Sei sulla pagina 1di 11

Come si imposta un’attività

annuale di scuola e di
classe per le competenze
LEZIONE N. 3
I N T R O D U Z I O N E A L L A F O R M A Z I O N E E VA L U TA Z I O N E D E L L E C O M P E T E N Z E N E L P R I M O C I C LO
D’ISTRUZIONE
G I A N N I M A R C O N ATO
I principi guida nella complessità
A.Correttezza metodologica
B.Gradualità nel miglioramento delle
pratiche
C.Sostenibilità operativa

PROGETTO COMPETENZE - GIANNIMARCONATO@GMAIL.COM


La didattica per le competenze
A. E’ un’innovazione di sistema
B. Sostenuta dalla dirigenza
C. Voluta dal Collegio
D. Non può essere un’opzione individuale

PROGETTO COMPETENZE - GIANNIMARCONATO@GMAIL.COM


La prospettiva da assumere
A. Lo sviluppo delle competenze richiede un tempo lungo: le mete sono
A. Al termine della Primaria (3 + 5 anni)
B. Al termine della Secondaria pg (3 + 5 + 3 anni)
B. Le competenze si sviluppano in una progressione di livello (A – D)
C. E’ utile prevedere un «bilancio di posizionamento» al termine di ogni anno scolastico
D. E’ necessario lavorare in modo coordinato lungo tutto il «ciclo» della competenza,
dalla formazione alla certificazione
E. E’ più sensato arrivare al Curricolo d’Istituto per le competenze che partire dal
Curricolo
F. Ancorare le attività alle specifiche delle competenze presenti nelle schede di
valutazione ufficiali (12 + 12)

PROGETTO COMPETENZE - GIANNIMARCONATO@GMAIL.COM


Le aspettative da assumere
A. La didattica per competenze non è una didattica meccanica ma
può essere rigorosa
B. Non tutte le competenze potrebbero essere sviluppate in ugual
modo: identificare priorità
C. Gli alunni diventeranno «competenti» poco alla volta
D. Le risorse degli alunni per poter lavorare per le competenze vanno
costruite e tante abilità sono dei punti arrivo e non di partenza

PROGETTO COMPETENZE - GIANNIMARCONATO@GMAIL.COM


La programmazione della didattica
A. Le attività per la didattica per le competenze vanno inserite nella
programmazione annuale
B. Le attività vanno avviate ad inizio anno scolastico
C. Le attività vanno attentamente programmate e valutate nella loro
fattibilità
D. La programmazione deve avvenire all’interno del Consiglio o del
Team

PROGETTO COMPETENZE - GIANNIMARCONATO@GMAIL.COM


%
F. La collaborazione tra colleghi è essenziale
G. Il repertorio degli «strumenti» per la formazione la
valutazione si sviluppa progressivamente e si implementa
attraverso la condivisione
H. E’ opportuno redigere un Piano di Istituto per la
formazione e la valutazione delle competenze

PROGETTO COMPETENZE - GIANNIMARCONATO@GMAIL.COM


La gestione della didattica
A. La didattica per le competenze è una didattica aperta (non del tutto programmabile e attenta
al processo e alle opportunità che si creano)
B. E’ utile cogliere tutte le opportunità per sviluppare le competenze che si presentano nelle
attività «ordinarie»
C. Le opportunità per la raccolta di elementi di prova della presenza di elementi di competenza
sono numerose e non facili da gestire: concentrarsi su un numero limitato di opzioni
D. La didattica per le competenze richiede tempi distesi anche per attività di riesame delle
pratiche e di riflessione (alunni e insegnanti)
E. Le competenze si costruiscono a puzzle
F. Il miglioramento della didattica avviene per miglioramenti progressivi attivati attraverso la
riflessione anche di gruppo

PROGETTO COMPETENZE - GIANNIMARCONATO@GMAIL.COM


%
G. Una buona attività per le competenze integra formazione e valutazione
H. In una buona attività per le competenze si utilizzano conoscenze e abilità
possedute e da costruire nel contesto degli obiettivi da conseguire
I. Una stessa attività può essere utilizzata per fare formazione e raccogliere
elementi di valutazione per numerosi traguardi
J. La copertura di tutto il curricolo avviene attivando più attività di
apprendimento
K. Le diverse discipline vengono attivate in relazione alle esigenze delle diverse
attività di apprendimento

PROGETTO COMPETENZE - GIANNIMARCONATO@GMAIL.COM


La didattica a ritroso
A.Partire dalle «attività» di apprendimento
B. Associare a queste le competenze e i Traguardi

PROGETTO COMPETENZE - GIANNIMARCONATO@GMAIL.COM


Per iniziare
1. Un compito autentico
2. Con alcuni dispositivi didattici
3. Di quadrimestre
4. Intercettando alcune competenze e un numero limitato di
traguardi
5. Effettuando valutazioni «grossolane»

PROGETTO COMPETENZE - GIANNIMARCONATO@GMAIL.COM