Sei sulla pagina 1di 20

Sgarbi vuole far chiudere Il Fatto: “Diffonde menzogne”.

E ci
chiede 10 milioni. Non gli bastano quelli incassati per il super flopy(7HC0D7*KSTKKQ( +#!"!\!$!=
www.ilfattoquotidiano.it

Sabato 21 maggio 2011 – Anno 3 – n° 120 € 9,90 DVD + € 1,20 – Arretrati: € 2,00
Redazione: via Valadier n° 42 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

MERCATO RAI Mentoliptus


di Marco Travaglio

DECIDE LEI, COMANDA LUI A


Berlusconi a reti unificate straparla di “bandiere rosse a Milano”
lcuni lettori mi domandano cos’è successo ad
Annozero tra me e Belpietro a telecamere spente.
In effetti, diversamente dal consueto, qualcosa è
successo. Di solito approfitto delle pause
pubblicitarie per uscire a fumare e rilassarmi un po’.
Giovedì, uscendo, non ho resistito alla tentazione di

In viale Mazzini il nuovo dg prepara nuove nomine gradite al capo dirgliene quattro. Poco prima mi ero permesso di
ricordare, anche ad Al Gore che mi sedeva accanto, che
l’Italia è l’unica democrazia del mondo dove il capo del
Dal Tg1 alle reti Mediaset, comizi clone per la governo è ineleggibile, controlla abusivamente cinque
reti tv, più svariati giornali, e in tale veste stipendia
campagna elettorale: “La sinistra vuole una migliaia fra giornalisti, scrittori e intellettuali. Belpietro,
zingaropoli islamica”. Bersani: neanche in sentendosi giustamente della partita, ha tentato di
Bielorussia. Al Tg2 in arrivo Paragone, tirarsene fuori sol perché dirige Libero, che non è di B.,
ma di un deputato di B., Angelucci. Gli ho ricordato in
a Rai2 Lomaglio, al fedelissimo Nardello diretta che conduce un programma su Canale 5, dunque
l’ufficio contratti D’Esposito e Tecce pag. 2 - 3 z è fra i salariati di B. Allora se n’è uscito farfugliando che
lo sono anche Saviano, Scalfari e Augias. Gli ho risposto
che, per quanto opinabile possa essere la scelta di
pubblicare per case editrici di B. e famiglia (Mondadori
ed Einaudi), un conto è uno stipendio, un altro i diritti
d’autore dei libri. Lo stipendio dipende dal servilismo
dei salariati di B., le royalties dal successo di un libro.
Nel primo caso si arricchisce il salariato a spese del
padrone, nel secondo l’editore a spese dell’autore, che
incassa solo una minima parte (10-12%) del frutto del
suo lavoro. Inoltre, se B. nomina tizio direttore di un suo
giornale, è perché lo ritiene funzionale alla sua politica,
altrimenti lo caccia (lo fece con Montanelli nel ’94 e con
Feltri nel ’97). Se invece Mondadori mette sotto
contratto uno scrittore, è lo scrittore a decidere cosa
scrivere nel libro e, se l’editore tenta di censurarlo, è
Pisapia, ieri, tra i cittadini milanesi (FOTO EMBLEMA) libero di pubblicarlo con un altro editore. Per questo,
quando Belpietro ha detto che non c’è differenza tra chi
BALLOTTAGGI x La denuncia del candidato
è stipendiato da B. e chi pubblica per Mondadori ed

“Contro Pisapia usano anche Einaudi, ho ribattuto che è un somaro, nel senso di
ignorante che non sa quel che dice. Belpietro allora ha
ripetuto le solite scemenze, e cioè che io sarei un

finti rom che dicono votatelo” “pregiudicato” (falso: mai avuto condanne penali
definitive), uno che frequenta brutta gente (mai stato ad
Arcore o a Palazzo Grazioli) e un “prescritto come
Barbacetto e Caselli pag. 4 - 5 z Andreotti” (Andreotti è prescritto per mafia, a me è
andata in prescrizione una multa da 3 mila euro dovuta a
Previti per un pezzo ritenuto diffamatorio). Quando
SOLITUDINI x Una video-lettera al ministro sulla crisi di chi è stato confinato nel limbo del mercato del lavoro gliel’ho fatto notare durante la pubblicità, Belpietro s’è
alzato di scatto inseguendomi nella pausa sigaretta e

“CARO TREMONTI, NON SIAMO SCARTI” seguitando a mentire anche lontano dalle telecamere.
Sosteneva che anch’io sarei stato stipendiato dal
premier (falso: lasciai il Giornale per la Voce nel
gennaio-febbraio ’94, prima che B. lo diventasse, e
Un video su Youtube di Stefano Feltri proprio perché avrebbe potuto diventarlo) e avrei
dell’associazione Atdal, che scritto libri per Mondadori dopo che B. diventò premier
raccoglie i “disoccupati Iquendellafondo dicono la stessa cosa: il presidente
Repubblica, Giorgio Napolitano, e cin-
disoccupati over 40 che si sfogano in un
(firmai un contratto con Mondadori alla fine del ’93 per
un libro sui Mondiali di calcio che scrissi all’inizio del
maturi”, denuncia il dramma ’94 e uscì in primavera, dopodiché mi affrettai a
video su Youtube che in pochi giorni è stato
di chi è troppo vecchio per visto da 12 mila persone. Il capo dello Stato ieri
cambiare editore, anche perché Mondadori non
lavorare e troppo giovane ha detto: “Oggi più che mai occorre un diritto
avrebbe più potuto pubblicare quello che scrivevo nei
libri successivi dedicati a B.). Ho pure tentato di
per la pensione Tre dei protagonisti del video “Noi non siamo scarti” del lavoro inclusivo ed equo”. pag. 10 z
spiegargli che il problema non sono i giornalisti pagati
da B., ma il conflitto d’interessi che dovrebbe impedirgli

MASSIMO
di possedere giornali, tv e case editrici, creando una
nsciopero dei dipendenti
www.mekkanografici.com

situazione imbarazzante e unica al mondo. Invano.


Gruppo Marcegaglia, 50 incidenti CARLOTTO Rientrato in studio, pancia in dentro e mento in fuori,

ALLA FINE DI UN GIORNO NOIOSO


Belpietro ci ha riprovato con Zucconi, accusando anche
sul lavoro nel 2011: la sicurezza lui di essere stipendiato da B., al che Zucconi gli ha
la gestisce la cognata di Emma ricordato sorridendo che semmai è B. che s’è arricchito
grazie ai suoi libri pubblicati per Mondadori. Poi,
Cannavò pag. 11z
UN NOIR FEROCE siccome il nostro dava ancora in escandescenze, ha
SULL’INTRECCIO pregato Santoro di ridargli la Santanchè. A quel punto

TRA POLITICA
ho suggerito a Belpietro di provare a scrivere qualche
Casini: “Di dare MASSIMO

indicazioni di voto CARLOTTO libro anche lui, così magari capirà finalmente la
E CRIMINALITÀ
ALLA FINE DI UN GIORNO NOIOSO
non ce l’ha mica ordinato differenza fra stipendio e royalties, sempreché
Il Misfatto Domani il CATTIVERIE il dottore”. Ma
NOIR
l’eventuale libro lo compri qualcuno. A fine puntata
fotoromanzo di Letizia il commercialista www.edizionieo.it leggo l’sms di un amico: “Secondo me, Belpietro sta sul
www.spinoza.it cazzo anche a se stesso”.
pagina 2

“I
DECIDE LEI, COMANDA LUI

Il nostro senso di una loro dignità e si dissociano pluralismo in Rai? Mi appello al nuovo
Usigrai: “Discorso responsabilità è tale da non apertamente da questo uso spregiudicato e direttore generale Lorenza Lei e ai
farci aprire una procedura folle di una risorsa di tutti, il servizio presidenti Garimberti, Zavoli e Calabrò.
di sciopero in campagna elettorale, ma il pubblico, che dovrebbe garantire tutti”, Sappiano che i giornalisti Rai non vogliono
insopportabile, comizio di Berlusconi al Tg1 è prosegue la nota del sindacato dei essere silenziosi complici di quel che sta
semplicemente scandaloso”. Lo afferma in giornalisti Rai. “Tre minuti e mezzo in accadendo”. Ma le armi della Vigilanza e
una nota Carlo Verna, il segretario apertura al premier e per il resto i consueti dell’Autorità di garanzia, nonostante
intervenga la Vigilanza” dell'Usigrai. "I giornalisti della Rai hanno pastoni - conclude chi garantisce il l’attenzione di Zavoli, sembrano spuntate.

Milano, l’incubo Pisapia vuole Con Bossi tutto bene,


bandiere comuniste una zingaropoli islamica governo senza problemi

“ Sono stato turbato


da falce e martello in “ Arriverà
un’invasione di “ Il ballottaggio non
influirà sul governo,
città per la vittoria della immigrati, sarà la con la Lega l’unica
sinistra Stalingrado d’Italia maggioranza
” ” ”
UNO E TRITO
Occupa tutti i canali con comizi-clone
e il solito tormentone di “rossi” e immigrati
Bersani: nemmeno in Bielorussia
di Fabrizio d’Esposito sul ballottaggio che può essere giungersi il Giornale Radio del to moderato”. A modo loro han-
fatale al berlusconismo. servizio pubblico e un paio di no ragione perché B. si è allinea-
n fondo, il vero spirito (ma-

I
emittenti lombarde. Un’inva- to all’analisi dell’alleato Bossi
ligno) del ‘94 è questo: VOLTO TIRATO, penna in sione per impedire che Milano (“campagna sbagliata”) e non
somministrare dosi massic- mano, solita cravatta blu con diventi, nell’ordine, la “Stalin- ha parlato dei suoi guai giudizia-
ce di propaganda tv nei quadratini, Silvio Berlusconi è grado d’Italia, una zingaropoli e ri e delle brigate rosse che ades-
momenti topici. E così il quinto riapparso a modo suo. Occu- una città islamica”. Ancora: “Da so allignano nelle procure. L’u-
giorno dopo il lunedì nero di pando i tg serali di Studio Aper- milanese sono rimasto turbato nico riferimento alle toghe è sta-
Milano, il Cavaliere si decide a to, Retequattro, Canale Cinque, dalle bandiere rosse con la falce to per il candidato sindaco di
riparlare e a mettere la faccia Raiuno e Raidue, cui devono ag- e martello che hanno invaso la Napoli Luigi de Magistris, “pm
d’assalto, uno dei tanti magistra-
ti giustizialisti entrati in politica

di Pino Corrias
Cambio con la sinistra”. Per il resto, il Ca-
valiere finto moderato fornisce

La curva della capra strategia dettato la sua versione del primo turno
delle amministrative: il Pdl resta
dalla paura: il primo partito, il terzo polo
perde se si allea con la sinistra.
DICONO gli esperti di Auditel che non avevano mai visto una curva Poi la paura di consegnare il
degli ascolti strampalata come quella che ha imprigionato il povero
mette la faccia paese a Grillo, Vendola, ai centri
Vittorio Sgarbi e il suo infantile egotismo pieno d’aria. Dicono che sociali, al partito delle manette,
il tracciato verrà studiato in molti laboratori di scienza della sul ballottaggio, a quelli che non vogliono l’E- la con la Lega è l’unica maggio- sia “tornato presente a se stes-
comunicazione: non era mai successo che gli stacchi pubblicitari xpo a Milano e i termovaloriz- ranza possibile”. Avanti tutta co- so”. La svolta comunicativa è
facessero più ascolti del programma. A dimostrare che i pannoloni, ma evita zatori a Napoli. Al contrario, Mi- me se nulla fosse successo. Un notevole: sinora non si era mai
i dentifrici, gli sciogli pancia prevalevano sulle chiacchiere in scatola lano, la sua vera ossessione, sarà classico del racconto pubblico verificata un’occupazione tv
del Vate. La curva non è una curva, ma un precipizio ardito. Per la guerra ai pm “metropoli con meno tasse per berlusconiano. Una mossa stu- così smaccata, dalle 18.30, ora-
rimanere sul terreno coltivato dal vispo Vittorio Sgarbi (“Non mi tutti perché vinceremo e non la diata nei giorni scorsi nell’inner rio d’inizio del Tg4 dell’amico
occupo dove Berlusconi mette il suo cazzo, ma dove lo metto io”) daremo agli estremisti”. circle di Palazzo Grazioli. E che Emilio Fede, alle 20.30, quando
il precipizio assomiglia a una “demolizione”, termine che il città per festeggiare la vittoria di accontenta sia i falchi, sosteni- va in onda l’ultimo telegiornale
dizionario dei sinonimi e dei contrari indica come il contrario di Pisapia al primo turno”. Uno AL DI LÀ della sostanza e della tori dell’applicazione del meto- della Rai in prima serata, sulla
“erezione”. Il che in effetti corrisponde a certi racconti esilaranti scandalo, quest’occupazione, faccia non proprio allegra del do Boffo in comizi e faccia a fac- seconda rete.
che sue (e mie) amiche ogni tanto apparecchiano per allietare senza precedenti che fa escla- premier (per lui sono un paio di cia, sia le colombe, teoriche dei Lo stile è stato quello classico
talune cene noiose dove si parla in grande prevalenza di Raffaello, mare a Bersani: “Non siamo mi- sorrisi tirati) colpisce la poten- contenuti. I primi perché così dei videomessaggi, con lo
Pasolini, Cossiga, Morgan, le capre. Ma poi anche di lui – dei suoi ca in Bielorussia”. za di fuoco messa in campo. Un “non è stato costretto a nascon- sguardo fisso alla telecamera,
primi salotti a casa delle vecchie, dove furoreggiava – tanto per Meno male che, come andava- dato così evidente che contrad- dersi come qualcuno voleva, non rivolto al giornalista, come
farci due risate. Prima che arrivino le ostriche e i brindisi. no ripetendo i suoi collaborato- dice e smentisce l’apparente non dimentichiamoci che Silvio il galateo tv imporrebbe. Le do-
ri ieri pomeriggio, stavolta “il tranquillità di B: “Il ballottaggio è il falco numero uno”. I secondi mande, identiche (ballottaggio
premier avrebbe mostrato il vol- non influirà sul governo e quel- perché convinti che il premier a Milano e Napoli, tenuta poli-

COSA RISCHIA IL CAIMANO

IL BUFFETTO AGCOM: AL MASSIMO 100MILA EURO DI MULTA


inque telegiornali, tre reti duttori dei telegiornali an- lo, Sortino e Lauria: “In di-
Crittura
Mediaset e due Rai, addi-
in simultanea al Tg1 e
nunciano un'intervista
esclusiva di Berlusconi, una
versi telegiornali è stata mes-
sa sotto i piedi ogni minima
biente e viceministro ai Beni
culturali nei governi di Ber-
lusconi. E Martusciello ha ri-
al Tg5, un’intrusione radio- replica che passa ossessiva- regola di corretta informa- cevuto il testimone da Gian-
fonica. La propaganda di Sil- mente ovunque, e dunque zione e violata in maniera carlo Innocenzi, dimessosi
vio Berlusconi, a dieci giorni somiglia ai videomessaggi macroscopica la par condi- perché tramava con il Cava-
dai ballottaggi, non ha prez- che l'Agcom stessa ha vieta- cio. Si ricorda tra l’altro che i liere e l'ex direttore generale
zo. Anzi, ce l'ha: stracciato. to. Scrivono Magris, D'Ange- videomessaggi sono già stati Masi per chiudere Annozero.
Al massimo 100 mila euro, proibiti dall’Autorità e ripe- Come ha dimostrato l'inchie- Capre in tv Sgarbi e il flop del suo programma (FOTO ANSA)
questa è la multa canonica tuti richiami, diffide e san- sta di Trani, Berlusconi attra-
che l'Agcom può infliggere a
chi viola la par condicio.
Violare la par zioni sono già stati posti in
essere”.
verso Innocenzi cercava
“sponde” all'Agcom per
mato più che violato la legge
sulla par condicio, basta
ha deciso di aver un micro-
fono dai maggiori telegiorna-
Quattro commissari dell'Au-
torità di garanzia, però, chie-
condicio è uno I QUATTRO commissari ri-
bloccare Michele Santoro. In
una telefonata disperata, Ma-
chiedere spiegazioni al suo
estensore, il senatore Vin-
li italiani, tranne il Tg3, e tutti
l’hanno accontentato. I suoi
dono di più: che il presiden-
te Corrado Calabrò interven-
scherzo. Altro cordano che la struttura pro-
dotto e servizi dell'Agcom
si definì le “pressioni” non
degne dell'Italia, ma tipica-
cenzo Vita: “Lui può parlare
se deve affrontare un tema di
dipendenti di Mediaset, i di-
pendenti pubblici di viale
ga subito, che scelga la più può rimediare immediata- mente dello Zimbabwe con governo in qualità di presi- Mazzini. Tutti i direttori han-
dura sanzione possibile, non che i 4 milioni mente all'invasione di B., co- tutta la solidarietà per il Pae- dente del Consiglio, ma se no rispettato il protocollo or-
i soliti 100 mila euro che, ri- me si augurano le opposizio- se africano. Ora per il segre- consiglia chi votare a Milano dinato da Palazzo Chigi: la
spetto ai 4 milioni buttati via che abbiamo ni dal Pd all'Idv. Ma chi c'è tario del Pd, Pier Luigi Ber- o a Napoli deve avere il con- notizia in apertura, un gior-
per Vittorio Sgarbi, sono un nella commissione prodotto sani siamo cresciuti in longi- traddittorio”. E più che il nalista fedelissimo di fronte.
graffietto per le casse (del sganciato noi per e servizi? Antonio Martu- tudine, ma siamo al “regime contraddittorio, Berlusconi Così decretò il governo. E co-
Cavaliere) di Mediaset e per sciello, già fondatore di Forza bielorusso”. È facile capire aveva accanto un simbolo sì sia.
il servizio pubblico. I con- il flop del critico Italia, sottosegretario all'Am- perché Berlusconi ha frantu- enorme del Pdl. Ieri mattina Car. Tec.
Sabato 21 maggio 2011

“N
DECIDE LEI, COMANDA LUI

on vedo l'ora di venire in all’ufficio denunce. Ruby dunque vuole parlare Paola Boccardi, spiegò la
I messaggi di Ruby: tribunale e poter dire la al processo che vede imputato Berlusconi, decisione, attaccando la
mia, visto che dai per concussione e prostituzione minorile per stampa: Ruby non si sente
giornalisti non vengo ascoltata”. Lo ha detto presunti rapporti di tipo sessuale con la danneggiata dal
“Non vedo l’ora Karima El Mahroug, detta Ruby, ad alcuni diciassettenne marocchina. Il mese scorso, presidente del Consiglio,
giornalisti che l’hanno incontrata nelle quando si è aperto il processo, Karima non si semmai dai media che
vicinanze della Questura di Milano, dove la è costituita parte civile, anche se la procura l’hanno fatta passare per
di parlare in Tribunale” ragazza si è trattenuta per alcuni minuti l’ha inserita fra le parti lese. Il suo avvocato, prostituta.

Rai, operazione poltrone


Al Tg2 in arrivo Paragone
LE NOMINE DEL NUOVO DG IN VISTA
DEI PALINSESTI: IL CENCELLI ALL’EPOCA DI B.
di Carlo Tecce contro e chi a favore e poi riverà con la nomina dei meriggio. Non saranno
un giudice del Lavoro rein- vertici di una struttura di in- create regole speciali per
imenticate il tragico- tegrò Ruffini al suo posto. trattenimento che sottrae imbavagliare, ma i paletti

D mico Mauro Masi,


che voleva cambiare
il servizio pubblico e
poi, sconfitto, s'è rifugiato
nell'oscura Consap. Pren-
La Lei offre al giornalista,
ideatore di Ballarò e Che tem-
po che fa, un ruolo in regia: o
responsabile di una direzio-
ne cultura o vicedirettore
autonomia a tutti i direttori
dei tre canali generalisti, in
corsa c'è Giancarlo Leo-
ne, un nome che può pia-
cere anche al centrosini-
saranno rigidi, così nessuno
potrà fuggire come in uno
slalom: “Duri con Sgarbi,
duri con chiunque”, profe-
tizza un leggendario diri-
dete nota di Lorenza Lei, ri- generale. E per la successio- stra. Una scrivania pesante, gente di viale Mazzini che
servata e tenace direttore ne, accorta nel trattare con seppur ignota ai comuni conosce Lorenza Lei da ven-
generale che, in rispetto di la minoranza in Cda, la Lei mortali, andrà al berlusco- t’anni. E i contratti di Fazio,
paradossi e alchimie politi- scommette su Maria Pia niano Carlo Nardello: l’uf- Gabanelli, Dandini e Floris?
che, spoglia e riveste la Rai Ammirati, una sua buona ficio del personale, lì dove E Annozero? Tutti in discus-
con un'infornata di nomi- amica, vicedirettore di Rai1 transitano contratti vecchi sione, tutti all’ordine di Lei.
ne. Per creare una squadra con delega a Uno Mattina, un e nuovi, rinnovi e rescissio- Che è diplomatica, gentile e
affidabile e poi affrontare i fortino per il giornalista a ni. Ecco, appuntati i galloni, secchiona, ma pur sempre
palinsesti: forma e sostanza vocazione berlusconiana. la squadra di Lei sarà pronta scelta dal governo Berlu-
di una televisione divisa fra La Ammirati, però, è un di- a compilare i palinsesti, a sconi con il suggerimento
megafoni del governo e vo- rigente di sinistra, di origi- preparare la stagione autun- del Vaticano e le rassicura-
ci contrarie. Masi puntava a ne dalemiana. Ma la scarica nale, le trasmissioni di infor- zioni del presidente di Me-
distruggere i programmi di poltrone, in agenda nei mazione, i contenitori do- diaset, Fedele Confalonie-
sgraditi al Cavaliere, la Lei prossimi quindici giorni, ar- menicali, i varietà del po- ri.
preferisce avere il coman-
do, scrivere il destino di chi
va in onda e di chi li manda. ANGELO GUGLIELMI L’inventore di “Quelli che il calcio”
E così inizia con i direttori
di rete, lì dove il potere ber-
lusconiano è più debole o
più faticoso. E la Rai2 di
“La destra in tv? Solo
Il padrone dello schermo Elaborazione di Fabio Corsi
Massimo Liofredi è un'in-
cognita fra Rai3 di lotta e
Rai1 di governo. E per ac-
una scuderia di signorsì”
contentare il ministro Paolo
tica della maggioranza), un me- sibile e umiliante ritiro dalla sce- Romani, azionista occulto di Chiara Paolin forza di bassa qualità.
ro pretesto. Come se i cinque in- na per non danneggiare la Mo- di viale Mazzini, pensa di Un'idea per uscirne?
tervistatori avessero fatto la fila, ratti e Lettieri, l’uomo di Cosen- proporre in Cda il fidato a questione è semplice: Scegliere alcuni pezzi solidi
attendendo il proprio turno per
entrare nello studio di B.
tino a Napoli. Uno scatto poli-
tico ma anche psicologico, per
Gianvito Lomaglio, già ca-
poredattore al Tg3 lombar-
“L vogliono gente capace o
pupazzi da piegare alle esigen-
della scuderia e metterli a di-
rigere reti, strutture: cito San-
scaricare sugli altri la responsa- do. E in tempi di elezioni e ze di giornata?”. Angelo Gu- toro, Lerner, Augias. Potrebbe-
IL CAVALIERE non parla bilità del tracollo di domenica e di ballottaggi, se una poltro- glielmi, il professore, ha 82 an- ro pescare in un bacino am-
quasi mai del suo ruolo di pre- lunedì scorsi. Da Palazzo Gra- na va al Pdl, una poltronci- ni e un eloquio brillante. Quel- pio, dentro e fuori la tv, nei
sidente del consiglio. Accenna zioli riferiscono che B. “ha sen- na va ai leghisti. Scalpita, lo che succede oggi in tivvù lo giornali, su Internet. Sai quan-
agli impegni istituzionali al tito molto ma alla fine ha deciso Gianluigi Paragone, fa sorridere, e a volte intristire: ta gente in gamba c’è in giro?
prossimo G8 in Francia, ma nul-
la di più. La nuova strategia per
lui, non senza aver testato il
messaggio da mandare”. Il pro-
estensione televisiva del
Carroccio e anfitrione di Ul-
lui che dal 1987 al 1994 ha di-
retto Rai3 inventando pro-
Dai calzini di Basta vedere Mentana: appena
lasciato libero, senza mezzi
l’ultima settimana di campagna
elettorale non prevede la poli-
blema è chi glielo ha testato. Se
hanno fatto come i sondaggi
tima parola, una trasmissio-
ne politica con discreti
grammi storici (Blob, La tv delle
ragazze, Avanzi, Quelli che il cal-
Mesiano trovati particolari a disposizione, ha
fatto subito una cosa buona.
tica nazionale. “Io sono in cam-
po ogni giorno”, ha detto B.
mostrati prima del 15 maggio,
B. ha ottimi motivi per preoccu-
ascolti. Paragone è candida-
to per il Tg2, una casella
cio, Chi l’ha visto, Mi manda Lu-
brano, Samarcanda) non vede
da Brachino Forse nella tradizione ber-
lusconiana contano più i
esorcizzando le voci su un pos- parsi. vuota per l'addio di Mario un argine al dissesto della tv reality dei telegiornali.
Orfeo e ricoperta ad interim popolare, gratuita, destinata a agli spot di Storicamente il centrodestra
da Mario De Scalzi. Il Tg2 è chi ha poche alternative per ha una fragile capacità di pro-
una conquista utile per au- farsi un’idea del mondo. Ferrara. Chi durre cultura, almeno nell’ac-
AMBULANZE mentare il controllo dei te- Partiamo da Sgarbi. Ha vi- cezione colta del termine.
legiornali, anche se l'infor- sto il programma? non si piega Quando si cimenta con formu-
Sgarbi: arrestate mazione berlusconiana è
incarnata nel Tg1 di Augu-
Sì, un disastro. Era bravo una
volta, ma non può pretendere resta fuori le televisive legate alla libera
critica del sistema i problemi
“Il Fatto”! sto Minzolini. L'operazione
più delicata di Lorenza Lei è
per la sostituzione di Paolo
di andare in prima serata im-
provvisando. Faccia tosta e re-
torica non bastano, il tonfo era mai palese. Il guaio è che in
sono evidenti. L'episodio di
Brachino che dileggia il giudi-
ce Mesiano per il colore dei

“O ra querelo ‘Il Fatto’, lo voglio far chiudere,


diffonde solo menzogne. Chiedo 10 milio-
ni di euro per gli articoli dei giorni scorsi, quelli in cui
Ruffini a Rai3. Non la vio-
lenta cacciata di Masi nel
Consiglio di amministrazio-
inevitabile.
Lui dice di aver fatto come
Saviano.
quell’area non ci sono facce
spendibili: non le hanno sele-
zionate.
calzini resterà nella storia: nes-
suno tra i giornalisti autorevoli
che ho appena citato avrebbe
mi si indicava come esecutore della mafia”. Sarà la po- ne con le opposizioni spac- Figuriamoci. La tv è un mestie- Maurizio Belpietro? mai accettato un servizio del
zione tra l’inchiesta su Salemi riportata dal nostro gior- cate tra consiglieri e presi- re preciso, un programma fun- Manca di capacità empatica. genere.
nale e l’abisso d’ascolti di mercoledì, il critico parto- dente Garimberti, chi votò ziona quando è ben pensato, Un un nome interessante a Però un Santoro direttore
risce un cocktail di diffide (“ad eliminare immediata- messo in mano a gente esper- destra dovrà pur esserci... di rete non piacerebbe al
mente dal sito web l’articolo del 17 maggio” dedicato ta. Certo, se l’obiettivo è solo Ho visto in giro Pietrangelo Pdl e nemmeno al Pd.
proprio sulle amicizie pericolose del sindaco-critico) e
richieste di sequestro preventivo del giornale “nel caso
Sul tavolo di fare propaganda, ci si mette
davanti a una telecamera e
Buttafuoco, un tipo capace di
stare in pubblico. Ho l’impres-
Santoro è un animale televisi-
vo di prima qualità, lui come
in cui il quotidiano non ottemperasse”. Peccato, per-
chè invece sotto sotto lui è buono. Prendete il flop
Lorenza Lei buonanotte. Però la gente si
stufa, e cambia canale.
sione che non ami piegarsi ai
diktat della politica, difetto
altri pezzi pregiati della scena
italiana dovrebbero essere
dell’altra sera: “La seconda puntata posso anche
non farla. Ma siccome non voglio nessun compen-
la “soluzione”: Anche Ferrara ha problemi
di audience. Fu lei a lanciar-
grave per chi si colloca negli
spazi destinati a sostenere le
messi al servizio del futuro, an-
ziché osteggiati perché non si
so (cachet da 1 milione di euro, ndr) che non sia lo nel 1987 con ‘Linea Ro- tesi della maggioranza. allineano. Anche ai miei tempi
recuperato con il lavoro, posso scontarlo con le i berluscones vente’: allora indossava una Dà per scontata la suddi- la politica contava, ma c’erano
ospitate nei programmi”. Ad augurarsi il lieto fine toga e processava vip... tanza della tv alla politica. i concorsi, la ricerca del talen-
ieri ci ha pensato Scilipoti: “Se un programma fa all’ufficio È un uomo dalle molte virtù te- Mediaset è di Berlusconi. I di- to, una volontà di garantire il
cultura, deve andare avanti” ha detto con strenuo levisive che però stavolta ha rigenti Rai sono l’espressione meglio agli spettatori. Se ora i
senso di responsabilità. Vera satira. Ora chiamate contratti e al scelto una missione impossi- di un Parlamento frequentato dirigenti vengono promossi
un medico. bile, cioè salvare l’immagine da soggetti sempre più sca- per motivi osceni, che possia-
secondo canale del premier da un declino or- denti. Il prodotto finale è per mo aspettarci dai palinsesti?
pagina 4

S
VERSO IL BALLOTTAGGIO

e Letizia Moratti vincerà il ballottaggio vanvera di tante cose. Tra queste, scomoda la incaricate a esprimersi sulle scelte strategiche
Lassini a Palazzo di Milano, l’autore dei manifesti anti-pm questione dei moderati – ha attaccato Majorino – della città”. Con le sue 872 preferenze personali,
Roberto Lassini diventerà consigliere la verità, però, è ben diversa da quella descritta. Lassini si è piazzato 19esimo nella classifica dei
comunale: a denunciarlo è l’esponente del Pd Infatti, se vince Giuliano Pisapia, il sindaco sarà un votati della lista del Pdl e, stando ai calcoli
Marino se vincerà Pierfrancesco Majorino, facendo le proiezioni cittadino galantuomo sostenuto da una squadra di realizzati dai partiti, la vittoria del centrodestra di
sulle preferenze e l’assegnazione dei seggi in base persone oneste. Letizia Moratti farebbe entrare nell’aula di
ai premi di maggioranza che scatteranno al Se vince Letizia Moratti, Lassini diventa un suo Palazzo Marino 21 consiglieri del Pdl, 7 della Lega
il centrodestra secondo turno. “La destra in queste ore parla a consigliere comunale e quindi una delle persone e uno della lista civica Milano al Centro.

MARCIA SU ROM
A Milano la Lega lancia l’operazione “paura”
Invasione di islamici, comunisti, stranieri e tossici
di Gianni Barbacetto gli italiani!”. sugli autobus e in metropolita- 7. “Pedaggio di congestione. sostenitori di Letizia Moratti,
2. “Realizzazione di un grande na”. Ecopass per tutti, più ampio e che hanno accusato gli uomini
oni misurati, per vincere a più caro: 5 euro per tutte le auto

T
centro di cultura islamica... Do- 5. “Diritto di voto agli stranieri. del Carroccio (ma anche l’area
Milano: “Pisapia è pazzo”, ve la faranno la grande mo- Dopo la casa e il lavoro, anche il private, 10 euro per chi traspor- ciellina del Pdl) di aver remato
“con lui la città diventerà schea? Magari proprio sotto ca- voto subito. Sei d’accordo? Con ta merce. Con la Lega e la Mo- contro, o almeno di non essersi
indecente”, anzi, si tra- sa tua? Con la Lega e la Moratti, la Lega e la Moratti, prima gli ita- ratti, no a Ecopass più caro e per impegnati fino in fondo. In effet-
sformerà in “Zingaropoli”. Così no alla grande moschea a Mila- liani”. tutti”. ti la Lega (come Cl) non ama la
la Lega ha cominciato la sua no”. 6. “Si privilegerà il prelievo sul- 8. “Revoca delle ordinanza inu- Moratti. Umberto Bossi e i suoi
campagna per il ballottaggio. E 3. “Rom che si autocostruisco- l’utilizzo/consumo della città, tili e dannose per il clima dei colonnelli (che pure quanto a
ora, per recuperare voti, pro- no case. Dove? Con che soldi? rispetto al prelievo sui redditi. quartieri. Basta ordinanze con- toni urlati di solito non scherza-
mette di alzare ancor più la tem- Con la Lega e la Moratti, avanti Quindi, quali tasse comunali au- tro la prostituzione? Basta con- no) hanno avuto parole di criti-
peratura, parlando alla pancia con gli sgomberi dei campi menteranno? Il biglietto del trolli negli appartamenti sovraf- ca per i pasdaran e le pasionarie
delle gente ed evocando scena- rom”. tram? I parcheggi? L’acqua? La follati in periferia? Basta control- del Pdl che hanno dimenticato i
ri apocalittici in caso di vittoria 4. “Vigili disarmati e impegnati tassa rifiuti? Con la Lega e la Mo- li nei negozi sospetti? Con la Le- temi cittadini e hanno puntato
del candidato di centrosini- solo a fare multe? Con la Lega e la ratti, a Milano le tasse comunali ga e la Moratti, reati a Milano in tutto sulla forsennata campagna
stra. Moratti, più vigili nei quartieri più basse d’Italia”. calo del 48 per cento”. contro i magistrati. “Non ci in-
9. “Via Padova, laboratorio so- teressa parlare della giustizia”,
IERI IL QUOTIDIANO del ciale. Davvero via Padova è un ripetevano i leghisti, “vogliamo
partito, la Padania, ha pubblicato Le dieci modello da esportare in tutta parlare della buona amministra-
dieci domande a Giuliano Pisa- domande Milano? Con la Lega e la Moratti, zione della città”.
pia, “candidato dell’estrema si- La Padania lancia la niente ghetti e più controlli”.
nistra, prese direttamente dal campagna elettorale 10. “Parità dei diritti e dei doveri DETTO QUESTO, dopo la di-
suo programma”. L’iniziativa fa per i ballottaggio per tutte le comunità affettive, sfatta del primo turno, con Pisa-
il verso alle dieci domande che usando le “dieci registro delle unioni civili. Dav- pia avanti di quasi sette punti su
Repubblica rivolge da mesi a Sil- domande” che vero la famiglia, fondata sull’u- Moratti e la Lega precipitata dal
vio Berlusconi sul caso Ruby. Ec- Repubblica riservò ai nione fra un uomo e una donna, 14,5 (regionali 2010) al 9,6, gli
cole: rapporti tra Berlusconi è ormai fuori moda e superata? uomini di Bossi si sono rimboc-
1. “Concorsi pubblici aperti ai e Noemi Letizia Con la Lega e la Moratti, più sol- cati le maniche. Ma le riunioni
cittadini stranieri. Cosa ne pen- di attenzione e servizi alle cop- nella sede di via Bellerio non fi-
sano gli italiani disoccupati, cas- pie e ai bambini”. niscono con sorrisi. Le facce so-
sintegrati, precari e giovani? no cupe e preoccupate. “Sarà
Con la Lega e la Moratti, prima UN CAMPIONARIO degli ben difficile invertire il risulta-
equivoci dentro un elenco delle to. A non amare Letizia non è la
paure. La possibilità di costruire Lega, sono i milanesi. Comun-
Calderoli luoghi di culto (chiese cattoli- que siamo in ballo e dobbiamo nistrazione morattian-leghista.
MEDICI pro Letizia, promette
che o moschee che siano), per
esempio, è stata garantita dal
ballare”.
L’ordine di scuderia ora è: cer-
E nel quartier generale di Pisa-
pia arrivano segnalazioni di stra-
nuovo Piano di governo del ter- chiamo di non perdere Milano, ni movimenti, rom che distri-
spot a costo zero di portare sotto ritorio, approvato (ma il leghi-
sta Salvini assente).
che comunque resta per la Lega
la città simbolicamente più im-
buiscono volantini del candida-
to di centrosinistra, finti operai
Ordine provinciale dei medici chirurghi e odontoiatri di È l’antipasto della campagna portante d’Italia.
L’Letizia
Milano e provincia fa campagna elettorale al fianco di
Moratti. Sul trimestrale aprile-giugno, arrivato nei
la Madonnina elettorale leghista per il ballot-
taggio. La Lega scende in campo
Così, dopo le critiche ai toni du-
ri dei Lassini, dei Sallusti e delle
che prendono le misure per co-
struire fantomatiche nuove mo-
schee...
giorni scorsi a casa di migliaia di professionisti, c’è un’in- due ministeri: e fa sentire la sua voce. Fino al Santanchè, i leghisti si prepara- Il ministro leghista Roberto Cal-
tervista con tanto di richiamo in copertina: “Letizia Mo- primo turno era rimasta quasi no a giorni di fuoco sui temi del- deroli ha intanto promesso ef-
ratti, una città con il coeur in man”. il suo e quello invisibile, si era fatta sentire po- l’immigrazione, delle moschee, fetti speciali: “Ci sarà la settima-
È stata realizzata quando si sapeva la data del voto e la pos- co, tanto da diventare oggetto dei rom, dei gay. Altro che co- na prossima una grossa sorpresa
sibilità concreta che a Milano si arrivasse al ballottaggio. di Bossi delle critiche e dei sospetti dei municazione della buona ammi- che sarà presentata da Berlusco-
Certo, non si immaginava che Moratti avrebbe dovuto in-
seguire il suo diretto avversario, Giuliano Pisapia, candi-
dato del centrosinistra. Ed ecco che le pagine dedicate a lei,
ora, sono ancora di più un aiuto alla corsa affannosa e in
salita per la riconferma a sindaco. Il bollettino, infatti, fi-
nisce anche in molti studi medici, nelle sale d’attesa, dove
“Finti figuranti contro Pisapia”
vengono ricevuti centinaia di pazienti. LA DENUNCIA DALL’ENTOURAGE DEL CANDIDATO: “SI FINGONO ZINGARI O DROGATI”
L’ampio spazio dedicato a Moratti si apre con un curricu-
lum certosino. Poi si passa alle domande “megafono”, quel- di Stefano Caselli coperti. Non è una cosa bella, ma pazien- cato non si scompongono più tanto, nem-
le che servono per pubblicare le risposte dell’interlocu- za, succede. Le altre sono difficili da cre- meno se gli si fa loro notare che i voti ot-
tore, sicuro di non essere contraddetto: “Dottoressa Mo- rancamente alcune cose mi sem- dere, ma a quanto pare stanno accadendo tenuti da Bruno Ferrante nel 2006 erano
ratti preferisce essere chiamata Sindaco o signora, visti i
suoi due primati come donna: la prima ad assumere la pre-
sidenza Rai nel 1994 e la prima a essere eletta alla più alta
carica della capitale italiana dell’economia? (sindaco di Mi-
lano, ndr)”. E ancora: “Oltre all’Expo 2015 quali sono i pro-
“F brano poco credibili. Eppure,
stiamo ricevendo tantissime se-
gnalazioni concordi. Verifiche-
remo…”. Nell’entourage di Giuliano Pisa-
pia si ostenta serenità, ma non è detto che
davvero. Sembra che ci siano ragazzi tra-
sandati che passano la giornata in metro
ascoltando musica a tutto volume; alle
proteste dei passeggeri risponderebbero
malamente con frasi tipo ‘noi siamo per
più o meno gli stessi di Pisapia: “Non è così
– risponde Roberto Basso, direttore della
campagna elettorale dello sfidante di Le-
tizia Moratti – rispetto a cinque anni fa ci
sono stati 23 mila voti in meno; dunque è
getti che l’hanno più occupata e preoccupata?”. la naturale controffensiva del centrode- Pisapia’. Altri cittadini ci segnalano in al- come se Giuliano avesse ottenuto settemi-
Le risposte, ovviamente, sono tutte un elogio per la sua stra dopo la scoppola del primo turno non cuni mercati rionali la presenza di giovani la voti in più del candidato del 2006. Poi,
amministrazione. Ecco come si trasforma il giornale di un nasconda qualche insidia: “Ci sono alme- rom che distribuiscono volantini per Pi- analizzando i flussi elettorali, risulta che
ordine professionale in un grande spot per Letizia Moratti, no quattro cose che denunceremo presto sapia. Infine, ci è stata addirittura denun- abbiamo recuperato almeno il 4% dell’a-
a costo zero per le sue tasche. – raccontano – la prima è certa: nella notte ciata la comparsa di capannelli di finti ope- stensionismo rispetto al 2010”. Ottimi-
Antonella Mascali scorsa tutti i nostri manifesti sono stati ri- rai, con tanto di geometri, intenti a fare smo anche per il ballottaggio: “Il centro-
sopralluoghi e a pren- sinistra ha storicamente una percentuale
Giuliano Pisapia (FOTO EMBLEMA) dere le misure per la molto alta di ritorno alle urne, intorno al-
“Ci segnalano nuova ‘moschea di Pi-
sapia’. Roba che
l’80-85%. Gli altri non lo so...”. Non temete
di aver fatto il pieno al primo turno? “Io
anche falsi neanche Amici miei”.
Una discreta creativi-
non credo. Oggi (ieri, ndr) abbiamo distri-
buito qualcosa come 480 mila pezzi tra vo-
operai intenti tà, in perfetta linea
con l’immagine di
lantini e opuscoli elettorali. Adesso biso-
gna trovare un tipografo che ce ne stampi
una Milano in preda a di nuovi”. Quanto a un nuovo confronto
a prendere orde di anarchici dro- televisivo, è molto difficile che ci sarà:
gati, islamisti urlanti e “Giuliano – ancora Basso – non si siede a
le misure rom questuanti, spar- tavola con una persona che lo ha ingiuria-
sa a piene mani da Pdl to. Se Letizia Moratti chiede scusa prima
per una nuova e Lega Nord in caso di del confronto tv se ne può parlare. Altri-
vittoria di Pisapia. I menti no”. Il confronto tv, si sa, lo vuole
moschea” sostenitori dell’avvo- sempre chi è in svantaggio.
Sabato 21 maggio 2011

“Z
VERSO IL BALLOTTAGGIO

ingaropoli con Pisapia. Nord. Il Carroccio dà quindi battaglia dura per tutti” sono alcuni degli slogan sul
Città coperta Più campi nomadi, la più per recuperare i suoi elettori, quasi programma preparati invece dal Popolo della
grande moschea dimezzati rispetto alle regionali dell’anno Libertà, citando letteralmente il programma
d’Europa. Vota Letizia Moratti”. Le parole scorso, a una settimana dal ballottaggio che dello sfidante, cercando di impaurire i
dai manifesti padani di Umberto Bossi, che aveva definito il vedrà la sfida tra Pisapia e Letizia Moratti. cittadini che con un sindaco di sinistra
candidato del centrosinistra “matto” si “Con Pisapia più tasse per i commercianti”, saranno meno sicuri, avranno meno lavoro e
sono tradotte in un manifesto che è stato “Con Pisapia più lavoro agli immigrati e meno pagheranno più tasse. Pronti anche una serie
contro “zingaropoli” affisso nelle strade milanesi dalla Lega ai milanesi” e “Con Pisapia meno sicurezza di volantini dello stesso tono.

Faccia a faccia,
di Caterina Perniconi
n altro confronto tele-

U visivo a Milano, tra Giu-


liano Pisapia e Letizia
Moratti, si deve fare op-
pure no? E dopo l’offensiva le-

obbligo o trappola?
ghista e del premier, quali de-
vono essere le contromosse
del candidato del centrosini-
stra, in vantaggio al primo tur-
no elettorale?
Queste sono le domande che
abbiamo posto a quattro au-
torevoli commentatori per
spiegare quale comporta-
DOPO LA PROPOSTA DELLA MORATTI DI UN NUOVO
mento si aspettano adesso da
Pisapia, dopo la nuova richie-
INCONTRO TV, I COMMENTATORI RISPONDONO
sta di confronto fatta dalla Mo-
ratti, alla luce del risultato del-
lo scorso scontro andato in di- Furio Colombo Lucia Annunziata Nando Dalla Chiesa Enrico Mentana
retta su Sky, dove il sindaco ha
accusato lo sfidante di essere “No, lei cambiata “Sì, o passerà “No, programmi “Sì, meglio matti
stato legato ad ambienti estre-
misti in gioventù e di avere solo per il risultato” altro messaggio” già valutati” che Moratti”
una condanna legata al furto
di un auto.
Il vincitore delle primarie del
centrosinistra ieri si è detto di-
N o, non cre-
do che Giu-
liano Pisapia do-
S ì, secondo
me Giulia-
no Pisapia do-
N o, non
credo che
Giuliano Pisa-
S ì, secondo
me Giulia-
no Pisapia do-
sponibile a dei faccia a faccia vrebbe accettare vrebbe accetta- pia dovrebbe vrebbe accetta-
purché siano “leali”. Mentre la proposta tardi- re il confronto. accettare un al- re il confronto
confronti “con persone che va e infantile di Letizia Moratti Io tra l’altro sono parte in tro confronto. Divente- tv con Letizia Moratti per
dimostrano slealtà non li fac- che adesso vuole un secondo causa perché l’ho propo- rebbe improprio, perché flair play. Il motivo è il se-
cio”. La risposta di Pisapia dibattito. La Moratti si è pre- sto, e questa volta mentre non si confronterebbero guente: è vero che una
sembra non chiudere tutte le clusa questa strada quando ha Letizia Moratti mi ha detto più le idee, anzi. Chi è abi- sconfitta nel faccia a faccia
porte, sebbene il candidato rifiutato di scusarsi e anzi ha di sì, lui ha detto no. Il con- tuato a parlare attraverso sarebbe pericoloso, ma
abbia spiegato che “non si aggravato la sua inclinazione trario della volta prece- la pubblicità procedereb- una vittoria confermereb-
fanno scuse condizionate e a mentire con l’insistere nella dente. Secondo me sareb- be per colpi bassi portan- be le cose positive dette fi-
tardive e, soprattutto, non ba- sua “rivelazione”. Soltanto il be giusto in generale che do in tv slogan da marcia- nora. In più la questione è
stano le scuse nei miei con- voto clamorosamente negati- chi sta più avanti accetti un piede. Cosa gli deve dire generale perché la Moratti
fronti, ma deve scusarsi con la vo per lei, e anzi di condanna, confronto, come atto de- ancora la Moratti? Che ha concesso il confronto a
città. Soprattutto deve dire ha fatto cambiare atteggia- mocratico, in ogni circo- vuole costruire moschee? Pisapia quando tutti pen-
chi e con chi ha organizzato mento all’ex sindaco di Mila- stanza. Anche perché ai Che vuole fare zingaro- savano fosse in vantaggio.
questo tranello che è inaccet- no e l’ha indotta a fingersi mi- cittadini non arriva il fatto poli? Li può dire da sola Ora tocca a lui dare prova
tabile in una città come Mi- te. La strada di Pisapia è quella che lui rinuncia perché lei nelle trasmissioni che di sicurezza e civiltà politi-
lano, soprattutto da parte di che porta a Milano città euro- la scorsa volta lo ha accu- crede. Sui programmi si ca, anche ironizzando sul-
chi è stato sindaco e aspira a pea civile, legale, tollerante. sato, ma che non lo fa per- sono già confrontati. le accuse più smaccate. Se
esserlo ancora”. Ma anche pratica, bene orga- ché ora è in vantaggio e Sarebbe più giusto, sem- io fossi lo spin doctor di
Dal canto suo la Moratti, evi- nizzata e lucida, libera cioè non gli conviene, compor- mai, offrirsi in pasto ai Pisapia avrei tappezzato
dentemente terrorizzata dal- dall’egemonia di Cl e del suo tamento che non si addice giornalisti di vari schie- Milano con i manifesti
ni e Bossi e che cambierà il mo- l’onda lunga della gaffe nel dominio sugli ospedali, libera a un candidato di centrosi- ramenti, come fa il can- “Meglio matti che Morat-
do di pensare dei milanesi in vi- confronto televisivo, ha fatto dalle ossessioni xenofobe del- nistra. didato alle Presidenziali ti”, perché una risata può
sta del ballottaggio. Io sto pre- della moderazione la sua arma la Lega, libera dalla stretta In ogni caso io credo che americane, e farsi inter- seppellire anche le affer-
parando la sorpresa”. per convincere gli indecisi, li- claustrofobia e umiliante im- Pisapia stia facendo bene a vistare sui temi. mazioni più forti.
La “sorpresa” dovrebbe essere cenziando i comunicatori che posta a Milano dal duo Morat- non chiudersi nel politi- Pisapia, intanto, deve La situazione di chi è avan-
la proposta di trasferire a Milano fin lì l’avevano consigliata. E ti-Podestà che ne hanno fatto chese e che debba conti- continuare a parlare con ti al ballottaggio è più faci-
due ministeri: quello delle Rifor- nel nuovo corso c’è addirit- un piccolo, marginale centro nuare a dialogare con la la parte moderata della le se si tengono i nervi sal-
me (oggi guidato da Bossi) e tura il tempo di fare gli auguri di provincia. Milano è pronta città, fuori dalla resa dei città e con i giovani, spie- di. Il mio consiglio a que-
quello della Semplificazione al suo peggior nemico: “Gli per tornare a essere una delle conti del centrodestra. gargli che li faciliterà a sto punto è quello di gio-
(guidato proprio da Calderoli). auguro che in queste giornate grandi metropoli d’Europa, Non avrà problemi a ripor- fare impresa invece di care al gatto col topo, di ri-
Ma il trasloco, con tanto di tra- di intenso lavoro riesca a tro- senza guardia padana e senza tare i suoi elettori a votare, far proclami come il mi- messa. perché non ci do-
sferimento di personale, costa: vare il tempo per festeggiare squadre fasciste. Di questa perché la crisi mi sembra nistro della Semplifica- vrebbe riuscire? Del resto
l’amico Giulio Tremonti allar- come si deve il suo complean- metropoli liberata Pisapia sa- nella maggioranza, addirit- zione che non ha sempli- questa è la parte più diver-
gherà i cordoni della borsa? no”. rà il nuovo sindaco. tura dentro la stessa Lega. ficato un bel niente. tente della politica.

QUI PADANIA

LEGHISTI STUFI A GALLARATE: “IL SINDACO PDL NON LO VOTIAMO”


di Elisabetta Reguitti ne, della rivolta del Carroccio nei ciamo? Non vogliamo fare casini con il sono la tela. Di giorno in un modo e la sembra essere “l’uomo del lotto” tale
inviata a Gallarate (Va) confronti del Pdl. ballottaggio”. Di nuovo, incredibile e sera in un altro. A Roma fanno e a Gal- Nino Caianiello (Ex forzista) arrivato a
siamo all’interno del Lega point di cor- larate e dintorni disfano. Coperti dal- Gallarate negli anni ‘80 e gestore, per
o mi turerò il naso, chiuderò gli SONO COSÌ arrabbiati in questa l’appunto, della concessionaria del
“I occhi e voterò Pd”. Incredibile.
Chi pronuncia questa frase è Anto-
parte di profondo Nord che potrebbe-
ro pure decidere di dare voti ai cat-
so Italia, di fronte alla storica pastic-
ceria-salotto Bianchi. Chi chiede è una
signora di mezza età. La risposta che
l’anonimato addirittura dicono con-
vinti: “Noi non siamo come quei ter-
roni del Pdl che lavorano all’Amsc (la
gioco del lotto. È stato lui a scegliere
un candidato Pdl che avesse lo stesso
nio, classe 1937, militante leghista to-comunisti. Nulla trapela invece dai riceve sembra uscita da un manuale municipalizzata dei servizi comunali) cognome del Senatùr. “Per confonde-
dagli anni ‘80, addetto alla “logisti- vertici di via Bellerio, eppure in città, della scuola quadri del vecchio Pci, e si mettono in malattia per fare atti- re gli elettori” sostiene, sempre nel Le-
ca-gazebo” della Lega Nord di Galla- non si parla d’altro e chi ha votato Le- l’operaio Cipputi non avrebbe saputo vità politica e andare in giro ad attac- ga Point, Antonio.
rate, provincia di Varese (o come dice ga, oggi di fatto primo partito (cre- dire meglio: “Ancora non ci sono in- care i manifesti”. Omonimia a parte, Nino Caianiello
qualcuno di Malpensa) comune di 50 sciuto dal 9 al 22 per cento rispetto dicazioni, ma ripassi lunedì che le sa- oggi oltre a presiedere l’Amsc (non a
mila abitanti, tra i primi 200 al livello alle ultime amministrative) è assai premo dire cosa hanno deciso i nostri ESPUGNARE il bastione del cen- caso la stessa citata da chi parlava dei
nazionale per reddito pro-capite. combattuto. “Io, mio marito e mia fi- capi”. trodestra avrebbe come diretta conse- terroni che si mettono in malattia per
La dichiarazione di Antonio la dice glia abbiamo votato Lega ora cosa fac- I capi leghisti sono gli stessi che tes- guenza un riassetto degli equilibri an- attaccare manifesti) guida numerose
lunga sul mal di pancia e il malumore che nazionali nel Pdl. società satellite. Tra le altre cose a suo
che serpeggia tra i padani in vista del Umberto Bossi con Giovanna Bianchi Clerici (FOTO ANSA) “Se Guenzani (ex Dc) carico pendono due procedimenti
ballottaggio a sindaco tra Edoardo
Guenzani candidato del centrosini-
La base rivede le posizioni sul-
la moschea non è poi
penali (in uno è imputato per concus-
sione per un progetto edilizio e nel-
stra (che ha ottenuto 8055 voti) e
Massimo Bossi del Pdl (che ha otte-
non ne può più così male” si erano la-
sciati scappare, in piaz-
l’altro è accusato di peculato per uti-
lizzo improprio del telefono). Detto
nuto 8660 preferenze). La protagoni-
sta della tornata elettorale al primo
di Berlusconi za Libertà, gli amici di
Umberto Bossi.
questo però, sembra che la cosa più
grave sia che Caianiello non abbia
turno è stata infatti la candidata della Ma come si è arrivati a condiviso bene le “cadreghe”. Una
Lega Giovanna Bianchi Clerici (con- Dai vertici tanto? Partiamo col di- bulimia di potere e politica che po-
sigliera Rai) che con i suoi 7895 voti re che la Lega, dopo so- trebbe risultare davvero molto indige-
non ne ha ottenuti abbastanza per il del Carroccio li tre mesi dall’insedia- sta a tutto il centrodestra. Se ciò ac-
ballottaggio, ma a sufficienza per mento dell’ammini- cadesse crollerebbero, come in un do-
consegnare alla Lega il ruolo di “terzo nessuna strazione, si è schierata mino, anche altre pedine del potere
polo”. Gallarate, infatti, potrebbe di- con l’opposizione. Il Pdl, a cominciare dalla Provincia di Va-
ventare il luogo simbolo del ribalto- indicazione bandolo della matassa rese e, forse, fin giù a Roma.
pagina 6 Sabato 21 maggio 2011

N
VERSO IL BALLOTTAGGIO

el fine settimana le manifestazioni contro Vittorio Dezza, parteciperà all’appuntamento di votazione sul decreto Omnibus: “Una norma -
Referendum, il nucleare uniranno idealmente l’Italia. Caorso: “Bisogna far capire al governo che non può secondo i comitati - che prende in giro gli italiani con
Da Matera a Saluggia (Vercelli), passando negare ai cittadini il diritto di esprimersi su un tema un finto addio al nucleare e serve a depotenziare anche
per Palma di Montichiaro (Agrigento), Caorso e decisivo per il loro futuro”. gli altri quesiti referendari”. Intanto il ministro
mobilitazione continua Montalto di Castro (Viterbo), le città saranno Lunedì e martedì, invece, è prevista una manifestazione dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo ha polemizzato
attraversate da lunghe catene umane e stand congiunta dei comitati referendari contro il nucleare e con i sostenitori dell’acqua pubblica: “I referendum
informativi, organizzati dal Comitato “Vota Sì per “per l’Acqua Bene Comune.” Si tratterà di un presidio sono inutili, lo sanno anche i promotori”. “Parole in
in tutta Italia fermare il nucleare”. Il presidente di Legambiente, di fronte a Montecitorio in corrispondenza della libertà”, la replica dei comitati.

LETTIERI ARRANCA SOTTO


IL PESO DI NICK‘ O MERICANO
Sfida tv con De Magistris. Cosentino l’assente ingombrante
di Enrico Fierro di un seminario pubblico – di "Tu non sei un imprenditore,
votare per un candidato die- ma un prenditore di soldi pub-
ente il peso di Nick 'o me- tro il quale c'è l'ombra di Ni-

S
blici", è la risposta dell'ex pm,
ricano, Gianni Lettieri, il cola Cosentino". L'imbarazzo, e giù l'elenco delle aziende
candidato del Pdl a sinda- ma ancora di più la paura di marchiate Lettieri, fallite e con
co di Napoli. Sente quella non farcela, lo costringe ad at- gli operai in cassa integrazio-
presenza ingombrante che ie- taccare. "De Magistris one- ne. L'ex presidente di Confin-
ri gli è stata buttata in faccia sto?". Risposta: "Non lo so...". dustria, poco amato dai suoi
anche da Gianfranco Fini. “È colleghi napoletani, attacca il
difficile dire a un cittadino na- PRIMO CONFRONTO (in magistrato "sulle inchieste
poletano – ha detto il presi- diretta Sky da Napoli) tra Luigi che hanno fatto spendere tanti
dente della Camera nel corso De Magistris e Gianni Lettieri. soldi pubblici". Di rincalzo la
battuta fulminante dell'ex pm
sull'immunità. "Lettieri, tra
dieci giorni sarò sindaco di Na-
TORINO Morto poli, mi dimetterò da parla-
mentare europeo e così potrai
querelarmi liberamente". C'e-
l’“altro” Coppola ra un volta, nel primo turno
delle elezioni comunali, una

Èavevadì,morto improvvisamente nella notte tra giovedì e vener-


stroncato da un ictus. Domenico Coppola, 52 anni,
appena festeggiato con amici e parenti la sua (inspe-
sedia vuota, quella di Gianni
Lettieri. Sicuro della vittoria al
primo turno, e consigliato ma- Un momento della sfida tv di ieri tra De Magistris e Lettieri (FOTO ANSA. ) In alto, Nicola Cosentino (FOTO EMBLEMA)
rata) elezione al Consiglio comunale di Torino. Candidato lissimo dal suo spin-doctor
sindaco sostenuto da una coalizione di liste improbabili
come “Grillo parlante”, “No euro”, “Forza Toro”, “Lega Pa-
Claudio Velardi, l'imprendito-
re aveva rinunciato ai faccia a
L’ex pm: “Non di questi ultimi giorni di cam-
pagna elettorale. De Magistris
di illegalità e farebbe felice so-
lo la camorra".
dana” e “Forza Nuova”, aveva ottenuto ben 16 mila voti,
pari al 3,57%. Un risultato raggiunto quasi esclusivamente
faccia con i suoi competitor.
Ora ha accettato e tirato fuori
devo verificare dice alcuni chiari no: "All'ince-
neritore in città". E alcuni si- LA PAROLA che Lettieri non
grazie alla sua omonimia col più noto Michele Coppola,
candidato sindaco del Pdl. Domenico, infatti, era una crea-
le unghie attaccando De Magi-
stris anche sulle indiscrezioni
ogni giorno se i gnificativi sì: "Alla differenzia-
ta, all'impianto di compostag-
pronuncia mai. Perché, chiede il
conduttore della trasmissione?
tura del consigliere provinciale Renzo Rabellino, perso- circolate in merito alla sua gio e alla definizione della Tar- Imbarazzo. Poi la risposta: "Io la
naggio noto nella politica torinese come professionista del- squadra di governo. "Si parla miei eletti sono su in rapporto alla quantità di camorra non la dico perché il
le liste patacca e civetta. Ex esponente della Lega Nord, anche di Tommaso Sodano (ex pattume prodotto". Lettieri di- problema è la microcriminalità.
Rabellino si presenta puntuale ad ogni competizione elet- senatore di Rifondazione co- a piede libero ce sì all'inceneritore, ma an- Bisogna togliere la manovalanza
torale con gli stessi metodi: nel 2001 candidò a sindaco un munista, prima membro della che alla differenziata, da por- alla camorra". "Lettieri non uti-
Gianfranco Rosso, omonimo del “Responsabile” Roberto Commissione parlamentare Le mie liste sono tare al 50% entro un anno. "Nel lizza mai la parola camorra, io sì
Rosso, allora in corsa con il centrodestra; nel 2008 scovò un sui rifiuti, poi presidente della frattempo si fa un accordo con perché non mi accompagno a
Beppe Grillo per il Parlamento e nel 2010 – ma fu bocciato Commissione ambiente, ndr) tutte pulite” un paese straniero per portare Nicola Cosentino, come ha fatto
dal Consiglio di Stato – lanciò una Nadia Cota alla corsa per che fece il piano rifiuti insie- lì i rifiuti. L'ho già individuato lui per tutta la campagna eletto-
le Regionali. Iniziative velleitarie, ma questa volta Dome- me a Pecoraro Scanio". Una e ho già delle disponibilità". Di rale. Rispetto a Lettieri non ho il
nico Coppola aveva fatto il botto. Il neo sindaco, in segno di frase buttata giù apparente- sostenitore di de Magistris. "Le quale paese si tratta il candi- problema che la mattina mi sve-
rispetto, ha annullato la festa concerto mente a caso, che secondo in- parole di Lettieri dimostrano dato Pdl non lo dice. Replica, glio e devo fare un giro di tele-
prevista per ieri sera in piazza Carlo Al- discrezioni raccolte a Napoli solo la sua assoluta ignoranza invece, l'ex presidente di Le- fonate per vedere se i miei eletti
berto. La morte di Domenico Coppola preparerebbe altro: una sorta istituzionale. Un presidente di gambiente, Roberto Della Se- sono tutti a piede libero. Le mie
porterà in consiglio comunale il 34en- di dossier, pagine al veleno per Commissione parlamentare ta, oggi parlamentare del Pd. liste sono pulite. Tutte". Lettieri
ne Denis Martucci (secondo con 25 dimostrare l'equazione De Ma- non predispone piani operati- "Quella dei rifiuti all'estero è tace e da Salerno arriva la stoc-
preferenze), altra vecchia conoscenza gistris uguale estremisti, so- vi. Ricordo a Lettieri che nel una bufala colossale. Esporta- cata del supervotato sindaco
del sottobosco politico torinese: in lista prattutto quei movimenti che 2003 presentai denunce e dos- re in un paese straniero mezzo Vincenzo De Luca (74% di con-
compariva ufficialmente come Martuc- negli anni in Campania si sono sier alla procura della Repub- milione di tonnellate di rifiuti, sensi): "Gianni Lettieri è perso-
ci Stefano Denis detto “Coppola”. È il battutti contro termovaloriz- blica di Napoli sullo scandalo tanti ne produce in un anno la na amica e civile. Il suo proble-
suo soprannome, dice. zatori e discariche. Secca la re- dei rifiuti, mentre Cosentino e città di Napoli, è una idea in- ma è la compagnia che lo circon-
Stefano Caselli plica di Tommaso Sodano, og- i suoi amici si spartivano posti decente e totalmente irrealiz- da: una brutta compagnia. Io so-
gi consigliere provinciale del- e appalti nei vari consorzi". Sa- zabile che aprirebbe spazi im- no schierato con le forze del rin-
la Federazione della sinistra e ranno proprio i rifiuti al centro mensi a una ulteriore ondata novamento''.

La Cgil denuncia: Sky licenzia GRANE di Ivana Gherbaz

i lavoratori di Current Anche la Biancofiore


Cpereurrent ha avviato le procedure per il li-
cenziamento dei suoi dipendenti. Lo fa sa-
tinuare a trasmettere il canale per altri tre
anni. Joel (Hyatt, socio di Gore, ndr) ha de-
vuole lasciare Silvio
la Cgil Slc, attraverso una nota del se-
gretario Riccardo Ferraro: “Il mancato rin-
novo del contratto sta producendo un ulte-
ciso di non accettarla e ha chiesto di avere il
doppio di quanto Current percepisce attual-
mente, una cifra vicina a 10 milioni di dollari:
N uova grana sul tavolo di Silvio
Berlusconi dopo la sconfitta al
primo turno di Letizia Moratti a Mila-
natore Gasparri e della Svp”. L'e-
sponente pidiellina aveva, quindi,
chiesto “l'immediata espulsione” di
riore danno: questa mattina Current ha inol- una richiesta decisamente troppo alta, so- no. Nel Pdl scoppia il caso Alto Adige, Minniti dal Pdl. Da anni il Pdl altoate-
trato ai sindacati la lettera in cui annuncia prattutto in relazione alle performance del dove l’elezione alla presidenza del sino è spaccato tra il gruppo maggio-
l’inizio delle procedure di licenziamento dei canale. I risultati diffusi da Gore sono asso- Consiglio provinciale di Mauro Minni- ritario della Biancofiore e quello del
lavoratori delle sedi di Roma e Milano. Una lutamente inesatti: i dati Auditel dicono che ti, un ex esponente di An sponsorizza- deputato Giorgio Holzmann, anche lui
scelta che conferma e aggrava ulteriormente solo un abbonato di Sky su 25 ha guardato to da Maurizio Gasparri, ha accentuato ex di via della Scrofa. Nei giorni scorsi,
la situazione dell’occupazione e rilancia le Current almeno per 10 minuti alla settimana la rottura all’interno del centrodestra in vista della tradizionale rotazione et-
ragioni dello sciopero dei lavoratori Sky”. Do- nel corso del 2011”. Presto è arrivata la nuova altoatesino, provocando l’irritazione nica della presidenza del parlamento
po che giovedì sera Al Gore aveva chiamato replica di Current, anche questa attraverso dei ministri Franco Frattini e Roberto provinciale, Frattini e Biancofiore ave-
in causa i rapporti tra Murdoch e Berlusconi una lettera agli abbonati: “Dite a Sky di smet- Calderoli e della coordinatrice pi- vano dato il via libera alla candidatura
per trovare una spiegazione alla liquidazione tere di mentirvi. L’unica offerta che ci è ar- diellina Michaela Biancofiore, della leghista Elena Artioli (rinuncian-
della sua rete, la battaglia verbale è prose- rivata, è stata formulata dopo che hanno de- che, secondo le ultime indiscrezio- do al loro uomo, il consigliere Mauri-
guita anche ieri. Current ha invitato gli ab- ciso di cancellarci. Ci hanno proposto un ta- ni, sarebbe pronta a lasciare il par- zio Vezzali), ma alla fine il vicepresi-
bonati di Sky a minacciare la disdetta del- glio del 70 per cento della nostra fee. Non tito. Già mercoledì scorso, Bianco- dente uscente Minniti ha incassato la
l’abbonamento e nel pomeriggio l’ammini- abbiamo mai chiesto 10 milioni di dollari, ma fiore aveva accusato di tradimento fiducia di Svp e Pd. Di qui l’ira della
stratore delegato di Sky Italia Tom Mockridge semplicemente un aumento di 2 centesimi di l'Svp e definito “gravissima l’ele- Biancofiore, da sempre berlusconiana
ha risposto personalmente a circa 600 mail di euro per abbonato, meno del costo di una zione di Minniti, su esplicita pro- doc, che sarebbe intenzionata a lascia-
protesta inviate al suo indirizzo dai clienti nocciolina. I nostri ascolti sono cresciuti. posta del Pd con l’appoggio del se- re il Pdl.
della piattaforma satellitare: “Abbiamo stima Chiedete a Sky Italia di fare a Current un’of-
di Current e abbiamo fatto un’offerta per con- ferta corretta”.
Sabato 21 maggio 2011 pagina 7

C
VERSO IL BALLOTTAGGIO

aos nella 'terza gamba' della maggioranza la nomina era cosa fatta, ma il segretario Iannaccone, Senato. Una iniziativa bloccata dai compagni di partito:
I “responsabili” dove scoppia il caso Noi Sud, con i cinque puntava su Elio Belcastro e il premier, allora, ha stoppato con un vero e proprio blitz il presidente Enzo Scotti,
rappresentanti del partito in guerra tra di tutto. E i litiganti restano, tutti e due, senza nomina. sottosegretario agli Esteri, il capogruppo di Ir, Luciano
loro per contendersi l'eredità di una scissione che affonda Passano le amministrative e Arturo Iannaccone, con Elio Sardelli e il tesoriere Antonio Milo vanno da un notaio,
colpiscono ancora: i malumori nell’ultimo mini-rimpasto di governo. “Siamo Belcastro, rispettivamente segretario e vice-segretario convocano un ufficio politico e nominano nuovo
con la valigia in mano” annuncia il segretario di Noi Sud, della forza politica, annunciano il progetto di volersi segretario proprio Scotti. Ma Iannaccone e Belcastro non
Arturo Iannaccone. Nessuno di loro viene nominato federare con Io Sud e Forza Sud con l’ambizione di ci stanno: solo un nuovo congresso può decidere gli
implode Noi Sud sottosegretario: Enzo Scotti aveva indicato Antonio Milo, costituire in prospettiva gruppi autonomi alla Camera e al incarichi.

FLI AL VOTO CON


no, quale sarebbe la prospetti-
va di un doloroso ritorno a casa?
Ecco, ieri all’assemblea nazio-
nale di Fli, residence di Ripetta
stracolmo di tutto il gotha dei

B.? NI, ANZI NO


“neri” di un tempo, Urso e Ron-
chi sono rimasti tutto il tempo
immobili tra la platea inneg-
giante le tonanti parole di Italo
Bocchino sotto lo sguardo com-
Libertà di scelta, guardando piaciuto di un silente Gianfran-
co Fini. Nessuna presa di posi-
zione ufficiale, solo un “non
a De Magistris e Pisapia Italo Bocchino e Andrea Ronchi ieri all’Assemblea di Fli (FOTO ANSA)
ora” come risposta alla ripetuta
richiesta di fare una scelta de-
finitiva e, soprattutto, apparen-
di Sara Nicoli la strategia era giusta. C’è l’e-
stremismo alla base del Pdl e
ambizioso traguardo ci si dovrà
turare il naso e votare i candi-
“Se avessi parenti a Milano – è
stato il passaggio di Nino Stra-
Urso e Ronchi temente impermeabili alle cri-
tiche feroci che più che un ora-
uori il ‘pornoberlusconi’ della Lega; dietro Lettieri c’è no, quello che festeggiò a mor- tore gli ha sparato addosso:

F
dati di sinistra contro Berlusco-
dal centrodestra. E, so- l’ombra di Cosentino, non si ni, ebbene si faccia: “Come si fa tadella e champagne la caduta non lasciano il “Stiamo sempre a parlare di fal-
prattutto, ben venga – ra- può votare. Comunque, Berlu- – si è chiesto, impunito, Gian- del governo Prodi – mi verreb- chi e colombe – ha ironizzato
pidamente, s’intende – la sconi ha perso ma il governo mario Mariniello di Generazio- be troppo difficile dir loro di vo- partito neanche Fabio Granata – ma almeno
fine del Cavaliere. È tutta colpa arriverà alla fine della legislatu- ne Italia – a superare il berlusco- tare Moratti”. Perfino lui. Che chiudiamo una categoria, quel-
sua, del “grande inquinatore ra”. nismo votando i candidati di ha sdoganato Pisapia benedi- stavolta. Fini: “Il la dei piccioni viaggiatori che
del centrodestra italiano”, del- Berlusconi?”. Già. Ecco allora cendo persino la pazza idea “di vanno di qua e di là”. Solo al mo-
l’uomo che “disdegna la lega- UNA TRISTE considerazio- che dietro quelle “mani libere” trasformare Milano in capitale governo arriverà mento del voto della relazione
lità alleandosi con una forza an- ne che mal si concilia con un ai prossimi ballottaggi, strate- del turismo gay; San Francisco di Italo Bocchino, Urso e Ron-
tinazionale come la Lega” e so- popolo finiano determinato a gia peraltro già annunciata ne ha beneficiato, in fondo…”. a fine chi hanno lasciato la sala, saet-
prattutto, “che appoggia a Na- far fuori il Cavaliere e a costi- qualche giorno fa, ma ratificata La linea è chiara. Perché, incita tati da sguardi torvi e da qual-
poli un uomo di Cosentino in- tuirsi al più presto come forza ufficialmente ieri dall’assem- Italo Bocchino sempre più a legislatura” che fischio sommesso. Se il Ca-
seguito dalla Procura per fatti politica “di governo”. Che, pe- blea nazionale, si cela un dise- suo agio nei panni dell’incen- valiere non perderà Milano, su-
di camorra” se la legislatura sta rò arranca e rischia di perdere gno che punta dritto al cuore diario, “Fli non farà mai la ruota Russa e Gasparri, il secondo bito dopo i ballottaggi, i due fi-
tramontando – e male – anzi- ancora pezzi. Ma respira la pro- del Cavaliere; votare e far vota- di scorta del berlusconismo!”. con tanta voglia di andarsene niani lasceranno senza dubbio
tempo. Certo, ammette Fini, spettiva di “una nuova primave- re per Pisapia e De Magistris. In- Qualcuno, invece, ancora ci per una pruriginosa storia per- Fli, ma fino a quel momento
qualche errore è stato com- ra che avanza” e sente – almeno somma, Milano e Napoli valgon pensa. E medita di fare le vali- sonale ancora non risolta e, co- Bocchino potrà parlare di “par-
messo, “ma io rivendico la stra- a detta di un Carmelo Briguglio bene un voto al centrosinistra. gie. Ieri, infatti, doveva essere il munque, in vista di un lauto tito unito, pronto a essere de-
tegia di un percorso avviato in grande spolvero – che “la ter- “Berlusconi – è stato l’invito del gran giorno dell’addio di Adol- compenso garantito da Berlu- terminante alle prossime ele-
quando eravamo ancora nel za Repubblica è vicina e noi ci capogruppo Benedetto Della fo Urso e Andrea Ronchi, il pri- sconi. Già: ma Berlusconi è an- zioni; sconfitto Berlusconi a Mi-
Pdl e lo rialzerei anche oggi candidiamo a governarla”. E se, Vedova – si dedichi alle sue pas- mo lusingato da fin troppo tem- cora in grado di garantire qual- lano, avremo una prateria da-
quel famoso dito; errori sì, ma per arrivare a questo più che sioni senili e lasci la politica”. po dalle invitanti pressioni di La cosa? E, semmai perdesse Mila- vanti”.
pagina 8 Sabato 21 maggio 2011

RELAZIONI PERICOLOSE

Scandalo pedofilia

GLI AMORI CLANDESTINI E PROIBITI SEPPIA CHOC:


“SONO
ALL’OMBRA DEL VATICANO SIEROPOSITIVO”

Storie di preti dalla doppia vita e dei tabù della Santa sede
Pubblichiamo un estratto da “Sex a tirare fuori il meglio in ogni si- parazione. Lui è partito per la ho ringraziato dio per avermi to nell’andare controcorrente.
and the Vatican”. Preti dalla tuazione. Sono cresciuta tanto missione e io sono rimasta nella fatto incontrare l’amore. Mo- È il coraggio che avrei voluto
doppia vita e il loro disagio. grazie a lui. Sono diventata una quotidianità di sempre, tra studi menti in cui ho sperato di ritor- avere anch’io. Ti ringrazio per
donna. Questo rapporto di af- universitari e animazione. Alla nare a vivere quegli istanti ma- l’ascolto. Buona vita!”. Ho letto
di Carmelo Abbate fetto e di complicità è durato fi- fine l’ingiustizia ha vinto. Non gici. Ma soprattutto momenti di e riletto questa lettera. Ce n’e- di Chiara Paolin
no a quando il mio don mi ha riesco a pensare alla mia vita se dubbio, di incertezza, di preca- rano altre nella corrispondenza
l giorno dopo che il prete detto di essersi innamorato di non con lui. Sono passati ormai rietà. Cosa vuole la vita da me? del prete senza nome. Lui non on Seppia, cappellano al

I senza nome dichiara urbi et


orbi di amare una donna,
motivo per il quale ha deci-
so di lasciare la Chiesa, viene
sommerso di e-mail, telefonate,
me. Sono rimasta senza parole e
non sono riuscita a dire nulla:
com’era possibile? Il don si era
innamorato di me?! Ma il senti-
mento ha preso il sopravvento.
due anni dalla sua partenza. Ci
sono stati dei momenti in cui ho
provato rabbia nei suoi confron-
ti. Momenti in cui ho sentito for-
te il peso dell’ingiustizia che ho
Cosa vuole dio da me? Cosa vo-
gliono dirmi? Non ho ancora su-
perato il dolore, ci sono dentro
fino al collo. Il mio cuore è im-
merso. Ti scrivo non per avere
sa che l’ho presa e fotografata di
nascosto. Di certo si arrabbierà
quando leggerà queste righe.
Pazienza. Questa lettera mi ha
colpito. Mi hanno colpito la pu-
DPonente,
Santo Spirito di Sestri
ha chiesto il tra-
sferimento dall’istituto pe-
nitenziario Marassi di Ge-
nova. Accompagnando la
visite a casa. Tutte portatrici di Anch’io ero innamorata di lui. vissuto. Ma perché? Proprio io risposte ma perché avevo biso- rezza, l’ingenuità, il disincanto, richiesta con una dichiara-
richieste di aiuto. La maggior Da quel momento è iniziata la dovevo innamorarmi del prete? gno di condividere quello che la pacatezza, la scoperta dell’a- zione choc: “Sono sieropo-
parte a opera di donne che gli nostra clandestina e travagliata Perché queste regole così assur- mi è successo con qualcuno. more, i sentimenti, il tradimen- sitivo”. Un’informazione
confessano i loro amori segreti. relazione. Abbiamo tentato più de da rispettare? Momenti in cui Ammiro il coraggio che ha avu- to. Ho provato tenerezza, ho delicata che completa l’i-
Come questa, provato rabbia. Mi sono com- dentikit tracciato nell’ordi-
firmata, ma che Illustrazione di Emanuele Fucecchi mosso. Mi sono incazzato. Ho nanza di custodia cautelare
riporto in forma
anonima. “Più di
“Ma perché proprio pensato che questa ragazza fos-
se una deficiente. Ho pensato
del gip di Milano Maria Vi-
cidomini. La richiesta di tra-
nove anni fa nel-
la mia parroc-
io dovevo innamorarmi che sono io il vero deficiente.
Ho preso il nome e il cognome
sferimento è stata subito ac-
colta dai dirigenti del carce-
chia è arrivato del suo prete innamorato e sono re, che pare abbiano deciso
un nuovo prete. del sacerdote?! Ringrazio andato a fare delle ricerche su di destinare il sacerdote al-
Ero ancora pic- internet. L’ho trovato. Ho trova- l’istituto penitenziario di
cola, facevo la dio per avermelo to un articolo di un giornale lo- Sanremo. Secondo don
terza media, ero cale che riporta una sua intervi- Seppia la situazione a Geno-
ancora un’ani- fatto incontrare” sta. Ho letto le sue parole. Quan- va s’era fatta “insostenibile”
mata…. E gli ani- do parla delle esperienze vissu- nonostante fosse rinchiuso
mati vedono il te e di alcune persone che ha co- in una cella singola e tenuto
don come un idolo, una guida. volte di allontanarci, di fare a nosciuto nel profondo. E dopo sotto stretto controllo. “Al-
Soprattutto quando questo don meno l’uno dell’altro. Per il tuo aver letto queste parole sono lo stato attuale – ha detto il
si dimostra estroverso, carisma- e per il mio bene, ci dicevamo. tornato a leggere altre cinque o suo legale, Paolo Bonanni –
tico, simpatico. Un prete diver- Ma puntualmente ci ritrovava- sei volte la lettera della ragazza. non sono state modificate
so dagli altri. Mi è subito piaciu- mo l’uno nelle braccia dell’al- E dopo aver letto la lettera della le contestazioni, quindi ri-
ta la sua energia, mi ha colpito la tro, a darci appuntamento in ragazza sono andato a cercare il mane ferma l’accusa di aver
sua leggerezza. Era un giovane qualche posto sperduto per riu- don innamorato su Facebook. E dato un bacio a un ragazzi-
tra i giovani. Con il passare degli scire a stare insieme, in una gab- l’ho trovato. Sorridente e beato. no senza il suo consenso”.
anni sono stata contagiata dalla bia di bugie e scuse incastrate Buona vita, tanta vita. Formula light per conferma-
sua vivacità e ho iniziato a tra- perfettamente perché nessuno re che l’impianto d’imputa-
scorrere molto tempo negli am- sapesse. Era lacerante, pesante, zione regge: violenza ses-
bienti parrocchiali. C’era sem- ma anche bellissimo, meravi- Sex suale su minori, cessione di
pre un suo abbraccio per aiutar- glioso. Ci siamo amati veramen- and the droga a minori, induzione
mi a trovare la carica. Avevo tro- te tanto. E abbiamo sentito la vi- Vatican alla prostituzione minorile.
vato un amico speciale, una per- ta presente come non mai. Sono CARMELO ABBATE
sona che capiva come stavo an- stati due anni della mia vita che PIEMME AGGHIACCIANTI i te-
che solo con uno sguardo, che non scorderò mai. Eh sì, alla fine PAGINE 420 sti degli sms inviati dal cel-
aveva fiducia in me e mi aiutava è arrivato il momento della se- EURO 18,50 lulare del prete verso chi pa-
re avesse il compito di ingag-
giare le giovani vittime.
TORREALTA nella lista di proscrizione del Foglio “Trovami un bambino di 10
anni, lo voglio tenero”, scri-

“Pataccari? Se lo dice Ferrara...” veva il parroco al pusher


Franky. “Ho trovato” rispon-
de l’interlocutore. “Ma ha
meno di 15 anni?”, conti-
Foglio credo che esser defini- scontato che quanto dichia- Travaglio... Prego. nuava il prete. “Diciotto”, la
to “pataccaro” da Giuliano rato da Massimo Ciancimino Appunto, La Licata è uno dei Nel 2005 va in onda il servi- risposta dello spacciatore.
Ferrara, uno che ammette di fosse vero. Che, secondo più grandi esperti di Cosa zio, mio e di Sigfrido Ranuc- “Eh no…, a me piace con
esser stato a libro paga della me, è stato incastrato da nostra, Ruotolo lavora per ci, su Falluja, sullo scandalo meno di 14 anni”, contro-
Cia, sia un titolo di merito. qualcuno di quel giro sporco una trasmissione di succes- del fosforo bianco usato sul- batteva il parroco per con-
Ferrara mette in discus- a cui ho fatto riferimento pri- so e Travaglio è il vicediret- la città irachena dagli Stati cludere: “Ma puoi trovare
sione la credibilità di Mas- ma, altrimenti non avrebbe tore dell’unico giornale che uniti. Gianni Riotta sulla qualche madre con un bam-
simo Ciancimino. fornito una prova-patacca. fa soldi senza prenderne dal- Stampa scrisse che si trattava bino, una donna che ha bi-
Ciancimino è una persona L’accusano anche di aver lo Stato. Mi pare chiaro. E mi di una patacca, sono cose sogno di coca?”. Nella stessa
complessa, vuole togliersi di “santificato” con un ap- faccia dire un’altra cosa. che non si dimenticano. inchiesta ieri è stato arresta-
Massimo Ciancimino (FOTO ANSA) dosso una par- to e incarcerato – sempre a
te di storia per- Marassi – un ex seminarista
di Giampiero Calapà sonale ma sta “Non ho mai dato di 41 anni, Emanuele Alfa-

l Foglio inaugura le liste di


con i piedi in
due staffe: da per certo che quanto DELL’UTRI Assolto no, un croupier che stava
imbarcandosi su una nave
Il’infamia
proscrizione. Oggetto del-
colleghi giornalisti
una parte la vo-
glia di una vita dalla tentata estorsione da crociera. Per lui le accuse
sono induzione e favoreg-
definiti “pataccari”. La loro normale, dal- dichiarato giamento della prostituzio-
colpa? Aver riportato notizie l’altra quel giro arcello Dell’Utri assolto a Milano con la vecchia in- ne minorile per aver procac-
sulle dichiarazioni di Massi-
mo Ciancimino. Per il Foglio
sporco che il
padre gli ha la-
da Ciancimino jr. M sufficienza di prove, al processo d’appello “tris” in
cui il senatore del Pdl era imputato per tentata estor-
ciato ragazzini al parroco.

solo patacche a cui hanno sciato in eredi- fosse vero” sione ai danni di Vincenzo Garraffa, ex patron di una L’INTERROGATORIO
dato credito dei pataccari di tà e da cui non squadra di basket a Trapani. L’accusa aveva chiesto due dell’uomo, durato 5 ore, ha
professione: il primo della si è liberato. anni di pena, senza le attenuanti generiche. Garraffa, portato a un nuovo nome
serie è stato Maurizio Tor- Il Foglio l’accusa di aver posito libro il capitano Ul- parte civile, si è detto “deluso”. Il suo avvocato, Vincen- nel registro degli indagati: si
realta di Rainews, poi France- costruito un libro, “Il timo per poi “fargli le pul- zo Culicchia, farà ricorso. Ha definito il verdetto “sor- tratterebbe di un 18enne,
sco La Licata della Stampa, quarto livello”, su una ve- ci” sulla “trattativa”. Ha prendente, dato che la Cassazione, quando ha disposto il accusato anche lui di favo-
Sandro Ruotolo di Annozero, ra patacca. Il pizzino tira- cambiato idea sull’uomo nuovo appello, ha definito come acquisiti l’attendibilità reggiamento per aver pro-
fino a Marco Travaglio, vice- to fuori da Ciancimino che ha arrestato Totò Rii- della testimonianza di Garraffa e gli incontri che ha avu- curato ragazzini a don Sep-
direttore del Fatto. con l’elenco dei registi na? to prima con Dell’Utri e poi con Vincenzo Virga (capo- pia. Nuove dichiarazioni so-
Torrealta, lei è il primo della “trattativa”, con il Prima ho scritto quel libro, mafia di Trapani, ndr)”. La vicenda risale al 1991-1992, no giunte da Bagnasco che
dei pataccari indicati dal nome di Gianni De Gen- poi è arrivata la sentenza in quando il senatore , già condannato per concorso ester- ribadisce: “Non sapevamo
Foglio di Giuliano Ferrara. naro, ex capo della poli- Cassazione (sulla strage di no in associazione mafiosa, era a ca- nulla”. Ma don Piercarlo Ca-
Proprio adesso stavo riguar- zia, aggiunto col copia e via dei Georgofili, a Firenze) po di Publitalia, il colosso pubblici- sassa, parroco di don Seppia
dando un servizio del colle- incolla. È vero o no? che fa esplicito riferimento a tario della Fininvest. Dell’Utri, in- nel 1985 a Recco (Genova),
ga Roberto Morrione (mor- I tredici nomi comparsi su una “trattativa” tra Stato e sieme al boss Virga, avrebbe minac- ai carabinieri di Milano ha
to l’altra notte all’età di 69 quel foglietto meritavano Cosa nostra. Di tutto questo ciato Garraffa, per recuperare in ne- raccontato: “Don Seppia
anni, ndr), che rimanderemo un’analisi. Dovevo forse Ultimo non mi aveva parla- ro metà dei soldi, 530 milioni di lire, stava fuori tutte le notti e
in onda su Rainews: un’in- aspettare le perizie della po- to. offerti alla sua squadra da uno spon- dormiva per l’intera matti-
chiesta sulla P2. Ovviamen- lizia scientifica? Ho fatto un L’elenco dei pataccari sor, attraverso Publitalia. na, la sua non mi sembrava
te fu etichettata come in- lavoro mettendo insieme dei continua sulle pagine del una vera vocazione. Così ho
chiesta-patacca. Rispetto al fatti, ma non dando per Foglio: La Licata, Ruotolo, avvertito i miei superiori”.
Sabato 21 maggio 2011 pagina 9

GENERAZIONE ZERO

“Meglio fottere
Meglio
fottere
GIULIA INNOCENZI
EDITORI RIUNITI
PAGINE 200
EURO 15
Giulia Innocenzi

che subìrli”
(FOTO OLYCOM)

pisco il valore dell’informazione


e anche molto di più sull’Italia.
Fai la giornalista o politica?
Sono portavoce dei giovani che
GIULIA INNOCENZI hanno delle difficoltà, delle testi-
monianze, qualcosa da dire.
Recentemente, ti sei avvici-
CONTRO I “VECCHI” AL POTERE nata a Montezemolo.
Parla ai cittadini esclusi dalla vita
politica che invece vorrebbero
di Federico Mello dovrà affrontare prove legate a zare l’uso del simbolo. Il Pd non dice niente per rappre- giovani. Dopo tre anni ancora di dare il loro contributo. Sono
una tradizione che non esiste. Grillo è solo questo? sentare il maggior numero di mancano i risultati ufficiali di del tutto d’accordo con lui.
iovani italiani bamboccio- Il “Partito dei Puri” è Grillo? No, la nostra democrazia gli de- persone possibile. Una scelta quelle primarie. Come vedi i giovani italiani?

G ni? Non provate a dirlo a


Giulia Innocenzi, già im-
pegnata in politica e ora ti-
tolare dello spazio “Generazio-
ne Zero” da Santoro. Mercoledì
Esatto. La loro è una religione
della purezza. I ragazzi di Grillo
dicono “siamo leader di noi stes-
si”, ma lo statuto del Movimento
dice che solo Grillo può autoriz-
ve essere grata per aver propo-
sto Internet come forma di par-
tecipazione. E i suoi temi sono
cruciali per il futuro del Paese.
Gli altri partiti?
sbagliatissima perchè si è dimen-
ticato di essere progressista.
Il Pdl?
Un partito-televisione, seleziona
la classe dirigente col casting.
E poi il “Grande Fratello”.
(sbuffa). Ti prego, basta.
Chiariamo
Partecipavo alle primarie del Pd.
Mi chiama la Endemol e mi dice:
Un bacino di competenza, ener-
gia e professionalità non utilizza-
to. Perciò molti di loro sono è ras-
segnati, altri esasperati, altri fug-
giti.
esce il suo primo libro. “Meglio Hai 27 anni ma di partiti ne vieni a fare i provini del Gf. Dico: La cosa più urgente da fare in
fottere (che farsi comandare da hai conosciuti... “Non sono interessata”. Mi ri- Italia?
questi)”. Fottere in che senso? Nasco in una terra rossa, a Rimi- spondono: se vieni possiamo Riportare al centro il merito: una
“Ho preso il detto mafioso ‘me-
glio comandare che fottere’, e ALDOVRANDI La Rai ni, da famiglia berlusconiana.
Berlusconi non l’ho mai apprez-
ospitare in altri programmi.
E sei andata.
rivoluzione per la nostra società.
Via il clientelismo, via il sistema
l’ho ribaltato: se sono questi gli zato e cercavo una forza liberare Sì. Inquadrata e registrata dico: delle raccomandazioni, via la ge-
strumenti con cui si governa, al-
lora meglio che ti dedichi ad al-
nasconde l’inchiesta di destra. A sedici anni ho pro-
vato con Alleanza nazionale:
“Non sono qui per fare il Gf”.
Poi esce la notizia e non ti tiri
rontocrazia, via gli apparati bu-
rocratici. Perchè un Facebook
tro”. “Meglio fottere” è un ro- stato morto un ragazzo”, il documentario di Filippo pensa quanto potessi essere indietro. non può nascere da noi?
manzo originale, ambientato in
un’Italia contemporanea condi-
“È Vendemmiati, cronista Rai di Bologna, finalmente an-
drà in onda, questa sera su Rai3 in un orario improbabile per
confusa. Alla prima riunione
uno dei ragazzi tira fuori un san-
L’ho fatto per dire: esiste davve-
ro uno snobismo della sinistra
Ottimista o pessimista?
Assolutamente ottimista. La clas-
ta da inserti fantascientifici: “So- il pubblico più giovane, sabato sera ore 23.45. Il documen- tino di Mussolini e me ne sono che ritene stupida la gente che se politica è rimasta immobile a
no quattro storie intrecciate di tario, vincitore del David di Donatello, è la storia della morte andata schifata. guarda i reality. Un concetto che parlare un mondo che non c’era
giovani che si cimentano con i di Federico Aldrovandi durante un controllo della polizia e la E poi? io disprezzo: bisogna capire co- più, ma nella società c’è stato un
partiti italiani. C’è una parte di difficile ricerca della verità nei processi e fuori. Il documen- Poi sono venuta a Roma, alla me parlare a queste persone. movimento incredibile, a co-
fantasia ma ci sono anche i veri tario doveva andare in onda lunedì scorso in prima serata per Luiss, e mi sono avvicinata ai Ra- Come arriva Annozero?. minciare dai giovani che sono
discorsi dei leader”. permettere a tutti di conoscere una storia dolorosa e ancora dicali. Nel 2006 ho fatto un tiro- Quando capisco che la politica si pronti a diventare protagonisti.
Parli del “Partito dei buoni”, misteriosa. Ma la Rai, dopo le richieste degli avvocati difen- cinio all’associazione Luca Co- può fare anche con altri stru- Sei “indignata” anche tu?
quello “dei Forti”, “dei Puri”, sori di chi è coinvolto nell’inchiesta, ha deciso di farlo slit- scioni e non li ho più mollati. menti, e non solo attraverso i Gli indignados ci fanno sperare
“dei Molti”. tare e così di nasconderlo. La Rai si è dimostrata ancora una Da radicale ti sei candidata al- partiti. Ma è anche una casualità. molto. È quello che aspettavamo:
Ogni partito ha i suoi dogmi, al- volta autolesionista visto che ha interessi nelle vendite del la primarie del Pd. Ero stata ospite ad Annozero, do- la primavera araba che si sposta
cuni veri riti religiosi. Ad esem- dvd e del libro del suo giornalista. Una battaglia per la democrazia po Santoro mi chiama e accetto verso Nord. Ma per cambiare dav-
pio, il ragazzo che vuole entrare in un partito che di democratico la sua proposta. Da lì mi si apre vero bisogna passare anche dalla
nella Lega (il partito dei Forti), ha molto poco, ancor di più tra i un mondo un mondo in cui ca- protesta alla proposta.
pagina 10 Sabato 21 maggio 2011

ECONOMIA

PER NON ESSERE SCARTI


di Stefano Feltri

n fondo dicono la stessa co-

I sa: il presidente della Re-


pubblica Giorgio Napolita-
no e cinque disoccupati
over40 che si sfogano in un vi-
deo su Youtube che in pochi
giorni è stato visto da 12mila
persone. Il capo dello Stato ieri
ha detto: “Oggi più che mai oc- Su Youtube la denuncia dei disoccupati over 40
corre un diritto del lavoro inclu-
sivo ed equo”. Cioè leggi che
rendano il mercato del lavoro
“attento alla tutela dei diritti del-
vecchi per lavorare e giovani per la pensione
la parte più debole contrattual-
mente e alla riaffermazione rigo- MARCO SANBRUNA
rosa dei relativi doveri”.

NEL VIDEO di 4 minuti su You-


tube dal titolo “Non siamo scar-
ti”, Marco Sanbruna, 46 anni, Dil-
“ERO LAUREATO, HO TROVATO
va Giannelli, 58 anni, Fedele Spo-
sato, 63 anni, Nicola Di Natale, LAVORO SOLO COME
VIGILANTE A 5 EURO ALL’ORA”
57 anni, Giovanni Laratta, 54 an-
ni, si appellano al ministro dell’E-
conomia Giulio Tremonti: “Vo-
gliamo dirle che noi, onorevole
Tremonti, noi espulsi dal lavoro il ‘deserto dei tartari’ in cui Marco aveva come
quando avevamo già compiuto i unica compagnia il suo distintivo da vigilante e
40 anni, da questa crisi non sia- la clessidra del tempo che, giorno dopo giorno,
mo ancora usciti”. ha capovolto la sua vita di laureato, figlio di un
A promuovere l’iniziativa è l’as- piccolo imprenditore, in quella di un precario e
sociazione Atdal, per la tutela dei poi di un disoccupato. “Ho centinaia di foto –
diritti dei lavoratori over 40. Ar- racconta – di fabbriche scattate in tutta la Lom-
mando Rinaldi racconta com’è bardia. Si possono utilizzare per un video clip?
nata: “Sono un ex dirigente della Chissà quanto costerebbe?”.
Philips ora in pensione. Mi han- Durante gli studi universitari, Sambruna aveva
no buttato fuori a 51 anni, nel iniziato a lavorare con il padre e gli zii all’interno
1999, quando mi mancavano cin- di una piccola ditta che distribuiva radio, tv, hi-fi
que anni alla pensione, quindi ho e materiale elettrico, poi spazzata via dalla gran-
dovuto lavorare come free lan- de distribuzione. Dieci anni fa è iniziata la deriva
ce”. In quei cinque anni prova a quando Marco ha scoperto per la prima volta di
scalfire la solitudine che prova giati che non cercano più lavoro pa. Su Youtube si accumulano le Il giornalista Mimmo Lombezzi ha avuto l’idea del essere ‘vecchio’, a 36 anni. All’inizio ho pensato
chi è nella sua situazione: “So che e i cassintegrati che sono spesso storie, nei commenti al video. Un breve documentario “Non siamo scarti”, disponibile di potermi ricollocare. Avevo una grossa espe-
può sembrare incredibile, ma è disoccupati mascherati. Ma i loro certo Marco scrive: “Vi invito a su Youtube. Prodotto da Atdal, l’associazione che rienza nel mio settore – la vendita di radio, tv,
andata così. Compro cinque o sei sono drammi individuali, che fa- incanalare le energie verso l'im- organizza chi ha perso il lavoro in età matura, con la hi-fi ed elettrodomestici – sono laureato in Let-
giornali al giorno, leggo sempre ticano a trovare una narrazione pegno per contrastare l’assurdità regia di Stefano De Felici e la fotografia di Paolo tere e specializzato in Psicologia. Ma questa il-
le rubriche delle lettere dei letto- comune. “Mi piacerebbe abbrac- di questo mondo del lavoro che Negro. Ecco l’intervista a uno dei protagonisti del lusione è durata qualche mese. Ho spedito 600
ri. Così ho iniziato a scrivere a tut- ciarli a uno a uno e urlare loro ci vuole escludere. Scegliete voi video, Marco Sanbruna. curricula, ma ho scoperto che suerata una certa
ti quelli che raccontavano situa- «non permettete a nessuno di uc- la forma: impegno sindacale, par- età diventava quasi impossibile ricollocarsi. Ho
zioni analoghe alla mia, in un an- cidere i vostri sogni», ma le mie titico, associazionismo. Ma non di Mimmo Lombezzi capito di essere già vecchio”.
no ho messo insieme 3-400 con- sono solo parole increspate da rassegnatevi a essere scarti”. Si at- Perché hai scelto di lavorare come vigilante? “È
tatti a livello nazionale. Poi è nata un’emozione”, scriveva giovedì tende la risposta del ministro Tre- n atleta che corre senza stancarsi mai. Un l’unica opportunità che mi è stata offerta. È un
l’associazione, nel 2002”. Vi par-
tecipano “disoccupati maturi”,
Massimo Gramellini su La Stam- monti. U maratoneta del tempo che attraversa fabbri-
che abbandonate attraverso la fo-
lavoro che ti costringe a turni mas-
sacranti. E con stipendi bassis-
come vengono pudicamente de- resta pietrificata della crisi simi: 5 euro lordi all’ora. Senza
finiti, con storie come quelle dei
cinque protagonisti del video.
“Mi avevano cacciato, leggevo la globale. È il video che vor-
rebbe girare Marco Sanbru-
straordinari lo stipendio arriva
a 800-850 euro, con gli straor-
Persone come Dilva Giannelli,
58 anni, pubblicitaria vittima di
posta dei lettori e scrivevo a chi era na, che nelle fabbriche ab-
bandonate non poteva corre-
dinari a 950 euro. Lavorare co-
sì è possibile per non più di
un “tagliatore di teste aziendale” re, ma doveva passare intere due o tre anni poi subentrano
che dieci anni fa viene convinta come me, è nata un’associazione” notti. Un video per esorcizzare stanchezza cronica, perdita
ad acettare una buonuscita, sol- di concentrazione e di memo-
tanto per poi dover aprire una “Non ci sono scarti” ria”. Con pesanti conseguen-
partita Iva e mettersi in compe- La rubrica di Massimo ze sulla vita privata: “A causa
tizione con giovani precari a 750 LA VIDEO-LETTERA Gramellini su La Stampa dei turni i tempi per la vita so-
euro al mese. Nicola Di Natale ha Un milione e mezzo di scarti, di persone di giovedì dedicata al video ciale o familiare sono inesi-
57 anni e lo sguardo triste di chi si
è trovato in mobilità con la pro-
CARO MINISTRO, NON SI DIMENTICHI che all'improvviso sono state gettate in
un limbo: troppo vecchie per trovare un
stenti. Ci si ritrova soli. E nel
giorno di riposo non puoi fare
messa di ritrovare il suo posto di
autista in una multinazionale mi-
lanese. L’azienda si è ripresa ma
DI NOI SENZA FUTURO altro lavoro e troppo giovani per andare
in pensione. Vede signor ministro, quan-
do lei parla della crisi e delle strade per
nulla perché devi recuperare le forze. Questo
stato è l’anticamera della depressione. Ci si con-
vince di essere dei falliti, di non avere nessuna
non ha ripreso lui: “T’è capì i fur- ignor ministro, onorevole Tremonti. espulsi dal lavoro quando avevamo già uscirne, dice che bisogna tornare ai chance di rientro nel mondo del lavoro”.
bacchioni?”, commenta in mila-
nese. Unica prospettiva realisti-
S Lei ha detto più volte che è finita in compiuto i 40 anni, da quella crisi non grandi valori dell'Ottocento: come Dio,
Europa l'età dell'oro, che è finita la fiaba siamo ancora usciti. Che adesso quella patria e famiglia. Noi, gli scarti, le chie-
L’ultimo posto offerto a Marco era stare in piedi
all’ingresso di un ipermercato a imbustare le
ca: aspettare la fine di ogni am- del progresso continuo e gratuito, che crisi pesa ogni giorno di più sulle nostre diamo di ascoltare la voce di centinaia di borse dei clienti in sacchetti di plastica in modo
mortizzatore sociale e scoprirsi sta arrivando un tempo di ferro. Bene spalle e sul futuro dei nostri figli. Gli im- migliaia di italiani, che il dio mercato ha da prevenire piccoli furti: otto ore senza sedersi
povero. Peggio perfino dei “wor- signor ministro, noi l'età dell'oro non ab- prenditori, abituati a ripetere che si può privato di tutto, che, derubati del loro e senza pause. Marco ha rifiutato: “A 46 anni”
king poor”, i lavoratori con salari biamo avuto il piacere di conoscerla, produrre fino a 65 anni, sono gli stessi passato e del loro futuro, provano ver- dice “non ho più il fisico per reggere una cosa
da fame, la categoria che più ap- perché vivevamo solo del nostro lavoro, che fanno di tutto per liberarsi delle per- gogna, anche di fronte alla loro famiglia. del genere”. Marco ha visto cadere uno dopo
passiona oggi i sociologi. ma siamo stati i primi a conoscere il tal- sone vicino ai 50 o addirittura ai 40 anni. E che la patria dimentica ogni giorno. l’altro tutti i suoi sogni. Tranne uno: sposarsi. Ha
lone di ferro della crisi. Quella crisi che, Nelle piccole imprese, lei lo sa, è facile, Marco Sanbruna, 46 anni una fidanzata a Foggia che diventerà sua moglie
I “DISOCCUPATI maturi” so- secondo i tg del suo governo, è ormai alle perché non è necessaria la giusta causa. Dilva Giannelli, 58 anni il 4 agosto. “So che non ho quasi nulla da offrirle
no tanti: secondo l’Istata 512 mi- nostre spalle. Quella crisi dalla quale di- Ma è diventato facile anche nelle grandi, Fedele Sposato, 63 anni ma è l’unico progetto a cui non voglio rinun-
la tra i 35 e i 44 anni, 327 mila tra i cono che usciremo rafforzati. Vogliamo perché si aggira l'articolo 18, con il mob- Nicola Di Natale, 57 anni ciare perché vorrebbe dire rinunciare all’idea
45 e 54 anni, altri 100 mila tra i 54 dirle che noi, onorevole Tremonti, noi bing. In Italia siamo un milione e mezzo. Giovanni Laratta, 64 anni stessa della felicità”. Riescono a vedersi ogni 45
e i 65. Senza contare gli scorag- giorni. Quando Marco trova i soldi per il treno.
Sabato 21 maggio 2011 pagina 11

ECONOMIA

TREMONTI SFILA
LA POLTRONA
A MONTEZEMOLO
Un comma del decreto sviluppo
minaccia i conti di Frau-Cassina
di Giorgio Meletti gine svizzera non ha mai regi- La famosa chaise longue di Le
strato i suoi bozzetti di poltrone Corbusier prodotta dalla società
a celebre chaise longue dise- divani e quant’altro, perché non

L
Cassina di Luca Cordero di
gnata da Le Corbusier nel erano oggetti pensati per lo Montezemolo (FOTO ANSA)
1928 è un oggetto brevet- sfruttamento industriale. Al
tato e brevettabile o va contrario, i grandi architetti de-
considerata di dominio pubbli- gli anni ‘20 e ‘30 molto spesso Confindustria Ma pagare ogni anno una miste-
co e quindi liberamente ripro-
ducibile, come l’arcobaleno o
intendevano le loro creazioni
come doni all’umanità. in rivolta
riosa cifra alla Fondazione Le
Corbusier per intestarsi i diritti GRECIA La Francia
la ruota? E infatti da anni tutta l’Europa si sulle sue creazioni in tutto il

LA DOMANDA è solo appa-


dibatte in una confusa partita
giuridica e culturale, tra le ragio-
per la legge mondo si può considerare un in-
vestimento? Dipende dai punti
condanna Atene
rentemente filosofica. E la rispo- ni del diritto d’autore e la ugual- di vista. Certo è che già cinque er avere la poltrona più alta del Fondo monetario
sta che ha dato pochi giorni fa il
ministro dell’Economia Giulio
mente legittima opposizione al-
le rendite ingiustificate. In una
che liberalizza anni fa, al momento della quo-
tazione in Borsa della Poltrona
PDominique
internazionale, quella appena lasciata libera da
Strauss-Kahn, si può anche sacrificare
Tremonti con il cosiddetto “de- successione di leggi nazionali i diritti Frau (che ha in pancia la Cassi- un Paese, la Grecia. La Francia ha deciso di immolare
creto sviluppo” vale parecchi ed europee talvolta contraddit- na, detentrice dei diritti su Le Atene. Il candidato più forte per il Fmi è Christine
milioni di euro. In più per i nu- torie, si è sviluppato un mercato sul design di Corbusier ridotti a carta straccia Lagarde, il ministro delle Finanze del governo fran-
merosi produttori e commer- di fatto in cui la chaise longue Cas- dal governo), fu autorevolmen- cese di Nicolas Sarkozy. E ieri la Lagarde ha concesso
cianti italiani di chaise longue. In sina costa 2.500 euro, mentre se Le Corbusier te notato che il patrimonio del un’intervista al tedesco Standard dicendo: “La Grecia
meno per Luca Cordero di ne trovano esemplari a meno di gruppo che si offriva ai rispar- è a rischio bancarotta. Lunedì abbiamo espresso le
Montezemolo, che con la sua 600 euro. Con i tribunali intasati miatori era costituito per il 60 nostre preoccupazioni circa la lentezza del processo
Cassina (gruppo Poltrona Frau) di cause e i magistrati confusi. Associazioni di categoria come per cento da avviamenti e mar- di privatizzazione in corso”. É il segnale: la Grecia è
rivendica di essere il padrone as- Due cause identiche intentate Federlegno hanno invocato la chi: un po’ troppo “intangibile” morta. Prima la Banca centrale europea comunica
soluto del “marchio” Le Corbu- da Cassina contro i presunti Convenzione di Berna per la come patrimonio. Anche per- che non accetterà più i buoni del Tesoro greci, che
sier. Adesso, dunque, occhio “contraffattori” della chaise lon- protezione delle opere artisti- ché, guardando il bilancio del quindi così sono ufficialmente senza mercato, poi la
agli emendamenti. Tutti posso- gue hanno dato due sentenze di che. L’imprenditore Carlo Gu- gruppo Frau, salta agli occhi una Francia pronuncia la sentenza di morte. Parla la La-
no vedere direttamente la parti- segno opposto: il 4 aprile scorso glielmi definisce il decreto di discrepanza: come mai si attri- garde, ma è come se parlasse già il Fondo monetario
ta, se incuriositi. Basta entrare gli avvocati di Montezemolo Tremonti “una vergogna”, che buisce al marchio Poltrona Frau dove è finita l’era della diplomazia di Strauss-Kahn. Il
nel sito della Camera dei depu- hanno perso a Firenze, il 28 apri- fa male “alle aziende che fanno un valore di poco più di 3 milio- direttore uscente, infatti, cercava di prendere tem-
tati (www.camera.it) e seguire le hanno vinto a Milano. ricerca e innovazione” (concet- ni di euro e al marchio Cassina po, di ritardare l’esplosione della bancarotta atenie-
attraverso l’iter del provvedi- to curioso per un industriale, un valore di ben 56 milioni di eu- se sostenendo le privatizzazioni e approvando ul-
mento n. 4357: è la legge di con- LA MOSSA di Tremonti, ispi- oggetti come la chaise longue ro? Il bilancio non dà informa- teriori finanziamenti (si parlava di 60 miliardi ag-
versione del decreto legge n. 70 rata dal ministro dello Sviluppo sono colpi di fortuna o doni del- zioni in proposito, però si può giuntivi, oltre ai 110 già previsti congiuntamente da
del 13 maggio 2011. economico Paolo Romani, ha l’Onnipotente, nessuna azienda ricordare che la Cassina fu ac- Unione europea e Fondo monetario). Visto che la
Al comma 10 dell’articolo 9, in chiarito, ma proprio per questo investirebbe un euro sulla crea- quistata nel 2005, alla vigilia del- Grecia è tecnicamente spacciata da tempo, ma che
una formulazione ostrogota, c’è ha provocato un’alzata di scudi zione di un long seller). Addirit- la quotazione in Borsa di Poltro- ora il consenso politico intorno alla finzione della
scritto che la proprietà intellet- della Confindustria. Che è divisa tura anonimi citati dal Corriere na Frau, e pagata abbastanza ca- sua sopravvivenza sembra scemare, la Lagarde sce-
tuale su opere dell’ingegno tra la tutela di pochi grandi della Sera dicono che Giorgio Na- ro anche perché vantava, e tut- glie di accreditarsi come più tedesca dei tedeschi,
umano come il disegno di una iscritti come Montezemolo, che politano non avrebbe dovuto tora vanta, di avere in portafo- inflessibile nel rigore. La Bce, con il presidente
poltrona è ammessa da adesso difende con le unghie l’esclusi- firmare l’immondo provvedi- glio “alcune tra le più significa- Jean-Claude Trichet e il membro italiano del diret-
in poi solo se si tratta di opere a va della chaise longue, e le ragio- mento (e così per la prima volta tive opere dell’ingegno di desi- torio Lorenzo Bini-Smaghi, si opponeva al default,
suo tempo registrate. Il comma ni di tanti iscritti più piccoli che la Confindustria attacca il Colle, gner – tra cui Le Corbusier, Char- ma la scelta di rifiutare i bond greci significa che
chiude una volta per tutte una rivendicano la libertà di produr- e guardate per che cosa). Anche les Rennie Mackintosh, Giò Pon- anche a Francoforte si sono arresi all’inevitabile. La
lunga battaglia giuridica a colpi re a prezzo competitivo un og- il pacato industriale tessile Pao- ti...”. Il timore è che, se un prov- missione della troika, Ue, Fmi e Bce ad Atene è stata
di interpretazioni e di legislazio- getto d’uso comune. Finora tutti lo Zegna ha contribuito alla videnziale emendamento non sospesa.
ni stratificate. Se non arriva un gli esponenti del mondo im- causa di Montezemolo: “Il de- salva in extremis i diritti di Cas- Mentre il governo di George Papandreou prova a
emendamento a ribaltare di prenditoriale hanno scelto creto sviluppo dovrebbe sup- sina, per il polo del lusso targato resistere ancora, insistendo con riforme che non
nuovo il gioco, Montezemolo ha Montezemolo, con prese di po- portare chi investe e non chi fa Montezemolo, già in acque non basteranno mai a risollevare i conti, le agenzie di
perso ogni diritto su Le Corbu- sizione addirittura sorprenden- free riding sugli investimenti al- floride, il decreto sviluppo si tra- rating calano la ghigliottina sulla Grecia. Ieri Fitch ha
sier. Il grande architetto di ori- ti. trui”. sformi in un disastro. abbassato ancora il giudizio su un debito che già era
spazzatura. Motivazione: senza nuovi aiuti la ban-
carotta è assicurata. E la dichiarazione della Lagarde
La Marcegaglia si è inventata il premio indica che i nuovi aiuti non arriveranno.
Ste. Fel.

per la sicurezza, ma la sua azienda non lo vincerà


di Salvatore Cannavò timana fa a Yangzhou, in Cina – più dei 135 registrati nel 2010. mente, i sindacati respingono. quando si verificano ripetuta- l’ambiente”. Un ruolo istitu-
e circa 6000 dipendenti. Lo de- Ieri gli operai dello stabilimen- Lo sciopero è stato infatti in- mente. L'azienda, nella rispo- zionale, come viene specifica-

Ndellaell'incontro “riparatore”
con i parenti delle vittime
ThyssenKrupp, avuto
nuncia la Fiom lombarda, e
quella mantovana, provincia in
cui la Marcegaglia ha la sua base
to di Forlì hanno scioperato
per il rinnovo del contratto
aziendale che viene loro nega-
detto da Fiom, Fim e Uilm con
un'adesione del 90 per cento e
altre 4 ore sono state indette
sta data alle sollecitazioni sin-
dacali, si è impegnata a fare il
massimo per garantire il con-
to sul sito del gruppo, con in-
tervento del personale “pres-
so tutte le unità produttive,
qualche giorno fa, Emma Mar- direzionale. Solo nei primi quat- to da oltre un anno. Tra i punti per i prossimi giorni. Il prefet- trollo e ampliare il coinvolgi- fornendo supporto ai Servizi
cegaglia ha proposto un “pre- tro mesi del 2011, spiega al Fatto del mancato accordo c'è pro- to di Forlì, tra l'altro, per evi- mento dei lavoratori che vie- di Prevenzione e Protezione
mio per la sicurezza” dedica- Quotidiano Mirco Rota, segreta- prio la richiesta dell'azienda di tare blocchi stradali ha convo- ne giudicato, tra l'altro, “gradi- interni”.
to alla memoria di quegli ope- rio della Fiom della Lombardia, legare gli aumenti di produtti- cato le parti per giovedì pros- to”. Però non può fare a meno
rai arsi vivi nello stabilimento “gli incidenti sono stati 50”. vità all'andamento delle assen- simo. di sottolineare che la respon- LA MADE HSE, però, è già
torinese dell'azienda tedesca. Rapportati su base annua fa una ze per malattie e agli infortuni. sabilità principale dei control- finita sotto i riflettori nel caso
Un impegno necessario dopo stima di 150 infortuni, molti di Una richiesta che, unitaria- GLI INFORTUNI, dunque, li è demandata alle ditte che di irregolarità nello smalti-
che all'assemblea degli indu- costituiscono una spada di Da- hanno in appalto la manuten- mento dei rifiuti che ha visto
striali di Bergamo era scattato mocle su tutta l'azienda e sono zione e la sicurezza e che, a lo- indagato il fondatore del grup-
un applauso di solidarietà ri-
volto all'amministratore dele-
Nel 2011 le stesse denunce fatte da Rap-
presentanti dei lavoratori per
ro volta, devono rispettare i
controlli e le indicazioni della
po, Steno Marcegaglia. Il labo-
ratorio di analisi, allora seque-
gato della Thyssen condanna-
to a 16 anni di carcere.
già 50 incidenti, la sicurezza (Rls) a confermar-
lo. Solo lo scorso 18 maggio
Asl.
Solo che a coordinare gran
strato nell'ambito dell'inchie-
sta “Golden Rubbish” era pro-

QUEL PREMIO, però, mol-


i controlli li fa dagli Rls sono partite due let-
tere rivolte all'azienda per de-
parte di questo lavoro è oggi la
Made Hse che “cura il coordi-
prio della Made Hse e al suo
interno venivano redatti falsi
to probabilmente Emma Mar-
cegaglia o, meglio, la sua
formalmente nunciare un avvio di incendio
nello stabilimento di Milano e
namento della Commissione
Interna Sicurezza e Ambiente
certificati di analisi sui rifiuti
da smaltire. Un passato imba-
azienda, non lo vincerà mai. poi la caduta del braccio di un del Gruppo Marcegaglia” e razzante. Con un ultimo par-
Continuano infatti i casi di in- una ditta terza carroponte con tanto di ac- “svolge un ruolo consultivo al- ticolare, segnalato dalla Fiom:
fortuni sul lavoro presso gli ciaio arrotolato (per 80 quin- le Direzioni di stabilimento ed a presiedere la Made è la mo-
stabilimenti del gruppo, uno Ma è gestita tali di peso) che fortunata- ai Servizi di Prevenzione e Pro- glie del figlio di Steno Marce-
dei più grandi nella lavorazio- mente non ha fatto vittime. Le tezione, nella gestione delle gaglia, Antonio. Insomma, la
ne dell'acciaio con 50 stabili- dalla cognata denunce vengono fatte dagli problematiche inerenti la tu- sicurezza in azienda Emma
menti in tutto il mondo – l'ul- Rls solo quando i casi sono tela della salute e della sicurez- Marcegaglia l'affida alla co-
timo, inaugurato qualche set- di Emma particolarmente gravi oppure za dei lavoratori, la tutela del- gnata, Carolina Toso.
pagina 12 Sabato 21 maggio 2011

DAL MONDO

N
ZAPATERO ONU-ITALIA
Membro Consiglio
diritti umani

E LA SINDROME L’ Italia è stata eletta


dall’Assemblea
Generale Onu al Consiglio
dei diritti umani delle
Nazioni Unite (di cui ha
fatto parte dal 2007 al

RIVOLUZIONE 2010), con sede a Ginevra.


Lo ha annunciato al Palazzo
di Vetro il presidente
dell’Assemblea, Joseph
Deiss, aggiungendo che il
mandato dell’Italia e degli
Rischio scontri con la polizia per i giovani altri Paesi eletti sarà di 3
anni.

di Democrazia Real alla vigilia del voto


di Alessandro Oppes con tre parole la linea del gover- brare con la forza migliaia di per-
Madrid no: “Opportunità, congruenza e sone riunite in piazza, tra l’altro
proporzionalità”, ha spiegato il sotto gli occhi delle tv di tutto il
a piazza è dei giovani, i po- numero due di Zapatero, saran-

L
mondo. A subire un effetto deva-
litici si sono dovuti rifugia- no i principi che guideranno l’a- stante sarebbe, ovviamente, il go-
re all’interno di spazi chiusi zione della polizia nelle prossi- verno socialista, già alle prese
e ben vigilati per celebrare me ore. “Ciò che faremo è com- con una delicatissima tornata
– tra iscritti e fedelissimi ai partiti piere il mandato costituzionale, elettorale che, se si confermano Giovani accampati a Plaza del Sol a Madrid (FOTO ANSA)
– l’atto finale di una campagna e quello delle forze di sicurezza è le previsioni dei sondaggi, po- LIBIA
elettorale trasformatasi in un in- applicare le leggi. Perché si ca- trebbe dover fare i conti con la sia imputato di corruzione assie- pazioni tra i protagonisti del
cubo. A mezzanotte, con l’inizio pisca meglio, dove c’è un pro- più clamorosa batosta da quando me ad altri quattro alti funzionari “maggio spagnolo”. Nonostante i Affondata la flotta
della giornata di riflessione che blema la polizia non ne crea un – sette anni fa – José Luis Rodrí- dell’amministrazione locale. At- divieti, e le polemiche roventi di Gheddafi
precede le amministrative di do- altro, nè altri due o tre”. guez Zapatero andò al potere. tesa anche per i risultati delle co- che li circondano, loro hanno
mani, è scattato il divieto di ma-
nifestazione deciso, tra le pole-
miche e con un solo voto di scar-
L’IMPEGNO, INSOMMA,
sembra essere a non intervenire,
Il Psoe rischia di perdere alcune
delle sue roccaforti storiche, co-
me i municipi di Barcellona e Si-
munali nel Paese Basco dove, a 8
anni dalla messa fuorilegge di Ba-
tasuna, ritorna sulla scena la sini-
ben chiaro che questa esperienza
di partecipazione è appena agli
inizi. Scatta la giornata di rifles-
L e navi militari delle
forze fedeli Gheddafi
sono per la Nato un
to, dalla Giunta centrale eletto- visto che le proteste si sono svol- viglia, dove governa da trent’an- stra indipendentista con la lista sione? E allora “noi continuiamo bersaglio “più che
rale dopo sette ore di dibattito in- te finora in forma completamen- ni, e la regione di Castiglia La Bildu: autorizzata nei giorni scor- con l’esercizio di riflessione col- legittimo”. Così
fuocato. Ma, mentre l’estrema te pacifica. Anche ammesso che Mancha. In bilico anche altri feu- si dal Tribunale costituzionale lettiva”, assicurano. l’ammiraglio Giampaolo
destra mediatica gridava ieri le rivendicazioni del movimento di socialisti come l’Estremadura, con una decisione che ha provo- E, visto che oggi è vietato mani- Di Paola, presidente del
mattina a un fantomatico “boi- Democracia Real Ya possano in Aragona e le Asturie, mentre i po- cato durissime polemiche so- festare, subito dopo la mezzanot- comitato militare della
cottaggio della democrazia” rap- qualche modo condizionare l’an- polari dovrebbero restare ben prattutto tra le organizzazioni di te, alla Puerta del Sol, hanno ri- Nato, in riferimento
presentato dai ragazzi accampa- damento della giornata elettora- saldi al potere tanto a Madrid co- vittime del terrorismo, potrebbe sposto così: a centinaia, con la all’affondamento di 8
ti alla Puerta del Sol di Madrid e le, conseguenze ben più gravi sul me a Valencia nonostante – in sfiorare il 20% dei consensi. bocca coperta dal nastro adesivo, unità militari a Tripoli e
in decine di altre piazze spagno- voto avrebbe – come fa notare in questa regione – il presidente Ma l’andamento della giornata che tutti insieme hanno strappa- in altri porti libici.
le, il ministro dell’Interno Alfre- un editoriale il quotidiano El País – Francisco Camps (paragonato ie- elettorale sembra essere tutt’al- to via per lanciare un “grido muto “È evidente” che Gheddafi
do Pérez Rubalcaba ha chiarito l’eventuale decisione di sgom- ri dal New York Times a Berlusconi) tro che al centro delle preoccu- al cielo”. (riapparso ancora una
volta in tv, foto sopra) ha
le ore contate. “Le
Strauss-Kahn, la foto
La morale britannica: “Tradire defezioni ci sono” così
come “la prospettiva
CAMILLE la moglie, tradire lo Stato”
politica”, ha spiegato ieri
il ministro degli Esteri
E LE COLPE Frattini.

GIAPPONE
DEI PADRI di Caterina Soffici
Londra
La pratica è in voga da qualche tempo, ed è origine di
una polemica senza fine sui limiti della libertà di
stampa, tanto che Cameron ha dato incarico ai mi- Si dimette il capo
di Lidia Ravera er la serie diverse moralità, ieri i giornali inglesi nistri della cultura e della giustizia, Hunt e Clark, di della Tepco
P spiattellavano in prima pagina l’ennesimo scan- mettere mano a un progetto di legge che regolamenti

O cchi bassi, capelli sciolti, fac-


cia pulita, le mani, tutte e
due, aggrappate al braccio della
dalo a sfondo sessuale. “Tradire la moglie, tradire lo
Stato” e rivelano la relazione extraconiugale dell’ex
amministratore delegato di Royal Bank of Scotland
l’intricata materia. Sono temi che noi conosciamo
bene e rispondono sempre alle stesse domande di
base: la vita privata di un personaggio pubblico è
I l disastro nucleare di
Fukushima dell’11
marzo abbatte i conti
matrigna che, in questa fiaba tri- Fred Goodwin. Abbiamo il diritto di sapere, è la tesi privata o pubblica? Dove inizia il diritto di cronaca e della Tepco, il gestore
ste, è buona, vuole bene al marito e quindi anche a lei, Camille della stampa, perché vogliamo capire se la relazione dove finisce il diritto alla privacy? Si può mettere un dell’impianto, che segna
Strauss-Kahn. La fotografia che le ritrae così, la più giovane con la ex collega abbia influito sul collasso della ban- bavaglio alla stampa per tutelare una persona non un rosso da 1.250 miliardi
avvinghiata alla più vecchia, mentre, entrambe, subiscono, ca. ancora condannata? di yen (10,6 miliardi di
senza via di scampo, l’attenzione mondiale, intenerisce anche L’uomo è notevolmente odiato. È lui il fautore del col- La superinjunction di Goodwin era stata accettata euro) nell’ esercizio
i più inflessibili fra i moralizzatori, anche quelli che si ostinano lasso da 45 miliardi di sterline dell’Istituto, salvato poi dal giudice che aveva secretato tutto, sia la storia 2010-11, il più pesante
a sognare una classe dirigente più virtuosa che viziosa, magari dallo Stato, e per questo “premiato” con una buo- della relazione con una collega sposata, sia che il mai accusato da una
perché pesi meno la distanza di qualità della vita, fra i pochi che nuscita da quasi 17 milioni di sterline. Goodwin era protagonista dell’indagine fosse un banchiere. compagnia nipponica
contano e i milioni che tirano a campare. L’ammirazione, si sa, diventato uno dei simboli della crisi del 2008, il ca- Ma un conto è discutere sul bavaglio alle storie di letto non finanziaria. “Mi
è l’unico antidoto all’invidia. talizzatore dell’odio contro i banchieri, i loro bonus e di un calciatore o di un vippetto delle notti londinesi. dimetto perchè sono
Non è colpa nostra se abbiamo bisogno di ammirarli, i numeri i privilegi: un gruppo che si firmava Bank bosses are Un conto è la vicenda privata di un personaggio pub- responsabile del crollo di
uno, due e tre, padroni dei nostri destini. Certo, la figura del- criminals gli devastò la casa di Edimburgo e distrus- blico che ha avuto in risvolto significativo nella vita fiducia dell’opinione
l’idolo caduto, accasciato in un’aula di Tribunale, non è più se una macchina parcheggiata in giardino. Sir Fred politica ed economica della nazione. Infatti non ci è pubblica nell’energia
oggetto d’invidia, quindi gli si perdona, mentre sta punito, la Goodwin (“sir” perché “nobilitato” per meriti di bu- voluto molto per far alzare il velo. La superingiun- nucleare e per aver
colpa di non suscitare apprezzamento o rispetto. Questo per siness, da figlio di un elettricista di Glasgow a potente zione chiesta dall’ex capo della Royal Bank of Sco- causato tanti problemi e
quanto riguarda la vita pubblica. Purtroppo è la vita privata, squalo bancario tagliatore di teste), sotto inchiesta tland per nascondere la tresca con l’ex collega è stata paure alla gente: chiedo
però, quella che i crimini a sfondo sessuale, inevitabilmente, per il crac della banca, aveva chiesto una superin- accantonata nella camera dei Lord, quando Lord Sto- scusa a tutti”, ha
illuminano. E lì è l’immagine di Camille, smarrita fino al punto junction, cioè una specie di bavaglio che qui un per- neham ha chiesto chiarimenti in nome del diritto dei annunciato il numero
di cedere a quel gesto da bambina, che commuove. Le colpe sonaggio famoso può chiedere per proteggere la sua contribuenti di sapere tutta la verità su una vicenda uno della utility,
dei padri ricadono sui figli. Ma sulle figlie picchiano più duro. privacy. che è costata all’erario qualche miliardo di sterline. Masataka Shimizu.
Sabato 21 maggio 2011 pagina 13

DAL MONDO

OBAMA E NETANYAHU LONTANI SU TUTTO


LA PACE FREDDA DI ISRAELE
Il nuovo piano Usa per il Medio Oriente non convince
di Roberta Zunini “Israele entro i confini del ‘67”, te alle necessitá del paese do-
Tel Aviv resta il fatto che la sorte della ca- po che le rivolte hanno para-
pitale delle tre religioni monotei- lizzato l’economia, che per al-
e il mondo arabo non ha tro non era sanissima prima

S
ste e di un futuro Stato palestine-
esultato dopo il discorso se, è in fondo il problema princi- del 25 gennaio. I 2.000 milioni
del presidente americano, pale. Perché l’ampliamento degli di dollari promessi da Obama
in Israele si respira un’aria insediamenti ebraici nella parte “aiuteranno ad alleviare i pro-
di preoccupazione impastata di eEst, non è e non potrà mai es- blemi economici, ma tutto di-
rabbia non solo per ciò che ha sere, materia di discussione per penderà dalla velocità con cui
detto Obama ma anche per la ri- Bibi. Questioni dirimen- saranno messe in pratica que-
sposta del premier israeliano Ne- ti di cui nessuno ha par- Netanyahu e ste promesse”, nelle quali ha
tanyahu che ieri è volato a Wa- lato. “Se Netanyahu è fu- Obama durante il fiducia Mustafa Kamal, profes-
shington. La reazione del pre- rioso per la questione colloquio alla Casa sore di Scienze Politiche del-
mier - sintetizzata nella sua di- dei confini del '67, figu- Bianca. In alto, l’Università americana del
chiarazione “gli americani han- riamoci cosa potrebbe Zipi Livni (F A )
OTO NSA Cairo.
no molte cose da nascondere accadere quando si do- Forse non saranno molti e non
sotto il tappeto” - al nuovo corso vranno affrontare questioni es- arriveranno abbastanza velo-
mediorientale di Obama, non ha senziali come il destino di Geru- cemente, ma i soldi offerti da
convinto la stampa e tantomeno salemme”, si dice negli ambienti Obama indicano soprattutto
la leader del principale partito di progressisti. un cambio di strategia di Wa-
opposizione Kadima, Zipi Livni. Tutti indistintamente, progressi- shington, che per la prima vol-
Secondo Livni, Netanyahu sta sti ed elettori di destra, laici e or- ta cerca la stabilità e la sicurez-
mettendo a rischio il sodalizio todossi sperano che il premier za dell’Egitto attraverso l’aiu-
con gli Usa. In Israele criticare il non continui a considerare gli to economico e non solo mi-
rappresentante dello Stato, nel litare.
momento in cui si appresta a in-
contrare all'estero il presidente
di un'altra nazione, non è con-
Il presidente: L’orgoglio degli egiziani: NEGLI SCORSI ANNI, l’E-
gitto dittatoriale di Mubarak
sueto. Anzi, è considerate una “Ci sono riceveva più di 1.000 milioni
mossa lesiva dell'Istituzione.
Ma molte cose sono cambiate da divergenze”
“No all’elemosina americana” di dollari per le forze di sicu-
rezza e l’Esercito del paese, di-
quando a settembre fallirono i venuto per questo il secondo
negoziati di pace. L’establi- di Francesca Cicardi diera egiziana sulle guancie ma nazionale che risolveremo più potente esercito della re-
shment israeliano è scettico sul- Il premier: Il Cairo dei manifestanti che per l’en- da soli”, assicura Araby spin- gione dopo quello di Israele.
la possibilità di un “nuovo Medio nesimo venerdì si sono ritro- gendo il suo carretto di bibite. Ma nell’ “Egitto democratico”,
Oriente”, e di certo il comporta- “Non possiamo el discorso di Obama rivol- vati a piazza Tahrir, sulle rive come l’ha descritto Obama,
mento di Bibi non aiuta a imboc-
care una direzione diversa. tornare ai Nha ricevuto
to al mondo arabo, l’Egitto
moltissimi elogi,
del Nilo, per non fare morire
lo spirito della rivoluzione.
“Non siamo così poveri e di-
sperati”, dice una ragazza di
classe alta di nome Riim, che
questo modello non è più va-
lido, anche se la sicurezza con-
nessuna avvertenza e l’unica spiega che il discorso di Oba- tinua ad essere l’obbietivo ul-
FORSE I NODI non verranno confini del ‘67” promessa concreta: gli Stati IL PRESIDENTE degli Stati ma è stato positivo ma non era timo, garantita dallo sviluppo
al pettine ma la primavera araba Uniti cancelleranno un mi- Uniti ha apprezzato nel suo di- quello che aspettavano in Egit- economico e la soddisfazione
soffia tutto intorno a Israele e le liardo di dollari di debito – scorso questo entusiasmo e to: “Abbiamo bisogno dell’ap- del popolo.
folate si sono fatte più forti tanto americani come ostili: “Perseve- che saranno investiti nella reso omaggio alla piazza poggio morale e il riconosci- Gli Stati Uniti aiuteranno il
da essere arrivate dentro il cuore rare nel trattare gli americani co- crescita del paese - e facilite- Tahrir, dove le sue parole non mento politico, non dei sol- nuovo Egitto anche a recupe-
di Gerusalemme. Di cui Obama me nemici, prima o poi li trasfor- ranno l’accesso a un altro mi- sono però piaciute, interpre- di”, afferma, e aggiunge: “ol- rare i fondi “rubati” dal regime
non ha parlato ma che continua a merà davvero in tali”, ha ribadito liardo di dollari per finanziare tate da molti come una intro- tre tutto, non sono neanche di Mubarak e trasferiti all’este-
costituire, assieme al problema ieri sera Zipi Livni, mentre il pre- in particolare la creazione di missione nelle vicende degli tanti!”. ro, molti dei quali in America,
del ritorno dei profughi palesti- mier incontrava il segretario di posti di lavoro. egiziani. “È logico che ci sia Il governo calcola che l’Egitto e il cui ritorno è una delle
nesi e della costruzione di nuove Stato Hillary Clinton. E il presi- La disoccupazione – che si una crisi economica dopo una avrebbe bisogno di 10 miliardi aspettative fondamentali de-
colonie in Cisgiordania, princi- dente americano durante l’in- calcola sia del 40% tra i giova- rivoluzione, ma è un proble- di dollari nel 2011 per far fron- gli egiziani.
pale fonte di ansia per i vertici po- contro con Netanyahu ha ricono- ni - è uno dei principali pro-
litici di Israele. La spartizione del- sciuto l’esistenza di “divergenze” blemi che affronta il nuovo La manifestazione di ieri a piazza Tahrir al Cairo (FOTO ANSA)
la Città santa, sarebbe del resto
ipotesi intollerabile per chi come
con gli israeliani su come far
avanzare il processo di pace; in
Egitto ed è anche stata la mic-
cia che ha fatto esplodere il
Non solo
Netanyahu - per non parlare della
destra ultraortodossa rappresen-
risposta l’israeliano ha affermato
che i “confini del ‘67 sarebbero
Nord Africa, quando un gio-
vane tunisino disoccupato si
consensi nel
tata dallo Shas - considera Geru-
salemme tutta, Ovest ed Est, ca-
attualmente indifendibili”, boc-
ciando di fatto la proposta ame-
è dato fuoco lo scorso mese di
dicembre, essendo poi il pro-
paese elogiato
pitale unica dello Stato ebraico. ricana. La speranza di un'inver- tagonista del discorso del pre-
Potrebbe sembrare fuori luogo sione di tendenza della dirigenza sidente Obama a Washington da Washington
parlare oggi di Gerusalemme, israeliana, seppur sempre più dif- 5 mesi dopo.
quando solo due giorni fa Obama ficile, è comune anche palestine- “Vogliamo solo poter avere come esempio
ha proferito per la prima volta, si dell'Anp che verrebbero facili- un lavoro e vivere meglio”, di-
nella storia dell'amicizia simbio- tati in questo senso nella difficile ce Mohamed, che ieri cercava del nuovo
tica tra Stati Uniti e Israele, il ter- gestione in corso della riconcilia- di guadagnare qualche euro
mine “occupazione” e la frase zione con Hamas. dipingendo i colori della ban- corso arabo
Doppia repressione del regime

Siria, le stragi del venerdì e il ricatto dello sport


di Franco Ragnoli sequestri, gli arresti e i fermi che la polizia ha
Homs (Siria) compiuto negli ultimi due mesi, le celle regolari
seppur strapiene non bastavano più. Gli stadi DAMASCO censura
mmaginate che a un mese dalla fine del cam- sono costruiti come carceri di emergenza.
I pionato italiano, quando ormai il Milan sta ti-
rando la volata finale al titolo, un decreto legi- IL CALCIO È LO SPORT di gran lunga più
su vittime e fughe
slativo vieta le poche partite che restano da gio- popolare in Siria. È, come in Italia, una religione a tv di Stato siriana ha negato che le forze di sicurezza
carsi. Il torneo viene annullato, il titolo non è ag-
giudicato e la tv smette di andare in onda come
non ufficiale. Lo scorso anno è stato l’Al-Karamah,
squadra di Homs, epicentro delle ultime proteste,
Lgoverno
abbiano represso i manifestanti scesi in piazza contro il
in molte città del paese, nel venerdì della libertà,
nulla fosse successo per mesi. Non è il brutto a vincere il torneo. Quando è stato interrotto un come era stato nominato il decimo venerdì di preghiera e
sogno di Aldo Biscardi, ma un altro aspetto della mese fa, la squadra di Aleppo, Al-Ittihad, guidava Lo stadio di Homs (FOTO DI F. R.) protesta di fila. L'emittente ha smentito quanto riportato da
tragedia che vive il popolo inerme siriano. Un la classifica, ma tutto era ancora da decidere. Per numerosi blogger e attivisti, secondo i quali almeno una
mese fa è stata interrotta la Syrian League, il strada vedi i ragazzi giocare ovunque, non im- effettuati due incontri a settimana e ai tifosi che trentina di persone, tra cui un bambino di 7 anni e un 16en-
campionato di calcio a 14 squadre. Troppi scon- porta se con la palla bucata, in jeans e con le vogliono andare allo stadio, occorrerà un foglio ne, avrebbero perso la vita negli scontri scoppiati dopo la
tri tra le tifoserie si trasformavano in occasione di ciabatte. Cristiano Ronaldo del Real Madrid è il timbrato dalla società che si dovrà prendere la preghiera di mezzogiorno. Nel corso di un programma, la tv
tensione, anche politica, fra le frange pro-regime campione più ammirato, ma la squadra più ama- responsabilità delle loro azioni. Non si potrà né di Damasco ha invece mostrato una manifestazione a favore
e quelle che lo avversano. Lo stadio era una oc- ta è il Barcellona. Fino a un mese fa nei bar eri andare, né stare in gruppo, ma da soli e in settori del presidente Bashar al-Assad in corso ad Aleppo, dove al-
casione per riunirsi. Le adunate di folla sono vie- solito trovare la bandiera di una delle due squadre con un limitato numero di persone, separati da cuni uomini in una moschea hanno affermato che “la situa-
tate dalle leggi a eccezione della preghiera del di calcio spagnole, ora invece sono state sostituite polizia e sbarre. Questo c’è scritto nell’ar ticolo zione è calma”. Intanto si moltiplicano le voci di defezioni di
venerdì in moschea e degli incontri di calcio la con i quadri e i poster del presidente Bashar al-As- che, sebbene in città non si parli d’altro, è appena reparti militari di confine con il Libano e la fuga oltrefron-
domenica. Chi considera il pallone una fede re- sad come vogliono i regolamenti cittadini. un trafiletto nelle pagine interne. In 24 ore tutto tiera di civili e anche di un gruppo di prigionieri del carcere
ligiosa ha però avuto poco da protestare per lo Ieri il giornale sportivo Riada (in arabo Sport) ri- può cambiare, soprattutto dopo l’ennesimo ve- di Albukamal, al confine con l’Iraq.
stop. Un altro motivo ancora meno nobile è stato portava la notizia che domenica riprende il cam- nerdì di sangue. È il nuovo ricatto del regime: fate
l’uso degli stadi come prigioni di fortuna. Con i pionato. Per recuperare le giornate perse saranno i buoni e vi ridiamo il calcio.
pagina 14 Sabato 21 maggio 2011

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

PAOLO SORRENTINO

Io, Sean Penn Renato Zero


Il cofanetto
di 6 dvd
Cher
Compie 65
anni e
Contador
Giro
“austriaco”:
Alonso
Fresco di
rinnovo con

e la sigaretta
entra in promette: lo spagnolo la Rossa, 5a
classifica: è “Voglio fermare sigilla posizione al
subito primo il tempo” la corsa GP di Spagna

della maturità
IL REGISTA IN ODORE
DI PALMA D’ORO SI RACCONTA
di Federico Pontiggia stessa ingenuità, il mio non è un per lui: non avesse accettato, il
road-movie presuntuoso. film non esisterebbe. E la stessa

A
Ma si accosta a temi univer- cosa vale per Frances McDor-
sali, la Shoah per primo. mand e David Byrne (firma la
È una tragedia enorme e incom- colonna sonora, ndr).
prensibile: al riguardo, esistono E l’ha girato per un pubblico
solo intuizioni, perché racchiu- internazionale?
de tutte le degenerazioni uma- Non si può mai pensare al pub-
ne. Un film può dare un piccolo blico: neanche in Italia, figuria- Sean Penn in una scena del film di Sorrentino
contributo alla memoria. moci a livello mondiale. È un
Nel frattempo, è polemica film grande, ma me ne accorge- tori bravissimi. di dollari per cinque film do- una sola sigaretta: quella del-
per le dichiarazioni antise- vo solo alla mattina, perché sul Con l’inglese come se l’è ca- ve li girerebbe: Italia o Usa? la maturità.
mite di Von Trier, dichiarato set c’erano più camion. vata sul set? Dipende quanta parte di quei Fino a due anni fa fumavo due
“persona non grata”. La spaventa il doppiaggio? Nel cinema si fanno sempre un soldi va a me. Comunque, il no- pacchetti al giorno, come anco-
Alle sue parole deliranti io ri- In un mondo ideale mi piace- sacco di domande, molte inuti- stro cinema non è mai rinato, ne ra fa Penn. È la prima volta che
spondo con il film, e basta. Non rebbe immensamente che il li: non padroneggiare la lingua è mai morto: in fondo, siamo so- interpreta un non fumatore, ed
pplausi internazionali e la sensa- si infierisce su chi sbaglia: è una film rimanesse in lingua ingle- m’ha aiutato. lo una piccola cinematografia. è stato molto divertente: alme-
zione che tutto sia possibile, il pratica fin troppo diffusa. Vice- se. Ma in Italia abbiamo doppia- Se le offrissero un miliardo Lei fuma il sigaro, Cheyenne no per me.
metallo prezioso: This Must Be versa, ho trovato bello Moretti e
The Place di Paolo Sorrentino un capolavoro Malick.
conquista Cannes. È la sua quar-
ta volta, sarebbe il secondo pre-
mio, dopo la regia del Divo nel
Il padre di Cheyenne cerca
per tutta la vita chi l’aveva
umiliato ad Auschwitz.
Palma o non palma?
ì
2008: oggi il divo è un altro, Sean Tra quelle brutte, l’umiliazione
Penn che lo premiò e poi volle è sensazione più dolorosa, quel- Le Havre Drive Habemus Papam This must be the place
farsi dirigere. Lo ritroviamo à la la che si dimentica più difficil-
Robert Smith dei Cure: capello mente. Agli inizi di carriera, di Aki Kaurismäki di Nicolas W. Refn di Nanni Moretti di Paolo Sorrentino
lungo e pazzo, rossetto, mascara l’ho provata anch’io.
e unghie laccate, la sua ex roc- Oggi invece pensa di aver
kstar Cheyenne fa il pensionato trovato il suo The Place, un
di lusso e depresso a Dublino,
ma non durerà. Il padre che non
vede da 30 anni muore, trovare il
posto nel cinema mondiale?
Ho ambizioni decisamente mi-
nori. E poi ho scritto un libro, e
H a ricevuto l’applauso
più compatto e l’entu-
siasmo unanime della criti-
N el Festival dei grandi au-
tori, un film di genere e
su commissione: il genietto
L’ umanissimo pontefice
eletto in crisi identitaria
e i cardinali macchietta han-
S orrentino sbarca in Ame-
rica, gira in inglese e diri-
ge la star Sean Penn: non il suo
nazista che lo umiliò ad Au- sono più tranquillo: non doves- ca. Il regista finlandese ha danese Refn è la promessa già no confuso il pubblico stra- film migliore, ma il più intel-
schwitz è una missione di matu- si più riuscire col cinema, un confezionato un film uni- mantenuta del Terzo millen- niero, in attesa di un Moretti ligente per l’export. Protago-
rità: così il film si mette on the editore lo trovo. versale, fiaba agrodolce nio su grande schermo. Dirty più cinico. Ma è stato chiaro a nista l’ex rockstar Cheyenne
road in America, per fare della Intanto, ha diretto Sean sulla dignità dei semplici. Harry e Michael Mann per pa- tutti che non è un film satiri- sulle orme dell’aguzzino nazi-
Croisette la strada dell’oro. Ispi- Penn: dice che lei è il pianista Una summa del suo stile, dri, cornice action-thriller e co, bensì un inno all’inade- sta del padre: parte il
rato a Una storia vera di Lynch, da e lui il voltapagine. senza perdere gradazione un Ryan Gosling di straordi- guatezza, carico di ironia e road-movie alla Wenders, ma
noi arriverà in ottobre. È stato molto facile dirigerlo: è un alcolica. Tra antieroi e mi- naria impassibilità. Questo pi- commozione. Forse non sarà solo un po’: intimo e univer-
Sorrentino, Penn parla di attore magnifico, e come Servillo granti nella città di Le Ha- lota senza nome, stuntman e “impalmato”, ma il magnifico sale, lirico e introverso, si
Palma, lei è scaramantico? a teatro è anche un regista. Si vre si ride, si piange e si criminale, merita di tagliare il Michel Piccoli è in pole per il guadagna un posto al sole nel
Addirittura... non voglio capire mette a disposizione, si fida, e dà pensa. traguardo più ambito. premio al miglior attore. cinema che conta. E la Palma?
questa domanda. tutto coraggiosamente: avesse
Che sguardo ha portato in sbagliato misura, Cheyenne sa-
America? rebbe diventato una macchietta. The artist Melancholia La piel que habito The tree of life
Cheyenne ci manca da 30 anni, Non solo, il personaggio che ho
io non sono mai andato a New scritto con Umberto Contarello di M. Hazanavicius di Lars Von Trier di Pedro Almodòvar di Terrence Malick
York e S. Francisco: abbiamo la non è mai cambiato, ma Penn ha
aggiunto sfumature: la voce in
falsetto, l’andatura lenta e le risa-
Il nostro tine. Come succede con i grandi,
da subito lo conosceva meglio di U na delle sorprese. Per-
ché nessuno prevedeva A pologia del nazismo per
il più masochista dei re- È tornato per vincere, met-
tendo in campo chirurgia T he Tree of Life è subito ap-
parso un’opera-universo,
cinema non è me.
Chi è Cheyenne?
tale leggerezza da un film mu-
to e in bianco e nero. Ecco The
gisti: Lars Von Trier “persona
non grata” al Festival e con-
estetica, cambio di genere e
pure il sedere del ritrovato
onnisciente ed onnicompren-
siva. Dove la risposta al senso
mai morto, né Un candido, un bambino di 50
anni, portatore di gioia e di bon-
Artist del francese Hazanavi-
cius, esperimento vintage sul-
tratti disdetti. Rimane in lizza
il film: un pianeta blu termina
Antonio Banderas: basterà ad
Almodovar per l’agognata
del tutto parte dal Caos origina-
rio e ripiega nel mare della pa-
tà, e che sa ascoltare. This Must l’età d’oro del cine hollywoo- il mondo, ma non è la fine del Palma? Non crediamo pro- ce, in cui l’umana specie è ri-
rinato: siamo Be The Place è il suo romanzo di diano. Di scena il sogno ame- mondo per Kirsten Dunst. prio: troppo barocco e post- conciliata. La pellicola del regi-
formazione da cinquantenne: ricano di una comparsa as- Peccato, Melancholia è l’ope- moderno, compiaciuto e an- sta di culto americano ha divi-
solo una in Italia ci sono anche ottanten- sunta a star, che salva dal de- ra meno malata e più compat- noiato, questo thriller fanta- so: da Film-dei-film al Grande
ni che ne avrebbero bisogno. clino il divo di culto, ostile al- ta dell’ultimo Von Trier: il scientifico è tutta pelle e zero Bluff. Noi tendiamo al Grande
piccola Ha scritto il film pensando a l’avvento del parlato. brutto scherzo l’ha suicidata. arrosto. Dubbio.
Penn?
cinematografia Ideato, immaginato e scritto a cura di Anna Maria Pasetti e Federico Pontiggia
Sabato 21 maggio 2011 pagina 15

SECONDO TEMPO

CALCIO D’ALBIONE

LONDRA NEL PALLONE


Viaggio nella periferia della Capitale
tra il caviale di Briatore e i prosciutti dell’East End
di Luca Pisapia grazie alle malefatte dei re fronte allo stadio. E a chi si
Londra del porno Gold e Sullivan lamentava ha risposto: “Se
che nel 2010 hanno rilevato non vi piace trovatevi un’al-
Londra il calcio brilla il club dalla bancarotta fi-

A
tra squadra!”. Di tutt’altro ge-
anche all’ombra delle nlandese puntando tutto sul nere sono invece i proprie-
tre superpotenze Arse- bando governativo per po- tari del Afc Wimbledon: gli
nal, Chelsea e Totte- ter utilizzare dal 2014 lo Sta- stessi tifosi. Una volta era il
nham. In quella zona buia dio Olimpico di nuova co- Wimbledon Fc, storica squa-
dove si officiano riti pagani struzione che ospiterà i gio- dra del sudovest londinese
minori che entrano a fare chi di Londra 2012: un mi- assurta a mito negli anni ’80.
parte della mitologia calci- raggio speculativo che si è Brutta, sporca e cattiva, la
stica senza bisogno dei ri- tradotto in una pessima ge- crazy gang di Wimbledon ar-
flettori delle televisioni, il stione del club. Hanno vinto rivò a vincere una finale di FA
flusso vitale del football lo si il bando, ma nel frattempo si Cup, la Coppa d’Inghilterra
trova nelle piccole squadre sono indebitati per 80 milio- (il torneo di calcio più antico
che vivono nel ricordo di ni di sterline e la retroces- del mondo), guidata dal ca-
un’antica gloria o nel sogno sione produrrà mancati in- risma Vinnie Jones.
di un radioso futuro che troiti quantificabili in altre
spesso tarda ad arrivare. Co- decine di milioni: e ora il tra- JONES, EX MASTINO di
me nell’East End, dove il cal- sferimento nel nuovo stadio centrocampo che ora si è
cio è fondamento costituen- è a rischio. reinventato una carriera da
te della comunità e dove Mil- brutto ceffo a Hollywood e
lwall e West Ham sono l’u- PER LA GIOIA dei tifosi che all’epoca riuscì addirit-
nica via di fuga da una delle Millwall, stesso ceppo socio- tura a farsi squalificare “per
aree più ostili e depresse linguistico cockney, che li avere disonorato il football”,
della città e del Paese. aspettano nell’inferno chia- commercializzando una vi-
Gli Hammers, i “prosciutti- mato “The Den”, per il derby deocassetta dove, invece che
ni”, sono appena retrocessi, più caldo della Champion- il controllo palla, insegnava a
ship, la serie B inglese. Tra le Il derby tra West Ham e Millwall, qui nel 2009 in Carling Cup con l’invasione di un tifoso (FOTO LAPRESSE) macellare gli avversari. All’i-
due squadre c’è infatti una nizio del millennio il Wim-
Il West Ham rivalità ultracentenaria, che
dagli anni ’70 si è trasformata
me della via che conduce al-
lo stadio del West Ham.
marocchino Taarabt, che
quando ha voglia pare il nuo-
calcio: con aragoste e cham-
pagne servite tra un calcio
bledon Fc è stato trasferito
dalla proprietà nella città
è retrocesso nella valvola di sfogo di una
comunità alienata prima e di-
Dall’altra parte della città,
nell’opulento ovest, c’è il
vo Zidane. Uno stadio tra i
più brutti della capitale, un
d’angolo e una rimessa late-
rale. Adesso che i Rangers so-
dormitorio di Milton Ke-
ynes, fuori Londra, cambian-
e sarà di nuovo menticata poi dal declino
dell’impero britannico con
Queens Park Rangers dei
nuovi ricchi. I tifosi delle ca-
catino dove si può ancora fu-
mare dentro e con la visuale
no stati promossi in Premier,
si misureranno con il Fulham
do nome. Ma un manipolo di
tifosi ha rifondato la squadra
scontri razziali, risse, coltel- se popolari di Hammersmi- impedita da numerosi piloni, di Mohamed Al-Fayed, ex come Afc Wimbledon e do-
derby con late, vetrine infrante e casso- th, quei bianchi che i Clash in e i prezzi della tribuna più proprietario dei grandi ma- po averla fatta partire dalle
netti bruciati tra le firm (i uno dei loro pezzi più intensi alti di Inghilterra. I padroni gazzini Harrods. Anche lui, leghe amatoriali la sta ripor-
il Millwall, uno gruppi organizzati) che pro- chiamavano all’integrazione Briatore ed Ecclestone sono più che pensare alla squadra tando tra i professionisti. E il
prio nell’est londinese diede- razziale e alla rivolta, da qual- infatti più interessati a offrire e ai tifosi, preferisce conce- sogno di quel football londi-
dei più sentiti ro vita al triste fenomeno che anno vivono nel parados- ai pochi che se lo possono dersi stravaganze personali. nese figlio di un dio minore
hooligan: come racconta an- so. Una squadra priva di gran- permettere un’esperienza Come la statua di Michael continua grazie all’autoge-
e violenti che il film Green Street, dal no- di nomi, escluso il fenomeno più vicina alla F1 che non al Jackson, appena eretta di stione.

Talenti di tutto il mondo, esibitevi Ex Libris

Penna, un poeta
AL TEATRO VITTORIA DI ROMA UNA RASSEGNA RISERVATA ALLE PICCOLE COMPAGNIE
madrina Maya Sansa, in quattro
settimane si esibiscono quattro
migliore. Il premio sarà essere prodotti dalla
Compagnia Attori & Tecnici del Teatro Vit-
fuorilista
compagnie: come le ha scelte? toria e inseriti nel cartellone 2011/2012”. La
“Gliel’ho detto, vagando ai mar- manifestazione è self-made? “Certo. Noi non I 150 Grandi Libri dell’Unità, i Pre- tonda o di una tavola calda. La stu-
gini della cultura istituzionale e frequentiamo i salotti, nessuna istituzione, senti e gli Assenti, i Buoni e i Cat- pefatta domanda che si fa Berardi-
anche oltre, cercando nei sotto- oltre a farci i complimenti, ci ha mai soste- tivi; e poi i 5 superlibri della vita, le nelli -“Cosa sa il grosso del pubbli-
suoli della creatività. Al buio bril- nuto economicamente. Riusciamo grazie al dieci parole e i 35 giornalisti che co di che cos’è un vero poeta?”- è
lano fiammelle che, se potesse- successo di sala e al fatto che gli spettacoli hanno raccontato l’Italia (tra cui conseguente. E poi: che cosa vuo-
ro, saprebbero rischiarare tutta scelti sono già prodotti”. Si parte con uno Bruno Vespa). Nella vertigine del- le davvero questo pubblico mon-
questa opacità con bagliori spettacolo catanese, Io in valigia mi porto, di la lista che ha pervaso il Salone del tante dei festival e dei saloni, al di là
straordinari. Da tre anni cerco di Gabriella Saitta, con le musiche originali di libro, e che pervade la nostra vita di quello che gli si suggerisce di vo-
portare alla luce questi sommer- Franco Lazzaro: “Non è una rappresentazio- quotidiana, scandita da almeno 5 lere? Il guaio delle liste è che a for-
si”. Riuscendoci, visto che nelle ne di teatro tradizionale, piuttosto un espe- eventi imperdibili al giorno, la lista za di ricordare, vertigine dopo ver-
edizioni passate spettacoli co- rimento ispirato al teatro terapeutico. Lo più impressionante è quella di cui tigine, ci si dimentica del resto. Ma
me Tiergartenstrasse 4. Un giar- spettacolo racconta il percorso personale e ci ha parlato ieri Alfonso Berardi- il resto è tutto. Può avvenire che ci
La locandina di “Salviamo i talenti” dino per Ofelia di Daniele Mura- professionale degli artisti nel laboratorio in nelli sul “Corsera”. Appena 15 si dimentichi di un poeta così vero
tore o Lettere al padre, da Kafka cui si sono formati: sono loro gli autori del spettatori presenti all’incontro in da passare inosservato. Dimenti-
di Eugenia Romanelli di Gabriele Linari sono arrivati al Festival di testo, che appunto è felicemente corale”. cui si celebrava Sandro Penna e si care Penna, questo poeta sempli-
Todi: “Basta fare spazio. Se il teatro istitu- Dal 26 al 28 invece “Il cestino delle mele”, di dava conto della futura edizione ce e solitario, allergico a ogni lista,
hi è stanco dell’intrattenimento zionale prendesse il coraggio di fare un pas- Alessio Mosca: “Forse è quello che mi ha toc-
C usa-e-getta, raggiunga il Teatro Vittoria so indietro, nel suo stesso interesse, ve-
di Roma dove, fino all’11 giugno sono di drebbe come le sale tornerebbero a riem-
cata di più, ma lascio giudicare al pubblico. Si
svolge in un carcare, sotto la guerra: tre com-
delle sue poesie curata per Garzan-
ti da Giuseppe Leonelli. Dieci spet-
tatori in meno dei famosi 25 lettori
sarebbe un delitto ma soprattutto
un castigo, perché la sua poesia
tanto poco cerebrale (e dunque
scena le compagnie di giovanissimi selezio- pirsi”. pagne di cella, molto diverse tra loro, ven- dei Promessi Sposi; e soprattutto, un antimoderna) non chiede di esse-
nate da Viviana Toniolo, direttrice artistica dono la quarta coinquilina, nuova arrivata, numero risibile in rapporto alle re spiegata, forse nemmeno cono-
del teatro, per la rassegna Salviamo i talenti. IN GIRO, SEMPRE gli stessi nomi, le stes- per una mela. Non aggiungo altro”. turbe oceaniche in continua mi- sciuta. Chiede di solo essere letta,
Premio Attilio Corsini. “Ho fondato questa se compagnie, gli stessi spettacoli, le stesse Di omosessualità e pedofilia nella chiesa par- grazione tra gli stand, a caccia di e ascoltata, come si vede qui di se-
manifestazione tre anni fa – racconta Tonio- scuole: come si fa a interrompere il ciclo? la invece “Il clown dal cuore infranto”, dal 2 una firma copie, di una tavola ro- guito. La poesia e nient’altro.
lo – per agitare una rivolta nella prosa. Ho “Frequentando i teatri indipendenti o parte- al 4 giugno: “La compagnia è bolognese e
cominciato a girare per i piccoli teatri off, di cipando a rassegne come queste. Quando ho Simone Toni riadatta la commoventissima
periferia, autogestiti e indipendenti. Ho scoperto che le piccole compagnie autopro- lettera di Oscar Wilde dal carcere di Rea- La vita... è ricordarsi di un risveglio
scoperto un mondo”. Voleva bissare il ta- dotte per recitare devono addirittura pagarsi ding. In un momento in cui è esploso lo triste in un treno all’alba: aver veduto
lent scouting degli anni Settanta e Ottanta, l’affitto del teatro, mi sono resa conto che scandalo dei preti pedofili e continuano le fuori la luce incerta: aver sentito
quando dalle cantine emersero nomi come dobbiamo fare qualcosa, noi che un teatro ce aggressioni agli omosessuali, questa storia nel corpo rotto la malinconia
Carmelo Bene, Nanni, Kusterman, Leo De l’abbiamo, noi pubblico. Altrimenti rischia- ci fa riflettere sul rapporto fra trasgressione, vergine e aspra dell’aria pungente
Berardinis, Gigi Proietti, Antonio Calenda? mo di perdere artisti e voci critiche di cui ha legge e società. Agghiacciante”. Dal 9 all’11
“Una notte in cui non riuscivo a dormire, tanto bisogno qualunque società, per restare “La bottega del caffè: come mai Goldoni? Ma ricordarsi la liberazione
ebbi l’illuminazione: se non c’è ricambio, viva”. Chi acquista l’abbonamento per Sal- “Le porte sono aperte alla bravura e in Luca improvvisa è più dolce: a me vicino
ci si estingue. Per questo la locandina della viamo i talenti è costretto a vedere tutti gli Bargagna, il regista, ce n’è in abbondanza. un marinaio giovane: l’azzurro
rassegna è un panda grande che tiene in spettacoli? “Sì. Insieme a produttori, giorna- Quindi ben vengano anche i testi classici. e il bianco della sua divisa, e fuori
braccio un panda piccolo: è ora che gli at- listi, direttori di teatri, registi, attori, direttori Questo, in particolare, è il saggio di regia del un bianco tutto fresco di colore
tori adulti facciano spazio ai nuovi talenti. di doppiaggio e autori tv, anche il pubblico è 2011 all’Accademia Nazionale d’Arte Dram-
Anche questa è un’arte”. Sotto l’ala della giudice e, alla fine delle quattro pièce, vota la matica”. Buona visione.
pagina 16 Sabato 21 maggio 2011

SECONDO TEMPO

SALISCENDI

TELE COMANDO
TG PAPI
+ “premier”, punta sulla annun-
ciata “sorpresa” promessa di Carlo Tecce
Il dolce Stilnovo
(di Ruffini)
spettatori, quasi 400 mila in va in video: “La politica ha

A reti (consigliata dalla Santanchè?)


da Berlusconi e Bossi.

T g3
Con toni alquanto duri e
Pco aolo Ruffini è un giorna-
lista riservato, parla po-
e si vede pochissimo.
Ha scritto un libretto di set-
più nel 2011 rispetto al
2010, grazie all'evento di
Vieni via con me di Fazio e Sa-
viano.
Rai3 è minoranza nel servi-
occupato la televisione. La
ama di un amore malato. Ne
è ossessionata, ci si spec-
chia”.
E poi indica in Rai3 una trin-

occupate scandalizzati, il Tg3 parla di


“offensiva mediatica”, inter-
viste “a raffica” e fa toccare
con mano questa indegna oc-
cupazione televisiva del pre-
tanta pagine dal titolo Sce-
gliete, discorso sulla buona e
cattiva televisione (Add edito-
re), sintomo che la quantità
spesso contrasta con la qua-
zio pubblico per opportuni-
tà e necessità, anche perché
Rai1 e Rai2 sono militariz-
zate dal governo di Berlu-
sconi. Rivendica Ruffini:
cea, una rete di resistenza
che ferma chi invada tutto il
resto, il solito signor B: “So-
no anni che si cerca di av-
velenare il pozzo di Rai3. Di
di Paolo Ojetti parlare, tutti i giorni, dieci vol- sidente del Consiglio che, do- lità, la sua è un'opera veloce “Vieni via con me è figlio di far passare che la sua acqua
te al giorno, ed è fatta. po soli 5 giorni di silenzio e di eppure densa di significati. una rotta diversa nel mare sia avvelenata solo perché
g1 tormenti, ha deciso di tornare Lui è il direttore di Rai3 dal- grande della televisione. Da non è una minestra riscal-
T Ed ecco, faccia a faccia, il g2
“premier” e Sonia Sarno, la ti- T Seconda puntata dell’oc-
alla carica per la Moratti e,
più cautamente, per Napoli.
l'aprile 2002, il contrappeso
mediatico al Cavaliere nel-
una parte c'era la tv dei rea-
lity, dall'altra c'eravamo qua-
data”. E a volte ci riescono:
Ruffini fu sostituito con un
gre di Saxa Rubra. Domanda cupazione paramilitare delle Non che dica cose alate, batte l'ultimo decennio: la sua te- si solo noi”. colpo di mano in Consiglio
violenta: “Lei scende in cam- televisioni e dei telegiornali sempre sullo stesso tasto della levisione è buona per le op- Ruffini conosce le logiche di amministrazione, votò a
po?”. Risposta difficile: “Io so- “fedeli”. Rieccolo, in un mix sinistra estremista, le bandie- posizioni e cattiva per la politiche perché le ha vis- favore anche il presidente
no sempre in campo”. Mila- delle varie interviste dove, sia re con falce e martello, di mi- maggioranza. sute, almeno incontrate, e che si definisce di garanzia,
no, che ne sarà di Milano? De- pure in ordine diverso, dice lanesi che “non consegneran- Il senso di Rai3 (e del libret- dipinge così il rapporto per- Paolo Garimberti.
stino terribile, la sinistra estre- sempre le stesse cose che ha no” Milano a quella specie di to) di Ruffini è un passaggio verso tra chi governa e chi Arrivò Antonio Di Bella, ex
mista sogna una “Stalingrado detto anche prima della cata- terrorista di nome Pisapia in fondo a ricordi, citazioni direttore del Tg3, e durò il
d’Italia”. Sonia si allarma: strofe, fatta eccezione per i perché lui, Berlusconi, è “in e anche confessioni: “Quel- tempo del reintegro di Ruf-
“L’affermazione di Pisapia ha magistrati e le toghe rosse, campo ogni giorno”. La pre- lo che mi ha spinto a scri- fini con una sentenza del
dato slancio alla sinistra estre- che non hanno pagato. Ieri, senza di Berlusconi è stata co- vere queste riflessioni era Tribunale del Lavoro.
ma?”. Certo, arriveranno più partito da “Studio Aperto” sì totalitaria che – se si misu- trovare le parole giuste per C'è un equivoco di fondo
tasse per tutti, i centri islami- delle 18,30, rinnovato dal rasse la presenza nei media tv rispondere a chi dice basta. nella Rai3 di Ruffini, che
ci, la moschea, gli zingari “po- Tg1, ripreso da Canale 5, sbro- del Caimano con quella del- Le ho trovate: scegliete! vince anche per mancanza
tranno costruirsi le baracche dolato all’infinito dal Tg4, se- l’opposizione – sarebbe co- Cambiate canale!”. di avversari: non è una rete
dove vogliono”, il voto agli zionato dal Tg3, è stato ricicla- me mettere sui piatti di una bi- E il pubblico ha premiato eversiva piena di rivoluzio-
immigrati: in confronto a Pi- to con entusiasmo anche dal lancia della democrazia da Rai3, una rete (ora si chiama ne, c'è poco di garibaldino
sapia, Bin Laden era un santo. Tg2, per poi impazzare fino a una parte un elefante e, dall’ canale) con dei programmi in Fazio e Floris, semplice-
Finale incantatore: “Noi ab- notte. Roba che non si vede altra, una pulce. Il Tg3 sta dal- forti e simbolici come In mente fanno con il loro me-
biamo – il “premier” arroton- più nemmeno nella Siria di la parte della pulce: non man- Mezz'ora, Che tempo che fa, stiere senza omaggiare il so-
da – cento progetti, due me- Assad e che avrebbe fatto sor- da in onda neanche una paro- Parla con me, Ballarò e Report : vrano, più o meno equidi-
tropolitane, più attenzione gere qualche scrupolo anche la di Berlusconi. Chiusura ma- dal 2002 ad oggi perde un stanti al potere, più o meno
per anziani e bambini e meno al Gheddafi dei bei tempi. Il linconica, salutando Roberto punto di share (da 9,5 a Paolo Ruffini scafati uomini di mondo.
tasse per tutti”. Chissà perché Tg2 non si pone di questi pro- Morrione, un collega di quan- 8,5), ma in prima serata è direttore Elaborazione dati Auditel Studio
Bersani protesta: lasciatelo blemi e, dopo l’orazione del do la Rai era una Rai migliore. oltre i 2,5 milioni di tele- di Rai3 Frasi.

LA TV DI OGGI
11.00 RUBRICA Appunta- 11.15 ATTUALITÀ Mezzo- 14.50 RUBRICA SPORTIVA 20.57 PREVISIONI DEL TEM- 9.45 TELEFILM Il Mammo 13.55 EVENTO SPORTIVO 11.30 NOTIZIARIO TG4 - 11.00 DOCUMENTARIO
mento al cinema giorno in famiglia Magazine Champions League PO Meteo 10.15 FILM I ragazzi della Motomondiale 2011 GP Meteo La7 Doc "Couples & Duos"
11.10 RUBRICA 7+ 13.00 NOTIZIARIO TG2 15.20 NOTIZIARIO TG3 21.00 NOTIZIARIO News mia vita Francia: Prove Classe 12.00 TELEFILM Wolff - Un 11.25 TELEFILM Ultime dal
12.00 VARIETÀ La prova 13.25 RUBRICA SPORTIVA L.I.S. lunghe da 24 13.00 NOTIZIARIO TG5 - MotoGP - Prove Classe poliziotto a Berlino cielo "La fuga del coni-
del cuoco Dribbling 15.25 EVENTO SPORTIVO 21.27 PREVISIONI DEL TEM- Meteo 5 125cc - Prove Classe 13.00 TELEFILM Distretto glietto" "Un ospite regale"
13.30 NOTIZIARIO TG1 14.00 VARIETÀ Top of the Ciclismo, 94º Giro d'Italia PO Meteo 13.40 FILM Il fascino di Moto2 (DIRETTA) di Polizia 9 13.30 NOTIZIARIO TG La7
14.00 RUBRICA Easy Driver Pops 2011 8a tappa: Sapri - Tropea, 21.30 RUBRICA Meridiana Grace 16.00 EVENTO SPORTIVO 13.50 REAL TV Forum: ses- 13.55 TELEFILM Dio vede e
14.30 VARIETÀ Le amiche 16.15 TELEFILM La signora 217 Km (DIRETTA) - Scienza 1 15.30 ATTUALITÀ Verissi- Tennis, Internazionali BNL sione pomeridiana del provvede "Vicini di convento"
del sabato in giallo 17.10 RUBRICA SPORTIVA 21.57 PREVISIONI DEL TEM- mo - Tutti i colori della d'Italia 2011 Dal Foro Ita- Sabato "Il principe azzurro"
17.00 NOTIZIARIO TG1 - 17.00 RUBRICA Sereno Processo alla tappa PO Meteo cronaca (ULTIMA PUNTATA) lico - Roma Seconda Semi- 15.15 FILM Poirot: Il 16.00 FILM Il fiume dell'ira
Che tempo fa variabile 18.05 RUBRICA SPORTIVA 22.00 ATTUALITÀ Inchiesta 18.50 GIOCO Chi vuol finale Femminile (DIRETTA) ritratto di Elsa Greer 18.05 TELEFILM Relic Hun-
17.15 RUBRICA RELIGIOSA 18.00 NOTIZIARIO TG2 90° Minuto - Serie B 3 (Interni) (REPLICA) essere milionario 18.30 NOTIZIARIO Studio 17.00 TELEFILM Detective ter "La suora decapitata"
A sua immagine L.I.S. - Meteo 2 19.00 NOTIZIARIO TG3 - 22.30 NOTIZIARIO News 20.00 NOTIZIARIO TG5 - Aperto - Meteo Monk "Il giorno della bandiera"
17.45 DOCUMENTARIO 18.05 RUBRICA Crazy TG Regione - Meteo lunghe da 24 Meteo 5 19.00 CARTONI ANIMATI 18.55 NOTIZIARIO TG4 - 20.00 NOTIZIARIO TG La7
Passaggio a Nord Ovest Parade 20.00 ATTUALITÀ Blob 22.57 PREVISIONI DEL TEM- 20.30 ATTUALITÀ Striscia Scooby Doo Meteo 20.30 ATTUALITÀ In Onda
18.50 GIOCO L'eredità 18.35 TELEFILM Primeval presenta Vota Antonio PO Meteo la Notizia - La voce del- 19.25 FILM Cani dell'altro 19.35 SOAP OPERA Tempe- "L'era dell'Homo Videns"
20.00 NOTIZIARIO TG1 19.30 TELEFILM Squadra 20.10 ATTUALITÀ Che 23.00 RUBRICA Consumi e l'improvvidenza mondo sta d'amore 21.30 TELEFILM L'ispettore
20.30 NOTIZIARIO SPORTI- Speciale Cobra 11 tempo che fa consumi 21.10 REALITY SHOW Ita- 21.10 FILM Underdog - Sto- 20.40 TELEFILM Walker Barnaby "Omicidi sul cam-
VO Rai TG Sport 20.25 Estrazioni del Lotto 21.30 DOCUMENTARIO 23.27 PREVISIONI DEL TEM- lia's got talent ria di un vero supereroe Texas Ranger po da golf"
20.35 GIOCO Affari tuoi 20.30 NOTIZIARIO TG2 Ulisse: Il piacere della PO Meteo 0.30 VARIETÀ Chiambret- 22.50 EVENTO SPORTIVO 21.30 FILM Il momento di 23.30 TELEFILM Medical
21.10 VARIETÀ Me lo dico- 20.55 EVENTO Eurovision scoperta 23.30 RUBRICA Tempi sup- ti Night & Day - Solo per Tennis, Internazionali BNL uccidere Investigation "Mission La
no tutti Song Contest - Düsseldorf 23.25 NOTIZIARIO TG3 - plementari numeri uno d'Italia 2011 Dal Foro Ita- 0.20 FILM Il commissario Roca - prima parte"
23.40 RUBRICA Italia mia, 2011 (DIRETTA) TG Regione 23.57 PREVISIONI DEL TEM- 1.30 NOTIZIARIO TG5 - lico - Roma Seconda Semi- Wallander - Il punto 0.30 NOTIZIARIO TG La7
esercizi di memoria 0.25 RUBRICA SPORTIVA 23.45 ATTUALITÀ Un gior- PO Meteo Meteo 5 Notte finale Maschile (DIFFERITA) debole 0.40 ATTUALITÀ M.O.D.A
0.25 RUBRICA Cinemato- Sabato Sprint no in Pretura 0.00 NOTIZIARIO News 2.00 ATTUALITÀ Striscia 0.30 RUBRICA SPORTIVA 2.05 NOTIZIARIO TG4 1.25 FILM Come all'infer-
grafo 1.10 NOTIZIARIO TG2 0.45 NOTIZIARIO TG3 lunghe da 24 la Notizia - La voce del- Studio Sport XXL Night News no - A Glimpse of Hell
1.15 NOTIZIARIO TG1 1.20 RUBRICA TG2 Storie - 0.55 RUBRICA TG3 0.27 PREVISIONI DEL TEM- l'improvvidenza (REPLICA) 1.30 ATTUALITÀ TV 2.30 MUSICA Festivalbar 3.10 DOCUMENTI La7
Notte - TG1 Focus I racconti della settimana Agenda del mondo PO Meteo 2.20 FILM La banda Moda (REPLICA) 1991 - La Finale Colors

TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE


/ Underdog  Che tempo che fa  Ulisse: Il piacere della scoperta
Shoeshine è un cane di razza beagle, Renato Zero è l’ospite d’eccezione di Questa sera Alberto Angela accompa-
giovane e senza fissa dimora, che un “Che tempo che fa”. Renato Zero, il gna gli spettatori in viaggio nel passato
giorno finisce tra le grinfie del Dr. Bar- cantautore più eccentrico, innovativo e per raccontare com’è nata la Civiltà.
sinter, uno scienziato pazzo sempre alle provocatorio del panorama musicale Come si è passati dai cacciatori di
prese con nuovi esperimenti genetici. italiano, parla del suo nuovo progetto, mammut ai faraoni? La storia delle po-
Shoeshine riece a scappare, ma a causa Sei Zero, triplo DVD pubblicato il 10 polazioni che vissero 12.000 anni fa,
di un incidente, si ritrova a possedere maggio in tiratura limitata e numerata. alla fine della Preistoria, grazie alle
dei superpoteri che lo trasformano in E poi Elvira Dones, scrittrice e docu- quali si arriva all’invenzione dell’agri-
/ La banda dei coccodrilli / Il momento di uccidere  Eurovision Song Contest
Underdog. Come ogni supereroe che si mentarista albanese, dal 24 aprile è in coltura.E’ proprio in quel periodo che
Otto ragazzi e una ragazza. Sono loro i Canton, Mississippi.Tonya Hailey, una Torna con Raffaella Carrà la grande
rispetti, anche lui ha un meraviglioso libreria con “Piccola guerra perfetta”, l’uomo fa un’altra grande invenzione:
“coccodrilli”, la banda del quartiere. Si bambina di 10 anni, viene brutalmente musica de L’Eurovision Song Contest,
costume e una difficile missione... quella combattuta in Kosovo. l’arco, un’arma molto utile per cacciare.
conoscono da sempre, tranne Kurt: lui è violentata da due razzisti, James Louis la più importante manifestazione cano-
il nuovo arrivato, da anni è su una sedia Italia 1 21,10 Willard e Billy Ray Cobb. Più tardi,
Rai 3 20,10 ra europea ospitata quest’anno a Düs-
Rai 3 21,30
rotelle e non è stato facile convincere la mentre il corpo straziato e in fin di vita seldorf, in Germania. In gara 43 Paesi,
banda a considerarlo “uno di loro”. Ma della piccola viene trasportato d'urgen- con altrettanti artisti selezionati. L’Ita-
Kurt ha un asso nella manica. Una not- za in ospedale, i due si scolano birra al lia torna all’Eurovision Song Contest,
te un negozio viene rapinato e Kurt bar raccontando le proprie “eroiche” dopo 13 anni di assenza: a rappresen-
spia i ladri con il suo telescopio. Questa gesta. Carl, il padre di Tonya, vuole evi- tarla, Raphael Gualazzi, che con la sua
è l'occasione che aspettava: può dare tare che una simile ingiustizia si ripeta. “Follia d’amore”ha fatto incetta di pre-
informazioni importanti ai Coccodrilli. L’uomo uccide i due assalitori... mi all’ultimo Festival di Sanremo.
Sky Cinema Family 21,00 Rete 4 21,30 Rai 2 20,55
Sabato 21 maggio 2011 pagina 17

SECONDO TEMPO

feedback$
MONDO
BATTUTE E TORMENTONI IN RETE
WEB
di Federico Mello
è FB: LEGHISTA ABBRACCIATO A MUSSOLINI
È CONSIGLIERE NEL COMUNE ANTI-IMPASTATO
Chi sono gli estremisti? Per l’ennesima volta un
amministratore della Lega Nord viene beccato online
a pubblicare contenuti fascisti. Nicola Locatelli,
consigliere comunale con delega alle politiche
giovanili e “ai rapporti con le Parrocchie” del
Comune di Ponteranica (Bg) ha pubblicato su
Commenti all’intervista
su ilFattoQuotidiano.it:
“Beppe Grillo: “Adesso
dobbiamo trovarci
un’identità politica”
di Ferruccio Sansa
Facebook una foto abbracciato a Mussolini che ora

Effetto Pisapia rischia di costargli il posto. Ovviamente si tratta di


fotomontaggio ma, sulla sua pagina, vengono
ostentati anche le adesioni a gruppi come “Benito
Mussolini” e “Duce”. Il comune in questione è lo
stesso salito all’onore delle cronache per la decisione
è ECCO, questi sono i
discorsi che volevo sentire da
molto tempo. In realtà Grillo
e il m5s non hanno inventato
niente, tutto ciò è lo spirito

per Red Ronnie del sindaco di cancellare l’intitolazione della


biblioteca a Peppino Impastato.
che stava dietro alla nostra
costituzione e la linea con la
quale si fa politica seria (o
almeno ci si prova) all’estero.
Karagul

DRedaitizia
Led Zeppelin a la sciura Le-
il salto è stato breve. Ma
Ronnie, ex Dj e dispensato-
me premestruale”. Tanto il suc-
cesso, che è nata anche un’ap-
posita pagina Facebook: “È tut-
è GRILLO si deve mettere
in testa che i partiti non sono
re di rock per le masse, è con- ta colpa di Pisapia” che ha rac- tutti uguali e che se non
vinto che il futuro di Milano sia colto in poche ore oltre 10 mila vera identità di Batman”; “Se appoggia Pisapia e De
proprio la Moratti (di cui è ami- fan. Anche qui gli utenti si eser- vinco, vicesindaco sarà Magistris darà una mano ai alla
co e dal 2008 consulente per citano in accuse assurde: “Le Strauss-Kahn”; “Se vinco, ci sarà destra a malgovernare, ancora
l’immagine video). fette biscottate cadono per ter- una nuova serie di Lost”; “Se vin- il paese.
In vista del ballottaggio Red è ra dalla parte della marmellata co raddoppio lo stipendio a Red Alias
partito in quarta pubblicando per colpa di Pisapia!”; “Pisapia Ronnie”; “Se vincerò il ballot-
materiale pro-Moratti sul suo non esiste, è un’invenzione dei taggio, istituirò un ‘Ministero è VEDRAI che se Moratti e
account Facebook e accusando comunisti”; “Per colpa di Pisa- per le accuse a Pisapia’”. In mo- De Magistris perdono tutti si
apertamente Pisapia: “Primo pia finalmente Carlo Conti invi- do intelligente e con autoironia, addosseranno al movimento,
esempio del vento che sta cam- terà anche Red Ronnie a ‘I mi- lo staff del candidato di centro- che avrà voglia a negare la
biando a Milano: cancellato Li- gliori anni’... prima nessuno si sinistra ha fatto sua questa cam- responsabilità!
veMi. Dava spazio a gruppi e ar- ricordava chi fosse”; “‘In prigio- pagna spontanea. E ieri proprio Paolo Cattaneo
tisti emergenti che potevano ne senza passare dal via’ lo ha Pisapia ha pubblicato un son-
esibirsi con brani propri. In inventato Pisapia”. Anche su daggio su Facebook: “Quale ci- è ALIAS e tu devi metterti
compenso Pisapia sta pensan- Twitter non è mancato il tor- tazione vorreste sulle magliette in testa che fino ad adesso c’è
do a un mega-concerto con Jo- mentone: #morattipromises della redazione web? Pisapia ha stata l’ombra del Pdl a dargli
vanotti, Ligabue e Irene Gran- (che segue #morattiquotes) era incastrato Roger Rabbit; Pisapia una mano
di”. Mal gliene incolse a Red: gli il tag più caldo ieri sul social net- è il fumo nero di Lost. Pisapia ha !Nirananda108
utenti si sono scatenati creando work. Il giochino è uguale, an- ucciso Laura Palmer”. Vince la
il tormentone “Effetto Pisapia” che se questa volta protagoni- prima proposta e, sul web, ha è NON È VERO che tutti i
e invadendo la sua bacheca di ste sono le promesse della Mo- già vinto lui. politici sono uguali, Pisapia e
messaggi sulle “colpe di Pisa- ratti: “Se vinco io, costruiamo la f.mello@ilfattoquotidiano.it De Magistris sono dei
pia”: “La particella di sodio si è Morte Nera”; “Comunque vada galatuomini i loro avversari
suicidata per solitudine... Pisa- sarò ricordata come il miglior tutt’altro, questo per me si
pia colpevole!”; “Pisapia ti cam- sindaco di Gotham City!”; “Se chiama qualunquismo e con
bia nella forma e nel colore”; “È vinco offro coca cola con l’aspi- Pisapia in versione “Hannibal Lecter”; questo non si va da nessuna
colpa di Pisapia se hai la sindro- rina a tutti”; “Se vinco vi rivelo la “aggressore di Belpietro” e ladro di auto. parte, credete di essere i soli
Sotto, il fotomontaggio del consigliere detentori della verità ma
leghista (dal blog di Daniele Sensi) questo lo pensavano anche
Hitler e Stalin.
I FILM LO SPORT Begbie65

SC1= Cinema 1 SCF=Cinema Family SP1=Sport 1 è SPIEGAMI con che logica


SCH=Cinema Hits SCC=Cinema Comedy SP2=Sport 2
SCP=Cinema Passion SCM=Cinema Max SP3=Sport 3
Calise ha preso circa 20.000
voti e il nano 27.000? E come
17.45 Wild Target SCC 17.55 Rugby, Heineken Cup
la rapporteresti a quello che
18.40 Jerry Maguire SC1 2010/2011 Finale Northampton
spende e si intasca uno e
19.10 28 Giorni SCP Saints - Leinster (Diretta) SP2
l’altro? Sinceramente da chi ti
19.10 Dolf e la crociata dei 17.55 Calcio, Liga 2010/2011 senti rappresentato?
bambini SCF 38a giornata Malaga - Barcello- Nirananda108
19.15 X-Men le Origini: Wol- na (Diretta) SP1
verine SCH 18.00 Automobilismo, IndyCar è INFATTI Calise, candidato
19.20 Inganni di sangue SCM 2011 San Paolo (Replica) SP3 sindaco a Milano per M5S, non
19.25 Amore a prima vista SCC 19.30 Hockey ghiaccio, NHL ha nemmeno potuto votare
21.00 The Getaway SCM 2010/2011 Playoff - Finale di perché non ha la residenza nel
21.00 Notorious SCP Conference, Gara 4 Tampa Bay Comune per il quale si è
21.00 La dura verità SCC Lightning - Boston Bruins candidato e che avrebbe
21.00 Prima tv La banda dei (Diretta) SP3 voluto guidare (sic!). A
coccodrilli indaga SCF 19.55 Calcio, Liga 2010/2011 proposito di coerenza con i
21.10 Il nastro bianco SCH 38a giornata Real Madrid - propositi espressi dal guitto
21.10 Prima tv La vita segreta Almeria (Diretta) SP1 miliardario, cominciamo bene.
delle api SC1 20.25 Basket, Serie A maschile GiorgioIV
22.40 Generazione 1000 Euro SCC 2010/2011 Playoff - Quarti di
22.40 Un Indiano in città SCF finale, Gara 2 Air Avellino - è POR QUÈ todo el mundo
23.00 Triplo Inganno - Benetton Treviso (Diretta) SP2 habla a Beppe Grillo como si
Wrong Number SCM 21.55 Calcio, Liga 2010/2011 fuera el gran jefe? lo bueno del
23.05 Lei è troppo per me SC1 38a giornata Deportivo La Coru- IL CAPO DI AL QAEDA? È UMBERTO ECO movimiento 15-M es que es
23.10 Amabili resti SCP na - Valencia (Diretta) SP1 LO SVARIONE DELLA PADANIA espontaneo y no tiene lìderes.
23.40 Lezioni di piano SCH 23.00 Rugby, Heineken Cup Chi ha preso le redini di al Qaeda dopo la morte di Bin Seguid asì, y si quereis llevar la
0.15 Sinbad: La leggenda dei 2010/2011 Finale Northampton Laden? La Padania, quotidiano della Lega Nord, lo protesta a Italia hablad con los
sette mari SCF Saints - Leinster Rugby spiega in un pezzo uscito giovedì: Saif al-Adel e al Ayman italianos, no con Grillo.
0.30 Evolution SCC (Replica) SP3 al-Zawahiri. Ma, ad accompagnare il pezzo, al posto di Gasko
una foto del
terrorista è è 140 PROGETTI SU INTERNET è COME faranno i grillini a
stato pubblicato PRESENTATI DALLA COMMISSIONE EUROPEA governare da soli???????????
RADIO un fotomontaggio con
la faccia di Umberto
Eco (con tanto di
“Il mio motto è: far entrare in rete tutti i
cittadini europei entro il 2013”. È la
promessa fatta su Twitter da Neelie Kroes,
Come faranno da soli a far
valere le loro proposte????
Sandrofuturo
è NUOVA INTRUSIONE A SONY
A “Radio2 Live” il concerto DOPO IL FURTO DI DATI AL PSN
turbante). A Internet
la “svista” dei
commissaria Ue responsabile per l’Agenda
Digitale. Anche in questo senso sono stati è VAI A seguire il “lavoro” di
di Bario Biondi Non c’è pace per Sony. Una
nuova intrusione informatica è
pasionari “anti-Islam” presentati ieri 140 progetti dedicati alla Rete Favia e & nella Regione
Radio2 propone in esclusiva lo straordinario concerto non è sfuggita. su cui la Commissione europea punta per Emilia-Romagna e capirai che
stata registrata dal gruppo
anteprima del nuovo tour di Mario Biondi. L’artista rafforzare le infrastrutture tecnologiche e non sta governando da solo
nipponico: un accesso illecito ai
siciliano, voce caldissima e fantastica dalle mille sfuma- aumentare la competitività europea. Se ne è ma sta facendo da solo assai di
server di una controllata
ture soul e jazz, offre al suo pubblico un evento davvero parlato a Budapest dove si è svolta la più degli altri che stanno
giapponese ha causato il furto dei punti omaggio di un
speciale. Infatti, dopo il grande successo dell’album live “Settimana dell’Internet del futuro” governando!!! Buffo vero?
centinaio di clienti, mentre il colosso dell’elettronica
“Yes You”, Mario Biondi torna dal vivo con un nuovo organizzata dalla Commissione. I progetti di ahahaha
cerca di superare la débâcle della gigantesca perdita
tour all’insegna dei grandi numeri: una Big Orchestra ricerca rientrano nell’ambito Fia (Future Nirananda108
di dati personali del servizio Playstation Network. Il
da 40 elementi, proprio come 40 sono i suoi anni. Uno Internet Assembly) e uniscono business,
nuovo incidente è avvenuto tra il 16 e il 17 maggio ai
spettacolo completamente nuovo con nuovi arrangia- tecnologia e sviluppo europeo. Uno dei è MI DICI una sola cosa che
danni del provider Internet So-net, che conta in
menti che rispolverano la natura jazz di Mario, in cui progetto di ricerca è Sensei: crea nuovi hanno fatto? Hanno solo
Giappone oltre quattro milioni di abbonati. L’azienda
protagoniste assolute saranno la musica e la sua incon- luoghi intelligenti per far incontrare il mondo detto che si fanno pagare solo
fondibile voce, profonda, sensuale, eppure limpida e
ha immediatamente sospeso il programma punti e
digitale e quello reale. Per esempio, con 2500 euro e invece si fanno
sicura, che da sempre “suona” come quella di un grande invitato i clienti a cambiare le password di accesso,
Sensei, il cittadino che è alla ricerca di un pagare come gli altri… se poi
soul singer americano. Sul palco con Biondi, oltre alla ma le conseguenze d’immagine, ancora una volta,
autobus potrà essere avvisato tramite devolvono una parte del loro
Big Orchestra, anche la consolidata band composta da sono disastrose.
sensori wireless, connessi a Internet, stipendio al MoV well è la
musicisti e solisti di primo piano, che hanno accompa- posizionati sui bus che sono nelle vicinanze. stessa cosa che tutti quelli di
gnato Biondi anche nel recente Spazio Tempo Tour. Tra i Paesi che hanno portato avanti il sinistra fanno da 60 anni.
Radiodue 21,00 progetto Sensei c’è anche l’Italia. CaneVagabondo
pagina 18 Sabato 21 maggio 2011

SECONDO TEMPO

Battibecco
PIAZZA GRANDE É di Massimo Fini

TRUFFA
DEMOCRATICA
Fassino, attenzione alla Lega M e lo aspettavo. Me lo aspettavo che le rivolte
maghrebine si sarebbero estese ai Paesi
democratici del Mediterraneo. Ha cominciato la
Spagna. Decine di migliaia di giovani che si
di Diego Novelli non esprimere, è la barba- litica siano tutti uguali. Il Il neosindaco definiscono 'indignados' occupano da giorni Puerta
rica cultura che la Lega va Partito democratico, senza del Sol a Madrid, l'ombelico della vita e del potere
a personalità di Piero predicando fin dalla sua na- presunzione e moralismi, di Torino apre

L
spagnolo (che ha lo stesso significato simbolico di
Fassino a livello nazio- scita, infarcita di razzismo e dovrebbe avere a nostro pa-
nale ha spinto il neo- xenofobia, impregnata di rere una funzione culturale al Carroccio: è piazza Tahrir del Cairo) le piazze di Barcellona, di
Siviglia, di Granada e di decine di altre città
sindaco di Torino, nel- egoismo e di disumanità e pedagogica nella società diseducativo per iberiche. Gli 'indignados' si sono autoconvocati,
la sua prima conferenza non soltanto nei confronti italiana per far crescere la
come in Tunisia, come in Egitto, attraverso Internet,
stampa, ad aprire alla Lega, degli immigrati stranieri, ma coscienza democratica dei quei giovani che Twitter, Facebook. Ma la similitudine non si ferma a
non certamente per la Sala di tutti gli italiani che vivono cittadini di questa Repubbli-
Rossa ma per far sapere a a di sotto della linea del Po. ca: dalle Alpi alla Sicilia, ancora hanno un queste somiglianze formali. I contenuti sono gli
Bossi che senza il centrosi- compresa la Padania che è stessi. In Tunisia il detonatore della rivolta fu la
nistra se lo scorda il fede- NELLO STATUTO della un'invenzione di Bossi. concetto alto della tragedia di un giovane ingegnere che, costretto a
ralismo. L'ex segretario dei Lega permane tuttora la ra- fare l'ambulante, si diede fuoco quando gli fu
Ds fa sapere che farà di tutto gione costitutiva di questo
politica e incentiva sequestrata la sua misera bancarella. Anche in
affinché si apra un rapporto movimento: la secessione. l’opinione tanto Spagna, come del resto in Italia, esiste una
dal suo partito e gli inven- Lanciare proposte di ipote- disoccupazione intellettuale giovanile altissima.
tori della Padania, chieden- tiche alleanze con la Lega diffusa del “sono Sono gli effetti combinati della modernizzazione e
do loro di mettere in discus- non solo è diseducativo per della globalizzazione che è, in estrema sintesi, una
sione l'alleanza con Berlu- quei giovani che ancora han- tutti uguali” spietata gara fra Stati, per rimanere competitivi,
sconi e di rivedere l'approc- no un concetto alto della po- per restare sul mercato, che ha strangolato prima i
cio che la Lega ha, dal punto litica, ma incentiva l'opinio- Paesi del Terzo mondo poi Paesi più strutturati,
di vista politico e ideale, sul- ne tanto diffusa che in po- Piero Fassino (FOTO ANSA)
come la Tunisia, l'Egitto, l'Algeria e ora lambisce le
l'immigrazione. Che Um-
berto Bossi possa rivedere coste del Mediterraneo occidentale, la Grecia, il
l'abbraccio con il Cavaliere Portogallo, la Spagna e, nonostante tutte le
non costituirebbe una novi- rassicurazioni in contrario, anche l'Italia. La
tà, visto che proprio lui mi-
se in crisi il primo governo
del Berlusca, accusando
Addio a Morrione, cronista competizione globale esige dalle popolazioni più
lavoro, salari ridotti al minimo, mestieri precari o
semplicemente mancanza di lavoro oltre che di un
l'allora leader di Forza Italia futuro.
di essere un mafioso, scari-
candogli addosso le peggio-
ri improperie.
innamorato delle notizie "In questo caso però – scrive il Corriere – il tiranno
da combattere non ha un volto né un nome". Invece
un volto e un nome ce l'ha: si chiama democrazia
di Beppe Giulietti (*) di parte, cresciuto nel Pci di Enrico Berlinguer, rappresentativa. Sotto la spinta del collasso
IL SENATÙR è noto a tut- fiero della sua identità, ma proprio per questo, economico globale i giovani e i meno giovani, stanno
ti, non è un raffinato della ome è andata l'iniziativa per l'aper- e non nonostante questo, aperto ad ogni no-

“C
finalmente scoprendo quello che a me è parso
politica. Per essere più vici- tura dello sportello a tutela dei gior- vità, rispettoso delle identità altrui, capace di chiaro da anni (“Sudditi. Manifesto contro la
no “al suo popolo” non di- nalisti minacciati dalle mafie? Come ascoltare i più lontani e di intrecciare amicizie
democrazia”, 2002) e cioè che la democrazia
sdegna il turpiloquio, la vol- andranno le prossime elezioni? Avete indistruttibili anche con chi non condivideva
garità, il cinismo. E il suo at- parlato con i ragazzi di Libera Informazione? le sue convinzioni; anche per questo Veltroni, rappresentativa non è la democrazia, ma una truffa
taccamento al potere, cioè Non lasciateli soli, fatemi sapere, e mi racco- amico di sempre, lo aveva voluto come coor- ben congegnata (e infatti gli 'indignados' invocano
alle poltrone, lo ha dimo- mando coraggio...”, con queste parole ci aveva dinatore della campagna elettorale del 1996. 'Democracia real va': democrazia vera, ora). La
strato a Roma (non più la- salutato Roberto Morrione, detto Bob, quan- Era tra quelli che credeva che a un cronista, democrazia rappresentativa è un sistema di
drona) e nel Nord, dove ha il do, appena pochi giorni fa, eravamo andati a perché Morrione è stato un cronista di razza, minoranze organizzate, di oligarchie, politiche ed
maggior seguito elettorale, trovarlo in ospedale con Roberto Natale e Fran- spettasse il compito di cercare la notizia, anzi economiche, che escludono il cittadino che non ne
arraffando posti nelle azien- co Siddi, il presidente e il segretario della Fe- di "cacciare la notizia", di verificarla e poi di fa parte da ogni momento decisionale
de e nelle società partecipa- derazione della stampa, il suo sindacato. darla, a costo di scontentare amici e compagni. ingannandolo col rito elettorale. E infatti la
te nei Comuni, nelle ban- Lo avevamo trovato stremato dalla lunga bat- La storia di Morrione non è legata solo alla Rai, contestazione degli 'indignados' è contro i partiti,
che, in tutte le istituzioni taglia condotta contro il devastante tumore perché quando andò in pensione, e alcuni si contro le banche, contro il sistema elettorale. Gli
pubbliche e, senza esitazio- che aveva contrastato per anni, con la stessa dimenticarono persino di salutarlo, decise di 'indignados' sono degli anti-sistema, che non
ni, nella tanto deprecata determinazione e con la stessa grinta che ave- mettersi a disposizione di Don Ciotti e di Libera contestano questa o quella forza politica ma, più o
“Casta”. vano animato tutta la sua vita professionale, e realizzarono Libera informazione, una straor- meno consciamente, l'intero modello di sviluppo
Il federalismo di Roberto politica, civile. Per l'ennesima volta, persino in dinaria redazione di ragazze e di ragazzi che è occidentale che ha ormai occupato tutto il mondo e
Calderoli, col quale Bossi, questa ultima occasione, respirando a fatica, diventata il punto di riferimento per chi si batte
ha ridotto il cittadino, l'essere umano,
da buon imbonitore un po' era stato lui a farci coraggio, a trasmetterci contro le mafie. Noi Morrione lo vogliamo ri-
grossolano, ha fatto credere quella carica che non gli era mai mancata, tan- cordare così e lunedì, nella sala della Provincia all'inesistenza di cui ora sembra rendersi finalmente
agli sprovveduti di essere to che veniva scherzosamente soprannomina- di Roma, alle 14, quando lo ricorderemo, pro- conto.
l'unico in grado di cambiare to "Il Samurai", a significarne la forza interiore, porremo di dedicargli una iniziativa legata al Chissà se gli 'indignados' arriveranno anche in Italia. O
l'Italia, è una gigantesca bu- ma anche la sua laica fede nell'etica della re- giornalismo d'inchiesta, una borsa di studio de- se, slombati come siamo, ci accontenteremo della
fala che a conti fatti peggio- sponsabilità e dell'impegno civile. dicata ai giovani cronisti che vogliono onorare vittoria di Pisapia sulla Moratti, del trionfo di un ex
rerà, da un punto di vista fi- Roberto era un capoccione, un testardo, uno i fatti e raccontarli. Un abbraccio alle figlie Gaia magistrato come De Magistris sul Pd o del fatto che
nanziario, la salute degli Enti di quelli che non rinunciavano mai alle sue e Irene, e a Mara, la sua coraggiosa compagna Berlusconi dovrà alla fine sgombrare il campo. Che
locali. Ma ciò che più conta, convinzioni profonde, che non era disposto a che ha davvero condiviso, sino all'ultimo istan- sono tutti dettagli che, chiunque comandi, cambiano
nel giudizio negativo che compromessi quando si trattava di difendere te, le battaglie private e pubbliche di Bob. forse l'estetica ma non la polpa del sistema.
ogni persona civile non può una dignità lesa. Eppure Morrione era un uomo (*) portavoce di Articolo21

L’editoria
Salgari, viltà “assatanata”
ricorda
sarebbe bastato parlare di
romanzi. Ma le pompe fune-
bri piemontesi volevano
che i lettori si tuffassero co-
me un florido manzo di
scrittore appeso al gancio
dell’editoria. Le nuove ra-
soiate lo rendono un’irri-

e memoria l’anniversario del


suicidio dello
me delfini ammaestrati nella
mitologia della miseria. Stu-
pidi. La miseria è ingoverna-
bile, molto peggiore della
cronometrica povertà. La
conoscibile, gigantesca
salsiccia. E a proposito di
pulp, la fiaba salgariana
della nostra infanzia si è
trasfigurata: niente più la-
scrittore: nessuno povertà è svizzera, la miseria crime per l’isola di Mom-
di Alessandro Schwed tinua semi-miseria od an- ne. Nessuno che si occu- è lappone. Congela, poi bi- pracem che salta in aria.
che più, chiedo solo che si occupò di lui, di passe di Salgari, di Luigi sogna amputare. I manager Adesso che hanno scoper-
l 25 aprile sono co- per compenso dei guada-

I
Luigi Tenco o di Tenco o di Noschese quan- della cultura pensavano di chiato la tomba, e una vita
minciati i grandi fe- gni che io vi ho dato pen- do erano vivi, e dopo tutti a metterci al buco della serra- che è stata una tomba, il
steggiamenti per un siate ai miei funerali. Vi sa- Noschese quando occuparsi di Salgari e di tura e farci guardare il corpo marsala a garganella, cen-
secolo dallo sventra- luto spezzando la penna - Tenco. Di Noschese no. di Salgari messo di traverso to sigarette al giorno, la
mento industriale di Sal- Emilio Salgari”. erano vivi, poi tutti Coi libri e i dischi si può ai debiti. moglie al manicomio, la fi-
gari. I promotori non so- ancora raschiare il barile, glia con la tisi, il rasoio in-
no un gruppo di satanisti. IL 25 APRILE 1911 non è pronti a celebrare con le imitazioni in bianco E LA VERA jungla nera filato nella pancia, e i figli
E’ l’editoria assatanata. Il l’epilogo di una vecchiaia, e nero non si batte un chio- dello scrittore: tre romanzi suicidi anche loro, su Sal-
25 aprile 1911 non è la da- è il tracollo sulla punta di do. Ora il centenario salga- l’anno da consegnare sen- gari tira aria di Avetrana.
ta di nascita del più gran- un rasoio. Eppure si sono tutti lì che si guardano di riano è lanciato in una neb- za il tempo di rileggere, Il prossimo sceneggiato non
de scrittore italiano di pi- messi in testa di ricordare il sottecchi e sussurrano: biosa indeterminatezza, glieli strappano di mano e sarà sui pirati della Malesia,
rati, ma la data di un omi- Corsaro Nero e Sandokan grande autore, si è suicida- tra sapone e vita maledet- lui piange. Tre ore di son- ma un solido pulp sui pirati
cidio editoriale, passato con il suicidio dell’autore, to. E le rasoiate arrivano di ta. Si riuniscono in una no a notte e non paga alla dell’editoria.
per suicidio. Salgari si aprì come se a essere pieni di nuovo. Poi su tutto il san- piazza e scoprono il monu- moglie nemmeno la retta Stavolta, col centenario è
il ventre con il rasoio e la- debiti fossero i pirati della gue passa la saponata della mento a Emilio. del manicomio. Ma il piat- andata malino, ma il merca-
sciò questo biglietto: “Ai Malesia. Così i filologi, gli cronaca culturale. Del re- Tirano giù il lenzuolo e c’è to forte sono i contratti sui- to non si scoraggi: il 26 ago-
miei editori: a voi che vi esegeti, gli italianisti si riu- sto, gli artisti sono irrego- un rasoio. Alla fine è una cu- cidi con gli editori e il suc- sto 2050 c’è la possibilità di
siete arricchiti con la mia niscono sotto la cupola del lari, garibaldini della cultu- riosa sintesi: Emilio Salgari si cesso editoriale inutile: festeggiare il centenario di
pelle mantenendo me e la suicidio e fanno finta di ra: vivono repentini e sulla è suicidato, che vuoi, era un qui c’è tutto un servizio di un altro suicidio (Cesare Pa-
mia famiglia in una con- parlare delle opere. Sono vita irregolare c’è distrazio- grande scrittore. Peccato, rasoi che spolpa Salgari co- vese).
Sabato 21 maggio 2011 pagina 19

SECONDO TEMPO

IL FATTO di ieri21 maggio 1973

Problemi
MAIL BOX “Le parole sono ancelle d’una Circe bagasciona e
tramutano in bestia chi si lascia affascinare dal loro
tintinnìo”. Così parlò Carlo Emilio Gadda e forse, già in
questa citazione criptica e tranchant, c’è il senso della sua
sfida ai comuni registri e alla povertà del linguaggio
dominante, della sua trasgressiva inventività stilistica,
ingarbugliata come una caotica nebulosa, barocca e
musicale anche quando intrisa di dialetto, soprattutto
di congiuntivi
Non c’è solo il “se avrebbe
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO quello lombardo, l’unico a produrgli una “gioia fonica


assoluta”. Stravagante e vulcanico, rivoluzionario e
conservatore, Gadda è caso letterario che divide ancora.
fatto” di Lettieri, ma anche
“se al comune di Napoli ot- IL CASO Venerato autore del “Pasticcio” e lui stesso “pastiche”,
come dirà di sé, compiaciuto dei suoi acrobatici virtuosismi
terrebbe gli stessi risultati”.
Autore di tale frase è nien-
tepopodimeno che... Cicchit-
STRAUSS-KAHN lessicali e di un certo sadismo verbale, infallibile nel
contemplare gli eventi minimi, nel rappresentare
frammenti di esistenze, nel cogliere condizione fisica e
to mentre attacca De Magi- aro Colombo, ma non è esagerato americano introdotto dal Civil Rights Bill (1962).
stris nell’ultima puntata di Bal-
larò.
C quello che sta succedendo all’ex
presidente del Fondo Monetario
Alcuni in Italia (io sono nel gruppo) sostengono che
non si può avere uno Stato federale, ovvero con vasti
metafisica dei suoi personaggi. Affascinato dall’intrico
delle cose, ma anche carico di sguardi molli di malinconia,
come nella “Cognizione del dolore” o nell’“Adalgisa”,
Un lettore Internazionale Strauss-Kahn? Non sto poteri demandati a sindaci e presidenti di Regione, tenero affresco sulla Milano scomparsa degli anni Dieci.
parlando di reato, che mi sembra odioso, senza una garanzia federale a tutela dei diritti di Un solitario, morto in volontario esilio in una modesta casa
La nuova impostazione e di pena, che sarà adeguata. Sto ciascun cittadino, ovvero una legge che tutela sui della periferia romana il 21 maggio ‘73.
parlando di televisioni e giornali e del diritti civili. 2) Il presunto colpevole è un uomo molto Giovanna Gabrielli
di Bossi processo prima del processo. Mi sembra potente, con legami di altissimo livello nazionale e
Bossi ha detto che a Milano la che il principio sacrosanto sia “la legge è internazionale. Ciò fa scattare un allarme in più per
destra ha perso il primo tem- uguale per tutti”, non impiccare subito e polizia e magistratura americane: colpire subito, Nel mio piccolo ho potuto dimento. Si tratta dunque di
po per una campagna eletto- poi discutere. anche con eccesso di visibilità e di forza, per constatare che non è poi così livelli temporali e gerarchici di
rale sbagliata, dai toni troppo Cristina eliminare ogni illusione o sospetto o paura della difficile capire ciò che serve analisi, non di livelli più o me-
accesi. Vuole quindi vincere la particolare posizione di dominio della persona. La alla comunità da ciò che è inu- no ‘superficiali’. La misura del-
partita, anzi è sicuro di vin- CI SONO ormai due versioni di questa modalità è rozza, e anche con qualche eccesso tile o addirittura dannoso. La la depressione e dell’ansia av-
cerla, ricorrendo a metodi tremenda storia. Una è quella americana, teatrale, ma il messaggio deve essere chiaro e frustrazione nasce dal fatto viene approfonditamente e
molto più delicati ed idonei al- spietatamente legata ai fatti. Proprio perché potente, tempestivo: abbassare il colpevole dal livello della sua che la vecchia politica non secondo i più elevati standard
la situazione. E infatti, in la parola della vittima è più importante del presunto posizione a quello del suo reato. È un modo duro ma considera le nostre istanze o internazionali. 3) Nonostante
omaggio a questa nuova im- colpevole. La seconda versione è quella francese. efficace per dire: tutti sono uguali di fronte alla legge. attacca Beppe Grillo come se il nome inglese, CBA-2.0 è in
postazione, ha definito Pisapia Non proprio quella del complotto, come spesso si 3) Conoscendo il sistema giuridico americano, si può fosse solo lui il Movimento 5 massima parte frutto di ricer-
“un matto” che “vuole tra- dice, ma della diffidenza. Trattano così Strauss-Kahn dire con certezza che non è stato fatto niente di Stelle. Ma Beppe in poche pa- ca italiana, vanta una docu-
sformare Milano in una zinga- perché è francese. Se poi è colpevole si vedrà. Temo speciale (ovvero di specialmente odioso o role sintetizza quello che noi mentazione scientifica di pri-
ropoli”. Bossi è un vero signo- che ci sarà presto una terza versione, tutta italiana. intenzionalmente cattivo) contro Il direttore del approfondiamo sul territorio: mo ordine ed oltre un cen-
re, non come la Moratti che Vi si potrà arrivare (ovvero vi arriveranno certi solerti Fondo Monetario Internazionale. Ma niente gli è strategia rifiuti zero, rispar- tinaio di articoli e contributi
aveva definito il suo conten- addetti ai lavori) solo se nella vicenda americana del stato risparmiato per principio (la legge è uguale per mio energetico, acqua pubbli- scientifici in Italia ed all’estero
dente ladro e contiguo al ter- potente che aggredisce e stupra la cameriera, vi sarà tutti) e anche con l’intenzione pedagogica di far ca. ed è tra i test più utilizzati nel-
rorismo. Era ora, sentivamo qualche svolta anche modesta a favore dell’uomo sapere in giro che nella giustizia americana non ci Paolo Lovera (uno dei tanti attivisti l’ambito clinico, nell’ambito
veramente la necessità di una attualmente imputato. Sarà il momento di far notare sono privilegi. L’intento pedagogico è frequente e del Movimento 5 Stelle) forense e nella ricerca. Al di
maggiore pacatezza. E di una quali guasti e quali ingiustizie può provocare il furore tipico nella vita pubblica americana, e questo spiega fuori di dette indicazioni e del-
compostezza che solo la Lega mediatico come quello che, ogni volta, viene dedicato le dimissioni immediate in caso di sospetto. Non si Diritto di Replica la relativa letteratura scienti-
ed il suo guru potevano re- a... Lascio al lettore di scrivere il nome del tratta di norme, si tratta di rispetto per l’opinione fica, non è giusto imputare al
galarci. Grazie Ministro, con- personaggio locale spesso accusato in questo Paese, pubblica, che viene considerato un obbligo per In riferimento al recente ar- test responsabilità per impie-
tinui così, vedrà che al ballot- anche per fatti gravi come la prostituzione minorile, e chiunque abbia visibilità e vita pubblica, dall’ignoto ticolo da voi pubblicato in da- ghi non previsti.
taggio raccoglierà a piene ma- sempre tenuto al riparo da grandinate come quella funzionario al più celebre senatore. 4) C’è un ta 12 maggio 2011 “Vuoi la- Giorgio Bertolotti, Paolo Michielin,
ni i frutti di questa sua nobile che ha colpito il potente uomo di Stato francese. So pregiudizio antifrancese o antistraniero, ovvero vorare all’ALER: racconta i Ezio Sanavio, Giulio Vidotto e
conversione. E spero che il però che prima o poi qualche serio editorialista di Strauss-Kahn è più sospetto perché non è tuoi gusti sessuali” che ha avu- AnnaMaria Zotti, autori del test
nostro Parlamento, mai così qualche serio giornale “al di sopra delle parti” ci americano? Se sì, come è improbabile ma possibile, to per oggetto l’utilizzo del te-
autorevole e rappresentativo arriverà e ci ammonirà a non accusare prima del gli ottimi avvocati del presente, illustre imputato st ‘Cognitive Behavioural As- Grazie delle precisazioni, ma
come adesso, consideri seria- tempo (che in questo Paese non è mai quello giusto). straniero ne beneficeranno a mano a mano che la sessment - Batteria CBA-2.0 l’articolo metteva in discussione
mente l’opportunità di poter- La domanda è se c’è una posizione giusta o almeno vicenda giudiziaria si svolge. Infatti (se fosse vero e Scale Primarie’ nella “selezio- l’utilizzo del test nella selezione
La avere, un giorno, come più equilibrata di quella che sta svolgendosi nei dimostrabile) incasseranno un diritto che si ne di direttore tecnico” de- del personale, non in campo
Presidente della nostra glo- media americani. Provo a dirlo così: 1) La denuncia trasformerà gradatamente in un beneficio forse sideriamo precisare alcuni clinico. E ovviamente
riosa Repubblica, quella Re- del reato fa scattare Polizia e giudice con tutta la grande nella decisione finale. aspetti, in qualità di autori del l’eventuale illegalità -
pubblica a Lei così cara e che, rapidità e la forza di cui dispongono perché ciò che è test suddetto. 1) Non è esatto prospettata dal consigliere
unitamente ai Suoi amici, non accaduto si configura come violazione grave di un Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano dire che tale test sia ‘un test dell’Aler che ha denunciato
perde occasione di onorare diritto civile e questo fatto si sovrappone alla norma 00193 Roma, via Valadier n. 42 psicoattitudinale’ (tantomeno l'episodio - è relativa a questo
con il Suo esempio e le Sue penale comunque violata. È un concetto unicamente lettere@ilfattoquotidiano.it “che violi la legge contro la aspetto, non al test in se stesso.
sagge parole. discriminazione sui luoghi di Il giudizio di superficialità non è
Enzo Chinè lavoro”); CBA-2.0 è un test nostro, ma di una psicologa
psicologico di tipo clinico intervistata. Infine, il fatto che il
Il centrosinistra ideato e diffusamente utilizza- Cba 2.0 non sia un test
sociali semineranno violenza, dimento retorico ma com- ambientali, sanitari, occupa- to dal 1985 per aiutare lo psi- psicoattitudinale e che gli
e i moderati la droga scorrerà a fiumi (co- portamento reale; un para- zionali - nulla! Ci dicono co- chiatra o lo psicologo clinico autori stessi parlino di
Ricompaiono i manifesti ur- me se al tempo della Moratti dosso in contrasto con l’opi- glioni, matti, sporchi, brutti. ad avere una valutazione ‘ad “impieghi non previsti” rafforza
lanti paura. Se voti Pisapia Mi- non fosse già un problema). nione che ha un comune elet- Siamo nelle condizioni ideali ampio spettro’ di aspetti di vi- la tesi dell’articolo e di chi ha
lano sarà invasa da moschee, Moderati/progressisti un ossi- tore di buon senso. Si dicono per tirarci su con orgoglio e ta della persona che si rivolge voluto sollevare il caso.
da immigrati e zingari, i centri moro che non è più proce- moderati coloro che tappez- determinazione. loro per cure. 2) E’ falso af- (m.p.)
zano Milano con i manifesti Iole Pozzi fermare che tale test “misura
che innescano paura e deso- in modo superficiale la de-
lazione; il partito dell’amore Il movimento 5 stelle pressione e l’ansia”; come in-
LA VIGNETTA ha al suo interno persone che
e la riforma del sistema dica il nome completo, si trat-
scaricano sul contendente ta di ‘Scale primarie’ che aiu- IL FATTO QUOTIDIANO
politico: livore, dileggio, offe- In risposta all’articolo di Flo- tano a scegliere ‘Scale secon- via Valadier n. 42 - 00193 Roma
se, menzogne. Nessun pro- res d’Arcais avente come ti- darie’ di successivo approfon- lettere@ilfattoquotidiano.it
getto di coesione sociale, non tolo “Caro Grillo, non siamo
un progetto di rilancio per i tutti eguali”, voglio sottoli-
bisogni della cittadinanza, non neare che il problema non so- Direttore responsabile
un’idea contro l’inquinamen- no le persone ma il sistema
to a favore dell’ambiente e politico soggiogato ai partiti e Antonio Padellaro
della salute dei cittadini. Basta ai rimborsi elettorali. Infatti Vicedirettore Marco Travaglio
di essere trattati da parìa! Le obiettivo primario del Movi-
nostre idee (veramente mo- mento 5 Stelle è quello di ri- Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
derate!) ci derivano da Gram- formare il modo di fare po- Progetto grafico Paolo Residori
sci, Calamandrei, Pertini, litica eliminando i rimborsi Redazione
Bobbio e da una borghesia il- elettorali, tagliando stipendi e 00193 Roma , Via Valadier n°42
luminata che non lasciava in- pensioni ai parlamentari e via tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
dietro nessuno. A Napoli “la dicendo. La politica per noi va e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
sito: www.ilfattoquotidiano.it
monnezza” è servita alla cam- intesa come servizio civile (un
pagna elettorale; a fasi alterne paio di legislature) e poi a casa Editoriale il Fatto S.p.A.
a seconda che dovesse dimo- a tornare a fare il proprio la- Sede legale: 00193 Roma , Via Valadier n°42
strare l’efficienza del Presi- voro, una politica volontaria- Presidente e Amministratore delegato
dente del Consiglio o l’inef- to portata avanti da persone Giorgio Poidomani
ficienza del sindaco Iervolino. incensurate e senza tessere, al Consiglio di Amministrazione
Sui progetti socio/culturali, reale servizio dei cittadini. Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Valadier n° 42, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano
con il pacchetto relax superSemplice puoi gestire
senza pensieri il gas e la luce di casa grazie a:
- solo 3 voci di costo in bolletta per monitorare meglio le spese di gas e luce:
• piccolo contributo fisso mensile di 5,99 euro per il gas e da 1,99 euro per la luce
• corrispettivo su metricubi e chilowattora consumati
• sconto sul corrispettivo a consumo del 15% per il gas e del 40% per la luce per i consumi annui
che non eccedono quelli di una famiglia media italiana, pari a 1.200 Smc/anno e 2.700 kWh/anno
- prezzi di gas e luce bloccati per due anni, comprensivi di tutte le voci di costo a esclusione delle imposte
- stesso prezzo della luce sia di giorno sia di notte, senza preoccuparsi della tariffa bioraria
In più, sottoscrivendo relax superSemplice entro il 14/07/2011, potrai avere al costo di soli 3 caffè al mese la manutenzione
annuale programmata del tuo climatizzatore effettuata da un tecnico specializzato degli energy store eni.

eni gas e luce la soluzione più semplice


visita i negozi energy store eni, chiamaci al 800 900 700 o vai su eni.com

eni.com