Sei sulla pagina 1di 20

Attenzione è in arrivo un’altra grande porcata: con il premio di

maggioranza anche al Senato il Caimano vuole riprendersi tutto y(7HC0D7*KSTKKQ( +#!z![!$!/


www.ilfattoquotidiano.it

Cerchi una nuova


opportunità di lavoro?

WWW.PAGEPERSONNEL.IT

Mercoledì 27 aprile 2011 – Anno 3 – n° 99 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Valadier n° 42 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

BOMBE & BALLE


Vogliamo il canàro
di Marco Travaglio

assima solidarietà ai trombettieri di B.,

Aveva detto: non bombarderemo la Libia e adesso arma i Tornado


Aveva promesso: basta nucleare e ora ammette la truffa
M costretti alle più spericolate acrobazie per
inseguirlo nelle sue piroette ormai
quotidiane. Su Ruby: non è prostituta ma
nipote di Mubarak; anzi no, è prostituta ma anche
nipote di Mubarak. E soprattutto sulla Libia. “Non
“per evitare il referendum”. La parola del premier conta zero chiamo Gheddafi per non disturbarlo”; e tutti dietro:
zitti, fate piano, non bisogna disturbare Gheddafi. Poi
entriamo in guerra contro Gheddafi, ma senza
bombardarlo, mica siamo come quel nano di Sarkozy;
Chi ha tradito Tripoli e tutti dietro: viva la guerra a Gheddafi, ma solo un
po’, senza bombardarlo. Poi bombardiamo Gheddafi
di Furio Colombo anche noi, e tutti dietro: evvai, si bombarda Gheddafi
dc anche noi, quando ci vuole ci vuole. Viene persino il
dubbio che Lui lo faccia apposta: cioè si diverta a
to cercando di immaginare come sa-

S
cambiare più posizioni di quelle del Kamasutra per
rà il capitolo Italia-Libia nei libri di vedere se i suoi pifferai riescono a tenere il ritmo.
Storia della Carlucci, cioè libri non Impresa titanica, visto che, oltre ad avallare le sue
comunisti. I protagonisti, come è no- panzane, i poveretti devono inseguire pure quelle dei
to, sono il sanguinario Colonnello Ghed- suoi, fino all’ultimo Scilipoti. Da quando s’è saputo
dafi, a cui ci lega ancora il più stretto trat- che l’uomo-chiave della maggioranza alla Camera ha
tato di fraterna amicizia (ratificato trion- la fissa dell’agopuntura, nelle redazioni di Libero,
falmente da un Parlamento quasi unanime, Foglio, Giornale e Panorama s’è scatenata la corsa
meno quattro gatti radicali e pochi cani all’acquisto di manuali sulle medicine alternative, non
sciolti); sono gli Insorti, che da due mesi Berlusconi confessa quello che avevano denunciato sia mai che qualcuno si faccia cogliere impreparato.
vengono massacrati dal loro ex glorioso e Ma ora ci tocca presentare le nostre più sentite scuse
i referendari: aggirata la volontà popolare si ritornerà alle anche a Mimmo Scilipoti da Barcellona Pozzo di
celebrato leader; sono un presidente fran-
cese sotto elezioni che ha immediatamen- centrali. Nel governo è rissa con la Lega sui raid contro il Gotto. Si pensava che l’espressione “toccare il fondo”
te capito che lo si notava di più se bom- Colonnello. Bossi avverte: “No alla guerra”. Il Pd balbetta: coincidesse con la sua faccia, poi è arrivato Remigio
bardava; sono un’alleanza detta NATO pri- Ceroni da Rapagnano, quello che non si accontenta
va del tutto di visione politica al momento.
forse chiederà un voto in Parlamento pag. 2 - 5 z di riformare un articolo qualunque della
E l’Italia. Il suo capo prima dice che non Costituzione: lui punta al primo. Sandra Amurri ha
interviene, per non di- raccontato di quando il nostro riformatore, in attesa
di cambiare i connotati alla Costituzione, si allenava
sturbare il Colonnello.

PICCHIARE LA MOGLIE?
cambiandoli alla moglie a suon di ceffoni. E lui,
Poi i nostri aerei vola-
sanguinosamente offeso, s’è fatto intervistare e
no come richiesto dal-
immortalare da Libero nel suo idillio familiare. Lui:
la NATO. Ma, ripete il
“Volgari menzogne, non farei mai del male alla donna
ministro della Difesa che amo”. Lei: “Sono stata in ospedale solo per
tutto d’un pezzo, La

PER I POLITICI SI PUÒ


partorire. Remigio è un uomo pacifico, se mi avesse
Russa, “noi non bom- picchiata non saremmo arrivati a 38 anni di
barderemo mai”. Infi- matrimonio”. Il cattolicissimo on. Maurizio Lupi fa
ne, passa da Roma un subito tanti auguri: non alla moglie menata, ma
senatore americano importante e arriva a all’onorevole marito. Purtroppo però al Fatto le
Palazzo Chigi. Ed ecco che il governo ita- notizie, prima di scriverle, si usa verificarle. E così
liano, con la fierezza di chi non ce la fa più La triste vicenda del deputato Ceroni lascia Sandra, che sulle prime aveva preferito sorvolare su
a tollerare le stragi a Misurata, proclama: indifferenti destra e sinistra. Come se finire certi dettagli sanitari, estrae il referto medico con
“Bombardiamo anche noi”. Restiamo con tanto di denuncia alla polizia, in cui lady Ceroni tutta
tristezza, ai fatti. Primo, in tutto il mondo in ospedale per lesioni fosse un fatto normale tumefatta “riferisce di essere stata percossa dal marito
democratico che ha passato decenni a fare di cui le donne non devono lamentarsi ieri alle 22.30 circa presso la propria abitazione”.
affari con la Libia non c’è uno, religioso o Venti giorni di prognosi. Chi lo dice, ora, al pio Lupi?
ateo, che abbia credibilità e forza per me- Libero torna da Ceroni per la nuova verità di giornata:
diare. Qualcuno avrà ripensato con nostal- di Beatrice Borromeo “Il litigio ci fu, però francamente mi vede estraneo”.
gia al tempo in cui Pannella si batteva, con
la Lega Araba e contro Gheddafi, per por- Pno,icchiare la moglie, secondo i
nostri politici, si può. Nessu-
CATTIVERIE Avrà litigato con la moglie a sua insaputa, come uno
Scajola qualsiasi? “Io non ero neppure in casa”. L’avrà
tar via Saddam Hussein dall’Iraq. Qualcu- Bersani: “Ve lo immaginate menata a distanza, con la sola forza del pensiero? “Al
opposizione inclusa, ha avu- cosa accadrebbe se Berlusconi
no avrà sperato in una guida ferma degli fosse al posto di Napolitano?”.
pronto soccorso le avranno detto: scriva lite
to nulla da ridire sull’onorevole
Stati Uniti, che hanno un presidente come Vestirebbe le troie da coniugale e così hanno chiuso la partita”. Ma certo: la
Pdl, Remigio Ceroni, che ha me- corazzieri? moglie del sindaco (Ceroni all’epoca era sindaco di
Obama, premio Nobel per la Pace. Non è nato la consorte. pag. 8 z (Aldo Benassi www.luttazzi.it)
andata così. È un mondo in cui si deve Rapagnano) arriva al pronto soccorso tutta lividi, le
Remigio Ceroni (FOTO ANSA)
chiedere un favore a Berlusconi e ti ac- dicono di dare la colpa al sindaco e lei, sempre a sua
corgi subito che stiamo vivendo in un insaputa, lo mette nero su bianco. Resta da capire chi
mondo in cui, molto prima di dover cor- TREMONTI FLOP x Udi Marco Onado Udi Caterina Soffici l’ha menata. Ceroni tira in ballo il padre, ovviamente
defunto: “C’è stato un litigio familiare, lei ha risposto

Arriva l’opa
rere in aiuto dei rivoltosi, si doveva correre
in aiuto dei migranti fermati in mare, e tutti ANTONIO FIRENZE male a mio padre e lui, forse, offeso, ha reagito... Mio
padre è pure morto”. In attesa che oggi sforni nuove
sanno cosa vuol dire: un cimitero nel Me- FAZIO È TROPPO versioni di giornata (forse la signora Ceroni è la
diterraneo. Il Nordafrica chiedeva aiuto
ben prima di Misurata. Ciò che chiedeva
costa meno della guerra. Io sono fra coloro
francese E I NUOVI FAN SPORCA cugina di Mubarak, notoriamente molto manesco) e
che Lupi candidi Ceroni a sottosegretario alla
che vogliono correre in aiuto di chi si ri-
volta contro Gheddafi. Rimpiango che ac- di Lactalis I2005ldalle
processo di Milano nato aro Sindaco Matteo Renzi, va
scalate bancarie del C bene rottamare, polemizza-
e che vede imputati re, svecchiare, tirare fendenti e
Famiglia al posto del ribelle Giovanardi, ben si
comprende perché Libero vanti fra i suoi columnist
Pomicino e Moggi o il Foglio pubblichi le analisi sulla
cada ora e in questo modo, e con la guerra l’ex governatore Antonio Fa- fare il ganzo ogni settimana in
come il solo strumento e dopo una lunga
festa celebrata mentre Gheddafi stava già
su Parmalat zio e i protagonisti di quelle
vicende, da Fiorani a Consor-
televisione. Ma farebbe meglio
ad affacciarsi ogni tanto dalla
Libia di Pio Pompa: per sostenere certe tesi bisogna
aver già perso la faccia. Essendo venuti a mancare
prematuramente il gobbo del Quarticciolo e la
massacrando il suo popolo e incassando la te, si avvia alle battute con- sua aurea finestra di Palazzo Vec- saponificatrice di Correggio, si attende l’esordio di un
sua taglia. Feltri e Malagutti pag. 7 z clusive. pag. 18 z chio e guardare giù. pag. 11 z nuovo editorialista di sicuro avvenire: il canàro.
pagina 2

I
BALLE & BOMBE

giudici del Tribunale di Milano, rifiutando attribuzione davanti alla Corte costituzionale. L’attività governativa, a differenza di quella
Processo Mediaset, di considerare il Consiglio dei ministri del La vicenda è da ricondurre al processo Mediaset, parlamentare, è “difficilmente preventivabile” e a
primo marzo 2010 come legittimo in cui il premier Berlusconi è imputato di frode dimostrarlo è in questi giorni proprio la crisi in
impedimento, hanno leso le “esclusive attribuzioni fiscale. Secondo il ricorso depositato al Palazzo Libia. Si legge in uno dei passaggi del documento in
l’Avvocatura: “Lesi costituzionali” del presidente del Consiglio e del della Consulta, il Tribunale di Milano si è cui l’Avvocatura generale dello Stato, per conto
governo. È quanto scrive l’Avvocatura dello Stato “arrogato un inammissibile potere di sindacato del governo, ha sollevato il conflitto di
nel ricorso di 20 pagine – reso pubblico dall’Ansa – delle ragioni politiche sottese al rinvio di una attribuzione nei confronti dei giudici di Milano del
i poteri del primo ministro” con cui il governo ha sollevato conflitto di riunione del Consiglio dei ministri”. processo Mediaset.

PAROLE AL VENTO
B. il 19 febbraio B. il 15 aprile Prestigiacomo il 17 marzo
“Gheddafi non lo disturbo” “Noi non bombarderemo” “Centrali, niente cazzate”

“N o, non l’ho sentito. La situa-


zione è in evoluzione e quin-
di non mi permetto di disturbare
“N on bombarderemo” ha dichiara-
to Berlusconi il 15 aprile dopo
aver specificato che l’Italia “è in linea
“B asta, non possiamo perdere le
elezioni per il nucleare. È finita,
non facciamo cazzate. Bisogna uscirne
nessuno”. Queste le parole di Silvio con la risoluzione Onu. E considerata la in maniera soft. Ora non dobbiamo fare
Berlusconi il 19 febbraio. “Siamo nostra posizione geografica e il nostro nulla, si decide tra un mese”. Le parole
preoccupati per tutto quello che sta passato coloniale, non sarebbe com- del ministro dell’Ambiente Stefania Pre-
succedendo in tutta l’area”. prensibile un maggiore impegno”. stigiacomo, il 17 marzo in un fuori onda.

PAURA ATOMICA
Il Caimano confessa: no al nucleare per
evitare il referendum sulla giustizia
di Giorgio Meletti tice italo-francese, il giornali- rioso del pensiero di Sarkozy, non è altro che un trucco per
sta del Sole 24 Ore Gerardo Pe- che ha venduto (o crede di aver evitare il referendum. Le norme
a scena merita di essere losi (che sa di che parla perché venduto) la tecnologia atomi- sottoposte al referendum abro-

L descritta in dettaglio. Du-


rante la conferenza stam-
pa congiunta del presi-
dente francese Nicolas Sarko-
zy e del premier italiano Silvio
è stato portavoce del ministro
degli Esteri Renato Ruggiero
nel governo Berlusconi del
2001) chiede conto della retro-
marcia nucleare del governo
ca francese all’Enel. Berlusco-
ni, chiaramente nervoso, chie-
de a Sarkozy di rispondere per
primo.
gativo vengono quindi aperta-
mente teorizzate come “retrat-
tili”: scompaiono nelle settima-
ne precedenti la consultazione
popolare, in modo da sfuggire
La manifestazione del comitato “Vota sì al referendum” ieri a Roma (FOTO ANSA)

Berlusconi:
“Se si vota
parlare prima di Sarkozy? Bersa-
ni ha una sua spiegazione: “Sul
nucleare il governo si è messo a
Berlusconi, al termine del ver- italiano. È evidentemente cu- E PARTE con una dichiarazio- al giudizio popolare, per ricom- tappetino di fronte alla delega-
ne stupefacente: “Attraverso i
sondaggi che noi abitualmente
parire il giorno dopo.
Il problema evidentemente
tutto bloccato zione francese”. E infatti non è
difficile immaginare che nel
facciamo sull'opinione pubbli- non è tanto il nucleare, quanto confronto a porte chiuse Sarko-
CONVERSIONI ca, abbiamo appreso che la tra- il vero tasto dolente dei referen- per sempre zy e Berlusconi abbiano avuto
gedia di Fukushima in Giappo- dum del 12 giugno: il legittimo un franco chiarimento sul futu-
Fra un anno
Feltri e Ferrara ora ne ha spaventato ulteriormente
i nostri cittadini”, dice secondo
impedimento. Disinnescare il
tema popolare dell’energia nu-
ro del nucleare. I due governi
sono legati da contratti di ferro
o due, italiani
giocano alla pace il testo riportato dall’Ansa, “se
fossimo andati oggi a quel refe-
rendum, il nucleare in Italia non
cleare è stato individuato come
il metodo più efficace per sco-
raggiare la partecipazione al vo- più tranquilli”
per la costruzione di quattro
centrali nucleari, e la Francia è
l’unico Paese occidentale che

E adesso giocano a fare i pacifisti. Vittorio


Feltri e Giuliano Ferrara, ieri, si sono esen-
tati dal quotidiano compito di corazzieri in difesa
sarebbe stato possibile per mol-
ti anni a venire. Il governo quin-
di responsabilmente ha ritenu-
to e impedire il raggiungimento
del quorum del 51 per cento.
dum, in queste condizioni, si-
non ha dato spazio a nessun ri-
pensamento dopo la tragedia di
Fukushima.
di B. per buttarsi nell’insolito ruolo di antimili- to di introdurre questa morato- RABBIOSA la reazione del- gnifica violare un
taristi. Feltri lo chiama “l’errore di Silvio”. Parla ria sul nucleare per far sì che si l’opposizione, Pd e Idv in testa. diritto costituzionale. Per que- LE DICHIARAZIONI dei
delle bombe sulla Libia: “La questione si risolverà chiarisca la situazione giappo- “C’è di che restare allibiti” pro- sta ragione, il capo dello Stato giorni scorsi di diversi membri
così? Rammentate il Vietnam? Gli americani co- nese e per far sì che magari do- testa il segretario del Pd Pier dovrebbe impedire tale misfat- del governo italiano sulla ne-
minciarono nella stessa maniera. Ed è noto come è po un anno o due si possa ritor- Luigi Bersani, “è come se Ber- to, e ci auguriamo che lo faccia cessità di ripensare il tutto, met-
finita”. Ferrara invece più che dar la colpa a nare ad avere un’opinione pub- lusconi avesse detto agli italia- senza alcun indugio”. Anche il tendo al primo posto la sicurez-
Berlusconi preferisce ricordargli che la guerra blica consapevole della neces- ni: evito di sentirvi perché so capo dell’Udc, Pier Ferdinando za degli italiani, come ha detto il
è “stolta”. Ma anche lui disegna scenari apo- sità di tornare all’energia nu- che non siete d’accordo e così Casini, è rimasto a bocca aper- ministro dell’Ambiente Stefa-
dittici: “Misurata diventerà la Fallujah libica”. cleare”. vado avanti lo stesso”. Il leader ta: Berlusconi ha ammesso il nia Prestigiacomo, devono aver
“La missione in Libia è poco umanitaria”, scri- All’improvviso l’inganno si di- Idv Antonio Di Pietro chiama in suo inganno “con un candore innervosito Sarkozy. Ma ecco
ve l’Elefantino. E si domanda: “È ancora dentro svela. Berlusconi non solo am- causa il presidente della Repub- quasi disarmante. Dire una bu- che Berlusconi si affretta a tor-
l’Onu?”. Sarebbe interessante, un giorno, sen- mette, ma rivendica che tutto blica Giorgio Napolitano: “Ber- gia per evitare il referendum nare nuclearista convinto, chia-
tirlo preoccupato del rispetto delle regole. An- quello che il governo sta rac- lusconi ha confessato, oggi ab- non può essere un modello. Co- mando in causa Enrico Fermi e i
che quelle dentro i confini nazionali. contando da settimane sulla biamo la prova dell’imbroglio, sì istituzionalizziamo la bugia perniciosi “ecologisti di sini-
presa di coscienza della neces- da noi denunciato sin dal primo per risolvere un problema”. stra”. E dice: “Con la Francia ab-
sità di una “pausa di riflessione” momento. Bloccare il referen- Ma perché Berlusconi ha voluto biamo stipulato molti contrat-

LE REAZIONI La scappatoia nel decreto-omnibus

“Il Quirinale non firmi l’emendamento truffa”


Ideilripeteva
filosofo greco Aristotele
che “il vantaggio
bugiardi è quello di non
intende far saltare il quesito
referendario sul nucleare sia-
no soltanto un raggiro per im-
cidente di Fukushima si sia
placata. Ma gli italiani hanno
buona memoria”.
Le associazioni che costitui-
scono il comitato hanno chie-
sto “una scelta di chiarezza ai
politano affinché non firmi il
decreto nel quale è stata in-
serita la norma ‘truffa’ sul nu-
essere creduti quando dico- pedire agli italiani di decidere futuri sindaci e presidenti di cleare” ha dichiarato il capo-
no la verità”. È ciò che deve democraticamente del loro IL COMITATO “Vota sì al province”, in una lettera in- gruppo dell’Idv alla Camera,
aver sperato Silvio Berlusco- futuro energetico. Il premier referendum” ha organizzato dirizzata ai candidati alle am- Massimo Donadi, secondo il
ni, ieri, confessando di fron- spera che tra un paio d’anni ieri due manifestazioni per ri- ministrative di maggio, affin- quale il governo avrebbe fatto
te a Nicolas Sarkozy che il nu- l’emotività scatenata dall’in- cordare le vittime di Cherno- ché si “pronuncino prima del- un passo indietro solo per evi-
cleare “è il futuro” e che il byl nel giorno del 25esimo le elezioni”. E maggiore chia- tare il referendum che avreb-
referendum votato all’indo- anniversario e per protestare rezza la chiede anche il Wwf, be imposto uno stop più lun-
mani del disastro di Fukushi-
ma poteva affossarlo defini-
L’Idv: gli contro l’uso dell’energia ato-
mica, una davanti all’amba-
ma al governo: “La volontà
dei cittadini non può essere
go all’opzione nucleare e,
contemporaneamente, ri-
tivamente. italiani non sciata ucraina e una di fronte
a quella giapponese. “Berlu-
ignorata. O si mette una pie-
tra tombale sul nucleare op-
schiava di affossare la legge
sul legittimo impedimento,
MA LE ASSOCIAZIONI
impegnate nella battaglia re-
si faranno sconi radioattivo”, “il passo è
breve da Chernobyl a Fuku-
pure si va al voto con il re-
ferendum”.
“unico vero interesse” di Ber-
lusconi.
ferendaria, purtroppo per lui, shima”, “gli italiani non di- Infatti la maggioranza ha in-
lo hanno capito. “Finalmente abbindolare menticano” e “Berlu-truffa”, serito la moratoria nucleare “IO SPERO che la Cassazio- cilmente, ma verranno a vo-
Berlusconi dice la verità” ha sono stati gli slogan gridati e all’interno di un decreto-om- ne tenga conto di questo at- tare in massa”. La campagna
dichiarato il presidente di Le- I comitati: la srotolati su striscioni e ban- nibus approvato dal Senato e teggiamento – ha spiegato referendaria, infatti, continua
gambiente, Vittorio Cogliati diere dal popolo anti-atomo in arrivo alla Camera. Che poi Donadi – quando dovrà deci- e il comitato anti-nucleare, ha
Dezza, “ci ha spiegato come campagna per che ha definito quello di Ber- finirà sul tavolo del presiden- dere di nuovo sul quesito e annunciato che da ora in poi
la moratoria e l’emendamen- lusconi un “esproprio della te della Repubblica. “A que- sono certo che gli italiani non la battaglia diventerà “un cor-
to con il quale la maggioranza il sì va avanti democrazia”. sto punto ci appelliamo a Na- si faranno abbindolare così fa- po a corpo con la democra-
Mercoledì 27 aprile 2011

È
BALLE & BOMBE

ancora battaglia a Misurata, di 3 morti. Ma il bagno di sangue delle ultime 48


Ancora battaglia tra città-simbolo della guerra di Libia. Ieri ore è ben più grave: oltre 300 miliziani fedeli al
le forze pro-Gheddafi, che lunedì Colonnello - secondo il sito web dei ribelli “Libya
erano state respinte dai ribelli, hanno attaccato il al-Youm” - sarebbero stati uccisi dagli insorti libici
miliziani e fedelissimi del porto. Un’imbarcazione umanitaria sul posto proprio a Misurata. Il sito riferisce anche la notizia
proprio per evacuare i profughi, è stata costretta della cattura di circa 20 soldati libici, tra cui un Libia, ancora
ad allontanarsi dalla costa guadagnando il largo. Lo alto ufficiale delle truppe d’élite che fanno capo a battaglia
raìs: almeno 300 morti riferisce un giornalista dell’Afp. Il bilancio sarebbe Khamis Gheddafi, uno dei figli del Colonnello. e morte

Libia, implode il governo


Bossi: “Le guerre non si fanno”
IL PREMIER: COLPIREMO SOLO OBIETTIVI MIRATI
IL COLLE DICE SÌ, I DEMOCRATICI: NOI CI SIAMO
di Caterina Perniconi damenti è il sottosegretario
agli Interni, Alfredo Mantova-
Italia bombarderà la Li- no, che preferirebbe “un’Ita-

L’ bia con il via libera del


capo dello Stato. Per
Giorgio Napolitano l’ul-
teriore impegno nel conflitto
“costituisce il naturale svilup-
lia che manda gli aiuti umani-
tari a Bengasi piuttosto un’Ita-
lia che bombarda”.

ANCORA più dura la posi-


po della scelta compiuta dal- zione del sottosegretario alla
l’Italia”. Eppure la bomba presidenza del Consiglio, Car-
sembra piuttosto scoppiata al- lo Giovanardi, che definisce
l’interno del governo. Dopo la l’intervento “completamente
decisione confermata ieri nel sbagliato, i cui presupposti so-
vertice col presidente france- no e restano del tutto infonda-
se, Nicolas Sarkozy, le rassicu- ti”. Per Giovanardi l’Italia
razioni di Berlusconi – “con
Bossi è tutto a posto” – sono
Bersani: “Sono durate poco più di un’ora. Il
leader della Lega ha fatto sape-
Oggi La Russa
allibito” re che resta contrario all’inter-
vento perché “le guerre non si
e Frattini in aula
Casini: “Bugia fanno e comunque non si an-
nunciano così. Se gli america-
Nel Pdl cattolici
ni vogliono bombardare fac-
disarmante” ciano loro”. Ma soprattutto, in subbuglio:
per il senatùr, “dopo le dichia-
Di Pietro: razioni di Berlusconi, Ghedda- “Meglio
fi ci riempirà di clandestini”. I
“Intervenga timori alla base del pensiero mandare aiuti
leghista li aveva già spiegati lu-
Napolitano” nedì il ministro per la Sempli- umanitari”
ficazione, Roberto Calderoli,
definendosi “contro le guerre
ti” per lo sviluppo dell’energia che portano nuovi rilevanti avrebbe “più motivi per bom- bisogno piuttosto della sua li- sposta del ministro Ignazio La cussioni sul Consiglio dei Mi-
nucleare e nonostante la mora- oneri e coinvolgono dei pove- bardare la Siria dove Assad bertà, non di un neocoloniali- Russa, che oggi riferirà alle nistri, previsto per venerdì, nel
toria “non vengono abrogati e retti, che poi inevitabilmente massacra i manifestanti e rap- smo mascherato dall’interven- Commissioni riunite Esteri e quale si decideranno i nuovi in-
stiamo decidendo di mandare si riversano nel nostro Paese”. presenta una parte di popola- to umanitario”. Difesa, di Camera e Senato, gressi nel governo.
avanti tanti settori di questi Il Carroccio è preoccupato zione molto inferiore a Ghed- con il ministro Franco Frattini: Intanto ieri si è diffusa la noti-
contratti, per esempio quello dalle conseguenze della parte- dafi”. A completare il fronte DOPO IL PARERE contra- “La spaccatura nella maggio- zia che la Libia avrebbe impor-
della formazione”. Chi paga, cipazione a un conflitto: l’in- dei contrari della maggioranza rio di Umberto Bossi, dichiara- ranza sulla Libia non ci sarà, a tato benzina dalla Saras (azien-
ammesso che sia vero? Presumi- nalzamento delle tasse, i rin- è Souad Sbai, rientrata nelle file to in serata, il Partito democra- differenza di quanto avvenuto da dei Moratti) a inizio aprile,
bilmente l’Enel, società quotata cari della benzina, il rischio del Pdl da Fli, ma in contrasto tico, rimasto per tutto il giorno con il governo Prodi, quando con la nave italiana Valle di Na-
in Borsa, che adesso dovrà spie- dell’arrivo di nuovi immigrati. con le scelte di politica estera sulla posizione “non ci sottrar- una parte considerevole della varra, approfittando di una
gare ai suoi azionisti se è vero Specialmente alla vigilia di di Berlusconi, e in polemica remo” in piena sintonia con la sua maggioranza votava con- scappatoia nelle sanzioni delle
che “stiamo decidendo di man- una campagna elettorale. con le parole di Napolitano: presa di posizione del Quirina- tro la politica estera del pre- Nazioni Unite, aggirando quin-
dare avanti” onerosissimi con- Ma quello leghista non è l’uni- “L’evoluzione naturale delle ri- le, ha deciso di valutare un do- mier. Non capisco la posizione di l’embargo. Ma la Saras smen-
tratti con la controparte france- co nervo scoperto all’interno voluzioni non è il bombarda- cumento su cui chiedere il vo- della Lega che ha votato esat- tisce di aver “venduto o conse-
se anche se il nucleare, ammes- della maggioranza. Ad ammet- mento di un popolo, perché to in Parlamento, per provare a tamente come gli altri questa gnato benzina alla società libi-
so che si faccia mai, è rinviato tere che anche nel Pdl esisto- solo i civili ne pagano le con- far inciampare il governo sulla adesione italiana”. La tensione ca General National Maritime
quantomeno di qualche anno. no delle “riserve” ai bombar- seguenze. Il mondo arabo ha politica estera. Immediata la ri- potrebbe anche avere riper- Transport Company”.

I MEDICI COSTRETTI A TORNARE IN ITALIA

EMERGENCY VIA DA MISURATA: “I RAID NON AIUTANO MAI I CIVILI”


di Alessandro Oppes scente dei combattimenti. “Le co- listi – spiega al “Fatto Quotidia- nitario ed evacuare la popolazio- che stava succedendo era che i
se sono andate peggiorando in no” – Nella notte fra domenica e ne”. Ma per la responsabile del- militari lealisti arretravano, ma
on potevamo più restare. modo drammatico proprio dallo lunedì sono caduti una trentina di l'ong, questa strada è sempre più continuavano a tirare missili da
“N La situazione era ormai di-
ventata insostenibile e anche la
scorso fine settimana: mentre ve-
niva annunciato il ritiro delle trup-
missili pesantissimi nella zona oc-
cupata dai civili. La guerra è or-
impervia. “Ora anche l'Italia an-
nuncia che parteciperà ai bom-
500 chili. Razzi di media gittata
che provocavano distruzione fino
nostra partenza è stata a dir po- pe di Gheddafi, in realtà abbiamo mai dentro la città, una volta ca- bardamenti. Di fronte a un'esca- a poche centinaia di metri dall'o-
co burrascosa: eravamo già sulla visto che si intensificavano gli duta la linea del fronte, scompare lation militare, è chiaro che l'ipo- spedale dove, tra sabato e dome-
banchina, pronti all'imbarco, scontri fra i ribelli e i militari lea- qualunque forma di sicurezza, tesi di una sospensione, anche nica, sono arrivati 60 morti e 200
quando sul porto di Misurata è sia per la popolazione, sia per il temporanea, delle ostilità diventa feriti”. Eppure, finché hanno po-
caduta una pioggia di missili Grad personale umanitario”. impraticabile”. tuto, gli uomini di Emergency
lanciati dall'esercito libico. Nessu-
na conseguenza, per fortuna, ma
“Altro che Storia di una missione abortita.
Con molto rammarico e altret-
Il team di Emergency era a Mi-
surata dal 10 aprile, e operava a
hanno continuato il loro lavoro.
“Ma lunedì mattina, quando si
è una prova in più del fatto che
correvano rischi terribili”. Appe-
Colonnello tante recriminazioni. “Con il cuo-
re, siamo stati male ad andarce-
supporto del personale sanitario
locale nell'ospedale Hikmat, una
sono presentati in ospedale, han-
no visto che solo un terzo dello

Chernobyl 20 anni dopo, protesta a Roma (FOTO ANSA)


na sbarcato a Malta dopo la fuga
precipitosa dall'inferno della
in ritirata, ne da Misurata”, ammette la pre-
sidente di Emergency, Cecilia
struttura con 60 letti e cinque sale
operatorie. “Quando sono arriva-
staff libico era presente. Hanno
cominciato ad assistere gli ultimi
guerra, il coordinatore del team di Strada. “Ma non avevamo alter- ti, c'erano 30 feriti, ma le cose so- feriti appena ricoverati. Poche ore
zia” e le iniziative si moltipli- Emergency (formato da due chi- arrivavano native. Noi l'abbiamo sempre no peggiorate rapidamente, fino dopo, è stato il direttore sanitario
cheranno: “Saremo in piazza, rurghi, tre infermieri, un aneste- detto che le bombe non aiutano a ad arrivare a un massimo di cento a chiedere ai nostri di evacuare”.
faremo catene umane, e ci po- sista e un logista), Antonio Mo- missili da 500 proteggere i civili. La guerra è uno ricoverati”, racconta Cecilia Stra- L'Ong spera comunque di poter
sizioneremo davanti alle cen- linari fa il bilancio di un'esperien- strumento che non funziona. da. “E' stato abbastanza assurdo rientrare molto presto in Libia.
trali per sbugiardare la ‘balla za di aiuto umanitario durata ap- chili a un passo Continuiamo a sperare che si leggere, giorni fa sui quotidiani “Appena sarà possibile, mande-
atomica’ che ci stanno rac- pena due settimane e troncata al- possa arrivare a un cessate il fuo- online, che le truppe di Gheddafi remo un altro team per ripren-
contando”. C .Pe. l'improvviso dalla violenza cre- dall’ospedale” co per aprire un corridoio uma- si stavano ritirando. In realtà, quel dere il lavoro”, assicura Strada.
pagina 4 Mercoledì 27 aprile 2011

L’
LE OPPOSIZIONI

unica risoluzione approvata Nazioni Unite n. 1973 del 17 marzo 2011, ovvero nell'ambito delle organizzazioni
Il testo praticamente all’unanimità dal impegna il Governo ad adottare ogni iniziativa internazionali di cui il Paese è parte, alla piena
Parlamento italiano è quella per assicurare la protezione delle popolazioni attuazione della risoluzione n. 1973 ai fini della
presentata dalle opposizioni (a firma della regione, nello scrupoloso rispetto della protezione dei civili e delle aree popolate
della risoluzione Franceschini, Adornato, Della Vedova, Donadi, risoluzione n. 1973 e delle relative sotto pericolo di attacco, ivi compresa la
Vernetti, Melchiorre, La Malfa). Ecco il testo: prescrizioni; ad adottare ogni iniziativa concessione in uso di basi sul territorio
“La Camera, valutata positivamente la necessaria per assicurare che l'Italia partecipi nazionale; a tenere costantemente informato il
approvata risoluzione del Consiglio di sicurezza delle attivamente con gli altri paesi disponibili, Parlamento”.

I RESPONSABILI DEL PD
di Paola Zanca

l concetto è chiaro già nel

I primo pomeriggio: “C’è


materia per far cadere un
governo. Prodi è caduto per
questo...”. Eppure, fino a sera, la
riflessione nel Pd si ferma ai ri-
cordi. Nessuno a cui venga in
mente di riadattarla ai giorni no-
stri. Quando alle 18 il segretario “Ok ai raid” per l’interesse nazionale
Pier Luigi Bersani annuncia alle
agenzie che “è indispensabile
che il governo venga a verifica-
re in Parlamento se ha o no una
Poi in serata: vediamo se il Pdl ha i numeri
maggioranza in politica estera”,
perfino nel suo staff si chiedono
che cosa sia successo. Discuto-
no, riflettono, e un’ora e mezza
più tardi fanno sapere che stan- Dario
no “valutando “ di cambiare Franceschini
strategia e preparare “un docu-
mento su cui chiedere il voto in
Parlamento”. Perché, dice il ca-
pogruppo Dario Franceschini,
“non possono bastare semplici
comunicazioni dei ministri”.
di Caterina Perniconi

CAMERA Nonostante fosse martedì,


l’assemblea di Montecitorio non si
è riunita. L’appuntamento è per
“ In questa
partita non
Così, nella riunione in program- questa mattina alle ore 10. bastano
ma per oggi, potrebbero arriva- All’ordine del giorno anche la
re a decidere di appoggiare la proposta di legge sul testamento soltanto
mozione che l’Idv ha già pre- biologico, già approvata dal Senato.
sentato per chiedere una veri- le semplici
fica sui numeri del governo. SENATO Nemmeno a Palazzo
Madama ci sono stati lavori d’aula, comunicazioni
EPPURE , per tutto il giorno, né ce ne saranno per tutta la
l’audizione di Frattini e La Russa settimana. Senatori di nuovo in dei ministri
era sembrata un gesto sufficien-
te a ripianare le divisioni della
maggioranza. Nel marasma in
cui sono piombati i rapporti tra
Pdl e Lega le uniche certezze,
assemblea martedì 3 maggio alle
ore 17.

per il principale partito dell'op-
posizione, erano state due: le stesso ribadito da Bersani quan- zionali e inutili”. Di Pietro inve- di non giocare”. D’accordo sul senso di responsabilità non arri-
bombe le stavamo già sparando do definiva la risoluzione votata ce attacca la “strategia del rin- obiettivo, ma non sul metodo, va a coprire le contraddizioni
e non è sulle guerre che si può come “capiente di una iniziativa vio” a cui i democratici “ci vo- l’ex ministro della Difesa Arturo del governo”. Forse anche lei ha
fare la guerra. Il primo punto lo italiana”. Il testo approvato a fi- gliono condannare”: “Parlano di Parisi: “Il voto parlamentare è un letto un po’ dei messaggi arrivati
spiegava bene Beppe Fioroni, il ne marzo, del resto, è talmente responsabilità, ma la prima che dovere in sé, ma non vorrei che, sul sito del Pd. Dove le idee era-
leader della corrente cattolica, ampio da contemplare anche l’i- abbiamo è quella di liberare il partiti per dividere gli altri, finis- no chiare sin dalla mattina pre- Antonio
che già al voto sulla risoluzione potesi bombe. “Ma mica aveva- Paese da questo Gheddafi in mi- simo per dividerci tra noi”. Biso- sto: “Ma se il Pd invece di chie- Di Pietro
Onu aveva perso tre dei “suoi” mo deciso di fare guerra a uno niatura. E se ogni volta rimandia- gnava parlare con un finiano, dere chiarimenti chiedesse di
(Gasbarra, Grassi e Sarubbi):
convinti a restare a casa, pur di
evitare l'affronto del “voto ribel-
le”. Ora confessa di affrontare
l'argomento “con difficoltà”:
Stato”, è sbottato Antonio Di Pie-
tro, in aperta critica con il Capo
dello Stato: “Bombardare una
nazione non ci pare possa essere
considerato uno sviluppo nè na-
mo a domani...”.
Per i Democratici, sembrava che
nemmeno oggi fosse la volta
buona: “Quello che non possia-
mo accettare – spiegava la capo-
Carmelo Briguglio, per sentirsi
dire chiaro e tondo che “il pre-
mier vuole evitare il voto in Par-
lamento”.
non bombardare non sarebbe
meglio?” domandava Piero Man-
fè. “Non azzardatevi a sostenere
il governo sui bombardamenti!
In particolare se la Lega voterà
“ Il Quirinale
sbaglia
“Ma fino a oggi che hanno lan- turale nè costituzionalmente gruppo Pd Anna Finocchiaro – è A SERA , invece, l’idea che la contro. Non darò mai più il mio Presenteremo
ciato, rose? Se non è stato così, corretto”. che una questione di così gran- posta in gioco fosse seria ha co- voto al Pd!”, minacciava Marco
significa che continuiamo a fare Nel Pd, fuori dall'ufficialità, lo de importanza, venga piegata minciata a diventare concreta. E Lalomia. “Perché il Pd dovrebbe una mozione
quello che abbiamo fatto, se no accusano di “pacifismo elettora- per interessi di politica interna”. la stessa Marina Sereni che alle assumersi questa responsabili-
bisogna spiegare la diversità”. le”: le amministrative si avvici- Idea condivisa anche tra i veltro- 11 e mezzo di mattina, ancor pri- tà? Non fatelo, non fatelo, non per far cadere
Perfino il presidente Napolitano nano e l'Idv vuole conquistare il niani: “Dobbiamo denunciare ma che parlasse Napolitano, di- fatelo!!” li implorava Paolo R. È a
aveva spiegato che i bombarda- popolo “arcobaleno”. Quello - l'inadeguatezza di questa mag- ceva al governo: “Non faremo loro, se non altro per interesse, questa
menti sono lo “sviluppo natura- da Emergency all’Arci - che ieri gioranza – diceva Walter Verini – mancare il nostro contributo”, che ci si aspetta che il Pd dica
le” dell’intervento in Libia. Lo ha condannato i raid “incostitu- ma l'interesse del Paese impone comincia a ritrattare: “Il nostro “signorsì, signore”. destra


Porcata elettorale, ecco la norma anti-Terzo polo
PREMIO DI MAGGIORANZA SU BASE NAZIONALE AL SENATO, ALLA CAMERA COLLEGI DISEGNATI SU MISURA PER B.
di Sara Nicoli legi elettorali della Camera per fare in del Terzo polo. In pratica, si vuole evi- rito un meccanismo di ripartizione tere mano alla grandezza dei collegi;
modo di favorire l’elezione di depu- tare che si ripresenti l’eventualità che del premio di maggioranza in senso da sempre è infatti la loro struttura a
tavolta è qualcosa in più di una tati di area con meno voti e con mag- colpì il governo Prodi che si ritrovò ad proporzionale, ma Regione per Re- essere determinante per la vittoria
Sporcheria
“porcata bis”. È una vera e propria
quella che ieri notte il vi-
giore controllo delle liste. avere al Senato solo una manciata di
deputati in più (tra cui Rossi e Turi-
gione; una furbata per superare gli
steccati della Costituzione e consen-
della coalizione di maggioranza rela-
tiva. Il Pdl punta su circoscrizioni più
cepresidente pidiellino Gaetano LA PROPOSTA, firmata appunto gliatto), per giunta con una coalizio- tire l’approvazione come legge ordi- piccole, dove – insomma – siano ne-
Quagliariello, con i suoi più stretti so- da Quagliariello, sarà depositata oggi ne troppo ampia e litigiosissima. Solo naria. cessari meno voti per essere eletti. E
dali, ha limato e corretto per essere a Palazzo Madama, dove in commis- che un premio di maggioranza su ba- dove, di conseguenza, ci saranno an-
pronta al varo oggi (in commissione sione Affari costituzionali si riprende- se nazionale al Senato sarebbe inco- IL BELLO, però, arriva sulla Camera che liste più corte e ancora più blin-
Affari costituzionali di Palazzo Mada- rà a lavorare sulla riforma del sistema stituzionale (la Carta stabilisce che i dei deputati. Proprio perché alle date di prima, ma costituite da can-
ma) e giovedì per la presentazione di voto. In commissione ci sono già 29 senatori siano eletti su base regiona- prossime elezioni il Pdl non è affatto didati certi con solo uno, massimo
ufficiale. I berluscones, insomma, proposte dei vari gruppi, tra cui due le), come ha già avuto modo di riba- certo di fare il pieno. Invece di un due elezioni di scarto per garantire un
stanno per lanciare l’ultimo dei pa- del Pd, ma si sa già per certo che i gio- dire più volte anche Napolitano e pri- semplice Parlamento di nominati sta- minimo di ricambio in caso di ritiro
racaduti pro Silvio e anche per loro chi sono fatti, anche se il presidente ma di lui Ciampi, ma la maggioranza volta punta verso una Camera di pre- del deputato eletto durante la legisla-
stessi: una legge elettorale che supe- della commissione, Carlo Vizzini, ha tira dritto. Nel testo sarà infatti inse- scelti. Perché si comincia con il rimet- tura. È assolutamente certo che un si-
ra la porcata di Calderoli, ma garan- fatto sapere di voler discutere “con stema come questo renderà ancora
tisce ancora di più chi, nelle urne, tutti, di tutto” per trovare una conver- più pesante l’influenza delle segrete-
vincerà ma solo per una manciata di genza più ampia possibile. Sui tempi Il presidente rie dei partiti e decisamente più com-
voti. C’è aria di elezioni anticipate an- di approvazione nel Pdl si mostra cau- dei senatori plicato il lavoro di chi, alle prossime
che nei dintorni di Arcore, dove i tela, ma è emerso con chiarezza che si del Pdl, Gaetano elezioni, dovrà scegliere i candidati
sondaggi sull’esito delle elezioni a punta a un via libera al Senato entro Quagliariello perché i posti saranno di meno. Ma
Milano non fa prevedere che una vit- l’estate per poi arrivare all’ok defini- (FOTO LAPRESSE) garantiti.
toria di misura, non sufficiente a ga- tivo alla Camera già per settembre.
rantire una fine senza scosse della le- Ma sono i contenuti della legge a de-
gislatura. E, allora, meglio mettere le
mani avanti. Con una legge che non
stare sgomento. Partiamo dal Senato.
Il Pdl punta a un sistema con previ-
Il disegno di Quagliariello:
solo blindi il Senato per evitare che il
Terzo polo diventi dirimente in caso
sione di un premio di maggioranza a
Palazzo Madama ma su base naziona-
avere candidati imposti
di una vittoria non clamorosa della le, non più regionale. In questo modo
banda Berlusconi, ma ridisegni i col- si otterrebbe di arginare l’inf luenza dall’alto per blindare le liste
Mercoledì 27 aprile 2011 pagina 5

I
LE OPPOSIZIONI

n mezzo al caos libico e delle un’acceso scontro parlamentare su un tema Camera, impegnati a studiare i tempi di
Da oggi alla Camera amministrative milanesi, per il Pdl sta per delicato e spinoso “che mai e poi mai – sosteneva approvazione del ddl. Che difficilmente sarà
aprirsi un nuovo fronte di scontro alla ieri un parlamentare di maggioranza – dovrebbe approvato entro questa settimana. Il biotestamento
Camera. Questa mattina, alla ripresa dei lavori essere tirato fuori in campagna elettorale”. E, riprenderà infatti il suo iter con un fardello di oltre
riprende lo scontro dell’aula, l’Udc chiederà l’inversione dell’ordine del invece, così sarà. Perché la maggioranza conta su 2 mila emendamenti, ma il Pdl vuole chiudere
giorno per poter arrivare a discutere subito del una spaccatura dei Democratici che difficilmente rapidamente soprattutto per dare un segnale
biotestamento, spalleggiata dal Pdl. Per la riusciranno a votare compatti la legge. Per questo i all’elettorato cattolico. E non è detto che, alla fine,
sul biotestamento maggioranza si tratta di un espediente per creare berluscones ieri erano in grande fibrillazione alla possa anche scattare la fiducia.

Errore il sì alla
NICHI VENDOLA guerra,
dissento dal
“Sinistra divisa
di Fabrizio d’Esposito sia quello della guerra. Io voglio in-

ulle bombe italiane a Tripoli, ieri Colle gerire eccome se uno Stato sovrano
tortura i suoi oppositori.

S pomeriggio, ci sono state ben tre


ore di differenza tra Nichi Ven-
dola e Pier Luigi Bersani. Nel sen-
Al segretario
ho detto:
Una risposta a metà.
La sinistra mondiale deve discutere
su come dare luoghi e forme nuove al

Bersani
so che il leader di Sinistra ecologia li- diritto internazionale, dopo che le
bertà alle quindici ha detto che la guerre infinite di Bush, con gli errori
“guerra è sempre una sconfitta”. Il se- di Blair, hanno ridisegnato la geogra-
gretario del Pd si è espresso invece
alle sei di sera con una dichiarazione
facciamo un fia del pianeta.
Fermiamoci alla sinistra italiana.
minimalista, condizionata dal sì del
Colle allo “sviluppo naturale della nuovo patto Oggi siamo divisi. Ma sono convinto
che se fossimo stati al governo non
missione” in Libia. Ha spiegato Ber-
sani: “Credo che la risoluzione già vo-
tata sia capiente di un’iniziativa italia-
na”. Forse anche per questo il partito
del governatore pugliese ha sfondato
il muro del 7% nel sondaggio Cise-So-
le 24 Ore pubblicato ieri dal quotidia-
sembra Godot” Lui: siamo oltre
Ma oltre che?
avremmo accolto Gheddafi col bacia-
mano e avremmo capito le rivoluzio-
ni mediterranee come accadde con
quelle dell’est europeo.
Il Muro di Berlino.
Oggi sta crollando un altro muro, un
muro d’acqua. E sarebbe ora che l’Eu-
no confindustriale. Sette virgola uno, ropa riprendesse il processo di allar-
a fronte di un Pdl indebolito e di un Pd gamento con la Turchia e i paesi bal-
convalescente, che sarebbe condan- canici come l’Albania.
nato al “suicidio” se si alleasse col ter- Per il momento è Sel ad allargarsi
zo polo centrista anziché con Sel e al 7,1 per cento.
Idv. Un dato straordinario, considerato
Vendola, se oggi foste al governo che siamo ancora un partito fragile,
con il Pd lei sostituirebbe Bossi. senza rappresentanza parlamentare.
Ma quello dei leghisti non è pacifi- Il merito è del nostro riformismo ra-
smo. dicale: né apolegeti dell’avversario,
Che cos’è? né custodi cimiteriali del passato.
È cinismo, indifferenza. Una posizio- Il centrosinistra vince però non ha
ne dettata dal fatto di mettersi al ri- una strategia, scrive il Sole 24 Ore.
paro dall’arrivo di altri profughi. Non Né un leader, né un programma.
scherziamo, Emergency e Calderoli Niente di niente.
non si possono paragonare. Il problema è il Pd. Un partito che ri-
Il risultato politico però non cam- schia di fare come il protagonista di
bia. Sel non è in Parlamento. Al- “Aspettando Godot”. Loro aspettano
trimenti? il terzo polo.
Ci divideremo su questo, senza dub- Che invece ha tutto da guada-
bio. gnarci se va da solo.
Il Pd fa anche scudo a Napolitano. Esatto. Il punto vero è che oggi c’è un
Sono stato tante volte d’accordo con grande casino.
il capo dello Stato ma adesso dissento Un casino a volte inerte.
con molta sofferenza. Il punto vero è che tutti passiamo a
Non c’è alcun “sviluppo naturale” interrogarci su cosa sarà la destra sen-
della missione libica? Il leader di Sinistra, Ecologia e Libertà, Nichi Vendola (FOTO ANSA) za Berlusconi e se l’edificio del Pdl re-
No, assolutamente. Il teatrino di Ber- sisterà a questo terremoto. Poi, su
lusconi contiene una sequenza incre- per quella dell’amico Gheddafi. Ades- cedendo nelle viscere delle società le. La guerra che situazioni ha deter- che cosa sarà il centro. Lo stesso cen-
dibile di salti logici. Siamo passati dal- so ci accodiamo ai bombardamenti mediterranee. minato sinora? La Libia potrebbe es- trosinistra è molto preso da questa di-
la vergogna del baciamano al Rais alle aprendo un altro grave problema. E l’Italia? sere un nuovo Afghanistan. scussione.
bombe. Senza dimenticare che noi Quale? È l’avanguardia della retroguardia eu- A sinistra come se ne esce? Il pre- Nessuno che s’interroghi su che
siamo stati il paese colonialista che ha Cosa faremo in Siria, nello Yemen? ropea. L’escalation militare fa tornare mier si batte solo con un’alleanza cosa sia la sinistra.
occupato la Libia. Qual è il metro per misurare che la un fantasma che sinora non aveva fat- Pd-Idv-Sel. L’ho detto a Bersani. La mia domanda
L’Italia ha tentennato per setti- violazione dei diritti umani non è più to capolino. Per me la teoria dell’ingerenza è mor- è stata: facciamo un cantiere per co-
mane. tollerabile? La verità è che l’Europa è L’islamismo radicale. ta e sepolta, insieme con le ideologie struire il nuovo centrosinistra?
Appunto. E l’ansia di Berlusconi non senza classe dirigente, senza antenne I fondamentalisti troveranno vigore del Novecento. Però mi rifiuto di cre- E lui?
era per le sorti del popolo libico ma per capire quello che stava e sta suc- per la loro campagna anti-occidenta- dere che l’unico volto dell’ingerenza Mi ha risposto che è già oltre. Ma oltre
cosa? Noi stiamo ancora nell’al di
qua, compreso il Pd.
Reiteri, bombe a parte.
SONDAGGI I democratici di Pino Corrias Si può fare un’offensiva unitaria sulla
giustizia, sui referendum di giugno.

vincono solo con Idv e Sel Anna & Co. C’è spazio per un’agenda comune.
Non dimentichiamo che il centrode-

a notizia è arrivata ieri su Il con Idv e Sel, non con il Ter-


perché lo fate? stra di Berlusconi è minoranza nel
paese. Una minoranza rancorosa da
Llitologo
Sole 24 Ore. A darla è il po- zo Polo.
Roberto D'Alimon- La rincorsa al centro non pa- LO SCONTRO sarà pure cieco, come dice il nostro
mandare all’opposizione.
Ma c’è una montagna da scalare:
te: se il Pd si allea con Italia ga: secondo i sondaggi del amato presidente, ma l’idiozia ci vede benissimo. la coalizione, il leader.
dei Valori e Sinistra e Libertà Sole, una coalizione con Pd e Perciò eccoci di nuovo di fronte a una opposizione Il punto centrale sono le primarie. So-
è in vantaggio. Precisamen- partiti di centro si fermereb- pronta a sostenere questo ridicolo governo che no lo strumento ideale, che liberano
te, avrebbe il 44,1% dei voti be al 33,5 per cento. E in que- dopo i molti baciamano a Gheddafi, ora ha deciso un’energia straordinaria. Anche il
contro il 41,2% di Pdl e Lega. sto scenario, il 28,4 per cen- di bombardarlo. Bombarderà per ordine di programma deve essere scelto dal po-
Il centrosinistra avrebbe co- to degli italiani voterebbe Obama, per dispetto a Sarkozy, per massima polo di sinistra, mica bisogna scriver-
sì raggiunto “quota 40”. una coalizione con Idv, Sel e indifferenza tra il sì e il no, il bianco e il nero, la lo al chiuso delle segreterie.
“Questa è la condizione ne- altri partiti di sinistra. nalisi di D'Alimonte spiega guerra o la pace. Confermandosi un governo senza I suoi critici diranno che lei è il so-
cessaria per vincere alla Ca- anche un'altra cosa: che il Pdl opinioni, ma con una infinità di interessi che lito populista.
mera – spiega D'Alimonte – RISULTATO , primo in clas- soffre un evidente “indeboli- prevalgono a ondate, come nel caso del nucleare, e Intanto a Milano il risultato delle pri-
ma non è sufficiente perché sifica sarebbe il centrodestra, mento”: dal 37,4 delle politi- a ondate si ritirano, come nel caso del nucleare. marie ha messo in campo un candi-
il dato è solo virtuale e può con il 38,1 per cento dei voti. che del 2008 è sceso al 28,6% Ma l’opposizione perché lo fa? Perché Anna dato, Pisapia, che adesso fa paura alla
nascondere una grande illu- “Il polo di centro – spiega di potenziali elettori. Eppure Finocchiaro si sente in dovere di dire che Moratti e a Berlusconi.
sione. Il centrodestra è una D'Alimonte – diventerà de- resta il primo partito, visto “l’opposizione non si tirerà indietro”, anzi che Ma a Napoli avete scelto di appog-
cosa chiara, il centrosinistra terminante per la formazione che il Pd si ferma al 27,8. “In “dall’opposizione non mancherà l’assenso”? giare il prefetto Morcone, non De
è una cosa vaga. Del centro- di qualunque governo. I par- questa fase – avverte il poli- Che magnifici strateghi della politica. Magistris. Una partita in salita, vi-
destra sappiamo tutto: lea- titi di centro potranno pre- tologo – tutti i sondaggi ci Pronti ad allearsi con chiunque, da Vendola a Fini, sti i sondaggi che danno Morcone
der, coalizione e program- sentarsi agli elettori come danno dei dati 'freddi', desti- per battere B. Ma zelanti a sorreggere il suo terzo.
ma. Del centrosinistra non quelli che possono costringe- nati a cambiare nel momento governo nel punto di massima caduta, massima Al di là di quello che sarà il risultato, ai
sappiamo niente. Non c'è re Berlusconi a fare un passo in cui si surriscalda la campa- confusione, massima debolezza. E a mettere la ballottaggi si troverà un punto di
una coalizione, non c'è un indietro senza il rischio di fa- gna elettorale. In assenza di faccia su una cosa seria (e sanguinosa) come sono i equilibrio per riunificare il centrosi-
leader, non c'è un program- vorire una vittoria dei 'comu- alternative credibili la capaci- bombardamenti, anche di fronte a un Capo così nistra.
ma”. La cosa chiara, per ora, nisti-giustizialisti'. In questo tà persuasiva del Cavaliere rintronato dalle minorenni che annuncia Amministrative decisive per il go-
è che a “quota 40”, il centro- scenario non c'è posto per può fare miracoli nel rimobi- “Manderemo razzi di precisione”, come abitasse verno. Un test nazionale, per am-
sinistra ci arriva se si allea una alleanza con il Pd”. Ma l'a- litare gli indecisi-moderati”. nei fumetti di Nembo Kid. missione del Cavaliere.
Se il miracolo non lo farà San Genna-
ro, ci penserà Sant’Ambrogio.
pagina 6 Mercoledì 27 aprile 2011

S
VIVE LA FRANCE

arkò le elezioni ce le ha alle porte, nella arrivi a Lampedusa erano un problema nostro. Con calmare gli animi. Sul fronte economico, l’Italia ha
Roma-Parigi: primavera del 2012. E i sondaggi lo vedono tanto di respingimenti di chi riusciva ad arrivare a subito di recente “batoste” da Parigi. La più eclatante è
addirittura dietro a Marine Le Pen (al 23% Ventimiglia in nome delle regole di Schengen. Il “l’accordo” tra Bulgari e Louis Vuitton, proprietà del
mentre lui si fermerebbe al 21%). Berlusconi ha di ministro dell'Interno francese fece sapere che il suo miliardario Bernard Arnault. Un accordo che lascia a
guerra a colpi fronte amministrative e referendum. Ognuno fa il suo Paese non intendeva “subire un’ondata di immigrazione Bulgari il 3% e ai francesi il 64%. Sempre a Parigi, si
gioco e, in barba all’Europa unita, il duello Italia-Francia tunisina” dall'Italia. E Maroni si chiedeva se, così, in lavora al salvataggio della Premafin dei Ligresti, senza
si consuma da settimane su fronti ben precisi: immigrati Europa aveva senso restarci. Il vertice di ieri, in contare le trattative per il controllo di Edison o quelle
di imprese e tunisini e imprese. L’Eliseo ha chiarito, da fine marzo, che gli calendario ma nei prossimi mesi, è stato anticipato per per l'acqua di Acea. Ultima, ieri, la guerra del latte.

IL CALUMET DELLA PACE


SULLE CENERI DI SCHENGEN
Sarkozy e Berlusconi sotterrano l’ascia
Immigrazione: lettera a doppia firma per Barroso La lotta dei tacchi: Berlusconi e Sarkozy. Chi è il più basso? (FOTO LAPRESSE)

di Giampiero Gramaglia quando Mr B evoca John Kerry, espressa con malizia da Sarkozy, due leader hanno pure una pa- terno dei 27 ne parleranno a Bru- te, non è chiaro come l'iniziativa
invece di John McCain, come in- che ricorda l'intensità dei rap- rola per la Siria, dove il regime xelles il 12 maggio. L'idea che ri- congiunta odierna possa incide-
talia e Francia cercano di viato di Obama a Bengasi. Sarkò, continua a usare la violenza con- concilia Roma e Parigi è raffor- re sulla pressione degli sbarchi

I
porti in passato tra Italia e Libia,
porre uno stop ai contrasti invece, è cortese e preciso, non mettono Berlusconi al ripa- tro i manifestanti: “Damasco fer- zare i controlli alle frontiere in- dalla Tunisia. Ma tanto basta a ta-
che da mesi le scuotono, nel quando sciorina i meriti di Ma- ro dagli strali della Lega. Il pre- mi la repressione”. E Italia e Fran- terne dell'Ue. “Vogliamo dispor- citare le polemiche e a innesca-
segno della crisi del berlusko- rio Draghi, governatore di Ban- mier insiste più volte che i Tor- cia sono d’accordo sul fatto che re di strumenti per garantire i re, tra i due leader, una gara a chi
zismo, un anno fa imperante. Ma kItalia e candidato ora pure fran- nado italiani non compiranno le armi non bastino a consolida- confini dello spazio Schengen”, elogia di più l'altrui Paese. In
per una polemica che si smorza cese alla presidenza della Bce. bombardamenti, ma azioni mira- re la libertà: ci vuole più coope- dice Sarkozy. E Berlusconi ag- realtà, il Vertice si apre sotto un
(l'immigrazione, oppure la Li- te esclusivamente e solo contro razione. Un modo, la coopera- giunge: “In circostanze eccezio- cattivo presagio. La Lactalis ria-
bia) altre s'accendono o si riac- DOPO SETTIMANE di con- obiettivi militari (il distinguo è zione, per attenuare il flusso di nali, crediamo entrambi che gli pre la ferita del tentativo d’acqui-
cendono (il nucleare, Parma- trasti fra Roma e Parigi, specie su sottile perchè sempre di sparare migranti dalla Tunisia e di rifugia- accordi debbano potere essere sizione della Parmalat, lancian-
lat). Il Vertice a Roma vorrebbe come trattare gli immigrati della missili si tratta). E il ministro del- ti dalle zone di guerra e di op- modificati e vogliamo lavorarci do un’Opa sull’azienda italiana.
essere all'insegna del volemose Tunisia, il Vertice si svolge il gior- la difesa Ignazio La Russa sostie- pressione. Roma e Parigi, che da insieme”. In generale, è chiara la volontà di
bene: il clima è “positivo”, ma no dopo la decisione dell'Italia di ne che nulla è cambiato perchè – giorni giocano a ping-pong con i sotterrare l’ascia di guerra, alme-
non caloroso. Il presidente del partecipare più attivamente alle spiega – i nostri aerei sono sem- tunisini alla frontiera di Ventimi- NELLA LETTERA a Barroso, no per il tempo del Vertice. E Sar-
Consiglio italiano Silvio Berlu- missioni d'attacco della Nato sul- pre stati pronti a tirare contro i glia, si scoprono in sintonia: gli inviata pure al Consiglio dei Mi- kozy offre, senza essere solleci-
sconi e il presidente francese la Libia (all’inizio del conflitto, la radar libici, anche se – precisa – accordi di Schengen sulla libertà nistri dell'Ue, si chiede di preve- tato, il suo regalo a Berlusconi: la
Nicolas Sarkozy, scortati en- Francia non voleva lasciarne la non l'hanno mai fatto perchè i ra- di circolazione nell’Ue vanno ri- dere le circostanze in cui le fron- Francia, dice, appoggia Draghi
trambi da un codazzo di mini- guida all’Alleanza). L'avallo del dar, quando loro erano in missio- formati. Berlusconi e Sarkozy tiere interne europee potranno alla Bce: “Siamo molto felici di
stri, ostentano fiducia e intesa. presidente della Repubblica ne, sono rimasti spenti. E se l’I- scrivono una lettera a doppia fir- essere temporaneamente chiu- sostenere il candidato italiano,
Però, nella conferenza stampa, Giorgio Napolitano, che parla di talia non prenderà parte “a raid ma al presidente della Commis- se e si sollecita un rafforzamento una persona di grande qualità”. E
il linguaggio del corpo del Ca- “naturale sviluppo” della missio- su città”, dice La Russa, Sarkozy sione europea José Manuel Du- di Frontex, l'Agenzia europea di questa pare fatta. Almeno se la
valiere tradisce un certo disa- ne in corso con l'autorizzazione ribadisce che la Francia non in- rao Barroso, proponendo alcu- sorveglianza delle frontiere cancelliera tedesca Angela Mer-
gio. E ci scappa pure un lapsus, dell'Onu e la soddisfazione vierà in Libia truppe di terra. I ne modifiche: i ministri dell’in- esterne. Ruolo di Frontex a par- kel non s’impunta.
Mercoledì 27 aprile 2011 pagina 7

P
VIVE LA FRANCE

armalat ha in Italia soltanto il 22 per auspicava ieri Confagricoltura. C’è un’altra ragione usasse quella cassa per ripagare i creditori,
Quelli che vogliono cento del proprio business. Ma gli per l’interesse intorno all’azienda che fu di Calisto consentendo contestualmente al suo azionista (ed ex
agricoltori italiani sono preoccupati che Tanzi: da quando è guidata da Enrico Bondi, la creditore) Intesa Sanpaolo di uscire dall’investimento.
se il gruppo diventerà francese, il latte per i prodotti Parmalat ha ottenuto consistenti risarcimenti dalle Per il ministro Giulio Tremonti, invece, è stata fin da
difendere l’italianità lavorati (come l’Uht, che non deve indicare la banche coinvolte nel crac, ma non li ha reinvestiti. subito una questione di principio: bisognava dare una
provenienza della materia prima) venga acquistato in Quindi ora ha una cassa da 1,5 miliardi che fanno gola lezione ai francesi che, dall’alta moda all’energia,
Francia, dove costa meno. “Un grande gruppo ha il a molti. Uno dei progetti alternativi a Lactalis era che comprano in Italia ma fanno le barricate quando
del gruppo alimentare dovere di mantenere il rapporto con il suo territorio”, Granarolo si indebitasse per scalare Parlamat e poi gruppi italiani tentano l’espansione Oltralpe.

IL LATTE SARÀ FRANCESE


Lactalis lancia un’opa da 3,3 miliardi su Parmalat
Berlusconi: “Non è una scalata ostile”
di Vittorio Malagutti PROTEZIONISMO FLOP azionariato italiano a Parma-
Milano lat, sembra dunque archivia-
ta. Anche dalla Cassa depo-
a una parte la cordata
IL VERO SCONFITTO siti e prestiti fanno sapere

D sponsorizzata da Giulio
Tremonti. Una cordata
“tutta chiacchiere e di-
stintivo”, per citare l’indimen-
ticabile Al Capone raccontato
È TREMONTI: ADDIO
che “adesso aspettiamo di
vedere come va l’opa”. Chi
volesse contrastare Lactalis
dovrebbe ora trovare molti

ALLO YOGURT DI STATO


più soldi di due giorni fa
al cinema da Martin Scorsese. (quando si stimava in soli 3
Dall’altra un gruppo industria- miliardi il costo dell’opera-
le come i francesi di Lactalis, zione). E le banche, inclusa
pronto a mettere sul tavolo 3,3 Intesa, sono impegnate in
miliardi di euro dopo averne di Stefano Feltri aumenti di capitale che rendono difficile giu-
già investiti circa 1,2. In estre- stificare simili sforzi. Intesa, poi, essendo azio-
ma sintesi: parole contro dena- desso per il ministro del Tesoro, Giulio nista di Parmalat può beneficiare dell’opa
ro contante. E allora indovinate
un po’ chi sta vincendo nella
AsibileTremonti, diventa praticamente impos-
attuare i suoi progetti protezionisti: la
francese vendendo il suo 2,4 per cento a Lac-
talis.
battaglia su Parmalat che il go- cordata che doveva garantire l’italianità di
verno italiano ha trasformato in Parmalat non è mai nata e ora c’è l’opa dei LA QUESTIONE POLITICA è questa:
una crociata nazionalistica con- francesi di Lactalis che si può battere solo con perché Berlusconi ha deciso di mettere così in
tro il barbaro invasore transal- denaro fresco. La notizia arriva poco prima imbarazzo Tremonti? É vero che la cordata ita-
pino? Vince Lactalis, ovviamen- che cominci il vertice tra Silvio Berlusconi e liana non decollava, dopo il fallito tentativo di
te, che ieri ha messo a segno un il presidente Nicolas Sarkozy, a Roma. Il go- coinvolgere un partner industriale forte come
gol forse decisivo, annuncian- verno francese nega di essere stato informa- Ferrero e poi uno più debole come Granarolo,
Illustrazione di Marilena Nardi
do un’offerta pubblica d’acqui- to, Sarkozy per una volta si scopre campione con i “patrioti” ridotti alle solite banche, in te-
sto (Opa) in Borsa sul 71 per del libero mercato e dice che lui non c’entra: sta Corrado Passera con Intesa Sanpaolo.
cento del capitale Parmalat che ziariamente) tra i candidati, si è zio della vicenda. Già presente “Parmalat e Lactalis sono due gruppi privati”. Ma Berlusconi ne ha approfittato per ridimen-
ancora non controlla. Gli azio- defilato fin da subito. E Granaro- in Italia con attività che valgono Francois Lafond, un’analista di relazioni in- sionare un ministro che si era messo a trattare
nisti grandi e piccoli del grup- lo, concorrente diretto di Par- 1,2 miliardi di fatturato, oltre 3 ternazionali che lavora per il Marshall Fund a da solo con la Commissione europea, con Sar-
po emiliano potranno vendere malat, ha ambizioni inversamen- mila dipendenti e marchi famosi Parigi, dice al Fatto: “Si tratta solo di una coin- kozy, con i grandi banchieri, il tutto per raf-
le loro azioni a un prezzo 2,6 eu- te proporzionali alle disponibili- come Galbani e Invernizzi, il cidenza di tempi sfortunata tra vertice e opa”. forzare il proprio potere personale (mettendo
ro per ciascun titolo, cioè il 13 tà finanziarie, che sono prossi- gruppo Lactalis ha tutto l’inte- Fonti vicine al gruppo alimentare della fami- le basi per una sorta di nuovo Iri) e per com-
per cento in più rispetto alla me allo zero. resse a mantenere buoni rappor- glia Besnier precisano che Lactalis ha infor- piacere gli allevatori cari alla Lega, cioè un par-
quotazione di venerdì scorso. All’annuncio dell’Opa francese, ti con Roma. Ecco perchè alla fi- mato l’Eliseo ieri mattina presto, subito dopo tito che per quanto alleato è pur sempre un
arrivato ieri mattina poco dopo ne potrebbe decidere di non aver comunicato alla Consob italiana l’inten- concorrente del Pdl alle elezioni amministra-
Fino a 3,3 miliardi le nove, è cominciata una giran- stravincere cercando comun- zione di lanciare l’opa sul titolo Parmalat. tive.
per comandare dola di consultazioni tra politici, que un’intesa con Tremonti. Co- C’è poi un’altra lettura, più dietrologica: le
burocrati, banchieri e consulen- sì non sembra casuale l’uscita di COMUNQUE SIA ANDATA, ormai è po- porte aperte a Lactalis sarebbero la contropar-
ti per studiare il da farsi. La rispo- Silvio Berlusconi, preso alla co importante, perché l’operazione viene be- tita per l’appoggio francese alla candidatura di
I FRANCESI pagheranno il sta più diretta, quella “di merca- sprovvista dall’affondo francese nedetta da Berlusconi in persona: “Non con- Mario Draghi alla Banca centrale europea e
conto a patto di raccogliere ade- to e liberista”, sarebbe il lancio di proprio nel giorno del vertice sidero l’opa di Lactalis su Parmalat come un’o- farebbero parte del tentativo italiano di am-
sioni che li portino a controllare un’offerta concorrente a quella con Nicolas Sarkozy. Il premier pa ostile”. Una sconfessione totale delle bar- morbidire la linea di Parigi sulla gestione degli
almeno il 55 per cento del capi- di Lactalis. Piccolo particolare: ha detto che auspica “la creazio- ricate che Tremonti stava alzando, uno stop immigrati dal Nord Africa. “Mi sembra impro-
tale. Lactalis, un gruppo globale servono almeno 4,6 miliardi di ne di grandi gruppi italofrance- preventivo all’ultima opzione che sembra ri- babile che ci siano questo genere di scambi”,
da 10 miliardi di giro d’affari, è euro. Davvero i sedicenti patrio- si”, mentre lo stesso Sarkozy ha masta al ministro: un’offerta pubblica d’acqui- dice un ex alto funzionario della Commissio-
quindi pronto a investire nell’O- ti sono in grado di mettere insie- annunciato che si cercherà un sto con i soldi della Cassa depositi e prestiti a ne europea. Ma i tempi delle comunicazioni di
pa da un minimo di 1,2 miliardi me una somma simile nel giro di “avvicinamento delle posizio- finanziare il fondo di investimento che do- Lactalis sembrano un po’ troppo rapidi per in-
fino ai 3,3 miliardi nel caso tutti i pochi giorni? Davvero il gover- ni”. vrebbe difendere i settori strategici (yogurt in- serirsi in una partita diplomatica.
soci di minoranza decidessero di no è disposto a mettere in cam- Sul piano pratico non è quindi da cluso). Come si fa a lanciare un’opa di Stato, di L’appoggio a Draghi non ribalta gli equilibri,
vendere le loro azioni. Le azioni po miliardi di euro per sostenere escludere che Lactalis scelga di almeno 5 miliardi, dopo che il premier ha dato visto che il governatore della Banca d’Italia è
comprate con l’offerta pubblica l’italianità di Parmalat? Sarebbe il dare via libera all’acquisto di una così platealmente il benvenuto ai francesi? praticamente l’unico candidato rimasto per la
andrebbero ad aggiungersi a bis dell’operazio- “Una controfferta della Cassa successione a Jean-Claude Trichet alla Bce,
quelle rastrellate in Borsa nei ne Alitalia, in cui i non sarebbe certo un bel se- ma è comunque gradito dall’Italia. Che non
mesi invernali e al 15 per cento
venduto al gruppo transalpino
costi miliardari
del salvataggio so-
Se ora la cordata italiana gnale per il mercato”, dice
Lafond. L’ipotesi di creare
sembra in grado di rivendicare alcunché nei
confronti di Parigi: si è perfino scoperto, se si
dai fondi Skagen, Mackenzie e
Zenit il 22 marzo.
no stati scaricati
sul bilancio pub-
volesse rilanciare, dovrebbe una holding, sul modello di
Telco per Telecom, usando le
crede a Berlusconi, che i contratti con Areva
per la tecnologia nucleare restano validi no-
A questo punto la palla torna nel- blico. Con il risul- banche per garantire almeno nostante la sospensione sine die della costru-
la metà campo italiana. Finora tato che l’ex com- trovare quasi cinque miliardi per un periodo transitorio un zione delle centrali.
però non c’è traccia concreta pagnia di bandie-
della fantomatica cordata di pa- ra, ora gestita da
trioti che avrebbe dovuto pren- Roberto Colaninno, Banca Inte- partecipazione di minoranza da
dere il controllo di Parmalat per sa e soci continua a volare con i parte di un soggetto italiano, ma- LECCA LECCA
salvare il latte tricolore. Tremon- conti in profondo rosso e, in pro- gari la stessa Cassa depositi e
ti, dopo aver escogitato un de-
creto ad hoc per rallentare la
spettiva, potrebbe comunque
passare sotto il controllo di Air
prestiti. Questa soluzione tra
l’altro consentirebbe all’azienda
Il dribbling di un ministro
marcia dei francesi, ha messo a
disposizione i soldi pubblici del-
France, già socia al 25 per cen-
to.
francese di risparmiare sui costi
dell’operazione. Mentre Tre-
tra buchi da 40 miliardi
la Cassa depositi e prestiti. A fian- monti potrebbe affermare che il
co del ministro c’è Corrado Pas- “La sede non suo intervento in fondo è servito IL COLLOQUIO è un singolare genere mancanza di considerazioni su Parmalat (il
sera, il capo di Intesa pronto a fi- cambierà” a qualcosa. Pace in vista, allora? giornalistico, spesso declinato in Italia nella ministro, evidentemente, non sospettava
nanziare la cordata. Le adesioni Macché. Proprio durante il ver- forma di un’intervista senza le domande. In nulla). Ma è singolare che in un pezzo dal
certe si fermano però qui, per- tice Berlusconi Sarkozy, il grup- cui l’intervistato esterna il suo pensiero che titolo “Tremonti avverte il Pdl: ‘La crescita
chè Unicredit e Mediobanca, gli LACTALIS ha già messo le ma- po Edison nominava come nuo- poi fluisce in pagina mediato dal giornalista non si fa con il deificit’” manchi la questione
altri due istituti di credito chia- ni avanti. Svilupperemo il nostro vo numero uno il francese Bru- che inserisce virgole e congiunzioni. Non decisiva: cosa pensa di fare il ministro
mati dal governo, fanno di mala- piano “nel rispetto dell’italianità no Lescoeur. Ovvero un mana- stupisce quindi che il vicedirettore di Tremonti per il buco da 40 miliardi che
voglia i consulenti e pongono di Parmalat, mantenendo la sde- ger imposto dall’azionista tran- Repubblica, Massimo Giannini, stenografi una perfino il ministero del Tesoro ha riscontrato
molte condizioni per il loro in- de in Italia, salvaguardando gli salpino Edf ai soci italiani guidati telefonata con il ministro in cui le notizie per il 2013-2014? Starà mica preparando una
tervento diretto. Senza contare asset produttivi, i dipendenti e la da A2A. Insomma, Roma e Parigi (come le domande) si notano soprattutto per stangata per settembre, come gli ha suggerito
che un’operazione nata per di- filiera italiana del latte”, si legge restano in rotta di collisione. E la loro assenza. La colata di piombo Bankitalia? Ma non si può incolpare Giannini
fendere il made in Italy alimen- nel comunicato che annuncia questa volta la posta in palio è il sottoposta ai lettori è un’amalgama per aver omesso queste interessanti
tare non è fin qui riuscita a tro- l’Opa. Come dire che i francesi terzo operatore nazionale dell’e- dell’eloquio tremontiano, con qualche chiosa domande dalla paginata di ieri. In fondo, era
vare il sostegno neppure di un’a- non hanno nessuna intenzione nergia dopo Eni ed Enel. Un set- giornalistica. Si può anche sorvolare sulla solo un colloquio, mica un’intervista.
zienda del settore. Il gruppo Fer- di fare terra bruciata, come del tore di certo più strategico del
rero, il più solido (anche finan- resto era prevedibile sin dall’ini- latte.
pagina 8 Mercoledì 27 aprile 2011

MATRIMONIO ALL’ITALIANA

PICCHIARE
LE DONNE? NON È
POI COSÌ GRAVE
Non solo Ceroni: 3 milioni di vittime
subiscono e non denunciano
di Beatrice Borromeo il ministero delle Pari opportuni- Una donna che
tà che le associazioni. Racconta denuncia
icchiare la moglie, secon-

P
Antonella Faieta, avvocato del un’aggressione appena
do i nostri politici, si può. Telefono Rosa: “Le donne che avvenuta. Oltre 3
Nessuno, opposizione in- vengono da noi per essere aiuta- milioni in Italia sono
clusa, ha avuto nulla da ri- te lo fanno, in media, dopo oltre state picchiate (FOTO ANSA)
dire sulla notizia data dal Fatto dieci anni di violenze subìte in si-
Quotidiano: l’onorevole Pdl Re- lenzio”. E, per lo più, si recano
migio Ceroni ha menato la con-
sorte. Anche dopo la pubblica-
zione del referto medico del
Pronto soccorso, che dimostra
nei centri di assistenza per infor-
marsi: “Se mio marito mi prende
a schiaffi dopo una lite, può con-
siderarsi reato?”. In Italia oltre 7
3 mln 90 % di avvicinamento in atto in Italia
sono 2.629.
Ma quali garanzie ci sono che
l’uomo non si vendichi sulla
ra fidanzati. Il periodo in cui l’uo-
mo diventa più aggressivo è du-
rante la gravidanza: la donna in-
cinta è più vulnerabile, non vuo-
inequivocabilmente quanto ac- milioni di donne tra i 16 e i 70 LE DONNE DELLE VITTIME compagna che l’ha esposto? le crescere un figlio da sola. Si
caduto, le scuse non arrivano: anni ha subito, almeno una volta “L’allontanamento del violento – abitua quindi più facilmente a es-
appare invece su Libero un’inter- nella vita, un episodio di violenza IN ITALIA DI ABUSI IN CASA, spiega l’avvocato Faieta – è una sere picchiata, per motivi spesso
vista al deputato Pdl in cui, poco fisica o sessuale. I legali del Te- misura cautelare. Se lui torna, sta futili: non ha apparecchiato la ta-
elegantemente, Ceroni insinua lefono Rosa spiegano che non PICCHIATE NEL MONDO, alla donna chiamare la polizia: vola, ha parlato troppo durante
che a pestare la compagna sia passa giorno senza che si presen- anche per questo è nata la legge una cena, si è messa l’abito sba-
stato il padre (che non può re- tino ragazze con occhi neri e nasi DAI PARTNER NON DENUNCIA sullo stalking, così da mettere in gliato. Seguono periodi di calma,
plicare perché è deceduto). Il rotti: “Non si tratta di persone de- carcere chi viola l’ordine restrit- ma la rabbia – dicono gli assisten-
deputato, racconta, ha ricevuto boli. É un fenomeno trasversale”. tivo”. ti sociali – si manifesta di nuo-
tanta solidarietà, soprattutto dai
colleghi di partito. E Ceroni con-
ta anche sulla solidarietà della
moglie: “Io non presenterò que-
Perché il pensiero spesso corre
ai piccoli paesi, dove l’emancipa-
zione, se è arrivata, non ha attec-
chito. Invece, dati alla mano, le
547 70 % BOTTE E STALKING. Quan-
do una donna trova la forza di de-
nunciare, capita spesso che subi-
vo”.
La ribellione avviene, di solito,
“quando vengono coinvolti nelle
liti anche i figli che prendono le
rela al Fatto, sarà lei ad agire nelle storie che leggiamo sui giornali PERSONE SONO DELLE VOLTE sca poi episodi di stalking (a pro- difese della madre”. Denunciare
sedi opportune”. Ma una donna potrebbero capitare al nostro vi- posito: su Ceroni il ministro Car- conviene. E non solo perché la
che prende le difese del marito cino di casa: basti pensare che il ARRESTATE O L’AUTORE fagna non ha nulla da dire?). Ogni violenza domestica è la prima
non dimostra granché. Se i par- 36 per cento delle vittime di stu- mese, informa il ministero delle causa di morte accidentale (nel
lamentari studiassero i dati sulla pri, che spesso accompagnano DENUNCIATE PER DELLA VIOLENZA Pari opportunità, 547 persone 2009 la Banca mondiale ha anche
violenza che si consuma tra le le botte, ha una laurea. Il 64 per vengono denunciate o arrestate dichiarato che “il rischio di subi-
mura domestiche, quasi mai de- cento vive al Centro-Nord, il 42 STALKING OGNI MESE È IL CONVIVENTE per questo reato. L’85 per cento re violenze domestiche o stupri è
nunciata, forse sarebbero meno per cento abita in aree metropo- sono italiani e quasi il 90 per cen- maggiore del rischio di cancro o
solidali con Ceroni e sentirebbe- litane. E, soprattutto, nel 70 per to sono uomini. incidenti”). I tempi della giusti-
ro la necessità di fare (almeno) cento dei casi l’autore della vio- Le minacce e gli insulti, raccon- zia, almeno per questi reati, si so-
qualche dichiarazione. lenza è il convivente: ci sono cir- ma volta, racconta ai medici, che ritira non c’è possibilità di punire tano nei centri di assistenza, so- no accorciati e la prima udienza
ca 3 milioni di donne, in Italia, il marito la picchia. Però non il marito. no sempre uguali: “Ti spezzo le viene solitamente fissata entro
IO NON PARLO. Nel mondo, che sono state picchiate dal ma- vuole sporgere denuncia, per- Diverso è se i maltrattamenti so- gambe, ti porto via i figli, non fa- un anno. In quattro o cinque si
oltre il 90 per cento delle violen- rito o dal compagno. Però non ché con lui ha due figli, perché no continuati (in questi casi, co- rai più niente senza di me, quan- può avere una sentenza di Cassa-
ze perpetrate su una donna dal parlano, e in alcuni casi la legge è lui minaccia di portarglieli via e me per lo stalking, la denuncia do ti vedo ti uccido”. E di solito zione. Nel frattempo la vittima
suo partner non vengono denun- dalla parte degli aggressori. perché, ne è certa, non capiterà presentata non si può più ritira- sortiscono effetti proprio per- viene assistita: il piano nazionale
ciate. E, anche se in Italia man- Prendiamo il caso (vero) di Ma- più. In questa situazione non si re): allora si può agire d’ufficio, il ché arrivano dopo anni di violen- antiviolenza varato a gennaio ha
cano dati ufficiali, la tendenza a ria, che arriva al pronto soccorso può fare nulla: il reato di lesioni si medico chiama la polizia e il giu- ze. L’iter, spiega il Telefono Rosa, stanziato 20 milioni di euro per
tacere sembrerebbe essere la con il labbro rotto da un pugno e persegue solo se la vittima spor- dice decide se allontanare il vio- è questo: le botte cominciano da aprire 80 nuovi centri distribuiti
stessa: lo confermano al Fatto sia un ematoma sulla fronte. É la pri- ge querela. E se denuncia e poi lento dalla famiglia. Oggi i divieti giovani, quando i due sono anco- in tutta Italia.

L’ultima di Remigio

E il deputato incolpò il padre (morto)


di Sandra Amurri per nostra fortuna ci ritroviamo per moglie dell'onorevole Remigio, per catastrofe, per non imporre alla si- pre sulla moglie) E? E, spiega l'inef-
abolire i due pilastri dello Stato di di- salvare il nome della ditta, recita la gnora una terza violenza (tutta psi- fabile onorevole berlusconiano, "lui
a quasi tenerezza leggere la di- ritto (i poteri del presidente della Re- parte che troppo spesso le donne so- cologica, ma non meno grave) sareb- forse, offeso, ha reagito" mandando
Ftervista
vertente, puerile e miserabile in-
dell'onorevole Remigio Ceroni
pubblica e quelli della Corte costitu-
zionale). Due: l'onorevole Remigio ha
no costrette a interpretare di fronte
alle violenze interfamiliari: quella del-
be stato necessario e auspicabile il
silenzio. Ma l'onorevole Remigio ha il
la svergognata contestatrice dei sani
principi patriarcali al Pronto soccorso,
a “Libero”. Un’intervista che ha qual- il diritto di proporre quello che vuole, e la madre riproduttrice, moglie, santa collegio, il coordinamento regionale con venti giorni di prognosi e gli equi-
cosa di tragico e di inconsapevolmen- noi di raccontare la sua storia di pa- e martire. Ma quali violenze? “Sono del Pdl, la reputazione, la prima fila libri orbitali alterati. Sei: ovviamente
te spensierato. Un’intervista che non triarca elettorale cattolico di provin- stata in ospedale solo quattro volte delle cerimonie impennacchiate da ce n'è anche per la perfida giornalista
è solo una tenera e menzognera au- cia, tutto dedito al consenso e alla per partorire”. Tra poco festeggia le difendere e una ricandidatura a cui che ha osato raccontare un mucchio
todifesa, ma un piccolo saggio sulla famiglia, (tranne ovviamente – a no- nozze d'oro con l'onorevole, è in pri- aspirare. E siccome il primo postulato di verità: “Sa perché ha scritto? –
insostenibile fragilità del reale nell'I- stro modesto avviso – quando manda ma fila alle cerimonie religiose e quel- della neolingua berlusconiana è ne- chiede l'onorevole alla collega di “Li-
talia berlusconiana. Ricapitoliamo le la moglie all'ospedale). Tre: su “Libe- le con il pennacchio, come potrebbe gare sempre tutto, anche l'innegabile, bero” – perché abita qui, le sue vi-
puntate precedenti per chi se le fosse ro” Vittorio Feltri tuona: ma come infrangere questo sogno di decoro l'onorevole Remigio sceglie di emulare cende sono note in città e ha agito su
perse. Uno: l'onorevole Remigio pro- possono questi cialtroni de “Il Fatto” provinciale con la sua verità? Cinque: il suo modello. E di gettare nel tri- richiesta di un mandante preciso e so
pone di modificare l'art 1 di questa scrivere simili illazioni senza prove. “Il Fatto” pubblica il referto in cui – tacarne non solo la moglie, ma per- chi è”. Sette: non essendo la sotto-
vetusta e bolscevica Costituzione che Quattro: sul medesimo giornale la nella quinta volta che è stata in ospe- sino il padre scomparso. La potenza scritta ricattabile e non avendo man-
dale in vita sua – dei processi di autodegradazione, si danti se non la verità dei fatti, l'o-
la moglie dell'o- sa è ineluttabile: se tu hai affermato norevole Remigio risponderà in tribu-
Secondo norevole Remigio
denunciava botte
con un voto solenne a Montecitorio di
credere che Ruby era la nipote di Mu-
nale di queste miserie (possibilmente
senza attribuirne la paternità a pa-
l’onorevole Pdl da orbi, ecchimo-
si, contusioni or-
barak, puoi dire qualsiasi cosa. E quin-
di l'onorevole Remigio si “dimentica”
renti defunti). Otto: sarebbe bello che
Feltri, i colleghi di “Libero”, il direttore
la consorte bitali. Subite da
chi? “Sono stata
di aver affermato (e fatto affermare a
lei) che quel referto non esisteva.
Belpietro che ha una moglie bella, in-
telligente, che rispetta come una re-
percossa da mio Adesso dice che sì, effettivamente il gina, dopo aver raccolto con la paletta
avrebbe marito ieri alle fatto è vero, ma lui quella sera era le fantasiose scuse dell'onorevole Re-
22,30 circa pres- fuori casa. E chi aveva picchiato, di migio-pennacchio-patriarcale, scri-
mancato so la nostra abi- grazia sua moglie, mandandola in vessero anche un paio di righette per
tazione”, spiega- ospedale? La prego, implora l'onore- dirgli quello che qualsiasi persona di
di rispetto va ai medici che vole, non me lo faccia dire. Ma subito buonsenso (a partire dalla collega
si sono limitati a dopo ovviamente lo dice: “La nostra è Brunella Bolloli) pensa di queste te-
al suocero riportare le paro- una famiglia patriarcale, di umili ori- nere arrampicate sugli specchi: ma
le della signora gini, ma grandi lavoratori. Abitiamo vallo a raccontare a tuo nonno o allo
Il deputato del non a suggerirle “scriva lite coniugale tutti vicini. C'è stato un litigio fami- zio di Ruby magari per spiegando lo-
Pdl, Remigio “per chiudere la partita. come sostie- liare, lei ha risposto male a mio padre ro, come scrive un nostro lettore, che
Ceroni (ANSA) ne l’onorevole. Forse, dopo una simile e ...”. (Da notare, la colpa ricade sem- l'ha picchiata a sua insaputa .
Mercoledì 27 aprile 2011 pagina 9

ITALIANI

FACCIA DI PANIZ
L’avvocato in carriera insiste serafico: “B. credeva davvero
che Ruby fosse la nipote di Mubarak”
di Luca Telese cesso di Mills. Ma lo ha difeso da “…poi il secondo piano del pa-
inviato a Belluno garantista dicendo: “Non avrà lazzo a sinistra, e poi sono finiti i
nessun esito sul processo di palazzi e ti sei dovuto fermare”.
antefatto. In riunione il di- Berlusconi. La mia è una batta- Paniz mi incenerisce con un

L’ rettore aveva chiesto:


“Sulla giustizia voglio
un’intervista a Paniz. Pri-
ma facciamo un suo ritratto, poi
l’andiamo a sentire”. C’era la Pa-
glia di principio a favore dei di-
ritti degli incensurati”.
Ci siamo dati appuntamento nel
suo studio come due duellanti
conradiani. Mi ha fatto le feste.
sorriso dei suoi: “Poi ho com-
prato tutto il palazzo di fronte”.
Così l’intervista è iniziata e ab-
biamo iniziato a picchiarci co-
me due lottatori di Sumo.
squa di mezzo, a me è venuta l’i- Prima mi ha mostrato con orgo- Avvocato, come sta?
dea di intervistarlo nella sua Bel- glio le bellezze (innegabili della Stavo meglio prima che sul vo-
luno, come dice lui “la città più sua città). Poi mi sono affacciato stro giornale Erminia Della Fra-
vivibile d’Italia”. Vero. sulla straordinaria terrazza di tina mi diffamasse.
Maurizio Paniz è l’ultima incar- casa sua, affacciata a 360 gradi, Cominciamo bene. Ci que-
nazione del berlusconismo, la sulle Dolomiti e sul Piave. Da- rela?
più interessante. Deputato dal vanti al suo studio ho avuto la
2001. Ex alpino. Ex animatore prima strabiliante dimostrazio- No, non rientra nella mia visio-
dell’Azione cattolica. Ex presi- ne della mitografia paniziana: ne del mondo. Io rispetto tutti,
dente del Rotary. Dalla sua di- “Vedi, questo è il mio ufficio. soprattutto i miei avversari.
chiarazione dei redditi abbiamo Ho iniziato con due stanzette, E cosa contesta di quel ri-
scoperto che è uno degli avvo- negli anni Settanta. Poi ho com- tratto, scusi?
cati più ricchi d’Italia, ma, come prato tutto il primo piano. Poi (Ride). Tutto! Bastava chiedere
dice lui con puntiglio: “Non ho anche il secondo. Poi il primo a me, non ho segreti.
mai lavorato per Berlusconi”. È piano del palazzo a fianco. Poi il Lei è un self made man.
l’estensore dell’emendamento secondo piano del palazzo a Avete scritto che ho raggirato il
sulla prescrizione breve, il cavil- fianco. Quindi il primo piano primo avvocato che mi ha dato
lo, a suo modo diabolicamente del palazzo a sinistra”. Provo a lavoro e non è vero. Al punto
geniale, che ha distrutto il pro- precederlo con una battuta: che la famiglia mi ha chiesto di
commemorarlo. L’onorevole Paniz nell’illustrazione di Emanuele Fucecchi
Lei è nato in America.
Sì, sono figlio di emigranti. Mio rà in nessun modo Berlusco- che mi sono già dissociato, an- parlare di filosofia?
L’ARTISTA del Pigneto nonno era emigrante. Ha co-
struito un po’ di benessere, poi
ni.
Lo confermo.
che pubblicamente.
Oggi alla Camera inizia la ri-
Non credo che parlassero di fi-
losofia. Ma l’intercettazione di
la crisi del ’29 lo ha travolto e Ma il processo sarebbe dovu- forma della giustizia che fate un telefonino non prova quello
star tra giornali e tivù siamo ripartiti da zero.
Suo padre faceva il contadi-
to durare un anno e invece
adesso viene cancellato.
per massacrare i magistrati.
Ovviamente è una sua illazione.
che lei vuole dimostrare.
Ho parlato a lungo con lei di
immo Rubino è l'artista più ricercato del momento. no. Credo che lei si sbagli. Il proces- È una riforma della giustizia fat- queste vicende perché penso
M Dopo l'intervista al Fatto, il ragazzo che ha realizzato
l'insegna stile Auschwitz al Pigneto di Roma è tampinato
Sono riuscito a studiare grazie
alle 50 mila lire al mese del pre-
so è stato accorciato di soli otto
mesi.
ta nell’interesse dei cittadini.
Lei, in quel Parlamento, ha
che il gruppo dirigente del
centrodestra di cui lei fa par-
da tv, radio e giornali. Come promesso, è andato in Pro- salario. Per due anni ho fatto E quale sarebbe la differenza chiesto ai deputati della sua te abbia firmato un patto
cura. "Abbiamo preso contatti con il magistrato che si sta l’insegnante di educazione fisi- se gli ha fatto scampare un maggioranza il voto su un con il demonio.
occupando dell'indagine - ha detto il suo avvocato, Mario ca. processo? documento in cui si sostene- Quale?
Geraci -. Ma prima il pm dovrà valutare il rapporto della Lei aveva giurato: il mio Quel processo si sarebbe chiu- va che Berlusconi era davve- Vivete la vostra vita di pro-
Digos". Rubino, che si cela sotto il nomignolo di 'rubi- emendamento non agevole- so comunque senza un giudi- ro convinto che Ruby fosse la fessionisti integerrimi, ma
netto', ha inviato una lettera al comitato di quartiere del zio. nipote di Mubarak. per Berlusconi direste che gli
Pigneto: "Mi interessava sollevare una discussione sul pre- Cosa prova a stare in un par- Io ne ero e ne sono convinto, asini volano in cielo.
cariato, e in parte ci sono riuscito". Sul suo blog, Rubino
mostra alcune delle sue opere: "Mi esprimo con diversi
“Non facciamo tito dove il candidato più in
vista a Milano affigge manife-
dopo aver letto 250 pagine di
documenti della magistratura.
Non è così. Abbiamo dovuto
fronteggiare una persecuzione
materiali: ferro, tele, ma anche installazioni multimedia-
li". Ha collaborato anche a un documentario sul terremo-
leggi sti per dire che nelle procure
ci sono le Br?
Lei sta sorridendo, perché
nessun uomo con la sua in-
giudiziaria contro il premier.
Abbiamo dovuto rispondere a
to in Abruzzo dal titolo: "L'Aquila immota manet", vin-
citore di una rassegna e trasmesso recentemente da Sky.
ad personam, E cosa dovranno provare i ma-
gistrati che sono nella stessa ca-
telligenza può credere una
fantasia di questo tipo.
una parte della magistratura
che considera illegittimo il dirit-
Intanto nella borgata romana c'è chi, come Dario Simo- tegoria con un magistrato come Dovrebbe leggere le testimo- to sovrano del Parlamento a le-
netti, attivista di sinistra, aspetta che il giovane possa con- tuteliamo Cascini secondo cui questa nianze di decine di persone che giferare.
frontarsi con loro. "Sono io - afferma - che materialmente maggioranza non ha nessuna le- Ruby aveva convinto della stes- (Abbiamo parlato per due ore. Non
ho smontato quell'orripilante 'opera' in ferro. A meno di allo stesso gittimità morale e storica? sa cosa. ho più nulla da chiedergli. Io sono
100 metri c'è una lapide che ricorda due partigiani morti Noto che fatica a condanna- Mi faccia capire: lei crede che esausto, lui impassibile. Quando l’in-
nel campo di sterminio di Mauthausen". (l.t.) modo tutti re quel gesto e quello slogan Ruby sia stata ad Arcore per tervista finisce allarga un grande sor-
farneticante. 22 notti, intercettata nella riso e mi fa: “Posso invitarla a cena,
i cittadini” Noto che non si è reso conto cella della telefonia mobile, a vero?”).

La riforma epocale è già qui: giudici sotto esame


INIZIA OGGI ALLA CAMERA L’ESAME DELLA RIFORMA. CARRIERE SEPARATE, REATI INDICATI DAL PARLAMENTO, SUPERPOTERI AL GUARDASIGILLI
di Sara Nicoli dice, ovvero la “regolamentazione” per legge ruota intorno a un solo punto ne-
dell’uso dell’azione penale. In pratica, se que- vralgico: i criteri di esercizio del-

Opartermai non è più solo una minaccia, è una


realtà. La riforma “epocale” della Giustizia
oggi in due distinte commissioni della
sta riforma dovesse vedere la luce, il potere
giudiziario sarebbe sottoposto alle regole im-
poste, volta per volta, da quello parlamentare.
l’obbligatorietà dell’azione pe-
nale. Se si vuole impedire a un
magistrato di fare il suo mestiere,
Camera, la Affari costituzionali e quella della E, in caso di violazione, ecco apparire non basta mettere steccati robusti al
Giustizia, sedici articoli che contengono un solo una Corte di disciplina ad hoc (sia per le suo raggio d’azione. La norma è
vero e proprio tsunami per la macchina giu- toghe giudicanti che per quelle requirenti), scritta nell’articolo 13 della leg-
diziaria italiana e che la maggioranza conta di ma anche la codificazione della responsabilità ge a modifica del’articolo 112
portare a casa entro la fine della legislatura. A civile dei magistrati, peraltro già inserita nel- della Costituzione. Si prevede
meno che non ci siano elezioni anticipate, l’ultima legge comunitaria, seppure in modo che ogni anno il Parlamento elen-
fatto che potrebbe accelerarne l’iter costitu- più velato di quello inserito nella riforma chi in modo dettagliato una serie
zionale: è noto come il Cavaliere abbia inten- “epocale”. di reati alla cui persecuzione i
zione di puntare tutta la campagna elettorale giudici dovranno dare priorità ri-
delle future elezioni politiche proprio sul te- UN VERO TSUNAMI, insomma. Soprat- spetto agli altri. In poche parole,
ma della giustizia, un po’ come sta facendo a tutto per le conseguenze. Se anche non fosse sarà il Parlamento a decidere, an-
Milano per queste amministrative, che altro particolarmente grave sotto il profilo del fun- no per anno, se è più o meno il
non sono che una prova generale delle pros- zionamento della macchina giudiziaria, la di- caso o no di perseguire i mafiosi Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano (FOTO DLM)
sime, più impegnative, nazionali. visione in due del Csm (entrambi presieduti o di indagare su concussione,
La riforma “epocale”, dunque, ai blocchi di dal capo dello Stato), colpisce come sia stato corruzione e – perché no – sullo stupro o sul tazione obiettiva e predeterminata che solo la
partenza. Dentro un articolato che potrà su- disegnato il ruolo del ministro della Giustizia. favoreggiamento della prostituzione. legge è in grado di garantire”. Infine, la “ci-
bire qualche variazione, ma comunque molto Che diventa uno sceriffo, con l’obbligo di fare liegina” ad personam studiata apposta per il
modesta, si trova tutto quello che Berlusconi la spia alle Camere sull’eventuale violazione NELLA MENTE del ministro Alfano, infatti, Cavaliere, ovvero l’inappellabilità delle sen-
ha minacciato fino a oggi contro la magistra- dell’esercizio dell’azione penale da parte dei è maturata l’idea che non si possa lasciare al tenze di assoluzione di primo grado. Ai pro-
tura: una separazione delle carriere netta tra giudici, capace d’intervenire con un’incisiva giudice discrezionalità sulla scelta dei reati da cessi Mills, Mediatrade e Mediaset ci penserà la
toghe giudicanti e requirenti fino alla divisio- attività ispettiva – che viene, appunto, costi- perseguire, “i margini di valutazione – si legge prescrizione breve, ma su almeno uno dei reati
ne in due del Csm, la “costituzionalizzazione” tuzionalizzata – in modo da punire severamen- nella spiegazione del ministero – non possono contestati a Berlusconi nel processo breve,
dell’attività ispettiva del ministro della Giu- te chi, meramente, volesse far valere il diritto e essere affidati a determinazioni soggettive o quello di induzione alla prostituzione, que-
stizia, fino a quello che appare un vero e pro- non la volontà del Parlamento. Perché, in fon- casuali, ma dovranno trovare sempre, quale st’ultima norma della riforma epocale della
prio bavaglio all’attività principe di un giu- do, tutta la riforma “epocale” della giustizia che sia il modello processuale, una regolamen- giustizia potrebbe fare un gran comodo.
pagina 10 Mercoledì 27 aprile 2011

LA VOCE DEL PADRONE

L’EREDITÀ DI MASI
Il dg lascia viale Mazzini, ha fallito il compito
di bloccare Annozero e gli altri non graditi In alto la pagina de “Il Fatto
Quotidiano” del primo aprile nel
di Carlo Tecce tremontiano Petroni s’im- quale veniva anticipata la notizia
punta. Cala l’ultima e dispe- del passaggio di Mauro Masi dalla
così Mauro Masi s’ar-

E
rata carta, nei giorni dei listini direzione generale Rai a quella
rende al volere del Ca- per le società pubbliche più della Consap, la concessionaria di
po. Ironia di una carrie- ambite come Enel, Eni e Ter- assicurazioni pubbliche
ra vestita, per sua am- na, e fa un ricorso in Corte
missione, con i panni di civil d’appello per annullare la
ser vant. Masi lascia la direzio-
ne generale Rai per una pol-
sentenza che consente a San-
toro di lavorare: ennesima
Il direttore del
trona, ben retribuita, di am-
ministratore delegato in una
sconfitta. Tg2 De Scalzi,
società controllata al 100 per
cento dal Tesoro, l’oscura
E NEMMENO avvisa il Cda
e il presidente, ormai giocava
senza averne il
Consap, la concessionaria di da solo. E da solo voleva ne-
assicurazioni pubbliche. Fal- goziare il rinnovo dei contrat- potere, minaccia
lita la missione nel servizio ti di Fabio Fazio, Giovanni
pubblico, il fidato dirigente Floris, Milena Gabanelli e Se- Santoro:
di Silvio Berlusconi, già se- rena Dandini, in pratica il pa-
gretario generale di Palazzo linsesto forte di Rai3. E poi, “Rispetta le
Chigi, s’accontenta di scam- perché Masi manda la lette-
biare il prestigio di viale Maz- rina finale, perché De Scalzi regole o chiudi”
zini con un congruo stipen- va oltre i suoi poteri? È questa
dio. Oggi è convocata l’as- l'eredità di Masi, assieme a Qui
semblea di Consap per l’ap- Radio Londra di Giuliano Fer- presidente del Consiglio. I
provazione del bilancio e la Il direttore generale della Rai, Mauro Masi (FOTO MYLESTONE) rara per i prossimi tre anni, al pronostici dicono Lorenza
nomina del nuovo Consiglio nebuloso Il mio canto libero di Lei, attuale vicedirettore ge-
di amministrazione, indicato lefonate scoperte nell’inchie- levisioni private. Masi ha ri- revolezza. Nessuno l’ha se- Vittorio Sgarbi, assieme al fu- nerale, vent'anni di lenta e
dal ministero dell’Economia sta di Trani, poi il Tribunale cevuto l’avviso di sfratto dai guito in Cda. Cerca di licen- turo di mezza Rai3, di Che tem- continua ascesa, vicina al-
e dunque da Giulio Tremonti del Lavoro l’ha rimesso al suo suoi, dal consigliere Antonio ziare Santoro per il famoso po che fa, di Ballarò, di Repor t. l’Udc e al Vaticano, brava con
che, in fondo a lunghe trat- posto. Con l’aiuto di un re- Verro (Pdl) furioso per la sa- “vaffanbicchiere” in un’ante- Sarà che il governo medita sul i conti e i rapporti diploma-
tative, la settimana scorsa ha golamento liberticida ideato tira su Ruby di Luca e Paolo a prima di Annozero, e tutti ri- successore di Masi, sarà che il tici. E poi c’è Fabrizio Del No-
trovato l’accordo con Masi. in commissione parlamenta- Sanremo, sintomo di un diret- spondono picche. Prova a fortunato dovrà subito misu- ce, ora a Rai Fiction, ex di
Ora cambierà la faccia del re re di Vigilanza, sbugiardato tore generale che si mostra piazzare Susanna Petruni al rarsi con Annozero, la trasmis- Rai1, ex deputato di Forza Ita-
in Rai, chissà se il regno sarà persino dall’Autorità garante autorevole e difetta in auto- vertice di Rai2 o al Tg2, e il sione che fa imbestialire il lia.
uguale.

UNA STRANA e atipica Da oggi ad della


lettera a Michele Santoro di
Mario De Scalzi, direttore ad
interim del Tg2, fa prevedere
Consap. Per Il ministro della di Loris Mazzetti

vera. Infatti quello che è accaduto a Roma accade


facilmente il futuro. Ricevuto
il richiamo di Masi, che con-
la successione guerra e il 25 aprile ogni anno il 4 novembre in occasione del ricordo della
vittoria quando nel 1918 fu firmato l’armistizio e sempre il 4
testava la violazione della par novembre (1921), fu depositata la salma del milite ignoto in
condicio – anche a Ballarò e è pronta Lorenza er fortuna che il presidente Napolitano c’è: pronto a memoria di tutti i militari morti non identificati. Il 4 no-
Potere – senza spiegare come
e cosa, De Scalzi fa il duro con Lei, area Udc, PVederlo
difendere in ogni occasione l’assalto alla Costituzione.
il 25 aprile insieme ai ministri della guerra e dei
vembre rappresenta anche la Festa dell’Unità d’Italia.
Ignazio La Russa, la cui storia politica è coerente con gli atti
Santoro: “Se non rispetti le re- respingimenti, che indossano camicie azzurre e verdi, ma e le parole (Fronte della Gioventù, Msi, An, infine coordi-
gole, sarò costretto a sospen- gradita sotto non hanno mai smesso quella nera, fa sempre un certo natore del Pdl), da quando è stato nominato ministro della
dere il tuo programma Anno- effetto. A Casa Cervi tra le note di Bella Ciao “O partigiano Guerra tutte le volte ci prova: l’8 settembre 2008 tentò di
zero”. Esempio perfetto per al Vaticano portami via” e Cento passi “Negli occhi si leggeva la voglia “onorare i martiri della Repubblica sociale”, inneggiando
capire come la gestione Masi di cambiare, la voglia di giustizia che lo portò a lottare”, si è al raggruppamento della Nembo che decise di andare a
abbia stravolto il sistema: sol- ricordata la festa della Liberazione con la necessità di una Salò e di combattere agli ordini dei nazisti, il presidente
tanto l’Agcom può rilevare nelle Comunicazioni, la Rai nuova Resistenza: il passaggio del testimone tra antifasci- Napolitano fu pronto a replicare: “La Resistenza fu volon-
un’infrazione, soltanto un di- sospese l’informazione per le smo e antimafia per la legalità. A Roma, invece, sulle note tà di riscatto ed eroico fu chi rifiutò di aderire alla Rsi”. Di
rettore generale può blocca- elezioni Regionali con la scu- della Canzone del Piave “L’esercito marciava per raggiun- fronte al Milite Ignoto, La Russa ha tentato di piazzare di
re una trasmissione. Tornia- sa della par condicio. Era gere la frontiera” si è cercato di dare un colpo al cerchio e nuovo il prodotto, parlando del 25 aprile come festa della
mo al passato. Masi ha perso pronto a ripetere l'esperienza un colpo alla botte. I cerchiobottisti non sono di moda solo riconciliazione, voltando le spalle al passato ed esaltando il
le sue partite, girone di an- per le amministrative di mag- nei giornali. Mentre il presidente della Repubblica saliva le ruolo centrale dell’esercito nella Liberazione, il presidente
data e ritorno compresi: An- gio, la maggioranza in Vigilan- scale dell’Altare della Patria, accompagnato dalle note del- ancora una volta lo ha stoppato sottolineando “il valore
nozero di Michele Santoro re- za aveva confezionato un re- la canzone scritta in memoria della Prima guerra mondiale, unificante rappresentato dal 25 aprile”. Don Luigi Ciotti da
siste, il fortino di Rai3 è ine- golamento identico, ma l’in- per porre la corona di fiori al Milite Ignoto che rappresenta Casa Cervi ha ricordato l’ultima lettera scritta da una par-
spugnabile per un suo errore. tervento del presidente Ser- i soldati caduti in tutte le guerre, il cielo rovesciava catinelle tigiana alla figlia prima di esser fucilata dai nazifascisti:
Masi pensò di aver rimosso gio Zavoli ha scongiurato il d’acqua rammentando a tutti gli eroici presenti che quella “Studia, studia, studia”. Solo l’ignoranza può far confon-
l’ostacolo con la sostituzione cortocircuito: notizie blocca- scalinata si sale generalmente in autunno e non in prima- dere il 25 aprile con il 4 novembre.
del direttore Paolo Ruffini, te nel servizio pubblico, do-
peraltro rivendicata nelle te- mino e vantaggio per le te-

Carabinieri aggrediti, rave sotto accusa


ANCORA IN COMA FARAMACOLOGICO UNO DEI MILITARI, MA IL MONDO DEI “FREE PARTY” SI DIFENDE
di Lorenzo Galeazzi arresto dell’unico maggiorenne. I tre minorenni “É per questo che quando viene organizzato una
che erano con lui sono stati trasferiti in una casa festa – spiega ancora l’ operatore, che chiede di
uanto accaduto a Grosseto non ha niente a famiglia e la Procura dei minori di Firenze ha
“Q che vedere con i rave, sarà semmai colle-
gato ai modelli culturali che permeano la società
chiesto la convalida dell’arresto anche per loro.
I quattro dovranno rispondere di varie accuse
rimanere anonimo – noi contattiamo gli organiz-
zatori e allestiamo una zona dove distribuiamo
bevande analcoliche e materiale informativo sul-
in cui vivono i giovani”. A parlare è un operatore fra cui quella di tentato duplice omicidio. le sostanze. Abbiamo anche un equipe di pronto
del Lab 57, un’organizzazione che si occupa di intervento in caso di abuso. É quella che chia-
“riduzione del danno” durante queste feste. Il UNANIME la condanna per l’ accaduto anche miamo riduzione del danno. Ma è fuorviante pen-
connubio rave-sballo-violenza, però, è per molti se, come spesso accade quando si tratta di cro- sare che i rave siano il solo posto in cui ci si sbal-
un dato di fatto. Questa volta a farne le spese naca che ha a che fare con i rave, si assiste a una la”. Non è della stessa opinione Maurizio Pasca, Il rave a Sorano in provincia di Grosseto (FOTO MILESTONE)
sono stati due carabinieri pestati brutalmente, levata di scudi contro queste manifestazioni. Il presidente dell’associazione sale da ballo, che di-
nei pressi di una festa di questo tipo, da un grup- sindaco di Sorano, paese in cui si è tenuta la festa, fende le discoteche: “La vicenda deve fare riflet- connotazione politica è venuta sempre meno, a
po di ragazzi. La loro colpa? Aver fatto il test al- si è affrettato a dire che l’evento non era auto- tere sulla pericolosità di quelle manifestazioni or- vantaggio dello sballo a ritmo di musica. “Come
colemico a uno del branco e avergli comunicato rizzato, mentre diversi esponenti del consiglio ganizzate nella totale illegalità”. tutti i fenomeni culturali anche la rave culture si è
che gli sarebbe stata tolta la patente. Tanto è ba- regionale toscano chiedono a gran voce inter- commercializzata – continua Michele – a bene-
stato perché la cieca rabbia si abbattesse contro venti per normalizzare queste iniziative. MA CHE COSA sono esattamente i rave party? ficio di chi voleva fare affari con lo spaccio ap-
i militari, presi a calci, picchiati con pugni e una In modo diverso la pensa, invece, l’operatore del “Un fenomeno che arriva dall’Inghilterra nei pri- profittando del clima protetto di quegli eventi”.
spranga di ferro. Le loro condizioni sono stazio- Lab 57 : “Scaricare la responsabilità dell’ acca- mi Anni 90” spiega Michele, ex dj della Tekno Dai gabinetti delle discoteche milanesi frequen-
narie anche se gravi: Antonio Saltarelli è in coma duto sui free party è da pazzi. Poteva accadere Mobil Squad. Musica elettronica e contestazione tate da calciatori e veline agli spazi occupati in
farmacologico e lotta fra la vita e la morte, men- benissimo davanti a una discoteca”. Sicuramente politica, a partire dalla location scelta per la dan- cui si spara musica tecno a tutto volume, il bi-
tre Domenico Marino rischia di perdere l’uso è vero, ma quello che stupisce è la tolleranza ver- za. “Gli spazi che ospitano i rave di solito sono ex nomio festa uguale sballo è sempre più presente.
dell’occhio destro. Un gesto di “ferocia inaudi- so il consumo di droghe: speed per sballare, ke- capannoni che vengono occupati solo per il tem- “É da incoscienti fare finta di non saperlo” con-
ta”, compiuto con “spietatezza e lucidità”, se- tamina per dissociarsi e mdma per viaggiare. Il po della festa. Si chiamano Taz, zone tempora- clude l’esponente di Lab 57. Insomma, il proble-
condo il gip di Grosseto che ha confermato l’ tutto innaffiato da birra e cocktail. neamente autonome”. Con il tempo, però, la ma è il consumo non il tipo di festa.
Mercoledì 27 aprile 2011 pagina 11

CRONACHE

Tranchina,
I DOLCI AFFARI l’uomo dei
Graviano,
DELLO ZUCCHERO parla delle
stragi ai

IN MOLISE pm siciliani
suoi familiari, la moglie
Iprimo
(che era riiuscita in un
tempo a convincer-
Soldi pubblici nello stabilimento, la gestione lo a non pentirsi) e i cogna-
ti, si sono dissociati imme-
diatamente, sostenendo di
a un privato con interessi in Lussemburgo Il presidente della Regione Michele Iorio (Pdl) (FOTO MILESTONE)
non avere alcun bisogno
della protezione della Dia.
Lui, Fabio Tranchina, 40
di Ferruccio Sansa in 30 rate posticipate”. da Iorio, cercò di evitare il fal- Noi siamo arrivati nel 2009”. La la vostra partecipazione in una anni, è stato interrogato ie-
Un aiuto per puntellare un’in- limento del colosso tessile Gtr Regione ha la maggioranza, ma società il cui titolare sarebbe ac- ri per quattro ore nel car-
no zuccherificio che in- dustria in difficoltà? Romano (380 dipendenti) attraverso un non partecipa alla gestione. cusato di riciclaggio? “Non sa- cere di Pagliarelli da cin-

U ghiotte 50 milioni di fon-


di pubblici. La Regione
Molise che ha come so-
cio un’impresa con sede in Lus-
semburgo, paese che non bril-
punta il dito su altre questioni:
“La Regione, pur essendo socio
di maggioranza, ha inspiegabil-
mente convertito le proprie
azioni in privilegiate, lasciando
intervento di Finmolise. Come?
Assegnando nel 2002 la somma
di 2,5 milioni alla società Hdm
che era affittuaria di tutta la
struttura della Gtr di Montero-
Possibile? “È previsto negli ac-
cordi preesistenti”.

E QUEI finanziamenti pubbli-


ci che le società della famiglia
pevo nemmeno di aver quella
quota societaria. L’ho acquista-
ta con altre. Basta! Mi fanno tut-
ti la guerra per lo zuccherifi-
cio”, conclude Perna.
que pm della Dda di Paler-
mo che hanno impresso
numerose cassette regi-
strate ascoltando il suo rac-
conto degli orrori della co-
la per trasparenza fiscale. An- la gestione al socio privato”. In duni. L’Hdm era controllata da Perna hanno ottenuto dalla Alla luce dell’esposto, però, il sca di Brancaccio. Tranchi-
cora: la stessa Regione che in- Molise più d’uno rispolvera familiari di Remo Perna… Ap- giunta di Iorio dieci anni fa (e presidente della Regione Iorio, na era in carcere da quan-
veste un tesoro in una società passate vicende che videro pro- pena otto mesi dopo, la Gtr fallì che secondo Romano sarebbe- dovrebbe forse spiegare per- do, nei giorni scorsi il gip
di cui affida la gestione a un im- tagonisti la stessa Regione e la e ci fu chi contò un esercito di ro stati “convertiti nella parte- ché ha investito decine di milio- Piergiorgio Morosini ave-
prenditore già incorso in qual- famiglia Perna. Come ha ricor- creditori per 150 miliardi di li- cipazione a una finanziaria”)? ni di euro pubblici in una socie- va convalidato il suo arre-
che disavventura (e già inutil- dato il quotidiano Altromolise: re”. “La domanda per i finanziamen- tà lasciandone ai privati la ge- sto per associazione mafio-
mente finanziato con soldi “La Regione Molise, già guidata Remo Perna ricostruisce così la ti era precedente all’arrivo di stione. Non c’è il rischio che lo sa al termine di una vicen-
pubblici) dieci anni fa. La storia vicenda: “Ho com- Iorio”. Restano due questioni zuccherificio si mangi un teso- da che lo ha visto protago-
dello zuccherificio di Termoli prato le quote del- scomode sollevate da Romano. ro? Il Molise, però, è lontano dai nista di un veloce “penti-
potrebbe provocare un terre-
moto politico in Molise. E non
Lo zuccherificio lo zuccherificio
dall’altro socio pri-
Primo, lo zuccherificio stava
stipulando un contratto da mi-
riflettori dell’opinione pubbli-
ca nazionale. Pochi si ricordano
mento-ritrattazione” da-
vanti ai pm di Firenze, se-
solo perché 120 dipendenti,
più centinaia nell’indotto, ri-
di Termoli potrebbe vato, la Regione e
la politica non
lioni con una società citata nel-
l’inchiesta P3, i cui rappresen-
di questa terra. Ma i comitati di
affari, più o meno leciti, no, co-
guito da due tentativi di
suicidio in cella a Palermo.
schiano il posto. C’è un espo- c’entrano”. Ma tanti (non indagati) erano in me dimostra l’inchiesta P3. Le Ha parlato di mafia, di omi-
sto presentato dal consigliere provocare quei 50 milioni contatto con Marcello Dell’U- intercettazioni di Pasquale cidi, di estorsioni e soprat-
regionale Massimo Romano che la Regione ha tri. Perna risponde: “É un’im- Lombardi rivelano, per esem- tutto del suo ruolo di uo-
(centrosinistra) che è un sasso un terremoto politico messo nella socie- portante azienda che si occupa pio, il suo interessamento nella mo di fiducia dei Graviano.
nello stagno del Molise. Una re- tà? “Riguardano la di biomasse, ma dell’inchiesta nomina del Procuratore di Iser- Ma le sue dichiarazioni,
gione spesso dimenticata, do- 120 dipendenti a rischio passata gestione. P3 non ne sappiamo niente”. E nia. per ora, sono top secret.
ve politica, imprese, ma anche
giornali e magistratura, sem- DA TRANCHINA, una
brano un mondo a sé. Lettera aperta al sindaco condanna definitiva per
L’esposto indirizzato chiama in mafia subita nel 1998, ex
causa soprattutto le scelte po-
litiche ed economiche della re-
gione dove regna da dieci anni
un esponente di spicco del Pdl.
Renzi, perché Firenze è così brutta? autista dei boss Graviano e
oggi neo pentito i pm di Pa-
lermo attendono di cono-
scere quelle “verità nasco-
Michele Iorio: ex Dc, entra in di Caterina Soffici to diventi la capitale del cemento armato? Per- zatura: brutti e puzzolenti oggetti di plastica ste” della famiglia mafiosa
Regione nel 1990, prima come ché fare una colata a forma di vela per costruire grigia con il coperchio blu piazzati nei posti più di Brancaccio “attinenti a
assessore, poi come vicepresi-
dente. Dal 2001 è Governatore
(due volte ha dovuto affronta-
Cdentiaro Sindaco Matteo Renzi, va bene rotta-
mare, polemizzare, svecchiare, tirare fen-
e fare il ganzo ogni settimana in televi-
una pensilina del bus quando basterebbe una
tettoia di ferro battuto? Ed è proprio necessario
riempire i viali di cordoli spartitraffico in cemen-
improbabili e in vista. Non c’è piazza che non
ne sfoggi una sfilza di tre o quattro, proprio nel
centro. Piazza Pitti, Piazza Santa Croce, Piaz-
pagine ancora oscure della
storia del nostro Paese”, co-
me scrive il gip Morosini, di
re una questione di incompa- sione. Ma farebbe meglio ad affacciarsi ogni to altezza d’uomo che non sfigurerebbero co- za santa Maria Novella, Piazza Santo Spirito. cui solo persone “fidate” e
tibilità perché era anche parla- tanto dalla sua aurea finestra di Palazzo Vec- me barriere anticarro in un check point di Tutta Firenze è un monumento, obietterete, coinvolte possono risulta-
mentare). chio e guardare giù. Se la città che ho visto in Beiut? Come in un paese appena uscito dal so- quindi dove li mettiamo? Intanto cominciamo a re depositarie. Il neo pen-
questi giorni è il suo biglietto da visita, non mi cialismo reale, siete riusciti anche a dissemi- escludere le piazze. Poi si può anche studiare di tito è un ex fidatissimo
RACCONTA Romano nell’e- sembra un granchè. Non sa quanto mi dispiace nare la città di fioriere di cemento. Nella patria tornare al vecchio sistema di raccolta. Lo fanno (uno dei pochissimi a cono-
sposto: “Il Tar ha già annullato scrivere queste cose. Per due motivi. Primo, per- del cotto e dei vasi dell’Impruneta avete per- a Londra, con dieci milioni di abitanti. Ho gioito scere i luoghi della latitan-
diversi atti compiuti nella ge- ché quando lei è diventato sindaco ho sperato messo il proliferare di cubi grigi inguardabili, caro sindaco, del suo blitz in piazza del Duomo za) dei fratelli Graviano, im-
stione delle zuccherificio, ma si veramente che un giovane rottamatore avreb- alcuni addirittura sponsorizzati dalle banche, contro la tramvia. Bene ha fatto a chiudere alle pegnati nella primavera
va avanti come se niente fosse. be fatto bene a questa città da troppi anni vit- come l’obbrobrio in via Isola delle Stinche, da- macchine. Ma il centro storico non è solo il Duo- estate del 1993 a tessere
La società è proprietà mista, tima di se stessa e di amministratori scellerati. vanti a Vivoli, la gelateria più segnalata dalle mo. Basta girare l’angolo per infilarsi in alcuni rapporti politici nel cen-
pubblica per il 60%. Il socio pri- Secondo, perché noi fiorentini della diaspora guide turistiche del globo, metà giornaliera di vicoli con scrocio sul cupolone del Brunelleschi, tro-nord d’Italia mentre i lo-
vato con il 37% delle quote è la coltiviamo un’idea della città molto alta, quasi qualche migliaio di golosi. Anche lì è la fiera del ridotti a pisciatoi a cielo aperto nei quali non si ro uomini piazzavano il tri-
G&B Investments Spa, una so- platonica. Siamo come gli innamorati cornuti cassonetto, con coreografia di graffiti sui muri e riesce neppure a entrare per l’insoppor tabile tolo nelle chiese di Roma e
cietà subentrata senza proce- che non si rassegnano anche quando l’amato una rastrelliera dove giacciono scheletri di bi- puzzo di urina. E lo stesso intorno a via Tor- Milano e sotto l’accademia
dura di evidenza pubblica”. Ag- bene consuma il tradimento sotto i loro occhi. ciclette pre-alluvione spolpati dai ladruncoli. nabuoni, agli Uffizi, ai Lungarni. Per non par- di via dei Georgofili a Firen-
giunge: “La G&B è interamente Più li deludi, più si incaponiscono. La città del Non ci vorrebbe molto a portarle via e a dare un lare della pensilina della stazione, altro piscia- ze. E lui si è autoaccusato di
controllata da una società ano- nostro immaginario è di una bellezza struggen- po’ di decoro alla piazza. L’arredo urbano, caro toio all’aperto e bacheca per centri sociali e avere accompagnato Giu-
nima, P.F.P. Lussemburgo, ri- te, è la capitale dell’arte e della cultura, quella Sindaco, anche se il termine può farle schifo, è studenti in cerca di una stanza da condividere. seppe Graviano a compie-
conducibile all’ex patron della che ci invidiano da tutto il mondo. Ogni volta una cosa importante. Come il decoro. Non si Cosa penseranno gli stranieri che scendono da re alcuni sopralluoghi in
Gtr Group, un’impresa fallita che torniamo la troviamo invece sempre più può permettere che Firenze si riempia di in- un treno ed è la prima cosa nella quale si im- via D’Amelio, nei giorni del
che faceva capo a Remo Perna”. grigia, abbacchiata e sciatta di come l’avevamo segne al neon, lampeggianti di ogni colore, con battono? Si ricorda la famosa bretella del Gal- luglio 1992 precedenti la
Una ricostruzione confermata lasciata. E quindi, essendo fiorentini, dopo la scritte talmente kitsch da far rimpiangere la luzzo, la galleria che doveva risolvere la viabilità strage, ha parlato dei pro-
dalle visure camerali italiane e tristezza ci monta la rabbia. E sa cosa che cosa celebre rubrica di “Cuore”. Arredo e decoro a sud? Sono sei mesi che i lavori sono fermi. Sul getti di omicidio, cui sareb-
lussemburghesi e dagli interes- fa rabbia più di tutto? La sciatteria, la man- non sono chiacchiere per esteti. In una città muro qualcuno ha scritto: “Icchè s’aspetta lo be stato coinvolto, dei pen-
sati interpellati dal Fatto. Perna è canza di gusto, il menefreghismo. Non è solo come Firenze la forma è sostanza. E qui me- scudetto per aprire questo tunnel? Piacciconi!” titi Giovanni Drago e Totuc-
stato protagonista di grandi una questione di assedio del turista di massa e ritano un capitolo intero i cassonetti della spaz- E un altro gli ha risposto: “Tranquilli, fate pure i cio Contorno, ha rivelato i
operazioni imprenditoriali, co- di mancanza di soldi, che sono vostri comodi, tanto siamo ultimi”.Per fortuna nomi di alcuni imprendito-
me l’avventura dei Jeans Pop le scuse di sempre. Roma è cao- ai fiorentini l’unica cosa che non manca è la ri che avrebbero riciclato il
84, che però si sono talvolta ri- tica, sudicia ma vitale. Venezia A sinistra Matteo battutaccia. Purtroppo la sottile ironia in que- denaro della cosca, ha ag-
solte con buchi di decine di mi- è un parco giochi per gondolie- Renzi. Sotto la galleria sto caso non basta. giornato l’organigramma
liardi di lire. “Ci hanno fatto fal- ri, ma a suo modo vitale. Caro interrotta della cosca retta, ha detto,
lire, eravamo in grado di fare Sindaco, Firenze sembra un da un triumvirato del quale
fronte ai creditori, ma avevamo morto che cammina. E’ que- farebbe parte suo cognato
molti nemici”, sostiene oggi stione di metterci l’anima e la Cesare Lupo, ha parlato an-
Perna. testa. Le faccio qualche esem- che dell’omicidio fallito del
Niente di illecito, resta la que- pio. E’ così impossibile impedire vicequestore Rino Germa-
stione di opportunità per un che la capitale del Rinascimen- nà, che la mafia tento’ di uc-
soggetto pubblico di avere un cidere nel settembre del
socio con sede in Lussembur- 1993 sul litorale di Mazara
go. Ma è solo l’inizio. Ricorda
l’esposto: “La Regione ha inve-
“Arredo e decoro del Vallo. Per i dettagli di
quest’ultimo delitto, per il
stito 53 milioni nello zuccheri-
ficio”, una montagna di denaro
non sono chiacchiere quale Tranchina ha detto di
avere assistito il gruppo di
pubblico, soprattutto in un mo- fuoco, il neo pentito sarà
mento di crisi. Fino a pochi per esteti. In una interrogato ancora da un
giorni fa, alla decisione della Re- pm della Dda di Palermo
gione “di rimodulare due mutui città come Firenze che ha la competenza sul
da 5 e da 15 milioni che saranno territorio trapanese
rimborsati dallo zuccherificio la forma è sostanza” Giuseppe Lo Bianco
pagina 12 Mercoledì 27 aprile 2011

ECONOMIA

Un punto per la Fiom in tribunale


“Negare gli aumenti è antisindacale”
Scontro con Federmeccanica sul contratto 2008
di Salvatore Cannavò ALTRO CHE UNITÀ
a linea giudiziaria conti-

L nua a dare soddisfazioni


alla Fiom e mette nei guai
gli industriali di Feder-
meccanica. La settimana scor-
sa le sentenze della settimana
MA PERCHÉ I SINDACATI
DEVONO CELEBRARE
scorsa – relative alla piemon-
tese Barge e alle modenesi Em-
megi, Maserati, Rossi, Glem
Gas, Ferrari, Case New Hol-
IL 1° MAGGIO A MARSALA?
land e Titan – che avevano ac- ritaria in un momento in cui il lavoro è sba-
colto i ricorsi della Fiom circa ragliato”.
la validità del contratto nazio- Nel bel mezzo della più grave crisi economica
nale del 2008 “sostituito” dal del Dopoguerra, con la disoccupazione ai mas-
contratto del 2009 firmato so- simi storici, con le prospettive dell’economia
lo da Fim e Uilm. E ieri la de- nazionale minate dall’incapacità di crescere al-
cisione del Tribunale di Tori- meno come gli altri Paesi europei, può anche
no che ha emesso una nuova essere un’idea quella di riproporre il modello
sentenza molto dura per le im- garibaldino per riavviarsi sul cammino che por-
prese metalmeccaniche: la lo- ta alla piena occupazione. Ma forse c’è del-
ro ipotesi di non concedere gli l’altro.
aumenti salariali previsti dal Osservano i maligni che ormai è tradizione ce-
contratto del 2009 firmato so- lebrare l’unità sindacale che non c’è più in posti
lo da Fim e Uilm, agli operai Un recente sciopero della Fiom, a fianco il segretario Cisl Raffaele Bonanni (F E
OTO ). In alto Maurizio Landini
MBLEMA distanti dalle piazze vere. Con l’aria che tira,
della Fiom, che quel contratto certo, non è facile oggi immaginare un comizio
non riconoscono, sarebbe
“condotta antisindacale”, se-
Una sentenza di 30 euro che Fim e Uilm si so-
no fatte versare dalle aziende –
di Giorgio Meletti congiunto dei tre leader Susanna Camusso
(Cgil), Raffaele Bonanni (Cisl) e Luigi Angeletti
condo l'articolo 28 dello Sta-
tuto dei lavoratori.
a Torino vieta detraendole dalle buste paga –
come rimborso per il rinnovo T orino è l’epicentro delle celebrazioni del cen- (Uil) a Torino senza che la mente corra subito
tocinquantenario dell’unità d’Italia. Ed è an- alla possibilità di qualche episodio sgradevole.

IL TRIBUNALE, infatti, ha
agli industriali del contratto. Un chiaro esem-
pio del grado di conflittualità
che, con il caso Fiat, la città più calda della vita Ed è del resto con questa logica che la Cgil di
sindacale degli ultimi mesi. Bologna ha deciso di farsi la festa del Lavoro da
condannato per comporta- intersindacale che la Fiom pro- C’è dunque una logica nella decisione di Cgil, sola, per la prima volta dal 1944, provocando le
mento antisindacale la Tyco di penalizzare pone di interrompere con nuo- Cisl e Uil di tenere la manifestazione centrale ire di Bonanni (“Estremisti!”): per il segretario
Electronics Amp Italia perché ve regole sulla rappresentanza del Primo maggio - che si vuole legare ai temi Danilo Gruppi, che non ha fama di estremista,
non ha applicato il vecchio gli iscritti basate sul voto dei lavoratori. risorgimentali - a Marsala, 1358 chilometri dal- fingersi affratellati un giorno all’anno “sarebbe
contratto e non ha informato i Ma il segretario nazionale Fiom l’ex capitale. Lo slogan scelto è di incerto si- ipocrita nei confronti della realtà”.
lavoratori del loro diritto a ri- al sindacato Maurizio Landini proverà an- gnificato: “Il lavoro per unire il Paese”. La se- Se ha ragione il dirigente emiliano, il Primo
chiederne l'applicazione; ha che a saggiare la volontà degli gretaria della Cgil di Trapani, Mimma Argurio, maggio diventa un giorno di artificiale sospen-
ordinato poi all'azienda di ap- di Landini imprenditori a ricostruire un ha così spiegato ieri il senso dell’operazione: “Il sione della dialettica sindacale. Una festa mu-
plicare a tutti coloro che ne fac- confronto sul contratto. lavoro vero deve unire il Paese e deve garantire seale, in cui Camusso, Bonanni e Angeletti si
ciano richiesta quel contratto, i diritti dal Nord al Sud, ed è giusto che i mes- fingeranno amici e alleati a beneficio della sim-
“senza che ciò comporti alcu- sta eventualità perché, spiega, LA FIOM È DISPOSTA a di- saggi del prossimo Primo maggio partano da patica folla di Marsala e delle telecamere. Cin-
na conseguenza in ordine ai il datore di lavoro, di fronte a scutere, basta che non si toc- Marsala, da dove è iniziato il processo che ha que giorni dopo la Festa del lavoro, il 6 maggio,
trattamenti economici di mi- una lacerazione dell'unità sin- chino i diritti fondamentali e portato all'Unità d’Italia; proprio l'unità è prio- la Cgil farà da sola uno sciopero generale anche
glior favore erogati e attual- dacale – come è avvenuto dal quindi senza contemplare de- contro gli accordi separati che
mente in atto”. Su questo pun- 2009 in poi – ha il dovere di re- roghe ai contratti. In fabbriche sono diventati la stella polare di
to, la sentenza è stata molto stare neutrale, di non schierar- come la Eletrolux ha dimostra- Cisl e Uil.
esaustiva. Come se il giudice
volesse rispondere diretta-
si pena la lesione “della funzio- to di fare concessioni impor-
ne, della credibilità e dell'im- tanti (negli stabilimenti di Por- GRECIA Conti ancora Tutto questo mentre tutti i sin-
dacati confederali, ciascuno con
mente agli industriali, che con magine” di un'organizzazione cia e Susegana ha gestito circa i suoi problemi, faticano a im-
il presidente dell'associazione
torinese Vincenzo Ilotte aveva-
sindacale e quindi di macchiar- 740 esuberi con varie formule
si di condotta antisindacale. in un accordo approvato però
peggio del previsto porre una loro agenda. Le prove
di vitalità avvengono ormai qua-
no ventilato l'ipotesi di farsi re- dal 77 per cento dei lavorato- a situazione della Grecia, che già in passato aveva truc- si sempre in risposta a stimoli
stituire gli aumenti dagli ope-
rai Fiom, scrive che “i miglio-
IN FIOM, ovviamente, gon- ri). Anche alla Piaggio ha dato
golano e si preparano a rilan- segnali di disponibilità cercan-
L cato i conti per sembrare più stabile, continua a rivelarsi
peggiore di ogni previsione. Ieri sono arrivati i dati europei
esterni. Prima erano le iniziative
del governo (ricordate il ministro
ramenti salariali si configurano ciare. Oggi è prevista una con- do un'interlocuzione con alcu- di Eurostat sul 2010: il deficit è risultato essere il 10,5 per Renato Brunetta?) a sollecitare
come trattamenti di miglior fa- ferenza stampa di Maurizio ni settori della Confindustria. cento invece che il 9,4 per cento previsto dal governo. E reazioni e spaccature. Poi ci ha
vore” e pertanto sono “giuridi- Landini in cui il segretario della Fim e Uilm, invece, sostengo- dire che già alla fine dello scorso anno il drastico risana- pensato il capo della Fiat Sergio
camente intangibili” sia “per Fiom proporrà a Federmecca- no che occorra attendere solo mento imposto dall’Ue e dal Fondo monetario avrebbe do- Marchionne a regalare a Ca-
quanto erogato che per quanto nica di rimettersi a discutere, a la fine dell'anno perché una vuto produrre risultati. Il governo di Atene corre ai ripari, musso, Bonanni e Angeletti
ancora da erogare”. É l'articolo partire dal nodo della rappre- volta scaduto il contratto trien- annuncia un nuovo piano di lotta all’evasione fiscale e si qualche titoli in prima pagina,
16 dello Statuto dei lavoratori a sentanza. “É impossibile anda- nale del 2008 il problema si ri- prepara all’ispezione della prossima settimana dei tecnici quasi sempre dedicato alle loro
dire chiaramente che “è vietata re avanti con due contratti di solverà automaticamente. di Bce, Fmi e Commissione Ue. Ma i mercati non ci credono divisioni.
la concessione di trattamenti categoria o estromettendo il Sullo sfondo resta il nodo Fiat più e si preparano alla bancarotta: comprare titoli del de- Infine proprio il Primo maggio, la
economici di maggior favore sindacato più rappresentati- contro la quale la Fiom ha già bito pubblico greco è come giocare al casino, rendono ol- polemica con il sindaco di Firen-
aventi carattere discriminato- vo” dicono in Fiom. Nel ricor- presentato ricorso in Tribuna- tre il 24 per cento. Jose Manuel Gonzales Paramo, membro ze Matteo Renzi e i suoi negozi
rio” come sarebbero quelli re- so contro la Tyco, del resto, il le. “Se si recupera un tavolo dell'esecutivo della Bce avverte: “Il default della Grecia sa- aperti per la Festa del lavoro.
lativi all'applicazione di un sindacato di Landini ha avuto unitario con Federmeccanica rebbe peggio del crac di Lehman Brothers”. Camusso contraria, Bonanni
contratto invece di un altro. Il ragione anche nella contesta- cambia tutto il quadro” dicono d’accordo. Sempre meno lea-
giudice inibisce proprio que- zione della quota “una tantum” dalla sede della Fiom. der, sempre più opinionisti.
Mercoledì 27 aprile 2011 pagina 13

DAL MONDO

N
IN GRAN BRETAGNA EGITTO
Primo processo
agli uomini del raìs

NON TUTTI P rima udienza contro


l’ex ministro
dell’Interno Habib el Adly e
suoi sei collaboratori. Gli
imputati avrebbero
incitato a uccidere chi

SONO MONARCHICI protestava fra il 25 e il 31


gennaio, con l’uso di
proiettili veri e lanciando
automezzi della polizia
sulla folla. Sarebbero 846 le
persone morte nella rivolta
A pochi giorni dal matrimonio reale che ha rovesciato Mubarak.

il ritorno dell’orgoglio repubblicano


di Carlo Antonio Biscotto sparmiando le accuse, anche Incredibili souvenir matrimoniali
Hitchens concede l’onore delle con l’effigie
utti d’accordo quindi? A

T
armi. Le idee repubblicane sono di William e Kate (FOTO ANSA)
leggere l’articolo su Slate molto più diffuse oggi di quanto
di Christopher Hitchens non fossero all’inizio del lungo
giornalista, saggista, criti- regno della sovrana, ma molto di lywoodiano del Royal Wedding. dicole, insensate e snervanti per no c’ero anch’io”. Una parola
co letterario, ateo militante e rado la regina Elisabetta è ogget- Ma Hitchens, impietoso, non ar- poi condannarle o umiliarle sen- buona, un consiglio affettuoso
polemista, non sembrerebbe to di critiche o di attacchi per- retra e, ribadendo la sua vocazio- za alcuna pietà se fanno fiasco. Hitchens lo riserva alla, secondo NIGERIA
proprio. Se a Buckingham Pala- sonali. Hitchens, tuttavia, impu- ne repubblicana, inorridisce al- In ogni caso Londra si prepara al lui, malcapitata Kate Middleton:
ce sedesse ancora la Regina Vit- ta a due sue decisioni la tragica, l’idea che il detestato principe gran giorno del matrimonio tra “Se lo ami veramente, tesoro, Bombe sopra
toria, Hitchens languirebbe nel- inutile, crudele infelicità della Carlo (uno che parla alle piante) William e Kate, venerdì, con una portalo via da lì e vattene con le elezioni
la Torre di Londra. Per sua (e no- sorella Margaret e la fallimentare avanzi la pretesa di essere con- bizzarra transumanza a doppio lui”. Sono molti gli inglesi che
stra) fortuna oggi può dire e
scrivere liberamente quello che
pensa e lo fa senza peli sulla lin-
“educazione” del principe Car-
lo, il senile erede al trono diven-
tato una patetica macchietta di
siderato il difensore di tutte le fe-
di oltre che capo della Chiesa
Anglicana. Certo – riconosce lo
senso.

I LONDINESI che possono


non vogliono l’ennesimo agnel-
lo da sacrificare sull’altare di un
sistema ormai moribondo. E,
B ombe nel nord della
Nigeria, ieri, mentre
nel Paese si erano da poco
gua. L’incipit dell’articolo – an- ficcanaso e una bizzarra carica- stesso Hitchens – sono molti gli permetterselo approfittano del per finire, concede le attenuanti aperti i seggi per le
corché mutuato da Thomas Pai- tura di guru New Age. inglesi che dichiarano di “ama- lungo ponte e se ne vanno in va- ai suoi concittadini che, come elezioni dei governatori.
ne – va subito al cuore del pro- Quella di Hitchens non è una vo- re” la famiglia reale. Ma di che ge- canza sostituiti – per la gioia di tossicodipendenti, non riesco- Le esplosioni non
blema: “Una monarchia eredita- ce isolata. Sono scese in campo nere di amore si tratta? Di un albergatori, ristoratori, vendito- no a rinunciare allo spettacolo avrebbero provocato
ria è assurda quanto un matema- più agguerrite che mai le asso- amore macabro che richiede, di ri di souvenir e paccottiglia varia della celebrità senza capire che vittime. Eppure, dalle
tico ereditario o un medico ere- ciazioni che si battono per la di- tanto in tanto, un sacrificio uma- – da centinaia di migliaia di “tu- la famiglia reale è ormai, nel be- presidenziali del 16 aprile
ditario”. Qual è allora la ragione fesa dei diritti umani e hanno no che costringe persone senza risti del glamour” spinti solo dal- ne e nel male, una famiglia come che hanno riconfermato
della sopravvivenza della mo- chiesto con una serie di dimo- qualità a condurre esistenze ri- la voglia di poter dire “quel gior- tutte le altre. capo di Stato Goodluck
narchia? Essenzial- Jonathan, la violenza non
mente il bisogno del- è cessata un attimo.
l’uomo, anche adul-
to, di entrare in rap-
Il saggista e polemista Tunisia, il lungo cammino Secondo alcune Ong
locali, l'ultimo bollettino è
porto con la “favola”, Hitchens consiglia: di oltre 500 morti, un
di vivere per qualche
ora o qualche giorno
“Kate, se ami davvero
della rivoluzione delle donne migliaio di arrestati, oltre
40 mila sfollati e danni per
o magari per tutta la almeno 650 milioni di
vita all’interno di una di Alex Corlazzoli pressione. Oggi vogliamo essere nella Costituente dollari.
bolla di futilità e ma- William portalo via da Tunisi che riflette la presenza di tutte le forze che hanno
gia, di glamour e di contribuito alla rivoluzione”. USA
kitsch, di ostentazio- Buckingham Palace” a femme tunisienne est libre et elle le restera”,
ne e di commozione. “L lo slogan scritto sui muri di Avenue Habib A RACCONTARE IL CAMMINO verso la Appello
Insomma una lacri- Bourguiba nei giorni della cacciata del dittatore Ben democrazia, al Social Forum, è un’altra giovane per Abu-Jamal
muccia non si nega a nessuno. strazioni pacifiche di cancellare Alì non è stato cancellato. La donna tunisina è libera donna, Olfa Karaui membro della Lega di difesa

QUANTO TUTTO questo


possa essere importante lo di-
dalla lista degli invitati monarchi
e principi che nei loro Paesi non
garantiscono il rispetto dei dirit-
e resterà tale. Alle donne è affidata la rivoluzione
ancora in atto: lo dicono ovunque a Tunisi. Al go-
verno provvisorio di Beji Caid Essebsi chiedono la
dei diritti umani. Per prima cosa ci mostra la boc-
ca: le manca un dente per le botte prese dalla po-
lizia politica durante le contestazioni. “Con la ca-
L a Corte federale
d'appello della
Pennsylvania ha ordinato
mostra, indirettamente, “l’os- ti dell’uomo. Il Principe del parità per l’Assemblea Costituente e per le prossi- duta di Ben Alì arrivano alla nostra organizzazione un nuovo processo per il
sessione reale” che riemerge co- Bahrain ha preferito evitare le me elezioni del 24 luglio, liste composte dal 50% di centinaia di pratiche di tunisini torturati nelle pri- condannato a morte
me un fiume carsico negli Stati polemiche annunciando che donne e dal 50% di uomini con un sistema di alter- gioni e di madri a cui hanno ucciso i figli ammaz- Mumia Abu-Jamal.
Uniti che, nella loro incessante non sarà presente alla cerimonia nanza anche nella definizione dei capolista. Bisogna zati e ora chiedono giustizia”. Le donne reclama- L’afro-americano, che si
ricerca di dinastie “monarchi- per “sopraggiunti impegni” e al- conoscerle queste madri che hanno perso i figli uc- no che, nel prossimo Governo, non devono es- professa da sempre
che” – un esempio per tutti: la trettanto ha fatto il principe sau- cisi dalla repressione del regime per poter capire a serci rappresentanti collusi con il regime di Ben innocente, è stato
“Camelot” dei Kennedy – in fon- dita Salman bin Hamad al-Khalil fondo. Ad Hammamet venerdì e sabato scorsi, al- Alì. Davanti al teatro municipale, domenica scor- condannato a morte nel
do confessano di sentirsi orfani considerato la mente della vio- l’incontro del Forum Sociale Magrebino allargato ad sa, ragazze con il velo accanto a giovani vestite 1981 per l’uccisione di un
del re o della regina. La reputa- lenta repressione delle manife- altri comitati, le protagoniste di questo cambiamen- all’occidentale hanno manifestato assieme. E sa- ufficiale bianco di polizia,
zione della monarchia inglese – stazioni di protesta in Arabia to hanno fatto sentire la loro voce. “Noi donne – bato ad Hammamet si sono riversate per la strada David Faulkner. La
messa a dura prova dalle due ul- Saudita. In compenso i compas- spiega Yosra Frawes, avvocata e fondatrice dell’At- giovani, mamme anziane e uomini per manifesta- vicenda di Abu-Jamal è
time spose reali: la principessa-di- sati poliziotti inglesi hanno fatto df, Associazione tunisina delle donne democratiche re la loro preoccupazione per la stagione turisti- diventata nel corso degli
sco Diana e la scandalosa Sarah La sgombrare – con qualche “reale” – siamo nel processo della rivoluzione. Facciamo ca: in Tunisia gli unici a metter piede sono ormai i anni un simbolo della
Rossa – è stata affidata in questi manganellata – 500 dimostranti parte del Forum Sociale, del Forum Giovani. Per sei giornalisti europei. Quattrocento mila persone opposizione alla pena di
ultimi anni per lo più alla regina la cui presenza non era prevista mesi siamo state in strada per chiedere lavoro per i impiegate nel settore alberghiero e del turismo morte negli Usa. Secondo
Elisabetta, alla quale, pur non ri- dal minuzioso copione bol- nostri figli e siamo state le prime vittime della re- rischiano il posto di lavoro. la difesa durante la
selezione della giuria per
il processo erano stati

Siria: Parigi e Londra in marcia scartati tutti i giurati


afro-americani. Nella
nuove procedura ordinata
ieri la giuria sarà chiamata
SARKOZY: “REPRESSIONE INACCETTABILE, SERVE RISOLUZIONE ONU” a decidere se confermare
la condanna a morte o
di Alessandro Oppes dall'Onu: quattro i paesi europei che si nei giorni scorsi dal capo della Casa trasformarla in ergastolo,
sono già espressi a favore. Tra le capi- Bianca di cercare il sostegno dell'Iran senza che sia messa in
on ci sarà nessun intervento in Siria tali più attive sul fronte diplomatico, discussione la sua
Ndi sicurezza
senza una risoluzione del Consiglio
delle Nazioni Unite. Non
c'è Londra: per il ministro degli Esteri
britannico William Hague, la priorità
“per reprimere i propri cittadini con le
stesse tattiche usate dal suo alleato in
simili occasioni”. A riprova del fatto che
colpevolezza.

lascia spazio al dubbio il presidente in questo momento è quella di far ar- la situazione a Damasco viene ritenuta FRANCIA
francese Nicolas Sarkozy, che in una di- rivare un segnale chiaro alle autorità di ormai assolutamente insostenibile, do- Un manifestante a Douma (FOTO LAPRESSE)
chiarazione congiunta con Silvio Ber- Damasco perché “fermino la violenza po che Washington ha ordinato l'eva- Dipendente
lusconi definisce “violenta repressio- e rispettino la libertà di espressione e cuazione di gran parte del personale edifici per sottrarsi al fuoco dei carri ar- Telecom si suicida
ne” quella messa in atto dal regime di di riunione, diritti umani basici e uni- della propria ambasciata, ieri anche il mati e agli spari dei cecchini appostati
Bashar el Assad, taccia come “inaccet-
tabile” la situazione creata dalle auto-
rità di Damasco e chiede di fermare il
versali”. Ma il governo Cameron non
esclude “misure addizionali”, da valu-
tare insieme ai soci comunitari e da sot-
Ministero degli Esteri di Berlino ha in-
vitato “con urgenza” i cittadini tedeschi
a prendere in considerazione l'eventua-
in diversi punti del centro cittadino.

SECONDO l'organizzazione siriana


U n impiegato del
gruppo telefonico
francese France
massacro. Ma sono proprio le dramma- toporre al Palazzo di Vetro. lità di rientrare in patria utilizzando i vo- per la difesa dei diritti umani Sawasiah, Telecom-Orange, di 57
tiche notizie che continuano ad arriva- li commerciali, fino a quando ciò è an- dopo l'ingresso dei “tank” a Daraa le for- anni, si è dato fuoco
re dal paese mediorientale – e soprat- ANCORA PIÙ ESPLICITA l'ammi- cora “possibile e sicuro”. Dopo l'offen- ze di sicurezza agli ordini di Assad davanti alla filiale della
tutto dalla “città martire” di Daraa, ca- nistrazione Usa, che parla della possi- siva delle forze militari del regime nella avrebbero arrestato almeno 500 mani- compagnia a Bordeaux. Il
duta da quarantott'ore sotto il control- bilità di adottare “sanzioni selettive per città di Daraa – cento chilometri a sud di festanti per la democrazia. Ma per il pre- caso rimanda
lo dell'esercito – ad aver provocato rispondere alla repressione e chiarire Damasco – che lunedì avrebbe provo- sidente venezuelano Chavez quello in all’inquietante catena di
un'improvvisa accelerazione degli che questo comportamento è inaccet- cato la morte di almeno 25 manifestan- Siria è un “complotto con il quale si suicidi che ha segnato
sforzi diplomatici della comunità inter- tabile”. Barack Obama, che ha analizza- ti, secondo calcoli di Amnesty Interna- stanno infiltrando terroristi nel Paese, France Telecom: 58
nazionale. Tra le ipotesi allo studio c'è to la crisi siriana con il premier turco tional, anche ieri si sono ripetute spa- per provocanre violenza e morte, e giu- dipendenti della
quella di aprire un'inchiesta sulle vio- Erdogan, definisce “atroce” l'uso della ratorie e si sono sentiti colpi di artiglie- stificare poi un intervento militare simi- compagnia si sono tolti la
lenze, che dovrebbe essere condotta violenza impiegato da Assad, accusato ria, mentre i civili si rifugiavano negli le a quello in Libia”. vita tra il 2008 e il 2010.
pagina 14 Mercoledì 27 aprile 2011

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

Ecclestone Bollywood Ranieri Einstein


“Pronto ad Il Festival di Festeggia Mourinho lo
andare in Cannes i 60 anni su cita in vista
pensione se celebrerà la Rai Uno con del Barca:
arriva cinematografia Napoli “La volontà
Murdoch” indiana Milionaria! è tutto”

simili, gli italiani. C'è la nuova derna approfitta del suo diario glio per un padre che scaricava
star Elio Germano, perenne- hollywoodiano per sintetizzare sulla macchina da scrivere ener-
mente insoddisfatto. Sempre at- trent'anni di carriera artistica in gie ed entusiasmi di ragazzo,
taccato al telefonino tra un ciak cui delusioni e successi (l'Oscar evoca i libri sempre vicini, come
e l'altro c'è Ricky Tognazzi, lo con “Mediterraneo" di Gabriele parenti (su tutti La scoperta della
specchio, il deuteragonista, l'an- Salvatores il più noto) pareggia- lentezza di Sten Nadolny e le poe-
tieroe oblomoviano: alto, molto no sempre, insegnandogli l'arte sie di Raymond Carver), e la le-
alto, accompagnato da un Bor- della normalità: “Fare poco ma zione ricevuta da Marcello Ma-
salino che aggiunge statura e sot- farlo bene. Stare sullo sfondo stroianni, ricordata davanti alla
trae complessi d'inferiorità, sim- con leggerezza e quando è il mo- Conversione di San Paolo del Cara-
patico, perennemente annoiato mento esserci pienamente. vaggio nella chiesa romana di
e insonnolito quanto Cederna è Questa è la sfida del viaggio. Santa Maria del Popolo: “I film si
squassato da adrenalina e ansia. Restare centrato nel piccolo, ac- fanno anche con l'aria”. Il giova-
Ricky ha ricevuto alla nascita, cettarne la misura ed esplorarne ne allievo intuisce e schianta il
con il cognome, l'appartenenza i confini”. suo film hollywoodiano: Qui l'a-
all'esclusivo club. Ha nei cromo- ria non c'è. Il kolossal Nine, rema-
somi la legittimazione che gli "at- L’ATTORE condivide con il ke da 80 milioni di dollari di 8 e
tori normali" inseguono per tut- lettore "la sua lunga strada ghiac- 1/2, sarà un fiasco colossale. Le
ta la vita, il pieno diritto di cit- ciata e in salita", offrendo ricordi sue scene, costate stress e ansia
tadinanza in un mestiere entu- e aneddoti. Squaderna l’orgo- per ciak come quello in cui, di
siasmante, descritto da Cederna fronte alla sfolgorante bellezza
con ironia ma anche con orgo- della Kidman, deve dire "magni-
glio: "Puoi commuovere e diver-
tire, raccontare storie, dar voce
L’incontro ficent" con sguardo “mesmeriz-
zato”, saranno quasi tutte taglia-
agli sconfitti, lottare contro le in-
giustizie e ridere di te stesso".
ravvicinato con te. Gli resta solo il gran finale (del
libro), che “merita una nomina-
Cederna è invece un figlio dege-
nere. Suo padre, Antonio, è stato
la Diva e altre tion per la scena più surreale del-
la storia del cinema” e che per
uno dei migliori intellettuali del l'autore vale la consacrazione a
Dopoguerra italiano, l'invento- avventure nel campione mondiale di actorwat-

GIUSEPPE CEDERNA re del giornalismo ambientale, il


padre del parco dell'Appia Anti-
ca, sottratta ai palazzinari a colpi
diario ironico
di un italiano a
ching.

DOPO AVER DETTO per de-


di polpastrelli sulla Lettera 22. Il cine di ciak "magnificent" all'ir-

E la Kidman
figlio si è messo a fare prima il raggiungibile venustà, Cederna
clown, poi l'attore. La sua paren- Hollywood va a salutare la collega. Le allun-
tela con il cinema è minima. C'è ga la mano per un virile saluto.
sua zia Camilla, altra grande gior- “Nicole, piegando il collo, si sfila
nalista, amica di Federico Fellini l'orecchino sinistro e lo deposi-
che ha seguito nell'avventura di ta con cautela nella mia mano. Se
8 e 1/2 scrivendoci un libro oggi avesse mollato una sonora sco-

mi prese
introvabile, che il nipote recu- reggia mi avrebbe sorpreso me-
pera quasi per caso nella biblio- no. Adesso compie la stessa ope-
teca dell’amico regista Enzo razione con l'orecchino destro.
Monteleone. È la seconda azione incompren-
E riesce a farselo prestare, non sibile in pochi secondi. Resto
senza difficoltà. Il Maestro Felli- immobile a guardare i pendagli
ni, nato giornalista e ammirato luccicanti nella mia mano e solo
della dinastia professionale dei quando alzo nuovamente lo

per il costumista
Cederna, si incuriosice del ram- sguardo e la vedo accanirsi sulla
pollo dirazzato e lo provina co- Piano Americano fibbia del collier, capisco: mi ha
me protagonista de L'intervista, Giuseppe Cederna scambiato per l'aiuto-costumi-
ma gli preferisce Sergio Rubini. FELTRINELLI, PAGINE 224, 15 EURO sta, l'addetto al recupero dei
La vita dell’attore è questa. Ce- In alto, a sinistra, Nicole gioielli”. È Hollywood, bellezza.
Kidman in “Nine”.
Sotto, un’altra scena del
kolossal americano
di Giorgio Meletti per medicare l'invidia degli ami- per succedere. Il ragazzo si av-
ci (e dei lettori tutti): Giuseppe vicinerà alla sua collega più ca-

P
Cederna. Il suo peculiare diario rina e le dirà: 'Lo sai chi è quel-
hollywoodiano (Piano america- lo?'. E lei, lanciandomi uno
no, Feltrinelli), scritto sul set del sguardo vuoto e un po' imbron-
musical “Nine”, cattura il letto- ciato, risponderà: 'No, chi è?' ”.
re con una tecnica semplice e
onesta: non si allontana mai dal CEDERNA AVVERTE subi-
registro del limpido cazzeggio, to che il primo incontro con la
quello delle serate in pizzeria Diva per eccellenza è una scia-
dove è vietato prendersi sul se- gura: “Il mio istinto di sopravvi-
rio. Si ride fin dalla partenza, venza calcola che in piedi le ar-
presi per mano da una pertina- riverei sì e no alla clavicola. De-
ce autoironia. All'aeroporto, ri- cido di ignorarla. Non è entrato
conosciuto dall'addetto alla si- nessuno. Nicole Kidman non
curezza, l'attore cede alla vani- esiste”. In picchiata verso un fi-
ochi fortunati al mondo posso- tà: “Onde di calore scendono e nale degno del più tragico Fan-
no annunciare agli amici, con risalgono lungo la schiena, tozzi, Cederna accompagna con
sapiente distrazione: "Vado a gi- mentre piccole esplosioni colo- leggerezza cinefili e lettori co-
rare un film con Nicole Kid- rate, lampi verdi, gialli e turche- muni lungo le sue osservazioni
man". Solo uno tra loro ha avuto si disegnano graziose scie nel sull'attore. Dichiara anzi di pra-
l'idea di scrivere un libro solo cielo della mente. So cosa sta ticare l'actorwatching. Fissa i suoi
Mercoledì 27 aprile 2011 pagina 15

SECONDO TEMPO

DA DOMANI / NELLE SALE Postmelodici


Il rapper
I MIGRANTI COME GLI EBREI che canta
le vittime
NEI MALAVOGLIA DI SCIMECA della
camorra
Il regista siciliano firma una provocatoria rilettura di Verga di Guido Biondi
na pallottola vagante col-

di Federico Pontiggia la Provvidenza. Non saranno nostra è ancora l’epoca di Ver- a Lampedusa non è un’invasio- loro nipoti e pronipoti hanno
Uamico
pisce casualmente il tuo
mentre cammina sul-
che guai: Bastianazzo muore, ga, formalismo di idee e senti- ne barbarica di delinquenza e fatto il percorso inverso sui la strada all’età di dodici an-
n un' epoca che impo- mentre ’Ntoni è al nord a cer- menti”. Quindi al bando “i bra- sporcizia. Provate ad andare a ni, dopo aver giocato a pal-

“I
barconi. Chi può dirlo?”.
ne come regola di care lavoro. Sarà proprio la sua vi ragazzi borghesi col solo pro- Pachino: da una casa viene la lone. Ci sono voluti anni per
buon gusto un eguale passione per la techno a risol- blema di passare gli esami e musica di Sanremo, da quella DOMANDA BUONA per metabolizzare una delle tan-
formalismo per ma- levare le sorti familiari: a batte- scopare a destra e manca” e accanto melodie arabe. Alì, che la politica, se non fosse che te storie che possono acca-
scherare una uniformità di re il tempo della salvezza è un macchina da presa puntata sul ha lavorato al film, ha sposato “punta sulle bugie e a forza di dere nei Quartieri spagnoli
sentimenti e d'idee…”. Pa- rap scritto con i proverbi del Sud, tra questioni materiali ed una siciliana: la loro bambina ripeterle c’è chi vi crede: i no- di Napoli. Ciccio Merolla
squale Scimeca cita a memo- nonno e musicato da Alfio An- esistenzialismo: “I giovani si che è, italiana o marocchina? stri dirigenti sono in crisi, sen- (foto) ha trovato il coraggio
ria, ma il senso del suo Mala- tico, che firma la colonna sono- sentono parte di niente: non Semplicemente, è una bambi- za valori e hanno bisogno di un per raccontarla, esorcizzarla
voglia è tutto nell’incipit di ra. della politica, non della chiesa, na. Si scambia per eccezione nemico. La verità è un’altra: e trasformarla in canzone.
Giovanni Verga: “Ripartire da né della comunità, isolati dal quella che è una normalità da senza badanti, senza i lavoranti “Fratello mio ma chi lo dove-
lui, con lo stesso impulso che PER IL RESTO, è uno Scime- mondo, con le cuffiette nelle secoli: l’integrazione”. A grat- nelle serre per 30 euro al gior- va dire che dovevi morire
fu del Neorealismo, in con- ca (aveva già trasposto Rosso orecchie e la tv sempre accesa tare la patina della propaganda no l’Italia andrebbe a picco”. così, questa vita quanto vale,
trapposizione al cinema di re- Malpelo) sempre più a suo agio anche a tavola”. si riguadagnano prospettive Ma a spaventare Pasquale Sci- fra tanta gente hanno ucciso
gime massificato. Verga è let- nei panni dell’indie di lusso: perfino paradossali: “Me l’ha ri- meca non sono “quattro alco- te” canta in “Fratammè”. Il
teratura verista perché rac- non per il budget, anche qui pa- MA NON È questione gene- velato Vincenzo Consolo (in- lizzati leghisti o un presidente brano scioglie al primo
conta la verità e la verità, come lesemente low, ma per le inten- razionale, bensì politica, quella terpreta se stesso nel film, del Consiglio psicopatico, ben- ascolto, apre la diga delle
dice Elio Vittorini, è sempre ri- zioni civili di questo Malavoglia posta da Scimeca: “I mass-me- NdR), e non credo lo sappiano sì i rigurgiti di nazismo e fasci- emozioni: “all’improvviso
voluzionaria. Per me rappre- 2.0. “Penso esistano due modi dia non raccontano la verità, in molti, ma agli inizi del secolo smo: l’odio per i migranti come un tuono dentro il rumore di
senta un padre, e devi saperlo per essere intellettuali e artisti: analogamente agli ubriaconi scorso100mila siciliani emigra- fu per gli ebrei. Stiamo inven- una motocicletta, e bello e
uccidere”. giullari del potere, che nel Me- da bar che ci governano: quella rono in Tunisia: oggi magari i tando un nuovo nemico”. buono un botto, Salvatore
dioevo era un gran bella cosa, cadde a terra mi guardava fis-
SCRITTO CON Nennella oppure coscienza critica, co- so, il sangue sul muro era un
Buonaiuto e Tonino Guerra, gi- me diceva Gramsci. Io credo quadro di Picasso”.
rato nei comuni di Pachino e nella seconda, perché questo
Portopalo di Capo Passero, il potere e questa società non mi IL VIDEO È dedicato alle
film – da venerdì in sala con 20 piacciono. Sento forte l’esigen- 156 vittime innocenti, rico-
copie targate Cinecittà Luce – za di rompere, non stare dentro nosciute dallo Stato italiano,
aggiorna la lezione verghiana e e omologato a tutti gli altri: la che in Campania hanno per-
bypassa l’illustre precedente di so la vita per colpa della cri-
Visconti (La terra trema) con minalità organizzata. Si rico-
consapevole umiltà: “Mi sono
accostato con grande pudore
“Stiamo noscono alcune foto (del fo-
toreporter Sergio Siano) di
ed è il motivo per cui ci ho mes-
so tanto tempo a pensarlo e ri-
inventando Annalisa Durante, uccisa a 14
anni dalla camorra, di Valen-
pensarlo. Ma al di là della fonte
d’ispirazione, non credo ci sia-
un nuovo tina Terracciano, uccisa a 2
anni, e sulla strage dei fratelli
no paragoni visibili”, confessa ghanesi a Castel Volturno.
Scimeca. Così ‘Ntoni Malavo- nemico. Ma Merolla, classe 1973, ha ini-
glia (Antonio Ciurca) incontra ziato a 7 anni a suonare le per-
il clandestino Alef appena sbar- senza di loro cussioni per i vicoli di Napo-
cato, lo ribattezza Alfio e lo por- li. Ha collaborato con Euge-
ta con lui, il fratello Alessi, il pa- l’Italia andrebbe nio Bennato, James Senese,
dre Bastianazzo ed il nonno a Enzo Gragnaniello, il gruppo
lavorare sulla barca di famiglia, a picco” rap La famiglia e tanti altri. “Si
Gli attori scelti da Scimeca per intepretare il film scritto da Nennella Buonaiuto e Tonino Guerra pensa spesso che a Napoli la
gente si faccia gli affari pro-
NUOVE PROMOSSE pri” racconta Merolla nell’in-
tervista al Fatto, “invece io
voglio sensibilizzare quanta
NOCERINA CALCIO, AMICIZIE, CHIACCHIERE E SERIE B più gente possibile su un pro-
blema che riguarda tutti i cit-
tadini. Per questo nel video
di Luca Cardinalini si fa peccato ma a volte ci si azzecca”, calcio e finiscono in un’aula di tribuna- associazione mafiosa ed estorsione, c’è la traduzione dello slang
poi glissa, “ma no, ma no, scherzavo, la le. Sulla panchina dei rossoneri – so- condannato per concorso in tentato in italiano. Salvatore, il nome

Iditi.lstanza
nome dello sponsor, intanto, abba-
eloquente: Alfa recupero cre-
Il resto viene di conseguenza. Per
Nocerina ha vinto con merito il cam-
pionato e non ha mai regalato niente a
nessuno. Anzi, sa che le dico, faccio un
prannominati da sempre “molossi”, a
sottolineare l’aggressività e la combat-
tività di quella particolare razza canina –
omicidio. Di recente, alcune intercetta-
zioni, lo volevano coinvolto in un con-
sorzio di imprese messo in piedi per par-
del mio amico ucciso era co-
me un fratello per me, lavo-
ravamo insieme in un bar”.
la Nocerina la promozione in Serie B è pronostico: faranno un altro salto, fino a metà degli anni Novanta, si è seduto tecipare – con ottime probabilità di suc-
arrivata il sabato di Pasqua, con la vit- alla Serie A”. anche Gigi Delneri. Tre anni fa a rilevare cesso, diciamo così – ad appalti per i INTERESSANTE il suo
toria per 1-0 in casa del Foggia. Ha de- le redini della blasonata squadra campa- Mondiali di nuoto di Roma, il cui com- punto di vista su quello che
ciso un gol di tal Pomante, al 6’ del se- L’ANNO SCORSO la società ha fe- na, arriva direttamente Giovanni Cita- missario speciale era il presidente del chiama l’Antistato: “biso-
condo tempo. A fine gara, nel tunnel steggiato il centenario. In Serie B c’è sta- rella, 41 anni appena compiuti. La squa- consiglio superiore dei lavori pubblici, gnerebbe combattere la vio-
degli spogliatoi, c’è stato qualche pa- ta solo due volte, la prima subito dopo la dra è in Serie D, vince gli spareggi e ap- Angelo Balducci. lenza attraverso le istituzio-
rapiglia, che ha visto coinvolti il presi- Seconda guerra mondiale, la seconda a proda in seconda divisione. ni. Insegnare ai bambini co-
dente dei rossoneri pugliesi, Pasquale fine anni Settanta, quando in panchina L’anno scorso, a causa della moria delle IL PADRE, Gennaro, era un impren- s’è la criminalità, dare loro
Casillo, e l’allenatore dei rossoneri c’era quel galantuomo di Bruno Giorgi. squadre per insolvenze finanziarie, vie- ditore edile molto famoso e anche mol- cultura per strapparli dal ter-
campani, Gaetano Auteri. Niente di Stagione 1978-79, finita con la retroces- ne ripescata in prima divisione. La fami- to chiacchierato, ritenuto vicino a uo- reno fertile della delinquen-
che, normale agonismo di fine partita. sione, ma iniziata con un girone di Cop- glia Citarella, mutatis mutandis, sta a No- mini del clan Gambino. Morì all’inizio za. C’è troppa gente abban-
Auteri dice di aver ricevuto dal patron pa Italia in compagnia, oltre che Monza cera e all’agro nocerino sarnese come la degli anni 90, davanti al cancello della donata a se stessa”. Eppure,
“due schiaffi”, Casillo ora spiega che e Taranto, di club come Fiorentina e Ju- famiglia Moratti sta a Milano. Storica fa- sua villa, non di morte naturale, a meno secondo Merolla, la società
“non è successo niente, tutte invenzio- ventus. Si racconta che l’allora presi- miglia di costruttori, per la prima volta di considerare tale un’arma da fuoco. Il civile si deve svegliare: “Vor-
ni dei giornali e di quel povero pazzo e dente della Nocerina, Antonio Orsini, si occupa direttamente della squadra presente di successo, azzera molte co- rei che il popolo napoletano
cocainomane che mi aveva dato del ca- accolto all’aeroporto con il solito garbo della città. Qualcuno penserà, con ap- se, anche se molte altre si assomigliano. prendesse coscienza dei
morrista”. Insomma, bazzecole. In ve- sabaudo dalla dirigenza juventina, disse procci moderni e manageriali, come di- Ad esempio il comune di Nocera Infe- propri diritti; c’è ancora in
rità Casillo, nell’immediato dopoparti- piano a un suo accompagnatore: “Ma mostrano i risultati. Sicuro, anche se riore, è commissariato dal 2010, e ora si giro l’immondizia e sarebbe
ta, aveva tuonato dicendo che il suo non è che questi vogliono comprarsi la qualcosa legato al ceppo ancestrale, re- va alle elezioni. I due candidati hanno ora di ribellarsi”.
Foggia “è una socie- partita?”. Per dire co- sta: nell’organigramma societario presi- entrambi inserito, nel
tà seria, che non ven- me la storia, a volte, fa dente è Giovanni Citarella, suo vicario il proprio programma, “il
de partite”. Allude-
va, in particolare, al-
Il presidente un giro largo e poi ri-
torna. I decenni suc-
figlio Christian. Giovanni è considerato
molto vicino al coordinatore regionale
nuovo stadio” – che nel-
l’immediato potrebbe
le due “sorprendenti
sconfitte” della ca-
Citarella è molto cessivi sono un rosa-
rio di vittorie e sconfit-
del Pdl, Nicola Cosentino, ma assai di
più al deputato Edmondo Cirielli, te-
risolversi nell’amplia-
mento di una curva –
polista Nocerina nel-
le ultime giornate,
vicino a te dall’eco limitata,
più o meno dentro i
nente dei carabinieri vate della prescri-
zione breve, che nel 2005 addirittura
ma che è una sorta di ri-
flesso condizionato del
quella a Taranto e confini regionali. La presentò un’interrogazione parlamen- calcio attuale. Basta
quella in casa contro Cosentino e squadra è un ascenso- tare per sapere come mai le imprese del che uno vinca un cam-
i cugini della Juve re tra Serie C e D, e ca- gruppo Citarella erano state escluse da- pionato, di qualsiasi ca-
Stabia, dirette con- Cirielli, capo pita a volte che l’a- gli appalti dell’Anas e di Autostrade Me- tegoria, e spunta chi
correnti con il Fog- scensore si rompa, ridionali. Interrogazione nella quale si vuol fare o rifare lo sta-
gia per un posto ai della Provincia con fallimenti e disso- ricostruisce anche gran parte del curri- dio. Se poi il presidente
play off. Prima am- luzioni, storie che ini- culum giudiziario di Giovanni: arrestato è anche costruttore,
mette: “A parlar male di Salerno ziano su un campo di nel 1997, ma poi assolto dall’accusa di bingo.
pagina 16 Mercoledì 27 aprile 2011

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ dere, riesumato leader di li-
vello internazionale. Che di Luigi Galella
Anvedi
la grafologa
derisori sul web, a dispetto un'aggravante: la grafia mo-

La Russa poi lo stesso superleader


tradisca la sua vera natura,
rivelando che lo stop al nu-
cleare è solo un bluff per
prendere tempo, questo è
l criminale delle mura di
Il'esecrarlo,
casa fa orrore e piace. Nel-
lo si vorrebbe ac-
costare e comprendere, ac-
del contesto raccapriccian-
te.
Lo ha svelato Federica Scia-
relli a “Chi l'ha visto”. Il caso
è quello delle due gemelline,
strata da “Chi l'ha visto?” non
era di mano umana, o me-
glio, era estratta da uno di
quei programmi ben noti ai
grafici, che riproducono al

chirurgico argomento su cui è meglio


non insistere (anche se più
avanti si parla a lungo di
Cernobyl, che si risveglia).
Ci sarebbe da risolvere una
carezzandolo con la propria
invadente, morbosa curiosi-
tà. Sapere che cosa si agiti
nella testa dell'assassino, nel
momento in cui sevizia e uc-
scomparse nel nulla, dopo
che si era appreso del suici-
dio del padre, Mattia
Schepp. Con un'ultima car-
tolina, l'uomo si rivolgeva al-
computer le parvenze del ca-
rattere manuale. Era un font,
insomma, che sanno indivi-
duare facilmente anche i
non addetti: il Segoe Script
di Paolo Ojetti delicata questione che il Tg2 evita: ma il refe- cide la sua vittima: vicinissi- la moglie, dalla quale era se- Bold.
rendum sul nucleare resta o no valido? Andare mo parente amato e odiato. parato, scrivendo: “Senza di La scrittura che la grafologa
g1 in massa a votare contro le centrali, non vale E che cosa ci sia, quindi, nel- te non posso vivere. Mi man- Candida Livatino, intervi-
T “Ampia convergenza su tutti i fronti”. E’ il
“premier” che parla e “sottolinea l’asse” men-
più nemmeno come manifestazione di antiber-
lusconismo al plutonio?
l'amore filiale o paterno che
spinge all'omicidio di “pros-
chi tanto ma ormai è troppo
tardi”. Ma come perfidamen-
stata da Alan Patarga, ha de-
cifrato per risalire alla per-
tre lui e Sarkozy “concordano e sottoscrivono”. simità”. Conoscerne gli inti- te ha ricordato la Sciarelli, sonalità dell'uomo, è quindi
Sonia Sarno è sempre lei, ma – contrariamente g3 mi dettagli, scrutare i pensie- “come è noto”, Schepp scri- quella di una macchina, che
al solito – l’esaltazione di Berlusconi rimane
contenuta e di breve durata. Comunque, Sonia
T Esiste la possibilità di confezionare un tg
che non sia la lista della spesa quotidiana? Sì,
ri, indagare le parole, vivise-
zionare la scrittura: una “do-
veva in tedesco, e la carto-
lina mostrata agli spettatori
a suo avviso presenta tratti di
“aggressività latente e spirito
Sarno assicura che non ci saranno “bombarda- esiste. Invece di raccontare quanto è stato bello manda” di macabro domesti- era stata quindi chiaramente vendicativo” rivelate dall'
menti a grappolo”. Un po’ di confusione, si trat- l’incontro Berlusconi-Sarkozy, basta puntare co, nata forse con gli omicidi tradotta e trascritta in italia- “angolosità” della parola
ta di “bombe” a grappolo, quelle vietate dalle sulla vera notizia: la truffa del referendum an- di Novi Ligure e di Cogne, no perché fosse compresa da “manchi”, in particolare nel-
convenzioni internazionali: i bombardamenti a tinucleare. Invece di perdersi nelle ipotesi di che alimenta un'offerta cre- tutti. Senonché, il più impor- la “m” e nella “n”. Nell' “at-
grappolo sono solo su History Channel. Al Tg1 revisione di Schengen, basta raccontare la sto- scente e nuovi protagonisti tante canale d'informazione taccata”, invece, e cioè nella
la guerra piace, abbiamo i Tornado, la Garibal- ria di un tunisino, Ahmar, e della sua famiglia, del video, come quel Salvo Mediaset, sull'analisi di quel- tendenza a non staccare mai
di, gli Harriers, sembra di rileggere un fumetto sballottati fra Italia e Francia (meriterebbe uno Sottile di “Quarto Grado” la grafia ha pensato bene di la mano dal foglio, si denun-
di Milton Caniff. Nessuno che dica (anche per- “speciale” a parte). Invece dei “razzi di estre- (Rete 4), dalla postura di ricostruire il profilo psicolo- cia “il tentativo di soffocare
ché nessuno osa chiedere né sul Tg1 né altrove) ma, estrema precisione” da sparare sui libici, sguincio e il braccio teso, gico dell'uomo. Senza mini- le emozioni e tenere a bada
quanto costano davvero gli impegni militari ita- basta spostarsi subito sulla possibilità che la Le- puntato minacciosamente mamente controllare se si gli impulsi”. L'inconscio di
liani. Sui referendari che protestano contro la ga apra una crisi e chiedersi (ma questo il Tg3 verso gli spettatori. trattasse di riscrittura o di te- un software non era mai sta-
“sòla” berlusconiana, nemmeno un fotogram- non lo fa) come mai sul cattivo Gheddafi (che Ma la foga necrofila che in- sto autentico. Senza risalire, to indagato finora con tale
ma. Mentre si parla anche del sangue di Wojtyla ha il petrolio) si può tirare e sul cattivissimo tasa i talk show e alimenta il quindi, alle informazioni di- scrupolo. La Livatino si can-
nell’ampolla. E’ la nuova “reliquia”, tipo San Assad (che il petrolio non ce l’ha) no. Seguiva banchetto giornaliero delle rette, con una semplice te- dida a nuova pioniera del ge-
Gennaro. Un po’ di Medioevo ci mancava. un’intervista a La Russa da cui si capiva che i investigazioni sull'orrido - lefonata alla redazione del nere. Ma per aggiornare le
razzi chirurgici non sa nemmeno se sono del genere “il bassotto poli- settimanale di Rai 3. Con sue intuizioni, forse, sarà be-
g2 oblunghi o tondi. Il Tg3 non riprende (pecca- ziotto scoprirà la verità” - ha ne una verifica dei font. Men-
T L’atteso vertice, la forte convergenza, le
buone notizie per l’economia. Finalmente – af-
to) la notizia dei ragnetti rossi che hanno invaso
il Tribunale di Milano: ce li ha messi la Santan-
fatto servire al Tg5 una gi-
gantesca bufala avariata, og-
Federica Sciarelli, conduttrice di
“Chi l’ha visto?”
tre per il Patarga-Johnny Bas-
sotto, semplicemente, quel-
fidato a Ida Colucci – Berlusconi torna a risplen- ché? getto di commenti divertiti e in onda su RaiTre la delle fonti.

LA TV DI OGGI
11.00 NOTIZIARIO TG1 15.00 EVENTO Question 14.00 NOTIZIARIO TG 19.30 NOTIZIARIO TG3 11.00 REAL TV Forum 14.55 TELEFILM E alla fine 11.30 NOTIZIARIO TG4 - 11.25 TELEFILM Cuore e
11.05 ATTUALITÀ Occhio time (DIRETTA) Regione - TG3 - Meteo 3 (REPLICA) 13.00 NOTIZIARIO TG5 - arriva mamma! Meteo batticuore
alla spesa 15.45 RUBRICA Crazy Parade 14.50 RUBRICA TGR Leo- 20.00 RUBRICA Il caffé - Meteo 5 15.25 TELEFILM Zack e 12.00 TELEFILM Wolff - Un 12.30 TELEFILM Due South
12.00 VARIETÀ La prova 16.10 TELEFILM La signora nardo Noi e loro (REPLICA) 13.40 SOAP OPERA Beauti- Cody sul ponte di coman- poliziotto a Berlino - Due poliziotti a Chicago
del cuoco in giallo 15.00 NOTIZIARIO TG3 20.30 RUBRICA Consumi e ful do 13.00 TELEFILM Distretto 13.30 NOTIZIARIO TG La7
13.30 NOTIZIARIO TG1 17.00 TELEFILM Top Secret L.I.S. consumi 14.10 SOAP OPERA Cento- 16.25 TELEFILM Zeke e di Polizia 9 13.55 FILM Ester e il re
14.00 NOTIZIARIO TG1 17.45 NOTIZIARIO TG2 15.05 ATTUALITÀ Tribune 20.57 NOTIZIARIO Agrime- Vetrine Luther 13.50 REAL TV Sessione 15.55 DOCUMENTARIO
Economia - TG1 Focus Flash L.I.S. - Rai TG Sport Elezioni Amministrative teo 14.45 TALK SHOW Uomini 16.50 SIT COM Camera pomeridiana: il tribunale Atlantide - Storie di uomi-
14.10 ATTUALITÀ Se... a 18.15 NOTIZIARIO TG2 15.50 NOTIZIARIO TG3 GT 21.00 NOTIZIARIO News e Donne Cafè di Forum ni e di mondi
casa di Paola 18.45 TALK SHOW Mauri- Ragazzi lunghe da 24 16.15 ATTUALITÀ Pome- 17.25 SIT COM Camera 15.10 TELEFILM Flikken 17.40 TELEFILM J.A.G. -
16.10 ATTUALITÀ La vita zio Costanzo Talk 16.00 DOCUMENTARIO 21.27 PREVISIONI DEL TEM- riggio Cinque Cafè Ristretto coppia in giallo Avvocati in divisa
in diretta 19.35 TELEFILM Squadra Cose dell'altro Geo PO Meteo 18.50 GIOCO Chi vuol 17.35 SIT COM Love Bugs 16.15 SOAP OPERA Sentieri 19.40 VARIETÀ G' Day
18.50 GIOCO L'eredità Speciale Cobra 11 17.40 DOCUMENTARIO 21.30 RUBRICA Tempi essere milionario 18.10 RUBRICA Cotto e 16.55 TELEFILM Le indagini 20.00 NOTIZIARIO TG La7
20.00 NOTIZIARIO TG1 20.30 NOTIZIARIO TG2 Geo & Geo dispari 20.00 NOTIZIARIO TG5 - mangiato - Il menù del di padre Castell (REPLICA) 20.30 ATTUALITÀ Otto e
20.30 ATTUALITÀ Qui 20.35 EVENTO SPORTIVO 19.00 NOTIZIARIO TG3 - 22.30 NOTIZIARIO News Meteo 5 giorno 18.55 NOTIZIARIO TG4 - mezzo
Radio Londra Calcio, UEFA Champions TG Regione - Meteo lunghe da 24 20.30 ATTUALITÀ Striscia 18.30 NOTIZIARIO Studio Meteo 21.10 ATTUALITÀ Exit -
20.35 GIOCO Affari tuoi League 2010/2011 Semifi- 20.00 VARIETÀ Blob 22.57 PREVISIONI DEL TEM- la Notizia - La voce del- Aperto - Meteo 19.35 SOAP OPERA Tempe- Uscita di sicurezza
21.10 FILM William & Kate nale andata Real Madrid - 20.10 TELEFILM Cotti e PO Meteo l'improvvidenza 19.00 NOTIZIARIO SPORTI- sta d'amore (DIRETTA)
- Una favola moderna Barcellona (DIRETTA) mangiati 23.00 RUBRICA Il punto 21.10 TELEFILM Non smet- VO Studio Sport 20.30 TELEFILM Walker 0.00 NOTIZIARIO TG La7
23.00 ATTUALITÀ Porta a 22.45 RUBRICA SPORTIVA 20.35 SOAP OPERA Un 23.27 PREVISIONI DEL TEM- tere di sognare 19.30 TELEFILM C.S.I. Mia- Texas Ranger 0.15 DOCUMENTARIO
Porta 90° Minuto Champions posto al sole PO Meteo 23.45 ATTUALITÀ Matrix mi 21.10 TELEFILM Le indagini La storia proibita del '900
0.35 NOTIZIARIO TG1 23.20 NOTIZIARIO TG2 21.05 ATTUALITÀ Chi l'ha 23.30 NOTIZIARIO News 1.30 NOTIZIARIO TG5 20.30 GIOCO Trasformat di padre Castell italiano (REPLICA)
Notte - TG1 Focus - Che 23.45 TELEFILM Close to visto? brevi Notte - Meteo 5 Notte 21.10 VARIETÀ Le Iene 23.05 RUBRICA I bellissimi 1.10 ATTUALITÀ Prossima
tempo fa home 23.15 VARIETÀ Parla con me 23.33 ATTUALITÀ Inchiesta 2.00 ATTUALITÀ Striscia Show di R4 Fermata
1.10 ATTUALITÀ Qui 0.30 DOCUMENTARIO 0.00 ATTUALITÀ TG3 23.57 PREVISIONI DEL TEM- la Notizia - La voce del- 0.00 VARIETÀ Saturday 23.10 FILM Una vita esa- 1.25 ATTUALITÀ Otto e
Radio Londra La Storia siamo noi Linea notte PO Meteo l'improvvidenza (REPLICA) Night Live gerata mezzo (REPLICA)
1.15 RUBRICA Appunta- 1.10 REALITY SHOW 1.00 RUBRICA Appunta- 0.00 NOTIZIARIO News 2.20 TELEFILM Squadra 1.25 RUBRICA SPORTIVA 1.15 NOTIZIARIO TG4 2.05 VARIETÀ G' Day
mento al cinema L'isola dei Famosi 8 mento al cinema lunghe da 24 med Poker1mania Night News (REPLICA)

TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE


/ La fontana dell’amore  Real Madrid - Barcellona  Le Iene Show
Beth, newyorkese in carriera, ha una vi- Al Santiago Bernabeu di Madrid va in Dopo 25 anni dall’incidente nucleare di
ta sentimentale che lascia molto a desi- scena la semifinale d’andata di Cham- Chernobyl, Luigi Pelazza si è recato sul
derare. L’ultimo fidanzato l’ha piantata pions League, la sfida più attesa del- posto del disastro con un contatore gei-
accusandola di pensare solo al lavoro. l’anno tra le due formazioni più forti ger per misurarne la radioattività
Tutto cambia quando la giovane vola a d’Europa: Real Madrid e Barcellona. Le attuale. Il risultato è tuttora allarman-
Roma per il matrimonio della sorella. due acerrime rivali daranno vita a un te: il fondo naturale di Chernobyl si
Durante la cerimonia incrocia lo sguar- “clasico”dagli esiti imprevedibili, viste aggira intorno ai 150 micro sievert/ora.
do dell’affascinante Nick. Forse l’uomo le forze in campo. Da una parte il gioco Pelazza intervista uno scienziato bielo-
/ William & Kate - Una favola moderna / Una vita esagerata  Chi l’ha visto
giusto? Forse no. Ma al termine del scintillante dei blaugrana di Pep Guar- russo che sottolinea quanto le radiazio-
Un film tv che ripercorre la storia Robert è un giovane imbranato e non “Chi l’ha visto?”si occupa dell’omicidio
ricevimento Beth, sulle spalle, vede diola e dall’altra il pragmatismo dei ni siano state la causa di tumori e mal-
d’amore di William d’Inghilterra e della troppo fortunato che lavora come cu- di Carmela Rea detta Melania, la giova-
Nick con un’altra... madrileni guidati da José Mourinho. formazioni sviluppatisi in quel periodo.
sua giovane sposa Kate Middleton. Wil- stode in una grande azienda, ma sogna ne donna scomparsa durante una gita,
liam, figlio maggiore del Principe Carlo Sky Cinema 1 21,10 di uscire dalla routine quotidiana.Al
Rai 2 20,35 vicino Ascoli Piceno e ritrovata uccisa
Italia 1 21,10
e della Principessa Diana e nipote della contrario alla bella Celine, figlia del nel teramano. Il programma ripropone
regina Elisabetta, è destinato a salire al capo di Robert, non è mai mancato l’appello, già lanciato dagli inquirenti, a
trono d’Inghilterra. Sebbene corteggia- nulla e la più grande disavventura è chi si trovava sul luogo del delitto e
to e conteso dalle rampolle delle più quella di vedersi rifiutare la carta di potrebbe aver visto qualcuno o qualco-
nobili famiglie, William trova il vero credito. Gli angeli O’Reilly e Jackson sa.Federica Sciarelli torna poi ad inter-
amore nella sua cara amica Kate cono- vengono incaricati di una delicata mis- rogarsi sull’assurda morte di Romina
sciuta tra i banchi della St.Andrews. sione: fare innamorare i due. Del Gaudio.
Rai 1 21,10 Rete 4 23,10 Rai 3 21,05
Mercoledì 27 aprile 2011 pagina 17

SECONDO TEMPO

feedbac$
k
MONDO
INVESTIMENTI IN RETE
WEB
a cura di Carlo Tecce
è PIRATERIA AUDIOVISIVA
I DATI DELL’ISTITUTO IPSOS DI NANDO PAGNONCELLI
Più di un terzo degli italiani ha utilizzato, nel corso del
2010, copie pirata di cd musicali, film in dvd o giochi.
Rispetto al 2009, la pirateria è cresciuta quindi del 5%.
Una crescita che nello specifico significa +3% per la
pirateria digitale (il download, la visione in streaming da
canali non ufficiali e la circolazione di copie pirata), +3%
Commenti all’articolo
sul fattoquotidiano.it
dal titolo: “Libia, sì
dell’Italia ai
bombardamenti. Ma
dalla Lega arriva lo
per quella fisica (l’acquisto di dvd contraffatti o copiati in stop”

La pubblicità è DOPO APPLE TOCCA A GOOGLE


ALLARME IDENTIFICAZIONE
Dopo l’allarme iPhone lanciato da due
casa), +5% per quella indiretta o secondaria
(prendere in prestito o vedere una copia
illegale tramite amici o parenti). Una pratica il
cui giro d’affari equivale e oltre 375 milioni di
euro e l’impatto economico, in termini di
è UN’ALTRA bella
guerra, quale miglior modo
di festeggiare i 150 anni
dell’unità d’Italia? Sono

arriva piano ricercatori che avevano scoperto


l’esistenza di un file che conserva tutte le
coordinate GPS dell’utente e con la Apple
che subito si è difesa da quest’accusa, ora
un esperto di sicurezza ha puntato il dito
perdite per i canali legali, si aggira intorno ai
500 milioni di euro.
disgustato dalla classe
politica italiana, un governo
indegno, immorale, sconcio
come le barzellette che il
suo “capo” racconta in
di Pasquale Rinaldis cipale conseguenza negativa è su Google: uno smartphone Android è in DAGOSPIA giro; una opposizione
nel settore pubblicitario: secon- grado di trasmettere in pochi secondi la LA LUNGA STORIA DI inesistente, a volte
posizione, il nome, l’Imei, il luogo e la MEDIOBANCA
Lcasa,at’anni
televisione da circa sessan-
porta il mondo in ogni
ma come era prevedibile,
do una ricerca svolta dalla Niel-
sen Media Research nello scor-
so febbraio, in Italia gli investi-
forza del segnale di ogni rete Wi-Fi nei
dintorni. Rispetto ad Apple, Google salva
Nel giorno di Pasqua le
strade della City erano
connivente, guerrafondaia,
incapace di difendere gli
italiani migliori, quelli che
con l’avvento di Internet, stru- menti nel settore a gennaio e anche l’indentificativo unico del cellulare, deserte. Per trovare lavorano, che studiano, che
mento rivoluzionario in grado febbraio hanno mostrato un ca- facilitando l’identificazione di una persona. qualcuno dei tanti italiani che fanno ricerca, i giovani
di connettere ogni abitazione al lo del 2% rispetto allo stesso pe- lavorano a Londra nella finanza si precari, i disoccupati…
resto del pianeta, ha ceduto lo riodo del 2010. I risultati di te- doveva entrare in uno dei ristoranti incapace di trasmettere e
scettro al Web che comincia a levisione e stampa, rispettiva- dove gli analisti e i trader si ritrovano a mezzogiorno di difendere valori come
farla da padrone in ogni singolo mente -0,5% e -7,4% influenza- per il brunch e scambiano opinioni condite di pettegolezzi e quelli della Resistenza e
settore del mercato, incluso no la variazione totale del bime- rumors squisitamente nostrani. Uno dei punti d'incontro della Costituzione. Un
quello pubblicitario. Nonostan- stre. preferiti e' "Olivo Restaurant", il locale di cucina sarda messo in Presidente della Repubblica
te nel decennio appena conclu- Buone, invece, le notizie prove- piedi da Mauro Sanna, un isolano arrivato a Londra nel '95 che interventista come già ai
so si sia cercato di innovare l’of- nienti dagli altri principali mez- dà lavoro a 30 conterranei e fa arrivare porceddu e frutta tempi della rivolta
ferta televisiva, con un progres- zi: Internet registra un incre- freschi dalla sua Sardegna. I tavoli sono pochi e in uno di questi d’Ungheria… Ma non ci
sivo abbandono della trasmis- mento del 15,5%, radio (+1,0%) siedono i rappresentanti di Mediobanca, Unicredit, e a volte vanno mai a vedere gli
sione analogica e il conseguen- e direct mail (+2,1%). La Tv mo- anche quel genio incompreso di Claudio Costamagna che effetti delle bombe che
te sviluppo delle reti digitali, stra un rallentamento dovuto inorridisce quando gli ricordano che è stato amico di Prodi e loro fanno sganciare?
queste trasformazioni non sono soprattutto alla diminuzione consulente di Geronzi. Dopo un piatto di gnocchetti e Adesso i civili non li uccide
riuscite ad alterare la struttura di dei livelli di investimento di im- un'aragosta sono stati i bicchieri di mirto a sciogliere la lingua di solo Gheddafi ma anche le
base del mercato televisivo. Ri- portanti aziende inserzioniste questi ricchi "ergastolani" della City, impeccabili nei loro fay e bombe della Nato.
spetto alla rete, la tv rimane un dei settori alimentari (-7,3%), te- nelle scarpe a pallini comprate a pacchi nella boutique Tod's di Capisco, come si fa a
mezzo che funziona nel mo- lecomunicazioni (-8,5%) e far- Bond Street. Dai loro discorsi, interrotti da ruttini discreti (la negare gli aerei per
mento corrente, vive nel pre- maceutici-sanitari (-4,3%). La vita a Londra serve anche per le buone maniere) saltano fuori bombardare la Libia al
sente, dunque un mezzo che la- stampa in generale raggiunge giudizi e scenari che Dagospia nella sua infinita miseria premio Nobel per la pace
vora a breve scadenza. E l’indu- un -7,4%, con i periodici parti- ha puntualmente registrato. Obama? I servi dicono
stria conseguentemente, consi- colarmente colpiti dalla ridu- sempre si. Per fortuna nel
dera la maggior parte delle sue zione degli investimenti di set- mondo siamo conosciuti
produzioni fugaci, con un breve tori strategici e un -4,3% rispet- Immagini dell’orrore per uomini migliori come
ciclo di vita economico. La prin- to all’anno precedente. da Fukushima, il nuovo tablet Sony Gino Strada che assiste le
e il logo della manifestazione vittime di queste decisioni
“Hot docs” politiche o come Vittorio
Arrigoni, al cui funerale,
I FILM LO SPORT fortunatamente, non c’era
nessun rappresentante di
SC1= Cinema 1
SCH=Cinema Hits
SCF=Cinema Family
SCC=Cinema Comedy
SP1=Sport 1
SP2=Sport 2
GRILLO DOCET questa Casta che si è
SCP=Cinema Passion SCM=Cinema Max SP3=Sport 3
NUCLEARE, CHE FINE impadronita dell’Italia.
FANNO GLI ANIMALI DI Giorgio De Giovanni
17.15 Tre mogli SCP 18.30 Calcio, Liga 2010/2011
FUKUSHIMA
17.15 The Last Station SC1 33a giornata Atletico Madrid -
Gli animali di Fukushima sono rimasti è QUESTA COSA della
17.30 Il richiamo della Levante (Replica) SP3
all'interno della zona contaminata di 30 Libia è una buona cartina di
foresta SCF 19.00 Wrestling WWE km. I loro padroni sono fuggiti. Tutti gli tornasole per vedere
17.40 Bufera in paradiso SCH Superstars Episodio 43 SP2 animali sono radioattivi, nessuno può più l’atteggiamento della Lega.
18.20 2012 SCM 20.45 Calcio, UEFA Champions uscire dall'area. Tremila mucche, trentamila È indubbio che Berlusconi
19.00 Il postino SCP League 2010/2011 Semifinale, maiali, 600 mila polli e un numero imprecisato di animali non vorrà nessun voto in
19.05 Elf SCF gara di andata Real Madrid - domestici. I cani sopravvissuti si avvicinano alle rare Parlamento per evitate una
19.10 Dear John SC1 Barcellona (Diretta) SP1 macchine autorizzate in cerca di cibo. Intorno a loro c'è un crisi sul tema “Libia”, ma è
19.25 Il pesce innamorato SCC 21.00 Rugby, Heineken silenzio irreale e abitazioni abbandonate. Quasi tutto il evidente che la questione
19.35 La fidanzata ideale SCH Cup 2010/2011 Biarritz pollame è morto. Le mucche e i vitelli, dove non vi sono per estera diventerà tema
21.00 Soul Men SCC Olympique - Stade Toulousain fattorie con alimentatori automatici, sono morti di fame e elettorale. Bisognerà capire
21.00 Cool Runnings SCF (Sintesi) SP2 di sete. Secondo le autorità giapponesi il 70% dei maiali e il quale prezzo elettorale la
21.00 L'insostenibile leggerez- 21.00 Calcio, Serie A 2010/2011 60% del bestiame è morto. I proprietari degli allevamenti Lega sarà disposta a pagare
za dell'essere SCP 15a giornata ritorno Inter - hanno chiesto di portar fuori dal terreno per la missione libica.
21.00 Homicide SCM Lazio (Replica) SP3 radioattivo gli animali, o di entrare per praticare Vedremo.
21.10 Happy Family SCH 22.00 Basket, NBA 2010/2011 una forma di eutanasia. Le richieste sono state Fulcrum_9001
21.10 Prima tv La fontana (Replica) SP2 negate per la paura di contaminazione. Alcuni
dell'amore SC1 22.45 Calcio, UEFA Champions hanno ignorato il divieto e sono entrati nella zona è INTERESSANTE.
22.45 Old school SCC League 2010/2011 Semifinale, proibita per portare in salvo i loro cani, condannando Lega contraria, sinistra che
22.45 Immagina che SCF gara di andata Real Madrid - però anche se stessi. L’acqua del mare a 30 chilometri ha appoggiato fin dall’inizio
22.50 La bonne SCM Barcellona (Replica) SP3 dalla centrale nucleare ha una concentrazione di una guerra imperialista
22.50 Pandorum SC1 0.30 Poker, Heads Up Poker Iodio-131 di 88,5 becquerels per litro, il valore più alto (termine passato di moda,
22.55 New in Town SCH Club Tournament Episodio 7 SP2 registrato finora. La radioattività è 2,2 volte il limite ma che è non ideologico,
23.55 Parnassus SCP 0.45 Calcio, Serie A 2010/2011 massimo ammesso per le acque di scarico delle centrali solo un dato di fatto).
0.20 Presa mortale 2 SCM 15a giornata ritorno Inter - nucleari. La fauna ittica presente nelle acque del Pacifico Pensa che bello un governo
0.35 The Martins SCC Lazio (Replica) SP3 per decine di chilometri di fronte a Fukushima è Berlusconi salvato da Pd
contaminata. La con gli immancabili richiami
radioattività si è NUOVE FRONTIERE bla bla bla di Napolitano!
diffonderà in “HOT DOCS” IN CANADA Siamo veramente alle
RADIO modo esponenziale
quando le piccole
prede saranno
Si aprirà il 28 aprile “Hot Docs”, il festival
mondiale del cinema-documentario che,
ogni anno, raccoglie in Canada gli
comiche.
Luca 63
è SONY SFIDA APPLE
A “Radio3 Mondo” Tripoli rac- IN ARRIVO DUE MODELLI DI TABLET
mangiate da altri pesci.
Dovremo andare al
operatori del settore. Robusta la
partecipazione italiana con otto case di
è QUESTO signore è
capace di tutto. Di dire una
La Sony, colosso giapponese
contata da chi c’era dell’elettronica, nonostante di questi
supermercato con il produzione e dieci film in rassegna. Il cosa la mattina e cambiare
contatore geiger. festival, che attirerà a Toronto 200 film, opinione per l’ora di
Gheddafi dopo essersi ritirato da Misurata e aver tempi non sia vista di buon occhio a
230 broadcaster internazionali e 2 mila pranzo. Bombardare,
causa del black-out della rete
rispettato un coprifuoco di due giorni, è tornato a lan- addetti ai lavori in rappresentanza di 43 scagliare bombe su gente
Playstation, che permette ai
ciare missili contro la città portuale. In risposta, la Paesi, vedrà la delegazione italiana guidata inerme a due passi da casa
proprietari della console di giocare online, si concentra
da Doc.it (Associazione documentaristi nostra. Èinaudito che si
Nato ha lanciato un raid contro il quartier generale del sulle tavolette in stile iPad: dovrebbero essere lanciati sul
italiani) e Ice, che porta in Nordamerica il possa eleggere una persona
Colonnello a Tripoli, provocando danni limitati e non mercato, l'S1 una sorta di rivista ripiegata su se stessa, con
meglio della produzione degli ultimi due del genere. Due mesi fa era
uno schermo da 9,4 pollici e il baricentro spostato su un
causando vittime. Ma al di là delle ultime notizie uffi- anni. L’industria italiana dei documentari pappa e ciccia con
lato, e l’S2 che ha un display da 5,5 pollici richiudibile: i due
ciali la guerra di Libia sta stravolgendo la vita di mol- fattura 50 milioni l’anno, dando lavoro a 3 Gheddafi e ora gli scaglia
schermi possono essere utilizzati in modo congiunto o
tissime persone. Come vive la gente comune nella capi- mila persone e muove 250 case di bombe sopra la testa.
separatamente, visualizzando su uno dei due la schermata
produzione. Si tratta di un settore molto Senza alcun motivo. A noi
tale della Tripolitania? Lì la repressione è capillare, gli di gioco e sull'altro i comandi. In tutti e due i casi la
articolato che si occupa di produzione e la Libia non ha fatto nulla.
sgherri di Gheddafi controllano tutto e tutti. Per i dissi- connettività offerta è 3G/ 4G e Wi-Fi e il processore
vendita di lungometraggi di fiction, Anzi, ci aveva agevolati in
Nvidia Tegra 2. L’integrazione delle due tavolette con il
denti è difficile sopravvivere e andare via. programmi televisivi di diverso genere e di tante occasioni. Gheddafi è
portafoglio di prodotti offerti da Sony è totale.
Anna Maria Giordano ne parla con Fatima, una donna contenuti per nuove piattaforme che si un tiranno come lui. Ma lo
libica che era a Tripoli fino a pochi giorni fa.
sono sviluppate negli ultimi anni grazie era anche prima. Anche ai
all'innovazione tecnologica (web Tv, ipTv e bei tempi…
Radiotre 11,30 cellulari). Pas.Rin. Radio Adriatica
pagina 18 Mercoledì 27 aprile 2011

SECONDO TEMPO

il badante
PIAZZA GRANDE É di Oliviero Beha

GLI HACKER
DEI CERVELLI
Antonio Fazio santo subito? U ltime notizie. Gli hacker hanno cambiato passo e i virus ora
invece che nei computer li effondono direttamente nei
cervelli. Prima o poi doveva pur succedere: perché insistere
nell’aggressione all’intelligenza artificiale quando si poteva
di Marco Onado del contendere è se siano state attiva o complice di eventuali le. Basterebbe rileggere que- attentare direttamente a quella umana (“umanitaria”?) di
fornite al mercato tutte le in- reati commessi contro il mer- ste pagine per essere più cauti partenza? E difatti, difatti... Il presidente Napolitano, baluardo di
l processo di Milano nato formazioni necessarie in una cato.

I
nell’anticipare verdetti storici. democrazia e di una Costituzione che difende continuamente dalla
dalle scalate bancarie del vicenda così complessa, che Non solo. Mucchetti è tanto cima di un Colle che il grimpeur Silvio vorrebbe scalare, ritiene che
2005 e che vede sul banco vedeva ogni giorno scambi di IL PROBLEMA quindi non compreso del suo ruolo di co- bombardare la Libia sia un seguito “naturale” delle scelte fatte.
degli imputati l’ex gover- titoli per volumi elevatissimi. è se Fazio abbia fatto il regista lui che parla in nome della sto-
Mica male per un Paese che nella Carta di cui sopra tutto ciò non lo
natore Antonio Fazio e i prin- Piaccia o no, il mercato finan- anziché l’arbitro, ma se abbia ria, ovviamente con la S maiu-
cipali protagonisti di quelle ziario ha le sue regole e la com- voluto essere anche tifoso di scola, da affermare che “gli an- prevede (né lo prevedeva ai tempi del Kosovo...). Ma nel frattempo
vicende, da Fiorani a Consor- pletezza dell’informazione è una delle parti in causa impe- tichi censori tacciono. E fanno si agitano nei dintorni della Legge Madre dei Padri Costituenti figli
te, si avvia alle battute conclu- una di quelle fondamentali. Se dendo lo svolgimento regolare bene”. Non è vero: non solo degeneri, nel migliore dei casi inutili e nel peggiore dannosi, come
sive. Con mirabile tempismo, non viene rispettata, ci sono delle partite in corso. Non ave- parlano, ma continuano a so- l’anonimo pidiellino Ceroni: lui sarebbe partito dall’art. 1 della
il Corriere della Sera ha già for- giocatori che vedono più carte va dubbi in proposito gran par- stenere che la cronaca conte- Costituzione così, tanto per prendere la rincorsa, cominciando da
mulato una sentenza, almeno degli altri: indovinate chi per- te della stampa di allora e per- nuta nel documento della no- un pasticcio di lavoro, Parlamento ecc. Un pasticcio di lepre. Gli
sul piano storico e in un edi- de. Non a caso la nostra legge, sonalmente ho preso posizio- stra autorità di controllo ci viene risposto di tener giù le mani dalla Carta, di studiarla un po’
toriale del 22 aprile firmato da frutto della direttiva europea, ne in modo deciso (senza mai consegna una descrizione del- meglio e un po’ di più prima, e questo provoca uno scompiglio
Massimo Mucchetti ha soste- prevede pene particolarmen- invocare il tintinnare delle ma- le scalate del 2005 che fa ap- anche nella sinistra giovanile: la Carta non è intoccabile, non è
nuto che Fazio non ha agito te severe sia sul piano penale nette) proprio in nome delle parire la ricostruzione dei sacra, che ci metta mano la sinistra a quel benedetto art. 1 e magari
diversamente né da governa- sia su quello amministrativo. regole di mercato. Il giornale pubblici ministeri di Milano al- non soltanto a quello senza lasciar fare alla destra “sporcacciona”.
tori di altri paesi né dallo stes- Ovviamente il processo è mol- su cui scrivevo era Il Sole 24 Ore meno degna di essere presa Contraddizione in termini perché intanto bisognerebbe cercare e
so Draghi nel caso della fusio- to complicato e ogni esito è allora diretto da Ferruccio de con rispetto, come con rispet- trovare la sinistra oggi, e poi perché una Carta per tutti non nasce
ne Capitalia-Unicredit. Anzi, possibile. Ma non si può ac- Bortoli, che oggi guida il Cor- to andrà accolta la sentenza da una parte, ma come allora, da una volontà condivisa in cui il
la crisi ha dimostrato che la cettare l’idea che la storia ab- riere. Qualcosa non torna? quale che essa sia. Il resto è
termine “compromesso” era inteso in senso alto, alla spagnola,
sua idea di sistema bancario bia già emesso il suo verdetto Mucchetti ha pronta la spiega- pura confusione della realtà
era quella giusta. E se qualcu- assolutorio. È vero il contra- zione: il disegno era inviso “al- processuale. come impegno. Piccolo, infinitesimale pro-memoria: una sinistra
no non ha ancora capito, chi rio. Nessuno vuole dipingere la Confindustria montezemo- esiste se c’è una destra, è evidente, se ne scomparisse una la
sbaglia è il pubblico ministe- liana” e a vaste aree politiche rimanente si ricomporrebbe in destra della sinistra o sinistra della
ro, che sembra ancora vivere che non potevano sopportare Remigio Ceroni (FOTO ANSA) destra, ecc. Quindi dovremmo auspicare contendenti di livello che
nel mondo di qualche secolo Con i processi in che le Coop rosse, e in par- si legittimassero politicamente e culturalmente anche di fronte a
fa. Dalle colonne di MF, ieri si è ticolare Massimo D’Alema, au- una riconsiderazione eventuale della Costituzione. Lo spettacolo, il
aggiunta la voce indipenden- corso, c’è già chi mentassero il loro potere. Pec- virus, ci mostra invece sguaiati capponi di Renzo iniquamente
te di Angelo De Mattia, che fu cato che questa ricostruzione distribuiti sui vari fronti. E non ci si annoia mai: ad esempio Asor
segretario particolare di Fazio cerca di rivalutare dimentichi un tassello (chi l’a- Rosa la mette giù pesante, ma nel campo delle opinioni sulla finta
in quegli anni. il ruolo dell’ex vrebbe mai detto: quello della democraticità di questa “dictamorbida” interminabile (conio
scalata al Corriere) e non ricor- argentino per distinguerla dalla “dictadura”), evocando anche le
ORA, I PROCESSI di bea- Governatore di di che allora era in corso uno Guardie Forestali per una battuta di caccia nei giardini di Arcore e
tificazione sono sempre pos- scontro all’interno della sini- succede il finimondo. Si vuole mettere il popolare palindromo in
sibili e aperti ad ogni dibattito, Bankitalia ai tempi condizioni di non nuocere, manco fosse Mazzini redivivo. Poi tocca
ma per Fazio sarà meglio Antonio Fazio (FOTO ANSA)
aspettare. Spiace dover ricor- delle scalate, a Bocca, Scalfari, un ultrà anti-Cav e Di Pietro (estraggo dai titoli
dare che l’oggetto del proces- dei giornali della Real Casa), che dicono sì il peggio del Cavaliere
so non è se Fazio e gli scalatori
dimenticando che Inarrestabile, ma casomai rischiando il codice penale, e per loro –
che incoraggerebbero il golpe – si invocano misure adeguate.
abbiano operato per il bene tifava per una delle L’esilio, per gli aitanti guerriglieri in tenuta da riscossa?
della nazione o no e tanto me-
no se Fazio sia stato un buon squadre in campo, Nel frattempo si “spara” nei confronti del pubblico ministero
governatore o no, ma se egli Antonio Ingroia, contro il quale sparerebbe volentieri, ma alla
abbia contribuito a violare re- falsando la partita lettera, un nutrito gruppo di mafiosi, reo di aver montato come
gole elementari di informazio- panna il testimone Ciancimino: Ferrara e soci lo vogliono in
ne, alterando il gioco fonda- carcere, così impara. Possibilmente senza processo, credo per
mentale del mercato finanzia- Fazio come il genio del male, stra e delle stesse Coop, sul- risparmiare tempo e soldi alla giustizia, che deve essere
rio. Punto. ma egli ha usato metodi ogget- l’opportunità di assecondare considerata una delle cose più fastidiose in circolazione (“un
Il problema di Fazio non è sta- tivamente nemici del mercato un disegno figlio della finanza cancro”, nelle parole del premier, che il Cavaliere Inarrestabile
to “fidarsi troppo di Fiorani”, e per realizzare il modello di turbo e disinvolta tipica di anni fa aveva promesso di sconfiggere letteralmente: lo sta
ma avallare uno schema di sca- sistema bancario che aveva in quegli anni. facendo per associazione di idee). Intanto lo stesso Caimano
lata imperniato su una schiera mente ha appoggiato disegni
appena un po’ più vizzo esplicita che la moratoria nucleare era
di amici lodigiani che hanno assai fragili sul piano tecnico NESSUNO SEMBRA più
intascato lauti guadagni sul ti- (e questo vale sia per la banca ricordare che le operazioni ir- un semplice bluff anti-referendum. Ce lo dice lui stesso, in
tolo grazie allo sfruttamento di di Fiorani che per Unipol), ma regolari degli scalatori di allora un’escalation di sincerità da premiare, dopo le gaffe dei
informazioni riservate note, soprattutto ha avuto con una sono state minuziosamente ri- Fratelli Cervi e di Remolo che ancora se la sfanga ad Alba
ovviamente secondo l’accusa, delle parti in causa un rappor- costruite dalla Consob e han- Longa. Sì, deve esserci un virus in giro, che sprimacciando le
a Fiorani e al vertice della Ban- to così stretto da pregiudicare no portato a fior di sanzioni parole deforma le menti, il senso della Costituzione, uno stato
ca d’Italia. Il caso Unipol è di- il suo ruolo di arbitro e da ren- amministrative per fatti che di diritto (e di dovere) che gli attuali Figli Ricostituenti hanno
verso, ma anche qui l’oggetto derlo sospetto di essere parte hanno anche un risvolto pena- conosciuto all’evidenza soltanto di sghimbescio.

Calcio, il diritto Premier, 25% sulla base dei


piazzamenti del campionato
precedente e 25% in propor-
zione ai passaggi televisivi di
nato in questione, un 15% ri-
ferito ai piazzamenti degli ul-
timi 5 campionati, e (udite,
udite!) un 5% calcolato su tut-
e Roma. Che hanno dapprima
presentato un ricorso alla
Corte di Giustizia Federale av-
verso alla delibera del 15 apri-

(televisivo) del più forte ogni club. In Italia, invece, è


stato possibile architettare
l’obbrobrio che andiamo a il-
lustrarvi. Il 40% è diviso in
parti uguali. Un altro 30% è di-
ti i campionati a partire dal
1947 (i precedenti, coi 9 scu-
detti vinti dal Genoa, vengo-
no considerati carta straccia).
Un altro 5% viene distribuito
le; e successivamente hanno
bloccato la stessa delibera
con un voto espresso nel Con-
siglio della Lega stessa (nel
quale tutti e 5 i club sono pre-
di Pippo Russo rizio Beretta– la Lega, appun- piegarsi. Salvo cercare di far stribuito secondo ‘i risultati tenendo conto degli abitanti senti) tenuto il 22 aprile. Col
to – che nato per tutelare in- valere il loro strapotere per al- delle ultime stagioni’ e la ‘sto- del comune in cui ha sede il risultato che l’esecutivo
el conflitto esploso al- teressi di parte (quelli dei club (e in questo caso, come espresso dall’assemblea ha

N
tre vie: segnatamente, cer- ria dei club’: il che corrispon-
l’interno della Lega cal- suoi associati) rischia di rima- cando di imporre criteri di di- de a un 10% che tiene conto conteggiare gli abitanti delle contraddetto una decisione
cistica di Serie A, in ma- nere strozzato dall’emergere stribuzione a loro sfacciata- dei piazzamenti del campio- città che hanno due club par- dell’assemblea stessa.
teria di distribuzione di particolarismi ulteriori. tecipanti al torneo?). Infine, il
dei proventi dei diritti televi- 25% che ha scatenato il con- PROPRIO in quest’ultimo
sivi, ha finalmente portato al- IL CASUS BELLI È presto Nata per tutelare flitto: si tratta dei 200 milioni elemento si addensa la con-
la luce la madre di tutte le spiegato. La legge Melandri (sul miliardo annuo comples- traddizione: è ancora possibi-
contraddizioni insite a un’i- (decreto legislativo n. 9 del interessi di parte, sivo) da distribuire secondo il le una reale democrazia all’in-
stituzione che andrebbe pro- 2008) ha determinato, a par- ‘bacino d’utenza’, entità me- terno del calcio italiano odier-
fondamente ripensata. Con- tire dal campionato in corso, la Lega di Serie A tafisica che nessuno è stato in no, nel quale gli attori più for-
traddizioni che vanno sinte- un ritorno alla cessione col- rischia di rimanere grado di rendere misurabile. ti sono convinti che i voti deb-
tizzate nel seguente interro- lettiva dei diritti televisivi sul- Attorno a tale misterioso ele- bano essere pesati anziché
gativo: al giorno d’oggi una le partite del campionato di strozzata dalla lotta mento si è registrata la spac- contati? L’interrogativo pone
lega sportiva professionisti- Serie A. Una scelta che ha po- Maurizio Beretta (FOTO DLM) catura nell’assemblea di Lega una questione seria, che te-
ca protegge gli interessi di sto fine a un regime di cessio- tra particolarismi del 15 aprile: 15 club hanno miamo non riguardi soltanto
tutti i suoi associati, o deve ne dei diritti individuali il cui mente favorevoli. Potendo deliberato di affidare la defi- il microcosmo istituzionale
portare avanti innanzitutto effetto principale è stato l’al- giovarsi, fra l’altro, di una for- ulteriori. È un caso nizione dei bacini d’utenza a del calcio: quella della ‘ribel-
quelli dei suoi esponenti eco- largamento a dismisura della mula della redistribuzione di “ribellione delle tre diversi istituti demoscopi- lione delle élite’, come Chri-
nomicamente più forti? Un differenza economica fra i che di per sé è bizantina come ci. Contro questa delibera si stopher Lasch ebbe a definir-
interrogativo che va oltre la club più ricchi e quelli meno poche. Per dare un’idea, in In- élite”, dove i voti sono schierati i 5 club che, in- la. E, in siffatto clima, è bene
circostanza specifica, e che ricchi, e dunque percepita ghilterra i proventi della ces- cidentalmente, sono anche riflettere sulla mission che
mette in questione la stessa dai big del pallone italiano co- sione collettiva vengono di- si pesano più di quelli che sono o ritengono una lega sportiva professioni-
matrice istituzionale dell’ or- me una sorta di esproprio; ma stribuiti come segue: 50% in d’essere i più ricchi e seguiti: stica deve darsi al giorno
ganismo presieduto da Mau- alla quale essi hanno dovuto parti uguali a tutti i club della quanto si contano Inter, Juventus, Milan, Napoli d’oggi.
Mercoledì 27 aprile 2011 pagina 19

SECONDO TEMPO

IL FATTO di ieri27 aprile 1965

Andateci voi
MAIL BOX Anche se un po’ in ritardo rispetto ai “paperbacks” inglesi
della Pinguin e ai “livres de poche” di Francia, alla fine
anche da noi, dopo quelli deliziosi ma un po’ datati nei testi,
della Bur, sbarcarono i grandi tascabili di successo. Era il
27 aprile 1965 quando il primo degli Oscar Mondadori, i
“libri-transistor che fanno biblioteca” – copyright geniale
di Vittorio Sereni per il risvolto di copertina – appar ve
fora dai ball
La tragedia dei profughi annegati
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO trionfale e multicolore, nelle nostre edicole. Lancio


infallibile con “Addio alle armi” di Hemingway, frequenza
nel Canale di Sicilia impone delle
riflessioni e suggerisce delle do- DEPUTATO CERONI! settimanale, prezzo fisso 350 lire, l’equivalente di un
biglietto per il cinema. Contemporanei di grido, classici
evergreen, best-seller popolar-nazionali e mondiali, target
mande. Ai politici “fora dai ball”
non viene in mente che noi oc-
cidentali abbiamo un debito nei
PRESENTE giovane o emergente, questa l’idea-marketing vincente del
mago Arnoldo, abile nel movimentare il mare calmo
confronti di chi fugge da quelle aro Furio Colombo, come tanti Parlamento sia strumento della maggioranza,
misere realtà? Noi appartenia-
mo a quel 20% della popolazione
C mi sento offeso dalla proposta
del deputato Remigio Ceroni (Pdl)
la maggioranza del partito che la esprime, e
il partito che la esprime del suo leader. Siamo
dell’editoria economica del tempo. Restando sempre
leader della grande corsa al tascabile “…perché –
riprendendo l’azzeccatissimo promo dell’esordio – gli
mondiale che sfrutta quasi tutte di cambiare l'articolo 1 della nostra alla concezione sovietica del partito che sta Oscar sono gli Oscar dei libri… per gli operai, per gli
le risorse del pianeta, spesso con Costituzione mettendo al posto del sopra lo Stato e usa lo Stato come strumento.
impiegati, per i funzionari, per i professionisti, per gli
il beneplacito dei dittatori da cui lavoro "la centralità del Per questo il capo dello Stato e gli organi di
stanno scappando. Ma in questo Parlamento" espressione in garanzia vengono visti come ostacoli o studenti, per la famiglia… sempre nella vostra tasca, a
governo non ci sono quelle pie politichese per dire che contano solo avversari. Interferiscono con il partito-culto e casa, in tram, in filobus, in barca, in jet, in treno, al bar, in
donne e pii uomini ispirati ai prin- loro che hanno, per adesso, la il suo leader, che stanno sopra. Terza fabbrica…”.
cipi cristiani? In questi frangenti maggioranza e obbediscono a uno osservazione: la presunta centralità del Giovanna Gabrielli
qual è il loro contributo? Alla lu- solo. Riuscirà il presidente della Parlamento, che ovviamente fa subito
ce delle decisioni prese per af- Repubblica a fermarli in questo riferimento al dominio esclusivo della volontà
frontare l’emergenza profughi i nuovo impegno distruttivo? popolare, è una falsa mossa. Elogia il titolo “Per censurare la barzel- popartita una minuzia che non
loro principi ispiratori risultano Maria Laura legislativo e subito lo liquida in favore letta abbiamo votato”, vorrem- c’entra con lo sport lo confermate
parole vuote. dell'esecutivo che è il vero testimone della mo precisare che: 1) L'autrice voi nel punto 2. E, soprattutto, re-
Maria Grazia Perna PROPONGO a chi vorrà seguirmi volontà popolare. Adesso possiamo valutare dell’articolo non ha ritenuto op- sta il fatto che non avete riportato
in questo tentativo di risposta, di tenere a l'accaduto: non è casuale, non è ad opera portuno interpellarci per cono- la notizia. Per quanto riguarda la
Il 25 aprile freno indignazione e offesa, per seguire, per disordinata di un’ultima ruota del carro, ed è scere la nostra versione dei fatti censura collettiva, l’affermazione è
prima cosa, il percorso logico (o illogico) della respinta e malvista dal cuore del e quindi non ci può essere attri- stata fatta dal collega Pietro Gua-
e la Lega proposta di Ceroni Remigio, fedelissimo e "partito-guida" o "partito-culto" tanto quanto buita nessuna dichiarazione. In dagno e attribuita esclusivamente
Voglio citare la dichiarazione di super presente deputato del partito-culto di i manifesti BR-Giudici di Milano. Ovvero è particolare è del tutto infondato a lui.
un rappresentante leghista: “Il 25 Berlusconi. Farei prima tre osservazioni. La espressione genuina, rappresentazione e il passaggio in cui scrive che "tutti b.b.
aprile non è una festa di ricon- prima è dedicata agli amici che credono che immagine attendibile dell’evoluzione bellica concordano sul fatto che le bat-
ciliazione, ma soltanto di una la "produttività" del Parlamento derivi dalle che il far politica di Berlusconi sta tute in un dopopartita sono mi- Le volpi
parte...”. Per cui la festa della Li- ore di lavoro e dalle presenze. Vi supplico di acquistando. Ceroni Remigio sarà anche un nuzie", visto che in quel "tutti"
berazione dal nazifascismo, se- ricredervi. Più lavora, un Parlamento soldato semplice che ha tirato la sua rientriamo anche noi. Non ci ap- e Vulpio
condo Borghezio, è da abolire. dominato da un partito-culto privo di stampella oltre le linee nemiche. Ma rileggete partiene neppure il virgolettato Ai sensi delle leggi sulla stampa,
“Lo vado ripetendo da tempo e discussione e di vita interna ed le sue ben calcolate parole: “Il Parlamento è "Che c’entrano gli scherzi di Ber- smentisco quanto scritto sul mio
lo ribadisco oggi in un paese civile esclusivamente devoto agli ordini di una sola titolare supremo della rappresentanza lusconi con lo sport?", ugual- conto dal vostro giornale il 26
come gli Stati Uniti dopo un po' di persona, più è grave il danno inferto alla politica della volontà popolare espressa mente attribuito a tutti i giorna- aprile 2011 nell'articolo dal tito-
anni hanno smesso di celebrare Repubblica. Suggerisco ai colleghi di valore mediante procedimento elettorale”. Ovvero tu listi presenti quella sera. 2) Inol- lo "B? No, grazie", a firma di Car-
la guerra civile, da noi no!”. come gli autori de "La Casta", i critici voti e, come in una fiaba, tutto scompare, tre, ed è un punto che ci preme lo Tecce.
Anche io lo vado ripetendo da appassionati come Beppe Grillo, a quella resta soltanto il tuo leader e la sua volontà. particolarmente, non abbiamo Ad Arcore, e dovunque, se lo ri-
tempo e lo ribadisco da sempre società civile che giustamente fa i conti e Un giurista sovietico o uno studioso di mistica partecipato ad alcuna votazione tenessi utile al mio lavoro, o sem-
che bisognerebbe abolire l'igno- giudica i costi di un lavoro pessimo, di fascista non avrebbero potuto esprimersi per decidere di non scrivere la plicemente se così mi piacesse, ci
ranza. Borghezio continui pure a separare le due questioni, il compenso dei meglio. Direte: e il lavoro, su cui, nella barzelletta sulla segretaria rac- andrei. Come ha fatto Renzi, il
“sbrodolare” teorie sulla seces- parlamentari che, assieme alla loro preistoria dell'Italia democratica era fondata contata dal premier e di conse- sindaco di Firenze. Sono una per-
sione padana e sulla fantomatica rieleggibilità deve restare aperto al pubblico la Repubblica? Al lavoro, ovvero a come guenza non c’è stata nessuna sona libera e in più, rispetto a
Padania, ma lasci perdere, per fa- scrutinio e alla pubblica discussione (vedi la umiliare e liquidare il lavoro che un tempo censura collettiva. Semplice- Renzi, che è un politico, sono un
vore, le considerazioni su argo- proposta radicale di trasparenza assoluta sul era il valore di sostegno della Repubblica, mente noi non l'abbiamo valuta- giornalista. Quindi non vedo do-
menti seri come quelli sulla guer- prima, durante e dopo una carica elettiva); e (come vedete spostandovi dalle pagine ta giornalisticamente rilevante ai ve starebbe il male.
ra di Liberazione perché non fa le "ore lavorate" da deputati e senatori. politiche a quelle economiche di ogni fini del nostro lavoro, esattamen- Tuttavia, mi spiace deludervi,
una gran bella figura, visto che è Siamo in una situazione d'emergenza e più giornale) ci pensa Marchionne. te come l'altra barzelletta sul "quel lunedì sera di aprile", come
evidente che ignora completa- lavoro vuol dire più danno o, persino sondaggio, che invece è stata scrive il vostro cronista, non ero
mente quello di cui parla. Spero inconsciamente e con buona volontà, più Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano pubblicata da altri quotidiani. Il ad Arcore.
quindi che l’ignoranza non si ri- collaborazionismo. Seconda osservazione: 00193 Roma, via Valadier n. 42 nostro è un giornale sportivo e Saluti
peta e che la Lega la smetta di l'emergenza è dovuta alla persuasione che il lettere@ilfattoquotidiano.it abbiamo ritenuto più opportuno Carlo Vulpio
straparlare. raccontare ai lettori della Gaz-
Giancarlo Merlo zetta dello Sport che cosa aveva Sgarbi ha detto al Fatto: “Ad
detto Berlusconi su Pato, Leo- Arcore con la Lancini, tra gli altri,
Grazie nardo e Allegri. c'erano le due volpi: Diego Volpe
direzione Perina-Lanna. Ma do- una questione di "affetto"). I due dell'inchiesta è definitivo: la cen- Fabiana Della Valle e Marco Pasotto Pasini e Carlo Vulpio”. Oggi lo
alla Perina po il diktat imposto sulla direzio- direttori hanno saputo creare un sura a… una barzelletta di Ber- stesso Sgarbi si scusa e dice di
Ero un assiduo lettore del Secolo ne, mi vien voglia di lasciarlo in giornale di destra ed aperto alla lusconi ! “Per censurare la bar- Confermo quanto scritto: c’è una essersi confuso. Quindi
d’Italia, quello vero, quello della edicola (anche se non lo farò per società civile. Voglio solamente zelletta abbiamo votato”, il tito- registrazione della telefonata con trasferiamo le scuse di Sgarbi a
dire un grande grazie a Flavia e lo, “il premier chiede di non scri- Pietro Guadagno che, se il Cdr del Vulpio. (c.t.)
Luciano, e a tutte le menti libere vere e i cronisti, tutti d'accordo, Corriere dello Sport riterrà
che si trovano a destra e non si eseguono” il catenaccio. opportuno, può essere pubblicata.
LA VIGNETTA fanno giullari e menestrelli del La Borromeo, però, compie Per quanto riguarda la seconda let-
potere. Divergo certamente da un'operazione inaccettabile: cita tera di replica:
molte posizioni del “Fatto”, co- tra virgolette cose mai dette dal 1) Ho provato, senza successo, a IL FATTO QUOTIDIANO
me ad esempio quella sul nuclea- cronista del Corriere dello contattare Marco Pasotto. Il fatto via Valadier n. 42 - 00193 Roma
re (sono un nuclearista convin- Sport-Stadio, da lei chiamato al che riteniate le barzellette del do- lettere@ilfattoquotidiano.it
to) e concordo con esso su altre, telefono, che anzi le aveva rac-
come ad esempio alcune posi- contato esattamente il contra-
zioni sulla legalità. Ma sicuramen- rio. Che dei giornalisti possano Direttore responsabile
te ne riconosco la libertà di ospi- mettere ai voti un proprio ser-
tare penne come quella di Mas- vizio è cosa assurda solo da chie- Antonio Padellaro
simo Fini. dere. A meno di non avere la più Vicedirettore Marco Travaglio
Giorgio Mari pallida idea del mestiere. Inoltre,
avesse anche affrontato temi po- Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
litici seriamente, il premier sul Progetto grafico Paolo Residori
Diritto di Replica nostro giornale non avrebbe tro- Redazione
00193 Roma , Via Valadier n°42
vato spazio, non certo per volon-
tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
La barzelletta tà censoria.
e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
Il Cdr del Corriere dello Sport-Stadio
di Berlusconi sito: www.ilfattoquotidiano.it
Già, solo in Italia, come suggeri- Per la Gazzetta Editoriale il Fatto S.p.A.
Sede legale: 00193 Roma , Via Valadier n°42
sce la sconsolata testatina di pag.
5 del FQ di sabato 23 aprile, si non è una notizia Presidente e Amministratore delegato
può ricevere una lezione di gior- Dal momento che siamo stati Giorgio Poidomani
nalismo civile per mano dell'eroi- chiamati in causa nell’articolo ap- Consiglio di Amministrazione
ca Beatrice Borromeo. Il tema parso il 23 aprile a pagina 5 dal Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Valadier n° 42, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano
con il pacchetto relax superSemplice puoi gestire
senza pensieri il gas e la luce di casa grazie a:
- solo 3 voci di costo in bolletta per monitorare meglio le spese di gas e luce:
• piccolo contributo fisso mensile di 5,99 euro per il gas e da 1,99 euro per la luce
• corrispettivo su metricubi e chilowattora consumati
• sconto sul corrispettivo a consumo del 15% per il gas e del 40% per la luce per i consumi annui
che non eccedono quelli di una famiglia media italiana, pari a 1.200 Smc/anno e 2.700 kWh/anno
- prezzi di gas e luce bloccati per due anni, comprensivi di tutte le voci di costo a esclusione delle imposte
- stesso prezzo della luce sia di giorno sia di notte, senza preoccuparsi della tariffa bioraria
In più, sottoscrivendo relax superSemplice entro il 14/07/2011, potrai avere al costo di soli 3 caffè al mese la manutenzione
annuale programmata del tuo climatizzatore effettuata da un tecnico specializzato degli energy store eni.

eni gas e luce la soluzione più semplice


visita i negozi energy store eni, chiamaci al 800 900 700 o vai su eni.com

eni.com