Sei sulla pagina 1di 1

PAESE :Italia AUTORE :N.D.

PAGINE :23
SUPERFICIE :15 %

12 settembre 2021 - Edizione Pesaro

Unamostra
su Carlo Bo
a Sestri Levante
%Tra Urbino e Sestri Levante, occasione politica di incontro,
il collegamento è ovviamente di progettualità e di ricerca, tra
Carlo Bo e la suaoperadi studio-due realtà chesono statefonda-
so, intellettuale, docentee gui-mentali nella vita, e per quella
da per54 anni ( dal ’47 al 2001)utopia reale cheCarlo Bo ha sa-
dell’Ateneo urbinate.Infatti si è
puto immaginare e realizzare
apertanel Comune ligure natio nelle Marche facendo sicura-
di Bo, alla presenzadel Rettore mente centro anchesu quanto,
dell’Universitàdi Urbino Giorgiodella sua terra, si portava
Calcagnini, la duplice mostra: nell’anima e nel carattere.
«La memoriavive a Sestri Levan- La sezione urbinate della mo-
te », e «Carlo Bo, Il Palazzoduca-
stra, cui hanno contribuito in
le». Parolee immagini nelle stan-
maniera decisiva,per l interpre-
ze, quest’ultima trasferita dalla tazione Massimo Raffaeli, e per
città feltresca alla Liguria grazie la serie fotografica Paolo Sem-
alla sensibilità e all’accoglienza prucci, dialogherà con l allesti-
di ValentinaGhio, sindacodi Se- mento ligure curato da Maria
stri Levante, che sin dal primo Dentone, conservatricedei mu-
momento ha aderito generosa- sei della città levantina.
mente al progetto di «Ateneo Ur- fra. pier.
binate per sempre», col quale
appunto, sotto l’egida del Pro-
rettarato ai partenariati interna-
zionali, guidato dalla professo-
ressa Antonella Negri, l Universi-
tà di Urbino ha inteso, con un
programmaannuale ideatoe cu-
rato da TizianaMattioli, celebra-
re il ventennale della morte di
Carlo Bo conappuntamenti di al-
to profilo e di largo ascolto.
Tra questi appunto, nel segno
di un legame chenon si è mai
spentotra la città di origine del
rettore Carlo Bo e la sua città
d’elezione, l’occasione espositi-
va, che Sestri ha arricchito con
unapropria sezionedi memoria
storica e familiare cui gli eredi
Bo hannocontribuito con larga
disponibilità, si offre apertamen-
te ad essereinterpretata come

Tutti i diritti riservati