Sei sulla pagina 1di 2

Monastero San Bernardo alle Terme – Roma

Commento al messaggio alla veggente Marija di Medjugorje del 25


agosto 2021

“Cari figli!
Con gioia invito tutti voi, figlioli, che avete risposto alla mia chiamata, ad essere
gioia e pace.
Con le vostre vite testimoniate il Cielo che vi porto. È l’ora, figlioli, di essere il
riflesso del mio amore per tutti coloro che non amano e i cui cuori sono conquistati
dall’odio.
Non dimenticate: io sono con voi e intercedo per tutti voi presso mio Figlio Gesù
affinché vi doni la Sua pace.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

L’invito alla gioia e alla pace da vivere nelle nostre vite e portare al mondo non è nuovo nei
messaggi della Madonna.

Lei ci invita a non scoraggiarci mai, ma a farci forza della nostra fede, fonte di ogni nostro bene e di
ogni nostro benessere interiore.
E ci chiama a guardare il Cielo, il Cielo che abbiamo accolto dentro di noi e che Lei ha contribuito e
continua a contribuire a donarci.

Perché questo sguardo in questo Cielo interiore è attingere alla sorgente di amore che ci viene da
Dio, il quale vuole abitare dentro di noi, amarci soprattutto dal di dentro e farlo in modo tutto
particolare con la presenza e l’opera di Maria.

Da qui può venire la nostra testimonianza.


Se guardando il Cielo in noi diveniamo riflesso dell’amore che ci viene dato da Dio e dalla
Madonna.

Già nel messaggio a Marija del 6 agosto la Madonna ha dichiarato che non c’è futuro senza Dio.
E questo lo vediamo nella corsa verso l’abisso di violenza, di ingiustizia e di morte che in buona
parte del mondo vede impegnata l’umanità che ha scelto l’odio, verso Dio e verso il prossimo.

Se allora riflettiamo e testimoniamo l’amore che è stato posto e ha preso dimora nel nostro cuore,
saremo portatori nel mondo di quell’unica risorsa che può guarire e salvare quell’umanità che è
rimasta conquistata dall’odio, da quella sorgente di male che viene dal diavolo che è esattamente
opposta a quella sorgente di bene che viene da Dio.

Non è un caso il fatto dimostrato e verificabile che sempre più sono aumentate le richieste di aiuto
agli esorcisti nel corso di questi ultimi anni.

L’odio e altri sentimenti negativi (come quelli che ci ha elencato Gesù nell’ultimo Vangelo
domenicale) si sono diffusi e radicati più che mai e i nemici di Dio nel mondo hanno aumentato la
loro capacità di reclutamento delle anime e di realizzazione concreta di opere di male, sempre più
efferate e diaboliche.

Il nostro compito di riflettere l’amore di Dio e della Madonna è dunque essenziale e indicato in
modo evidente in quest’ora, così estrema.

La Vergine in tutto questo rimane comunque con noi. La sua protezione e la sua intercessione sono
sempre e premurosamente assicurate.
Nessuno di noi è dimenticato davanti ai suoi occhi, se rimaniamo fedeli a questo amore che ci ha
donato e che ci chiama a responsabilità e operosità.

Portiamo l’amore della Madonna nel mondo, così da rendere manifesta questa fonte di guarigione,
di grazia e di salvezza di cui ha profonda necessità l’uomo di questo sconfortante terzo millennio
per non farsi e fare più del male e per riconoscere finalmente e accogliere la pace che Dio ci offre
nel suo Figlio donato per noi e nella sua Madre che sempre intercede con amore.

P. Davide Maria o.cist.

Potrebbero piacerti anche