Sei sulla pagina 1di 20

Messaggio del Carroccio al premier.

In tv, a “L’ultima parola”,


il leghista Paragone gli dà del “coniglio spelacchiato” y(7HC0D7*KSTKKQ( +"!
+=!z"!.[!?"!/$
www.ilfattoquotidiano.it

Il nuovo mensile
di Emergency.
Leggi a
occhi aperti.

Sabato 2 aprile 2011 – Anno 3 – n° 78 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Valadier n° 42 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

IMMIGRATI
Giornalista a piè di lista
di Marco Travaglio

Q
ualcuno si domanderà perché i berlusconidi
sono tanto nervosi. La risposta, al netto delle

LA GRANDE TRUFFA
sostanze psicotrope, è semplice: sentono
prossima la fine. E ne hanno già vissuta una
molto simile a questa. Trattandosi di vecchi arnesi
dell’Ancien Regime, hanno impiegato vent’anni a
elaborare il lutto per il crollo della Prima
Repubblica e ad arraffare poltrone e prebende
nella Seconda. Non avendo mai avuto idee, ma
A Lampedusa le navi vanno via senza i tunisini solo padroni, caduti quelli vecchi se ne son trovati
di nuovi. Ora crolla di nuovo tutto e, come dice
A Manduria fuga di massa sotto gli occhi della polizia Corrado Guzzanti, “non c’è nulla di più difficile
che leccare culi in movimento”. Vent’anni fa
Le promesse di B.? Il solito imbroglio per coprire il caos Ignazio La Rissa stava dalla parte di chi tirava
monetine ai corrotti, esattamente come la Lega.
Ora che le monetine le tirano a lui e alla Lega, visti
Minacciano il rimpatrio, come i nuovi simboli del magnamagna, dà fuori di
ma il ministro Maroni ora dice: matto. Poi c’è il battaglione degli ex socialisti:
quando il muro di Bettino gli cascò addosso,
“Daremo permessi temettero il peggio. Tipo dover fuggire all’estero o,
di soggiorno temporanei peggio, andare a lavorare. Poi arrivò il Cainano,
quello che lava più bianco, e li riciclò come nuovi.
per i ricongiungimenti Ora tremano all’idea di doversi cercare, alla loro
familiari”. Un modo per farli età, un nuovo padrino. Il più nervoso,
espatriare in Europa. No delle comprensibilmente, è Giuliano Ferrara, quello del
convegno con le mutande sulla testa, quello che
Regioni alle tendopoli pag. 2 - 3 z ogni sera su Rai1 mette in fuga la gente che non è
riuscito a mettere in fuga Minzolingua. L’altro
giorno Alex Stille scrive sul suo blog che in nessun
paese al mondo uno che ha fatto il ministro, il
nsbandati di governo portavoce e il candidato di B. che gli paga tre
La rissa nel Pdl stipendi per Il Foglio, Panorama e Il Giornale, potrebbe
andare in tv a parlare di B. Apriti cielo. Ferrara,
il Quirinale colto da un travaso di colesterolo, spara su Stille a
e il voto anticipato palle di lardo incatenate. Ricostruisce la propria
carriera di “giornalista” e soprattutto di
pag. 4 - 5z
(FOTO ANSA)
I nuovi migranti arrivati ieri a Manduria aspettano il pasto, mentre qualcuno scavalca la recinzione (FOTO ANSA) voltagabbana pagato dal Pci, dal Psi, dalla Cia, da B.
ma soprattutto dai contribuenti. Poi, obnubilato
dai supplì, imbastisce il seguente sragionamento:
VERSO IL 6 APRILE x La Procura deposita nuovi documenti siccome io ero amico di Ugo Stille, suo figlio Alex
non deve criticarmi, altrimenti è un “parricida”.

Altre dieci ragazze ad Arcore


Concetto tipicamente mafioso della famiglia e
dell’amicizia (per via ereditaria, fra l’altro). Il tutto
condito con vari insulti a Stille e, già che c’è, a Enzo
Biagi (“lobbista” e “giornalista re della serie B”).

e fanno 43. Super bunga bunga


Biagi non c’entra nulla, per giunta è morto e non
può rispondergli, ma soprattutto ha la grave colpa
di aver avuto successo, mentre Ferrara non se l’è
mai filato nessuno: nessuno compra i suoi libri,
nessuno guarda i suoi programmi, nessuno legge i
Le nuove “arcorine” (FOTO DLM) suoi giornali, nessuno lo vota quando si candida,
nessuno ascolta i suoi consigli e, se fa gli auguri a
individuate attraverso IL TOUR DELLO SCRITTORE qualcuno, quello si tocca. Poi il Platinette Barbuto
le celle telefoniche si avventura sul terreno per lui impervio della

di Gianni Barbacetto e Antonella Mascali Livorno, serata libertà d’informazione, paragonandosi a due ex
portavoce di presidenti americani – William Safire
e George Stefanopolis – poi passati al giornalismo.
cinque giorni dall’inizio del processo a Sil-
Adi Milano
vio Berlusconi per il caso Ruby, la Procura blindata In attesa che i due malcapitati lo querelino per
l’accostamento, Stille fa notare una lieve differenza:

(FOTO ANSA)
deposita nuovi documenti. Sono gli
esiti di indagini iniziate tempo fa. pag. 7 z C’è Saviano Safire e Stefanopolis, prima di fare i giornalisti,
“hanno dovuto tagliare qualsiasi rapporto
professionale ed economico con la politica attiva”.
Stiamo parlando degli Usa – che Ferrara cita a
PERVERSO, COCAINOMANE, SPIETATO. di Alessandro Ferrucci modello di continuo senza sapere neppure dove
FLOP x
E VUOLE DIVENTARE PAPA. stanno – dove nei primi anni ‘80 il Wall Street Journal
Colaninno e la crisi
Michele Vaccari I cristiani io li conosco GCocahiaccio secco sulla mano destra, serve ad
allentare la fatica di autografi e dediche. Una
tolse all’analista Susan Garment, docente a Yale, la
sua rubrica di prima pagina “La presidenza” perché

Debiti, Alitalia porta l’onnipotente bene. Loro sì, che


sono i peggiori.
Cola molto fresca nell’altra. Un sospiro, in
cerca di ossigeno, di una pausa. È mezzanotte
passata e a Livorno ci sono ancora centinaia di
si scoprì che quasi ogni giorno la signora e il marito
frequentavano Ronald e Nancy Reagan. L’eccessiva
intimità della Garment con l’oggetto della sua
Voi rubate, uccidete,
gli aerei in Irlanda spacciate, violentate.
Ma lo fate alla
persone in fila per Roberto Saviano. pag. 8 z rubrica gettava un’ombra indelebile sulla sua
imparzialità. Lo scorso anno l’anchorman dell’Nbc
Keith Obermann fu sospeso dal video perché
La compagnia aerea dei luce del sole. Loro
aveva dato un piccolo contributo finanziario,
sono uguali a voi,
“patrioti” di B. non va bene. Alfano: “Non sono regolarmente registrato in ossequio alla legge, alla
ma nascondono tutto. campagna elettorale di alcuni candidati
E mette la targa irlandese ai suoi un robot”.
Airbus per fronteggiare i debiti CATTIVERIE Lo so. Quelle coi fili
si chiamano marionette
democratici. Aveva finanziato dei politici, infatti
l’hanno cacciato. Ferrara è finanziato da un
Meletti pag. 12 z romanzo www.onnipotente.it (Silvio Perfetti www.luttazzi.it) politico, infatti è sempre lì.
pagina 2

“L
LA GRANDE TRUFFA

a gestione fallimentare della Sezione Italiana dell'organizzazione per i diritti umani. “preoccupazione per il futuro delle persone trasferite e
La denuncia situazione creatasi a Lampedusa ha “Nelle ultime settimane – ha proseguito Charlotte in via di trasferimento”. “Abbiamo riscontrato come le
determinato una crisi umanitaria Phillips – migliaia di cittadini stranieri sono stati persone arrivate a Lampedusa non abbiano ricevuto
che poteva e doveva essere evitata”. Lo ha dichiarato abbandonati sull'isola”. “Nonostante questo quadro informazioni su ciò che le attende – ha proseguito
di Amnesty: violati Charlotte Phillips, segretariato internazionale di Amnesty agghiacciante – ha dichiarato Giusy D'Alconzo – ognuno D'Alconzo –. Non è ancora chiaro dove saranno inviate
International, che ieri mattina ha guidato a Lampedusa è rimasto calmo e si è adattato alla situazione, compresi e quale sarà lo status giuridico dei centri destinati ad
una delegazione composta da Anneliese Baldaccini, gli abitanti di Lampedusa che hanno dimostrato accoglierle. In assenza di un piano preciso, il rischio è
i diritti umani dell'Ufficio Istituzioni europee, e Giusy D'Alconzo, della solidarietà e generosità”. La delegazione ha espresso quello di un ricorso generalizzato alla detenzione”.

COME UN DOPOGUERRA
Gli immigrati dormono all’aperto e mangiano poco
B. rinuncia alla villa, il sindaco gliene propone un’altra
di Enrico Fierro l’impossibilità di caricare a nuncia Medici senza frontie-
inviato a Lampedusa bordo i tunisini, i traghetti re.
non hanno aspettato oltre e Ci spostiamo verso il centro
ltro che isola svuotata abitato dell’isola, al panificio

A
sono andati via. Intanto in ra-
in 48-60 ore. Lampedu- da ci sono due altre navi, “La “Spiga d’oro”. Centinaia di
sa è ancora piena, 4 mi- Suprema” in grado di tra- persone sono in fila per il pa-
la tunisini aspettano di sportare 2800 persone e la ne. Come in un dopoguerra
essere imbarcati su navi che nave militare “San Marco”. disgraziato. Ci sono due in-
arrivano e ripartono vuote, Con i suoi mezzi da sbarco gressi vigilati dai figli del pro-
ponti aerei annunciati e can- potrebbe caricare 850 tuni- prietario: da una parte entra-
cellati. Senza spiegazioni sini e può affrontare il mare no i lampedusani, dall’altra i
credibili, con un coordina- in qualunque condizione. tunisini. Per due euro com-
mento delle operazioni da Ma è ferma lì, al largo. Inu- prano un filone di pane e una
operetta. E i tunisini prigio- tilizzata. vaschetta di “ciaki” (la chia-
nieri sull’isola vivono esat- mano così), una zuppa calda
tamente come nei giorni In fila per il pane di verdure e “arisha” (una
passati. Dormono a terra, (dal panificio) bomba piccantissima, una
sul molo spazzato dal vento sorta di ‘nduja tunisina). A
di maestrale, i più fortunati suggerirla ai proprietari della
avvolti nelle coperte, quelli ANDIAMO a Cala Pisana e rivendita, un profugo tunisi-
più sventurati con addosso i alcuni pescatori presenti ri- no, un cuoco. Riempie la pan-
cartoni che raccattano nei dono quando gli parliamo del cia e dà calore. Si mangia po-
bidoni della spazzatura. Chi vento forte di maestrale. “Ma co e male e ci si arrangia, men-
non ha più un dinaro da che minchia dicono, un bravo tre sul molo sono fermi i tir
cambiare, la maggior parte, comandante riesce ad attrac- della Protezione civile di Sira-
mangia poco e male. Il “pa- care, la banchina è sottoven- cusa che due giorni fa ha por-
ne del governo” è scarso e fa to, al riparo, quindi si può fa- tato una cucina da campo ca-
pure schifo. Le condizioni di re”. Andiamo a farci racconta- pace di preparare mille pasti
vita, denunciano Croce Ros- re la storia del molo di Cala Pi- al giorno. “Per montarla – ci
sa e Medici senza frontiere, sana (una piattaforma di ce- dice un volontario – ci serve
sono inaccettabili. È solo l’i- mento tra le rocce con gli at- mezza giornata e da quel mo-
nizio del miracolo berlusco- tracchi, una strada di collega- mento siamo operativi, ma
niano. E allora quest’altra mento e nessun altro servi- nessuno ci dice cosa fare”. Ie-
storia della grande vergogna zio), progettata nel 1977, ven- ri mattina abbiamo anche as-
italiana va raccontata nei ti anni dopo è stata completa- sistito alla distribuzione del Tutti in fuga dalla tendopoli di Manduria (FOTO
particolari. Iniziando dalle ta la prima banchina che però kit per l’igiene: una bustina . In alto, da sinistra, immigrati ammassati
LAPRESSE)
navi “fantasma”. non è stata mai utilizzata per- piccola di shampoo marca al porto di Lampedusa (FOTO ANSA) e il loro pasto.
ché i fondali erano troppo “glamour” (tipo quelle che si A destra, la tendopoli bloccata a Torino dopo la
LA “CLODIA” e la “Wa- bassi per le navi grandi. La se- rivolta di sindaci e governatori (FOTO ANSA)
tling Street” della T-Link non conda è stata inaugurata sei
sono riuscite ad attraccare al
molo di Cala Pisana a causa
mesi fa ed ha visto attraccare
un solo traghetto. Costo com-
Sul molo sono trovano negli alberghi) e una
saponetta minuscola. Per la-
maestrale taglia la faccia. In
migliaia dormiranno ancora
berlusconiano che non c’è,
fortunatamente, vive un otti-
del forte vento di maestrale.
Sono ripartite vuote, la “Clo-
plessivo dell’opera 3 milioni
970 mila euro. Andiamo al
fermi i tir con varsi e fare i propri bisogni, i
quasi 4 mila tunisini che vaga-
all’aperto. Anche i cento mi-
nori non censiti e non presen-
mista, è il sindaco Dino De Ru-
beis. “Domani (oggi per chi
dia” con a bordo 230 poli-
ziotti, carabinieri e finanzie-
molo, è ora di pranzo, ancora
una volta, chiediamo a un mi-
una cucina da no per il molo hanno 16 cessi
e 2 cisterne d’acqua. Gli stan-
ti nelle due strutture di acco-
glienza. Save the children li
legge, ndr) se Dio vuole e si
calma il vento l’isola si svuota.
ri, da ore sballottati dalle on- grante tunisino di farci vedere dard internazionali, denuncia chiama “gli invisibili”, picco- Berlusconi è uomo del fare.
de. Il vento, quindi, è la spie- il pasto distribuito da “Lampe- campo capace Msf, che parla di “situazione le anime in balia della notte. C’è solo un problema, la casa
gazione ufficiale. Voci rac- dusa accoglienza”: c’è un inaccettabile”, fissano para- che aveva visto non gli piace,
colte negli ambienti della piatto di plastica con due-tre di preparare metri precisi: un bagno ogni Tanto rumore troppo vicina alla pista del-
marineria, però ci racconta- cucchiai di riso, due panini 20 persone e 20 litri di acqua a l’aeroporto. Sa, il rumore. Ma
no una storia diversa. Il con- vuoti e un litro e mezzo di ac- mille pasti testa.
per nulla
noi abbiamo trovato una solu-
tratto firmato dalle due com- qua. Tutto molto al di sotto de- C’è pessimismo sull’isola, la zione”. Il signor sindaco è per-
pagnie scadeva ieri, vista gli standard umanitari, de- al giorno serata è fredda, il vento di MA sull’isola del miracolo sona gentile assai, vede che

Contratti scaduti, i traghetti se ne vanno LA CEI 2500 posti


L’AD DELLA T-LINK: ATTRACCHI INGESTIBILI, DESTINAZIONI INCERTE nelle strutture Caritas
di Chiara Paolin delegato della T-Link: “Risponden- Insomma, dopo un mese di allarmi Eppure la strategia non cambia. La a Chiesa, attraverso le sue strutture della Caritas, mette

la nave va, però vuota. Solo qual-


do alle richieste del ministero degli
Interni, ci siamo presentati a Lam-
sull’esodo, la soluzione è risultata
più improvvisata che mai: l’isola non
nave militare San Marco è in rada, e
con le sue scialuppe potrebbe ca-
Ldiocesi,
a disposizione dei migranti 2.500 posti distribuiti in 93
di cui “200 nella sola arcidiocesi di Agrigento”. Lo
Edicatoche giorno fa il governo aveva in-
nei mega traghetti la soluzio-
pedusa con un traghetto da 800 po-
sti il 30 marzo alle ore 13. Nelle ore
è attrezzata per i big del mare, l’at-
tracco principale è un bivacco inu-
ricare 500 persone senza troppi
problemi. Invece, nonostante le uni-
ha annunciato ieri monsignor Mariano Crociata. Dinanzi
all’“emergenza umanitaria” dettata dagli sbarchi sulle co-
ne giusta per “decongestionare l’e- successive però non abbiamo im- tilizzabile e il piccolo molo di Cala che navi riuscite ad attraccare in ste italiane “serve uno sforzo di tutti a rispondere all’ap-
mergenza profughi”, ma nel giro di barcato nessuno. C’erano difficoltà Pisana è una base ingestibile. Spre- Cala Pisana (il Catania e l’Excelsior) pello che viene da persone che rischiano la vita”, ha spie-
poche ore ha scoperto che le grandi nel selezionare le persone da far sa- cati dunque i tre giorni di lavoro per abbiano mostrato difficoltà nel gato il segretario generale della Cei. E soprattutto non bi-
imbarcazioni hanno seri problemi lire a bordo, né si capiva quale fosse le navi spedite via vuote: 50 mila eu- compiere le operazioni anche sogna cedere “all’individualismo che fa vivere nell’illusio-
nell’attraccare a Lampedusa: un’i- la destinazione finale del trasporto. ro al giorno per ogni mezzo. “Cui quando c’era bonaccia, nelle acque ne di poter bastare a se stessi”. Crociata ha risposto così,
soletta in mezzo al Mediterraneo, Così abbiamo aspettato in rada. So- vanno aggiunte le spese straordina- di Lampedusa è arrivata ora la Su- indirettamente, anche ai politici che fanno del rifiuto dello
dove il vento soffia forte quasi ogni lo il giorno successivo, nel pomerig- rie di riparazione - aggiunge Ignazio perba, colosso da 3 mila posti che straniero una loro bandiera e li ha esortati all’accoglienza
giorno, non è certo la destinazione gio, c’è stato chiesto di tentare lo De Rosa, sindacalista marittimo -: a dovrà aspettare le bizze del meteo. di persone “in pericolo di vita già nei loro Paesi, a causa di
ideale per mezzi a stazza pesan- sbarco. Ma il mare era mosso, im- forza di fare manovre con ancore e Attesa assai comoda per allestire i situazioni sociali incandescenti”. “Nonostante il momen-
te. possibile attraccare nel piccolo mo- funi per tentare lo sbarco si è rotta centri di accoglienza convincendo to di crisi – ha aggiunto – dobbiamo assumere un atteg-
Per questo, nella notte tra il 31 mar- lo scelto dalle autorità. Il nostro ca- un’elica della Clodia. Vabbè che l’a- anche i nordisti più riottosi a dare giamento di accoglienza, che già l’Italia ha dimostrato ne-
zo e il primo aprile, la Watling Street pitano ha proposto di utilizzare in- zienda sta messa male, e così lo Sta- una mano. “Evidentemente la stra- gli anni passati. Non dobbiamo oscillare tra estremi così
(T-Link) e la Clodia (Tirrenia) hanno vece il molo commerciale, dove sa- to darà qualche soldo alla Tirrenia, tegia è far salire tutti lì i migranti per lontani, come un’isola che vede più che raddoppiata la
abbandonato l’isola dopo due giorni rebbe stato possibile sbarcare, a ma per Lampedusa bisognava usa- poi distribuirli nelle varie stazioni di popolazione e zone che, per esigenze di tranquillità, non si
di inutile attesa. Motivo ufficiale: suo parere. Ma la Capitaneria ha re scafi piccoli, tipo Siremar o mezzi sbarco” conclude Bonanno. Un dispongono ad accogliere”. Per il segretario dei vescovi,
vento di ponente, mare forza 4, im- negato il permesso, forse perché lì anfibi della Marina. L’approccio a viaggio lungo, carico di imprevisti, comunque, il problema, soprattutto in una “prospettiva di
possibile attraccare. Ma la situazio- sono assiepati i migranti e c’è il ti- tutta la questione è da incompeten- con le forze dell’ordine impegnate a lungo termine”, va inquadrato nella dimensione europea.
ne è più complessa, come spiega more di un assalto alle navi, con gra- ti, questo ormai mi sembra chiaris- gestire un carico umano sempre più
Edoardo Bonanno, amministratore vi pericoli per la sicurezza”. simo”. stanco ed esasperato.
Sabato 2 aprile 2011

L’
LA GRANDE TRUFFA

emergenza immigrazione è un problema l’Italia. Intanto la commissaria Ue agli Affari interni, che rimangono a disposizione”, ha detto la
La telefonata che riguarda tutta l’Europa e, come tale, Cecilia Malmström, ha ammonito la Francia sui Malmström, che ieri è rientrata da una missione in
deve essere affrontato e risolto a livello respingimenti alle sue frontiere. Secondo la Tunisia. Il Paese avrebbe la volontà di “cooperare e
europeo. È quanto emerso ieri da Palazzo Chigi al commissaria, la Francia non può agire in questo modo trovare una soluzione costruttiva” con l’Unione
tra Berlusconi e Barroso: termine di una telefonata tra Berlusconi e il presidente in quanto i confini nello spazio di libera circolazione di europea e l’Italia per gestire la crisi immigrazione,
della Commissione europea, Barroso. Secondo Schengen non esistono più. Dallo scorso anno, poi, incluso il rimpatrio degli illegali. Nei suoi incontri a
Palazzo Chigi, Barroso avrebbe impegnato la l’Italia ha già ricevuto “una cifra considerevole” dai Tunisi non sono però state fatte “cifre” o piani sul
l’Europa deve fare di più Commissione in una più fattiva collaborazione con diversi fondi europei disponibili “e ci sono ancora soldi rientro quotidiano degli immigrati clandestini dall’Italia.

Un campo di fuga
Germania, non possiamo tratte-
nerli”, contribuendo, obiettivo
non secondario, a rendere credi-
bile il miracolo berlusconiano
proclamato a Lampedusa. Svuo-
tano l’isola, li portano a Mandu-
ria e qui li lasciano andare via.

Esodo di massa da Manduria


Così anche i profughi si trasfor-
mano in clandestini. Clandestini
che tra non molto, quando la fa-
me comincerà a farsi sentire, in
assenza di soldi e di un letto, di-
venteranno un enorme proble-
ma sociale che graverà sulla vita
LE FORZE DELL’ORDINE ASSISTONO INERTI dei cittadini.
Per ora si sente dire tutto e il con-
E LASCIANO PARTIRE I MIGRANTI VERSO LA FRANCIA trario di tutto, a dimostrazione
di una situazione letteralmente
sfuggita al controllo. Nessuno sa
quante persone sono rimaste,
di Sandra Amurri di massa. Gli agenti in divisa riusciranno a raggiungerla. Cer- di profughi. Riescono a portarne quante sono andate via. Quello
inviata a Manduria hanno ricevuto un solo ordine: chiamo di avvicinarci al campo indietro solo due forse tre, gli al- che è certo è che i 600 migranti a
non fare entrare i giornalisti. Co- da un ingresso laterale e la scena tri guadagnano la strada. Ci av- bordo della seconda nave arriva-
ono arrivati 38 pullman dal me se il fenomeno non fosse evi- ta ieri mattina nel porto di Taran-

S
che ci troviamo davanti è sem- viciniamo e chiediamo come
porto di Taranto con 1700 dente anche all’esterno, in mez- pre la stessa: ragazzi che corro- mai impediscono la fuga solo a to a tarda notte erano ancora lì. E
migranti sbarcati da Lam- zo ai campi, lungo la strada che no verso la libertà senza che nes- questi e non alle centinaia che se con loro anche gli agenti strema-
pedusa. Ma moltissimi, ap- conduce alla stazione di Oria, suno provi a fermarli. ne sono andati tranquillamente. ti, il che ha fatto infuriare alcuni
pena scesi, invece di entrare nel dove ragazzi giovani tutti vestiti Ne chiediamo conto agli agenti: “Inseguiamo quelli che vedia- sindacati di polizia. In tutto que-
centro sono scappati. O meglio allo stesso modo, tuta scarpe di ci rispondono che non possono mo” ci rispondono imbarazzati. sto si inserisce la preoccupazio-
se ne sono andati sotto gli occhi pezza e sacchetti di plastica parlare con la stampa, non sono ne dei cittadini: tra non molto
indifferenti della polizia e dei camminano a passo veloce. autorizzati. E ci invitano con vo- QUELLO che è evidente è che questi diventeranno luoghi di
carabinieri. Così il campo di ac- ce ferma e decisa ad andare via. tutto ciò non accade per caso: vacanza estiva e già in molti ini-
coglienza di Manduria-Oria si è META? La Francia, rispondo- Insistiamo, vogliamo capire. E, siamo dinanzi a una vera e pro- ziano a disdire le prenotazioni.
trasformato in un campo di fu- no. Vogliono raggiungere il Pae- mentre il sole sta calando, vedia- pria strategia messa a punto per Una sciagura che il turismo pu-
ga. A fine serata dietro le cancel- se che parla la loro stessa lingua. mo sfrecciare davanti ai nostri mettere la Francia di fronte al fat- gliese non può proprio permet-
late alte quasi due metri ne sono Pochi desiderano restare in Ita- occhi i due soli agenti della fo- to compiuto. Tant’è che il mini- tersi.
rimasti davvero pochi. Quello a lia. Ma la Francia non è dietro restale a cavallo che inseguono stro Maroni ha dichiarato: “Se
cui abbiamo assistito è un esodo l’angolo e non tutti certamente tra gli ulivi secolari un gruppetto vogliono andare in Francia, in UNA SCIAGURA che però
sembra annullarsi di fronte agli
occhi verdi spauriti e alla dolcez-
siamo in ansia e subito ci dà la
notizia. “Sull’isola c’è un’altra
L’offerta del governo Salta l’accordo
Un esempio degli sprechi za del viso di Amal. Vent’anni, è
la sola donna ad essere arrivata a
casa, è appartenuta ad un 100 MILIONI ALLA TUNISIA 50.000 EURO AL GIORNO con le Regioni Manduria. Per ora l’hanno siste-
console, la villa è grande, in ALLA METÀ DI APRILE IL COSTO DI UNA NAVE mata in una tenda appena fuori
zona isolata e tranquilla. È nel-
la zona di Mare Morto. Stasera Il colabrodo di Manduria Chi paga davvero che non vogliono dal recinto. Per questo possiamo
parlarle. Amal è orfana, non ha
chiamo il presidente e gli do la
buona novella”. È sera, Berlu- 2.300 PERSONE GIUNTE IERI 400 DISPERSI IN MARE irregolari lasciato nessuno in Tunisia. È ar-
rivata assieme al suo fidanzato,
sconi può stare sereno, a Lam-
pedusa dormirà tranquillo e
A BORDO DI DUE NAVI SECONDO L’UNHCR Maroni: sì al Anis, di 27 anni che ha un fratello
che vive a Bologna. “Mio fratello
senza fastidiosi rumori. Intan- Le promesse di cartone I bambini dimenticati mi ha inviato mille euro che ci
to al molo migliaia di tunisini
preparano i loro giacigli di
4.000 STRANIERI 100 MINORI MANCANO ALL’APPELLO permesso per i sono serviti per pagare il viag-
gio” ci dice. “Un viaggio terribi-
cartone. ANCORA A LAMPEDUSA PER SAVE THE CHILDREN ricongiungimenti le”, aggiunge Amal, con le labbra
che le tremano al ricordo. “Ab-
biamo fame, non mangiamo da
LE PROCEDURE tre giorni. Ci hanno detto che
qui qualcosa danno. È così? Voi
lo sapete?”. Ieri a colazione han-
CLANDESTINO O RIFUGIATO, TUTTE LE DIFFERENZE no distribuito latte scaduto im-
bevibile, tre biscotti e una bot-
tiglia di acqua a testa. Per questo
di Pierluigi G. Cardone queste ore, però, la normativa dice di pace, vengo portato in per richiedenti asilo (Cara), si è rischiato la rivolta. Aggrap-
italiana in materia dovrebbe un Centro identificazione ed dove posso formalizzare l'istan- pati al cancello urlavano: “Dov’è
rofugo o clandestino? Cie o funzionare comunque. Eccola. espulsione (Cie), dove - male la libertà? Vogliamo la libertà.
Pmigrati
Cara? Il recente esodo di im-
sulle coste italiane fa IO MIGRANTE che arrivo in
che vada - dovrò rimanere ses-
santa giorni. Nel frattempo, in-
za. Successivamente, sarò inter-
rogato dalla Commissione per i
rifugiati, che dovrà valutare la
Non siamo cani, fateci uscire da
qui”. Chissà, forse anche per
tornare di strettissima attualità Italia senza documenti devo es- fatti, la polizia verifica le mie ge- mia posizione. Il tutto al massi- questo a un certo punto hanno
vocaboli il cui significato preci- sere innanzitutto identificato neralità con i consolati del Paese mo in sei mesi. E poi? Se la mia iniziato a scappare o meglio li
so è sconosciuto ai più, ma che dalla polizia. Dopo foto, rilascio da cui ho detto di provenire. Ap- richiesta è accolta, mi viene ri- hanno lasciati scappare. Visto
ogni giorno si ripetono come delle impronte e delle mie gene- pena quest'ultimo passaggio va lasciato il permesso di soggior- care di avere lo status di rifugia- che i circa trecento poliziotti
cantilena negli uffici immigra- ralità, arriva il primo scoglio: so- a buon fine, mi fanno uscire dal no come rifugiato, altrimenti to. La polizia ha scoperto l'im- non sarebbero stati sufficienti a
zione delle questure di tutta Ita- no clandestino o richiedente Cie e mi accompagnano diretta- “indietro al mittente” perché so- broglio e li ha rimandati a casa gestire una rivolta. Intanto Maro-
lia. Qui, infatti, dovrebbe inizia- asilo (la parola profugo, infatti, mente alla frontiera, altrimenti no clandestino. Nell'arco della nel giro di 48 ore. ni da Roma, assicurando che il
re la procedura per l'identifica- non ha nessuno stato giuridi- mi rimandano comunque indie- procedura, tuttavia, gli uffici di campo di Manduria chiuderà en-
zione degli extracomunitari co)? Nel primo caso, se non mi tro dopo i sessanta giorni tra- polizia competenti indagano su UN DATO è lapalissiano: nella tro un mese, prova a lanciare la
che arrivano sul nostro territo- viene concesso un permesso di scorsi nel Cie. ciò che ho dichiarato: se scopro- procedura appena descritta, il formula del permesso di sog-
rio. Condizionale d'obbligo, soggiorno (devo dimostrare di Se dopo l'identificazione, inve- no che ho mentito, divento au- punto fondamentale è costitui- giorno temporaneo per ricon-
però, specie alla luce dell'attua- avere un lavoro che mi dà da vi- ce, dico di provenire da un pae- tomaticamente un clandestino to dall'identificazione, senza la giungimento familiare e dice
le emergenza, con uffici immi- vere: difficile se sono appena ar- se in guerra o dove sono perse- e mi cacciano dall'Italia. È quan- quale, a norma di legge, non po- che le Regioni devono farsi ca-
grazione improvvisati che, co- rivato), mi viene ratificato un or- guitato, posso chiedere asilo to accaduto due giorni fa a 63 trei neanche essere espulso dal rico dei migranti: profughi e
me nel caso di Manduria, sorgo- dine di lasciare l'Italia e allo stes- politico (spesso con l'aiuto di immigrati egiziani che, arrivati territorio italiano. Ora: chi iden- clandestini indistintamente. Ma
no all'interno dei luoghi depu- so tempo, il più delle volte, un alcuni interpreti madrelingua martedì al porto di Monopoli tifica le centinaia di immigrati il presidente Errani gli risponde
tati alla prima “accoglienza” dei ordine di trattenimento. Dopo che mi vengono messi a dispo- (Ba) su un mercantile battente che scappano dalla tendopoli di che il governo prima deve risol-
migranti. A prescindere da si- la convalida di quest'ultimo sizione). In tal caso, vengo por- bandiera georgiana, hanno di- Manduria? Misteri di uno Stato vere il problema dei clandestini,
tuazioni di caos come quella di provvedimento da parte del giu- tato in un Centro accoglienza chiarato di essere libici per cer- che non sa gestire l'emergenza. poi se ne parla.
pagina 4

S
SBANDATI

i era fatta conoscere per aver aveva annunciato una sua candidatura libertà, Italo Bocchino: “La scelta di Sara
Sara Giudice, raccolto le firme che chiedevano le autonoma, in una lista civica. Ora spiega di aver Giudice evidenzia l’impossibilità di sostenere
dimissioni di Nicole Minetti dal “scelto il progetto del Nuovo Polo per Milano una posizione dissenziente all’interno del Pdl. Fli
consiglio regionale della Lombardia. Ora Sara perchè è la vera alternativa a un governo che - afferma Italo Bocchino - è l’unico luogo dove
l’anti-Minetti lascia Giudice ha deciso di lasciare il Pdl e di non è stato in grado di dare risposte concrete poter portare avanti la sua battaglia per la
candidarsi alle prossime elezioni comunali come ai suoi cittadini e per primo alla mia meritocrazia perchè Futuro e libertà è il partito
indipendente sotto le bandiere del Terzo Polo, generazione”. Immediato il messaggio di del merito. Da noi il ‘modello Minetti’ non ha
il Pdl e passa con Fli in quota Fli. Nelle settimane scorse, la Giudice, benvenuto del vicepresidente di Futuro e diritto di cittadinanza”.

Meloni: “Ci trattano


da ospiti nel nostro partito”
IL MINISTRO DELLA GIOVENTÙ DIFENDE
LA RUSSA DAL FUOCO AMICO
di Luca Telese Se così fosse, anche chi ha ma- porgergli la mano. vrebbero essere ridotte.
nifestato due giorni fa dovreb- Il più accanito accusatore La logica delle quote è stata il
el giorno in cui Ignazio be subire lo stesso trattamen- è stato Scajola... male minore quando si dove-

N La Russa è stato vittima


del fuoco amico, dopo
la sua performance in
aula, Giorgia Meloni è stata
l'unica dirigente di primo pia-
to.
Il bello, però, è che gli at-
tacchi più duri li avete su-
biti dai vostri compagni di
partito.
Ecco, benissimo. La prossima
domanda?
Perché?
Perché, come le ho detto,
non cerco risse con nessu-
va mettere su una nuova ca-
sa.
E ora per lei sono un erro-
re?
Ma certo. Primo. Il fatto che
no del Pdl a difenderlo pub- È questo che è inaccettabile. no. venti o trenta deputati siano
blicamente dai suoi colleghi: Non lo concepisco. Il problema politico, dico- andati via a Roma non può di-
“Evitiamo le ipocrisie del ca- Voleva che i suoi colleghi no, è che voi ex An sareste ventare una colpa per chi è
so. A parte le opposizioni, fossero omertosi? sovrastimati. sul territorio. E la quasi tota-
che facevano evidentemente Ma per carità! Dico solo che è Ah, ah, ah. lità di chi stava con An, sul
il loro mestiere, quelli che nel la spia di uno stato d'animo, o Ride? territorio, è rimasta nel Pdl.
nostro partito hanno attacca- di un atteggiamento intellet- Per non piangere. E secondo?
to Ignazio lo hanno fatto per tuale. A me se un amico in- Da quando sono andati via Passare dalle quote a una re-
un motivo politico. Non è sta- ciampa non viene in mente di i finiani, dicono molti ex ligione cencelliana sarebbe
to un bell’episodio”. tirargli un sasso in testa, ma di azzurri, le vostre quote do- una follia.
Ministro Me- Intanto i vostri pesano più
loni, anche La degli ex azzurri.
Russa ha chie-
sto scusa.
“Gli attacchi a Non è così. Ma quando con-
tano è perché sono bravi. Per-
Lo so. E ha fatto
bene, Ignazio è
Ignazio? Motivi ché sono abituati a fare po-
litica, non vivono di rendita.
andato sicura-
mente sopra le
politici. Se un Anzi, se un rischio nel Pdl c'è
è proprio che a pochi mesi
Ignazio La Russa e Giorgio
Napolitano (FOTO EMBLEMA) . A sinistra,
righe. Registro dalla sua nascita rischia già di
che nel nostro amico inciampa essere bloccato dalle rendite
Giorgia Meloni (FOTO DLM)

mondo non so- di posizione.


non gli tiri un
no molti quelli
che come lui
sasso in testa, gli
E come si combatte?
Bisogna rimettere in moto la FASCISMO E adesso c’è
hanno l'onestá partecipazione. Celebrare i
di ammettere il
proprio errore. porgi la mano...” congressi con tutti gli iscritti,
mettere alla prova le energie
chi vuole togliere il divieto
Lei non ri- giovani del territorio, valoriz- ia dalla Costituzione la dodicesima disposizione
sparmia criti-
che a destra e a sinistra,
zare il merito a tutti i livelli.
Non è che voi ex An siete
Vpartito
transitoria e finale che vieta la riorganizzazione del
fascista. A chiederlo è un disegno di legge
però. diventati ospiti sgraditi? costituzionale presentato in Senato da Cristiano De
Non sono politicamente cor- Ma noi non possiamo essere Eccher del Pdl. Cofirmatari sono i tre senatori Pdl
retta. E non mi piacciono i ospiti perché il Pdl lo abbia- Fabrizio di Stefano, Francesco Bevilacqua e Achille
due pesi e le due misure. mo costruito insieme, ed è an- Totaro, e il collega finiano Egidio Digilio.
A cosa si riferisce? di Caterina Perniconi che casa nostra. Se qualcuno “Sono passati 65 anni, che ‘transitoria’ è?”, dice Be-
Vorrei ricordare ai colleghi non ha capito questo, è lui vilacqua a proposito della norma che “è vietata la
del Pd che le censure contro il CAMERA Nonostante fosse venerdì, l’aula di Montecitorio che ha sbagliato partito. riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto
ministro della Difesa hanno non è stata convocata. Nuovo appuntamento, lunedì 4 aprile Addirittura? partito fascista”. Sulla base di quella norma costi-
fatto passare in cavalleria i fat- alle ore 15.30. Vede, per me uno che viene tuzionale, va ricordato, nel 1952 fu approvata la leg-
ti, gravi, di piazza Montecito- da un'altra storia deve essere ge Scelba che sancì il reato di apologia del fasci-
rio. SENATO Anche a Palazzo Madama non c’è stata assemblea. considerato una ricchezza. smo.
Suvvia, una ex militante Senatori di nuovo in aula martedì prossimo alle 16.30. Dovrebbe essere automatico
come lei dovrebbe ricorda- anche per gli altri.
re cosa fecero i ragazzi del
Fronte della Gioventù ai
tempi di Mani pulite.
Proprio perché ricordo cosa
accadde le cito questo episo-
“L’ultima parola” di Paragone:
dio.
Lei in piazza c'era la mat-
Berlusconi? “Un coniglio spelacchiato”
tina di “arrendetevi siete
circondati”?
No, per un caso non c'ero, ma Erolaca.Gianluigi Paragone scari-
il Cavaliere all’Ultima pa-
niglio di un gioco di presti-
digitazione, sarebbe di sicuro
L’avvertimento
sarei potuta esserci. Però le
racconto cosa accadde do-
Berlusconi e le sue pro-
messe? “Un coniglio spelac-
un coniglio spelacchiato”. Di
cosa parlava Paragone? “Del
dal giornalista
po.
Ovvero?
chiato”. Se lo avesse detto Mi-
chele Santoro, Mauro Masi
paradiso fiscale promesso a
Lampedusa. Della promessa
più vicino
Ci fu un processo, non solo avrebbe gridato al golpe e di rimpatrio immediato”.
mediatico, ma giudiziario. Si chiesto l'intervento dei ca- a Maroni
parlò di aggressione fascista. schi blu. Se lo avesse detto IL CANDIDATO all'esame
Molti dirigenti furono denun- Giovanni Floris sarebbe in- di giornalismo, per avere chia- sulle promesse Gianluigi Paragone (FOTO DLM)
ciati per attentato alle istitu- tervenuto il garante. Invece, ro il quadro deve sapere che
zioni dello Stato. Ci furono a titolare così la copertina del Paragone é il giornalista in del premier truni, già vicedirettore al Tg1 to la promozione della Petru-
perquisizioni nel cuore della suo programma, ieri, non era questo momento più vicino a di Augusto Minzolini. Il diret- ni e l'assunzione di Giuseppe
notte, con gente portata in qualche facinoroso ultras Roberto Maroni, e che Maroni a Lampedusa tore generale Masi l'aveva in- Ferraro da Sky per il Tg1. E co-
questura a fare foto segnale- della presunta sinistra televi- è incazzato nero per le pro- dicata per la direzione del sì Masi ha ritirato le nomine e
tiche e rilevamenti di impron- siva, ma un conduttore con- messe affrettate sugli sbarchi. Tg2, lasciata vacante da Mario risolto la pratica Tg2 con l'in-
te digitali. In aula, durante le siderato vicino al centrode- E che Matteo Salvini, in onda prossima puntata sarà un'in- Orfeo (passato al Messaggero), terim al vicedirettore Mario
manifestazioni, i lavori furo- stra (addirittura in odore di ci ha messo il carico: “Beato chiesta sui soldi che il gover- ma il Consiglio di amministra- De Scalzi. Ora il dg aspetta
no sospesi e il ministro degli nomina al Tg2) come Parago- lui che ha comprato il villone no non ha destinato per l'e- zione ha bloccato il pacchetto l’incarico alla Consap, società
Interni fu immediatamente ne. Che ieri attaccava il pre- via internet, io come molti ita- mergenza alluvione in Vene- di nomine. Anzi, l'ha bloccato controllata dal Tesoro che ge-
chiamato a riferire. La con- mier menando fendenti mici- liani, fatico a prenotare una to. Ma in Rai, non è l’unica no- la maggioranza in Cda: il con- stisce le assicurazioni pubbli-
danna fu unanime. diali: “Di nuovo le solite pro- pensione da 50 euro”. Do- vità di ieri: per l'ennesima vol- sigliere Angelo Maria Petroni che. Infatti ieri Masi ha incon-
Chi manifestava sapeva co- messe, forse giá sentite, di si- manda: la Lega sta preparan- ta, a un passo dall'incarico, si (in quota Tesoro e dunque trato il sottosegretario Gianni
sa rischiava... curo stanche. Se fosse il co- do un avviso di sfratto? La ferma la scalata di Susanna Pe- Tremonti) non avrebbe vota- Letta a palazzo Chigi. lutel
Sabato 2 aprile 2011

M
SBANDATI

entre il processo breve Popolo Viola, Articolo 21, Libertà e del tricolore e della costituzione”.
Martedì a Roma tornerà in aula, martedì, chi Giustizia e da vari esponenti del Pd e Hanno già aderito: il leader Idv Antonio Di
non vuole un Parlamento dell’Idv. Pietro con Leoluca Orlando, i parlamentari Pd
asservito alle leggi ad personam sarà alla Dalle 20 fino a mezzanotte, spiegano i Roberto Zaccaria e Vincenzo Vita, il
la Notte Bianca Notte Bianca della democrazia. promotori, si alterneranno “artisti, segretario del partito romano Marco Miccoli,
L’appuntamento è a Roma, in piazza Santi rappresentati della società civile, dei partiti, il finiano Fabio Granata (Deputato Fli), gli
Apostoli, ed è organizzato dal Presidio del mondo delle associazionismo in un esponenti di Sinistra e Libertà Gennaro
per la democrazia permanente di Montecitorio insieme a happening dedicato alla democrazia all’insegna Migliore, Paolo Cento e Marco Furfaro.

PROVE TECNICHE
DI CONSULTAZIONI
Niente voto, torna l’ipotesi Tremonti
nam, Napolitano potrebbe an- NELLA MAGGIORANZA il
che ricorrere (extrema ratio) al-
l’articolo 88 della Costituzione
fiato sul collo di Napolitano pro-
duce una sensazione sgradevole AGENDA Ruby e la giustizia
(che riguarda i poteri di sciogli- ma i fantasmi di una nuova sta-
mento), ma prima la soluzione
va cercata disperatamente in
gione di logoramento al premier
diventano meno inquietanti di
Tutto entro venerdì
Parlamento. Di lì la preghiera del fronte a una convinzione dell'in- arà una settimana parlamentare peggiore di
Colle di trovare una “coesione”
che consenta di uscire dall’im-
ner circle di Palazzo Grazioli e
della pancia del Pdl: “La verità è
Sdi vista
quella appena trascorsa, almeno dal punto
del calendario e delle possibilità che la
di cambiare l’ordine del giorno per arrivare alla
discussione dell’ultimo, agognato punto in ca-
lendario: il processo breve. Fonti del centrode-
passe. Altrimenti, elezioni? Nel che nessuno, da Napolitano a discussione si trasformi, di nuovo, in rissa. stra, tuttavia, hanno fatto trapelare che questo
corso degli incontri, Napolitano Bersani passando per Casini vuo- ennesimo colpo di mano potrebbe non esserci
ha fatto chiaramente intendere le davvero il voto anticipato”. E OCCHI PUNTATI sulla Camera dove marte- “perché la legge sui piccoli comuni si vota in mo-
ai suoi numerosi interlocutori mentre il capogruppo azzurro a dì 5 aprile si comincia con un’informativa del do rapido – dice – e la legge ‘comunitaria’ suc-
che non sarebbe il voto anticipa- Montecitorio Cicchitto fa finta ministro Maroni sulla manifestazione di piazza cessiva è già previsto che torni in commissione
to l’orizzonte cui guardare, ben- di nulla e assicura che ci “sono arrivata fino sul portone di Montecitorio la set- Bilancio”. Dunque, senza scorciatoie procedu-
sì una soluzione politica di più tutte le condizioni per andare timana scorsa. Subito dopo l’ordine dei lavori rali, la maggioranza potrebbe raggiungere il tra-
lungo respiro che consenta al avanti fino al 2013”, il centrode- dovrebbe prevedere il voto dell’aula sul conflit- guardo del processo breve proprio martedì po-
Paese di arrivare alla fine della le- stra tenta di addossare tutto al to d’attribuzione, voluto dalla maggioranza nel meriggio. Il resto della settimana sarà interamen-
gislatura senza scosse di cui, allo presidente della Camera. Il mini- tentativo di stoppare il processo Ruby e succes- te dedicato alla discussione del ddl con la pre-
stato, non si sente il bisogno. La stro leghista Calderoli ne chiede sivamente il ddl sui piccoli comuni. A questo scrizione breve che Ghedini vuole veder appro-
necessità di voltare pagina è og- le dimissioni e il suo collega di punto, però, la maggioranza – che secondo le vato dalla Camera entro venerdì 8 aprile. Se, per
gettiva, “anche con le elezioni – governo Rotondi osserva: “L'u- stime del Pdl dovrebbe essere in aula al gran qualsiasi motivo i tempi dovessero allungarsi, il
ha osato Bersani – che è sempre nica paralisi che può portare a completo, con tutti i rappresentanti del governo governo non esclude il ricorso alla fiducia.
meglio che stare così”, parole uno scioglimento è quella pro- – potrebbe chiedere, come la scorsa settimana, (s.n.)
pronunciate poco prima anche dotta da un conflitto istituziona-
da Casini con la delegazione le tra il presidente della Camera e
Udc.
Però il capo dello Stato lavora ad
di Fabrizio d’Esposito
e Sara Nicoli
altro (e la Cei lo appoggia), tanto
che la convocazione dei capi-
Per Napolitano zioni del Colle. Ma noi i numeri
ce li abbiamo e tra un po’ saremo
perdenti di Gianni Letta. Si ritor-
na alle manovre precedenti alla
premier intende volgere a suo fa-
vore con comizi contestuali alle

a misura è colma. E diventa


gruppo è stata letta come “vere
consultazioni” per capire se, nel-
non è il momento 330 con sette deputati prove-
nienti da sinistra”. Quel “qualcu-
mancata spallata del 14 dicem- udienze. Il campo di guerra ri-

L
bre. In un quadro però aggravato marrà la giustizia e nel frattempo
tale quando, dopo lo
“scandalo” della “rissa da
l’attuale quadro politico, un’al-
tra maggioranza sarebbe possibi-
delle scosse no” viene individuato nel leader
dell'Udc Casini, molto attivo ne-
da una combinazione micidiale:
crisi libica, emergenza immigra-
ci saranno due test cruciali: le
amministrative di maggio e il re-
bar” alla Camera sul pro- le. Casomai con un altro presi- gli ultimi giorni e a cui il centro- ti, perdita di credibilità interna- ferendum su nucleare e legitti-
cesso breve, Napolitano vede le dente del consiglio, senza intac- Bersani e Casini: destra collega anche l'uscita di zionale e Parlamento prigionie- mo impedimento.
immagini del Cavaliere a Lam- care gli equilibri politici scaturiti Montezemolo tentato per l'en- ro delle leggi ad personam del Ecco perché gli ambienti finiani
pedusa e trasecola: in piena dalle urne. Il nome di Tremonti è “Le elezioni? nesima volta “di scendere in po- Caimano. Cosa farebbe, dunque, parlano di “llungo periodo”. In
emergenza immigrazione, con echeggiato più volte, ieri al Qui- litica”. Aggiungono da Fli: “Lo il capo dello Stato in caso di pratica, quando Casini evoca le
una guerra in corso e un Parla- rinale, ma mai per voce di Napo- Sempre meglio scenario è complesso e fluido, “nuovi traumi” provocati dalla elezioni a giugno non fa altro che
mento bloccato sull’ultima del- litano che, ovviamente, si è limi- soprattutto è all'inizio. La mossa maggioranza? A Di Pietro, sul alzare tatticamente l’asticella
le leggi ad personam, Berlusco- tato a svolgere un sondaggio, an- che stare così” di Napolitano è sul lungo perio- processo breve, Napolitano ha per puntare a un governo di tran-
ni arringa la folla pensando solo che se è noto che i suoi rapporti do”. dato una risposta prudente ma sizione.
al rilancio della propria immagi- con Berlusconi sono ormai ai mi- sibillina: “Voglio vedere che mi È iniziata una nuova partita e chi
ne con fini squisitamente eletto- nimi storici. Per assecondare un la maggioranza che lo ha espres- LE IPOTESI che circolano ve- arriva”. Sull’altro fronte, gli in- sarà il vero nemico del Cavaliere
rali. “Basta – dice il capo dello cambiamento, però, ci sarebbe so”. Altri falchi autorevoli del Pdl dono, appunto, in cima alla lista put degli avvocati Ghedini e Pa- (Napolitano, Casini, Monteze-
Stato– così non si può più anda- bisogno della Lega, che invece liquidano la questione così: “Na- un esecutivo guidato da Tremon- niz sono tassativi: incassare la molo, Tremonti) lo si capirà dalla
re avanti”. ha rinsaldato l’asse con il Cava- politano non ha minacciato il vo- ti, che in questa fase è la punta di legge per “ammazzare tre pro- “macchina del fango” mediatica
liere chiudendo l’intesa sulle am- to. C'è qualcuno che alimenta diamante della filiera dei poteri cessi” (Mills, Mediatrade e Me- di destra pronta a entrare in azio-
LA PREOCCUPAZIONE ministrative in Lombardia. questo teatrino sulle preoccupa- vincenti contrapposta a quelli diaset). Resta la mina Ruby, che il ne.
del Quirinale per la tenuta del si-
stema politico si fa subito allar-
me, un vero e proprio “war-
ming”, che si traduce in un gesto
irrituale, ma dal forte significato
VISTA DAL COLLE
politico. Parte, e si snoda in ven-
tiquattr’ore, la convocazione di Giusto Presidente, fermiamo la rissa
tutti i capigruppo di Camera e Se-
nato, ufficialmente per richia- stra il Parlamento ha il compito, mentari del loro schieramento. confronti di un Parlamento che bito l’attacco e l’offesa. La re-
mare all’ordine le forze politi- appunto, di parlare, e il capo E oltre che opportuno è dove- non sa più assolvere i suoi do- sponsabilità del degrado del Par-
che, dopo l’indecoroso spetta- dello Stato quello di parlare il roso. La Costituzione assegna al veri? lamento sta tutta e soltanto dalla
colo della Camera, ma soprattut- meno possibile e di vigilare con capo dello Stato il dovere di rap- parte della maggioranza. E la ve-
to per mandare avanti un pesan- la massima attenzione. presentare l’unità nazionale, ov- NELLA SUA posizione il pre- re vittime della volgarità e del-
te “preavviso”: se il sistema non vero di operare al fine di raffor- sidente della Repubblica non l’arroganza dei servi, sia detto
dovesse reggere, se insomma PARLARE , s’intende, nel zare i principi e i comportamen- può esprimere una censura ri- con chiarezza, siamo noi Italia-
non fosse più garantita “la fun- senso di intervenire sui proble- ti che consolidano l’unità nazio- volta a particolari uomini poli- ni. In quel Parlamento siedono i
zionalità di entrambe le Came- mi posti in discussione nel pie- nale e contrastare, con misura e tici o a particolari schieramenti. nostri rappresentanti, e quei lo-
re”, sia in termini di “tenuta nu- Il Quirinale (FOTO DLM) no rispetto dei regolamenti del- senso di responsabilità, quelli È dunque del tutto comprensi- ro comportamenti ci rappre-
merica” sia “di comportamenti”, la Camera o del Senato, con lin- che la mettono a repentaglio co- bile che parli di “iper-partigia- sentano nel mondo. Non credo
con conseguenze devastanti per di Maurizio Viroli guaggio consono alla dignità me è appunto il caso del dibat- neria che produce una guerri- che il passo successivo del capo
l’attività legislativa, ebbene il ca- dell’istituzione, con la massima tito parlamentare che degenera glia quotidiana e rende impos- dello Stato sarà lo scioglimento
po dello Stato non avrebbe alcu-
na intenzione di restare con le
mani in mano. Nessuno dei ca-
Lcareadella
decisione del presidente
Repubblica di convo-
i capi dei gruppi parlamen-
considerazione dei colleghi, so-
prattutto di quelli di parte avver-
sa, dimostrando di saper prati-
nella rissa, nell’insulto persona-
le, e nel dispregio palese delle
più alte cariche dello Stato. Un
sibile il dialogo e il confronto de-
terminando una delegittimazio-
ne reciproca dei competitori
delle Camere. Una decisione del
genere sarebbe interpretata co-
me una prevaricazione dei po-
pigruppo ascoltati al Quirinale tari al Quirinale è certo irritua- care la vera virtù del parlamen- Parlamento senza dignità stimo- politici”. Ma la realtà è che in teri del Parlamento dove c’è an-
ha potuto decrittare cosa si na- le, ma è del tutto appropriata tare democratico, quella di la nel paese una conflittualità in- Parlamento domina una mag- cora una maggioranza. È più
scondesse realmente dietro le anzi, doverosa, in una situazio- ascoltare. Quando il Parlamento governabile. Ancora una volta gioranza di servi che obbedisce probabile una nota scritta o un
preoccupate domande di Napo- ne di grave degrado della nostra offre di sé, il penoso spettacolo abbiamo toccato con mano la a un uomo che ha sempre dimo- messaggio. Di più non credo
litano, ma in zona Idv la fran- assemblea legislativa. che ha dato nei giorni scorsi, è saggezza della nostra Costitu- strato il più alto disprezzo per lo che il presidente Napolitano
chezza di Di Pietro ha aperto uno Non è un gesto consueto e nor- del tutto opportuno che il capo zione. Se non avessimo un capo stile parlamentare. Le responsa- possa e voglia fare. Adesso tocca
spiraglio: se le Camere resteran- male in quanto in una Repub- dello Stato richiami i capigrup- dello Stato con i poteri che ha, bilità non sono uguali. C’è chi ha all’opposizione parlamentare e
no bloccate sulle leggi ad perso- blica democratica come la no- po affinché riprendano i parla- chi potrebbe intervenire nei attaccato e offeso e c’è chi ha su- ai cittadini fare la loro parte.
pagina 6 Sabato 2 aprile 2011

A
BASSA LEGA

veva chiesto di essere seppellito giornali locali, le proteste degli amici e dei afferma Pierangelo Del Zotto, assessore
Niente funerale per la bara avvolto nella bandiera della familiari di Luigi Sartorelli, fondatore della sede provinciale di Venezia, presente alla cerimonia -
Repubblica Serenissima di San di terraferma della Lega, nei confronti di don non è un simbolo politico: non stiamo parlando
Marco, in ossequio alla sua militanza nella Lega Renato Mazzuia, parroco della Chiesa di Santa della falce e del martello o dello scudo crociato
avvolta nella bandiera nord veneziana, ma la sua ultima volontà si è Maria di Lourdes, a Mestre. ma del vessillo della Serenissima, un simbolo
scontrata con quella del prete chiamato a “I simboli politici debbono restare fuori dalla identitario”. Per di più, secondo l’esponente del
celebrare le esequie, che ha preteso che il chiesa” avrebbe detto il sacerdote, per Carroccio, “queste erano le volontà del defunto.
della Serenissima vessillo venisse tolto. Inutili, come riportano i giustificare la decisione. “Il Leone di San Marco - Negargliele è stato un gesto gravissimo”.

DIVERSAMENTE ONOREVOLE
In aula ha detto: “Handicappata di m...”
Il giorno dopo il leghista balbetta
iovedì 31 marzo la Camera posto, applaude il suo assistente. reazione dai banchi
GL’intervento
discute sul cosiddetto processo.
del deputato di Fli
La cosa non piace a Osvaldo
Napoli (Pdl) che si scaglia contro il
dell’opposizione e dello stesso
presidente della Camera Fini.
Italo Bocchino raccoglie applausi ragazzo, con tanto di indice alzato, Secondo molte testimonianze, dai
tra i banchi del Pd, dove siede e lo minaccia. A questo punto banchi della Lega Nord sarebbe
anche Ileana Argentin, costretta su Ileana Argentin chiede la parola partito, nitido, il grido
una sedia a rotelle a causa di una per denunciare l’accaduto quando “handicappata di merda”. Il
grave disabilità, che le impedisce qualcuno grida al suo indirizzo sospettato numero 1 è il leghista
anche l’uso delle mani. Così, al suo frasi che scatenano una dura Massimo Polledri.
Ileana Argentin e l’assistente che applaude per lei alla Camera. Sotto, Polledri e Argentin

Crociato sul Carroccio Di certo il neuropsichiatria in- Parlano gli assistenti Tranne in bagno.
fantile Massimo Polledri, classe Già. Nel bagno delle deputate

ATTACCÒ 1961 da Piacenza, non è nuovo a


colorite performance tra i banchi
del Parlamento. Nel luglio 2006
“PREGIUDIZIO continua ad esserci una rampa
di scale. Ne utilizziamo un altro,
al piano aula.

PAPA WOJTYLA si presentò in aula con una trec-


cia d’aglio da sventolare contro i
“ministri vampiri” Bersani e Vi-
CHE ACCECA” Voi votate anche per la Ar-
gentin?
Sì. Abbiamo una delega sia per il
sco e i loro decreti sulle libera- voto che per la firma. E per far
di Stefano Caselli novare le mie più sentite scu- lizzazioni. Pochi giorni dopo, di Luca Telese Ileana è affetta da una malattia entrare Ileana, è stato costruito
se alla collega Ileana Argen- per protesta contro la fiducia in degenerativa, la amiotrofia spi- uno scranno particolare, per lei,
enivamo da sei, sette tin”. Tutto per aver gridato icuramente non ha capito, il nale. Non è in grado di muoversi vicino al cosiddetto tavolo dei

“V
Senato posta dal governo sul di-
ore di ostruzionismo,
interventi su inter-
“Ha ragione”?
Assolutamente sì. E con questo
segno di legge missioni all’este-
ro, Polledri srotolò uno striscio-
Sgiorni
leghista anonimo che due
fa ha ingiuriato la depu-
da sola.
Cosa ha significato l’incontro
nove. Ci sono voluti falegnami e
architetti, ma Osvaldo Napoli
venti tesi a fare il gio- chiudo. ne di cinque metri con la scritta tata del Partito democratico di questa diversità con un pa- non ha notato nulla.
co dell’opposizione. Ho visto “Prodi dittatore”, prima di sca- Ileana Argentin definendola lazzo che ha oltre un secolo Uno scranno molto partico-
un capannello sotto di me, cre- IL VIDEO della seduta di Mon- gliarsi verso i banchi dell’Ulivo “Handicappata di merda” di di vita? lare.
devo all’ennesimo pretesto per tecitorio racconta: Ileana Argen- con intenzioni non esattamente aver offeso, con un unico insul- Grazie all’impegno del presi- Sì. Ha due posti. Uno per quello
far perdere tempo”. Il giorno tin racconta delle minacce rice- pacifiche. Si spera che Polledri to, quattro persone. E non se ne dente Fini l’impatto è stato ri- di noi che la accompagniamo. E
dopo gli insulti alla deputata del vute dal suo assistente da parte davvero non abbia insultato l’o- è reso conto Osvaldo Napoli dotto al minimo. Prima di inse- un varco per lei che entra con la
Pd, Ileana Argentin, il principa- di Osvaldo Napoli, mentre pro- norevole Argentin, altrimenti (Pdl), che ha almeno chiesto diarsi, per permettere ad Ileana carrozzina.
le accusato, l’onorevole Massi- nuncia la frase “ricordo all’aula come conciliare il parlamentare scusa per le sue rimostranze nel- di circolare, sono state abbattu- Da cui lei ha tratto il suo slo-
mo Polledri della Lega Nord, si che io…”, alle sue spalle Polledri che nel 2006 firmava una propo- la stessa seduta (dicendo: “Non te tutte le barriere che a Mon- gan preferito.
difende e parla di equivoco. urla qualcosa che scatena la rea- sta di legge per “garantire una mi ero accorto che Argentin tecitorio resistevano dal 1870! Sì: “Non ho bisogno di una pol-
Onorevole, ma allora, che zione di buona parte dell’emici- giusta dignità per gli atleti disa- avesse un assistente”), anche se C’era già stato un deputato trona perché la mia me la porto
cosa ha gridato? clo e dello stesso presidente Fini bili nel praticare sport ad alto li- da tre anni frequentano la stessa disabile, il socialista Piro. da casa”. I leghisti dovrebbero
Ho gridato “Ha ragione”, ri- (“Ma come si permette”?), il tut- vello, con stesse opportunità e Aula. Napoli ha commesso un Sì, ma lui era molto più autono- riflettere sul fatto che anche in
spondendo alla collega Argen- to mentre Ileana Argentin com- pari trattamento economico” altro errore. Perché la deputata mo di Ileana. Per lei si sono do- questo Ileana li batte.
tin che denunciava l’intervento pleta la frase “…non posso usare con quello visto l’altro ieri? E so- del Pd, in realtà, può contare su vuti mettere scivoli ovunque, Oggi è arrivato lo stenografi-
di Osvaldo Napoli che intimava le mani”. Il presidente della Ca- prattutto, come conciliare l’in- ben tre assistenti. Ci vogliono persino un ascensore per supe- co di ieri. E quelle parole non
all’assistente di non applaudire. mera invita Polledri a scusarsi o a sulto con il Polledri pio cristia- quattro diverse persone, insom- rare tre gradini nel transetto che risultano mai pronunciate.
Confesso che non avevo capito chiarire “cosa intendeva quan- no, fervente paladino del catto- ma, per fare un corpo solo. Un divide il Palazzo dei gruppi da Purtroppo molto spesso, è suc-
di che cosa si stesse effettiva- do ha detto ‘ha ragione’”. Rima- licesimo? Polledri che dopo le deputato del tutto particolare, quello storico. cesso anche con La Russa, lo ste-
mente parlando, ma è stato solo ne il fatto che quella frase vergo- ultime regionali, organizzò un che grazie a Fini ha violato dei Vi pesa? nografico viene edulcorato.
un commento inopportuno a gnosa l’hanno sentita in tanti. Se “pellegrinaggio verso le regioni limiti regolamentari che sono Non è un privilegio conquistato Che cosa vorrebbe dire al le-
un’affermazione male interpre- sia stato Polledri o un altro, pro- rosse liberate” dal piazzale delle vecchi di cento anni. Infatti, gra- per lei. Ora un disabile qui può ghista che ha insultato Ilea-
tata, un riflesso condizionato babilmente non lo sapremo mai. Crociate di Piacenza, dove nel zie a un cartellino speciale due andare ovunque. na?
dal clima teso che si respirava in 1095 partì la prima spedizione ragazzi che si chiamano entram- Che noi abbiamo una grande
aula. in Terra Santa. Polledri il custo- bi Francesco e uno che sia chia- forza. Conosciamo benissimo i
Quindi nega di aver gridato de della tradizione che nel 2001 ma Fabrizio, possono accompa- nostri limiti, perché ci confron-
“handicappata di merda”? polemizzò con la preghiera mul- gnare la Argentin, votare per lei, tiamo con loro tutti i giorni.
Nego, nel modo più assoluto. Se tireligiosa organizzata da Gio- applaudire per lei quando lei Mentre loro sono prigionieri del
poi i giornali vogliono montarci vanni Paolo II ad Assisi, perché vuole, visto che con il suo corpo loro limite, in questo caso il pre-
su un caso, facciano pure. pregare “con eretici, scismatici, non può farlo. In rappresentan- giudizio che acceca. E al contra-
Eppure c’è chi giura di averlo bonzi, rabbini, mullah, stregoni za di tutti e tre parla l’assistente rio di noi, non sanno di essere
sentito... e idolatri vari” era fonte di “con- che è da dieci anni con Ileana, diversamente abili.
Io non l’ho sentito. fusione fra i credenti della reli- Francesco Brugioni. Che fa, insulta?
Ieri si è scusato in aula, oggi gione cattolica”. Non può esse- Francesco, perché seguite No. Se loro potessero capirlo,
ha diffuso una nota per “rin- re stato lui. Ileana, dandovi il cambio? sarebbe un complimento.

AL VOTO IL 15 E 16 MAGGIO

BOLOGNA, TENTAZIONE PADANA CON L’UOMO ANTI-MOSCHEA


di Roberto Anselmi senza simboli, al commissario Anna Ma- spararla più grossa di tutti, sbaglia. Bernar- Pci, è difficile trovare un bar gestito da ita-
Bologna ria Cancellieri; passando per un accordo dini è il “volto presentabile del regime”, un liani. E la sera alcuni angoli possono ricor-
con qualcun altro dei “civici” in campo. Il “leghista gentile”. Avvocato, classe 1972, dare il Queens. Una situazione che, al di là
ncora non l’hanno occupata. Ma hanno tutto aspettando la parola definitiva da Ro- si è fatto notare in città per la battaglia con- della tolleranza “ufficiale”, potrebbe esse-
Adierina:
messo la prima e indispensabile ban-
la Lega ha un candidato a Bologna.
ma. Si è arrivati così al 18 di marzo, con la
discesa a Bologna del vicepresidente leghi-
tro una nuova moschea durante il mandato
di Sergio Cofferati. Un progetto fatto ca-
re mal digerita. La campagna elettorale, in-
tanto, è iniziata col botto: la sede appena
Con un ritardo cha ha sfiorato la barzel- sta del Senato, Rosi Mauro che ha in- dere nel dimenticatoio dallo stesso centro- inaugurata è stata presa a sassate. Nel
letta, a pochi giorni dalla scadenza per la dicato Bernardini come il candidato della sinistra, consentendo alla Lega di cantar frattempo il centrosinistra – dopo aver sor-
presentazione delle liste, è arrivata la be- Lega nord, a prescindere. Lo psicodramma vittoria. Attualmente è consigliere regiona- riso sornione all’investitura di un leghista
nedizione romana sul nome di Manes del Pdl è continuato ancora un po’, fino alla le, incarico che non lascerà per la campa- (l’unica storica sconfitta era infatti arrivata
Bernardini come candidato di tutta la de- resa senza condizioni. Sì, perché oltre a gna elettorale ma solo in caso di elezione a contro il moderatissimo Giorgio Guaz- Manes Bernardini, Lega Nord (FOTO LAPRESSE)
stra. Se da nord (con il “trota” Renzo Bos- non avere un proprio candidato, il Pdl si è sindaco. Bernardini vorrebbe recuperare i zaloca) e ai tentennamenti del Pdl – si af-
si in testa) si vagheggiava fin dall’autunno visto rifiutare anche l’ipotesi di una lista uni- voti degli ex compagni che mal digeriscono fida alle gaffe del candidato sindaco, Vir- colpito il civico, sostenuto da Fli, Stefano Al-
una candidatura “padana”, il Pdl cittadino, taria verde-azzurra, escamotage che la trasformazione della “vecchia Bologna” ginio Merola: prima l’intervista alla radio drovandi (vicino all’ex sindaco Guazzaloca,
ha tentato ogni strada per scongiurarla: dal avrebbe limitato l’inevitabile emorragia di in città cosmopolita. Un passaggio che in cui non si ricordava che il Bologna fosse in che da ieri è indagato per corruzione) il
rispolverare un usato sicuro, Filippo Ber- preferenze. Insomma Manes. Ma chi se lo coinvolge molte ex roccaforti rosse come lo serie A; poi il raddoppio, con un goffo au- quadro depressivo è completo. A tutto van-
selli, candidato bocciato dagli elettori ben immagina come il classico sindaco celodu- storico quartiere della Bolognina: nelle gurio ai rossoblu di andare in B. Se a questo taggio del Movimento 5stelle di Beppe
15 anni fa; all’ipotesi di un sostegno, anche rista tutto dialetto, tradizioni e puntare a strade che chiusero la lunga stagione del aggiungiamo i guai che di riflesso hanno Grillo che spera nel ballottaggio.
Sabato 2 aprile 2011 pagina 7

L
L’ORGETTINA

a P4 usava notizie riservate, dati Agostino Rodà, suocero del deputato Alfonso appartengono e il cui affitto viene pagato da
Inchiesta P4: sensibili e personali, su esponenti di Papa (Pdl), e il consulente immobiliare parenti o “noti imprenditori”. Il sospetto è
vertice delle istituzioni e su alte romano Gianluca Tricarico, che non sono che gestisca con loro rapporti illeciti.
cariche dello Stato: lo scopo era ottenere indagati. L’obiettivo delle perquisizioni era Nell’inchiesta, oltre Papa, è indagato Luigi
perquisito il suocero “indebiti vantaggi ed utilità”. I pm napoletani ricostruire i rapporti di Papa con alcuni Bisignani, il carabiniere Enrico La Monica –
Henry John Woodcock e Francesco Curcio imprenditori. I pm hanno riscontrato una avrebbe rivelato notizie riservate in cambio
continuano a indagare sull’associazione “anomala” disponibilità, da parte di Papa, di della promessa di accedere ai servizi segreti –
del deputato Papa (Pdl) segreta: ieri hanno perquisito il 76enne immobili (e anche una Ferrari) che non gli e il poliziotto Giuseppe Nuzzo.

ALTRE DIECI Ulteriori

RAGAZZE PER B. accertamenti


sulle presenze
in villa

POSSON BASTARE di Aida Yespica,


Belen Rodriguez,
Noemi Letizia
Ruby, nuovi nomi nelle carte
e Barbara D’Urso
si aggiungono alle 33 “arcorine”
di Gianni
Barbacetto bile”. I magistrati, però, hanno li a Silvio Berlusconi. Tra que- st, e un prestito infruttifero di mento della prostituzione del- da e Gaetano Pecorella. Il di-
e Antonella Mascali depositato le ultime carte solo sti, la conferma definitiva dei 360 mila euro a Giuseppe Spi- la giovane, in realtà marocchi- rettore del Tg4 afferma di non
Milano ieri perché hanno dovuto at- soldi girati dal presidente del nelli, cassiere personale di na ma davvero minorenne. aver mai “presentato” la gio-
tendere gli esiti di accertamen- Consiglio a Silvia Trevaini, Berlusconi. Vi sono poi alcuni vane marocchina a Berlusco-
cinque giorni dall’inizio ti richiesti alla polizia giudizia- giornalista di Studio Aperto ed EMILIO FEDE reagisce: ni, né tantomeno di averla in-

A
assegni circolari relativi ai con-
del processo a Silvio Ber- ria e alle banche, in pieno ri- ex finalista ad Alassio, quando ti correnti di Spinelli e di Lele “Leggo su alcune agenzie che dotta alla prostituzione, “invi-
lusconi per il caso Ruby, spetto del codice di procedura aveva 22 anni, del concorso Mora. il processo sul caso Ruby pren- tandola” a villa San Martino.
la procura di Milano de- penale. I legali del presidente miss Muretto 2005. Depositati nuovi documenti de le mosse dal concorso Un “Dispiace pensare che con
posita nuovi documenti. So- del Consiglio hanno intanto anche sul concorso di bellezza volto per il cinema ospitato a tanto dispiegamento di mezzi
no gli esiti di indagini iniziate nominato un perito di parte, CONFERMATI versamenti a Taormina del settembre Taormina. Il percorso di Ruby di indagine, migliaia di inter-
tempo fa, soprattutto accerta- l’ingegner Claudio Alati: uno da parte di Berlusconi per l’ac- 2009, in cui la sedicenne Ka- passa per ben altre vie che sa- cettazioni, centinaia di uomini
menti bancari e analisi dei ta- specialista di indagini telefoni- quisto di una casa a Monza, ol- rima ha incontrato per la pri- ranno facilmente individuate di polizia, carabinieri e guar-
bulati telefonici. Nelle carte che che avrà il compito di con- tre che per un’auto, “un’Audi ma volta il direttore del Tg4 e documentate dalle indagini dia di finanza, non sia stato
ci sono i nomi di altre ragazze trollare, per conto della difesa, Tt serie 2.0 Tfsi, acquistata in Emilio Fede, presidente della dei miei difensori. Dopo il scoperto il percorso compiu-
che avrebbero partecipato al- le analisi dei tabulati, delle in- data 14.04.2009 presso la con- giuria. In un video del concor- concorso, ed erano trascorsi to da Ruby da Taormina ad Ar-
le feste di Arcore, oltre alle 33 tercettazioni e delle “celle” cessionaria Pirola Francesco e so, appare la ragazza che si alcuni mesi, ho rivisto per la core”.
già indicate finora dalla pro- presentate dall’accusa. figli per euro 41.200”. Altri do- presenta come “sedicenne prima volta Ruby a una cena Fede ieri sera ha concluso il
cura. I nomi nuovi sono una Tra le carte depositate ieri ci cumenti riguardano un boni- egiziana”. Secondo l’ipotesi ad Arcore”. È quanto si legge Tg4 con un aforisma di Gan-
decina, individuati attraverso sono anche documenti banca- fico di 168.400 euro da parte dell’accusa, subito dopo quel in una nota consegnata da Fe- dhi: “Prima ti ignorano, poi ti
l’analisi delle presenze telefo- ri. Accertamenti su “assegni di Berlusconi a Giuseppe Sca- concorso sarebbero iniziate de ai suoi difensori, gli avvo- deridono, poi ti combattano.
niche della “cella” di Arcore, relativi all’anno 2009” riferibi- bini, storico manager Fininve- l’induzione e il favoreggia- cati Nadia Alecci, Angelo Giar- Poi vinci”.
nei giorni delle cene in villa.
Anche i festini sarebbero più
di quelli fin qui individuati dai In libreria
magistrati. Le “celle” dimo-
strerebbero comunque che
alcune ospiti indicate da Ru-
by (tra cui la napoletana Noe-
mi Letizia, la showgirl Belén Ro-
Indagine sul governo di Sodoma
driguez e la conduttrice tele- Pubblichiamo un estratto di “Sodoma”. res? Quella vestita con il prendisole... ne. Ha presente il bordello?”. ma. “Capo, questo è quanto. Poi
visiva Barbara D’Urso) non La scena madre del Caso Ruby. bé, più che vestita era svestita...”. “Alla fine, come avete risolto?”. quando torno dalle vacanze la riscri-
erano presenti alle serate in Il racconto dell’episodio da cui parte “Sì, sì, dài, vieni al sodo”. “Niente. Un po’ abbiamo tenuto du- vo per bene”.
cui c’era anche Karima El l’accusa di concussione per il premier “Bé, via da qui l’abbiamo portata in ro, siamo riusciti a scattare le foto, pe- “Vai, vai Landolfi, divertiti. Che qui
Mahroug. Solo Aida Yespica è Silvio Berlusconi. Questura per il foto-segnalamento, rò dopo siamo stati costretti a lasciar- mi diverto io”.
stata una volta a villa San Mar- come ci aveva ordinato il pm dei mi- la andare. Perché dicevano che la Pre- Quelle lasciate da Landolfi sono due
tino in concomitanza con Ru- di Leonardo Coen nori. Ricorda? O la mandate in comunità sidenza del Consiglio aveva mandato pagine e mezzo fittamente scritte. In
by, tra le 22.23 del 24 aprile e Paolo Colonnello o la tenete da voi. Bé, un suo incaricato. Una consigliera perfetto verbalese. Oggetto: seguito
2010 e l’1.40 del 25. quando siamo arri- presidenziale. Una certa Minetti. È a d’annotazione relativa all’intervento espe-
Il completamento dell’esame cusa, Landolfi, mi vuoi spiegare vati in Fatebenefra- lei che l’abbiamo dovuta affidare. Al- rito dalla volante Monforte bis primo turno
delle “celle” dimostra dunque
quello che i pm già sapevano,
“S cosa è successo l’altra notte?”.
L’agente Marco Landolfi, capopattu- C
Sodoma telli, mentre erava-
OEN -C OLONNELLO
mo lì alla Scientifi-
tro che comunità, come aveva dispo-
sto la pm. E vuole sapere una cosa? Ci
dove codesta unità operativa procedeva
presso gli uffici della locale questura all’ac-
PAGG. 350 - DALAI
e cioè che Ruby alla procura glia della volante Monforte bis, è an- ca per le foto, che è toccato persino di firmare il verbale compagnamento della minore El Mahroug
EURO 18,50
ha detto anche il falso. Ai ma- cora stanco. Ha gli occhi pesti. Trop- tra parentesi c’era di affidamento, a ’sta Minetti”. Karima, nata in Marocco il primo novem-
gistrati Pietro Forno e Anto- pi turni di notte. Si capisce, tuttavia, mezza Questura “E la funzionaria?”. bre 1992, residente a Letojanni, provincia
nio Sangermano aveva infatti che qualcosa d’altro gli rode. Qualco- per lumare ’sta bel- “Le abbiamo chiesto di firmare anche di Messina, in via Contrada San Filippo...
raccontato di aver incontrato sa successo la sera del 27 maggio. Un lezza, è arrivata la a lei. Era preoccupata. Mentre stava L’incipit è a memoria futura. Landolfi
ad Arcore, tra gli altri, Belén e inferno. Edmondo Capecelatro, pri- funzionaria agita- per firmare, è arrivato il funzionario comincia testualmente così il suo re-
la D’Urso. Ora le perizie la mo dirigente del commissariato di tissima. Quella gio- anziano e le ha sfilato il verbale di ma- soconto: Il sottoscritto agente di Polizia
smentiscono senza possibilità via Poma, meglio noto come com- vane, la Iafrate. no: non c’è bisogno, ormai...”, Lan- Giudiziaria, assistente della Polizia di Sta-
di dubbio. Ma questi nuovi ac- missariato Monforte – presidio stori- Sventolava il cellu- dolfi ha un secondo di pausa. Il preoc- to, Landolfi Marco in servizio presso l’uf-
certamenti dimostrano che i co della polizia milanese – si è appena lare e ci gridava: Ba- cupato, ora, è lui. Piglia fiato. E ag- ficio di Intestazione, in qualità di capopat-
magistrati non hanno mai pre- sta ragazzi! Fermate giunge, con tono più grave, la sua tuglia della volante denominata Monforte
so per oro colato le dichiara- tutto! Questa è una conclusione: “Dottò, qui la cosa puz- bis quarto turno, coadiuvato dall’agente
zioni della ragazza e hanno
sempre scartato tutto ciò che
Il caso Rubacuori nasce importante! Ha tele-
fonato la Presidenza
za. Non quadra. Non voglio finire nei
guai”.
della Polizia di Stato Ferrazzano Luigi An-
tonio, mandati in servizio in data 27 mag-
non aveva riscontri oggettivi. nel commissariato Monforte del Consiglio. Bisogna
lasciarla andare subi-
“Non ti preoccupare, Landolfi. Intan-
to preparami una relazione dettaglia-
gio 2010 con turno 18.30/00.30, riferisce
alle signorie vostre di quanto segue...
LA DIFESA del presidente to”. tissima. Devi scrivere tutto quello In verità, è proprio questo il primo
del Consiglio protesta. “Ci ave- di Milano, ecco come “Davvero?” che è accaduto lì dentro, ogni parti- atto d’accusa del Ruby-gate. Cento-
vano detto che la prova di col- “Altroché, dottore. colare è importante. Poi ci penso due righe nelle quali un semplice
pevolezza per Berlusconi, ac- acceso la sua prima sigaretta e sta Diceva la funzionaria che questa era io”. agente di polizia inizia a mettere, ne-
cusato di concussione e pro- controllando i mattinali. Gli manca- addirittura la nipote di Mubarak”. Il dogma di Capecelatro è semplice, ro su bianco, alcune delle anomalie
stituzione minorile, era evi- no sei mesi alla pensione e non vede “Di chi?” universale: “La legge è eguale per tut- procedurali che vennero commesse
dente. E invece continuano a l’ora che finiscano per potersi dedi- “Mubarak, il presidente dell’Egitto”. ti”. Per lui, dice il primo dirigente del quando la minorenne Karima El
inondarci di carte a pochi gior- care finalmente alla sua vera passio- “E voi, allora, che avete fatto?”. Quarto Distretto, “non è solo uno slo- Mahroug, nota anche come Ruby Ru-
ni dal processo”, dice al Fatto ne. Il teatro. Qui invece, al commis- “Un casino, dottò. Non si capiva più gan, ma deve essere una realtà di fat- bacuori, fu rilasciata dalla Questura
l’avvocato Niccolò Ghedini. sariato, è sempre un cinema. “L’altra niente. La funzionaria sembrava im- to. Le mie due ultime indagini, prima in seguito a un pesante intervento del
“Ormai non c’è più possibilità notte è successo un casino”, dice Lan- pazzita. Continuava a ricevere telefo- di andare in pensione, riguardavano presidente del Consiglio in carica, Sil-
di chiamare nuovi testimoni in dolfi che sa di potersi fidare cieca- nate dal capo di gabinetto del questo- storie apparentemente agli antipodi. vio Berlusconi. È infatti sulla base di
dibattimento, perché sono mente del suo capo. Landolfi si acco- re, il dottore Ostuni. Perché lui aveva Una, su delle truffe ai danni di alcuni questa relazione che, qualche giorno
scaduti i termini per deposi- moda davanti alla scrivania del capo. detto alla Presidenza del Consiglio clochard. L’altra, sul presidente del dopo, il primo dirigente del commis-
tare le liste testi. Perché allora Capecelatro si liscia la barba e si leva che la ragazza era già stata liberata. Consiglio. Ho ritenuto di comportar- sariato Monforte, Edmondo Capece-
la procura continua a produr- gli occhiali da miope. Quando biso- Invece era ancora lì, noi volevamo al- mi in entrambi i casi nello stesso mo- latro, deciderà di fare quattro passi fi-
re documenti? Se imputato gna guardare bene le cose a lui le lenti meno farle la foto. Insomma, un ma- do. Secondo la legge”. no alla Procura. Per consegnare di
fosse il signor Rossi sarebbe non servono. “Si ricorda, capo, di cello. E noi, come potevamo com- Due giorni dopo, la relazione di Lan- persona le tre paginette nelle mani
inaccettabile, invece è Berlu- quella ragazza che abbiamo portato portarci? Abbiamo tentato di prose- dolfi plana sulla scrivania nell’ufficio del sostituto procuratore Antonio
sconi e dunque tutto è possi- qui giovedì sera da corso Buenos Ai- guire. Dottò, questa era una minoren- del dirigente al primo piano di via Po- Sangermano.
pagina 8 Sabato 2 aprile 2011

N
NON ANDARE VIA

asce a Napoli nel 1979. Dopo oltre 2 milioni e mezzo di copie vendute in teatrale e un film. Nel novembre 2009
È sotto protezione una laurea in Filosofia Italia e 4 milioni nel mondo. Mondadori pubblica il suo secondo romanzo
all’Università degli Studi di Dall’ottobre del 2006 vive sotto scorta, per La bellezza e l’inferno, una raccolta di suoi
Napoli Federico II, inizia a scrivere per Pulp, motivi di sicurezza stabiliti dallo Stato, dopo articoli. Infine nel 2011 ecco Vieni via con me,
dal 2006 per le minacce Diario, Sud, Il Manifesto, Il Corriere del le continue minacce da parte dei clan edito da Feltrinelli. Per il lancio del libro è
Mezzogiorno e sul sito web letterario camorristici, ed è costretto a cambiare stato organizzato un tour promozionale
Nazione Indiana. Nel marzo 2006 pubblica continuamente dimora. chiamato “Blitz”, nel quale l’autore incontra
del clan dei Casalesi Gomorra, libro tradotto in 53 paesi con Da Gomorra sono stati tratti uno spettacolo il pubblico.

ROBERTO SAVIANO
di Alessandro Ferrucci
inviato a Livorno

hiaccio secco sulla ma-

G no destra, serve ad al-


lentare la fatica di auto-

Livorno, una serata


grafi e dediche. Una Co-
ca Cola molto fresca nell’al-
tra. Un sospiro, in cerca di os-
sigeno, di una pausa. È mez-
zanotte passata e alla libreria
Gaia Scienza di Livorno ci so-

blindata (per tutti)


no ancora centinaia di perso-
ne in fila. Dentro c’è Roberto
Saviano. Tra i presenti l’età
media è bassa, intorno ai 25
anni, molte le ragazze, tutti
vogliono capire, vedere,
ascoltare. Vogliono ascoltare
un’Italia diversa e allo stesso
tempo dare un segnale “per- Il tour promozionale dello scrittore: da. Perché organizziamo tutto
questo nelle librerie? Roberto
ché è giusto manifestare, è vuole incontrare il suo pubbli-
giusto alzare la testa contro
questa politica, questa Italia –
tra fans e misure di sicurezza record co”. Per quanto è possibile. De-
gli oltre duemila, duemilacin-
spiega Sabrina –. Stare qui è quecento fans accorsi, solo i
un ‘no’ a una classe dirigen- primi 250 hanno la fortuna di
te”. E per pronunciare questo entrare. Prima però, è obbliga-
“no” parte della città si è bloc- toria la perquisizione, aprire le
cata. Ospitare Saviano è borse, spiegare il contenuto di
un’impresa, per capirlo basta recipienti e oggetti, lasciare al
vedere le facce di chi lavora piano inferiore le buste. Lui, ap-
da anni nella libreria: tese, punto, non può concedersi il
preoccupate, attente alle sfu- bagno di folla, chi lo aspetta al-
mature. Concentrate su ogni l’entrata per stringergli la ma- La scatola nella quale i lettori possono
parola o indicazione delle for- no, rimane deluso: è obbligato inserire i propri pensieri; in alto, la folla
ze dell’ordine, il pericolo è a entrare da una porta seconda- rimasta fuori dalla libreria
ria. Sale sul palco, ringrazia. Si
gratta la testa a mo’ di imbaraz-
zo. Sorride, è felice, si vede.
Oltre duemila Schierate
“Se lo puoi sognare,
persone lo puoi fare” camionette
nella città COSÌ il suo monologo, un’ora
dei Carabinieri,
e passa durante la quale spiega
toscana il motivo di Vieni via con me, dà la Polizia e Digos
sua visione della “macchina del
per ascoltare fango”, su come la criminalità, E la sicurezza
e non solo, opera per delegitti-
l’autore mare tutti coloro che le si op- ingaggiata
pongono. “Ne ha fatto le spese
di Gomorra Giovanni Falcone, Paolo Bor- dalla Feltrinelli
Roberto Saviano durante l’incontro in libreria sellino, Giancarlo Siani e altri”.
Negli “altri” si riferisce anche a
quello di un attentato e c’è un schiacciate sul marciapiede dell’ordine e ai rappresentanti stesso Carlo Feltrinelli o dal di- se stesso, soprattutto “quando mai. Restano al suo fianco an-
protocollo serissimo da segui- “modello concerto rock”, ven- della libreria, la casa editrice si rettore commerciale ed edito- mi accusano di fare tutto que- che durante la presentazione,
re, come non avviene nean- gono rimosse le ultime macchi- presenta con un vero pool riale, ufficio stampa e collabo- sto per i soldi. La verità è che scrutano i presenti e analizzano
che per il capo dello Stato. ne che non hanno rispettato composto da una quindicina di ratori. Un esercito. “Sa, in que- ora come ora – racconta Savia- tutti i movimenti, anche quelli
Ogni tanto, lui, il bagno di fol- l’avviso di “sfratto”. Sigillata la ragazzi nerboruti, guidati da un sto progetto abbiamo investito no –più sono visibile e più sono semplici come prendere il cel-
la se lo può concedere. Savia- strada. Ai lati si posizionano le uomo sui sessanta con espe- molto – spiegano al Fatto –. Pen- dannoso a loro”. Lo dice quasi lulare per scattare una foto.
no no. camionette della Polizia, le rienza politica extraparlamen- si che solo in prima edizione ab- con ironia. Al contrario, chi lo Durante l’intervento di Saviano
macchine dei Carabinieri. La tare. Poi la dirigenza della Fel- biamo stampato 420 mila co- accompagna, chi sta con lui da non sono consentite domande,
Tutto avvolto Digos. Circa una sessantina di trinelli, spesso guidata dallo pie, più altre 80 mila in secon- anni, tutti i giorni, non sorride dalla Feltrinelli spiegano: “Così
nel massimo riserbo agenti tra quelli in borghese e si evita il rischio di generare
altri in divisa. Al centro della confusione. E poi se intervenis-
via, un maxi-schermo per i me- se il pubblico, non si finirebbe
“SIAMO STATI contattati
una decina di giorni fa –raccon-
no fortunati, quelli che non riu-
sciranno a entrare dentro la li- MONTEZEMOLO quasi pronto mai”. Inutile obiettare, preferi-
scono così. “E poi preferiamo
ta il direttore della libreria – e ci breria. Qualche ignaro passa, dare spazio alla firma sui libri:
hanno chiesto se eravamo inte-
ressati ad ospitare la presenta-
chiede, ascolta la risposta sul
perché di tutto questo, e se ne
Il suo futuro è la politica l’altra sera siamo rimasti oltre le
due del mattino, vogliamo
zione di Vieni via con me. Ovvio, va con altri punti interrogativi rmai è difficile prenderlo alla lettera, Parla di “indecoroso e inaccettabile disfa- coinvolgere il maggior numero
ho subito accettato. Poi mi han-
no precisato: ‘Non ne deve par-
nella testa. Dentro la Gaia
Scienza l’ennesima riunione
Oha ma ieri Luca Cordero di Montzemollo
comunicato per l’ennesima volta la
cimento del senso delle istituzioni e della
responsabilità pubblica” e di un “bilancio
di lettori”, concludono. E per
farlo, anche in questo caso l’or-
lare con nessuno, silenzio al te- con le forze di sicurezza, gli ul- che la politica lo tenta. A un convegno del disastroso” della Seconda Repubblica. ganizzazione è a orologeria. Sa-
lefono, deve restare un’iniziati- timi dettagli, le ultime indica- sindacato di Polizia Siap, a Napoli, il pre- Delle misure protezionistiche a difesa di viano esce cinque minuti dalla
va iper-riservata. Ne va della vi- zioni. Quindi è la volta dei cani, sidente della Ferrari e dell’associazione Parmalat (poco criticate dal Pd perché ne sala, va a bere l’ennesima Coca
ta di Roberto”. Così è stato. Il razza Labrador, sono loro ad an- Italia Futura ha detto che “di fronte alle può beneficiare Granarolo, legata alle Cola, il direttore commerciale
comunicato ufficiale dell’in- nusare ogni angolo sperduto a nostre proposte la risposta della politica è coop rosse), Montezemolo dice che “un dell’evento prende il microfo-
contro è stato reso pubblico so- caccia di esplosivo. Fuori sono sempre la stessa se vuoi parlare di politica governo che si definisce liberale risuscita no e spiega: “Indicheremo noi
lo 48 ore prima, a grandi linee: oramai le sette passate. La gen- devi entrare in politica”. Dunque: “Se la l'Iri”. Lo sdegno non si traduce però in un chi può avvicinarsi, è proibito
giovedì 31 marzo, ore 21, ap- te aumenta, siamo ai limiti della situazione continua a peggiorare, cresce programma di impegno concreto, giusto scattare una foto, dovete to-
puntamento alla Gaia Scienza folla, nessuno è stanco. Parla- la tentazione di prenderli in parola”. un incontro con Dario Franceschini, Pd. gliervi il cappotto, lasciare le
per Saviano. Punto. Basta. Si- no, commentano, hanno il li- Bisogna chiarire il contesto: la Campania E ancora una volta non si capisce se Mon- borse e tenere in mano il libro
lenzio sul prima e sul dopo, se bro in mano, anche quello vec- è il centro della nuova vita imprenditoria- tezemolo voglia fare un partito o sempli- aperto sulla pagina che volete
avesse mangiato o dormito a Li- chio, Gomorra, edito da Monda- le di Montemolo, lì ha base Gianni Punzo, cemente auto-candidarsi come leader di autografata. Una volta ottenuta
vorno, su come avrebbe incon- dori, non un dettaglio per il suo partner nei treni ad alta velocità Ntv, lì uno schieramento trasversale che riuni- la firma, dovete andare via”. Co-
trato i fan. “È la prassi – spiega il pubblico di Saviano: “Spero Italia Futura doveva sperimentare liste ci- sca le opposizioni (ipotesi che al momen- sì è. Il tutto è talmente rigido,
capo della sicurezza ingaggiata non torni a portare i soldi a viche, ma Montezemolo sembra aver ri- to sembra poco percorribile). Non sfugge che quasi nessuno osa rivolge-
per il ‘tour’ dalla Feltrinelli –. È quello lì – si sfoga Giancarlo –. nunciato e ora non gli dispiace il candi- però che la prospettiva della politica vie- re la parola a Saviano. Lui firma,
inutile che mi pone domande, Andare via, abbandonare la ca- dato di centrodestra Gianni Lettieri. Dif- ne rilanciata proprio alla vigilia del pro- stringe la mano e cerca di guar-
non le posso dire niente. Anzi, sa editrice di Berlusconi è un ficile che Montezemolo possa pensare di cesso Ruby per Silvio Berlusconi, udienza dare negli occhi l’interlocuto-
mi scusi, adesso la saluto, dob- gesto decisivo sia sul piano so- essere uno dei nomi a cui il capo dello Sta- che si celebra proprio nel giorno in cui il re. È comunque un contatto
biamo procedere con la bonifi- ciale, sia su quello politico”. Al- to Giorgio Napolitano sta pensando per gemello imprenditoriale di Montezemo- umano inedito, proibito fino a
ca dell’area”. Eppure sono an- tri non l’hanno ancora fatto “a un governo senza elezioni. Il presidente lo, Diego Della Valle, deve decidere se cer- poco tempo fa. Poi va via, con
cora le cinque e mezzo del po- partire da Eugenio Scalfari”, co- di Italia Futura sembra più interessato a care lo scontro decisivo con Cesare Ge- nel sottofondo la canzone di
meriggio. “Queste procedure me sottolinea uno dello staff di dialogare con il Partito democratico, an- ronzi nel consiglio di amministrazione Paolo Conte. E nelle testa delle
richiedono molto tempo”, sibi- Saviano. che se usa toni ben più duri di quelli di delle Generali. persone restano le sue ultime
la concentrato. Ce ne accorgia- Facciamo due conti: per ogni Pier Luigi Bersani nel criticare il governo. Ste. Fel. parole, una citazione: “Se lo
mo. Con circa duecento perso- serata vengono coinvolte circa puoi sognare, lo puoi fare”. Lui
ne già in fila, transennate, cento persone. Oltre alle forze vuole tornare libero.
Sabato 2 aprile 2011 pagina 9

H
DELITTI E TRUFFE

a detto di essere da sempre infine ha informato giornalisti di avere Martelli. Per questo, alla fine
Trattativa Stato-mafia, schierato a favore del 41 bis, ha denunciato il pentito Giovanni Brusca che lo dell'interrogatorio, i pm Nino Di Matteo e
aggiunto che l'ex ministro ha indicato come terminale della trattativa. A Antonio Ingroia hanno disposto un confronto
Claudio Martelli non gli ha mai parlato delle Palermo per essere sentito dai pm tra Mancino e Martelli che avrebbe dovuto
Mancino ascoltato attività dei Ros, che del resto sono di nell'ambito dell'inchiesta sulla ''trattativa" tra svolgersi ieri, in procura, ma che è stato
competenza del ministero della Difesa e che, lo Stato e la mafia il senatore Nicola Mancino rinviato per l'impossibilità a venire a Palermo
in ogni caso, non avrebbe avuto nessun ha ribadito la propria linea di condotta, che dell'ex Guardasigilli.
dai pm, denuncia Brusca potere di sindacare su quelle decisioni. E smentisce le dichiarazioni del ministro g.l.b.

È STATO IL MAGGIORDOMO
Il filippino Winston confessa l’assassinio della contessa
Dopo 20 anni finisce il giallo dell’Olgiata
di Rita Di Giovacchino mai” che fa capitolare anche il te e sul lenzuolo ha lasciato l'im- vivere senza rimorsi. Quel se- to che il cinico mandante fosse dei conti correnti rintracciati in
più incallito dei delinquenti. Il pronta. greto lo logorava, ne aveva par- proprio il marito, che aveva Svizzera dove erano finiti i fondi
uesta volta l'assassino è magistrato lo ha raggiunto nel Manuel era fuggito dalla porta lato soltanto una volta con la se- scelto l'anniversario di nozze neri del Sisde. Oppure no, era-

Q davvero il maggiordomo.
A quasi venti anni dall'o-
micidio della contessa Al-
berica Filo Della Torre, assassi-
carcere di Regina Coeli portan-
do con sé l'ordine di arresto ap-
pena firmato dal gip, era pre-
sente anche il tenente colon-
finestra, si era arrampicato sul
tetto scendendo dal muretto
sul retro ed era uscito dall'in-
gresso principale senza che
conda moglie, ma lei non gli
aveva creduto.

ERA UN BRUTTO sogno,


per liberarsi di una donna che
non amava più o che conosceva
troppi segreti. Oppure, no, il
mandante era “l'uomo dei ser-
no soldi del marito che Finoc-
chi aveva aiutato a nascondere.
Depistaggio, su depistaggio l'o-
micidio della Contessa era di-
nata il 10 luglio 1991 nella sua nello Bruno Bellini che ha con- nessuno lo vedesse, benché in pensava la donna, per questo vizi segreti”, quel Michele Fi- ventato un giallo infinito per gli
villa all'Olgiata, Manuel Win- dotto quest'ultima fase di inda- giardino ci fossero almeno dieci aveva dato il nome della donna nocchi accorso sul luogo del de- stessi magistrati incapaci di ri-
ston Reves, il domestico filip- gini che ha segnato il trionfo tra inservienti e operai per alle- uccisa alla loro seconda figlia. litto, per depistare le indagini solvere il caso nelle prime fatali
pino, piangendo ha confessato dell'investigazione scientifica e stire la grande festa per il decen- Invece l'aveva davvero uccisa appuntando l'attenzione sulla 72 ore di indagini. “Però i gioiel-
ieri la sua colpa. Era in carcere della “banalità del male”. Poi nale di matrimonio dei coniugi lui e il segreto se lo portava die- scomparsa della collana di rubi- li non li ho rubati”, insiste il fi-
da qualche giorno, incastrato Manuel ha raccontato i retro- Mattei. “Mi sono tolto un peso, tro nelle tante case importanti ni da lui regalata. Dimenticava- lippino. L'ultimo mistero per
da una traccia di sangue roton- scena del delitto, ormai un cult ora voglio una vita normale”. dove in questi anni ha lavorato mo, si disse anche che Federica chi non si rassegna a spegnere
da come una moneta trovata per gli amanti del mistero irri- Nella cella di un carcere si può senza che nessuno sospettasse era l'amante di Finocchi per via la luce sul giallo dell'Olgiata.
sul lenzuolo che avvolgeva la solto. Anche la soluzione è da niente. Era stato perfino il do-
testa della donna, massacrata cold-case, tutti gli indizi final- mestico di Luca di Montezemo-
senza pietà da uno zoccolo.
Quel lenzuolo strappato dal
mente s'incastrano. "Mi volevo lo. Roba da non dormirci la not-
te! “Giustizia è fatta”, ha balbet-
letto, durante la colluttazione,
si era trasformato per Alberica
COME HANNO FATTO a
non capirlo subito che era stato
togliere tato il marito Pietro Mattei
quando gli ha telefonato l'avvo-
Guerrafondaio in
Afghanistan e in Iraq,
in un sudario, sopra c'erano 51
tracce di sangue che i carabi-
lui? Il domestico era entrato dal-
la cantina, si era nascosto dietro
un peso che cato Giuseppe Marazzita. “A
Manuel non avevo mai pensato,
pacifista in Libia

nieri del Ris di Parma hanno


confrontato una a una con il
la scala che conduceva al piano
superiore, e quando Alberica portavo dentro mi sembrava così di secondo
piano”, ha aggiunto incredulo.
Abbasso la guerra
Dna di tutti i sospettati. Appar-
tenevano tutte alla contessa,
con la vestaglia bianca era usci-
ta dalla cucina - un film visto di me da Era stato Mattei a volere a tutti i
costi la riapertura delle indagi-
(se non piace a B.)
tranne una, la sua. cento volte - lui l'aveva seguita. ni, per scrollarsi di dosso quella
La discussione era cominciata troppo tempo. montagna di sospetti che gli er- PER QUANTO SEMPRE più noioso e imbolsito, ieri sera
UN'IMPRONTA perfetta- di fronte alla camera da letto, rori della prima inchiesta aveva- Giuliano Ferrara ci aveva quasi commosso. Intanto per il
mente coincidente con l'abra- poi la lite culminata nel delitto. Sono stato io” no rovesciato su di lui. Voleva terribile volantino di un centro sociale che lo ritrae
sione al gomito destro di Ma- “Io volevo soltanto tornare a la- guardare i suoi figli negli occhi. prigioniero delle Brigate rosse (si spera che il ministro
nuel, che compare anche in al- vorare lì, avevo bisogno di lavo- Per troppo tempo si era insinua- dell’Interno gli rafforzi la scorta) e poi, soprattutto, per la
cune foto d'epoca, coperto da rare”, ha ripetuto Manuel come Dopo 20 anni, il filippino perorazione strappalacrime in difesa dei tanti libici inermi
un cerotto. "Mi volevo togliere in una cantilena. Ma la contessa Winston ha confessato (FOTO ANSA) rimasti vittime dei bombardamenti occidentali. Stavamo
un peso che portavo dentro di non si fidava più di lui, era stata quasi per versare qualche lacrima quando Ferrara ha
me da 20 anni. Sono stato io, generosa con quel ragazzo, gli denunciato la “macchina della disinformazione” sulla
non ricordo bene, prima di aveva prestato un milione e “guerra umanitaria di Obama” e degli odiati francesi.
uscire di casa avevo bevuto un mezzo. Piccoli prestiti mai rien- Stavamo quasi per applaudirlo quando ha svelato che le
bicchiere di whisky”.. Erano trati. Di fronte all'ultimo dinie- fosse comuni dei rivoltosi massacrati da Gheddafi non
quasi le tre di pomeriggio quan- go era esplosa la rivolta del ser- esistono, come non esiste la rivolta per la libertà in Libia.
do Manuel ha mandato a chia- vo umiliato verso la padrona im- Stavamo quasi per esultare quando ha smontato la leggenda
mare il pm Francesca Loi. In provvisamente ostile. L'aveva della “guerra indolore, insapore e profumata”. Stavamo
mattinata il filippino era com- buttata a terra con furia, lui così quasi per abbracciarlo quando ha smascherato gli “scopi
parso di fronte al gip, ma si era piccolo, infierendo con lo zoc- poco chiari” dell’operazione Odissea all’alba “di cui
rifiutato di rispondere, poi de- colo trovato ai piedi del letto, dovremmo vergognarci” perché “non esistono guerre
ve aver capito che era finita, la sbattendole la testa contro la va- umanitarie e nemmeno bugie umanitarie e io l’ho detto fin
traccia di sangue lo aveva inca- sca da bagno dove l'aveva trasci- dal primo giorno”. Poi abbiamo pensato quale primo
strato. Calcolo o pentimento nata. Poi non ce l'aveva fatta a giorno? Quello delle “guerre per la democrazia” in
sincero? Di sicuro i consigli del- guardare come l'aveva ridotta, Afghanistan e in Iraq? No, quelle a Ferrara piacevano perché,
l'avvocato Mattia Lamarra han- aveva preso il lenzuolo avvol- guarda caso, piacevano pure a B. e allora è crollato tutto.
no avuto il suo peso. Il difenso- gendoglielo attorno alla faccia m.trav.
re gli ha fatto capire che rischia- ed è stata la sua condanna per-
va l'ergastolo, quel “fine pena ché aveva il gomito sanguinan-

L’ALTRA CAPITALE

ANCHE I PIROMALLI NELLA RETE DEI MADOFF ROMANI


di Marco Lillo Il pubblico ministero Luca Tescaroli, L’inchiesta del pm concentrati sui truffa- stero da Lande e soci. I beni rimasti
dopo avere chiesto e ottenuto l’ar- Giuseppe Corasaniti tori e non sui truffati, nella rete della Guardia di Finanza so-
nche i Piromalli erano finiti nella resto di Gianfranco Lande e dei suoi sembrava allora una all’opposto della no solo la punta dell’iceberg. Ci sono
Asulente
rete del Madoff de noantri. Il con-
finanziario Gianfranco Lan-
complici Roberto Torregiani e Gian
Piero Castellacci de Villanova, insie-
delle tante indagini su
un’estorsione dei soli-
stampa. In questi gior-
ni impazzano sui gior-
la casa romana e la villetta all’Argen-
tario di Roberto Torregiani, le auto di
de aveva ricevuto 14 milioni di euro me a Raffaella e Andrea Raspi, sta ti calabresi ormai radi- nali gli gli elenchi ag- lusso come Audi Q5, Porsche Bo-
da intermediari che avevano contat- cercando di chiarire anche questo cati nel tessuto eco- giornati con gli ultimi xster, Mercedes ML, ma i conti cor-
tato questo sorprendente finanziere giallo. Dai primi accertamenti sem- nomico della Capita- nomi accostati l’uno renti erano quasi a secco. Ben 733
48enne senza fornire troppi partico- bra che su 14 milioni di euro conse- le. Ora quelle carte so- all’altro, dall’attrice clienti di Lande e soci avevano fatto
lari sui loro clienti. Intorno al 2006 gnati a partire dal 2006 dagli inter- no studiate attenta- Samantha De Grenet lo scudo fiscale facendo rientrare
un broker e un commercialista di mediari forlivesi al gruppo di Lande, mente dal pm Tesca- al politico Paolo Guz- 230 milioni di euro. Una montagna
Forlì si erano presentati da Lande so- solo 6 milioni sarebbero stati resti- roli. Nonostante da Samantha de Grenet (F A ) zanti senza che nessu-
OTO NSA di soldi che gli investigatori ora stan-
stenendo di avere clienti facoltosi in- tuiti. un primo accerta- no si curi di annotare no inseguendo, con un sospetto.
teressati a investire nei fondi che I calabresi, secondo la denuncia pre- mento non sembra che i due giovani le differenze di comportamento tra Le dichiarazioni dello scudo fiscale
promettevano a politici, calciatori e sentata nell’estate scorsa dallo stes- Piromalli siano legati da una paren- loro. Per esempio Sabina Guzzanti è sono gli unici pezzi di carta che te-
vip rendimenti a due cifre. Dietro i so Lande, cominciarono a chiedere tela con i boss di primo livello del- finita nel calderone mediatico anche stimoniano l’esistenza delle ricchez-
forlivesi però c’era qualcuno poco (con insistenza e minacce ai familia- l’omonimo clan della Piana di Gioia se, precisano gli investigatori, non ze dei clienti di Lande. Era stato Lan-
disposto a subire una truffa senza ri) di riavere i loro soldi indietro. Tauro, si cerca di capire da dove pro- ha mai fatto lo scudo fiscale e ha sem- de in fondo a chiedere ai suoi clienti
colpo ferire. Ben prima che arrivas- Quando la situazione divenne inso- venissero quei capitali così ingenti e pre dichiarato fino all’ultimo euro i di fare lo scudo fiscale. Nessuno può
sero ad arrestarlo i finanzieri del nu- stenibile, Gianfranco Lande fu salva- in cerca di autore. suoi ricavi, in parte truffati, a diffe- escludere che i truffati abbiano pa-
cleo valutario guidati dal generale to dai Carabinieri. Il nucleo radiomo- A parte questo caso anomalo, nel renza di gran parte dei clienti di Lan- gato per “scudare” dalle grinfie dello
Leandro Cuzzocrea, ad impensierire bile di Roma arrestò Paolo Piromalli, quale la Procura sta cercando di met- de, compreso papà Guzzanti. Stato una ricchezza che avrebbero
Lande erano stati i calabresi amici 39 anni, e Giuseppe Piromalli, 35 an- tere a fuoco il ruolo dei Piromalli e La Procura punta ora sulle rogatorie fatto meglio a scudare rispetto ai
dei forlivesi. ni, scarcerati il giorno successivo. dei forlivesi, gli investigatori sono per ricostruire il tesoro portato all’e- truffatori.
pagina 10 Sabato 2 aprile 2011

DAL MONDO

Siria

AVANZATE E RITIRATE UN NUOVO


VENERDÌ

COSÌ LA LIBIA DI MORTE


ncora sangue sulla Siria,
Adi rivolta
nuovo epicentro dei venti
che da mesi travol-

GIRA A VUOTO
gono il mondo arabo. Alme-
no una dozzina ieri i morti,
secondo fonti dell'opposi-
zione, che si aggiungono alle
oltre cento vittime delle ulti-
me due settimane di scontri.
Attraverso i social network
Ribelli e gheddafisti si inseguono l'opposizione ha rilanciato la
mobilitazione, delusa dal di-
scorso del presidente Assad
sul terreno; Nato di basso profilo di mercoledì scorso. Prean-
nunciato come un “evento
epocale”, è risultato per mol-
di Stefano Citati chiesta di cessate-il-fuoco dalle di avanzare con i soli propri ti siriani l'ennesimo eloquio
inviato ad Ajdabya forze ribelli che resistono nella mezzi, e che comunque non si sul “complotto straniero”,
città costiera a circa 200 chilo- vuole arrivino a Tripoli, e forse senza novità sulla legge d'e-
tank di Gheddafi giacciono metri a est di Tripoli (dove il ve- nemmeno a Sirte, dove rischie- mergenza che imbriglia le li-

I anneriti lungo la strada per


il fronte, distrutti come gio-
cattoli da bambini dispet-
tosi. Al check point di Ajdabya,
ormai ridotta a città fantasma,
scovo Martinelli ha parlato di
decine di vittime civili prodotte
dai bombardamenti Nato). Ri-
schioso per gli aerei Nato colpi-
re tank e obici in un centro abi-
rebbero di compiere omicidi in-
discriminati.
Il check point di Ajda-
bya si chiude e aspetta
istruzioni: tra le regole
La preghiera di un insorto prima
di affrontare le truppe
bertà civili da mezzo secolo.
Via libera alla repressione,
dunque, a iniziare da Dara’a,
nell'estremo sud; ma anche
nel centro portuale setten-
gli shabab, i ragazzi armati della tato e, inoltre, la strategia del- imposte da un coman- di Gheddafi vicino a Brega (F A ) OTO NSA trionale di Latakia, a Homs,
rivoluzone, fremono per anda- l'Alleanza atlantica sembra – do- do militare che sta cer- nel centro de paese, e nella
re avanti: ma la consegna – po il “salvataggio” di Bengasi cando di frenare l'en- regione orientale di Dayr
scritta e diffusa dal generale Ka- dall'attacco diretto dell'esercito tusiasmo adrenalinico dei gio- Un ragazzo che ha convinto gli ne delle zone liberate. Ben più az-Zor. L'appuntamento era
lifa Hifter, tornato di fresco da- del raìs – aver preso un profilo vani armati per sostituirli sulla altri a far passare i sahafa, i gior- attenti al quadro generale e al- “in tutte le moschee del pae-
gli Usa e che si distingue da più basso. Raid ridotti e solo se prima linea da soldati che han- nalisti, si gira sorridendo: “La fo- l'evoluzione diplomatica – noti- se”. Da lì dovevano partire i
gran parte dell'esercito di Ben- necessari, e non una copertura no defezionato (sarebbero in tografa era così carina...”. Dopo zia di ieri la possibile creazione cortei, al termine della pre-
gasi per la divisa impeccabile e dal cielo per l'avanzata dei ribel- tutto 6mila, su un totale di 25mi- di loro ne sarebbero passati al- di un corridoio umanitario per ghiera del venerdì, e lì den-
i gradi del comando – è di non li, molti dei quali si illudono an- la uomini delle forze di Benga- tri, nel tentativo di raggiungere portare aiuti alla capitale cire- tro, in una struttura a Dama-
muoversi fino a nuovo ordine. cora di essere appoggiati appie- si), quella di non far passare i il fronte degli ultimi scontri che naica – gli esponenti del Consi- sco, migliaia sono stati reclu-
no dai caccia occidentali. Il con- giornalisti. Soprattutto i fotore- si concentrano tra l'ingresso del glio nazionale provvisorio han- si per ore, bersagliati dai gas
UNA PRIMA ONDATA di flitto tra governativi e rivoluzio- porter che con le immagini del- terminale petrolifero e qualche no chiesto, per voce della giu- dell'esercito con l'ausilio dei
pick up si è lanciata verso Brega, nari sembra essersi trasformato le ritirate disordinate dei ribelli decina di chilometri più in la, rista Imam Boughaidis, una me- mukhabarat, gli uomini dei
un'ottantina di chilometri più in un tiro all'elastico lungo un negli ultimi giorni avrebbero verso Ras Lanuf. Il generale (pa- diazione italiana per convince- servizi segreti. Gli stessi che
avanti verso ovest, subito dopo centinaio di chilometri, dove mostrato l'incapacità e la disor- re che alcuni ufficiali dell'eser- re Gheddafi all'esilio. Si sono avrebbero poi bloccato l'ac-
il raid degli aerei occidentali una parte cede terreno all'altra ganizzazione dei patrioti; la scu- cito di Bengasi abbiano ricevu- detti pronti anche a un cessa- cesso a un ospedale della ca-
che ieri mattina hanno colpito e poi torna a conquistarlo con il sa è che le foto potrebbero in- to una promozione sul campo: te-il-fuoco, a condizione del ritiro pitale arrestando perfino i fe-
le forze del Colonnello. Un raid ritiro della parte avversa. dicare al nemico posizione e all'inzio il grado più alto era dalle città ribelli delle truppe riti. Al. Cis.
piuttosto solitario e impreciso: Come due criceti che si alterna- forze dei ribelli. quello di colonnello) Hamad del Colonnello.
sotto l'effetto dell'ajaj, le tempe- no alla ruota di una gabbia, co- al-Hasi spiega che i comandanti Fuori dal palazzo di giustizia,
ste di sabbia che il vento dal Gol- struita dall'intervento interna- DUE FOTOGRAFI forzano il dei gheddafiani sono fuggiti, centro del potere della Libia li- Costa d’Avorio
fo della Sirte scatena nel deserto zionale che vuole tenere impe- blocco su un'ambulanza della che solo sparute forze resistono berata, finita sotto la pioggia la
litoraneo, un ordigno lanciato
contro un convoglio di riforni-
gnati gli uomini del raìs di stanza
a Sirte – e come elemento di
Mezzaluna rossa, inseguiti dagli e che Brega sarebbe stata presto
armati infuriati: dopo una trat- riconqusitata, per l'ennesima
preghiera del venerdì, la gente
sciama per le strade del centro
ABIDJAN:
menti avrebbe colpito anche al-
cune abitazioni vicine al termi-
pressione su Gheddafi e la sua
cerchia – impedendogli però di
tativa nella quale i reporter spie- volta, anche grazie ai primi ef-
gano di voler solo testimoniare fetti della riorganizzazione e di
in stile coloniale italiano. Un ra-
gazzo, invece del solito kala- ASSEDIO FINALE
nale petrolifero. Ci sarebbero
stati almeno 7 morti civili, tra
cui diversi ragazzi. Ben più gra-
arrivare oltre Ajdabya e allo stes-
so tempo i guerriglieri, incapaci
le vittime prodotte dai ghedda- nuove armi, tra cui lanciarazzi
fiani vengono lasciati andare. artigianali costruiti nelle offici-
shnikov, porta in spalla una chi-
tarra. A GBAGBO
ve, agli occhi dei patrioti della
Libia libera, l'inazione interna- Gravea agli occhi degli insorti Szialefida finale ad Abidjan, in-
torno al palazzo presiden-
zionale nei confronti di Misura-
ta, ormai città-martire che ieri l’inazione internazionale a Misurata UNA PIAZZA contro dove resta asserragliato
il destituito Laurent Gbagbo.
avrebbe subito un bombarda- Che, nonostante le numero-
mento più intenso e indifferen-
ziato del solito, nonostante la ri- la città martire attaccata dal raìs la guerra se defezioni tra i suoi soste-
nitori e l’inesorabile avanza-
a guerra non si può umanizzare, si può solo abolire”, ta delle truppe del rivale
“L firmato Albert Einstein. È questo lo slogan con cui oggi Alassane Ouattara (vincitore
Afghanistan: strage alla sede Onu Emergency ha convocato a Roma, alle ore 15, una mani-
festazione contro la guerra. Sul palco di Piazza Navona si
alterneranno Gino Strada, Amanda Sandrelli, Dario Vergas-
alle urne e riconosciuto dalla
comunità internazionale),
non accenna a desistere. La
“Venti morti, due decapitati” sola, Frankie Hi Energy, Moni Ovadia, Vauro Senesi e altri,
che leggeranno interventi contro la guerra di Brecht, Ein-
gente è barricata in casa per
paura degli scontri, mentre è
stein, Russell, Arendt, Don Milani, Bobbio. L’iniziativa si col- salito a 700 il numero di stra-
embrava una normale collaboratori delle Nazioni loca nell’ambito della giornata nazionale, con manifestazio- nieri rifugiatisi nel campo
Snesima
giornata di protesta, l'en-
che sta mobilitando
Unite. Due sarebbero stati ad-
dirittura decapitati. Fortuna-
ni in tutta Italia, promossa dal Coordinamento 2 aprile (Arci,
Fiom, Legambiente, studenti, centro sociali, sinistra radica-
sorvegliato da militari fran-
cesi. Ieri, inoltre, c’è stata la
in una preoccupante escala- tamente indenne l'unica fun- le) che ieri ha inviato una delegazione in Tunisia e che par- prima vittima tra il personale
tion decine di piazze tra Af- zionaria italiana, fa sapere la teciperà alla manifestazione indetta per lunedì prossimo, in Onu nel Paese: si tratta di una
ghanistan e Pakistan contro Farnesina. E alla condanna occasione dell’arrivo a Tunisi di Silvio Berlusconi, dalle as- svedese, colpita presumibil-
gli Stati Uniti. Ma a Ma- globale dell'aggressione si as- sociazioni tunisine. La giornata è anche l’occasione per ri- mente da una pallottola va-
zar-i-Sharif, a nord di Kabul, la sociano le autorità locali, che vedere le bandiere della pace dopo una lunga fase di assen- gante. Mentre si ha notizia di
manifestazione è degenerata parlano di talebani infiltrati za, con l’intervento di associazioni come l’Arci o di sindacati un professore francese ucci-
in un vero e proprio assalto tra i manifestanti. “Sono stati i come la Fiom che ha impegnato direttamente il proprio se- so oggi da colpi di arma da
alla sede locale dell'Onu, con talebani a compiere il sangui- gretario, Landini, nell’indizione di questa iniziativa. Al “no fuoco a Yamoussoukro. An-
tanto di esecuzioni somma- noso assalto alla sede locale alle bombe” i manifestanti uniscono anche l’esplicito so- che se non si capisce, al mo-
rie dei suoi dipendenti. dell’Onu di Mazar-i-Sharif, mi- stegno alle “rivoluzioni e e alle lotte democratiche del Nor- mento, se sia vittima di scon-
schiandosi ai manifestanti dafrica” per una soluzione politica della crisi. Sal. Can. tri politici o di un delitto. Se
A SCATENARE il corteo che protestavano per il rogo già, giovedì, Ban Ki Moon
era stata la provocazione del del Corano negli Usa”: lo ha aveva chiesto a Gbagbo di la-
predicatore Wayne Sapp in confermato Il governatore sciare il potere, ieri si è ag-
Florida: il reverendo ha bru- della provincia di Balkh, di cui giunto l’appello dell’Unione
ciato dieci giorni fa il Corano,
accusando il testo sacro di
fa parte anche la città in cui
c’è stata la protesta. Ancora
Talebani si sarebbero infiltrati Africana e della Francia che,
tramite una dichiarazione di
“crimini contro l'umanità”,
ed emulando il gesto minac-
una volta il Corano è stato il
pretesto perfetto per sfogare
in un corteo indetto dopo un nuovo Sarkozy, ha intimato a Gbag-
bo di “ritirarsi immediata-
ciato l'anno scorso dal collega gli istinti degli estremisti, sor- mente”. Il paese, dal 28 no-
Terry Jones, che poi rinunciò di a qualsiasi dialogo: i predi- “rogo del Corano”negli Usa vembre, è scenario di una ve-
su pressione dello stesso Ba- catori evangelici americani, Afgani bruciano una bangiera Usa (FOTO ANSA) ra e propria guerra civile. A
rack Obama. Ne è seguito l'ap- amati dal popolo del tea party gennaio il Consiglio di Sicu-
pello a manifestare da parte di da una parte, e i predicatori organismo indipendente, su- perché questo fronte, mai pa- paese più forte, per il benefi- rezza dell’Onu ha approvato
un religioso afgano. Centinaia islamici delle madrasse più per partes, bensì un’appendi- cificato, sta tornando turbo- cio di tutti i cittadini”, ha det- una risoluzione per rafforza-
di uomini hanno allora rispo- oscurantiste, dove si sono fir- ce degli Stati Uniti. Le reazioni lento. to Obama sottolineando l’im- re di circa 2mila unità il con-
sto alle fiamme con le fiam- mati e si formano i talebani. del mondo non si sono fatte portanza che “tutte le parti re- tingente delle Nazioni Unite
me, prendendosela con le Ciò che è accaduto ieri contro attendere ma dietro la ferma IN OGNI CASO la Casa spingano la violenza”. Il se- già dispiegato nel Paese. Fi-
bandiere americane. Poi l'ag- l’Onu fa rabbrividire: nulla condanna da parte del presi- Bianca ha deplorato la missio- gretario generale dell’Onu ha no ad oggi il numero di sfol-
guato, gli scontri e un bilancio più viene salvato dalla furia dente Usa, Obama e dei suoi ne delle Nazioni Unite “nei definito l’attacco “indegno e lati sarebbe di circa un milio-
provvisorio che secondo le scatenata da pretestuosi ol- colleghi, tra i quali il presiden- termini più forti”. Il lavoro vigliacco”. ne. Mentre, solo ad Abidjan,
fonti dell’Onu sarebbe di una traggi religiosi. L’Onu non è te russo Medvedev, si nascon- delle missioni in Afghanistan Alessandro Cisilin sarebbero oltre 500 i morti
ventina di morti, inclusi sette considerato dai talebani un de una forte preoccupazione “è essenziale per creare un Roberta Zunini dopo la crisi post-elettorale.
Sabato 2 aprile 2011 pagina 11

DAL MONDO

ADDIO ALLE ARMI? A LONDRA PARTONO


LE PROVE DI NEGOZIATO
Bengasi per il cessate il fuoco ma il Colonnello deve lasciare
di Giampiero Gramaglia che impediscono agli aerei del- europea mette in campo una tica, più che militare, al conflitto nimizza l’impatto della defezio-
l’Alleanza di “vedere gli obiettivi missione umanitaria Eufor, che libico, quando s’avvicina il 50° ne dell’ex ministro degli esteri
n Libia è forse l’ora delle avrà il quartier generale a Roma

I
con precisioni”. I lealisti ne han- giorno dell’insurrezione. L’ex Mussa Kussa. Se il Foreign Office
trattative, nel conflitto tra il no approfittato per rovesciare la e sarà guidata dal contrammira- premier di Tripoli Abdul Ati non conferma le notizie di stam-
regime di Gheddafi e gli in- situazione sul terreno e ripren- glio Claudio Gaudiosi, attuale al-Obeidi, tuttora vicino a Ghed- pa, fonti diplomatiche britanni-
sorti. Le truppe di Tripoli dere il sopravvento. Sono 205 gli numero due del Coi, il Comando dafi, dice: “Stiamo cercando di che citate dall’Afp indicano che
sono all’attacco nei pressi di aerei e 21 le navi impiegati nella interforze. La missione vuole fra parlare con britannici, francesi, il plenipotenziario è ripartito da Muammar Gheddafi; un emissario del regime
Brega, mentre a Londra un missione Nato Unified Protec- l’altro contribuire “alla sicurez- americani”. Londra con “un messaggio for- sarebbe a Londra per le “trattative” (FOTO ANSA)
emissario di Saif al-Islam, uno tor. Loro obiettivi: far rispettare za dei movimenti ed all’evacua- te” per il regime libico: Gheddafi
dei figli del dittatore, apre la via l’embargo sulle armi e la no-fly zione delle persone sfollate”. A LONDRA secondo il Guar- deve andarsene, il resto si può ma che mantiene inalterati i buo-
del negoziato. E i ribelli, in dif- zone e proteggere i civili. Eppu- Eufor durerà almeno quattro dian e la Bbc, l’emissario del fi- vedere. Di soluzione politica e di ni rapporti con gli Stati Uniti, la
ficoltà da giorni sul terreno, si re, sale l’allarme per le vittime mesi e dispone di un finanzia- glio di Gheddafi, Mohammed “processo politico” parla, ovvia- soluzione non può essere milita-
dichiarano pronti a un cessa- civili dell’azione alleata: il vesco- mento di 7,9 milioni di euro. A Ismail, cercava una via d’uscita mente, pure il ministro degli re. Lunedì, a Roma, il ministro
te-il-fuoco a condizione che il vo di Tripoli ne conta almeno 8 a Bengasi Moustapha Abdeljalil, per il leader libico, che, ufficial- esteri tedesco Guido Wester- degli esteri Franco Frattini rice-
Colonnello se ne vada. Sirte (e fanno una cinquantina in capo del Consiglio nazionale di mente, ripete di volere restare al welle: per la Germania, che non verà una delegazione degli in-
tutto). Dei mezzi Nato, 16 aerei e transizione, il governo dei ribel- suo posto “fino alla fine” e mi- partecipa all’azione della Nato, sorti che chiederà all’Italia di fa-
L’EFFICACIA delle operazio- quattro navi sono italiani. I con- li, tratteggia le condizioni del re pressioni su Gheddafi perché
ni militari, affidate da giovedì al- tributi maggiori vengono dagli cessate-il-fuoco dopo avere in- lasci la Libia: il ministro spera
la Nato, sembra essersi appanna-
ta nonostante i 74 attacchi com-
Stati Uniti (90 aerei, una nave),
dalla Francia (33 aerei, una nave)
contrato l’inviato speciale del-
l’Onu, Abdel Ilah Khatib, un
La Germania ribadisce: “I mezzi nella formula dell’esilio, ma è di-
screto sulle mosse dell’Italia,
piuti: il capo di Stato Maggiore
americano, l’ammiraglio Mike
e dalla Gran Bretagna (17 aerei,
due navi), oltre che dalla Turchia
giordano. Le organizzazioni
multilaterali e le grandi potenze
militari non sono la soluzione” che, a maggio, ospiterà la terza
riunione del Gruppo di Contat-
Mullen, dà la colpa alle condizio- (sette aerei e sei navi). Accanto occidentali cercano una “tregua to (la seconda sarà in Qatar).
ni metereologiche sfavorevoli, agli strumenti bellici, l’Unione duratura” e una soluzione poli- Missione umanitaria Ue: sede Roma

La paura nucleare non fa per i cinesi GIAPPONE

Che pensano al reattore “del futuro” RADIAZIONI SENZA FINE

di Carlo Antonio Biscotto guito di un incidente, la reazione si fermerebbe


O ltre 27.500 tra morti (quelli
accertati sono più di 11 mila) e
dispersi. Sono questi i dati ufficiali,
gradualmente da sola senza portare allo sciogli- dopo 20 giorni dal terremoto e dallo
incidente del reattore di Fukushima ha riac- mento del nocciolo. I reattori saranno raffred- tsunami in Giappone. L’esercito
L’L’Europa
ceso il dibattito e le polemiche sul nucleare.
si interroga sul futuro dell’energia nu-
dati da elio inerte, che non può dare luogo ad
esplosioni, e quindi non necessiteranno di un
nipponico e le forze armate americane
continuano a cercare possibili
cleare e non sono mancate le iniziative, a volte continuo approvvigionamento di acqua, pro- sopravvissuti nelle prefetture di Iwate,
persino inattese. La Germania ha già deciso di blema questo rivelatosi quanto mai critico con i Un reattore della centrale di Qinshan, che sorge su una vera e propria Miyagi e Fukushima, anche vicinissimo
chiudere gli impianti più vecchi e di accorciare reattori di Fukushima. “isola nucleare”, di cui il governo ha approvato l’espansione (FOTO ANSA) alla centrale. In ogni caso, il livello di
la vita degli altri, il Belgio ha fatto altrettanto, la In sostanza, a dispetto dei gravi incidenti nuclea- radioattività ha raggiunto località
Svizzera ha bloccato i progetti in corso, Gran ri in Giappone, la Cina non abbandona il nuclea- di Greenpeace – il rivestimento di grafite accre- distanti a 40 km dall’impianto. Un dato
Bretagna e Francia si sono dette disposte a ri- re. Al contrario ha in progetto la costruzione di sce notevolmente la quantità di scorie radioat- che ha spinto sia l’Agenzia Onu per il
vedere la loro politica energetica e il governo 50 nuove centrali nucleari, la maggior parte del- tive che debbono essere smaltite. Nucleare sia l’Agenzia giapponese per
italiano ha annunciato una moratoria di un an- le quali tradizionali. Ma se la tecnologia pebble la Sicurezza atomica a chiedere al
no. bed dovesse risultare vincente sotto il profilo COMUNQUE LA SCELTA NUCLEARE premier Naoto Kan di estendere la
dell’efficienza e della sicurezza, la Cina è inten- della Cina ha per lo meno un potenziale van- fascia di evacuazione, fissata a 20 km
IN CINA INVECE si sta per avviare la costru- zionata ad adottarla su vasta scala per far fronte taggio in termini di difesa dell’ambiente: il mi- del governo nipponico (finora solo più
zione di un tipo di reattore completamente di- al fabbisogno dell’economia più affamata di nore impiego di carbone e di altri combustibili di 70 mila le persone evacuate). La
verso che, secondo alcuni esperti, costituireb- energia del pianeta e del miliardo e 300 milioni fossili ridurrebbe le emissioni di gas serra. D’al- Tepco, società che gestisce l’impianto
be un’alternativa più sicura. Il nuovo reattore, di cinesi i cui consumi energetici sono in rapi- tro canto su questo tema la Cina è stata chiara: del disastro, conferma l’abnorme
noto come Reattore nucleare modulare pebble bed dissimo e inarrestabile aumento. Gli ambienta- ridurre l’inquinamento nelle città – che provoca quantità di iodio radioattivo nella falda
(Pbmr), utilizza una tecnologia non nuova il cui listi occidentali sono divisi. Alcuni ritengono i la morte di migliaia di persone ogni anno – è una sotto il reattore numero 1. Ma se è
principio di base risale al 1950. Alcuni anni fa reattori Pbmr meno pericolosi dei reattori at- priorità. Sarà stata una coincidenza, ma il gover- guerra di cifre sui valori: la Tepco parla
Germania, Sudafrica e Stati Uniti tentarono la tuali pur sottolineando che la sicurezza di una no cinese e i responsabili della politica energe- di un superamento pari a 10 mila volte i
strada dei reattori Pbmr, ma poi abbandonarono centrale nucleare dipende non solo dal disegno, tica hanno approvato la costruzione dei reattori limiti legali mentre l’Agenzia nazionale
il progetto per ragioni tecniche, per mancanza ma anche dalla preparazione dei tecnici cui vie- pebble bed a Shidao due settimane prima del ter- per la sicurezza parla di 100 mila. “La
di finanziamenti e anche per ragioni politiche. ne affidata la gestione dell’impianto. Per questa remoto in Giappone, mentre il piano quinquen- Tepco sbaglia ancora le analisi sulle
La Cina si appresta a costruire due reattori di ragione gli ingegneri cinesi stanno già seguendo nale che prevede la costruzione di dozzine di contaminazioni”, ha fatto sapere un
questo tipo a Shidao. I reattori cinesi utilizze- corsi di formazione grazie a un simulatore situa- nuovi reattori nucleari è stato adottato tre giorni portavoce dell’Agenzia nazionale. E
ranno centinaia di migliaia di sferette di com- to presso un “reattore pilota” in funzione vicino dopo l’incidente di Fukushima. I cinesi sono de- continuano le voci su un
bustibile ciascuna dotata di rivestimento mul- a Pechino da una decina d’anni. Di diverso av- cisi a dimostrare che i reattori Pbmr sono più commissariamento della società. Ma la
tistrato in grafite. La grafite svolge la funzione di viso è Greenpeace. L’organizzazione ambienta- sicuri ed efficienti e la tragedia giapponese non Tepco ha detto di non essere al
moderatore di neutroni e quindi regola il ritmo del- lista internazionale si oppone ai reattori pebble ha fatto vacillare le loro convinzioni né li ha in- corrente di nulla. Che si sbagli anche
le reazioni nucleari per cui, qualora si dovesse bed con una motivazione radicale: non esiste il dotti a rimettere in discussione la loro politica questa volta?
procedere allo spegnimento della centrale a se- nucleare sicuro. Inoltre – aggiungono gli esperti energetica.

E, Il nuovo mensile
di EMERGENCY.
Per chi è stanco
di farsela raccontare.
Illustrazione di Michele Farè

Nasce il nuovo mensile di EMERGENCY.


Diretto da Gianni Mura e Maso Notarianni,
parla del mondo e dell’Italia che vogliamo.
Una rivista bella, utile e intelligente, che
racconta storie vere e approfondisce
l’attualità ispirandosi ai valori di EMERGENCY:
uguaglianza, solidarietà, giustizia sociale,
libertà. Le cose in cui preferiamo credere.
E queste non sono favole.
Dal 6 aprile in edicola.
> www.e-ilmensile.it
> info@e-ilmensile.it Il nuovo mensile di Emergency.
> tel 02-801534 Leggi a occhi aperti.
pagina 12 Sabato 2 aprile 2011

ECONOMIA

DEBITI, ALITALIA
L’Alitalia di Roberto
Colaninno ha trasferito in un
mese 22 Airbus in Irlanda.
Illustrazione
di Marilena Nardi.
In basso, Angela Merkel
(FOTO ANSA)

PORTA GLI AEREI


IN IRLANDA
Li darà in garanzia
alle banche. Gestione in crisi
di Giorgio Meletti milioni. Il 2011 doveva essere che ancora era indipendente, punti più caldi della dura ver- Eurocrisi
l’anno del ritorno ai profitti, se- trasportò 32 milioni di passeg- tenza tra i dipendenti Alitalia e

I
n un solo mese, novembre
2010, l’Alitalia ha cancella-
to dal Registro aeronautico
italiano ben 22 dei suoi 150
aerei, e li ha immatricolati in Ir-
condo le ottimistiche previsio-
ni dei “patrioti” chiamati da Sil-
vio Berlusconi a strappare la
compagnia di bandiera dalle
mani degli odiati cugini d’Ol-
geri. Nel 2010 i passeggeri tra-
sportati sono 23 milioni, seppu-
re in lieve recupero rispetto ai
22 del 2009. Gli aerei viaggiano
un po’ vuoti: i posti sono occu-
la Cai di Colaninno riguardava
le ore volate. I piloti, accusati di
essere un po’ pelandroni, veni-
vano inchiodati alla colpa di vo-
lare solo 560 ore all’anno con-
Il Portogallo
landa. Le fonti ufficiali della
compagnia smentiscono sec-
camente che si tratti del feno-
meno di cui parlano da tempo
tralpe, l’Air France a cui il gover-
no Prodi aveva già venduto nel-
la primavera del 2008. Invece
anche quest’anno si prevede di
pati al 72 per cento contro il 79
per cento della media mondia-
le.
Ma soprattutto il mercato italia-
tro le 700 dei colleghi tedeschi
di Lufthansa.

DICEVANO Colaninno e Sa-


non vuol finire
le voci di mercato: il cosiddetto
lease back. Funzionerebbe così:
quando un’azienda ha proble-
mi di soldi vende un suo bene a
una società di leasing che glielo
perdere un centinaio di milioni
di euro.

MA È LA GESTIONE indu-
striale a dare serie delusioni agli
no, che l’operazione sponsoriz-
zata da palazzo Chigi doveva di-
fendere, è diventato terra di
conquista per i concorrenti
stranieri. La presa sul mercato
belli, ma anche molti sindacali-
sti che li sostenevano, che ba-
stava indurre i piloti a volare
quanto i tedeschi per far diven-
tare ricca l’Alitalia. Risultato:
come l’Irlanda
restituisce in affitto. Si fa con gli azionisti della variopinta corda- dei voli nazionali, che doveva adesso i piloti Alitalia volano di Superbonus
immobili, si fa anche con i mac- ta di nomi blasonati dell’indu- essere garantita dalla fusione meno di prima, 530
chinari e si fa con gli aerei. Nor-
malmente ci si rimette, perché
il canone di leasing che paghi è
stria italiana che nel 2008 rispo-
sero all’appello di B. per acqui-
sire benemerenze agli occhi del
con Air One benedetta da appo-
sita deroga dell’Antitrust, si è ri-
dotta a un 50 per cento del mer-
ore all’anno. Ed è
evidente che non è
per colpa loro, vi-
Ite mmaginate di non poter pagare la rata mensile del
mutuo nonostante sacrifici indicibili e vi rivolgia-
ai vostri genitori per un prestito e come risposta
superiore al costo del capitale governo che si era appena inse- cato. Sui collegamenti interna- sto che un coman- ottenete dei soldi a un tasso più alto di quello che
immobilizzato, se non altro in diato. Nel 2010 le compagnie di zionali invece Colaninno e Sa- date di Airbus non pagavate prima, superiore a quanto le banche pre-
misura del legittimo guadagno analoga dimensione e ambizio- belli sono andati sotto: adesso il può accendere e stano il denaro ai vostri cari. E in più vi si chiedono
della società di leasing. Però ni hanno fatto lauti profitti. L’a- leader di mercato come posti of- partire come un tas- ulteriori durissimi sacrifici per pagare il vecchio e il
quando i conti sono scassati bi- zienda guidata dall’amministra- ferti è la Ryan Air dell’Irlandese sista animato da spi- nuovo debito. Quale sarebbe la vostra reazione?
sogna fare, appunto, cassa. tore delegato Rocco Sabelli, Michael O’Leary, il re del low co- rito d’iniziativa. Grecia e Irlanda si sono accorte troppo tardi di aver
che pure è nata senza debiti, la- st. Ma anche la Lufthansa, come Secondo dati pub- sottoscritto un accordo capestro. Il Portogallo pri-
NEL CASO dell’Alitalia siamo sciando in eredità allo Stato ita- numero di voli internazionali blicati dal Sole 24 ma di accettare l’abbraccio mortale dell’Europa ha
comunque di fronte a un nuovo liano circa 3 miliardi di euro di negli aeroporti italiani, ha sor- Ore, il costo medio deciso di prendersi ancora un po’ di tempo tenendo
fenomeno. I 22 aerei trasferiti a zavorra della vecchia gestione passato Alitalia. del dipendente Ali- sulla graticola banchieri e governi.
Dublino, in proprietà a una so- pubblica, non marcia. Nel talia è sceso dagli Ma ormai è chiaro a tutti che i “piani di salvataggio”
cietà controllata da Alitalia che 2007, sommata con l’Air One ANCORA PIÙ deprimente è 82 mila euro del 2007 a 49 mila avallati dai primi ministri sono piani per strangolare definiti-
si chiama Aircraft il bilancio in termini di efficien- euro nel 2009. La cura low cost di vamente l’economia dei Paesi in crisi e salvare i crediti e i bonus
Purchase Com- za. Gli aerei Alitalia del corto e Sabelli però, per quanto severa, dei banchieri. Come si può pensare che una nazione in piena
pany, sono tutti
vecchi Airbus: i
Gli Airbus viaggiano medio raggio (tutti esclusi i po-
chi voli intercontinentali), vola-
si è rivelata un autogol. Nel
2007, infatti, i dipendenti Alita-
crisi finanziaria riesca a ripagare i creditori stranieri delle ban-
che nazionali e contemporaneamente approvi tagli alla spesa
più anziani han-
no 15-17 anni, i
poco e mai pieni, Ryan no poco, a causa di un’organiz-
zazione del cosiddetto network
lia, molto più numerosi (troppi,
si diceva allora) hanno prodotto
che accentuano la recessione? E chi tra i detentori delle ob-
bligazioni statali irlandesi sarebbe disposto a sottoscriverne di
più giovani 7-8
anni. Sono aerei
Air dilaga e i piloti evidentemente poco ottimizza-
ta: 7 ore al giorno contro le 8
86 mila euro di valore aggiunto
(più del loro costo), nel 2009 i
nuove? Le rigide regole imposte a Dublino al momento dell’e-
rogazione degli aiuti erano una condanna a morte dell’econo-
che la compa- della media mondiale. Il che si- pochi dipendenti imbarcati dal- mia del piccolo Stato. E ieri il governo irlandese ha deciso di
gnia ha da poco volano ancora meno gnifica un aumento del costo la nuova Alitalia hanno generato procedere a una nuova capitalizzazione degli istituti bancari
finito di pagare, e per ogni singola ora volata. solo 45 mila euro di valore ag- senza far pagare un soldo ai detentori delle obbligazioni degli
quindi non sono che nell’era della Ancora più sorprendente è il da- giunto a testa, meno del loro co- stessi istituti che (guarda caso) erano in prevalenza tedeschi,
più ipotecati dal- to sull’utilizzo dei piloti. Tutti ri- sto. Adesso quindi lavorano in francesi ed inglesi. Ma una volta usati i soldi europei, e imposti i
le banche che compagnia statale cordano che nel 2008 uno dei perdita. successivi sacrifici al popolo irlandese per pagare i debiti in
avevano finanzia- scadenza, chi sarà così coraggioso da finanziare il debito del-
to l’acquisto. Il l’Irlanda e dei suoi traballanti istituti di credito? Il mercato ha già
trasferimento in Irlanda serve a dato il suo responso portando il rendimento dei titoli di stato di
renderli disponibili per garanti-
re nuovi debiti dell’Alitalia, per D&G Salvi in tribunale zialmente accantonato. E tut- Dublino ai livelli greci. Cioè scontando già il default.
Il Portogallo si avvia sulla stessa strada ma con un dibattito po-
un valore stimabile in 4-500 mi- t’e due oggetto di contestazio- litico molto più intenso che non esclude un’uscita dalla moneta
lioni.
La ragione del trasferimento in
ma non dal fisco ne da parte dell’erario. La pri-
ma è legata all’esterovestizio-
unica. É chiaro che l’establishment europeo, Germania in testa,
non ha alcuna intenzione di salvare realmente i Paesi in dif-
Irlanda è molto tecnica, ma si- ittoria! Quando il giudice dell’udienza ne della Gado srl (acronimo delle iniziali di ficoltà con prestiti a tassi ragionevoli e l’emissione di titoli di
gnificativa: è l’unico Paese eu-
ropeo ad aver aderito alla con-
Vla sua
preliminare Simone Luerti ha letto ieri Gabbana e Dolce), creatura lussembur-
decisione nell’inchiesta per evasio- ghese alla quale nel 2004 la società mila-
debito garantiti da tutti (i famosi eurobond). Gli Stati più forti
vogliono solo guadagnare tempo, così che le proprie istituzioni
venzione di Cape Town, che ne fiscale sugli stilisti Dolce e Gabbana, i nese “D&G” ha ceduto il marchio per ge- finanziarie escano dal rischio dei Paesi periferici con i minori
vieta ai creditori di una compa- due avvocati che li difendono, Massimo Di- stire dal Granducato le royalties sui pro- danni possibili. Ma per far questo occorre che le crisi si ma-
gnia insolvente (per esempio noia Francesco Miglioretti, non hanno trat- dotti venduti in licenza, dagli occhiali alle nifestino una per volta e si allunghino il più possibile. Che gli
una società aeroportuale) di tenuto un sorriso. Il duo amato da Madon- mutande. Il Lussemburgo era però una effetti vengano diluiti ed edulcorati con false misure di soste-
bloccare un suo aereo. In pra- na può esultare: prosciolto dalle accuse di cortina di fumo: Milano comandava sem- gno che in realtà sono semplici giroconti contabili verso le gran-
tica una banca presta soldi all’A- dichiarazione infedele e truffa allo Stato pre su tutto. Nel 2007 dopo aver fatto rien- di banche francesi, inglesi e tedesche. Il cancelliere tedesco
litalia, o a simili aziende, solo se per un miliardo di euro. Si potrebbe solo trare la Gado in Italia, D&G hanno pagato Angela Merkel sa che se si chiedono ulteriori sacrifici a Paesi in
gli aerei dati in garanzia sono di parlare di elusione, ma senza rilevanza pe- 40 milioni di euro tra Iva, sanzioni e inte- recessione e in difficoltà finanziarie, lo Stato perde la propria
targa irlandese, sennò chi pre- nale. Qualcosa “border line”, anche se la ressi. funzione anticiclica di sostegno all’economia e diventa un fat-
sta i soldi rischia di vedersi sfi- formula esatta è: “Il fatto non sussiste”. Per l’ esterovestizione della Gado i due tore economico depressivo. Ma gli equilibri politici ed econo-
lare la garanzia da un altro cre- Proscioglimento pieno. hanno già perso davanti alle commissioni mici interni alla Germania le impongono di tutelare gli interessi
ditore. Da un punto di vista tecnico giuridico ciò tributarie di primo e secondo grado (rima- di un paio di grandi gruppi finanziari tedeschi che hanno lu-
Tutto questo significa che a soli che ha creato intoppi è stata una sentenza ne la Cassazione). E’ ancora aperta però crato per anni sul debito di eurolandia e che ora stanno scom-
due anni dalla nascita, e a due delle sezioni unite della Cassazione di ot- un’altra grana, presso la commissione tri- mettendo sulla sua disintegrazione.
anni dalla prevista cessione a tobre che sosteneva che quando c’è un butaria di primo grado: la cessione del mar- Ma ci sono altri colpevoli: tutti i protagonisti della politica eu-
Air France, programmata per il reato fiscale non ci sarebbe truffa. Ma con chio “D&G” alla Gado. Per 360 milioni di ropea dei Paesi periferici, Italia compresa, che non sanno re-
2013, la compagnia di Colanin- tutta probabilità il pm Laura Pedio impu- euro, dicono alla maison milanese. Nossi- sistere alle lobby bancarie che impongono i finti salvataggi di
no sta già lavorando alacremen- gnerà il verdetto di Luerti quando, dopo il gnori, ribattono alla Guardia di Finanza: al- Grecia e Irlanda e si apprestano ora a condannare il Portogallo.
te alla gestione del debito, fissa- deposito, avrà letto le motivazioni. meno tre volte tanto vale il vostro marchio, Nel nome dei buoni rapporti con la potenza teutonica hanno
to a fine 2010 a 839 milioni. Se per ora l’aspetto penale sfuma, rimane un miliardo. Nelle retrovie, studi legali e finto di non vedere mentre si imponeva agli Stati in crisi di pa-
La gestione della nuova Alitalia quello amministrativo. Ci sono due vicen- Fiamme Gialle stanno negoziando una gare i debiti bancari e massacrare la popolazione. Il ministro del
infatti non va bene. Nel suo pri- duole di tutto rispetto, già scoppiate, la strada mediana. Tesoro Giulio Tremonti aveva capito il gioco e, in alcune sue
mo anno di vita, il 2009, ha per- premessa del giudizio penale appena par- Leo Sisti uscite pubbliche, aveva anche sollevato la questione. Ma poi
so 350 milioni di euro. Il 2010 si anche lui si è girato dall’altra parte e ha firmato gli accordi.
è chiuso con una perdita di 168 www.superbonus.name
Sabato 2 aprile 2011 pagina 13

ECONOMIA

IL GOVERNO CHIAMA, PARMALAT RISPONDE


ASSEMBLEA RINVIATA PER FERMARE I FRANCESI
Ma i consiglieri senza conflitti d’interesse dicono no
di Vittorio Malagutti getti industriali di ampio respi- va di motivazioni” in un comu-
Milano ro. Niente di più, per il momen- nicato diffuso ieri in serata. VENDITE AUTO
to. Ma tanto è bastato, a quanto Presto si potrebbe passare dal-
a crociata antifrancese di Fiat esulta in Usa
L
pare, per convincere Bondi e i le parole ai fatti con il colosso
Giulio Tremonti ha ot- suoi colleghi che l’assemblea transalpino pronto ad andare
tenuto il primo risultato
concreto. Ieri il consiglio
di amministrazione di Parma-
andasse assolutamente ricon-
vocata in un’altra data. Sulla
scalata di Lactalis a Parmalat
in tribunale per far valere le
proprie ragioni. La resa dei
conti è attesa però in Borsa e
ma qui sprofonda
lat ha deciso di rinviare al 25
giugno l’assemblea già convo-
cata per il 14 aprile. Si va ai
pende anche il giudizio del-
l’Antitrust europeo. E questo
sarebbe un altro elemento di
qui, per vincere la partita, non
basta la propaganda e neppure
le scorciatoie normative.
A vedere i dati sulle immatricolazioni di ie-
ri, riferiti al mese di marzo, si capisce per-
ché Sergio Marchionne non veda l’ora di fon-
tempi supplementari, quindi, incertezza che secondo la mag- La futuribile cordata italiana dere Fiat e Chrysler per sfruttare le potenzia-
per dare la possibilità al gover- gioranza dei consiglieri del dovrà mettere sul piatto alcuni lità del mercato americano: in Italia il mercato
no e a Banca Intesa di mettere gruppo di Parma dovrebbe giu- miliardi, non meno di 3, per automobilistico è sceso di quasi il 28 per cento.
La preda ambita da Lactalis (FOTO ANSA) Ma il marchio Fiat è crollato del 39,81 per cen-
insieme un’offerta alternativa stificare un rinvio della riunio-
a quella di Lactalis che il mese ne dei soci. to, oltre 26 mila vetture in meno dello scorso
scorso ha comprato il 29 per
cento della multinazionale
forti perplessità su una deci-
sione che, a loro giudizio, non VA DETTO che il board del-
Adesso Intesa anno. Lancia scende del 22 per cento. Almeno
l’Alfa sale, ben del 51,2 (lo scorso anno non c’e-
emiliana del latte. Il rinvio è
stato reso possibile da una nor-
avrebbe niente a che fare con
l’interesse aziendale. Tra l’al-
l’azienda di Parma è costituito
da professionisti e professori
San Paolo ra la Giulietta). Per fortuna che, in prospettiva,
c’è la Chrysler dove le immatricolazioni so-
ma ad hoc tempestivamente
confezionata da Tremonti po-
tro, anche senza considerare
la nuova norma varata dal go-
per lo più legati a Bondi, al go-
verno o al mondo bancario. De
ha tre mesi no in rialzo del 31 per cento rispetto a mar-
zo 2010. Mentre nei primi tre mesi del
chi giorni fa, ma al momento verno, lo statuto di Parmalat Benedetti e Guerra sono rima- 2011, rispetto allo scorso anno, il balzo è
di andare al voto il consiglio di consente già di posticipare fi- sti fermi sulle loro posizioni. per organizzare addirittura del 51 per cento. Tempo qual-
Parmalat si è spaccato. no a giugno l’assemblea per Secondo i due manager, en- che mese e le due aziende saranno una so-
Due amministratori, Marco l’approvazione del bilancio. trambi alla guida di attività con la cordata la, così i tracolli della parte italiana, senza
De Benedetti e Andrea Un mese fa, però, tutti gli am- una forte proiezione interna- nuovi modelli e con poche idee, saranno
Guerra, hanno votato contro ministratori avevano dato via zionale, non sarebbe possibile italiana contro un po’ meno evidenti.
la proposta di spostare a giu- libera alla data del 14 aprile. individuare un reale interesse
gno l’assemblea. Un altro con- sociale al posticipo dell’assem- Lactalis
sigliere, Vittorio Mincato, IL FATTO NUOVO che blea. Comunque, ormai, il da-
non si è presentato, mentre il avrebbe convinto la maggio- do è tratto.
resto del board, guidato dal ranza degli amministratori a Da qui a giugno le banche, con lanciare un’offerta pubblica di un altro veicolo d’investimen- se realizzarsi, si ribalterebbe la
presidente Raffaele Picella e rinviare l’assemblea sarebbe la il probabile supporto dei fondi acquisto sulla Parmalat, magari to in parte finanziato dalle Ge- situazione rispetto a soli tre an-
dall’amministratore delegato lettera giunta in Parmalat gio- pubblici garantiti dalla Cassa solo sul 60 per cento del capi- nerali. Il gruppo Ferrero resta ni fa, quando Bondi bloccò i
Enrico Bondi, ha votato a fa- vedì in serata e siglata dalle tre depositi e prestiti, cercheran- tale. Ieri Claudio Sposito, am- alla finestra, mentre sembra piani di Intesa che spingeva
vore. La linea Tremonti è quin- più importanti istituzioni fi- no di mettere insieme un’offer- ministratore delegato del fon- probabile che sarà della partita per le nozze Granarolo-Parma-
di passata, anche se De Bene- nanziarie italiane: Intesa, Uni- ta in grado di battere Lactalis. do Clessidra, ha ammesso che anche Granarolo, l’azienda lat- lat. Altri tempi. Adesso c’è da
detti (a capo del fondo ameri- credit e Mediobanca. Una let- Com’era prevedibile, il gruppo sono in corso contatti prelimi- tiera controllata dalla Lega del- salvare l’italianità. E anche la
cano Carlyle in Europa) così tera, riferisce chi l’ha letta, in francese non ha affatto gradito nari per partecipare all’opera- le cooperative con Intesa al 20 poltrona di Bondi. Che reste-
come Guerra (numero uno di cui si dichiarava una generica la decisione del board di Par- zione. E non è neppure da per cento. rebbe in sella se i francesi ve-
Luxottica) hanno manifestato disponibilità a sostenere pro- malat definita “illegittima e pri- escludere l’intervento di Vei, Se quest’ultima ipotesi doves- nissero sconfitti.

Giravolte ideologiche
IL BUCO nei conti
Problemi di entrate
obbiamo andare al pareggio: poi dal 2015 inizia il
Tremonti alla scoperta dello yogurt
di Stefano Feltri vismo tanto estremo quando in- cutore della “rivoluzione linbe- nei citatissimi (soltanto da lui)
“D processo di riduzione del debito”. Giulio Tremonti,
martedì sera in commissione alla Camera, ha spostato per l ministro che ha scoperto
spiegabile, si motiva anche con il
fatto che al ministro mancano gli
rale” berlusconiana ispirata al
mito della flat tax a no global di
pamphlet pubblicati negli anni
successivi era giunto a questa
l’ennesima volta gli orizzonti sulle magnifiche sorti e pro-
gressive dei conti pubblici italiani. Nei corridoi dei mi-
IParmalat
quanto è strategico lo yogurt
per l’economia italia-
argomenti teorici per giustificar-
si. I “paradigmi”, direbbe lui.
destra che difende Dio-Patria e
famiglia e vuol tassare le tran-
versione schematica della glo-
balizzazione: il problema è la Ci-
nisteri italiani, infatti, s’aggira uno spettro: quello della na, in queste ore, non parla. O “Il protezionismo è deleterio sazioni finanziarie. na, l’Europa deve farle guerra a
manovrina estiva. Niente verrà deciso fino a dopo le ele- meglio, Giulio Tremonti dal ver- non solo per le economie, ma so- Ma il protezionismo contro gli al- colpi di dazi e dogane anche in
zioni amministrative, ma al Tesoro sanno che la dinamica tice del G20 di Nanchino si limi- prattutto per le società”. Per- tri Stati europei non l’aveva mai spregio alle regole sul libero
dei conti pubblici per il 2011 andrà corretta in corsa e ta a vaticinare che “la catena di ché? “Protezionismo vuol dire caldeggiato. Anzi. Nel 2006 Tre- scambio dell’Organizzazione
questo significa nuovi tagli. La spesa pubblica italiana rivolte del Nord Africa arriverà in opposizione dura, contrasti forti monti si crogiolava nella soddi- mondiale del commercio. E per
non sembra risentire dei blandi tentativi di contenimen- Asia” e che il G20 è già obsoleto e alla fine una catena di ripicche sfazione per la caduta del pro- farlo deve essere più coesa, at-
to fatti finora e sul fronte delle entrate la situazione non è (esiste davvero soltanto da un infinita”. Coì parlava Giulio Tre- tezionista del credito Antonio torno ai suoi valori fondanti. Con
rosea: in via XX settembre si vantano dei maggiori incassi paio d’anni). Ma della guerra monti in un’intervista alla tele- Fazio, il governatore della Banca uno dei suoi aforismi ermetici
da recupero dell’evasione del 2010 (un paio di miliardi in commerciale con la Francia, del- visione Class CNBC meno di due d’Italia che voleva difendere l’i- concludeva la parte dedicata al-
più rispetto all’anno precedente), ma non sarà così che la decisione che il latte e i suoi anni fa, nel febbraio 2009. Il Tre- talianità di Bnl e Antonveneta. E la paura (nel libro “La paura e la
chiuderanno il buco. In numeri, spiegano alcune fonti derivati sono un settore più stra- monti sciovinista che decide di intervistato da Massimo Gianni- speranza”) dicendo che: “Fallito
qualificate, lo scollamento tra previsioni e realtà arriva a 7 tegico dell’energia, del ricorso al- regolare i conti una volta per tut- ni su Repubblica sosteneva che il piano mercatista di neocolo-
miliardi di euro nell’arco dell’anno, mentre altri si spin- la Cassa depositi e prestiti per te con la Francia è un inedito. La l’Unione europea era “protezio- nialismo, rischiamo infatti, so-
gono fino a vaticinare che alla fine di miliardi ne man- entrare nel capitale di Parmalat giravolta intellettuale è notevole nista dalla parte sbagliata. L’Eu- prattutto noi in Europa, di essere
cheranno una decina: all’ingrosso, insomma, una corre- e delle ragioni per cui il controllo perfino per gli standard del per- ropa è liberista con la Cina e pro- colonizzati dall’Asia”. Non dalla
zione tra lo 0,5 e lo 0,7% del Pil solo per non fare peggio di Lactalis sul gruppo di Collec- sonaggio, che in politica econo- tezionista con se stessa”. Perché Francia. Anzi, quando Parigi ha
del previsto. Le manovre per la manovra, peraltro, sono chio minerebbe le basi del Pae- mica ha sostenuto praticamente il protezionismo interno tra Pae- bocciato la Costituzione euro-
già iniziate: per questo Giulio Tremonti continua a ne- se, ecco, di tutto questo non un tutte le posizioni disponibili, da si dell’Unione “non è una prova pea nel 2005, pur di non criti-
gare – con annessa, feroce, litigata in un recente Con- accenno. campione della finanza creativa di forza, ma all’opposto di debo- care un Paese affine lui si limi-
siglio dei ministri – i fondi richiesti da Ignazio La Russa È noto che Tremonti preferisce a difensore del rigore lezza. All’alba di questo secolo si tava a commentare “Mi sono
per aumentare gli stipendi ai militari e da Roberto Maroni discettare dei destini del contabile, da su- va avanti con le politiche di due messo la legion d’onore”, che il
per la polizia, per questo ha resistito fin dove ha potuto al mondo che di conti econo- perconsulen- secoli fa”. In altre occasioni, Paese gli aveva concesso.
parziale reintegro del Fondo unico per lo spettacolo e alla mici e stati patrimoniali o te di San sempre in quell’epoca, si faceva Quando Lvmh è calato in Italia
concessione dei fondi alle regioni per il Trasporto pub- assemblee degli azioni- Marino a fu- addirittura prendere la mano fi- per prendersi uno dei marchi
blico locale (sottratte agli ammortizzatori sociali). sti. Ma forse il suo si- stigatore dei no ad affermare che “Il prote- storici del lusso italiano, Bulgari,
“Il problema della nostra finanza non è tassare di più ma lenzio su Parmalat, ac- paradisi fi- zionismo fa tornare l’Europa di il mese scorso, il ministro prote-
spendere di meno, l’unica via è ridurre la spesa pubbli- compagnato a un atti- scali, da ese- Kaiser e Zar” (Il Messaggero, 26 zionista non rilascia alcuna di-
ca”, ha sostenuto Tremonti domenica scorsa, dimenti- febbraio 2002). chiarazione. Anche di Alitalia,
cando però che le dinamiche di quella spesa le ha gestite Memorabili certi passaggi che i dove il primo azionista è Air
direttamente lui per più di sette degli ultimi dieci anni. Il francesi di Lactalis avevano pre- France, si è sempre occupato
governatore della Banca d’Italia Mario Draghi ha già fatto so probabilmente sul serio: “Ho poco, il dossier era dominio
capire che è preoccupato per la pioggia di potenziali ereditato la legge sulle Opa più esclusivo di Gianni Letta e Silvio
nuove tasse contenute nel federalismo leghista e sa quan- liberale d’Europa e non l’ho Berlusconi. Guai a toccare il ta-
to pericolosa sia la posizione dell’Italia in un’Europa fi- cambiata. Non ci sarebbe nep- sto Fiat, dove il governo è stato
nanziariamente pencolante. Per non far pagare la mala- pure bisogno di riscriverla. Ba- compatto nel considerare le lo-
gestione passata dei conti a cittadini e imprese, ha detto, sterebbe un decreto di una riga: giche della globalizzazione e
“non resta che il controllo della spesa, ma un controllo in caso di Opa dall’estero si ap- della competizione globale for-
selettivo, orientato innanzitutto alla distinzione fra ciò plica la lagge di un altro Paese ze a cui la politica non si può op-
che favorisce la crescita e ciò che la ostacola”. Tradotto: europeo, a piacere. Ma è una so- porre. Tremonti si è occupato di
basta coi tagli lineari. luzione che non auspico, prefe- Edison, dove Edf è poco sotto il
Marco Palombi Giulio rirei invitare tutti a fermarsi e a 20 per cento, ma per ora non ha
Tremonti riflettere”. alzato barricate. Soltanto lo yo-
(FOTO DLM) E il ministro ci ha riflettuto. Ma gurt è strategico.
pagina 14 Sabato 2 aprile 2011

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

TENDENZE / EDITORIALI

I NEOBUONISTI: Impressionisti
100 opere da
Pesci d’aprile
‘Il Portogallo
Gorbaciov
Anche
Majorana
Dopo Chi

VENITE
Francoforte in crisi Sharon l’ha visto?
in mostra al vende Stone alla riaperto il
Palazzo delle Cristiano festa dei caso della
Esposizioni Ronaldo’ suoi 80 anni scomparsa

VIA CON NOI Mettiamo la sveglia e rimbocchiamoci


le maniche, ci sarà parecchio da fare.
Sulla scia di Saviano, si moltiplicano i titoli che grondano speranza e ottimismo
di Caterina Soffici pa, in un volume previsto a correnti di questi tempi re- Illustrazione potrebbe essere solo una cu-
maggio per Mondadori. Lo cita che, in fondo, si viveva di Doriano riosa coincidenza, ma anche

D
sta consegnando in questi meglio all’epoca dei nostri il segno di un nuovo Zeitgei-
giorni e quindi ancora se ne genitori e quel periodo pro- st, uno Spirito del Tempo
sa poco, l’unica cosa certa è babilmente non ritornerà che davvero chiede di cam-
che gronderà speranza e ot- più”. Sbagliatissimo, bi- biare marcia e voltare pagi-
timismo. A cominciare dal sogna scacciare la cul- na una volta per tutte.
titolo: quello provvisorio re- tura nostalgica e
cita, “È meglio avere un so- passatista, “esse- MA POTREBBE essere
gno”. Ma un po’ più cielli- re capaci di im- invece solo una nuova mo-
namente potrebbe diventa- da editoriale. Esaurito il
re “Cosa tiene accese le prolifico filone del con-
stelle”. Il ilbro spieghe- tro, adesso tocca al “pro”.
rà “perché il futuro è Dal maggio 2007 (data di
meglio del passato”. uscita di La Casta di Gian
Sembra un po’ il se- Antonio Stella e Sergio Riz-
opo che dell’Italia abbiamo quel di La fortuna zo e data di nascita dell’e-
detto e scritto tutto il peg- non esiste, dove ditore Chiarelettere), la de-
gio e anche di più, il vento si spiegava ai nuncia del marcio italico ha
sta cambiando. Si è già visto connazionali dato vita a un’industria flo-
con l’ondata di libri e di che la sfiga rida e redditizia. Le storiac-
commenti sui 150 anni del- non è una ce da raccontare certo non
l’unità dove abbiamo am- condizione mancavano, bastava sceglie-
messo che siamo sì un po- anagrafica re l’argomento sul quale in-
polo complicato, ma non e si rac- dagare. Si sa come vanno le
proprio tutto da buttare. contava- mode: quando una cosa fun-
Ora sta arrivando un nuovo no sto- ziona, tutti a capofitto a co-
filone di “narrazione” (co-
me direbbe Vendola). All’i-
nizio è stato il Vieni via con
me di Saviano (diventato li-
bro per Feltrinelli) rivolto
rie di
ameri-
cani de-
relitti e
diseredati
maginarsi
il futuro,
di porsi
traguardi
ambiziosi,
“ Dopo tante
denunce della
lui i sogni li ha già venduti
tutti, ma erano taroccati, co-
me le case de L’Aquila e il
casinò di Lampedusa).
piare. Dopo la Casta origi-
naria, che metteva alla ber-
lina i privilegi e gli sprechi
dei politici, ogni casta ha
avuto il suo trattamento: i
all’altra Italia che cerca la ri- che non si piango- perché la ca- casta e del MESSAGGI IN POSITI- camici bianchi, il sindacato,
scossa. È un fenomeno an- no addosso, ma inve- pacità di guar- VO, insomma, meritevoli di i giornalisti, i notai. Non che
cora poco chiaro, ma sta ce si danno da fare per dare sempre un malcostume analisi. Da notare, per inci- prima non esistessero privi-
prendendo forma e si intui- migliorare la propria esi- passo più avanti so, che vengono da Calabre- legi, prebende e corporazio-
scono segnali interessanti.
Martedì prossimo uscirà
stenza. Ma si sa, la ricerca
della felicità per loro è scrit-
del nostro orizzonte
è la qualità più preziosa”.
ora si cambia si junior e da Sofri junior, fi-
gli del commissario Luigi Ca-
ni, ma da un certo punto in
poi la parolina “casta” alme-
per Rizzoli il nuovo libro di
Luca Sofri, direttore del
ta nella Costituzione. Da noi
le cose sono un po’ diverse,
Anche qui si racconteranno
storie di personaggi che ce
rotta, “perché labresi e di Adriano Sofri,
l’ex leader di Lotta Continua
no nel sottotitolo era garan-
zia di sicuro successo. Lo-
quotidiano online Il Post,
che spiega cosa significa og-
eppure Calabresi è convinto
che “il sentimento di sfidu-
l’hanno fatta, imprenditori e
semplici cittadini che han-
il futuro condannato come mandan-
te di quell’omicidio, con tut-
renzo Fazio con Chiarelette-
re ha intercettato la voglia di
gi essere italiani e come si cia sempre più diffuso nel no avuto un sogno, ci hanno to quello che il caso Cala- notizie e di inchieste e si è
può tornare a esserne orgo- nostro Paese assomiglia a creduto e l’hanno realizza- è meglio del bresi-Sofri e la vicenda giu- inserito nel grande silenzio
gliosi. Un grande paese è il una forma di fatalismo no- to. (Berlusconi probabil- diziaria legata hanno voluto della stampa e dell’informa-
titolo e rispecchia “la defi- stalgico: uno dei ritornelli ri- mente non ci sarà, perché passato” dire per la storia d’Italia. E zione nazionale.
nizione che vorremmo po-
ter dare dell’Italia senza che
ci scappi da ridere”. “L’Ita-
lia tra vent’anni e chi la cam-
bierà” si legge nel sottotito-
LO SCRITTORE NON CORRE
” Quello che non si poteva
scrivere sui quotidiani, gli
stessi giornalisti stipendiati
da quei quotidiani lo pub-
blicavano in un libro inchie-
lo. “Come possiamo trasfor-
mare l’Italia da qualcosa a
cui siamo affezionati in
STREGA, UN PREMIO SENZA... ARBASINO sta. Caste e il malcostume
hanno condotto le danze.
Ogni editore ha aperto la
lla fine Alberto Arbasino - autore di mia lunga operosità letteraria. Ma mi
qualcosa di cui essere orgo-
gliosi, almeno tra vent’anni,
senza ricorrere ancora a Mi-
A libri raffinati come Super
Eliogabalo”, “Fratelli d’Italia e “Un paese
parrebbe fuori posto una eventuale gara
con competitori che hanno la metà dei
sua brava collana di inchie-
ste, ogni giornalista ha svuo-
tato i cassetti, Poi, per quan-
chelangelo e Domenico senza” - ha detto no. Non un gran rifiuto, miei anni. Con un carissimo ricordo di to il marcio in Italia sia este-
Modugno?” si chiede Sofri. solo una riflessione (che è difficile non Goffredo e Maria, ai bei tempi”. Un so da poterci fare una nuova
Ci sono le cose giuste e le condividere). Quando gli avevano chiesto passo indietro pieno eleganza, che Treccani, anche il filone del-
cose sbagliate, e bisogna cosa pensasse di una eventuale mostra una raffinata intelligenza come le inchieste si è un po’ sa-
imparare a scegliere le pri- Alberto Arbasino (FOTO LAPRESSE) turato.
me. Cominciando a lavorar- partecipazione allo Strega con il suo davvero poche ne sono rimaste. Gliene Quindi adesso tutti alla ri-
ci subito, “domattina e an- “America Amore”, aveva detto: “In linea saranno grati gli scrittori partecipanti: una buona idea lasciare uno spazio cerca di pensieri, idee e
che sul presto”. di massima non ho niente in contrario, certi paragoni sono difficilmente perché altri si possano far strada. Però c’è schemi per il futuro. Un’I-
purché non sia una cosa troppo faticosa”. sostenibili. Arbasino ha ragione: lui, 81 nel panorama letterario, anche un talia migliore del paese che i
METTETE LA SVEGLIA Ieri ci ha ripensato. Così: “Gentilissima anni, ha il doppio dell’età degli altri. In problema di talenti perssoché inesistenti, giornali e le cronache ci ren-
quindi e rimboccatevi le ma- Fondazione Bellonci, in qualità di Italia le carriere cominciano, quando scrittori che s’inventano da un giorno dono ogni giorno esiste, lo
niche perché ci sarà parec- vegliardo, sarei ovviamente onorato e cominciano, a cinquant’anni (dalle all’altro, acclamati geni che balbettano sappiamo bene. La storia pe-
chio da fare. È la stessa stra- già al secondo romanzo. rò ci ha insegnato che in ge-
incantato per un eventuale premio alla professioni, alla politica, all’Università): è
da che consiglia Mario Ca- nere sta nel posto sbagliato
labresi, direttore de La Stam- al momento sbagliato.
Sabato 2 aprile 2011 pagina 15

SECONDO TEMPO

IMPEGNO / IN PALCOSCENICO

ORA IL DIVO VA A TEATRO


Pièce-processo su Andreotti con la partecipazione del
giudice Caselli. E un’altra ispirata all’ultimo Craxi
di Roberta Zunini passare per un uomo pronto alla
battuta, ma lontano dalla mon-
Il procuratore: de particolarmente delicate co-
me quelle relative all'omicidio
drammaturghi italiani risco- “Questo lavoro del presidente della Regione Si-

I
danità, intelligente e discreto. In
prono l’impegno civile e a realtà è solo un mediocre prota- cilia, PierSanti Mattarella”. Se-
Milano stanno per debutta-
re due pièce che hanno per
gonista di una politica che ha fat-
to del servilismo e della medio-
ha il merito di condo il procuratore Caselli tut-
to questo è stato nascosto o ma-
protagonisti due emblemi della crità i mezzi principali per rag- nipolato, motivo per cui la stra-
politica del prima Tangentopo- giungere il potere e mantener- svelare la grande maggioranza della gente
li. In “Una notte in Tunisia” di lo”. Per questo “nell'Innoncen- è convinta in perfetta buona fe-
Vitaliano Trevisan, in scena al za di Giulio” non compare l'An- manipolazione de che il senatore a vita sia stato
Franco Parenti, Alessandro Ha- dreotti dimesso o simpatico, in perseguitato da innocente e poi
ber interpreta un Bettino Craxi bilico tra la ragion di Stato e i sen- mediatica del sia stato assolto mentre questo,
ormai sconfitto e disilluso. Men- timenti. Un nonno stritolato dal- fino al 1980, non è vero. “Ho ap-
tre dal 5 aprile al Teatro della la politica. Sotto l'impermeabile processo” prezzato questo lavoro di Giulio
Cooperativa viene ricostruito il che Cavalli vestirà, c'è invece Cavalli perché c'era spazio per
processo al senatore a vita An- l'uomo che ha dichiarato tutto il affrontare la manipolazione me-
dreotti da Giulio Cavalli, l'atto- suo amore per il potere con l'or- devano un film. La mano di Giu- diatica e politica che è stata fatta
re- autore che ha scritto, con la mai celebre frase: “Il Potere lo- lio si è consumata strofinandosi dell'esito del processo”. Parlare
supervisione del procuratore gora chi non ce l'ha”. L'attore- addosso, come un gatto cattivo di assoluzione , nonostante la
Gian Carlo Caselli che istruì il autore trentaquatrenne - da anni e lascivo che fa le fusa per senso gravissima responsabilità prova-
processo di Palermo ad An- costretto a vivere sotto scorta di colpa. La mano di Giulio svie- ta fino al 1980, secondo Caselli,
dreotti la piece intitolata “L'in- per il suo impegno contro le ma- ne nelle mani a cui non sa dare non è solo uno strafalcione tec-
nocenza di Giulio”. Dove per risposte. Stringe la mano che è nico ma significa soprattutto
Giulio si intende Andreotti. Chi pronta a comandare...” due cose: “innanzitutto legitti-
conosce il teatro civile di Cavalli
sa che di ironico e provocatorio
L’autore: “Lo Il procuratore Gian Carlo Casel-
li, che ha seguito la stesura del
mare per il passato ma anche per
il presente e magari per il futuro,
nei suoi lavori non c'è solo il ti-
tolo, bensì tutto l'impianto del
hanno fatto lavoro, si dichiara assai soddi-
sfatto del risultato: ”Spero che
una politica che contempla an-
che il rapporto con il malaffare,
lavoro, senza per questo toglie-
re nulla alla rigore della messin-
passare per un ‘L’innocenza di Giulio’ possa
contribuire a fare chiarezza su
per poi stracciarsi le vesti se la
mafia non viene definitivamen-
scena. Il suo teatro civile usa l'i- una vicenda che ancora oggi è te sconfitta. In secondo luo-
ronia per tamponare lo strazio e uomo discreto deformata e sconosciuta. go,stravolgendo la verità si dele-
lasciar fuoriuscire la rabbia. gittimano tutti quei magistrati
e simpatico, LA CORTE D'APPELLO di che ancora ritengono sia loro
NON SOLO nei confronti del Palermo, con una sentenza con- dovere indagare a 360 gradi”.
politico Andreotti, del suo vive- ma la verità è fermata in Cassazione ha dichia- Si tratta di un argomento pur-
re e pensare cinico, spacciato rato il senatore Giulio Andreotti troppo ancora di stretta attuali-
dai media per intelligenza e astu- ben diversa” 'responsabile del reato di asso- tà: “La cosa è attuale e per quan-
zia politica ma dell'inganno me- L’autore e attore Giulio Cavalli in “L’innocenza di Giulio” () ciazione a delinquere con Cosa to mi riguarda, la cosa si è tradot-
diatico che ha assolto Andreotti, Nostra, reato da lui commesso fi- ta in una legge persecutoria che
nonostante sia stato dichiarato fie – per trasformarsi in Andreot- sero messo due occhi e una boc- in chiesa De Gasperi parlava con no al 1980'. Questa univoca af- mi ha estromesso dal concorso
responsabile per associazione a ti utilizzerà un inginocchiatoio e ca, alla mano di Giulio, sarebbe Dio, Giulio con il prete. La mano fermazione di responsabilità pe- per Procuratore nazionale anti-
delinquere fino al 1980, condan- un impermeabile: “E' un indu- un monologo in mondovisione di Giulio ha stretto la mano santa nale non ha fatto scattare una mafia. Dovevo pagare il proces-
na caduta in prescrizione. “Si è mento perfetto per far scivolare stenografato sui libri di scuola. del Papa, quello vero. La mano di condanna soltanto perché il rea- so Andreotti”, è l’amara conclu-
trattato di un trucco mediatico via ogni accusa, prima di genu- La mano di Giulio si è giunta, in Giulio ha stretto la mano del Pa- to commesso è prescritto. Ma la sione di Caselli. Giulio Cavalli
doloso che ha ingannato l'opi- f lettersi. preghiera. Fingendo di parlare pa, quello finto: Michele Greco, sentenza si basa su prove sicure non vuole che si sveli il bis che
nione pubblica su fatti gravissi- La mano di Giulio è una mano con Dio, facendo finta perché il papa di Cosa Nostra, nella sa- che riguardano fatti gravissimi offre al suo pubblico, ma noi vi
mi. Ciò ha reso l'atteggiamento che ha girato il mondo. La mano De Gasperi e Giulio andavano a letta privata dell’Hotel Naziona- tra cui gli incontri con il boss Ste- diamo una traccia. Si parte sem-
di Andreotti ancor piu' simpati- di Giulio è una mano che si è messa insieme e tutti pensavano le giù a Roma dove Giulio, quello fano Bontade e altri mafiosi di pre da Palermo, da un campo di
co – dice Cavalli - L'hanno fatto stretta milioni di volte, se ci aves- che facessero la stessa cosa: ma vero, e il papa degli amici si go- quel calibro per discutere vicen- calcio.

IL DERBYSSIMO DI SAN SIRO

LEONARDO IL “TRADITORE” PREPARA LA VENDETTA CON IL TRIDENTE


di Giancarlo Padovan tale sarebbe il Napoli, nel platealmente, come quasi neanche con

l derby di Milano numero


caso in cui battesse la La-
zio, domani, al San Paolo
Zaccheroni, mal sopportato perché scel-
ta esclusiva di Galliani, prima ancora che VERNICI L’“altro”
I 275 in assoluto – gli storici si
accapigliano per il 276, ma si
all’ora di pranzo (ore
12.30). O l’Udinese, sem-
“comunista” o parente di “comunista” (la
cognata era iscritta ai Ds). La differenza Mannelli in mostra a Rieti
tratterebbe di una remotissima pre che continui a stupi- era che Zaccheroni uno scudetto era riu-
edizione con squadre infarcite re, questa volta a Lecce. scito a prenderlo (1999), mentre Leonar- vvolgenti come creature femminili di epoche re-
di giovani – sarà decisivo. Non
si spiegherebbe altrimenti l’e-
Una volatona rabbiosa.
Non si ricorda una sfida
do no. “Ci fossi stato io in panchina – disse
Berlusconi in uno dei suoi deliri – avrei
Ae dilaniata.
mote eppure simbolo di una contemporaneità acida
Sarà per via di quel singolare tratto, di quella
norme attesa agonistica (le due così per la semplice ragio- vinto il titolo con cinque punti di vantag- matita appuntita più simile ad un coltello, paragonabile
squadre, primo il Milan e se- Leonardo Nascimento ne che solo una volta, in gio”. Leonardo replicò sibillino: “Il te l’a- solo alle analisi compiute su un lettino da seduta psi-
conda l’Inter, sono divise da de Araujo (F L P
OTO) passato, un allenatore era
A RESSE vevo detto è un giochino un po’ banale”. coanalitica, per cui la linea che si dipana sui fogli non è
appena due punti a otto turni stato, l’anno precedente, E mesi dopo, sempre riferito a B., affon- mai slegata dai paradossi psicologici della persona ri-
dalla fine), addirittura superiore ad ogni sulla panchina avversaria: Ilario Casta- dò: “Dentro di lui deve esserci qualcosa tratta. Questo è il Riccardo Mannelli più intimo, l’altra
altra costruzione mediatica. Né la vigilia gner, nell’83-84 al Milan e, la stagione do- che non è a posto”. anima - o forse la più nitida ed autentica - dell’autore
criptata dell’Inter, astenutasi dall’even- po, all’Inter del neo presidente Pellegrini. Non si sa, tra Moratti e Leonardo, chi sia corrosivo che quotidianamente ci descrive gli attributi
tualità di una conferenza stampa con- Nessuno, però, al pari di Leonardo Nasci- stato il primo ad accorgersi che la muta- deformi e debordanti dei personaggi imperanti nella
giunta, come il Milan chiedeva per spet- mento de Araùjo, 41 anni, tecnico con- zione era genetica. O, forse, più sempli- politica.
tacolarizzare l’evento. Meno che mai il si- vertito alla causa da un’intuizione berlu- cemente, che era sbagliata la sponda dalla Autore di stralci quotidiani, non smette di sperimen-
lenzio sugli schieramenti: Allegri sman- sconiana (il primo fu Capello) e convinto quale Leonardo guardava al calcio e al re- tare la variabilità dei mutamenti sociali riflessi dai no-
tella le certezze circa l’impiego di Seedorf sull’altare della necessità più che della di- sto. Fatto sta che l’uomo e il suo proto- stri indecisi involucri umani. Due le occasioni in cui
(“chi ha detto che gioca?”); Leonardo è versità, era riuscito a introdurre un derby tipo, prima ancora dell’allenatore, a Mo- viene celebrato il suo talento libero e impertinente: da
tentato da un’ipotesi iperoffensiva che adesso appare come lo spareg- ratti sono piaciuti al punto da pensarci su- oggi gli “Appunti per la ricostruzione della bellezza” a
(Eto’o, Pazzini, Pandev, sostenuti da gio-scudetto. E pensare che Leonardo bito quando Benitez, già dotato di pochis- Rieti (Studio7 Arte Contemporanea, via Pennina 19,
Sneijder). Tutto, insomma, dice che sta- non avrebbe voluto diventare allenatore simo appeal, cominciò a vacillare. L’Inter fino al 22 aprile), un percorso co-
sera, ore 20.45, il derby conta tanto. Qua- (pensava alla carriera di manager in socie- è in rimonta (undici i punti recuperati, stellato di ritratti che porta allo sve-
si tutto se il Milan vince (andrebbe a più tà), accettò solo in forza del suo passato comprese le due gare saltate per il Mon- lamento di un’inedita tavola-collage
cinque sui nerazzurri con il vantaggio dei milanista (tredici anni tra il campo e la diale di club, da quando c’è il nuovo mi- a grafite. La seconda, dal 16 al 30
due scontri diretti), molto se l’Inter sor- scrivania) e dell’amicizia con Galliani. ster), anche se Leonardo, l’ex ormai ripu- aprile, sempre a Rieti: “Fine penna
passa (sette giornate sono tante, avendo il Mai avrebbe pronosticato che gli sarebbe diato pure dai tifosi rossoneri che a fine mai” (Libreria Moderna, via Garibal-
peso della Champions da giocare, ma gli piaciuto tanto. Né che a piacergli di più stagione promossero lui e bocciarono il di 272), ampia e mirata selezione
avversari patirebbero il contraccolpo). In fosse il trasformarsi nell’oppositore inter- padrone, da milanista un derby non lo ha delle tavole satiriche realizzate per
caso di pareggio – l’ipotesi più diffusa no al suo capo supremo (“A Narciso tutto mai vinto. Sarebbe più dolce se accadesse la prima pagina de Il Fatto Quoti-
perché ibernerebbe la situazione rinvian- quello che non è specchio non piace”), stasera. Leonardo esulterebbe? “Non ho diano. (c .c .)
done lo scioglimento all’ultimo mese e l’uomo griffato B. Il quale prima lo blandì, un copione, mi comporterò nel modo più
mezzo – a ricevere una spinta fondamen- poi prese a pizzicarlo, infine ad attaccarlo naturale possibile”. Quindi sì, esulterà.
pagina 16 Sabato 2 aprile 2011

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ rifiuto delle Regioni non si
può mimetizzare dietro fan- di Nanni Delbecchi
Meglio di
Guido Angeli
nel doppiopetto, nella postu- la materia prediletta di B; se si

Ruby tasmi razzisti (che pure ci so-


no), ma è solo provocato dal-
l’improvvisazione, le tendo-
poli sono una foglia di fico,
repliche sparpagliate di pic-
un peccato che lo spot
Èdelpromosso dal ministero
Turismo per convincere
gli italiani a trascorrere le loro
ra e perfino nel riporto.
In questo clip istituzionale la
novità è l’assenza della mo-
zione degli affetti, niente scri-
vania di casa, né finta libreria
sbaglia a contare i suoi pro-
cessi, figuriamoci se non si in-
carta sui monumenti naziona-
li. “Lo sapevate che L’Italia è il
paese che ha regalato al mon-

non pervenuta coli inferni. Nadia Zicoschi


torna sulla giornata della
vergogna parlamentare, ma
il tema viene presto accanto-
nato, senza affondare l’ana-
vacanze “in questa magica
Italia” venga trasmesso col
contagocce (ma si può facil-
mente colmare la lacuna an-
dando su youtube), perché,
in noce massello con alle
spalle le foto dei figli in favore
di telecamera. Qui siamo a
Villa Madama, dove il magico
Silvio torreggia in piedi – tra
do il 50 per cento dei siti ar-
tistici tutelati dall’Unesco?”;
lui di certo non lo sapeva, al-
trimenti non si sognerebbe di
esordire con una simile ca-
lisi. Una notiziola avrebbe nella sua essenzialità, è vera- Carlo Dapporto e Braccobal- stroneria. La percentuale cor-
di Paolo Ojetti però meritato: per risollevare le sorti della Mo- mente un filmato istruttivo. do Bau – e con il suo accento retta dei siti italiani tutelati
ratti, il capolista a Milano sarà – per la terza volta – Non sull’Italia, presentata co- da barzellettiere brianzolo dall’Unesco è il 5 per cento,
g1 Silvio Berlusconi. Visti i sondaggi catastrofici, è me un insieme di ovvietà e declama slogan davanti a un ma come al solito Silvio non
T A dare credibilità all’incredibile ci pensa
Sonia Sarno. Qui non ci sono increspature, il
un’emergenza: o Silvio forever o il disastro. cartoline illustrate, ma sull’i-
taliano più arcitaliano che ci
leggio, come Riccardo Muti
quando dirige la Nona di Bee-
sa resistere, gli piace arroton-
dare per eccesso perché suo-
“premier” è un uomo formidabile che ha idee e g3 sia, Silvio Berlusconi, il piaz- thoven o Arnoldo Foà quan- na bene. Chi non ricorda il
soluzioni da vendere e che vive in perenni “ca-
bine di regia”, è il Fellini delle emergenze, il John
T Il maestrale ce l’ha con Berlusconi: il suo
sgombero “in 48-60 ore al massimo” di Lampe-
zista che non si spaventa da-
vanti a nulla, e, se si presenta
do legge i Canti di Leopardi.
Alle spalle, un quadro baroc-
contratto con gli italiani per
un milione di posti di lavoro e
Ford che non sistema pellerossa, ma tunisini. Poi dusa è fermo. Non avendo idee migliori, Berlu- a Lampedusa, è per candidar- co, in sottofondo una di quel- il diagonalone autostradale
si scende dal paradiso berlusconiano e i servizi sconi riscopre il suo “piano Marshall” per il Ma- la al Nobel per la pace (ma già le musiche che allarghereb- attraverso gli Urali vergato di
di cronaca da Lampedusa, Manduria e Ventimi- ghreb (soldi a Tunisi perché si riprendano i mi- che c'eravamo perché non bero il cuore anche ad Al Ba- suo pugno a “Porta a Porta”?
glia riportano con i piedi in terra, una transu- granti: la persuasione cash) e Maroni scarica il Tomasi di Lampedusa al pre- no (come, per intenderci, Ai tempi del primo spot, En-
manza umana attorno alla quale si scontrano leg- caos sulle Regioni. Due servizi (Paolo Piras e mio Strega?) l’inno di Forza Italia) e intan- zo Biagi disse che se avesse
gi, emergenze umanitarie, buon senso e sfrut- Giusi Sansone), dimostrano però che le tendo- Non c’è alcun dubbio, più di to scorrono le immagini di avuto le tette Berlusconi
tatori: un “passaggio” clandestino in motociclet- poli sono ingestibili lager e che a Lampedusa è qualsiasi altro, lo spot è l’ha- Piazza del Plebiscito a Napoli, avrebbe fatto anche l’annun-
ta verso Mentone, 100 euro. Dopo una Libia lun- stato commesso un vero misfatto umanitario. La bitat naturale di B, quello in di Piazza San Marco a Vene- ciatrice. Arrivato a 75 anni,
ga lunga, ecco la “pagina politica” con tre ser- pagina politica (Bersani ospite in studio) rincor- cui si rivelò un vero maestro zia, di Castel Sant'Angelo e deve avere pensato che do-
vizi: abbassare i toni (tremenda frase fatta, ugua- re i “tormenti di Berlusconi” (le elezioni antici- fin dalla discesa in campo del San Pietro dei templi di Se- potutto le tette non sono que-
le al famoso “centro del dibattito”), un vacuo pate convengono o no?), il caos nel Pdl dove tutti 1994 in cui si ispirava al Gui- gesta, del duomo di Firenze e sto gran problema e ha debut-
Schifani e un pastone classico con finale Ga- azzannano La Russa, considerato ormai un do Angeli di Aiazzone (“Pro- di quello di Orvieto. Quando tato come signorino buona-
sparri-Cicchitto-Calderoli. Le cronache nere dead man walking. Dice Mariella Venditti: “Se vare per credere”), battendo- il fine dicitore passa a dare sera, consapevole che il suo
chiudono la partita. Ruby non pervenuta. cade La Russa, anche gli altri due coordinatori, lo in casa: credete senza nem- qualche numero, comincia- cavallo di battaglia è sempre
Verdini e Bondi, cadono come birilli”. Ed è pro- meno provare. Da allora, una no anche gli strafalcioni. Lo lo spot pubblicitario.
g2 prio Verdini -per chi non lo sa - che sta facendo serie di capolavori che hanno sappiamo, l’aritmetica non è Fingendo di mettersi al servi-
T Calma piatta. Berlusconi e Maroni si dicono
ottimisti. Il vento ritarda lo sgombero da Lampe-
ancora shopping alla ricerca di voti parlamen-
tari. Non manca Ruby. Fra quattro giorni comin-
prodotto anche dei cloni, co-
me il costruttore Roberto Il costruttore Roberto
zio dell’Italia, ancora una vol-
ta mette l’Italia al servizio di
dusa, ma la dispersione dei “migranti” sul terri- cia l’erosprocesso. Niente telecamere, niente Carlino, che negli spot per Carlino, emulo pubblicitario se stesso. Nulla di nuovo sot-
torio nazionale si inceppa: il Tg2 ammette che il foto. Duro colpo alla società dello spettacolo. vendere le sue case lo imita di Silvio Berlusconi to i riflettori.

LA TV DI OGGI
11.00 RUBRICA Appunta- 14.00 VARIETÀ Top of the 14.00 NOTIZIARIO TG 20.57 PREVISIONI DEL TEM- 13.00 NOTIZIARIO TG5 - 13.55 EVENTO SPORTIVO 12.00 VARIETÀ Ricette di 9.55 RUBRICA Bookstore
mento al cinema Pops 2011 Regione - TG3 - TG3 Pixel PO Meteo Meteo 5 Motomondiale 2011 GP famiglia 11.00 DOCUMENTARIO
11.10 RUBRICA 7+ 16.15 TELEFILM La signora 14.50 RUBRICA Tv talk 21.00 NOTIZIARIO News 13.40 REALITY SHOW Spagna: Prove Classe 12.50 TELEFILM Distretto La7 Doc "Couples & Duos"
12.00 VARIETÀ La prova in giallo 16.25 RUBRICA Art News lunghe da 24 Grande Fratello - Pillole MotoGP (DIRETTA) di Polizia 8 11.35 TELEFILM Ultime dal
del cuoco 17.00 RUBRICA Sereno 16.55 NOTIZIARIO TG3 21.27 PREVISIONI DEL TEM- 13.45 FILM Aspettando il 15.00 EVENTO SPORTIVO 13.50 REAL TV Forum: ses- cielo "Il fantasma del-
13.30 NOTIZIARIO TG1 variabile L.I.S. PO Meteo tuo si Motomondiale 2011 GP sione pomeridiana del l'Opera" "Il gatto"
14.00 RUBRICA Easy Dri- 18.00 NOTIZIARIO TG2 17.00 TELEFILM Squadra 21.30 RUBRICA Meridiana 15.30 ATTUALITÀ Verissi- Spagna: Prove Classe Sabato 13.30 NOTIZIARIO TG La7
ver L.I.S. - Meteo 2 Speciale Vienna - Scienza 1 mo - Tutti i colori della 125cc (SINTESI) 15.15 DOCUMENTARIO 13.55 REAL TV Il contratto
14.30 VARIETÀ Le amiche 18.05 TELEFILM Primeval 17.45 RUBRICA SPORTIVA 21.57 PREVISIONI DEL TEM- cronaca 15.10 EVENTO SPORTIVO Magnifica Italia - Gente di talento
del sabato 18.50 REALITY SHOW Magazine Champions League PO Meteo 18.50 GIOCO Chi vuol Motomondiale 2011 GP 15.25 SPECIALE Speciale 16.15 FILM Una bionda
17.00 NOTIZIARIO TG1 - L'isola dei famosi 8: la 18.10 RUBRICA SPORTIVA 22.00 ATTUALITÀ Inchiesta essere milionario Spagna: Prove Classe Tempesta d'amore tutta d'oro
Che tempo fa settimana 90° Minuto - Serie B 3 (Interni) (REPLICA) 20.00 NOTIZIARIO TG5 - Moto2 (DIRETTA) 15.30 TELEFILM Perry 18.00 TELEFILM NYPD Blue
17.15 RUBRICA RELIGIOSA 19.30 REALITY SHOW 19.00 NOTIZIARIO TG3 - 22.30 NOTIZIARIO News Meteo 5 16.00 NOTIZIARIO TGCom Mason "Colleghi e amanti" "Buo-
A sua immagine L'isola dei Famosi 8 TG Regione - Meteo lunghe da 24 20.30 ATTUALITÀ Striscia 16.05 FILM La recluta del- 17.00 TELEFILM Detective ne notizie"
17.45 DOCUMENTARIO 20.25 Estrazioni del Lotto 20.00 ATTUALITÀ Blob 22.57 PREVISIONI DEL TEM- la Notizia - La voce del- l'anno Monk 20.00 NOTIZIARIO TG La7
Passaggio a Nord Ovest 20.30 NOTIZIARIO TG2 presenta Vota Antonio PO Meteo l'improvvidenza 18.15 CARTONI ANIMATI 18.55 NOTIZIARIO TG4 - 20.30 ATTUALITÀ In Onda
18.50 GIOCO L'eredità 21.05 TELEFILM Criminal 20.10 ATTUALITÀ Che 23.00 RUBRICA Consumi e 21.10 VARIETÀ La Corrida 18.30 NOTIZIARIO Studio Meteo "I processi d'aprile"
20.00 NOTIZIARIO TG1 Minds tempo che fa consumi - Dilettanti allo sbaraglio Aperto - Meteo 19.35 SOAP OPERA Tempe- 21.30 TELEFILM L'ispettore
20.30 NOTIZIARIO SPORTI- 22.40 RUBRICA SPORTIVA 21.30 DOCUMENTARIO 23.27 PREVISIONI DEL TEM- 0.30 VARIETÀ Chiambret- 19.00 CARTONI ANIMATI sta d'amore Barnaby "Patto di sangue"
VO Rai TG Sport Rai Sport Sabato Sprint Ulisse: Il piacere della PO Meteo ti Night - Solo per numeri 19.30 FILM Stuart Little 20.40 TELEFILM Walker 23.35 TELEFILM Medical
20.35 GIOCO Affari tuoi 23.25 NOTIZIARIO TG2 scoperta 23.30 RUBRICA Tempi sup- uno 21.10 FILM Garfield - Il Texas Ranger Investigation "Il vento del
21.10 VARIETÀ Ballando 23.35 RUBRICA TG2 Dos- 23.25 NOTIZIARIO TG3 - plementari 1.45 NOTIZIARIO TG5 - Film 21.30 TELEFILM Bones deserto"
con le stelle sier TG Regione 23.57 PREVISIONI DEL TEM- Meteo 5 Notte 22.40 CORTO Buon Nata- 22.20 TELEFILM Lie to Me 0.30 NOTIZIARIO TG La7
0.30 RUBRICA Italia mia, 0.20 RUBRICA TG2 Storie 23.45 ATTUALITÀ Un gior- PO Meteo 2.10 ATTUALITÀ Striscia le, Madagascar! 23.15 TELEFILM Law & 0.40 ATTUALITÀ M.O.D.A
esercizi di memoria - I racconti della settima- no in Pretura 0.00 NOTIZIARIO News la Notizia - La voce del- 23.10 RUBRICA SPORTIVA Order - Unità Speciale 1.25 FILM Fenomeni
1.15 NOTIZIARIO TG1 na 0.45 NOTIZIARIO TG3 lunghe da 24 l'improvvidenza (REPLICA) Studio Sport XXL 0.10 FILM Il commissario paranormali incontrollabi-
Notte - TG1 Focus - Che 1.00 NOTIZIARIO TG2 0.55 RUBRICA TG3 Agen- 0.27 PREVISIONI DEL TEM- 2.30 FILM Imperia la 0.35 FILM Creature del Wallander - Il fratello li
tempo fa Mizar da del mondo PO Meteo grande cortigiana terrore gemello 3.30 FILM San Antonio

TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE


/ Revolutionary Road  Che tempo che fa  Un giorno in Pretura
Frank e April Wheeler è una coppia del- Una grande firma del giornalismo come Si apre una nuova stagione di “Un
la middle class, sposata e con due figli, primo ospite di Fabio Fazio. Si tratta di Giorno in Pretura”con il caso che rap-
nella New York degli anni ‘50. Dietro Ferruccio De Bortoli, direttore del Cor- presenta il giallo per eccellenza della
un’apparenza invidiabile, gli Wheeler riere della Sera dal 2009, ma già alla cronaca italiana: il delitto di via Poma.
celano drammi di solitudine e insoddi- guida del principale quotidiano dal A vent’anni di distanza dall’omicidio
sfazione. Nel corso del racconto i mem- 1997 al 2003. Il secondo ospite è Rober- che ha turbato un intero paese, la corte
bri della famiglia si vedranno, inevita- to Giacobbo, giornalista e scrittore, di Assise di Roma è chiamata a giudi-
bilmente, costretti a togliersi le masche- oltre che conduttore della fortunata care l’unico imputato, Raniero Busco,
/ Stuart Little / Garfield - Il Film  Ulisse: Il piacere della scoperta
re e a guardarsi negli occhi, affrontando trasmissione “Voyager”. Infine Raphael all’epoca fidanzato della vittima, l’ap-
Stuart è un simpatico topolino che vie- Tratto dall’ormai classico fumetto. La In questa puntata “Ulisse”conduce gli
il fallimento delle proprie dimensioni Gualazzi, recente vincitore nella catego- pena diciannovenne Simonetta Cesaro-
ne adottato da un famiglia dell'upper vita del gatto Garfield trascorre, come spettatori in un viaggio insolito intorno
individuali e affettive. ria giovani al Festival di Sanremo. ni.
class newyorkese. Qui, nell’elegante cor- quella di tutti i suoi simili, fra mangiare alla terra. Questo viaggio eccezionale
nice della Fifth Avenue, il nostro “eroe” Sky Cinema Hits 21,10 e dormire, coccolato da tutta la fami-
Rai 3 20,10 parte dal cielo e mostra il nostro piane-
Rai 3 23,45
troverà finalmente un luogo da poter glia... fino a quando un nuovo arrivato, ta da una prospettiva unica.Alberto
chiamare casa. Ricambierà la famiglia il cane Odie conquisterà le attenzioni Angela mostra com’è la terra vista dal-
Little con tutto il suo gran cuore.Tut- del suo padrone. Ma quando il cane ver- lo spazio: sembra un pianeta disabitato,
tavia non tutto filerà per il meglio: se la rà per errore catturato dall'acca-lappia- senza l’uomo.A occhio nudo si vede il
dovrà vedere infatti con l'acerrimo cani, Garfield entrerà in azione per sal- mare, si vedono le terre emerse… Ma
nemico per antonomasia, il gatto di varlo! Risate assicurate per tutta la non si percepiscono le città, le costru-
casa, Fiocco di Neve. famiglia. zioni, gli edifici.
Italia 1 19,30 Italia 1 21,10 Rai 3 21,30
Sabato 2 aprile 2011 pagina 17

SECONDO TEMPO

feedback$
MONDO
LA VIRGIN COMPRA PLUTONE?
WEB
di Federico Mello
è SU FB: “COMPRIAMO NOI VILLA DUE PALME”
UN GRUPPO PROPONE AGLI UTENTI DI AUTOTASSARSI
Ognuno i suoi soldi li spende come vuole. Appare però
un tantino eccessiva la campagna lanciata da un gruppo
Facebook: “Due Palme e un Buffone - Compriamola
Noi!”. Oltre 500 utenti del social network si sono
posti un obiettivo: “Ho saputo che B. ha fatto solo
l’offerta per la casa... ancora non è sua... propongo di
Commenti al post su
ilFattoQuotidiano.it:
“Tendopoli, le regioni
bocciano il governo.
Centinaia in fuga dal
campo di Manduria”
fottergli la villa... io metto i primi 50 euro...” scrive il

Il “pesce” è LA RUSSA E LA FOTO CON FINI


SUL SITO UFFICIALE DEL MINISTRO
Il ministro Ignazio La Russa, al centro delle
fondatore del gruppo. B. aveva annunciato
di aver comprato casa sull’isola. Ma il giorno
dopo il presidente della Sicilia Raffaele
Lombardo aveva spiegato: “Non credo che
l’abbia comprata. In aereo, sorvolando
è CON QUALE faccia di
bronzo i nostri governanti
non vogliono i migranti nella
ricca Padania e pretendono
che se li prende Francia, nel

è digitale recenti cronache per il suo “vaffa” dal banco


dei ministri al presidente della Camera, non
deve avere un buon rapporto con Internet.
Non si spiega altrimenti come sul
suo sito ufficiale ignaziolarussa.it,
questa villa, si è accorto che era a cinquanta
metri dall’aeroporto”. Manco il tempo di
dirlo ed è partita la campagna Facebook.
frattempo li ammassano a
marcire in Puglia ed in Sicilia!!
E anche a Lampedusa!!
Squirrel

a cominciato di buon’ora Da- Translate per animali”, una sorta rimangano dei riferimenti... poco è IL MANCATO aiuto da
Hpoligospia: “Il colonnello di Tri-
sarebbe fuggito verso un
di traduttore “San Francesco”
che permette a chiunque di ca-
attuali. Nella testata del sito, infatti,
svetta una foto di “Gnazio” che
parte di altri partner
internazionali e soprattutto
paese amico del Mediterraneo” pire quello che “dicono” maiali, sorride affettuosamente proprio a vicini a noi, secondo me, è
e “dalle prime ore dell’alba un oche e asini (ambedue i video so- Fini. Tra i siti consigliati, invece, fa sintomo del grado di
Chessna con i colori dell'aviazio- no degli scherzi naturalmente). bella mostra di sé il link considerazione che abbiamo
ne libica è fermo a Villa Pamphi- Se YouTube ha festeggiato i suoi italobocchino.it. Tra un insulto e un in questo momento a livello
li”. Niente di vero naturalmente: “cento anni di storia” con un vi- pestone, il ministro della Difesa non internazionale. Tutti gli italiani
il fotomontaggio di un enorme deo color seppia, il portale gee- deve aver trovato proprio il tempo sono visti come dei pagliacci.
pesce con la testa di Gheddafi kissimo.com ha pubblicato un di aggiornare la sua pagina web. E pensare che siamo
chiariva bene come quello di (finto) scoop che ha fatto il giro rappresentati da persone che
D’Agostino fosse un pesce d’a- del mondo: l’arrivo del nuovo NON hanno ricevuto la
prile. Internet ha dato nuova lin- “Google Friendship”, un social maggioranza assoluta dei voti.
fa alla tradizione degli scherzi: network marchiato Big-G pron- Governano grazie ad una
ieri sono state decine le notizie to a sfidare Facebook sul suo ter- legge incredibilmente
curiose diramate in tutto il mon- reno. All’appello dei “pesci” antidemocratica.
do (tra queste alcune rimaste nel non è mancata l’associazione Mauroziliani
limbo verità-menzogna: sarà ve- Scambio Etico che ha reso pub-
ro che la spia russa, “Anna la ros- blica una decisione della Corte è CHE RAZZA di governo, i
sa” sarà la nuova Bond-girl?). An- europea di Giustizia che rende governatori della Lega e del
che i giganti della rete non si so- “illegale il software libero”. Da Pdl non vogliono i migranti
no tirati indietro. Google ha dif- segnalare, infine, la prima com- nelle loro regioni e quindi il
fuso due video ufficiali: uno è il pagnia aerea “solo per bambini” nostro governo ha la brillante
tutorial a un nuovo servizio e la “notizia” che la Virgin è idea di rifilarli alla Francia.
“Gmail motion” che permette di pronta a comprare Plutone per Forzabari
controllare la casella di posta finalità turistiche (su quest’ulti-
muovendosi: basta un gesto del- ma, conoscendo i fondatore del- è SUL FRONTE
la mano per rispondere a una l’azienda Richard Branson, rima- immigrazione, credo che i voti
mail; il secondo video spiega in- ne il beneficio del dubbio). E ar- alla Lega li stia servendo la
vece come funziona l’applica- rivederci ai “pesci” del 2012. Il sito di La Russa; sinistra su un piatto d’argento.
zione per Android “Google f.mello@ilfattoquotidiano.it Gmail Motion; Ma non la capiscono che
Google Traduttore “per animali”; questa strategia del
il fotomontaggio di Dagospia buonismo/idealismo
sognatore/vogliamoci tutti
I FILM LO SPORT bene, è proprio fuori luogo di
questi tempi? Serve
SC1= Cinema 1
SCH=Cinema Hits
SCF=Cinema Family
SCC=Cinema Comedy
SP1=Sport 1
SP2=Sport 2
CHIEDE UN MILIARDO A FACEBOOK pragmatismo, almeno nelle
SCP=Cinema Passion SCM=Cinema Max SP3=Sport 3
PER NON AVER RIMOSSO PAGINA parole (nei fatti ormai ci
La scorsa settimana si era mosso il abbiamo rinunciato da tempo,
17.45 Casa mia casa mia... SCC 15.55 Calcio, Premier League
ministro dell’Informazione israeliano, Yuli visto che si susseguono i
17.45 Caro Babbo Natale SCF 2010/2011 31a giornata Stoke
Edelstein (del Likud, destra nazionalista) per chiedere a governi ma in Italia non
19.00 G.I. Joe - La nascita dei City - Chelsea (Diretta) SP1
Mark Zuckenberg di rimuovere da Facebook una pagina cambia mai niente!).
Cobra SCM 17.55 Calcio, Liga 2010/2011 che inneggiava a “una nuova Intifada palestinese”. Sulla Violadp
19.05 Temple Grandin SCP 30a giornata Real Madrid - pagina (con ben 340.000 fan) figuravano espressioni
19.10 Dear John SC1 Sporting Gijon (Diretta) SP3 d’odio verso Israele o gli ebrei, e incitazioni alla violenza è E CI CREDO... mica
19.15 Niente regole: siamo al 20.00 Golf, PGA European (tra i post si leggeva anche “il Giorno del Giudizio verrà sono scemi, sono soltanto
college SCC Tour 2011 Trophée Hassan II: soltanto quando i musulmani avranno ucciso tutti gli disperati! Fermarsi in Italia
19.20 Mean Girls SCF 3a giornata (Replica) SP3 ebrei”). La richiesta di Edelstein è stata accolta a stretto vorrebbe dire trovarsi peggio
19.30 Gli amici del Bar 20.00 Basket, Serie A maschile giro: Facebook, come fa spesso per contenuti violenti o che a casa loro e – tra breve –
Margherita SCH 2010/2011 Anticipo 24a giornata razzisti, ha cancellato il gruppo e gli aggiornamenti che lo sarà anche per noi!!!
21.00 Dentro la notizia SCP Bennet Cantù - Fabi Montegra- conteneva. Tutto bene dunque? Non proprio. Perchè a M. A. G.
21.00 Caccia spietata SCM naro (Diretta) SP2 quanto scrive Techcrunch.com, Larry Klayman,
21.00 Nativity - La recita di 20.40 Calcio, Serie A 2010/2011 controverso attivista americano, autore di libri, già è LA SCARSA
Natale SCF Anticipo 12a giornata ritorno procuratore al Dipartimento della Giustizia e considerazione che gli altri
21.00 Shaolin Basket SCC Milan - Inter (Diretta) SP1 candidato al senato, ha hanno del nostro paese e
21.10 Revolutionary Road SCH 21.55 Calcio, Liga 2010/2011 fatto causa a Facebook e della classe dirigente?
21.10 Prince of Persia - 30a giornata Villarreal - Mark Zuckerber (nella “p2massoclericalmafia” non
Le sabbie del tempo SC1 Barcellona (Diretta) SP3 foto) per una cifra cè da esserne orgogliosi,
22.45 Johnny Stecchino SCC 22.00 Basket, NBA 2010/2011 stratosferica: un miliardo di siamo ultimi con merito!
22.50 Bandslam SCF Atlanta Hawks - Boston Celtics dollari. Secondo Klayman la Mosquito
23.00 Jade SCM (Replica) SP2 colpa del sito blu e del suo
23.10 Mine vaganti SC1 0.00 Poker, PartyPoker SP2 fondatore sarebbe quella di è TANTO CASINO perchè
23.15 Moon SCP 0.30 Calcio, Bundesliga non aver rimosso abbastanza in Bossi non li vuole, l’Italia non
23.15 Eagle Eye SCH 2010/2011 28a giornata fretta la pagina “nuova Intifada”. li vuole, ma evidentemente
0.40 Impudicizia SCM Borussia Dortmund - Hannover Techcrunch fa sapere che non si non siamo gli unici, anche la
0.45 Last action hero SCF (Replica) SP3 tratta di un pesce d’aprile e, visti i Francia ne ha le scatole piene,
documenti forse!! Io non sono leghista,
sulla causa è BLOGGER LIBERATO IN BAHREIN ma basta poco per vedere che
pubblicati da SI BATTE CONTRO I CONFLITTI RELIGIOSI è impossibile per noi gestire
RADIO Klayman sul suo sito,
verrebbe da pensare
che la notizia sia
Tra le vittime della repressione dei regimi alla
“primavera araba” si contano spesso i
blogger, che in più paesi sono minacciati e
questa gente, non riusciamo
nemmeno a tenere sotto
controllo quelli che abbiamo...
è GOOGLE ASSUME IN ITALIA
A “Battiti” Antologia Club to BASTA INVIARE UN C.V. ONLINE
autentica. Facebook
per ora, non ha
incarcerati. In questo caso, invece, per ora è
andata bene: a meno di due giorni
Monica S.
Lo annuncia sul blog aziendale:
Club “Stiamo assumendo in Google 6000
fornito nessuna dall’arresto, le autorità del Bahrein hanno è IL PROBLEMA degli
risposta ufficiale. rilasciato il noto blogger Mahmood al-Yousif, immigrati è stato volutamente
Seconda puntata dedicata ai concerti della decima edi- persone in tutto il mondo” scrive
soprannominato Blogfather, che si batte per ripeto volutamente portato
zione del festival torinese Club to Club, importante Stefano Maruzzi, Country Director
superare i conflitti su base religiosa nel all’esasperazione dallo staff
di Google Italia, e aggiunge: “Stiamo
appuntamento annuale per tutti gli appassionati di regno. A dare la notizia è stata la locale leghista al governo, era
assumendo anche in Italia; abbiamo molte posizioni aperte
elettronica e club culture. Il concerto di questa notte, agenzia di stampa BNA, citando un necessario per rimpinguare
e altre si aggiungono a ritmo sostenuto”. Farà gola a molti
registrato al Teatro Carignano il 4 novembre 2010, vede portavoce governativo. Era stato lo stesso nuovamente di paura tutti i
la posizione “Head of Operations and Strategy per l’Italia”
Yousif, mercoledì scorso, a dare notizia che cervelli vuoti degli elettori
un’inedita collaborazione tra Plaid, una delle più quo- che si occupa della direzione strategica di Google nel
forze di sicurezza si erano presentate a casa della Lega. Quindi non si è
tate formazioni britanniche di nuova elettronica, autori nostro paese. I candidati cosa devono fare? Chiedere una
sua per arrestarlo. “Sono tornato a casa con fatto assolutamente nulla fino
di remix per artisti di fama mondiale come Bjork e raccomandazione? Bussare a qualche porta? Essere amici
la mia famiglia, è tutto a posto”, ha al momento giusto,
Portishead, e i Southbank Gamelan Players, un’orche- degli amici? Non proprio: “Come sempre, qualsiasi
confermato il blogger che ha coniato lo l’abbandono voluto di
candidatura deve essere presentata attraverso il sito web”
stra di dodici percussionisti provenienti da Giava, a slogan “né sciita, né sunnita, solo cittadino Lampedusa con l’accordo
conclude il manager (e linka un video sulla “vita di ogni
suggellare il fascinoso incontro tra cultura occidentale del Bahrein”. “Mi hanno trattato abbastanza preventivo del sindaco per
giorno” dei dipendenti Google). Una procedura tanto
ed orientale.A chiudere la puntata ritorniamo sulla bene – ha aggiunto Yousif – hanno indagato aizzare la rabbia degli abitanti,
trasparente, che qui in Italia non siamo più abituati.
poesia in musica, la parola suonata, con una serie di ma non hanno trovato niente”. La la gazzarra mediatica dei
repressione governativa contro attivisti e pilotati media fino al numero
ascolti da produzioni recenti.
blogger in Bahrein, ha provocato aspre improponibile attuale.
Radiotre 0,00 critiche da parte degli Stati Uniti. Silvie
pagina 18 Sabato 2 aprile 2011

SECONDO TEMPO

Battibecco
PIAZZA GRANDE É di Massimo Fini

LA EX SOVRANITÀ
NAZIONALE
Cattelan e l’arte divorata C he a Londra si sia discusso se fornire di armi gli insorti
libici è la conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, che in
Libia non si è intervenuti per “salvaguardare le vite dei civili”,
che era la motivazione ufficiale della risoluzione Onu, ma a
di Tomaso Montanari (*) renderli schiavi del mercato. Ed sottratti alla conservazione del- più di guardare a Giotto o a Ca- favore di una delle due fazioni in campo. Tuttavia la notizia
è forse proprio questa tragica, l’arte antica. Che la Regione ravaggio per quello che sono. più inquietante che viene dal summit di Londra è un’altra: la
aurizio Cattelan dice a totale sottomissione al mercato Campania (la regione che ospita L’arte è associata all’evasione e

M
decisione di costituire ‘un Gruppo di contatto permanente
Repubblica che abban- a rendere il sistema dell’arte Pompei e il pericolante centro al disimpegno, ed è passata l’i- con il compito di coordinamento fra gli organismi
dona l’arte, e che si ri- contemporanea una potente storico di Napoli) abbia gettato dea che non c’è niente da capi- internazionali per interventi umanitari e di supporto delle
tira a vita privata. La pri- metafora del mondo di oggi. milioni di euro nella scatola vuo- re: il pubblico sa che non gli è
opposizioni’. È la fine della sovranità nazionale. Nessuno
ma domanda è: sarà vero, o in- Una delle tante conseguenze di ta del Madre (frequentatissimo richiesta nessuna preparazione,
vece è solo marketing e poi fi- questa situazione è che il pub- da Cattelan) è forse il simbolo nessuna partecipazione profon- Stato potrà più essere padrone a casa sua, dipenderà da un
nisce come con Veltroni e l’A- blico non avverte nessun dia- più eloquente di questo perver- da, nessun giudizio critico. E sa Superstato che sarà arbitro di decidere se si comporta in
frica? framma (per esempio) tra la te- so corto circuito. che non deve chiedersi se le co- modo sufficientemente virtuoso con le opposizioni interne,
Ma proviamo a prenderlo sul levisione e l’arte contempora- Ma l’azione dell’arte di oggi sul- se che vede abbiano un senso o tale da non meritare una punizione, a suon di bombe, come
serio. Cattelan dice di voler la- nea, essendo tutto immerso in l’arte del passato va ben oltre meno, né domandarsi perché quella che sta subendo la Libia. Ma chi sono costoro che si
sciare perché è diventato quel- un unico continuum di ossessivo questa deprimente competizio- gli piacciano (se gli piacciono). arrogano questi diritti? Sono 36 Paesi, fra cui alcuni dei più
lo che non voleva essere, cioè la ed espropriante marketing. ne economica. L’abitudine ad importanti Stati democratici, o presunti tali, che hanno
punta di diamante del mercato Un altro pericoloso frutto è il un’arte che non è più figurativa E QUESTO è un enorme pro- deciso di identificarsi con la ‘comunità internazionale’,
dell’arte contemporanea in Ita- rapporto avvelenato tra il pote- e non ha più una dimensione in- blema, perché senza uno sforzo concetto fumoso ma che viene regolarmente tirato fuori
lia (e non solo). Ciò che Catte- re pubblico e l’arte di oggi. Lo tellettuale (perché certo nulla intellettuale Giotto o Caravag- quando si vuole far rigar dritto qualcuno che non è
lan non riesce più ad accettare Stato italiano, e specialmente gli ha di intellettuale l’enigmistica gio restano muti: li forziamo ‘democratically correct’. Ma nel mondo ne esistono altri 140.
è proprio il principio cardine enti locali, si sono dati ad un me- concettuale dominante) ha len- continuamente in grandi mo- Naturalmente nessuno si sognerà mai di far decollare dei
del sistema che ha reso possi- cenatismo da far invidia a quello tamente creato un modello di ri- stre-evento, ma non riusciamo a Mirage verso Mosca. L’attività del ‘Gruppo di contatto’ si
bile Cattelan: “La vera anomalia di Cosimo il Vecchio o di Urba- cezione che non ci permette comprenderli nel loro contesto dirigerà verso gli stracci che, per una ragione o per l’altra,
è questa: il prezzo alto di un’o- storico e ambientale. Non per-
non vanno a sangue all’Occidente. In qualsiasi paese è
pera è diventato il certificato di mettiamo che entrino nella no-
qualità”. L’artista annuncia stra vita interiore, non capiamo relativamente facile fomentare un’opposizione per avere
a cosa servono, e non riusciamo poi il pretesto di intervenire. Gli americani lo hanno fatto in
DI TUTTO si tratta tranne che di volersi ritirare nemmeno a conservarli decen- Kosovo, armando gli indipendentisti albanesi, e tentano di
di un’anomalia. Si tratta invece temente. L’arte figurativa è sem- farlo quotidianamente in Iran. Gli inglesi lo hanno fatto in
di un necessario sottoprodotto a vita privata: pre stata uno straordinario pon- Libia. All’inizio della crisi libica stavo dalla parte degli
di quel processo di separazione sarà vero o solo una te tra passato e futuro: oggi insorti. Si simpatizza istintivamente con chi si rivolta contro
dell’arte dalla sua funzione e dal un’arte senza passato e senza fu- un dittatore. Mi convinceva che affermassero che “in ogni
suo contenuto (che è anche un strategia turo contribuisce al nostro ste- caso la questione deve essere risolta fra noi libici, senza
processo di liberazione dell’ar- rile ripiegamento sul presente, interventi stranieri”. Ma è bastato che Gheddafi reagisse
tista) che inizia con il Rinasci- di marketing? assecondando le peggiori incli- perché si mettessero a invocare Papà Sarkozy e Mamma
mento fiorentino, affronta tor- no VIII, aprendo diecine di cen- nazioni di questo tempo. Se Nato. Fermati davanti a Sirte dalle truppe di Gheddafi
nanti fondamentali nella pittura tri o musei d’arte contempora- Proviamo a questo ‘addio’ così mediatico gridavano: “Attendiamo i raid della Nato. Sarkozy pensaci
del primo Cinquecento vene- nea. Naturalmente l’assenza di prenderlo sul serio: servirà a far riflettere su tutto tu. Arriva presto, che così poi noi possiamo avanzare”. È un
ziano e nella ‘licenza’ di Miche- un qualunque metro di qualità e questo, non si potrà più dire che modo molto comodo, questo, di fare gli insorti, di fare gli
langelo, conosce un’inaudita l’ovvia incompetenza degli am- qualche riflessione Cattelan non abbia dato il suo
eroi con la mutua. Gli insorti afghani, che rappresentano
accelerazione con Caravaggio, ministratori ha tradotto tutto contributo alla storia dell’arte.
e cresce ormai impetuosamen- questo in un gigantesco mecca- su mercato (*) Professore associato un’opposizione direi piuttosto consistente visto che
te nell’Ottocento impressioni- nismo clientelare che ha drena- di Storia dell’arte moderna, occupano l’80% del Paese, subiscono da dieci anni il
sta, fino a minare, nel Novecen- to notevoli quantità di denaro e produzioni Università di Napoli trattamento che i rivoltosi libici hanno assaggiato per pochi
to delle avanguardie, le fonda- pubblico verso un mercato che giorni dagli aerei di Gheddafi. Non si lamentano. Si battono,
menta stesse del sistema. Nono- non ne avrebbe avuto alcun bi- L’opera più famosa e contestata disprezzando gli americani che usano quasi esclusivamente i
stante gli ammonimenti dati un sogno. Oltre ai danni economi- di Maurizio Cattelan, “Nona ora”. In alto, l’artista (FOTO ANSA) caccia e i droni, aerei senza equipaggio, e facendo strame di
secolo fa da Duchamp (scam- ci, questo fenomeno produce civili (persino Karzai, di fronte all’ennesima strage, è stato
biati per ironici, in realtà seris- effetti tragicomici sul piano cul- costretto a dire ai suoi padroni americani: “Ma combattete
simi), l’arte figurativa si è sem- turale. Non c’è cittadina tanto almeno un po’ all’afghana!”).
pre più ridotta a una funzione provinciale e diseredata da non È molto facile fare i muscolari quando si sa che si può
privata e liberissima del singolo voler dare il suo contributo al colpire senza essere colpiti. È il caso di Pierluigi Battista che
artista, fino a coincidere con la patinato mondo dell’arte con- ha innescato una polemica contro i ‘pacifisti di destra’, in
pura, insindacabile e ingiudica- temporanea, e vale oggi per l’I- particolare Feltri. Ho conosciuto Battista quando facevamo
bile intenzione di ‘fare arte’. talia ciò che Marc Fumaroli de- Pagina. Era, con Aldo Piro, uno dei nostri ‘giovani di
Di fronte alle opere di un Cat- nunciava nella Francia dei primi
bottega’. Bravissimi entrambi. Ma Battista è uno che se gli
telan nessun giudizio è legitti- anni Novanta, notando che i
mo, e in questo vuoto critico muri della Provenza erano co- scoppia un petardo a dieci metri sviene. Fa parte di quella
pneumatico, in questo isola- perti di manifesti con frasi tipo schiera di “ammiratori dell’eroismo altrui, dei
mento quintessenziale dell’arte Le Conseil Régional dynamise les ar- monopolizzatori del patriottismo delle retrovie, degli snob
dal mondo, l’unica discriminan- ts plastiques. della guerra” così splendidamente descritti da Curzio
te possibile è quella economica. A causa del disastro della poli- Malaparte ne ‘La rivolta dei santi maledetti’ dopo
Il paradosso del cammino di af- tica culturale italiana, poi, i fon- Caporetto. Se ci fosse una sola possibilità che un missile di
francamento degli artisti è che li di pubblici destinati al contem- Gheddafi colpisse le nostre città, le nostre case e magari la
ha liberati dai committenti per poraneo vengono fatalmente sua, Pierluigi Battista diventerebbe più pacifista di Feltri.

Il sindacato vuole
I dubbi sulla un’imposta
analoga a quella
4,2 miliardi nel 2008 quando la
base era stimata a 566 miliardi. Vi
pare realistico che il gettito del-
l'imposta in Italia, con aliquote
re, in buona misura costituito
dalla casa di abitazione. I numeri
usati dalla Cgil per stimare il get-
tito dell'imposta sono tratti dal-
Tralascio la questione della tas-
sazione delle attività finanziarie
e della possibilità di fuga dei ca-
pitali, che in qualche modo por-

patrimoniale Cgil francese, ma si


aspetta un gettito
mediamente inferiori, sia quat-
tro volte il gettito di quella fran-
cese? Siete coscienti che state
proponendo un carico fiscale
pari al quadruplo di quello fran-
l'indagine sui bilanci delle fami-
glie della Banca d'Italia, che cer-
ca di stimare il valore di mercato
delle abitazioni. Ma tassare la ric-
chezza immobiliare al valore di
ta a una riduzione (difficilmente
quantificabile) della base impo-
nibile.
Il documento della Cgil chiede
“un fisco più leggero per le fami-
quattro volte più mercato è più complicato. Il me- glie di lavoratori e pensionati
di Sandro Brusco 17,9 miliardi di euro annui. Que- glio che si può fare è usare i va- che porti mediamente 100 euro
sto numero viene ottenuto con alto e soprattutto lori catastali (di solito assai infe- in più in ogni busta paga, alleg-
La Cgil, in vista dello scio- calcoli abbastanza semplici: il riori) o altre stima necessaria- gerendo quel peso che da anni

L pero generale del 6 mag- numero di famiglie è circa 24 mi-


non spiega se i soldi mente arbitrarie. Dato che è grava ingiustamente sulle spalle
gio, ha presentato un docu- lioni, per cui il 5% delle famiglie che si recuperano molto difficile stimare il valore di di queste famiglie; un fisco più
mento in cui chiede un'im- è circa 1,2 milioni. La ricchezza mercato degli immobili, se non pesante per i redditi alla radice
posta sul patrimonio. La propo- in mano al 5% delle più ricche, serviranno a al momento della vendita, in ba- degli squilibri e delle debolezze
sta è semplice: introdurre un'im- quelle che dovrebbero pagare la se a quale meccanismo la Cgil del paese: transazioni speculati-
posta patrimoniale ordinaria sul tassa, è 2.753 miliardi di euro. In- ridurre altre tasse pensa di valutare la ricchezza im- ve, rendite e grandi ricchezze”.
modello di quella francese. La fine, per calcolare l’imponibile, Susanna Camusso (FOTO DLM) mobiliare? Cosa rende la Cgil Nel documento però poi non si
base imponibile dovrebbe esse- occorre sottrarre alla ricchezza certa di poter colpire gli immo- propone alcun provvedimento
re la ricchezza netta familiare ec- totale la quota esente. Dato che Tra le famiglie che pagano l'im- cese? La Francia è un paese simi- bili in base al valore di mercato di riduzione delle imposte. C'è
cedente gli 800.000 euro e l'ali- l'imposta colpisce solo la ric- posta, circa 1,2 milioni, l'impor- le all'Italia sia per popolazione stimato dalla Banca d'Italia? Se solo la proposta della nuova tas-
quota l'uno per cento. Quindi, chezza maggiore di 800.000 eu- to medio sarebbe pari a 14.788 sia per livello del Pil (che non è il non si è in grado di farlo, allora le sa sul patrimonio. Indipenden-
una famiglia che ha una ricchez- ro, la base imponibile si ottiene euro. livello della ricchezza, ma è cor- stime di gettito diventano com- temente da quale potrebbe esse-
za stimata pari a un milione pa- sottraendo alla ricchezza com- L'imposta si richiama alla Impôt relato). In effetti, la popolazione pletamente inaffidabili. Il carico re il gettito effettivo di un'impo-
gherà l’1 per cento sui 200.000 plessiva il 5% superiore la quota de solidarité sur la fortune francese. è un po' più alta e il Pil è anch'es- fiscale rischia inoltre di diventa- sta patrimoniale ordinaria, la
euro che eccedono 800.000, per esente, ottenuta moltiplicando Che si applica allo stesso impo- so più alto. Quindi, casomai, ci si re arbitrario, dato che una fami- Cgil pensa che la pressione fisca-
una tassa di 2.000 euro. 800.000 per il numero di fami- nibile (ricchezza netta oltre aspetterebbe un gettito un po' glia non pagherà un'imposta che le vada aumentata o diminuita?
È da lodare il fatto che, in appen- glie. Otteniamo una base impo- 800.000 euro circa) ma è pro- inferiore a quello francese. dipende dal valore reale della Ossia: il gettito della patrimonia-
dice, il documento chiarisca i nibile di 1.790 miliardi di euro. gressiva. Il gettito dell'imposta Come segnalato anche dal docu- sua ricchezza ma da una qualche le va usato per ridurre altre tasse,
numeri utilizzati. Però ci sono Da qui, applicando l’aliquota francese nel 2009 è stato pari a mento della Cgil, buona parte stima, non necessariamente ade- per ridurre il deficit o per au-
cose che non quadrano. La Cgil dell’uno per cento, si ricava il 3,6 miliardi su una base imponi- della ricchezza delle famiglie è rente ai valori di mercato, del mentare la spesa? Per favore,
stima il gettito dell'imposta a gettito di 17,9 miliardi di euro. bile di 560 miliardi circa. Fu di data dal patrimonio immobilia- suo patrimonio immobiliare. non dite “tutte e tre le cose”.
Sabato 2 aprile 2011 pagina 19

SECONDO TEMPO

MAIL BOX A DOMANDA RISPONDO


Furio Colombo

7 CHI DETTA
LEGGE A CHI
Dobbiamo aspettarci
LA VIGNETTA aro Colombo, leggo da una Infatti nel 2010 il Parlamento approva solo
la Rupe Tarpea?
Gli insulti indirizzati all’on. Ileana
C parte che l'Italia ha
moltissime leggi, troppe e che
21 leggi ordinarie. Tutto il resto (non molto,
73 atti legislativi) sono decreti (lavoro del
Argentin, portatrice di grave bisogna sfrondare tutto o niente governo) e ratifiche (lavoro diplomatico). Più
handicap, da parte del deputato funziona più. Leggo, dall'altra le cinque leggi che fanno parte della
Pdl Osvaldo Napoli (“Devi dire al parte, che il Parlamento lavora “manovra finanziaria” e sono più che mai
tuo accompagnatore che non poco e produce pochissime leggi. È lavoro esclusivo del governo. Per conto suo il
devi applaudire, capito!”) e quelli vero, non è vero? È giusto, è governo, nello stesso periodo, ha scritto e
provenienti dai banchi della Lega, sbagliato? approvato 83 decreti che sono a mano a
come la stessa deputata riferisce mano trasformati in legge dal Parlamento
(“Non gli date la parola a quella PARADOSSALME NTE nel 2011.
handicappata del cazzo”) , la dice è tutto vero, almeno nella lettera a cui sto C'è dunque un’apparente assenza del
lunga su come il governo Le- rispondendo. Eppure qualcosa non Parlamento, che non lavora o lavora poco. Il
ga-Pdl intenda veramente impe- funziona, vediamo perché. Citerò il presidente della Corte costituzionale parla
gnarsi per contribuire a rendere presidente della Corte costituzionale, Ugo invece di un colpo di mano del governo che
meno ardua l’esistenza di perso- De Siervo che qualche giorno fa ha parlato realizza i propri progetti con i decreti e non
ne meno fortunate. Del resto ciò all’Università Statale di Milano. Ha detto De con le leggi. Il Parlamento potrebbe
che è accaduto in Parlamento è la Siervo: “Il Parlamento non fa più leggi”. Il ribellarsi. Ovviamente non lo fa la
continuazione della grande Pdl, partito di governo, gli ha dato subito maggioranza, che funziona da scorta
“umanità cristiana” che il gover- torto e Cicchitto ha aggiunto un insulto: “Un disciplinata (o arruolata) per il governo.
no ha verso i disabili: ha iniziato atto di arroganza istituzionale”. Luigi Potrebbe farlo l'opposizione, ma solo come
col ridurre gli insegnanti di soste- Zanda, senatore del Pd, invece, gli ha dato rifiuto di partecipazione al resto del lavoro
gno agli studenti portatori di ragione. Cito da “Il Messaggero” del 29 (e aprendo la famosa discussione
handicap, aggravando così i pro- marzo: “Il Parlamento ha ceduto potere sull'Aventino, ovvero se sia conveniente o no
blemi loro e delle loro famiglie, impropriamente al governo. Nel 2010 ci abbandonare i lavori d'aula). A confronto
ha continuato il giornale di Ber- proporzione rispetto alla popo- molti onorevoli di professione, sono stati più decreti legislativi che leggi. E con una decisione tanto drammatica quanto
lusconi “Panorama” che ha apo- lazione Italiana, valutata in circa che saranno già da tempo intenti le leggi approvate non sono, nella grande difficile da spiegare, resta il confronto duro a
strofato come “pinocchio in car- 60 milioni di abitanti, è di 1: nello studio della lingua cinese, maggioranza, lavoro del Parlamento ma mano a mano che le leggi e i decreti del
rozzina” agli invalidi civili, per ar- 95.300 circa. Il Parlamento ame- nell'era della globalizzazione non ratifiche di trattati internazionali o governo vengono presentati per la
rivare agli onorevoli che insulta- ricano, per una popolazione di si può mai sapere, sempre meglio conversioni in legge di decreti del governo”. “conversione”, ovvero per diventare leggi.
no una collega parlamentare im- oltre 100 milioni di persone, è prepararsi ad ogni possibilità! Vediamo di spiegare: i trattati sono lavoro Una bella battaglia sarebbe il federalismo,
possibilitata a muovere le mani. composto di 535 deputati e 100 Renzo Tassara della diplomazia. Si possono anche che sta nascendo a immagine e somiglianza
Immagino che Lega-Pdl, quando senatori ma, come noto, trattasi discutere, ma sono già stati firmati e resta della Lega e senza alcun controllo sui costi,
avranno finito di approvare ver- di uno Stato antidemocratico, L’errore che mi esclude ai parlamentari solo l’opzione di dire sì o no. che saranno immensi. Ma un momento alto
gognose leggi salva Berlusconi, loro non hanno a cuore le leggi ad La conversione dei decreti significa che il e simbolico sarebbe opporsi in tutti i modi e
troveranno il tempo per ema- personam, non prendono a cuo- dalla casa popolare governo ha già fatto tutto il lavoro e il resto con tutte le forze alla “riforma epocale della
narne una che istituisca la “Rupe re i problemi dei terremotati e, Mi chiamo Rossella Morganti, ho dipende dalla volontà della maggioranza. giustizia”, perché il senso politico e
Tarpea” per i portatori di handi- dei cittadini sommersi dalla spaz- 50 anni e abito a Cornaredo (MI) Poiché in questo Parlamento italiano la costituzionale è chiaro: l'esecutivo che
cap. zatura, né tanto meno, si recano in un appartamento, unico mio maggioranza dipende strettamente dal controlla le notizie e ha quasi messo a
Andrea Bagaglio di persona a riempire di parole bene immobile, venduto all'asta governo, da un lato è in grado di imporre riposo il Parlamento, è deciso a far tacere il
vuote e insignificanti le orecchie nel 2010 perché, essendo disoc- che in aula si discuta prima di tutto dei terzo potere, la giustizia. Non sembra
Qualche proporzione e i cervelli di persone disperate, cupata da 9 anni e senza altri red- decreti del governo per farli diventare legge proprio che sia ciò che sta per accadere.
che avrebbero altresì necessità diti, non ho più potuto sostenere senza cambiamenti e dall'altra la decisione,
sui nostri rappresentanti di fatti concreti, lungi da venire! le spese condominiali. Ultima- sempre a maggioranza, dei capi dei gruppi Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano
Seguendo oggi, per l'ennesima Mi è poi sovvenuto di pensare, mente ho ricevuto anche dal Tri- parlamentari fa in modo che non resti 00193 Roma, via Valadier n. 42
volta, la vergognosa e inqualifica- che sotto un certo punto di vista, bunale l'ingiunzione di sfratto spazio per iniziative del Parlamento. lettere@ilfattoquotidiano.it
bile canea verificatasi in Parla- fortunatamente la nazione cine- per il 30 marzo 2011. Dopo es-
mento nei giorni scorsi, mi è ve- se, ha uno status di Repubblica sermi interfacciata per anni con
nuta la curiosità di andare a do- Popolare, non proprio democra- due amministrazioni comunali,
cumentarmi sulla reale consi- tico ma, sembra comunque da Pd e Lega, senza risultati, ho inol-
stenza numerica dei parlamenta- molti ambito, specie dagli indu- trato domanda per la casa popo- bus è lo stesso autista che vende tro motivo non riesce ad otte- non aver mai subito alcuna con-
ri negli altri Stati del mondo, na- striali italiani, se questi decides- lare. Il 7 marzo mi sono vista i biglietti. Così facendo, si evitano nerlo subito, basta che inoltri en- danna penale.
turalmente, tralascio l'aspetto sero di istituire una Repubblica esclusa dalla graduatoria per il i “portoghesi” e le spese per i tro 30 giorni un reclamo a Tre- Claudio La Commara
etico in quanto, un Parlamento, parlamentare, adottando il crite- macroscopico errore che a fine controllori. E in Italia? In Italia nitalia con il numero della mac-
che vede la presenza di individua- rio in uso nel nostro Paese, 2009 risultavo ancora proprieta- manteniamo, per fare un esem- china emettitrice, il giorno e l’o- Nessuno ha scritto che il Sig. La
lità quali quelle espresse nell'as- avrebbero bisogno di un Parla- ria di casa. Ho inoltrato subito ri- pio, nei mezzanini invidiabili di- ra dell’acquisto. Fatte le necessa- Commara sia un “pregiudicato”.
semblea di Montecitorio, non mento con le stesse dimensioni corso, ma il Comune mi indica di pendenti a leggere il giornale e al- rie verifiche, anche il lettore ot- Quanto scritto su di lui, tra
può che essere unico al mondo. dello stadio Maracanà, in quanto cercarmi una casa in affitto, no- la sera soprattutto se non tieni terrà quanto dovuto. virgolette, è contenuto in un atto
Ma veniamo al dunque: in Italia vi al fine di rappresentare il miliar- nostante siano al corrente che moneta, loro almeno potrebbe- Federico Fabretti, direttore Relazioni dello SCO depositato insieme ad
sono attualmente ben 630 depu- do e 300 milioni di abitanti, do- sono disoccupata. Potete aiutar- ro essere adibiti a vendere i bi- con i Media FS altri atti, ai sensi dell'art. 415 bis
tati e 315 senatori più 7 senatori vrebbero eleggere circa 14.200 mi anche pubblicando questo glietti. Ecco perché forse la Spa- C.P.P. dalla Procura della
a vita. Un gran bel numero, la deputati. Immagino vi saranno mio appello? gna tiene un 9 per cento in più di Diritto di Replica Repubblica di Milano nel
Rossella Morganti disoccupati dell'Italia. Ci saranno procedimento n. 5657/11/21
meno impiegati pubblici, e que- In relazione alla notizia pubblica- G.B. A. M.

IL FATTO di ieri 2 aprile 1805 Gli immigrati sto è un bene. ta dal Vostro giornale il 18.03 u.s.
Mi sorprende che a nessuno al- concernente una mia condizione
Odense, là dove, tra fiordi e canali, nacquero le favole.
come i rifiuti meno in questo caso venga in di “pregiudicato”, vi chiedo di
Là dove, il 2 aprile 1805 nacque Hans Christian La soluzione, adottata dal nostro mente di prendere lezione dal rettificare tale gravissima e diffa-
Andersen, “brutto anatroccolo” senza scampo fin governo, della pratica immigrati socialista Zapatero. Forse dagli mante espressione da voi utiliz- IL FATTO QUOTIDIANO
dall’infanzia, goffo, naso sterminato, gambe e braccia (come quella della pratica rifiuti schieramenti politici e sindacali zata. A tal fine vi faccio presente via Valadier n. 42 - 00193 Roma
sproporzionate, la fronte esorbitante. Un diverso, nelle di Napoli) sembra proprio un bipartisan c'è il terrore di perde- di essere incensurato e quindi di lettere@ilfattoquotidiano.it
forme e nella psiche, figlio povero di una lavandaia e di film di Totò. Il capo si reca a Na- re consensi elettorale nel mo-
un ciabattino, col sogno di diventare per miracolo
poli e comizia: entro poche ore mento in cui si applicassero se-
Napoli sarà liberata. I rifiuti ven- vere leggi che per molti elettori Direttore responsabile
cigno bianco, usignolo dell’imperatore che guarisce
gono presi e portati nelle disca- del lavoro riposato verrebbero
ogni male, mercante ricco, sirena, baccello che fiorisce Antonio Padellaro
riche di Statte-Faggiano in pro- interpretate come “leggi antipo-
e diventa pianta rigogliosa. Tutto come nelle sue vincia di Taranto. Il capo si reca a polari”.
favole, dove maghi, orchi e draghi non sono più figure Vicedirettore Marco Travaglio
Lampedusa e comizia: entro po-
dai poteri misteriosi, ma si trasformano in animali e
cose, protagonisti umanizzati immersi nel mondo reale,
che ore Lampedusa sarà abitata Guasto a Termini Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
Progetto grafico Paolo Residori
solo dai lampedusani. I migranti
nella quotidianità delle ordinarie passioni. Piccolo, vengono presi e portati nella ten- le Ferrovie rispondono Redazione
grande Christian, intriso di leggende nordiche raccolte dopoli a Manduria in provincia di Rispondiamo al lettore che su “Il 00193 Roma , Via Valadier n°42
nella terra delle betulle e degli gnomi, eppure Taranto. Et voilà il gioco è fatto. Fatto” di domenica 27 marzo ha tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
proiettate verso una modernità ante litteram, verso un Neanche il mago Silvan avrebbe lamentato la mancata emissione e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
universo magico senza tracce di ingenuità, in cui sito: www.ilfattoquotidiano.it
fatto di meglio. del biglietto, pur avendolo paga-
trasferire i suoi fantasmi, le sue nevrosi, le sue stesse s.v. to, presso una biglietteria auto- Editoriale il Fatto S.p.A.
ambiguità sessuali. Lontano dai cliché della fiaba matica della stazione di Roma Sede legale: 00193 Roma , Via Valadier n°42
classica, dai rassicuranti happy end della tradizione Contro gli sprechi, Termini. In questi casi il cliente ha Presidente e Amministratore delegato
Giorgio Poidomani
favolistica. Poeta dell’immaginario, con l’urgenza di ovviamente diritto alla restitu-
fantasticare su un Altrove incantato. il biglietto sul bus zione del denaro. Se per mancan- Consiglio di Amministrazione
Giovanna Gabrielli Mi trovo in Spagna e noto che sui za di tempo o per qualunque al- Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Valadier n° 42, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano
AUGMENTED NEWS
COSA L’INFORMAZIONE NON TI HA DETTO OGGI? PERCHÉ UN FATTO È SUCCESSO?
COSA CI ASPETTA DOMANI?
Cadoinpiedi aggrega la più importante comunità di autori in Italia, ognuno autorevole su un
argomento speFi¿Fo 8na realtj aumentata dell¶inIorma]ione FKe Frea “augmented news” sui
Iatti del giorno

seguilo su: www.cadoinpiedi.it è un’iniziativa

Potrebbero piacerti anche