Sei sulla pagina 1di 32

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

Dipartimento Scienze aziendali

Corso di Storia della Ragioneria

90007

Introduzione al corso e concetti di base

Prof. Daniele Gervasio


daniele.gervasio@unibg.it
STRUTTURA DEL CORSO

PERIODO: 1°SEMESTRE A.A. 2020-2021


05 ottobre 2020 – 23 dicembre 2020

Attività frontale: 48 ore


Numero crediti: 6 cfu

Lezioni:
Martedì: ore 12.30 - 14.30
Mercoledì: ore 12.30 - 14.30

(si consiglia di tenere monitorato il tabellone degli orari e la bacheca del corso
per essere aggiornati in caso di sospensione/recuperi…)
STRUTTURA DEL CORSO

Materiali:
STUDENTI CHE NON SVOLGONO IL LAVORO DI GRUPPO
Libro di testo:
Amaduzzi A., “Storia della Ragioneria”, Giuffrè Editore
oppure
Stefano Coronella, “ Storia della ragioneria italiana. Epoche, uomini e idee”, Franco
Angeli, Milano 2014 (o successive). Di questo testo lo Studente deve preparare:
Cap. 1 tutto; cap. 2 tutto; cap.3 tutto; cap. 4 tutto; cap. 5 solo par.5.1, 5.6,5.10, 5.11, 5.12,
5.14; cap. 6 solo par. 6.1, 6.4,6.6, 6.7,6.9, 6.12, 6.18, 6.a; cap. 7 solo par. 7.1, 7.3, 7.9,
7.10, 7.20, 7.22, 7a; cap. 8 solo par. 8.1, 8.2, 8.3, 8.5, 8.14,8.18, 8.20, 8.23; cap. 9 solo
par. 9.1, 9.2, 9.3, 9.4, 9.6, 9.11, 9.b, 9.c, 9.d; cap. 10 tutto (con esclusione dell’appendice
di approfondimento); cap. 11 solo par. 11.1, 11.2, 11.6, 11.a; cap.12 tutto; cap. 13 tutto;
considerazioni conclusive tutto.

Si raccomanda la lettura anche delle slide pubblicate sulla bacheca del corso
STRUTTURA DEL CORSO

Materiali:

STUDENTI CHE SVOLGONO IL LAVORO DI GRUPPO


Slides relative agli argomenti trattati in aula (disponibili sulla bacheca del corso)
MATERIALI ON-LINE

I file messi a disposizione sulla bacheca dell’insegnamento si aprono solo con la


parola chiave in possesso agli studenti.

Parola chiave: SdR20202021

Gli studenti che ne sono sprovvisti possono richiedere la parola chiave


scrivendo all’indirizzo daniele.gervasio@unibg.it ed indicando nella richiesta
NOME, COGNOME e NUMERO DI MATRICOLA
CONTENUTI

Obiettivi formativi: Il corso intende fornire approfondite conoscenze in merito


alla nascita ed allo sviluppo della scienza ragionieristica, che ha condotto, nel
XX secolo, alla nascita dell’economia aziendale.

Contenuto del corso:

- Le fonti per le ricerche di Storia della Ragioneria


- L’aritmetica mercantile (Fibonacci)
- Il tempo di Luca Pacioli e i grandi Ragionieri post-pacioliani
- Il cinquecento ed il Seicento
- Il secolo buio: Settecento
- Gli studi di Ragioneria nel primo Ottocento (Villa)
- Il secondo Ottocento: Cerboni e Besta
- Il Novecento: Zappa e Amaduzzi
- La storia della professioni
METODI DIDATTICI

Metodi didattici:

- lezioni frontali, finalizzate a fornire conoscenze storiche fondamentali,


strumenti e metodi di indagine storica;
- analisi e discussione di casi, finalizzate a permettere l'acquisizione di
capacità di riflessione critica.
VERIFICA DEL PROFITTO

Verifica del profitto la modalità d'esame è in forma orale e si terrà conto


del voto preso nel lavoro di gruppo.

Studenti che svolgono il lavoro di gruppo:

Lavoro di gruppo (max 4 componenti)


su un tema legato alla Storia della Ragioneria
Approfondimenti relativi a tematiche affrontate in aula
Applicazione dei concetti e delle conoscenze acquisite durante il corso
a «casi pratici»
VERIFICA DEL PROFITTO

Studenti che non svolgono il lavoro di gruppo :

L’esame orale verterà sui concetti esposti nel libro di testo ed avrà
l’obiettivo di verificare attraverso specifiche domande:
- l'apprendimento delle conoscenze storiche, degli strumenti e dei metodi
che caratterizzano l'indagine storica;
- la capacità di riflessione critica e di individuazione della dimensione
storica delle tematiche contemporanee di accounting.
CORSO

N.B.
Il voto preso nel lavoro di gruppo svolto nell’a.a. 2020-2021 resta valido
SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per l’a.a. 2020-2021.
Pertanto, chi svolge il lavoro di gruppo ed intende usufruire del voto preso
ai fini dell’esame, dovrà sostenere l’esame orale entro la sessione d’esame
di settembre 2021.
Decorsa la sessione d’esame di settembre 2021 e iniziato il nuovo anno
accademico (a.a. 2021-2022), il lavoro di gruppo svolto nell’a.a. 2020-
2021 perde valore.
LA STORIA DELLA RAGIONERIA

«La conoscenza della Storia della Ragioneria,


che non è solo conoscenza dell’evoluzione
dell’arte e della tecnica contabile,
è conoscenza vera,
basata su documenti del passato nelle varie epoche
arricchiti e reinterpretati»
(Amaduzzi A.)
I NUCLEI DI RICERCA NELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

Il tema del metodo nella ricerca della Storia di una scienza, ovvero
della Storia della Ragioneria comprende in Italia 4 nuclei di indagine
tra loro indipendenti:

Ø La storia della ragioneria: analisi genetica ed evolutiva


dell’aritmetica commerciale e delle rilevazioni contabili;

Ø La storia delle aziende e delle imprese;

Ø La storia delle dottrine: l’evoluzione del tempo del pensiero


contabili ed economico-aziendale;

Ø La storia delle professioni: dai cambiavalute ai commercialisti;


I NUCLEI DI RICERCA NELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

Risulta evidente che la Storia della ragioneria


non è solo Storia dell’analisi genetica ed evolutiva
dell’aritmetica commerciale e delle rilevazioni contabili,
ma investe in stretta interdipendenza
la Storia delle aziende e delle dottrine aziendali e, conseguentemente,
la Storia dell’operare concreto,
ovvero della professione di aziendalista.

Il nucleo di ricerca nel quale è possibile individuare il centro di


orientamento fondamentale e caratterizzante per gli studi storici
corrisponde alla Storia della Ragioneria.
I NUCLEI DI RICERCA NELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

La Storia della Ragioneria è storia delle relazioni tra gli andamenti


aziendali quali scaturiscono dall’analisi dei documenti quantitativi, di
tipo contabile o extra contabile, essa e percorribile soltanto con la
conoscenza delle metodologie di rilevazione.

Come qualsiasi disciplina del campo storico la Storia della


Ragioneria prende le mosse dai documenti amministrativi che
testimoniano le vicende delle istituzioni economiche in epoche
passate.

Il compito dello studioso prevede quindi la ricerca e la raccolta dei


documenti utili all’indagine.
LE FONTI NELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

Cos’è una FONTE?

Elemento materiale del passato


che deve fornire allo storico informazioni creando
un rapporto tra l’oggetto-fonte e lo storico stesso.
LE FONTI NELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

Primarie/documentarie
(documenti storici, carte prodotte
1) FONTI SCRITTE dai soggetti sotto osservazione)

Derivate/narrative
(produzione letteraria, coeva o
contemporanea, celebrativa,
critica, divulgativa….)

2) FONTI FIGURATE Quadri, stampe, planimetrie…

3) FONTI ORALI Leggende, testimonianze…

Soggettive
LE FONTI NELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

FONTI PRIMARIE

Carte semi-pubbliche
Carte pubbliche Carte private

Documenti prodotti Documenti prodotti da Documenti prodotti a


dallo Stato enti di diritto pubblico vario titolo da enti
(CCIAA) privati
(aziende, famiglie…)
Volontariamente involontariamente
(indagini, (indagini,
statistiche, statistiche,
censimenti…) censimenti…)
LE FONTI NELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

CARTE PRIVATE

Personali Aziendali
(lettere, testamenti, (documentazione contabile
diari ecc...) quali libri obbligatori, verbali
ecc… e carteggi diversi)
FONTI PRIMA DELLA STAMPA

FONTI PRIMA DELLA STAMPA

1. STATUTI: contengono le leggi emanate dai consigli direttivi delle arti


e dalle autorità politiche del Comune. Si tratta di documenti comunali e
delle arti dai quali si evince l’organizzazione del commercio;

2. PROTOCOLLI NOTARILI: da essi si desume come avvenivano le


transazioni tra i soggetti economici a quel tempo. In essi erano indicati i
tassi dei mutui, le vendite di immobili ecc..
LE FONTI NELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

FONTI PRIMA DELLA STAMPA

3. LIBRO DI COMMERCIO: libri che il mercante deve tenere:


ü Libro dell’asse: nel quale sono riportati i creditori e i debitori del mercante;
ü Libro segreto o libro ragione: nel quale sono riportati i rapporti tra i membri di
una compagnia (accoglie gli atti costitutivi della società);
ü Libro dell’entrata e dell’uscita: ovvero il conto cassa;
ü Libro delle compravendite o libro della mercanzia (libro magazzino);
ü Memoriale: equiparabile all’attuale prima nota;
ü Libri ausiliari:
- libro delle recate dei panni;
- libro delle mandate;
- libro delle vendite al minuto;
- libro dei lavoranti;
- libro delle spese minute;
- libro delle possessioni (immobilizzazioni)
LE FONTI NELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

FONTI PRIMA DELLA STAMPA

4. LETTERE MERCANTESCHE: lettere dei mercanti;

5. PRATICHE DI MERCATURA: libri che contengono


insegnamenti di tecnica commerciale;

6. RICORDANZE PERSONALI E CRONACHE.


LE FONTI NELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

FONTI DOPO LA STAMPA

1. Opere per una conoscenza elementare della storia del libro,


dell’organizzazione bibliotecaria e del metodo della ricerca storica;
2. Opere di Storia dell’Economia e sull’evoluzione dei sistemi socio-
economici nel tempo (si tratta di fonti storiche di supporto per
comprendere meglio il contesto in cui il mercante operava);
3. Bibliografie di economia, ragioneria, computisteria, aritmetica,
contabilità;
4. Cataloghi di mostre sulla storia e l’arte della contabilità;
5. Opere di ragioneria, aritmetica, pratica, commercio (sono una fonte
primaria per la ricerca)
LE FONTI NELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

FONTI DOPO LA STAMPA

6. Manuali di divulgazione scientifica, prontuari, tariffe;


7. Manoscritti, documenti contabili (per esempio fatture), carteggi, ritratti
di autori: sono ricompresi in questa classe anche la corrispondenza
commerciale e quella tra studiosi;
8. Riviste ed enciclopedie scientifiche;
9. Storie di aziende e d’imprese: viene classificata qui tutta la
documentazione relativa alla vita delle aziende;
10. Documentazione degli archivi d’impesa (cataloghi dei prodotti
aziendali, depliants pubblicitari.
OSSERVAZIONI SUL METODO PER LO STUDIO STORICO DELLA
RAGIONERIA EI SUOI 4 NUCLEI DI INDAGINE

OBIETTIVI DELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

Esporre e coordinare a sistema i contributi che i vari studiosi,


le varie scuole, i vari operatori hanno apportato alla ragioneria e
all’economia aziendale.
OSSERVAZIONI SUL METODO PER LO STUDIO STORICO DELLA
RAGIONERIA EI SUOI 4 NUCLEI DI INDAGINE

PROBLEMI DI METODO NELLA RICERCA

- La storia di una scienza è la scienza stessa;


- La storia ha funzione previsiva e di conoscenza;
- La specializzazione non deve far perdere la visione unitaria
dell’azienda.

OSTACOLI NELLO STUDIO DELLA STORIA DELLA RAGIONERIA

1. Ricerca fonti;
2. Valutazione fonti (se sono attendibili, se sono sufficienti ecc..);
3. Localizzazione temporale del tema trattato (in che periodo? In che
contesto?) PERIODIZZAZIONE
OSSERVAZIONI SUL METODO PER LO STUDIO STORICO DELLA
RAGIONERIA EI SUOI 4 NUCLEI DI INDAGINE

PROBLEMI DA AFFRONTARE NELLA RICERCA STORICA

- Periodizzazione;
- Modalità di organizzazione della storia;
- Prospettiva della ricerca storica;

PERIODIZZAZIONE: suddivisione in periodi storici della struttura


di riferimento (dividere il periodo in
sotto-periodi).
PERIODIZZAZIONE

Esempio di periodizzazione (sulla base delle opere prodotte):

1°periodo: OPERE FRAMMENTARIE


(fino alla fine del 700)
opere frammentarie ed isolate
Fibonacci, Liber Abaci (1202)
Anonimo, L’arte dell’abaco (1478)
Pacioli, Summa (1494)
Pietra, Indirizzo degli Economi (1586)
Flori, Trattato del modo di tenere il libro doppio domestico
col suo esemplare (1636)
PERIODIZZAZIONE

Esempio di periodizzazione (sulla base delle opere prodotte):

2°periodo: PRIME OPERE SISTEMATICHE


(1800 – 1870)
sono all’origine dell’economia aziendale
Degranges, La tenuta dei libri resa facile (1840)
Crippa, La scienza dei conti (1838)
Villa, Elementi di amministrazione e contabilità (1850)
PERIODIZZAZIONE

Esempio di periodizzazione (sulla base delle opere prodotte):

3°periodo: SISTEMAZIONE GENERALE DELLA RAGIONERIA


E DELLA TECNICA AMMINISTRATIVA
(1870 – 1920)
centralità dell’azienda
Cerboni, La logismografia
Besta, La ragioneria
PERIODIZZAZIONE

Esempio di periodizzazione (sulla base delle opere prodotte):

4°periodo: FORMAZIONE DELL’ECONOMIA AZIENDALE


(1920 – 1950)
Zappa, Tendenze nuove negli studi di ragioneria (1926)

5°periodo: AFFERMAZIONE E CONSOLIDAMENTO


DELL’ECONOMIA AZIENDALE
(dal 1950)
MODALITA’ DI ORGANIZZAZIONE DELLA STORIA

Modalità di organizzazione della storia

Storia orizzontale: Storia verticale:


si indaga come un determinato si analizza un tema come parte di
tema si sia evoluto nel tempo un contesto e da diversi punti di
(come se si trattasse di vista. È un approccio
fotogrammi in evoluzione) interdisciplinare
PROSPETTIVA DELLA RICERCA STORICA

Prospettiva della ricerca storica

Prospettiva sincronica: Prospettiva diacronica:


L’osservatore resta nel presente e L’osservatore pone il proprio
studia il passato tenendo conto di punto di vista nel passato.
ciò che è venuto dopo. La scienza del passato viene
La scienza del passato viene studiata con le concezioni
studiata alla luce delle conoscenze dell’epoca (gli avvenimenti
odierne. successivi non hanno peso).