Sei sulla pagina 1di 28

N O R M A I T A L I A N A CEI

Norma Italiana

CEI 55-2/0-1
Data Pubblicazione Edizione
1998-04 Quarta
Classificazione Fascicolo
55-2/0-1 4165 R
Titolo
Specifiche per tipi particolari di fili per avvolgimento
Parte 0: Prescrizioni generali
Sezione 1: Fili di sezione circolare in rame smaltato

Title
Specification for particular types of winding wires
Part 0: General requirements
Section 1: Enamelled round copper wire

ELETTROTECNICA GENERALE E MATERIALI PER USO ELETTRICO

NORMA TECNICA

COMITATO
ELETTROTECNICO CNR CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE • AEI ASSOCIAZIONE ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA
ITALIANO
SOMMARIO
La Norma specifica le prescrizioni generali per i fili per avvolgimenti di sezione circolare in rame smaltato
provvisti o privi di strato autocementante.
La presente Norma costituisce la ristampa senza modifiche, secondo il nuovo progetto di veste editoriale,
della Norma pari numero ed edizione (Fascicolo 2144).

DESCRITTORI
Avvolgimenti; Fili per avvolgimenti; Fili di rame smaltato; Fili di rame di sezione circolare ;

COLLEGAMENTI/RELAZIONI TRA DOCUMENTI


Nazionali (SOP) CEI 55-2:1988 ; CEI 55-7:1991;
Europei (IDT) HD 555.0.1 S1:1992-06;
Internazionali (IDT) IEC 317-0-1:1990-10;
Legislativi

INFORMAZIONI EDITORIALI
Norma Italiana CEI 55-2/0-1 Pubblicazione Norma Tecnica Carattere Doc.

Stato Edizione In vigore Data validità 1993-11-1 Ambito validità Europeo


Varianti Nessuna
Ed. Prec. Fasc. 1969; 1975; 1988 (Fasc. 1061)

Comitato Tecnico 55-Conduttori per avvolgimenti


Approvata dal Presidente del CEI in Data 1993-9-7
CENELEC in Data

Sottoposta a inchiesta pubblica come Documento originale Chiusa in data 1992-3-31

Gruppo Abb. 1 Sezioni Abb. B


ICS

CDU

LEGENDA
(SOP) La Norma in oggetto sostituisce parzialmente le Norme indicate dopo il riferimento (SOP)
(IDT) La Norma in oggetto è identica alle Norme indicate dopo il riferimento (IDT)

© CEI - Milano 1997. Riproduzione vietata.


Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente Documento può essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi senza il consenso scritto del CEI.
Le Norme CEI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione sia di nuove edizioni sia di varianti.
È importante pertanto che gli utenti delle stesse si accertino di essere in possesso dell’ultima edizione o variante.
INDICE GENERALE
Rif. Argomento Pag.

INTRODUZIONE 1

1 OGGETTO 1

2 RIFERIMENTI NORMATIVI 1

3 DEFINIZIONI E NOTE GENERALI RELATIVE AI METODI DI PROVA 1


3.1 Definizioni .................................................................................................................................................................................... 1
3.2 Note generali relative ai metodi di prova .............................................................................................................. 2

4 DIMENSIONI 2
4.1 Diametro del conduttore .................................................................................................................................................... 2
Tab. 1 Dimensioni dei fili smaltati (R20) ................................................................................................................................ 3
Tab. 2 Dimensioni dei fili smaltati con strato autocementante (R20) ................................................................ 4
4.2 Ovalizzazione del conduttore
(diametri nominali del conduttore superiori a 0,063 mm) ........................................................................ 5
4.3 Bispessore minimo di isolamento dovuto all’isolante ed allo strato autocementante
(diametri nominali del conduttore superiori a 0,063 mm) ........................................................................ 5
4.4 Diametro esterno massimo ............................................................................................................................................... 5

5 RESISTENZA ELETTRICA 5
Tab. 3 Resistenze elettriche .............................................................................................................................................................. 6

6 ALLUNGAMENTO 6
Tab. 4 Allungamento ............................................................................................................................................................................. 6

7 RITORNO ELASTICO 7
7.1 Conduttori di diametro nominale da 0,080 fino a 1,600 mm compreso ......................................... 7
Tab. 5 Ritorno elastico ......................................................................................................................................................................... 7
7.2 Conduttori di diametro nominale superiore a 1,600 mm ........................................................................... 7

8 FLESSIBILITÀ E ADERENZA 8
8.1 Prova di avvolgimento su mandrino
(diametri nominali del conduttore fino a 1,600 mm compreso) ........................................................... 8
Tab. 6 Avvolgimento su mandrino .............................................................................................................................................. 8
8.2 Prova di allungamento (diametri nominali del conduttore superiori a 1,600 mm) ................. 8
8.3 Prova di strappo (diametri nominali del conduttore fino a 1,000 mm compreso) .................. 8
8.4 Prova di spellatura (diametri nominali del conduttore superiori a 1,000 mm) .......................... 8

9 COLPO DI CALORE 9
9.1 Diametri nominali del conduttore fino a 1,600 mm compreso .............................................................. 9
Tab. 7 Colpo di calore .......................................................................................................................................................................... 9
9.2 Diametri nominali del conduttore superiori a 1,600 mm ........................................................................... 9

10 TERMOPLASTICITÀ 9

11 RESISTENZA ALL’ABRASIONE 9

12 RESISTENZA AI SOLVENTI 9

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998-04
Pagina iii
13 TENSIONE DI PERFORAZIONE 10
13.1 Diametri nominali del conduttore fino a 0,100 mm compreso ............................................................ 10
Tab. 8 Tensione di perforazione ................................................................................................................................................. 10
13.2 Diametri nominali del conduttore oltre 0,100 fino a 2,500 mm compreso ................................. 11
Tab. 9 Tensione di perforazione ................................................................................................................................................. 11
13.3 Diametri nominali del conduttore superiori a 2,500 mm ......................................................................... 12
Tab. 10 Tensione di perforazione ................................................................................................................................................. 12

14 CONTINUITÀ DELL’ISOLAMENTO
(DIAMETRI NOMINALI DEL CONDUTTORE FINO A 1,600 MM COMPRESO) 12
Tab. 11 Continuità dell’isolamento ............................................................................................................................................... 12

15 INDICE DI TEMPERATURA 12

16 RESISTENZA AI REFRIGERANTI 13

17 SALDABILITÀ 13

18 AUTOCEMENTAZIONE TERMICA O CON SOLVENTI 13

19 FATTORE DI DISSIPAZIONE DIELETTRICA 13

20 RESISTENZA ALL’OLIO PER TRASFORMATORI 13

21 PERDITA DI MASSA 13

22 CEDIMENTO AD ALTA TEMPERATURA 13

30 CONFEZIONE 13

A L L E G AT O
A informativo DIMENSIONI PER DIAMETRI NOMINALI INTERMEDI DEL CONDUTTORE (R40) 14
A.1 Fili smaltati senza strato autocementante ............................................................................................................. 14
Tab.A 1 Dimensioni dei fili smaltati (R40) .............................................................................................................................. 14
A.2 Fili smaltati con strato autocementante ................................................................................................................. 15
Tab.A 2 Dimensioni dei fili smaltati con strato autocementante (R40) .............................................................. 15

A L L E G AT O
B informativo METODO DI CALCOLO DEL DIAMETRO ESTERNO MINIMO 16
B.1 Fili smaltati senza strato autocementante ............................................................................................................. 16
B.2 Fili smaltati con strato autocementante ................................................................................................................. 16
Tab.B 1 Bispessori minimi .................................................................................................................................................................. 16

A L L E G AT O
C informativo METODO DI CALCOLO DELLA RESISTENZA LINEARE 17
C.1 Per diametri nominali del conduttore fino a 0,063 mm compreso ................................................... 17
Tab.C 1 Rapporti ........................................................................................................................................................................................ 17
C.2 Per diametri nominali del conduttore oltre 0,063 mm fino a 1,000 mm compreso .............. 17

A L L E G AT O
D informativo RESISTENZA 19
Tab.D 1 Resistenze elettriche ............................................................................................................................................................. 19

A L L E G AT O
ZA normativo Altre Pubblicazioni Internazionali menzionate nella presente Norma
con riferimento alle corrispondenti Pubblicazioni Europee 20

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998-04
Pagina iv
PREFAZIONE
La procedura del questionario CENELEC, utilizzata per sapere se la Pubblicazione
IEC 317-0-1 (1990) e suo Corrigendum (marzo 1991) potevano essere accettati
senza modifiche del testo, ha mostrato che non erano necessarie modifiche co-
muni CENELEC per l’accettazione del documento come Documento di Armoniz-
zazione.
Il presente Documento di Armonizzazione sostituisce l’HD 42.1 S3 (1987) e
l’EN 60182-2 (1990).
Il documento di riferimento è stato sottoposto ad un voto formale dei membri
CENELEC e accettato dal CENELEC come HD 555.0.1 S1 il 16 giugno 1992.

Sono state fissate le date che seguono:


n data ultima di annuncio dell’HD a livello nazionale
(doa) 01/12/1992
n data ultima di pubblicazione di una Norma nazionale armonizzata
(dop) 01/06/1993
n data ultima di ritiro delle Norme nazionali contrastanti
(dow) 01/06/1993

Gli Allegati designati come “normativi” fanno parte della Norma.


Gli Allegati designati come “informativi” vengono forniti solo a titolo informativo.
Nella presente Norma gli Allegati A, B, C e D sono informativi e l’Allegato ZA è
normativo.
Per i prodotti che erano conformi all’HD 42.1 S3 (1987) o all’EN 60182-2 (1990)
prima del 1° giugno 1993, come indicato dal costruttore o da un Organismo di
certificazione, tale Norma precedente può continuare ad essere applicata per la
produzione fino al 1° giugno 1998.

AVVISO DI ADOZIONE
Il testo della Pubblicazione IEC 317-0-1 (1990) e del suo Corrigendum
(marzo 1991) è stato approvato dal CENELEC come Documento di Armonizzazio-
ne senza alcuna modifica.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998-04
Pagina v
NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998-04
Pagina vi
INTRODUZIONE

La presente Norma fa parte di una serie relativa ai fili isolati utilizzati negli avvol-
gimenti di apparecchiature elettriche. La serie comprende tre gruppi che defini-
scono rispettivamente:
1) Metodi di prova (Pubblicazione IEC 851)(1);
2) Specifiche (Pubblicazione IEC 317)(1);
3) Confezionamento (Pubblicazione IEC 264)(1).

1 OGGETTO

La presente Norma specifica le prescrizioni generali per i fili per avvolgimenti di


sezione circolare in rame smaltato provvisti o privi di strato autocementante.
La gamma dei diametri nominali del conduttore è indicata nel relativo Foglio di
Specifica.

2 RIFERIMENTI NORMATIVI

Le Norme che seguono contengono disposizioni che tramite i riferimenti conte-


nuti nel presente testo costituiscono disposizioni valide per la presente Norma in-
ternazionale. Al momento della pubblicazione erano in vigore le edizioni indica-
te. Tutte le norme sono soggette a modifica e le parti che utilizzano la presente
Pubblicazione sono invitate a cercare di applicare le edizioni più recenti delle
Norme elencate di seguito. I membri della IEC e dell’ISO possiedono registri del-
le Norme internazionali in vigore.
N.d.R. Per l’elenco delle Norme di riferimento si veda l’Allegato ZA.

3 DEFINIZIONI E NOTE GENERALI RELATIVE AI METODI DI PROVA

3.1 Definizioni

Conduttore
Metallo nudo dopo la rimozione del rivestimento.

Screpolatura
Apertura nell’isolamento che rende visibile il conduttore ad un ingrandimento dato.

Rivestimento unico
Isolamento composto da un solo materiale.

Filo
Filo isolato allo stato di fornitura.

(1) Norme CEI del CT 55.

CEI 55-2/0-1:1998:04 NORMA TECNICA


28 CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 1 di 22
3.2 Note generali relative ai metodi di prova
Tutti i metodi di prova da utilizzare nella presente Norma sono dati nella Pubbli-
cazione IEC 851.
I numeri degli articoli utilizzati nella presente Norma sono identici ai rispettivi
numeri di prova della Pubblicazione IEC 851.
Nel caso di divergenze tra la pubblicazione relativa ai metodi di prova e la pre-
sente Norma, prevale quest’ultima.
Se per una prova non viene stabilita alcuna gamma specifica di diametri nominali
del conduttore, la prova si applica a tutti i diametri nominali del conduttore che
rientrano nel Foglio di Specifica.
Se non diversamente specificato, tutte le prove devono essere eseguite ad una
temperatura compresa tra 15 e 35 °C e ad una umidità relativa compresa tra 45 e
75%. Prima di eseguire le misure, i provini devono essere pre-condizionati nelle
suddette condizioni atmosferiche per un periodo di tempo sufficiente a permette-
re ai provini di stabilizzarsi.
Il filo da provare deve essere prelevato dalla confezione senza sottoporlo a ten-
sione oppure a piegature improprie. Prima di ciascuna prova, si elimina una lun-
ghezza di filo sufficiente a garantire che tra i provini in esame non sia incluso al-
cun filo danneggiato.

4 DIMENSIONI

4.1 Diametro del conduttore


La serie di diametri nominali preferenziali del conduttore deve corrispondere alla
serie R20, conforme alla Norma ISO 3. I valori reali e le loro tolleranze sono indi-
cati nelle Tab. 1 e 2.
La serie di diametri intermedi, dalla quale l’utilizzatore può scegliere i diametri
nominali intermedi del conduttore, se richiesto per ragioni tecniche, deve corri-
spondere alla serie R40 conforme alla Norma ISO 3. I valori reali e le loro tolle-
ranze sono indicati nell’Allegato A.
Il diametro del conduttore non deve scostarsi dal diametro nominale più del limi-
te indicato nella Tab. 1 o 2.
Nota Per i fili fino a 0,063 mm compreso di diametro nominale del conduttore si veda la Tab. 3.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 2 di 22
Tab. 1 Dimensioni dei fili smaltati (R20)

Diametro Tolleranza sul Bispessore minimo Diametro esterno


nominale del conduttore dovuto all’isolamento massimo
conduttore ± mm mm
mm mm Grado 1 Grado 2 Grado 3 Grado 1 Grado 2 Grado 3
0,018 0,022 0,024
0,020 0,024 0,027
0,022 0,027 0,030
0,025 0,031 0,034
0,028 0,034 0,038

0,032 0,039 0,043


0,036 0,044 0,049
0,040 0,049 0,054
0,045 0,055 0,061
0,050 0,060 0,066

0,056 0,067 0,074


0,063 0,076 0,083
0,071 0,003 0,007 0,012 0,018 0,084 0,091 0,097
0,080 0,003 0,007 0,014 0,020 0,094 0,101 0,108
0,090 0,003 0,008 0,015 0,022 0,105 0,113 0,120

0,100 0,003 0,008 0,016 0,023 0,117 0,125 0,132


0,112 0,003 0,009 0,017 0,026 0,130 0,139 0,147
0,125 0,003 0,010 0,019 0,028 0,144 0,154 0,163
0,140 0,003 0,011 0,021 0,030 0,160 0,171 0,181
0,160 0,003 0,012 0,023 0,033 0,182 0,194 0,205

0,180 0,003 0,013 0,025 0,036 0,204 0,217 0,229


0,200 0,003 0,014 0,027 0,039 0,226 0,239 0,252
0,224 0,003 0,015 0,029 0,043 0,252 0,266 0,280
0,250 0,004 0,017 0,032 0,048 0,281 0,297 0,312
0,280 0,004 0,018 0,033 0,050 0,312 0,329 0,345

0,315 0,004 0,019 0,035 0,053 0,349 0,367 0,384


0,355 0,004 0,020 0,038 0,057 0,392 0,411 0,428
0,400 0,005 0,021 0,040 0,060 0,439 0,459 0,478
0,450 0,005 0,022 0,042 0,064 0,491 0,513 0,533
0,500 0,005 0,024 0,045 0,067 0,544 0,566 0,587

0,560 0,006 0,025 0,047 0,071 0,606 0,630 0,653


0,630 0,006 0,027 0,050 0,075 0,679 0,704 0,728
0,710 0,007 0,028 0,053 0,080 0,762 0,789 0,814
0,800 0,008 0,030 0,056 0,085 0,855 0,884 0,911
0,900 0,009 0,032 0,060 0,090 0,959 0,989 1,018

1,000 0,010 0,034 0,063 0,095 1,062 1,094 1,124


1,120 0,011 0,034 0,065 0,098 1,184 1,217 1,248
1,250 0,013 0,035 0,067 0,100 1,316 1,349 1,381
1,400 0,014 0,036 0,069 0,103 1,468 1,502 1,535
1,600 0,016 0,038 0,071 0,107 1,670 1,706 1,740

1,800 0,018 0,039 0,073 0,110 1,872 1,909 1,944


2,000 0,020 0,040 0,075 0,113 2,074 2,112 2,148
2,240 0,022 0,041 0,077 0,116 2,316 2,355 2,392
2,500 0,025 0,042 0,079 0,119 2,578 2,618 2,656
2,800 0,028 0,043 0,081 0,123 2,880 2,922 2,961

3,150 0,032 0,045 0,084 0,127 3,233 3,276 3,316


3,550 0,036 0,046 0,086 0,130 3,635 3,679 3,721
4,000 0,040 0,047 0,089 0,134 4,088 4,133 4,176
4,500 0,045 0,049 0,092 0,138 4,591 4,637 4,681
5,000 0,050 0,050 0,094 0,142 5,093 5,141 5,186
Note:
1. I Comitati Nazionali possono utilizzare le prescrizioni relative al diametro esterno minimo se si basano sui bispessori minimi. Il calcolo è indicato nell’Allegato B.
2. Per i diametri nominali intermedi del conduttore si deve utilizzare il valore numerico di bispessore minimo corrispondente al diametro nominale del conduttore
immediatamente superiore.
3. Le dimensioni relative ai diametri nominali intermedi del conduttore per la serie R40 sono indicate nell’Allegato A.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 3 di 22
Tab. 2 Dimensioni dei fili smaltati con strato autocementante (R20)

Diametro Tolleranza sul Bispessore minimo Diametro esterno


nominale del conduttore massimo
conduttore ± mm mm
mm mm Grado 1B Grado 2B Grado 1B Grado 2B
0,020 0,026 0,029
0,022 0,030 0,033
0,025 0,034 0,037
0,028 0,038 0,042
0,032 0,044 0,048

0,036 0,050 0,055


0,040 0,055 0,060
0,045 0,062 0,068
0,050 0,068 0,074
0,056 0,075 0,082

0,063 0,085 0,092


0,071 0,003 0,017 0,022 0,094 0,101
0,080 0,003 0,018 0,025 0,105 0,112
0,090 0,003 0,020 0,027 0,117 0,125
0,100 0,003 0,020 0,028 0,129 0,137

0,112 0,003 0,022 0,030 0,143 0,152


0,125 0,003 0,024 0,033 0,158 0,168
0,140 0,003 0,026 0,036 0,175 0,186
0,160 0,003 0,027 0,038 0,197 0,209
0,180 0,003 0,029 0,041 0,220 0,233

0,200 0,003 0,031 0,044 0,243 0,256


0,224 0,003 0,033 0,047 0,270 0,284
0,250 0,004 0,036 0,051 0,300 0,316
0,280 0,004 0,037 0,052 0,331 0,348
0,315 0,004 0,039 0,055 0,369 0,387

0,355 0,004 0,041 0,059 0,413 0,432


0,400 0,005 0,043 0,062 0,461 0,481
0,450 0,005 0,045 0,065 0,514 0,536
0,500 0,005 0,048 0,069 0,568 0,590
0,560 0,006 0,049 0,071 0,630 0,654

0,630 0,006 0,052 0,075 0,704 0,729


0,710 0,007 0,054 0,079 0,788 0,815
0,800 0,008 0,057 0,083 0,882 0,911
0,900 0,009 0,060 0,088 0,987 1,017
1,000 0,010 0,063 0,092 1,091 1,123

1,120 0,011 0,064 0,095 1,214 1,247


1,250 0,013 0,065 0,097 1,346 1,379
1,400 0,014 0,067 0,100 1,499 1,533
1,600 0,016 0,070 0,103 1,702 1,738
1,800 0,018 0,072 0,106 1,905 1,942

2,000 0,020 0,074 0,109 2,108 2,146


Note:
1. I Comitati Nazionali possono utilizzare le prescrizioni relative al diametro esterno minimo se si basano sui bispessori minimi. Il calcolo è indicato nell’Allegato B.
2. Per i diametri nominali intermedi del conduttore si deve utilizzare il valore numerico di bispessore minimo corrispondente al diametro nominale del conduttore
immediatamente superiore.
3. Le dimensioni relative ai diametri nominali intermedi del conduttore per la serie R40 sono indicate nell’Allegato A.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 4 di 22
4.2 Ovalizzazione del conduttore
(diametri nominali del conduttore superiori a 0,063 mm)
La differenza tra il diametro minimo e il diametro massimo, in qualsiasi punto,
non deve essere superiore al valore numerico indicato nella colonna 2 della
Tab. 1 o 2.

4.3 Bispessore minimo di isolamento dovuto all’isolante ed allo strato


autocementante (diametri nominali del conduttore superiori a 0,063 mm)

4.3.1 Fili smaltati privi di strato autocementante


Il bispessore minimo di isolamento dovuto all’isolante non deve risultare inferio-
re ai valori indicati nella Tab. 1.

4.3.2 Fili smaltati provvisti di strato autocementante


Il bispessore minimo di isolamento dovuto all’isolante, incluso lo strato autoce-
mentante, non deve risultare inferiore ai valori indicati nella Tab. 2.

4.4 Diametro esterno massimo

4.4.1 Fili smaltati privi di strato autocementante


Il diametro esterno massimo non deve superare i valori indicati nella Tab. 1.

4.4.2 Fili smaltati provvisti di strato autocementante


Il diametro esterno massimo non deve superare i valori indicati nella Tab. 2.

5 RESISTENZA ELETTRICA

Per conduttori di diametro nominale fino a 0,063 mm compreso, la resistenza a


20 °C deve essere compresa nei limiti indicati in Tab. 3.
Per conduttori di diametro nominale superiore a 0,063 mm non è specificato al-
cun valore di resistenza.
In seguito ad accordo tra committente e fornitore, si possono effettuare misure di
resistenza elettrica per conduttori aventi diametro nominale da oltre 0,063 fino ad
1,000 mm compreso.
In caso di tale accordo, la resistenza elettrica a 20 °C deve essere compresa entro
i limiti specificati nell’Allegato D.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 5 di 22
Tab. 3 Resistenze elettriche

Diametro Resistenza Diametro Resistenza


nominale del W/m nominale del W/m
conduttore conduttore
mm Min. Max mm Min. Max
0,018 60,46 73,89 0,036 15,16 18,42
0,020 48,97 59,85 0,040 12,28 14,92
0,022 40,47 49,47 0,045 9,705 11,79
0,025 31,34 38,31 0,050 7,922 9,489
0,028 24,99 30,54 0,056 6,316 7,565

0,032 19,13 23,38 0,063 5,045 5,922


Note:
1. I limiti indicati nella Tab. 3 sono ricavati dai calcoli effettuati in conformità con l’Allegato C.
2. Per la resistenza nominale si veda l’Allegato D.

6 ALLUNGAMENTO

L’allungamento a rottura non deve essere inferiore al valore indicato nella Tab. 4.

Tab. 4 Allungamento

Diametro Allungamento Diametro Allungamento Diametro Allungamento


nominale del minimo nominale del minimo nominale del minimo
conduttore conduttore conduttore
mm % mm % mm %
0,018 5 0,180 20 1,800 32
0,020 6 0,200 21 2,000 33
0,022 6 0,224 21 2,240 33
0,025 7 0,250 22 2,500 33
0,028 7 0,280 22 2,800 34

0,032 8 0,315 23 3,150 34


0,036 8 0,355 23 3,550 35
0,040 9 0,400 24 4,000 35
0,045 9 0,450 25 4,500 36
0,050 10 0,500 25 5,000 36

0,056 10 0,560 26
0,063 12 0,630 27
0,071 13 0,710 28
0,080 14 0,800 28
0,090 15 0,900 29

0,100 16 1,000 30
0,112 17 1,120 30
0,125 17 1,250 31
0,140 18 1,400 32
0,160 19 1,600 32
Nota Per diametri nominali intermedi del conduttore si deve utilizzare il valore dell’allungamento corrispondente al
diametro nominale del conduttore immediatamente superiore.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 6 di 22
7 RITORNO ELASTICO

7.1 Conduttori di diametro nominale da 0,080 fino a 1,600 mm compreso


Quando il filo è provato con il mandrino ed il carico specificati in Tab. 5, non
deve superare il massimo ritorno elastico specificato nella tabella stessa.

Tab. 5 Ritorno elastico

Diametro Diametro Ritorno elastico


nominale del del mandrino Trazione massimo in gradi
conduttore Grado 1 Grado 2 e Grado 3 e
mm mm N Grado 1B Grado 2B
0,080 70 80 100
0,090 5 0,25 67 77 94
0,100 64 73 90
0,112 64 73 88
0,125 7 0,50 62 70 84
0,140 59 67 79
0,160 59 67 78
0,180 10 1,0 57 65 75
0,200 54 62 72
0,224 51 59 68
0,250 12,5 2,0 49 56 65
0,280 47 53 61
0,315 50 55 62
0,355 19 4,0 48 53 59
0,400 45 50 55
0,450 44 48 53
0,500 25 8,0 43 47 51
0,560 41 44 48
0,630 46 50 53
0,710 37,5 12,0 44 47 50
0,800 41 43 46
0,900 45 48 51
1,000 42 45 47
1,120 50 15,0 39 41 43
1,250 35 37 39
1,400 32 34 36
1,600 28 30 32
Nota Per i diametri nominali intermedi del conduttore, si deve utilizzare il valore numerico relativo al ritorno elastico
del diametro nominale del conduttore immediatamente superiore.

7.2 Conduttori di diametro nominale superiore a 1,600 mm


Il filo non deve superare il massimo ritorno elastico di 5 gradi.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 7 di 22
8 FLESSIBILITÀ E ADERENZA

8.1 Prova di avvolgimento su mandrino


(diametri nominali del conduttore fino a 1,600 mm compreso)
Il rivestimento non deve mostrare alcuna screpolatura dopo che il filo è stato al-
lungato, come indicato nella Tab. 6, ed è stato avvolto sul mandrino appropriato.

Tab. 6 Avvolgimento su mandrino

Diametro nominale
del conduttore Allungamento prima
mm dell’avvolgimento su Diametro del
mandrino mandrino(**)
Oltre Fino a e %
compreso
— 0,050 20(*) 0,150 mm
0,050 1,600 — D
(*) Oppure fino al punto di rottura del rame, scegliendo il valore inferiore.
(**) D è il diametro esterno del filo.

8.2 Prova di allungamento


(diametri nominali del conduttore superiori a 1,600 mm)
Il rivestimento non deve mostrare alcuna screpolatura dopo aver allungato il filo
del 32%.

8.3 Prova di strappo


(diametri nominali del conduttore fino a 1,000 mm compreso)
Il rivestimento non deve mostrare alcuna screpolatura nè perdita di adesione.

8.4 Prova di spellatura


(diametri nominali del conduttore superiori a 1,000 mm)
Il rivestimento non deve mostrare alcuna perdita di adesione dopo che il provino
è stato sottoposto al numero di rivoluzioni R, in funzione del diametro nominale
del conduttore dnom:

K
R = -------------
d nom

arrotondato al numero intero di rivoluzioni immediatamente inferiore.


La costante K utilizzata per il calcolo è indicata nel Foglio di Specifica corrispon-
dente.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 8 di 22
9 COLPO DI CALORE

9.1 Diametri nominali del conduttore fino a 1,600 mm compreso


Il rivestimento non deve mostrare alcuna screpolatura. Il diametro del mandrino
deve essere quello specificato nella Tab. 7.
La temperatura minima per il colpo di calore è indicata nel Foglio di Specifica
corrispondente.

Tab. 7 Colpo di calore

Diametro nominale
del conduttore
mm Diametro del
mandrino(**)
Oltre Fino a e
compreso
— 0,040 0,150mm(*)
0,040 0,160 3D(*)
0,160 0,250 4D(*)
0,250 1,000 2D
1,000 1,600 3D
(*) Prima dell’avvolgimento sul mandrino, il provino deve essere
allungato al 20% oppure fino al punto di rottura del rame, sce-
gliendo il valore più basso.
(**) D è il diametro esterno del filo.

9.2 Diametri nominali del conduttore superiori a 1,600 mm


Il rivestimento non deve mostrare nessuna screpolatura dopo essere stato allun-
gato del 25%.
La temperatura minima per il colpo di calore è indicata nel Foglio di Specifica
corrispondente.

10 TERMOPLASTICITÀ

Per le prescrizioni si veda il Foglio di Specifica corrispondente.

11 RESISTENZA ALL’ABRASIONE

Per le prescrizioni si veda il Foglio di Specifica corrispondente.

12 RESISTENZA AI SOLVENTI

Solvente normalizzato
Il rivestimento non deve essere asportato usando una matita di durezza “H”.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 9 di 22
13 TENSIONE DI PERFORAZIONE

Il filo deve soddisfare le prescrizioni specificate rispettivamente in 13.1, 13.2 e


13.3, quando viene provato a temperatura ambiente e a temperatura elevata se
questo è richiesto dal committente.
La temperatura elevata è indicata nel Foglio di Specifica corrispondente.

13.1 Diametri nominali del conduttore fino a 0,100 mm compreso


Almeno quattro dei cinque provini in esame non devono perforarsi ad una ten-
sione inferiore o uguale a quella indicata nella Tab. 8.

Tab. 8 Tensione di perforazione

Diametro nominale Tensione minima di perforazione


del conduttore (valore efficace)
V
Grado 1 e Grado B1 Grado 2 e Grado 2B Grado 3
mm Temperatura ambiente
0,018 110 225 —
0,020 120 250 —
0,022 130 275 —
0,025 150 300 —
0,028 170 325 —

0,032 190 375 —


0,036 225 425 —
0,040 250 475 —
0,045 275 550 —
0,050 300 600 —

0,056 325 650 —


0,063 375 700 —
0,071 425 700 1 100
0,080 425 850 1 200
0,090 500 900 1 300

0,100 500 950 1 400


Nota Per diametri nominali intermedi dei conduttori, deve essere considerato il valore del diametro nominale del
conduttore immediatamente superiore.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 10 di 22
13.2 Diametri nominali del conduttore oltre 0,100 fino a 2,500 mm compreso
Almeno quattro dei cinque provini in esame non devono perforarsi ad una ten-
sione inferiore o uguale a quella indicata nella Tab. 9.

Tab. 9 Tensione di perforazione

Diametro Tensione minima di perforazione (valore efficace)


nominale V
del conduttore Grado 1 e Grado 1B Grado 2 e Grado 2B Grado 3 e Grado 3B
mm Temperatura Temperatura Temperatura Temperatura Temperatura Temperatura
ambiente elevata ambiente elevata ambiente elevata
0,112 1 300 1 000 2 700 2 000 3 900 2 900
0,125 1 500 1 100 2 800 2 100 4 100 3 100
0,140 1 600 1 200 3 000 2 300 4 200 3 200
0,160 1 700 1 300 3 200 2 400 4 400 3 300
0,180 1 700 1 300 3 300 2 500 4 700 3 500

0,200 1 800 1 400 3 500 2 600 5 100 3 800


0,224 1 900 1 400 3 700 2 800 5 200 3 900
0,250 2 100 1 600 3 900 2 900 5 500 4 100
0,280 2 200 1 700 4 000 3 000 5 800 4 400
0,315 2 200 1 700 4 100 3 100 6 100 4 600

0,355 2 300 1 700 4 300 3 200 6 400 4 800


0,400 2 300 1 700 4 400 3 300 6 600 5 000
0,450 2 300 1 700 4 400 3 300 6 800 5 100
0,500 2 400 1 800 4 600 3 500 7 000 5 300
0,560 2 500 1 900 4 600 3 500 7 100 5 300

0,630 2 600 2 000 4 800 3 600 7 100 5 300


0,710 2 600 2 000 4 800 3 600 7 200 5 400
0,800 2 600 2 000 4 900 3 700 7 400 5 600
0,900 2 700 2 000 5 000 3 800 7 600 5 700

Fino a 1,000 2 700 2 000 5 000 3 800 7 600 5 700


e incluso
2,500
Nota Per i diametri nominali intermedi dei conduttori, deve essere considerato il valore del diametro nominale del conduttore immediatamente
superiore.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 11 di 22
13.3 Diametri nominali del conduttore superiori a 2,500 mm
Almeno quattro dei cinque provini in esame non devono perforarsi ad una ten-
sione inferiore o uguale a quella indicata nella Tab. 10.

Tab. 10 Tensione di perforazione

Diametro Tensione minima di perforazione (valore efficace)


nominale V
del conduttore Grado 1 e Grado 1B Grado 2 e Grado 2B Grado 3 e Grado 3B
mm Temperatura Temperatura Temperatura Temperatura Temperatura Temperatura
ambiente elevata ambiente elevata ambiente elevata
oltre 2,500 1 300 1 000 2 500 1 900 3 800 2 900

14 CONTINUITÀ DELL’ISOLAMENTO
(DIAMETRI NOMINALI DEL CONDUTTORE FINO A 1,600 MM COMPRESO)

Il numero di falle per una lunghezza di 30 m di filo non deve eccedere i valori
indicati nella Tab. 11.

Tab. 11 Continuità dell’isolamento

Diametro nominale Numero massimo di


del conduttore falle in 30 m
mm
Oltre Fino a e Grado 1 e Grado 2 e Grado 3
compreso Grado 1B Grado 2B
— 0,050 60 24 —
0,050 0,080 60 24 3
0,080 0,125 40 15 3
0,125 1,600 25 5 3

15 INDICE DI TEMPERATURA

Se non diversamente concordato tra fornitore e acquirente, la prova deve essere ef-
fettuata su un filo avente diametro nominale del conduttore di 1,000 mm, Grado 2.
Quando la prova viene effettuata su provini non impregnati, in conformità con il
metodo indicato nella Pubblicazione IEC 172, la temperatura corrispondente ad
una vita estrapolata di 20000 h non deve essere inferiore alla temperatura indica-
ta nel Foglio di Specifica corrispondente e la vita misurata alla temperatura di
prova più bassa non deve essere inferiore a 5000 h.
Se richiesto dall’acquirente, il fornitore del filo smaltato deve dimostrare che il
filo soddisfa le prescrizioni dell’indice di temperatura.
Nota La prescrizione relativa all’indice di temperatura basata su una vita estrapolata di 20000 h, è
riferita a fili smaltati provati senza impregnazione e non ad essi come elementi di un sistema
di isolamento. La temperatura in gradi Celsius corrispondente all’indice di temperatura non è
necessariamente quella alla quale si raccomanda di utilizzare il filo e ciò dipende da molti fat-
tori, incluso il tipo di apparecchiatura interessato.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 12 di 22
16 RESISTENZA AI REFRIGERANTI

Per le prescrizioni si veda il Foglio di Specifica corrispondente.

17 SALDABILITÀ

Per le prescrizioni si veda il Foglio di Specifica corrispondente.

18 AUTOCEMENTAZIONE TERMICA O CON SOLVENTI

Per le prescrizioni si veda il Foglio di Specifica corrispondente.

19 FATTORE DI DISSIPAZIONE DIELETTRICA

Per le prescrizioni si veda il Foglio di Specifica corrispondente.

20 RESISTENZA ALL’OLIO PER TRASFORMATORI

Per le prescrizioni si veda il Foglio di Specifica corrispondente.

21 PERDITA DI MASSA

Per le prescrizioni si veda il Foglio di Specifica corrispondente.

22 CEDIMENTO AD ALTA TEMPERATURA

Per le prescrizioni si veda il Foglio di Specifica corrispondente.

30 CONFEZIONE

Il tipo di confezione può influenzare determinate proprietà del filo, per es. il ri-
torno elastico.
Perciò il tipo di confezione, per es. il tipo di rocchetto, deve essere oggetto di ac-
cordo tra committente e fornitore.
Il filo deve essere avvolto in modo uniforme e compatto su rocchetti o sistemato
in contenitori. I rocchetti o i contenitori non devono contenere più di una pezza-
tura di filo, se non diversamente concordato tra committente e fornitore. Quando
è contenuta più di una pezzatura, la segnalazione sull’etichetta e l’identificazione
delle pezzature deve costituire oggetto di accordo tra committente e fornitore.
Nel caso in cui i fili vengano forniti in matasse, pesi e dimensioni massimi devo-
no essere concordati tra committente e fornitore, così come qualsiasi protezione
aggiuntiva per tali matasse.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 13 di 22
ALLEGATO
A informativo DIMENSIONI PER DIAMETRI NOMINALI INTERMEDI DEL CONDUTTORE (R40)
Diametri nominali intermedi del conduttore da cui l’utilizzatore può scegliere le
dimensioni intermedie per ragioni tecniche.
A.1 Fili smaltati senza strato autocementante
Tab.A 1 Dimensioni dei fili smaltati (R40)
Diametro Tolleranza sul Bispessore minimo Diametro esterno
nominale del conduttore dovuto all’isolamento massimo
conduttore ± mm mm
mm mm Grado 1 Grado 2 Grado 3 Grado 1 Grado 2 Grado 3
0,019 0,023 0,026
0,021 0,026 0,028
0,024 0,029 0,032
0,027 0,033 0,036
0,030 0,037 0,041

0,034 0,041 0,046


0,038 0,046 0,051
0,043 0,052 0,058
0,048 0,059 0,065
0,053 0,064 0,070

0,060 0,072 0,079


0,067 0,003 0,007 0,012 0,018 0,080 0,088
0,075 0,003 0,007 0,014 0,020 0,089 0,095 0,102
0,085 0,003 0,008 0,015 0,022 0,100 0,107 0,114
0,095 0,003 0,008 0,016 0,023 0,111 0,119 0,126

0,106 0,003 0,009 0,017 0,026 0,123 0,132 0,140


0,118 0,003 0,010 0,019 0,028 0,136 0,145 0,154
0,132 0,003 0,011 0,021 0,030 0,152 0,162 0,171
0,150 0,003 0,012 0,023 0,033 0,171 0,182 0,193
0,170 0,003 0,013 0,025 0,036 0,194 0,205 0,217

0,190 0,003 0,014 0,027 0,039 0,216 0,228 0,240


0,212 0,003 0,015 0,029 0,043 0,240 0,254 0,268
0,236 0,004 0,017 0,032 0,048 0,267 0,283 0,298
0,265 0,004 0,018 0,033 0,050 0,297 0,314 0,330
0,300 0,004 0,019 0,035 0,053 0,334 0,352 0,369

0,335 0,004 0,020 0,038 0,057 0,372 0,391 0,408


0,375 0,005 0,021 0,040 0,060 0,414 0,434 0,453
0,425 0,005 0,022 0,042 0,064 0,466 0,488 0,508
0,475 0,005 0,024 0,045 0,067 0,519 0,541 0,562
0,530 0,006 0,025 0,047 0,071 0,576 0,600 0,623

0,600 0,006 0,027 0,050 0,075 0,649 0,674 0,698


0,670 0,007 0,028 0,053 0,080 0,722 0,749 0,774
0,750 0,008 0,030 0,056 0,085 0,805 0,834 0,861
0,850 0,009 0,032 0,060 0,090 0,909 0,939 0,968
0,950 0,010 0,034 0,063 0,095 1,012 1,044 1,074

1,060 0,011 0,034 0,065 0,098 1,124 1,157 1,188


1,180 0,012 0,035 0,067 0,100 1,246 1,279 1,311
1,320 0,013 0,036 0,069 0,103 1,388 1,422 1,455
1,500 0,015 0,038 0,071 0,107 1,570 1,606 1,640
1,700 0,017 0,039 0,073 0,110 1,772 1,809 1,844

1,900 0,019 0,040 0,075 0,113 1,974 2,012 2,048


2,120 0,021 0,041 0,077 0,116 2,196 2,235 2,272
2,360 0,024 0,042 0,079 0,119 2,438 2,478 2,516
2,650 0,027 0,043 0,081 0,123 2,730 2,772 2,811
3,000 0,030 0,045 0,084 0,127 3,083 3,126 3,166

3,350 0,034 0,046 0,086 0,130 3,435 3,479 3,521


3,750 0,038 0,047 0,089 0,134 3,838 3,883 3,926
4,250 0,043 0,049 0,092 0,138 4,341 4,387 4,431
4,750 0,048 0,050 0,094 0,142 4,843 4,891 4,936
Nota I Comitati Nazionali possono utilizzare le prescrizioni relative al diametro esterno minimo se si basano sui bispessori minimi. Il calcolo è indicato nell’Allegato B.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 14 di 22
A.2 Fili smaltati con strato autocementante

Tab.A 2 Dimensioni dei fili smaltati con strato autocementante (R40)

Diametro Tolleranza sul Bispessore minimo Diametro esterno


nominale del conduttore massimo
conduttore ± mm mm
mm mm Grado 1B Grado 2B Grado 1B Grado 2B
0,021 0,029 0,031
0,024 0,032 0,035
0,027 0,037 0,040
0,030 0,042 0,046
0,034 0,047 0,052

0,038 0,052 0,057


0,043 0,059 0,065
0,048 0,067 0,073
0,053 0,072 0,078
0,060 0,081 0,088

0,067 0,003 0,017 0,022 0,090 0,098


0,075 0,003 0,018 0,025 0,100 0,106
0,085 0,003 0,020 0,027 0,112 0,119
0,095 0,003 0,020 0,028 0,123 0,131
0,106 0,003 0,022 0,030 0,136 0,145

0,118 0,003 0,024 0,033 0,150 0,159


0,132 0,003 0,026 0,036 0,167 0,177
0,150 0,003 0,027 0,038 0,186 0,197
0,170 0,003 0,029 0,041 0,210 0,221
0,190 0,003 0,031 0,044 0,233 0,245

0,212 0,003 0,033 0,047 0,258 0,272


0,236 0,004 0,036 0,051 0,286 0,302
0,265 0,004 0,037 0,052 0,316 0,333
0,300 0,004 0,039 0,055 0,354 0,372
0,335 0,004 0,041 0,059 0,393 0,412

0,375 0,005 0,043 0,062 0,436 0,456


0,425 0,005 0,045 0,065 0,489 0,511
0,475 0,005 0,048 0,069 0,543 0,565
0,530 0,006 0,049 0,071 0,600 0,624
0,600 0,006 0,052 0,075 0,674 0,699

0,670 0,007 0,054 0,079 0,748 0,775


0,750 0,008 0,057 0,083 0,832 0,861
0,850 0,009 0,060 0,088 0,937 0,967
0,950 0,010 0,063 0,092 1,041 1,073
1,060 0,011 0,064 0,095 1,154 1,187

1,180 0,012 0,065 0,097 1,276 1,309


1,320 0,013 0,067 0,100 1,419 1,453
1,500 0,015 0,070 0,103 1,602 1,638
1,700 0,017 0,072 0,106 1,805 1,842
1,900 0,019 0,074 0,109 2,008 2,046
Nota I Comitati Nazionali possono utilizzare le prescrizioni relative al diametro esterno minimo se si basano sui bi-
spessori minimi. Il calcolo è indicato nell’Allegato B.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 15 di 22
ALLEGATO
B informativo METODO DI CALCOLO DEL DIAMETRO ESTERNO MINIMO

B.1 Fili smaltati senza strato autocementante


I diametri esterni minimi sono calcolati in base a quanto segue:
Grado 1: Diametro nominale del conduttore + bispessore minimo di Grado 1*;
Grado 2: Diametro esterno massimo di grado 1 + 0,001 mm;
Grado 3: Diametro esterno massimo di grado 2 + 0,001 mm.

* Per diametri nominali del conduttore inferiori a 0,071 mm, il valore numerico
del bispessore minimo per il grado 1 è 0,1 volte il diametro nominale del con-
duttore.

B.2 Fili smaltati con strato autocementante


I diametri esterni minimi sono calcolati in base a quanto segue:
Grado 1B: Diametro nominale del conduttore + bispessore minimo di Grado 1B*;
Grado 2B: Diametro esterno massimo di grado 1B + 0,001 mm.

* Per diametri nominali del conduttore inferiori a 0,071 mm, il valore numerico
del bispessore minimo per il grado 1B sono:

Tab.B 1 Bispessori minimi

Diametro nominale Bispessore minimo


del conduttore di Grado 1B
mm mm
0,020 0,004
0,022 0,005
0,025 0,006
0,028 0,007
0,032 0,008

0,036 0,010
0,040 0,010
0,045 0,012
0,050 0,013
0,056 0,014

0,063 0,015
Nota Per i diametri nominali intermedi dei conduttori si deve utiliz-
zare il valore di bispessore minimo corrispondente al diametro
nominale del conduttore immediatamente superiore.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 16 di 22
ALLEGATO
C informativo METODO DI CALCOLO DELLA RESISTENZA LINEARE
I limiti di resistenza elettrica sono calcolati in base a quanto segue.

C.1 Per diametri nominali del conduttore fino a 0,063 mm compreso


I valori dei rapporti:
Kmin tra la resistenza minima e la resistenza nominale, e
Kmax tra la resistenza massima e la resistenza nominale

sono indicati per ciascun diametro nominale del conduttore.


La resistenza lineare è calcolata da:

Ð1 Ð1
R min = K min ´ r nom ´ q nom ( Wm )
Ð1 Ð1
R max = K max ´ r nom ´ q nom ( Wm )

dove:
Kmin e Kmax assumono i valori indicati nella Tab. C1;
rnom è 1/58,5 W mm2 · m–1;
qnom è la sezione trasversale del conduttore in milimetri quadrati, calcolata da
dnom secondo la formula:

p 2
q nom = --- ´ d nom
4

Tab.C 1 Rapporti

dnom Kmin Kmax


mm
0,018 0,900 1,100
0,020 0,900 1,100
0,022 0,900 1,100
0,025 0,900 1,100
0,028 0,900 1,100

0,032 0,900 1,100


0,036 0,903 1,097
0,040 0,903 1,097
0,045 0,903 1,097
0,050 0,910 1,090

0,056 0,910 1,090


0,063 0,920 1,080

C.2 Per diametri nominali del conduttore oltre 0,063 mm


fino a 1,000 mm compreso
I valori massimo e minimo della resistenza vengono calcolati dai valori massimo
e minimo della resistività tenendo conto, per ciascun diametro del conduttore,
della corrispettiva tolleranza dimensionale.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 17 di 22
La resistenza lineare è calcolata da:

Ð1 Ð1
R min = r min ´ q max ( Wm )
Ð1 Ð1
R max = r max ´ q min ( Wm )

dove:
rmin = 1/59 W mm2 m–1;
rmax = 1/58 W mm2 m–1;
q è la sezione trasversale del conduttore in millimetri quadrati.

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 18 di 22
ALLEGATO
D informativo RESISTENZA
I valori numerici relativi alla resistenza nominale sono indicati solo a titolo infor-
mativo. Essi sono calcolati in base al diametro nominale del conduttore ed alla
resistività nominale di 1/58,5 W mm2 m–1.
I valori numerici relativi alla resistenza minima e massima per il diametro nomi-
nale del conduttore oltre 0,063 fino a 1,000 mm compreso, sono ricavati da calco-
li effettuati in conformità con l’Allegato C.

Tab.D 1 Resistenze elettriche

Diametro Resistenza Diametro Resistenza


nominale del W/m nominale del nominale
conduttore conduttore
mm Minimo Nominale Massimo mm W/mm
0,018 — 67,18 — 1,120 0,01735
0,020 — 54,41 — 1,250 0,01393
0,022 — 44,97 — 1,400 0,01110
0,025 — 34,82 — 1,600 0,008502
0,028 — 27,76 — 1,800 0,006718

0,032 — 21,25 — 2,000 0,005441


0,036 — 16,79 — 2,240 0,004338
0,040 — 13,60 — 2,500 0,003482
0,045 — 10,75 — 2,800 0,002776
0,050 — 8,706 — 3,150 0,002193

0,056 — 6,940 — 3,550 0,001727


0,063 — 5,484 — 4,000 0,001360
0,071 3,941 4,318 4,747 4,500 0,001075
0,080 3,133 3,401 3,703 5,000 0,0008706
0,090 2,495 2,687 2,900

0,100 2,034 2,176 2,333


0,112 1,632 1,735 1,848
0,125 1,317 1,393 1,475
0,140 1,055 1,110 1,170
0,160 0,8122 0,8502 0,8906

0,180 0,6444 0,6718 0,7007


0,200 0,5237 0,5441 0,5657
0,224 0,4188 0,4338 0,4495
0,250 0,3345 0,3482 0,3628
0,280 0,2676 0,2776 0,2882

0,315 0,2121 0,2193 0,2270


0,355 0,1674 0,1727 0,1782
0,400 0,1316 0,1360 0,1407
0,450 0,1042 0,1075 0,1109
0,500 0,08462 0,08706 0,08959

0,560 0,06736 0,06940 0,07153


0,630 0,05335 0,05484 0,05638
0,710 0,04198 0,04318 0,04442
0,800 0,03305 0,03401 0,03500
0,900 0,02612 0,02687 0,02765

1,000 0,02116 0,02176 0,02240

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 19 di 22
ALLEGATO
ZA normativo Altre Pubblicazioni Internazionali
menzionate nella presente Norma
con riferimento alle corrispondenti Pubblicazioni Europee
Quando la Pubblicazione Internazionale è stata modificata da modifiche comuni
CENELEC, indicate con (mod), si applica la corrispondente EN/HD.

Pubbl. IEC Data Titolo EN/HD Data Norma CEI


172 1987 Metodi di prova per la determinazione dell’indice di HD 41 S3 1989 55-6
temperatura di fili smaltati per avvolgimento
317-1 1990 Specifiche per tipi particolari di fili per avvolgimen- HD 555.1 S2 1992 55-2/1
to. Parte 1: Fili di sezione circolare in rame smaltato
con acetale di polivinile, classe 105
317-2 1990 Parte 2: Fili di sezione circolare in rame smaltato con HD 555.2 S2 1992 55-2/2
poliuretano saldabile, classe 130, con strato autoce-
mentante
317-3 1990 Parte 3: Fili di sezione circolare in rame smaltato con HD 555.3 S1 1992 55-2/3
poliestere, classe 155
317-4 1990 Parte 4: Fili di sezione circolare in rame smaltato con HD 555.4 S2 1992 55-2/4
poliuretano saldabile, classe 130
317-7 1990 Parte 7: Fili di sezione circolare in rame smaltato con HD 555.7 S2 1992 55-2/7
poliimide, classe 220
317-8 1990 Parte 8: Fili di sezione circolare in rame smaltato con HD 555.8 S2 1992 55-2/8
poliesterimide, classe 180
317-12 1990 Parte 12: Fili di sezione circolare in rame smaltato HD 555.12 S2 1992 55-2/12
con acetale di polivinile, classe 120
317-13 1990 Parte 13: Fili di sezione circolare in rame smaltato HD 555.13 S2 1992 55-2/13
con poliestere o poliesterimide rivestito di poliammi-
de-imide, classe 200
317-19 1990 Parte 19: Fili di sezione circolare in rame smaltato HD 555.19 S2 1992 55-2/19
con poliuretano saldabile con rivestimento poliam-
mide, classe 130
317-20 1990 Parte 20: Fili di sezione circolare in rame smaltato HD 555.20 S2 1992 55-2/20
con poliuretano saldabile, classe 155
317-21 1990 Parte 21: Fili di sezione circolare in rame smaltato HD 555.21 S2 1992 55-2/21
con poliuretano saldabile e con rivestimento in po-
liammide, classe 155
317-22 1990 Parte 22: Fili di sezione circolare in rame smaltato HD 555.22 S2 1992 55-2/22
con poliestere o poliesterimide e con rivestimento in
poliammide, classe 180
317-23 1990 Parte 23: Fili di sezione circolare in rame smaltato HD 555.23 S2 1992 55-2/23
con poliesterimide saldabile, classe 180
317-26 1990 Parte 26: Fili di sezione circolare in rame smaltato HD 555.26 S2 1992 55-2/26
con poliammide-imide, classe 200
317-34 1990 Parte 34: Fili di sezione circolare in rame smaltato HD 555.34 S1 1992 55-2/34
con poliestere, classe 130
851 Serie Metodi di prova per i fili di avvolgimento HD 490 Serie Serie 55-8

Altre Pubblicazioni
ISO 3 1973 Preferred numbers – Series of preferred numbers

Fine Documento

NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 20 di 22
NORMA TECNICA
CEI 55-2/0-1:1998:04
Pagina 21 di 22
La presente Norma è stata compilata dal Comitato Elettrotecnico Italiano
e beneficia del riconoscimento di cui alla legge 1º Marzo 1968, n. 186.
Editore CEI, Comitato Elettrotecnico Italiano, Milano - Stampa in proprio
Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 4093 del 24 luglio 1956
Responsabile: Ing. E. Camagni

Lire 49.000
NORMA TECNICA Sede del Punto di Vendita e di Consultazione
CEI 55-2/0-1:1998:04 20126 Milano - Viale Monza, 261
Totale Pagine 28 tel. 02/25773.1 • fax 02/25773.222 • E-MAIL cei@ceiuni.it

Potrebbero piacerti anche