Sei sulla pagina 1di 12

Business Idea: motore che spinge alla nascita di un’impresa, è il risultato di una

sintesi imprenditoriale, spesso intuitiva, tra un bisogno percepito e una possibilità


intravista di soddisfarlo economicamente [Normann 1979].
Elementi della business idea: La business idea permette all’impresa di dominare una
NICCHIA DI MERCATO attraverso la produzione e vendita di un prodotto/servizio. (A
chi ci rivolgiamo? Quale bisogno insoddisfatto? Come soddisfarlo?). SISTEMA DI
PRODOTTO, L’idea deve essere consonante con le linee evolutive del contesto e del
settore di riferimento (Cosa offrono i competitors? Quali vincoli e opportunità
dell’ambiente economico?). STRUTTURA ORGANIZZATIVA, RISORSE CONOSCENZA
ORGANIZZATA Svela una superiorità (o vantaggio competitivo) dell’impresa:
conoscenze o abilità incorporate nell’assetto organizzativo e negli attori chiave e
funzionali al successo dell’impresa. (Quali risorse e competenze critiche?)

Caratteri distintivi: Concretezza. La BI non esiste fin quando non è realizzata.


Armonia e consonanza, Unicità & Innovatività. Ogni BI è unica e difficilmente
imitabile. Stabilità e flessibilità. La BI si sviluppa secondo un programma o schema
operativo stabile ed efficiente ma che consente notevole flessibilità
condizioni di funzionamento di
un’impresa: Equilibrio
istituzionale => Scelte di
governance
efficaci/efficienti/equi
Equilibrio economico => Scelte
di business sostenibili

Lo sviluppo delle istituzioni


dipende in parte dalla
progettazione e
implementazione di un assetto
istituzionale ed economico
congruente che consenta il
mantenimento e/o sviluppo di
uno spazio di azione strategico.
Cambiamenti fondamentali dall’ impresa tradizionale a quella sostenibile:
Maggiore integrazione delle questioni di sostenibilità (economica) a socialità e
ambiente; Multidimensionalità del valore creato (Triple bottom line, valore
economico, sociale, ambientale); cambiamento da prospettiva interna a esterna.
valore condiviso: può essere definito come politiche e pratiche operative che
migliorano la competitività di un'impresa e contemporaneamente migliorano le
condizioni economiche e sociali nelle comunità in cui opera (Porter & Kramer, 2011)
si focalizza sulle connessioni tra progresso sociale e progresso economico
è probabile in grado di liberare la prossima ondata di crescita global
Le modalità principali con cui le aziende possono creare opportunità di condivisione
del valore sono tre:
➢ Riconcettualizzare prodotti e mercati
➢ Ridefinire la produttività nella catena del valore
➢ Facilitare lo sviluppo di cluster locali.
Tutte le aziende dovrebbero analizzare decisioni e opportunità attraverso la lente
interpretativa del valore condiviso. Ciò darà luogo a nuovi approcci che generano
maggiore innovazione e maggiore crescita – e anche maggiori benefici per la società
⚫ Il concetto si fonda sulla premessa che sia il progresso economico sia il
progresso sociale vanno affrontati con dei principi basati sul valore.
⚫ Il valore si definisce in termini di benefici in relazione ai costi, e non in termini
esclusivamente di benefici.
⚫ Il sistema del valore condiviso deve essere declinato sia a livello intra-
organizzativo sia a livello inter-organizzativo
La collaborazione interorganizzativa si riferisce a situazioni in cui gli individui di
un'organizzazione lavorano in collaborazione con quelli di altre, di solito per
ottenere risultati che nessuna delle organizzazioni potrebbe raggiungere da sola
Es. Barcellona smart city
Il progetto DECODE nella smart city di Barcellona mira a sviluppare e testare
un'architettura tecnologica open source, distribuita e attenta alla privacy per la
governance dei dati decentralizzata e la gestione dell'identità

Creatività: capacità di generare nuove idee. 1° stadio dell’innovazione


 Creatività individuale: è funzione di capacità intellettuali, conoscenze,
stimoli, forma mentis, personalità.
 Creatività organizzativa: è funzione della creatività degli individui che
partecipano all’organizzazione e di una varietà di processi sociali e
fattori di contesto che plasmano il modo in cui gli individui si
comportano e interagiscono tra di loro.
Innovazione: realizzazione delle idee creative attraverso la loro concretizzazione in
prodotti o processi nuovi. È un asset strategico che contribuisce al successo
competitivo di una azienda consentendole di raggiungere le sue finalità e di creare
valore:
Valore commerciale e crescita del business;
Valore sociale: aggiungere valore alla società e aumentare la capacità di azione
individuale e di comunità
Tipologie d’innovazione

PRODOTTO:
FERRERO

PROCESSO: ESSE
LUNGA

ORGANIZZATIVA:
SMART WORKING

POSIZIONAMENTO:
RYANAIR

PARADIGMA:
REPARI CAFE’

Prodotto: Ferrero è una delle aziende leader mondiali nel food e nel segmento
chocolate confectionery, dove compete con colossi come Nestlé, Mars, Kraft.
Ferrero ha fondato il suo successo sulla capacità di sviluppare nuovi prodotti e
rinnovare continuamente quelli storici. Oltre alla Nutella (lanciati oltre 40 anni fa) si
sono affiancati quasi ogni anno nuovi prodotti o nuove versioni, che aumentano
l’ampiezza di gamma con nuovi gusti, materiali e formati. packaging innovativo.
Processo: Un altro fenomeno, diverso ma sempre di forte impatto, che ha
rivoluzionato l'esperienza in molti uffici, è stato il cosiddetto hot desking: un cambio
semplice per rompere la monotonia della scrivania fissa per ogni membro del team.
Hot desking significa che ogni giorno i dipendenti possono scegliere la scrivania da
cui lavorare, senza quindi avere una postazione fissa. Questa tendenza è iniziata
negli anni '90 e molte delle aziende che l'hanno attivata evidenziano come abbia
migliorato la comunicazione tra i membri dell'azienda, le relazioni e lo scambio di
idee. McDonald's, una delle aziende alimentari di maggior successo al mondo, ha
delle guidelines molto chiare: ogni prodotto deve avere un buon sapore, essere
facile da preparare e non costoso. La rapidità del servizio è stata una delle chiavi del
suo successo: McDonald's ha un tempo di attesa medio di soli 90 secondi per servire
i clienti.
Organizzativa: Smart working perché cambia il metodo di lavoro a casa o
autocertificazione per alcune procedure della Pubblica Amministrazione che poi fa
dei controlli a campione
Posizionamento: IKEA RYNAIR si basano sul prezzo, costa poco viaggiare, IKEA
addirittura ruolo di co-produttore da parte del cliente, perché si compilano i moduli.
Paradigma: Itunes, repair cafè cambio di approccio mentale, unisce all’innovazione
sociale il cambiamento delle abitudini, si va al bar non solo per bere il caffè ma
anche per lavorare su qualcosa da riparare, co-produrre conoscenza, avere
opportunità lavorative, apprendere e fare esperienza.

Innovazioni radicali: si tratta di innovazioni che rappresentano una novità assoluta e


risultano molto distanti dai processi e processi preesistenti.
Innovazioni incrementali: consistono in cambiamenti marginali o in lievi
adattamenti di soluzioni preesistenti.
Fattori che ostacolano l’innovazione: Pensare che l’innovazione sia un fenomeno
estemporaneo ; Non gestire il processo innovativo; Non riconoscere la necessità di
cambiare; Le core competence diventano core rigidity; Mancanza di connessioni
che rendono l’azienda “isolata”

Il processo di strategic management: ANALISI DELLA SITUAZIONE, VISION OBIETTIVI


E MISSION, STRATEGIE, ATTIVITA’ E PROGETTI, MONITORING, PERFORMANCE
MISURE E VALUTAZIONE.
STEEPLE Analysis: è un acronimo STEEPLE analysis valuta la posizione di
un'organizzazione in termini dei seguenti fattori macro ambientali, scopo di
analizzare il contesto esterno nel presente (BREVE PERIODO)
Fattori sociologici: demografia dei consumatori simpatie e antipatie dei consumatori
(come stanno cambiando gli italiani, si spodano? Divorziano? + vecchi o giovani? +
individualism o Gruppo?)
Fattori tecnologici: disponibilità di tecnologia, cambiamenti tecnologici
Fattori economici: tasso di inflazione, tasso di interesse, tassi di cambio,
(propensione al risparmio)
Fattori ambientali: clima, risorse naturali, (inquinamento)
Fattori politici: leggi sul lavoro, leggi fiscali (tasse decreti)
Fattori legali: leggi sui consumatori, leggi sulla formazione di un'impresa. (leggi,
tempi della burocrazia)
Fattori etici: valori sociali che governano il comportamento delle organizzazioni.
(cosa pensano gli italiani)

SANITA’ E PREVENZIONE

Scenarios Planning: è un metodo di pianificazione strategica che alcune


organizzazioni utilizzano per realizzare piani flessibili a lungo termine tenendo conto
della complessità combinatoria di molti fattori. Si cerca di identificare un insieme di
"variabili critiche" che sembrano molto imprevedibili - provare a dicotomizzarle.
L’obiettivo è di analizzare ciò che puo’ accadere in una logica interpretetativa in
ottica di medio-lungo periodo.
Variabili dicotomiche e ipertrofiche che servono per lo scenario plannig
Variabile critica 1: Valore 1 (ipotesi 1) Valore 2 (Ipotesi 2) dicotomizzarle e metterle
in relazione diventa una matrice con 4 scenari possibili. Es. Economia italiana VAL 1
Debito pubblico ripagato. VAL 2 immigrazione +
Pre-occuparsi degli scenari consente alle organizzazioni di meglio comprendere le
trasformazioni che stanno dando forma all’ambiente esterno chiedendosi:
funzionerà ancora il nostro modo di operare? La nostra proposta di valore, la nostra
struttura, le nostre competenze, e la rete di alleanze saranno ancora valida?

Es. FINISCONO LE RISORSE DEL PIANETA 4 scenari


1° Risorse rinnovabili e furti o impossessamento (3° guerra mondiale) , 2° società
sempre + individualista o communitaria (rischio 3° guerra mondiale) , 3° risorse
rinnovabili salvano il pianeta e i valori sono + communitari (società della
sostenibilità, everyday practies), 4° rinnovabili ci salvano ma diventa un cambio di
paradigma perché ognuno pensa per sé. (c’è Divisione sostenenibile.)
Stakeolder management: stakeholder chi è influenzato da ciò che l’azienda fa, il
managment si basa sul ciclo di coinvolgimento

SVILUPPO SOSTENIBILE (SUSTAINABLE DEVELOPMENT)


Sviluppo che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle
generazioni future di soddisfare i propri
SOSTENIBILITÀ AZIENDALE (CORPORATE SUSTAINABILITY)
Sforzi di gestione sistematici da parte delle aziende per bilanciare obiettivi
ambientali e sociali con obiettivi economici per ridurre al minimo i danni e
aumentare i benefici per gli ambienti naturali e le società
INNOVAZIONE SOSTENIBILE (SUSTAINABLE INNOVATION)
Qualsiasi cambiamento incrementale o radicale nel panorama di prodotto, servizio,
sistema, organizzativo, di governance, sociale e di marketing che porti a una
trasformazione ambientale, economica e sociale positiva senza compromettere i
bisogni e il benessere delle generazioni future.
La corporate sustainability o sostenibilità d’impresa può essere compresa come la
traduzione e integrazione del principio di sviluppo sostenibile nella dimensione
dell’impresa
Un’impresa sostenibile è una realtà organizzata tesa a operare in una prospettiva di
lungo termine, grazie alla considerazione congiunta della dimensione economica,
sociale e ambientale dei propri processi e delle proprie performance”
 Obiettivi strategici coerenti con il concetto di sviluppo sostenibile (protezione
ambientale, equità e giustizia sociale, sviluppo economico)
 Modello gestionale improntato al dialogo e la creazione di relazioni stabili con
i propri stakeholder
 Nuovo paradigma di gestione aziendale, alternativo al modello tradizionale
orientato alla massimizzazione della crescita e del profitto
Approccio Triple Bottom Line (l’incrocio crea impresa sostenibile): è un quadro
contabile con tre parti: sociale (Buona cittadinanza d’impresa, condivisione delle
risorse, integrazione con il territorio, best place to work, attenzione alle persone),
ambientale (o ecologica Gestione efficiente delle risorse, diminuzione delle
emissioni, riduzione degli impatti, contributo al mantenimento/reintegrazione delle
risorse naturali) ed economica (finanziaria Soddisfazione dei clienti, utilizzo delle
risorse, generazione di ricchezza, contributo allo sviluppo economico). Alcune organizzazioni
hanno adottato il framework TBL per valutare le proprie prestazioni in una prospettiva più ampia per creare
maggiore valore aziendale.[1] Lo scrittore di affari John Elkington afferma di aver coniato la frase nel 1994.

Drivers della Corporate Sustainability

❑ Nuove sfide globali, legate a cambiamento climatico, scarsità di risorse (materie prime),
disuguaglianza sociale (tra paesi ricchi e paesi poveri)

❑ Pressione dei consumatori (e dei cittadini) che pongono maggiore attenzione agli aspetti sociali-
ambientali

❑ Crescente attenzione degli investitori

❑ Legislazione sempre più restrittiva per le imprese

❑ Maggiore rilevanza del brand e della reputazione aziendale e crescente visibilità mediatica

Economia circolare è un approccio sistemico allo sviluppo economico di cui


beneficiano le imprese, la società e l’ambiente. In particolare, l’economia
circolare è un modello di produzione e consumo attento alla riduzione degli
sprechi delle risorse naturali e consistente in condivisione, riutilizzo,
riparazione e riciclo di materiali e prodotti esistenti il più a lungo possibile. I
principi dell’economia circolare contrastano con il tradizionale modello
economico lineare, fondato su uno schema opposto: estrarre, produrre,
utilizzare e gettare.
Campi di economia circolare:
MODA (ES: Orange Fiber riutilizzo scorze d’arancia per creare vestiti)
CIBO (ES: Too Good To Go) Junker (per differenziare i rifiuti e creare energia dalle
biomasse)
SETTORE EDILIZIO: (ES. CIRCuIT)
MOBILITA’: (ES. TESLA)
Eliche dell’economia circolare
Critical Thinking: Pensiero basato su un ragionamento logico che consente di
riflettere sui punti di forza e debolezze di una tesi/posizione/argomento,
trarre conclusioni logiche e contribuire a nuove idee su una
tesi/posizione/argomento
 Il pensiero critico significa esaminare le idee, valutarle rispetto a ciò che già
conosci e prendere decisioni sul loro merito
 Lo scopo del pensiero critico è quello di cercare di mantenere una posizione
"obiettiva" valutando tutti i lati di una discussione - e quindi è possibile
valutarne i punti di forza e di debolezza

Si basa su:
 L’identificazione di tutte le parti/sfaccettature di una
posizione/tesi/argomento
 Valutare la solidita’ di una posizione/tesi/argomento e l’evidenza usata per
supportarla
 Richiede di mantenere una mente aperta ed essere pronti a mettere in
discussione le affermazioni dell'autore
Perché è importante: permette di analizzare e valutare, confrontare e contrastare il
valore di teorie, metodi, concetti e dibattiti importanti, consente di sviluppare
argomenti più ragionati, riciede un impegno attivo nell’analizzare una
posizione/tesi/argomento.
5 PASSAGGI: Formulare la tua domanda, Raccogliere la tua informazione,
Applicare l’informazione, Considerare le implicazioni, Esplorare altri punti di vista
Lateral Thinking: Il pensiero laterale è un modo di risolvere i problemi usando un
approccio indiretto e creativo attraverso un ragionamento che non è
immediatamente ovvio e razionale nel senso tradizionale del termine. ovvero
l'osservazione del problema da diverse angolazioni, contrapposta alla
tradizionale modalità che prevede concentrazione su una soluzione diretta al
problema.
Tecniche per usare il lateral thinking: Random entry (parola a caso per stimolare
processo d’innovazione), Provocazione/esagerazione (si voterà con l’iphone,
innovazione di regole, ausili per dotare di iphone a tutti etc..), Creazione di
alternative (es. lezione metà in presenza metà no), Disapprovazione della
maggioranza (fare una cosa che la maggioranza non approva es. moda crocs col
tacco balenciaga) , Challenge a un concetto/pratica (sfida)
ESEMPIO Famoso è il rompicapo dell'elettricista pigro e dei tre interruttori. In
una prima stanza chiusa, è contenuta una lampadina ad incandescenza;
nella seconda stanza, da cui la prima non è direttamente visibile, ci sono tre
interruttori. Solo uno di questi interruttori accende la lampadina. Potendo
azionare i tre interruttori a proprio piacimento, e potendo andare nella stanza
chiusa solo una volta per verificare lo stato della lampadina, come si può
determinare l'interruttore in grado di accenderla?
Le condizioni iniziali sono:

1. Lampadina spenta
2. Tutti gli interruttori in posizione off

LEADERSHIP: si intende il rapporto di colui che in una struttura sociale


organizzata occupa la posizione più elevata, nell'interazione col resto
del gruppo. Tale figura viene generalmente definita capo o guida o leader.
Guidare qualcuno o qualcosa verso determinati obiettivi
• Far accadere le cose
• Non esiste leadership senza followership
• Otto lenti per guardare alla leadership o per riconoscerla
– PERSONA (chi è ) (Putin, Merkel, Greta Thunberg, Elon Musk,
Chiara Ferragni quando vende un prodotto e fa accadere le cose,
Ronaldo coca-cola)
– POSIZIONE (che fa? Cosa occupa?) (chi è seduto a capo tavola,
organigramma sta in alto)
– PROCESSO (perché Algoritmi google ci guidano o mi piace
Facebook possono far accadere delle cose)
– STRUTTURA -ORGANIZZAZIONE (Apple CIA)
– PERFORMANCE – RISULTATO (+ Conosciuta, Sport etc..)
– LUOGO (centro commerciale/ Londra luogo che attira)
– VISIONE/MISSIONE (Gandi mondo senza guerre, Nelson
Mandela, Elon musk macchina volante, colonizzare Marte)
– EVENTO (Notte Rosa di Rimini, notte bianca sposta persone per
un det. motivo)
Medium della Leadership: Corpo, bellezza, parole/discorsi, Immagini, Musica,
azioni, Successo/Riconoscimento.