Sei sulla pagina 1di 3

Coordinate: 43°46′59.03″N 11°18′27.

42″E (Mappa)

Chiesa di San Martino a Mensola


Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La chiesa di San Martino a Mensola è un luogo di


culto cattolico che si trova nell'omonima via nella zona Chiesa di San Martino a
nord-est di Firenze, al confine con il comune di Fiesole. Mensola

Indice
Storia
Descrizione
Altre immagini
Altri progetti
Collegamenti esterni
Facciata
Stato Italia
Storia Regione Toscana
Località Firenze
In epoca antichissima era qui sorto un oratorio dedicato a
San Martino, ricostruito da Sant'Andrea di Scozia Religione cattolica di rito
nell'816. Dall'XI secolo ne ebbero il patronato i monaci romano
della Badia fiorentina che provvidero alla ristrutturazione Titolare Martino di Tours
dell'edificio fra il 1451 ed il 1472 in forme brunelleschiane,
Diocesi Fiesole
forse su disegno di Giusto d'Antonio.
Architetto Giusto d'Antonio
Ebbe il patronato degli Zati, dei Gherardi, dei Betti, che (?)
l'arricchirono di opere d'arte.
Stile rinascimentale
architettonico
Descrizione Inizio 1451
costruzione
La facciata della chiesa è preceduta da un portico a tre
Completamento 1472
campate coperte con volte a crociera con tre arcate a tutto
sesto poggianti su colonne tuscaniche sulla parte
anteriore.

L'interno della chiesa è a tre navate coperte con soffitto a travi a vista e divise da due file di archi a
tutto sesto poggianti su colonne ioniche. In fondo alla navata centrale, si trova l'abside, a pianta
quadrangolare, coperta con volta a vela. Al suo interno, si trovano l'altar maggiore, che custodisce,
all'interno di un sarcofago, le spoglie di sant'Andrea di Scozia, e, sulla parete di fondo, la Madonna
col Bambino e santi del Maestro di San Martino a Mensola (1391). In fondo alla navata di sinistra,
vi è l'Annunciazione, attribuita a Zanobi Machiavelli, e, in fondo a quella di destra, la Madonna col
Bambino e due sante di Taddeo Gaddi (1350), mentre lungo la navata si trova la Madonna col
Bambino e santi di Neri di Bicci.

Sulla cantoria in controfacciata si trova l'organo a canne, unico strumento costruito ex novo da
Pietro Agati che compì l'opera nel 1803. Integro nelle sue caratteristiche foniche originarie,
dispone di 8 registri, e la sua consolle ha un'unica tastiera e pedaliera a leggio.

La chiesa è stata completamente consolidata e restaurata nell'anno 1995 dal professor architetto
Massimo Ricci che ha dovuto riprogettare anche tutto lo spazio interno e tutti gli altari, compresa
la distribuzione e dislocazione delle opere d'arte nel catino absidale che era stato modificato
dall'intervento precedente dell'architetto Sampaolesi. In particolare sono stati ricostruiti e
reintegrati tutti gli altari, compreso quello principale e spostata contro la parete tergale
l'importante pala trecentesca che è stata ricollocata sulle mensole originali. Inoltre è stata
completamente ritrovata la chiesa del IX secolo (cripta) sulla quale è stata costruita l'attuale chiesa
del XIV secolo, tuttora visitabile.

Altre immagini

Interno Il sarcofago di Madonna col Madonna col


Sant'Andrea di Scozia Bambino e Bambino e due
santi del sante di Taddeo
Maestro di Gaddi (1350)
San Martino a
Mensola
(1391)

Annunciazio Madonna col La cripta Veduta assonometrica


ne attribuita Bambino e Santi di dei principali interventi di
a Zanobi Neri di Bicci consolidamento,
Machiavelli effettuati dal professor
architetto Massimo Ricci,
nel 1995.
Altri progetti
Wikibooks contiene testi o manuali sulla disposizione fonica dell'organo a canne
Wikimedia Commons (https://commons.wikimedia.org/wiki/?uselang=it) contiene immagini o
altri file sulla chiesa di San Martino a Mensola (https://commons.wikimedia.org/wiki/Categ
ory:San_Martino_a_Mensola?uselang=it)

Collegamenti esterni
I Luoghi della Fede a cura della Regione Toscana, su web.rete.toscana.it.

Estratto da "https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Chiesa_di_San_Martino_a_Mensola&oldid=120887485"

Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 26 mag 2021 alle 07:33.

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo; possono applicarsi
condizioni ulteriori. Vedi le condizioni d'uso per i dettagli.