Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.it http://twitter.

com/fiscoediritto

CORTE DI CASSAZIONE - SENTENZA 16 MARZO 2011, N. 6130

Svolgimento del processo

Nel dicembre 2000 l'Ufficio delle Imposte Dirette di (...) notificava alla società (...) del dott. (...) &
C. snc un avviso di accertamento ILOR per l’anno 1994 con il quale si recuperavano a tassazione,
ritenendoli non deducibili, i compensi corrisposti dalla società ai soci amministratori sigg.ri (...) e
(...); contemporaneamente l'Ufficio notificava tanto a (...) quanto a (...) avviso di accertamento
IRPEF, sempre relativamente all'anno 1994, con il quale si rettificava il reddito da partecipazione
da loro dichiarato, contestualmente azzerando il reddito da lavoro autonomo. Sia la società che i
soci impugnavano gli avvisi di accertamento loro rispettivamente notificati, ottenendone
l'annullamento dalla Commissione Tributaria Provinciale di .......... La Commissione Tributaria
Regionale di ........., adita con l'appello dall'Amministrazione finanziaria, riformava le sentenze di
prime cure e - con le sentenze nn. 75/26/055, 76/26/05 e 77/26/05, tutte depositale I'11.10.05 e
recanti motivazioni identiche - dichiarava inammissibili i ricorsi di primo grado. La Commissione
Tributaria Regionale motivava le proprie decisioni con l'argomento che, mentre gli esemplari dei
ricorsi presenti nei fascicoli di parte dei ricorrenti recavano a margine la procura speciale
sottoscritta dalla parte e dal difensore, gli esemplari dei ricorsi depositati dall'Amministrazione
erano costituiti da una fotocopia dei ricorsi originali in cui, in calce alla procura a margine, erano
indicati soltanto i nominativi del ricorrente e del difensore ma mancavano entrambe le
sottoscrizioni. In base a detto rilievo la Commissione Tributaria Regionale assumeva doversi
presumere che le fotocopie dei ricorsi spedite all'Amministrazione fossero state eseguite prima
dell'apposizione delle sottoscrizioni e comunque assumeva esser state violate le disposizioni
sull'introduzione del giudizio tributario fissate a pena di inammissibilità dall'articolo 18 D.Lgs.
546/92. Avverso le sentenze della Commissione Tributaria Regionale i contribuenti hanno proposto
identici ricorsi per cassazione, iscritti ai numeri di Registro Generale 30460/06 (avverso la sentenza
76/26/05), 30461/06 (avverso la sentenza 77/26/05) e 30462/06 (avverso la sentenza 75/26/05).
……..

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---SENTENZA-16-MARZO-
20112c-N-6130.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it