Sei sulla pagina 1di 11

VENEZIA - GEOGRAFIA


GEOGRAFIA FISICA

2 realtà geografiche: centro storico + la
terraferma - le isole

ll centro storico si trova sulla laguna

= una somma di 118 isolette legate dai
canali e ponti
- il canale + grande = Canal Grande

- i canali più piccoli sono ± 158



6 municipalità chiamate sestieri e un'isola
= Dorsoduro, Santa Croce, San Polo, San Marco,
Cannaregio e Castello e la Giudecca che forma
un'isola.

Nella terraferma si trovano i due grossi centri :
Mestre e Marghera,

Le isole

Tra le isole maggiori ci sono:
1) Murano: celebre per la lavorazione del vetro
2) Burano: celebre per la lavorazione dei merletti,

Alcune isole minori come:
Torcello, Sant'Erasmo, Pellestrina e la lunga e sottile
isola del Lido.
L'acqua alta

È una particolarità di Venezia
= picchi di acqua che allaga la città
= aternarsi della marea e di cause
meteorologiche sul mare Il vento che permette
questo fenomeno non è il bora ma lo sirocco

Consequenza : difficile percorrere la città


Nasce il
Progetto Mosé
LA CUCINA

È influenzata dalla sua storia e dalla sua
situazione geografica:
= una miscela tra tradizione e influenze lontane
(risultato del commercio)
il pesce
Il riso della terraferma
i dolci ...

Le sarde in saor
= risultato delle lunghe navigazioni
- «  saor » = sapore
-> per fare il saor: si cucinava con cipolle e
aceto -> questi ingredienti permettono
la conservazione + uccide i batteri
la cipolla = bianca -> di Chioggia
!!! sulle navi si utilizzava solo l'aceto di vino
http://www.angiecafiero.it/2012/10/18/sarde-o-sardele-in-saor-lemblema-di-venezia/

Risi e bisi (= riso + piselli)
- tipico di Venezia + Vicenza
- il riso = arborio tipico della regione
- i piselli = dei colli Berici (Vicenza)
- era un piatto servito ai Dogi per la festa di San Marco (25 aprile)
- piatto che si ispira alla tradizione bizantina ( risultato del
commercio con questo zona geografica)
Durante il Risorgimento aggiungono le fragole per costituire la
bandiera italiana


http://www.foodtravel.it/risi-e-bisi/
La frìtola (in italiano frittella)
- tipico del carnevale
di Venezia
- oggi si mangiano anche
a Natale


Le frìtole veneziane tradizionali, preparate con una
pastella di farina, uova, latte e zucchero, uvetta
sultanina, pinoli, fritte e servite con una spolverata di
zucchero semolato.
- Le tipiche fritole veneziane hanno una dimensione
che non supera i 4 cm di diametro