Sei sulla pagina 1di 1

ESEMPIO DI CRISTO CROCIFISSO

Cristo ha assunto la natura umana per riparare la caduta dell'uomo.

Era quindi necessario che Cristo soffrisse ed eseguisse secondo la natura umana tutto ciò che poteva essere
dato come rimedio contro la caduta del peccato.

Il peccato dell'uomo consiste nel fatto che egli si dona ai beni corporali e abbandona i beni spirituali. Era
giusto, quindi, che il Figlio di Dio, per ciò che ha fatto e sofferto nella natura umana che aveva preso, si
mostrasse tale che gli uomini avessero beni e mali temporali per nulla, e non si donassero meno
intensamente ai beni spirituali, ostacolati da un disordinato affetto per il temporale.

Per questo Cristo ha scelto dei genitori poveri ma perfetti nella virtù, affinché l'uomo non si glori della
nobiltà della carne e delle ricchezze del genitori.

Ha condotto una vita povera, per insegnarci a disprezzare le ricchezze.

Viveva privato della dignità, per allontanare gli uomini dal disordinato appetito per gli onori.

Egli soffriva la fatica, la sete, la fame e i flagelli del corpo, affinché gli uomini, tentati dalle delizie e dalla
voluttà, non si lasciassero fuorviare dal bene della virtù per la crudezza di questa vita.

Infine, ha sofferto la morte, affinché alcuni non abbandonassero la verità, per paura della morte. E perché
nessuno temesse di subire una morte ignominiosa per la verità, scelse il tipo di morte più ignominiosa,
cioè la morte in croce.

Era anche giusto che il Figlio di Dio fatto uomo soffrisse la morte, per eccitare gli uomini con il suo esempio
di virtù, affinché fosse vero ciò che dice San Pietro: anche Cristo patì per voi, lasciandovi un esempio,
perché ne seguiate le orme (1 Pt 2,21)

Ma Cristo ha sofferto per noi, lasciandoci un esempio di tribolazione, di flagellazione, di croce, perché
seguissimo le sue orme. Se soffriamo tribolazioni e sofferenze per Cristo, regneremo anche noi con Lui nella
beatitudine eterna.

A questo proposito, San Bernardo dice: "Quanti pochi, Signore, vogliono seguirti, quando non c'è nessuno
che non voglia raggiungerti, sapendo che le delizie sono alla tua destra fino alla fine; perciò tutti vogliono
gioire con te, ma non vogliono imitarti allo stesso modo; vogliono regnare con te, ma non soffrono con te;
non sono attenti a cercare, però vogliono trovare, bramano di ottenere, ma non di seguire».

Chiediamo alla Madonna che l’esempio di Gesù Cristo ci faccia capire che la vera imitazione di Cristo,
lçl’imitazione che stiamo cercando tramite i voti, deve passare senz’altro per la croce, e di essere generosi,
secondo l’esempio di Cristo, nel seguire le sue orme.