Sei sulla pagina 1di 11

MECCANICA DEL VOLO SPAZIALE

Esercizi con soluzione numerica


(per difficoltà concettuali, chiedere chiarimenti al docente)

 = 132700 ∙106 km3/s2


 = 398600 km3/s2 R = 149.5 106 km r = 6371 km
♂ = 43050 km3/s2 R♂ = 227.5 106 km r♂ = 3379 km

♀ = 325700 km3/s2 R♀ = 108.1 106 km r♀ = 6200 km

 = 4903 km3/s2 R = 384.4 103 km

1. Un satellite opera su orbita geostazionaria (orbita circolare con periodo un giorno


sidereo, pari a 86164s). Si valuti la variazione di velocità (Δv) necessaria per trasferire il
satellite su orbita circolare di raggio 43.000 km al termine della vita operativa. Si calcoli
anche il tempo occorrente per il trasferimento.

2. La cometa di Halley si muove in senso retrogrado con un periodo di 76 anni. Si


determini il semiasse maggiore della sua orbita. L’eccentricità dell’orbita é 0.967. Si
determinino il perielio e l’afelio.

3. In un sistema di riferimento selenocentrico, una sonda si muove su una traiettoria diretta


con eccentricità 1.2 e raggio al periselenio 2000 km. Determinare l’energia nel sistema
geocentrico che la sonda può ottenere all’uscita dalla sfera d’influenza della Luna con il
più favorevole orientamento dell’iperbole. Valutare inoltre il ΔV occorrente per inserire la
sonda in un’orbita circolare selenocentrica di raggio 10000 km.

4. Uno spacecraft si muove su un’orbita eliocentrica diretta di parametro p  1.08 UA ;


l’eccentricità è la minima che permette di intercettare l’orbita di Venere, supposta circolare
con raggio 0.72 UA. Si calcoli l’anomalia vera del punto di intersezione con l’orbita
terrestre (anch’essa circolare) e la velocità dello spacecraft relativa alla terra.

5. Si valuti la minima velocità con cui un veicolo spaziale deve lasciare un’orbita terrestre
circolare, di altezza 600 km, per evadere dal sistema solare, trascurando il contributo di
altri pianeti.
6. Una sonda proveniente dalla Terra raggiunge Venere con una trasferta di Hohmann.
Supponendo le orbite dei pianeti circolari e complanari, si calcoli l’eccesso iperbolico di
velocità. Supponendo che l’avvicinamento alla superficie di Venere sia lungo un’iperbole
con pericentro di 6600 km, si calcoli il V di una manovra a due impulsi che immetta la
sonda in un’orbita circolare di raggio 40000 km.

7. Si considerino due diverse missioni su Marte e su Venere basate su trasferimenti alla


Hohmann a partire dalla Terra; per entrambi i casi, si valuti il v richiesto per l’atterraggio
morbido.

8. Una sonda entra nella sfera di influenza lunare con eccesso iperbolico di velocità pari a
0.8 km/s. La traiettoria ha il periselenio a 2000 km dal centro della Luna. Si determini il
v minimo che consente di trasferire la sonda in un’orbita ellittica interna alla sfera
d’influenza della Luna (aposelenio di 66184 km). Valutato il periodo dell’orbita, si calcoli il
v di una manovra a due impulsi che ponga la sonda su un’orbita circolare con il
medesimo periodo.

9. Si valuti la minima velocità con cui un veicolo spaziale deve lasciare un’orbita terrestre
circolare, di altezza 600km, per intercettare Marte, supposto in orbita eliocentrica circolare
e nel piano dell’eclittica.

10. Un satellite deve essere trasferito da un’orbita di parcheggio ( e1  0 , r1  7000 km ) ad


un’orbita finale ( e2  0 , r2  9000 km ). Poiché si vuole una manovra rapida, si sceglie
un’orbita di trasferimento con rP  7000 km e rA  10500 km . Calcolare:
- il VTOT e il tempo necessario a completare il trasferimento;
- il VTOT e il tempo necessario per una manovra alla Hohmann.

11. Una sonda si trova inizialmente in un orbita di parcheggio circolare attorno allaTerra, di
200 Km di altezza. La sonda viene immessa in un’orbita eliocentrica di Hohmann verso
Marte. Si considerino i moti della Terra e di Marte circolari e nel piano dell’eclittica. Stimare
il tempo occorrente per raggiungere Marte. Determinare l’impulso v1 richiesto al
momento di lasciare l’orbita di parcheggio. Calcolare infine l’impulso v 2 necessario per
un atterraggio morbido su Marte.
12. Un satellite in orbita terrestre di eccentricità e = 0.8 e raggio al perigeo rp =7000 km
deve essere inserito in orbita circolare geostazionaria di raggio r2 = 42160 km. Si
determini il V richiesto da una manovra a un solo impulso e si suggerisca una manovra
alternativa a due impulsi.

13. Un veicolo spaziale lascia la sfera di influenza terrestre con velocità relativa alla terra
di 3.5 km/s parallela ed opposta alla velocità della terra nel moto di rivoluzione intorno al
sole. Valutare l’incremento di velocità necessario per lasciare l’orbita di parcheggio
circolare, di altezza 300km sulla superficie terrestre, ed il tempo necessario per
intercettare l’orbita di Venere, supponendo le orbite dei pianeti circolari e complanari.

14. Un satellite è in orbita circolare di raggio r1  7000 km intorno alla terra. Si vuole
trasferirlo su un’orbita circolare di raggio r2  120000 km . Si valuti il V totale nei
seguenti casi:
 trasferta di Hohmann;
 trasferta biellittica con rint  150000 km (vedi figura).
15. Un satellite in orbita circolare di raggio 3600 km intorno a Marte, viene trasferito con
manovra di Hohmann su orbita circolare di raggio 20000 km. Percorso mezzo giro su tale
orbita un terzo Δv di 2 km/s pone il satellite su una traiettoria iperbolica. Calcolare il tempo
intercorrente tra il primo e il terzo impulso, il Δv totale, e il massimo eccesso iperbolico di
velocità ottenibile.

16. Una sonda è in orbita ellittica intorno alla terra con periodo 93 minuti; la velocità al
perigeo è di 7,885 km/s.
Si valuti raggio del perigeo e dell’apogeo.
Si calcoli l’incremento di velocità che occorre imprimere all’apogeo per porre la sonda su
una traiettoria parabolica di evasione.
Supponendo di fornire lo stesso incremento di velocità al perigeo, si valuti il massimo
eccesso iperbolico ottenibile e il massimo afelio raggiungibile.

17. Una sonda alla distanza di 7300 km dal centro della terra ha velocità orizzontale
(ortogonale alla direzione radiale) pari a 7.2293 km/s. Si calcoli la distanza dal centro dopo
che la sonda ha percorso 120° intorno alla terra.
Si calcoli inoltre l’incremento di velocità che occorre imprimere al perigeo per innalzare il
raggio dell’apogeo a 42100 km.
Esercizio n. 1
3
aGEO
TGEO  2  86164 s (da cui aGEO = rGEO  42164 km)

 
vGEO   3.0747 km/s vc2   3.0446 km/s
rGEO r2

rGEO  r2 aH3
aH   42582 km tH    43724 s  12h 8m 44s
2 

2  rGEO
v1    3.0897 km/s v2  v1  3.0296 km/s
rGEO aH r2

v H   v1  vGEO    v c 2  v 2   30.0 m/s

Esercizio n. 2


a   T 2  2  1
3
 2684  106 km
rp  a 1  e   88.57  10 6 km ra  a 1  e   5279  106 km

Esercizio n. 3
rp
r p  a 1  e  a  10000 km
1 e

m 
v    0.700 km/s Vm   1.018 km/s
a Rm

Vu2   1.718 2 398600


Vu  Vm  v   1.718 km/s E      0.439 km 2 / s2
2 Rm 2 384400

2 m  m m
vp    2.322 km/s vc   0.700 km/s
rp a rc

rp  rc
aH   6000 km
2

2 m  m rc
v1    2.021 km/s v2  v1  0.404 km/s
rp aH rp

 
v  v p  v1   v c  v 2   0.597 km/s
Esercizio n. 4 (nella risoluzione numerica si è assunto 1 UA = 150 106 km)
 
p  a 1  e 2  rP 1  e   e  p rP  1  0.5
p p  r .08
r  cos       80.8
1  e cos er .5

Per questo valore di anomalia


  132700
vr  e sin  e sin  .5 sin 80.8  14.13 km/s
h p 1.08  150

  132700
v  (1  e cos )  (1  e cos )  1  .5 cos 80.8  30.91km/s
h p 1.08  150

ed essendo v    r  29.74 km/s , la velocità relativa è


 
v  v  v   v  v   2  v r2   30.91  29.74 2  14.132  14.18 km/s

Esercizio n. 5

v   Vte  Vce   2 1  s
Rt
 12.34 km/s vc0 
t
r0
 7.56 km/s

2 t
v0   v 2  16.33 km/s v  v 0  v c 0  8.77 km/s
r0

Esercizio n. 6
Re  Rv 2 s s
AH   128.8  106 km V1    37.75 km/s
2 Rv AH

s
Vv   35.04 km/s v   V1  Vv  2.71 km/s
Rv

r1  r2
aH   23300 km
2
2v 2v v
v1   v 2  10.298 km/s v1    9.204 km/s
r1 r1 aH

r1 v
v 2  v1  1.519 km/s v 2   2.854 km/s
r2 r2

v tot   v1  v1    v 2   v 2    2.429 km/s


Esercizio n. 7
Re  Rm 2 s  s
aH   188.5  106 km vA    21.51 km/s
2 Rm aH

s 2 m
v   v A  2.64 km/s v  v 3   v 2  5.70 km/s
Rm rm

Re  Rv 2 s  s
aH   128.8  106 km vP    37.75 km/s
2 Rv aH

s 2v
v  v p   2.71 km/s v  v 3   v 2  10.6 km/s
Rv rv

Esercizio n. 8
2 m rp  ra
vp   v 2  2.3544 km/s a  rc  34092 km
rp 2

2 m  m
v p    2.1816 km/s v  v p  v p  172.8 m/s
rp a

rp  a 2 m  m
aH   18046 km v1    2.1520 km/s
2 rp aH

rp
v1  v p  v1  202.4 m/s v2  v 1  126.2 m / s
rc

m
v 2   v 2  253.0 m/s v H  v 1  v 2  425 .8 m/s
rc

Esercizio n. 9
a   R  RM  2  188.5 10 6 km

S 2 S  S
V   29.79 km/s Vsc    32.73 km/s v   2.94 km/s
R R a


v0   7.562 km/s
r0

2  2  398600
v 0  v 2   v 0  2.94 2   7.562  3.529 km/s
r0 6971

Esercizio n. 10
 
v c1   7.546 km/s vc2   6.655 km/s
r1 r2

r1  r2 3
aH
aH   8000 km t H    3561 s  59m 21s
2 

2  r1
v1    8.004 km/s v2  v1  6.225 km/s
r1 aH r2

v H   v1  v c1    v c 2  v 2   0.888 km/s

rP  rA rA  rP
at   8750 km et   0.2
2 2 at

2 
v1    8.266 km/s v1  v1  v c1  0.720 km/s
r1 at

2  v 2 v1 r1
v2    6.559 km/s cos  2    0.980
r2 at v 2 v 2 r2

v 2  v c22  v 22  2 v c 2v 2 cos  2  1.325 km/s v t  v1  v 2  2.045 km/s

at  r2 at3
E2  arccos
et at
 98.21 t t   E2  et sin E2   1966 s  32m 46s

Esercizio n. 11
a   R  RM  2  188.5 10 6 km

S 2  S S
V   29.79 km/s V1    32.73 km/s v 1  2.94 km/s
R R a

S 2 S  S
VM   24.15 km/s V2    21.51 km/s v  2  2.64 km/s
RM RM a

2   2  398600 398600
v1  v p  v c 0  v 2 1     2.942    3.61 km/s
r0 r0 6571 6571

2 M 2  43050
v 2  v a  v 2 2   2.64 2   5.70 km/s
rM 3379
Esercizio n. 12
rp 7000
a   35000 km ra  a1  e   63000 km
1 e .2
2  2 
vp    10.124 km/s va    1.125 km/s
rp a ra a

v2 
2 
  2.742 km/s cos 2 
 
a 1  e 2  r2
( 2  151.21 )
r2 a e r2

 e sin 2
vGEO   3.075 km/s tan 2  ( 2  52.2 )
r2 1  e cos 2
2
v  vGEO  v 22  2vGEOv 2 cos 2  2.577 km/s

Trasferta di Hohmann dall’apogeo aH   ra  r2  2  52580 km

2  2 
v Ha    2.252 km/s v Hp    3.366 km/s
ra aH r2 aH

v  v Ha  v a  v Hp  vGEO  1.418 km/s

Trasferta di Hohmann dal perigeo  


aH  rp  r2 2  24580 km

2  2 
v Hp    9.883 km/s v Ha    1.641km/s
rp aH r2 aH

v  v p  v Hp  vGEO  v Ha  1.675 km/s

Esercizio n. 13
 2 
v0   7.730 km/s v 0  v 2   v 0  3.748 km/s
r0 r0

S
V   29.79 km/s Vsc  V  v   26.29 km/s
R
2
Vsc  h 2 Vsc
2 2
R
E  s  542 km2 / s2 pt    116 .41 10 6 km
2 R s s

s pt
at    122.41 10 6 km et  1   0.2213
2E at

at  Rv at3
E2  360   arccos
et at
 301 .88 tt   E2  et sin E2     99.62 giorni
s
Esercizio n. 14
v1c   r1  398600 7000  7.546 km/s v 2c   r2  1.823 km/s

Trasferta di Hohmann
2 r2 2  398600 120000
v1    10.373 km/s
r1 r1  r2 7000 127000

2 r1
v2   0.605 km/s v H  v1  v1c  v 2c  v 2  4.045 km/s
r2 r1  r2

Trasferta biellittica
a1   r1  rint  / 2  78500 km a2   r2  rint  / 2  135000 km

2 1   2 1
v1      = 10.431 km/s v int      = 0.487 km/s
 r1 a1   rint a1 

2 1   2 1
v 2      = 1.921 km/s v int      = 1.537 km/s
 r2 a2   rint a2 
 
v B  v1  v1c  v int  v int  v 2  v 2c  4.033 km/s

Esercizio n. 15
r1  r2
a  11800 km
2
m 2m m
v c1   3.4581 km/s v1    4.5020 km/s
r1 r1 a
m 2m m
vc2   1.4671 km/s v2    0.8104 km/s
r2 r2 a
v1  v1  v c1  1.0440 km/s v 2  v c 2  v 2  0.6568 km/s
2 m
v 3  v c 2  v 3  3.4671 km/s v   v 32   2.7777 km/s
r2

a3 r23
t12    19408 s t 23    42826 s
m m
t13  62234 s  17 h 17m 14s v tot  3.7007 km/s
Esercizio n. 16

 
1  v p2 1 
a   T 2  2 3
 6800 km rp  2     6600 km
  a 
 
rp
e  1  0.0294 ra  2a  rp  7000 km
a
rp 2 
va  v p  7.434 km/s v   v a  3.237 km/s
ra ra
2
v d  v p  v  11 .122 km/s v   v d2   1.706 km/s
rp

s
V   29.79 km/s Vsc  V  v   31.50 km/s
R
2
Vsc 
E  s  391.5 km2 / s2
2 R
s
at    169.5 106 km R A  2at  R  189.5 106 km
2E

Esercizio n. 17
1 2 v2
   a  7000 km
a r 
ra
e  1  0.04286 rp  2a  ra  6700 km
a
h2
h  v a ra  52774 km 2
s 
r  6840.6 km
1  e cos 300
rp  ra 2 2   
a2   24400 km v p2    10.1316 km/s
2 rp a2
ra
vp  v a  7.8767 km/s v  v p 2  v p  2.2549 km/s
rp

Potrebbero piacerti anche