Sei sulla pagina 1di 65

Cuore

e
Sistema Cardiovascolare

1
2
STRUTTURA MECCANICA

3
4
5
STRUTTURA ELETTRICA

MIOCARDIO DI CONDUZIONE

6
MIOCARDIO DI LAVORO Propagazione elettrotonica
Gap junctions

7
Fasci di Bachmann

Fasci di His

Fibre di Purkinje

8
Gap junctions
meno dense

Gap junctions
più dense

9
10
11
12
13
RITMO SINUSALE E GERARCHIA DEI PACEMAKERS

14
RITMO SINUSALE E GERARCHIA DEI PACEMAKERS

ELETTROCARDIOGRAMMA 15
ELETTROCARDIOGRAMMA

16
17
18
CICLO CARDIACO

L’attività elettrica viene trasdotta in attività meccanica del MIOCARDIO DI LAVORO dal processo di

ACCOPPIAMENTO ECCITAZIONE-CONTRAZIONE
19
20
21
Triangolo di Einthoven Elettrodi precordiali

22
ECG registrato da Einthoven
(circa 1902)

Moderna registrazione di ECG


(2016)

23
Body surface and epicardial mapping.
The INVERSE problem

Prof. Bruno Taccardi 24


Distribution of heart potentials on dog's thoracic surface.
TACCARDI B. Circ Res. 1962 Nov;11:862-9.

25
Distribution of heart potentials on the thoracic surface of normal human subjects.
TACCARDI B. Circ Res. 1963 Apr;12:341-52.

26
27
28
Prof. Yoram Rudy
Washington University in St. Louis

29
Cellule pacemaker

RISPOSTE LENTE

30
PRINCIPALI CORRENTI IONICHE DELLE
CELLULE PACEMAKER

RISPOSTE LENTE
ICa: corrente in calcio. Inward/entrante

If: corrente cationica aspecifica attivata in iperpolarizzazione.


Inward/depolarizzante.

IK: corrente di potassio. Outward/ripolarizzante.

31
Curve di attivazione

ICa
INa

IK

32
Curva di attivazione di If

1 μM ISO
control

33
34
Cellule di lavoro
RISPOSTE RAPIDE fasi…

EC-coupling

35
Cellule atriali o ventricolari RISPOSTE RAPIDE
Cellule del fascio di His
Cellule di Purkinje

40

20

Vm (mV)
potenziale -20

-40

-60 soglia (Vth)


-80

-100
-50 0 50 100 150 200 250

time (ms)

ith
corrente

36
RIPOLARIZZAZIONE PRECOCE
Inattivazione INa
Attivazione IKTO

PLATEAU
IK e Ica si controbilanciano e
ECCEDENZA il potenziale tende a non
(OVERSHOOT) variare

RIPOLARIZZAZIONE TARDIVA
FASE DI DEPOLARIZZAZIONE IK prevale
RAPIDA Ica si inattiva
Attivazione INa

PIEDE DEL POTENZIALE D’AZIONE SOGLIA


Corrente depolarizzante scarica la capacità Si aprono canali INa
di membrana Si chiudono canali IK1

POTENZIALE DI RIPOSO
(Eq. GHK)
Refrattarietà
Refrattarietà assoluta relativa
37
POTENZIALE D’AZIONE CARDIACO

Corrente rapida di sodio (depolarizzazione


rapida iniziale, ripolarizzaizone precoce,
refrattarietà)

Corrente di calcio di tipo L (depolarizzazione


iniziale, ripolarizzazione precoce, trigger
dell’accoppiamento eccitazione-contrazione,
plateau, ripolarizzaione tardiva)

Corrente di potassio transient outward


(ripolarizzazione precoce)

Corrente di potassio delayed rectifier (plateau,


ripolarizzazione tardiva)

Corrente di potassio inward rectifier


(potenziale di riposo, soglia, ripolarizzazione
tardiva)
Corrente di background (contribuisce al 38
potenziale di riposo)
PRINCIPALI CORRENTI IONICHE DEL
POTENZIALE D’AZIONE CARDIACO
50
INa: corrente rapida di sodio (attiva, inattiva).
Inward/depolarizzante. Determina la soglia e la
0 depolarizzazione rapida iniziale. Determina anche la velocità di
Vm (mV)

propagazione del potenziale d’azione

ICaL: corrente di calcio (attiva, inattiva). Inward/depolarizzante.


-50
Sostiene la depolarizzazione durante tutto il plateau. Inizia il
processo eccito-contrattile.

-100
0 50 100 150 200 250
ITO: corrente di potassio transient outward (attiva/inattiva).
Outward/ripolarizzante. Determina la fase precoce della
t (ms) ripolarizzazione. È già spenta durante il plateau.

40
IKr: componente rapida della corrente di potassio
ITO ripolarizzante (attiva,inattiva). Outward/uscente. Determina la
20 fase finale della ripolarizzazione.
IKs IKr
0
IKs: componente lenta della corrente di potassio
-20 ripolarizzante (attiva). Outward/uscente. Determina la fase
i (au)

finale della ripolarizzazione.


-40 ICa
IK1: inward rectifier. Corrente di potassio (no gating, solo V-dip)
-60
che determina il potenziale di riposo cellulare.
-80
Outward/uscente.
0 50 100 150 200 250

t (ms)
39
POTENZIALE DI RIPOSO (DIASTOLICO)

IK1 (nA)
4

0
-100 -80 -60 -40 -20 0 20
Vm (mV)
-2

-4

Contributi al POTENZIALE DIASTOLICO


• Corrente IK1
• Pompa NaK
• Corrente di leakage
40
PIEDE DEL POTENZIALE D’AZIONE

Corrente depolarizzante che carica esponenzialmente la


capacità di membrana.

Nelle cellule di lavoro:


Corrente elettrotonica proveniente
da regioni eccitate

AP
-- -- ++ ++++
++ ++++ - - -- --

Nelle cellule automatiche:


Corrente ionica endogena
41
SOGLIA

1. Attivazione di INa
2. Chiusura V-dip. di IK1

4
membrane current (a.u.)

0
IK1
INa
-2
INa+ IK1
-4
-100 -90 -80 -70 -60 -50 -40
Vm (mV)
42
FASE DI DEPOLARIZZAZIONE RAPIDA
0 mV

-80 mV
Attivazione dei canali di INa

43
FASE DI RIPOLARIZZAZIONE PRECOCE
0 mV

OVERSHOOT
1. Inattivazione dei canali di INa -80 mV

2. Attivazione corrente transient outward di potassio (ITO)

44
PLATEAU

di potassio ITO
Correnti uscenti ripolarizzanti
di potassio IK

Bilancio tra:

di sodio a inattivazione lenta


Correnti entranti depolarizzanti
di calcio ICaL 45
RIPOLARIZZAZIONE FINALE

1. Inattivazione di ICa e INa lenta


2. Attivazione corrente di potassio IK
3. Corrente di potassio IK1

46
DISOMOGENEITA’ SPAZIALE DELLA RIPOLARIZZAZIONE

Es.: ventricolo sinistro di cane

Dispersione ‘base-apice’

Dispersione ‘trans-murale’

47
‘Rate-dependency’ della durata del potenziale d’azione

48
REFRATTARIETA’

Ricordiamo che la fase in cui il potenziale di membrana è a riposo


corrisponde alla diastole cardiaca, fase in cui le camere del cuore
si riempiono di sangue

49
Vm (mV)
50

RR
0
RA
-50

-100
0 50 100 150 200 250 300
50
t (ms)
REFRATTARIETA’ ASSOLUTA

Le gates di inattivazione dei canali di Sodio sono tutte chiuse

51
REFRATTARIETA’ RELATIVA

Le gates di inattivazione dei canali di Sodio cominciano a riaprirsi 52


REGOLAZIONE NEURO-VEGETATIVA
DELLA ATTIVITA’ ECCITO-CONTRATTILE CARDIACA
SISTEMA NERVOSO

SN CENTRALE SN NEUROVEGETATIVO
controlla il pensiero, i movimenti consapevoli (autonomo o viscerale)
e tutte le sensazioni. E' composto dall'encefalo,
dal midollo spinale e dai nervi periferici. Controlla l’omeostasi ed è responsabile di tutta l'attività
inconscia dell'individuo. Da esso dipendono le funzioni
organiche come la circolazione sanguigna, la digestione,
la respirazione, come pure quelle psicologiche, emotive o di
difesa come la pelle d'oca, vomito, il rossore in viso,
l'istinto di fuga o di aggressività. Mentre il sistema nervoso
centrale è in relazione con i muscoli striati, quello autonomo
comanda la muscolatura liscia.

PARASIMPATICO (ORTO)SIMPATICO
è responsabile di tutto ciò che riguarda è deputato alle attività di eccitazione, difesa e
l'attività di routine dell'organismo come le urgenza. 53
funzioni organiche
Controlla le funzioni:
1. CARDIOVASCOLARE
2. DIGESTIVA
3. RESPIRATORIA
4. SALIVAZIONE
5. TRASPIRAZIONE
6. DIAMETRO PUPILLE …
Quasi tutte funzioni involontarie, alcune,
come la respirazione, parzialmente sotto
controllo volontario.

54
(ORTO)SIMPATICO

1. Richiamo del sangue dal tratto gastro-intestinale


2. Vasocostrizione
3. Aumenta flusso sangue ai muscoli scheletrici
4. Dilata bronchioli respiratori
5. Dilata le pupille …
6. Aumenta frequenza cardiaca Facilitatorio
7. Aumenta contrattilità cellulare cardiaca
sul cuore

PARASIMPATICO

1. Dilata vasi sanguigni del tratto gastro-intestinale


2. Costringe i bronchioli respiratori
3. Costringe pupilla
4. Stimola secrezione salivare
5. Accelera peristalsi …
6. Rallenta frequenza cardiaca Inibitorio
7. Diminuisce contrattilità cellulare cardiaca sul cuore

55
La quantità di sangue emessa dal cuore in circolo in un certo tempo (GITTATA
CARDIACA Gc) dipende dalla frequenza dei battiti (f) e dal volume espulso (Vs)

Gc: quantità di sangue pompata dal cuore al minuto (~ 5 L/min)


f: numero di battiti cardiaci al minuto (~ 70 battiti/min)
Vs: volume espulso per ogni sistole (~ 71 mL)

Legge:

Gc = f . Vs

forza di contrazione
funzione pacemaker

SISTEMA NERVOSO
AUTONOMO

FATTORI MECCANICI
56
FATTORI UMORALI
Modulazione della attività cardiaca da parte delle
2 suddivisioni del SISTEMA NERVOSO AUTONOMO
(Parasimpatico e Ortosimpatico)

Agonista: adrenalina, noradrenalina


Antagonista: propanololo
Agonista: acetilcolina, muscarina frena accelera
Antagonista: atropina (TONO VAGALE) recettori -adrenergici
recettori muscarinici [catecolamine]
[acetilcolina]

57
L’innervazione simpatica del cuore origina
dalla porzione toracica (T1-T5) della
colonna vertebrale. Queste fibre presinaptiche
escono dal midollo spinale e entrano nei gangli
della catena paravertebrale. Le fibre
postsinaptiche che emergono dai gangli
raggiungono il cuore in piccoli nervi cardiaci
toracici.

58
Le fibre parasimpatiche pregangliari
originano dal bulbo (nucleo motore dorsale
del vago e nucleo ambiguo). Le fibre efferenti
entrano nel nervo vago che decorre nel collo
in prossimità delle arterie carotidi comuni. Le
fibre entrano quindi nel mediastino ove fanno
sinapsi con cellule postgangliari sulla
superficie epicardica o nella parete del cuore
stesso. Le cellule postgangliari sono
particolarmente concentrate nei nodi SA e AV.

59
60
Differente velocità dei due effetti

1. Rilascio del neurotrasmettitore relativamente lento


2. Sistema di secondi messaggeri

61
Effetto di Acetilcolina 40 nM

40

20

0
Vm (mV)

-20

-40

-60

-80
0 400 800 1200 1600 2000 2400 2800 3200

time (ms)
62
[27/05/08 cellula 3, file 06 ep.24,26:31]
catecolamine
REGOLAZIONE SIMPATICA
 Potenziamento scossa

IkDR ADENILATO  Aumento frequenza


 Accorciamento AP -rec G CICLASI

ATP GTP GDP cAMP

Sub. catal.
SL attive
PROTEINA CHINASI
ICaL aumento della
probabilità di apertura
Sub. regolatrici
Pi

SR

Ca2+ If
Pi  Aumento frequenza

Pompa ATP-asica Pi
Effetto:
1. CRONOTROPO POSITIVO
 Diminuzione tempo fra
le scosse 2. INOTROPO POSITIVO
Riduzione affinità 63
 Aumento velocità TROPONINA-Ca2+
rilassamento
Cellule del sistema di conduzione

RISPOSTE LENTE

64
REGOLAZIONE PARASIMPATICA

Vago
Postgangl.
GTP
Ach GUANILATO
Pregangl.
CICLASI

Recettori
cGMP
muscarinici
+
G

- - fosfodiesterasi  idrolisi
Simp. ADENILATO cAMP
CICLASI

 diminuzione effetti
IkAch sostenuti da cAMP

Iperpolarizza Vm

If -
Effetto:
1. CRONOTROPO NEGATIVO
2. INOTROPO NEGATIVO
65

Potrebbero piacerti anche