Sei sulla pagina 1di 4

Il Padre Nostro è diviso in tre parti divisibili per tre, ma non le

possiamo chiamare tre triadi perché non ne conosciamo le


reciproche relazioni e non possiamo vedere le forze. Possiamo
solo vedere che ci sono tre parti. Per capire il significato
dobbiamo sapere come pensare. Bisogna studiare. Se capiamo e
possiamo fare più scoperte, vedremo più chiaramente: non è
questione di supposizioni e allusioni. Considerate ogni brano
separatamente e capite quali principi si possono applicare. In
alcuni potremo trovare un significato, in altri no. Innanzitutto,
Padre Nostro: questo lo dobbiamo lasciare per la fine; è la cosa
più difficile. Sia santificato il Tuo nome. Dobbiamo riflettere sul
nome di Dio. Questo ha un significato particolare in molti
sistemi religiosi, tra gli ebrei, i musulmani, e in certe sette
cristiane. Si possono studiare gli scritti che riguardano questo
argomento. Per esempio, nella Cabala il Tetragramma
corrisponde ai quattro elementi. Nelle versioni greca e latina la
parola usata per “santificato” significa “che diventi santo”.
Venga il Tuo Regno. Si deve pensare al “Regno”, a tutto ciò che
può significare. Alcuni significati sono stati riportati in “A New
Model of the Universe”, e ce ne possono essere molti altri. Vi
sono collegate molte cose. È collegato all’idea di miracolo del
sistema. Miracolo significa la manifestazione delle leggi di un
piano o di un mondo superiore in un mondo inferiore. Sia fatta
la Tua Volontà. Bisogna ricordare tutto ciò che sappiamo
riguardo alla volontà dell’Assoluto, fin dove può arrivare la
volontà dell’Assoluto e perché non può andare oltre, come la
volontà stessa crea leggi che le rendono impossibile un’ulteriore
estensione. Ogni parola del Padre Nostro contiene molti
significati. Sto solo cercando di mostrarvi come studiarlo. Non
si tratta di fare supposizioni. Per esempio, molte domande
sorgono riguardo al verso più difficile: Rimetti a noi i nostri
debiti. A questo sono collegati molti principi. Innanzitutto, la
“remissione”, il perdono: nello stato in cui ora siamo,
perdoniamo quando non dovremmo e non perdoniamo quando
dovremmo. Tutte le identificazioni, il sentimentalismo. Il
perdono è una funzione dell’emotività superiore ed è collegato
alle emozioni positive. Per noi è impossibile. I nostri debitori.
Se noi avessimo emozioni positive, saremmo ricettivi nei
confronti delle influenze superiori, che farebbero qualcosa per

1
noi. Questa è la spiegazione di “rimetti a noi i nostri debiti”. Si
riferisce all’idea di cambiare il passato, che può essere capita
solo con l’idea della ricorrenza. Se cambiamo oggi, cambiamo il
futuro della prossima vita, e se cambiamo il futuro della
prossima vita, cambiamo il passato. Se riuniamo tutte queste
idee, vediamo come i comuni significati attribuiti al Padre
Nostro siano assurdi, e quante cose siano necessarie per potere
avere anche solo un’intuizione del reale significato. Non si può
capire se ci si limita a ripetere queste parole. Sto solamente
cercando di mostrarvi alcuni principi: le emozioni positive, le
influenze, il cambiamento del passato, la ricorrenza. Il pane. Il
pane è cibo. È necessario ricordare tutto quello che sappiamo
sul cibo. A quale cibo ci si sta riferendo? Che cosa può essere
cibo? Le impressioni, le influenze… di tipo superiore… per
l’uomo comune, le influenze B sono già questo cibo
“soprasostanziale”; per l’uomo con un centro magnetico, esso è
costituito dalle influenze C. La tentazione. Per noi, tutto ciò che
è facile, meccanico; lasciar andare le cose; quando siamo
arrabbiati, esprimere l’ira; quando siamo irritati, esprimere
l’irritazione; la comodità del “lasciare che le cose succedano”. Il
male. Il male può essere spiegato facilmente. Quando si resiste
alla tentazione si diventa orgogliosi, si pensa di essere svegli
mentre gli altri sono addormentati; si pensa a quanto si è
migliori, ecc. Il perdono. Le emozioni positive (“Amate i vostri
nemici”). Il risultato delle emozioni positive. Il perdonare vi
apre alle influenze superiori. Gli ostacoli alle influenze
superiori: le emozioni negative. Se cercate di amare i vostri
nemici per mezzo delle comuni emozioni, vi farete più nemici.
Le influenze superiori possono cambiare il passato, e ciò è in
relazione alla ricorrenza. Queste idee molto importanti sono
espresse in forma di preghiera. Quando si decifra questa idea di
preghiera, la preghiera come supplica scompare.
D. Qual è la differenza tra perdonare ed essere perdonati?
O. Soggetto e oggetto. Che cosa intende dire? Non possiamo
essere perdonati. Abbiamo fatto qualche cosa e, secondo la
legge di causa ed effetto, si produrrà un certo risultato. Per
cambiare il passato ci vuole un processo molto complesso,
basato sulle influenze superiori e sulle emozioni positive. Noi

2
non possiamo cambiare la legge, ma possiamo divenire liberi,
possiamo sfuggire a essa. Possiamo cambiare il presente; e
tramite il presente, il futuro; e tramite il futuro, il passato. Non
esiste altro modo.
D. “Rimetti a noi i nostri debiti” si riferisce al passato?
O. No. Significa che i nostri debiti non ci possono essere
perdonati. Dobbiamo pagare per essi. Pagando, cambiamo il
passato; ma ci sono diversi modi di pagare.
D. Posso capire che “così come noi li rimettiamo ai nostri
debitori” deve riferirsi alle emozioni superiori.
O. Solo se abbiamo emozioni positive, non così come siamo. Ci
sono molte fasi. Ciò non avviene immediatamente.
D. Come è possibile che gli altri possano essere nostri debitori?
O. Se pensiamo che ci debbono qualcosa, essi sono i nostri
debitori.
D. Quali sono i diversi modi di pagare i nostri debiti?
O. Possono essere meccanici o consapevoli. In ogni caso,
dobbiamo pagarli. Possiamo attendere che le cause diano il loro
risultato, e pagare in questo modo, oppure possiamo cambiare il
passato e pagare in un altro modo.
D. Possiamo cambiare il passato solo ritornando qui di nuovo?
O. E in quale altro modo? Pensare non servirà a nulla. Lo
dobbiamo cambiare ora. Non si tratta soltanto di ritornare.
L’oggi è il risultato di qualche passato. Se cambiamo oggi,
cambiamo il passato. Se cambiamo il futuro, cambiamo il
passato. Il futuro dopo qualche tempo sarà passato.
D. Per quanto riguarda la frase “Sia fatta la Tua volontà”…
O. Collegatela all’idea di miracolo, di cosmi superiori e
inferiori. Questo non ci riguarda.
D. Cambiare il passato vuoi dire lottare contro il modo in cui
vanno le cose?

3
O. Questo è solo l’inizio. Sono necessarie le emozioni positive e
le influenze superiori. Senza di esse non possiamo cambiare
nulla.
D. Lei ha detto che niente può cambiare senza emozioni
positive?
O. Le emozioni positive non si manifestano da sé. Non basta
stare seduti ad aspettare che arrivino le emozioni superiori.
Bisogna lavorare. Io ho esposto alcuni principi. Bisogna capire
come possiamo arrivarci.
P. D. Ouspensky; 5 marzo 1937 – A Further Record: Extracts
from Meetings 1928-1945

LIBRI SULLA QUARTA VIA DI GURDJIEFF