Sei sulla pagina 1di 25

quella parte di materiali

utili, inorganici ed
organici, presenti in
natura, che sono impiegati
dall’uomo per soddisfare
le proprie necessità
Se non c’è un interesse
da parte dell’uomo, non
hanno valore, e di
conseguenza non
acquisiscono la
prerogativa che le rende
delle RISORSE
• progredire della scienza
• progredire della tecnologia
• ambito culturale
• UTILITA’
• LIMITATEZZA
MERCI
• ACCESSIBILITA’
PRIMARIE
• MISURABILITA’
• QUANTITA’
Il concetto di
“risorsa” è connesso
al “sistema
economico”,
alla società, e
di conseguenza
alla storia
 STORIA DELLE RISORSE = STORIA DELL’UOMO

8 METALLI
L’uso del Tallio
nell’industria dei
superconduttori ne
ha fatto aumentare i
prezzi, incentivando
lo sfruttamento delle
Usato solo per miniere già esistenti
produrre veleno per e la ricerca di nuove
topi fonti di
approvvigionamento
qualsiasi materia fisica non prodotta
dall'uomo in grado di produrre
utilità economica.
TOTALI
RISORSE
IDENTIFICATE NON ANCORA SCOPERTE

ECONOMICHE RISERVE

SUB
ECONOMICHE

incertezza
RISORSA RISERVA
 RINNOVABILI – disponibili sul
lungo tempo
 NON RINNOVABILI – destinati ad
esaurirsi
 ALTRE – tangibili e/o intangibili
(patrimonio culturale, conservazione
dell’ambiente, conservazione delle
biodiversità)
RISORSE NATURALI
Beni esistenti in natura utili all’uomo

RINNOVABILI NON RINNOVABILI

 Energia geotermica
 Energia solare  Combustibili fossili (carbone , petrolio,
(motore di molti processi naturali) Gas)
 Energia eolica  Minerali (URANIO come fonte di energia)
 Energia idroelettrica (fiumi, maree)  Ambiente
 Vegetazione Patrimonio culturale
(fotosintesi clorofilliana: colture
agricole, legname)
Le risorse naturali non rinnovabili hanno uno stock di quantità
prefissata che non aumenta per via naturale.
Anche le risorse naturali non rinnovabili seguono comunque un
proprio processo di ricarica. Si tratta però di un ciclo lunghissimo,
di natura geologica, tale da superare la stessa concezione del
tempo da parte dell'uomo.
Ad esempio, il petrolio impiega milioni di anni per formarsi, lo
stesso vale per le altre fonti di energia fossile (gas, carbone, ecc).
Dal punto di vista delle attività umane e con una visione secolare
del tempo, queste risorse vanno considerate in quantità fissa.
Ogni prelievo o utilizzo implica una riduzione irreversibile dello
stock della risorsa naturale. Il concetto è molto semplice ma
non banale. Basti pensare all'attuale società contemporanea
basata per l'80% sulle fonti energetiche fossili e all'esaurimento
del petrolio entro il 2050.
 I tempi di esaurimento sono dovuti alla
quantità di risorsa e alla richiesta

 La loro durata può essere prolungata


grazie ad un uso razionale (riciclaggio).
 Le MATERIE PRIME sono i materiali grezzi utilizzati nei
processi di produzione.

 Le RISORSE NATURALI per le quali sussiste la possibilità


tecnica e la convenienza economica di utilizzo.

Dal punto di vista economico le materie prime sono un input


del processo produttivo. Un esempio di materia prima è il
petrolio grezzo che viene estratto allo stato grezzo e
successivamente viene processato in diverse fasi di
lavorazione (es. raffinazione) fino alla produzione del prodotto
finale, la benzina.
Il consumo delle risorse cresce più velocemente
della crescita della popolazione. Nei Paesi più
sviluppati , che rappresentano il 16% della
popolazione del Pianeta, si consumano il 70% di
Al, Cu e Ni, il 58% di petrolio, il 48% di gas
naturale e il 37% di carbone.
La nostra civiltà è basata sulle risorse minerarie,
anche la produzione alimentare si basa sui
fertilizzanti minerali. Pure le abitazione sono
costruite con materiali estratti dal Pianeta.
Le risorse includono le riserve di base più tutte
quelle di giacimenti non ancora scoperti.
Le riserve sono il materiale che è stato identificato
geologicamente e che potrà essere estratto. Le
riserve base comprendono sia le riserve sia quei
materiali di scarsa qualità geologica che possono
essere sfruttati in futuro.