Sei sulla pagina 1di 24

Chiesaviva

MENSILE DI FORMAZIONE E CULTURA


FONDATORE e Direttore (1971-2012): sac. dott. Luigi Villa «La Verità vi farà liberi» (Jo. 8, 32)
ANNO XLX - N° 537
MAGGIO 2020

Poste Italiane S.p.a. Spedizione in Abbonamento Postale D.L.


353/2003(conv. L. 27/02/2004 n° 46)
Direttore responsabile: dott. Franco Adessa art. 1, comma 2, DCB Brescia.
Direzione - Redazione - Amministrazione: Abbonamento annuo: ordinario Euro 40, sostenitore Euro 65 -
Operaie di Maria Immacolata e Editrice Civiltà una copia Euro 3,5 arretrata Euro 4 (inviare francobolli).
Via G. Galilei, 121 - 25123 Brescia Per l’estero: Euro 65 + sovrattassa postale.
Tel. e Fax 030 3700003 Le richieste devono essere inviate a:
www.chiesaviva.com
e-mail: info@omieditricecivilta.it Operaie di Maria Immacolata e Editrice Civiltà
Autor. Trib. Brescia n. 58/1990 - 16-11-1990 Via G. Galilei, 121 25123 Brescia, C.C.P. n. 11193257
Fotocomposizione in proprio I manoscritti, anche se non pubblicati, non vengono restituiti
Stampa: Com&Print (BS) - contiene I.R. Ogni Autore scrive sotto la sua personale responsabilità
SAN PIO X
CONTRO IL SIONISMO
Incontro fra il Papa San Pio X e il fondatore del sionismo: Theodor Herzl,
riportato da Herzl nel suo giornale del 25 gennaio 1904.

Theodore Herzl – Journal 1895-1904.


Le fondateur du sionisme parle.
Citato nella rivista “Le sel de la Terre”.

F
ui condotto dal Papa Ma sostenere gli Ebrei per-
passando per un gran ché ottengano essi i luoghi
numero di piccoli salo- santi è una cosa che non
ni. Egli mi ricevette in piedi e possiamo fare».
mi tese la mano, che io non
baciai… (…) Io gli sottoposi Io feci notare che la nostra
brevemente il mio problema. motivazione era il disagio de-
Egli rispose con tono severo e gli Ebrei, e che intendevamo
categorico: lasciare da parte le questioni
religiose.
«Noi non possiamo sostenere «Sì – mi disse – ma noi, e in
questo movimento (sionista). particolare io, come capo
Non potremo impedire agli San Pio X. della Chiesa, non possiamo
Ebrei di andare a Gerusalem- farlo. Due sono i casi che
me, ma in nessun caso pos- possono presentarsi:
siamo sostenere la cosa. An-
che se non è sempre stata santa, la terra di Geru- – o gli Ebrei rimangono fedeli alla loro credenza
salemme è stata santificata dalla vita di Gesù e continuano ad attendere il Messia, che per noi
Cristo. Come capo della Chiesa io non posso dir- è già venuto; e in questo caso essi negano la
vi altro. Gli Ebrei non hanno riconosciuto No- divinità di Gesù e noi non possiamo fare al-
stro Signore, e per questo noi non possiamo ri- cunché per loro;
conoscere il popolo ebraico». (…) – o essi vanno in quelle terre senza alcuna reli-
Ecco, pensai, ricomincia il vecchio conflitto fra gione, e in questo caso noi possiamo sostener-
Roma e Gerusalemme; lui rappresenta Roma, io li ancora meno. La religione ebraica è stata
Gerusalemme (…). la base della nostra, ma essa è stata rimpiaz-
Gli chiesi: «Ma che dice, Santo Padre, della situa- zata dalla dottrina di Cristo e da allora noi
zione attuale?». non possiamo più riconoscere la sua esisten-
Ed egli mi rispose: «Io so che è spiacevole vedere za. Gli Ebrei, che avrebbero dovuto essere i pri-
i Turchi in possesso dei nostri luoghi santi. Siamo mi a riconoscere Gesù Cristo, fino ad oggi non
costretti a sopportarlo. l’hanno fatto».

2 “Chiesa viva” *** Maggio 2020


Io stavo per dirgli: «È quello che accade in tutte le rende conto di tutta l’ampiezza di questo dramma.
famiglie. Nessuno è profeta nella sua famiglia», e Noi abbiamo bisogno di un paese per i perseguita-
invece gli dissi: «Il terrore e le persecuzioni non ti».
erano certo i mezzi migliori per illuminare gli Ed egli ha replicato: «E questo dev’essere Gerusa-
Ebrei». lemme?».
E questa volta egli replicò con una semplicità di- «Noi non chiediamo Gerusalemme – ho replicato
sarmante: «Nostro Signore è giunto senza di- – ma la palestina, solo il paese profano».
sporre di alcuna potenza. Era povero. È venuto Ed egli mi ha risposto: «Noi non possiamo soste-
in pace. Egli non ha perseguitato alcuno, ma è nere questa cosa».
«Santo Padre, lei conosce la situazione degli
Ebrei?» gli chiesi.
«Sì, l’ho conosciuta a Mantova – mi ha risposto –
dove vi sono degli Ebrei. D’altronde, io ho sem-
pre avuto delle buone relazioni con gli Ebrei. Re-
centemente, una sera, sono venuti in visita da me
due Ebrei. È vero che esistono dei rapporti che si
collocano al di fuori della religione: dei rapporti
di cortesia e di carità; noi non rifiutiamo agli
Ebrei né gli uni né gli altri. Del resto, noi pre-
ghiamo per loro, affinché si illumini il loro spi-
rito. Proprio oggi, noi celebriamo la festa di un
miscredente che, sulla via di Damasco, si è con-
vertito in maniera miracolosa al vero credo (San
Paolo). Così, se voi andate in palestina e lì sta-
bilite il vostro popolo, noi prepareremo delle
chiese e dei sacerdoti per battezzarvi tutti».

IL profEta EzEChIELE
E La ruSSIa

«... E verrai dal luogo dove stai, dall’estremità


del settentrione, tu con dei popoli numerosi te-
co (...) un potente esercito; salirai contro il mio
popolo d’Israele, come una nuvola che sta per
coprire il paese. Questo avverrà alla fine dei
giorni. Io ti condurrò contro il mio paese af-
finché le Nazioni mi conoscano quand’io mi
Theodor Herzl. santificherò in te sotto gli occhi loro, o Gog!»
(Ezechiele 38; 15-16; 650 a. C).
Le ossa secche «sono tutta la casa di Israele
che, senza speranza, è dispersa tra tutte le Na-
zioni del mondo» (Ezech. 37; 11); in queste os-
stato perseguitato. Anche gli Apostoli lo hanno sa «non c’era in esse spirito alcuno» (Ezech.
abbandonato. È solo dopo che Egli è cresciuto: è 37; 8); e poi «prima della restaurazione spiri-
solo dopo tre secoli che la Chiesa è stata stabili- tuale, il grande nemico del settentrione inva-
ta. Quindi, gli Ebrei hanno avuto tutto il tempo derà Israele» (Ezech. 38; 8,16).
per riconoscere la divinità di Gesù Cristo senza Ma Dio giudicherà da pari suo gli invasori
alcuna pressione esterna. Ma non l’hanno fatto nordici; e sarà questo che porterà Israele a ri-
e continuano a non farlo fino ad oggi». conoscere il vero Messia, Gesù Cristo, e a cre-
«Ma Santo Padre – gli dissi – la situazione degli dere in Lui (Ezech. 39; 6-8).
Ebrei è spaventosa. Io non so se Vostra Santità si

“Chiesa viva” *** Maggio 2020 3


IRLMAIER E APOCALISSE
– un confronto –
del dott. franco adessa

N el numero scorso di “Chiesa


viva”, abbiamo pubblicato un
articolo sulle doti di chiaroveggen-
6. Dalla Città d’Oro (Praga),
unità ammassate marciano da
Belgrado verso Roma e tre cu-
za del contadino tedesco alois Irl- nei blindati, senza preallarme,
maier; doti che furono confermate avanzano con la velocità del
dal giudice distrettuale di Salzach- lampo nel Nord del Danubio
per con un attestato giudiziario. sopra la Germania occidentale
Ciò che Irlmaier vide e descrisse verso il Reno.
sono eventi che si collocano nella 7. Tutto ciò che è d’ostacolo ai
fase finale degli scontri armati del- carri armati, sulle autostrade,
la Terza Guerra mondiale, e non verrà schiacciato.
solo sul teatro europeo e del Medio 8. Della città di Francoforte non
Oriente, ma anche in altri punti del rimane quasi niente.
globo. 9. I carri armati corrono giorno e
Lo scopo di questo articolo non è notte verso il distretto della
solo di collocare le visioni di Irl- Ruhr e nessuna di queste tre
maier all’interno del periodo delle armate tornerà più a casa.
sette coppe dell’ira di Dio, descrit- 10. Il drago giallo invade con-
te nel libro dell’Apocalisse di San temporaneamente alaska e
Giovanni, ma cercare la chiave, o Canada, ma non va lontano.
meglio, il vero scopo di queste ri- 11. L’acqua si alza da sè come
velazioni che, senza alcun dub- una torre e ricade, allora tut-
bio, sono state permesse da Dio. to è inondato.
In altre parole: qual è il messaggio 12. C’è un terremoto e metà del-
che Dio ha voluto fosse trasmesso all’umanità? la grande “Isola superba” affonderà; i paesi vicino
al mare sono in grande pericolo, il mare è molto in-
Il tema principale delle visioni di Irlmaier è la fase calda quieto ... le isole scompaiono e il clima cambia.
della Terza Guerra mondiale, che ha queste caratteristiche: 13. La grande città con l’alta torre di ferro (parigi) è in
fiamme, ma questo è stato fatto dalla propria gente,
1. Una nuova guerra divampa in Medio Oriente e grosse non da quelli che sono venuti dall’est. Posso vedere
forze navali fronteggiano ostilità nel Mediterraneo. esattamente che la città è rasa al suolo.
2. La scintilla scoppierà nei Balcani con l’assassinio di un 14. Anche negli uSa si arriva alle rivolte.
uomo di alto rango. 15. Anche in Italia sta andando selvaggiamente; nel “pae-
3. La rapidità con la quale, in Europa, si passerà dalla pa- se a stivale” scoppia una rivoluzione in cui uccidono
ce alla guerra. il clero, vedo dei preti dai capelli bianchi giacere morti
4. Una guerra che comincia all’alba (Oriente?) e avanza a terra. Dietro il Papa c’è un pugnale insanguinato, ma
molto rapidamente. penso che scampa vestito in una cappa di pellegrino.
5. Eserciti corazzati russi che filano verso Roma e occu- 16. La guerra non durerà molto.
pano la Germania fino al Reno, con armi potenti e stra- 17. Ma prima, vi saranno tre giorni di buio che dureranno
gi inenarrabili. 72 ore; diverrà buio di giorno… un colpo grandinan-

4 “Chiesa viva” *** Maggio 2020


Irlmaier insiste nel dire che la guerra sarà terribile ma bre-
ve, che “non durerà molto”; egli descrive certi aspetti vio-
lenti di questa guerra ed altri riportati anche nell’Apocalis-
se di San Giovanni, come ad esempio l’acqua che invade
le coste di interi continenti, la morte improvvisa di un nu-
mero sterminato di persone nel mondo e il periodo felice
che seguirà a tutte queste catastrofi.

L’aspetto più importante delle sue visioni e rivelazioni,


però, non riguarda i fatti, ma i tempi. Irlmaier, cioè, ci è
di grande aiuto nell’individuare l’anno e forse anche la
stagione, in cui si verificheranno questi terribili eventi, in-
dicandoci dei segni premonitori difficilmente confondibili
con altri:

1. Un segno sarà il gran caldo: sulla cima della montagna


Watzmann scomparirà la neve e i fiumi avranno così
poca acqua che si potranno guadare camminando;
2. Un altro segno è la successione di eventi che riguarda-
no in particolar modo la Germania:
– prima, vi sarà una prosperità mai vista;
– poi, un’apostasia come mai vista prima;
– poi una corruzione morale come non mai (“Quasi
tutti i governi saranno governati da Satana”);
– poi arriva un gran numero di stranieri nel paese;
– infine, una grande inflazione. Il denaro perderà
sempre più valore.

uN CoNfroNto
Copertina del dossier: “Apocalisse di S. Giovanni”.
Supponendo che gli eventi visti e descritti da Irlmaier si
sviluppino nella successione sopra indicata, cercheremo
di collocarli all’interno del periodo delle Sette coppe
dell’ira di Dio, descritte nel libro dell’Apocalisse di San
te, consistente in un lampo e tuono, e un sisma fa’ vi- Giovanni, citando anche alcune frasi pronunciate dalla
brare la terra. Non uscite di casa in quel tempo, non Madre di Dio, nelle sue Apparizioni di La Salette e di
aprite le finestre, copritele completamente di carta nera. Fatima, che sono state riconosciute come autentiche dal-
Fuori la morte da polvere va’ in giro, non guardate fuori la Chiesa.
dalle finestre e tenete accese le candele. E pregate.
18. Da un giorno all’altro, moriranno più uomini che ***
nella prima e Seconda Guerra mondiale. Iniziamo dicendo che le visioni di Irlmaier sono solamente
19. (In Russia) i grandi fra i capi del partito si suicidano e relative ad una guerra che scoppia d’improvviso, che ha
nel sangue la grande colpa è lavata via. breve durata e che ha, come teatro d’azione, la parte cen-
20. Vedo una massa rossa, mescolata con facce gialle, trale dell’Europa, inclusa l’Italia, e che si svolge anche in
c’è una rivolta generale e un’uccisione orribile. altre nazioni del mondo, sotto forma di invasione e di ri-
21. La croce viene di nuovo onorata. I russi cantano la volte. Nelle sue rivelazioni, pertanto, non troviamo gli
canzone di pasqua e bruciano candele davanti a im- eventi di quelle coppe dell’ira di Dio che non sono diretta-
magini sacre. Per le preghiere della cristianità il mo- mente associati alla guerra, e cioè:
stro dell’inferno muore; anche i giovani credono di
nuovo nell’intercessione della Madre di Dio. – la prima coppa, che ha il compito di smascherare i tra-
22. La gente è timorata di Dio in modo diverso. Le leg- ditori ai vertici della Chiesa;
gi, che portano morte ai bambini, sono invalidate. – la Quarta coppa, con la quale Dio colpisce certe nazio-
Si instaura un ordine politico nuovo – e molto antico. ni col fuoco per far pagare loro il debito in vite umane
23. Dopo questi eventi, viene un lungo tempo felice. che non è stato saldato con la Seconda coppa;
Quelli che saranno sopravvissuti si rallegreranno e – la Quinta coppa, con la quale Dio colpisce il trono del-
si stimeranno fortunati. la bestia, o meglio, la corte di Lucifero e cioè uomini
24. Ma i sopravvissuti dovranno cominciare laddove “che si morderanno la lingua per il dolore e bestemmie-
hanno iniziato i loro nonni. ranno il Dio del cielo”.

“Chiesa viva” *** Maggio 2020 5


Gli eventi della guerra che scoppierà d’improvviso, con
“eserciti corazzati che filano verso Roma e occupano la
Germania fino al Reno”, si devono collocare nella fase fi-
nale della Prima coppa dell’ira di Dio, poiché, al termine
della descrizione dettagliata di questi eserciti in azione,
Irlmaier dice: “Il drago giallo invade contemporanea-
mente alaska e Canada, ma non va lontano”.

Vediamo perché “il drago giallo” (la Cina), per invadere


l’Alaska e il Canada, deve usare una flotta e questo signi-
fica che la Seconda coppa dell’ira di Dio non ha ancora
avuto luogo, e se “Il drago giallo ... non va lontano”, è
molto probabile che sia una conseguenza dell’immediato
avvento della Seconda coppa dell’ira di Dio che, nell’arco
di tempo di due giorni, devasterà tutte le coste del mondo,
annientando ogni potenza marittima.
Infatti, subito dopo, Irlmaier dice: «L’acqua si alza da sè
come una torre e ricade, allora tutto è inondato... i pae-
si vicino al mare sono in grande pericolo, il mare è mol-
to inquieto ... C’è un terremoto e metà della grande
“Isola superba” affonderà, i paesi vicino al mare sono
in grande pericolo, il mare è molto inquieto ... le isole
scompaiono e il clima cambia».
Queste parole sembrano proprio riferirsi alla Seconda cop-
pa dell’ira di Dio, che è così descritta nel libro dell’Apoca-
lisse: «... Come una montagna di fuoco fu scagliata in
mare. un terzo del mare divenne sangue ... ».
La Madonna di Fatima, nel suo Terzo Segreto, descrive
così questo evneto: riferendosi a questo evento:

«... le acque degli oceani diverranno vapori e la


schiuma s’innalzerà tutto sconvolgendo e tutto
affondando. Milioni e milioni di uomini periran- Queste visioni di odii, discordie, menzogne, rivolte, rivo-
no di ora in ora: coloro che resteranno in vita, luzioni, incendi, devastazioni e omicidi denotano eventi
invidieranno i morti. Da qualunque parte si vol- relativi alla Terza coppa dell’ira di Dio, così sinteticamen-
gerà lo sguardo, sarà angoscia, miseria, rovine te descritta nell’Apocalisse:
in tutti i paesi».
«Il terzo angelo versò la sua coppa nei fiumi e
Questa sarà una catastrofe immane che riguarderà il mon- nelle sorgenti delle acque, e diventarono san-
do intero e, come un giorno mi disse Don Luigi Villa: «I gue... Allora, udii l’Angelo delle acque che diceva:
popoli e le nazioni non vanno né all’Inferno, nè in Paradi- “Sei giusto, tu che sei e che eri,
so, ma devono pagare i loro peccati sulla terra. Per tu il Santo, poiché così hai giudicato.
compiere la sua Giustizia, Dio usa guerre e disastri natura- Essi hanno versato il sangue di santi e di profeti;
li, e in questo modo, punisce gli assassinii e le altre colpe tu hai dato loro sangue da bere:
gravi dei popoli», aggiungendo: «Dio, con la Seconda ne sono ben degni!» (Ap. 16, 4-6).
coppa della Sua ira, presenterà il “conto” ad ogni po-
polo e nazione: tante vite umane hanno ucciso, altret- Sul “sangue versato di santi e di profeti” e sull’affronto
tante vite umane Dio richiederà». fatto al vero papa (il card. Giuseppe Siri che, eletto nel
1958, prese il nome di Gregorio XVII e che fu poi rieletto
Irlmaier, poi, parla di Parigi in fiamme, di rivolte negli papa nel 1963 e nel 1978), la Madonna de La Salette,
Stati Uniti e di una rivoluzione nel “paese a stivale”: nel suo Messaggio, disse:
«La grande città con l’alta torre di ferro (parigi) è in
fiamme, ma questo è stato fatto dalla propria gente, non «Il Vicario di Mio Figlio dovrà soffrire molto, per-
da quelli che sono venuti dall’est. Posso vedere esattamen- ché, per un tempo, la Chiesa sarà abbandonata a
te che la città è rasa al suolo». grandi persecuzioni: quello sarà il tempo delle te-
«Anche negli uSa si arriva alle rivolte». «Anche in Ita- nebre. La Chiesa avrà una crisi orrenda!
lia sta andando selvaggiamente; nel “paese a stivale” La santa Fede di Dio, essendo dimenticata, ogni in-
scoppia una rivoluzione in cui uccidono il clero, vedo dividuo vorrà guidare se stesso, ed essere superiore
dei preti dai capelli bianchi giacere morti a terra...». ai suoi simili. (...)

6 “Chiesa viva” *** Maggio 2020


La Madonna di fatima, nel suo terzo Segreto, dice:

«un grande castigo cadrà sull’intero genere uma-


no (...) In nessuna parte del mondo vi è ordine, e
Satana regnerà sugli alti posti, determinando
l’andamento delle cose. Satana effettivamente
riuscirà ad introdursi fino alla sommità della
Chiesa (...) La Chiesa verrà offuscata e il mondo
sconvolto dal terrore. (...) Vi sarà morte ovunque a
causa degli errori commessi dagli insensati e dai
partigiani di Satana il quale allora, e solamente
allora, regnerà sul mondo».

Da queste citazioni si desume che “le acque e le sorgenti


dei fiumi che diventano sangue” indicano l’entroterra e
quindi una guerra prevalentemente terrestre. Il periodo che
precede la Grande Guerra, ossia la fase violenta della
terza Guerra mondiale, è quindi caratterizzato e prece-
duto dai seguenti principali eventi:

– una grande sofferenza del Vicario di Cristo;


– la corruzione del clero;
– una crisi orrenda della Chiesa;
– la Chiesa abbandonata a grandi persecuzioni;
– Satana che si introdurrà fino alla sommità della Chiesa;
– Roma che diventerà la sede dell’Anticristo;
– il dominio di Satana sugli alti posti;
– la perdita della Fede nel popolo;
– l’ordine e la giustizia calpestati;
– l’accanimento dei governanti civili nel voler abolire
qualsiasi principio religioso e nel voler diffondere mate-
rialismo, ateismo e ogni altra sorta di vizio;
roma perderà la fede e diventerà la sede – odii, omicidi, menzogne, discordie e assenza di amore
dell’anticristo! per la patria e per la famiglia;
Si aboliranno i poteri civili ed ecclesiastici. ogni – il tempo delle tenebre.
ordine e ogni giustizia saranno calpestati. Non
si vedranno che omicidi, odio, gelosie, menzogne In questo periodo di tenebre, la Madonna de La Salette
e discordie, senz’amore per la patria né per la rivolge un appello alla terra:
famiglia! (...) I governanti civili avranno tutti
lo stesso disegno, che sarà quello di abolire e di «Io chiamo i veri imitatori di Cristo fatto uomo,
far sparire qualsiasi principio religioso per far il vero e solo Salvatore del mondo (...) Infine, Io
posto al materialismo, all’ateismo (...) e ad ogni chiamo gli apostoli degli ultimi tempi, i discepoli
altra sorta di vizi. (...) di Gesù Cristo, che hanno vissuto nel disprezzo e
Al primo colpo della Sua spada fulminante, le nel silenzio, nella preghiera e nella mortificazione,
montagne e tutta la natura tremeranno di spa- nella castità e nell’unione con Dio, nella sofferenza
vento, perché i disordini e i crimini degli uomini e sconosciuti al mondo.
forano la volta celeste. È tempo che escano e vengano ad illuminare la ter-
parigi sarà bruciata e Marsiglia inghiottita: ra. andate e mostratevi come i Miei figli predi-
molte altre grandi città saranno scosse e inghiot- letti. Io sono con voi e in voi, purché la vostra fe-
tite da terremoti; si crederà che tutto sia perduto; de sia la luce che vi illumina in questi giorni di
non si vedranno che omicidi, non si udiranno disgrazia. Che il vostro zelo vi renda come degli
che fragor d’armi e bestemmie. affamati per la gloria e l’onore di Gesù Cristo!
Sciagura agli abitanti della terra! (...) Il sangue Combattete figli della luce, voi piccolo numero
scorrerà ovunque. (...) roma pagana scompa- che ci vedete, perché ecco il tempo dei tempi, la
rirà (...) tutto l’universo sarà colpito dal ter- fine delle fini!».
rore e molti si lasceranno sedurre, perché non
hanno adorato il vero Cristo vivente in mezzo a Sembra proprio che la corruzione del clero, la perdita della
loro. (...) È il tempo. Il sole si oscura, la fede fede, il materialismo, l’ateismo e ogni sorta di vizio siano
sola vivrà!». ormai parte della storia recente e del presente.

“Chiesa viva” *** Maggio 2020 7


Dell’avvenimento principale della Terza coppa dell’ira di
Dio, Irlmaier non parla, poiché le sue visioni sono focaliz-
zate sul teatro europeo. L’evento principale della Terza
coppa, nell’Apocalisse di San Giovanni, infatti, riguarda
l’invasione di Israele da parte della Russia (il Re del Nord)
e dei suoi alleati:

«... e verrai dal luogo dove stai, dall’estremità del


settentrione, tu con dei popoli numerosi teco (...)
un potente esercito; salirai contro il mio popolo
d’Israele, come una nuvola che sta per coprire il
paese. Questo avverrà alla fine dei giorni. Io ti
condurrò contro il mio paese affinché le Nazioni
mi conoscano quand’io mi santificherò in te sot-
to gli occhi loro, o Gog!» (Ezechiele 38; 15-16; 6).

Ezechiele parla della restaurazione degli Ebrei in pale-


stina, reduci da una lunga dispersione di dimensioni mon-
diali. In Ezech. 26; 8 e 37, si parla di restaurazione mate-
riale, come Nazione, cui seguirà la rinascita spirituale.
Vi si dice, cioè, che le ossa secche «sono tutta la casa di
Israele che, senza speranza, è dispersa tra tutte le Na-
zioni del mondo» (Ezech. 37; 11); e che in queste ossa
«Non c’era in esse spirito alcuno» (Ezech. 37; 8); e poi
(Ezech. 38 e 39) che «prima della restaurazione spiri-
tuale, il grande nemico del settentrione invaderà Israe- 28 settembre, 2000. L’ingresso di Sharon, con centinaia di agenti e poliziotti,
le» (Ezech. 38; 8,16), e sarà questo che porterà Israele a nella spianata delle Moschee per visitare il Monte del Tempio, luogo sacro ai
riconoscere il vero Messia, Gesù Cristo e a credere in musulmani, fu un drammatico gesto dimostrativo che, secondo molti, portò
alla Seconda Intifada palestinese. I due vertici dell’ordine degli Illuminati
Lui (Ezech. 39; 6-8). Zaccaria predice che un terzo degli di Baviera: il generale americano albert pike e Giuseppe Mazzini non ave-
Ebrei, viventi in quel periodo, si convertiranno a Cristo e vano forse scritto che la terza Guerra mondiale avrebbe dovuto scoppiare
tra il Sionismo politico (incluso lo Stato d’Israele) e l’Islam, perché si di-
proclameranno il Signore come loro Dio! struggessero a vicenda, insieme a tutte le altre nazioni?
E la Madonna di Fatima, nel Terzo Segreto, non aveva forse detto che una
grande guerra si sarebbe scatenata nella seconda metà del 20° secolo?
«E in tutto il paese avverrà – dice l’Eterno – che i
due terzi saranno sterminati e periranno, ma
l’altro terzo sarà lasciato. E metterò quel terzo nel
fuoco e lo affinerò come si affina l’argento; lo pro-
verò come si prova l’oro. Essi invocheranno il
mio nome e io li esaudirò. Io dirò: È il mio popo- è un intervento voluto da Dio per colpire il trono della be-
lo! Ed esso dirà: Il Signore è il mio Dio!» (Zacca- stia, e ossia il regno dell’anticristo, non intesi fisica-
ria 13; 8-9). mente come “trono”, “luogo” o “tempio”, ma come “uo-
mini”. Infatti:
Nelle visioni di Irlmaier non vi è alcuna traccia della
Quarta coppa dell’ira di Dio, probabilmente perché non ha «Il quinto angelo versò la sua coppa sul trono
alcun collegamento con la guerra, ed è soltanto un inter- della bestia e il suo regno fu avvolto dalle tene-
vento voluto da Dio per saldare il conto dei delitti com- bre. Gli uomini si mordevano la lingua per il do-
messi dalle nazioni che non hanno le coste, o che, pur lore e bestemmiarono il Dio del cielo a causa dei
avendole, non hanno pagato i loro debiti, con la Seconda dolori e delle piaghe, invece di pentirsi delle loro
coppa: azioni» (Apoc. 16; 10-11).

«Il quarto angelo versò la sua coppa sul sole e gli Molto probabilmente, con questa coppa, Dio colpirà gli
fu concesso di bruciare gli uomini con il suo fuo- uomini che fanno parte della Corte di Lucifero, detta
co. E gli uomini bruciarono per il terribile calore anche “Nono Cerchio”; uomini che hanno potere e auto-
e bestemmiarono il nome di Dio che ha in suo rità luciferina e che sono i dignitari che si trovano intor-
potere tali flagelli, invece di ravvedersi per ren- no al suo “trono”.
dergli omaggio» (Apoc. 16; 8).
Sempre insistendo ancora sul fatto che la “guerra non du-
Irlmaier non accenna neppure ad eventi che possano avere rerà molto”, Irlmaier afferma che «Vi saranno tre giorni
un riferimento con la Quinta coppa dell’ira di Dio, perché di buio che dureranno 72 ore; diverrà buio di giorno…»,
anch’essa a sua volta non ha riferimenti con la guerra, ma e ci consiglia di non uscire di casa, di non aprire e di non

8 “Chiesa viva” *** Maggio 2020


In questa coppa dell’ira di Dio, dopo esser stato facilitato
il passaggio ai “re dell’Oriente”, prosciugando il fiume
Eufrate e dopo che le tre bestie del Regno dell’Anticristo
hanno preparato lo scontro finale a livello mondiale, vi è
l’intervento di Dio “che viene come un ladro”.
Parlando di questo tempo, Isaia già diceva:

«Ecco, che il Signore vuota la terra e la rende


deserta; ne sconvolge la faccia e ne disperde gli
abitanti» (...) «La terra è profanata dai suoi abi-
tanti (...) perciò una maledizione ha divorato la
terra e i suoi abitanti ne portano la pena; perciò
gli abitanti della terra sono consumati e poca è
la gente rimasta» (Is. 24; 1, 5-6).

Anche la Madonna de La Salette parla di questo inter-


vento del Signore:

«... I giusti soffriranno molto; le loro preghiere, la


loro penitenza e le loro lacrime saliranno fino al
Cielo, e tutto il popolo di Dio chiederà perdono e
misericordia e chiederà la Mia intercessione! allo-
ra Gesù Cristo, con un atto della Sua Grande
Misericordia per i giusti, comanderà ai Suoi an-
geli che tutti i Suoi nemici siano messi a morte.
Di colpo, i persecutori della Chiesa di Gesù Cri-
sto e tutti gli uomini dediti al peccato moriranno
e la terra diventerà come un deserto!».

Ma questo non pone ancora la parola fine ai travagli del-


l’umanità: prosciugato il fiume Eufrate, i re dell’Oriente
Una esercitazione di reparti dell’esercito cinese (cioè i cinesi) approfittando del caos causato dal conflitto
come preparazione alla guerriglia.
in Medio Oriente e in Israele, si lanciano alla conquista dei
continenti Euro-Afro-Asiatico. Il numero di questi soldati,
che avanzeranno via terra, sarà immenso: saranno milioni
e milioni i soldati che la Cina ha preparato e pianificato da
lungo tempo, per questa guerra di conquista.
guardare fuori dalle finestre, di tenere accese le candele In tempi più recenti, nell’agosto 2005, il Ministro della Di-
benedette e di pregare, dando poi un’idea dei morti che ci fesa, Chi haotian, tenne un discorso davanti ad un sele-
saranno in questi tre giorni: «Da un giorno all’altro, mo- zionato gruppo di alti gradi militari dell’Armata Popolare,
riranno più uomini che nella prima e Seconda Guerra sulla strategia di conquista di uno spazio vitale per il popo-
mondiale», e i morti, provocati da queste due guerre, sono lo cinese: «Nei prossimi 5-10 anni”, la Cina avrà biso-
circa settanta milioni. gno di “uno spazio vitale più ampio”, indicando gli Sta-
Questi tre giorni di buio, con la loro ecatombe di morti, è ti uniti, il Canada e l’australia come i paesi da coloniz-
un riferimento alla Sesta coppa dell’ira di Dio, così pre- zare». Questo discorso era segreto, ma dissidenti cinesi lo
sentata nel libro dell’Apocalisse: fecero avere al giornalista americano Hal Turner che lo
pubblicò in cinese e in inglese.
«Il sesto angelo versò la sua coppa sopra il gran- In sintesi, i punti principali del discorso di Haotian furono:
de fiume Eufrate e le sue acque furono prosciu-
gate per il passaggio ai re dell’oriente. Poi dalla – Il primo nemico sono gli USA: lo scontro è inevitabile.
bocca del drago e dalla bocca della bestia e dalla – Le armi da usare sono quelle biologiche.
bocca del falso profeta vidi uscire tre spiriti im- – La morte è il motore che fa avanzare la storia.
mondi, simili a rane: sono infatti spiriti di demoni – È stato Confucio il fondatore della nostra cultura.
che operano prodigi e vanno a radunare tutti i re di – Noi veneriamo i saggi, perciò non abbiamo alcun Dio.
tutta la terra per la guerra del gran giorno di Dio – La nostra forza è l’ateismo e l’unità della Cina.
onnipotente. Ecco, io vengo come un ladro. Beato – Siamo superiori ai tedeschi perché noi siamo atei totali.
chi è vigilante e conserva le sue vesti per non an- – La guerra è la levatrice del secolo della Cina.
dare nudo e lasciar vedere le sue vergogne» – La ragione del nostro sviluppo economico consiste
(Apoc. 16; 12-16). tutto nella preparazione necessaria alla guerra.

“Chiesa viva” *** Maggio 2020 9


RE DEL NORD
RE DELL’ORIENTE

Eufrate

RE DEL
MEZZOGIORNO

«Il sesto angelo versò la sua coppa sopra il grande fiume Eufrate e le sue acque furono prosciugate per il passaggio ai re dell’Oriente» (Apoc. 16; 12).

– Più dell’80% dei giovani intervistati sono disposti a Che ne sarà di questa povera umanità?
“uccidere donne, bambini e prigionieri di guerra”. Isaia parla di una terribile carneficina che avverrà a sud
– Nascondiamo i fini ultimi e aspettiamo l’occasione op- del Mar Morto, nell’antica Edom:
portuna.
– Se il partito cade, tutto è perduto per sempre. «Chi è costui che viene da Edom, da Bozra con
– anche se metà della popolazione cinese morirà, essa vesti tinte di rosso? (...) Nel tino ho pigiato da so-
si riprodurrà. lo e del mio popolo nessuno era con me.
– Il popolo cinese sosterrà il Partito finché il partito sarà Li ho pigiati con sdegno, li ho calpestati con ira.
capace di espandersi fuori dalla Cina. Il loro sangue è sprizzato sulle mie vesti e mi sono
– La storia dimostra che quando una nazione ha vinto macchiato tutti gli abiti, poiché il giorno della
un’altra nazione non è riuscita poi ad eliminare tutta vendetta era nel mio cuore e l’anno del mio ri-
la popolazione nemica, perché non bastavano le spade scatto è giunto» (Is. 63; 1-4).
e le mitragliatrici.
L’apostolo S. Giovanni parla, addirittura, di persone
Quindi, questo è un piano di guerra per la conquista di uno sgozzate in tale quantità che il loro sangue giungerà fino ai
“spazio vitale” per i cinesi, come lo era stato per i tedeschi freni dei cavalli per una distanza di circa 200 miglia da
per la loro espansione verso la Russia. Ciò che viene pro- nord a sud di Gerusalemme:
spettato in questo piano è che le popolazioni delle nazioni
conquistate “devono essere eliminate”. E ciò non con “le «Il tino fu pigiato fuori della città e dal tino uscì
spade e le mitragliatrici” perché queste “non bastano mai”. sangue fino al morso dei cavalli, per una distan-
Riassumendo, si possono fare le seguenti considerazioni: za di duecento miglia» (Apoc. 14, 20).
dopo la seconda coppa dell’ira di Dio, che devasterà le co-
ste di tutti i continenti, con tutta probabilità gli Stati Uniti Spaventoso! Incredibile!
non esisteranno più come potenza mondiale, e non vi sa- Eppure Gesù stesso ha detto:
ranno più navi disponibili per il trasporto di migliaia e mi-
gliaia di uomini, pertanto, la strategia della conquista di «... perché allora vi sarà una grande afflizione,
Stati Uniti, Canada e Australia, illustrata dal Ministro Chi tale che non v’è stata l’uguale dal principio del
haotian, dovrà subire un rapido aggiornamento. L’unica mondo fino ad ora, né mai più vi sarà» (Mt. 24-
via, pertanto, rimarrà quella di terra e riguarderà la conqui- 21).
sta cinese del Medio Oriente, come primo passo per la
successiva conquista dei tre continenti: asia, africa, Eu- Le armate cinesi saranno un esercito di terra di un’impo-
ropa. nenza mai vista nella storia dell’umanità!

10 “Chiesa viva” *** Maggio 2020


Irlmaier ha detto: «(In Russia) i grandi fra i capi del partito «La gente è timorata di Dio in modo diverso. Le leggi,
si suicidano e nel sangue la grande colpa è lavata via». che portano morte ai bambini, sono invalidate. Si in-
«Vedo una massa rossa, mescolata con facce gialle, c’è staura un ordine politico nuovo – e molto antico».
una rivolta generale e un’uccisione orribile». «Dopo questi eventi, viene un lungo tempo felice. Quelli
Questi fatti possono facilmente essere legati alla Settima che saranno sopravvissuti si rallegreranno e si stime-
coppa dell’ira di Dio, così descritta nel libro dell’Apoca- ranno fortunati». «Ma i sopravvissuti dovranno comin-
lisse di San Giovanni: ciare laddove hanno iniziato i loro nonni».

«Il settimo angelo versò la sua coppa nell’aria e La Madonna de La Salette, al termine del suo Messag-
uscì dal tempio dalla parte del trono un voce poten- gio, afferma:
te che diceva: “È fatto!”. Ne seguirono folgori, «allora, l’acqua e il fuoco purificheranno la ter-
clamori e tuoni accompagnati da un grande terre- ra e consumeranno tutte le opere dell’orgoglio
moto, di cui non vi è mai stato l’eguale da quan- degli uomini, e tutto sarà rinnovato: Dio sarà
do gli uomini vivono sopra la terra. La grande servito e glorificato».
città si squarciò in tre parti e crollarono le città del-
le Nazioni. Dio si ricordò di Babilonia la grande, E la Madonna di fatima conclude il suo Terzo Segreto
per darle da bere la coppa di vino della sua ira con queste parole:
ardente. Ogni isola scomparve, e i monti si dile-
guarono. E grandine enorme del peso di mezzo «In ultimo, allorquando quelli che sopravviveranno
quintale scrosciò dal cielo sopra gli uomini e gli ad ogni evento, saranno ancora in vita, proclame-
uomini bestemmiarono Dio a causa del flagello del- ranno nuovamente Iddio e la Sua Gloria, e Lo
la grandine, poiché era davvero un grande flagello» serviranno come un tempo, quando il mondo
(Apoc. 16; 17-21). non era così pervertito».

Questa coppa “versata nell’aria” è l’atto conclusivo del-


l’intervento di Dio contro i rimanenti nemici della Chiesa
di Cristo. Dio scatenerà un terremoto mai visto prima di
allora, farà crollare le città delle Nazioni, farà scomparire
isole e montagne, e userà la grandine del peso di mezzo
quintale come ultimo flagello, probabilmente annientan-
do anche l’immenso esercito cinese già penetrato all’inter-
no delle nazioni.
Le popolazioni sopravvissute comprenderanno che questo
è stato un intervento divino che li ha salvati e si converti-
ranno. E questa è la vera e unica via per la pace: la con-
versione al vero e unico Dio e avere nel cuore la pace di
Cristo, unico redentore dell’umanità!
A questo proposito, è interessante leggere la quinta profe-
zia della Madonna di Lourdes che, nel 1879, Bernadette
inviò al Papa Leone XIII.
Dopo aver detto che il 21° secolo sarà una nuova èra del-
la fede su tutta la terra e che la potenza della Chiesa
sarà più grande che mai, la Madonna parla dello scontro
tra i seguaci di Maometto e le Nazioni cristiane dicendo:

«Ma alla fine, è il segno della Croce che vincerà e


tutti i musulmani si convertiranno al Cristiane-
simo. Seguirà un secolo di pace e di felicità perché
tutte le nazioni deporranno le armi. (...) Il 21° seco-
lo sarà nominato “La seconda Età dell’oro
dell’umanità”».

Irlmaier conclude l’insieme delle sue visioni con queste


parole confortanti:
«La croce viene di nuovo onorata. I russi cantano la
canzone di pasqua e bruciano candele davanti a imma-
gini sacre. Per le preghiere della cristianità il mostro del-
l’inferno muore; anche i giovani credono di nuovo nel-
l’intercessione della Madre di Dio». Maria, Ausilio dei cristiani.

“Chiesa viva” *** Maggio 2020 11


PENTIMENTO PUBBLICO
DI BENEDETTO XVI
Patriarcato Cattolico Bizantino

Monsignor Joseph Ratzinger, 3. Giovanni paolo II ha ac-


Benedetto XVI colto nella Chiesa i masso-
ni (nuovo Codice di diritto
Sua Eminenza, canonico, 1983).
recentemente, il mondo cri-
stiano è venuto a conoscenza 4. Giovanni paolo II è rima-
della notizia che Lei è coauto- sto in silenzio di fronte alla
re del libro che difende il ce- diffusione di eresie del neo
libato sacerdotale che Bergo- modernismo, approvando-
glio ha intenzione di abolire. le con questo suo compor-
Tuttavia, Monsignor Gan- tamento.
swein ha annunciato l’infor-
mazione che Lei non sarebbe 5. Giovanni paolo II ha ta-
il coautore. ciuto nei confronti del sin-
Il Patriarcato Cattolico Bizan- Elia,
Patriarca del Patriarcato Cattolico Bizantino. cretismo del Concilio Vati-
tino, che sta esercitando il mi- cano II ed egli stesso ha
nistero profetico, è stato isti- compiuto dei gesti sincreti-
tuito nel 2011. Il Patriarcato stici.
difende le basi della fede e
della morale. Purtroppo, il primo passo serio che Se i fedeli seguissero questo cosiddetto “santo pa-
fu obbligato a compiere è stata la dichiarazione pa” essi finirebbero all’inferno.
pubblica dell’anatema su di Lei, papa Benedet- Sua Eminenza, poiché Lei ha elevato questo pon-
to, a causa della beatificazione di Giovanni pao- tefice all’altare, facendo questo Lei ha elevato
lo II, nonostante ripetuti avvertimenti. Allo stesso all’altare la via dell’apostasia. E questo è un cri-
tempo, è stato anche scomunicato postumamente mine maggiore di quelli di Giovanni paolo II.
questo beato, proclamato da Lei invalidamente. Giovanni Paolo II non né beato né santo; egli si è
Il motivo della scomunica postuma era seguente: escluso dalla Chiesa in modo simile a quello di
papa Onorio (VII secolo). Ma anche Lei (Bene-
1. Giovanni paolo II ha organizzato e realizzato detto XVI) si è escluso dalla Chiesa.
il sincretismo ad Assisi (1986). Dio, nella Sua misericordia, attraverso il Patriar-
cato Cattolico Bizantino, Le dà la possibilità di ri-
2. Giovanni paolo II è rimasto in silenzio di muovere l’anatema nel quale Lei è incorso. Ciò,
fronte ai crimini omosessuali e pedofili nella però, richiede un pentimento pubblico, come quel-
Chiesa e li ha coperti in piena consapevolezza. lo che, ora, noi Le presentiamo come esempio:
12 “Chiesa viva” *** Maggio 2020
Sua Eminenza,
SoLo SE LEI
«Io, Joseph Ratzinger, Benedetto XVI,
MaNIfEStErÀ puBBLICaMENtE
durante il mio pontificato, ho procla- QuESto pENtIMENto,
mato beato Giovanni paolo II. Ma LEI rIuSCIrÀ a DIMoStrarE
ora, io revoco e dichiaro invalida la La Sua pIENa
sua beatificazione poiché essa con- IDENtIfICazIoNE CoN ESSo.
traddice l’insegnamento della Chiesa, IN taL MoDo, LEI potrÀ rIMuoVErE
producendole un grande danno spiri- L’aNatEMa ChE GraVa Su DI LEI,
tuale e morale. E SoLo CoSÌ LEI potrÀ
NoN aVEr pIÙ paura
Riconosco che, da papa, io ho sono
DI VarCarE La SoGLIa DELLa MortE
punibile per: E prESENtarSI DaVaNtI
aL GIuDIzIo DI DIo.
1. aver trascurato di condannare
chiaramente le attuali eresie del mo- + Elia
dernismo che negano la divinità di Patriarca del Patriarcato Cattolico Bizantino
Cristo, la Sua resurrezione reale e + Metodio, OSBMr + Timoteo, OSBMr
storica e l’ispirazione divina della Vescovi segretari
del Patriarcato Cattolico Bizantino
Scrittura, come lo fece Pio X;
(Praga, 6 febbraio 2020)
2. aver trascurato di condannare, con
autorità pontificia, il sincretismo del
Concilio Vaticano II che ha procla-
mato il rispetto per i culti pagani, di
fatto per i loro demoni. Questo è il
peccato contro il primo Comanda-
mento;

3. aver commesso la colpa, compien-


do questi due atti fondamentali, di
causare i frutti distruttivi, come quelli
affermati in Romani 1, 18-25. Per que-
sto motivo, l’omosessualità si è diffu-
sa perfino nei luoghi più alti della
Chiesa, e nel mondo ha preso il domi-
nio l’ideologia satanica del genere;

Sono consapevole che, senza il mio


pentimento per questi crimini e pecca-
ti, non può iniziare un vero rinnova-
mento e una vera riforma nella Chiesa.
Se io avessi avuto il vero pentimen-
to, non avrei mai potuto beatificare
un papa apostata».

“Chiesa viva” *** Maggio 2020 13


ABBIAMO SEMINATO VENTO
RACCOGLIEREMO TEMPESTA
Breve sintesi del testo scritto dal dott. Benjamin h. freedman
al dott. David Goldstein, ebreo convertito al Cattolicesimo.

C
osì scriveva il dott. Benja- E non pensa, caro dottor Gold-
min H. Freedman al dott. stein, che sia giunta l’ora che que-
David Goldstein, ebreo sto ben custodito segreto della sto-
convertito al cattolicesimo, il 10 ria sia trattato alla luce del sole?
ottobre 1954: Nel 1948, al Pentagono in Wa-
Caro dottor Goldstein, senza una shington, ad una grande assemblea
conoscenza completa e precisa del- costituita dai più alti ufficiali del-
l’origine e della storia dei cosid- l’Esercito degli Stati Uniti, io pre-
detti o sedicenti “ebrei” in Euro- sentai la situazione geopolitica ed
pa orientale, è del tutto impossi- esplosiva dell’Europa Orientale e
bile per Lei o per chiunque altro del Medio Oriente, come una po-
comprendere l’influenza deleteria tenziale minaccia per la pace del
che il talmud ha esercitato per mondo, esponendo all’Assemblea
dieci secoli, come pure é impossi- la storia segreta dei Cazari e del
bile comprendere il corso della loro regno, per far comprendere
storia mondiale che scorre lungo correttamente ciò che è accaduto
la strada del dominio ebraico sul nel mondo dalla Rivoluzione bol-
mondo, senza destare sospetti e scevica in Russia del 1917.
indossando l’innocente travesti- I Cazari non erano “semiti”, ma
mento di una presunta fede reli- Ebrei askenaziti.
un popolo asiatico mongoloide,
giosa, come unico meccanismo di che gli antropologi moderni chia-
difesa. mano razza turco-finlandese.
Lei forse si stupirà che, con un mio Da tempo immemorabile, la patria
studio, contrariamente alla creden- dei Cazari era situata nel cuore
za accettata dai cristiani, ho dimostrato che i cosiddetti dell’Asia ma, essendo essi un popolo bellicoso, provocaro-
“ebrei”, in ogni periodo della loro storia in Europa no la loro cacciata da parte delle nazioni dell’Asia con le
orientale, non sono mai stati la leggendaria “decima quali essi erano continuamente in guerra. Così, nel 1° se-
tribù perduta” della tradizione biblica. colo A.C., i Cazari invasero l’Europa orientale e,
Questi “ebrei” dell’Europa orientale della storia moder- avendo un potente esercito, non ebbero difficoltà a conqui-
na non possono legittimamente trovare un loro singolo an- stare e sottomettere le 25 nazioni pacifiche residenti nel-
tico progenitore che abbia mai messo nemmeno un piede l’Europa Orientale e così, in un periodo di tempo relativa-
sul suolo della Palestina, nell’era della storia biblica. mente breve, i Cazari stabilirono il regno più grande e
La mia ricerca ha anche rivelato che questi cosiddetti potente d’Europa e, probabilmente, anche il più ricco.
“ebrei” non sono mai stati “semiti” e non possono e I Cazari erano un popolo pagano che praticava il culto
non potranno mai costituire il leggendario “popolo fallico e altre forme di culti idolatrici fino al 7° secolo. Le
eletto”, per quanta immaginazione si possa usare anche se forme abominevoli di eccessi sessuali del loro culto reli-
vocalmente usata da un certo clero cattolico, dall’alto dei gioso produsse una tale degenerazione morale che il caza-
suoi pulpiti. ro re Bulan decise di abolire le loro pratiche idolatriche e
Potrebbe Lei, forse, spiegarmi perché l’origine e la storia fondare una Religione di Stato, che doveva essere scelta
dei Cazari e del regno Cazaro siano stati così sottil- fra le tre religioni monoteiste. Escluso il Cristianesimo e
mente occultati al mondo per così “tanti secoli? E quale l’Islam, Re Bulan scelse il culto religioso allora chiamato
segreto e misterioso potere è stato quello in grado di elimi- “talmudismo” ed ora conosciuto e praticato come “Giu-
nare, per generazioni e generazioni, l’origine e la storia dei daismo”.
Cazari dai libri e dai corsi di storia di tutto il mondo? Questo evento è ben documentato nella storia.

14 “Chiesa viva” *** Maggio 2020


quali adottarono l’alfabeto ebraico portato loro dai rabbini
di Babilonia e il re Bulan decretò che i caratteri ebraici
dovevano diventare l’alfabeto per la lingua dei Cazari,
ma l’adozione di questi caratteri ebraici non aveva alcuna
implicazione razziale, politica o religiosa.
Dalla conquista russa del regno Cazaro, la lingua parlata
dei Cazari è conosciuta come “Yiddish”, e per circa sei
secoli, i cosiddetti “Ebrei” dell’Europa Orientale, identifi-
cavano la loro nazionalità, non nella nazione di cui erano
cittadini, ma nella lingua “Yiddish” che essi parlavano.
Poiché mandavano i figli alle scuole e università tedesche,
i Cazari, adottarono molte delle loro parole, senza però
che il linguaggio “Yiddish” diventasse un dialetto tedesco,
ma il nome moderno della madre-lingua dei Cazari.
Inoltre, come molte lingue europee, pur usando lo stesso
alfabeto, sono totalmente diverse tra loro, la lingua “Yid-
dish” non deve essere confusa con la lingua “Ebraica”,
solo perché entrambe utilizzano gli stessi caratteri nei loro
alfabeti. Infatti, non esiste una parola di “yiddish” nel-
l’antica lingua “ebraica”, come non esiste una parola di
antico “ebraico” nella lingua “yiddish”.
La lingua “Yiddish” è il denominatore comune per tutti i
Il Regno Cazaro e la sua espansione nel’’VIII e IX secolo D.C. cosiddetti o sedicenti “ebrei” in tutto il mondo ed essi,
con questa lingua, possiedono ciò che nessun altro gruppo
nazionale, razziale o religioso può rivendicare.
Circa il 90% della cosiddetta comunità “ebraica” mondiale
è costituita da emigranti o figli di immigrati dall’Europa
Re Bulan e la sua corte di 4.000 nobili feudali furono con- Orientale, e avente come loro denominatore comune la
vertiti dai rabbini, importati da Babilonia per quell’evento. lingua “Yiddish”, la quale non ha mai avuto un’impli-
I Re Cazari, in seguito, invitarono nel regno un gran nu- cazione religiosa, anche se adotta i caratteri ebraici per
mero di rabbini per aprire sinagoghe e scuole per l’istru- il suo alfabeto!
zione della popolazione nel nuovo culto religioso. La conversione del Re Bulan e della nazione Cazara al
Il “talmudismo” era ormai diventato la religione di “talmudismo”, detto oggi “Giudaismo”, realizzò ciò che
Stato del regno Cazaro e i Cazari convertiti furono il l’imperatore Costantino compì nelle nazioni dell’Europa
primo nucleo dei cosiddetti o sedicenti “Ebrei”, in Eu- occidentale col Cristianesimo, e senza la conversione del
ropa orientale. Dopo la conversione del Re Bulan, solo Regno Cazaro, il “Talmudismo” sarebbe probabilmente
un nuovo “Talmudista” convertito poteva salire al trono, scomparso poiché, in quel tempo, esso era avviato verso
pertanto il Regno Cazaro divenne una teocrazia di fatto, un completo oblio.
nella quale il talmud fornì da base per il diritto civile e Quando, nell’anno 986 D.C. il sovrano della Russia, Vla-
religioso. dimir III, si convertì alla fede cristiana, tentò, come fece-
Dall’Enciclopedia Ebraica, sull’argomento “Cazari”, si ro anche i suoi successori, di convertire la parte Cazara
legge: «Nel 9° secolo, sembra che tutti i Cazari fossero della popolazione, ma i cosiddetti “ebrei” russi si opposero
ebrei pur essendo stati convertiti al giudaismo solo po- con vigore, come si opposero anche al tentativo di una lo-
co tempo prima. (...) Il re Giuseppe, quinto successore ro assimilazione nella nazione russa; opposizione questa
di Re Bulan, aveva 25 mogli (...) e 60 concubine, tutte le che causò tensioni e drammi che la storia ci ha tramandato
bellezze più famose (...) questo sembra essere stato l’inizio sotto i nomi di “discriminazioni”, “massacri”, “persecuzio-
della caduta del Regno dei Cazari». ni”, “pogrom”, ecc...
Lo storico più famoso e qualificato sull’origine e la storia In quel periodo storico, in Russia, come nella maggior par-
dei cosiddetti o sedicenti “Ebrei” in Europa Orientale, fu il te dei paesi cristiani d’Europa, vi era l’usanza di esprimere
professor h. Graetz, lui stesso un sedicente “Ebreo”. pubblicamente un voto, una promessa o un giuramento di
A pagina 141 della sua “Storia degli Ebrei”, il prof. Graetz fedeltà e di lealtà nei confronti di capi, nobili o proprietari
afferma: «Per diverso tempo, gli ebrei degli altri paesi non terrieri, nel nome di Gesù Cristo.
erano a conoscenza della conversione al giudaismo di que- Fu dopo la conquista del regno cazaro da parte dei russi
sto regno potente, e quando finalmente una vaga voce in che la preghiera “Kol Nidre” divenne di pubblico domi-
tal senso li raggiunse, essi furono convinti che la Cazaria nio. Questa preghiera, che era pronunciata alla vigilia del
era popolata dai resti della decima tribù perduta». Giorno dell’Espiazione, conferiva all’ebreo la possibilità
Come le nazioni dell’Europa Occidentale che, prive di un di annullare qualsiasi obbligazione, voto, giuramento,
alfabeto per la loro lingua parlata, adottarono quello della anatema, che egli compisse, durante l’anno, nei con-
lingua latina dei Romani, così avvenne anche per i Cazari i fronti di autorità non ebree. Fu l’esistenza di questa insi-

“Chiesa viva” *** Maggio 2020 15


diosa preghiera “Kol Nidre” a gettare le basi della cosid- 4. una persona benedetta dal disegno della volontà Di-
detta “discriminazione” nei confronti degli “ebrei” che, vina con determinate caratteristiche culturali superiori,
con questa preghiera, potevano anticipatamente annullare negate ad altri gruppi razziali, religiosi o nazionali.
qualsiasi giuramento fosse fatto ad autorità cristiane che
richiedevano giuramenti di fedeltà e lealtà a coloro che en- L’attuale e generalmente accettato “significato secondario”
travano al loro servizio. della parola “Ebreo” è fondamentalmente responsabile
della confusione mentale dei cattolici,
Ma oggi, abbiamo addirittura un certo in relazione ai princìpi elementari della
clero cattolico che afferma: “Gesù era loro Fede, ed è altresì responsabile, og-
un Ebreo”, e quindi noi dovremmo gi, in misura ancora maggiore, dell’af-
chiederci: ma cosa significa realmen- fievolimento della Fede in un numero
te la parola “Ebreo”? sempre crescente di cattolici.
Senza timore di essere contraddetto, Posso quindi concludere che asserire
posso affermare che, nel corso della che “Gesù era un ebreo”, nel senso
sua vita, Gesù era conosciuto dai suoi che, durante la sua vita terrena, Egli
contemporanei come un “giudeo”, e avesse professato e praticato una forma
non come un “ebreo”. Inoltre, non vi di culto religioso conosciuta e pratica-
è alcun fondamento storico o teologico ta, oggi, sotto il nome moderno di
che possa, oggi, far pensare che la pa- “Giudaismo”, e che ai tempi di Gesù,
rola “giudeo” avesse una connotazio- era conosciuta col nome di “farisei-
ne religiosa, e nella versione latina, smo”, è un’affermazione falsa ed
greca o inglese, essa identifica i mem- una frode della natura più blasfema!
bri di una popolazione nativa dell’a- A quei tempi, il Talmud era la “Magna
rea geografica chiamata “Giudea”. Charta”, la “Dichiarazione di Indi-
È un fatto incontestabile, invece, che pendenza”, la “Costituzione”, tutti
la parola “Ebreo” nacque nel 1775 e, fusi in una sola e stessa realtà, che agi-
prima di questa data, questa parola va su tutti quelli che praticavano il
non esisteva in alcuna lingua. “fariseismo”.
Il riferimento a Gesù come “ebreo” arsene Darmesteter scrisse, in lingua
apparve, per la prima volta, in Inghil- Copertina del libro: “Il Talmud smascherato”. francese, il libro “Il talmud” che, nel
terra, in una nuova edizione del Nuo- 1897, fu tradotto in inglese dalla cele-
vo testamento del secolo 18°, come bre Henrietta Szold e pubblicato dalla
edizione riveduta della prima traduzio- “Jewish Publication Society of Ameri-
ne in inglese dell’Edizione Vulgata di San Girolamo. ca” in Filadelfia. Ecco una citazione importante:
Fu la stampa di enormi quantità di questa edizione e della «L’Ebraismo trova la sua espressione nel talmud, non
loro diffusione capillare nel mondo di lingua inglese che come una remota suggestione e una pallida eco dello stes-
l’uso della parola “Ebreo”, in riferimento a Gesù Cri- so, ma come ciò in cui si è incarnato, in cui ha preso
sto, si radicò in modo definitivo. La situazione strana che forma, passando da uno stato di astrazione al dominio
si creò fu che, pur essendo la parola “Ebreo” (Jew) una delle cose reali. Lo studio del Giudaismo è lo studio del
contrazione e corruzione della parola “Giudeo” (Judeus), talmud, come lo studio del talmud è lo studio del Giu-
oggi, la parola “ebreo” non viene mai considerata come daismo... Essi sono due cose inseparabili, o meglio, esse
sinonimo di “giudeo”. sono una e la stessa cosa... Di conseguenza, il talmud è
E allora, perché venne creata la parola “Ebreo”? l’espressione più completa del movimento religioso, e il
Nei due secoli che seguirono, un “gruppo di pressione”, suo codice di interminabili prescrizioni e minuti cerimo-
ben organizzato e finanziato, creò, tra i popoli di lingua in- niali rappresenta, nella sua perfezione, il lavoro completo
glese, un “significato secondario” della parola “Ebreo”, dell’idea religiosa... Il miracolo era stato raggiunto da
operando un vero e proprio travisamento che fu quello di un libro, il talmud .... Il Talmud, in cambio, è composto
imporre la finzione che i “giudei”, ai tempi di Gesù, da due parti distinte, la Mishna e la Gemara: la prima, il
fossero “ebrei”, invece che “giudei”. “testo”; la seconda, il “commentario” sul testo ... ».
Questo “significato secondario”, oggi praticamente ac- Il Talmud è talmente determinante nella vita di un ebreo
cettato senza eccezioni, è composto da quattro teorie quasi che l’eminente Michael rodkinson, nella sua traduzione
universalmente riconosciute che ritengono un “Ebreo”: e prima edizione, riveduta e corretta dal celebre reverendo
Dr. Isaac M. Wise, a pagina XI, afferma: «L’EBrEo
1. una persona che professa la forma di culto religioso MoDErNo È IL proDotto DEL taLMuD»!
noto come “ebraismo”;
2. una persona che afferma di appartenere ad un grup- Dalla nascita di Gesù fino ai giorni nostri, non sono mai
po razziale associato ai Semiti antichi; state registrate, da chiunque, ovunque e in qualsiasi perio-
3. una persona discendente di una nazione antica che do storico, bestemmie più calunniose, feroci e vili su Ge-
ha prosperato in palestina, nella storia della Bibbia; sù Cristo, sui cristiani e sulla fede cristiana di quelle

16 “Chiesa viva” *** Maggio 2020


che si trovano nella famigerata opera dei “63 libri”, il IL CrIMINE DEI CrIMINI
talmud, che costituisce “il codice legale che forma la ba-
se della legge e religione ebraica” che è anche “il libro di Il “crimine dei crimini” internazionali di tutta la storia
testo usato per l’istruzione e la formazione dei rabbini”. è stato commesso dalla nostra Nazione in palestina, con
l’interferenza degli Stati Uniti in favore dell’organizzazio-
Ecco, ora, in breve, il Cristianesimo, secondo il Talmud: ne sionista mondiale, con sede a New York.
Gesù: il suo nome viene evitato, o pronunciato in modo La responsabilità maggiore di questa “causa” anti-cristia-
blasfemo, sputando a terra; Gesù non viene chiamato Sal- na, può essere onestamente posta alla soglia d’ingresso del
vatore, ma: abominio, sia distrutto il suo nome e la sua Clero cristiano americano. Questo Clero si deve assume-
memoria, l’appeso, insigne ladrone, stolto, demente, cor- re la totale responsabilità e colpa per quel crimine di-
ruttore di costumi, idolatra, mago, simile a una bestia; fu sumano, commesso in nome della cristiana “carità”.
appeso al patibolo, sepolto come una carogna su un muc- Domenica dopo domenica, anno dopo anno, questo Clero
chio di sporcizia e gettato nell’inferno. La sua nascita: fi- cristiano ha messo “sotto alta pressione” 150 milioni di fe-
glio spurio di una mestruata, figlio della prostituta Pandi- deli, inculcando nelle loro menti il dovere di dare il loro
ra; Maria, vera madre di Gesù, viene chiamata escremento. totale sostegno al programma sionista per aiutare il
I Santi sono chiamati giovinastri; le Sante, puttane. “popolo eletto” di Dio ad essere “rimpatriato” in pale-
La domenica è chiamata: giorno di disgrazia e sporcizia stina, la loro antica “terra promessa”. Solo che questo
sabatina. Clero si è dimenticato di dire loro che questi cosiddetti o
Il Sacrificio dei cristiani è chiamato “stercorazione”, co- sedicenti “Ebrei” dell’Europa orientale, non erano di-
me é detto dei pagani che aprono l’ano e defecano dinanzi scendenti dei Giudei della palestina, ma erano discen-
al loro dio. denti dei Cazari, che ebbero origine da una popolazio-
I cristiani nel Talmud sono chiamati: eretici, cultori degli ne barbara della Mongolia Centrale asiatica!
idoli, idolatri, servi degli idoli, pagani, plebei, rozzi, igno- E così, il popolo cristiano americano, contrariamente ad
ranti, carne e sangue, persone carnali, fuori della grazia di ogni legge internazionale e ad ogni giustizia, chiese al
Dio, subdoli assassini, simili allo sterco, figli del diavolo, Congresso degli Stati Uniti di usare il prestigio diplomati-
il loro seme è seme di bestia, tutti scendono all’inferno. co, la potenza economica e militare di questa Nazione, per
L’anima dei cristiani proviene dalla “crosta rognosa della garantire il buon esito al programma sionista per la con-
natura di Dio” ed essi sono sospetti di coito omosessuale quista della Palestina. Questo è avvenuto, ma i veri re-
coi bruti. sponsabili siamo stati noi! aBBIaMo “SEMINato
I beni dei cristiani: in radice sono beni degli Israeliti: i VENto”, “raCCoGLIErEMo tEMpESta!»
cristiani come servi o bestie al servizio dei figli d’Israele,
appartengono al giudeo con la loro vita e le loro sostanze;
se la vita del cristiano è in mano d’Israele, tanto più lo sa-
ranno le sue sostanze, il giudeo può togliere impunemente
le cose che appartengono al cristiano sia pure con frode e
dolo, chi vende un proprio fondo a un cristiano sia esiliato,
è lecito frodare un cristiano, ogni frode, menzogna, sper-
giuro, sono permessi al fine di condannare un cristiano;
non è lecito restituire a un cristiano ciò che ha perduto, è
lecito per legge prestare ai cristiani denaro con usura...
I cristiani vanno distrutti: coloro che fanno del bene ai
cristiani non risorgeranno dopo la morte, si può rallegrarsi
con loro ma soltanto ipocritamente per nascondere l’inimi-
cizia, mai lodarli, non avere misericordia per loro, i cristia-
ni che si trovano sul punto di morte vanno abbandonati a
sé stessi, non aiutarli mai quando stanno morendo, non
avrai pietà di loro, quattro generi di uomini devono essere
uccisi dai giudei: i traditori, gli apostati, i tiranni e tutti gli
eretici cristiani nessuno escluso; se un israelita si fa cri-
stiano comandiamo che sia ucciso, la nostra prigionia du-
rerà fino a quando siano distrutti i capi dei popoli cristiani,
quando Roma sarà devastata allora sarà la redenzione de-
gli Israeliti...
I cristiani schiavi d’Israele: i cristiani furono creati da
Dio per servire i giudei, giorno e notte; sconviene che il fi-
glio del re (ossia l’israelita) sia servito da una bestia, a me-
no che si tratti di una bestia in forma umana (cioè di un
cristiano); il giudeo è sempre buono nonostante i suoi pec-
cati e tutti devono servirlo... La Palestina dei palestinesi (ieri).... e dei Cazari (oggi).

“Chiesa viva” *** Maggio 2020 17


IL MITO “Don Milani”
del sac. dott. Luigi Villa

N ella lettera indirizzata a un


anonimo comunista, sopran-
nominato Pipetta, leggiamo: «È un
sto a tutti i soprusi del Baffi, che si
era macchiato di ogni tipo di offe-
sa, nei confronti dei suoi giovanis-
caso, sai, che tu mi trovi a lottare simi lavoratori, don Milani si sca-
con te contro i signori (...). E quel glia con queste parole: «ti meriti
caso é stato quel 18 aprile che ha piuttosto che io dica a Mauro che
sconfitto insieme ai tuoi torti an- t’inganni quanto può. Che finga,
che le tue ragioni. È la storia che pei 50 giorni, d’esser come tu lo
mi s’é buttata contro, é il 18 aprile vorresti. E poi, scoccati quelli,
che ha guastato tutto, é stato il vin- non appena tu l’abbia assicura-
cere la mia grande sconfitta. ora to, gli dirò che lo sciopero é nul-
che il ricco t’ha vinto, col mio la. Gli dirò che ti macchi d’acido
aiuto mi tocca dirti che hai ra- uno stacco di gabardine, che ti
gione, mi tocca scendere accanto versi la sabbia negli oleatori, che
a te e combattere il ricco»41. t’accenda una miccia nel magaz-
È evidente la preoccupazione di zino. perché “padroni” che fan-
don Milani di giustificare la sua no come te, ne ho visti tanti. (...).
lotta a fianco dei comunisti. te la farò pagare, te lo prometto
Ed è abitudine di don Milani ipo- in nome dei poveri che calpesti,
tizzare veri, fatti e cose, e darli co- in nome del mio sacerdozio che
me veramente avvenuti anche Don Lorenzo Milani. hai offeso, in nome della tua ani-
quando avvenuti non sono, purché ma stessa che io vorrei salva-
servano a rendere credibili le sue re»43.
idee. E qui l’acredine diventa odio, la
In quest’arte si dimostrò maestro. stizza, vendetta, la recriminazione, incitamento al sabotag-
gio. «(...) È un mondo intero che difende quell’uomo,
A questo genere di lecite finzioni appartiene la storia del che lo tiene in piedi contro la storia e i poveri. I poveri
Baffi e Mauro come narrata nella “Lettera a don Piero” . 42 che l’hanno giudicato anche loro e presto, con un gesto
Per sua stessa ammissione, questa “lettera”, fu scritta nel breve e crudo, leveranno il fantoccio dal piedestallo e
“periodo della polemica sui preti operai”, e con essa intese rifaranno il mondo a modo loro»44.
“riproporre la questione in termini più pertinenti”; e cioé Per don Milani, il guaio é che il colpevole di tante disuma-
richiamare l’attenzione del clero sul fatto che il prete non ne umiliazioni é legato al suo carro, cioé é legato alla
solo può, ma deve occuparsi dei “problemi terreni” ine- Chiesa cattolica. Egli, infatti, asserisce: «Al governo gli ho
renti alle rivendicazioni degli operai. Il suo demerito sta dato il voto. Ho proibito dall’altare di dare il voto ad altri.
nello scarso rispetto della verità, e nell’aver usato un lin- Ho proibito di leggere i giornali che lo criticano. E il go-
guaggio di tale e tanta acredine da far impallidire anche i verno che io ho così sorretto, non platonicamente, ma in
più accesi sindacalisti del tempo. concreto, il governo s’é lasciato legare le mani dal Baffi e
Nella “lettera a don piero”, Mauro, dodicenne, che per da quelli con lui»45.
necessità lascia la scuola per il lavoro, e che viene sottopo- Anche qui don Milani mente sapendo di mentire!

41
Don L. Milani, Lettere, Mondadori 1970, pp. 3-4. 44
Don L. Milani, op. cit., pp. 453-454.
42
Don L. Milani, op. cit., II Appendice, pp. 441-471. 45
Don L. Milani, op. cit., pp. 458-459.
43
Don L. Milani, op. cit., pp. 447-448.

18 “Chiesa viva” *** Maggio 2020


IL traSfErIMENto

La salute di don Pugi si deteriorava a vista d’occhio. Su-


bentrando nelle sue mansioni, don Milani esprimeva tutta
la sua soddisfazione e confessava: «Voglio provare a fare
il parroco a S. Donato. Almeno se mi toccherà partire, po-
trò dire d’aver provato; se invece resto sarà (...) l’inizio
del terrore per quei poveretti che non la pensano come
me»!48
Il 12 settembre 1954, il “proposto” di S. Donato a Calen-
zano, don Daniele Pugi, cessava di vivere; quattro giorni
dopo, don Milani spediva in curia il fratello del defunto
per perorare la sua causa: egli voleva a tutti i costi la no-
mina a “Proposto” di S. Donato, come crisma di cattolicità
ai suoi sistemi, come giudizio positivo “Sulla Scuola po-
polare, politica e ogni altra questione di metodi pasto-
rali o idee”49. Il 20 settembre il Cardinale Elia dalla Costa
convocava, in Curia, il parroco di Legri, don antonio
Santacaterina, al quale chiedeva se era disposto ad obbe-
Don Lorenzo Milani che insegna ai suoi ragazzi, con appesa al muro dire al suo vescovo. Alla risposta affermativa, aggiunse:
una croce senza il Crocifisso. Forse che anche a don Lorenzo, figlio di
madre e padre ebrei, ripugnava il corpo nudo di Gesù Crocifisso, sim- «Allora, da questo momento, lei é il nuovo “proposto” di
bolo della Fede, come ripugnava a Escrivà de Belaguer, fondatore S. Donato a Calenzano». Il Cardinale, poi, chiamò don
dell’Opus Dei? Come abbiamo dimostrato (in Chiesa viva 525), la cro-
ce di Escrivà, senza il Crocifisso, nasconde il simbolo della Stella a 6
Milani; ma appena gli ebbe notificato le sue decisioni, ri-
punte, che rappresenta la pura dottrina di Lucifero. scontrò in lui l’opposizione più netta e il rifiuto più as-
soluto all’obbedienza.
Finì settembre, passò ottobre. Don Milani, sempre a Ca-
lenzano con il fermo proposito di rimanervi, fomentava
disordini e malumori nel popolo, non disdegnando insi-
Durante le elezioni politiche del 1948, infatti, dall’altare nuazioni calunniose per mettere in cattiva luce la moralità
disse: «Quel rammollito del Cardinale Elia Dalla Costa sacerdotale del neo-eletto Santacaterina e dei preti del Vi-
mi vuole far dire qui dall’altare che é peccato votare cariato. Si giurava e spergiurava che «Non vogliono il
per il p.C.I. mentre io vi dico che é più peccato votare cappellano (don Milani), perché lui non permetterebbe
per la D.C.»46. che essi abbiano le loro tristi relazioni contro il sesto
Quel “rammollito Cardinale” era l’arcivescovo di Firenze, comandamento»50.
da tutti considerato un santo.
Per questa sua infelice uscita, don Milani fu sospeso “per Al nuovo “proposto”, Santacaterina, erano piovute addos-
un mese dalla Confessione, dal predicare e dall’inse- so minacce: glielo avevano detto e ripetuto, glielo avevano
gnare; e don Milani accettò alle condizioni di passare scritto, che lo avrebbero fischiato, insultato, picchiato; che
questo mese fuori dall’Italia, e infatti andò da suoi ami- gli avrebbero creato il vuoto in chiesa, che non avrebbero
ci ricchi in Svizzera”47. mandato i figli a dottrina, che lo avrebbero isolato e avver-
Nel 1951, seguì un’altra “vacanza forzata”, questa volta sato. «Volti nuovi e sconosciuti, alle ore più impensate,
in Germania. In occasione delle amministrative di quel- si presentavano in canonica per convincermi di rifiuta-
l’anno, la Curia fiorentina, come di consueto, emanò istru- re la nomina di “proposto” a S. Donato, minacciando,
zioni conformi alle direttive della S. Sede e in special mo- in caso contrario, di far morire di fame me e mia sorel-
do al decreto del S. Uffizio del 1 maggio 1949 contro il la, e di disertare e far disertare la chiesa da tutta la po-
comunismo. Don Milani, che si sentiva in obbligo di com- polazione».
battere a fianco dei comunisti, intese seguire le direttive Una notte, rispondendo al trillo del campanello e aperta la
dei superiori a modo suo. Richiamato a dovere, di fronte porta, don Santacaterina si trovò di fronte il suo Vescovo,
alle sue cavillose tergiversazioni, il card. Elia Dalla Costa Elia Dalla Costa. Continua don Santacaterina: «Mi disse
lo pose dinanzi all’alternativa di essere sospeso a divinis o che aveva bisogno di parlarmi da solo. (...). Poi mi disse:
di essere allontanato da Calenzano per il periodo delle ele- ho lasciato don Milani poco fa. Credevo proprio di esse-
zioni. Scelse la seconda prospettiva. fu così che si prese re costretto di dover ricorrere alla Celere per indurlo a
la “forzata vacanza” in Germania. trasferirsi a Barbiana; grazie a Dio, alla fine ha ceduto.

46
Dichiarazione contenuta nel brogliaccio di una relazione inviata alla Curia, 49
Lorenzo Milani, op. cit., pp. 95.
scritto il 17 aprile 1966 e conservato nell’archivio parrocchiale di S. Donato. 50
Dal Libro della cronaca, conservato nell’archivio parrocchiale di S. Dona-
47
to a Calenzano.
48
Lorenzo Milani, op. cit., pp. 84-85.
Ivi.

“Chiesa viva” *** Maggio 2020 19


(...). Eccomi ora qui da lei per supplicarla ancora una volta
di ubbidire al suo vescovo, per scongiurarla di andare a S.
Donato. (...). Alle mie assicurazioni che obbedivo conten-
to, si alzò dalla sedia e si mise ginocchioni davanti a me
pregandomi di perdonarlo. (...). Tutto commosso ripetevo:
Eminenza, faccio tanto volentieri quello che vuole! Ma
non stia così dinanzi a un suo sacerdote; si alzi! Non si
alzò se non quando ebbe ricevuto la mia benedizione che
aveva insistentemente richiesto. Alzatosi, mi abbracciò, ri-
discese, e, incamminandosi verso la vettura che lo attende-
va, non faceva che ripetermi: Grazie! Grazie! Dio sia be-
nedetto! Dio sia benedetto!». Quel pomeriggio del 7 di-
cembre 1954, vigilia dell’Immacolata Concezione, giunto
alla sua nuova destinazione, don Santacaterina non si
aspettava accoglienze trionfali dai nuovi parrocchiani, ma
non si aspettava neppure di trovare la canonica e la ll paesino di Barbiana.
chiesa parrocchiale saccheggiate!
Si legge nel Libro della Cronaca: «Tante cose tristi son
successe nelle prime settimane: trovai la canonica spoglia
di tutto; spezzati i fili della luce; tolti gli scuretti delle fi-
nestre, guastati tutti gli interruttori; portato via l’armo- “fINaLE DI fuoCo”
nium, guastato l’organo, non una semplice candela a cero
in chiesa; distrutto il bellissimo palco del teatro, sfatto il «Ho l’impressione che la mia carriera ecclesiastica stia
pollaio, distrutti i vasi dei fiori, ecc. ecc.». precipitando»53.
Ancora: «Non esiste, attualmente, nessuna associazione: E scrivendo alla mamma, don Milani si riprendeva com-
anche la ven. Compagnia si é sciolta... Furono sciolte le piacendosi con se stesso: «Il film a lieto fine é il mio lavo-
associazioni femminili di Azione Cattolica; distrutti regi- ro a S. Donato. Mi son tolte tutte le soddisfazioni, ho potu-
stri e quadri; distrutta la biblioteca: e questo un mese pri- to lavorare come m’é parso e piaciuto (...) sto divertendo-
ma che venisse il nuovo Proposto». mi un mondo a fare un finale di fuoco»54.
Per quanto concerne l’archivio parrocchiale, dei cui docu- In un’altra lettera alla madre confida: «Di riuscire a perfe-
menti si é largamente servito don Milani nelle sue “Espe- zionare il libro (Esperienze Pastorali) in modo tale da evi-
rienze Pastorali”, fu depredato da ogni suo contenuto. An- tare la condanna», e fin da allora pregustava il “grande
dato dal suo vescovo Elia Dalla Costa, per far presente la divertimento” che gli avrebbe procurato la beffa che me-
situazione, si sentì rispondere: «ringraziamo il Signore ditava giocare ai danni del Cardinale (Elia Dalla Costa)55.
che é andato via! ricominci da capo tutto!». A don San- Con superba fierezza confidava, ancora alla madre: «In
tacaterina fu impartito l’ordine, dal suo Vescovo, di «far quanto a S. Donato io ho la superba convinzione che le
si che sia cancellato il ricordo del recente passato a tut- cariche di esplosivo che ci ho ammonticchiato in questi
ti noto»51. ultimi cinque anni non smetteranno di scoppiettare per
almeno 50 anni, sotto il sedere dei miei vincitori»!56
Spedito nel paesino di Barbiana, a don Milani venne fatto,
dal suo Vescovo, assoluto divieto di rimettere piede in Ca- Il “finale di fuoco”, cioè la pubblicazione del suo libro,
lenzano, ma egli disattese gli ordini ricorrendo ad ogni “Esperienze Pastorali”, é una storia che mette in mostra il
sorta di sotterfugio per ritornarci, di giorno e di notte, sen- vero volto di don Milani. Ascoltiamo la testimonianza di
za essere notato. In quelle visite clandestine sobillava “i Vittorio zani, proprietario, insieme al fratello, della Li-
suoi ragazzi” contro i preti e contro le organizzazioni breria Editrice fiorentina, che aveva pubblicato il libro.
cattoliche. Costoro, nei bar, nel cinema, alla televisione, Nel 1957 si deve riconoscere che non era facile per un edi-
all’apparire di un Cardinale, ed anche del Papa o di un mi- tore cattolico pubblicare un libro come “Esperienze Pasto-
nistro democristiano, provocando ilarità sghignazzavano: rali” – primo libro di don Milani – perché era necessario
«Ecco i rappresentanti della malavita italiana»52. avere l’imprimatur della Gerarchia ecclesiastica. Vittorio
Con questi sistemi, anche da Barbiana, don Milani prose- Zani ricorda: «Si dovette ricorrere ad una specie di rag-
guiva «lo spodestamento dei borghesi e dei preti» a Ca- giro, altrimenti non c’era sistema di pubblicare il li-
lenzano. bro»57.

51
Provvedimenti e decreti, datati “Domenica I Maggio 1955”, emanati e sot- 54
Lorenzo Milani, op. cit., p. 89.
toscritti dal card. Elia Dalla Costa, conservati nell’archivio parrocchiale di S. 55
Lorenzo Milani, op. cit., p. 114.
Donato a Calenzano. 56
Lorenzo Milani, op. cit., p. 90.
52
Dalla minuta di una relazione, datata 17 aprile 1966, indirizzata al card. Er- 57
Intervista di Mario Lancisi a Vittorio Zani, pubblicata su Paese Sera, il 6
menegildo Florit, conservata nell’archivio parrocchiale di S. Donato. marzo 1978.
53
Lorenzo Milani, op. cit., p. 89.

20 “Chiesa viva” *** Maggio 2020


Contro Corrente
PADRE MASSIMILIANO KOLBE
IL SANTO CHE ODIAVA LA MASSONERIA
MA CHE AMAVA I MASSONI 1
del Conte Cav. gr. Cr. Prof. Sergio Luigi Sergiacomi de Aicardi
(Presidente del “World Institute of Historical Regions”)

Il 15 agosto 1941, nel forno crematorio del campo di concentramento di Oswie-


cim (Auschwitz), veniva ridotto in cenere il corpo di P. Massimiliano Kolbe, to-
gliendoci la possibilità di venerare le sue spoglie di eroe e di santo martire della
Carità. Questo fatto, però, ha accresciuto la nostra sensibilità nello scoprire ed
amare l’anima di questo Santo attraverso la conoscenza dei suoi scritti personali.
Quando a Roma la massoneria uscì allo scoperto in modo sempre più audace,
portando i propri stendardi sotto le finestre del Vaticano, incluso il vessillo di
San Michele arcangelo sotto i piedi di Lucifero, nacque l’idea di istituire
un’associazione che si impegnasse nella lotta contro la massoneria e gli altri
servi di Lucifero: la Milizia dell’Immacolata. L’arma di Padre Kolbe aveva sì
nel mirino gli ebrei, i massoni e i comunisti, ma solo perché, come sacerdote, ve-
deva nelle loro anime traviate il Cristo deformato e morto, che doveva esser fatto
rivivere e brillare. padre Kolbe, cioè, amava le anime degli ebrei, dei massoni, dei comunisti e degli eretici, con lo sco-
po supremo della loro conversione, santificazione ed eterna salvezza.
Ai massoni che crescevano di numero in Polonia e dove alla loggia massonica apparteneva una schiera di membri eminenti
del governo, nel suo articolo: “presi in giro...” (Rycerz Niepokalanej, IX-1926, pp. 258-262), Padre Kolbe scriveva:
«Quei signori credono di esser loro a governare: ascoltiamo ciò che scrivono i “protocolli dei savi di Sion” al n. 11: 
“Ecco il programma della Nuova Costituzione in preparazione. Noi creeremo e metteremo in atto le leggi e i go-
verni... e, al momento opportuno, poi, sotto forma di una rivolta nazionale. (...) È necessario che dal momento
della promulgazione della Nuova Costituzione le popolazioni, sconcertate dall’avvenuta rivolta, poste ancora sotto
l’influenza del terrore e dell’incertezza, comprendano che siamo talmente forti, talmente intoccabili, talmente pieni
di potere che, in nessun caso, terremo conto delle popolazioni e non solo non prenderemo in considerazione la
loro opinione e i loro desideri, ma anzi siamo disposti e capaci, con forza insuperabile di schiacciare le loro
espressioni e manifestazioni in ogni momento e in ogni luogo ... e in nessun caso divideremo con loro la nostra
autorità. (...) I “goi” (non ebrei) sono un branco di montoni, mentre noi siamo i lupi che stanno di fronte ad es-
si e sapete bene che cosa avviene alle pecore quando nell’ovile entrano furtivamente i lupi: essi chiuderanno
gli occhi... a quale scopo abbiamo ideato e imposto ai “goi” tutta questa politica, senza dare ad essi la possibi-
lità di esaminarne il contenuto ...? Questo è servito come fondamento per la nostra organizzazione massonica
segreta ... la cui esistenza neppure sospettano queste bestie di “goi”, da noi adescate “per far sfoggio” tra le
file dell’armata delle logge massoniche, esistenti per ingannare la massa dei “goi”».
Avete sentito, signori massoni? Coloro che vi hanno organizzato e vi dirigono segretamente, gli ebrei, vi considerano delle
bestie attirate nelle logge massoniche per scopi che voi neppure sospettate, e solo per ingannare la massa dei “goi”.
«Non hanno ancora capito e non capiranno mai che il “collettivismo” costituisce un’aperta violazione delle
leggi più importanti della natura, la quale, dall’inizio del mondo, ha creato gli individui, diversi gli uni dagli
altri, avendo appunto come scopo l’individualità. Se siamo stati capaci di condurli ad una così folle infatua-
zione, ciò non prova forse, con sorprendente chiarezza, fino a quale grado l’intelligenza dei “goi” è umana-
mente sottosviluppata a confronto con la nostra intelligenza?» (Protocollo 15).
Ma sapete, signori massoni che cosa vi attende nel giorno in cui vi verrà in mente l’idea di cominciare a pensare da soli?
Ecco, ascoltate:
«La morte è l’inevitabile conclusione di ogni vita. È meglio affrettare la fine di coloro che ostacolano la nostra
causa, piuttosto che affrettare la fine nostra, che siamo i creatori di essa. Giustizieremo i massoni in modo tale
che nessuno potrà avere dei sospetti, neppure le stesse vittime: moriranno tutti nel momento in cui ce ne sarà
bisogno, apparentemente di malattie comuni. Sapendo questo, neanche i fratelli oseranno protestare. appli-
cando questo genere di mezzi, abbiamo sradicato dalla massoneria ogni germe di protesta contro le nostre di-
sposizioni. proclamando ai “goi” il liberalismo, nello stesso tempo, teniamo la nostra popolazione e i nostri
agenti nei rigori di una soggezione assoluta» (Protocollo 15).

“Chiesa viva” *** Maggio 2020 21


Conoscere la Massoneria
del Cardinale José Maria Caro y Rodriguez
ex Arcivescovo di Santiago - Cile

LA MASSONERIA E I SUOI IDEALI


DI LIBERTÀ, EGUAGLIANZA E FRATELLANZA

LIBERTÀ MASSONICA
Sin dall’inizio, trattando degli scopi della Massoneria, abbia-
mo scritto che i massoni si mostrano orgogliosi dei loro ideali
di libertà, eguaglianza e fratellanza, ma vediamo, ora,
quanta verità e sincerità vi è in queste dichiarazioni.
Noi sappiamo già che, per la Massoneria, la libertà consiste
nell’assoluta libertà da ogni autorità sia questa di Dio, del
Card. José Maria Caro y Rodriguez,

re, della Chiesa, dei genitori o della sposa: «“Tu sarai libe-
Primo Cardinale di Santiago,
Cile (1939-1958).

ro – dice la Massoneria ai suoi membri – sia che tu sia prete,


re o dio, sia che tu sia l’adorato oppure l’adoratore nel tem-
pio”. Questa, però, è l’antica promessa fatta dal serpente ai LIBERTÀ CIVILI E POLITICHE
nostri progenitori»1. Nel caso dei politici, sin dall’inizio, si può vedere che essi
una simile libertà non è altro che la rivolta e la ribellione sono ancor meno liberi degli altri. Sarebbe sufficiente ricor-
contro l’autorità. Se si pensasse che questa è un’esagerazio- dare le decisioni del Grande Oriente del Belgio e la conclu-
ne, per comprendere la vera profondità della “libertà masso- sione alla quale arriva, dicendo: «È necessario essere severi
nica”, basterebbe leggere le dichiarazioni delle autorità mas- e inesorabili contro quelli che, ribelli agli ammonimenti,
soniche stesse, i loro discorsi rituali e comprendere i veri e sono colpevoli di crimine, anche quando, nella vita politi-
profondi significati del simbolismo massonico. ca, sono sul punto di accogliere e approvare atti che la
Tutto questo lo si può leggere nel libro di Paul Benoit2. Massoneria combatte con tutte le sue forze come contrari
Dopo aver letto questi discorsi e dichiarazioni, e tenendo pre- ai suoi principi sui quali non vi può essere alcun compro-
sente la continua ambiguità che si fa delle parole libertà e li- messo»3.
beralismo, si può pensare che la Massoneria consenta una Ecco, allora, in quale situazione si trova il massone che non
grande libertà a tutti i suoi membri. ha neppure la libertà della quale gode anche l’ultimo dei cit-
La verità, invece, è proprio l’opposto. È un dato di fatto che, tadini più umili, e che ha negato l’infallibilità della Chiesa
nel senso del libertinismo e della licenza nella morale, vi so- per riconoscere un’infallibilità che egli non sa neppure cosa
no molti che hanno conosciuto e praticato la libertà massoni- sia e da dove provenga. Mentre il normale cittadino obbedi-
ca, vivendo senza Dio e senza legge, proprio come fanno tan- sce ad una legge visibile e legittima e a leggi che egli cono-
te altre persone che lo fanno senza essere massoni. La diffe- sce, il “Fratello” in Massoneria è sempre in balìa di essere
renza, però, consiste nel fatto che i massoni si comportano in manovrato, come un bambino, secondo i capricci della Dire-
questo modo in nome dei principi e a causa della loro debo- zione Segreta che, come è successo in Francia, ha avuto una
lezza, mentre gli altri lo fanno solo per debolezza. parte attiva in politica, spodestando i capi della nazione dopo
Ma non esiste una tirannia che eguagli la tirannia masso- averli adulati e ossequiati.
nica. Io stesso ho udito massoni dire di essere sottoposti a Certe volte il “Fratello” esercita funzioni infantili nella loggia
pressioni da parte delle logge, sui loro affari di lavoro; ho e altre volte prende i voti, con i quali egli rinuncia a molto di
udito altri che desideravano riacquistare la loro libertà uscen- più di quello che rinuncia un religioso quando entra in un Or-
do dalle logge; sono venuto a conoscenza di un Fratello che dine monastico; e questo avviene pronunciando le parole:
si è preso la libertà di entrare in una chiesa, non fosse altro «Giuro di obbedire senza alcuna limitazione alla Costitu-
che per soddisfare la sua curiosità e, dopo poco, ricevere la zione Massonica come pure alle sue regole Generali»4.
visita di un altro fratello che lo ha rimproverato e ammonito.
So, inoltre, che essere iniziato come un “fratello” e perdere la
propria fede sono una cosa sola, poiché non posso supporre
che una persona seria che va a Messa la domenica, possa per- 1 Dom Paul Benoit, “La franc Maconnerie”, I, p. 10.
dere immediatamente la sua fede all’atto dell’iniziazione Idem, p. 10.
2
3 Copin Albacelli, “Le Drame Maconnique: Le pouvior occulte Contre
massonica, quando l’iniziato non ha ancora compreso l’atto La france”, pp. 132-133.
di apostasia che implica la cerimonia dell’iniziazione. 4 Dom Paul Benoit, op. cit., I, p. 589.

22 “Chiesa viva” *** Maggio 2020


Lettere In Libreria
alla Direzione «Guardati dall’uomo
che ha letto un solo libro».
(S. Tommaso d’Aquino)
Su richiesta, pubblichiamo i codici IBAN delle Operaie di Maria Immacolata e Editrice Civiltà.
IBAN IT16Q0760111200000011193257 (Italia)
IBAN IT16Q0760111200000011193257 Codice BIC/SWIFT BPPIITRRXXX (Europa)

SEGNALIAMO:
IBAN IT16Q0760111200000011193257 Codice BIC/SWIFT POSOIT22XXX (Resto del mondo)

Miracolo incredibile, eccezionale, straor- di oltre 70 sms e di 47 chiamate, a cui lei Illuminati: dall’industria Rock al Walt
dinario; episodio che porterò nel cuore non ha mai risposto, ma i messaggi sì, Disney, gli arcani del satanismo
per tutta la vita. Solo questo varrebbe tut- come mi ha detto suo marito. di Laurent Glauzy
ti i sacrifici compiuti in questi tre anni di Ieri sera, in uno di questi, ho scritto: «Ti
apostolato e di militanza cattolica in otto ho “portata” nella Santa Messa Tridentina Da alcuni cartoni animati della Walt Di-
città, ma il Signore mi ha chiesto di fer- e nei Rosari, te e il bambino. Ti prego di sney alla musica rock, un codice univer-
mare gli aborti in Italia con la (Messa) Tri- non darmi questo dolore. Tu domani, puoi sale che deriva da una cultura di morte si
dentina ed io andrò avanti fino alla fine. darmi la gioia più grande di questi tre an- è imposto definitivamente nella nostra so-
Andiamo con ordine. Sabato pomeriggio, ni. Tvb». cietà. In questo credo concordato, la por-
mi arriva una richiesta di amicizia e un Questa mattina, dopo essere andato alla nografia e gli stupefacenti hanno in-
taccato i valori fondamentali di nume-
messaggio, che recita: «Salve Gianluca, Santa Messa Cattolica e averla “portata” rose generazioni. I concerti sono diven-
provo a contattarLa con face book, avrei ancora come ieri sera, telefono al marito tati un luogo di spaccio di droghe, e spes-
bisogno di parlare con Lei al telefono con che, in lacrime, mi dice: «Ce l’abbiamo so sono stati organizzati da grandi cartelli
una certa urgenza. Mi contatti per “mes- fatta, Gianluca, il mio bambino è salvo, farmaceutici come la Sandoz, per testare
sanger”, oppure, meglio, al cellulare: abi- grazie alla tua immensa fede. (Mia mo- su grande scale gli effetti di certe sostan-
to a Lucca, sono medico e mia moglie, lu- glie) sta tornando indietro». Ed io mi sono ze psicotiche.
nedì, ha un appuntamento per abortire. commosso con lui, e ora mi tocca, con L’Autore denuncia senza posa l’azione
Sono disperato, sto pregando e Lei mi è gioia, tornare nella bella Toscana, dopo occulta dell’Ordine sovra-massonico degli
venuto in mente, leggendo di Lei su Mau- tre anni. Illuminati e spiega i meccanismi che ven-
rizio Blondet. La prego, mi chiami». Ecco il messaggio che mi ha mandato: gono utilizzati per ottenere l’alienazione
Io l’ho chiamato e ho parlato con la mo- «Grande Gianluca. Grande. Abbiamo vin- dell’individuo; una descrizione appassio-
nante di tecniche d’avanguardia altamen-
glie per una mezz’oretta, pregando con to la battaglia. Ora sosterrò mia moglie, te elaborate che ci fa immergere nell’uni-
lei tre “Ave Maria” e dicendole alcune co- con tutto me stesso, con le preghiere. verso dei messaggi subliminali e del con-
se molto importanti della mia missione, Grazie, Gianluca. Come mai ho detto gra- trollo mentale, connessi con il program-
che le hanno toccato il cuore. zie a qualcuno in vita mia, lo dico a te. ma Monarch ed Mk Ultra.
Ha cominciato a piangere (questo è il Sei un eroe. Sei un soldato di Cristo. Ti A questo riguardo, i videoclip sono un la-
dramma di una donna di 42 anni, già ma- ammiro tanto. Continua a sostenerci con boratorio di sperimentazione in cui diversi
dre di una bella bambina, traumatizzata le tue potenti preghiere». messaggi mortiferi inseriti tra le righe –
da due gravidanze non terminate, che Ennesima vita salvata, altre anime salva- che incitano al suicidio e all’adorazione di
sceglie di andare ad abortire) e, in base te, ennesima famiglia salvata con l’onni- Satana – assalgono il pubblico.
all’art. 5 di questa nefasta legge, il padre potenza della (Messa) Tridentina. Questa ondata non risparmia né il rock
cristiano, né il gospel, né il country.
non ha alcuna possibilità di opporsi. Si può vincere questa guerra. Alcune testimonianze straordinarie, come
E ormai, a toccare la legge sono rimasto Christus vincit. quella di Hesekiel Ben Aaron, terzo mem-
solo io e pochissimi altri. (Gianluca Martone) bro della Church of Satan, e di John
Io le ho chiesto: «Mi prometti che non vai Todd, direttore di parecchi studi di regi-
ad abortire? Ti prometto che salirò a Luc- *** strazione, svelano senza mezzi termini
ca per te e il tuo bambino. Lei è rimasta l’esistenza di un ordine luciferino.
in silenzio». Poi, ho iniziato a parlare col Buongiorno,
marito che mi ha detto piangendo: «Hai Vi ringrazio per il vostro mensile “Chiesa
fatto un varco nel cuore chiuso di mia viva” in francese.
moglie; solo tu ci sei riuscito». E poi mi Volendo contribuire al vostro mensile,
ha scritto: «Grazie di cuore, sei un vero chiedo di avere il vostro IBAN, per inviarvi
soldato della vita. Mi hai dato speranza. il mio contributo alla vostra battaglia
Grazie». tramite la rivista “Chiesa viva”.
Da quel momento in poi, dimenticandomi In attesa della vostra risposta, vi prego di
di me stesso e del fastidio alla spalla sini- accettare i miei più sinceri complimenti e
stra, mi sono offerto al Signore per salva- la mia amicizia.
re questa vita ed evitarle il limbo eterno. Cordialmente e in unione di preghiera.
Ho mandato a questa mamma la bellezza (J. Clerc – Francia)

RAGAZZE e SIGNORINE
in cerca vocazionale, se desiderate diventare
Religiose-Missionarie”
– sia in terra di missione, sia restando in Italia –
per opere apostoliche, con la preghiera e il sacrificio, Per richieste:
potete mettervi in contatto, scrivendo o telefonando a: Paypal: laurent-blancy@neuf.fr
“ISTITUTO RELIGIOSO MISSIONARIO” Versamento:
Via Galileo Galilei, 121 - 25123 Brescia - Tel. e Fax: 030 3700003 FR17 2004 1000 0119 6720 4W02 027

“Chiesa viva” *** Maggio 2020 23


Conoscere il Comunismo che per la presenza del Re all´osservato-
roristico di sterminio di masse umane rio del Monte Nuvolau, antistante la To-
che, sul campo di battaglia, conseguì fana e tutta la zona delle azioni di attacco.
modesti risultati, sempre, per le mutevoli Un’operazione che in ogni caso non
e incontrollabili cause meteorologiche avrebbe potuto avere alcuno sviluppo
determinanti sia lo spostamento che il operativo e, inutile, ai fini del raggiungi-
dissolvimento delle nubi tossiche erogate. mento dell’obiettivo strategico assegnato
Sul fronte dolomitico della 4a Armata, al- alla 4a Armata, e cioè la conquista del-
le ore 3,30 della notte dell’11 luglio l’alta Val Pusteria.
1916, un’enorme esplosione fece tremare,
come un terremoto, tutta la regione ad
Torrione roccioso a forma di sperone che si
ovest di Cortina d’Ampezzo.
40
stacca dal ripido versante ovest della Tofana di Ro-
Da mesi i minatori dei S. Tenenti Mal- ces, con pareti a strapiombo sul sottostante mace-
vezzi e Cadorin avevano scavato nella reto della Forcella Col dei Bois. La posizione au-
striaca che dominava sia tutta la zona della citata
roccia un complesso di gallerie (circa 500 forcella, ma, soprattutto, la sottostante Val Costea-
m.) per realizzare, sotto la cima del Ca- na (circa 2 Km della strada delle Dolomiti tra Cor-
stelletto40 una mina tale da distruggere tina e Passo Falzarego). Il presidio austriaco del
Castelletto determinava, con le mitragliatrici, uno
tuttala posizione difensiva nemica. Vani stillicidio di Perdite umane sui rifornimenti alle
erano stati i ripetuti attacchi e i tentativi prime linee, e, con l’osservazione, il micidiale in-
di colpi di mano, dalla parete della Tofa- tervento delle artiglierie.
na, per conquistare la posizione nemica;
pesanti, sanguinose erano state le perdite
(continua)

di vite di uomini particolarmente esperti e


scelti per i combattimenti su zone roccio-
se difficili.
MAGGIO 2020
Dopo la terrificante esplosione di 35 ton-
Una trincea dopo l’attacco col gas.

nellate di gelatina esplosiva, si sviluppò il


fuoco di tutte le artiglierie italiane come
preparazione al complesso attacco a tutte SOMMARIO N. 537
le posizioni nemiche dell’alta Val Trave-
a cura del Gen. Enrico Borgenni

SAN PIO X
LE opErazIoNI MILItarI nazes da parte di ben tre battaglioni alpini
NEL 1916 e altre forze.

La minuziosa e lunga organizzazione per


Gli ufficiali e i minatori si lanciarono nel- CONTRO
IL SIONISMO
le gallerie per sbucare nel cratere e occu-
schierare gli erogatori, silenziosamente, pare la cima del Castelletto, ma le esala-
di notte, nelle proprie trincee più avanza- zioni dello scoppio non si erano disperse
te, sul tratto di fronte da “sfondare” (circa e caddero perdendo i sensi; furono soc-
2 San Pio X contro il sionismo
12 Km, una bombola ogni 6 m, fissata su corsi e portati fuori dalla galleria e riani- di Theodor Herzl
un apposito telaio di legno con il beccuc- mati dopo alcune ore.
cio rivolto verso le linee italiane), nonché Una compagnia di alpini, incaricata di ri- 4 Irlmaier e Apocalisse
– un confronto –
la necessità dell’assoluta segretezza, ri- salire il canalone che divide la rupe dalla di FA
chiesero molte notti di lavoro in più di Tofana, per occupare la cima, fu investita
8 Pentimeno pubblico
quelle previste, ritardando di molti giorni da una valanga di sassi e macigni che di Benedetto XVI
l’inizio dell’attacco. provocarono feriti anche gravi. L’esplo- del Patriarcato Cattolico Bizantino
La principale causa del fallimento del- sione aveva causato un enorme e instabile
14 Abbiamo seminato vento,
l’offensiva chimica, così ben preparata, accumulo di macerie di roccia; l’azione raccoglieremo tempesta
fu l’inesplicabile ritardo di circa 30-40 fu necessariamente annullata. di B.H. Friedman
minuti dell’ordine di erogazione del gas. L’attacco di due battaglioni alpini alle po- 18 IL MITO “Don Milani” (3)
Alle 5,30 del 29 giugno, i raggi del sole sizioni austriache del macereto di Col dei di Don Luigi Villa
nascente scaldarono il terreno e l’aria di Bois e della testata della Val Travenan-
21 Contro Corrente
tutta l’area, determinando quella variabi- zes, si arrestò davanti ai reticolati e al mi- del prof. S.L. Sergiacomi de Aicardi
lità del vento citata, che impedì l’eroga- cidiale fuoco delle mitragliatrici delle in-
zione di gas nel tratto nord del fronte e, tegre difese nemiche. 22 Conoscere la Massoneria
successivamente, correnti ascensionali di La mina distrusse la cima del Castelletto, 23 Lettere alla Direzione - In libreria
aria calda dalla pianura, che fermarono il dominante la Val Costeana, che divenne
24 Conoscere il comunismo
progredire verso il fondo valle della nube non agibile per gli sfasciumi e determinò
tossica e, poi, la sua dispersione verso la perdita di circa 30 austriaci che riposa-
SCHEMI DI PREDICAZIONE
l’alto. In Italia, l’operazione fu considera- vano in un ricovero in caverna coinvolto
ta solo un fallito attacco a carattere loca- nello scoppio; si conquistarono, in alcuni Epistole e Vangeli
le, perché contenuto a livello corpo d’ar- tratti di fronte, alcune decine di metri di Anno A
mata; fu sottovalutato il disegno strategi- profondità di territorio nemico. di mons. Nicolino Sarale
co non solo militare ma anche politico. Un risultato minimo per le forze, i mezzi (Dalla SS. Corpo e Sangue di Gesù
L’avvento dell’arma chimica fu concepito e i materiali impiegati, riportato come un alla XIV Domenica durante l’anno.)
e realizzato come un moderno mezzo ter- grande successo dalla stampa italiana, an-

24 “Chiesa viva” *** Maggio 2020