Sei sulla pagina 1di 18

N O R M A I T A L I A N A C E I

Norma Italiana

CEI EN 60439-2/A1
La seguente Norma è identica a: EN 60439-2/A1:2005-10.

VARIANTE
Data Pubblicazione

2006-08
Classificazione Fascicolo

17-13/2;V1 8452

Titolo

Apparecchiature assiemate di protezione e di manovra per bassa


tensione (quadri elettrici per bassa tensione)
Parte 2: Prescrizioni particolari per i condotti sbarre

Title
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

Low-voltage switchgear and controlgear assemblies


Part 2: Particular requirements for busbar trunking systems
(busways)

APPARECCHIATURE ELETTRICHE PER SISTEMI DI


ENERGIA E PER TRAZIONE

CEI COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO


AEIT FEDERAZIONE ITALIANA DI ELETTROTECNICA, ELETTRONICA, AUTOMAZIONE, INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI
CNR CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
SOMMARIO
Il testo della presente Variante è allineato con il contenuto della pubblicazione CEI 17-13/1
Variante 1 (2005), per quanto applicabile. Le modifiche riguardano principalmente
l'articolo 8 "Prescrizioni per le prove" e, in misura minore, gli articoli 6 "Condizioni di
servizio" e 7 "Progetto e costruzione". La prova per la verifica del mantenimento
dell'integrità del circuito elettrico in condizioni di incendio (Allegato L) è allo studio.

DESCRITTORI / DESCRIPTORS
Apparecchiature di protezione e manovra - Switchgear and controlgear; Bassa tensione
- Low-voltage; Apparecchiature assiemate - Assembly; Condotti sbarre - Busbar
trunking system

COLLEGAMENTI/RELAZIONI TRA DOCUMENTI


Nazionali
Europei (IDT) EN 60439-2/A1:2005-10;
Internazionali (IDT) IEC 60439-2/A1:2005-08;
Legislativi
Legenda (IDT) - La Norma in oggetto è identica alle Norme indicate dopo il riferimento (IDT)

INFORMAZIONI EDITORIALI
Norma Italiana CEI EN 60439-2/A1 Pubblicazioni Variante Carattere Doc.
Stato Edizione In vigore Data Validità 2006-10-1 Ambito Validità Internazionale
In data
In data
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

Varianti Nessuna
Ed. Prec. Fasc. Nessuna

Comitato Tecnico CT 17-Grossa apparecchiatura


Approvata da Presidente del CEI In data 2006-7-21
CENELEC 2005-10-1
Sottoposta a inchiesta pubblica come Documento originale Chiusura in data 2005-7-22

Gruppo Abb. 3 Sezioni Abb. B


ICS
CDU

© CEI - Milano 2006. Riproduzione vietata


Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente Documento può essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi senza
il consenso scritto del CEI. Le Norme CEI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione sia di nuove edizioni sia di
varianti. È importante pertanto che gli utenti delle stesse si accertino di essere in possesso dell’ultima edizione o variante.
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
EN 60439-2/A1

Apparecchiature assiemate di protezione e di manovra per bassa tensione


(quadri elettrici per bassa tensione)
Parte 2: Prescrizioni particolari per i condotti sbarre

Low-voltage switchgear and controlgear assemblies


Part 2: Particular requirements for busbar trunking systems (busways)

Ensembles d'appareillage à basse tension


Partie 2: Règles particulières pour les canalisations préfabriquées

Niederspannung-Schaltgerätekombinationen
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

Teil 2: Besondere Anforderungen an Schienenverteiler

3
I Comitati Nazionali membri del CENELEC sono tenuti, in accordo col regolamento interno del CEN/CENELEC,
ad adottare questa Norma Europea, senza alcuna modifica, come Norma Nazionale. Gli elenchi aggiornati e i
relativi riferimenti di tali Norme Nazionali possono essere ottenuti rivolgendosi al Segretariato Centrale del
CENELEC o agli uffici di qualsiasi Comitato Nazionale membro. La presente Norma Europea esiste in tre
versioni ufficiali (inglese, francese, tedesco).Una traduzione effettuata da un altro Paese membro, sotto la sua
responsabilità, nella sua lingua nazionale e notificata al CENELEC, ha la medesima validità. I membri del
CENELEC sono i Comitati Elettrotecnici Nazionali dei seguenti Paesi: Austria, Belgio, Cipro, Danimarca,
Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta,
Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia,
Svizzera e Ungheria.
I diritti di riproduzione di questa Norma Europea sono riservati esclusivamente ai membri nazionali del CENELEC.

CENELEC members are bound to comply with the CEN/CENELEC Internal Regulations which stipulate the
conditions for giving this European Standard the status of a National Standard without any alteration. Up-to-
date lists and bibliographical references concerning such National Standards may be obtained on application to
the Central Secretariat or to any CENELEC member. This European Standard exists in three official versions
(English, French, German). A version in any other language and notified to the CENELEC Central Secretariat
has the same status as the official versions. CENELEC members are the national electrotechnical committees
of: Austria, Belgium, Cipre, Czech Republic, Denmark, Estonia, Finland, France, Germany, Greece, Hungary,
Iceland, Ireland, Italy, Latvia, Lithuanian, Luxembourg, Malta, Netherlands, Norway, Poland, Portugal, Slovakia,
Slovenia, Spain, Sweden, Switzerland and United Kingdom.
© CENELEC Copyright reserved to all CENELEC members.

CENELEC
Comitato Europeo di Normalizzazione Elettrotecnica Secrétariat Central Comité Européen deNormalisation Electrotechique
European Committee for Electrotechnical Standardization Rue de Strassart 35, B – 1050 Bruxelles EuropäiKomitee für Elektrotechnische Normung

Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano


FOREWORD
The text of document 17D/324/FDIS, future amendment 1 to IEC 60439-2:2000, prepared by SC 17D,
Low-voltage switchgear and controlgear assemblies, of IEC TC 17, Switchgear and controlgear, was
submitted to the IEC-CENELEC parallel vote and was approved by CENELEC as amendment A1 to
EN 60439-2:2000 on 2005-10-01.

The following dates were fixed:

– latest date by which the amendment has to be implemented


at national level by publication of an identical
national standard or by endorsement (dop) 2006-07-01

– latest date by which the national standards conflicting


with the amendment have to be withdrawn (dow) 2008-10-01

The text of this amendment has been aligned with the content of Amendment A1:2004 to
EN 60439-1:1999 where applicable.

Annex ZA has been added by CENELEC.

__________

ENDORSEMENT NOTICE

The text of amendment 1:2005 to the International Standard IEC 60439-2:2000 was approved by
CENELEC as an amendment to the European Standard without any modification.
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

NORMA TECNICA
CEI EN 60439-2/A1:2006-08
Pagina iv
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
PREFAZIONE
Il testo del documento 17D/324/FDIS, futura Modifica 1 alla Pubblicazione IEC 60439-2:2000,
preparato dal SC 17D Low-voltage switchgear and controlgear assemblies, del TC 17 IEC,
Switchgear and controlgear, è stato sottoposto al voto parallelo IEC-CENELEC ed è stato
approvato dal CENELEC come Modifica A1 alla EN 60439-2:2000 in data 01-10-2005.

Sono state fissate le date seguenti:

– data ultima entro la quale la Modifica deve essere recepita a livello


nazionale mediante pubblicazione di una Norma nazionale identica o
mediante adozione (dop) 01-07-2006
– data ultima entro la quale le Norme nazionali contrastanti con la
Modifica devono essere ritirate (dow) 01-10-2008
Il testo della presente Modifica è stato allineato al contenuto della Modifica A1: 2004 alla
EN 60439-1:1999 dove applicabile.

L’Allegato ZA è stato aggiunto dal CENELEC.


__________

AVVISO DI ADOZIONE

Il testo della Modifica 1:2005 alla Pubblicazione IEC 60439-2:2000 è stato approvato dal CENELEC
come modifica alla Norma Europea senza alcuna variazione.
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

NORMA TECNICA
CEI EN 60439-2/A1:2006-08
Pagina v
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
1.2 Normative references (1)

4.9.1 Resistance, reactance and impedance values of the system

The first correction applies to the French text only.

In the NOTE replace “8.2.9” by “8.2.13”.

4.9.2 Resistance, reactance and impedance values of the system under fault
conditions

This correction applies to the French text only.

6.1.1.3 Reference ambient air temperature for busbar trunking system

This correction applies to the French text only.

6.2.1 Mounting conditions for busbar trunking system

Renumber subclause 6.2.1 as 6.2.11

6.2.11 Mounting conditions for busbar trunking system.

This correction applies to the French text only.

6.2.2 Power frequency magnetic field


Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

Renumber subclause 6.2.2 as 6.2.12

Add, after Subclause 6.2.12, the following new subclause:

6.2.13 Applications with high repetitive overcurrent, for example resistance welding

7.1.1.4 Resistance of insulating materials to abnormal heat

Replace the whole text by:

See Subclause 7.1.4 in Amendment 1 to IEC 60439-1.

7.1.1.6 Busbar trunking fire barrier unit

This correction applies to the French text only.

7.1.4 Requirements for the correct connection of tap-off units

Replace the sentence above the title by: “Add Subclause 7.1.5 as follows:”

Renumber 7.1.4 as 7.1.5.

7.1.5 Requirements for busbar trunking with several circuits

Replace the sentence above the title by: “Add Subclause 7.1.6 as follows:”

Renumber 7.1.5 as 7.1.6.

___________
( 1) Editor’s Note: For the list of Publications, see annex ZA.

NORMA TECNICA
CEI EN 60439-2/A1:2006-08
Pagina 1 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
1.2 Riferimenti normativi (1)

4.9.1 Valori di resistenza, reattanza ed impedenza del sistema

La prima correzione si applica solamente al testo francese.

Nella NOTA sostituire “8.2.9” con “8.2.13”.

4.9.2 Valori di resistenza, reattanza e impedenza del sistema in condizioni di guasto

Questa correzione si applica solamente al testo francese.

6.1.1.3 Temperatura di riferimento dell’aria ambiente per il condotto sbarre

Questa correzione si applica solamente al testo francese.

6.2.1 Condizioni di posa del condotto sbarre

Rinumerare il paragrafo 6.2.1 come 6.2.11

6.2.11 Condizioni di installazione del condotto sbarre

Questa correzione si applica solamente al testo francese.

6.2.2 Intensità del campo magnetico frequenza di esercizio


Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

Rinumerare il praragrafo 6.2.2 come 6.2.12

Aggiungere, dopo il paragrafo 6.2.12, il seguente nuovo paragrafo:

6.2.13 Applicazioni con elevate sovracorrenti ripetitive, per esempio nella saldatura a
resistenza

7.1.1.4 Resistenza dei materiali isolanti al calore anormale

Sostituire tutto il testo con:

Vedere 7.1.4 nella Modifica 1 della IEC 60439-1.

7.1.1.6 Condotto sbarre per barriere tagliafuoco

Questa correzione si applica solamente al testo francese.

7.1.4 Prescrizioni per la corretta connessione delle unità di derivazione

Sostituire la frase sopra il titolo con: “Aggiungere il paragrafo 7.1.5 come segue:”

Rinumerare 7.1.4 come 7.1.5.

7.1.5 Prescrizioni per condotti sbarre con numerosi circuiti

Sostituire la frase sopra il titolo con: “Aggiungere il paragrafo 7.1.6 come segue:”

Rinumerare 7.1.5 come 7.1.6.

———————
(1) N.d.R. Per l’elenco delle Pubblicazioni, si rimanda all’Allegato ZA.

NORMA TECNICA
CEI EN60439-2/A1:2006-08
Pagina 2 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
8.1.1 Type tests

In the list, replace items h) to o) by the following:

h) EMC tests (see 7.10 and, if applicable, Annex H);


j) verification of the resistance of insulating materials to abnormal heat and fire (see 8.2.9);
k) verification of the electrical characteristics of the busbar trunking system (see 8.2.13);
l) verification of structural strength (see 8.2.10);
m) verification of the endurance of trunking systems with trolley type tap-off facilities (see
8.2.11);
n) verification of crushing resistance (see 8.2.12);
o) verification of resistance to flame propagation (see 8.2.14);
p) verification of fire resistance in building penetration (see 8.2.15).

8.2.1 Verification of temperature-rise limits

Replace the text under the title by:

Replace the existing text of 8.2.1.1 to 8.2.1.7 by the following:

Add Subclause 8.2.1.1 as follows:

8.2.1.1 Vacant
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

8.2.1.3 Temperature-rise test

The first correction applies to the French text only.

Replace, in the 7 th paragraph of item a), “table 3” by “table 2”.

Replace the first paragraph of item b) by the following two paragraphs:

A temperature-rise test shall be performed on each type and size of tap-off unit, with a tap-off
unit having the maximum rating (I n ) in that type and size.

The tap-off unit shall be fitted to a busbar trunking, arranged as in 8.2.1.3 a), having a rating
of not less than twice the rating (I n ) of the tap-off unit (or the nearest available).

The fourth correction applies to the French text only.

Add Subclauses 8.2.1.4 to 8.2.1.8 as follows:

8.2.1.4 Vacant

8.2.1.5 Vacant

8.2.1.6 Vacant

8.2.1.7 Vacant

NORMA TECNICA
CEI EN 60439-2/A1:2006-08
Pagina 3 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
8.1.1 Prove di tipo

Nell’elenco, sostituire le voci da h) a o) con le seguenti:

h) prove di compatibilità elettromagnetica (vedi 7.10 e, se applicabile, Allegato H);


j) verifica della resistenza dei materiali isolanti al calore anormale e al fuoco (vedi 8.2.9);
k) verifica delle caratteristiche elettriche del condotto sbarre (vedi 8.2.13);
l) verifica della solidità della costruzione (vedi 8.2.10);
m) verifica della durata di vita del condotto sbarre con mezzi di derivazione mediante carrello
collettore (vedi 8.2.11);
n) verifica della resistenza allo schiacciamento (vedi 8.2.12);
o) verifica della non propagazione della fiamma (vedi 8.2.14);
p) verifica della resistenza alla penetrazione del fuoco negli edifici (vedi 8.2.15).

8.2.1 Verifica dei limiti di sovratemperatura

Sostituire il testo sotto il titolo con:

Sostituire il testo esistente da 8.2.1.1 a 8.2.1.7 con il seguente:

Aggiungere il paragrafo 8.2.1.1 come segue:

8.2.1.1 A disposizione
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

8.2.1.3 Prova di sovratemperatura

La prima correzione si applica solamente al testo francese.

Sostituire, nel settimo capoverso del punto a), “Tabella 3” con “Tabella 2”.

Sostituire il primo capoverso del punto b) con i seguenti due capoversi:

Deve essere effettuata una prova di sovratemperatura su ciascun tipo e taglia di unità di
derivazione, con un’unità di derivazione avente il massimo valore nominale (I n ) per quel tipo e
taglia.

L’unità di derivazione deve essere montata su un condotto sbarre, sistemato come indicato in
8.2.1.3 a), avente una corrente nominale non inferiore al doppio della corrente nominale (I n)
dell’unità di derivazione (o il valore più vicino disponibile).

La quarta correzione si applica solamente al testo francese.

Aggiungere i paragrafi da 8.2.1.4 a 8.2.1.8 come segue:

8.2.1.4 A disposizione

8.2.1.5 A disposizione

8.2.1.6 A disposizione

8.2.1.7 A disposizione

NORMA TECNICA
CEI EN60439-2/A1:2006-08
Pagina 4 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
8.2.1.8 Thermal cycling test

8.2.1.8.1 General

Plug-in tap-off units shall be submitted to a thermal cycling test.


NOTE A plug-in tap-off unit is considered to be one in which the contact force is developed by the deflection of a
spring member in the assembly; for the purpose of this requirement a disc spring is not considered to be a spring
member.

8.2.1.8.2 Test sample

If the same design of the plug assembly is used for a range of tap-off units of different current
ratings or of different protective devices a test on one combination of busbar trunking and tap-
off unit is considered to be representative of the range. The design of plug assembly includes
the physical characteristics and the material and finish (e.g. plating), if applicable.

The tap-off unit shall be fitted to a busbar trunking, arranged as in 8.2.1.3 a), having a rating
of not less than twice the rating (I n ) of the tap-off unit (or the nearest available).

If a plug-in unit incorporating fuses is to be tested, it shall be fitted with the maximum size of
fuses specified by the manufacturer. If a plug-in unit incorporating a circuit-breaker is to be
tested, it shall be fitted with a circuit-breaker of the maximum rating specified by the
manufacturer.

8.2.1.8.3 Conditioning
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

Prior to test, the sample is conditioned by a number of cycles of insertion and removal of the
plug-in unit in the intended manner, without load current, as follows:

Table 1A - Number of cycles of insertion and removal

Rated current Number of cycles


A of insertion and removal

I n d 63 25

63 < I n d 200 10

200 < I n 5

8.2.1.8.4 Test procedure

The rated current of the tap-off unit is applied until the temperatures have stabilised. The
temperatures as specified for the temperature-rise test are recorded. The current is switched
off and the sample allowed to return to room temperature.

The sample is then subjected to two successive sequences of current cycling. Each sequence
consists of 42 cycles. Each cycle consists of

a) 3 h ON at rated current and 3 h OFF, or


b) 2 h ON at rated current and 2 h OFF, if the temperatures taken at the end of the initial 2-h
‘ON’ period are within 5 K of the temperatures recorded at the end of the stabilisation run.

The temperature is measured at the end of the 42 nd ‘ON’ period and at the end of the 84 th
‘ON’ period.

NORMA TECNICA
CEI EN 60439-2/A1:2006-08
Pagina 5 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
8.2.1.8 Prova dei cicli termici

8.2.1.8.1 Generalità

Gli elementi di connessione delle unità di derivazione devono essere sottoposti alla prova dei
cicli termici.
NOTA È considerato un elemento di connessione delle unità di derivazione quello in cui la forza di contatto è
generata dalla inflessione di un elemento della molla nell’apparecchiatura; per lo scopo di questa prescrizione una
molla a disco non è considerata come un elemento della molla.

8.2.1.8.2 Prova a campione

Se lo stesso progetto di apparecchiatura di connessione viene impiegato in una gamma di


unità di derivazione aventi diverse correnti nominali o differenti sistemi protettivi, una prova
su una combinazione di condotto sbarre e unità di derivazione è considerata rappresentativa
della gamma. Il progetto dell’apparecchiatura di connessione include sia le caratteristiche
fisiche sia il materiale sia la finitura (ad esempio la placcatura), se applicabile.

L’unità di derivazione deve essere montata su un condotto sbarre, disposto come in 8.2.1.3 a),
avente un valore nominale di non meno del doppio del valore nominale (In) dell’unità di
derivazione (o il più vicino disponibile).

Se deve essere provato un elemento di connessione che incorpora fusibili, deve essere
montato con la massima taglia di fusibili specificata dal costruttore. Se deve essere provato
un elemento di connessione che incorpora interruttori, deve essere montato con un
interruttore avente i massimi valori nominali specificati dal costruttore.
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

8.2.1.8.3 Condizionamento

Prima della prova, il campione è condizionato attraverso un numero di cicli di inserzione e


rimozione dell’elemento di connessione nel modo previsto, in assenza di corrente, come
segue:

Tabella 1A – Numero di cicli di inserzione e rimozione

Corrente nominale Numero di cicli di inserzione e


rimozione
A

I n d 63 25

63 < I n d 200 10

200 < I n 5

8.2.1.8.4 Procedura di prova

Viene applicata la corrente nominale dell’unità di derivazione finché le temperature non si sono
stabilizzate. Le temperature vengono registrate come specificato nella prova di sovratemperatura.
La corrente viene interrotta e il campione è lasciato ritornare alla temperatura ambiente.

Il campione è quindi sottoposto a due successive sequenze di cicli di corrente. Ciascuna


sequenza è composta da 42 cicli. Ciascun ciclo si compone di:

a) 3 h alla corrente nominale e 3 h senza corrente, oppure


b) 2 h alla corrente nominale e 2 h senza corrente, se le temperature rilevate al termine del
ciclo iniziale di 2 h con corrente nominale non differiscono per più di 5 K dalle temperature
registrate al termine del periodo di stabilizzazione.

La temperatura è misurata al termine del 42° periodo di circolazione della corrente nominale e
al termine dell’84° analogo periodo.

NORMA TECNICA
CEI EN60439-2/A1:2006-08
Pagina 6 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
8.2.1.8.5 Results to be obtained

The temperatures taken after the 84 th cycle shall not be more than 5 K higher than

a) the temperatures recorded at the end of the stabilisation run, and


b) the temperatures recorded at the end of the 42 nd ‘ON’ period.

8.2.3 Verification of short-circuit withstand strength

Delete Subclause 8.2.3.1.1.

Delete Subclause 8.2.3.1.2.

8.2.3.2.1 Test arrangement

Add a new sentence to the first paragraph:

A greater length than 6 m may be used in which case the actual test current must be equal to
the rated short-time withstand current or the peak withstand current, as applicable.

8.2.3.2.5 Results to be obtained

In the first paragraph delete the second sentence and replace with:

The supporting insulating parts shall not show any significant signs of deterioration, i.e. the
essential characteristics of the insulation remain such that the mechanical properties of the
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

equipment satisfy the requirements of this standard. After the test of 8.2.3.2.3 and the tests
incorporating short-circuit protective devices, the tested equipment shall be subjected to the
dielectric test of 8.2.2 at the value of voltage from Table 10 or as prescribed in the relevant
standard for the protective device for the after-test condition, as follows:

a) between all live parts and the enclosure, and


b) between each pole and the other poles connected to the enclosure.

The tests shall be made with any fuses replaced, where applicable, and with any switching
device closed.

Replace the 6 th and 7 th paragraphs by:

In the case of distribution trunking, it shall be verified that the ability to add and remove a tap-
off unit is not impaired. In this case the dielectric test of this subclause is made with tap-off
units fitted to each available outlet.

Add a new subclause:

8.2.4.3 Results to be obtained

Replace the existing text by the following:

The continuity and short-circuit withstand strength of the protective circuit, whether it consists
of a separate conductor or the trunking enclosure, shall not be significantly impaired.

In the case of a tap-off unit this may be verified by measurements with a current of the order
of the rated current of the tap-off unit.

NORMA TECNICA
CEI EN 60439-2/A1:2006-08
Pagina 7 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
8.2.1.8.5 Risultati da ottenere

Le temperature rilevate dopo l’84° ciclo non devono essere più alte di 5 K rispetto a:

a) le temperature registrate al termine del periodo di stabilizzazione,


b) le temperature registrate al termine del 42° periodo di circolazione della corrente
nominale.

8.2.3 Verifica della tenuta al corto circuito

Eliminare il paragrafo 8.2.3.1.1.

Eliminare il paragrafo 8.2.3.1.2.

8.2.3.2.1 Disposizione di prova

Aggiungere una nuova frase al primo capoverso:

Può essere usata una lunghezza maggiore di 6 m nel qual caso la corrente di prova reale
deve essere uguale alla corrente di breve durata nominale ammissibile o alla corrente di picco
ammissibile, come applicabile.

8.2.3.2.5 Risultati da ottenere

Cancellare nel primo capoverso la seconda frase e sostituirla con:


Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

Le parti di supporto isolanti non devono mostrare alcun segno apprezzabile di deterioramento,
cioè le caratteristiche essenziali dell’isolamento devono rimanere tali che le proprietà
meccaniche dell’apparecchiature rispondano alle prescrizioni della presente Norma. Dopo la
prova del paragrafo 8.2.3.2.3 e le prove che incorporano i dispositivi di protezione contro il
cortocircuito, l’apparecchiatura provata deve essere sottoposta alla prova dielettrica del
paragrafo 8.2.2 al valore di tensione della Tabella 10 oppure come prescritto nelle relative
norme riguardanti il dispositivo di protezione per la condizione dopo prova, come segue:

a) tra le parti attive e l’involucro, e


b) tra ciascun polo e gli altri poli collegati all’involucro.

Le prove devono essere eseguite con ogni fusibile sostituito, ove applicabile, e con ogni
dispositivo di interruzione chiuso.

Sostituire il 6° e il 7° capoverso con:

Nel caso di condotto sbarre di distribuzione, deve essere verificato che la capacità di
aggiungere o rimuovere un’unità di derivazione non sia pregiudicata. In questo caso la prova
d’isolamento di questo paragrafo viene eseguita con l’unità di derivazione montata su ciascun
uscita disponibile.

Aggiungere un nuovo paragrafo:

8.2.4.3 Risultati da ottenere

Sostituire il testo esistente con il seguente:

La continuità e la tenuta al cortocircuito del circuito di protezione non devono risultare


sostanzialmente compromesse sia nel caso di conduttore separato sia nel caso di involucro
del condotto.

Nel caso di unità di derivazione ciò può essere verificato attraverso delle misure con una
corrente dell’ordine della corrente nominale dell’unità di derivazione.

NORMA TECNICA
CEI EN60439-2/A1:2006-08
Pagina 8 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
In the case of a busbar trunking unit, following the test and after sufficient time for the bar to
cool to ambient temperature, the resistance phase to PE is measured and shall not exceed by
more than 10 % the value of 8.2.4.1.

Where the trunking enclosure is used as the protective conductor, sparks and localised
heating at joints are permitted, provided that they do not impair the electrical continuity and
provided adjacent flammable parts are not ignited.

8.2.9 Verification of electrical characteristics of busbar trunking system

Renumber as 8.2.13.

The second correction applies to the French text only.

After the existing text of 8.2.9 add the following paragraphs:

The test is made on one specimen only. In case of doubt, the test shall be repeated on two
further specimens.

No test is made on parts made of ceramic materials. Small parts such as washers are not
subjected to the test of this subclause.

8.2.13 Verification of the resistance of insulating materials to abnormal heat

Delete this subclause.


Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

8.2.14 Verification of the resistance to flame-propagation

At the end of the third paragraph delete “and M.2”.

8.2.15 Verification of fire proofing in building penetrations

Replace the title by:

8.2.15 Verification of fire resistance in building penetrations

In the fifth paragraph replace “fire-proof unit” by “fire barrier unit”.

Replace the whole text of Annex L by:

Under consideration.

NORMA TECNICA
CEI EN 60439-2/A1:2006-08
Pagina 9 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
Nel caso di unità condotto sbarre, dopo la prova e dopo un tempo sufficiente perché la sbarra
si raffreddi fino alla temperatura ambiente, viene misurata la resistenza tra la fase e il
conduttore di protezione e non deve essere maggiore di più del 10 % del valore di cui al
paragrafo 8.2.4.1.

Qualora l’involucro del condotto sia utilizzato come conduttore di protezione, scintille e
riscaldamenti localizzati sono ammessi in corrispondenza dei punti di giunzione, purché la
continuità elettrica non venga compromessa e le parti infiammabili non si incendino.

8.2.9 Verifica delle caratteristiche elettriche dei condotti sbarre

Rinumerare come 8.2.13.

La seconda correzione si applica solo al testo francese.

Dopo il testo esistente in 8.2.9 aggiungere i seguenti capoversi:

La prova è effettuata su un solo esemplare. In caso di dubbio, la prova deve essere ripetuta
su due altri esemplari.

Nessuna prova è effettuata su parti di materiale ceramico. Piccole parti, come rondelle, non
sono sottoposte a questa prova.

8.2.13 Verifica della resistenza dei materiali isolanti al calore anormale

Eliminare questo paragrafo.


Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

8.2.14 Verifica della non propagazione della fiamma

Alla fine del terzo capoverso eliminare “e M.2”.

8.2.15 Verifica della penetrazione del fuoco in barriere tagliafuoco dell’edificio

Sostituire il titolo con:

8.2.15 Verifica della resistenza alla penetrazione del fuoco negli edifici

Nel quinto capoverso sostituire “unità resistente al fuoco” con “barriera tagliafuoco”.

Sostituire l’intero testo dell’Allegato L con:

Allo studio.

NORMA TECNICA
CEI EN60439-2/A1:2006-08
Pagina 10 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
Annex ZA
(normative)

Normative references to international publications


with their corresponding European publications
Delete:

Publication Year Title EN/HD Year


IEC 60695-2-1/X 1994 Fire hazard testing – –
Part 2-1: Test methods - Glow wire

___________
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

NORMA TECNICA
CEI EN 60439-2/A1:2006-08
Pagina 11 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
Allegato ZA
(normativo)

Riferimenti normativi alle Pubblicazioni Internazionali


con le corrispondenti Pubblicazioni Europee
Cancellare:

Pubblicazione Anno Titolo EN/HD Anno Norma CEI


IEC 60695-2-1/X 1994 Fire hazard testing – – –
Part 2-1: Test methods - Glow wire

___________
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

NORMA TECNICA
CEI EN60439-2/A1:2006-08
Pagina 12 di 13
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano
La presente Norma è stata compilata dal Comitato Elettrotecnico Italiano e
beneficia del riconoscimento di cui alla legge 1° Marzo 1968, n. 186.
Editore CEI, Comitato Elettrotecnico Italiano, Milano – Stampa in proprio
Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 4093 del 24 Luglio 1956
Responsabile: Ing. A. Alberici

Comitato Tecnico Elaboratore


CT 17-Grossa apparecchiatura

Altre Norme di possibile interesse sull’argomento

CEI EN 60439-1 (CEI 17-13/1)


Apparecchiature assiemate di protezione e di manovra per bassa tensione (quadri BT) - Parte 1: Apparecchiature
soggette a prove di tipo (AS) e apparecchiature parzialmente soggette a prove di tipo (ANS)

CEI EN 60439-3 (CEI 17-13/3)


Apparecchiature assiemate di protezione e di manovra per bassa tensione (quadri BT) - Parte 3: Prescrizioni particolari
per apparecchiature assiemate di protezione e di manovra destinate ad essere installate in luoghi dove personale non
addestrato ha accesso al loro uso - Quadri di distribuzione (ASD)

CEI EN 60439-4 (CEI 17-13/4)


Apparecchiature assiemate di protezione e di manovra per bassa tensione (quadri BT) - Parte 4: Prescrizioni particolari
per apparecchiature assiemate per cantiere (ASC)

CEI 17-52
Metodo per la determinazione della tenuta al cortocircuito delle apparecchiature assiemate non di serie (ANS)

CEI EN 60439-5 (CEI 17-64)


Apparecchiature assiemate di protezione e di manovra per bassa tensione (quadri bt) - Parte 5: Prescrizioni particolari
per apparecchiature assiemate destinate ad essere installate all’esterno in luoghi pubblici - Cassette per distribuzione in
Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

cavo (CDC)

CEI EN 50274 (CEI 17-82)


Apparecchiature assiemate di protezione e manovra per bassa tensione - Protezione contro le scosse elettriche -
Protezione dal contatto diretto accidentale con parti attive pericolose

CEI 17-86
Apparecchiature assiemate di protezione e di manovra per bassa tensione (quadri BT) - Guida per la prova in
condizioni d’arco dovuto a un guasto interno

€ 24,00
NORMA TECNICA Sede del Punto Vendita e di Consultazione
CEI EN 60439-2/A1:2006-08 20134 Milano Via Saccardo,9
Totale Pagine 18 Tel. 02/21006.1 Fax 02/21006.222
http://www.ceiweb.it e-mail cei@ceiweb.it

Copia concessa a AB IMPIANTI SRL in data 25/06/2010 da CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano

Potrebbero piacerti anche