole la sicuri e soprattutto una cultura
quando è esplosa la crisi finanziaria mon- tegrazione, mobilità, assegni di ni e tedeschi costretti a fare Lega, altro che crisi”, urlano gli del lavoro che era il vero argine
diale la domanda di navi è crollata. I dati fanno impressione: nel 2007 disoccupazione. È disperazio- marcia indietro e a rinunciare al operai. al dilagare della camorra. C’era
furono ordinati nel mondo natanti per 86 milioni di tonnellate, nel 2010 ne di oltre 600 operai cassinte- loro limoncello. È guerra, con la siderurgia, il cementificio, le
36 milioni di tonnellate. In Europa con la crisi si sono persi 50 mila posti grati, un migliaio con l’indotto, le stanze del Comune devastate UN GRUPPO di loro quando fabbriche di bulloni e la cantie-
di lavoro, la Gran Bretagna non ha più cantieri, la Francia e la Germania pronta ad esplodere peggio del la notte scorsa, quando gli ope- ha occupato il Comune è stato ristica navale. Da allora è stata
ne hanno uno a testa. Il Vecchio Continente si è arreso, la concorrenza Vesuvio che sovrasta Castel- rai sono tornati da Roma con durissimo, fino a costringere il una lenta morìa di fabbriche e di
asiatica è troppo più forte. Anche nelle navi da crociera il mercato si è lammare. La città che una volta una sola certezza: il destino lo- sindaco e la giunta ad asserra- posti di lavoro. Oggi gli operai
dimezzato, e quello delle navi militari (quasi metà del fatturato Fincan- era la “Stalingrado” del Sud con ro e delle loro famiglie era se- gliarsi in una stanza. “Non erano sono poco più di 2500. “ A Ca-
tieri) sta frenando. i suoi cantieri dove si costruiva- gnato per sempre. Un centi- lavoratori, qui qualcuno sta sof- stellammarare – dice Catello Di
Certo, l’Italia potrebbe riarmarsi, come qualcuno ieri ha proposto, solo no navi che erano l’orgoglio de- naio di loro ha sfasciato uffici, fiando sul fuoco, ieri con tem- Maio, il segretario della Cgil – un
che non ha soldi per farlo. E così Fincantieri negli ultimi due anni ha gli stabiesi in tutto il mondo, la distrutto computer, buttato in pismo abbiamo assistito ad una cittadino su 3 è disoccupato,
cumulato perdite per 188 milioni, ma ha ancora del fieno in cascina siderurgia, le fabbriche. Ora strada carte e scrivanie. Hanno pericolosissima infiltrazione senza lavoro e senza prospetti-
ereditato dagli anni d’oro. É il momento giusto per sistemare le cose, e tutto sta finendo, anche i can- decapitato anche un busto del della camorra”, è l’allarme lan- ve. Il cantiere navale è l’unica
forse è già tardi. Ma c’è sempre un’altra soluzione: aspettare, far finta di tieri navali. Vanno chiusi, han- povero Giuseppe Garibaldi e la ciato dal sindaco Luigi Bobbio, speranza. La crisi è un alibi, per-
nulla e preparare una nuova Alitalia. Per i politici l’importante è che la no deciso i vertici della Fincan- testa l’hanno buttata nel cesso. del Pdl. “Ora parlano di camorra ché anche negli anni Novanta ci
botta arrivi dopo le elezioni del 2013. tieri. Palazzo Farnese, la sede “È la fine che faremo noi e le no- – replica un lavoratore che l’al- fu un forte calo della commesse,
Mercoledì 25 maggio 2011

QUI SCOPPIA TUTTO

L’economia a pezzi 46 miliardi 1.868 miliardi 160 miliardi


tra recessione LA MANOVRA ANNUALE IL DEBITO IL COSTO DELLA CRISI
CHIESTA ACCUMULATO SECONDO I MAGISTRATI
e conti pubblici in rosso
DALLA CORTE DEI CONTI DALLO STATO ITALIANO CONTABILI

Maxi-manovra
ma Tremonti
fa lo struzzo
LA CORTE DEI CONTI:
SERVONO 46 MILIARDI
di Marco Palombi pubblica ancor di più di quan-
to non si sia fatto. Ma soprat-
roprio nel giorno in cui tutto, dicono le toghe conta-

P l’economia reale esplo-


de in faccia al governo
con il caso Fincantieri,
la Corte dei Conti ha conse-
gnato il suo Rapporto 2011 sul
bili, serve più crescita perché
una manovra così dura rischia
di avere “effetti depressivi” e
finirebbe per “essere non pie-
namente sostenibile”. Anche
coordinamento della finanza sui tagli, dice la Corte, bisogna
pubblica: un combinato di- regolarsi diversamente e “ri-
sposto che ha messo a ferro e definire i confini e i meccani-
fuoco il giardino incantato in smi dell’intervento pubblico
cui l’esecutivo s’è rintanato in in economia”: insomma basta
questi tre anni. Niente cresci- con le sforbiciate facili alle
ta, niente politica industriale spese per investimenti e in
e un bilancio dello Stato che è conto capitale, senno questo
ben al di là dall’essere al sicuro paese chiude.
o bisognoso di “ordinaria ma-
nutenzione” come sosteneva IL PROBLEMA è che le cose
Giulio Tremonti ancora ad spiacevoli non sono finite qui:
aprile presentando il Docu- quella “europea” per il 2015
mento di economia e finanza. non è affatto l’unica stangata
Eppure già sapeva, il ministro che dovremo affrontare. Subi-
dell’Economia, che tipo di im- to dopo i referendum, infatti, il
Marta Vincenzi, protesta: “Non ma. Genova è strozzata da veti consigliere comunale, disegna ti. Dava lavoro a 1.800 persone. pegni aveva preso con l’Ue nel governo presenterà in Parla-
si privilegi il Nord Est”. Il presi- incrociati e rendite di posizio- il panorama di una Genova che Ma c’era soprattutto l’indotto e nuovo Patto di stabilità: “Una mento il decreto per il prossi-
dente della Regione Liguria, ne. Così ha perso i suoi pezzi mi- non c’è più: “Prima è toccato al il tesoro di ricerca”. Già, il motto epocale cessione di potere”, mo biennio con l’obiettivo del
Claudio Burlando, tenta l’ultima gliori. settore petrolifero. Sono andate era: progetta a Genova, realizza la definì in Parlamento, e oggi pareggio di bilancio nel 2014:
carta: cercare di conquistare or- via le sedi italiane dei colossi Es- nel mondo. la magistratura contabile gli significa recuperare altri 40
dini per navi da crociera dal co- “È COMINCIATO nel secon- so e Mobil. Quindi l’Ip che aveva E ora tocca ai cantieri, che non ha ricordato quanto. Dal 2015 miliardi e dispari, sempre che
losso Aponte (napoletano con do dopoguerra”, racconta Al- un fatturato di 8.000 miliardi di sono solo quei 700 posti di la- i paesi il cui debito sfora il tet- non ci siano scostamenti ri-
sede in Svizzera). berto Gagliardi, ex sottosegreta- lire”. Poi una dopo l’altra decine voro. Ma anche la ricerca, la ri- to del 60% del Pil dovranno spetto alle previsioni del go-
Ma non tutte le colpe sono di Ro- rio agli Affari regionali, oggi di grandi aziende, tutte trasferi- caduta sull’università, con la fa- procedere a correzioni annua- verno (crescita più bassa, en-
te, vendute o chiuse: “Dalla Mi- coltà di ingegneria navale. li pari a un ventesimo dell’ec- trate in calo), caso in cui lo sce-
ralanza alla Piaggio che qui pro- Eccole, le vecchie sedi. Con le cedenza: in soldi fa 46 miliardi nario è anche peggiore. Giulio
duceva la Vespa, passando per grandi colonne all’ingresso. di euro, “un aggiustamento Tremonti, dal canto suo, pare
le industrie alimentari (Saiwa, Con gli uffici di marmo dove si paragonabile a quello per es- vivere su un altro pianeta: ieri
Palmera, Eridania, Sicao), le as- prendevano decisioni che cam- sere ammessi nell’area euro”, ha prima sragionato di immi-
sicurazioni (Fondiaria), le ban- biavano l’economia italiana. So- spiega la Corte dei Conti, solo grazione, poi preso in giro Die-
che (Credito Italiano), le ac- no diventate case, come rischia che stavolta bisognerà farlo go Della Valle, infine se l’è pre-
ciaierie e le officine (Ilva e San di succedere per i cantieri di Se- per molti anni. Altro che ta- sa con l’Istat, rea di aver soste-
Giorgio). Perfino la moda (Lebo- stri Ponente e Riva Trigoso. Il glio delle tasse dunque (“è im- nuto lunedì che un italiano su
le)”. Infine le partecipazioni sta- business su cui le imprese e la proponibile”), bisogna recu- quattro “sperimenta” la pover-
tali: “C’era Ansaldo Nucleare politica liguri hanno buttato il perare nuove risorse dall’eva- tà. Il ministro non ci crede: “So
con la Nira. C’era il settore au- cuore: il mattone. sione fiscale e tagliare la spesa che ci sono i poveri, ma quella
tomazione di Elsag Bailey che è Genova ora promette mobilita- rappresentazione è discutibi-
stato venduto per salvare Fin- zione, forse uno sciopero gene- le. Tutte le statistiche dicono
meccanica. Poi è venuta la volta
di Italimpianti, colosso con con-
rale. Per gli operai, ma anche
per se stessa. Persi i cantieri, re-
Palazzo Chigi: che in questo decennio la ric-
chezza è salita”. Quanto al re-
tratti in tutto il mondo. È stata
venduta in tre tronconi ai priva-
sta una città che si definisce ope-
raia, ma non ha più industrie.
decreto da 40 sto, Tremonti non vede proble-
mi: “Forse la crescita è insuffi-
miliardi, ma ciente, ma senza la tenuta di bi-
lancio non ci sarebbe neanche
ma allora Fincantieri applicò voi ci date le navi”, c’era scritto stata”. Tutti tranquilli, insom-
solo nel 2014
strategie diverse distribuendo il
lavoro in modo equo sul territo-
su uno striscione il 14 marzo del
2009, quando dal cantiere uscì PROTESTE anche E il ministro
ma, perché “il processo rifor-
matore è appena iniziato e de-
rio”. “E’ da due anni che Fincan- la “Cruise Europa” del gruppo ve continuare”, ma “non si può
tieri ci prende in giro – racconta
Antonio Santorelli, operaio e de-
Grimaldi. Da allora poca roba. a Palermo e Marghera attacca l’Istat: immaginare che tutto avvenga
in un attimo”. Soltanto che il
legato sindacale – qui non han- “A SETTEMBRE – racconta a Marghera alla Sicilia, la protesta degli operai Fin- recente Piano nazionale di ri-
no investito, non hanno ammo-
dernato, stiamo ancora aspet-
Antonio Santorelli – dovremmo
costruire due mezzi della Mari-
Dallarga.
cantieri contro il piano industriale della società si
Anche se lo stabilimento di Marghera non do-
dati discutibili forma che dovrebbe valere un
+0,4% di Pil l’anno è conside-
tando il bacino di costruzione, na militare, ma possono dare la- vrebbe essere interessato dalla pesante ristrutturazio- rato inefficace da chiunque, a
l’unico che ci può consentire di voro solo alla metà degli ope- ne, i lavoratori stanno studiando azioni di solidarietà partire da Bankitalia, mentre il
stare al passo con gli altri, le navi rai”. Per il momento le speranze nei confronti dei colleghi e non è esclusa una mobi- famigerato Piano per il Sud ieri
le caliamo in acqua ancora con flebili dei lavoratori sono legate litazione a livello locale a difesa dell’occupazione nel è stato bocciato con una lette-
lo scivolo. Come cent’anni fa”. ad un documento che sindacati settore. Fincantieri a Marghera occupa circa 1200 per- raccia dal commissario Ue alle
Lo costruirono i Borbone nel e vertici della Regione hanno fir- sone direttamente e circa 1500 nell’indotto. Mobilita- Politiche regionali Johannes
1783, il cantiere di Castellam- mato ieri: si chiede che Fincan- zione anche a Palermo: stamattina assemblea dei lavo- Hahn. Senza una crescita del
mare, una creatura voluta dal- tieri riveda il piano. E’ poco e ratori assieme a Fiom, Fim e Uilm, per stabilire le azioni 2%, ha già spiegato Ma-
l’ammiraglio Giovanni Edoardo per questo la gente di qui si ri- da intraprendere contro gli esuberi che dovrebbero rio Draghi, la situa-
Acton, poi Gioacchino Murat lo volge alla Madonna di Pozzano. colpire il settore delle costruzioni, che occupa non so- zione è “drammati-
ingrandì, e da allora ‘o cantiere è Dicono che nel 1631 fermò la la- lo i 500 lavoratori diretti di Fincantieri ma anche quelli ca”. Questo è lo
stata la vita di intere generazio- va del Vesuvio. Chissà se riusci- dell’indotto, come i 2mila che hanno lavorato per lo stato dell’arte,
ni. Qui l’arte, il lavoro e il posto rà a fermare il baratro della di- Scarabeo, l'ultima nave che è stata realizzata al porto. mentre la realtà
si trasmettevano di padre in fi- soccupazione per migliaia di fa- bussa alle porte
glio.”Noi ci mettiamo il cuore e miglie. del Palazzo.
pagina 4 Mercoledì 25 maggio 2011

A
AL VOTO

lla Moratti al primo turno “è già brigatisti o a fare i comizi sotto al Palazzo di bell’esempio”. L’attenzione è comunque rivolta
Sallusti si confessa : “La andata di culo” e al ballottaggio Giustizia”. Non solo. Bolla come “inquietante” a Milano. Secondo Sallusti come candidatura
“secondo me, no” non ha speranza la carriera dorata di Nicole Minetti, l’ex quella della Moratti “era debole. Negli ultimi
di vincere. Parola del direttore del Giornale, ballerina televisiva diventata consigliere sei mesi non ho incontrato una persona di
Moratti perde. Più che Alessandro Sallusti. Che in un’intervista a Vanity regionale dopo una breve esperienza da centrodestra disposta a votarla.
Fair in edicola oggi smonta gli entusiasmi della igienista dentale. Di Minetti penso sia Ha visioni, penso all’urbanistica e all’Expo
maggioranza. E non le manda a dire a nessuno. “inquietante, adesso sappiamo perché è andata soprattutto, che la gente non capisce. Troppi
amici con la Santanchè” Berlusconi? “Ha sbagliato a dare ai giudici dei a occupare quel posto. Non è un cantieri non finiti, troppe cose fatte solo per le

CAMPAGNA
DI PATACCHE,
QUERELA VERA
Pisapia presenta un esposto
alla magistratura sui falsi del Pdl Un’immagine della campagna elettorale di Giuliano Pisapia (FOTO ANSA)

di Gianni Barbacetto prattutto in periferia”. Un testi- delle varie religioni, musulmani giorni fa era stato criticato dura-
e Antonella Mascali mone, citato nella denuncia,
racconta di aver riconosciuto
compresi, di pregare nei loro
luoghi di culto”. Crociata, poi, si
mente dal Carroccio per aver
detto che “come presidente di Da un’anima bella
eno quattro. Il giorno una donna sicuramente non di Regione ho lavorato con sindaci

M
è espresso sul voto dei cattolici:
del ballottaggio si avvi- etnia rom, ma che si spacciava “Scelgono in base alla propria e presidenti di provincia di ogni a una militante di Cl
cina e a Milano il candi- per tale. coscienza che cosa meglio ri- colore”. Ma l’altra sera anche Sal-
dato del centrosinistra sponde al bene comune nella vi- vini ha dichiarato: “Se vince Pi- i ho vista che tentavi di convincere a leggere i tuoi volantini i fedeli
Giuliano Pisapia ha deciso di
presentare un esposto alla pro-
INTANTO Letizia Moratti le
sta provando tutte pur di essere
sione cristiana della realtà”. Di-
chiarazioni che appaiono come
sapia non sarà uno tsunami, sarà
il mio sindaco”. Soddisfatto il
Tla signora
all’uscita dalla messa domenicale. Non ci riuscivi granché – anche se
che aveva accettato la discussione pareva assai gentile nel suo
cura della Repubblica: “È una riconfermata. Dopo aver annun- un sostegno al cardinale arcive- presidente della Regione, che fermo disaccordo. E d’un tratto mi ha preso una sorta di materna te-
denuncia-querela per una lun- ciato l’annullamento delle mul- scovo di Milano, Dionigi Tetta- prima della riunione della giun- nerezza, di stretta al cuore per la tua giovinezza regalata, senza forse
ga serie di episodi di diffamazio- te (con successiva marcia indie- manzi, accusato dal direttore ta ha chiesto ai leghisti di scusar- neppure saperlo, a chi calpesta il suo bene più grande – la tua libertà che
ne e di scorrettezze che quoti- tro), promette la fine dell’Eco- del Giornale, Alessandro Sallusti, si. Ieri brivido tra i sostenitori si stava risvegliando all’esistenza, forse all’angoscia delle domande, so-
dianamente mi vengono segna- pass per i residenti a Milano, di dare una mano al “mangiapre- del centrosinistra, dopo l’an- la. Ma sai che cosa ne sta facendo di questa tua giovane libertà chi ti ha
late. Indicherò chiaramente an- sconti sui parcheggi per i nego- ti Pisapia”: così, “non contento nuncio di un corteo di musulma- mandata qui? Sai cos’è, o almeno come lo si intende qui, il “principio di
che i testimoni di questi fatti”. zianti e “strisce blu” gratuite per di aver quasi distrutto la diocesi, ni in centro a Milano, “in soste- sussidiarietà” che sta sul tuo volantino? Soldi dello Stato alle scuole e
Pisapia racconta: “Ci sono gli automobilisti che parcheg- Tettamanzi e compagni cercano gno di Pisapia”. Il candidato sin- associazioni cattoliche e occupazione di posti e potere nelle istituzioni, e
gruppi di persone che vanno in giano nelle zone di residenza. di distruggere anche la città”. daco non ne sapeva niente. “Do- qui in Lombardia soprattutto nella Sanità. Certo, vado anche in collera
giro a disturbare i cittadini nei Promessa già mantenuta, dice il veva essere solo un volantinag- quando penso che, in cambio della preziosa solitudine cui stai rinun-
metrò e nei quartieri e dicono suo comitato. Ma l’amministra- IL CARDINALE non si scom- gio”, spiega Davide Piccardo, tra ciando, tu magari passerai davanti a tutti i ragazzi che di consorterie e
di essere esponenti dei miei co- zione ha dovuto chiarire che ha pone: “Quando intervengo, lo i fondatori dell’associazione falangi come quelle non ne hanno voluto mai sapere, e troverai il tuo
mitati”. Il candidato-avvocato solo “preso atto di un orienta- faccio da credente e da vescovo. Giovani musulmani d’Italia e impiego meglio e prima degli altri. Ma poi – ora che i volantini quelle
denuncia la presenza di finti so- mento, nulla è stato approvato, Il mio punto di riferimento è il candidato di Sel al Comune di signore sul sagrato te li tirano dietro – mi riprende un po’ di tenerezza, e
stenitori che spaventano la gen- visto che la Giunta, scaduto il Vangelo, le reazioni non mi tur- Milano. “Ma poi con il comitato vorrei fermarmi sui gradini della chiesa a far due chiacchiere – ad ascol-
te: “Diffondono volantini del mandato, non ha più poteri de- bano”. Si schiera con Tettaman- Pisaapia abbiamo deciso di an- tarti, anche. Perché è proprio la “concezione dell’uomo e della società”
tutto falsi. Si presentano nei liberativi”. Commenta Pisapia: zi anche il quotidiano dei vesco- nullarlo: troppo alto il rischio di richiamata dai tuoi volantini a stringermi il cuore. Non perché siamo
quartieri vestiti da zingari, di- “Siamo ai saldi di fine stagione, vi italiani, l’Avvenire, che ieri ha strumentalizzazione”. chiamati a votare su “concezioni dell’uomo e della società” – no, basta
chiarando che in quel luogo sa- Moratti non è credibile. Nessu- definito l’attacco scegliere il sindaco di Milano. Ma perché mi chiedo quale “concezione”
rà costruita la nuova grande mo- no può credere in un sindaco del Giornale “una possa mai essere quella che ispira un volantino tanto zeppo di bugie da
schea, la più grande d'Europa”.
Perché una denuncia penale?
che non ha fatto quello che ha
detto”.
cantonata gigante-
sca dal punto di vi-
La Cei prende le attribuire all’avversario, addirittura, di incoraggiare lo spaccio di droga,
l’eutanasia, l’abor to...
“Queste condotte”, risponde il
candidato, “sono veri e propri
A Roma, i vescovi prendono le
distanze dalle dichiarazioni an-
sta morale e politi-
co”.
distanze dalle posizioni Sembra uno dei quotidiani deliri di quel signore che venne a Milano sven-
tolando bandiere di mutande – con felice intuizione, come se il pensiero e
reati. Io vorrei una campagna ti-moschee di Pdl e Lega. Il segre- Scambio polemi- il sentimento si fossero ossessivamente bloccati lì, all’altezza dell’uomo
elettorale serena e che si con- tario della Cei, monsignor Ma- co tra Roberto For- anti-moschea: “È un che di solito quell’indumento copre. Quel signore, e altri con lui, con-
fronti sulle verità e non sulle riano Crociata, senza mai parla- migoni e il capo- tinuano a gridare quanto è storto il legno dell’umanità e quanto grande
menzogne. Dunque mi è sem- re del voto di Milano, ha però af- gruppo leghista diritto pregare nei propri ricchezza di vita, sebbene intrisa di grossolanità e di peccato, è quella che
brato giusto esporre alla procu- fermato che “è un diritto fonda- Matteo Salvini. i “moralisti” e le “anime belle” – cioè la mezza Italia che si sta svegliando
ra queste azioni ripetute, so- mentale permettere ai credenti Formigoni cinque luoghi di culto” – vorrebbero assoggettare alle loro mortifere regole di civiltà. Assogget-
tare alla legge tutta questa bella vitalità di mafie, di abusi e soprusi e
condoni e perdoni. Richiamare il legno storto al rispetto che dobbiamo alle
colpo di scena istituzioni, perché sostituiscono l’urbanità della nostra ragione e l’eser-
cizio del libero arbitrio all’urlo delle selve, alla legge dei recinti tribali, alla

Zingaropoli? L’ha inventata la Colli pernacchia dei capi-branco. Che programma sanguinario questo, somi-
glia proprio a Robespierre, la virtù e il terrore. Ultimamente circola un
libello, “L’umiltà del male”, che proprio a te si rivolge, ragazza, e questo è
il ritratto che fa della tua giovinezza “umile e disponibile”: nei panni di un
di Marco Travaglio spauracchio inventato da B&B per spa- pi. Gira e rigira, però, si Uomo di Chiesa, amorevole e pietoso, le offre “complicità e convenienze”,
ventare i milanesi sul pericolo Pisapia, è in resta sempre su mo- che ti spingano “a optare per lui, ad accettarne la protezione e il potere.
nomadi sono persone che hanno realtà una proposta di uno dei volti storici delli che secondo me L’obiettivo è chiaro: mantenere gli uomini in uno stato di perenne im-
“I una loro cultura e una loro caratte-
ristica. Sono diversi? Approfittiamone.
del centrodestra milanese. L'ha scoperto
Giovanni Regaldo di Omilegis (Osserva-
non hanno grandi pro-
spettive. Bisogna pen-
maturità, come fossero bambini”. Ti piace questo ritratto, questa offerta?
Che peccato che in questo libello, dedicato alle grandi pagine dostoev-
Diamo loro la possibilità di esprimersi al torio milanese legalità e giustizia sociale). sare in grande, guar- skiane sul Grande Inquisitore, non ci sia una sola menzione della sola cosa
meglio in un ambiente civile... Nomado- Il classico colpo di scena da commedia dare alle esperienze che dice in quelle pagine il Cristo tornato in terra che l’Uomo di Chiesa
poli può diventare una ricchezza della noir (La maledizione dello scorpio- oltre frontiera, a Parigi rimprovera di essergli tornato fra i piedi. Sono solo due parole, e anche
città, addirittura un'attrattiva turistica ne di giada di Woody Allen). Ma anche per esempio, dove i no- quelle erano rivolte a te – non a lui. Peccato che tu non le ascolti: “Svegliati,
dove i milanesi possono accorrere per da opera buffa (il Ballo in maschera di madi hanno una loro ragazza”.
scoprire il fascino di certi loro costumi”. Verdi) e persino da tragedia greca (Edi- parte della città che Roberta De Monticelli
Chi parla non è Giuliano Pisapia, noto po Re di Sofocle): l'investigatore che, alla rappresenta un'attrat-
estremista che prende il caffè con i centri fine, si scopre assassino. Carta canta: 14 tiva per il resto dei cit-
sociali e fa le vacanze in roulotte con una anni fa, subito dopo le elezioni comunali tadini e per gli stessi vi- L’intervista del “Corriere” alla Colli
trentina di Rom. È Ombretta Colli, asses- che avevano portato Gabriele Albertini a sitatori”. Un sogno?
sore forzista ai Servizi sociali della giunta Palazzo Marino e la Colli sulla poltrona di “Nient'affatto, ma un impegno a cui vo- mi”. Così parlava la forzista Ombretta, mentre con qualche imbarazzo e confi-
Albertini, intervistata dal Corriere della assessore, il Corriere pubblicava un ar- glio dedicarmi. Certo non si realizzano addì 8 luglio 1997. Naturalmente No- dando nell'amnesia generale giustificava
Sera l'8 luglio 1997. “Zingaropoli”, lo ticolo dal titolo “La Colli contro tutti: ‘Per i queste cose con la bacchetta magica, oc- madopoli, denominazione più civile della le sparate dei suoi capi contro la fanto-
figli del vento costruirò Nomado- corre lavorare seriamente, anche per al- Zingaropoli berlusconian-bossiana, non matica “Zingaropoli” di Pisapia (che, ri-
poli’ ”. I vigili urbani avevano ap- cuni anni. Ma bisogna arrivarci. I nomadi ha mai visto la luce. Ma rimane agli atti petiamo, non ha mai proposto nulla del
La propose nel 1997: “Può pena sgomberato tre campi rom
abusivi e la giunta aveva annun-
sono persone che hanno una loro cultura che i primi e gli unici a proporre una me-
e una loro caratteristica. Sono diversi? ga-cittadella riservata agli “zingari” di
genere). Chissà se ne ha mai parlato con
la Moratti, di cui è tra le consigliere più
diventare una ricchezza ciato il numero chiuso. In quel
contesto la signora Gaber (Gior-
Approfittiamone. Cerchiamo un confron- tutta l’area metropolitana milanese, por-
to. Diamo loro la possibilità di esprimersi ta la firma di uno degli esponenti di spicco
ascoltate. E chissà con quanta appren-
sione ha sperato che nessuno riesumasse
gio era ancora vivo) annunciava al meglio in un ambiente civile, con regole del partito del premier che ne parlava quella sua vecchia intervista. Ora il peg-
della città, un’attrattiva la sua proposta per risolvere il da rispettare da tutt'e due le parti... No- con toni talmente entusiastici da far im- gio che le può capitare è che Pisapia vinca
problema alla radice: “L'orienta- madopoli può diventare una ricchezza pallidire il presunto estremista massima- il ballottaggio, faccia propria la sua pro-
turistica dove i milanesi mento attuale in giunta e tra le della città, addirittura un'attrattiva turi- lista rivoluzionario Pisapia, mai arrivato a posta e la rinomini assessore ai Servizi
autorità locali è quello di conti- stica dove i milanesi possono accorrere tanto. Chissà se la Colli ricordava quella sociali: di estremisti come lei, a sinistra,
possono accorrere” nuare a puntare su diversi cam- per scoprire il fascino di certi loro costu- sua proposta, l'altra sera a “L'Infedele”, s’è perso lo stampo.
Mercoledì 25 maggio 2011 pagina 5

AL VOTO AL VOTO

minoranze: le piste ciclabili, per esempio”. anno hanno lasciato il segno, soprattutto del “Giornale” descrive la pasionaria del Pdl
Nel partito, rivela Sallusti, “si è pensato alle nell’elettorato femminile”. E ancora sul come una donna “molto dolce” che “passa le
alternative: Confalonieri era forse la più forte. premier: “Se non lo critico quasi mai non è serate a lavorare a maglia per il figlio”.
Ma a Milano non si può far fuori un sindaco perché penso che non abbia difetti, ma perché Santanché “odia uscire e andare alle feste, ma
che si chiama Moratti”. Anche se è sbagliato. lo reputo un talento che alimenta la sua anche lei ha un ruolo”.
Ma di solito, il Pdl è abituato a pensare “tanto genialità anche con i vizi, come Maradona o Ma, garantisce Sallusti, “Non siamo fidanzati,
ci pensa Berlusconi’ ”. Michael Jackson. se è quello che vuole sapere. Ma siamo
Però “è evidente che le vicende dell’ultimo Non manca il capitolo Santanché. Il direttore sicuramente più che amici”.

BALLOTTAGGIO CON RIFIUTI


Cosa promettono (e cosa possono fare) i due candidati
a sindaco di Napoli per la ventennale emergenza
di Eduardo Di Blasi

he farà il sindaco di Napoli


Velardi in guerra
C con l’immondizia che ci-
clicamente la città sembra
non essere in grado di
smaltire? Prima di rispondere a
questa domanda, messa al cen-
Lettieri affonda
lla luce dei sondaggi che circolano a Napoli è comin-
Aanalogo
ciato il gioco dello scarica-Lettieri, simmetrico a quello
tro della puntata di Porta a Porta di Milano sulla Moratti. Nella lista dei sospetti,
che lunedì ha visto contrappo- come confermato anche dal sito di Dagospia, al primo
sti Luigi De Magistris e Gianni posto c’è Claudio Velardi, lo spin doctor del candidato
Lettieri, i due sfidanti per la pol- sindaco del centrodestra. A chi lo ha sentito in queste ore
trona di primo cittadino del ca- lui però ripete lo stesso refrain: “Io sarò leale sino alla
poluogo campano, sarebbe me- fine, parlerò solo lunedì”. Lo stato dell’arte è che a quat-
glio farne un’altra. Vale a dire: tro giorni dal ballottaggio nel comitato elettorale di Let-
quali sono i poteri del sindaco di tieri si sta consumando uno scontro feroce. E i numeri
Napoli in questa materia? Quali che annunciano una probabile sconfitta certo non aiu-
sono le leve che può o non può tano. Da un lato c’è Velardi, ex lothar dalemiano poi
muovere dalla sede comunale di lobbista e comunicatore che per la destra ha già curato la
Palazzo San Giacomo? Il confronto Da sinistra, i due candidati a sindaco campagna della Polverini nel Lazio. Dall’altro, l’apparato
Dire, come è stato affermato, di Napoli Gianni Lettieri e Luigi De Magistris (FOTO ANSA). del Pdl, con in testa Fulvio Martusciello, consigliere re-
che il progetto di De Magistris A destra, un cumulo di rifiuti (FOTO LAPRESSE). gionale e fratello di Antonio, ex viceministro oggi al-
“è uguale a quello di Pecoraro In alto, Alessandro Sallusti (FOTO ANSA) l’Agcom.
Scanio”, fa un torto a entrambi Teorico del primato dello staff sul partito, Velardi sarebbe
poiché oltre a mettere sullo stes- arrabbiato e sfiduciato per come è stato impostato il rush
so piano il (candidato) sindaco nella zona Est della città, con zione di un impianto per il com- rifiuti troverà il modo di non far finale prima del secondo turno. In pratica, Lettieri sa-
di una città e un ministro del- una capacità di bruciare postaggio, onde evitare di spedi- pagare la tassa sui rifiuti ai suoi rebbe stato abbandonato al suo destino, escluso persino
l’Ambiente in carica, dice una 1200-1400 tonnellate di rifiuti al re i rifiuti umidi fuori regione concittadini. da comizi e party elettorali organizzati dal Pdl. Di qui la
cosa che non sta in piedi. Il sin- giorno. Il candidato del centro- con grave danno per le casse co- constatazione che mentre gli avversari hanno sciente-
daco di Napoli, alle condizioni sinistra chiederà alla Regione di munali. Lettieri ritiene di mette- APPARE EVIDENTE che mente puntato sul personaggio de Magistris, ritenuto
date, non ha competenze sul- revocarne il bando per la costru- re a regime questi due meccani- due delle promesse elettorali del pure un animale televisivo, Lettieri è stato progressiva-
l’impiantistica per la chiusura di zione. Sull’impiantistica De Ma- smi entro dieci mesi. In questo centrodestra (i treni verso il mi- mente lasciato solo, per di più sfinito dai continui con-
un ciclo più o meno virtuoso dei gistris pensa alla costruzione di arco di tempo, però, cosa si fa? La sterioso paese Ue e la cancella- fronti tv con il candidato dell’Italia dei Valori. A mollarlo
rifiuti: questo la legge lo affida tre impianti di compostaggio e soluzione individuata è duplice: zione della tassa sui rifiuti) abbia- anche il governatore della Campania Stefano Caldoro,
alle Province e alle Regioni. alla creazione di un impianto di costruire nuovi siti di “trasferen- no un considerevole costo. Chi che di questa campagna elettorale sarebbe stato spet-
Cosa possono fare allora i sinda- recupero sul modello di quello za” e spedire i rifiuti in un miste- lo paga? Una legge obiettivo spe- tatore disinteressato. In questo quadro, allora, non re-
ci? Essenzialmente quattro co- di Vedelago, piccolo comune rioso paese straniero di cui, an- ciale richiesta al governo. Chissà stano che disperate mosse a sorpresa. Come quella di un
se: la raccolta (differenziata), la trevigiano arrivato a un riciclo che davanti alla domanda diretta se la Lega è d’accordo. arrivo improvviso di B. venerdì sera a Napoli, di ritorno
tassa sui rifiuti (che possono ri- del direttore del Fatto Antonio Pa- dal G8 francese. A chieder-
modulare) e, attraverso la socie- dellaro davanti alle telecamere glielo è stato ieri pomeriggio Claudio Velardi (F A )
OTO NSA

tà che gestisce la raccolta (per


Napoli l’Asìa) inserirsi nella par-
Luigi di Porta a Porta, non ha voluto ri-
velare, creando uno strano corto
Il concorrente il coordinatore regionale Ni-
cola Cosentino, ex sottose-
te del ciclo che riguarda lo stoc-
caggio a terra (con piazzole eco-
De Magistris circuito: da una parte, infatti, af-
ferma di non potersi esporre per
del Pdl gretario inquisito per camor-
ra. Il premier non avrebbe
logiche e varie) e un’impianti-
stica di basso impatto.
ritiene non far sorgere problemi nel
paese ospitante. Dall’altro ritie-
ha la soluzione: promesso nulla di certo,
condizionato dall’orario di
Vediamo allora cosa offrono i ne che il paese, dentro i confini rientro. Ma è significativo co-
programmi dei due candidati. che in città Ue, è ben contento di ricevere spedire me tra Milano e Napoli, alla
Partiamo da quello di De Magi- l’immondizia di Napoli. Delle fine il Cavaliere sia tentato da
stris, che così lo articola. Napoli non ci sia due, si direbbe, l’una. l’immondizia quest’ultima. Dove, per inci-
produce 1400 tonnellate di Su una cosa poi, Lettieri è stato so, al momento il Pdl potreb-
spazzatura ogni giorno: poco bisogno di un chiaro: vuole l’inceneritore a Na- partenopea be perdere con uno scarto
meno di un terzo, 350 tonnella- poli Est. Afferma infine che fino a più pesante rispetto alla ca-
te circa del totale, è costituito inceneritore quando persisterà l’emergenza in un Paese Ue pitale del nord. fd’e
dalla cosiddetta “frazione umi-
da” (perlopiù scarti di cibo, ma-
teriale organico). Questo, dice del 99% attraverso una selezio-
il candidato sindaco del centro-
sinistra, in una prima fase sarà
raccolto “porta a porta” sull’in-
ne spinta della frazione secca
(per maggiori informazione c’è
il sito www.centrorici-
Una questione di Loris Mazzetti
migrati: “Via da Lampedusa entro 60 ore, chie-
tero territorio comunale e invia-
to negli impianti di compostag-
clo.com). A quel punto, poten-
ziata anche la raccolta differen-
di legalità deremo per l’isola il Nobel per la Pace” (B.), “Fora
dai ball” (Bossi). Definizioni di Fini: “Questo è pazzo”
gio fuori regione. Altre 100 ton- ziata per i commercianti, De Ma- (B.), “È uno stronzo” (Bossi). Su Pisapia: “È alleato dei
nellate di vetro e 150 di carta e gistris annuncia la modifica del- l futuro non sorride al Pdl, ma tutto ciò che luccica del violenti. Milano città islamica, zingaropoli di campi
cartone arriveranno dalla rac-
colta in strada. Le 800 tonnella-
la tassa sui rifiuti, che verrebbe
rimodulata non sui metri quadri
Iassomiglia
Pd non è oro. B. ha perso lo smalto del comunicatore,
sempre più a un ciarlatano (venditore am-
rom” (B.), “Pisapia è un matto” (Bossi). L’avvocato Pi-
sapia, il candidato dal volto per bene, il sindaco di cui
te rimanenti, costituite da fra- della casa ma sull’effettivo con- bulante o smerciatore di prodotti scadenti, scelga il let- Milano ha bisogno. La sua storia politica e professio-
zione secca differenziata, po- ferimento di rifiuti. Lo stesso De tore), l’ultimo tentativo di spacciare un videomessaggio nale lo sta aiutando a guadagnare la fiducia dei mi-
tranno trovare una diversa desti- Magistris ritiene di poter porta- per un’intervista, occupando 5 tg su 7 (per i comizi lanesi. David Pisapia è consapevole di lottare contro
nazione nei consorzi che si oc- re la differenziata a Napoli al illegali l’Agcom ha multato il Tg1 e Tg2 di 350 mila euro Golia Moratti. Già una volta David ce l’ha fatta. Nella
cupano del riciclo (come il Co- 66% in pochi mesi. Cifra ambi- e i tre tg di Mediaset di 450 mila. Per la Rai chi pagherà, città meneghina il Pd deve ringraziare le primarie. Il
nai e il Comieco). Il rimanente si ziosa: oggi è ferma al 17,7%. il solito contribuente o chi ha procurato il danno era- partito è poco sensibile al rinnovamento, quello vero,
avvierà agli impianti esistenti in riale?), ne è la conferma: stessa location, stesso con- non di facciata, quello che chiede la società civile. È
Campania: vale a dire agli Stir DIVERSA la ricetta di Lettieri. tenuto, evidente lettura delle risposte. Ferrara ha par- lontano dai giovani che guardano con simpatia il mo-
(un tempo Cdr, che compiono Anche lui muove dalla raccolta lato di un autogol e i suoi interventi li ha definiti: “Di- vimento di Grillo. Non riesce a liberarsi dei vecchi arnesi
sul rifiuti un ulteriore recupero differenziata estesa a tutti i quar- scorsi da bettola paesana”. Galli Della Loggia (altro della politica. Anche l’oro di Napoli non nasce dal Pd. Il
di materiale da riciclo) e quindi tieri: entro dieci mesi - spiega - sostenitore della prima ora), si è chiesto: “Ma davvero si merito è solo del protagonista: Luigi De Magistris e dei
all’inceneritore di Acerra, che Napoli arriverà al 50%. Anche può pensare che dilatare sui telegiornali, promettere cittadini che lo sostengono. L’ex magistrato, che crede
sui depliant del governo sareb- questa appare una cifra conside- ministeri, togliere multe, elargire mance e favori possa nel rispetto delle istituzioni, rappresenta la risposta al
be in grado di bruciare 2000 revole ma non è nè più nè meno rovesciare un risultato che ha cause politiche profon- bisogno di legalità. Ha risvegliato nei napoletani il di-
tonnellate di rifiuti al giorno. Se quella che impone la legge (per de?”. A sostegno di B. ancora una volta è arrivato Bossi: ritto di sperare che la cultura dell’illegalità, imposta
questi sono i numeri, afferma la precisione l’ordinanza della “La Moratti poteva fare meglio, noi la sosterremo, anzi dalla camorra e dalla mala politica, si trasformi in oc-
De Magistris, non c’è bisogno di presidenza del consiglio la terremo sotto tiro”. Ormai i due sono una coppia di casioni per i giovani, che Napoli torni ad essere una città
costruire un secondo impianto 3639/2008), pena il commissari- fatto, peccato che il tempo dell’avanspettacolo sia fi- di cultura, arte e lavoro. Da Milano e da Napoli l’Italia
di incenerimento della spazza- mento del Comune. Anche il nito, avrebbero avuto futuro. Breve repertorio. Gli im- tornerà a vivere.
tura. A Napoli ne è previsto uno, centrodestra prevede la costru-
pagina 6 Mercoledì 25 maggio 2011

I
LA VOCE DEL PADRONE

l direttore generale della Rai, Lorenza commissione parlamentare di Vigilanza – si legge


Lorenza Lei ai comitati Lei, ha incontrato ieri i rappresentanti in una nota della Rai – il direttore generale ha
dei Comitati referendari che hanno assicurato immediati interventi per intensificare
manifestato in Viale Mazzini per chiedere l’informazione sui referendum”. E per
referendari: maggiore attenzione ai temi della consultazione protestare contro il silenzio dell’informazione,
del 12 e 13 giugno. “Dopo aver chiarito che non ieri il segretario radicale Mario Staderini ha
c’è alcuna inadempienza da parte del servizio partecipato a una tribuna elettorale su Rai 2
faremo più informazione pubblico degli obblighi previsti dalla vestito da fantasma.

LA STAGIONE DEI SALDITutti in fila da Tremonti, Maroni e Romani


per strappare una nomina a mamma Rai
di Fabrizio d’Esposito che aveva accusato flettersi alle esigenze del fon- sempre lì, i giornalisti non sa-
e Chiara Paolin l’Agcom di aver mos- datore. ranno in grado di fare il proprio
so “una pesante in- lavoro serenamente fino a
eri, tra Transatlantico e PER LA RAI invece la partita quando permarrà questa con-

I
timidazione” con-
giardinetti interni di Mon- tro i tg colpevoli è tutta politica. Carlo Verna, se- centrazione di poteri nelle ma-
tecitorio, li hanno notati soltanto di aver da- gretario dell’Usigrai, aveva ni di una persona”. “È una bolla
tutti: chiacchiere fitte tra to voce a Berlusco- pronunciato anche la parola che sta scoppiando – commen-
Gianluigi Paragone, direttore ni dopo il suo silen- sciopero per dire quanto i gior- ta Maria Luisa Busi –. Un anno
in pectore del Tg2 in quota Le- zio post elettorale. nalisti Rai siano esasperati da- fa ho deciso di espormi, di de-
ga, e pezzi da novanta come “Gli elettori stavolta si vanti alla miscela ormai esplo- nunciare una situazione inso-
Roberto Maroni, Giulio Tre- sono mossi attraverso altri siva di interessi privati, uscite stenibile. Non è cambiato mol-
monti, la consigliera Rai pada- canali di consenso, legati al pubbliche e guai trasversali to, a parte che non sto più al
na Giovanna Bianchi Clerici. passaparola e a Internet – spie- dentro le redazioni. “Io dico Tg1. Ma la speranza di vivere e
Nomina assegnata? A mediare ga Trombin –. Berlusconi, per solo una cosa: conflitto di in- lavorare in un posto normale
c’era pure Paolo Romani, che smuovere le acque, ha deciso teressi – scandisce Franco Sid- mi è rimasta. Io ancora ci cre-
tiene il filo con Lorenza Lei per un’azione strategica: occupa- di, segretario Fnsi –. Si torna do”.
ricamare nuovi equilibri sui ri- re i media e far parlare tutti di
sultati di lunedì prossimo. Ma sé per giorni e giorni. Non con-
se la nuova dg Rai ha detto che tano più i programmi elettora-
la politica deve tenersi a di-
stanza di sicurezza, e potreb-
li, le scelte per le città, ma l’i-
dentità del premier, la sua im- DELL’UTRI
be anticipare alcune decisioni magine di uomo ostacolato
al Cda di domani per evitare
l'ingorgo del weekend, pos-
L’intervista di B. a reti unificate (FOTO ANSA) . Nel riquadro, il ministro Romani (FOTO DLM) nell’esprimersi liberamente”.
Ieri tutti i Cdr Mediaset hanno
Eccesso di immunità
siamo avere qualche speranza pagare ai direttori dei tg il fio concreto: “Nel sit-in organiz- firmato un comunicato con- a Corte europea dei diritti dell’uomo a Stra-
che le cose cambino davvero?
Del resto il ticket Lei-Romani
di tanta fragilità nel maneggia-
re i bollori elettorali sia una
zato lunedì in viale Mazzini ho
letto, una dopo l’altra, le pseu-
giunto che appoggia quello del
Tg5 ribadendo la necessità di
LMarcello
sburgo ha condannato l’Italia per aver salvato
Dell’Utri da un procedimento per dif-
ha esordito giovedì scorso a punizione significativa o piut- do domande fatte al premier rispettare la dignità professio- famazione e si è espressa contro l’abuso del-
Palazzo Grazioli, per concor- tosto un segno tragico della dai colleghi del Tg1, Tg2, Tg4, nale dei singoli. “Anche noi l’immunità parlamentare. I fatti risalgono al
dare con B. l’offensiva sui tg tanto denunciata illiberalità Tg5 e Studio Aperto: non occor- dobbiamo fare la nostra parte – 2002 quando il senatore del Pdl, dopo una con-
del giorno successivo e il nuo- dei media italiani. Ma Natale re aggiungere altro. Poi parlia- spiega Daniele Molè del Tg4 –. danna della Cassazione, rilasciò un’intervista in
vo pacchetto di nomine. vuole andare ancora più sul mo di schiena dritta, di deon- Forse è ora di darsi un codice di cui affermava che la sentenza era frutto delle
“Ragioniamo un secondo: tologia, di dovere professiona- comportamento per fissare pa- posizioni politiche di Onorato, “un magistrato
perché il premier non si è fatto le. Ma che possiamo pretende- letti più fermi in materia anzi- militante, appartenente a una formazione po-
intervistare da Tg3 e La7? For-
se aveva il timore che da lì ar-
Rappresentanze re dai precari pagati tre euro a
pezzo sulla stampa locale se
ché attendere le decisioni di
un’autorità esterna”. Ma il bal-
litica avversa”. Il magistrato denunciò Dell’Utri
per diffamazione, ma non ci fu alcun processo
rivasse qualche domanda ve-
ra”. Roberto Natale, presiden-
sindacali unite anche nei tg più strutturati le
cose vanno così?”.
lottaggio incombe, e ieri tutti i
direttori dei tg Mediaset sono
perché il Senato accordò al parlamentare l’im-
munità. Ieri la Corte di Strasburgo ha condan-
te della Federazione Naziona-
le della Stampa e storico lea-
nel rivendicare “L’IMPATTO dei media sul-
stati riuniti dai vertici aziendali
per concordare la linea: come
nato l’Italia a risarcire Onorato con 16 mila euro.
Nella motivazione si legge che “nonostante sia
der del sindacato interno Rai, l’elettorato non si valuta con la affrontare le ultime frenetiche legittimo per uno Stato assicurare l’immunità
non trova pace. Le multe del- la dignità calcolatrice in mano, qui sia- ore di campagna elettorale e il dei parlamentari affinché possano espletare li-
l’Agcom sono il tema di gior- mo su un piano diverso” ragio- post-amministrative? Manager beramente la loro funzione, la stessa immunità
nata, tutti lì a discutere se le del lavoro, na Paolo Trombin, giornalista e e azionisti hanno lanciato qual- non può estendersi oltre l’attività parlamenta-
sanzioni (quasi 400 mila euro rappresentante sindacale del che segnale di nervosismo, re”.
solo per la Rai) siano sufficien- l’Usigrai pensa Tg5. Con gli altri colleghi del perché Mediaset deve stare sul (a. masc.)
ti a segnalare un malessere di Cdr ha risposto duramente al mercato e mantenere un’im-
sistema, se la proposta di far allo sciopero direttore Clemente Mimun magine credibile, senza genu-

Multa dell’Agcom, il Cda decide chi deve pagare


IL DIRETTORE GENERALE DOVRÀ ATTENERSI ALLA DECISIONE. IL PREMIER ALLA CAMERA: VOGLIONO IMPEDIRMI DI PARLARE
di Sandra Amurri nuncia presentata venerdì scorso pubblici sarebbero finiti nelle mani chi Rai. La Corte dei Conti ha chiesto te a Rai e Mediaset sono arbitrarie,
dai radicali Emma Bonino e Marco di un privato depauperando il patri- che l’ex dg Mauro Masi venga con- ingiustificate e indecenti”, dice Mau-
colpevoli per aver messo a di- Cappato. È possibile che una deci- monio pubblico. Un precedente che dannato a pagare 680 mila euro per rizio Gasparri. E Cicchitto ammette:
Inosposizione del premier microfo-
e telecamere sono stati pesan-
sione arrivi già oggi. ha fatto scuola è la nomina di Alfredo
Meocci a direttore generale Rai, no-
le maxi liquidazioni corrisposte al
direttore di Radio Rai Angela Butti-
la situazione è sbilanciata ma a fa-
vore della sinistra. Pronta la risposta
temente puniti dall’Agcom. E i col- COSÌ COME oggi si riunisce il Cda nostante una norma lo rendesse ine- glione (935 mila euro) e all’ex di- dell’Agcom, per bocca del commis-
pevoli sono Tg5, Tg4, e Studio della Rai per decidere se a pagare leggibile in quanto ex membro del- rettore dei Servizi parlamentari Mar- sario Michele Lauria: “'Nessuno vuo-
Aperto per Mediaset ,Tg2 e Tg1 per sarà chi si è macchiato della colpa l’Autorità. La Corte dei Conti ha con- cello Del Bosco (700 mila euro). le impedire al premier o ad altri di
la Rai. Il tg di Augusto Minzolini è (cioè il direttore ad interim del Tg2 dannato a pagare 11 milioni di euro i parlare, ma si devono rispettare le
stato sanzionato con la massima pe- Mario De Scalzi e quello del Tg1 Au- cinque consiglieri di centrodestra “OGNI MIA PAROLA costa 800 regole. È strumentale che le sanzioni
na pecuniaria: 258.230 mila euro gusto Minzolini). Nel caso, non do- che votarono sì, lo stesso Meocci e mila euro di multa... Siamo all’assur- si siano basate sul conteggio dei tem-
perché recidivo. Intanto giustizia è vrà far altro che trasmettere la de- l’allora ministro del Tesoro Dome- do. Mi impediscono di parlare”, tuo- pi, la violazione riguarda il contenu-
stata fatta per aver violato la par cisione al Direttore generale, la neo nico Siniscalco. Lo stesso è accaduto na Berlusconi con alcuni parlamen- to propagandistico, con giornalisti
condicio in campagna elettorale. La nominata Lorenza Lei, che avrà l’ob- per la vicenda che riguarda gli spre- tari a Montecitorio. “Le multe infer- quasi relegati al ruolo di spalla e il
domanda ora è: chi pagherà questi bligo di ottemperarvi. Dunque spet- logo del partito ben in vista, spot
258.230 mila euro? La Rai? Cioè noi terà decidere al Cda e non alla Corte Il direttore del Tg1 Augusto Minzolini (FOTO DLM) elettorali il cui inserimento nei tg è
cittadini? O il direttore del Tg2 e del
Tg1? Sarà Minzolini a dover mettere
dei Conti chi dovrà pagare? “Sì. La
Corte dei Conti vigila sul patrimo-
La Procura vietato dai regolamenti elettorali e
dalla legge della par condicio”. Ma
le mani in tasca? Lui che con or-
goglio rivendica l’intuito giornali-
nio, a difesa del patrimonio delle
aziende pubbliche, nel nostro caso
di Roma valuta Minzolini continua a rivendicare la
sua imparzialità, e come non creder-
stico che ha impedito alla testata di
prendere un “buco” mandando in
della Rai, e valuta se vi è stato danno
erariale”, spiega il consigliere di op-
la denuncia gli? “Tutti hanno avuto il loro spazio,
la multa mi lascia esterrefatto. Ho
onda l’intervista fiume, meglio de- posizione Nino Rizzo Nervo (Pd) fatto quello che tutti i direttori
finito monologo a reti unificate, a che aggiunge: “Ma in questo caso presentata avrebbero fatto. Il premier non par-
Berlusconi, premier e candidato ca- non vi è stato danno erariale in quan- lava dal giorno dei risultati del primo
polista a Milano? Una domanda po- to la multa verrebbe pagata dalla Rai venerdì dai turno. Era o no una notizia la sua
sta con forza dall’opposizione che al ministero del Tesoro, cioè allo Sta- intervista?”, si chiede Minzolini. La
chiede una class action verso i di- to”. Diverso sarebbe se la Rai avesse radicali Bonino notizia era un’altra: Berlusconi am-
rettori. Mentre la Procura di Roma affidato senza gara un incarico a un mutolito dalla batosta ricevuta. Pec-
sta valutando il da farsi, dopo la de- fornitore esterno, in quanto i soldi e Cappato cato che sia sfuggita al suo talento.
Mercoledì 25 maggio 2011 pagina 7

I
AL VOTO AL VOTO

l caso del referendum sul Nucleare strategie utili a contrastare il pericolo che approvato dal Senato lo scorso 20 aprile con lo
Pronto il ricorso arriverà il 7 giugno all’esame della l’appuntamento del 12 e 13 giugno possa scopo di vanificare il voto sul nucleare”.
Corte costituzionale. In attesa che saltare. Trattandosi di conflitto di attribuzione, la
l’ufficio centrale della Cassazione decida se vi sia I comitati per i referendum sul legittimo decisione avverrà in due tempi: l’ammissibilità
in Cassazione a difesa ancora l’interesse o meno allo svolgimento della impedimento e sul nucleare hanno infatti deciso (fissata per la camera di consiglio della Consulta
consultazione referendaria dopo lo stop alle di sollevare il conflitto di attribuzione davanti il prossimo 7 giugno) e il merito (che si terrà in
centrali previsto dal decreto omnibus, i comitati alla Consulta per chiedere “l’annullamento un secondo momento, a meno che il ricorso
della consultazione promotori hanno messo in campo tutte le dell’emendamento al decreto omnibus non sia dichiarato inammissibile).

FIDUCIA AL DECRETO
CHE SCIPPA
IL REFERENDUM
La maggioranza continua a litigare
Bossi: “I quesiti sono attraenti”
di Fabrizio d’Esposito ballottaggio. Si vota la fiducia pedimento. E di questi tempi, Napoli. Ed è per questo che nel
al decreto legge Omnibus che l’antiberlusconismo militante giorno della fiducia viene fuori
a visione politica di Um- vara la moratoria nucleare per della base del Carroccio è tor- l’ennesimo paradosso berlu-

L berto Bossi, sui referen-


dum, muta in una mancia-
ta di secondi. Prima una
pernacchia, “prrrrrrr”, a do-
manda diretta: “Cosa farà la Le-
depotenziare la consultazione
del 12 giugno, che contempla
anche una legge ad personam
di B., il legittimo impedimen-
to.
nato allo scoperto, senza re-
more. Bossi all’attacco e B. in
difesa. Questo lo schema. Il lea-
der leghista non molla nemme-
no sui ministeri al nord (“Ber-
sconiano. Da un lato la tran-
quillità ostentata per il voto sul
dl Omnibus, dall’altro il pessi-
mismo e l’angoscia per il se-
condo turno delle amministra-
ga?”. Poi un’apertura sui due La fiducia passa per 313 a 291 lusconi si convincerà”), che tive.
quesiti sull’acqua: “Sono allet- ma il capo della Lega non per- potrebbero far esplodere da lu-
tanti. Avevamo detto a Berlu- de l’occasione per smarcarsi nedì in poi gli ex an del Pdl, IL PREMIER NE È perfetta-
sconi di fare una legge sull’ac- dal premier e mandare l’enne- pronti a riunirsi in una nuova mente consapevole e mette le
qua e l’appoggiavamo noi. Poi simo pizzino al quasi ex amico supercorrente. Il più attivo in mani avanti. Dopo aver predi-
si è messo il ministro Fitto e alla Silvio Berlusconi. Perché, sui queste ore è il sindaco di Roma cato violentemente sul signifi-
fine nessuno l’ha fatta”. Mon- referendum, si legge acqua ma Gianni Alemanno che, con cato politico delle urne mene-
tecitorio, martedì prima del si traduce anche legittimo im- l’aiuto di Andrea Augello, pre- ghine, adesso ha dato l’ordine I festeggiamenti di Silvio Berlusconi alla Camera dopo il voto.
di minimizzare in caso di scon- Sotto, lo striscione srotolato in aula dall’ex deputato Sauro Turroni (FOTO ANSA)
fitta. E gonfia il petto sulla fidu-
Berlusconi cia approvata: “È la conferma Due colloqui ministeri al nord, di ballottaggi
IDV Vietata informazione mette le mani
che c’è una maggioranza con la
quale si può lavorare e attuare tra il Senatùr
e anche di legge elettorale, l’ul-
timo fantasma che aleggia sulla
quel piano importante di rifor- tenuta del maggioranza. Alla Le-
in uffici e scuole? avanti: me che per ora, a causa dei veti
che avevamo nella nostra mag-
e il premier ga potrebbe fare gola il modello
tedesco, vera ossessione del-

Dcolo,opo la segnalazione del consigliere regionale friu-


lano Roberto Antonaz, apparsa sul quotidiano Il Pic-
l’Italia dei Valori ha presentato un’interrogazione
“Abbiamo gioranza, non siamo riusciti a
fare”. Ecco perché oggi ci sarà
una riunione dell’ufficio di pre-
per trattare l’asse tra Casini e D’Alema. Ci
sarebbero stati anche contatti
tra il Carroccio e alcuni espo-
urgente al ministro dell’Interno: è vero che è stata i numeri, sidenza del Pdl: “Prendere atto su ministeri nenti dell’opposizione. Nell’in-
vietata tramite circolare l’informazione da parte di pub- che c’è la maggioranza e con- terpretazione corrente, una ri-
blici dipendenti e insegnanti sui prossimi referendum? governeremo fermare il programma di gover- al Nord e legge forma in senso proporzionale
“Tale prescrizione – afferma il deputato Carlo Monai no per i prossimi due anni”. senza premio di maggioranza
nel documento – sarebbe estrapolata dalla legge sulla altri due anni” Una sorta di excusatio non petita elettorale consentirebbe a Bossi di slegar-
par condicio, che però prevede il divieto a pubblici per un eventuale risultato cata- si per sempre dal Pdl e andare
dipendenti e insegnanti di promuovere indicazioni di strofico. Ma che non mette il da solo al voto in caso di poli-
voto”. La circolare invece, sostiene Monai, “imporreb- parerebbe un progetto che va centrodestra al riparo da tensio- caso di sconfitta a Milano? I co- tiche anticipate. Scenari per il
be un più generale divieto di informazione sugli istituti dagli ex colonnelli all’attuale ni, fibrillazioni e minacce. I de- lonnelli del cerchio magico fi- momento, ma che lunedì po-
di democrazia diretta”. Il parlamentare sottolinea quin- Responsabile Silvano Moffa, ai putati escono dall’aula dopo loberlusconiano, come il capo- meriggio potrebbero diventare
di che “anche i cittadini investiti di pubbliche funzioni dissidenti finiani Adolfo Urso e aver votato sì e si lasciano an- gruppo alla Camera Reguzzoni, materia di discussione concre-
non possono essere privati del loro diritto-dovere di Andrea Ronchi e persino alla dare a infauste profezie. C’è chi spandono ottimismo e preve- ta.
informazione attiva e passiva sui contenuti dei refe- Destra di Francesco Storace. spera che “una situazione di dono vittorie senza rotture. La
rendum popolari e una simile circolare costituisce una Tutte manovre in previsione estrema debolezza possa com- domanda ha fatto da sfondo ai IN OGNI CASO, il Senatùr
inammissibile limitazione delle libertà democrati- del terremoto che spaventa il pattarci e non scoppiare una colloqui avuti da B. con Bossi ie- avrebbe rassicurato il premier,
che”. centrodestra: la sconfitta ai bal- volta per tutte”. La madre di tut- ri. Il primo a Montecitorio, il se- che in precedenza aveva mo-
lottaggi con un secco due a ze- te le domande riguarda la Lega, condo a Palazzo Grazioli. I due strato tutto il suo gelo al presun-
ro per l’opposizione a Milano e ovviamente. Cosa farà Bossi in hanno parlato del trasloco di to inciucio tra Bossi e D’Alema:
“Non ne so nulla”. Questa la
promessa del leader leghista al

I fotografi scattano per l’acqua pubblica Cavaliere: “Senza l’intesa tra


me e te non si farà alcuna legge
elettorale. Sono solo voci quel-
le che circolano”. Quanto ai mi-
UNA MOSTRA A MILANO CON OPERE DI 70 ARTISTI. I RICAVI A FAVORE DELLA CAMPAGNA REFERENDARIA nisteri, la soluzione è una tre-
gua: congelare la proposta per
di Valeria Gandus Mario Dondero, ai quali si affian- ro (“Miniera di Seraing”, Liegi, melting pot di pendolari immor- non alimentare le polemiche al-
cano generazioni più recenti e gio- 1976), Ferdinando Scianna ha ce- talati su un vagone della metro da l’interno del Pdl. Poi le riforme
opo il grande successo della vani promesse dell’obiettivo. duto una foto storica (1963) della Luca Napoli. E molto mondo (l’An- economiche, che tirano in bal-
Dopere
mostra “Artisti per Pisapia” (40
dei massimi pittori italiani
Le fotografie non hanno necessa-
riamente per tema l’acqua, ma so-
sua Scilla com’era: “Processione
per la festa di Santa Fortunata”,
tartide di Fabiano Busdraghi, la De-
troit di Marco Introiti, la Lione di
lo il grande convitato di pietra
di questa campagna elettorale:
contemporanei bruciate in poche no rappresentative delle temati- Baucina. Alberto Locatelli, la Shangai di Pao- Giulio Tremonti. Il nome del
ore con un ricavo di 32 mila euro, che care ai vari artisti: Gabriele Ba- Nelle fotografie, tutte bellissime, la Mattioli, la Benares di Cristina ministro dell’Economia resta il
tutti devoluti alla campagna elet- silico ha optato per uno scatto d’e- esposte con amore e passione da Omenetto). Perché i grandi foto- più quotato per il dopo-terre-
torale del candidato sindaco del poca, al famoso Francesca Carmi, grafi sono spesso dei grandi viag- moto del 30 maggio. Al secon-
centrosinistra), la Milano demo- concerto del Parco infaticabile orga- giatori. Ma questa volta si sono fer- do posto il colonnello leghista
cratica ci riprova. Questa volta per
un altrettanto nobile scopo: la
Lambro (1976),
Francesco Cito ha
Dopo l’iniziativa nizzatrice di que-
sta mostra come
mati a Milano, l’ex capitale morale
che ha l’ambizione di tornare a es-
Roberto Maroni, titolare del-
l’Interno. Entrambi sanno di
campagna per i referendum del 12
e 13 giugno, in particolare quello
ceduto un’immagi-
ne dell’intifada pa-
pro Pisapia della precedente
per Pisapia, c’è
serlo: riconquistando al centrosi-
nistra la poltrona di sindaco e im-
potersi giocare una partita de-
cisiva in caso di doppio scon-
sull’acqua.
A scendere in campo per difende-
lestinese (1993),
Mario Dondero è
e le istantanee molta Milano: una
straordinaria piaz-
pegnandosi, anche con iniziative
come questa, per la vittoria nei re-
quasso a Milano e Napoli.
In questa cornice, ieri a Monte-
re la proprietà pubblica del bene presente con un za Cordusio vista a ferendum del 12 e 13 giugno. La citorio i più rilassati erano i fa-
essenziale, assieme all’aria, alla so- bianco e nero eso- andate a ruba, volo d’uccello da mostra “Fotografi per l’acqua pub- migerati Responsabili, che han-
pravvivenza del genere umano, è tico: “A bordo di Massimo Siragusa, blica” è a Milano, domani, dalle 15 no scongiurato il pericolo della
una squadra ancora più nutrita di una feluca nel Gol- nuova un decrepito e fa- alle 22, allo Spazio Theca, piazza prima scissione. Pare infatti che
artisti: 70 fotografi, fra i quali mae- fo Persico” (1975), scinoso palazzo di Castello 5. I prezzi delle opere van- Arturo Iannaccone ed Elio Bel-
stri acclamati come Ferdinando Uliano Lucas ha mobilitazione via Moriggi ritratto no dai 200 euro in su. Il ricavato, castro non vogliano più andar-
Scianna, Uliano Lucas, Gianni Be- scelto un tema per da Ambra Zeni, naturalmente, andrà in sostegno sene per fare un partito sudi-
rengo Gardin, Gabriele Basilico, lui classico, il lavo- allo spazio Theca uno straordinario della campagna referendaria. sta.
pagina 8 Mercoledì 25 maggio 2011

ITALIE

SEDIE, FRULLATORI
E TAPPETI: ANEMONE
GRAN BAZAR
La nuova lista di regali e favori
alla cricca di Bertolaso & C.
di Marco Lillo ciola del sistema Anemone è sal- Ci sono persino i compensi (le-
inviato a Perugia tata fuori dall’analisi dei file del citi e fatturati ovviamente) di at-
computer della segretaria. Una tori come il vincitore di Ballando
i sono un milione di lire vera miniera di informazioni ge- con le stelle Kaspar Capparoni, ar-

C per “l’autista di Claudio


Scajola”, i 30 mila euro per
i lavori della figlia di Guido
Bertolaso. I materassi della casa
dell’allora ministro Pietro Lu-
stita attraverso un apposito pro-
gramma di contabilità. Con
l’aiuto dei consulenti informati-
ci, la polizia giudiziaria ha mes-
so in fila il dare e l’avere occulto
ruolati dalla società di produzio-
ne di famiglia per dare lustro al
film “Sole nero” nel quale recita-
va Lorenzo Balducci, figlio di An-
gelo.
Guido Bertolaso e Claudio Scajola,
ex sottosegretario ed ex ministro tra i
principali beneficiati delle attenzioni sto della casa di Scajola al Colos- per stucchi ministro: 3 milioni e
nardi e persino i cuscini del pa- del re dei lavori senza gara. Il lavoro certosino degli investi- di Anemone, nel riquadro (FOTO LAPRESSE) seo entra nel vivo. E la contabi- 560 mila lire”. Il 6 agosto “stuc-
lazzetto di famiglia in via dei Pre- gatori però ha estratto da questa lità di Anemone registra: il 4 mag- chi Palazzo Grazioli: 1 milione e
fetti. E poi ancora le spese per le
bollette Acea e Italgas, Sky e in-
L’INFORMATIVA deposita-
ta il 19 maggio per sostenere l’ac-
massa informe di dati 12 pagine
contenenti solo le spese degne
Tra i fortunati gio “Angelo Z. per appartamento
50.000 euro”; il 12 maggio: “A
500 mila lire”; Il 27 agosto: “Re-
mo muratore Palazzo Grazioli: 1
fine il mosaico della piscina e il
tappeto della lussuosa magione
cusa contro Diego Anemone e i
funzionari che lo avrebbero aiu-
di segnalazione ai magistrati. La
prima annotazione è del 27 giu-
beneficiari Zamp. per appartamento:
50.000 euro”. Il 19 maggio 2004:
milione di lire”. Il 22 ottobre
“lampade palazzo Grazioli: 4 mi-
di Angelo Balducci. E non man-
ca un’annotazione per le spese
tato in cambio di regalie, Angelo
Balducci, Guido Bertolaso, Mau-
gno 2001: “Sedie Balducci: 1 mi-
lione e 224 mila lire”. L’ultima è
(a loro “Compromesso (200) più Agen-
zia (30) Scaj: 230.000 euro”. Pro-
lioni di lire”; Il 25 ottobre: “rim-
borso Vanessa per spese mini-
del fuoristrada di Camaldo, con ro Della Giovampaola, Fabio De del 15 dicembre del 2009: “Sava prio quel giorno è stato siglato il stro: 5 milioni di lire”. E poi “Cia-
tutta probabilità il monsignore Santis, Claudio Rinaldi, si com- Rinaldi scad. mese: 739,1 euro”, insaputa?) compromesso tra le sorelle Papa ni lampadari P. Grazioli: 2 milioni
amico di Balducci (3250 euro pone di ben 841 pagine di conti, probabilmente il leasing di e Claudio Scajola con la conse- e 650 mila lire”. Fino alla prima
per “ass.”). La contabilità spic- sottoconti, entrate e uscite. un’automobile a disposizione di Scajola, gna da parte dell’architetto Zam- apparizione del nome il 31 otto-
Claudio Rinaldi, commissario polini alle sorelle di 200 mila eu- bre: “spese autista Scaiola: 1 mi-
dei mondiali di nuoto 2009. Lunardi ro. E non è finita, il 21 ottobre: lione di lire”.
I protagonisti della lista sono l’ex “168 mila euro per c\c via del Fa-
Il conto dei servi dirigente della Presidenza del e Balducci gutale rimb. a Maria Corse”. Il 27 ANEMONE pensava a tutto
Piscine e case ma anche cuscini e ricariche telefoniche consiglio Angelo Balducci e i aprile Anemone spende 96 euro anche ai vestiti sporchi dei suoi
Piscina Balducci 9 luglio 2001: mosaicista 7 milioni e suoi figli. Ma non mancano anno- per un trasformatore per casa amici. L’8 maggio del 2008 appa-
50 mila lire tazioni molto interessanti su gno. Alla fine di ottobre del Scajola. I pm di Perugia e di Ro- re un’annotazione: “Lavanderia
Lavatrice Montepulciano 16 luglio 2001: Giotto Claudio Scajola, Guido Bertolaso 2001, nell’Archivio cassa di Ane- ma non hanno indagato Scajola per Guido B.”. Mentre il 27 set-
600 mila lire e Pietro Lunardi. L’ex ministro mone compare il nome di un al- anche perché non è stato trovato tembre del 2006 subito dopo
Divani per questore San Vitale 4 agosto 2001: 800 delle infrastrutture, già indagato tro autista e di un altro ministro: nessun favore pubblico offerto un’entrata anonima per 30 mila
mila euro per l’acquisto a prezzo di favore Scajola. La cifra annotata è paria dal politico ad Anemone per sde- euro c’è la seguente uscita: “A
Spese autista Scajola 31 ottobre 2001: un milione di da Propaganda Fide del palazzo a un milione di lire ed è imputata bitarsi Diego per ft. Olivia Bertolaso
lire di via dei Prefetti a Roma, non a “spese autista Scajola”. Il Fatto Quotidiano ha già svelato, emessa Odd: 30 mila euro”. Oli-
Tv di Angelo Balducci 17 gennaio 2003: Di Salvo compare mai nella contabilità. grazie alla pubblicazione delle via Bertolaso, figlia di Guido, è
658 euro In compenso ci sono molte an- UNA SOMMA piccola che sei fatture inedite di un fornitore di proprietaria dell’appartamento
Cuscini per via dei Prefetti (Lunardi) 19 febbraio notazioni che fanno riferimento giorni prima era stata preceduta Anemone, che il munifico im- ai Parioli adiacente a quello di ge-
2003: 30 euro al nome di battesimo della figlia da un’altra annotazione anoni- prenditore iniziò a lavorare al Vi- nitori, nel quale sono stati effet-
Materassi per via dei Prefetti (Lunardi) Martyina, titolare della San Mar- ma: “rimborso Vanessa (proba- minale quando il ministro Scajo- tuati lavori da Anemone. Anche
25 marzo 2003: 670 euro co, l’impresa di famiglia che ha bilmente Vanessa Pascucci, mo- la era in carica e non dopo le di- l’indirizzo dell’appartamento
Angelo Zampolini per appartamento Scajola comprato quell’immobile. Il 2 glie di Anemone, ndr) per spese missioni del luglio 2002, come si che - secondo i pm - era stato
4 maggio 2004: 50 mila euro gennaio 2006 per esempio si leg- ministro”. In quel periodo Ane- era detto finora. Ora dalla conta- messo a disposizione di Bertola-
Ricarica telefono Lorenzo Balducci 10 maggio ge: “Martina per via dei Prefetti: mone curava molto i rapporti bilità di Anemone si scoprono al- so da Anemone, che pagava l’af-
2004: 105 euro 250 mila euro”. Un’annotazione con le forze di polizia. Il 4 luglio tri elementi sull’inizio dei rap- fitto e le spese per suo conto. Il
Casa Scajola 19 maggio 2004: compromesso (200) che gli investigatori leggono con si legge: “800 mila lire per Que- porti tra l’ex coordinatore di For- primo marzo si legge: “FC a Wal-
più agenzia (30) attenzione. Anche perché l’auti- store San Vitale (sede della Que- za Italia e Anemone, databile su- ter per via Giulia (Berto): 2000
Rimborso frullatore per ministro 27 ottobre sta factotum di Anemone, Hidri stura di Roma, ndr)” e il 18 luglio bito dopo le elezioni del 2001, euro”. Il 31 marzo: “A Zampolini
2005: 100 euro Fathi, aveva dichiarato di avere “un milione di lire per Questo- trionfali per Forza Italia e il suo per via Giulia: 10 mila euro”. E
Terra per segretaria di Scajola 25 maggio 2004: consegnato una busta di Anemo- re”. Spiccioli. La musica cambia coordinatore di allora. poi numerose spese per bollette
83,20 euro ne a Martina Lunardi nella quale nel 2004. Nei primi giorni di Il 31 luglio 2001 sulla contabilità “Acea via Giulia” o “Eni-gas via
pensava potesse esserci un asse- maggio la trattativa per l’acqui- parallela appare: “Gentile Nicola Giulia”.

Val di Susa, è di nuovo violenza BELPIETRO Assolto


BARRICATE E SASSAIOLE TRA I NO-TAV E LA POLIZIA A CINQUE ANNI DAGLI SCONTRI DI VENAUS sul falso attentato a Fini
di Stefano Caselli il movimento Notav punta a far saltare, e per complessivo di oltre 120 chili. Dopo meno aurizio Belpietro è stato assolto dall’accusa di pro-
Chiomonte (Torino) riuscirci tenta di bloccare gli accessi all’area
del cantiere. L’unica via possibile per le ru-
di un’ora le forze dell’ordine rinunciano al
blitz e i mezzi escavatori abbandonano il via-
M curato allarme. E la Procura di Milano ha subito
inoltrato un ricorso in Cassazione, sostenendo che la

Lmaadideiprima barricata sulla strada, un cumulo


ciliegi segati di fresco, spunta poco pri-
colossali piloni del viadotto Ramat
spe è il punto di contatto tra l’ingresso della
galleria Giaglione e una strada sterrata che
scende verso il sito della Maddalena. Ed è qui
dotto. Adesso il movimento chiama tutti in
difesa della “Repubblica della Maddalena”
per almeno una settimana e minaccia di
sentenza che lo proscioglie è sbagliata, contraddittoria
e illogica. Il direttore di Libero era stato indagato in
relazione a un articolo pubblicato il 27 dicembre 2010,
dell’autostrada A32. Per raggiungere la zona – a oltre cinque anni dagli scontri di Venaus, bloccare il Giro d’Italia di passaggio al Se- in cui riferiva una “strana storia”: un falso attentato al
calda della Maddalena bisogna raggiungere il dieci chilometri più in là – che nella notte tra striere questo weekend. Prefettura e polizia, presidente della Camera, Gianfranco Fini, commissio-
viadotto Clarea in direzione Torino e cam- lunedì e martedì va in scena l’ultima battaglia a Torino, valutano il da farsi, mentre i sindaci nato a un manovale della criminalità pugliese per far
minare almeno tre chilometri. Le barricate della Valle di Susa. della Valle si riuniscono in unità di crisi. L’u- ricadere la colpa su ambienti vicini a Silvio Berlusconi.
non si contano: dopo i ciliegi le pietre, poi nica certezza – paradossale, ma sulla bocca Non era vero niente. Era una bufala inventata da un
vecchie traversine, quindi, all’altezza della INTORNO all’una i carabinieri di Susa in- di tutti, pro o contro che siano – è che la linea imprenditore pugliese che voleva dimostrare quanto
centrale elettrica Aem (alla confluenza con vocano la mediazione del presidente della Torino-Lione di cui si parla da 23 anni, con sia facile imbrogliare l’informazione italiana. Ma Bel-
la strada proveniente dall’abitato di Chio- Comunità Montana Sandro Plano (esponen- tutta probabilità, non vedrà mai la luce. pietro l’aveva scritta in prima pagina, senza alcuna
monte) un autentico sbarramento di te del Pd, vicino al movimento Notav) per verifica. La Procura di Milano, dopo una rapida inchie-
Val di Susa, notte di violenza (FOTO CONTALDO)
guard-rail, tubi di ghisa, blocchi di cemento e convincere i circa 300 dimostranti a consen- sta, aveva individuato l’imprenditore, Emanuele Cati-
legno in quantità. tire l’inizio dei lavori. Alberto Perino, leader no, e chiesto che fosse condannato, come Belpietro,
Così fino al presidio della Maddalena, dove le dell’ala più intransigente, ovviamente rifiu- per procurato allarme: a 3 mesi di carcere, pena so-
ruspe dovrebbero cominciare a scavare. ta. Alle due esatte spuntano dalla galleria del- stituita con 15 mila euro di ammenda.
Non sarà l’inizio dei lavori della linea Tori- l’autostrada (chiusa in entrambe le direzio- Il gip di Milano Cristina Di Censo (lo stesso che ha
no-Lione vera e propria, ma “soltanto” un ni) i primi mezzi delle ditte vincitrici dell’ap- disposto il giudizio immediato di Silvio Berlusconi per
tunnel esplorativo (secondo molti esperti, palto accompagnati da (poche) forze del- il caso Ruby) ha emesso invece un decreto penale che
un progetto gravemente carente e di dubbia l’ordine. Ad attenderli ci sono circa 200 per- condanna l’imprenditore, ma proscioglie Belpietro. I
utilità) di circa 7 chilometri sotto la monta- sone tra valsusini e volti noti dell’antagoni- pm Armando Spataro e Ferdinando Pomarici hanno
gna destinata a ospitare il mega-tunnel di 57. smo torinese. Immediatamente, al grido di impugnato il proscioglimento davanti alla Cassazione.
Se i lavori non partissero entro fine maggio “mafiosi, servi, giù le mani dalla Valsusa” Per inosservanza ed erronea applicazione della legge
c’è il rischio concreto di perdere i 165 mi- parte una fitta sassaiola che costringe i mal- penale e per mancanza, contraddittorietà e manifesta
lioni di euro (un’inezia rispetto ai previsti 20 capitati a rifugiarsi in galleria o ad allonta- illogicità della motivazione.
miliardi di costo complessivo dell’opera) narsi dal tiro. La Digos di Torino comunica di
stanziati dall’Unione europea. È il tavolo che aver raccolto circa 700 pietre per un peso
Mercoledì 25 maggio 2011 pagina 9

CRONACHE

Il pugno di Bertone

COSTA, UN “FILANTROPO” Caritas troppo laica:


il Vaticano
NELLA RETE DELLA FINANZA
Avviso di chiusura indagini per l’attore:
contro la segretaria
di Silvia D’Onghia to all’interno della Chiesa e
avrebbe sottratto denaro ai bambini poveri iutiamo le persone non
fuori nella comunità degli aiu-
ti umanitari e dello sviluppo”.

di Monica Raucci quindi di Costa, e lì sarebbero


“A perché loro sono cattoli-
che, ma perché noi siamo cat-
Domani pomeriggio la 19esi-
ma Assemblea generale della
rimasti. Una parte risulterebbe tolici”. Il senso dei quattro an- Caritas eleggerà il nuovo se-
meno male che sul suo si- sparita, con l’altra Costa faceva ni di Lesley-Anne Knight co- gretario generale.

E to Edoardo Costa, attore


di soap opera e idolo delle
ragazzine, si definisce “un
filantropo”. Secondo la Guar-
dia di Finanza di Milano, che gli
stampare caterve di calendari
(molti dei quali ora marciscono
nei magazzini) con il preteso
che tramite la vendita, avrebbe
ricavato molto di più rispetto
me segretario generale della
Caritas Internationalis è tutto
qui: aiutare gli uomini e le
donne in difficoltà a prescin-
dere dal loro credo religioso.
A dettare la linea del Vaticano
sarebbe proprio l’impronta
poco evangelizzante della
Knight, l’aver fatto della Cari-
tas un’organizzazione più si-
ha notificato l'avviso di conclu- alla somma di partenza. Lo aveva detto Benedetto XVI mile a una ong che al braccio
sione delle indagini prelimina- Basta dare un’occhiata al calen- nell’enciclica “Deus caritas destro delle gerarchie. Il car-
ri, il filantropo si sarebbe ap- dario dell’ultimo evento “bene- est”, lo ha ripetuto lei stessa dinale Robert Sarah, presi-
propriato di circa 570 mila eu- fico”, da cui è partita l’inchie- nel discorso “La chiesa in cui dente di “Cor Unum”, il mini-
ro che dovevano essere desti- sta. I soldi dovevano andare al- crediamo è cattolica” pro- stero che si occupa degli in-
nati alla beneficenza per i bam- l’associazione “Il sorriso dei nunciato in Canada nel feb- terventi caritativi, l’ha spiega-
bini poveri. miei bimbi”, che si occupa dei braio di quest’anno. Eppure to: non è in discussione la per-
Sarà difficile per l’attore ora di- bambini della favelas di Roci- non è bastato: negli stessi sona, ma la mancata identità
fendersi: dopo l’inchiesta an- nha, a Rio de Janeiro. (www.il- giorni, il 15 febbraio, il cardi- cattolica data alla Caritas. La
data in onda nel 2008 sul pro- sorrisodeimieibimbi.or). Una nale Tarcisio Bertone, segre- gerarchia non controlla una
gramma Italian Job e ripresa da delle più grandi favelas al mon- tario di Stato vaticano, ha fat- sua creatura. Ieri l’Assemblea
Striscia la notizia, il suo nome fe- do dove i piccoli vivono in con- to sapere al presidente di Ca- le ha riservato un’ovazione,
ce il giro d’Italia. Nella redazio- dizioni che dire disumane è un ritas Internationalis, il cardi- con i delegati in piedi ad ap-
ne di Striscia piovvero centinaia eufemismo. L’attore Edoardo Costa (FOTO MILESTONE) nale Oscar Andres Rodriguez plaudire per lunghi minuti.
di segnalazioni di persone che Maradiaga, che il mandato “Avevano il diritto di prende-
avevano donato anche somme PECCATO che nelle foto la chio di una linea di moda. Guar- dietro nel tempo, considerato della Knight in scadenza a re questa decisione” mormo-
consistenti, somme che non sa- povertà e i bambini facciano so- da caso, la sua. In poche parole che la Ciak operava dal 2002: il maggio non sarebbe stato rin- ra imbarazzato il suo staff.
rebbero mai arrivate a destina- lo da sfondo ai muscoli tatuati una parte dei soldi sarebbe eva- primo progetto l’India, poi il novato: Roma non ha dato il Contro il Vaticano nessuno
zione. Il meccanismo era que- dell’attore e al suo sorriso su- porata, un’altra finita per lustra- Kenya (a cui sembra non arrivò nulla osta per un secondo mette nome e cognome. “La
sto: l’attore, forte della sua po- perdentato: Edoardo Costa (a re la propria immagine. E così, niente), per finire il Brasile (che mandato, che sarebbe durato Chiesa in cui credo è cattolica
polarità, aveva fondato una petto nudo) che si fa la barba in accolto da ovazioni di ragazzine riuscì a ottenere 10000 euro ma fino al 2015. Vane sono state – diceva la Knight in Canada –
propria onlus, la Ciak, con una una bottega di cartapesta, e mamme in buona fede, l’atto- dopo molte insistenze). Dei 650 le proteste di Maradiaga: e se vogliamo svolgere il no-
sede legale in un ignaro albergo Edoardo Costa oleato (e a petto re girava l’Italia (compresi i sa- mila euro incassati, solo 80 mila “Avremmo tutti voluto conti- stro compito nella costruzio-
in Emilia Romagna. La onlus nudo) che corre sulle rotaie di lotti televisivi) con il suo calen- sarebbero andati ai bambini. So- nuare il nostro viaggio con ne del Regno di Dio dobbia-
avrebbe dovuto raccogliere do- Rocinha, Edoardo Costa (a pet- dario, si faceva pubblicità e in- no arrivate le inchieste a ferma- l’attuale segretario generale, mo raggiungere i nostri fratel-
nazioni per i Paesi poveri. I sol- to nudo) che tiene in braccio un cassava soldi. re Costa. Purtroppo il calenda- la cui professionalità, fede li e sorelle dovunque essi si
di quindi finivano direttamente piccolo. In un caso indossa una L’inchiesta della Guardia di Fi- rio per l’Afghanistan era già profonda e impegno nella Ca- trovino”. Non in Vaticano, pe-
sul conto corrente della Ciak, maglietta con un logo: è il mar- nanza ha dovuto viaggiare in- pronto. ritas è conosciuto e apprezza- rò.

Vieni a vivere nell’ Vacanze ad

per bambini con mamma e papà


GIOCHIAMO INSIEME
cavalli, piscina calda e fredda, claunerie, cibo biologico
(recensito da Slow Food), boschi, laboratori, giochi,
Case ecologiche ad alta efficienza energetica, 2000 mq avventura e divertimento... per genitori e figli, INSIEME
di terreno per ogni appartamento, spazi condominiali:
piscina, sala feste, lavanderia, possibilità di autocostru-
zione. Appartamenti a partire da 45 mq. Una valle in-
contaminata vicino a Perugia.
un modo diverso di vivere

Per scaricare il programma delle attività:


www.alcatraz.it/bambini
Per maggiori informazioni
contattare il numero 07592299 14 - 38 - 39
oppure inviare una email a info@alcatraz.it
Per info: 075 9229913 • gabriella@alcatraz.it
Libera Università di Alcatraz - Associazione Cacao
www. ecovillaggiosolare .it Località Santa Cristina 53 - Gubbio (Perugia)
pagina 10 Mercoledì 25 maggio 2011

ECONOMIA

I CALL CENTER DI SKY E ALITALIA


SONO VOLATI IN ALBANIA
Per la Commissione Ue non è garantita la tutela della privacy
di Daniele Martini francese Teleperformance, di una white list, cioè una lista
su cui confluiscono parte di Paesi non a rischio dal pun-
no chiama tranquillo delle chiamate dei clienti Ali- to di vista del trasferimento

U l’Alitalia per comprare


un biglietto oppure
Sky per un abbona-
mento e gli rispondono in un
italiano stentato chiedendo-
talia e Sky. E l’Albania dal
punto di vista dei call center
non è un Paese qualsiasi, anzi
è uno di quei posti dove non
è affatto chiaro come i dati
dei dati personali. Dopo mesi
e mesi, però, il governo ita-
liano non ha trovato il tempo
per rispondere. Insomma,
dietro a questa faccenda del
gli i dati. Spesso si tratta di forniti dai clienti vengano trasferimento dei dati in Al-
richieste delicate: il codice trattati e che fine facciano. bania, si profila una grana gi-
fiscale, la partita Iva, il co- La Commissione europea ha gantesca.
dice Iban, il numero della escluso proprio l’Albania dal I soggetti interessati mettono
carta di credito. Clic. Fine novero degli Stati che garan- le mani avanti. Pur non tiran-
della telefonata. Tutto bene? tiscono un adeguato livello do in ballo ufficialmente Ali-
Forse sì, forse no. Perché di protezione e tutela dei da- talia e Sky, i portavoce di Te-
nessuno è in grado di dire ti personali, trattandolo alla leperformance, parlando con
con certezza che fine faran- stregua di una specie di “Sta- il Fatto Quotidiano, sostengono
no quegli elementi comuni- to canaglia”. che in Albania vengono svol-
cati per telefono. te solo quote aggiuntive di la-
Quei dati finiscono in Alba- È QUINDI forte il rischio e voro rispetto a quelle effet-
nia, dove operano due socie- il sospetto che gli elementi tuate in Italia e proprio su ri-
tà, l’Albania Sh.p.k. e l’Alba- sensibili forniti con fiducia chiesta e pressione dei clien-
nia Marketing Service Sh.p.k dai clienti possano finire in ti. In pratica Teleperforman-
collegate alla multinazionale strani circuiti, in strane mani ce tende a scaricare su altri
per finalità non proprio com- una parte almeno della re-
mendevoli andando a ingros- sponsabilità per i guai seris-
Il sospetto è che sare il fiorente mercato nero
delle informazioni. È un ri- Ieri la protesta degli operatori dei call center trasferiti in Albania: il Garante ha aperto un’inchiesta ( FOTO LAPRESSE)
simi che sta passando in Ita-
lia. Sentiti dal Fatto, sia Sky sia
i dati personali schio che secondo fonti sin-
dacali correrebbe anche Tim pagine che circola anche in cominciare, per esempio, niaria compresa la “pubblica-
Alitalia respingono questa
impostazione senza negare
vadano che si serve di Abramo Cu-
stomer Service, un call cen-
ambienti sindacali e concen-
tra l’attenzione sulle attività
proprio dal riconoscimento
da parte della Commissione
zione dell’ordinanza-ingiun-
zione, per intero o per estrat-
che parte delle telefonate dei
loro clienti rimbalzino in Al-
ter che sta trasferendo parte collegate alle sedi albanesi di europea dell’affidabilità del to, su uno o più giornali”, sia bania attraverso Teleperfor-
a ingrossare delle attività svolte per la so- Teleperformance, spiega che Paese di destinazione dei da- addirittura con la reclusione mance.
cietà dei telefonini dalla Ca- il trasferimento dei dati sen- ti. Lo studio dei legali ipotizza da 1 a 3 anni, qualora il sog-
il mercato labria in una nuova sede in sibili all’estero è possibile e che il trasferimento verso getto ritenuto responsabile ARRIVATI nel nostro Pae-
Albania con oltre 200 posta- regolamentato dalla legge. A l’Albania possa configurare “abbia agito al fine di trarne se 8 anni fa, i francesi dei call
nero delle zioni per più di 600 dipen- determinate condizioni, pe- elementi di illegittimità san- profitto per sé o altri oppure center nel 2007 assunsero
denti. rò. A patto, cioè, che sussi- zionabili sia per via ammini- di arrecare danno ad altri”. circa 3 mila persone per ot-
informazioni Un’accurata nota legale di 6 stano alcuni presupposti a strativa con una multa pecu- Inoltre le vittime del danno temperare, dicono, a quanto
possono chiedere il risarci- stabilito dalla legge voluta
mento in sede civile. dall’allora ministro del Lavo-
BYE BYE ITALIA Secondo esperti del ramo, il ro, Cesare Damiano del Pd.
trasferimento dei dati sensi- Nel frattempo, però, il mer-
bili in Albania presenterebbe cato non è andato come spe-
AMERICAN FIAT, MARCHIONNE RIMBORSA OBAMA un altro punto critico perché
sottrarrebbe al controllo del-
l’Antitrust pratiche commer-
ravano e quindi ora ricorrono
alla mobilità (pagata dall’In-
ps, “un licenziamento”, se-
di Giorgio Meletti tà ai dipendenti della società sanno bene i pittori, tutti i lori: “Tra una videoconferen- ciali che, almeno in teoria, condo i sindacati) per oltre
di sottolineare la loro valen- quadri, anche i più grandi ca- za e l’altra, Marchionne si ri- potrebbero violare proprio le 1.600 dipendenti, 700 circa a

Pdelerbiettivo
Sergio Marchionne l'o-
della conquista
51 per cento di Chrysler
za, abbiamo un debito di gra-
titudine verso coloro che
hanno permesso al gruppo
polavori all'inizio non erano
che macchie di colore su una
tavolozza. E dare vita a un'o-
cordi che il nostro Paese è
ancora in attesa del fantoma-
tico piano di Fabbrica Italia e
norme antitrust. In pratica i
funzionari dell’Autorità per la
concorrenza non sarebbero
Taranto e gli altri a Roma e
Fiumicino. In pratica stanno
dimezzando la forza lavoro in
è più vicino. Ieri il numero Chrysler di ritornare ad es- pera d'arte non è solo una dei 20 miliardi di investimen- in grado di acquisire da Tira- Italia e concentrando parte
uno della Fiat ha restituito ai sere un costruttore forte”. questione tecnica, è molto di to più volte annunciati dai na la documentazione per l’e- delle commesse all’estero, in
governi americano e canade- Rivolgendosi invece ai lavo- più: è una questione d'ispi- vertici Fiat”. spletamento del servizio di Albania in particolare. Su
se il prestito di 7,5 miliardi di ratori della Fiat il manager ha razione, di passione e di vi- call center che il cliente con- queste scelte influirebbero le
dollari concesso due anni fa detto che “quello che conta sione”. Sergio Marchionne (FOTO ANSA) segna all’appaltatore, in que- richieste dei clienti come Ali-
per salvare l’azienda auto- adesso è che possiamo im- Anche il presidente Barack sto caso Teleperformance. talia e Sky che pretendendo
mobilistica di Detroit. In primere un'accelerazione Obama ha espresso il suo Anche il Garante per la tutela prezzi più bassi, e che impli-
questo modo la Fiat ha rag- fondamentale al disegno di compiacimento in una di- della privacy è stato investito citamente spingerebbero per
giunto, in anticipo rispetto creare un costruttore di auto chiarazione, giudicando la della faccenda dei call center la delocalizzazione. La diffe-
ai tempi previsti, il 46 per mondiale, determinato a po- mossa di Marchionne di ieri albanesi prima attraverso un renza di prezzi tra Italia e Al-
cento della Chrysler. Non si sizionarsi tra i leader del set- “una pietra miliare per la esposto preparato da Stefano bania in realtà è abissale per-
conoscono ancora i tempi tore”. E ha aggiunto: “Ci tro- svolta di Chrysler e per le co- Conti per il sindacato di de- ché nei due Paesi è notevole il
della quotazione della socie- viamo alla vigilia di una svol- munità e le famiglie che ame- stra Ugl e più di recente an- divario del costo del lavoro
tà di Detroit nè quelli della ta unica. Ci sono tutte le con- ricane che dipendendono che da un rapporto della Cgil. che nelle attività dei call cen-
fusione con la Fiat. dizioni per accelerare e con- dall’industria automobilisti- E il Garante ha deciso di av- ter è l’elemento principale di
Rivolgendosi al pubblico e al solidare, nei prossimi mesi, il ca”. viare un’inchiesta sul caso. costo. In Italia un’ora di la-
mercato americano Mar- grande progetto di integra- Caustico il commento di Nel frattempo tutti i sindacati voro costa alle aziende circa
chionne ha detto che “i pre- zione industriale tra le no- Maurizio Zipponi, responsa- per orientarsi hanno chiesto 15 euro lordi, in Albania 5 vol-
stiti hanno dato l'opportuni- stre due aziende. Ma come bile lavoro dell’Italia dei Va- al governo la predisposizione te meno.
Mercoledì 25 maggio 2011 pagina 11

ECONOMIA

DOPO TREMONTI
S&P BOCCIA
ANCHE LE BANCHE
Giudizio negativo per Mediobanca,
Intesa Sanpaolo, Bnl e Findomestic
di Giovanna Lantini pegni con una manovra stima- be di proprietà della francese
Milano bile in 35 miliardi di euro da Bnp Paribas. Oltre alle control-
approvare entro luglio – ha late di Intesa Banca Imi, BIIS e
e rassicurazioni di Giulio manifestato dubbi anche sulla

L
Cassa di Risparmio Bologna.
Tremonti, del Commis- solidità del braccio finanzia- Un duro colpo per il sistema fi-
sario Ue agli Affari eco- rio dello Stato, la Cassa Depo- nanziario italiano già alle prese
nomici e monetari, Olli siti e Prestiti, delle Poste, di con aumenti di capitale miliar- Un’immagine di Banca Intesa
Rehn e i pareri di senso oppo- dodici enti locali e di quattro dari necessari alle banche per Sanpaolo, uno dei quattro istituti
sto dei colleghi di Moody's e istituti di credito italiani. adeguarsi ai nuovi parametri di credito italiani che ha avuto ne dell'anno scorso, ha conti- per le regioni Marche, Sicilia,
Fitch non bastano a Standard internazionali di patrimonia- l’outlook negativo (FOTO EMBLEMA) nuato a colpire i debitori delle Emilia-Romagna, Friuli Vene-
& Poor’s. E tre giorni dopo PRIMA fra tutte Intesa San- lizzazione. Anche se la reazio- banche che non sono riusciti a zia Giulia, Liguria e Umbria ol-
aver stroncato le belle speran- paolo, la banca di sistema per ne in Borsa è stata relativamen- restituire buona parte dei ca- tre ai comuni di Bologna, Ge-
ze del Paese esprimendo un eccellenza sulla quale il gover- te contenuta, forse perché la fa da Bankitalia e rimarcate lu- pitali avuti in prestito. Una nova e Lucca. Tutti enti locali
parere negativo sulle prospet- no ha puntato per il sostegno botta è arrivata all'indomani nedì dall’Associazione banca- questione che era stata solleva- accomunati dalla visione nega-
tive di crescita dell’Italia, ieri al tessuto imprenditoriale e fi- del crollo di Piazza Affari (-3,32 ria italiana. “Le quattro banche ta anche dal Fatto Quotidiano del tiva di S&P. Ma dovranno fare
l'agenzia americana – incuran- nanziario del Paese, seguita a per cento) sotto il peso del pri- – ha sottolineato ieri Standard primo aprile scorso, dove si se- più attenzione anche le azien-
te delle repliche del ministro ruota da Mediobanca, il salotto mo altolà di S&P e del verdetto & Poor's – sono fortemente di- gnalavano le capriole contabili de partecipate e controllate
dell'Economia che ha promes- buono di Piazza Affari, dalla impietoso dell'Istat sul tasso di pendenti dal mercato domesti- degli istituti di credito per far dallo Stato come l’Enel e Terna
so il mantenimento degli im- Bnl e da Findomestic, entram- crescita dell'economia italiana co e un abbassamento del ra- tornare i conti e chiudere i bi- sulle quali l'agenzia americana
ting italiano lanci in utile, riducendo gli ac- si riserva di tornare in futuro.
avrebbe come cantonamenti nonostante il Per illustri professori come il

CONSOB
L’agenzia di rating conseguenza
un downgrade
deterioramento della qualità
dei crediti da riscuotere. In-
francese Jean Paul Fitoussi, co-
me ricordato ieri da Repubblica,
ha dubbi anche sulla dei rating (ab- somma, la situazione non è da non c’è però da fidarsi dei si-
Mega-multa Cassa depositi
bassamento del-
la valutazione
sottovalutare. gnori del rating. “Continuano
a gettare scompiglio sui mer-
per i furbi di Bpm e prestiti, sulle Poste
del merito di
credito, ndr) as-
segnati agli isti-
MA PER FORTUNA al mo-
mento il giudizio definitivo sul
Paese e sul suo sistema finan-
cati ma è tempo che qualcuno
ricordi loro che non sono com-
parabili a veri esperti delle eco-

N uova tegola per la Banca popolare


di Milano. Questa volta l'istituto di
credito dove la potente associazione dei so-
e su dodici enti locali tuti citati”. Con-
siderazione che
evidentemente
ziario è ancora sospeso: S&P,
pur delineando uno scenario
di breve periodo a tinte fosche,
nomie nazionali. E non tocca
loro indicare quali sono le ri-
forme da fare, ci manchereb-
ci-dipendenti Amici della Bpm ha un peso vale ancor di non ha abbassato il giudizio be”, ha detto ricordando che
non trascurabile deve fare i conti con Con- più per la Cassa sulla qualità dei debiti, né del l’Italia, pur avendo un debito
sob. Che ha presentato alla banca il conto “del tutto insoddisfacente”. E guidata da Franco Bassanini Paese, né tantomeno delle pubblico elevato, ha un basso
per il collocamento allegro del convertendo così Intesa, che lunedì, primo che avrebbe dovuto interveni- banche. Ma è evidente che debito privato. Detto in altre
2009-2013 multando tre dirigenti, tra cui giorno dell'aumento di capita- re in difesa dell'italianità di Par- questa posizione avrà un im- parole, le famiglie italiane han-
l'ex dg Fiorenzo Dalu e il suo successore En- le da 5 miliardi, aveva lasciato malat e che ora secondo l'agen- patto sull’Italia. A cominciare no in tasca (e sui conti bancari
zo Chiesa, per complessivi 377mila euro. sul campo il 2,8 per cento, zia “gioca un ruolo critico con- dalla maggiore difficoltà che e postali) denaro a sufficienza
Colpa delle irregolarità agli sportelli dove i mentre i diritti d'opzione lega- siderato il proprio mandato gli enti locali in questione in- per pagare le tasse e per con-
dipendenti della banca, modificando il ti alla ricapitalizzazione crolla- politico e avendo una stretta contreranno nel finanziarsi. sentire il progressivo rientro
profilo di rischio dei clienti per renderlo vano del 22 per cento, ieri ha connessione con il governo Perché in buona sostanza, del debito pubblico. Ma se
idoneo all'acquisto dell'obbligazione, ceduto “solo” l'1,06 per cento italiano”. Tanto più che la stes- quando un’agenzia esprime questa considerazioni per gli
hanno spinto per piazzarla a correntisti (-4,7 per cento i diritti). Peggio sa Confindustria delle banche, perplessità sulla solidità finan- illustri economisti rappresen-
che non comprendevano la rischiosità è andata al Banco Popolare l’Abi, lunedì ha fatto emergere ziaria, il costo del denaro preso ta un elemento di tranquillità
del prodotto. Come dire, dagli amici mi (-1,48 per cento) e Bpm nella sua relazione sul settore in prestito aumenta e con lui per la solidità finanziaria del
guardi Dio che dai nemici mi guardo (-1,32), seguite a ruota dal le criticità degli istituti per i naturalmente il debito com- Paese, non lo è invece per il
io. Monte dei Paschi (-1,05). Del quali nel 2010 i crediti di dif- plessivo. Si delineano tempi singolo cittadino che rischia di
Gio. Lan. resto quella di S&P è soprattut- ficile recupero sono aumenta- duri quindi per la Provincia di dover pagare un salato conto
to una conferma ulteriore del- ti di circa 11 miliardi. Segno Roma, ma anche per quelle di per tenera a galla un sistema
le difficoltà già segnalate mesi che la crisi, almeno fino alla fi- Ancona e di Mantova, nonché che fa acqua da tutte le parti.

Asl, affari milionari e conflitti d’interessi


LA CORTE DEI CONTI SUI SERVIZI SANITARI ROMANI: “IRREGOLARITÀ CONTABILI E BILANCIO SQUILIBRATO”
Rm D, che è già finita nel mirino della però ha lasciato il Prc), un avvocato manente squilibrio di bilancio”. I dati denne nonostante i cambiamenti po-
Corte dei Conti per un bilancio pieno vicino a Forza Italia che è anche con- sono eclatanti: tra il 2003 e il 2005 l’in- litici avvenuti negli ultimi anni. Recen-
di buchi e per affidamenti indebiti a sulente di Farmacap e altri. debitamento passa da meno 115 mi- temente, il nuovo direttore della Asl
una società, la HC Litorale, di cui la In breve tempo la HCL fattura alla Asl lioni a meno 185 “con un depaupera- RmD, Ferdinando Romano ha dichia-
stessa Asl detiene il 51 per cento. L’in- servizi socio-sanitari per circa 5 milio- mento del patrimonio del 94,38 per rato di non voler più utilizzare i servizi
treccio si fa ancora più sospetto quan- ni di euro che, però, fa realizzare dalla cento”. di HcL e di voler risolvere ogni rappor-
do ci si accorge che l’attuale direttore sua azionista privata, Sat. I servizi si to. In questo contesto ha buon gioco il
generale di Farmacap, Marco Orgera, svolgono tutti con affidamento diretto IL RAPPORTO tra Asl e Hc conti- segretario della Uil Fpl romana, Paoli
L’Asl romana indicata su un cartello (FOTO LAPRESSE) è anche il presidente della HC Lito- da parte dell’ente pubblico e non me- nua anche con la direzione di Gabriele Dominici secondo cui "bisogna colpi-
rale. diante gara. Per questo motivo la Cor- che comincia nel 2005. Nell’aprile re la malagestione e non i lavoratori".
di Salvatore Cannavò te dei Conti scrive: “Si ritiene oppor- 2007, infatti, vengono riconfermati gli "La direzione di Farmacap ha goduto
LA HC NASCE nel 2003 su impulso tuno sollevare perplessità in merito al- affidamenti diretti a HcL. Qui comin- in questi anni di eccessivo margine di-
Roma c’è una vertenza curiosa. I le modalità di affidamento dei servizi cia un intreccio di interessi che inte- screzionale. L'intenzione di privatiz-
A lavoratori di Farmacap, l'azienda
che gestisce 43 farmacie comunali,
della Asl Rm D, che è il suo socio di
maggioranza assieme alla finanziaria
regionale, Sviluppo Lazio, al Comune
sanitari sopra descritti, affidamento in
house, atteso il mancato rispetto della
ressa anche la Farmacap. Giuseppina
Gabriele, prima di diventare direttore
zare del Comune appare come un ul-
timo atto di spremitura. Invito la Corte
un nido aziendale e il servizio di te- di Fiumicino e alla Sat, Consorzio di normativa comunitaria e nazionale in della Asl, è Presidente di Farmacap do- dei conti a indagare su Farmacap e sul-
leassistenza per oltre 3500 anziani, cooperative sociali. Il consiglio di am- materia di affidamento dei servizi pub- ve ha, come Direttore Generale, Mar- le notizie pubblicate". La storia po-
protestano da giorni contro la priva- ministrazione all’inizio è particolar- blici”. I servizi, infatti, possono essere co Orgera. Il quale rimane direttore trebbe rivelare nuovi particolari.
tizzazione annunciata dal Campido- mente illustre con nomi del calibro di affidati “in house” a un soggetto inte- generale dell’azienda speciale
glio. Non rendono abbastanza, dice il Giancarlo Elia Valori, importante ma- ramente pubblico e non a uno pubbli- comunale nonostante sia il
Comune. Mentre i lavoratori, che te-
mono di perdere il posto, non si spie-
nager di Stato finito nelle liste P2, in
rappresentanza di Sviluppo Lazio; l’at-
co-privato come HcL per evitare “l’im-
patto che l’attività può avere sull’as-
presidente del Consiglio di
amministrazione della Hc, ca-
L’ente pubblico
gano come mai tutte le farmacie di
Roma siano in attivo e solo quelle co-
tuale presidente di Acea, Giancarlo
Cremonesi, che lascia l’incarico nel
setto della concorrenza”.
La Corte dei Conti, nella sua sentenza,
rica che occupa tutt'ora. Ga-
briele, allo stesso tempo, è a
affida gli incarichi
munali in passivo. In realtà la minac- 2008. Gli altri amministratori sembra- ha voluto però mettere l'accento so- capo del maggior azionista di
ciata privatizzazione rischia di oscu- no scelti per formare un buon equili- prattutto sulla criticità della gestione Hc che svolge servizi sanitari direttamente
rare un’altra vicenda in cui Farmacap brio politico: c’è un ex tesoriere di Ri- contabile della Asl evidenziando “una per l'azienda sanitaria. Insom-
è coinvolta, sia pure indirettamente. fondazione comunista (e di Rifonda- situazione di diffusa irregolarità con- ma, l'intreccio è fitto e sembra senza mai bandire
E che tira in ballo la gestione dei ser- zione sarà il direttore dell’Asl Rm D, tabile; un non corretto ed efficace uso alludere a una dimensione di
vizi socio-sanitari da parte della Asl dal 2005, Giuseppina Gabriele, che delle risorse; un elevato rischio di per- potere che riesce a passare in- una gara
pagina 12 Mercoledì 25 maggio 2011

DAL MONDO

VIVERE SOTTO IL VULCANO


CON LA POLVERE NEGLI OCCHI
In Islanda, avvolti dalla nube del Grimsvotn
L’immagine lunare del vulcano Grimsvotn (FOTO LAPRESSE)

di Andrea Sceresini eccitanti Volcano tour mentre nel- lava fumante. Molto lentamente islandesi si sono fermati a fissare del ghiacciaio Vatnajokull, a Grimsvotn, si chiama Arnes. È
Reykjavik le videoteche della capitale è tor- la grande nube di cenere sta ab- l'orizzonte, oltre i vetri spessissi- sud-est. Poco dopo l'alba, alcuni composto da una chiesa, quattro
nata in auge una vecchia pellico- bandonando i cieli dell'isola. mi delle finestre. Da Solheimar, ragazzi sono andati fin laggiù a case di lamiera e un minuscolo
e librerie si sono già attrez- la di inizio anni ’90. Il titolo è in- ostello. Oltre Arnes, cominciano

L
50 chilometri a est di Reykjavik, controllare la situazione. Dopo 3
zate. Nelle vetrine è com- comprensibile, ma basta dare I TURISTI nonostante il brutto si scorgevano ben nitide, nella ore di viaggio, hanno raggiunto il i campi lavici. Questa è la valle
parsa una valanga di nuovi un'occhiata alla foto in locandi- tempo, sono tornati ad avventu- tiepida luce del crepuscolo, le villaggio di Kirkjubæjarklaustur, dell'Hekla, L'Incappucciato, uno
volumi. I titoli parlano chia- na: c’è una bimba bionda, con rarsi per le strade. Si sono infilati violente esplosioni color giallo 170 abitanti a 80 chilometri dal dei più grandi vulcani d'Islanda. Il
ro: The eruption, The big volcano, Di- tanto di maschera bianca sul viso nei negozi e hanno trovato una canarino: oltre le montagne, un vulcano: oltre, dicono, non si po- paesaggio è brullo: rocce nere,
sasters in Iceland. Le agenzie turi- e una pecorella in braccio. Sullo buona collezione di souvenir immenso fungo di fumo, alto mi- teva più andare. Il paese è avvolto antiche colate magmatiche, non
stiche propongono una serie di sfondo, colate color vermiglio di apocalittici e quasi tutti a buon gliaia di metri. Lo scorso anno, dalla caligine. Gli abitanti si sono ci sono alberi, non c’è erba. Il ri-
era stato il tur- asserragliati nell'unico albergo fugio Hrauneyjar, con la sua mi-
no dell'Eyjaf- del circondario: sono tutti lì, at- nuscola pompa di benzina, rap-
Strade impraticabili, case jallajokull, sul- territi, di fronte alla tv. La prote- presenta l'estremo baluardo del-
EUROPA Oltre 500 evacuate, neve e vento
la costa meri-
dionale: la nu-
zione civile è al lavoro: varie fat-
torie sono state sgomberate. Al-
la civiltà. Oltre le porte del bar,
due giornalisti locali sorseggiano
be grigia, dopo cuni allevatori di Hofn hanno cer- il caffé. Tutti indicano il cielo, che
i voli cancellati Ma gli abitanti dell’isola aver oscurato
le pianure del-
cato scampo attraverso le monta-
gne. Ma le strade sono impratica-
si sta rapidamente oscurando.
Raggiungiamo le rive del lago

Ideieri nel pomeriggio era salito a 500 il numero dei voli


cancellati, a causa della cenere del vulcano islandese,
29 mila pianificati in Europa. Lo segnala l'orga-
sono abituati all’irruenza l'isola, si era ra-
pidamente
spostata verso
bili, il vento è fortissimo ed è ne-
vicato di recente. Gli ultimi tele-
giornali li danno per dispersi: sa-
Þorisvatn: il Grimsvotn è di fron-
te a noi. L'ultimo tratto va percor-
so a piedi, in mezzo alla neve.
nizzazione europea per la sicurezza aerea Eurocontrol della natura sud, mandan- ranno tratti in salvo al tramonto, L'acqua è ghiacciata: due paia di
su Twitter. Secondo le previsioni del Volcanic Ash Ad- do in tilt il traf- dopo ore di ricerche. golf e un giaccone pesante non
visory Center (Vaac), c'è una forte possibilità che la fico aereo di bastano per ripararsi. Improvvi-
nuvola di polvere possa avere “entro domani” (oggi, mercato. “È un peccato che fac- mezza Europa. È la legge dei vul- QUESTA È L'ISLANDA: 300 samente, sotto i nostri occhi, la
ndr) un impatto su parte della Danimarca, sul sud della cia così freddo – racconta un tas- cani: gli islandesi, col tempo, mila persone sospese tra ghiac- montagna comincia a ribollire.
Norvegia e il sud-ovest della Svezia, e probabilmente su sista – La stagione turistica è ap- hanno imparato a conviverci. A cio e fuoco, proprio sulle soglie Tre potenti tuoni scuotono la val-
Francia e Germania. pena cominciata: gli stranieri fi- Solheimar, domenica mattina, i del Circolo polare artico. Niente lata. L'aria si riempie di cenere: la
”Le ceneri del vulcano sono diverse, le condizioni me- niranno col congelarsi”. E il vul- contadini si sono alzati più presto di troppo terribile, dicono: basta senti in bocca, nel naso, negli oc-
teorologiche sono diverse e la risposta europea è di- cano? The volcano? Have fun, welco- del solito. Le notizie dalla tv non avere un buon 4x4, e prima o poi chi. La nube sta avanzando. Im-
versa”, ha detto il commissario europeo Kallas, esclu- me to Iceland. Divertitevi, benve- sono buone: “Sarà come nel 2010 ci si fa l'abitudine. Nella mattina- piegheremo oltre un'ora di auto,
dendo che possa ripetersi un blocco generalizzato dei nuti in Islanda. La gente, da que- – sussurra una donna – Questo è ta di domenica, prima che la nu- infrangendo tutti i limiti di velo-
voli come quello provocato lo scorso anno dall’altro ste parti, ha imparato a essere ci- solo l'inizio, non c’è nulla da fa- be di cenere oscuri l'orizzonte, cità, per tornare a vedere il sole.
vulcano islandese. nica. Eppure il terrore c’è stato. re”. La Ring road, la strada costie- proviamo a spingerci fino alle Impresa inutile: prima di sera, la
Sabato sera, mentre il Grimsvotn ra che percorre il periplo dell'i- pendici del vulcano. L'ultimo vil- nube del Grimsvotn inghiottirà
sputava fuoco e lapilli, tutti gli sola, è stata interrotta all'altezza laggio abitato, sulla strada del l'intera isola.
Mercoledì 25 maggio 2011 pagina 13

DAL MONDO

N
LA PAURA DEGLI IMMIGRATI EGITTO
Mubarak e figli
a processo

UNISCE LA FORTEZZA EUROPA L’ ex presidente


egiziano Mubarak e i
suoi due figli, Alaa e Gamal
saranno processati. Tra le
incriminazioni, le
Bruxelles propone misure più restrittive uccisioni di manifestanti
durante la rivoluzione del
25 gennaio. Lo ha riferito
la procura del Cairo
di Giampiero Gramaglia flussi migratori della primave- sidente della Commissione spiegando che dovranno
Bruxelles ra araba senza compromettere Barroso e al presidente del rispondere di omicidio,
la libertà di circolazione nel- Consiglio europeo Van Rom- abuso di potere e spreco
isti più facili in cambio di l’Unione. La responsabile eu- puy. La prospettiva è quella di di denaro pubblico.

V rimpatri più facili: un ba-


ratto che la Commissione
europea vuole proporre
ai “vicini” dell’Ue sulla riva Sud
del Mediterraneo. Ma, prima,
ropea degli affari interni, Ceci-
lia Malmstroem, svedese, ha ie-
ri presentato una comunica-
zione che vuole risponde, fra
l’altro, alle questioni sollevate
creare con il Sud del Mediter-
raneo una partnership per la
democrazia e per una prospe-
rità condivisa, con l’obiettivo
di avviare “un dialogo sulle mi-
l’Esecutivo di Bruxelles deve dal presidente francese Sarko- grazioni, la mobilità e la sicu-
convincere i governi dei 27 zy e dal presidente del Consi- rezza” con i Paesi della Regio-
che questo è uno strumento glio italiano Berlusconi nella ne, a cominciare da Tunisia,
che consente di modulare i lettera congiunta inviata al pre- Egitto e Marocco. E la Commis-
sione per riuscirci, è pronta a
mobilitare, di qui al 2013, 1,2
miliardi d’euro in più di quanto
UCRAINA
ISRAELE e la pace finora previsto per fare fronte
alle esigenze immediate della
“Arrestate
Riva Sud e per incoraggiarne i
a muso duro popoli e i governi a fare davve-
ro progressi verso la democra-
la Timoshenko”
“G erusalemme non deve mai più essere divisa”.
Nel senso che deve essere la capitale indivi-
sibile di Israele. L’atteso discorso, ieri, del premier
zia. Pare un’accelerazione alla
ricerca di una soluzione e nelle
intenzioni di Bruxelles lo è.
Un barcone di immigrati dal Nord Africa (FOTO EMBLEMA) . Sotto Netanyahu (FOTO ANSA)

accordi “su misura” Paese per nioni pubbliche, in una sala del
H a rischiato l'arresto,
l'ex premier ucraina
Iulia Timoshenko già
israeliano Benjamin Netanyahu al Congresso ame- Paese, prevedendo tra l'altro fa- Parlamento europeo l’eurode- icona della rivoluzione
ricano si è rivelato molto duro. Anche nei confron- MA LE PROCEDURE co- cilitazioni per l'ingresso nel- putato leghista Mario Borghe- arancione del 2004 ed ora
ti di Obama (in Europa), che giovedì scorso aveva munitarie hanno le loro rituali- l’Ue di studenti, ricercatori e zio agita la “questione bianca”, leader dell’ opposizione.
chiesto il ritorno ai confini del 1967, prima della tà: la comunicazione della Mal- uomini d'affari, contrastando, presentando un libro sul razzi- La Procura di Kiev era
guerra dei Sei giorni. Netanyahu a Washington dice mstroem sarà ora esaminata dai da una parte, l’immigrazione smo anti-bianchi dell’avvocato pronta, forte di un
un secco no alla proposta. Inoltre: le colonie? “Al- ministri dell’interno dei 27 e, clandestina e favorendo, dal- francese Gilles William Goldna- provvedimento del
cune saranno fuori da Israele”. La Palestina? Sì a dopo essere stata rivista in base l’altra, quella regolare, così che del, un difensore di Oriana Fal- tribunale, ma ieri la
uno stato, ma l’arresto del processo di pace è colpa ai loro commenti, diventerà l'Europa possa continuare a laci. Timoshenko
loro. Non solo di Hamas ma anche dell’Anp che ha una proposta da sottoporre ai procurarsi la manodopera che (professandosi vittima di
chiesto un riconoscimento unilaterale di uno Stato capi di Stato e di governo alla le serve. Nel pacchetto è pure una persecuzione
indipendente all'Onu. Poi, però, si è detto pronto a
“dolorosi compromessi” per trovare un accordo. Il
vigilia del Vertice europeo di fi-
ne giugno. Lì andrà a finire che
prevista una clausola di salva-
guardia – cui ricorrere solo co-
Ipotesi su giudiziaria) si è presentata
per l’interrogatorio
discorso non è piaciuto per niente
all'Autorita' nazionale palestine-
il Vertice ne prenderà atto sen-
za però decidere perchè – di-
me ultima ratio – che consenta di
reintrodurre i visti “in caso di
rimpatri, visti e previsto, evitando così la
misura restrittiva. Da
se. L’intervento di Netanyahu è “il
peggiore fatto dal premier israelia-
ranno i leader – non ci sarà stato
ancora il tempo di esaminarla a
improvvisi aumenti dei flussi”
dai Paesi per cui sono stati abo-
richieste d’asilo quando nel 2010 è tornato
alla presidenza il suo
no”. Un portavoce dell'Anp ha fondo. Così, il pacchetto di liti, come quelli dei Balcani oc- irriducibile nemico
detto di aver accolto con incredu- provvedimento tornerà ai mini- cidentali. Inoltre, c’è una revi- Ma i tempi Ianukovich, la
lità, sfiducia e disperazione le sue stri. E, di questo passo, si arri- sione della politica dell'asilo. Timoshenko ha visto
parole. Netanyahu “ha detto no a verà alla prossima crisi ancora a Ma mentre la Malmstroem pre- biblici dell’Ue fioccare una dopo l’altra
tutto”. Per i palestinesi “non c’è al- metà del guado. E, naturalmen- senta la sua ricetta che non ne- varie indagini che hanno
tra scelta che andare all’Onu”. te, diranno i governi, la colpa ga l’accoglienza, anche se la ostacolano colpito anche i suoi
sarà di Bruxelles che non fa nul- modula di fronte alle paure ali- alleati.
la. La Malmstroem ha in mente mentate dai governi nelle opi- l’approvazione
IRAN
NEWT GINGRICH Casa Bianca 2012 Ahmadinejad
e l’esplosione
Il profeta perde il pelo, ma non il vizio U n'esplosione seguita
da un incendio che
ha provocato un morto e
di Enrico Beltramini e aspettò l’inevitabile sbaglio del- era il padre di Aretha Franklin. In- ha una storia, una biografia unica. temente il suo partito di uno o due feriti è avvenuta ieri in
Atlanta l’avversario, che infatti arrivò. In un superabile. L’unico capace di riem- Gingrich è un genio politico, l’unico lustri; come quando, lasciata la po- una raffineria iraniana
eccesso di protagonismo, Gingrich pire i cuori di chi lo ascoltava due esponente conservatore capace di litica, individuò nella tecnologia il durante una visita del
presidente Ahmadinejad,
Lè unaallamistero
candidatura di Newt Gingrich
Presidenza degli Stati Uniti
umano ancora prima
trasformò lo scontro sul bilancio in
un fatto personale. L’opinione pub-
blica lo giudicò infantile, lui perse la
volte con lo stesso sermone. Nor-
malmente il whooping è cosa da
pastori battisti afro-americani.
leggere e tradurre in parole gli
umori dell’America profonda. Cini-
co oltre misura, egocentrico come
grimaldello per cambiare la vita
pubblica americana. Dieci anni
prima di Obama.
che è rimasto illeso. Il
fatto, che secondo i mezzi
che politico. Politicamente parlan- battaglia dei nervi e quella sul bi- Con qualche eccezione. Barack pochi in un circuito – quella della Il discorso volge al termine. Ora d’informazione iraniani è
do, infatti, la candidatura è sem- lancio. La sua carriera politica finì Obama, ovviamente, e Bill Clinton, politica nazionale americana – in Gingrich punta lo sguardo su di noi, stato accidentale, è stato
plicemente incomprensibile. lì. unico bianco. Unico, appunto, a cui l’ego è una dotazione di serie. E, uno sguardo strano, come d’atte- provocato da una perdita
Gingrich è un esponente dell’era Insomma, Gingrich è contradditto- parte Gingrich. soprattutto, assurdamente intelli- sa. Poi si concede un sorriso. Parte di gas liquido in occasione
pre-Bush, l’ultima campagna elet- rio, indisciplinato, emotivo. Mate- È tutta sera che stiamo aspettando gente, come quando inventò il Pat- piano, il ritmo cresce. L’aria si ca- dell’inaugurazione della
torale a cui ha partecipato risale a riale umano inadeguato alla Casa il whooping. Ci siamo andati vicini to per l’America per rilanciare il rica di elettricità, c’è come un vuoto terza linea di produzione
14 anni fa. È un conservatore che Bianca. E allora, perché si è can- un paio di volte, questione di fra- conservatorismo di Barry Goldwa- d’aria. Il whooping sta arrivando. Il di benzina nella raffineria
pesca nello stesso bacino elettora- didato? zioni di secondo, ma poi siamo ri- ter. Preveggente, precede costan- profeta è tornato. di Abadan.
le di Sarah Palin ma appartiene al- Per indagare su questo mistero sia-
la generazione politica preceden- mo andati al teatro Fox di Atlanta,
te. Non ha connessioni con il Tea Georgia, ad ascoltarlo. Atlanta non
Party, di cui non è espressione. Il è soltanto la città dove Gingrich vi- Viaggio in Europa
suo volto è segnato, la sua piatta- ve; è anche stato il suo collegio elet-
forma datata, la sua coalizione da
inventare.
torale per vent’anni, quando era
eletto alla Camera.
Obama a Londra ascolta
È un politico sudista, ma di recente
ha abbracciato la fede cattolica.
Vederlo dal vivo ci aiuta a ricordare
perché Gingrich è famoso: per es-
Netanyahu e pensa al Missouri
Un politico conservatore del Sud sere stato lo Speaker of the House,
che diventa cattolico. È come se il presidente della Camera, negli IN EUROPA, MA CON UN ORECCHIO a Washington Deauville. In realtà, il vulcano islandese dilata la
Berlusconi si facesse musulmano. anni Novanta; per essersi sposato dove il premier israeliano Netanyahu parla al prima giornata londinese del presidente
E poi il tempismo: divorzia per la tre volte; e per essere uno dei pochi Congresso riunito, e un occhio puntato sul americano che, per non restarne bloccato, lascia
seconda volta e si fa cattolico. È co- politici a saper fare il whooping. Medio Oriente (l’altro sul Missouri devastato dai l’Irlanda lunedì sera ed arriva in Gran Bretagna
me se John Kennedy si fosse can- Il whooping è quando si crea l’as- Newt Gingrich (FOTO LAPRESSE) tornado, dove andrà domenica, appena con una notte d’anticipo. La cronaca è rarefatta:
didato alla presidenza dopo aver soluta sintonia tra speaker e au- rientrato): è una missione “strabica”, quella che il un articolo sul Times scritto a quattro mani col
divorziato da Jacqueline e Norma dience. È un momento magico, il masti così, come sospesi. Il volo si è presidente Usa Obama sta compiendo in Europa. premier britannico Cameron; la visita a Downing
Jeane. Un politico cattolico pluri-di- ritmo del discorso ti entra nelle ve- fermato a mezz’aria. Nel frattem- Qui non ha nulla da fare, se non farsi vedere Street; l’accoglienza a Palazzo tra salve di
vorziato. Almeno Ronald Reagan, ne, il sangue batte al tempo delle po, Gingrich ci ha allucinato con la disteso e sorridente accanto ad amici e alleati. cannone e cornamuse; l’incontro con William e
l’unico divorziato alla Casa Bianca, sillabe, e il cuore è come invaso da sua voce. Quando parla, non ti cir- Non a caso l’attenzione della stampa europea e Kate, di cui Barack e Michelle occupano – non ce
era protestante. Questo è Gingri- una musica. Si dice del whooping cuisce; ti domina. A partire da una americana è modesta: qua e là, sul FT ad n’era un’altra libera? – la camera da letto della
ch: un uomo contraddittorio. che è “fullfillness”, pienezza. E’ un retorica sublime, una capacità di esempio, foto di Barack e Michelle che bevono la prima notte. La Cnn dedica alla visita scampoli
E un politico indisciplinato, umora- dono di Dio ai profeti, diceva Mar- sintesi immensa. E quegli occhi che loro Guinness nel pub del villaggio dell’antenato d’informazione e i conduttori hanno per gli
le. Predestinato al suicidio politico. tin Luther King, Jr., anch’egli di emanano intelligenza cristallina. È irlandese; qualche richiamo in prima pagina ma, inviati una sola domanda: “il presidente guarda in
Bill Clinton lo aveva capito nel Atlanta. Quando si abbandonò al un maverick, e questo spiega tante in generale, una copertura discreta, in attesa che televisione il discorso di Netanyahu?”.
1996: nello scontro mortale per whooping, nell’agosto 1963, ne cose, soprattutto le sue contraddi- il circo mediatico del G8 metta le tende a G. G.
l’approvazione del bilancio, con o venne fuori “I have a dream”, ho zioni. Non ha una coalizione, ha il
senza tagli, si mise a fondo campo un sogno. Però più bravo di King carisma. Non ha un programma,
pagina 14 Mercoledì 25 maggio 2011

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

UOMINI-ICONA

Il miracolo Ancelotti
Liquidato
Zalone
Uno show
Contador
Trionfa
Von Trier
L’Iran lo

di Sant’Antonio
dal Chelsea, tutto suo a anche nella difende: una
primi partire da cronoscalata, vergogna la
contatti con settembre su maglia rosa censura
la Roma Canale 5 in cassaforte di Cannes

(Gramsci) Un saggio ripercorre la storia


avventurosa dell’egemonia culturale
della sinistra, per merito del marxista meno dogmatico del Novecento
di Elisabetta Ambrosi dal segretario Palmiro Togliatti. Pci di dialogare con la società ita- cata a vantaggio del salotto di ca- tello maggiore di Togliatti”, ma to per Chiare Lettere, che diven-
Che decide di usare la figura liana di quei decenni. In questo sa o, peggio, della discoteca”, un Gramsci neutralizzato sul pia- ta un successo editoriale. D’Orsi

U
moralmente irreprensibile del- abile lavoro di soft power, la fi- come scrive nel saggio introdut- no politico, forzato fino a diven- spiega così i motivi del revival:
l’autore dei Quaderni dal carcere gura di Gramsci diventa fonda- tivo Angelo d’Orsi. Il silenzio si tare liberale e ad uso del grande “Gramsci ci insegna a non rinun-
come il perno su cui far ruotare mentale quando si tratta di non interrompe negli anni Novanta e pubblico deideologizzato. Tan- ciare alla lotta, proponendo una
il partito. restare travolti dai fatti del 1956. Duemila, quando però ritrovia- to che la nota invettiva contro gli rivoluzione che non sia più la
“Operazione Gramsci”: così de- L’autore dei Quaderni svolge poi mo non più un Gramsci “marti- indifferenti finisce prima sul pal- presa del Palazzo d’Inverno ma
finisce la strategia di Togliatti anche un’altra funzione: quella re, nazionale e popolare”, il “fra- co di San Remo e poi in volumet- nasca da un lungo processo di
Francesca Chiarotto, nel saggio preparazione culturale”.
dall’omonimo titolo Operazione
Gramsci. Alla conquista degli intel-
lettuali nell’Italia del dopoguerra,
“La sua lezione QUELLO CHE è meno chiaro
per i due autori è come mai,
uscito per Bruno Mondadori
(pp. 240, euro 20). Un’opera-
sta nel concepire mentre ritorna come icona pop,
il filosofo sardo sia diventato in-
zione riuscita secondo l’autri-
ce, perché, partendo dall’asse-
la preparazione vece un personaggio scomodo
per la sinistra. Tanto che, alla na-
na sera d’estate, profumo di re- gnazione del Premio Viareggio scita del Pd, nel pantheon demo-
sina e mare, il sollievo di una – secondo alcuni manovrata culturale cratico si dà la preferenza a Don
guerra mondiale alle spalle. Vo- proprio dal segretario – appro- Milani, Kennedy o Popper. Co-
ci di intellettuali, discussioni da nel porto del più grande par- come premessa me dimostra un imbarazzato Vel-
non troppo animate (sul vinci- tito comunista d’occidente. troni nel 2000, quando, nel cor-
tore sono quasi tutti d’accor- Le tappe di questa felice via cru- necessaria so di un convegno gramsciano,
do), per assegnare il primo pre- cis ideologica, al termine della si schiera a favore di Rosselli “di-
mio Viareggio del dopoguerra. quale si crea l’“icona Gramsci”, di ogni lotta” mostrando con ciò di non cono-
Siamo nel 1947, e il presidente sono i sei volumi dei Quaderni, scere né l’uno né l’altro”. In fon-
Leonida Répaci annuncia il tito- usciti tra il 1948 e il 1951, divisi do, chiosa Chiarotto, “Rosselli è
lo vincente, Lettere dal carcere di volutamente per temi. Anche di terreno ideologi- quello che ha preso il fucile per
Antonio Gramsci. Un’eccezio- qui, sostiene Chiarotto, non co, ma non diretta- andare in Spagna a combattere
ne alla regola: non si tratta di tanto per ragioni di censura, mente politico, su con i repubblicani”. Gramsci di-
un’opera letteraria e l’autore è quanto per facilitarne la lettura cui dialogare con al- venta specchio della confusione
scomparso da dieci anni. Eppu- e la diffusione. Acuta anche la tre culture, quella ideologica dell’oggi.
re il filosofo sardo sembra quasi scelta della casa editrice: sotto liberale e cattolica. Mentre il dogmatismo ideologi-
materializzarsi come “una pre- l’ombra dello struzzo Einaudi, La storia iniziata col co di ieri almeno una cosa l’ave-
senza invisibile al nostro tavo- l’operazione ideologica su premio Viareggio si va capita: che la politica senza
lo”. Con conseguente generale Gramsci acquista legittimità interrompe con la intellettuali di massa, tra l’altro
commozione, “che supera le culturale, senza assumere le caduta del Muro. Operazione spariti da un pezzo, è destinata a
contrapposizioni ideologiche sembianze di un’operazione Anzi, ancor prima Gramsci morte certa.
dei vari membri della giuria”. platealmente politica. con l’avvento degli F C
RANCESCA ,
HIAROTTO Insomma, cari giurati dei premi
Un po’ come San Gennaro, An- anni Ottanta. Quan- B M
RUNO ,
ONDADORI letterari, se squilla il telefono po-
tonio Gramsci, quel giorno co- LA MESSA IN PRATICA di do, mentre Gram- 233 , 20
PAGINE EURO tete stare tranquilli. Ma anche
me nei decenni a venire, sem- una “paziente ricostruzione di sci impazzava all’e- no.
bra compiere il miracolo di un’egemonia culturale”, con- stero, dai paesi arabi al Giappo-
sciogliere le divergenze e aggre- dotta capillarmente sul territo- ne, nell’Italia del craxismo e del-
gare idealmente sulla sua figura rio anche attraverso case di cul- l’edonismo reganiano in salsa Luca e Paolo sul palco dell’Ariston
il partito comunista italiano. È tura, biblioteche popolari, orga- nostrana, “l’agorà, in ogni sua hanno letto una parte di “Odio
un miracolo “pilotato”, però, nizzazioni di massa consente al possibile versione, era dimenti- gli indifferenti” di Gramsci (FOTO ANSA)

ANTONIO Tarantino «Dalle pagine di questo lavoro barie verbale, allo sproloquio fine a se stesso,
affiora l’affresco di una ben tri- egli trascorre le giornate carcerarie a leggere e

L’OTTIMISMO ste Italietta, mondo asfittico


dominato da interessi persona-
li, massonerie, smanie di pote-
scrivere. Parla pochissimo, ma le sue centelli-
nate parole sono le sole significanti: «Chissà per-
ché le piccole cose si presentano e vivono con

DELLA DIGNITÀ re, violenza e menefreghi-


smo».
una forza, una coerenza che le grandi cose, l'a-
more, le grandi idee politiche, non hanno?».
Mussolini voleva che gli si impedisse di pensare,
A SALVO PERÒ non interes- eppure il Gramsci di Tarantino è qualcosa di più,
di Camilla Tagliabue Müller, riservando allo spet- sa l'operazione a tesi, così come o di meno, dell'intellettuale. La sua non è l'u-
tatore, come disse l'autore Tarantino sguscia via da qualsia- miltà del santo ma la dignità dell'uomo «pessi-

Fre:are della storia una mitologia negativa, una


farsa i cui protagonisti sono ridotti a masche-
questo sembra l'obiettivo di Antonio Taran-
della Ddr, «il posto fra l'arma
e il bersaglio». È l'ambizione
anche di Daniele Salvo, cui
si briglia ideologica o tessera di
partito; nessuno si salva dal
grottesco, dalla beffa, dalla va-
mista con l'intelligenza, ma ottimista con la vo-
lontà». Desacralizzare non è sempre dissacrare:
anche il finale ha il sapore di una numinosa pro-
tino, il più intenso drammaturgo italiano, in si deve il primo allestimento della pièce nel cuità: non i fascisti, dal capo del governo (che, fanazione, quella di Pasolini, delle “ceneri di
“Gramsci a Turi”, un omaggio all'intellettuale 2009 al festival di Napoli: «È necessario non so- efficacemente, non ha nome) al direttore del Gramsci” che il morto stesso reca in un'urna. La
nei suoi ultimi anni di vita nel carcere barese. vrapporre strutture intellettualistiche, ma por- carcere, dai secondini ai becchini; non i medici storia non è un «teorema» e «ancora nessuno ha
Questo del 2008 è idealmente agli antipodi dei tare lo spettatore ad assistere al dramma come né gli accademici tantomeno i preti; non i com- deciso se aprile sia davvero il mese più crudele».
primi testi degli anni Novanta: in quella Tetra- se fosse un fatto di cronaca, come se il teatro pagni comunisti, litigiosi e campanilisti, né i ri- Il 27 aprile 1937 Gramsci spira.
logia delle cure Tarantino sacralizzava la storia, non fosse fiction». Dopo il Piccolo di Milano e il vali anarchici («lasciamoli cuocere nel loro bro- Antonio Tarantino, Gramsci a Turi e altri testi,
impastando di mito la quotidianità meschina, Fondamenta Nuove di Venezia, la tournée si do così si tolgono dai coglioni tutti e alla fine Ubulibri, pagg. 252, euro 21,00. L'ultima recita dello
qui invece profana la Storia, le “sacre” catego- chiude stasera alla Cavallerizza Reale di Torino, vince l'anarchia»). Lo spirito muriatico serve al spettacolo è stasera a Torino (Cavallerizza Reale, ore
rie del potere, della politica, dell'ideologia; se ma è probabile che prosegua nella prossima drammaturgo per isolare l'unico uomo, non ma- 20.45); l'autore incontrerà il pubblico domani al
là il modello era Testori, qui lo sono Brecht e stagione. schera: Antonio Gramsci. Sottraendosi alla bar- Circolo dei Lettori (ore 21.00).
Mercoledì 25 maggio 2011 pagina 15

SECONDO TEMPO

CALCI & MANETTE

SERIE C COME COCAINA


Il capitano della Nocerina arrestato per droga:
l’ultima follia della Prima e Seconda divisione
di Luca Cardinalini detta “sorpresa” dell’arresto,
ribadendo la “più completa fi-
eno male che sta per fi- ducia nella magistratura”.

M nire. Negli almanacchi


del calcio italiota, que-
sta stagione dell’ex Se-
rie C – oggi ribattezzata e sud-
divisa in Prima e Seconda divi-
Se Dio vuole, quindi, tra 15
giorni la stagione chiuderà con
play off e play out. Stop alle
classifiche ribaltate a tavolino
(34 le società coinvolte, 135 i
sione – verrà ricordata per un punti tolti) per una serie infi-
bel pezzo. La cronaca ci regala nita di inadempienze econo-
gli ultimi scampoli con questo mico-amministrative, che
arresto, da parte dei carabinie- neanche la banda Bassotti. Il
ri di Santa Maria Capua Vetere, presidente Mario Macalli ha già
per detenzione e spaccio di annunciato che dal prossimo
droga, di Vincenzo De Liguori, anno si cambia, l’obiettivo è
centrocampista e capitano del- quello di arrivare a una Serie C
la Nocerina, neopromossa in con 60 squadre in tutto, invece
Serie B. Gli scarni lanci di agen- delle 90 attuali. L’anno prossi-
zia già dicono, se non tutto, mo una prima sforbiciata do-
molto. Per dire: il De Liguori, vrebbe portare a 76 club, uno
assieme a un difensore della più uno meno. I rumors evoca-
Casertana (Serie D), tal Clau- no un’ecatombe, con una tren-
dio Risi, avrebbe ceduto della tina di società in odore di fal-
droga a Guido Bruno, dirigente limento o con notevoli difficol-
responsabile del settore giova- tà ad iscriversi. Ma qui è tutto
nile dell’Isola Liri (Seconda di- assurdo.
visione). Stiamo freschi, in-
somma. BASTI PENSARE solo a
La società Nocerina, i cui diri- questo finale di stagione nel gi-
genti qualche problemuccio rone C della Seconda divisione.
con la giustizia ordinaria pure Il campionato lo ha vinto il La-
l’hanno avuto (come Il Fatto ha tina, società ripescata que-
recentemente raccontato), in st’anno e che solo cinque anni
un comunicato ufficiale si è fa era sparita dalla circolazione,
rinata con fusioni e con frene- Cori e striscioni razzisti anche la scorsa domenica ad Avellino ( FOTO LAPRESSE)
tici cambi di titoli, più numero-
Un campionato si di quelli di un broker a Wall
Street. A tre giornate dal termi-
sa male, “pensavano di cavarse-
la con i 15 punti di penalizzazio-
tori lo scorso dicembre si rese-
ro protagonisti di una clamoro-
che sfamavano i propri sfortu-
nati beniamini. Il magazziniere
ta sull’avambraccio di un guar-
dalinee a Foggia, il portiere del
che non si è fatto ne, la Lega ha decretato la retro-
cessione all’ultimo posto in
ne inflitti il mese scorso”, che
consentivano la possibilità di
sa forma di protesta per il man-
cato ricevimento di svariate
della Salernitana, Gianluca
Schembari, raggiunto da un
Gubbio picchiato dopo la par-
tita ad Alessandria, i tifosi del
mancare niente: classifica del Pomezia, che na-
vigava tranquilla a metà classi-
giocarsi la salvezza.
Qui bisogna di nuovo reggersi
mensilità: guarda caso proprio
nella partita contro il Pomezia,
provvedimento di Daspo. I
5.000 euro di multa ad ogni gara
Lecco che, in casa della Cana-
vese, hanno lanciato bengala e
fica. Anche lei ripescata, aveva forte: a beneficiare della nuova al fischio d’inizio si sedettero al Verona “per cori e striscioni petardi incendiando un capan-
risse, fallimenti, presentato domanda di iscrizio- classifica sarà il Catanzaro, so- per terra. Ora corre il “rischio” con discriminazioni razziali”, none vicino allo stadio. Più ris-
ne in estate usando i soldi del cietà che il tribunale ha già di- di salvarsi. ma è successo anche la scorsa se, sputi, minacce, inseguimen-
squalifiche, cori Monopoli. Gli occhiuti uffici chiarato fallita e che è in eser- La stagione in corso ha regalato domenica ad Avellino – ad ti, botte da orbi come sempre.
tecnici contabili della Lega Pro, cizio provvisorio. Ultimo per anche: l’occupazione del pro- Avellino! – contro i giocatori
razzisti, stipendi avevano dato l’“ok”, salvo poi distacco con soli 8 punti (più prio campo, dei giocatori della del Milazzo, per dire che c’è L’ULTIMA penalizzazione –
accorgersi a babbo morto. Alla quelli tolti in corsa per inadem- Pro Patria con gli spogliatoi sempre uno più a sud di qual- sette punti – è toccata al Raven-
non pagati società pontina ora l’hanno pre- pienze di tutti i generi), i gioca- trasformati in bivacchi e tifosi cun altro. E poi la sigaretta spen- na, per via di una telefonata del
suo direttore sportivo, Buffone,
a un giocatore del Lumezza-

Il cuore del rock batte nelle Ukulele songs ne, Pisacane. Secondo quest’ul-
timo il dirigente voleva ammor-
bidirlo con 50 mila euro in vista
della partita del 17 aprile facen-
NEL SUO SECONDO ALBUM DA SOLISTA, EDDIE VEDDER SI CIMENTA NELLA CHITARRA HAWAIANA dosi possibilmente aiutare da
suoi compagni, secondo Buffo-
Un disco in cui vi’è una traccia ma- to precoce si sbaglia di grosso. l’ottimismo. ne il calciatore avrebbe frainte-
nifesta di qualcosa che è caratteristi- Ukulele Songs è il degno contributo La partecipazione di Glen Hansard so, in quanto lui “voleva solo sa-
co dei Pearl Jam e di Eddie Vedder, che un artista può dare alla sua terra e che duetta con Vedder in Sleepless Ni- pere il nome di un ristorante”.
che è un’incorporazione delle radici alla sua cultura. Abbandonato lo spi- ghts e quella di Cat Power in Tonight La linea difensiva del patron ra-
folk rock americane, è un filo che rito nichilista che l’aveva aiutato a You Belong To Me, danno conferma a vennate, Gianni Fabbri, è al
passa da Elvis a Neil Young e arriva comporre Into the Wild, Vedder inci- quel che Vedder aveva affermato contempo una dichiarazione di
fino a Vedder. E i segni caratteristici de un album che racchiude tutto il qualche tempo fa: “Il mondo del rock resa e una fotografia impietosa
sonori e culturali che li lega in que- romanticismo dei primi performer è assai meno romantico di un tem- dei tempi così grami: “Le accu-
st’album hanno assunto una del rock ‘n roll. Come nel primo al- po”, il furore del Grunge fa ormai se sono ridicole, non abbiamo
forma dolce e romantica, da bum da solista in cui fa un’analisi pro- parte di un’esperienza remota e la una lira e dovremmo spendere
ninna nanna, in un rapporto fonda e sensibile del confronto tra migliore occasione per ridare smalto 50 mila euro per comprare una
intimo fra una voce e uno società e natura, intesa anche come alla musica è proprio questo album. partita?”. Dagli torto.
strumento. Ed è questo il natura umana, lo spirito essenziale,
suo fascino. Un album che in Ukulele Songs grazie alla stessa ca-
al primo ascolto stupisce: se pacità di analisi, riesce a cogliere le
ci si aspettava da Vedder un
disco dal tono potente, dal
sfumature e le tracce di un pezzo del-
la storia della musica. Nelle canzoni LE MINE antiuomo
sound grezzo ed energico c’è il segno indelebile di ciò che ha
Eddie Vedder (F L P
OTO

di Pasquale Rinaldis
) e la copertina di Ukulele Songs
A RESSE

in stile Pearl Jam c’è da ri-


manerci delusi. Ma, attenzione, il
alimentato l’American Dream e con
questo disco il mito può tornare a ri-
e i pisolini del Giornale
icapitolando: "Dario Fo diventa rapper per il Fatto e induce al

U
problema non è che Ukulele Songs sia
scirà il prossimo 31 maggio Uku- deludente, tutt’altro. È l’aspettativa a
lele Songs, il nuovo album di Eddie deludere. Perché è un’aspettativa vi-
splendere. Già in BackSpacer – l’ulti-
mo album in studio dei Pearl Jam – si
era lasciata disvelare la speranza riaf-
Rmaginare
pisolino". Il candidato all'esame di giornalismo provi a im-
quante citrullerie si possono nascondere un unico ti-
Vedder (il secondo da solista dopo il ziata dall’incapacità di accettare, e fiorata in seguito all’elezione di Ba- tolo de Il Giornale (di ieri). 1) Dario Fo non è diventato rapper,
successo di Into the Wild), storico lea- forse comprendere, la naturale evo- rack Obama a presidente degli Stati non gli é mai passato per la testa. 2) Non è neanche vero che lo
der della band grunge Pearl Jam, suo- luzione delle persone, dell’animo, Uniti, dopo gli anni dell’Amministra- abbia fatto per il nostro giornale. 3) È possibile, trattandosi di
nato interamente – come indicato dell’essenza del loro essere artisti. zione Bush e di canzoni arrabbiate. uno stato soggettivo. che non facendo il rapper, e non facendolo
dal titolo dell’album – con l’ukulele, C’è in Ukulele Songs tutto lo spirito ro- Una speranza finalmente ritrovata da per il Fatto, abbia potuto indurre qualcuno al pisolino, sia pur
uno strumento a quattro corde, una mantico del rock ‘n roll, di chi per la Eddie Vedder, autore – ieri – di testi parlando di mine antiuomo? 4) Se quelli del Giornale vogliono
sorta di chitarra in miniatura caratte- prima volta ne faceva uno stile di vi- fra i più strazianti del Grunge, oggi passare per pirlacchioni sonnolenti é tecnicamente possibile.
ristica delle Hawaii. ta, ed Eddie Vedder suonando l’uku- sereno e in Ukulele Songs – lanciato dal 5) il titolo va riformulato, o almeno corredato di questo som-
Eddie Vedder, che trascorre alle Ha- lele lo porta allo scoperto quello spi- singolo Longing to belong dove nel vi- mario: "il bel disco di esordio di Luca Bussoletti, distribuito da Il
waii gran parte del suo tempo libero rito, lo mostra con i suoi gesti mentre deo Eddie canta in riva all’oceano ac- Fatto ospita come guest star Dario Fo. Che parla di mine an-
facendo surf, è qui che ha composto lo suona e chi penserà a un “rimbam- compagnato oltre che dall’ukulele tiuomo. Fa addormentare dei pirlacchioni. E ottiene pubblicità
un disco che è una sorta di diario che bimento” magari dovuto all’esser di- dal rumore delle onde –, o con la co- gratuita sul Giornale".
custodisce le sue intime confessioni. ventato padre, o a un invecchiamen- ver Dream a little dream, dà spazio al-
pagina 16 Mercoledì 25 maggio 2011

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TG PAPI
TELE COMANDO
Lacrime
+ miliardi di euro, una l’anno
per tre anni, per recuperare
quanto perduto. Tremonti
minimizzava, ma era molto
pallido.
di Luigi Galella

l racconto del Giro d’Italia è spesso distratto


Iralleli,
dalla nostalgia. E si inerpica su tornanti pa-
che dall’asfalto del presente lo condu-
cono a tratti sui sentieri sterrati del passato,
Il racconto
del Giro
duto alla sua innocenza; l’Unione ciclistica in-
ternazionale (Uci) e l'agenzia mondiale anti-
doping (Wada) hanno fatto ricorso contro l’as-
soluzione.
g3 quando il ciclismo contendeva al calcio, e for- A governare il quotidiano spazio della cronaca
T
e rabbia E faceva bene a impalli-
dire. Il Tg3 apre con imma-
gini dimenticate: tumulti a
Genova e Castellammare di
Stabia per la chiusura degli
se perfino lo superava, il primato di sport po-
polare. Non si temeva, allora, che le ombre del
doping potessero appannare i profili dei cam-
pioni, ripiegati a pedalare nella polvere per
intere giornate, nella postura innaturale e con
e della memoria nel “Processo alla tappa”,
creato da Sergio Zavoli nel lontano 1962, è
per il secondo anno consecutivo la napoleta-
na Alessandra De Stefano (Rai Tre, 17.00).
La accompagnano commentatori sportivi e ci-
di Paolo Ojetti “violenze, computer distrutti stabilimenti della Fincantieri, biciclette tecnologicamente primitive rispet- clisti e tra questi, come opinionista fisso, il più
e porte sfondate, lancio di 2500 operai a spasso, quante to a quelle attuali, che rendevano eroica la fa- grande e famelico di tutti, il “cannibale” Eddy
g1 pietre, bottiglie e fumogeni”. famiglie, quanti cittadini ven- tica. Merckx, che non lasciava ossa né carne a nes-
T Altro videomessaggio di
Berlusconi sfonda le porte
Operai con fumogeni? gono ficcati nei recinti di chi
dovrà pagare la crisi? Si odo-
Negli ultimi decenni tuttavia l'accesso scien-
tifico e sistematico al doping, che più che in
sun ciclista che gli si trovasse a fianco, nem-
meno la polpa di una vittoria di tappa.
del Tg1. Il contenuto è deci- g2 no parole da tempo mai più altri sport sembra qui condizionare la linearità Un Giro macchiato dai lutti. L’ultimo, la morte
sivo: “Non possiamo conse-
gnare le città alla sinistra che
T Affiora la stanchezza. Il
Tg2 è il primo a cedere: i bal-
pronunciate: “Compagni, vi-
gilanza, a Roma”. Questa real-
della competizione sportiva, ha disamorato
parte di quel pubblico che al mito dei cam-
dello spagnolo Xavier Tondo, rimasto schiac-
ciato in una circostanza quasi inverosimile fra
è condizionata dalla sinistra lottaggi e le berlusconate tà di lacrime e rabbia dissipa, pionissimi senza macchia era legato. Al punto la portiera dell'automobile e quella del garage.
estremista, ai cattocomunisti, quotidiane sono nebulizzati. almeno per poche ore, quelle che c’è sempre un certo sospetto che appan- Non in bici, quindi, e non in diretta tv. Come è
ai giustizialisti e ai verdi”. E Ci si occupa di qualcosa di realtà virtuali, tutte chiuse na l'immagine dei moderni e fa maggiormente invece accaduto al belga Wouter Weylandt,
allora? Allora tutto bene, co- tangibile, concreto. Per nei palazzi e che le televisioni brillare le sagome dei giganti di un tempo. An- nel corso della terza tappa, giunto a venticin-
me dice Reguzzoni “si va sul esempio, i referendum. Un hanno costruito e diffuso, ad- che quella del fortissimo Alberto Contador, que chilometri dal traguardo, in una discesa
cammino virtuoso delle rifor- servizio molto dettagliato ha dormentando le coscienze, il “Campeador” del momento, è stata velata nemmeno fra le più pericolose, quando ha
me” e gli fa eco Cicchitto: spiegato i due sull’acqua. Si- cullando chi si adagia e non dal dubbio: sta domi- sbattuto col pedale sinistro contro un muret-
“Dopo ci concentreremo sui lenzio sul legittimo impedi- vuole vedere: cortei, operai, nando la gara a tappe, to, perdendo il controllo del mezzo a 75 chi-
nodi della crescita”. Come si mento e liquidazione di quel- fumogeni, il lavoro perduto, Wouter Weylandt, ma una settimana do- lometri orari e venendo sbalzato a venti metri
vede, sono programmi densi lo sul nucleare, tanto il decre- ecco, siamo più uguali agli al- il ciclista morto po la sua conclusio- di distanza. Una morte che era difficile raccon-
di contenuti, svolte che non to omnibus lo ha “depoten- tri paesi europei dove non si in una tappa del Giro 2011 ne, fra il 6 e l’8 giu- tare e la cui notizia si è dovuta differire per
dimenticheremo anche se ziato”. Il che è ancora tutto da scherza e dove non finisce gno, dovrà difendersi riguardo verso la moglie incinta del corridore.
Casini dice che si tratta di verificare: un referendum è tutto in barzellette e riforme dall’accusa di aver La De Stefano era visibilmente turbata ed è sta-
“spot e baggianate”. Dopo la anche la manifestazione di fasulle. Il Tg3 passa poi a “cin- utilizzato durante ta tentata perfino di interrompere la trasmis-
multa Agcom, il Tg1 vuole una volontà popolare, senza que giorni dal voto”: Bossi al- l’ultimo Tour de Fran- sione. Segue da anni il ciclismo e ne conosce a
mostrare il suo pentimento e altre mediazioni, non si capi- za piccole barricate, i due mi- ce una sostanza do- fondo i protagonisti. Ha ripercorso il racconto
spera in uno sconto di pena sce quindi perché esorcizza- nisteri li vuole davvero, il re- pante, il clenbutero- degli avvenimenti e ha chiesto il parere dei
facendo intervistare Pisapia, re questo “pronunciamen- ferendum sull’acqua gli pia- lo, che consente di presenti, sospendendo l’esito già noto. Se è
il mullah Giuliano, da Enrico to”. Poi, sul Tg2 il disastro: ce. Il “premier” dovrà presto aumentare la massa vero che il dovere di cronaca impone di rac-
Castelli. C’è anche il dram- l’Istat ci dà per morti, la Cor- cercare altri scilipotini. Inter- muscolare diminuen- contare la verità, la sua dissimulazione, ser-
ma Fincantieri, ma Marina te dei Conti sostiene che ci vista a D’Alema: cambiamo la do il grasso. La federa- vendo a una causa umanitaria, è stata per una
Nalesso parla soprattutto di vorranno tre stangate da 46 legge elettorale. zione iberica ha cre- volta più bella e funzionale della sua onestà.

LA TV DI OGGI
11.00 NOTIZIARIO TG1 15.00 EVENTO Question 14.00 NOTIZIARIO TG 19.30 NOTIZIARIO TG3 11.00 REAL TV Forum 12.25 NOTIZIARIO Studio 11.30 NOTIZIARIO TG4 - 11.25 TELEFILM Chicago
11.05 ATTUALITÀ Occhio time (DIRETTA) Regione - TG3 - Meteo 3 - (REPLICA) 13.00 NOTIZIARIO TG5 - Aperto - Meteo Meteo - Vie d'Italia noti- Hope
alla spesa 15.45 RUBRICA Crazy TGR Leonardo - TG3 L.I.S. 20.00 RUBRICA Il caffé - Meteo 5 13.00 NOTIZIARIO SPORTI- zie sul traffico 12.30 TELEFILM MacGyver
12.00 VARIETÀ La prova Parade 15.05 EVENTO SPORTIVO Noi e loro (REPLICA) 13.40 SOAP OPERA Beauti- VO Studio Sport 12.00 TELEFILM Wolff - Un 13.30 NOTIZIARIO TG La7
del cuoco 16.20 TELEFILM La signora Ciclismo, 94º Giro d'Italia 20.30 RUBRICA Consumi e ful 13.40 CARTONI ANIMATI I poliziotto a Berlino 13.55 FILM Ero uno sposo
13.30 NOTIZIARIO TG1 in giallo 17a tappa: Feltre - Tirano, consumi 14.10 SOAP OPERA Cento- Simpson 13.00 TELEFILM Distretto di guerra
14.00 NOTIZIARIO TG1 17.15 ATTUALITÀ Referen- 230 Km (DIRETTA) 20.57 NOTIZIARIO Agrime- Vetrine 14.35 TELEFILM E alla fine di Polizia 9 16.00 TELEFILM Chiamata
Economia - TG1 Focus dum 3 "Nuove Centrali 17.10 RUBRICA SPORTIVA teo 14.45 TALK SHOW Uomini arriva mamma! 13.50 REAL TV Sessione d'emergenza
14.10 ATTUALITÀ Se... a Nucleari" Processo alla tappa 21.00 NOTIZIARIO News e Donne 15.05 SIT COM Camera Cafè pomeridiana: il tribunale 16.35 TELEFILM J.A.G. -
casa di Paola 17.45 NOTIZIARIO TG2 (DIRETTA) lunghe da 24 16.15 ATTUALITÀ Pome- 15.40 SIT COM Camera di Forum Avvocati in divisa
16.10 ATTUALITÀ La vita Flash L.I.S. 18.05 DOCUMENTARIO 21.27 PREVISIONI DEL TEM- riggio Cinque Cafè Ristretto 15.10 TELEFILM Finalmente 18.35 REAL TV Cuochi e
in diretta 17.50 NOTIZIARIO SPORTI- Aspettando Geo & Geo PO Meteo 18.50 GIOCO Chi vuol 15.50 TELEFILM Zack e arriva Kalle fiamme
18.50 GIOCO L'eredità VO Rai TG Sport 18.20 DOCUMENTARIO 21.30 RUBRICA Tempi essere milionario Cody al Grand Hotel 16.15 SOAP OPERA Sentieri 19.40 VARIETÀ G' Day
20.00 NOTIZIARIO TG1 18.15 NOTIZIARIO TG2 Geo & Geo dispari 20.00 NOTIZIARIO TG5 - 16.40 TELEFILM Zeke e 16.30 FILM La guerra pri- 20.00 NOTIZIARIO TG La7
20.30 ATTUALITÀ Qui 18.30 ATTUALITÀ Dichia- 19.00 NOTIZIARIO TG3 - 22.30 NOTIZIARIO News Meteo 5 Luther vata del maggiore Benson 20.30 ATTUALITÀ Otto e
Radio Londra razioni di voto (DIRETTA) TG Regione - Meteo lunghe da 24 20.30 ATTUALITÀ Striscia 17.45 SIT COM Love Bugs 18.55 NOTIZIARIO TG4 - mezzo
20.35 GIOCO Affari tuoi 19.50 RUBRICA Crazy 20.00 VARIETÀ Blob 22.57 PREVISIONI DEL TEM- la Notizia - La voce del- 18.30 NOTIZIARIO Studio Meteo 21.10 FILM Mi chiamo
21.10 VARIETÀ Lasciami Parade 20.10 TELEFILM Sabrina PO Meteo l'improvvidenza Aperto - Meteo 19.35 SOAP OPERA Tempe- Sam
cantare! (DIRETTA) 20.30 NOTIZIARIO TG2 vita da strega 23.00 RUBRICA Il punto 21.10 FICTION I Liceali 3 19.00 NOTIZIARIO SPORTI- sta d'amore 23.50 NOTIZIARIO TG La7
23.40 ATTUALITÀ Porta a 21.05 FILM Ice Princess - 20.35 SOAP OPERA Un 23.27 PREVISIONI DEL TEM- "Alleanze" VO Studio Sport 20.30 TELEFILM Walker 0.05 DOCUMENTARIO
Porta un sogno sul ghiaccio posto al sole PO Meteo 23.30 ATTUALITÀ Matrix 19.30 TELEFILM C.S.I. Miami Texas Ranger La storia proibita del '900
1.20 NOTIZIARIO TG1 22.50 NOTIZIARIO TG2 21.05 ATTUALITÀ Chi l'ha 23.30 NOTIZIARIO News 1.30 NOTIZIARIO TG5 20.30 GIOCO Trasformat 21.10 TELEFILM Le indagini italiano (REPLICA)
Notte - TG1 Focus - Che 23.05 TELEFILM Close to visto? brevi Notte - Meteo 5 Notte 21.10 VARIETÀ Le Iene di padre Castell "Il pelli- 1.05 ATTUALITÀ Otto e
tempo fa home 23.15 VARIETÀ Parla con me 23.33 ATTUALITÀ Inchiesta 2.00 ATTUALITÀ Striscia Show cano" "Un segreto di mezzo (REPLICA)
1.55 ATTUALITÀ Qui 23.45 DOCUMENTARIO 0.00 ATTUALITÀ TG3 23.57 PREVISIONI DEL TEM- la Notizia - La voce 0.00 VARIETÀ Saturday famiglia" 1.45 VARIETÀ G' Day
Radio Londra La Storia siamo noi Linea notte PO Meteo dell'improvvidenza Night Live 23.05 FILM L'uomo del (REPLICA)
2.00 RUBRICA Appunta- 0.35 ATTUALITÀ TG Par- 1.00 RUBRICA Appunta- 0.00 NOTIZIARIO News (REPLICA) 1.25 RUBRICA SPORTIVA giorno dopo 2.05 DOCUMENTI La7
mento al cinema lamento mento al cinema lunghe da 24 2.20 TELEFILM 5 Stelle Poker1mania 2.35 FILM Deserto rosso Colors

TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE


/ Mi chiamo Sam  Chi l’ha visto?  Parla con me
Sam Dawson è un padre mentalmente Donne uccise, tradite, violentate. Una L’ospite della puntata di “Parla con
ritardato che cresce la propria figlia donna con i capelli rossi, tinti, è scom- me”, intervistato da Serena Dandini
Lucy con l’aiuto di uno straordinario parsa nel nulla. Dopo l’appello di “Chi sarà Vandana Shiva, uno dei leader del-
gruppo di amici. I problemi iniziano l’ha visto?”, una telespettatrice avverte l’International Forum on Globaliza-
quando Lucy compie sette anni e svi- del ritrovamento del corpo di una don- tion, vicepresidente di Slow Food e pre-
luppa capacità intellettive superiori a na, con i capelli rossi, tinti. E’ stata sidente del movimento ambientalista
quelle del padre. Il loro legame viene uccisa. Da chi? Nella puntata, le ultime Navdanya. Per la satira torna il perso-
minacciato da un’assistente sociale che notizie da Somma Vesuviana sulla mor- naggio di Federica Cifola, Assunta Almi-
/ Ice Princess / L’uomo del giorno dopo  Le Iene Show
vorrebbe dare Lucy in affidamento a te di Melania Rea e sul mistero che rante e non mancherà l’ironia di Dario
Casey è una brillante studentessa alle 2013, il mondo è uscito dalla catastrofe Ultimo appuntamento con “Le Iene
un’altra famiglia. Per Sam inizia una avvolge il suo assassino. Inoltre, anche Vergassola, mentre la musica sarà anco-
prese con i soliti problemi dell’adole- nucleare privo di ordine. La vita va Show”, con servizi, indagini e reportage
dura battaglia per non perdere la figlia. aggiornamenti da Avetrana. ra quella degli Elio e le Storie Tese.
scenza e con un futuro praticamente avanti in forme stentate e la popolazio- esclusivi.Tra i servizi un’intervista
certo ad Harvard. Proprio per conqui- La7 21,10 ne si è rifugiata in comunità primitive
Rai 3 21,05 esclusiva al tecnico del Milan, Massimi-
Rai 3 23,15
stare la tanto desiderata borsa di stu- che lottano tra loro per sopravvivere. liano Allegri. Nell’autunno del 2007 fece
dio Casey cerca un soggetto originale Gli Holnists, guerrieri guidati dal dispo- molto scalpore quello che accadde tra i
per una ricerca. Ed ecco l'idea: perchè tico generale Bethlehem, seminano il calciatori del Cagliari Davide Marchini
non studiare i movimenti dei pattinato- terrore nei villaggi, reclutando a forza i e Pasquale Foggia. Durante un allena-
ri e trasformarli in equazioni? Tra la sopravvissuti più robusti. Un giorno mento si verificò uno scontro tra i due,
ragazza e il pattinaggio sarà amore a arriva un vagabondo solitario che risve- in seguito al quale i protagonisti si
prima vista. glia la coscienza di libertà. scambiarono insulti e non solo...
Rai 2 21,05 Rete 4 22,45 Italia 1 21,10
Mercoledì 25 maggio 2011 pagina 17

SECONDO TEMPO

feedbac$
k
MONDO
MILANO E IL NUOVO TORMENTONE
WEB
di Federico Mello
è LA BEFFA DEL FINTO SCRITTORE
PARERI ENTUSIASTI DEI VIP AL SALONE DI TORINO
Un gruppo di studenti del corso di laurea di ingegneria del
cinema e dei mezzi di comunicazione del Politecnico di
Torino, ha tirato un bello scherzo all’ultimo Salone del
Libro. Un ragazzo si è finto lo scrittore (inesistente)
Manuele Madalon e ha chiesto commenti sul suo libro
L’Implosione (mai uscito) a vari Vip. Le risposte? “Mi è
Commenti al post su
ilFattoQuotidiano.it:
“Nucleare, il governo
affossa il referendum.
Con 313 sì la Camera
vota la fiducia”
sembrato misterioso e sottile”, Sgarbi; “Hai un mondo di

Benvenuti è AMBIENTE: È ONLINE “INSIDE”


APPROFONDIMENTO E SCENARI GLOBALI
Uno sguardo al mondo e all’ambiente con
riferimento, lo racconti in un modo
autentico”, De Cataldo; “Ma ora non ti devi
accontentare”, Mauro Corona; “È
fortissimo” Federico Moccia; “Mi è piaciuto
l’insieme”, Giorgio Faletti. La morale? “Conta
è CI PRENDONO in giro
e non riusciamo a fare
nulla!!!!
Rikifra88

a “Sucate” analisi e approfondimenti sugli scenari


geopolitici - prendendo spunto dalle più
importanti testate del mondo. Si
chiama “Inside” il nuovo programma
(in italiano e inglese) del portale
di più la pubblicità su un libro che il suo
contenuto” dicono i ragazzi.
è NON possiamo
accettare quanto deciso dal
decreto omnibus sul
referendum al nucleare
grazie alla banda degli
a campagna elettorale di Mi- to!”; “Grande attesa domani per worldenvironment.tv. La nuova
Lza della
lano ha scatenato tutta la for-
Rete. Dopo il fenomeno
la tappa del Giro d’Italia con par-
tenza da Sucate e arrivo sullo
sezione va ad arricchire il sito tutto
dedicato all’approfondimento dei temi
irresponsabili. Ora davvero
il presidente Napolitano
non dovrebbe apporre la
“Moratti promises” su Twitter, Zoccolan”; “Io abito da anni a ambientali: energia, riscaldamento sua firma, con i
con finte citazioni della Moratti; Sucate, è un bellissimo quartie- globale, sviluppo sostenibile, ringraziamenti degli italiani
dopo l’ironia sulla pagina Face- re pieno di rom, centri sociali e geopolitica, acqua, edilizia verde. Sul onesti.
book di Red Ronnie (che aveva moschee. A Pisapia piacereb- portale, inoltre, si può scaricare anche Orlandop
attaccato Pisapia), il nuovo in- be”; “Stasera a Ballarò un colle- il periodico World Environment
credibile tormentone è quello gamento con gli abitanti di Su- Magazine dedicato al mondo delle è NAPOLITANO ha 30
efficace e viralissimo del volga- cate incazzati neri per la mo- imprese. giorni per firmare... il
rismo siciliano “Sucate”. Lunedì schea...”; “Che poi tutti i media referendum è previsto il 15
un utente aveva scritto su Twit- parlano dei problemi di Sucate, e 16 giugno. “A sfregio” io,
ter a Letizia Moratti: “il Quartie- tralasciando che esiste pure la al posto suo, firmerei il 18
re Sucate dice no alla moschea Sucate bene...”; “Offro posto let- giugno, a risultati definitivi
abusiva in via Giandomenico to in stanza del buco Sucate cen- ottenuti! Purtroppo, però
Puppa”. A Milano non esiste al- tro no studenti no fumatori vedrete che gli firmerà
cun quartiere “Sucate” ma lo d’oppio 400 euro mensili com- anche questa.
staff della Moratti ha risposto preso Adsl e muezzin”. Megalexandros
comunque: “Nessuna tolleran- Come si è scatenata questa iro-
za per le moschee abusive”. Da nia su Internet? Tutto è nato do- è DICEVO che si spera
qui è partita una gara su Face- po l’accusa (“ladro di auto”) del- nella Cassazione, per
book, su Twitter, sui blog, con la Moratti a Pisapia a SkyTg24. vanificare il tentativo del
battute e fotomontaggi (ne pub- Come scrive giustamente Te- nano e dei suoi accoliti (ce
blichiamo alcuni in questa pagi- chFanpage.it, il famoso detto di ne sono tanti) di tenere gli
na) che ironizzano sul “nuovo Goebbles “Una menzogna ripe- italiani lontani dal legittimo
quartiere”. Una selezione delle tuta almeno tre volte diventa impedimento. Anche se
battute: “Il 12 e il 13 giugno Su- una verità” non va d’accordo restasse mezzo
cate si mobilita per i Referen- col web: prima arriva la smen- referendum, andiamo in
dum! 4 sì per dire suca al nuclea- tita e, subito dopo, un’ironica e massa a votare e
re, alla privatizzazione dell’ac- martellante vendetta. facciomogliela vedere la
qua e al legittimo impedimen- f.mello@ilfattoquotidiano.it Alcuni fotomontaggi vera realtà italiana, non
dalla pagina quella raccontata da lui con
Facebook le rapine delle reti.
di “Sucate” Heiniana
I FILM LO SPORT
è BRAVO Silvio, insisti.
SC1= Cinema 1
SCH=Cinema Hits
SCF=Cinema Family
SCC=Cinema Comedy
SP1=Sport 1
SP2=Sport 2
A LEZIONI DI APP Già ti sei giocato metà delle
SCP=Cinema Passion SCM=Cinema Max SP3=Sport 3
BOOM SU ITUNES PER L’APPOSITO CORSO preferenze di Milano con il
Il mercato delle “app” per tablet e solito giochino di offendere
18.20 2012 SCM 18.00 Basket, Serie A maschile
smartphone risulta in costante crescita e grande tutto e tutti, ma
19.05 Old school SCC 2010/2011 Playoff - Quarti
è l’interesse per questo nuovo mercato. Non è quindi soprattutto per il bunga
19.10 Tra le nuvole SCP di finale, Gara 4 Dinamo Sassari
un caso il successo (inaspettato) riscosso su iTunesU bunga (mi sa che
19.20 A Christmas Carol SCF - Armani Jeans Milano Italia, dalle lezioni che insegnano a programmare all’industriale con la
19.20 Dragon Trainer SC1 (Sintesi) SP2 proprio le “App” sotto la guida di un esperto del Cnr. fabbrichetta che deve
19.30 Moon SCH 18.30 Calcio, Bundesliga Le lezioni, al primo posto tra le più scaricate, vendere all’estero non piace
21.00 Scusa ma ti voglio 2010/2011 Spareggio, gara di riguardano il corso di Sviluppo di applicazioni per il più farsi prendere in giro dai
sposare SCF andata Borussia Mönchenglad- sistema operativo Apple organizzato dal dipartimento clienti stranieri); adesso, ti
21.00 Ipotesi di reato SCM bach - Bochum (Replica) SP3 di Informatica dell’Università di Pisa, in sei giocato la metà di quelli
21.00 Il profumo del mosto 19.00 Wrestling WWE collaborazione con Data Port Apple Solution Expert, che rimanevano che molto
selvatico SCP Superstars Episodio 47 SP2 frequentato in aula da sessanta studenti e scaricato probabilmente del nucleare
21.00 Pallottole su Broadway SCC 20.15 Basket, Serie A maschile gratuitamente on line da migliaia di utenti che si non volevano proprio
21.10 Il destino di un 2010/2011 Playoff - Quarti di collegano alla pagina iTunesU dell’ateneo pisano. Le sentirne parlare.
cavaliere SCH finale, Gara 4 Benetton Treviso - dodici lezioni, tenute dal professor Goran Djukic del MaurizioV
21.10 Prima tv Sky L'imbroglio Air Avellino (Diretta) SP2 Cnr, aiutano gli appassionati a trasformarsi in
nel lenzuolo SC1 20.30 Calcio, Bundesliga sviluppatori di applicazioni per iPhone, iPod è BASTA, è la fine di
22.45 Rec 2 SCM 2010/2011 Spareggio, gara di touch e iPad, con focus specifici su linguaggio, questa democrazie
22.45 Accordi & disaccordi SCC ritorno Bochum - Borussia interfaccia e design. Un’iniziativa unica in Italia, “rappresentativa” che non
22.50 Che fine hanno fatto Mönchengladbach (Diretta) SP3 che segue il percorso avviato dall’università solo non ci rappresenta, ma
i Morgan? SCP 21.00 Calcio, Uefa Champions americana di Stanford, la prima a organizzare un non ci permette nemmeno
22.55 Dolf e la crociata dei League 2007/2008 Finale corso specifico per la creazione di App per il di farci sentire! Indignamoci.
bambini SCF Manchester United - Chelsea sistema operativo della Apple, rendendolo IamL
23.05 Natale a Beverly Hills SC1 (Replica) SP1 disponibile sulla piattaforma iTunesU. Il successo
23.30 Lazarus Project SCH 22.15 Basket, NBA 2010/2011 del corso ha indotto il dipartimento di Informatica è È L’ORA di mandarli a
0.20 Wrong Turn 3 SCM Playoff - Finale di Conference, a decidere l'attivazione per l’anno prossimo di un casa questi cialtroni. Hanno
0.30 Una pazza giornata di Gara 4 Miami Heat - Chicago master per progettare applicazioni su tutti gli il coraggio di privare il
vacanza SCC Bulls (Replica) SP2 smartphone, comprendendo quindi anche il sistema cittadino dell’unico mezzo
operativo democratico rimasto in
Android. Si è E-G8: “INTERNET È RIVOLUZIONE” questo paese, per il resto è
conferma MA IN ITALIA IL WEB NON AIUTA IL PIL stata già istituita
RADIO leader di
innovazione, inoltre,
l’università di Pisa,
“Avete cambiato il mondo come lo hanno
fatto Colombo, Galileo, Newton e Edison.
Questa rivoluzione totale è
l’autocrazia.
Alber to61
è BOTTO ANCHE PER YANDEX
A “Moby Dick” la live IN BORSA A NY IL “GOOGLE” RUSSO
dove nel 1969 è irrimediabilmente globale”. Con queste
stato aperto il primo parole il presidente della Repubblica
è IN BASE alle forze
presenti in Parlamento ci
intervista della Akron/Family Dopo la quotazione con li botto di
LinkedIn (le cui azioni, intanto, stanno
corso di laurea in francese, Nicolas Sarkozy, ha aperto ieri la sarebbero 320 voti di
“Moby Dick”, ospiterà la live-intervista della band informatica in Italia. prima edizione dell’e-G8, il G8 di Internet, maggioranza e 310 di
già scendendo di prezzo) sbarca alla
americana Akron/Family. I tre musicisti di Portland, davanti a una platea in cui erano presenti minoranza; mancano quindi
Borsa di New York con un’ottima
sono i protagonisti dell’“indie rock” degli ultimi dieci tutti i big del settore. Sarkò ha sottolineato 19 voti di minoranza:
performance anche Yandex, il più
anni con un’ originalissima ed eclettica mistura di psi- anche la necessità di una “maggiore piacerebbe anche a me
popolare motore di ricerca russo. La società moscovita ha
chedelica, folk, noise, elettronica. Multistrumentisti, spe- responsabilità collettiva” nell’utilizzo del web conoscere chi era assente!
raccolto 1,3 miliardi di dollari, il 19 per cento in più
rimentatori dediti all’improvvisazione, per anni hanno affinché questa rivoluzione, “la terza Roberto Zoccali
rispetto alle attesa collocando sul mercato 52,2 milioni di
animato il Gimmie Coffee di Williamsburg, quartiere globalizzazione” non “veicoli il male”.
azioni, pari ad una quota del 16,2 per cento (ad un prezzo
particolarmente fecondo di New York. Scoperti da Proprio all’e-Go, intanto, è stato diffuso uno è METTERLO nel
di 25 dollari l’una, superiore al prezzo originale di 20-22
Michael Gira (Swans), capo dell’etichetta Young God studio di McKinsey sull’impatto del web sulla decreto è una forzatura
dollari): l’azienda si capitalizza così a circa 8 miliardi di
Records, esordiscono nel 2005 con un album registrato crescita economica. Se già ora rappresenta il vergognosa (come tutta la
dollari. “Sull’euforia LinkedIn e sulle forti prospettive di
nella loro casa di Brooklyn. L’ultimo, quinto album, 3,4 per cento del Pil in 13 Paesi (quelli del G8 pantomima). Ci vorrebbe
“Akron/Family II:The Cosmic Birth and Journey of
crescita di Internet in Russia, gli investitori hanno fatto la
più Brasile, Cina, India, Corea del Sud,Svezia) un colpo di teatro di
Shinju TNT” è stato registrato in una stazione di treni corsa per accaparrarsi le azioni di Yandex”, spiegano gli
e ha contribuito al 10 per cento della loro Napolitano che stoppasse il
abbandonata nei pressi di Detroit. Un menù composto analisti. Non tutti dicono, però, che risulta sempre più
crescita negli ultimi cinque anni, l’Italia è il decreto (da convertire
da strane audiocassette vintage giapponesi, strumenti concreto il rischio una nuova e-bolla speculativa.
paese il cui la Rete ha aiutato di meno la entro il 30 maggio).
elettronici “truccati”, canzoni-session, rock laboratorio crescita economica: ha contribuito al 4 per Confidiamo nella
dal grande impatto emotivo. cento del Pil tra il 1995 e il 2009 e al 12 tra il Cassazione.
Radiodu 21,00 2004 e il 2009. Dopo di noi solo la Russia. Aigor1
pagina 18 Mercoledì 25 maggio 2011

SECONDO TEMPO

Il badante
PIAZZA GRANDE É di Oliviero Beha

L’ALTRO GRILLO
otografie e omonimie antropologiche e forse logiche di
F un Paese ridotto malissimo. Ero su un Eurostar, ieri, da

Bufale sul Mullah Omar Pisa a Roma. La sera prima dibattito organizzato alla
Limonaia nel centro storico di una delle più belle città
italiane da Sel, con l’aiuto di un coordinamento di studenti
della Normale. Sala gremita. Discussione sul precariato e il
di Massimo Fini quello che aveva intercettato e non ci fosse, se morisse, qualsia- 500 loro militanti rinchiusi nella futuro dei giovani manifestamente già in frantumi. Due
ucciso Omar: “Non ho avuto si accordo non potrebbe essere prigione di Kandahar. progetti regionali per finanziare la sopravvivenza, il lavoro e
unedì tutte le televisioni nessuno scontro col Mullah che parziale, con frammenti del- La situazione è quindi di stallo.

L
fors’anche la vita di questo popolo sempre più numeroso
del mondo, dalla CNN alla Omar. È un’assurdità. Non so la guerriglia, mentre gli altri con- Per gli uni e per gli altri. Ma non vestito di sconforto ma fortunatamente ancora vivo, negli
Tv di Stato iraniana alle no- perché stiano mettendo in circo- tinuerebbero a combattere e si può andare avanti all'infinito. Gli sguardi, nelle parole. L’assessore regionale toscano del Pd,
stre, hanno dato come no- lazione queste voci. Sono sem- sarebbe punto e a capo. afghani hanno il tempo dalla lo- età da Pd, habitus da Pd, rispettabilità di quei piddini
tizia di testa la morte del Mullah plicemente ridicole. Secondo i ro, come sempre, gli Stati Uniti antichi che in provincia hanno resistito mentre a Roma il
Omar avvenuta in uno scontro rapporti americani il 75 per cen- MA ANCHE il Mullah Omar, no, perché per quella "guerra basso impero sprofondava, illustra il suo piano. Poi tocca al
coi servizi segreti pachistani. to dell'Afghanistan è in mano ta- oggi, ha interesse a trattare. Si è che non si può vincere" spendo- suo omologo pugliese, giovane, vendoliano, spiccio,
Poiché ho pubblicato un mese lebana. Hanno i loro sistemi am- ripreso il 75 per cento del terri- no, in un momento di crisi eco-
appassionato, “innocente” per ora e spero anche per il
fa un libro sul Mullah delle tele- ministrativi e giudiziari paralleli. torio, ma più in là non può an- nomica, 40 miliardi di dollari
visioni e delle radio (private, io Perché mai il Mullah Omar do- dare. Le grandi città, Kabul, He- l'anno e immobilizzano 130 mila futuro. Quindi interventi dei giovani, assai più preparati e
non ho accesso alla Tv pubblica, vrebbe nascondersi in Pakistan? rat, Mazar-i Sharif, restano fuori soldati (più i 40 mila degli alleati) maturi, almeno quelli con determinati studi alle spalle, di
sono un cittadino di serie Bwin) Non lo capisco proprio”. dalla portata della guerriglia per mentre i bubboni del terrori- quei “bamboccioni” con cui ogni tanto qualcuno dall’alto
mi hanno chiesto un parere. Mi Insomma è finito tutto nella so- l'enorme disparità degli arma- smo, con tutta evidenza, sono al- delle istituzioni scherza, sommando l’ipocrisia al disagio di
sono messo a ridere. È esatta- lita bolla di sapone. Il Mullah menti. Tanto è vero che que- trove. quelli che non sentono come loro figli. E lo sarebbero,
mente la sesta volta che si dà il Omar, come ha detto uno dei st'anno i Talebani hanno rinun- Trattare con il Mullah Omar? È invece, in un’Italia diacronica che sappia chi era, chi è, chi
Mullah Omar per morto, cattu- suoi portavoce, continua a gui- ciato alla consueta “offensiva di possibile. Purché ci si convinca vorrebbe essere. Ma dicevo dell’Eurostar: i titoli dei giornali
rato, arrestato, ucciso, accop- dare la guerriglia. Se fosse morto primavera” limitandosi a conso- che non è, e non è mai stato, un riportano i dati Istat per cui un italiano su 4 (15 milioni),
pato, ferito, in fin di vita. Anche sarebbe stato un duro colpo. Per lidare le proprie posizioni e a li- terrorista, che non è un crimina- soprattutto giovani e donne, “sperimenta il rischio di
la notizia di lunedì era una bu- l’Occidente. berare, con un colpo magistrale, le, né un pazzo, né un cretino e, a povertà e di esclusione sociale”. Abbastanza per farti venire
fala. Non era necessario essere parte certa sua cocciutaggine, i brividi, che tu sia padre alla lettera o anche solo nello
degli esperti per capirlo. Una un uomo con cui si può ragiona- spirito di cittadinanza, padre “politico” insomma. Un
fonte anonima aveva riferito ai È esattamente la re. Ma se si continua a conside- passeggero legge questo giornale, e precisamente l’ar ticolo
servizi segreti afghani (buoni rarlo un sodale di Bin Laden, qua- di Scanzi su Grillo, ben fatto anche se davvero non inedito.
quelli) che i servizi segreti pa- sesta volta che lo si le non è mai stato tanto che quan- Ma “repetita iuvant”, e finché la menano con l’anti-politica
chistani avevano intercettato do nel 1998 il presidente Clinton
Omar e lo avevano ucciso. I ser- dà per morto, gli propose di ucciderlo era d'ac- ben venga qualcuno che continui anche pedissequamente a
vizi afghani avevano rilanciato cordo, se lo si bolla, come ha fat- spiegare che va chiamata non anti-politica ma
la notizia poi ripresa in tutto il
catturato, ucciso, to la disinformatissima Tv di Sta- anti-comitati d’affari o anti-vergogna, a seconda della tua
mondo. C'erano però delle par- ferito, in fin di vita. to italiana, come 'genero di Bin natura di analista economico-delinquenziale oppure etico.
ticolarità curiose. Laden' (che ne abbia sposato una Un altro signore, a un passo da me, urla quasi al cellulare. È
Ma in questo figlia è una, non innocente, fan- pieno di giornali, che assediano il tavolino e il grembo di un
CHI SOSTENEVA che il Mul- E per gli Stati Uniti in particolare. donia occidentale), allora non si completo in rigatino su fondo azzurro. Mi sembra di
lah era stato intercettato mentre Nell'insurrezione afghana con- momento conviene va da nessuna parte. E saranno conoscerlo. Rapide occhiate. Non vorrei stare a sentire
da Quetta (Pakistan), dove gli tro gli occupanti, il nucleo dei che goda di buona gli afghani col tempo, con pa- rispettando la privacy del rigatino. Ma lui quando non urla
sprovveduti credono ci sia la sua Talebani 'duri e puri' delle origi- zienza, come han fatto con gli in- parla a voce troppo alta, e in continuazione. Si assopirà
base, si stava dirigendo verso il ni è ridotto all'osso. Molti sono salute: serve agli glesi nell'800 e con i sovietici 30 soltanto nei paraggi di Civitavecchia… “Sono Grillo”, dice
Waziristan e chi verso il sud-ove- morti in battaglia, alcuni sono anni fa, a cacciare anche gli ar- all’apparato quasi subito, e non ha nella mazzetta “Il
st del Pakistan, cioè più o meno stati fatti prigionieri. Alla guerri- Usa per cavarsi roganti occidentali, senza nessu- Fatto”. “Sì, Grillo”. È vero, è Grillo. Ma quale Grillo? Luigi
dalla parte opposta. Intanto la glia si sono aggiunti (oltre ai 'gio- na “exit strategy” ma con una fu- Grillo, il presidente della Commissione Lavori pubblici e
conferma ufficiale tardava ad ar- vani leoni', ragazzi dai venti ai dagli impicci ga a rotta di collo tipo Vietnam. Comunicazione del Senato, da 24 anni in Parlamento con
rivare. I servizi pachistani soste- trent'anni che, a differenza di
nevano che stavano prendendo Omar e dei suoi compagni della Il senatore Luigi Grillo (FOTO LAPRESSE) Dc, Forza Italia e oggi Pdl, una fedina penale sgargiante, già
tempo per fare delle verifiche sul prima ora, non hanno fatto l'e- prescritto per la Tav e indagato in Bancopoli, nonché uno
corpo del Mullah Omar per un'i- sperienza del jihad contro i so- dei tre Curiazi delle scalate bancarie (con Cicu e
dentificazione certa. Ora, Omar vietici), i gruppi più svariati che Comincioli, il compagno di liceo di Berlusconi) con richiesta
è alto un metro e 98, ha un'orbita hanno un obiettivo più che ideo- dell’accusa di 2 anni e un mese, per quella storiaccia con
vuota perché ha perso un occhio logico uno molto pratico: cac- Fazio e Fiorani... I tre Orazi come ricorderete erano
in battaglia e quattro profonde ciare lo straniero. Solo una per- D’Alema, Fassino e Latorre… quelli della Forleo… Grillo ma
ferite sul corpo. Non dovrebbe sonalità fortissima col prestigio Luigi in due ore fa e disfa la sua agenda parlamentare, per
essere poi così difficile identifi- di cui gode Omar può tenere in- gli appuntamenti che si addensano e il treno che ritarda.
carlo. In serata si è arrivati al grot- sieme questa variegata galassia. Dice tante cose, ma sono un gentiluomo… Dice che è la
tesco. I servizi segreti afghani fa- Ma questo vuol dire anche che il peggiore crisi da sessant’anni, ma non colgo nessuna
cevano sapere che il Mullah non Mullah Omar è l'unico interlocu- preoccupazione per i suoi figli, o nipoti, intesi
era né morto né ferito “ma da tore possibile per quella 'exit “politicamente”. Dice di soldi che nella disgrazia del debito
quattro giorni era scomparso dal strategy' cui gli Stati Uniti pensa- possono comunque saltare fuori, ma solo per le grandi
suo rifugio”. Gli danno la caccia no e lavorano da un paio di anni opere, il suo genere, da 2 miliardi in su, e io penso ai giovani
da dieci anni, se sapessero dov'è senza cavare un ragno dal buco
della sera prima… Dice… Insomma, per lui parla la sua
il rifugio lo avrebbero già preso proprio perché, finora, si sono
da quel dì. La cosa più sensata rifiutati di trattare col capo dei biografia. E mi resta la domanda: chi ha ridotto il Paese in
l'ha detta il generale Hamid Gul, Talebani su cui hanno messo una questo stato, lui o Beppe? Davvero la colpa di questo sfascio
l'ex capo dei servizi segreti pa- taglia di 25 milioni di dollari sen- è di un comico populista e non di un distinto signore in
chistani, che secondo le prime za trovare nessuno che fosse di- rigatino con un passato così ricco, ma così ricco, che se ci
versioni sarebbe stato proprio sposto a tradirlo. Ma se Omar fosse ancora un Pasolini lo processerebbe d’ufficio?

Era il poeta
Giudici, una impiegatizio, il
poeta giornalista,
surava le sue forze e la forza delle
parole. Di queste non ha mai du-
bitato. Gli ermetismi non l’han-
no mai tentato; ai poeti francesi
pia coscienza, sofisticato infin-
gitore. In Giudici l’Italia del se-
condo Novecento ha trovato il
cantore di un’umanità che tratta
denza a criticare tutto, con quel-
la sua bella voce, “impostata” e
“naturale” a un tempo, in cui
non era facile distinguere un ac-

vita in versi il poeta dei discorsi


che si sentono un
ha sempre preferito gli anglofo-
ni.
La sua opera risente di una insa-
nabile impazienza: da una parte
il soggiogamento alle cose co-
gli assoluti come inganni, che si
arrabatta a continuare di giorno
in giorno e usa la letteratura non
per elevarsi, ma per rappresen-
tarsi.
cento. Ligure di nascita, a volte
lo avresti detto milanese, a volte
romano. Ti consigliava, ma al
tempo stesso ti ammoniva. C’e-
ra sempre qualcosa da cui dover-
po’ dovunque si guardare, un rischio: quello di
Il poeta Giovanni Giudici, uno dei rima, anche quella intesa a sot- PERÒ – E CIÒ è essenziale – in tradirsi, di finire per impersona-
maggiori autori lirici italiani del tolineare l’esperienza vissuta. Scriveva non con la Giudici c’è anche il poeta clas- re qualcun altro; magari di asso-
secondo Novecento, è morto la Eerano gli anni in cui la neoa- sico, quello che cerca la forma migliare troppo a Montale (il suo
notte scorsa all'ospedale di La vanguardia si armava come un
penna, ma con la suprema e ricrea la grande tra- terrore giovanile, mai superato
Spezia. Pubblichiamo un ricordo futurismo e Montale proiettava voce, una voce dizione occidentale e risale fino del tutto). Se è vero che lui stes-
del professor Nicola Gardini, la sua araldica ombra. alle radici medievali del lirismo, so di altri ne ha impersonati tanti
docente di Letteratura italiana calda, profonda, inseguendo fantasmi erotici e nei suoi numerosi libri, non di-
all’Università di Oxford. ERA IL POETA impiegatizio, linguistici da poesia sublime, o menticava mai che suo obiettivo
il poeta giornalista, il poeta dei intonata, virile si confronta con i maestri della ultimo era il raggiungimento,
di Nicola Gardini discorsi che si sentono un po’ Giovanni Giudici (FOTO OLYCOM) tradizione vivente, Pound ed cioè la difesa della propria ori-
dovunque. Scriveva non con la Eliot, o tenta con la traduzione ginalità. Uno dei suoi ultimi libri
ua ambizione era scrivere

S
penna, ma con la voce, una voce solo: due che come lui avevano me stanno, alla cosiddetta real- di Puskin il romanzo lirico. contiene nel titolo il suo nome:
la vita, perché da lì sentiva calda, profonda, intonata, virile, sofferto per eccessiva, mal ripo- tà, dall’altra l’intima ribellione, L’uomo stesso si presentava am- Giovanni. Essere Giovanni, nes-
che provenivano i suoi ver- che elevava a ritmo anche l’e- sta fede nelle ideologie spirituali la voglia di uscire da se stesso, di bivalente: mischiava la sapienza sun altro; evitare il falsetto, per
si. La vita in versi è, appunto, nunciato più prosastico, per e conoscevano fino in fondo, fi- cercarsi altrove, anche in altre e la rabbia, la soavità e la ruvidez- quanto se ne sia tentati, o qua-
il titolo del libro che, nel 1965, mezzo di una capacità musicale no alla nevrosi, l’insicurezza che lingue (non a caso, la traduzione za. Ti ringraziava per un favore lunque altra contraffazione. La
lo consacra poeta, indicando degna di un Pascoli e di una creano le grandi risposte. Alla fi- fu per lui un modo di far poesia). ricevuto, ma ti riagganciava la sua bellissima opera, ampia, va-
un nuovo corso alla storia della straordinaria cultura linguistica. ne, Giudici lo spirito lo vedeva Ecco quel suo tono inconfondi- cornetta in faccia se si sentiva di- ria, eccellente sia nei versi che
poesia italiana: “Metti in versi la I suoi riferimenti ideali erano sempre convertito in qualche bile di protestatore non eversi- sturbato. Io lo ricordo gentile, nelle prose, inscena la fatica di
vita, trascrivi / fedelmente, sen- Manzoni e Saba (oltre a Pascoli, forma tangibile, nella donna o vo, di uomo insoddisfatto eppu- lunatico, aperto, chiuso, diver- questa dura lotta per l’autentici-
za tacere / particolare alcuno, certo), due modelli di concre- nella sua propria faccia, e lì, nel re soddisfatto della sua insoddi- tente, irritabile, scurrile, preoc- tà. Un’importante scoperta; un
l’evidenza dei vivi”. C’è pure la tezza, due lirici antilirici. Non rapporto con l’altro e con sé, mi- sfazione, cosciente di una dop- cupato di piacere. Aveva la ten- importante esempio per tutti.
Mercoledì 25 maggio 2011 pagina 19

SECONDO TEMPO

MAIL BOX
LA VIGNETTA

Per un nuovo
centrodestra
Al punto in cui siamo, c’è bi-
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO
sogno che ognuno si assuma le
proprie responsabilità. Bisogna NEWS: E SE
smetterla di continuare a pro-
mettere, senza mai mantenere,
come, ora per ultimo, l’annul-
CANE MORDE CANE?
lamento delle multe a Milano, il aro Colombo, ero abituato al pensare a un evento del tutto diverso, magari il
trasferimento dei ministeri e le
case abusive del napoletano. Da
C consueto pregiudizio, specialmente
sulla carta stampata. I titoloni sono
comizio di un normale uomo politico? Però sul
Corriere della nostra “domenica prima del
uomo di destra, ho ricoperto esagerati e gridati, poi vai a vedere il testo ballottaggio”, c’è dell’altro. Ricordate la signora che
importanti e delicati incarichi e c’è molto meno di quel che il titolo sarebbe stata vittima di un’aggressione delle
istituzionali o politici, ma sem- promette. Fa eccezione il “Corriere della “squadre Pisapia” in quanto madre di un assessore
pre con dignità e correttezza. Sera” che leggo oggi 23 maggio, pagine 2 e Pdl e impegnata nel volantinaggio? Berlusconi è
Disgustato da quanto avveniva, 3. Se Radio Radicale non mi avesse dato il andato a visitare la vittima in ospedale e per
ho lasciato ogni incarico, riti- testo prima del titolo, quegli articoli non li l’occasione ha spiegato quale sarà il destino di Milano
randomi, in silenzio e comple- avrei mai letti. I titoli mitissimi cancellano se vinceranno i teppisti che hanno aggredito e
tamente, dalla politica. Se do- il contenuto, che è, come dire, insolito. mandato in ospedale una signora. Ora dell’evento il
vessi ora votare al ballottaggio Vedere per credere. Corriere della Sera raccoglie solo la narrazione di lativamente poi al secondo ar- to). In ogni caso rilevo che, sia
di Milano e Napoli, voterei sen- Tommaso Berlusconi, che parla disinvolto e tranquillo della ticolo, risulta offensivo il gratui- nell’articolo dell’8 aprile 2011 e
za esitazione per i candidati di “mamma di Rizzi colpita con calci al ventre e to richiamo al contenuto del- sia in quello del 20 maggio 2011
Sinistra, pur miei avversari, ma PRIMA di entrare nel merito vorrei dare al calpestata (Berlusconi fa il gesto con il piede)” e fa l’interrogazione del deputato (entrambi a firma Carlo Tecce),
scelti e non imposti. Sarebbe lettore un’impressione sui giorni del ballottaggio. notare ai presenti in clinica che “se vincono, faranno Vinicio Peluffo – che ha ritenuto sono stati indicati costi della
ora che il Centro Destra si li- Poiché non si sa come finisce, poiché ci sono solo due diventare Milano la Stalingrado d'Italia” inopportuna la presenza in Tv trasmissione che non corri-
berasse dagli imbecilli, oppor- esiti (Moratti vince, Moratti perde, Lettieri vince, (dimenticando che Stalingrado è nota nella storia per durante la campagna elettorale spondono al vero: infatti, dagli 8
tunisti politici e da persone non Lettieri perde) e poiché questi due esiti cambieranno il suo eroismo contro i tedeschi invasori, non per lo per i ballottaggi di un politico – milioni di cui al primo articolo,
qualificate, che cambiano con- in modo piuttosto pesante il paesaggio italiano, molti stalinismo). Ma nell’immenso corpo giornalistico di via come anche la pubblicazione si è poi scesi, nel secondo, a 4
tinuamente solo per se stessi. Il giornali non sanno che pesci pigliare. E lo stesso si Solferino, non c’è uno che venga mandato a verificare delle dichiarazioni dell’On. Ga- milioni; comunque, nel caso di
Pdl va organizzato su basi serie, dica per i commentatori più noti, che hanno perché la signora Rizzi sia ancora in ospedale, quale ravini, il quale avrebbe incolpato specie evidenzio che il costo ef-
non con le pagliacciate alla San- attraversato tutti e 17 gli anni del regime sia la diagnosi (che non può certo essere privata, dopo Sgarbi di non aver mai preso le fettivo del programma non su-
tanchè, Fede, La Russa ed altri, berlusconiano senza distrarsi mai, senza sbagliarne la descrizione dettagliata e mimata del presidente del distanze dal Giammarinaro. Sul pera i 2 milioni di euro.
né con le false promesse di Ber- una (non c’è regime, la sinistra non è matura, chi Consiglio) e quale sia la prognosi. Ovviamente un punto, mi riporto a quanto già Avv. Giampaolo Cicconi
lusconi. Basterebbe imitare il vince ha diritto di governare, non si fa opposizione giornalista non può sottrarsi a quella curiosità, tenuto osservato da Sgarbi, che ha ri- legale di Vittorio Sgarbi
comportamento corretto del con i gossip, il conflitto di interessi non interessa conto della foto, pubblicata anche dal Corriere, in cui ferito che “Giammarinaro non
Presidente del Senato, Schifani. nessuno, non devono essere i giudici a cambiare la si vede la signora seduta a terra (che certo non è il ha mai avuto un ruolo attivo Stia tranquillo, l’avvocato Cicconi.
Gli italiani sanno ben compren- politica), ecco che adesso camminano su una corda, posto giusto) ma senza tracce visibili della violenza nella giunta”. Inoltre, non è vero Non c’è nessuna intenzione di
dere, non volendo più essere bravi e cauti. E più che un colpo al cerchio e l’altro alla descritta dall’illustre visitatore. Cattivo fotografo? che il bene confiscato al narco- colpire il suo assistito, c’è solo il
presi in giro. botte girano intorno al disastro con molta prudenza. Narratore inattendibile? Medici compiacenti? Anche trafficante Miceli sia stato asse- racconto approfondito di
Mario De Florio Vediamo dunque i fatti, che sono modesti ma queste sono notizie. Ma non ci sono. Ci sono solo gnato a persone collegate con il un’inchiesta giudiziaria che è
esemplari. La domenica prima del ballottaggio (un bel diagnosi e prognosi del dottor Berlusconi. Strano Giammarinaro medesimo; tale dettagliatissima nel radiografare
Una generazione titolo per Camilleri) Bossi ha dato della “faccia di perché di Antonio Romano, il militante Pd preso a colpi bene, infatti, come chiarito più il “contesto” di Salemi.
merda” a un giornalista del Fatto, ha definito di casco, sappiamo tutto, compresa la Tac, i lividi, i volte da Sgarbi, è stato conces- Ci spiace, inoltre, dover ricordare
ignorata “cornuti” alcuni oppositori che, al suo comizio si dolori, le ecchimosi e il fatto che è stato dimesso dopo so a uno dei richiedenti, e cioè a quanti soldi sia costato al
Quanta parte della nostra feli- erano fatti sentire, a uno ha detto dal palco: “Vieni qui tre ore, come accade per fortuna il più delle volte. O “Slow Food”. Infine, risultano contribuente il capriccio di
cità presente dovremo ancora che ti mando all’ospedale”. E intanto i suoi forse la mamma di Alan Rizzi deve restare in un letto gravemente lesivi della reputa- Sgarbi: il programma costava 8
sacrificare per riuscire a co- distribuiscono volantini “Milano zingaropoli con d’ospedale fino alla chiusura delle urne? Una cosa è zione e dell’onore del predetto milioni di euro per cinque o sei
struire una piccola oasi di se- Pisapia, più campi nomadi, la moschea più grande certa. In questo caso il titolo del Corriere è: “Sulla sfida gli altri titoli e cioè: “Pino ter- puntate, dopo una puntata il
renità futura? Ho 28 anni, lau- d’Europa”. Tutto questo c’era, nell’articolo firmato Moratti-Pisapia nuove tensioni”. E ottimo materiale remoto ordina, Sgarbi esegue e danno è di 4 milioni a tenersi
reato con lode in Economia. So- Marco Cremonesi. Ma ecco il titolo, che, come tutti per le scuole di giornalismo. la mafia ringrazia”, “Sgarbi, Sa- stretti, sommando il milione del
no al terzo stage in tre aziende sanno, non è mai d’autore: “Umberto, show in strada lemi e il Puparo”, “Sgarbi in tv, contratto del sindaco, quasi 800
diverse. Lavoro undici ore al tra multe e Le Pen. Il capo del Carroccio striglia la Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano tanta noia a peso d’oro” e mila euro di scenografia, il
giorno per un rimborso spese. Moratti: poteva fare di più”. Non avete l’impressione 00193 Roma, via Valadier n. 42 “Sgorbi Quotidiani, Buttati 4 contratto di 2,325 milioni con la
È un sacrificio necessario, ma che nella titolazione manchi qualcosa, al punto da far lettere@ilfattoquotidiano.it milioni (Nostri)...”, che denota- Ballandi da onorare o transare
che fino ad oggi non ha portato no un’interpretazione in malam per la Rai, i costi di rete per quasi
da nessuna parte: ancora non partem di tutte le vicende, 1 milione di euro, per non
posso programmare la vita da avente quale unico fine quello di parlare della pubblicità venduta e
adulto. Faccio una premessa: colpire il mio assistito solo sul ora parcheggiata per nuove
non credo che un contratto a sere un viziato. Quello che mi te che non si tratta solo di una sito sopra evocato alla imme- piano individuale e professiona- soluzioni, 1,6 milioni di euro. Ma
tempo indeterminato sia un di- scoraggia è la sensazione che situazione soggettiva. Tutta la diata rettifica delle false notizie, le atteso che, anche per le vi- lo sappiamo, a un critico d’ar te
ritto assoluto. Ho scoperto nel nessuno si accorga di me. Alla mia generazione è osservata nonché alla cancellazione delle cende con la rete pubblica, non mai chiedere dei numeri e,
tempo la bellezza del sudore, la mia età sono trattato come un con lenti distorte. Restiamo in pagine sopra citate, che offen- risulta conforme al vero che, semmai, a una cifra come l’8 per
soddisfazione che dà il lavoro, ragazzino. Deve essere anche attesa, spesso impiegati in mo- dono gravemente l’onore e il per la conduzione e l’ideazione cento di share del suo
portare il proprio contributo a colpa mia, non c’è dubbio. Ma do frustrante e logorante. La- decoro del mio cliente e la re- del programma, Sgarbi abbia programma.
un progetto. Non credo di es- guardandomi intorno, è eviden- mentarsi è inutile. Ma nemme- putazione del Comune di Sale- preteso dalla RAI un milione di (FQ)
no l’impegno e la voglia di fare mi. In ordine al primo articolo, a euro (sul punto, mi riporto alla
sono sufficienti. La politica ci ha firma dell’On. Sonia Alfano, es- mia precedente diffida dell’8
IL FATTO di ieri25 maggio 1935 dimenticati. Chi dovrebbe at-
tingere alle nostre energie ci
so risulta offensivo dell’imma-
gine del mio patrocinato – ivi
aprile 2011, nella quale Vi avevo
già comunicato i costi reali della IL FATTO QUOTIDIANO
Cinque record del mondo polverizzati e un sesto ignora. descritto come un amico dei trasmissione e il compenso ri- via Valadier n. 42 - 00193 Roma
eguagliato. Dai 100 ai 200 metri in rettilineo e a ostacoli, al Giuliano Tirato mafiosi, nella specie di Giamma- conosciuto al mio rappresenta- lettere@ilfattoquotidiano.it
mitico salto in lungo da 8,13 metri. Tutto in 45 minuti storici, rinaro –; inoltre, sempre secon-
ai campionati di Ann Arbor, nel Michigan, tutto in quel Diritto di Replica do l’autrice, Sgarbi dovrebbe –
magico 25 maggio 1935, in cui lui, Jesse Owens, l’atleta per il suo comportamento – Direttore responsabile
nero povero dell’Alabama costretto a sopravvivere con In ordine agli articoli pubblicati “smettere la carriera politica”,
sul sito on line “ilfattoquotidia- con conseguente auspicio che la Antonio Padellaro
mille mestieri, dal lustrascarpe al gelataio, fece capire al
mondo di che pasta fosse. Campione per caso, capace in no.it” e sul vostro quotidiano in Rai annulli “immediatamente Vicedirettore Marco Travaglio
quel “day of the days”, di trasformare la sua performance in data 18, 19 e 20 maggio 2011, ogni contratto con un pregiu-
recanti i titoli “Sgarbi e le ami- dicato” (cioè Sgarbi) “amico di Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
un “passe” per le Olimpiadi di Berlino ’36. Le Olimpiadi di
Hitler e Goebbels, l’ambita celebrazione del Reich, dello cizie pericolose a Salemi, “Vit- un ex latitante, peraltro già con- Progetto grafico Paolo Residori
sport nazista e della superiorità ariana nel fondale torio Sgarbi, Saverio Romani e dannato” (anche in questo caso Redazione
grandioso dell’Olimpiastadion. I Giochi di Leni Riefensthal e l’amico di Salemi sorvegliato l’aggettivo è riferito a Sgarbi) 00193 Roma , Via Valadier n°42
delle sue telecamere mobili pronte a immortalare le gesta speciale”, “Pino terremoto or- “per concussione e peculato e tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
dina, Sgarbi esegue e la mafia oggi indagato per riciclaggio”. e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
dei migliori velocisti, saltatori e decatleti di puro sangue
sito: www.ilfattoquotidiano.it
tedesco e obbligate invece a zoommare su “lampo ringrazia”, “Sgarbi, Salemi e il Orbene, a tale proposito, risul-
d’ebano”, star assoluta che, davanti a un Fuhrer allibito, si Puparo”, “Sgarbi in TV, tanta ta doveroso sottolineare che Editoriale il Fatto S.p.A.
noia a peso d’oro” e “Sgorbi Sgarbi, nell’inchiesta su Giam- Sede legale: 00193 Roma , Via Valadier n°42
porterà a casa ben 4 medaglie d’oro, 100, 200, lungo e 4
x100, tutto a suon di primati del mondo. Storia di Jesse quotidiani, buttati 4 milioni marinaro, non risulta né inda- Presidente e Amministratore delegato
Owens, l’uomo che umiliò Hitler e di fronte al quale la banda (Nostri)...”, invito e diffido l’E- gato per riciclaggio né risulta Giorgio Poidomani
della Wermacht fu costretta, a forza, a suonare l’inno USA. ditore, il Direttore del quotidia- (mai) essere stato condannato Consiglio di Amministrazione
Giovanna Gabrielli no stesso e il responsabile del per concussione e peculato. Re- Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Valadier n° 42, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano