Sei sulla pagina 1di 6

Aria

Ing. Mario Fantini


12 marzo 2021 ore otto del mattino

Dedicato ai miei Professori di Fisica: Luigi Gabba, Luigi Oddi, Mario Geddo,
Marco Spiga.
ii.iii Dedicato al Professore e Scrittore di libri che sono gioielli: Sergio Rosati.

1
Dati Richieste

m = 10 kg lmax
P1 = 13 bar
T1 = 496 ℃
P0 = 1 bar
T0 = 20 ℃

Condizioni al contorno e proprietà del tratto 1 − 2


Dalla pendenza, dalla ripidità, del ramo di iperbole colgo che il tratto 1 − 2 è una
trasformazione adiabatica.

Poiché in una generica trasformazione la densità ρ e la densità dell’aria secca


ρa sono legate con il calore q secondo la relazione:

ρa = (1 − q)ρ (1)
e siccome nell’adiabatica il calore scambiato con l’esterno q = 0, dalla (1) ho:

ρa1-2 = ρ1-2 (2)

P1a v 1a = Ra T1 (3)
8314.JK −1 .kmol−1 J
Ra = P Rm = 28.97.kg.kmol−1 . = 287. Kkg
a
P1a = 13(105 ).P a
T1 = 769.K

2
ricavo il volume specifico secco v 1a :
3
v 1a = 0.169. m
kg

P1a v 1a γa = P2a v 2a γa (4)


γa = 1.4
P2a = 1(105 ).P a
ricavo il volume specifico secco v 2a :
3
v 2a = 1.061. m
kg

v 1a γa −1
(T2 − T1 ) = T1 [( ) − 1] (5)
v 2a
ricavo T2 :
T2 = 370.K = 97 ℃

3
Condizioni al contorno e proprietà del tratto 2 − 3
La trasformazione del tratto 2 − 3 è isobara.

P3 v 3a = Ra T3 (6)
J
Ra = 287. Kkg
P3 = 1(105 ).P a
T3 = 293.K
ricavo il volume specifico secco v 3a :
3
v 3a = 0.850. m
kg

Ra T3
v 3a = (7)
P3 − (P3vs )(φ3 )
ricavo dalla dalla tabella A.3 (J. Kestin) la pressione di saturazione dell’acqua in
corrispondenza di T3 = T0 = 20 ℃.
P3vs = 0.02337.bar = 2337.P a

ricavo φ3 da (7):
φ3 = 0.50
che corrisponde alla curva a umidità relativa pari a 50%.

Umidità specifica del pto. 3:

(φ3 )(P3vs )
ω3 = 0.622 (8)
[P3 − (φ3 )(P3vs )]
kg g
ω3 = 7.35(10−3 ). kg = 7.35. kg

Entalpia specifica del pto. 3, con le temperature stavolta espresse in gradi


Celsius e ω espressa in kg/kg:

h3 = 1.006t3 + (2500.5 + 1.805t3 )ω3 (9)


h3 = 38.76.kJ/kg

4
Pendenza della retta di lavoro della trasformazione 1–3:
Per calcolare la pendenza della retta di lavoro sfrutto il rapporto qs /q tot .

Per la (2) nell’intera trasformazione 1 − 3 lo scambio di calore ha luogo esclu-


sivamente nel tratto 2 − 3.

∆u2-3 = ∆h2-3 − l2-3 (10)


perché in una trasformazione isobara q = ∆h.

Siccome la funzione di stato dell’energia interna è indipendente dal volume:

∆u2-3 = Cv (T2 − T3 ) (11)


kJ
sapendo che Cv per l’aria è pari a 0.717. kgK , sostituendo i valori ottengo:

∆u2-3 = 55.21.kJ/kg

l2-3 = P3 v3 − P2 v2 = |21.08|.kJ/kg

Per la (10) posso scrivere:


q tot = qs + ql = ∆u2-3 + l2-3 = 76.29.kJ/kg

kJ
qs = Cp (T2 − T3 ) = 1.006. kgK [(273 + 97) − (273 + 20)].K = 77.46.kJ/kg
qs 77.46
pendenza della retta di lavoro = q tot
= 76.29
= 1.01 ≈ 1

Ovviamente il numeratore deve essere al massimo uguale al denominatore ma


le precedenti approssimazioni hanno recato un centesimo di errore nel valore della
pendenza. Leggo comunque che il calore latente è nullo.

5
Lavoro massimo estraibile
Per calcolare il massimo lavoro estraibile, ricorro all’analisi di II principio:
T0
lmax, espansione = T0 ∆s − ∆u + qt (1 − ) (12)
T1
ql
Con la variazione di entropia ∆s = T0
dove ql è il calore latente.

lavoro massimo estraibile dal tratto 1–2

Eliminando in (1) i contributi legati a qualsiasi forma di calore:

l1-2max, espansione = −∆u1-2 (13)


l1-2max, espansione = −Cv ∆T 1-2 = −0.717(476) = |341.29|.kJ/kg
In valore assoluto perché il lavoro di espansione volumetrica è positivo.

lavoro massimo estraibile dal tratto 2–3


Elimino in (1) il contributo entropico perché legato al calore latente che è nullo:
T0
l2-3max, espansione = −∆u2-3 + qt (1 − ) (14)
T1
(273+20)
l2-3max, espansione = −55.21. + 76.29[1 − (273+97)
] = |39.33|.kJ/kg

lavoro massimo estraibile dall’intera trasformazione 1–3


l1-3max, espansione = l1-2max, espansione + l2-3max, espansione
= 341.29 + 39.33 = 380.62.kJ/kg

Grafica del testo: LaTeX


a

Creative Commons Copyright