Sei sulla pagina 1di 4

ALIMENTATORE

® APS-30
aps30_it 01/09
L'alimentatore APS-30, è stato progettato per operare con sistemi di allarme, con sistemi
interfono e con sistemi CCTV. La regolazione automatica della tensione, il controllo del
caricamento della batteria, basato su microprocessore, e lo scollegamento automatico
dell'accumulatore, in caso di scaricamento eccessivo dello stesso, permettono il suo utilizzo
per un lungo periodo di tempo, senza il rischio di danneggiarlo. Inoltre, il circuito
dell'accumulatore, possiede un fusibile polimerico da T3,15 A. L'alimentatore è fornito di
protezione contro i cortocircuiti ed i sovraccarichi. È corredato di segnalazione ottica dello
stato dell'alimentazione di rete e del processo di ricarica dell'accumulatore. Le avarìe rilevate,
possono inoltre, essere segnalate anche acusticamente. Il trasferimento, al sistema di
allarme, delle informazioni di avarìa, è reso possibile da due uscite aggiuntive di tipo OC.
Grazie all'utilizzo di un alimentatore di commutazione, ad alto rendimento energetico, sono
state minimizzate le perdite termiche, ed aumentata l'affidabilità del dispositivo. È consigliato,
che l'alimentatore venga utiizzato, con un accumulatore con tensione da 12 V e capacità di
17 Ah.

1 2 3 4

BEEPER ON OFF
0s
60s
AC FAIL DELAY 600s
1800s
BATT. CHARGE 0.5A 1A
AC AC COM COM COM +12V +12V +12V COM AWS AWB BATT. CHECK ON OFF

5 6
Dis. 1. Vista della scheda elettronica.
2 SATEL APS-30

Legenda del disegno 1:


1 – cicalino. Segnala le avarìe.
2 – diodo LED RETE (rosso). Segnala la presenza di corrente alternata sui morsetti AC.
3 – diodo LED ACCUMULATORE (verde). Segnala la presenza dell'accumulatore.
4 – diodo LED CARICA (giallo). È illuminato durante la ricarica dell'accumulatore
e durante il test di stato della ricarica dello stesso.
5 – cavi di collegamento dell'accumulatore (rosso +; nero -).
6 – pin per la regolazione dei parametri operativi. Il simbolo , sulla scheda elettronica,
significa jumper inserito. Il simbolo , significa jumper disinserito.
BEEPER – inserimento/disinserimento del cicalino.
AC RITARDO AVARÌA – regola il tempo, che deve trascorrere dal momento della
presentazione di un'avarìa dell'alimentazione AC, affinché questa venga
segnalata sull'uscita AWS (0, 60, 600 oppure 1800 secondi).
CARICO ACCUM. – definisce la corrente di carico dell'accumulatore: 0,5 A oppure 1 A.
CONTROLLO ACCUM. – abilitazione/ disabilitazione del test dell'accumulatore.
Descrizione della morsetteria:
AC – ingressi di alimentazione (17...24 V AC). I morsetti AC, sono utilizzati per il
collegamento dell'avvolgimento secondario del trasformatore di rete.
COM – massa.
+12V – uscite di alimentazione (13,6–13,8 V DC).
AWS – uscita di segnalazione di avarìa dell'alimentazione 230 V.
AWB – uscita di segnalazione di basso livello di tensione o di avarìa
dell'accumulatore.

1. Installazione
Prima dell'installazione, occorre effettuare un bilancio dei carichi dell'alimentatore. Durante il
normale utilizzo del dispositivo, la somma dei carichi di corrente e della corrente di
ricarica dell'accumulatore, non può superare la capacità dell'alimentatore (3 A).
L'alimentatore, dovrebbe operare con un collegamento permanente, all'alimentazione di rete.
Per tanto, prima di accingersi all'esecuzione del cablaggio, occorre prendere visione
dell'installazione elettrica dell'oggetto. Per l'alimentazione del dispositivo, occorre scegliere
un circuito, nel quale la tensione sia presente costantemente, questo circuito dovrebbe
essere protetto con un proprio fusibile.
Prima del collegamento del dispositivo, al circuito dal quale verrà alimentato,
occorre scollegare dal circuito la tensione.
1. Fissare, sulla parete posteriore dell'alloggiamento dell'alimentatore, gli elementi
distanziatori (4 pezzi), secondo le aperture presenti sulla scheda. Gli elementi, sotto
pressione, non possono scivolare fuori dalle aperture.
2. Montare, l'alloggiamento dell'alimentatore nel luogo prescelto per l'installazione,
e condurre i cavi di collegamento.
3. Collegare i cavi di alimentazione ~230 V, ai morsetti AC 230 V, del trasformatore.
Collegare il cavo di terra, al morsetto, contrassegnato con il simbolo di terra ,
collocato sulla parete metallica posteriore dell'alloggiamento.
4. Fissare, la scheda elettronica sugli elementi distanziatori, utilizzando le viti, montare la
scheda con i diodi LED, al coperchio dell'alloggiamento (per la descrizione dei diodi LED,
vedi la Legenda del disegno 1).
APS-30 SATEL 3

5. Utilizzando i cavi installati, condurre la tensione di uscita dal trasformatore (nominale


20 V AC), ai morsetti AC, della scheda elettronica.
6. Collegare, i cavi dai ricevitori ai morsetti +12V e COM, ai blocchi dei morsetti, sulla
scheda elettronica dell'alimentatore.
7. In caso di necessità, collegare il cavo dalla centrale di allarme, all'uscita di avarìa AWS
(uscita di segnalazione di avarìa della rete 230 V) e (oppure) all'uscita AWB, (uscita di
segnalazione di bassa tensione, oppure di avarìa dell'accumulatore). L'uscita di
segnalazione, durante la normale operatività dell'alimentatore, è messa a massa (0 V),
nel caso si presenti un'avarìa, l'uscita viene immediatamente scollegata dalla massa.

Dis. 2. Schemi delle uscite AWS e AWA.


8. Con l'ausilio dei jumper, regolare sui pin contrassegnati AC RITARDO AVARÌA, il tempo,
trascorso il quale, sull'uscita AWS, viene segnalata l'avarìa della rete 230 V.
Le regolazioni possibili sono:
0 secondi – – PIN aperti
60 secondi – – PIN chiusi
600 secondi –
1800 secondi –
9. Sui pin BEEPER definire, se il cicalino deve essere abilitato (jumper inserito), oppure no
(jumper disinserito).
10. Sui pin CARICO ACCUM. definire la corrente di carico dell'accumulatore (jumper inserito
- 0,5 A; jumper disinserito – 1 A).
11. Collegare l'alimentazione da 230 V AC (se tutti i collegamenti, sono stati effettuati
correttamente, allora i diodi LED contrassegnati come RETE e ACCUMULATORE,
dovrebbero illuminarsi).
12. Dopo aver collegato l'alimentazione, si può misurare la tensione sui cavi
dell'accumulatore. Il corretto voltaggio, dovrebbe ammontare approssimativamente
a +13,7 V.
13. Collegare l'accumulatore, conformemente con i contrassegni colorati. Se l'accumulatore
è scarico, allora dopo circa 4 minuti, dal collegamento dell'alimentazione da 230 V, inizia
a lampeggiare il diodo LED (ACCUMULATORE). Nel caso in cui, l'accumulatore venga
collegato dopo questo periodo (il diodo LED verde lampeggia), allora le condizioni di
caricamento dell'accumulatore, verranno rese note, dopo l'esecuzione del successivo test
da parte dell'alimentatore, dopo circa 12 minuti. Il caricamento dell'accumulatore, viene
segnalato dall'illuminazione fissa del diodo LED giallo. La chiarezza dell'illuminazione,
è dipendente dalla corrente di caricamento.
La seconda funzione del diodo LED giallo, è la segnalazione del processo di testaggio
dello stato di caricamento dell'accumulatore. Ogni 4 minuti, il diodo si illumina per alcune
decine di secondi, durante i quali, il processore riduce la tensione di alimentazione, ed
i ricevitori vengono alimentati dall'accumulatore.
4 SATEL APS-30

Esiste la possibilità di disabilitare il test dell'accumulatore, a questo scopo, occorre


rimuovere il jumper CONTROLLO ACCUM. La disabilitazione del test, disabilita anche la
segnalazione di avarìa dell'accumulatore sull'uscita AWB, senza comunque scollegare
il sistema di protezione dell'accumulatore dallo scaricamento completo.
14. In seguito, può essere controllata, la corretta operatività dei circuiti di controllo di avarìa
(jumper TEST ACCUM inserito):
disconnessione dell'alimentazione di rete – il diodo LED rosso (RETE) inizia
a lampeggiare, e l'alimentatore emette il segnale acustico di segnalazione di avarìa.
Al trascorrere del tempo regolato sui pin, cambia lo stato sull'uscita AWS. Dopo il
ripristino dell'alimentazione di rete, il diodo resterà illuminato permanentemente,
la segnalazione acustica, verrà disabilitata, e dopo il trascorrere del tempo di ritardo
regolato sui pin, l'uscita AWS, cesserà di segnalare l'avarìa.
disconnessione dell'accumulatore – dopo circa 12 minuti, inizia a lampeggiare il diodo
verde LED, e l'alimentatore emette il segnale acustico di segnalazione di avarìa.
Sull'uscita AWB, compare lo stato di avarìa. Il ricollegamento dell'accumulatore, provoca,
dopo circa 12 minuti, la cessazione della segnalazione visiva (diodo LED) ed acustica
(CICALINO).
Dopo l'installazione, ed il controllo della corretta operatività dell'alimentatore, l'alloggiamento
può essere chiuso.
Poichè l'alimentatore, non possiede un disconnettore, che renda possibile lo
scollegamento dall'alimentazione di rete, è importante informare l'utente, o il
proprietario del dispositivo, su come scollegarlo dalla rete (ad es. indicando
il fusibile di protezione del circutio di alimentazione).

2. Specifiche tecniche
Tipo di alimentazione .............................................................................................................. A
Tensione di alimentazione del trasformatore ..............................................................230 V AC
Tensione di alimentazione della scheda elettronica (dal trasformatore).................17...24 V AC
Tensione nominale di uscita......................................................................................... 12 V DC
Capacità di carico ................................................................................................................ 3 A
Corrente di carico dell'accumulatore (commutato) .......................................... 0,5 А oppure 1 А
Accumulatore consigliato ......................................................................................... 12 V/17 Ah
Capacità di carico dell'uscita AWS (tipo OC) ...................................................................50 mA
Capacità di carico dell'uscita AWB (tipo OC) ...................................................................50 mA
Temperatura di esercizio (classe I) .......................................................................... +5...+40 °C
Dimensioni della scheda elettronica ...................................................................... 140 x 99 mm
Dimensioni dell'alloggiamento ..................................................................... 296 x 330 x 90 mm
Peso (senza accumulatore) ........................................................................................... 3,28 kg

SATEL sp. z o.o. Le dichiarazioni di conformità, aggiornate


tel. +48 58 320 94 00
ul. Schuberta 79 alle normative vigenti EC, ed i certificati
www.satel.eu
80-172 Gdansk possono essere scaricati presso il sito
info@satel.pl web: www.satel.eu
POLONIA